Sei sulla pagina 1di 16

STR 33907 Giulio Napoléon

Regondi Coste
Souvenir
Enea Leone chitarra

PMS PMS
000 000 4
Souvenirromantic music for guitar
Giulio Regondi Air varié de l’opera de Bellini “I Capuleti e i Montecchi”,
L’amo, tanto, e m’è si cara 11’22”
(World première recording)

Fantasie über Mozarts “Don Giovanni” 09’59”


(World première recording)

Napoléon Coste Les Soirées d’Auteuil - Sérénade op. 23 07’12”


-Andantino
-Scherzo

Caprice “La Cachucha” op. 13 05’39”

Souvenirs du Jura op. 44 06’49”


-Andante
-Polonaise

Giulio Regondi Introduction et Caprice op. 23 (1864) 10’17”

Nocturne Rêverie op. 19 (1864) 09’00”

2 15

PMS PMS
000 000 1
Enea Leone, nato a Milano nel 1978, si avvicina Enea Leone was born in Milan in 1978 and began
allo strumento giovanissimo seguito dal padre. his studies with his father at a very early age. He
Prosegue gli studi sotto la guida di Lena Kokkaliari continued under the guidance of Lena Kokkaliari
sino al suo ingresso al Conservatorio “G. Verdi” di until he entered the Conservatorio G. Verdi in Milan
Milano con Ruggero Chiesa e Paolo Cherici, diplo- in the class of Ruggero Chiesa and Paolo Cherici, E n e a L e o n e ch i t a r ra
mandosi nel 1998 con il massimo dei voti. Si è per- being awarded the Diploma in 1998 with the high-
fezionato con Emanuele Segre, Alirio Díaz e Oscar est classification. He studied with Emanuele Segre,
Ghiglia ottenendo da quest’ultimo le borse di studio Alirio Díaz and with Oscar Ghiglia, receiving from
e i diplomi di merito presso l’Accademia Musicale the latter the scholarships and the diplomas with
Chigiana di Siena. Nel 2005 ha conseguito il merit from the Accademia Musicale Chigiana of
“Solistendiplom” presso la Musik-Akademie di Siena. In 2005 he obtained the Solistendiplom from
Basilea sempre con Oscar Ghiglia. Fin dal 1990 ha the Musik-Akademie of Basle, also with Oscar
partecipato a numerosi Concorsi Nazionali e Ghiglia. From as early as 1990 he participated in
Registrazione / Recording
Internazionali qualificandosi sempre ai primi posti many national and international competitions,
Chiesa di S.Vincenzo, Eupilio (CO) - Luglio 2010
(tra essi figura il Torneo Internazionale di Musica always reaching one of the first places (among them
Tecnico del suono / Suond engineering
TIM nel 2002). Ha intrapreso un’intensa attività the Torneo Internazionale di Musica TIM, 2002). He
Andrea Dandolo, Luca Maria Burocchi e Daniele Marinelli
concertistica in Italia e all’estero sia come solista has given a large number of concerts in Italy and
Editing and Mastering
che in formazioni cameristiche e con orchestra abroad as soloist and in chamber ensembles and in
Andrea Dandolo
collaborando anche con “Pomeriggi Musicali”, orchestras, also collaborating with the Pomeriggi
Direzione artistica / Producer
“Associazione Amici del Conservatorio G. Verdi” e Musicali, the Associazione Amici del Conservatorio
Andrea Dandolo
“Orchestra Cantelli”. È titolare della cattedra di G. Verdi and the Orchestra Cantelli. He is professor
chitarra e direttore artistico presso la Civica Scuola of guitar and artistic director at the Civica Scuola di
Foto di copertina / Cover photo:
di Musica di Gessate (MI). Tiene masterclass Musica of Gessate (MI); he gives annual and summer
Ascan Lutteroth, L’Isola Bella, 1884
annuali ed estive. Nel 2003 ha inciso per la MAP music classes. In 2003 he recorded, for MAP, a CD
olio su tela/oil on canvas, Hamburger Kunsthalle
un disco interamente dedicato ad Astor Piazzolla entirely dedicated to Astor Piazzolla, and in 2007
e nel 2007 il disco Eleven, distribuito dalla the CD Eleven, distributed by Nicolosi Production,
Ringrazio l’amico Marco Benini per avermi concesso di suonare
Nicolosi Production, con musiche di Ennio with pieces by Ennio Morricone transcribed by Carlo
la sua bellissima F. Simplicio del 1929
Morricone trascritte da Carlo Marchione. Nel Marchione. In 2009 Edizioni Carisch published a
Many thanks to my friend Marco Benini for letting me play
2009 è stato pubblicato dalle Edizioni Carisch un volume with Morricone’s pieces which included
his wonderful 1929 F. Simplicio guitar.
libro con le musiche di Morricone e, in allegato, recordings of the pieces from Eleven.
l’incisione dei brani tratti dal disco Eleven.
14 3

PMS PMS
000 000 1
Giulio Regondi (Ginevra, 1822-Londra, 1872) è dimenticare che a Londra il chitarrista dilettante
stato il più famoso e precoce enfant prodige della Giuseppe Mazzini – sì, proprio lui, uno dei più
storia della chitarra: il suo debutto in concerto illustri Padri della Patria – nutriva per Regondi una
avvenne infatti a Lione a soli cinque anni. autentica venerazione.
Ciononostante, la sua infanzia fu tutt’altro che
tranquilla e serena, in quanto venne vessato da un Negli anni Quaranta una straordinaria tournée in
padre-padrone (che forse non era neanche il suo Europa lo consacrò come uno dei più grandi chi-
vero genitore) che lo costringeva a studiare con tarristi del momento (i vari Giuliani, Sor e Carulli
ritmi di lavoro a dir poco disumani e che oggi rien- erano ormai nel mondo dei più). Le grandi capitali
trerebbero senza alcun dubbio nel reato di sfrutta- europee – Vienna, Praga, Lipsia alla Gewandhaus
mento di minori. Artista geniale ma infelice, cele- con Clara Schumann e Mendelssohn, forse anche
brato ma al tempo stesso tormentato, con un’esi- qualche città russa – ebbero modo di conoscere le
stenza intensa ma breve e segnata dalla malattia, eccezionali qualità virtuosistiche e musicali di
Regondi incarna pienamente la figura del musici- Regondi. Morì a Londra il 6 maggio 1872 a soli 49
sta romantico i cui prodigiosi talenti furono la anni, dopo lunga e penosa malattia.
causa dei suoi beni ma anche dei suoi mali.
Volente o nolente, Giulio Regondi intraprese Come tutti i grandi virtuosi dell’Ottocento,
comunque una brillantissima carriera concertisti- Regondi fu anche compositore: il suo contributo
ca che, dopo gli esordi di Lione, lo condusse a esi- alla letteratura chitarristica in realtà si concretizzò
birsi in mezza Europa: da Parigi a Londra, da solamente in cinque numeri d’opera (dall’op. 19
Edimburgo a Glasgow, da Manchester a Bruxelles, alla 23), una serie di dieci studi (venuti alla luce
spesso in sale prestigiose e, come sovente accade- una ventina di anni fa da fonti russe) e un paio di
va nei concerti dei bambini prodigio, alla presen- temi con variazioni. Ma questa manciata di com-
za di famiglie reali e alta nobiltà. Fra i suoi partner posizioni è di una importanza, di un fascino e di
vi furono Moscheles, Hertz, Malibran, Lablanche una personalità tali da avere consacrato Regondi
e riuscì a suscitare stupore e ammirazione persino fra i grandi compositori della storia della chitarra.
in Niccolò Paganini, autentico maestro del virtuo-
sismo ma anche grande conoscitore della chitarra. Il Nocturne Rêverie op. 19 e l’Introduction et
Lo stesso Fernando Sor, uno dei più famosi chitar- Caprice op. 23, pubblicati nel 1864 a Offenbach da
risti dell’epoca, ammirato dalle grandi qualità di Jean André, rappresentano il vertice della letteratu-
Regondi, gli dedicò una composizione. Senza ra romantica per chitarra. Regondi compose queste
4 13

PMS PMS
000 000 1
The French guitarist was an eclectic and very cul- Coste’s curiosity was not limited only to the ancient opere nella sua piena maturità e, purtroppo, dopo Di recentissima scoperta sono gli altri due brani di
tured composer, so much so that he was one of the repertory but extended also to opera arias and folk di esse egli cessò definitivamente di porre la sua Regondi di questo cd: l’Air Varié de l’opera de
first musicians to be concerned with the music of airs: so we find the Capriche sur l’Air Espagnol “La attenzione di compositore alle sei corde per dedi- Bellini “I Capuleti e i Montecchi” e la Fantasie
the past (he took part in ancient music concerts Cachucha” Opus 13 (published between the years carsi invece dapprima al mélophone e in seguito über “Don Giovanni”. Entrambi i pezzi provengo-
organised by the celebrated Belgian musicologist ’30 e ’40), in which the freshness of popular inven- alla concertina, una sorta di fisarmonica esagonale no da un volume manoscritto di Josiah Andrew
François-Joseph Fétis), and his writing is often very tion finds an absolutely felicitous realisation on the od ottagonale. La crisi della chitarra nella seconda Hudleston, chitarrista inglese dell’Ottocento non-
dense, rich in ancient progressions and has a tight six strings of the guitar. Another characteristic of metà dell’Ottocento era ormai profonda e irrime- ché grande appassionato e collezionista di opere
polyphonic line. Coste’s guitar production was his attention to pro- diabile: Regondi, da abile concertista in grado di per chitarra. Tale fonte è una vera e propria minie-
gramme music: it seems no accident that he was a tastare gli umori del pubblico, se n’era accorto e, ra d’oro per la musica di Regondi, poiché al suo
great admirer of Hector Berlioz, at the performance non a caso, per il suo nuovo strumento scrisse due interno, oltre a queste due composizioni mai viste
of whose Symphonie fantastique he was probably concerti con l’orchestra, una dozzina di opere ori- sino a ora, vi è anche la versione più antica di otto
present in 1830. To this genre belong Les Soirées ginali, numerose trascrizioni e svariate composizio- dei famosi Dieci Studi scoperti nel 1989.
d’Auteuil Opus 23 (published in about 1850 in ni di genere cameristico. Malgrado ciò, le opp. 19
Souvenirs, Sept Morceaux Episodiques Opera 15 - e 23 riescono mirabilmente a fondere un linguaggio La Fantaisie e l’Air Varié sono brani giovanili (furo-
23) and Souvenir du Jura. Andante e Polonaise idiomatico di straordinaria efficacia (pur con virtuo- no scritte rispettivamente a 18 e 23 anni) e hanno
Opus 44, pieces in which Coste displayed all his sismo e difficoltà ad altissimi coefficienti) con la non pochi punti in comune. Entrambe le opere
stylistic particularities which can distinguish him massima ispirazione artistica. Basti almeno ricorda- furono infatti composte sotto la forte influenza del
and make him immediately recognisable: funda- re nella Rêverie il primo esempio della tecnica del grande pianista e virtuoso Sigismund Thalberg,
mental qualities for anyone who wishes to become tremolo concepita come struttura costruttiva di inte- con il quale Regondi per qualche tempo si esibì
a composer, then and nowadays. re sezioni (anticipando così di diversi decenni le assieme in concerto. Più precisamente, Regondi
esperienze di altri e più popolari chitarristi-compo- adattò per la sua chitarra alcune delle celeberrime
sitori). Più in generale, la scrittura è estremamente parafrasi pianistiche su temi d’opera (ossia i due
densa ma, pur tendendo a saturare fisicamente le brani in questione) con le quali Thalberg rivaleg-
risorse tecnico-espressive della chitarra, non soffoca giava con Liszt nel campo del più esasperato vir-
mai la piena cantabilità dello strumento. Anzi: si tuosismo. Inevitabile pensare quanto fascino que-
vedano nell’Introduction et Caprice gli arditi e spet- sto spettacolare virtuosismo trascendentale susci-
tacolari arabeschi melodici che, precipitando dal- tasse sul giovanissimo Regondi (che aveva una
l’alto in basso per poi risalire vertiginosamente, decina d’anni meno di Thalberg) e quale spirito
attraversano la tastiera in tutta la sua estensione. emulativo dovesse animare il chitarrista, desidero-
Capolavori, insomma, che rappresentano lo strug- so di ottenere gli stessi trionfi con la sua chitarra.
gente canto del cigno della chitarra romantica.
12 5

PMS PMS
000 000 1
Sono brani quindi di estrema difficoltà in quanto Ben diversa fu invece l’esistenza di un altro chitarri- They are therefore extremely difficult pieces in tar), the young Coste did not have the physical
la scrittura – trattandosi di una trascrizione abba- sta-compositore del periodo romantico, ossia which the writing – given that it is quite a faithful robustness to bear the harshness of military life:
stanza fedele all’originale – è ovviamente legata Napoléon Coste (Doubs, 1805-Parigi, 1883), al transcription of the original – is obviously linked to after a grave illness that almost led to his death,
all’idiomaticità pianistica, con scale acrobatiche quale il destino aveva serbato il privilegio di una vita the pianistic idiom, with scales acrobatic in their Napoléon was forced to abandon the military
nella loro liquidità, impervi salti di ottave, arpeggi lunga, tranquilla e serenamente adagiata nella bor- liquidity, daunting octave leaps, spiralling arpeggi career and he was finally free to follow his artistic
vorticosi e problematiche progressioni accordali ghesia, con un’attività musicale equamente ripartita and problematic chord progressions, in a writing inclinations. From then on, his life and artistic
con una scrittura talmente fitta da rasentare l’ine- fra concertismo, composizione e didattica. Coste so dense as to approach impossibility. Obviously career followed a calm and re-gular path. After
seguibilità. Il pianoforte non è la chitarra, com’è manifestò ben presto le sue spiccate attitudini musi- the piano is not the guitar and to succeed in re- moving to Paris, where he remained until his
ovvio, e per riuscire a ricreare sulle sei corde la cali: già all’età di sei anni aveva appreso da autodi- creating on six strings the virtuosistic magic with death, he continued to compose, teach and play
magia virtuosistica con la quale Thalberg amma- datta i primi rudimenti dello strumento, amorevol- which Thalberg beguiled his listeners it is neces- (at least until 1863, when a serious accident to an
liava i suoi ascoltatori bisogna realmente possede- mente seguito dalle attenzioni della madre che era sary to possess a transcendental technique with arm irremediably affected his concert activity).
re una tecnica trascendentale della quale Regondi, una chitarrista dilettante. Ma l’arcigno padre del gio- which Regondi, by every account, was gifted.
con ogni evidenza, era dotato. vanissimo Napoléon, un ufficiale dell’esercito fran- The composer of about sixty works – numbered
cese fervente ammiratore del Bonaparte (il nome Napoléon Coste, the other guitarist-composer of the or unnumbered, published or unpublished –
imposto al pargolo era tutt’altro che casuale), non Romantic period, had a very different existence Napoléon Coste is certainly the most important
doveva certo essere propenso per simili smancerie e (Doubs, 1805-Paris, 1883). For him, Fate had French guitarist-composer of the nineteenth cen-
aveva ben altri progetti per il figlio, che infatti aveva reserved the privilege of a long, tranquil and secure- tury. His stylistic coordinates can be found part-
già predestinato alla carriera militare. Ma sfortunata- ly placed life in the middle class, with musical acti- ly in the salon spirit which was so typical and
mente per lui (e fortunatamente per Napoléon non- vity equally divided between concerts, composition fashionable in the Parisian nouvelle bourgeoisie
ché per il mondo della chitarra), il giovane Coste and teaching. Coste showed his marked musical in the second half of the century, but also and
non aveva la tempra fisica per sopportare le durezze aptitudes very early: already at the age of six he had above all in that Romantic urge that inspired
della vita del soldato e, dopo una grave malattia che taught himself the rudiments of the instrument, lo- French and European musical life. Undoubtedly,
lo portò a un passo dalla morte, fu costretto ad vingly followed by his mother, who was a amateur however, his romantic vis certainly does not
abbandonare la carriera militare e poté finalmente guitarist. But the stern father of the very young have the emotive tension and explosivity of
seguire le proprie inclinazioni artistiche. Da allora la Napoléon, an officer in the French army and fervent Regondi’s writing; but this in no way means that
sua vita e la sua carriera artistica ebbero un corso admirer of Bonaparte (the name imposed on the he did not belong to that Romantick which was
tranquillo e regolare. Dopo il trasferimento a Parigi, infant was in no way accidental), did not have any animating the European musical life: Coste’s
ove rimase sino alla morte, egli continuò a compor- sympathy for such nonsense and had quite different style is less spectacular and virtuosistic than that
re, insegnare e a suonare (almeno sino al 1863, ossia plans for his son, for whom he had already foreseen of Regondi, but certainly not devoid of the most
quando un grave incidente a un braccio compromi- a military career. But unfortunately for him (and moving and fascinating Sehnsucht.
se irrimediabilmente la sua attività concertistica). fortunately for Napoléon and the world of the gui-
6 11

PMS PMS
000 000 1
Regondi composed these works late in life and, Two other Regondi pieces on this CD have been Autore di circa una sessantina di opere – nume- Espagnol “La Cachucha” op. 13 (pubblicato fra gli
unfortunately, he then ceased his activity as a guitar very recently discovered: the Air Varié de l’opera de rate o meno, pubblicate o rimaste inedite – anni ’30 e ’40), nel quale la freschezza dell’inven-
composer in order to dedicate himself to the melo- Bellini “I Capuleti e i Montecchi” and the Fantasie Napoléon Coste è senza ombra di dubbio il più tiva popolare trova una felicissima realizzazione
phone and later to the concertina, a sort of hexago- über “Don Giovanni”. Both the pieces come from importante chitarrista-compositore francese del sulle sei corde della chitarra. Altra caratteristica
nal or octagonal accordion. The crisis of the guitar a manuscript volume by Josiah Andrew Hudleston, secolo scorso. Le sue coordinate stilistiche sono della produzione chitarristica di Coste fu l’atten-
in the second half of the nineteenth century was a British nineteenth-century guitarist and great riconducibili in parte a quello spirito salottiero zione per la musica a programma: non a caso pare
deep and irremediable: Regondi, as an astute con- lover and collector of guitar works. This source is a così tipico e in voga nella nouvelle bourgeoisie che fosse un grande ammiratore di Hector Berlioz,
cert performer able to gauge the audience’s mood, real gold mine for Regondi’s music, because it con- parigina della seconda metà del secolo, ma del quale con ogni probabilità assistette nel 1830
had noticed this, and it was no accident that for the tains, besides these two compositions never before anche e soprattutto a quell’anelito romantico che alla prima esecuzione della Symphonie fantasti-
new instrument he wrote two concertos with seen, also the older version of eight of the famous animava la vita musicale francese ed europea. que. A questo genere appartengono Les Soirées
orchestra, a dozen of original works, numerous Dieci Studi discovered in 1989. Indubbiamente, però, la sua vis romantica non d’Auteuil op. 23 (pubblicate nel 1850 ca. in
transcriptions and various chamber compositions. ha certo la drammaticità, la tensione emotiva e Souvenirs, Sept Morceaux Episodiques opp. 15 –
In spite of this, Opera 19 and 23 succeed admirably The Fantaisie and the Air Varié are youthful pieces l’esplosività della scrittura di Regondi, ma questo 23) e Souvenir du Jura. Andante e Polonaise op.
in fusing an extraordinarily effective idiomatic lan- (he wrote them when he was 18 and 23 years old non significa affatto che egli non appartenesse a 44, brani nei quali Coste dispiega tutte le sue
guage (although extremely difficult and highly vir- respectively) and have a good many points in quella Romantick che stava animando la vita peculiarità stilistiche in grado di distinguerlo e di
tuosistic) with the greatest artistic inspiration. It is common. Both works were in fact composed musicale europea: lo stile di Coste è meno spet- renderlo immediatamente riconoscibile: qualità
enough to remember, in the Rêverie, the first exam- under the strong influence of the great pianist and tacolare e virtuosistico rispetto a quello di fondamentali per chiunque voglia intraprendere la
ple of the tremolo technique conceived as a con- virtuoso Sigismund Thalberg, with whom Regondi Regondi, ma non certo privo della più struggente professione del compositore, nel passato come
structive means for entire sections (thus anticipating performed in concerts for some time. More pre- e affascinante Sehnsucht. nella viva realtà del presente.
by some tens of years the experiences of other, more cisely, Regondi adapted for his guitar some of the
popular guitarist-composers). More generally, the famous pianistic paraphrases on opera themes (the Il chitarrista francese fu un compositore eclettico e
writing is extremely dense but, while tending to sa- two pieces mentioned), in which Thalberg rivalled molto colto, tanto da essere uno dei primi musici-
turate physically the technical-expressive resources Liszt in the field of the most extreme virtuosismo. sti a occuparsi di musica del passato (partecipava
of the guitar, it never suffocates the full cantabilità of We inevitably think of how fascinated the young ai concerti di musica antica organizzati dal cele-
the instrument. On the contrary: see in the Regondi must have been by this spectacular and bre musicologo belga François-Joseph Fétis), e la
Introduction et Caprice the daring and spectacular transcendental virtuosity (he was about ten years sua scrittura spesso è assai densa, ricca di antiche
melodic arabesques which drop from high to low younger than Thalberg) and what spirit of emula- progressioni e con una serrata condotta polifonica.
and then soar again, covering all the length of the tion must have inspired the guitarist eager to
fingerboard. In short, masterpieces, which represent obtain the same triumphs with his guitar. La curiosità di Coste non si limitò solo al reperto-
the moving swansong of the Romantic guitar. rio antico ma anche alle arie d’opera e di prove-
nienza folklorica: ecco così il Capriche sur l’Air
10 7

PMS PMS
000 000 1
Giulio Regondi (Geneva, 1822-London, 1872) is forgetting that in London the amateur guitarist
the most famous and precocious enfant prodige in Giuseppe Mazzini – yes, no less than he, one of
the history of the guitar: his concert debut in fact the most illustrious Padri della Patria – truly vene-
took place in Lyon when he was only five years rated Regondi.
old. In spite of this, his childhood was anything
but calm and serene, as he was ill-treated by a In the 1840s an extraordinary tour of Europe estab-
cruel father (maybe not even his real father) who lished him as one of the great guitarists of the
forced him to study at a pace which to say the least moment (Giuliani, Sor and Carulli and others had
was inhuman and which today would certainly be now passed away). The great capitals of Europe –
classified as child exploitation. As an artist, he was Vienna, Prague, Leipzig, at the Gewandhaus with
a genius but unhappy, famous but at the same time Clara Schumann and Mendelssohn, perhaps also
tormented, with an existence which was intense some Russian cities – were able to know Regondi’s
but short and scarred by illness; he fully repre- exceptional virtuoso and musical qualities. He
sented the figure of the Romantic musician whose died in London on the 6th of May 1872 after a
prodigious talents were the cause of what went long and painful illness. He was only 49 years old.
well and ill in his life. Whether he wished it or not,
Giulio Regondi in any case began a splendid con- Like all the great virtuosi of the nineteenth centu-
cert career which, after the debut in Lyon, led him ry, Regondi was also a composer: his contribution
to perform in half of Europe: from Paris to London, to the guitar literature in reality comprises only five
from Edinburgh to Glasgow, from Manchester to opus numbers (from Opus 19 to 23), a series of ten
Brussels, often in prestigious halls and, as fre- studies (which came to light about twenty years
quently happened with concerts of child prodi- ago from Russian sources) and two themes with
gies, in the presence of royal families and the variations. But this handful of compositions is so
nobility. Among his partners were Moscheles, important, fascinating and personal to have placed
Hertz, Malibran and Lablanche, and he succeeded Regondi among the great composers of the history
in arousing amazement and admiration even in of the guitar.
Niccolò Paganini, an authentic master of virtuosis-
mo but also a great authority on the guitar. In The Nocturne Rêverie Opus 19 and the
admiration of Regondi’s great qualities, even Introduction et Caprice Opus 23, published in
Fernando Sor, one of the most famous guitarists of 1864 at Offenbach by Jean André, represent the
the era, dedicated a composition to him. Without summit of Romantic literature for the guitar.
8 9

PMS PMS
000 000 0
Giulio Regondi (Geneva, 1822-London, 1872) is forgetting that in London the amateur guitarist
the most famous and precocious enfant prodige in Giuseppe Mazzini – yes, no less than he, one of
the history of the guitar: his concert debut in fact the most illustrious Padri della Patria – truly vene-
took place in Lyon when he was only five years rated Regondi.
old. In spite of this, his childhood was anything
but calm and serene, as he was ill-treated by a In the 1840s an extraordinary tour of Europe estab-
cruel father (maybe not even his real father) who lished him as one of the great guitarists of the
forced him to study at a pace which to say the least moment (Giuliani, Sor and Carulli and others had
was inhuman and which today would certainly be now passed away). The great capitals of Europe –
classified as child exploitation. As an artist, he was Vienna, Prague, Leipzig, at the Gewandhaus with
a genius but unhappy, famous but at the same time Clara Schumann and Mendelssohn, perhaps also
tormented, with an existence which was intense some Russian cities – were able to know Regondi’s
but short and scarred by illness; he fully repre- exceptional virtuoso and musical qualities. He
sented the figure of the Romantic musician whose died in London on the 6th of May 1872 after a
prodigious talents were the cause of what went long and painful illness. He was only 49 years old.
well and ill in his life. Whether he wished it or not,
Giulio Regondi in any case began a splendid con- Like all the great virtuosi of the nineteenth centu-
cert career which, after the debut in Lyon, led him ry, Regondi was also a composer: his contribution
to perform in half of Europe: from Paris to London, to the guitar literature in reality comprises only five
from Edinburgh to Glasgow, from Manchester to opus numbers (from Opus 19 to 23), a series of ten
Brussels, often in prestigious halls and, as fre- studies (which came to light about twenty years
quently happened with concerts of child prodi- ago from Russian sources) and two themes with
gies, in the presence of royal families and the variations. But this handful of compositions is so
nobility. Among his partners were Moscheles, important, fascinating and personal to have placed
Hertz, Malibran and Lablanche, and he succeeded Regondi among the great composers of the history
in arousing amazement and admiration even in of the guitar.
Niccolò Paganini, an authentic master of virtuosis-
mo but also a great authority on the guitar. In The Nocturne Rêverie Opus 19 and the
admiration of Regondi’s great qualities, even Introduction et Caprice Opus 23, published in
Fernando Sor, one of the most famous guitarists of 1864 at Offenbach by Jean André, represent the
the era, dedicated a composition to him. Without summit of Romantic literature for the guitar.
8 9

PMS PMS
000 000 0
Regondi composed these works late in life and, Two other Regondi pieces on this CD have been Autore di circa una sessantina di opere – nume- Espagnol “La Cachucha” op. 13 (pubblicato fra gli
unfortunately, he then ceased his activity as a guitar very recently discovered: the Air Varié de l’opera de rate o meno, pubblicate o rimaste inedite – anni ’30 e ’40), nel quale la freschezza dell’inven-
composer in order to dedicate himself to the melo- Bellini “I Capuleti e i Montecchi” and the Fantasie Napoléon Coste è senza ombra di dubbio il più tiva popolare trova una felicissima realizzazione
phone and later to the concertina, a sort of hexago- über “Don Giovanni”. Both the pieces come from importante chitarrista-compositore francese del sulle sei corde della chitarra. Altra caratteristica
nal or octagonal accordion. The crisis of the guitar a manuscript volume by Josiah Andrew Hudleston, secolo scorso. Le sue coordinate stilistiche sono della produzione chitarristica di Coste fu l’atten-
in the second half of the nineteenth century was a British nineteenth-century guitarist and great riconducibili in parte a quello spirito salottiero zione per la musica a programma: non a caso pare
deep and irremediable: Regondi, as an astute con- lover and collector of guitar works. This source is a così tipico e in voga nella nouvelle bourgeoisie che fosse un grande ammiratore di Hector Berlioz,
cert performer able to gauge the audience’s mood, real gold mine for Regondi’s music, because it con- parigina della seconda metà del secolo, ma del quale con ogni probabilità assistette nel 1830
had noticed this, and it was no accident that for the tains, besides these two compositions never before anche e soprattutto a quell’anelito romantico che alla prima esecuzione della Symphonie fantasti-
new instrument he wrote two concertos with seen, also the older version of eight of the famous animava la vita musicale francese ed europea. que. A questo genere appartengono Les Soirées
orchestra, a dozen of original works, numerous Dieci Studi discovered in 1989. Indubbiamente, però, la sua vis romantica non d’Auteuil op. 23 (pubblicate nel 1850 ca. in
transcriptions and various chamber compositions. ha certo la drammaticità, la tensione emotiva e Souvenirs, Sept Morceaux Episodiques opp. 15 –
In spite of this, Opera 19 and 23 succeed admirably The Fantaisie and the Air Varié are youthful pieces l’esplosività della scrittura di Regondi, ma questo 23) e Souvenir du Jura. Andante e Polonaise op.
in fusing an extraordinarily effective idiomatic lan- (he wrote them when he was 18 and 23 years old non significa affatto che egli non appartenesse a 44, brani nei quali Coste dispiega tutte le sue
guage (although extremely difficult and highly vir- respectively) and have a good many points in quella Romantick che stava animando la vita peculiarità stilistiche in grado di distinguerlo e di
tuosistic) with the greatest artistic inspiration. It is common. Both works were in fact composed musicale europea: lo stile di Coste è meno spet- renderlo immediatamente riconoscibile: qualità
enough to remember, in the Rêverie, the first exam- under the strong influence of the great pianist and tacolare e virtuosistico rispetto a quello di fondamentali per chiunque voglia intraprendere la
ple of the tremolo technique conceived as a con- virtuoso Sigismund Thalberg, with whom Regondi Regondi, ma non certo privo della più struggente professione del compositore, nel passato come
structive means for entire sections (thus anticipating performed in concerts for some time. More pre- e affascinante Sehnsucht. nella viva realtà del presente.
by some tens of years the experiences of other, more cisely, Regondi adapted for his guitar some of the
popular guitarist-composers). More generally, the famous pianistic paraphrases on opera themes (the Il chitarrista francese fu un compositore eclettico e
writing is extremely dense but, while tending to sa- two pieces mentioned), in which Thalberg rivalled molto colto, tanto da essere uno dei primi musici-
turate physically the technical-expressive resources Liszt in the field of the most extreme virtuosismo. sti a occuparsi di musica del passato (partecipava
of the guitar, it never suffocates the full cantabilità of We inevitably think of how fascinated the young ai concerti di musica antica organizzati dal cele-
the instrument. On the contrary: see in the Regondi must have been by this spectacular and bre musicologo belga François-Joseph Fétis), e la
Introduction et Caprice the daring and spectacular transcendental virtuosity (he was about ten years sua scrittura spesso è assai densa, ricca di antiche
melodic arabesques which drop from high to low younger than Thalberg) and what spirit of emula- progressioni e con una serrata condotta polifonica.
and then soar again, covering all the length of the tion must have inspired the guitarist eager to
fingerboard. In short, masterpieces, which represent obtain the same triumphs with his guitar. La curiosità di Coste non si limitò solo al reperto-
the moving swansong of the Romantic guitar. rio antico ma anche alle arie d’opera e di prove-
nienza folklorica: ecco così il Capriche sur l’Air
10 7

PMS PMS
000 000 1
Sono brani quindi di estrema difficoltà in quanto Ben diversa fu invece l’esistenza di un altro chitarri- They are therefore extremely difficult pieces in tar), the young Coste did not have the physical
la scrittura – trattandosi di una trascrizione abba- sta-compositore del periodo romantico, ossia which the writing – given that it is quite a faithful robustness to bear the harshness of military life:
stanza fedele all’originale – è ovviamente legata Napoléon Coste (Doubs, 1805-Parigi, 1883), al transcription of the original – is obviously linked to after a grave illness that almost led to his death,
all’idiomaticità pianistica, con scale acrobatiche quale il destino aveva serbato il privilegio di una vita the pianistic idiom, with scales acrobatic in their Napoléon was forced to abandon the military
nella loro liquidità, impervi salti di ottave, arpeggi lunga, tranquilla e serenamente adagiata nella bor- liquidity, daunting octave leaps, spiralling arpeggi career and he was finally free to follow his artistic
vorticosi e problematiche progressioni accordali ghesia, con un’attività musicale equamente ripartita and problematic chord progressions, in a writing inclinations. From then on, his life and artistic
con una scrittura talmente fitta da rasentare l’ine- fra concertismo, composizione e didattica. Coste so dense as to approach impossibility. Obviously career followed a calm and re-gular path. After
seguibilità. Il pianoforte non è la chitarra, com’è manifestò ben presto le sue spiccate attitudini musi- the piano is not the guitar and to succeed in re- moving to Paris, where he remained until his
ovvio, e per riuscire a ricreare sulle sei corde la cali: già all’età di sei anni aveva appreso da autodi- creating on six strings the virtuosistic magic with death, he continued to compose, teach and play
magia virtuosistica con la quale Thalberg amma- datta i primi rudimenti dello strumento, amorevol- which Thalberg beguiled his listeners it is neces- (at least until 1863, when a serious accident to an
liava i suoi ascoltatori bisogna realmente possede- mente seguito dalle attenzioni della madre che era sary to possess a transcendental technique with arm irremediably affected his concert activity).
re una tecnica trascendentale della quale Regondi, una chitarrista dilettante. Ma l’arcigno padre del gio- which Regondi, by every account, was gifted.
con ogni evidenza, era dotato. vanissimo Napoléon, un ufficiale dell’esercito fran- The composer of about sixty works – numbered
cese fervente ammiratore del Bonaparte (il nome Napoléon Coste, the other guitarist-composer of the or unnumbered, published or unpublished –
imposto al pargolo era tutt’altro che casuale), non Romantic period, had a very different existence Napoléon Coste is certainly the most important
doveva certo essere propenso per simili smancerie e (Doubs, 1805-Paris, 1883). For him, Fate had French guitarist-composer of the nineteenth cen-
aveva ben altri progetti per il figlio, che infatti aveva reserved the privilege of a long, tranquil and secure- tury. His stylistic coordinates can be found part-
già predestinato alla carriera militare. Ma sfortunata- ly placed life in the middle class, with musical acti- ly in the salon spirit which was so typical and
mente per lui (e fortunatamente per Napoléon non- vity equally divided between concerts, composition fashionable in the Parisian nouvelle bourgeoisie
ché per il mondo della chitarra), il giovane Coste and teaching. Coste showed his marked musical in the second half of the century, but also and
non aveva la tempra fisica per sopportare le durezze aptitudes very early: already at the age of six he had above all in that Romantic urge that inspired
della vita del soldato e, dopo una grave malattia che taught himself the rudiments of the instrument, lo- French and European musical life. Undoubtedly,
lo portò a un passo dalla morte, fu costretto ad vingly followed by his mother, who was a amateur however, his romantic vis certainly does not
abbandonare la carriera militare e poté finalmente guitarist. But the stern father of the very young have the emotive tension and explosivity of
seguire le proprie inclinazioni artistiche. Da allora la Napoléon, an officer in the French army and fervent Regondi’s writing; but this in no way means that
sua vita e la sua carriera artistica ebbero un corso admirer of Bonaparte (the name imposed on the he did not belong to that Romantick which was
tranquillo e regolare. Dopo il trasferimento a Parigi, infant was in no way accidental), did not have any animating the European musical life: Coste’s
ove rimase sino alla morte, egli continuò a compor- sympathy for such nonsense and had quite different style is less spectacular and virtuosistic than that
re, insegnare e a suonare (almeno sino al 1863, ossia plans for his son, for whom he had already foreseen of Regondi, but certainly not devoid of the most
quando un grave incidente a un braccio compromi- a military career. But unfortunately for him (and moving and fascinating Sehnsucht.
se irrimediabilmente la sua attività concertistica). fortunately for Napoléon and the world of the gui-
6 11

PMS PMS
000 000 1
The French guitarist was an eclectic and very cul- Coste’s curiosity was not limited only to the ancient opere nella sua piena maturità e, purtroppo, dopo Di recentissima scoperta sono gli altri due brani di
tured composer, so much so that he was one of the repertory but extended also to opera arias and folk di esse egli cessò definitivamente di porre la sua Regondi di questo cd: l’Air Varié de l’opera de
first musicians to be concerned with the music of airs: so we find the Capriche sur l’Air Espagnol “La attenzione di compositore alle sei corde per dedi- Bellini “I Capuleti e i Montecchi” e la Fantasie
the past (he took part in ancient music concerts Cachucha” Opus 13 (published between the years carsi invece dapprima al mélophone e in seguito über “Don Giovanni”. Entrambi i pezzi provengo-
organised by the celebrated Belgian musicologist ’30 e ’40), in which the freshness of popular inven- alla concertina, una sorta di fisarmonica esagonale no da un volume manoscritto di Josiah Andrew
François-Joseph Fétis), and his writing is often very tion finds an absolutely felicitous realisation on the od ottagonale. La crisi della chitarra nella seconda Hudleston, chitarrista inglese dell’Ottocento non-
dense, rich in ancient progressions and has a tight six strings of the guitar. Another characteristic of metà dell’Ottocento era ormai profonda e irrime- ché grande appassionato e collezionista di opere
polyphonic line. Coste’s guitar production was his attention to pro- diabile: Regondi, da abile concertista in grado di per chitarra. Tale fonte è una vera e propria minie-
gramme music: it seems no accident that he was a tastare gli umori del pubblico, se n’era accorto e, ra d’oro per la musica di Regondi, poiché al suo
great admirer of Hector Berlioz, at the performance non a caso, per il suo nuovo strumento scrisse due interno, oltre a queste due composizioni mai viste
of whose Symphonie fantastique he was probably concerti con l’orchestra, una dozzina di opere ori- sino a ora, vi è anche la versione più antica di otto
present in 1830. To this genre belong Les Soirées ginali, numerose trascrizioni e svariate composizio- dei famosi Dieci Studi scoperti nel 1989.
d’Auteuil Opus 23 (published in about 1850 in ni di genere cameristico. Malgrado ciò, le opp. 19
Souvenirs, Sept Morceaux Episodiques Opera 15 - e 23 riescono mirabilmente a fondere un linguaggio La Fantaisie e l’Air Varié sono brani giovanili (furo-
23) and Souvenir du Jura. Andante e Polonaise idiomatico di straordinaria efficacia (pur con virtuo- no scritte rispettivamente a 18 e 23 anni) e hanno
Opus 44, pieces in which Coste displayed all his sismo e difficoltà ad altissimi coefficienti) con la non pochi punti in comune. Entrambe le opere
stylistic particularities which can distinguish him massima ispirazione artistica. Basti almeno ricorda- furono infatti composte sotto la forte influenza del
and make him immediately recognisable: funda- re nella Rêverie il primo esempio della tecnica del grande pianista e virtuoso Sigismund Thalberg,
mental qualities for anyone who wishes to become tremolo concepita come struttura costruttiva di inte- con il quale Regondi per qualche tempo si esibì
a composer, then and nowadays. re sezioni (anticipando così di diversi decenni le assieme in concerto. Più precisamente, Regondi
esperienze di altri e più popolari chitarristi-compo- adattò per la sua chitarra alcune delle celeberrime
sitori). Più in generale, la scrittura è estremamente parafrasi pianistiche su temi d’opera (ossia i due
densa ma, pur tendendo a saturare fisicamente le brani in questione) con le quali Thalberg rivaleg-
risorse tecnico-espressive della chitarra, non soffoca giava con Liszt nel campo del più esasperato vir-
mai la piena cantabilità dello strumento. Anzi: si tuosismo. Inevitabile pensare quanto fascino que-
vedano nell’Introduction et Caprice gli arditi e spet- sto spettacolare virtuosismo trascendentale susci-
tacolari arabeschi melodici che, precipitando dal- tasse sul giovanissimo Regondi (che aveva una
l’alto in basso per poi risalire vertiginosamente, decina d’anni meno di Thalberg) e quale spirito
attraversano la tastiera in tutta la sua estensione. emulativo dovesse animare il chitarrista, desidero-
Capolavori, insomma, che rappresentano lo strug- so di ottenere gli stessi trionfi con la sua chitarra.
gente canto del cigno della chitarra romantica.
12 5

PMS PMS
000 000 1
Giulio Regondi (Ginevra, 1822-Londra, 1872) è dimenticare che a Londra il chitarrista dilettante
stato il più famoso e precoce enfant prodige della Giuseppe Mazzini – sì, proprio lui, uno dei più
storia della chitarra: il suo debutto in concerto illustri Padri della Patria – nutriva per Regondi una
avvenne infatti a Lione a soli cinque anni. autentica venerazione.
Ciononostante, la sua infanzia fu tutt’altro che
tranquilla e serena, in quanto venne vessato da un Negli anni Quaranta una straordinaria tournée in
padre-padrone (che forse non era neanche il suo Europa lo consacrò come uno dei più grandi chi-
vero genitore) che lo costringeva a studiare con tarristi del momento (i vari Giuliani, Sor e Carulli
ritmi di lavoro a dir poco disumani e che oggi rien- erano ormai nel mondo dei più). Le grandi capitali
trerebbero senza alcun dubbio nel reato di sfrutta- europee – Vienna, Praga, Lipsia alla Gewandhaus
mento di minori. Artista geniale ma infelice, cele- con Clara Schumann e Mendelssohn, forse anche
brato ma al tempo stesso tormentato, con un’esi- qualche città russa – ebbero modo di conoscere le
stenza intensa ma breve e segnata dalla malattia, eccezionali qualità virtuosistiche e musicali di
Regondi incarna pienamente la figura del musici- Regondi. Morì a Londra il 6 maggio 1872 a soli 49
sta romantico i cui prodigiosi talenti furono la anni, dopo lunga e penosa malattia.
causa dei suoi beni ma anche dei suoi mali.
Volente o nolente, Giulio Regondi intraprese Come tutti i grandi virtuosi dell’Ottocento,
comunque una brillantissima carriera concertisti- Regondi fu anche compositore: il suo contributo
ca che, dopo gli esordi di Lione, lo condusse a esi- alla letteratura chitarristica in realtà si concretizzò
birsi in mezza Europa: da Parigi a Londra, da solamente in cinque numeri d’opera (dall’op. 19
Edimburgo a Glasgow, da Manchester a Bruxelles, alla 23), una serie di dieci studi (venuti alla luce
spesso in sale prestigiose e, come sovente accade- una ventina di anni fa da fonti russe) e un paio di
va nei concerti dei bambini prodigio, alla presen- temi con variazioni. Ma questa manciata di com-
za di famiglie reali e alta nobiltà. Fra i suoi partner posizioni è di una importanza, di un fascino e di
vi furono Moscheles, Hertz, Malibran, Lablanche una personalità tali da avere consacrato Regondi
e riuscì a suscitare stupore e ammirazione persino fra i grandi compositori della storia della chitarra.
in Niccolò Paganini, autentico maestro del virtuo-
sismo ma anche grande conoscitore della chitarra. Il Nocturne Rêverie op. 19 e l’Introduction et
Lo stesso Fernando Sor, uno dei più famosi chitar- Caprice op. 23, pubblicati nel 1864 a Offenbach da
risti dell’epoca, ammirato dalle grandi qualità di Jean André, rappresentano il vertice della letteratu-
Regondi, gli dedicò una composizione. Senza ra romantica per chitarra. Regondi compose queste
4 13

PMS PMS
000 000 1
Enea Leone, nato a Milano nel 1978, si avvicina Enea Leone was born in Milan in 1978 and began
allo strumento giovanissimo seguito dal padre. his studies with his father at a very early age. He
Prosegue gli studi sotto la guida di Lena Kokkaliari continued under the guidance of Lena Kokkaliari
sino al suo ingresso al Conservatorio “G. Verdi” di until he entered the Conservatorio G. Verdi in Milan
Milano con Ruggero Chiesa e Paolo Cherici, diplo- in the class of Ruggero Chiesa and Paolo Cherici, E n e a L e o n e ch i t a r ra
mandosi nel 1998 con il massimo dei voti. Si è per- being awarded the Diploma in 1998 with the high-
fezionato con Emanuele Segre, Alirio Díaz e Oscar est classification. He studied with Emanuele Segre,
Ghiglia ottenendo da quest’ultimo le borse di studio Alirio Díaz and with Oscar Ghiglia, receiving from
e i diplomi di merito presso l’Accademia Musicale the latter the scholarships and the diplomas with
Chigiana di Siena. Nel 2005 ha conseguito il merit from the Accademia Musicale Chigiana of
“Solistendiplom” presso la Musik-Akademie di Siena. In 2005 he obtained the Solistendiplom from
Basilea sempre con Oscar Ghiglia. Fin dal 1990 ha the Musik-Akademie of Basle, also with Oscar
partecipato a numerosi Concorsi Nazionali e Ghiglia. From as early as 1990 he participated in
Registrazione / Recording
Internazionali qualificandosi sempre ai primi posti many national and international competitions,
Chiesa di S.Vincenzo, Eupilio (CO) - Luglio 2010
(tra essi figura il Torneo Internazionale di Musica always reaching one of the first places (among them
Tecnico del suono / Suond engineering
TIM nel 2002). Ha intrapreso un’intensa attività the Torneo Internazionale di Musica TIM, 2002). He
Andrea Dandolo, Luca Maria Burocchi e Daniele Marinelli
concertistica in Italia e all’estero sia come solista has given a large number of concerts in Italy and
Editing and Mastering
che in formazioni cameristiche e con orchestra abroad as soloist and in chamber ensembles and in
Andrea Dandolo
collaborando anche con “Pomeriggi Musicali”, orchestras, also collaborating with the Pomeriggi
Direzione artistica / Producer
“Associazione Amici del Conservatorio G. Verdi” e Musicali, the Associazione Amici del Conservatorio
Andrea Dandolo
“Orchestra Cantelli”. È titolare della cattedra di G. Verdi and the Orchestra Cantelli. He is professor
chitarra e direttore artistico presso la Civica Scuola of guitar and artistic director at the Civica Scuola di
Foto di copertina / Cover photo:
di Musica di Gessate (MI). Tiene masterclass Musica of Gessate (MI); he gives annual and summer
Ascan Lutteroth, L’Isola Bella, 1884
annuali ed estive. Nel 2003 ha inciso per la MAP music classes. In 2003 he recorded, for MAP, a CD
olio su tela/oil on canvas, Hamburger Kunsthalle
un disco interamente dedicato ad Astor Piazzolla entirely dedicated to Astor Piazzolla, and in 2007
e nel 2007 il disco Eleven, distribuito dalla the CD Eleven, distributed by Nicolosi Production,
Ringrazio l’amico Marco Benini per avermi concesso di suonare
Nicolosi Production, con musiche di Ennio with pieces by Ennio Morricone transcribed by Carlo
la sua bellissima F. Simplicio del 1929
Morricone trascritte da Carlo Marchione. Nel Marchione. In 2009 Edizioni Carisch published a
Many thanks to my friend Marco Benini for letting me play
2009 è stato pubblicato dalle Edizioni Carisch un volume with Morricone’s pieces which included
his wonderful 1929 F. Simplicio guitar.
libro con le musiche di Morricone e, in allegato, recordings of the pieces from Eleven.
l’incisione dei brani tratti dal disco Eleven.
14 3

PMS PMS
000 000 1
Souvenirromantic music for guitar
Giulio Regondi Air varié de l’opera de Bellini “I Capuleti e i Montecchi”,
L’amo, tanto, e m’è si cara 11’22”
(World première recording)

Fantasie über Mozarts “Don Giovanni” 09’59”


(World première recording)

Napoléon Coste Les Soirées d’Auteuil - Sérénade op. 23 07’12”


-Andantino
-Scherzo

Caprice “La Cachucha” op. 13 05’39”

Souvenirs du Jura op. 44 06’49”


-Andante
-Polonaise

Giulio Regondi Introduction et Caprice op. 23 (1864) 10’17”

Nocturne Rêverie op. 19 (1864) 09’00”

2 15

PMS PMS
000 000 1
STR 33907 Giulio Napoléon
Regondi Coste
Souvenir
Enea Leone chitarra

PMS PMS
000 000 4