Sei sulla pagina 1di 21

Il Parlamento di Strasburgo rende omaggio al sindaco

Vassallo ucciso dai killer. L’Europa teme il contagio mafiosoy(7HC0D7*KSTKKQ( +"!"!}!#!=


www.ilfattoquotidiano.it

È TORNATO
TELEBAVAGLIO
MARTEDÌ E VENERDÌ
in onda alle ore 19.00 su
www.ilfattoquotidiano.it
alle 24.00 su Current
telebavaglio@ilfattoquotidiano.it
lebavaglio
io@i
@ilf
@i
ilffat
att
tto
toquo
toq
quotidiano.it Canale 130 di Sky

Sabato 11 settembre 2010 – Anno 2 – n° 240 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

Gita fuori porta


di Marco Travaglio

C
he Mr B. desse il meglio di sé nelle missioni
internazionali, era cosa nota. Appena varca la
cinta daziaria, forse perché sprovvisto di Gianni
A MOSCA B. al forum sulla democrazia urla contro Fini Letta e delle altre badanti che hanno il compito
di sedarlo nelle circostanze ad alto rischio, esce al
e le toghe. Duetto con Putin. Figuraccia in mondovisione naturale. Ma l’idea di andare a Mosca per rammentare
davanti agli ex comunisti sovietici Putin e Medvedev i
A ROMA Capriola di Schifani: Fini deve restare dov’è finanziamenti occulti dei comunisti sovietici al Pci,
ecco, quella non gli era ancora venuta. Quando poi il
A VENEZIA Masi annulla la festa Rai. Soldi buttati e rissa nostro ha attaccato la geremiade contro Fini e le toghe
rosse, le delegazioni giunte da tutto il mondo han
preso a picchiare sugli auricolari della traduzione
Richieste di dimissioni e annunci Nuova guerra a viale Mazzini per simultanea, pensando a un’interferenza in cuffia.
Udi Rodolfo Brancoli di elezioni, poi tutto come prima la costosa cena, poi disdetta, che il Invece era proprio lui che, tanto per cambiare, badava
ai cazzi suoi. Così la sua collezione di trionfi mondiali
LA STRADA Alla Camera mancano i numeri: i direttore generale aveva s’è arricchita di un altro capitolo memorabile. Anche
DI ministri costretti a votare. organizzato in Laguna pag. 2 - 3 z perché negli altri Paesi il ricambio della classe politica
è così rapido che, a ogni vertice internazionale, c’è
NAPOLITANO sempre qualcuno appena arrivato che non conosce
ancora Mr B. Dunque, si meraviglia. Ma lui, va detto, è
a Napolitano ha già det-
M to da tempo come si
comporterebbe di fronte a
sempre lui. Il fine diplomatico che salutò l’elezione di
Obama dandogli dell’“abbronzato” e definì “clown” il
presidente Chirac. L’elegantone che, al G8 di Caceres,
una crisi di governo, dunque si levò le scarpe davanti a tutti e fece le corna alle
anche di questo governo: spalle di un ministro francese. Il gentiluomo che,
l’ipotesi di sperimentare inaugurando nel 2003 la presidenza italiana dell’Ue,
una diversa maggioranza sa- apostrofò il socialista Shulz: “Girano un film sui lager
rebbe “legittima”. nazisti, la proporrò per il ruolo di kapò”. Il poliglotta
pag. 22 z che salutò i ministri delle Finanze a Bruxelles a nome
di Ciampi in perfetto inglese: “I give you the salutation
of my president of the Republic”. Il cosmopolita che,
atterrato in Estonia, elogiò le bellezze dell’“Estuania”. Il
Udi Maurizio Viroli vero signore che, ricevendo a Roma il premier danese
Rasmussen, si complimentò: “Lei è molto più bello di
CI HANNO Cacciari, la presenterò a mia moglie, eh eh…”. Il latrin
lover che si fece conoscere anche in Finlandia: “Per
TOLTO portare a Parma anziché a Helsinki l’Agenzia europea
LA PATRIA dell’alimentazione ho dovuto rispolverare le mie doti
di play boy e fare la corte alla presidente Tarija
Ce i icosuoi
hanno tolto la patria, ec-
quello che Berlusconi
servi hanno fatto. È
Halonen”. La poveretta fu crocifissa dall’opposizione,
scandalizzata all’idea che la presidente avesse ceduto
un’istituzione all’Italia dopo una storia d’amore con un
questa l’accusa che l’oppo-
tipo del genere. Lei tentò di spiegare il livello di
sizione dovrebbe mettere al
attendibilità del nostro premier agl’ignari
centro della sua lotta, se vuo-
connazionali. Lui intanto rimediava alla gaffe
le vincere e soprattutto se peggiorandola: prima ironizzava sulle specialità
vuole far vincere l’Italia. gastronomiche finlandesi (“mangiano prosciutto di
pag. 22 z renna affumicata”), provocando l’embargo delle
(ELABORAZIONE DA FOTO ANSA)
importazioni alimentari italiane in Finlandia; poi
mostrava una gigantografia della Halonen (non
INIZIATIVA DEL FATTO proprio bellissima) a una convention forzista: “Ma
davvero pensate che io abbia fatto la corte a una con

PER COMBATTERE I CORROTTI


quella faccia?”. Poi sistemò anche la Turchia: invitato
alle nozze del figlio del presidente Erdogan, tentò di
dare una toccatina alla sposa tutta fasciata di veli e, per
il rito islamico, assolutamente inavvicinabile. Subito

ECCO LA NOSTRA PROPOSTA


dopo, in piena tempesta ormonale, fece arrossire il
premier tedesco Schroeder: “Parliamo di donne: tu te
ne intendi, ne hai cambiate tante, eh eh”. Resta però
ineguagliata la performance del Cavaliere di Hardcore
allo stabilimento Merloni in Russia, dove nel 2004
I testo elaborato dal Fatto con la tentò di trascinare l’amico Putin in un concorso di

STATI UNITI x
Imagistrati
collaborazione di giuristi e
prevede tra le altre
nmantova bellezza improvvisato fra le operaie della fabbrica,
dandogli di gomito: “Voglio baciare la lavoratrice più
Anniversario dell’11/9 novità il recepimento della Con- Polemiche sugli bella”. Il cronista del Kommersant riferì allibito: “Il
premier italiano aveva già individuato la sua vittima. Si
Obama, venzione europea sulla corru- “eroi a tassametro” è avvicinato a una donna grande come la Sardegna e
zione sottoscritta nel 1999 e mai
di Marina B. con tutto il corpo ha fatto il gesto tipico dei teppisti
la minaccia ratificata dall’Italia. Si sanziona-
no, inoltre, i più moderni crimi-
Truzzi pag. 18z che importunano le ragazze negli androni bui. Lei s’è
scansata, ma il signor Berlusconi in passato deve aver
del Corano ni dei colletti bianchi. Si ripristi-
na il falso in bilancio abolito dal
fatto esperienza con donne anche più rapide: con due
salti ha raggiunto la ragazza e ha iniziato
e la campagna secondo governo Berlusconi. Si CATTIVERIE spudoratamente a baciarla in faccia. Poi l’ha scossa
mette mano alla prescrizione Andreotti fa retromarcia ridendo, quasi volesse buttarla a terra. L’unica cosa che
d’odio per i reati più gravi. Se ne parlerà
domenica a Pietrasanta.
su Ambrosoli. Non c’è
bisogno: è già morto
la donna ha potuto fare è stato rifiutarsi di ricambiare i
baci. Putin assisteva alla scena immobile e gelido”. Poi
Faenza pag. 8 - 9 z pag. 11 - 12 - 13 - 14 z (www.spinoza.it) gli regalò un lettone matrimoniale, formato extralarge.
Sabato 11 settembre 2010 pagina 2

U
COMICHE FINALI

n’intervista al Corriere della Sera, chiamato a Palazzo Grazioli perché “uomo Afferma anche di non essere ancora stato
Claudio Scajola la volontà di vendere macchina” della campagna elettorale che indagato. E aggiunge che l’architetto
l’appartamento di via del ormai si annuncia prossima. È diventato anche Zampolini (il primo a rivelare l’intreccio di
Fagutale, a Roma, vista Colosseo, acquistato più buono. Dice: “Ho dato mandato di assegni in nero per l’acquisto della casa)
è tornato prima con dei soldi arrivati da Diego Anemone e vendere la casa di via Fagutale a Roma. Mi “abbia detto che io non sapevo nulla”.
dalla sua cricca, ma senza che lui ne sapesse riprendo il mio prezzo e la differenza rispetto Insomma, Scajola è tornato. Anche più veloce
niente (così afferma). Sono passati quattro a quello che avevo versato, 900 mila euro, so del suo ministero, che dal 4 di maggio scorso
del suo ministero mesi e Claudio Scajola si è rimesso in pista, già a quali organizzazioni di beneficenza darla”. è ancora vacante.

LA MAGGIORANZA
E IL PASSO
DEL GAMBERO
La ditta B&B: minacce
e ripensamenti I protagonisti della settimana politica. Sopra Berlusconi e Bossi.
Sotto, da sinistra, Fini, Napolitano e Schifani (FOTO ANSA)

di Wanda Marra neggiatura di un film comico, pita. Sembra irrimediabilmen-


nel quale si torna sempre al te. Il Carroccio è pronto a ca-
embrava l'esplosione defi- punto di partenza. lare su Roma con 10 milioni di

S nitiva, una specie di Big


Bang che avrebbe spazza-
to via la maggioranza e tut-
ti i suoi conflitti. Magari ripor-
tandola a nuova vita e nuove
5 SETTEMBRE
FINI O LA DISFIDA
DI MIRABELLO.
È il giorno del discorso più at-
persone contro ipotesi di go-
verni tecnici. Non si lesinano
mezzi. Né leciti, né illeciti. “Fi-
ni Non si dimette? Prrr...''.

forme. E invece, siamo alle co- teso dell’anno. Gianfranco 8 SETTEMBRE. SERA
miche finali. Con Berlusconi proseguirà per la sua strada di BERLUSCONI:
che dalla Russia assicura: “Il go- rottura o cercherà una media- CONTINUO A
verno andrà avanti per tre anni, zione in extremis. Davanti alla GOVERNARE
i problemi sono solo piccole folla entusiasta e ad Elisabetta I vertici del Pdl riuniti
questioni, la governabilità non estatica, lui non delude: “La nell’ennesimo ufficio di
è intaccata". Fini? "Un profes- mia espulsione dal Pdl è stata presidenza a Palazzo Grazioli
sionista della politica", che un atto illiberale e autoritario” cercano una via di uscita. Le
vuole "fare la sua aziendina".
Ma nulla di serio. Tanto a espri-
degno del “peggior stalini-
smo”. Il Pdl non c'è più, è Forza
Complici le previsioni del tem-
po, che annunciano burrasca.
Schifani arriva a re subito al voto.
Stare nel pantano
elezioni fanno tremare le vene
dei polsi. Berlusconi annuncia
mere le reali intenzioni del Ca-
valiere e la sua definitiva mar-
Italia più qualche colonnello”. Ma intanto si moltiplicano i
contatti tra i big. E si convoca
prendere le difese di non sta bene” la sua sofferta decisione:
lavora non per le elezioni, ma
cia indietro, fatta con un'anda- 5 SETTEMBRE SERA. un vertice serale ad Arcore. 8 SETTEMBRE per proseguire la legislatura.
tura degna del gambero, ci CICCHITTO: FINI DEVE Fini: “È al di sopra MATTINA ”Noi andiamo avanti a
pensano il ministro della Giu- PAGARE 7 SETTEMBRE. NOTTE B. CI governare'”.
stizia Alfano, che chiarisce che Sdegno, accuse e minacce. Tra “AL COLLE PER delle parti, non si può RIPENSA
nessuno ha più intenzione di insulti e veleni, gli ex colleghi LA TESTA DI FINI” Mentre tutti 9 SETTEMBRE SERA
chiedere alla seconda carica di partito annunciano vendet- I due generali riuniti, Bossi e sfiduciare” aspettano come BOSSI CI RIPENSA
dello Stato di lasciare il suo ta. Tremenda vendetta. Chi ha Berlusconi, diramano nella imminente la data Bossi fa la giravolta finale. D’al-
scranno istituzionale (“Il tema sfidato deve pagare. Non ci so- notte la loro dichiarazione di delle elezioni (fi- tra parte, lui sì che non è un tra-
delle dimissioni di Fini non fa no scuse: “Fini dovrà riflettere guerra: “Le parole di Gianfran- Tutti aspettano con ansia di sa- ne ottobre? Novembre? Di- ditore: “Con Berlusconi abbia-
parte della discussione che si sulla congruità di essere leader co Fini sono la chiara dimostra- pere come reagirà Napolitano: cembre?) da Berlusconi arriva mo stretto un patto, lui ci ha da-
sta svolgendo in relazione alla di una formazione politica con zione che svolge un ruolo di riceverà i due generali? O li ri- una strana nota ufficiale. Nes- to i voti per il federalismo,
presenza del presidente del il suo ruolo di presidente della parte ostile alle forze di mag- spingerà indietro? E invece, il suna fretta: riferirà in Aula a fi- quindi manterremo la parola:
Consiglio al Parlamento, a fine Camera”. gioranza e al governo, del tutto Quirinale, secco, fa sapere: ne settembre sulla situazione gli daremo il voto in aula. Noi ci
mese”) e Schifani, che accorre incompatibile con il ruolo su- “Nessuna richiesta di incontro politica. ricordiamo sempre di chi ci ha
in difesa del suo omologo a 6 SETTEMBRE per partes di presidente della da parte di Berlusconi” aiutato, non accoltelliamo alle
Montecitorio (“È imparziale, LA QUIETE PRIMA Camera. Per questo chiedere- 8 SETTEMBRE spalle”.
non può essere dimissiona- DELLA CACCIATA mo di incontrare il presidente 7 SETTEMBRE POMERIGGIO
to”). Lui - se ce ne fosse bisogno È il giorno delle strategie. Me- della Repubblica” POMERIGGIO BOSSI MINACCIA: 10 SETTEMBRE
- chiosa e chiude: “Arriveremo glio stare fermi che rischiare BOSSI: AL VOTO, AL VOTEREMO LA SI RIPARTE DAL VIA
a fine legislatura”. Visti da qui, falsi movimenti. E allora, Berlu- 7 SETTEMBRE. VOTO SFIDUCIA Le dimissioni di Fini? Giammai!
solo 5 giorni dopo Mirabello, sconi sta zitto e rimanda la sua MATTINA Il senatur padano prova ad ac- Berlusconi tergiversa? Bossi Con una mossa repentina Schi-
gli eventi nella maggioranza partecipazione alla festa di MA IL QUIRINALE NON celerare. Evidentemente ha un minaccia: la Lega voterà contro fani dice l’indicibile per conto
sembrano far parte della sce- Atreju da giovedì a domenica. NE SA NULLA presentimento. “Meglio anda- la fiducia. La situazione preci- di B.:”Fini è super-partes”.

Per il Caimano i panni sporchi si lavano Silvio Berlusconi


e Dmitri Medvedev
ieri insieme a Mosca
sul Volga: attacchi a toghe e finiani (FOTO ANSA)

di Giampiero Gramaglia così che più gente lo senta. E scio- ce, da Mani Pulite). Poi è volato a benissimo quel che
rina l’italico intimo dalla Russia Mosca, per incontrare, nella dacia voleva dire).
iulio Andreotti, quando andava all’America, ovunque gli capiti. In- di Novi Ogariovo, fuori città, il
Gdente
in missione all’estero da presi-
del Consiglio, non parlava
tendiamoci, non che sia l’unico né
il primo a farlo: uno della stessa
premier Putin, “l’amico Vladi-
mir”, con il dittatore libico Muam-
PERSINO l’ami-
co Putin, acco-
mai di politica interna. Bell’esem- scuola, anzi uno che ha fatto scuo- mar Gheddafi il più ostentato te- gliendolo nella sua
pio!, dopo quello che ha appena la in tal senso, era Bettino Craxi, il stimonial della politica estera ita- dacia, si lascia an-
detto sull’omicidio Ambrosoli. Va suo mentore, che quando partiva liana. dare a una battuta:
bene, ma fanno lo stesso, in ge- non lo fermavi più. “Grazie per aver ac-
nere, i presidenti degli Stati Uniti, Così, ieri, a Yaroslavl, 250 km a MASSIMO D’ALEMA, che era stigio del Paese”. cettato l'invito al nostro forum sul-
democratici o repubblicani che nord di Mosca, dove partecipava pure al Forum, e che in realtà la Certo, il prestigio dell’Italia non è la democrazia: ho avuto modo di
siano, e pure i presidenti francesi, al Forum della Democrazia, uno vigilia aveva indugiato del suo al uscito rafforzato dal siparietto di vedere alcuni passaggi del tuo in-
o i cancellieri tedeschi, senza par- dei tanti nuovi consessi interna- vezzo della chiacchiera politica, Mr B., che attacca ad “alzo zero” e tervento, che a quanto ho capito
lare dei presidenti russi o cinesi, zionali di dubbia utilità, e dove il rimprovera al premier “di aver abu- mente sulle sue vicende giudizia- era un’improvvisazione...”
chè quelli problemi di politica in- presidente russo Dmitri Medve- sato d’una sede internazionale per rie, suscitando –parole di D’Alema- Il resto della partecipazione al Fo-
terna ne hanno pochi per la natura dev ha giudicato “una catastrofe” fare polemiche politiche interne”, “un palpabile imbarazzo" nella pla- rum è il consueto festival di gag e
dei loro sistemi, autocratica o co- per il suo Paese la democrazia par- “lanciare frecciate ai suoi alleati”, tea di oltre 500 politici ed esperti vanterie: lui scrisse “personalmen-
munista. Leader democratici o oli- lamentare, Mr B, tra una battuta, “criticare la magistratura” ed di 20 Paesi, "intellettuali e studiosi te” l’accordo Nato-Russia del 2001;
garchi accomunati da una preoc- una vanteria e una cena sul bat- “esprimersi sulla natura democra- occidentali che sanno bene come e lui fece fare al G8 la foto di Med-
cupazione comune: non andare a tello sul Volga, ha parlato di tutto e tica dei partiti del suo Paese”; e si stanno le cose". Berlusconi va a vedev assieme a Obama (''Ricordi,
lavare lontano da casa i panni di più. Contro la magistratura, che augura che “un capo del governo braccio: non legge il testo prepa- Dmitri, quando v’ho detto ‘dovete
sporchi. “mette a rischio la governabilità”; del genere”, che “ha un’idea molto ratogli, perché – spiega – "è fuori andare d’accordo’?”). C’è solo da
Silvio Berlusconi, invece, più alto e sul fisco, l’economia, la corru- particolare della democrazia”, “se tema”: era stato mal informato su sperare che i traduttori non gli ten-
è il podio più forte parla di tutto, zione, l’opposizione (favorita, di- ne vada al più presto per il pre- quel che doveva dire (ma sapeva gano sempre dietro.
Sabato 11 settembre 2010 pagina 3

L
COMICHE FINALI

a Rai e Minzolini provano a reagire al calo nell’ultima settimana, però, con il ritorno in video
Gli ascolti del Tg1 degli ascolti del Tg1 diffondendo dati di Mentana, che La7 ha fatto registrare gli ascolti
aggregati diversamente e accuse sparse. migliori, e Minzolini lo scostamento maggiore. Per
La vice direzione generale per il Coordinamento il consigliere Alessio Gorla la flessione c’è stata, ma
La concorrenza dell’Offerta di viale Mazzini, si aggrappa al mese di la giustifica con una motivazione complessa:
agosto: “Nel mese di agosto 2010 il Tg1 delle 20:00 “Nuovi media e nuove piattaforme stanno
ha incrementato l’ascolto di 471 mila telespettatori cambiando il modo e il mezzo attraverso il quale le
e la Rai di agosto rispetto al corrispondente periodo del 2009”. Ma è persone vedono la tv”.

MASI AFFONDA IN LAGUNA


di Carlo Tecce
er l’esperienza sul cam-

P po, peraltro veloce e


misteriosa, potrebbe
scrivere un manuale:
come trasformare una passe-
rella in figuraccia. La cena
per dipingere di mondanità il
Festival del cinema di Vene-
zia, convocata per mercoledì Il flop di una cena-vetrina con 200 invitati
scorso e poi annullata con un
messaggino di scuse da Mau-
ro Masi, somiglia a un muc-
chio di cattiva pubblicità che
E il presidente Galimberti: “Ha organizzato lui”
ti scansi soltanto per sentito
dire. E Paolo Garimberti ha del lusso, dove per pregare de- vista”. Quasi cento defezioni ha trovato subito l’uscita
orecchiato il pasticcio e così, vi pagare. su duecento invitati. Terribi- d’emergenza: l’ha presa di
sempre povero di parole, E la Rai dei debiti e del collasso le. slancio e lasciato un conticino
scrive quattro righe a Il Gior- sfiorato, e per ora rimandato, a viale Mazzini. Le fonti ufficiali
nale: “Solo per amore di pre- voleva pagare migliaia di euro, Un conto parlano di circa 20 mila euro di
cisione: il mio nome figura decine di migliaia. Masi ha di- assai salato penale. Promemoria: le fonti
nell’elenco degli invitati e menticato critiche e antipatie ufficiali sono tarate, dunque,
non degli organizzatori”. Tra- e, firmando una raccomandata togliendo la diplomazia potete
dotto: io già sono in guerra collettiva, voleva precettare L’INCORONAZIONE di raddoppiare e forse andare ol-
per il Tg1 di Minzolini, chie- Masi rischiava di scadere in un tre. Questo è il danno econo-
dete al direttore generale. salotto romano d’esportazio- mico. Poi c’è la credibilità, l’im-
Chi pagherà ne. Con le facce di sempre e la
malinconia di una gloria lonta-
magine e le risate. Le risate di
gusto della berlusconiana Me-
L’evento
finito male il conto na. Masi ha un difetto così forte
che sembra un pregio: rinvia le
dusa e del presidente Carlo
Rossella: Rai Cinema ha pre-

AL MASI AMANTE delle


della serata soluzioni, convive con i pro-
blemi, decide di non decidere.
sentato ottimi film a Venezia,
complimenti e successo da cri-
belle serate e delle belle don- Lunedì ha comunicato che la tici e pubblico. Bene il prodot-
ne, circondato da amici e ne- finita male? cena di mercoledì, a distanza di to, male la forma. Non è il mas-
mici per sua stessa ammissio- due giorni, era cancellata per simo per relazioni e prospetti-
ne, in ricognizione (sette gior- È scontro “motivi istituzionali”. Ha riem- ve annunciare una festa, pre-
ni fa) a Venezia per decorare pito l’agenda con un appunta- parare una vetrina, e poi smon-
con un tocco di classe – fiori, ai vertici mento a palazzo Grazioli da tare tutto in ventiquattr’ore.
musica, ostriche – l’evento del Berlusconi, poi soffocato dai Masi l’ha fatta grossa, e non per
cinema in Laguna: una cena di viale Mazzini contrattempi – quelli sì istitu- un paio di scontrini salati, ma
per duecento fortunati tra re- Il presidente della Rai Paolo Garimberti con il direttore generale Mauro Masi (FOTO ANSA) zionali – del presidente del per la residua autorità di viale
gisti, attori, produttori, diri- Consiglio. Aveva dubbi sulla Mazzini: cerchi l’onore, arriva
genti, conduttori, giornalisti. l’intero Consiglio di ammini- Semplice moltiplicazione, et Nessun consigliere – né di serata in Laguna? L’ultimo l’ha il disonore. E Garimberti scap-
Tutti a spingere con applausi strazione, i direttori di reti e voilà: 15 mila euro per l’ovazio- maggioranza né di opposizio- risolto la (promessa) chiac- pa, nessuno spiega. E poi me-
più o meno spontanei il diret- strutture, i vice, i segretari, i ne importata da viale Mazzini. ne – ha risposto presente. Non chiera con Berlusconi – soltan- glio fuggire da strani pettego-
tore generale, protagonista pi- funzionari. Una colonna roma- Masi ha preparato un foglio c’è festa senza i coriandoli lan- to posticipata –su temi nel pro- lezzi. Da voci che raccontano
randelliano nell’inchiesta di na di trenta persone da dirot- bianco per segnare i nomi che, ciati dai tuoi colleghi. E puoi fe- gramma di governo, e forse no: alti dirigenti inseguiti da ex, da
Trani (ricordate lo Zimbab- tare su Venezia con un volo di nonostante le frenetiche con- steggiare il cinema senza i pro- le trasmissioni, il palinsesto, il recenti e ancor più nuove fiam-
we?), nel suo giro d’onore al linea. Due giorni di trasferta, sultazioni, tale è rimasto: tanto tagonisti del cinema? Tutti a ri- servizio pubblico. me. Meglio tirare il freno a Ro-
Molino Stucky alla Giudecca. nascosti nelle spese aziendali, bianco quanto miseramente petere: “No, non posso”. Op- Chiuso all’angolo, tra rifiuti ma, e ripartire se chiama Ber-
Un battesimo nella cattedrale da circa 500 euro cadauno. vuoto. pure: “No, stasera ho un’inter- che spuntano ovunque, Masi lusconi.

Camera senza numeri, ministri precettati in aula?


LA “COMPRAVENDITA” DEI DEPUTATI DOVRÀ TENER PRESENTE ANCHE LA POSIZIONE DEI VARI TREMONTI, LA RUSSA, ALFANO...
di Eduardo Di Blasi

lo strano paradosso di que-


Ètembre.
sto tempestoso inizio set-
C’è un governo che di-
spone “sulla carta” di una mag-
gioranza - quella uscita dalle ele-
zioni e che conta i gruppi par-
lamentari di Pdl, Lega e Fli - ma
che, in una qualche misura, ha
deciso di superarla, inauguran- Min. Linguistiche 3
do una sessione di “compraven-
dita” di nuovi deputati e sena-
tori da aggregare alla compagi-
ne che sostiene l’esecutivo.
Niente di nuovo, sia ben inteso,
se non per il fatto che quella
consegnata al governo Berlu-
sconi in carica era la più ampia
maggioranza parlamentare di
sempre.
Perché succede questo? Per
due motivi fondamentali. Il pri-
mo, assai evidente, è la cacciata
di Gianfranco Fini dal Pdl e la
susseguente richiesta del suo
nuovo gruppo parlamentare di
Futuro e libertà di “ricontratta-
re” il patto di governo per por-
tare a termine la legislatura. Il stando ai sondaggi, rimarrebbe di Futuro e Libertà, potrebbero ni” sono 34 mentre il “gruppo pella all’esecutivo. Nascerebbe complessa. Anche perchè, nel-
secondo, che ha preso una sua comunque monco di una mag- essere comunque insufficienti. misto” è composto di 31 depu- dai dieci parlamentari già vicini le fila di questa, a Montecitorio,
evidenza, seppur minore, nelle gioranza a Palazzo Madama). Se il governo di Romano Prodi tati, alcuni “favorevoli” alla a Berlusconi (da Pionati a Nu- siedono anche ministri come
ultime ore, è che la Lega (e, in In questa situazione di “stabi- ha avuto i suoi dolori a Palazzo scelta di tenere in vita il gover- cara medesimo, ai “diniani” Da- Tremonti, La Russa, Alfano, Pre-
verità, anche Silvio Berlusconi) lità provvisoria”, esiste in Parla- Madama, è a Montecitorio che no, la maggior parte contrari. niela Melchiorre, Maurizio stigiacomo, Gelmini, Frattini,
non approva questa manovra, mento una volontà di tirare Silvio Berlusconi rischierà di ca- Sempre numeri alla mano, un Grassano e Italo Tanoni), cui si Carfagna, Brunetta, Brambilla,
teme il rischio del pantano po- avanti con la legislatura, moti- dere. E vediamo perchè, aiutan- parlamentare esperto come il sommerebbero altri esponenti, e Meloni che in aula, finora, ci
litico che ne deriverebbe, e può vata dall’utilità che ciò avrebbe doci con il grafico qui sopra. La Repubblicano di stanza nel Mi- per adesso non scontati, prove- sono stati pochino a causa dei
giocarsi, essa sola, la possibilità per il Paese o da minori interes- maggioranza della Camera oc- sto, Francesco Nucara, tra i più nienti dai corteggiamenti a loro impegni (così come Denis
di andare alla urne ricavandone si di bottega. È in questa pancia corre di 316 voti. Pdl e Lega, da attivi nel cercare consensi per il Udc, Mpa e, addirittura Idv. Verdini e l’avvocato Niccolò
un immediato incasso elettora- che i “compratori” di poltrone soli, ne contano 297, dicianno- premier, ritiene sia possibile Anche questa strategia ha Ghedini). E che si vedrebbero
le (anche a scapito della stabi- si muovono. Alla ricerca di voti ve in meno per essere autosuf- creare un nuovo gruppo alla Ca- dei rischi. “Militarizzare” un’au- costretti precipitarsi a Monteci-
lità di un futuro esecutivo che, che, venendo meno l’appoggio ficienti nelle decisioni. I “finia- mera, in grado di fare da stam- la parlamentare è operazione torio per ogni voto.
pagina 4 Sabato 11 settembre 2010

L
PRIMARIE E VELENI

a segreteria del partito smentisce di posti nelle liste del Pd per i due partiti sul costruite ad arte e fatte circolare con sapienza
Ferrero e Diliberto l’ipotesi, ma le indiscrezioni parlano di modello di quanto accaduto alle politiche con i per suscitare zizzania e manipolare il dibattito
un accordo siglato tra Pier Luigi Radicali e come contropartita un sostegno alla interno del Pd’'. E anche uno dei due diretti
Bersani e i segretari di Prc e Pdci, Paolo Ferrero e candidatura Bersani in caso di primarie. interessati, Paolo Ferrero, così come il portavoce
nelle liste Oliviero Diliberto, in vista di eventuali elezioni, É un’ipotesi “infondata”, smentisce il capo della della Federazione della Sinistra Cesare Salvi, bolla
scuote il Pd. segreteria politica di Bersani Filippo Penati che come falsa questa prospettiva. Ma dai veltroniani
Il leader del partito avrebbe raggiunto un’intesa sottolinea tra l’altro il suo stupore per come e dagli ex Popolari arriva comunque uno stop
e scoppia la polemica con “i cespugli” che prevederebbe un pacchetto “possano trovare credito veline infondate secco e preventivo a ipotesi di questo tipo.

“LA SFIDA” DI CHIAMPARINO:


CHE TRISTEZZA LA SEDE DEL PD
Nel libro del sindaco di Torino tutti gli errori del partito
“A queste condizioni ogni segretario resterà stritolato”
È USCITO “La Sfida. Oltre il Pd, per tornare a vincere. Anche al segno dello smarrimento. Poi C’erano una serie di doman- gine del film di Coppola ma il ferimento, quella operaia, e
Nord”, il libro di Sergio Chiamparino, pubblicato da Einaudi. possiamo anche scegliere di de con diverse possibilità di padrino, in questi casi, è sem- un’ideologia, anche più della
Per il sindaco di Torino il partito romano è diviso in correnti che lo continuare a far finta che non risposta. Ne ricordo due. La plicemente colui che ti coop- Dc. Quello dell’ideologia era
stanno logorando. Serve nuova linfa, soprattutto dai territori, per sia così e questo può tranquil- prima chiedeva se i giovani ta. E, quando lo fa, non ti dice un contenitore che ordinava
tornare a vincere. Dal contributo di Nichi Vendola al Pd fino all’al- lizzare qualcuno per un po’. che fanno politica sono più che ti ha cooptato ma che ha tutta la discussione e faceva
leanza con Casini, l’autore analizza forze e debolezze della coa- Ma se io fossi stato al posto di onesti, meno onesti o onesti visto in te un futuro quadro convivere le diverse anime.
lizione. Di seguito ampi stralci del testo scritto da Chiamparino. Bersani, dopo le regionali come gli altri. La grande mag- da far crescere. Per questo in- Tolto quel collante, è eviden-
avrei fatto l’esatto opposto di gioranza ha risposto: «Come vito sempre a diffidare degli te che l’idea di un partito cen-
quel che ha fatto lui. Avrei gli altri». Poi si chiedeva che anziani che promuovono i tralizzato con una stanza a
ggi che cosa è il Pd? zare i residui di quella storia e drammatizzato la crisi del cosa serve per fare politica. giovani, perché quasi sempre Roma dove confluisce tutto e

O Non riesco a raccontar-


lo in un modo diverso
se non come una som-
ma di gruppi e sottogruppi
più o meno accampati a
a mettere le basi per una nuo-
va? O la stagione del Pd fa par-
te in realtà della fine della sto-
ria vecchia della Prima Re-
pubblica? E proprio in questo
partito, perché se tu la dram-
matizzi magari qualche risor-
sa sopita o nascosta viene an-
che fuori. Se invece tranquil-
lizzi siamo sempre al punto di
Erano elencate diverse possi-
bilità: competenza, passione,
un partito, un padrino. La
grande maggioranza ha rispo-
sto: «Un padrino». Il ministro
così si promuovono i giovani
che garantiscono gli anziani.
Torniamo al Pd, ai cami-
netti e alle terrazze roma-
ne. Il dualismo Nord-Ro-
si decide tutto è diventata
un’idea anacronistica e sba-
gliata. Così siamo passati dal
centralismo democratico ai
centralismi burocratici delle
Sant’Andrea delle Fratte. consiste il fallimento da cui partenza: chi vive nel palazzo Meloni, che era presente, si è ma c’è sempre stato nella componenti. Per questo io di-
Quando ci arrivi è come se ci siamo partiti. Saremmo pro- d’Inverno sta sempre più si- scandalizzata. Perché stupir- storia della sinistra italia- co che è necessario dar vita a
fosse una segnaletica stradale babilmente all’inizio di una curo e blindato nella sua stan- si? In realtà quei giovani rac- na. Ma nel Pci, ad esem- un partito federale. Perché è
che ti indica i diversi piani e storia nuova se Veltroni, do- za di Sant’Andrea delle Fratte contavano una drammatica pio, i due poli non conflig- venuto il momento di co-
corridoi con i nomi delle cor- po il discorso del Lingotto di e chi sta fuori starà sempre verità: come si può negare gevano. Dopo il Pci, in tut- struire un partito nuovo dal
renti e delle loro varie com- avvio della sua candidatura, più fuori. Mi viene in mente che per un ragazzo impegna- te le sue diverse trasfor- basso, dai territori e dalle tan-
ponenti. È un problema logi- fosse riuscito a essere coeren- un dibattito fatto un po’ per to in politica è oggi più facile mazioni, quel dualismo è te realtà in cui siamo ancora
stico prima ancora che poli- te con le parole dette. Invece gioco tempo fa con il televo- avere successo se si trova un sempre stato conflittuale. radicati e non dall’alto di un
tico. Questo a livello nazio- purtroppo non è stato così. to all’assemblea dei giovani padrino che lo spinge? Poi Per quale motivo? gruppo dirigente che è spes-
nale. A livello locale, se mi Sono tornati i caminetti, gli amministratori dell’Anci. uno del padrino ha l’imma- Il Pci aveva una classe di ri- so scollato da quella realtà. È
guardo qui intorno, non mi accampamenti dei valorosi, noto che Chiamparino non
sembra tanto diverso. La co- ognuno con le sue truppe. ha votato né per Bersani né
sa, devo dire, non mi stupisce Non c’è bisogno che lo dica per Franceschini nella gara
più di troppo. Anche alla fine io, è sotto gli occhi di tutti. verso la segreteria. Non è co-
della Prima Repubblica, Non è particolarmente inco- modo dare i voti stando alla
quando il logoramento delle raggiante sentire la gente che finestra? Capisco l’accusa e
forze politiche era arrivato al ti ferma alla sfilata degli alpini può anche avere un fonda-
culmine e si sentivano i primi e ti dice: «Solo tu puoi salvarci mento. Non voglio sottrarmi.
scricchiolii, i gruppi e le fa- da Silvio». Un po’ perché, al Diciamo che cerco di evitare
zioni sono diventati più im- di là della gratificazione per- di partecipare alle gare che
portanti del partito stesso. È sonale, io so che non è vero. E non mi appassionano. Molti
comprensibile, perché quel- un po’ perché questo ti dà il mi rimproverano di non aver
lo è il modo con cui ciascuno preso parte personalmente
tenta di difendere il piccolo alle primarie candidandomi
potere che ancora detiene. La Sfida alla segreteria del partito.
Già, ma quella era la fine La copertina Certo, avrei potuto dare la
di una storia, quella della del libro di battaglia, provando a fare io
Prima Repubblica. Qui Chiamparino quel che oggi sostengo do-
stiamo parlando di un par- e un’immagine vrebbe fare Bersani. Ovvia-
tito appena nato. della sede mente sono più che disponi-
Attenzione, siamo proprio si- del Partito bile a riflettere autocritica-
curi che sia così? Siamo sicuri democratico. mente su quella mia scelta.
che il Pd sia riuscito a spez- In alto, l’autore Teniamo anche conto che è
diverso dare battaglie come
quella facendo il sindaco o fa-
L’EX SINDACO Giusta l’analisi sulla crisi dei democratici cendo il parlamentare. Non
avrei vinto certo il Congresso

“Pagine umilianti sul welfare” e il giorno dopo sarei dovuto


tornare qui a fare il sindaco. E
facendo il sindaco non hai il
tempo di organizzare le cor-
di Diego Novelli * tali, quando perdeva una corsa. Ne indifferente quota di elettori di si- derlo a tutti”. Ciò è anche vero, ma verso una più accentuata persona- renti a meno di non perdere
“La Sfida” è però carente l’analisi nistra che ha abbandonato il cam- varrebbe la pena di lottare, oltretut- lizzazione della politica: ha ragione. la faccia e la credibilità di
SE SPESSO SI HA difficoltà a della realtà in cui la sinistra si trova po, rifugiandosi nel non voto. to nel momento che Obama ne ha Oggi viviamo la stagione “dell’ege- fronte a tanti cittadini. Orga-
comprendere i numerosi momenti ad operare. Non è sufficiente ripe- Paradossalmente il nemico con- fatto una sua bandiera. Proprio per- monia della sottocultura” che ver- nizzare una corrente, infatti,
confusionali presenti nel Partito de- tere e ripetere come fa l’autore sulla tro cui combattere per ridare fidu- ché il sindaco di Torino, forte della rebbe incrementata qualora le è l’unica cosa che avrei po-
mocratico, va dato merito a Sergio necessità del cambiamento, soprat- cia a larghi settori popolari che con- sua esperienza non può accettare prossime elezioni si mettesse in atto tuto fare, perché in quel par-
Chiamparino, sindaco di Torino, di tutto quando non si indicano le mo- ducono ad una vita grama non sa- come un processo irreversibile quel- il “percorso innovativo – auspicato tito lì ci stai solo se hai un
aver con coraggio fornito con il suo dalità di tale cambiamento. Da una rebbero le forti disuguaglianze esi- lo del disgusto, soprattutto nei gio- da Chiamparino – facendo nascere gruppo organizzato, un’area
libro “La Sfida”, l’invito a rompere personalità come quella di Chiam- stenti, tantomeno il peso della crisi vani, della politica. Da uomini come le primarie coalizioni non di partito, che ti sostiene, un tuo cor-
certi tabù, che ancora sopravvivono parino, calato fino al collo, in una mondiale, riversatasi in modo par- lui ci si attende oltre alle sacrosante ma di parti della società del Nord e ridoio, per riprodurre l’im-
dai tempi remoti, sull’unità grani- realtà difficile come quella di Torino, ticolare sul mondo del lavoro (licen- sferzate al proprio partito, un rilan- del Sud che propongano un pro- magine iniziale a Sant’Andrea
tica dei gruppi dirigenti della sini- si può pretendere delle indicazioni, ziamenti, cassa integrazione, pre- cio ideale. Giancarlo Pajetta ci dice- gramma nuovo” (...) “con protago- delle Fratte. E questo è vero
stra. non solo sul piano operativo, ma cariato, disoccupati), ma come l’au- va a noi giovani che “la politica è nisti outsider e uomini nuovi”. Con- tanto più quanto più il partito
In poco più di cento pagine l’autore ideale, per riconquistare quella non tore lo definisce “il giardino del Wel- utopia e scienza, fantasia, immagi- tano di più le facce che non i pro- è in crisi. Ma la ragione vera,
ci spiega come il suo partito “ha fare”, cioè la fascia dei protetti difesi nazione, concretezza, coerenza, grammi e i valori che s'intende per- profonda per la quale non ho
sbagliato tutto”, dopo il mitico di- dalla sinistra, mentre gli “sfigati”, sacrifici”. Vivere la politica per as- seguire. Se per programma eletto- fatto la scelta di candidarmi al
scorso di Veltroni al Lingotto, pren-
dendo di petto, senza condiziona-
Inaccettabili fuori dal “giardino” “sono meglio
rappresentati dalla destra” (sic!). Il
secondare un capobastone nella
speranza di salire qualche gradino
rale Chiamparino critica giusta-
mente l’enciclopedia prodiana del-
Congresso in realtà è che è
scattata una molla del tutto
menti correntizi il modo di operare
del gruppo dirigente del Pd, il quale
alleanze con noto schema tracciato da Norberto
Bobbio, con il suo libriccino, che tan-
nella scala sociale – come denuncia
Chiamparino – è umiliante per tutti,
la Fabbrica di Bologna ha perfetta-
mente ragione. In materia di pro-
irrazionale, come un sesto
senso che ti dice: guarda che
malgrado il cambio di tre segretari
in poco tempo non ha saputo im-
la Lega to ha fatto discutere (“Destra e Si-
nistra”) secondo Chiamparino è
soprattutto per i giovani.
Contrariamente a quanto so-
grammi non c’è nulla da scrivere o
da inventare: è più che sufficiente il
non c’è niente da fare, quel
marchingegno li è tale da stri-
primere al popolo del partito quel saltato poiché “dal punto di vista stiene il sindaco di Torino noi con- testo della nostra Costituzione da tolare chiunque finisca per
colpo d’ala, risollevandolo dopo tre anche globale può accadere che la difesa sideriamo improponibile anche a li- oltre sessant’anni rimasto lettera sedersi su quella poltrona, è
sconfitte elettorali consecutive. dell’uguaglianza sociale nella no- vello locale possibili alleanze tra il morta. C’è di che rivoluzionare l’Ita- un marchingegno che ha rag-
Un gruppo dirigente, se non a livello locale stra società occidentale diventi la di- Pd e gli uomini di Bossi. La Lega oggi lia. Comunque l’autore, navigato giunto un punto di non ritor-
proprio da rottamare (come invece fesa egoistica di un sistema di wel- in Italia sul piano civile e morale rap- politico, a chiusura del suo lavoro ci no, di non rifondabilità…
ha auspicato il Pierino sindaco di Fi- É il peggio fare che esclude e non include”. Il presenta il peggio della politica. fa sapere che lui è a disposizione Non sono così convinto che
renze) certamente “tutto da rifa- welfare è quindi diventato una sorta Chiamparino attribuisce alla ele- “per il percorso innovativo”. questa sensazione si sia rive-
re”, come diceva il buon Gino Bar- della politica di “lusso che non è possibile esten- zione diretta dei sindaci la spinta * Ex Sindaco di Torino lata tanto sbagliata.
pagina 5 Sabato 11 settembre 2010

S
IL SONDAGGIO

u ilfattoquotidiano.it abbiamo parte degli elettori del centrosinistra. stagionati della politica italiana come Marco
Partecipate cliccando chiesto a chi affidereste la Anche se, per chi ha votato sempre in Pannella. Ci sono anche Vendola, Di Pietro
missione di fermare l’uomo che da quella direzione, non sarà facile dimenticare e Grillo. Neanche loro nuovissimi ma
oltre un quindicennio tiene in ostaggio la il passato “nero” del presidente della comunque noti all’opinione pubblica.
in rete politica italiana. Il Pd resta il partito più Camera, soprattutto l’acquiescenza con cui Diversi tra loro pronti ma con la stessa
forte del fronte anti-Caimano, ma Fini, con ha votato molte delle leggi vergogna voglia di strappare il potere a B. Questi i
le sue ultime dichiarazioni (vedi Mirabello e imposte dal Cavaliere. Ma a fermare B. nomi che proponiamo pronti però ad
su ilfattoquotidiano.it Tg La7), ha di sicuro colpito anche una possono provarci anche personaggi allargare il ventaglio.

Dite la vostra: chi può fermare il Caimano?


CHI DI QUESTI PUÒ FERMARE BERLUSCONI? Pier Luigi Bersani Antonio Di Pietro Gianfranco Fini
Pro Ha alle spalle una Pro È stato il vero Pro Vuole fondare un
36% Beppe Grillo solida politica di oppositore del premier partito di destra
sinistra. in questa legislatura. moderno.
31% Antonio Di Pietro Contro Fa sembrare il Contro È incapace di Contro Ha votato tutte
23% Nichi Vendola Partito democratico in creare alleanze e le leggi ad personam
crisi di identità. aggregazioni. del Cavaliere.
4% Gianfranco Fini
3% Nessuno di questi Beppe Grillo Marco Pannella Nichi Vendola
2% Pier Luigi Bersani Pro Ha riempito le Pro Sue le più grandi Pro Da outsider ha
piazze con iniziative di battaglie italiane: vinto le Regionali in
1% Marco Pannella protesta come il Vday. divorzio e aborto. Puglia nel 2005 e 2010.
Contro Non è percepito Contro Fa parte di un Contro Non ha un
Totale Votanti: 50.376 Ecco i risultati del nostro sondaggio aggiornati, come un politico serio altro mondo, un’altra programma politico
dopo sole 24 ore, ieri sera in chiusura di giornale. Ma potete continuare a votare. e affidabile. cultura politica. solido e convincente.

GRILLO IN TESTA
Oltre cinquantamila lettori nella sola giornata di ieri
hanno votato per uno dei sei leader
I commenti futuro? Beppe Grillo ha idee ma è TREMONTI! Volendo è peggior proibizionista che ci sia indecisi lo voti. Nel movimento a sono sempre i soliti noti a
dei lettori è molto aggressivo e negativo, è veramente l’unico che può far in giro in Italia, Arlacchi. tanto 5 stelle però si vedono sinistra che gli fanno campagna
da ilfattoquotidiano.it un antipolitico che vuole fare tremare il Caimano, non ho basta. Pannellone, ha dato, s’è comparire dei volti nuovi, di elettorale contro dall’interno.
politica. Ma per fare ciò bisogna letto, almeno ancora non ho messo con tutti dalla sinistra a B, persone capaci e piene di Rossano
è I PRIMI posti nelle sapere anche ascoltare gli altri letto, elementi che lo rendano avanti il prossimo. Bersani, entusiasmo, con delle proposte
preferenza dei votanti a questo (una volta si chiamava umiltà). ricattabile, mentre ha la sagacia, persona per bene che ha avuto al concrete e un programma nato è ANTONIO DI PIETRO è
sondaggio la dice lunga sulla Cosa che non pare gli l’intelligenza e il temperamento disgrazia di stare a capo della dalla condivisione su Internet. stato l’unico ad aver fatta vera
capacità dei lettori di intendere appartenga molto. Immagino per fargli saltare i giochi. Oltre peggiore accolita di burocrati Per me il futuro sono loro. opposizione. Da quando ha
la politica, di essere condizionati piuttosto un personaggio nuovo che il potere … sia nella politicamente finiti della storia. Mattia Accinelli lasciato la magistratura è
dai media (specie di sinistra) e di o pulito come De Magistris a presenza al governo che Fini, chi? quello della Bossi-Fini? cresciuto come uomo e come
essere per ciò troppo schiavi del convincere gli elettori ma nell’assenza. O quello della Fini-Giovanardi? è FINO a qualche tempo fa politico facendo scelte lineari e
“personaggio”, piuttosto che sicuramente in un’alleanza Anna Ah no quello della cabina di regia avrei votato per Di Pietro ma cristalline a favore della
cercare di capire ciò che ha fatto (aimé). Il Pd si è fatto fuori da a Genova 2001. Grillo, ora mi sto rendendo conto che democrazia del paese.
e che fa concretamente. Si solo, appoggiando è NON TUTTI conoscono la fantascienza a questo punto la sua opposizione, e ancor più appassionato ma saggio perché
preferisce insomma il “nuovo”, e continuamente in un modo o realtà della Puglia prima di candidiamo Sauron e scherzi a quella di Grillo, è solo sa anche ascoltare chi gli è
piuttosto demagogico, nell’altro il Caimano. Vendola. Se è riuscito a farsi parte a me un bel pezzo di base distruttiva, non costruttiva, attorno per poi trovare
purtroppo. D’altro canto Tania eleggere per 2 volte in una del Movimento 5 stelle mette i sono persone viscerali che soluzioni logiche ed affidabili.
Pannella paga lo scotto di regione, profondamente brividi. agiscono quasi d’istinto, Rober to
cinquant’anni di ostracismo dati è SE LA domanda è: chi può nell’animo, di destra può vincere Pietro utilissimi per svegliare le
in punizione probabilmente per fermare Berlusconi? Nei fatti la ovunque. Sempreché il Nord coscienze, per convogliare è IL TENENTE Colombo, lui
essere laicamente anticlericali risposta è semplice: solo (compreso l’elettorato di è PRIMA di tutto pregherei la malcontento ed esasperazione, si che costringerebbe Berlusconi
(da tutti, destra, sinistra e Gianfranco Fini! É stato l’unico in sinistra, ad esempio quello redazione del Fatto di ma messi a governare farebbero a confessare i suoi misfatti.
centro) alle sacrosante battaglie grado di mettere in crisi la vicino a gente come Cacciari) supportare meno un tonfo clamoroso. Bersani Oltretutto ha pure un’aria
politiche radicali dalla parte delle abbia la maturità e il coraggio di mai e poi mai, ha già fatto
persone vere, che continuano a vincere le diffidenze che ha abbastanza danni. Vendola mi
ringraziare altri, che se ne sono
sbandierati il merito.
“L’opposizione (sempre avuto) verso i politici
del sud (a torto o a ragione poco
“I problemi piace molto (e anche De
Magistris) ma qui ci vuole gente
“Rosy Bindi
Alba mediatica più importa, ora). Berlusconi si può
vincere solo con un’arma mai
del Pd nascono con le palle, che attui un
programma e cavalchi la crisi
è l’unica
è AVREI votato per Di Pietro,
ma penso che Vendola sia un
decisa è quella utilizzata finora: l’intelligenza
politica. Per questo Berlusconi
dai suoi dirigenti, agendo con freddezza e
razionalità, con cautela e con
speranza
oratore migliore, meno teme Vendola. astuzia, ovvero Fini. Non avete
aggressivo e dialetticamente più
del presidente Giovanni imbolsiti messo Bossi in lista, ma gli ultimi nel Partito
capace. Grillo è utopia alla stato eventi rendono probabile che
puro, la sua idea dell’Italia è della Camera è NESSUNO di questi. E e congelati sia lui a far fuori Berlusconi per democratico,
senza gli italiani, che malgrado purtroppo non è per niente agli prenderne il posto. Si salvi chi
tutto ci sono, e una grossa parte I dubbi arrivano sgoccioli. ma avete fatto un giro nella loro può: dalla padella alla brace. nessuno bravo
crede in B. Forse se Vendola Di e parlato con la gente? Ha Adriana Dionisi
Pietro e Grillo si riuscissero a dal suo passato” cambiato la cultura del paese. incapacità” come lei”
metter d’accordo con la sinistra non perderà mai le elezioni, in è CI VORREBBE o un
italiana, si potrebbe fare giro c’è troppa gente con le ciglie personaggio veramente di
qualcosa. Basta con i 40 ladroni. maggioranza... non c’è alcun ritoccate e che si veste e si sfacciatamente Beppe Grillo, che rottura, conosciuto, come Di proletaria.
Marco B. riferimento all’ideologia ma solo pettina guardando la televisione non è antipolitica, ma demagogo. Pietro, Grillo, o un personaggio Forzabari
al fattore numerico, visto che e in particolare maria de filippi... Più che un leader abbiamo di alta qualità ma, purtroppo,
è L’ALTERNATIVA vera non ancora oggi i finiani insistono purtroppo l’analisi di Montanelli bisogno di una coalizione forte e meno conosciuto, come Rodotà è PENSO che Marco Travaglio
può che essere Bersani, il resto è sulla congiura della magistratura era errata, “l’Italia ha bisogno di convincente, parlerei di una o Zagrebelsky. Mi rendo sia la persona adatta per battere
tutto utile alla causa. comunista. Se invece il senso un po’ di Berlusconi perchè poi squadra e partirei dagli tristemente conto che questi Berlusconi. Per lui sarebbe un
Giovanni Frazzica della domanda era: chi tra questi fa gli anticorpi”. Sarebbe stato amministratori locali: Vendola, ultimi due purtroppo non plebiscito.
potrebbe vincere le elezioni ed vero se si fosse trattato di una De Luca, Cacciari, Chiamparino, avrebbero gran seguito in questo Vincenzo Consiglio
è TEMO che nessuno dei essere così bravo da spazzare via infezione, come un batterio o un Zanonato, Zingaretti, Penati. sfascio di valori. Gli altri indicati
personaggi abbia la capacità di Berlusconi ed il berlusconismo... virus, ma lui ha agito più come un Nell’olimpo metterei anche la non ce la faranno mai. è ENRICO Berlinguer.
vincere su Berlusconi da solo. Beh, allora la risposta è un’altra. genetista invece, modificando la Serracchiani e Renzi. Il leader: Giorgio Franco Paolo
Innanzitutto perché il Caimano Faccio riferimento a Vendola e a vita del Paese dal genoma. Ecco Letta se si va col centro,
dispone di una macchina da Di Pietro... certo non Beppe si parla tanto di terapia genica Chiamparino se si corre con Sel è ROSY BINDI è l’unica che è UN LEADER che abbia a
guerra impressionante (i media). Grillo, il Mr Bean di professione per sconfiggere le malattie. Mi sa e IdvV. Il sogno, invece, sarebbe potrebbe mettere insieme il cuore la giustizia e la legalità, per
E poi, cosa forse ancora più che si crede politico. È un che lui l’ha già operata. la Finocchiaro. centrosinistra e stracciare combattere la corruzione e le
incisiva, nessuno ha coraggio e personaggio simpatico che fa Emanuele Paolo chiunque in un confronto mafie a partire dai colletti
idee in questo Paese. Dov’è il bene alla democrazia, ma niente televisivo. Detto senza ironia, è bianchi. Un nome? Gian Carlo
politico che si batte per le di più. Nel Pd ormai nemmeno è DI PIETRO, contro la è VOTO GRILLO ma in verità l’unica che ha le palle nel Partito Caselli!
energie rinnovabili che in più i vertici credono nella riuscita commissione d’inchiesta su voto il movimento a 5 stelle. democratico. Gina
Germania negli ultimi 10 anni dell’impresa, salvo qualche uscita Genova 2001, ha sempre Grillo non si candiderà mai di Giorgio
hanno generato 700.000 posti di sporadica prontamente coperto gli abusi delle forze persona e davvero è visto come è LUCA Cordero di
lavoro? Chi parla di ricerca ed equilibrata con errori successivi. dell’ordine chiudendo entrambi troppo estremista perchè la è BERSANI è un ottimo Montezemolo
istruzione che sono il nostro Tony gli occhi, ospita nel suo partito il massa di italiani centristi e leader. Purtroppo per lui, ci Daniele Ognibene
pagina 6 Sabato 11 settembre 2010

U
MALA ITALIA

na vicenda “triste e drammatica” ancora la capacità di proteggere le persone che trent’anni una cosa già vista. Speriamo che almeno
I figli di Aldo Moro quella dell’omicidio del sindaco di sono più esposte, che più si buttano in avanti”. La in questo caso si possa avere rapidamente una
Pollica, Angelo Vassallo, per i figli di figlia del presidente della Dc ucciso dalle Br ha chiarezza e una verità”. Per Franco La Torre è
due vittime illustri della storia italiana come Aldo ricordato l’amicizia che la lega ad Anna Maria e “drammatico che nel nostro Paese chi si impegna
e di Pio La Torre: “I più Moro e Pio La Torre, Agnese e Franco, intervenuti Lucia Torre, figlia e moglie del sindaco di Pagani in nome delle istituzioni per un buon governo si
al 43esimo incontro nazionale di studi delle Acli, in ucciso nel 1980 perché si opponeva all’ingresso trovi certe volte di fronte la criminalità organizzata
corso a Perugia. “È sempre enormemente triste - della Camorra nei fondi della ricostruzione. “Mi che non guarda in faccia a nessuno e che per
esposti non sono protetti” ha detto Agnese Moro - vedere che non abbiamo sembra di rivedere – ha affermato – dopo servire ai propri interessi arriva ad uccidere”.

ECCO
I FUNERALI
DEL SUD
Il Vescovo: “Killer simili
a bestie, spero non siano qui” Una folla immensa al funerale di Angelo Vassallo, ucciso da sicari con 9 proiettili (FOTO ANSA)

ioggia incessante al porto di Acciaroli ieri


Pl’ultimo
mattina. Seimila persone sotto l’acqua per
st’area”. Presente anche Pier Ferdinando
Casini (Udc): “Smettiamola con le litanie sul
Oceani per una briciola di futu-
ro e di pescatori che elemosina-
anche della politica nel Sud. Vas-
sallo era un sindaco del Pd e di
Oltre sei mila
saluto al sindaco Angelo Vassallo.
“Siate voi i veri padroni del Cilento, e pro-
Sud. Il Mezzogiorno va aiutato dal Nord e dal
resto del Paese”. Casini ha sottolineato come
vano al mare il loro pane. Quel-
lo che oggi si chiama il territorio
questo era orgoglioso.
Ai funerali c’erano Bersani e Bas-
persone sotto
teggete i vostri figli come sentinelle sul ter-
ritorio”: questa l’esortazione del vescovo di
la sua presenza fosse “una testimonianza di af-
fetto verso un amministratore che si è battuto
e che per Vassallo era una vera e
propria ossessione.
solino insieme a tanti ammini-
stratori locali. Tutti lì a ricordare
la pioggia
Vallo della Lucania, Rocco Favale, ai cilen- per la legalità”. Nichi Vendola ha parlato di un uomo onesto, il sindaco pe-
tani presenti ai funerali del sindaco di Pollica “un Sud ferito e offeso dalla presenza delle ma- Sempre in lotta scatore che sventolava le bandie- per l’ultimo
Angelo Vassallo. Il vescovo ha invitato anche fie, ma c’è anche un Sud coraggioso e orgo- re blu e il vessillo dell’ambienta-
a non lasciarsi “prendere dalla prospettiva glioso come quello della meravigliosa parabo-
per la sua terra
lismo. Tutti, anche i sindaci e i po- saluto
degli affari d’oro, soprattutto se derivanti da la di un sindaco perbene, ambientalista come litici del Pd che in Campania han-
denaro di dubbia provenienza. Tenetevi Angelo Vassallo. Qui c’è un grande Sud che VOLEVA difenderlo dalla spe- no governato scegliendo altre al sindaco
stretti i sacrifici fatti dai vostri antenati. Ac- oggi ha fatto di Pollica la propria capitale, la culazione e dal cemento, valoriz- strade. Basta farsi un giro in quel-
contentatevi del poco”. Poi ha definito “gli capitale della legalità, della bellezza e del co- zarne le risorse, trasformare il le aree della Campania infelix (le Angelo Vassallo
autori dell’omicidio, più simili a bestie che a raggio”. Il governo è stato rappresentato dal mare pulito, il cibo povero e sano zone costiere del Casertano e del
uomini”. I sicari sono “dimostrazione dell’ab- ministro Stefania Prestigiacomo: “Il Cilen- delle colline, la dolcezza dei bo- Napoletano, le città della grande
brutimento della dignità umana, mi auguro to non sarà lasciato solo. Faremo di tutto per schi che sovrastano le scogliere, cintura metropolitana) per com- per la ferocia espressa nella vo-
che queste bestie non siano tra noi ora”. salvaguardare questa zona”. Dal presidente nel petrolio di queste parti. In- prendere quale: quella del ciclo lontà di dominio di un territorio,
Presente anche il segretario del partito di Vas- della Repubblica, Giorgio Napolitano, una somma, Vassallo aveva in mente del cemento senza limiti, quella della sua gente e della sua ammi-
sallo, il Pd. Pier Luigi Bersani ha promosso corona funebre, deposta sul palco e collocata un altro modello di sviluppo di della teoria monnezza- discari- nistrazione. È il cancro mortale di
un confronto sui temi del Mezzogiorno e della accanto al feretro. queste terre, diverso da quello di che-centri commerciali. Vassallo un Sud dove il 77% della popola-
legalità, in programma il prossimo 20 settem- Il funerale si è concluso con la richiesta alle altre parti della Campania e del era cosa diversa, apparteneva a zione (dati Censis) è costretto a
bre proprio a Pollica: “Sarà questa - ha detto istituzioni e alla politica “di un impegno per resto del Sud. E quanto avesse ra- quella schiera sempre più ristret- convivere con le mafie. I pensieri
Bersani - l’occasione per fare il punto della si- Pollica” da parte del vicesindaco Stefano Pi- gione lo dimostrano due dram- ta e inascoltata (dai partiti, tutti, cupi allora aumentano, si ritorna
tuazione con gli amministratori locali di que- sani. matiche coincidenze. Mentre il anche dal Pd) di amministratori e alle immagini del funerale e rie-
sindaco pescatore si avviava al militanti politici che nel Sud cre- cheggiano le parole di monsi-
suo ultimo viaggio, a pochi chilo- dono nella legalità opponendosi gnor Favale, vescovo di Vallo del-
di Enrico Fierro co che è stato il funerale di An- “scenografia” della cerimonia metri da Acciaroli, ad Atrani sulla senza se e senza ma alle mafie e ai la Lucania: “Non lasciatevi pren-
Pollica (Salerno) gelo Vassallo, vengono in mente dice tante cose. La gigantogra- Costiera Amalfitana, un fiume loro sistemi di potere. Vassallo si dere dalla prospettiva degli affari
pensieri cupi. Non solo per la fia che ritrae Vassallo in jeans e violentato da anni di speculazio- era opposto ad una grande specu- d’oro. Tenetevi stretti i sacrifici
vedere le lacrime della pioggia e il vento che tormen- camicia accovacciato su uno ne, mai curato, distruggeva tutto lazione sul territorio, per questo fatti dai vostri antenati. Siate voi i

A gente, i gonfaloni dei Co-


muni arrivati da tutta Ita-
lia, le facce delle “note
personalità politiche”, insom-
ma ad essere nel mezzo di que-
tano le migliaia di giovani venu-
ti qui da tanta parte d’Italia, ma
per i messaggi che la morte del
sindaco-pescatore lancia ad un
Paese distratto e ormai indiffe-
scoglio l’hanno appesa sulla tor-
re che difende il porto, di fronte
la collina, alle spalle il mare. Le
due uniche ricchezze del Cilen-
to, una volta terra di contadini
e uccideva ancora. E a Soverato,
in Calabria, si ricordava il decimo
anniversario della tragedia del
camping costruito in una fiumara
e costata la vita a decine di per-
ha pagato. O forse aveva intuito
che la droga dalle sue parti arri-
vava e come, e che non era solo
destinata ai vacanzieri estivi.
Qualunque sia la pista, è camor-
veri padroni del Cilento e proteg-
gete i vostri figli come sentinelle
del territorio”. Ecco, se parole co-
me queste non diventano politi-
ca, i funerali di Vassallo rischiano
sto grande atto di dolore pubbli- rente alle sorti del Sud. Anche la disgraziati costretti a varcare gli sone. Due drammi che parlano ra, per il metodo, per gli obiettivi, di essere i funerali del Sud.

CROTONE Legami Sant’Agata, vietato parlare di mafia


tra politica e cosche Chi si oppone finisce in tribunale
nche se può sembrare un po’ tardiva, è stata di Giuseppe Lo Bianco sa Sicilia e protagonista del gos- la legittimità dei provvedimenti
“A fatta una valutazione attenta”, ha spiegato il
questore di Crotone, Giuseppe Gammino. Il com-
Sant’Agata di Militello (Messina) sip nazionale, per le relazioni
(vere o presunte) con Valeria
amministrativi, ed in particolare
quelli di natura edilizia, non pos-
mento è legato ai nove arresti, effettuati ieri in car-
cere, per un’indagine di mafia chiusa già due anni
fa. Era il 23 dicembre 2008, quando i pm della dda di
Icitolgato
capo ufficio tecnico è inda-
per mafia, ma non è le-
dubitare della correttezza
Marini (sua) e con Simona Ven-
tura (del figlio Alberto).
sono essere messe in dubbio”.
Neanche se, come nel caso di
Sant’Agata, il capo dell’ufficio
Catanzaro Pierpaolo Bruni e Sandro Dolce, chiede- del suo operato: chi lo fa, viene I MAGISTRATI Antimafia del- tecnico Giuseppe Contiguglia, è
vano l’arresto di ben 37 persone. Contestualmente, denunciato dal Comune alla ma- la città dello Stretto indagano da indagato per mafia: di lui il Ros di
ne richiedevano il rinvio a giudizio e, tra queste, gistratura perché “la trasparen- mesi (e hanno delegato alla po- Messina sottolinea “la sensibilità Salvatore Mancuso (FOTO LAPRESSE)
c’era un consigliere del Pd, Giuseppe Mercurio. La za e la legittimità dei provvedi- lizianumerosi interrogatori di te- verso le esigenze dei gruppi ma-
richiesta d’arresto cautelare, però, non fu mai ese- menti non può essere messa in stimoni) sui presunti “affari” che fiosi operanti nel territorio”. ruolo di consulente tra le due
guita. Né allora, né ieri, perché nel frattempo il gip dubbio”. E poi lottizzazioni ille- ruotano attorno all’amministra- Una sensibilità propria anche parti”. Per il fratello del manager
ha avviato l’udienza preliminare e Mercurio è stato gali sullo sfondo del grande af- zione comunale guidata dal fra- del terzo fratello Mancuso, Giu- Alitalia, a conclusione delle inda-
rinviato a giudizio per concorso in associazione ma- fare (50 milioni di euro) del ri- tello di Mancuso, Bruno: a capo seppe, noto avvocato penalista, gini, è stata chiesta l’archiviazio-
fiosa. Nessun arresto, per l’ex consigliere, che nel sanamento del porto, compra- di una coalizione di centro de- per il quale la procura aveva ne, non ancora accolta.
frattempo si è dimesso. Eppure il caso Mercurio è vendita di voti e ricatti occupa- stra, oggetto di una montagna di chiesto l’arresto, dopo la scoper-
davvero imbarazzante. Ecco cosa si legge negli atti zionali documentati da conver- esposti alle procure, alla com- ta, grazie alle rivelazioni di un IN UN CD recapitato ai magi-
su di lui: “Alle elezioni amministrative del comune sazioni registrate su cd: la Dire- missione Antimafia e alla Corte pentito, che i due gruppi mafiosi strati, infine, è svelato il segreto
di Crotone del maggio 2006, ha raccolto 450 pre- zione distrettuale Antimafia di dei conti, dell’associazione “Pro- più importanti, i Galati Giordano della conquista del potere dei
ferenze, risultando primo degli eletti del partito dei Messina accende i riflettori su getto S. Agata” e dei componenti e i Bontempo Scavo (quelli, per Mancuso a Sant’Agata: una deci-
Ds, nonché terzo assoluto nell’intera città. Il risul- Sant’Agata di Militello, cittadina dell’opposizione, che qui è co- intenderci, che terrorizzarono i na di conversazioni registrate tra
tato è stato conseguito grazie all’attivo sostegno della fascia tirrenica, feudo del- stituita dall’asse Pd-Udc. Un me- commercianti di Capo D’Orlan- imprenditori, consiglieri comu-
prestato da Russelli Francesco, che ha mobilitato la famiglia di Salvatore Mancu- stiere difficile, quello dell’oppo- do costringendo Tano Grasso a nali e capi-corrente (e in un caso
numerosi pregiudicati appartenenti al sodalizio so. sizione, visto che quando i con- costituire la prima associazione c’è anche la voce del sindaco)
mafioso dei Papaniaciari”. A capo della cosca, c’è Proprio il vicepresidente di Ali- siglieri hanno sollecitato il sinda- antiracket della Sicilia), avevano documentano la compravendita
uno dei destinatari degli arresti di ieri, che però era talia, uno dei finanzieri più attivi co a rivedere “in autotutela” al- raggiunto un accordo di pace di voti e candidature. Da 20 a 50
già in carcere per altri reati, Pantaleone Russelli, 37 in Italia in questo periodo di cri- cuni dei provvedimenti adottati, proprio nel suo studio legale. euro a voto, 500 euro per con-
anni, ritenuto il reggente della cosca. (a. mass.) si nera, ammesso ormai da anni la giunta ha serrato le fila denun- “L’avvocato Pippo Mancuso – vincere i cittadini a candidarsi in
nel salotto della finanza italiana: ciando l’opposizione alla magi- disse il pentito Salvatore Marotta una lista piuttosto che in un’al-
candidato a guidare Banca Inte- stratura perché “la trasparenza e – intervenne alla riunione con il tra.
Sabato 11 settembre 2010 pagina 7

“A
ITALIE

trani ha una conformazione per cercare Francesca Mansi, la 25enne di


Atrani, si scava ancora particolare, sembra un collo Minori scomparsa da oltre ventiquattr’ore.
di bottiglia. A monte si è L’assessore regionale alla Protezione civile
verificato un rigonfiamento del torrente Dragoni Edoardo Cosenza ha detto: “Quello della
per trovare la ragazza che a valle non è stato contenuto dal corso e ha costiera amalfitana è un territorio ad alto rischio
invaso in paese”. Lo spiega l’Autorità di Bacino idrogeologico, già classificato come zona rossa. Il
dopo la ricognizione sul territorio devastato disastro è dovuto anche alle caratteristiche
travolta dalla frana dall’esondazione. Ieri in serata si scavava ancora geomorfologiche ben note”.

EURO PREVISTI PER L’AQUILA: ZERO


“QUI I SOLDI DELL’8 PER MILLE” Sabato senza
posta e giornali
Proposta di Sabina Guzzanti nella notte di Draquila L’Osservatore
cita “il Fatto”
sempre la stessa: “La nostra città
ha un futuro?”. Il pubblico punta
gli occhi verso Sabina Guzzanti e i
di finire alla criminalità organizza-
ta, più che agli aquilani. Impossi-
bile non denunciare gli sprechi,
italiani. In passato quando una
città, una regione hanno dovuto
affrontare grandi tragedie, tutto
N on capita tutti i
giorni di essere citati
dall’Osservatore Romano.
suoi ospiti: Gianfranco Cerasoli, come le indennità milionarie dei il Paese li ha aiutati. Adesso non Ma “il Fatto Quotidiano” è
responsabile Uil Beni culturali; commissari straordinari: “Invece bisogna abbandonare l’Abruz- riuscito a sfatare anche
Gianni Lolli, deputato del Pd; Ste- di nominare un commissario, ma- zo”. Come, allora? “Il mezzo usa- questo tabù. Il periodico
fania Pezzopane, ex presidente gari inutile, si potrebbe recupera- to finora è stato quello di una tas- ufficiale della Città del
della Provincia; Giusi Pitari, espo- re un intero palazzo”. sa di scopo, destinata cioè Vaticano, infatti, segnala a
nente dei comitati degli abitanti; I cittadini chiedono una soluzio- espressamente alla ricostruzio- pagina 2 del numero in
Angelo Venti, giornalista, e Anto- ne, un’indicazione concreta. ne della nostra terra”. edicola oggi, 10
nello Ciccozzi, docente di Antro- Stefania Pezzopane ci prova: “Il settembre, il servizio a
pologia culturale all’Università governo ha orrore della parola NON È la sola ipotesi. Sabina firma di Daniele Martini
degli studi dell’Aquila. Nessuno tasse. Ma per salvare L’Aquila bi- Guzzanti, insieme con Pezzopa- sulla decisione delle Poste
ha una risposta al timore che ani- sogna chiedere l’aiuto di tutti gli ne e Cerasoli, propone un’altra di non distribuire più di
ma la folla. Ma strada: “Si potrebbe anche ricor- sabato la posta e neppure
ognuno porta un rere all’8 per mille”, quella fetta i giornali in
tassello per capire
che cos’è il presen-
Per la ricostruzione (oltre un miliardo di euro) del
gettito Irpef che ogni anno viene
abbonamento.
L’Osservatore definisce
te, prima di affron-
tare il futuro.
del centro servirebbero divisa tra lo Stato e le diverse
chiese. Si parla stringendo il mi-
“epocale” la disposizione
dell’azienda soprattutto se
“L’Aquila è una del- crofono e sperando che le parole si pensa che la continuità
le venti città d’arte 3 milioni e mezzo in qualche modo arrivino fino a del servizio postale in
d’Italia”, racconta Roma. Mille persone incollate al- Italia non era stata messa
Cerasoli, e lo Meno di quelli lo schermo e al palco per più di in discussione neanche
sguardo di tutti va tre ore. Per parlare e per sentirsi, nei periodi bellici. Oggi,
alla facciata di Col- per il Ponte sullo Stretto almeno una sera, di nuovo città. invece, vengono
lemaggio. Aggiun- Poi L’Aquila ritorna deserta. potenziate funzioni
Sabina Guzzanti con il sindaco Massimo Cialente (FOTO ANSA) ge: “Secondo le sti- aziendali più ricche, dal
me per ricostruire Bancoposta alle
di Feruccio Sansa paesi vicini dove si sono trasfe- il centro storico servirebbero tre assicurazioni per il quale
inviato a L’Aquila rite dopo il terremoto. Alla fine miliardi e mezzo”. Mormorio tra DIPLOMATICI PER CASO peraltro l’azienda riceve
saranno più di mille. Per una se- la folla. Già, perché, riferisce Ce- un sussidio statale che
re miliardi e mezzo di euro. ra L’Aquila sembra vivere di rasoli, “nell’intero bilancio dello
ZAIA CONTRO L’IRAN negli anni cresce

T Meno di quanto costerà il


Ponte sullo Stretto sponso-
rizzato dal centrodestra.
Meno di un terzo della spesa pre-
vista per la mega autostrada Me-
nuovo.

LA CITTÀ assiste insieme con


Sabina Guzzanti alla proiezione
del suo film Draquila, dedicato al
Stato ci sono appena 70 milioni di
euro per la conservazione del no-
stro patrimonio”. E per L’Aquila?
“Nel 2009 la Protezione civile
aveva previsto 50 milioni di euro,
“I l Paese e le istituzioni che avallano pratiche barbare
come la lapidazione non sono interlocutori degni di
noi, se verranno a bussare alla Regione Veneto nessuno li
costantemente (533
milioni di euro nel 2007,
670 nel 2008 e 739 l’anno
scorso). In sintesi, si tratta
di una sorta di
stre-Orte-Civitavecchia (voluta terremoto. Un’ora e mezza di pel- ma ne sono arrivati 20”. Il peggio, riceverà”. Parola di Luca Zaia, che ha inaugurato ieri la trasformazione genetica
da tutti, dal Pd al Pdl). È quanto licola, e poi il dibattito che non però, deve ancora arrivare: “Oggi Fiera orafa di Vicenza sfilando tra gli stand addobbati con di un altro pilastro del
servirebbe per evitare la morte di finisce mai: due ore, nonostante il non c’è nemmeno un centesi- ori e gioielli mozzafiato. Il governatore veneto sfiora con le servizio pubblico, come
una città: L’Aquila. freddo, perché qui tutti hanno vo- mo”. Più d’uno anche tra il pub- mani una lettera riposta nel taschino della giacca, pronto a già accaduto con le
Davanti alla basilica di Colle- glia di parlare, di scambiarsi idee, blico sussurra: “All’inizio veniva- consegnarla. Poi valuta bene e ci ripensa, la lascia nel Ferrovie, dove all’ad
maggio – con la sua facciata tre- timori. E, magari, anche un poco no tutti, oggi che siamo di fronte taschino e passa oltre lo stand iraniano. La lettera era Mauro Moretti è stato
centesca che fino al 6 aprile di speranza. Certo, fa uno strano al fallimento della ricostruzione consentito di
2009 guardava un grande prato effetto guardare se stessi, la pro- non si vede più nessuno”. Il mi- proprio per gli orafi iraniani che – assieme a palestinesi, concentrarsi solo sui treni
e una città piena di vita e di stu- pria storia in un film. Si osserva e nistro Sandro Bondi è “assente”, indiani, pachistani e thailandesi – espongono in questi redditizi: Frecciarossa,
denti – oggi intorno è buio: mi- poi si discute. Non c’è spazio per “latitante”, dicono qui. Si parla giorni a Vicenza. Una lettera che avrebbe potuto scatenare Argento e super veloci.
gliaia di case ridotte a ombre, gli slogan, per la propaganda: se delle imprese coinvolte nella ri- l’incidente diplomatico per i toni particolarmente duri Questa sorta di
coperte dalla vegetazione. Ep- alzi lo sguardo dal telone del ci- costruzione. Certo, c’è la Cricca, verso il regime di Ahmadinejad. Parole che il presidente mutilazione trova una
pure, in una serata d’inizio set- nema all’aperto, ti ritrovi davanti ma ci sono anche costruttori in ripete al Fatto Quotidiano: “In Iran ci sono altri quattordici logica nella decisione di
tembre, ecco arrivare centinaia palazzi crollati, macerie. L’Aquila odore di mafia, come ricorda An- detenuti a rischio di lapidazione, è scandaloso, non trasferire il 35 per cento
di persone, uscite dalle abitazio- è ancora in rovina. E in fondo la gelo Venti. I pochi finanziamenti facciamo in modo che lapidino Sakineh e ce lo dicano a del capitale delle Poste
ni prefabbricate, arrivate dai domanda per tutti gli abitanti è che arrivano a L’Aquila rischiano cosa avvenuta, manifestiamo la nostra indignazione adesso. dalla Cassa depositi e
Il regime iraniano vuole la spettacolarizzazione del dolore prestiti, al Tesoro guidato
da Giulio Tremonti. La
estremo, non glielo dobbiamo permettere”. Ma è Zaia o il
Mille candeline, mille persone comunista Ferrero a parlare? Poi, tutto diventa chiaro.
Dopo qualche saluto negli stand, qualche foto con
manovra sarebbe
propedeutica alla
quotazione del
per il nostro primo compleanno simpatizzanti e curiosi e le interviste di rito a giornalisti e tv
Zaia sferra l’attacco, stavolta in pieno stile leghista: “La mia
Bancoposta in Borsa. Il
progetto ha avuto
è una chiamata alle armi a tutti gli Imam che stanno in l’assenso dei sindacati,
di Carlo Tecce tacciono, nella pineta del sticano l’accento bolo- Italia: devono firmare un proclama, un manifesto in cui si messi di fronte alla
Pietrasanta (Lucca) parco la Versiliana. Pietra- gnese mischiato al tosca- dissociano e dissentono da queste pratiche barbare come prospettiva di 6.500
santa festeggia il Fatto Quo- no, tradiscono la fretta: l’impiccagione e la lapidazione, e dal regime iraniano”. E licenziamenti. Con il
accendono le candeli- tidiano e i bagnanti lasciano “Inizia tra due ore? Bene. nuovo assetto, circa 3.300
S’ ne, tante e diverse, più
di mille per il primo com-
il sole per una fresca om-
bra, lasciano il mare per ri-
Siamo qui per fare una
passeggiata e respirare la
poi? “Ancora una cosa: vorrei che i loro sermoni ai fedeli gli
Imam che stanno qui da noi li facessero in italiano”. Si ma
postini saranno spostati
dal recapito lettere al
pleanno del Fatto. Mille co- dere con Luca Telese, Ste- vostra aria”. dove? I musulmani è anni che chiedono una moschea in settore bancario e
me le persone che s’alzano fano Disegni, i ragazzi di Ogni passo un Fatto: il libro Veneto per pregare, e Zaia qualche giorno fa aveva detto: assicurativo. Mentre per
in piedi, di scatto, appena Spinoza.it e il gruppone del- degli ospiti, le magliette, il “Le islamizzazioni se le vadano a fare a casa loro”. gli altri sono previsti
Salvatore Borsellino agita la satira. quotidiano, le sigle e le fac- Erminia Della Frattina incentivi per il
l’Agenda rossa. E cala il si- La prima fotografia di un ce. E i giornalisti. Marco Lil- pensionamento o per le
lenzio, persino le zanzare compleanno: Tommaso e lo scherza con Telese: “Ho dimissioni. I dipendenti
la sorella Letizia, un bam- un’inchiesta sulle tue pro- riconvertiti avranno
bino e una bambina, due prietà immobiliari”. E nel Sandra Amurri e Antonio re che vantava le sue foto vantaggi di carriera e di
L’affetto dei lettori colori e una poesia sull’in-
formazione che Tommaso,
teatro passano le immagini
di “Sotto scacco”, il docu-
Massari discutono di mafia,
modificano toni e luce a
in manette: “Dopo tre gior-
ni mi hanno chiesto le di-
stipendio. Nessun
vantaggio per i cittadini,
per i giornalisti: nient’affatto timoroso, re-
cita con espressione al
mentario di Udo Gumpel e
Lillo, vent’anni di rapporti
ogni ricordo, la gente ap-
plaude, ascolta, freme. E ri-
missioni. Forse me le chie-
deranno – scherza Lombar-
soprattutto per gli anziani
che, come scrive
pubblico di un teatro tra mafia e politica, di do- flette. Pensa che qualcosa di – persino per il com- L’Osservatore “non usano
è cominciata all’aperto che sembra la mande senza risposte. Vi- può cambiare se qualcuno pleanno del Fatto. Ma io la posta elettronica e per i
Woodstock in miniatura. deo e parole: Salvatore Bor- vuole cambiare, anche se non pongo barriere, voglio quali la corrispondenza è
la tre-giorni La signora Letizia e suo sellino, Roberto Scarpina- stesso. Pensa al sindaco di essere il sindaco del con- ancora una realtà molto
marito arrivano dalle to, Marcello Ravveduto, Li- Pietrasanta, Domenico fronto, non della censu- importante”.
a Pietrasanta montagne di Pistoia, ma- rio Abbate de L’espresso, Lombardi, e al predecesso- ra”. (Francesco Carbone)
pagina 8 Sabato 11 settembre 2010

L’11 SETTEMBRE L’11 SETTEMBRE

Crociate A sinistra, il reverendo Terry Jones che ha annunciato di voler


bruciare copie del Corano. Sopra, il cantiere di Ground Zero. A destra, una Il primo emendamento della Costituzione Usa garantisce assoluta libertà di parola e di stampa, e sancisce la terziarità della legge rispetto al culto. Negli Usa nessuna
manifestazione in Pakistan, ieri, nella quale gruppi di avvocati hanno bruciato autorità può privilegiare od ostacolare un culto né vietare manifestazioni pubbliche. Una sentenza della Corte Suprema del 1989 dichiarò incostituzionale il divieto attivo in
bandiere americane. Nell’altra pagina, le Torri gemelle colpite dagli aerei dirottati molti Stati di bruciare o compiere atti di vilipendio verso la bandiera. La Corte ribaltò la condanna di Gregory Lee Johnson che aveva incendiato una bandiera a stelle e strisce
dai terroristi la mattina dell’11 settembre 2001 e Obama parla ai militari (FOTO ANSA) per protesta contro Reagan. Il Congresso ha più volte tentato di far passare un emendamento: sempre approvato alla Camera, non è mai riuscito a prevalere al Senato.

IL ROGO E LA VANITÀ Obama, l’America profonda


di Roberto Faenza * stretto dei terroristi. Fa impressio-
New York ne vedere Obama a Cleveland con-
testato da una fila di uomini e don-
sfogliare le pagine dei quo- ne armati di striscioni con la sua im-

A tidiani americani il ricordo


della tragedia dell’11 set-
tembre sembra più un fatto
formale che un dramma ancora
presente. Mentre lo scorso anno e la nuova campagna d’odio
magine e sotto, a caratteri cubitali,
la scritta Marxism. Per non dire di
altri manifesti orribili, con la scritta
“Obama, go back to Africa”.
Prima di Obama il nemico degli

Il reverendo Jones: Non brucio il Corano ora, ma lancia la commemorazione riempiva le


prime pagine, quest’anno si tro-
va circondata da un crescendo di
americani è stato di volta in volta
la Russia, il Vietnam, la Cina, Cu-
ba. Ora molti americani il nemico

un nuovo ultimatum. Il presidente: lo fermi la preghiera notizie sulle difficoltà che sta in-
contrando l’amministrazione
LA CRISI ECONOMICA SOFFIA SULLA RABBIA lo vedono in patria, seduto alla Ca-
sa Bianca. Non era mai accaduto
Obama. Nello staff del presiden- che si giungesse a dubitare che il
te regna l’inquietudine e un non presidente avesse i titoli anagrafi-
di Angela Vitaliano ta e riannunciata, fino all’ultima- s’è cacciato. economica in cui versa la sua glio di Jones, Luke, ma pronta- proprio a proposito dell’11 set- più celato nervosismo. È sotto mes di queste ore, un giornale che interessa sapere che la soluzione stante e lasci in banca 500.000 dol- non programmare nuove spese. A ci per essere eletto. Un docente
New York tum di ieri sera) minaccia di bru- I suoi continui tentennamenti, a chiesa e, spiega, dunque, quella mente negato dall’imam), cerca tembre, che gli Stati Uniti non so- gli occhi di tutti lo spettro che si pure ha sempre tifato per lui. Negli della crisi potrebbe richiedere an- lari in un deposito certificato, por- nulla serve agli esperti di Obama della Nyu mi ricorda che Kennedy
ciare il Corano nel giorno in cui partire da giovedì, quando, dopo patetica necessità di recuperare chiaramente appigli per mante- no in guerra con l’Islam ma con aggira nei dintorni della Casa ultimi tempi non perde occasione ni. Né sapere che Obama ha pro- ti a casa sì e no 7.000 dollari l’anno, pubblicare oggi un rapporto che venne assassinato in un momento
erry Jones, il pastore fonda- gli stati Uniti si raccolgono, in si- le parole del presidente Obama denaro attraverso la vendita di Bianca. Si chiama midterm elec- una miseria. Di tutto ciò, l’eletto- in cui la temperatura di odio nei

T
nere quell’attenzione che le di- Al Qaeda e che “siamo una na- per fargli le pulci. In prima pagina messo di ritirare i soldati da Iraq e documenta come la riforma del
mentalista della Florida, che lenzio, per commemorare i morti che quasi lo implorava di tornare tazze e magliette con stampate chiarazioni di preoccupazione e zione unita, composta da perso- tion”. Si tratta delle imminenti l’autorevole Matt Bai scrive che Afghanistan. Nè che il terrorismo rato si è convinto sia responsabile welfare per 32 milioni di persone, suoi confronti era salita al massi-
da giorni tiene, incredibil- dell’11 settembre, evidentemen- sui suoi passi, e la telefonata, bre- frasi di odio verso l’Islam. condanna arrivate dal generale ne che danno a Dio nomi diversi. elezioni per rinnovare la Camera Obama “rischia di confondere gli pare al momento dormiente. Né la Obama. Non ricorda il baratro fi- oggi senza assicurazione, sia a co- mo. Chiedo se Obama rischi dav-
mente, il mondo con il fiato te non sa più come uscire “inden- ve e secca del segretario della Ca- Odio che, come confessato dallo Patraeus, dal segretario di Stato Ma nessuno riuscirà a farci del e il Senato. I sondaggi danno i de- elettori e non è la prima volta”. Il transizione dall’era industriale nanziario creato da 8 anni di am- sto zero per lo Stato. Nessuno ci vero. Mi risponde che si stupisce
sospeso per l’annunciata (e ritira- ne” dal ginepraio in cui lui stesso sa Bianca Robert Gibbs che gli stesso Jones in una delle innume- Clinton, da tutti i leader religiosi male con divisioni basate su dif- mocratici in netto svantaggio a giornale sostiene che il presidente all’era digitale di Steve Jobs. Tanto- ministrazione Bush, che intrapre- crede. In questo clima di insoddi- che non vi siano stati ancora at-
rinnovava le preoccupazioni per revoli, deriva non da una profon- e dal Vaticano, gli avevano prov- ferenze religiose o etniche”. E, favore dei repubblicani e gli stes- non è stato sinora in grado di fron- meno gli interessa il grande sogno se anche le costosissime guerre in sfazione e scetticismo si inserisco- tentati. Le misure di sicurezza per
il pericolo in cui si sarebbero tro- da e seria conoscenza del Cora- videnzialmente procurato. È sempre insistendo sul senso re- si candidati del partito democra- teggiare la gravità della crisi eco- di un’America più giusta. “All’ame- Iraq e in Afghanistan. L’elettore no gli oppositori del presidente, proteggere il presidente si stanno
vati i soldati Usa, sono il segno di no e della cultura islamica ma da chiaro, poi, che, data la circo- ligioso della nazione, il primo tico guardano al loro presidente nomica e non dà segni di saperla ricano medio - mi dice un polito- pensa solo, spiega un consulente pronti a combattere la battaglia facendo ossessive. Posso testimo-
I MEDIA e l’effetto un’incertezza di condotta che
tradisce sempre più il suo deside-
sporadiche fruizioni di video di
You Tube. Il reverendo pistolero,
stanza dell’11 settembre e l’on-
data di polemiche che da setti-
cittadino d’America ha fatto un
appello diretto al reverendo, au-
come alla principale causa di
una loro eventuale sconfitta.
superare. La critica più presente in
tutta la stampa che ha sostenuto
logo di Yale - interessa contare
ogni giorno quanti soldi ha in ta-
della Offit Capital Advisors, che
“se hai speso la tua vita a essere
per riconquistare Camera e Sena-
to. Anche Clinton nel secondo
niarlo di persona. Pochi giorni fa
Obama è venuto a cena a New
rio di attenzione e popolarità. Jo- dunque, che da due giorni con- mane accompagnano la realizza- spicando che “'La mia speranza è Obama è di aver speso troppe sca. E di soldi al momento ne ha prudente e a risparmiare per quan- mandato i trovò a governare senza York sotto casa dove abito in Mac-
boomerang nes, ancora venerdi, ha giocato,
ai microfoni della Cnn come di al-
diziona la sua decisione finale al-
lo spostamento dell’ormai famo-
zione del centro Park 51, abil-
mente strumentalizzate dai lea-
che quest’individuo ci preghi so-
pra e torni sui suoi passi”.
Effetto gratificazione energie nel progetto di riforma del
welfare, incompresa dal suo stes-
sempre meno”. Primum vivere dein-
de filosophari, suggerivano già due-
do andrai in pensione, adesso sco-
pri che i tuoi risparmi sono carta
maggioranza, ma i rapporti con
l’elettorato erano eccellenti.
Dougal Street, nel Village. L’intera
città è stata invasa da agenti fede-
momentanea
desso che l’incendio mediatico arde gli stessi gior- tre tv, la carta del “dire e non di- so centro Park 51 di Manhattan e straccia”. Obama, consapevole rali, poliziotti, agenti dell’Fbi a
Aacceso
nali s’interrogano se e quanto il loro circo abbia
le polveri e contribuito a infiammare la po-
re”, del ritrarre ma poi ripropor-
re, del ripensarci e poi ripensarci
all’incontro con Abdul Rauf (in-
contro prima confermato dal fi-
der del Tea Party, Sarah Palin in
testa, l’eco dato dai media al mi-
nacciato falò fosse quasi inevita-
“Papà è impazzito,
“Instant gratification”. Questo ter-
so partito e da gran parte dell’elet-
torato, in un momento in cui ben
altre sono le esigenze prioritarie.
mila anni fa i saggi.
Graham Bowley, altro noto com-
mentatore del New York Times de-
del calo di consensi e pressato dal
suo stesso partito, si sta affrettan-
Il nemico in casa ogni angolo delle strade. Invece
di essere soddisfatti di vedere pro-
ha bisogno di aiuto” e il rischio attentati
lemica. Il New York Times si chiede se l’attenzione spa- ancora. “Sospendere” un’azione bile. Cosi’ come la frustrazione mine, mi dice un giovane ricerca- Chiedere agli americani di spen- scrive in prima pagina lo stato do a lanciare un nuovo piano di sal- tetto il proprio presidente, una
smodica attorno al reverendo Jones non abbia ali- è altro dal cancellarla e questo, chiaramente espressa dal presi- tore della Columbia University, dere anche un solo dollaro in più d’animo del risparmiatore ai tem- vataggio economico: 500 milioni valanga di critiche si sono abbat-
mentato le rivendicazioni dell’oltranzista cattolico e
ne abbia fatto un personaggio assai più influente del-
purtroppo, è il verbo sul quale
l’ex manager di albergo sta dispe-
La Casa Bianca dente Obama nelle dichiarazioni
di giovedì, in cui non nasconde-
A RIASSUMERE in modo più
privato e intimo la situazione
serve a capire lo stato d’animo
dell’elettore americano. È un elet-
per la salute pubblica, quando di
dollari ne hanno sempre di meno,
pi di Obama. Va in banca per de-
positare i suoi risparmi e si sente
di dollari per strade, ferrovie e altri
progetti di iniziative pubbliche.
Quello che più spaventa in una
crescente campagna di odio con-
tute sulla Casa Bianca. “Adesso ci
tocca anche pagare di più per la
le sue reali possibilità di comunicazione. L’America è
maestra in questo gioco, che però spesso sfugge di
ratamente attaccandosi per man-
tenere l’attenzione ancora viva
nel giorno va la difficoltà ad accettare che
un pastore, leader di una trenti-
creata dalla campagna anti-Islam
di Terry Jones è stata ieri la figlia
tore che non è abituato ad atten-
dere. Fa parte dello spirito ameri-
è ritenuto dai commentatori erro-
re imperdonabile. Al cittadino che
dire che il denaro rende zero. Anzi,
con le normali spese di conto cor-
Apriti cielo: i repubblicani sono
partiti lancia in resta e stanno sca-
tro il presidente è che da più parti
viene vissuto come un nemico
sicurezza del presidente”, hanno
scritto i media a lui avversi. E han-
mano ai “creatori” stessi di notizie, come ricorda an-
che il popolare blog di Arianna Huffington: “È come
sull’insania della sua minaccia.
Come appunto l’ultimatum di
dell’anniversario na di persone, potesse, a suo mo-
do, mettere all’angolo il presi-
del reverendo Emma che da due
anni non parla con il padre: “Mio
cano: pragmatico, chiede fatti, li
vuole subito. Obama, così la pen-
non risiede nell’illuminata New
York o nella consumistica Los An-
rente alla fine dell’anno scopre
che non solo non è creditore, ma
raventando sul presidente un’on-
data di ingiurie. Sostengono che in
dell’America, uno straniero nato in
Africa, uno che molti continuano a
no aggiunto: “se fosse un vero
americano non avremmo tutti
assistere a eventi di un universo parallelo che non ha due ore lanciato ieri sera all’imam padre ha bisogno di aiuto... penso sano i suoi stessi elettori, non ha un momento così grave bisogna pensare sia di stretta fede musul- questi problemi”.
nulla a che vedere con ciò che sta realmente acca- della moschea di Ground Zero di dell’11 dente della prima potenza del
mondo. che sia impazzito, quando parla saputo ripagare la loro fiducia. Vo-
geles ma vive nell’America di mez-
zo, rurale o postindustriale, non
deve soldi alla sua stessa banca.
Quando poi sei abbastanza bene- riempire i frigoriferi e gli armadi e mana, in parole povere un parente * regista
dendo. Sembra la vicenda del piccolo Falcon Heene spostare il luogo di culto dal “ter- D’altro canto il Primo Emenda- delle sue ragioni mi sembr un al- levano essere gratificati con un
(i genitori dissero che era in un pallone aerostatico e reno sacro” agli americani. settembre: in mento parla chiaro e un presi- tro, e io condanno ciò che dice”, successo immediato. Sono passati
il paese si mobilitò per seguirne gli sviluppi, per poi La conoscenza più approfondita dente non può far altro che ri- ha spiegato al settimanale tede- due anni dalla sua elezione, dico- LA MOSCHEA DI NEW YORK
scoprire che era sempre rimasto a casa, ndr). del pastore, capo di una congre- guerra contro al spettare la Costituzione. sco Der Spiegel. Gli ha mandato an- no, ma non si vedono i risultati. La
gazione di poco più di trenta ani-
me, rivela la difficile situazione Qaeda non l’Islam Certo può ribadire, come fatto
ieri nel corso di un intervento
che una mail per dirgli: “Papà,
non lo fare”.
troupe con cui sto girando il mio
nuovo film è composta da un cen-
tinaio di persone, per lo più attor-
no ai trent’anni. Non ne conosco
Nella bottega dello scandalo di Ground Zero
uno che non abbia votato per Oba- di Alessandra Cardinale mazzo di chiavi. Si china per aprire i 21.30 può contenere fino a 200 fe- di religione è questa che permette un Sembrano tranquilli, qualcuno guar-
ma, ma si dichiarano tutti insoddi- New York due lucchetti che tengono chiusa la deli e chiunque può entrarvi. Le re- tale scempio?”. “ È la religione dei da le due anime dell’America accen-
sfatti. Non dell’uomo, non del suo saracinesca un po’ malandata. Con gole sono le stesse che vigono in qual- terroristi!” La risposta arriva da una nando un sorriso. “È una polemica
carisma, ma per il fatto che secon- amal arriva al numero 51 di Park un colpo secco alza il sipario sull’ul- siasi moschea o luogo di culto isla-
do loro appare ondivago e incapa-
ce di raggiungere i risultati pro-
K200Place, nel Lower East Side, a circa
metri da Ground Zero. Tira
tima grande polemica che nel nono
anniversario dell’11 settembre ha in-
mico. “Le donne devono indossare
un foulard sulla testa ed è necessario
signora che alle spalle di Jeff agita un
cartello dai toni minacciosi ma che,
nonostante la scompostezza delle
sul nulla”, dice Ezzat, 33 anni, nato
negli Usa da genitori egiziani che vie-
ne a pregare qui nella pausa pranzo
messi. Basta leggere il New York Ti- fuori dalla tasca dei pantaloni un vestito New York, i palazzi del potere togliersi le scarpe, insciallah”, ripe- parole, aiuta a far comprendere la “l’idea di costruire un centro islamico
a Washington e, in sostanza, quasi te Kamal a chi viene a vedere la neo sacralità di Ground Zero e dei suoi è nata dall’esigenza di avere più spa-
tutta l’America: la “moschea di nata attrazione turistica. Mentre un dintorni, “Se voi costruite una mo- zio e di accogliere i fedeli che lavo-
Ground Zero”, come viene chia- gruppo di fedeli, una ventina tra uo- schea a Ground Zero, noi costrui- rano in questo quartiere”. Ezzat,
ROMA il Ramadan mata dai media e da Terry Jones. Ma
non si tratta di una moschea, nel sen-
mini e donne, entra nella sala e si di-
spone in silenzio sulla moquette ver-
remo una sinagoga alla Mecca” .
A pochi metri da Jeff e i suoi, all’an-
americano al cento per cento rac-
conta delle tante domande che col-
so tradizionale del termine: non c’è de, a destra gli uomini, a sinistra golo con la strada che porta diretta- leghi e amici gli rivolgono sull’Islam e
e l’oasi della moschea nessuna cupola, né minareti. Ciò che
ha scatenato un furore nazionale è
nell’area riservata, le donne, fuori, su
Park Place, l’America secolare, fiera
mente al buco che 9 anni fa inghiottì
le Torri Gemelle, c’è l’altra America, a
sulla “moschea di Ground Zero”.
“È normale, sono curiosi e vogliono
el cuore del ciclone l’aria è calma, tutto attorno le mi- uno stanzone al pian terreno di una custode del Primo Emendamento in
Ntraffico
sure di sicurezza arginano e moltiplicano il caos del
romano. Così ieri la moschea di Roma (la più gran-
vecchia fabbrica di cappotti, la “Bur-
lington Coat Factory”, di proprietà di
cui Stato e Chiesa non coincidono e il
suo opposto, l’America, democrazia
dire il vero molto più numerosa, più
composta della prima, ma ugual-
mente irritata. Nel gruppo nessuno è
sapere la verità. D’altronde è dai
tempi di scuola, molto prima dell’11
settembre, che le persone mi chie-
de d’Europa) era un’oasi di tranquillità e preghiera nel Sharif El-Gamal, immobiliarista nato di Dio, si fronteggiano a colpi di slo- di fede musulmana, dicono. “I veri dono cosa significhi essere musulma-
giorno di festa di fine digiuno del Ramadan. Tra le ban- a Brooklyn, che acquistò l’edificio do- gan e cartelli. “Islam is a fake re- americani non bruciano il Corano” no”. Sul rogo del Corano, Ezzat si uni-
carelle all’esterno cibi, libri (copie del Corano e storie po l’11 settembre con l’idea di met- ligion, l’Islam è una religione falsa” recita uno striscione. Il ragazzo che sce in una risata ad altri appena usci-
dell’Islam) e anche due teste di manichini femminili (con tere in piedi un luogo di preghiera per scandisce da un megafono Jeff Elliot, lo tiene si chiama Matt Sky e si con- ti dalla preghiera. “Mah, è un uomo
gli occhi celati da scotch per imballaggio nel tentativo di i musulmani che fosse più capiente barba e capelli bianchi, che incita gli sidera un “cittadino preoccupato per che vuole attirare su di sé l’attenzio-
rispettare la proibizione di raffigurare la figura umana) che della moschea al-Farah su West altri a mostrare i cartelli. “Queste la cattiva reputazione che gli Usa ne della stampa”. Poi dice: “Sai cosa
pubblicizzano veli colorati. Venditori in tuniche e altri in Broadway in grado di contenere 70 persone” spiega Jeff che dice di esser stanno acquistando in seguito alle di- facciamo quando il Corano che ab-
Ray Ban e magliette attillate. Alcuni ragazzi convertiti, persone. Così è avvenuto. L’ex fab- venuto qui dal New Jersey per pro- chiarazioni del pastore della Flori- biamo in casa è ormai inutilizzabile?
sempre in tunica e, accanto, giovani in giacca e cravatta brica di cappotti è da circa un anno testare contro la costruzione del cen- da”. Nel frattempo i fedeli, alcuni in Non potendolo buttare via come im-
venuti a mangiare kebab, cous-cous e datteri. (S.Ci.) un luogo di preghiera – spiega Ka- tro islamico “non hanno alcun rispet- giacca in cravatta escono dall’edifi- mondizia lo dobbiamo bruciare, ca-
mal, che ne è il custode. Aperto to per le vittime e le famiglie delle vit- cio, da giorni presidiato dalla polizia. pisci?”. Saluta e scappa in ufficio,
dall’una del pomeriggio fino alle time dell’11 settembre. Che diavolo Quasi tutti hanno voglia di parlare. proprio qui a Ground Zero
pagina 10 Sabato 11 settembre 2010

DAL MONDO

N
LE TRE SPINE DI SARKOZY AFGHANISTAN
Appello di Karzai
al Mullah Omar

E TUTTI LO PARAGONANO A BERLUSCONI I l presidente


afghano, Hamid
Karzai, ha lanciato ieri
un appello al leader

Pensioni, scandali e Rom fanno vacillare il presidente dei talebani, il Mullah


Omar, perchè
deponga le armi e
partecipi a “un
processo di pace” per
stalgica di Jean-Marie Le Pen fa, nanza con il mondo degli affari, porre fine a questa
sotto la guida della figlia Martine, promozione del successo indivi- guerra fratricida.
le prove di una sorta di ‘tea party’ duale”. Sarà, ma Sarkozy oggi pa- Anche ieri a Herat un
europeo, populismo con una re in brache di tela e Berlusconi ordigno è esploso al
scorza di razzismo. Il tentativo non è proprio all’apice del suc- passaggio di una
del presidente di recuperare cesso. pattuglia italiana. Non
consensi sul fronte della sicurez- Le prossime settimane saranno c’è stato nessun ferito.
za, colpendo duro i rom, appare cruciali: per la tenuta del gover-
troppo scoperto all’opinione no, dove ci saranno novità; per la
pubblica francese ed è bocciato riforma delle pensioni – l’Assem-
da quella europea. El Pais, ieri blea nazionale ha detto sì ieri se-
scriveva: “Brutto affare essere gi- ra all’innalzamento da 60 a 62 an-
tani nell'Europa democratica. ni; e per l’inchiesta sull’ ‘affaire
Colpa delle politiche di Sarkozy Bettencourt’. Il voto sui rom del
Parlamento di
Strasburgo, inve-
Sempre più criticato ce, lascia il tempo
che trova: è uno
e impantanato nel caso schiaffo politico,
ma non ha valore STATI UNITI
cogente.
Bettencourt, sembra I sindacati, dopo Anche i gay
aver perso lo sciopero di mar- nell’esercito
tedì, riuscito, con-

Nicolas Sarkozy e Carla Bruni (FOTO ANSA) la capacità di reazione tinuano la mobili-
tazione e indicono
manifestazioni
U na vittoria per gli
omosessuali
americani. A
di Giampiero Gramaglia abituato a figure ieratiche ed dente, rivede al rialzo le stime di e Berlusconi”. per il 23 settembre. Sull’ ‘affaire Washington un giudice
eleganti, il generale De Gaulle, crescita del Pil nel 2010: 1,5%, ri- Bettencourt, si attendono svi- federale americano ha
i direbbe che il ‘sarkozco- Valéry Giscard d’Estaing, Fran- NON GIOVA alla credibilità di luppi, dopo la perquisizione nel- dichiarato

S
spetto all’1,4%, grazie a un se-
nismo’ non paghi, né in Ita- çois Mitterrand, lo stesso Jac- condo trimestre migliore del Sarkozy l’essere accostato, spes- la sede dell’Ump a Parigi. L’in- incostituzionale la
lia, dove Mr B ha i suoi guai, ques Chirac, è al suo punto più previsto. Certo, non è un tasso so, troppo spesso, proprio a Mr chiesta è su presunte tangenti, o legge che proibisce ai
né in Francia, dove il presi- basso. L’Economist ne fa un Napo- da Cina, ma è una buona perfor- B. Sul Nouvel Obs, Olivier Duha- finanziamenti illeciti, dell’erede gay di prestare servizio
dente Nicolas Sarkozy può solo leone rimpicciolito: due gam- mance europea e mondiale (ot- mel dice che da tempo Sarkozy L’Oreal, Liliale Bettencourt, a uo- nell’esercito se
essere contento che manchino bette che zampettano sotto una tima, se la si confronta con l’Ita- somiglia a Berlusconi per il mo- mini politici, fra cui lo stesso Sar- dichiarano
quasi due anni pieni, oltre 21 feluca più grande di loro dietro lia, che l’Ocse giudica di fatto fer- do di governare ‘videocratico’. E kozy. apertamente la loro
mesi, alle prossime elezioni. la slanciata e prorompente Car- ma, ultima fra i Grandi). Le Monde, nel suo inserto Maga- L’Eliseo nel marasma? Eh no, ami- condizione sessuale.
Scandali di corruzione e inchie- là, l’italiana appena divenuta Sondaggi recenti danno Sarkozy zine, dedica un ritratto al premier ci miei: la produzione del film di Fino ad oggi vigeva la
ste su finanziamenti illeciti, mi- un’eroina mondiale dopo avere sconfitto, se si votasse oggi, no- italiano, in un servizio su “la de- Woody Allen Midnight in Paris regola del “non
nistri ‘saltati’ o che stanno per subito insulti e minacce dell’in- nostante l’opposizione sociali- stra senza complessi” in Europa. smentisce, scrive ParisMatch, che chiedere non dire”.
‘saltare’, riforma delle pensioni tegralismo islamico per l’inter- sta non abbia un leader forte che Raffaele Simoni, intellettuale ita- Carla Bruni sia stata sostituita
contestatissima nelle piazze e vento a sostegno di Sakineh. coaguli il consenso a sinistra: Se- liano, rileva che “questa nuova nella pellicola da Lea Seydoux. È GIAPPONE
pugno di ferro verso i rom con golène Royal ha già perso una destra rifiuta di tassare i più ric- dunque falsa l’indiscrezione del
rimpatrii ‘compensati’ bocciato EPPURE, il panorama politico volta, Martine Aubry è brava ma chi e flirta con il populismo e Daily Mail, secondo cui la Bruni Che fine hanno
dall’Unione europea. L’immagi- ed economico francese non è so- non ha carisma, Dominique con certe tesi dell’estrema de- sarebbe stata ‘tagliata’ da Allen: fatto i centenari?
ne del presidente alto come Na- lo una vandea devastata. Il pre- Straus-Kahn ha qualche schele- stra”. Sarkozy e Berlusconi “con- nessuna umiliazione, dunque,
poleone Bonaparte, in una Fran-
cia che nella V Repubblica ci ha
mier François Fillon, uno che pa-
re trasparente, rispetto al presi-
tro nell’armadio degli Anni No-
vanta. E la destra xenofoba e no-
dividono una stressa strategia,
onnipresenza nei media, vici-
per la Première Dame. Non al ci-
nema, almeno. O ltre 234.000
centenari
nipponici scomparsi
nel nulla. Sicuramente

Le verità scomode di Castro deceduti, di loro è stata


persa ogni traccia ma
risultano invece
ancora in vita nei
CON LE SUE USCITE CERCA DI DAR MAN FORTE AL FRATELLO NELLA RIFORMA DI CUBA registri della pubblica
amministrazione.
di Maurizio Chierici te. Traballano ma resistono. E viva l’attenzione nei paesi non po la riconferma alla Casa 77.118 avrebbero oggi
poi gli scioperi della fame che teneri ammette l’errore-orro- Bianca del presidente Carter. almeno 120 anni,
a confessione di Castro a re della persecuzione ai gay. E mentre 884 avrebbero
Lè casuale:
un mensile americano non
impossibile espor-
avviliscono gli amici di Cuba
sparsi nel mondo e fanno felici
chi da 50 anni aspetta la resa.
rimprovera Teheran: come si
fa lapidare un’adultera?
Invece ha vinto Reagan. Ades-
so i fratelli Castro si preparano
a navigare fino al novembre
raggiunto un’età di 150
anni e oltre. L’allarme
tare il modello cubano nel Ecco che Fidel esce dal limbo 2012, riconferma di Obama era scoppiato alla fine
mondo ormai cambiato, e se della convalescenza per far ca- LA CONSTATAZIONE all’ultimo mandato, quindi li- di luglio, dopo la
lo dice chi lo ha inventato fa pire: sono ancora qui, Raul sta che il sistema non funziona re- bero di prendere decisioni scoperta in un
impressione. Anche perché sbagliando. È la tesi di chi pre- sta la prima autocritica pro- che gli umori elettorali proi- appartamento di Tokyo
Fidel ammette che anche a dica uno scontro in famiglia. fonda al modello sacrale che si buiscono. E da Cuba mandano del cadavere
Cuba funziona male. Reali- Ma la verità è un’altra. Castro è è tentato di esportare. Strap- dire: stiamo cambiando. Fidel Castro (FOTO ANSA) mummificato.
smo concreto. Fotografa tornato fra la gente per aiutare po doloroso e ancora una vol-
un’economia alle corde se è Raul a rifare il paese. Boccone ta non casuale. Dimostra che
vero che il mercato nero rac- difficile da digerire nelle abitu- la dottrina dei piccoli paesi
coglie il 47% di ogni operazio- dini di una società assistita e non sopravvive se non nell’or- Mal di volare
ne commerciale e le piccole con gli ortodossi che puntano bita di uno sponsor dalle spal-
cose di chi fa la spesa. i piedi. La sua prima apparizio-
ne è sincronizzata alla decisio-
le grosse. Mosca per l’Avana,
Stati Uniti per Israele. Provano
Sull’aereo come al rodeo: italiano
COME mai all’improvviso
torna in scena e ricomincia a
ne del governo di affidare alla
chiesa cattolica una mediazio-
a contenere i mondi attorno
per conto terzi il che garanti-
trasforma il sedile in sella
parlare in pubblico e con i ne impensabile fino a due anni sce la sopravvivenza senza
giornali stranieri dopo quattro fa. Cardinale Ortega che garan- problemi di bilanci e spese mi- SE IN FUTURO vi capiterà di viaggiare in attirato l’interesse di numerose
anni di silenzio? Per corregge- tisce Spagna e Stati Uniti. E i litari. Il paese assistito non tra- aereo più scomodi di quanto non compagnie, anche se nessuna ha finora
re la svolta di Raul impegnato teorici della rivoluzione che fi- balla mai. Ma da vent’anni la viaggiate ora, potrete ringraziare un concluso l’acquisto con l’azienda
in una ristrutturazione che già, ne hanno fatto? Siamo sempre Russia è lontana mentre gli italiano, Gaetano Perugini, che progetta produttrice, la Aviointeriors di Latina,
ai primi annunci scatena ma- qui, risponde il Lìder maxismo. Stati Uniti sono sempre l’om- di trasformare i passeggeri dei voli low specializzata in sedili aerei. Il direttore
lumori. Lo stato privatizza; ta- La ricomparsa in divisa verde brello di Israele. L’Avana non cost in cowboys da rodeo, con sedili a generale, Dominique Menoud, pensa
glia un milione e mezzo di po- olivo attira la curiosità e annac- ce la fa, Israele non si preoc- forma di selle. Lo rivela, o meglio lo che SkyRider possa generare una classe
sti lavoro. I conservatori del qua l’attenzione per i guai che cupa. ricorda, perché la stampa specializzata a sé di posti ed essere utilizzata per voli
vecchio partito fanno barrica- raccontano i giornali di fuori Ma il messaggio trasversale di ne ha già parlato, USAToday, giornale fino a tre ore: “I cowboys – nota -
perché dentro il si- Castro è rivolto alla Washin- d’aereo per eccellenza: SkyRider, come cavalcano otto ore” e più. Già, ma loro li
lenzio non cambia. gton di Obama. Con la calma si chiama il nuovo sedile, sarà pagano, a montare in sella, mentre qui si
Fidel sembra L’operazione depi-
staggio continua:
dei piccoli passi proviamo a
cambiare in attesa che l’ostra-
presentato la prossima settimana a una
fiera a Long Beach. Viaggiare come stare
tratta di pagare per trovarcisi su.
Perugini spiega: “Non è come stare in
sconfessare la politica chiama a raccolta
pacifisti e gnomi
cismo (errore di 50 anni fa) fi-
nalmente cada per permettere
in sella sarà, o sarebbe, comunque
meglio che viaggiare in piedi, come
piedi: è un sedile, ma un sedile speciale”,
che deve ottenere il via libera delle
dell’economia sul all’Avana di diventare una ca-
di decenni, ma vuole disastro della guer- pitale come le altre. Fidel e
hanno già ipotizzato alcune compagnie
aeree low cost (per i viaggi brevi, bontà
autorità aeronautiche europee ed
americane: un burocrate, forse, ci
ra nucleare che Raul hanno già attraversato loro). I 57,5 cm di spazio che SkyRider aiuterà, negando un timbro.
così creare una sponda Israele ed Iran sta- questa anticamera nel 1979, consente tra due sedili hanno già G. G.
rebbero preparan- protocollo di aperture e disge-
con l’America di Obama do. Per mantener lo già approvati: da firmare do-
Sabato 11 settembre 2010 pagina 11

x
LA PROPOSTA x

n Per la Corte dei Conti L’illustrazione di Marco


Scalia: l’Italia
che riacciuffa “furbetti”,
a causa delle tangenti evasori
e bancarottieri

i cittadini versano una


tassa occulta di 50-60
miliardi l’anno
nIn Senato è fermo
da marzo un disegno
di legge inadatto contro
il malaffare
nIl Fatto presenta
un nuovo testo
più rigoroso

LA CORRUZIONE?
ECCO COME SCONFIGGERLA
di Marco Travaglio mattina alla Versiliana di Marina di Pietra- y Cogliere il meglio dalla miriade di pro- importa se costretti o spontaneamente, né
santa, con Antonio Di Pietro (Idv), Claudio poste e disegni di legge giacenti in Parla- in cambio di quale favore lecito o illecito.

I
L 1° MARZO SCORSO il Con- Fava (Sinistra ecologia e libertà), Fabio Gra- mento e ivi insabbiati da varie legislature C) Linea dura con chi arriva fuori tempo
siglio dei ministri annunciava so- nata (Futuro e libertà) e Matteo Renzi (Pd). (due del Pd, uno dell’Idv, uno quasi prei- massimo, o non confessa tutto, o viene
lennemente di avere approvato il Lì si discuterà e si vedrà chi ci sta: potrebbe storico dei Verdi e persino uno dell’ex mi- colto con le mani nel sacco; custodia cau-
testo del disegno di legge gover- perfino emergere una maggioranza dispo- nistro della Giustizia Clemente Mastella, na- telare obbligatoria per corrotti e corrut-
nativo per una legge anticorruzio- sta ad approvarlo in tempi brevi, se – come to dal lavoro di una commissione istituita tori, come per i mafiosi, con sostanziosi
ne. Doveva essere la risposta della dichiarano – il Pd, l’Idv, l’Udc e i finiani nel 2006 dal governo Prodi 2, di cui face- aumenti delle pene. Sedici anni fa la pro-
maggioranza alle nuove Tangentopoli (l’ul- vogliono fare sul serio contro la corruzione, vano parte magistrati di Mani Pulite come posta suscitò reazioni entusiastiche da An
tima, quella intorno alla Protezione civile) sfidando su un terreno tanto cruciale e “po- Piercamillo Davigo e lo stesso Greco). e dalla Lega. Ignazio La Russa stuzzicò i
esplose nei primi mesi dell’anno un po’ in polare” la Lega e il Pdl. All’incontro dovreb- forzisti perplessi: “Che il progetto Di Pie-
tutta Italia e ai dati agghiaccianti forniti dal- be partecipare anche il procuratore aggiun- z L’idea di partenza è quella avanzata per tro potesse essere sconosciuto a Forza Ita-
la Banca Mondiale e poi dalla Corte dei Con- to di Milano Francesco Greco, grande la prima volta a Cernobbio nel settembre lia mi sembra poco credibile, anzi resto
ti, secondo cui le tangenti, con tutto l’in- esperto di reati finanziari e contro la Pub- del 1994, in piena Tangentopoli, dal pool convinto che i vertici ne fossero informati:
dotto, impongono ai cittadini italiani una blica amministrazione. Mani Pulite e da un gruppo di giuristi e vi hanno collaborato alcuni avvocati vicini
tassa occulta di 50-60 miliardi di euro all’an- Il testo che abbiamo elaborato con l’aiuto di docenti universitari (fra i quali l’attuale a loro...” (per esempio Dominioni, allora
no. Cifra record in Europa, quasi il decuplo giuristi, magistrati e altri esperti non ha ri- presidente dell’Unione Camere penali, difensore di Berlusconi). Maroni e Tre-
del costo della corruzione stimato dal cen- chiesto grandi sforzi di fantasia. È stato suf- Oreste Dominioni, all’epoca legale di Ber- monti incontrarono i Pm promotori e alla
tro studi Luigi Einaudi nel 1992, l’anno di ficiente seguire alcune linee direttrici. lusconi). La proposta Cernobbio era arti- fine il primo parlò di “iniziativa interes-
Mani Pulite. Ma il testo, scritto dal ministro colata in tre punti. A) Legislazione pre- sante da discutere fra magistrati e gover-
Angelino Alfano e dunque molto deluden- uPrevedere finalmente il recepimento miale per incentivare il “pentitismo” an- no”.
te, si è subito arenato in commissione al della Convenzione penale del Consiglio che in questo tipo di reati, cioè per in- Che cos’è cambiato da allora a oggi, a parte
Senato e lì riposa in pace, nonostante i pro- d’Europa sulla corruzione, sottoscritta a coraggiare il corruttore o il corrotto che va il fatto che allora Tangentopoli ci costava
positi di rilanciarlo più volte dichiarati dal Strasburgo dagli Stati membri nel 1999 e spontaneamente a confessare e a denun- 6-7 miliardi l’anno e oggi dieci volte tanto?
Pdl all’esplodere di ogni nuovo scandalo, mai ratificata dall’Italia. ciare i suoi complici, “prima che la notizia Ecco dunque la proposta di legge in 10 ar-
dal caso Scajola all’affaire P3. “Il Senato – di reato sia stata iscritta a suo nome e co- ticoli che Il Fatto mette a disposizione di
giurava Gaetano Quagliariello, vicepresi- vIntrodurre nuove fattispecie di reato munque entro tre mesi dalla commissione tutte le forze politiche interessate a pre-
dente dei senatori del Pdl, al Corriere della per sanzionare i più moderni crimini dei del fatto”. Sempreché restituisca il maltol- venire e a combattere per davvero la cor-
Sera il 20 maggio – licenzierà il provvedi- colletti bianchi nell’èra della globalizzazio- to fino all’ultima lira. E con la sanzione ruzione. Per evitare di scendere in eccessivi
mento verso metà giugno”. Ma non pre- ne (come l’autoriciclaggio, la corruzione automatica della decadenza e dell’interdi- tecnicismi, non tutti gli articoli sono già
cisava di quale anno. fra privati, il traffico di influenze illecite). zione dai pubblici uffici. In pratica, si rom- esplicitati in forma di articolato legislativo:
L’altro giorno, a Mirabello, Gianfranco Fini pe il vincolo di omertà fra corruttore e lo sono soltanto quelli che ci paiono irri-
ha domandato sarcastico al Cavaliere che wRipristinare il falso in bilancio sciagu- corrotto e si innesca una corsa a chi arriva nunciabili. Tutti e dieci, comunque, sono
fine abbia fatto la legge anticorruzione. Si- ratamente abolito, di fatto, dal secondo go- prima a denunciare se stesso e l’altro per aperti a integrazioni e suggerimenti. Purché
lenzio di tomba. Silenzio anche da Renato verno Berlusconi nel 2001-2002. guadagnarsi l’impunità. L’obiettivo era migliorativi e non peggiorativi.
Schifani, che pure presiede il Senato dove quello di far emer-
langue il ddl. Del resto, sempre al Senato, è xMettere mano al sistema della prescri- gere gran parte del
stata insabbiata la legge di iniziativa popo-
lare presentata da Beppe Grillo con 350
zione (che in questo testo viene affrontata
solo in parte): l’ideale sarebbe arrestarne la
sommerso di Tan-
gentopoli, evitando
Una legge elaborata con l’aiuto
mila firme di altrettanti cittadini per sta-
bilire l’ineleggibilità dei condannati.
decorrenza al momento dell’esercizio
dell’azione penale, cioè della richiesta di
ricatti e veleni. B) I
reati di corruzione
di giuristi, magistrati e alti esperti
Il Fatto Quotidiano ha deciso di proporre un rinvio a giudizio da parte del Pm. O, grazie e concussione di- ora messa a disposizione di tutte
nuovo testo, molto più rigoroso e penetran- alla legge ex Cirielli, la corruzione si pre- ventano uno solo: è
te di quello governativo. E di interpellare i scrive 7 anni e mezzo dopo che è stata com- vietato offrire e da- le forze politiche interessate
rappresentanti dei partiti nel dibattito messa, e quella giudiziaria dopo 10 (prima re soldi a un pubbli-
“Convivere con la corruzione”, domenica scattava dopo 15 anni). co funzionario, non
pagina 12 Sabato 11 settembre 2010

x
LA PROPOSTA x

Ripristinare il falso

PER FERMARE
PROCESSO BERLUSCONI, FININVEST E ALL IBERIAN

in bilancio, 600 MILA DOLLARI PER MILLS


incoraggiare D avid Mills oggi sarebbe un falso testimone corrotto “nell'interesse di Silvio
Berlusconi” e condannato. Invece che “ prescritto” grazie a una delle leggi ad
personam, la ex Cirielli. È la norma del 2005 che ha accorciato i tempi di prescrizione.
il “pentitismo”, La corruzione in atti giudiziari, l'accusa per Mills e per il premier, non si persegue più

TUTTI QUESTI
dopo 10 anni. Invece in precedenza dopo 15. L'avvocato inglese, condannato dai
introdurre giudici di Milano di primo grado e d'appello a 4 anni e 6 mesi, se l'è cavata in
Cassazione soltanto per 66 giorni. Ma se non ci fosse stata la ex Cirielli avrebbe avuto

l’autoriciclaggio confermata la pena. I giudici di merito gliel'hanno inflitta per essere stato un
testimone falso o reticente, in cambio di 600 mila dollari, ai processi a carico di
Berlusconi, Fininvest-Gdf del novembre '97 e All Iberian del gennaio '98. Per le bugie
e il traffico ben remunerate del legale, Berlusconi era suo coimputato come presunto corruttore.
Ma il lodo Alfano ha separato il destino dei due. Il processo è continuato solo per Mills

d’influenze mentre la posizione di Berlusconi è stata stralciata. Congelato per oltre un anno, il
processo a carico del premier è ripreso a fine 2009 dopo che la Consulta ha bocciato lo

“FURBETTI”
“ scudo” . Ma per poco. Il Pdl( compreso dei finiani) e la lega, hanno votato il legittimo
impedimento ad premier e ministri che ha messo nel congelatore nuovamente i suoi
processi. Anche quello sulla compravendita dei diritti tv Mediaset. In questo caso
Berlusconi è imputato di frode fiscale. Attualmente, per molti meno episodi che
all'origine del procedimento. Sempre grazie alla ex Cirielli infatti, la prescrizione per il
falso in bilancio è passata da 15 anni a 7 anni e mezzo. Antonella Mascali

ARTICOLI 1-2 ufficiale o dall'incaricato di un pubblico servi- prese.

Oggi è peggio
zio, si applica la pena della reclusione da tre me- 4) Nei casi di cui al primo comma, chi dà o pro-
Ratifica ed esecuzione si a un anno. mette ai dipendenti, ai consulenti, ai collabora-
della Convenzione di Strasburgo 4) La pena per il corruttore è diminuita fino alla tori di una società denaro o altra utilità, è punito
metà quando lo stesso è indotto alla dazione o con la reclusione da uno a quattro anni. Quando
La “cornice”in cui si muove la nostra proposta alla promessa al solo fine di evitare il pericolo di la dazione o la promessa viene effettuata per un
di legge è la ratifica ed esecuzione delle Conven- un danno ingiusto. atto già compiuto, si applica la pena della reclu-
zioni penale e civile del Consiglio d’Europa sulla
corruzione, siglate a Strasburgo rispettivamen-
te il 27 gennaio e il 4 novembre 1999, mai ra-
tificate dal Parlamento italiano. L’articolo 1 con-
tiene l’autorizzazione del Parlamento al presi-
Rimane, come reato più grave, la corruzione in
atti giudiziari, prevista dal nuovo articolo 319:
Corruzione in atti giudiziari
1) Se i fatti di cui all'articolo 318 sono commessi
sione da tre mesi a due anni.
5) Nei casi di cui al secondo comma, chi dà o
promette agli amministratori, ai direttori gene-
rali, ai dirigenti preposti alla redazione dei do-
cumenti contabili societari, ai sindaci e ai liqui-
di Tangentopoli
dente della Repubblica a ratificare le due Con- in relazione all'esercizio di attività giurisdiziona- datori, denaro o altra utilità, è punito con la re-
venzioni. L’articolo 2 prevede la “piena e intera li, il pubblico ufficiale o l’incaricato di pubblico clusione da uno a quattro anni. Quando la da- In alto una delle sale tive. Scompaiono cioè quelle enormi aree di fran-
esecuzione” data alle medesime. Seguono poi servizio è punito con la reclusione da cinque a zione o la promessa viene effettuata per un atto del Palazzo di Giustizia di Milano; chigia che han fatto parlare gli esperti di “modica
diverse norme per adeguare l’ordinamento in- dodici anni. già compiuto, si applica la pena della reclusione Protezione civile, hanno ribattezzato “sistema ti... nell’ambito di Stati esteri, dell’Unione euro- a destra, sempre nel capoluogo quantità” di falso in bilancio consentita per leg-
terno, cioè il Codice penale e quello civile. 2) La condanna importa l'interdizione perpetua da tre mesi a due anni. gelatinoso”: una ragnatela di opacità recipro- pea o di organizzazioni pubbliche internaziona- lombardo, una delle numerose ge.
dai pubblici uffici. che a base di piccoli e grandi regali o scambi di li”. manifestazioni di protesta - Articolo 2622. La vecchia definizione di “false co-
3) Nei casi di cui al primo comma, chi dà o pro- Anche il reato di istigazione alla corruzione favori che, anche quando non si traducono nella di cittadini danneggiati municazioni sociali in danno della società, dei soci
ARTICOLO 3 mette al pubblico ufficiale o all’incaricato di (quando il corruttore non riesce a portare a ter- classica mazzetta, comportano enormi lievita- Viene istituita, con il nuovo articolo 360-bis, dall’emissione di bond o dei creditori” viene riformulata in “false comu-
pubblico servizio denaro o altra utilità, è punito mine il suo proposito) viene riformulato in ter- zioni dei costi delle opere pubbliche, falsando il una circostanza attenuante speciale per i rei per Cirio e Parmalat nicazioni nelle società quotate in Borsa”. Oggi, per
Modifiche al Codice penale con la reclusione da tre a otto anni. Se la dazione mini più semplici nel nuovo articolo 321 per il libero mercato, annullando la concorrenza e ri- confessi di corruzione, corruzione giudiziaria, ( FOTO EMBLEMA) punire chi trucca i bilanci di una società quotata, il
o la promessa sono effettuate per un atto d'uf- caso in cui la tangente venga offerta al pubblico baltando la meritocrazia in demeritocrazia. corruzione in affari privati e traffico di influenze magistrato non può procedere d’ufficio: deve spe-
La corruzionediventa un unico reato, previsto ficio o del servizio già compiuto dal pubblico ufficiale o all’incaricato di pubblico servizio: Traffico di influenze illecite illecite: se, prima che il Pm chieda il loro rinvio rare nella “querela della persona offesa”, cioè
dall’articolo 318, così riformulato: ufficiale, si applica la pena della reclusione da Istigazione alla corruzione 1) Chiunque, affermando di essere in condizio- a giudizio, denunciano i propri complici e re- dell’azionista (che, se è quello di controllo, di so-
Corruzione e concussione sei mesi a un anno. 1) Chiunque offre o promette indebitamente de- ne di esercitare una illecita influenza su un pub- stituiscono il maltolto, hanno diritto a uno scon- lito è il mandante del reato; se è un piccolo azio-
1) Il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico naro o altra utilità a un pubblico ufficiale o a un blico ufficiale o un incaricato di pubblico ser- to fino ai due terzi della pena. nista può essere tacitato facilmente; se invece è un
servizio che, abusando della sua qualità o dei Come previsto dalla Convenzione penale eu- incaricato di pubblico servizio nei casi di cui al- vizio in relazione al compimento, all'omissione Circostanza attenuante creditore, di solito ignora il reato: insomma, la que-
suoi poteri, costringe o induce taluno a dare o ropea sulla corruzione, viene introdotto il reato l'articolo 318 soggiace, qualora l'offerta o la pro- o al ritardo di un atto dell’ufficio o servizio, ov- La pena prevista per i delitti di cui agli articoli rispettivamente “chiunque sostituisce rela non arriva mai). E comunque la sanzione è ir-
promettere a lui o a un terzo, denaro o altra uti- di corruzione in affari privati, previsto dal nuo- messa non sia accettata, alla pena stabilita dall'ar- vero al compimento di un atto contrario ai do- 318, 319, 320 e 346 è diminuita fino a due terzi o trasferisce denaro, beni o altre utilità risoria: reclusione da 6 mesi a 3 anni. Il nuovo ar-
lità, è punito con la reclusione da 4 a 12 anni. vo articolo 320. ticolo 318, terzo comma, ridotta di un terzo. Se veri di ufficio o del servizio, indebitamente ri- qualora l'autore del fatto, prima che sia eserci- provenienti da delitto non colposo, ov- ticolo 2622 non prevede più la querela obbligato-
Con la stessa pena è punito il pubblico ufficiale Corruzione in affari privati l'offerta o la promessa è effettuata nei casi di cui ceve, per sé o per un terzo, denaro o altra utilità, tata l'azione penale nei suoi confronti, fornisca vero compie in relazione a essi altre ria, ma si può procedere anche d’ufficio, e la pena
o l’incaricato di pubblico servizio che riceve 1) I dipendenti, i consulenti, i collaboratori di all'articolo 319, si applica la pena stabilita dall'ar- quale prezzo per l’influenza esercitata o quale indicazioni utili all'individuazione degli altri re- operazioni in modo da ostacolare l'i- viene elevata a 8 anni. E, con l’aggravante per i falsi
per sé o per un terzo denaro o altra utilità o ne una società che indebitamente ricevono, per sé ticolo 319, terzo comma, ridotta di un terzo. remunerazione per il pubblico ufficiale o l'inca- sponsabili ed al sequestro delle somme o altre dentificazione della loro provenienza in bilancio che danneggiano gravemente i rispar-
accetta la promessa, in relazione al compimen- o per terze persone, denaro o altra utilità, o ne 2) Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pub- ricato di pubblico servizio, o ne accetta la pro- utilità trasferite. delittuosa” e “chiunque impiega in at- miatori o la società, scatta un aumento di pena del-
to, all'omissione o al ritardo di un atto del suo accettano la promessa in relazione al compi- blico servizio che sollecita una promessa o da- messa, è punito con la reclusione da quattro a tività economiche o finanziarie denaro, beni o ARTICOLO 4 la metà, cioè si può arrivare fino a 12 (che sono
ufficio o servizio, ovvero al compimento di un mento, all'omissione o al ritardo di atti rientranti zione di denaro o altra utilità nei casi indicati dal- dieci anni. Nasce, infine, un nuovo reato con una modi- altre utilità provenienti da delitto”; ma “soltan- comunque la metà della pena massima prevista
atto contrario ai doveri di ufficio o del servi- nei propri incarichi e funzioni, ovvero al com- l'articolo 318 è punito, qualora la sollecitazione 2) Nei casi di cui al primo comma, chi dà o pro- fica agli articoli 648-bis e 648-ter: quello di au- to “fuori dei casi di concorso nel reato”. Que- Modifiche al Codice civile dalla legge Serbanes-Oxley varata dal governo Bu-
zio. pimento di atti contrari ai propri doveri, sono non sia accolta, con la toriciclaggio, per punire finalmente chi reim- ste ultime sette parole vengono cancellate: co- sh dopo i crac Enron e Worldcom).
2) La condanna importa l'interdizione perpetua puniti con la reclusione da uno a 4 anni. pena stabilita dall'arti- piega il denaro ricavato da un reato da lui com- sì finalmente chi vende droga o incassa il pizzo Modificando gli articoli 2621, 2622 e 2624 del
dai pubblici uffici.
3) Nei casi di cui al primo comma, chi dà o pro-
2) Se si tratta di amministratori, direttori gene-
rali, dirigenti preposti alla redazione dei docu-
colo 318, primo com-
ma, ridotta di un terzo.
Una legge per rientrare nei messo: attività che attualmente non in Italia è
punita dalla legge (mentre lo è per esempio ne-
o sequestra persone o traffica in esseri umani o
vende droga o prende tangenti o evade le tasse
Codice civile viene ripristinato il falso in bilancio
come reato di pericolo e non di danno, con aumen-
Art. 2622. Gli amministratori, i direttori generali, i
dirigenti preposti alla redazione dei documenti
mette al pubblico ufficiale o all'incaricato di un
pubblico servizio denaro o altra utilità, è punito
menti contabili societari, i sindaci e i liquidatori,
sono puniti con la reclusione da due a otto an-
Se la sollecitazione è
effettuata nei casi di
parametri penali e civili votati gli Stati Uniti, in Francia e persino in Svizzera).
Oggi infatti il 648-bis (riciclaggio) e il 648-ter
e poi rimette in circolo il denaro sporco così
ottenuto in attività edilizie o finanziarie, può
ti di pena che innescano il necessario effetto de-
terrente, consentono le intercettazioni e la custo-
contabili, societari, i sindaci e i liquidatori delle so-
cietà soggette alle disposizioni della parte IV, titolo
con la reclusione da due a sei anni. Se la dazione ni. cui all'articolo 319, si in Europa nel 1999 e mai ratificati (impiego di denaro, beni o utilità di provenien- essere punito non solo per le attività illecite dia cautelare in carcere, e fissano termini di pre- III, capo II, del testo unico di cui al decreto legi-
o la promessa sono effettuate per un atto d'uf- 3) La condanna importa l’interdizione dagli uf- applica la pena stabili- za illecita) puniscono con la reclusione da 4 a impiegate per guadagnare soldi sporchi, ma scrizione sufficienti a completare il processo nei slativo 24 febbraio 1998, n. 58, e successive mo-
ficio o del servizio già compiuto dal pubblico fici direttivi delle persone giuridiche e delle im- ta dall'articolo 319, dal Parlamento italiano 12 anni e con la multa da 1.032 a 15.493 euro, anche per averli riciclati e ripuliti. suoi tre gradi di giudizio. dificazioni, i quali al fine di conseguire per sé o per
primo comma, ridotta altri un ingiusto profitto, nei bilanci, nelle relazioni
di un terzo. - Articolo 2621. È quello che disciplina le “False o nelle altre comunicazioni sociali dirette ai soci o
mette denaro o altra utilità, è punito con la re- comunicazioni sociali. Con la controriforma del al pubblico espongono fatti materiali non rispon-
PARMALAT L’istigazione alla corruzione del privato inve- clusione da due a sei anni. Se la dazione o la pro- PROTEZIONE CIVILE 2001-2002, per punire “gli amministratori, i diret- denti al vero ancorché oggetto di valutazioni ovve-
ce ricade nel nuovo reato previsto dall’articolo messa viene effettuata per un atto d'ufficio o del tori generali, i dirigenti preposti alla redazione dei ro omettono informazioni la cui comunicazione è
UN CRAC DA 14 MILIARDI 322:
Istigazione alla corruzione in affari privati
1) Chiunque offre o promette indebitamente
servizio già compiuto dal pubblico ufficiale o
dall'incaricato di un pubblico servizio, il corrut-
tore è punito con la pena della reclusione da tre
QUEL SISTEMA GELATINOSO documenti contabili societari, i sindaci e i liquida-
tori” che, “al fine di conseguire per sé o per altri un
ingiusto profitto”, truccano “bilanci, relazioni o al-
imposta dalla legge sulla situazione economica, pa-
trimoniale o finanziaria della società o del gruppo al
quale essa appartiene, in modo idoneo a indurre in
l crac Parmalat è il più colossale scandalo societario in Europa. Alla fine del 2003 il a “cricca”, parola ormai entrata nell'uso corrente, fu usata dal gip di Firenze
I buco che Calisto Tanzi lasciava dietro di sé era di 14 miliardi di euro. Una crisi che
affondava nella Prima Repubblica, senza che nessuno si fosse accorto di niente,
denaro o altra utilità ai dipendenti, ai consulen-
ti, ai collaboratori, agli amministratori, ai diret-
tori generali, ai dirigenti preposti alla redazione
mesi a un anno.
3) Le pene previste dal primo e dal secondo L Rosario Lupo per descrivere il sistema di corruzione che ha governato gli appalti
della Maddalena e la ricostruzione a L'Aquila. Dagli appartamenti di Angelo
tre comunicazioni sociali... dirette ai soci o al pub-
blico”esponendovi “fatti materiali non risponden-
ti al vero... ovvero omettono informazioni la cui
errore i destinatari sulla predetta situazione, sono
puniti con la reclusione fino a otto anni.
comma sono aumentate se il soggetto che affer-
neppure a metà degli anni Novanta quando la società di Collecchio ottenne 650 dei documenti contabili societari, ai sindaci e ai ma di essere in condizione di esercitare una il- Balducci, alle piscine di Anemone, agli imprenditori che la notte del 6 aprile, durante comunicazione è imposta dalla legge sulla situazio- Art. 2622-bis (Circostanza aggravante). Se i fatti
miliardi di lire dalla Cassa di risparmio di Parma e altri 90 dal Monte dei Paschi di Siena. liquidatori, nei casi di cui all'articolo 320 sog- lecita influenza su un pubblico ufficiale o su un il terremoto in Abruzzo, ridono pensando agli appalti. La cricca funzionava così. Da ne economica, patrimoniale o finanziaria della so- di cui agli articoli 2621 e 2622 cagionano un grave
Solo nel 2004 il governatore di Banchitalia Fazio ammise che tutti sapevano. Tanzi era giace, qualora l'offerta o la promessa non sia ac- incaricato di pubblico servizio riveste a sua vol- un lato Angelo Balducci e Fabio De Santis, pubblici ufficiali incaricati dei "Grandi cietà o del gruppo al quale essa appartiene, in mo- nocumento ai risparmiatori o alla società, le pene
amico di De Mita e su suo consiglio avviò una serie di iniziative che culminarono nel cettata, alla pena stabilita dall'articolo 320, ter- ta la qualifica di pubblico ufficiale o incaricato di eventi" (dai mondiali di nuoto 2009, al G8 della Maddalena, ai 150 anni dell'Unità do idoneo a indurre in errore i destinatari sulla pre- sono aumentate della metà.
1984 con l'apertura di uno stabilimento a Nusco. La fabbrica era troppo lontana
zo comma, ridotta di un terzo. pubblico servizio. d'Italia), dall'altro il costruttore Diego Anemone cui avevano “asservito” il loro
detta situazione”, occorre anzitutto dimostrare
2) I dipendenti, i consulenti, i collaboratori, gli 4) Nel caso di cui al terzo comma, la condanna che l’hanno fatto “con l'intenzione di ingannare i Articolo 2624. È quello che disciplina le “Falsità
dall'autostrada (40 km) e troppo vicina a una discarica di rifiuti tossici. Per tamponare amministratori, i direttori generali, i dirigenti importa l'interdizione perpetua dai pubblici uf- incarico pubblico. Un asservimento da cui ricavavano benefit milionari come favori soci o il pubblico”. Ora il nuovo 2621 cancella que- nelle relazioni o nelle comunicazioni delle società
la falla il patron di Colecchio ricorse alla legge 216 (post terremoto in Irpinia) chiese preposti alla redazione dei documenti contabili fici. minimi. Tutto dovuto. Un sistema : "gelatinoso" come lo definiva anche uno dei st’ultima condizione, praticamente indimostrabi- di revisione”. Anche qui spariscono le assurde con-
aiuti per 8 miliardi, ne ottenne 11. Senza i politici un imprenditore è perduto, pensava societari, i sindaci e i liquidatori, che sollecitano 5) Le pene previste dal primo e dal secondo protagonisti dello scandalo, rimasto fuori dal giro. Una gelatina che avvolgeva gli le. La pena prevista, attualmente irrisoria (“l'arre- dizioni imposte per la punibilità del reato di falsità
Calisto, così comprò la Margherita yogurt, indebitatissima, su consiglio di Cossiga. Poi una promessa o dazione di denaro o altra utilità comma sono, altresì, aumentate se i fatti ivi pre- uffici della Ferratella (sede del Dipartimento) ma in grado di estendersi ovunque, sto fino a due anni”, che fa delle false comunica- nelle relazioni delle società di revisione: e cioè “la
la Cipro Sicilia (150 miliardi di debiti) per far contento Mannino, infine aprì nei casi indicati dall'articolo 320 sono puniti, visti sono commessi in relazione all'esercizio di anche alla procura di Roma dove la cricca poteva contare su un amico importante, il zioni sociali non un delitto, ma una contravvenzio- consapevolezza della falsità e l’intenzione di in-
stabilimenti in Costarica su sollecitazione di Donatella Dini. Quando crollò la Prima qualora la sollecitazione non sia accolta, con la attività giurisdizionali. procuratore aggiunto Achille Toro che da anni li informava quando le indagini ne) passa alla “reclusione fino a 6 anni”. Non basta: gannare i destinatari delle comunicazioni”, e l’aver
Repubblica finanziò la campagna elettorale di Berlusconi rinunciando allo sconto pena stabilita dall'articolo 320, primo comma, 6) Se i fatti previsti dal primo e dal secondo com- rischiavano di inceppare quella macchina così perfetta.. Cricca, combriccola, banda vengono pure cancellate le soglie di non punibilità “cagionato un danno patrimoniale”: sarà sufficien-
ridotta di un terzo. ma sono di particolare tenuità, le pene sono di- previste dalla controriforma Berlusconi (commi te che il falso sia stato commesso “consapevolmen-
previsto da Mediaset per la pubblicità delle grandi aziende. Arrivò a finanziare le di banditi in cui è rimasto impigliato anche Guido Bertolaso, l'uomo del miracolo,
minuite fino a due terzi e la condanna importa 3,4 e 5 dell’articolo 2621) per i falsi in bilancio che te”. Il reato, attualmente degradato a semplice con-
banche per ottenere crediti, fin quando non è stato arrestato e condannato a 10 anni di Il reato di millantato credito (attualmente pu- l'interdizione temporanea dai pubblici uffici. onnipresente in ogni calamità. Anche lui frequentava le piscine di Anemone, ma solo “non alterano in modo sensibile la rappresentazio- travvenzione e punito con l’arresto fino a 1 anno,
carcere. Bancarotta fraudolenta. A restare a terra sono stati i piccoli azionisti che nito dall’articolo 346 del Codice penale) spari- - Vengono estese, con modifiche agli articoli 357 per farsi massaggiare la schiena “incriccata” dal troppo lavoro. "È inquietante-scrive ne della situazione economica, patrimoniale o fi- diventa delitto e la pena passa alla reclusione fino a
ignari avevano acquistato i “bond”. Grazie al decreto "salva-imprese" Parmalat non sce e viene sostituito dal nuovo reato previsto e 358, le figure di pubblico ufficiale e di incaricato il gip- che sussistano rapporti di collusione tra l'introdotto Anemone e il potente nanziaria della società o del gruppo al quale essa 6 anni. E fino a 8 anni se il reato è commesso a pro-
fallì, il danno si limitò all'azzeramento azionario. r.d.g dalla Convenzione europea anticorruzione: il di pubblico servizio punibili per i reati di corru- sottosegretario Bertolaso uso frequentare le sue strutture di relax". r.d.g. appartiene” e comunque inferiori al 5 per cento posito di una società soggetta a revisione obbliga-
“Traffico di influenze illecite”. Quello che i giu- zione e di traffico d’influenze, a “tutti i soggetti “dell’utile prima delle imposte, all’1 per cento del toria. E fino a 12 anni se la società ha subìto “un
dici di Firenze, indagando sullo scandalo della che esercitano funzioni o attività corrisponden- patrimonio netto e al 10% delle valutazioni estima- grave nocumento” dalla falsa relazione.
pagina 14 Sabato 11 settembre 2010

x
LA PROPOSTA x

ARTICOLO 8
Punire sia in sede
penale che civile
chi presenta carte
false al fisco
LE MANI Modifiche alla legge 16 marzo 2006, n. 146

Tre modifichealla legge di “Ratifica ed esecuzione


della Convenzione e dei Protocolli delle Nazioni
Unite contro il crimine organizzato transnazionale,
adottati dall'Assemblea generale il 15 novembre
2000 ed il 31 maggio 2001”.

La prima introduce anche in Italia la figura


e trucca i bilanci
IN TASCA
dell’agente provocatore “all’americana”, cioè
dell’agente di polizia giudiziaria che offre denaro o
altre utilità per scovare pubblici ufficiali o incari-
allo scopo cati di pubblico servizio che si fanno corrompere,
o esercitano traffici illeciti di influenze, o criminali
dediti al racket delle estorsioni:
di pagare tangenti All'articolo 9, comma 1, della legge 16 marzo 2006,
n. 146, dopo la lettera b) è inserita la seguente:
«b-bis) gli ufficiali di polizia giudiziaria della Polizia
di Stato, dell'Arma dei carabinieri e del Corpo della

ALLE CRICCHE
guardia di finanza, appartenenti alle strutture spe-
ARTICOLO 5 cializzate o alla Direzione investigativa antimafia,
nei limiti delle proprie competenze, i quali, nel cor-
False dichiarazioni contabili e false so di specifiche operazioni di polizia ed al solo fine
comunicazioni sociali a fini di corruzione di acquisire elementi di prova in ordine ai reati di
cui agli articoli 318, 319, 346 e, limitatamente ai
Chi fa carte false al fisco (dichiarazione infedele o fatti commessi da un pubblico ufficiale o da un in-
fraudolenta con fatture per operazioni inesistenti o caricato di pubblico servizio con abuso dei poteri o
altri artifici) o trucca i bilanci (articoli 2621, 2622, violazione dei doveri inerenti alla sua qualità o alle
2624 Cc) allo scopo di pagare tangenti viene pu- sue funzioni, 629, secondo comma, del codice pe-
nito sia per i reati fiscali e contabili, sia per i vari reati nale commessi nell'ambito di associazioni a delin-
di corruzione o di traffico d’influenze illecite (ar- quere, anche transnazionali, compiono le attività
ticoli 318, 319, 320, 321, 322, 346), “a prescindere di cui alla lettera a), ovvero promettono od offrono
dall’ammontare degli elementi sottratti al reddi- denaro o altra utilità ovvero, anche attribuendosi
to”. qualità di altro pubblico ufficiale o incaricato di un
pubblico servizio, simulano di accettarne la pro-
messa o la consegna, direttamente o per interposta
ARTICOLO 6 persona».

Responsabilità amministrativa La seconda modifica consente di rivedere le sen-


delle persone giuridiche tenze definitive di condanna a carico del corrotto o
del corruttore che ha beneficiato della nuova atte-
Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n.231 disci- nuante speciale (articolo 360-bis) prevista per chi
plina la responsabilità delle società (“enti forniti di collabora con la giustizia e poi, una volta incassato
personalità giuridica e società e associazioni anche lo sconto della pena fino ai due terzi, si scopre che
prive di personalità giuridica”) per gli illeciti am- ha mentito oppure non ha detto tutta la verità: nel
ministrativi dipendenti dai reati commessi da loro qual caso il giudice gli leva lo sconto e lo condanna
dirigenti o dipendenti. Illeciti che vengono puniti alla pena piena, con il blocco ex post della prescri-
dal giudice penale con sanzioni pecuniarie calco- zione.
late per “quote”: una quota va da un minimo di 250 Quando risulta che è stata pronunziata sentenza di
a un massimo di 1500 euro. L’importo della quota condanna o di applicazione di pena (patteggia-
lo stabilisce il giudice in base alle condizioni eco- mento, ndr) ritenuta la circostanza attenuante di
nomiche e patrimoniali della società. Il numero cui all'articolo 360-bis del codice penale per effetto
delle quote da pagare dipende dalla gravità del fat- di dichiarazioni false o reticenti, il procuratore ge-
to, dal grado di corresponsabilità della società e dal- nerale presso la corte d'appello nel cui distretto la
la sua attività volta a eliminare o attenuare le con- sentenza è stata pronunziata ne chiede la revisione.
seguenze del reato e per prevenirne di ulteriori. La Nel giudizio di revisione si osservano, in quanto
231 prevede anche confische di beni della società compatibili, le disposizioni del titolo IV del libro IX
e sanzioni interdittive (interdizione dall'esercizio del codice di procedura penale. In caso di accogli-
dell'attività; mento della richiesta di revisione il giudice riforma
sospensione o revoca delle autorizzazioni, licenze la sentenza di condanna e determina la nuova mi-
o sura della pena. In caso di revoca della sentenza di
concessioni; divieto di contrattare con la Pubblica I lavori per il G8 applicazione di pena, la corte ordina la trasmissio-
amministrazione; esclusione da agevolazioni, fi- organizzati alla ne degli atti al pubblico ministero presso il giudice
nanziamenti, contributi o sussidi; divieto di pub- Maddalena, in Sardegna: che l'ha pronunziata. In tali casi il corso della pre-
blicizzare beni o servizi). al centro scrizione è sospeso dalla data di commissione del
L’articolo 25 disciplina le sanzioni da infliggere alle di affari fatto fino alla pronunzia della sentenza di revisio-
società i cui dirigenti o dipendenti si siano macchia- e inchieste giudiziarie ne.
ti di corruzione o con-
cussione. La nostra pro- La terza modifica riguarda le sentenze pronun-
posta lo sostituisce con
il seguente, che intro-
Noi de il Fatto ne parliamo domani Articolo 25. Corruzione e traffico di influenze illecite
1. In relazione alla commissione dei delitti di cui
ciate da un giudice corrotto: esse devono essere
riformate per rimediare all’errore giudiziario
duce le nuove fattispe-
cie di corruzione, il traf-
alla festa della Versiliana assieme agli articoli 318, 320, 346, primo, secondo e quarto
comma, del codice penale, si applica all'ente la san-
“prezzolato”, senza che il decorrere della prescri-
zione possa impedirlo.
fico d’influenze illecite ad Antonio Di Pietro, Claudio Fava, zione pecuniaria da duecento a seicento quote. Quando è accertato, con sentenza definitiva di con-
e aggrava le sanzioni pe- 2. In relazione alla commissione dei delitti di cui danna o applicazione di pena, che è stata pronun-
cuniarie: Fabio Granata e Matteo Renzi agli articoli 319 e 346, quinto comma, del codice ziata sentenza in conseguenza del reato di cui al-
penale, si applica all'ente la sanzione pecuniaria da l'articolo 319 del codice penale, il procuratore ge-
trecento a ottocento quote. nerale presso la corte d'appello nel cui distretto la
sentenza è stata pronunziata ne chiede la revisione.
LA NUOVA LOGGIA Nel giudizio di revisione si osservano, in quanto
ARTICOLO 7 compatibili, le disposizioni del titolo IV del libro IX
BANCHE, EOLICO E FAVORI Sospensione dei termini
del codice di procedura penale. In tali casi il corso
della prescrizione è sospeso dalla data di commis-
sione del reato di cui all'articolo 319 del codice pe-
a P3 è una società segreta, anzi secondo i pm romani Capaldo e Sabelli un
L “gruppo di potere occulto che mira a condizionare le istituzioni attraverso
corruzione, abuso d' ufficio, violenza privata e diffamazione”. Una super loggia che
Per chi corrompe un ufficiale o un sottufficiale
della Guardia di finanza o un ispettore dell’Agenzia
delle Entrate perché chiuda un occhio sulle sue
nale fino alla pronuncia definitiva di condanna o
applicazione di pena per il medesimo reato.

accoglie anche persone legate alla criminalità organizzata. Il più alto in grado finora evasioni fiscali, la prescrizione entro cui si può ce-
individuato sarebbe il senatore Marcello Dell'Utri, uomo politico e d'affari, ma lebrare il processo (oggi 5 anni appena) e i termini ARTICOLO 9
anche condannato in secondo grado a sette anni di carcere per concorso in entro cui si può recuperare il maltolto si allungano:
associazione mafiosa. Insomma la P3 ricorda molto la P2 e potrebbe avere una cioè si calcolano a decorrere non da quando è stata
commessa l’evasione, ma da quando è stata scoper- Modifica o abolisce varie norme e articoli del Co-
“piramide superiore”. E. poiché le riunioni si svolgevano nell'abitazione romana del
ta. dice penale, quelli che delineano i reati contro la
coordinatore del Pdl Denis, la “societas sceleris” era in grado di muoversi a livello di 1) Quando è stato commesso un delitto di corru- Pubblica amministrazione, secondo la riformula-
governo non senza ambiziosi progetti. Come quello di influire sulla decisione dei zione in occasione o comunque in relazione ad ac- zione prevista dalla nuova legge.
giudici della Corte Costituzionale sul Lodo Alfano. Quanto agli affari un vistoso certamenti tributari, contestazioni o irrogazioni
intreccio di interessi conduce a quel Credito Cooperativo Fiorentino, di cui proprio delle relative sanzioni, ovvero per ottenere l'occul-
Verdini è stato presidente fino quando Bankitalia non ha deciso di commissariare tamento o il mancato perseguimento di violazioni ARTICOLO 10
l'istituto, già oggetto di indagine parte delle procure di Firenze e Perugia. Operazioni amministrative, le decadenze previste per la noti-
finanziarie sospette, prestanome, assegni in odor di tangenti accomunano le indagini fica degli atti di contestazione o irrogazione non si Clausola di invarianza finanziaria
verificano dal momento della consumazione del
sulla Protezione Civile e sulla P3 che utilizzava la banca in vista del business eolico. E
predetto delitto fino al momento dell'esercizio del- La nuova norma non costa un euro in più della
chi troviamo dietro? Il vecchio Flavio Carboni, socio di Berlusconi ai tempi di Olbia 2, l'azione penale. vecchia normativa modificata. Insomma è una ri-
ancora in carcere dal 7 luglio insieme a Pasquale Lombardi e Arcangelo Martino, 2) Sono, altresì, sospesi nel periodo indicato al forma a costo zero. Anzi aiuterà lo Stato a recupe-
(quest'ultimo amico del papà di Noemi). Un giro stretto, tutti o quasi sono amici del comma 1, i termini di prescrizione degli illeciti am- rare immense ricchezze occulte.
premier o uomini del suo governo. C'è anche il sottosegretario Caliendo. r.d.g. ministrativi, nonché i termini di prescrizione pre- Dall’attuazione della presente legge non derivano
visti per il diritto alla riscossione delle sanzioni ir- nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio dello
rogate. Stato.
Sabato 11 settembre 2010 pagina 15

D-ISTRUZIONE

UN “CELIO AZZURRO” NELLA CRISI


NIDI SOLO PER L’11% DEI BAMBINI
A Roma una scuola per l’infanzia aiuta chi è in difficoltà
di Caterina Perniconi Bambini che cercano prio grazie al coinvolgimento
disperatamente “asilo” continuo delle famiglie. Spes-
na struttura di legno e so, i più bisognosi vengono

U
nell’illustrazione
vetro. Apparente- di Marilena Nardi segnalati direttamente dalle
mente fragile, ma ret- Asl o dal municipio. “Ma ac-
ta da una struttura for- cettiamo anche famiglie ita-
tissima: le spalle degli edu- liane non disagiate, proprio
catori. Celio azzurro è un cen- per non creare un ghetto – perché nessuno ha capito
tro interculturale struttura- continua l’educatore – sia- l’importanza di questo pro-
to come una scuola dell’in- mo la prova vivente che i getto”. Alla fine del film si ca-
fanzia nel cuore dell’omoni- discorsi sulle quote sono piscono chiaramente le diffi-
mo parco romano. pretestuosi: i bambini ita- coltà in cui versa l’asilo, ma
Un’esperienza unica nel liani non restano indie- Guidotti non vuole insistere.
suo genere, che in un pe- tro. A chi ne dubita di- Poi confessa: “Tra qualche an-
riodo di crisi cerca di aiu- co: venite a vedere, gli no, se le cose restano così, do-
tare le famiglie con maggio- stranieri imparano la vremmo chiudere. Gli educa-
ri disagi della zona, sia ita- lingua in 3 mesi, par- tori dopo vent’anni percepi-
liane che straniere. lano italiano me- scono ancora mille euro di sti-
Mandare un bambino all’asi- glio di me”. pendio. Stiamo cercando
lo costa alle famiglie 327 eu- L’asilo del Celio ha l’aiuto da parte di qualche
ro mensili (3.270 euro l’an- dieci educatori. Fondazione, e abbiamo atti-
no), secondo un’indagine Tra di loro una ro- vato il 5x1000, ma siamo ap-
della Uil scuola. Circa il 10% mena, un mediatore pena all’inizio”.
del budget netto familiare. nigeriano e anche molti vo- I bambini, intanto, continua-
Troppo per molti genitori in lontari. “Purtroppo siamo no a piantare i semi nel giar-
difficoltà. Che mettono i stati lasciati soli – dice Gui- dino del parco, a spingersi
propri bambini in lista per dotti – non siamo mai stati sulle altalene, a mangiare pro-
l’asilo del Celio. centro era stato aperto.
Vent’anni fa, infatti, Guidotti
Un asilo pubblico può costare presi ad esempio o supporta-
ti da studi specifici. È anche
dotti provenienti da 25 Paesi
diversi. Sicuri che quella è la
Una storia occupò lo spazio del parco
del Celio assieme a un grup-
circa 300 euro al mese, per questo che fatichiamo, normalità.
difficile
po di famiglie e 20 bambini.
Furono sgomberati e la poli- i privati arrivano anche a 700
“RIUSCIAMO a prendere
circa 50 bambini all’anno, ma
zia sequestrò tutti i loro ma-
teriali, affidando la struttura PRECARI Se ci
ce ne sarebbero almeno al- all’associazione di don Luigi costruirono la moderna vato, può arrivare a dover
trettanti in attesa –spiega il di-
rettore del centro, Massimo
Di Liegro. Fu a lui che Guidot-
ti e altri 7 educatori chiesero
struttura che vedete ades-
so”.
sborsare fino a 700 euro al
mese, a seconda degli orari e
pensa il ministro
Guidotti – fosse per me li la possibilità di progettare un degli spazi del nido scelto. esercito di oltre 200 mila precari che premo-
prenderei tutti, ma i finanzia-
menti che abbiamo sono
asilo multiculturale. Accettò
subito e i battenti furono
Le segnalazioni Proprio per colpa dei costi
un’esperienza come quella di
“L’ no per entrare nel mondo della scuola potreb-
be essere assorbito nell’arco di 6-7 anni”. Dopo
da Asl e municipio
troppo bassi”. Per questo mo- aperti, grazie anche ai fondi Celio azzurro è difficile da por- aver sostenuto che sono un numero “spaventoso”
tivo, da due anni, vengono ac- provinciali, il primo giugno tare avanti. e che il governo non se ne può occupare, la Gel-
cettati anche bambini con fa- 1990. L’ESPERIENZA è unica nel La storia di questa scuola è mini fa un triplo salto mortale indietro e cambia
miglie che possono pagare Sei mesi dopo il centro fu bru- suo genere. Soprattutto se stata raccontata da Edoardo idea: adesso ai precari ci pensa lei e li assume tutti.
una retta, seppur minima. Il ciato da un incendio doloso. confrontata con i costi degli Winspeare in un film docu- Insomma, se smettete di protestare, forse, prima o
70% dei finanziamenti, infat- Per fortuna i bambini erano asili. E soprattutto dei nidi. mentario dal titolo Sotto il Celio poi, entro l’età della pensione, potreste avere un
ti, arriva da un bando comu- fuori per le vacanze di Natale. Per quanto riguarda questi ul- azzurro. Per realizzarlo sono lavoro. Parola di ministro, che fa leva sui pensio-
nale dell’assessorato alle Poli- “E come sempre – racconta timi nel nostro Paese viene stati coinvolti tutti i genitori, namenti. Ma come mai quest’anno, a fronte di 30
tiche sociali. Il resto tramite Guidotti – nella difficoltà il colmato solo l’11% della ri- italiani e stranieri. “Ma non è mila docenti che andranno in pensione, verranno
le rette. nostro Paese esprime le ener- chiesta. E comunque la fami- una novità – spiega Guidotti – banditi solo 10 mila posti? Forse perché lasciare
Da due anni e mezzo, infatti, gie migliori. Si scatenò una glia deve accollarsi un costo qui da noi abbiamo creato precarie le altre cattedre costa meno?
non c’è più il contributo della gara di solidarietà e una cate- di circa 300 euro. Chi resta uno spirito di solidarietà che
Caritas, grazie alla quale il na di imprese edili romane fuori, e deve ricorrere al pri- va oltre il nostro giardino pro-

Aule fatiscenti: rischi per i ragazzi


LA GELMINI AVEVA PROMESSO UN MILIARDO MA NON SI SA CHE FINE HANNO FATTO I SOLDI
di Augusto Pozzoli to in attesa dei risultati di zionale, l’architetto Giorgio Procura della Repubblica
un’indagine sullo stato degli Ponti che rappresenta l’Italia per ottenere automatica-
n miliardo di euro per edifici scolastici italiani per mente la chiusura di una
Ula l’edilizia scolastica. Paro-
di Mariastella Gelmini
conoscere il fabbisogno
economico da destinare alla
al gruppo di lavoro di questo
settore presso l’Ocse: “Metà
degli edifici scolastici italiani
scuola non a norma. Inim-
maginabile una soluzione.
dell’altro giorno, vantando i soluzione di questo proble- non dovrebbe nemmeno Senza aspettare i finanzia-
meriti del suo governo della ma. Di quell’indagine non si aprire”. Lo stesso Ponti era menti della Gelmini. L’esem-
scuola italiana. Il guaio è ha più notizia. Intanto però consulente del sottosegreta- pio più clamoroso a Napoli,
che agli enti locali a cui dei soldi stanziati, 276 mi- rio alla Pubblica istruzione dove da un paio d’anni sono
compete intervenire (le lioni di euro sono stati de- Nadia Masini che varò la leg- disponibili 300 milioni di eu-
Province per gli istituti su- stinati ai primi interventi ge 23 del 1996, prima (e pur- ro di fondi europei per la
periori, i Comuni per le del dopo terremoto de troppo unica) in materia di messa a norma delle scuole:
strutture dell’obbligo) per L’Aquila, il resto non si sa edilizia scolastica. A più di un centinaio di istituti I ragazzi rientrano a scuola. L’anno scolastico si apre lunedì (FOTO EMBLEMA)
mettere le scuole in sicurez- che fine farà. quell’epoca fu calcolato un napoletani ne hanno fatto ri-
za, non è mai arrivato un eu- fabbisogno di 4 miliardi di chiesta perché sono fuori vedesse a mettere i bambini l’architetto Ponti – soprattut-
ro. COSÌ L’ANNO scolastico euro. E ora a che punto sia- norma, ma i finanziamenti al riparo dai gravissimi rischi to ora che gli hanno tolto an-
Il ministro dell’Istruzione che sta per cominciare parte mo? L’Upi (Unione province sono bloccati, e le scuole che l’esposizione alle fibre che i soldi dell’Ici. Le risorse
(una volta si diceva pubbli- con un altro gravissimo han- italiane) ha appena concluso continuano a funzionare di amianto comporta. Ma derivanti dagli oneri di urba-
ca, una qualifica non a caso dicap: per garantire la sicu- un’indagine a cui ha risposto senza tener conto della sicu- quante sono le scuole mila- nizzazione? Con la crisi che
cancellata) faceva riferi- rezza di milioni di studenti, poco più del 50 per cento rezza di chi le frequenta. nesi ancora in queste condi- stanno attraversando le im-
mento a un decreto varato il dei loro insegnanti e di tutti delle province che ha per- zioni? Il Comune ancora non prese che fanno edilizia, si
6 marzo di un anno fa all’in- gli operatori scolastici non si messo di stabilire che “il fab- AL TERMINE dello scor- lo sa, perché soltanto recen- tratta di una vera chimera.
domani della tragedia di Ri- fa nulla. E questo nonostante bisogno pregresso necessa- so anno scolastico l’ammini- temente sta fornendo i suoi Oggi i Comuni non sono
voli che vide la morte di uno che la situazione vada di an- rio per tutti gli istituti supe- strazione comunale milane- dati all’anagrafe dell’edilizia nemmeno in grado di pagar-
studente in seguito al crollo no in anno peggiorando. riori ammonta a quasi 9 mi- se annunciava la chiusura di scolastica provinciale”. Una si un consulente che li aiuti a
di un soffitto. In quell’occa- Tanto da far dire a uno dei liardi di euro”. Ma se si vuole una scuola materna. “Un ca- questione evidentemente di capire in che stato sono gli
sione si cominciava a stan- massimi esperti di edilizia allargare il quadro a tutto il so assurdo – spiega la sena- scelta politica perché, guar- edifici scolastici e indicare le
ziare un primo finanziamen- scolastica a livello interna- sistema degli edifici scolasti- trice Pd Marilena Adano che da caso, sempre a Milano la soluzioni da adottare”. Per
ci nazionali gli esperti dico- sull’argomento ha già pre- Provincia ha già bonificato questo non si capisce come
no che il fabbisogno com- sentato un’interpellanza dall’amianto tutti gli edifici Mariastella Gelmini continui
Servono undici miliardi plessivo non sarebbe inferio-
re a 20 miliardi di euro.
parlamentare – in quell’edi-
ficio le educatrici avevano
scolastici di sua pertinenza.
Resta il fatto in ogni modo
a ripetere che l’anno scola-
stico si aprirà senza proble-
per sistemare le scuole Quante sono le scuole anco-
ra fuori norma? Dall’inizio
rattoppato di loro iniziativa
dei buchi nelle superfici di
che i Comuni sono davvero
nelle condizioni di dare for-
mi. A meno che garantire la
sicurezza delle scuole per lei
del prossimo anno basterà la amianto. Era così da anni, fait. “Non hanno più un euro non rappresenti un proble-
Nove per gli istituti superiori denuncia di un genitore alla senza che il Comune prov- da investire – dice ancora ma.
pagina 16 Sabato 11 settembre 2010

ECONOMIA

IVECO, QUELLA
PARTE DI FIAT
ANCORA NORMALE
A Brescia si fabbricano camion
senza guerra con i sindacati
di Elisabetta Reguitti lo stabilimento Iveco sono stati ne definita “organizzazione Uno stabilimento dell’Iveco che, dopo la separazione in due del gruppo, finirà nella parte Fiat Industria (FOTO EMBLEMA)
Brescia investiti oltre 20 milioni di euro snella basata su l’abbattimento
nei reparti lastratura, vernicia- dei costi e l’incremento della La trattativa tuali inefficienze produttive, l’incognita di quando ripartirà a
è un ramo del gruppo tura, montaggio e logistica. qualità”. Prima di questa innova- sulle pause mancate consegne o altro. Ma pieno regime la produzione del-

C’ Fiat, sempre controlla-


to da Sergio Marchion-
ne, in cui le dinamiche
sindacali hanno seguito un
percorso diverso e più norma-
La rinascita bresciana ha avuto
un prezzo, però: mentre in Lom-
bardia si investiva, nello stabili-
mento di Madrid venivano an-
nunciati tagli ed esuberi. L’inno-
zione organizzativa anche
all’Iveco si è rischiato grosso,
quasi come a Pomigliano: la pro-
posta iniziale dell’azienda pre-
vedeva infatti una revisione (sia
DA UNA PARTE la proprietà,
con la proposta di uno slitta-
mento delle pause che oscillava
così non è stato e dunque, come
cita l’accordo, sono stati fatti
“interventi strutturali nell’otti-
ca del rafforzamento della posi-
zione competitiva dello stabili-
lo stabilimento. Già, perché, la
vera incognita è rappresentata
dalla “linea unica” che ha preso
il posto delle tradizionali sei li-
nee di montaggio.
le rispetto a Pomgliano d’Arco, vazione dei processi produttivi pur parziale) dei tempi di lavoro dalle 3 alle 4 ore, dall’altra la mento nel contesto industriale Ma la prova del nove, quella del
Termini Imerese e Melfi. è comunque realtà nonostante e delle pause collettive attuata Fiom che ha ottenuto di abbas- di riferimento [...] con conse- mercato e della capacità di resi-
All’Iveco di Brescia i rapporti la produzione, oggi, sia dimez- attraverso la rilevazione dei sare questa richiesta a 1 ora e 20 guente mantenimento dei livelli stere in un settore che sconta la
sindacali hanno un’altra faccia: zata rispetto alla capacità pro- tempi di produzione e sul recu- minuti. Cosa significa? Stabilire occupazionali funzionali ai vo- crisi come pochi altri, deve an-
si è perfino siglato un accordo duttiva dello stabilimento. A pero di parte delle inefficienze tempi di lavoro in base all’orga- lumi produttivi richiesti dal cora arrivare visto che ad oggi
sottoscritto da tutte le sigle. Brescia quindi è stata introdotta degli impianti attraverso l’utiliz- nizzazione della produzione: mercato”. Salvati i posti, tutelati gli operai sono in cassintegra-
Nel gergo sindacalese del se- quella che in gergo tecnico vie- zo delle pause collettive. pause definite in base alle even- ritmi di lavoro, ora resta però zione ordinaria.
gretario provinciale della Fiom
Cgil Michela Spera, si tratta di
“un accordo faticoso raggiun- Il rilancio dello
to nell’aprile del 2009 all’inter-
no del quadro nazionale del stabilimento MIRAFIORI I centri sociali gazzo sui 35 anni: “Io voglio fare
2008 e degli accordi Fiat del l’operaio – racconta – non lo schiavo.
2007”. lombardo rivedicano l’attacco a Bonanni Non è possibile cestinare i contratti,
per di più con il consenso della Cisl.
di Stefano Caselli tre che illegale e pericolosa): “Che Se qui a Mirafiori propongono un ac-
Venti milioni ha avuto un Torino significa bisognava farlo parlare? – ri- cordo come quello di Pomigliano, io
di investimenti
batte uno di loro – hanno già tutti i non ci sto. Me ne vado. Contestare è
prezzo: mille
IL FUTURO dei quasi 3000 ad-
detti (oggi comunque in cassa esuberi Qmidi,uarantenni un po’ brizzolati e dif-
fidenti, studenti giovanissimi e ti-
precari dei call center incazzati
media a disposizione ogni giorno.
Noi non siamo opposizione, siamo
contrapposizione. Invitare Bonanni il
sacrosanto, qui finisce che ci tolgono
anche la parola”. Askatasuna intervi-
sta, filma, chiede pareri. La domanda
integrazione) del più grande sta- e basta. L’avanguardia dei contesta- giorno dopo il recesso unilaterale del impellente è se all’interno della fab-
bilimento lombardo è quindi di- a Madrid tori del segretario Cisl Raffaele Bo- contratto collettivo da parte dei Fe- brica stia crescendo il malcontento,
verso dai cugini che producono nanni (centro sociale Askatasuna, La- dermeccanica è stata una provoca- la tensione: “C’è passività – argomen-
automobili. Lo stabilimento voratori precari studenti autorganiz- zione e zittirlo era doveroso”. Pun- ta un operaio di lungo corso – e se c’è
bresciano ha una storia lunga, zati e Assemblea lavoratori autocon- to. esasperazione non si vede. Di quello
nasce come OM (Officine mec- vocati Torino) si da appuntamento al- Il primo a uscire dai cancelli è un che capita qua dentro non gliene fre-
caniche) e che oggi, di fatto, è l’ la mitica porta 2 di Mirafiori, quella signore sulla cinquantina, afferra il ga niente a nessuno, sono sei mesi
unico in Europa a produrre vei- delle carrozzerie. Sono lì per racco- volantino “Perché abbiamo contesta- che stiamo a parlare di processo bre-
coli commerciali di medie di- gliere i frutti dell’irruzione alla Festa to Bonanni” e si allontana frettolosa- ve…”. Altri hanno un’impressione di-
mensioni. Costruire camion in Democratica di mercoledì scorso, mente sussurrando: “Trent’anni fa versa: “Qui sono tutti incazzati neri, e
questa fase è certamente diver- con un pacco di volantini, in attesa Pier Carniti [segretario generale della tra un po’ scoppia di nuovo la bomba
so che parlare di auto, e lo sanno del cambio turno della 14. Aspettan- Cisl dal 1979 al 1985, ndr] lo stavano cassa integrazione (già annunciata
bene gli operai consapevoli di do gli operai, si parla della contesta- appendendo a un albero per molto dall’azienda per la settimana tra il 18
come oggi sia meglio essere di- zione. meno…”. Gli altri escono alla spic- e il 24 ottobre, ndr)”.
pendenti di quella che a gennaio Quelli di Askatasuna rivendicano ciolata e si dividono equamente tra Solo una signora legge distrattamente
sarà Fiat Industria (dopo la sepa- ogni cosa, anche quel “fumogenino” chi afferma “non me ne frega niente” il volantino ed esclama: “È stata una
razione in due di Fiat Group) di cui “tanto si parla”. Diffidano dei o “non mi interesso di politica” e chi cosa vergognosa”. Cammina verso la
piuttosto che dell’attuale Fiat giornalisti ed è inutile tentare di ra- loda la contestazione: “Hanno fatto fermata del bus, poi si ferma e torna
Auto rispetto anche ai mercati gionare sulla differenza tra fischio le- bene – è l’opinione di molti – anzi, è indietro: “Io però – sussurra – sono
ormai saturi e al crollo delle ven- cito e violenza controproducente (ol- troppo poco”. Il più loquace è un ra- della Cisl”.
dite. Va anche ricordato che nel- Sergio Marchionne (FOTO ANSA)

Il sindacalista che sogna la Fiom riformista


NEL MEZZO DELLA BATTAGLIA FIAT FAUSTO DURANTE TIENE ALTA LA BANDIERA BERSANIANA E DICE NO AL MASSIMALISMO
di Salvatore Cannavò Sabattini” - quando cerca di definirsi influenza e peso verrà cancellata da ve una cornice unitaria valida in tutta giugno e a Marchionne concede sen-
sindacalmente: “Un cubo con più Sabattini, il padre spirituale dell'at- Italia che però contenga delle spe- za problemi i 18 turni. Ma questo lo
i sé ama una definizione pompo- facce”. “Il sindacalista, spiega, deve tuale maggioranza Fiom. cificità per i vari settori, auto, side- fa anche Landini, e allora dov'è la dif-
D"Intellettuale
sa e scherzosa allo stesso tempo:
del Salento". In effetti,
essere intransigente e pragmatico,
rivoluzionario e realista”.
Questa cultura e storia lo inducono a
pensare che è venuto il momento di
rurgia, informatica, etc”.
L'obiettivo è quello di tenere insie-
ferenza? “La differenza è che abbia-
mo votato mozioni congressuali di-
andando a curiosare nella biografia A a suo giudizio l'attuale gruppo di- uscire dallo stallo, di “azzerare la si- me le ragioni del lavoro e quelle del- verse e che io penso che tutti i con-
di Fausto Durante, l'esponente della rigente resta "massimalista" in piena tuazione perché la maionese è im- l'impresa “perché le mutazioni pro- tratti di categoria firmati dalla Cgil
minoranza Fiom (27% all'ultimo continuità con le sue origini, quelle pazzita”, tutto è andato in crisi e non duttive e di organizzazione del lavo- non costituiscano una subordinazio-
congresso) ma componente della che derivano dalla svolta radicale e c'è più alcuna certezza. E il modo di ro sono rilevanti e la fase è cambiata ne a Cisl e Uil né tantomeno un ce-
maggioranza Cgil che sta con Epifa- di movimento impressa alla Fiom da riprendere il filo della matassa ingar- e se pensiamo di avere splendida- dimento all'accordo contrattuale
ni, si scopre che prima di diventare Claudio Sabattini. Durante è rimasto bugliata è quello di proporre a Cisl, mente ragione corriamo il rischio di del 2009 firmato dai due sindacati,
sindacalista è stato un insegnante di estraneo a quella cultura e discende Uil e Federmeccanica di scrivere un essere splendidamente sconfitti”. Confindustria e governo, come pen-
letteratura inglese fino al 1987. È in invece dal filone "riformista" della nuovo contratto nazionale. Ma sen- Durante respinge l'obiezione che sa la maggioranza della Fiom”.
quell'anno che il Pci di Lecce - dove Fiom, quello del suo predecessore za deroghe, specifica Durante: “Ser- così facendo si tratterebbe di impor- E quindi la palla torna alla cultura
Durante è nato - gli propone di fare il Riccardo Nenci- tare direttamente le sindacale e politica. Durante si de-
funzionario. Il tempo di partecipare ni (omonimo del deroghe nello stesso finisce un laburista, è iscritto al Pd.
allo scioglimento del partito e nel
1993 ancora un cambio: “Gli operai
segretario Psi, di
cui è cugino), di
Uno scontro contratto nazionale.
Non accetta il parago-
Cosa voglia dire questa definizione
è spiegato con un'idea della poli-
della Fiat Itaci, oggi diventata Cnh,
mi chiedono di diventare segretario
Cesare Damiano
e Susanna Ca-
tutto politico ne con Bonanni, e a
Marchionne dice che
tica che tenga insieme le ragioni
dei lavoratori e quelle delle impre-
della Fiom di Lecce”.
L'attività sindacale inizia così sull'on-
musso o, andan-
do ancora più in-
“La differenza la sua è solo una scor-
ciatoia: “Però se c'è bi-
se. Nel Pd dice di riconoscersi in
Bersani, nel responsabile econo-
da della vertenza più importante che dietro, dell'ex sogno di una flessibi- mico Fassina, o nell'ex ministro del
Durante ricorda, quella che riguarda segretario Fiom, con Landini è lità istantanea ci deve Lavoro del governo Prodi, Cesare
la ristrutturazione dello stabilimen- Fausto Vigevani, essere disponibilità”. Damiano. Ma il cuore batte anche
to Fiat da 2500 operai a 600. Ne parla socialista la cui che abbiamo Chiamato a spiegare per Vendola. Anzi, non dice no a un
con un certo orgoglio - “è la vertenza meglio quali contenu- ticket Chiamparino-Vendola: "L'u-
che mi ha formato, sostenuto allora votato mozioni ti proponga, dice di ri- nione tra il riformismo del Pd e il
dalla segreteria nazionale ma anche Fausto Durante conoscersi nel comi- sogno di Vendola sarebbe l'idea-
dalla componente massimalista di della Fiom (FOTO LAPRESSE) diverse” tato centrale Fiom di le".
Sabato 11 settembre 2010 pagina 17

ECONOMIA

TREMONTI FLOP
I soldi dello scudo fiscale sono andati a tutti tranne
che alle imprese, il grosso resta all’estero
di Vittorio Malagutti IMPRESE NELLA CRISI
Milano

soldi dello scudo fiscale?


IL MINISTRO INSISTE: NORME SULLA
I Serviranno per “mantene-
re aperte le aziende, per
non licenziare, per conti-
nuare l'attività”. Parola di Giu-
lio Tremonti, che nel dicem-
SICUREZZA MENO STRINGENTI PER I PICCOLI
bre scorso magnificava Un disegno di di Stefano Feltri le e vincoli di sicurezza differen- burocrazia, in questi casi, conta
così le straordinarie Marilena Nardi, ti a seconda della dimensione. assai poco.
virtù della legge pro inque parole dette a Berga-
evasori sul rimpa-
trio dei capitali
sotto una protesta
contro le “morti
bianche” ( FOTO ANSA)
“C mo alle 11 di sera nel corso
di una festa, hanno fornito oc-
Solo che, a leggere i dati Inail,
verrebbe da dire che più un’im-
presa è piccola, maggiori vinco-
Ci sarebbe anche un apposito
istituto di ricerca pubblico per
studiare l’impatto delle norme
esportati all'este- casione per una polemica che li dovrebbe avere. Cioè il contra- sulla sicurezza, e proporre un
ro. Già all’epoca mi sembra un po' eccessiva”, rio di quanto auspica Tremonti. giusto equilibrio tra competiti-
le dichiarazioni diceva il 26 agosto il ministro Le aziende artigiane, quelle di vità e diritti: si chiama Ispesl,
del ministro ave- del Tesoro, Giulio Tremonti. dimensioni minori, hanno un Istituto superiore per la preven-
vano lasciato La sera prima, a un party leghi- tasso di infortuni indennizzati zione e la sicurezza sul lavoro.
perplessi gli os- sta, si era lasciato scappare (che quindi vengono registrati) Ma Tremonti, nella manovra
servatori più at- che la legge 626 sulla sicurez- superiore del 20 per cento ri- estiva, l’ha soppresso come en-
tenti nelle ban- za sul posto di lavoro (ora as- spetto alla media generale. E se te inutile, trasferendo le sue
che e nei grandi sorbita dal Testo unico 2008) consideriamo quelle piccolissi- competenze all’Inail (ma senza
studi di com- rientrava nella categoria dei me, con un numero di dipen- incidere sull’organico, ha anco-
mercialisti. Ma “lussi che non possiamo più denti compreso tra 1 e 15, l’in- ra ricercatori e addetti stampa).
adesso, a distan- permetterci”. Seguirono smen- dice che misura il tasso di infor-
za di qualche tite. Poi il ministro deve averci tuni è superiore del 60 per cen- QUESTIONE DI COSTO. Il
mese, arriva la riflettuto e ieri ha trasformato to alla media. Quello che conta costo per la sicurezza sul posto
conferma uffi- un’affermazione estempora- sembra essere molto più il set- di lavoro è difficile da stimare,
ciale che le pre- nea in un programma politico, tore di attività che non la dimen- ma dentro l’Inail si abbozza una
visioni di Tre- con una lettera al Corriere della sione: fatto 100 l’indice com- cifra: 50 miliardi di euro all’an-
monti erano Sera pubblicata in prima pagi- plessivo per l’industria e i servi- no. Eppure non sembra la prima
campate per aria. na. zi, secondo l’Inail il settore della preoccupazione delle imprese.
Pie illusioni, o for- lavorazione dei metalli risulta ri- Dopo le parole di Tremonti sui
se, peggio ancora, BUROCRAZIA. Questa la schioso 189, cioè quasi il 90 per “lussi che non ci possiamo più
pura propaganda. premessa: “Ciò che è paradossa- cento più della media, mentre permettere”, soltanto Giusep-
le, in Italia, è l’estensione indif- l’intermediazione finanziaria pe Bortolussi della Cgia di Me-
Capitali ferenziata e parossistica alla mi- segna solo 9,86 (come prevedi- stre, un’associazione di imprese
ancora nima impresa di regole che po- bile non si infortuna quasi nes- artigiane, si è detto d’accordo:
co o niente hanno a che fare con suno maneggiando fondi di in- “Occorre puntare più su una si-
nei paradisi la sicurezza sul lavoro”. Conse- vestimento e azioni). curezza di fatto che su carta”.
guenza politica, molto concre- A questo si aggiunge che il luogo Per il resto, le imprese – anche
SECONDO I DATI del mini- ta: “Di questo tipo di regole si di lavoro più rischioso, quello quelle piccole – sembrano più
stero dell'Economia, anticipati può fare a meno senza mettere dove si muore più spesso, è la preoccupate dell’Irap, dell’Iva
ieri da un articolo del quotidia- in discussione la vita e la sicu- strada: per chi ci lavora e per chi per cassa, dei pagamenti da par-
no finanziario Mf, solo un rivolo rezza dei lavoratori”. Cioè rego- rimane vittima di infortunio. E la te della Pubblica amministrazio-
del grande fiume di denaro rim- ne in ritardo di anni, del credito
patriato grazie allo scudo è an- che non arriva dalle banche. Ba-
dato davvero a sostenere il mon-
do delle imprese. Tradotto in ci-
cedenti (-16 per cento), ma do-
po tanti ribassi è un primo se-
Doris, nel 2009 ha intercettato
oltre 700 milioni di euro rimpa-
Secondo i dati dell’Inail le imprese sta fare un controllo sul blog del-
le Imprese che resistono, il movi-
fre, non più di 10 miliardi, ma
forse qualcosa meno, su 104 mi-
gnale di recupero. Merito dello
scudo fiscale, spiegano gli ope-
triati grazie all'ennesimo con-
dono governativo.
artigiane restano le più pericolose mento di base nato tra piccoli
imprenditori per fare pressione
liardi totali. Insomma, all'incir- ratori, che ha riportato in Italia In fondo in fondo neppure i sul governo senza la mediazione
ca il 10 per cento del totale. Il capitali freschi in cerca d'impie- banchieri svizzeri si possono la- nonostante il Tesoro sostenga della Confindustria. Nel sondag-
resto dei soldi per il 50 per cen- go. Ma attenzione: a muoversi è mentare. Moltissimi dei loro gio on line del sito, che non ha
to è rimasto tranquillamente più che altro la fascia medio-alta clienti italiani hanno regolariz- che hanno vincoli eccessivi alcun valore statistico ma misu-
dov’era, sfruttando il cosiddet- del mercato. E cioè acquirenti zato le loro posizioni versando ra l’umore, si parla di condono
to rimpatrio giuridico e la rego- facoltosi per immobili di presti- l'obolo del 5 per cento all'ammi- fiscale, di condono tombale (lo
larizzazione. In pratica quel de- gio. Un'altra conferma, l'ennesi- nistrazione fiscale, ma senza fi- vuole il 20 per cento dei votan-
naro si trova ancora oltrefron- ma, che in Italia si sta allargando sicamente riportare i soldi nel ti), di stretta creditizia e si può
tiera nei forzieri delle banche, in la forbice tra i benestanti e chi nostro Paese. In altri casi il de- votare “la banca peggiore”.
massima parte elvetiche, oppu- tira a campare. naro è stato semplicemente Ma al problema che a Tremonti
re sotto forma di case. Un altro spostato nella filiale italiana del- sembra prioritario, il peso e i co-
30 per cento dei 104 miliardi La fortuna l'istituto elvetico. Oppure, gra- sti burocratici delle norme sulla
“scudati” é servito a comprare dei banchieri zie alla sottoscrizione di polizze sicurezza, neppure un accenno.
prodotti finanziari: azioni, fon- assicurative studiate ad hoc, i In compenso, alla domanda
di, eccetera. E, infine, il 10 per capitali scudati sono tornati al “Come giudichi l’operato del
cento è stato investito in immo- POI CI SONO i banchieri. A punto di partenza, nei forzieri di governo nel gestire la crisi?” c’è
bili. loro lo scudo ha fatto bene, be- Lugano o Zurigo. un giudizio netto. Oltre il 51 per
Morale della favola: il provvedi- nissimo. Perché i soldi in nero cento ha cliccato sulla risposta
mento che secondo Tremonti nascosti all’estero hanno varca- Nella caverna “totalmente inadeguato, così
doveva fornire nuovi capitali al- to di nuovo la frontiera per pla- di Alì Babà potevo farlo anche io”.
le aziende in una fase di reces- nare dolcemente nelle casse de-
sione e di difficile accesso al cre- gli istituti di credito nostrani. E
dito bancario, in realtà ha avuto questa massa di denaro, svariati POCO MALE, allora. Nono-
effetti ben diversi. Lo scudo ha miliardi di euro, si è tramutata in stante le polemiche e perfino il RIPRESA E NUMERI
garantito ponti d’oro agli specu- commissioni e altri proventi rischio di incidenti diplomatici
latori, che hanno reinvestito
nella finanza e nel mattone i ca-
pitali in precedenza nascosti al-
che sono andati a puntellare il
conto economico dei più im-
portanti gruppi finanziari.
con il governo di Berna, l’offen-
siva di Tremonti contro le ban-
che svizzere, definite dal mini-
QUESTIONE DI FEDE
bbinate le seguenti parole al nome intuitiva ma abbastanza semplice. Ed è,
l'erario. E, a quanto pare, sono
serviti a poco anche gli incenti-
vi fiscali concessi dal governo
Tutte le banche principali già
nei bilanci del 2009 segnalava-
no il forte afflusso di nuovi ca-
stro “caverne di Alì Baba”, ha
prodotto più fumo che arrosto.
Con i più diversi espedienti i co-
A di chi le ha pronunciate. Prima
frase: “E’ arrivato il tempo dello
in fondo, una questione di fede.
Tremonti vede lo sviluppo, ma ammette
per chi impiegava i proventi del- pitali in gestione. Per Fideuram lossi finanziari della Confedera- sviluppo”. Seconda frase: “L’uscita dalla che “quando il Pil va male, non è solo
lo scudo nella ricapitalizzazio- del gruppo Intesa, specializzata zione sono riusciti a trattenere o recessione è penosamente lenta”. Autori colpa del governo, perchè il Pil lo fanno
ne dell'impresa di famiglia. nella gestione di patrimoni, l'ef- a recuperare una quota impor- possibili. 1) Barack Obama, presidente tutte le forze economiche”. Incrociamo
Festeggiano, invece, immobi- fetto scudo ha prodotto 2,1 mi- tante del denaro dei loro vecchi degli Stati Uniti che quest’anno le dita e speriamo che le cose migliorino.
liaristi e banchieri. I primi, dopo liardi di nuova raccolta l'anno clienti italiani. E questi ultimi,
un paio d'anni di magra, segna- scorso a cui si sono aggiunti altri come segnalano tutti gli opera- cresceranno del 3 per cento, nonostante Obama, che è pure in campagna
lano felici che il mercato ripar- 100 milioni circa nei primi tre tori al di qua e al di là del confine, un tasso di disoccupazione che resta elettorale per il voto di metà mandato,
te. Le statistiche confermano. mesi del 2010. Tremonti ha dato hanno già ricominciato a porta- alto al 9,5 per cento. 2) Giulio Tremonti, ha un approccio meno passivo: “Ciascun
Secondo l'Istat nei primi tre me- una mano anche alla banca con- re il denaro in Svizzera. Con ministro dell’Economia di un Paese che componente dell’ amministrazione sta
si del 2010 le compravendite so- trollata dalla Fininvest di Silvio buona pace delle trovate propa- nel 2010 crescerà di uno striminzito 1 facendo il massimo per stimolare la
no aumentate del 2,3 per cento Berlusconi assieme al suo ami- gandistiche come le telecamere per cento, con una disoccupazione di crescita economica e l'occupazione”.
rispetto allo stesso periodo del co Ennio Doris, quel signore in ai valichi di confine. Tutto come poco inferiore a quella americana, Uno si affida alla provvidenza, l’altro
2009. È vero che il primo trime- doppiopetto che va in tv dise- prima, quindi. Tutto come sem-
all’8,5 per cento. La risposta non è alla propria squadra di governo.
stre dell'anno scorso aveva fatto gnando cerchi sulla sabbia. Me- pre. In attesa della prossima am-
segnare un tracollo senza pre- diolanum, fondata e diretta da nistia. Pardon, scudo fiscale.
pagina 18 Sabato 11 settembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

FESTIVALETTER ATUR A

MONDADORI, Sharon Stone


Operata di
Benitez
“Il Milan
Ventura
Basta sms a
Lady Gaga
Record di

mi si nota di più
appendicite, favorito? Quelli che il nomination
non sarà L’ho sentito calcio, presto all’Mtv
alla finale dire anche un progetto Music
di Miss Italia a Istanbul” con Morgan Awards

se me ne vado? A Mantova scrittori e lettori


si confrontano sull’“Affare Mancuso”.
Augias: dico quello che penso di B. e resto a Segrate
di Silvia Truzzi proteste l’appuntamento di cui culturale immenso. E poi: “I più stitute, dovesse essere eletto pre-
Mantova era protagonista. Motivo? Si è in- famosi autori Einaudi trovereb- sidente della Repubblica, come è
dispettito (come sono star le bero altri editori. Ma i piccoli?”. suo disegno, noi che dovremmo

D
star) per una domanda della sua Zagrebelsky torna a parlare del fare? Che ne sarebbe di noi? Ca-
intervistatrice Caterina Soffici, teologo amletico: “Mancuso ha pite in che gorgo siamo ridotti?
che aveva riportato i giudizi ta- ritenuto che si fosse raggiunto un Davanti alla grandezza del pro-
glienti della stampa internazio- punto oltre il quale non si potes- blema, che senso ha andare via
nale su di lui, definito razzista e se andare. Il gruppo Mondadori da Mondadori?” Un signore tra il
islamofobo. Naturalmente, la ha potuto avvalersi di una legge pubblico si fa avanti: “ La risposta
scusa è sempre la stessa e lui le formulata in termini generali ma di Mondadori a Mancuso è stata
ha detto: “Mi sembra che lei ab- che, guarda caso, aveva conse- durissima, io me ne andrei solo
bia una mentalità troppo ristret- guenze particolarmente favore- per quello...”. Augias sorride:
ta. E di estrema sinistra”. C’è voli per la casa editrice. Una leg- “Quella risposta era goffa e vol-
sempre un comunista che non ge che consentiva di sottrarsi a gare. Forse figlia del nervosismo
t’aspetti. un obbligo tributario di diversi del momento. Erano volgari, an-
milioni di euro pagando una cifra che se più morbide, anche le pa-
La deriva irrisoria. Riconosco che il pro- role di Marina Berlusconi su Man-
ice che “l’antiberlusconismo in del Paese blema esiste: verrà pure il mo- cuso, quando ha parlato di eroi-
questo paese è accecante”. E mento in cui il degrado culturale smo a tassametro, sapendo bene
poi: “In questi mesi sono state del nostro paese sarà tale per cui che il libro era già in program-
dette cose contro di noi, come CAPRICCI a parte, alle 15 si ciascuno di noi sarà chiamato a ma”. Però i lettori sono testardi e
editori e azionisti, a cui non si presentano ai microfoni di Ra- chiarire da che parte sta e sarà ne- uno si fa avanti: “Scusi, Augias,
può non rispondere”. Marina dioTre due autori di ma i resistenti, i partigiani, non si
Berlusconi intervistata dal Cor- punta di Einaudi: Mi- fermavano davanti all’amicizia,
riere di ieri usa il plurale. Non chela Murgia, freschis- rinunciavano alla giovinezza e al-
maiestatis, è plurale da famiglia sima di Campiello e la vita per la libertà”. E lo scritto-
reale. E infatti il cuore della Gustavo Zagrebelsky. re: “Sto dicendo cose forti sul
“questione Mondadori” sta nel Solleticati dalla do- Corrado Augias (FOTO DLM) . In basso, Sandro Bondi (FOTO DLM)
milione di interessi in conflitto. manda di senso del
Se ne parla anche qui, tra un li-
bro, un risotto con le salamelle e
teologo Mancuso
(andarsene o non
cessario prendere le distanze”.
Evidentemente, non abbiamo
È opportuno non sabotare l’atti-
vità di questa casa editrice per-
Al Nobel
un tormento di coscienza, al Fe-
stival della Letteratura di Manto-
andarsene da Mon-
dadori?), i due non
ancora toccato il fondo. Infatti,
il professore continua: “Credo
ché ha una storia lunga e io voglio
che continui”.
Naipaul
va. Il salotto che ospita la dispu-
ta è quello di Marino Sinibaldi,
si sottraggono. La
Murgia mette in
che la mia collaborazione debba
continuare, perché Einaudi è un Augias
non piace
in diretta con Fahrenheit su Ra- chiaro che il suo pro- pezzo della cultura del nostro
dioTre da piazza della Concor- blema nei confronti di Paese. Chi gestisce lo Struzzo ha
show una domanda e
dia. Sfilano ospiti per tutto il po- B. non è che sia il padro- sempre rispettato l’autonomia
meriggio, da Crainz a Forsyth a ne di Segrate, piuttosto degli autori: il giorno in cui do- ALLE 17.30 in piazza Concor- lascia l’incontro
Lucarelli. C’è anche il premio che sia il padrone di tutto e vessi subire un intervento censo- dia arriva Corrado Augias, sotto
Nobel Naipaul che, qualche ora insieme il presidente del rio naturalmente me ne andrei. braccio porta “I segreti del Vati- Proteste dal
dopo il passaggio radiofonico, consiglio. Restare è resistere, Einaudi continua a pubblicare li- cano”, ultimo titolo Mondadori.
ha abbandonato con clamore e senza svuotare un patrimonio bri nel solco della sua tradizione. Appena scoppiato l’affaire Man- pubblico
cuso, aveva immediatamente an-
nunciato che si sarebbe confron-
Rivelazioni il liberal-golpista Edgar- esempio, al libro “L’alternativa bolscevica. tato con i lettori a Mantova. E loro premier, non ho ancora visto due
do Sogno, o filosofi di de- La mia lotta contro il riformismo di Paolo ci sono. Si parte dall’intervista di agenti che mi portano via. Non è
COMPAGNI, stra come Augusto Del
Noce e Carl Schmitt, o
Ferrero”, con prefazione di Aleksandr Lu-
kašenko. Pare che un anonimo valutatore
Marina Berlusconi. “Rivendica il
suo merito di essere liberale. È
il fascismo”. Ma poi tutti concor-
dano che “è peggio del fasci-
IL MULINO È UN COVO Victor Zaslavsky, storico
russo che per tutta la vi-
della casa editrice l’abbia definito “un me-
diocre contributo alla letteratura splatter”.
vero, anche se non so se il dar vo-
ce a tutte le posizioni sia solo ob-
smo”. Ultima domanda: “Cosa
deve succedere ancora, dopo 38
DI FASCISTI ta non ha fatto che get-
tare fango sull’Urss.
Tutti membri di sma-
E questo solo perché l’autore cita come mo-
dello la Corea del Nord e definisce giusta-
mente esemplari i metodi del compianto
bedire al comandamento della li-
bertà . E possibile che sia un’astu-
zia. Ho scritto in un libro – “I se-
leggi ad personam e mille tenta-
tivi di strappo istituzionale, per
farvi prendere una posizione,
scherate organizzazio- Pol Pot. Ho il sospetto che dietro l’anonimo greti di Roma” – delle circostan- per farvi dire basta?”. La calma
Ai membri del Politburo ni ribelli controrivoluzionarie, disertori e si nasconda quell’Angelo Panebianco che ze truffaldine con cui è stata com- olimpica un po’ se ne va. “Adesso
del Comitato Centrale venduti al capitale. Sono tutti nemici giurati scrive anche sul Corriere e che è uno dei prata la villa di Arcore . Credo che basta non lo dice un autore che
del potere sovietico, pieni di odio verso il consiglieri più influenti della casa editrice. Il censurarlo avrebbe provocato va via da Mondadori, ma quelli
STIMATI COMPAGNI! Vi scrivo per ri- socialismo. Mulino macina solo pane bianco, anzi nero. un danno maggiore che pubbli- che vanno a votare. Lui ha i me-
chiamare la vostra attenzione sulle allar- Personalmente ho potuto sperimentare È un covo di reazionari. carlo. L’etica non ammette dero- dia, ha i soldi, sta cercando di
manti tendenze controrivoluzionarie sulla mia pelle i metodi squadristici e fascisti Compagni, urge fermare questa pericolosa ghe. Se me ne vado da Mondado- comprarsi i parlamentari per ri-
emerse all’interno di una casa editrice un dei nuovi capi del Mulino. Il mio saggio “Elo- deriva. Sulla base del fatto che questi signo- ri, poi posso andare in libreria e fare la maggioranza. È la difficoltà
tempo gloriosa e saldamente controllata gio del lacrimogeno” (prefazione di Fran- ri sono risoluti e incorreggibili nemici del co- comprare un libro Mondadori? O davanti alla quale ci troviamo,
dal nostro Partito, il Mulino di Bologna. Il cesco Saverio Caruso) è stato bocciato con munismo, ritengo necessario considerare segnalarlo sul giornale? Io resto senza questo non ci troveremmo
direttore della società editrice, il rinnegato argomenti pretestuosi, benché il professor in modo speciale che si infligga loro la mas- per l’affetto, l’amicizia e la stima in un momento così buio”. Dopo
Ugo Berti Arnoaldi Veli (ma vi pare che uno Molotov dell’Università di Leningrado (par- sima pena. Chiedo pertanto al ministro del- che mi legano a chi lavora a Se- il fuoco di fila, una signora chiu-
con tre cognomi possa essere comunista?) don, San Pietroburgo), uno dei massimi la Kultura, compagno Bondisky, di decre- grate”. Di figlia in padre, Augias de il dibattito: “Ma guardi che for-
ha di fatto ceduto il comando alle forze del- esperti in materia, l’abbia definito “un libro tare l’espulsione immediata del Mulino non risparmia il premier editore: se saranno loro a cacciare lei...”
la reazione fascista. di grande prestigio intellettuale che può dall’associazione degli editori sovietici, e la “Se quest’uomo che oggi è il pre- “Alla mia età, anche se mi caccia-
Basta un’occhiata al catalogo degli ultimi contribuire in modo decisivo alla crescita deportazione dei suoi dirigenti nel campo sidente del Consiglio, amico e no, poco cambia. E un altro edi-
anni per trovarci testi e autori infami come della coscienza proletaria e anticapitali- di rieducazione di Lampedusa. abituale frequentatore di pregiu- tore lo trovo di sicuro”. Appun-
il traditore ex compagno Arthur Koestler, o sta”. Ma la stessa sorte è toccata, per Riccardo Chiaberge dicati, utilizzatore finale di pro- to.
Sabato 11 settembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

MOSTRA DEL CINEMA

CHI PIACE A TARANTINO? A poche ore dalla premiazione,


un solo tormentone: quello del “toto-Leone”
di Malcom Pagani
e Federico Pontiggia
lontario, oggetti del desiderio
dei ricchi libertini francesi di ini-
Si diffondono voci improbabili,
come quella che vorrebbe omag-
La Iglesia (e per la Spagna sareb-
be il primo, immeritato Leone
perdono. Tarantino comunque
guarderà a Oriente, conferman- “La versione
zio ‘800 (l’attrice di Kechiche, giato il Risorgimento di Martone, dal 1932), il Detective Dee di Tsui do la tradizione levantina di Ve-
Venezia
Torres), annunci di forfait post- in ossequio a una non meglio Hark (quasi uno scioglilingua), nezia. Nessuna speranza, vice- di Barney”,
ietro le quinte, in una del- datati (Tornatore non presiederà precisata volontà di esaltare la re- storia di terroristi, imperi ed ef- versa, per La solitudine di Costan-

D le rare pause di una mat-


tina di un giorno da cani,
il direttore Marco Muller
ha l’aspetto sgualcito di Doran-
do Pietri. Sguardo enigmatico,
Roma, a Rondi lo aveva annun-
ciato a Marzo, ma della notizia,
chissà perché, nessuna traccia fi-
no a ieri) e una domanda osses-
siva: “chi vince?”.
torica patriottarda nel 150°
dell’unità d’Italia. Deliri.

Molta Storia:
Quentin apprezzerà?
fetti speciali nel VII secolo e il
quasi omologo 13 assassins di Ta-
kashi, una variazione sul tema
dei 7 samurai, con efferatezze
empaticamente tarantiniane. In
zo, a meno di non ritrovare (dif-
ficile) l’Alba (Rohrwacher) que-
sta sera in Sala Grande.
A brucarefuori dal Lido sarà pure
La pecora neradi Celestini. Se Maz-
sorpresa
finale del
concorso
mentre accompagna stanco Ognuno ha una risposta diversa, corsa, sostenuta da Vincent Gal- zacurati non è dispiaciuto, i rim-
l’ultimo film in competizione. in bilico tra la fantapolitica, il lo, anche la parabola sull’uomo pianti sono per Capuano: il suo
Traguardo raggiunto non senza Cencelli da Festival (come ac- OGNUNO ha la dritta giusta, in fuga di Skolimovski “Essential Amore buio giaceva nelle pur ec-
sofferenza e Leone assegnato contentare Rai, Medusa e gli l’amico dell’amico: “che ha ga- Killing”. Fantasmi del conflitto cellenti giornate degli autori.
dalla Tarantino band (cerimo- americani in un sol colpo?) e gli rantito”la fondatezza della soffia- Usa in Afghanistan, diventano Dentro il recinto competitivo, al
nia stasera alle 19 in diretta sulla spifferi che vorrebbero di rientro ta, l’indiscrezione capace di fu- metafora in cui l’unica via d’usci- contrario, molti orrori. Si parte
Rai 4 di Freccero) tra riunioni al Lido, l’universo mondo. Un gare tutte le altre. Stando ai si di- ta è perdersi. Non è sicuro che dal 1948, a Gerusalemme, e si fi-
fiume, analisi estenuanti e sordi protagonista convincente tra le ce plausibili, si sa che sta rien- Tarantino li onori, ma qualche nisce con l’elettrocardiogramma
segnali giunti alle distribuzioni biciclette e i mantra salmodiati trando Sofia Coppola e che bellissimo film con la Storia a do- piatto. Miral di Julian Schnabel
impegnate a richiamare i pre- dell’orario del treno di ritorno, Quentin, il nostalgico assertore minare, sia che si partisse dall’as- nasce dal cuore, ma dopo l'otti-
miati, prenotare i voli, telefona- c’è già. Si chiama Paul Giamatti, è di tanto cinema italico degli anni salto alla Moneda letto dal tavolo mo Lo scafandro e la farfalla, l'arti-
re ai delusi parole di inutile con- il Barney Panofsky dell’omonima ’70, avrebbe adorato il film di De autoptico dove sostò Allende di sta-regista adatta La strada dei fiori
solazione. versione e pare che la sua inter- Larrain o dagli orrori scientifica- di Miral, il romanzo biografico del-
pretazione abbia convinto tutti. mente coloniali di Kechiche, la compagna Rula Jebreal. Il risul- itoli bianchi su sfondo ne-
Ma Giamatti è in La Fox avrebbe convocato d’ur-
genza Aronofsky&Co., ma l’uni-
Tra un “si dice”e c’era. Affreschi significativi, co-
me quello della Reichardt che in
tato è imbarazzante: quello che
Schnabel ci ha fatto apprezzare
TCohen
ro, il soffio di Leonard
e un applauso, meri-
odor di Coppa Volpi
co cigno a nuotare nella Laguna
dovrebbe essere quello di Natha-
una “soffiata”, si Meek’s Cutoff, per disegnare la pa-
rabola dei pionieri dell’Oregon,
rimane nelle inquadrature
sghembe, nelle saturazioni, negli
tato e lunghissimo, ad acco-
gliere la sintesi di un cinema
SI CHIUDE tra unità cinofile,
elicotteri della Polizia, ministre
lie Portman. Risolto il problema
delle stelle da dare in pasto ai fo-
fanno i nomi di ha trascinato le sue maestranze ai
confini del deserto, con sofferen-
effetti flou e nella macchina a ma-
no che tutto può ma, almeno qui,
divulgativo ma non minore,
in cui ognuno, saltando
(Carfagna) che premiano in no- tografi, ai giurati si è presentato ze che non è difficile sentire sulla nulla stringe. Insomma, poca lu- dall’epopea letteraria allo
me delle pari opportunità, del l’altro, meno leggibile quesito. Tsui Hark e propria pelle. A meno che, la sce- ce e incongrua: perché tutto il re- schermo, sia messo in condi-
contrappasso e del ridicolo invo- Chi premiare con il Leone d’oro? na non la prenda poi il ‘900 pu- sto è fiction, che oscilla tra Wo- zione di incontrare il Barney
quello nitivo del maoismo, con Le fosse men without Men di Shirin Neshat Panofsky che è in lui. La tanto
di Bing, emblematico della scar- e le nostrane produzioni con Ma- attesa versione tratta
(immeritato) di
5 FILM CHE SI POSSONO VEDERE De La Iglesia
sa disposizione del regime cine-
se alla dia-
nuela Arcuri, sotto la bandiera
della causa palestinese senza se e
dall’opera di Richler, con
Giamatti e Hoffman, attraver-

5 FILM CHE SI POSSONO NON VEDERE lettica del La Giuria del


Festival, presieduta
da Quentin
senza ma, al sapor di caviale.
Mentre l’Islam brucia per un Co-
rano al rogo in America, qui si in-
sa con ironia un volume di
culto, tiene per sé le differen-
ze spaziotemporali (balla la
èèèè / I magnifici cinque è / I terribili cinque Tarantino (FOTO dugia nello stucchevole, ridu- Roma trasteverina, drogatis-
LAPRESSE) A destra Paul cendo l'arabo a Salam aleikum e sima e lisergica dei ’70 in luo-
Venus noire Drei Giamatti (FOTO ANSA) cedendo il passo al posticcio. go di Parigi) e restituisce in-
di Abdellatif Kechiche di Tom Tykwer tatta la materia dei sogni. Co-
Francia, 166’ Germania, 120’ Imbarazzanti sì si piange e molto si ride,
Schnabel e Cordier non di rado in sincronia, ri-
Meek’s Cutoff Happy Few flettendo sulla casualità delle
di Kelly Reichardt di Antony Cordier derive familiari, delle parole
Usa, 104’ Francia, 103’ SE RULA JEBREAL scrive pa- non dette, delle passioni do-
lestinese, Antony Cordier predi- minate a stento che quando
Post Mortem Miral lige il francese, ma il consuntivo derogano al patto originario,
di Pablo Larrain di Julian Schnabel non cambia: rimangono Happy pagano regolarmente pe-
Cile/Messico/Germania, 98’ Usa/Francia/Italia/Israele, 102 Few, e rimane cattivo cinema. gno. Padri e figli, madri che
Prevedibile, reazionario e ses- imbiancano, amori, tradi-
The Ditch Balada triste de trompeta suofobo, il 12esimo lungome- menti, viaggi, sbronze, reli-
di Wang Bing di Alex De La Iglesia traggio del regista si merita la fan- gione ebraica, scorrettezze
Hong Kong/Francia, 109’ Spagna/Francia, 107’ tozziana critica della ragion pu- liberatorie e un nodo alla go-
ra, quella della “Corazzata Co- la che nel finale lieve accom-
L’amore buio Attenberg tiomkin”, perché lo scambismo pagna l’uscita dalla sala
di Antonio Capuano di Athina Tsangari di due coppie equivoca pure il dell’inatteso colpo di coda
Italia, 110’ Grecia, 95’ noioso, infido e ipocrita “scanda- del concorso. Coproduzione
lo” sessuale con battute che sem- italo-canadese, per la soddi-
brano parodiate e invece, sono sfazione di Domenico Pro-
vere: “Ho capito perché tuo ma- cacci (esordio al Lido pro-

Anche i calciatori scioperano rito ti chiama sudoku: sei difficile


da decifrare”. Viceversa, Happy
Few è decrittabile: Una “cagata”
pazzesca, che si esalta sui lati di
prio 20 anni fa con La Stazione
di Rubini). “Mi diverto anco-
ra e sostengo l’esperimento
di Muller, perché mi convin-
STIPENDIO MEDIO: OLTRE 1 MILIONE DI EURO, MA SONO CONTRARI AL NUOVO CONTRATTO un quadrato ottuso. Altri ululati ce l’equilibrio tra una mostra
di dissenso, se la geometra è gre- autoriale, con prodotti che
di Luca De Carolis condo, per il calcio italiano. club (a parità di stipendio), sidente dell’Aic, Sergio ca, li scatena Athina Rachel. Il solo un Festival può veicola-
L’unico precedente risale al o in alternativa la risoluzio- Campana, bolla come “fuo- suo Attenberg è ingara , ma com- re e il progressivo innesto
l pallone si fermerà per marzo del 1996, quando i ne dell’accordo, con lo sti- ri di ogni immaginazione” pete per il leone della geriatria della commedia in gara”. Ap-
Ie giocatori
un turno, perché tra club
è guerra aperta
calciatori non scesero in
campo per una serie di ri-
pendio dimezzato. Una nor-
ma per impedire casi come
le richieste delle società. Il
presidente della Lega di A,
autoriale, tanto cara alla critica
ingessata: saliva e insulti, pruriti
poggiato su una sedia, Pro-
cacci racconta dubbi, na-
su soldi e diritti. Ieri l’As- vendicazioni: dal rinnovo quello dello juventino Maurizio Beretta, replica: e idiozie, per due ragazze a inca- sconde speranze (la Coppa
sociazione calciatori, il sin- dell’accordo collettivo alla Grosso, che in estate ha ri- “Lo sciopero è una preva- stro variabile, ma non saffico. Ri- Volpi a Paul Giamatti?) e pre-
dacato dei giocatori, ha in- ristrutturazione dei cam- fiutato di passare al Milan, e ricazione immotivata. Il petizioni, anaffettività e dialoghi viene le logore accuse di nor-
detto uno sciopero per il 25 pionati. In seguito i gioca- del romanista Julio Bapti- nuovo contratto riguarde- nonsense sono da ko. Servirebbe malizzazione dell’opera. “A
e il 26 settembre, in occa- tori hanno spesso minac- sta, che ha detto no a quat- rebbe solo 625 giocatori di un po’ di musica per tirarsi su, e chi sostiene che al nostro
sione della quinta giornata ciato di fermarsi, come stru- tro club. I club pretendono A, con uno stipendio medio ci pensa il già citato pseudositua- Barney manchi il graffio as-
di Serie A. Un’agitazione mento per contrattare. Ma poi che i giocatori si rivol- di un milione e 300 mila eu- zionista De La Iglesia: potrebbe sassino di Richler, rispondo
ampiamente annunciata, questa volta fanno sul serio, gano solo a medici di fidu- ro. Nessuno resterebbe sen- trovare il Leone di Tarantino. I che la mia preoccupazione
contro il mancato rinnovo perché la partita è delica- cia della propria società: in za tutele, e comunque i fantasmi del franchismo prendo- era esattamente opposta. In
del contratto collettivo e le tissima. La Lega di Serie A, caso contrario, dovrebbero club sono tenuti dalla Fifa a no corpo in un contesto conta- un libro puoi descrivere un
nuove norme chieste dai che rappresenta i club, pagarli di tasca propria. cercare un equilibrio tra co- minato, pretenziosamente almo- losco ceffo e offrirgli poi, nel-
club, “ma anche contro lo spinge per un contratto col- Possibile invece l’accordo sti e ricavi”. Lunedì prossi- dovariano: il pamphlet si fa circo, le pagine successive, la pos-
status di oggetto con cui ve- lettivo che riduca il peso sulla riforma degli stipendi, mo il presidente federale il film farsa. Smaccato sin dalla sibilità di emendarsi e diven-
niamo trattati”, secondo il economico e decisionale con riduzione delle quote Giancarlo Abete proverà a cornice storico-politica dei titoli tare altro. Al cinema i tempi
portavoce dei calciatori, il dei calciatori. Innanzitutto, fisse, e aumento di quelle mediare tra le parti. La Figc di testa (gli unici secondi da ap- sono diversi e proprio per
milanista Massimo Oddo. vuole che i tesserati, a un flessibili, basate su rendi- spera almeno in una solu- plausi), il ricatto vorrebbe riflet- questa ragione, mi sembra
Che assicura: “Senza accor- anno dalla fine del contrat- mento e risultati. Ma per zione intermedia, ovvero il tere la Storia. Un raccontino di che Lewis abbia saputo bilan-
di consoni, lo sciopero si to, siano obbligati ad accet- ora tra club e calciatori la rinvio dell’inizio delle gare ordinaria furbizia e mediocrissi- ciare gli elementi con argu-
protrarrà”. Sarebbe il se- tare la cessione a un altro distanza è enorme. Il pre- al posto dello sciopero. mo cinema. Statene lontani. zia”. (Mal .Pa.)
pagina 20 Sabato 11 settembre 2010 Sabato 11 settembre 2010 pagina 21

SECONDO TEMPO SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TG PAPI
TELE COMANDO
I discorsi
+ nostra magistratura ha lo
stesso interesse che potreb-
be avere un boscaiolo sibe-
riano, non era espansivo: Ber-
lusconi ha tentato di baciar-
lo, l’ altro sfuggiva, poi ha ce-
di Nanni Delbecchi

l miglior tributo a Mike Bongiorno a un anno


Imercoledì
dalla sua morte è stato l’“Allegria Day”, che
ha occupato l’intero pomeriggio di
SkyUno, e la cosa suona paradossale solo in
Allegria
dall’aldilà
Torino, a rivederli oggi, nell’era dei reality e dei
talent show, sembrano personaggi immagina-
ri, al confine con il robocop, partoriti dall’im-
maginazione di qualche scrittore fantasy.
MONDO
IN NOMINATION ANCHE IL FATTO

Gli Oscar
WEB
di Federico Mello

è RIPRESA VIA GOOGLE?


CRESCONO LE RICERCHE SU BENI DI LUSSO
La crisi economica è agli sgoccioli? Potrebbe
è APPLE APRE (MA SENZA ESAGERARE)
ANCHE FLASH POTREBBE ESSERE IMPLEMENTATO
Apple, da sempre criticata per l’eccessiva “chiusura” del
suo software e del suo hardware, adesso apre all’uso di
programmi finora off-limit come quelli che sfruttano i
servizi pubblicitari di Google. L’apertura – nata anche per
un’indagine, ancora in corso, dell’autorità antitrust Usa –
riguarda anche Flash, il software molto diffuso su Internet
che finora Steve Jobs non aveva mail voluto implementare
sui suoi apparecchi. La casa di Cupertino ha
pubblicato sul suo sito una guida destinata agli
sviluppatori di applicazioni: si spiega anche
che verranno bocciate le nuove applicazioni
inutili o troppo frivole, oltre a quelle che non
feedback$
Commenti all’articolo
di Vito Laudadio:
“L’esercito delle
berluschine” da
ilFattoQuotidiano.it

è ORA CAPITE perché


Berlusconi, il Pdl e la Lega di
Bossi non hanno alcuna
intenzione di abolire le
inutili e costosissime
Province: dove

della steppa
duto riottoso al fascino latino
del “tombeur” della Brianza.

T g3
Alessandra Carli a Yaro-
parte. Nei paradossi si cela una giustizia invi-
sibile a occhio nudo, ma di grado superiore: è
vero che Mike non aveva mai lavorato in vita
per Sky, ma ormai Mike appartiene alla Tele-
visione senza più confini, e prima o poi l’Une-
Alla fine degli anni Settanta, fu proprio la con-
sapevolezza che quei bei pozzi di scienza di
una volta erano in via di estinzione a segnare
l’ultima svolta del re dei quiz. Egli stesso ri-
schiava di diventare più colto dei suoi concor-
dei blog essere proprio così secondo quanto indicano le
ricerche su Google. “Solo negli ultimi 6-9 mesi
abbiamo avuto una ripresa della domanda”
afferma il Chief Economist del motore di
ricerca Hal Varian, riferendosi in particolare
funzionano bene e di concezione troppo
amatoriale.
metterebbero altrimenti
parenti e concubine? Si stima
che nelle sole Province ci
siano circa 500.000
fannulloni strapagati dai
slav prende il coraggio a due sco lo farà patrimonio dell’umanità (anche per- rmatevi (di mouse)e vota- no trovare con una ricerca su alle ricerche online sui beni di lusso.

A
renti: il mondo non andava più per il suo verso. contribuenti.
di Paolo Ojetti cini, così avidi di favole, re- mani e lo dice: Berlusconi ri- ché all’Unesco pare che non facciano altro). E così Mike, da epitome dell’everyman, diven- te. Arrivano anche que- Google). Per il blog “rivelazio- Guardando al recente passato Varian, ha Alberto A
gistrata sul Po dove – fra elfi, scrive a modo suo la “divisio- Dagli studi di Cologno Monzese o della Fiera ne personaggio in proprio, il più riuscito e in- st’anno (e siamo alla sesta ne“ se la giocheranno invece spiegato: “La domanda di beni di
g1 odini, draghi alati e ampolle ne dei poteri così come la vol- di Milano, Bongiorno è passato direttamente tramontabile dei suoi personaggi. La trasfor- edizione) i Macchianera Non leggere questo blog; Co- lusso e in particolare vacanze è COME SIAMO
T Pentito di fare “troppa
politica”, Minzolini ha ordi-
magiche – si celebravano al-
cuni riti celtici fra le felci e le
lero i nostri padri costituenti
nel 1948”. Alessandra ha alle
alla storia, difatti l’unica rete Rai a celebrarlo è
stata Rai Storia, un prodotto da teche se non
mazione in corso era già evidente in “Super-
flash”, il primo programma condotto su Me-
Blog Award, prestigioso ricono-
scimento per i miglior blog
medySubs; In coma è meglio;
Ma che Davvero; Metilparaben.
top-class sta crescendo tantissimo,
mentre nel 2008, con la crisi, era
RIDOTTI male, ci vorranno
un bel pò di anni per
nato che ieri, in prima pagi- casette dei Puffi. spalle una buona scuola, sia da cineclub. Il “Rischiattuto” come “La Coraz- diaset (di cui Rete4 ha ritrasmesso la prima d’Italia diventato ormai un ap- Anche il nostro sito è in nomi- crollata velocissimamente”. ritornare alla normalità
na, ci fosse la dispersa di Atra- deontologica sia di educazio- zata Potemkin”, ma con Fantozzi che è il primo puntata), dove le domande di cultura sono so- puntamento fisso da quando – nation: per il premio “Miglior vincenzo
ni e i funerali del sindaco di g2 ne civica. Avercene. Mariella a commuoversi. Dava una piccola vertigine stituite dall’attualità, mentre l’impostazione si nel 2003 – il giornalista e blog- Testata Giornalistica online” il-
Pollica. Solo dopo, inaudito,
Berlusconi da Yaroslav, Ber-
T Anche se Mario Orfeo
respinge il sospetto di essere
Venditti era a Gubbio dove –
ha notato – i toni polemici
d’irrealtà rivedere la puntata finale del “Ri-
schiatutto” con un signor Mike anni Settanta
conferma splendidamente arcaica: accanto al
padre-presentatore la valletta fa la valletta e
ger Gianluca Neri lo lanciò dal
blog “Macchianera”. Gli Awards
FattoQuotidiano.it si contende
l’Oscar con il Corriere della Sera,
è MENO MALE che c’è Il
Fatto Quotidiano
lusconi, anche se si è risve- un tantino “finiano”, ieri i so- “erano meno aspri”. Nessun tutto cravattona, occhiali Brionvega e riporto non l’aspirante soubrette, i concorrenti fanno i verranno consegnati a Riva del Repubblica, il Post e La Stampa.it. antonio monni
gliato a Yaroslav osannando spetti si sono irrobustiti. Ve- dubbio: ancora non avevano rinforzato – perché era l’era dei capelloni, e concorrenti e non i casi umani, il “Signor No” Garda durante la Blogfest, ovve- Spazio poi al “Miglior blog cu-
se stesso, la legislatura, le ro che l’apertura era per Ber- sentito Berlusconi. Sul Tg3 la anche i trapianti monobulbari si facevano con i dice no e poi si tace, senza poter litigare con ro “l’evento che ogni anno riu- linario” (tra questo Dissapore e è LO CHIEDO sottovoce
grandi riforme, attaccando lusconi e i suoi strambi di- politica dilagava, cadendo capelloni –. E poi i campioni in lizza, il fioren- nessuno. Arriverà la televendita, e sarà quella nisce tutto ciò che in Italia gra- Giallo Zafferano); Miglior blog all’orecchio di ognuno di
Fini, magistrati cattivi e riscri- scorsi della steppa, ma tutto troppo spesso in cronache tino Andrea Fabbri- l’ultima Thule di Mike. La simbiosi che riuscirà vita attorno alle community del- cinematografico (si va da Cine- voi:”Ma , all’estero saranno
vendo la Costituzione a suo il resto – reazioni dei finiani per addetti (e anche più) ai catore, la torinese a stabilire con il prosciutto cotto, anzi con “Il la Rete”, in programma il 24, 25 blog a “I 400 calci”); come mi- al corrente del tipo di
uso e consumo inventando in testa – è stato congegnato lavori. Una puntata fra i Mike Bongiorno, Marilena Buttafarro, il Gran Biscotto e tutti i suoi fratelli”, non avrà e 26 settembre. Dopo un perio- glior blog erotico concorrono governo che c’è qui?” Perché
forme di Stato e di governo non come un “panino” clas- “neo-finiani” che avevano ab- “protagonista” leggendario Massimo nulla da invidiare a quella che c’era stata con la do di segnalazioni online da par- “Irrisolta”; Lindalov; Lyza; Mala- se la risposta è affermativa ci
un tanto al chilo, ebbene Ber- sico, ma come un recinto di- bandonato La Russa e una dell’Allegria Day (F A )
OTO NSA Inardi, sospettato di signora Longari; anzi, rivista oggi, appare la te degli utenti, adesso sono par- femmena e Sophieboop. Gli vorrà un secolo (= 100 anni)
lusconi non fa più audience: fensivo dalle tracimazioni del puntata nelle piaghe del Pd. leggere il pensiero di sua evoluzione naturale. tite le votazioni – fino a giovedì Award non trascurano nessuna perché il resto del mondo se
si allinea sugli editoriali di “premier: finiani irritati, op- L’ultima rissa sembra inven- Mike direttamente Così Mike ha attraversato gli ultimi 25 anni del- 23 – sulle cinquine di candidati disciplina sulla quale sono im- ne dimentichi e smetta di
Minzolini, devastanti tutti e posizioni sbalordite, persino tata da una mente perversa: nella sua mente (due la nostra storia con il suo mistero chiuso nelle al premio finale per le numero- pegnati i blogger “santi, poeti e riderci dietro. Cosa avrà
due. Non che i servizi dalla cronache disinibite con l’aiu- si litiga sulle “voci” di un in- scoop in colpo solo). sue gaffe, immobile ed enigmatico come il me- sissime categorie: per dare le navigatori” italiani: musica, gra- fatto di male il popolo
“scuola quadri” del Pdl aiu- to di un redivivo D’Alema, gresso nel Pd di Diliberto e Questi paciosi con- nhir di “2001 Odissea nello spazio”. Sembrava proprie preferenze basta colle- fica, community, televisione, italiano per meritarsi una
tino ciò che resta del Tg1, presente a Yaroslav: “Cose Ferrero. I “popolari” e Vel- correnti in giacca e immortale da vivo; ora che non c’è più da un garsi al sito www.blogfest.it. letteratura, vignette (in questa iattura simile!!!
presente a Gubbio in forze mai viste, non si esportano le troni in allarme, gli altri al- cravatta o tail- anno sembra che abbia abitato da sempre nel In lizza per “Miglior Blog 2010” categoria corre anche il blog di maria grazia
(parlerà Capezzone? Non polemiche di politica inter- tezzosamente disturbati, tut- leur-pantaloni, che sa- mito, come se questa vita terrena non fosse la corrono Leonardo; Metilpara- Stefano Disegni). Un premio ric-
vorremmo perderlo). L’unica na. La platea era perplessa e ti affollati a smentire. Non ci pevano tutto di Napo- risposta esatta. Da quando Mike non è più di ben; Piovono Rane; il Post e co di storie, idee e persone così è ALL’ESTERO sanno
pagina di un certo interesse imbarazzata”. Anche il presi- siamo proprio. Berlusconi fo- leone, di poesia fi- questo mondo, la televisione non ha mai as- il sito collettivo di “cattiverie” com’è la Rete italiana. Il sito della Blogfest; tutto. Sono più informati
era quella dedicata ai più pic- dente Medvedev, che per la rever. nlandese o del grande somigliato tanto all’aldilà. Spinoza.it (tutti i blog si posso- f.mello@ilfattoquotidiano.it la stautetta premio; loro della maggior parte
un incontro Facepark; degli italiani. Infatti, molti
il blog di Stefano Disegni quotidiani internazionali
sparlano e ridicolizzano il
caimano. In quanto a cosa
hanno fatto gli italiani…
GRILLO DOCET Abbiamo solo peccato di
I S.S.S. A CESENA stupidità, imbecillità nel non
PER WOODSTOCK 5 STELLE esserci resi conto di quello
“Sono Nandu Popu dei Sud che abbiamo fatto in questo
Sound System, gruppo salentino che ventennio.
canta reggae in dialetto, e ‘le canta’. Ci viva l'Italia
troviamo qui per dare la nostra
adesione a Woodstock. Lo facciamo è LE BERLUSCHINE
non solo da cantanti, ma soprattutto vengono premiate, perché
da cittadini. Tutti devono partecipare a una hanno scoperto il vantaggio
Italia che deve cambiare. Non possiamo più rimanere in di usare il proprio corpo
una nazione che è in mano a politici mafiosi. Una come un bancomat. Ai miei
nazione che si ritiene cattolica che poi però sfregia tutto figli viene tolta la borsa di
ciò che è umano. Ci siamo dimenticati delle nostre studio e spediti al mittente
radici, ci siamo dimenticati che siamo stati emigranti. Ci con un bel calcio. Studiare in
siamo dimenticati di essere stati povera gente, e di questo paese è diventato un
esserlo ancora. Solo che oggi forse ci piace emulare i delitto. Vendersi al miglior
padroni che vanno col Cialis e con le zoccole in offerente la norma che ti
giro per il Parlamento. L’Italia sicuramente non permette di aprire tutte le
sta attraversando un buon periodo e, ripeto, porte che vuoi.
veniamo a Woodstock soprattutto da cittadini antonella
perché l’esempio che deve partire da questa
manifestazione è che l’Italia non la cambiano i è È TUTTA cartapesta,
politici. L’Italia la cambiano i cittadini. Anche facciata. il problema
perché ognuno si merita, nel bene e nel male, ciò maggiore comunque e´la
che si ritrova. E se noi ci ritroviamo questa classe cosiddetta opposizione che
dirigente evidentemente avremmo fatto qualche non c’è
errore. Ma si può sempre riparare. Partiamo da miura
Woodstock. C’è tanta gente che aspetta questo
momento, perché c'è tanta gente onesta che ha voglia è QUESTE senza un
di cambiare background siedono al
questa nazione è SOCIAL NETWORK AL PARCO Parlamento grazie ai soldi
che sta andando L’INIZIATIVA DELL’ITALIANA DIESEL del cavaliere mascariato ed
in una deriva. Questa Dopo aver lanciato la campagna io a 60 anni ancora precario
è la realtà di questa promozionale “Be Stupid” il team di e quest’anno non so se
Italia. Ci vediamo a comunicazione della Diesel leader nel lavorerò! Bel cambiamento
è NARCISISTI SU FACEBOOK
Cesena per cantarle a campo dell’abbigliamento casual italiano che ha portato all’Italia il
UNA RICERCA DIMOSTRA IL PERCHÉ
questi pseudo-esseri ha lanciato – forte dei suoi 478 mila fan berluska! all’estero ho
Lo avevamo sempre sospettato, ma
umani chiamati su Facebook – una versione reale del vergogna di dire di essere
ora arriva la conferma scientifica.
politici”. social network più famoso al mondo, italiano perchè mi ridono in
Alcuni ricercatori hanno dimostrato
denominandolo “Facepark” un parco faccia e mi chiedono come
che gli utenti che aggiornano più di
tematico che permette agli appassionati facciamo a tenere un
frequente il proprio profilo su
di Fb di riunirsi in real life. governo come questo!
Facebook hanno un’indole più narcisista. Secondo lo
Anziché perder tempo davanti a un nik
studio il social network è un paradiso per questi utenti che
computer, la Diesel invita la gente di
si possono creare “amicizie”, senza dover stabilire un vero
tutto il mondo a recarsi nei parchi, a è MAMMA MIA che
e proprio rapporto affettivo. Inoltre Soraya Mehdizadeh,
scrivere coi pennarelli su apposite squallore! Ormai non ci si
della York University in Canada, ha interrogato più di 100
bacheche di cartone, e farsi nuovi amici deve meravigliare più di
studenti dai 18 ai 25 anni scoprendo che esiste una
“reali”. L’iniziativa fa parte della campagna niente. Le brave ragazze
correlazione tra i livelli di narcisismo e il numero di volte in
“Be Stupid” in cui si sostiene che sia vanno in paradiso, le cattive
cui gli studenti controllano la loro bacheca Fb. Gli uomini
intelligente tutto ciò che è digitale, arrivano dappertutto!
sono più interessati ai testi sul profilo diversamente dalle
mentre l’analogico è stupido. Elogio della Cupo Meridio
donne, che danno più valore alle immagini che compaiono
stupidità, quindi, intesa come il voler
sulla loro pagina personale. ( Francesco Carbone)
rischiare, esser coraggiosi senza aver è PERÒ una virtù a queste
paura di fallire, quasi a ripercorrere le tipe va riconosciuta: lo
orme del fondatore del marchio Renzo stomaco forte
Rosso. (Pasquale Rinaldis) Alina
pagina 22 Sabato 11 settembre 2010

SECONDO TEMPO

Battibecco
PIAZZA GRANDE É di Massimo Fini

UNA LEZIONE
DI IMMORALITÀ
La strada di Napolitano “È una persona che in termini romaneschi se l'andava
cercando”, la frase con cui il senatore a vita Giulio
Andreotti, intervistato all'interno del programma “La
Storia siamo noi” di Giovanni Minoli, ha liquidato Giorgio
di Rodolfo Brancoli no fece seguire allo scarno comu- una diversa maggioranza è da lui della dichiarazione riguarda Ambrosoli, il commissario straordinario incaricato di
nicato una dichiarazione, sicura- considerata pienamente legitti- l’ipotesi di elezioni anticipate. curare il fallimento della Banca privata di Michele Sindona
a Napolitano ha già det- mente inusuale se non irrituale, ma, e che a crisi aperta proposte “Ho ritenuto altresì – disse Napo-

M
e fatto assassinare dallo stesso bancarottiere siciliano l'11
to da tempo come si che ha però il grande pregio di in questo senso verrebbero valu- litano – che non ricorrano le con- luglio del 1979, è di una gravità inaudita, che non ha
comporterebbe di fron- dar conto in modo trasparente tate solo sulla base del criterio dizioni per un immediato sciogli- precedenti nella pur losca storia dell'Italia democratica.
te a una crisi di governo, dei criteri cui si era attenuto. In della loro capacità di raccogliere mento delle Camere, sia alla luce
Al di là della compromissione dello stesso Andreotti nei
dunque anche di questo gover- essa spiegò perché aveva ritenu- un consenso adeguato nelle aule di una costante prassi istituziona-
no: l’ipotesi di sperimentare to di chiudere la crisi a quel mo- parlamentari. le sia in considerazione di un giu- traffici illeciti di Sindona, della Democrazia cristiana e
una diversa maggioranza sareb- do. Ma così facendo enunciò del- dizio largamente convergente, anche di esponenti, politici e giornalistici, della sinistra (la
be “legittima”, e prima di risol- le “guidelines”, per così dire, va- benché non unanime, sulla ne- famosa lista dei 500 personaggi che avevano investito nella
La democrazia resta
versi a uno scioglimento delle lide per il futuro, cui infatti si at- cessità prioritaria di una modifi- Banca Privata e che furono avvertiti dallo stesso Sindona
parlamentare pochi giorni prima del crac salvando così il loro denaro,
Camere occorrerebbe provare a tenne anche in occasione della cazione del sistema elettorale vi-
modificare il sistema elettorale seconda e definitiva crisi del go- gente”. Ancora Bassanini: Napo- non è mai venuta fuori pur essendo in possesso di alcuni
in vigore. Non ci sono segreti, è verno dell’Unione, e che tutto in- UN COSTITUZIONALISTA litano ha reso chiaro che “anche giornali della sinistra) quelle orribili parole significano che
tutto lì nero su bianco in una di- duce a ritenere restino valide. come Franco Bassanini, in una allo scioglimento delle Camere si non solo nella tenebrosa Russia di Putin o in quelle che un
chiarazione che chiunque può In quella dichiarazione sono due analisi molto articolata apparsa perverrà solo dopo aver accerta- tempo chiamavamo le “Repubbliche delle banane”, cioè i
consultare sul sito www.quiri- i passaggi chiave. Disse innanzi quattro giorni dopo sul Sole 24 Ore to l’impossibilità di dar vita a go- Paesi sudamericani che oggi ci hanno di gran lunga
nale.it, cliccando sulla voce Con- tutto che “le ipotesi legittime e che ha tutta l’aria di una “interpre- verni maggioritari e, in ispecie, a superato in quanto a etica pubblica, per non dire delle
sultazioni. Lo ha fatto in tempi motivate di sperimentazione di tazione autentica” (anche perché un governo e a una maggioranza dittature, ma anche in una democrazia, la nostra, se un
non sospetti, il 24 febbraio del una diversa e più larga intesa di un’informazione distratta non capace di varare la riforma elet- uomo probo, un onesto funzionario dello Stato che fa
2007, nel contesto della crisi di maggioranza, a sostegno di un aveva colto le implicazioni di torale e di evitare così alla demo- normalmente ma fino in fondo il proprio dovere (come
un governo e di una maggioran- governo impegnato ad affronta- quella dichiarazione) scrisse che crazia italiana le difficoltà di fun-
dovrebbe essere di tutti) andando così a toccare gli
za di segno opposto, ma eletta re le più urgenti scadenze politi- con questa affermazione Napoli- zionamento che hanno caratte-
con l’identico sistema elettora- che e in particolare la revisione tano “ha sgombrato il campo da rizzato l’avvio della XV legislatu- “arcana Imperi”, i gangli vitali della corruzione del sistema
le, che si chiuse con il rinvio alle della legge elettorale [...] non so- un pregiudizio assai diffuso: ra”. Col cambio di legislatura, e di Potere, se poi viene ammazzato non se ne deve
Camere del governo Prodi. Dun- no risultate sufficientemente l’idea che non siano (più) costitu- malgrado numeri assai diversi, le lamentare perché “se l'andava cercando” e quella morte,
que nessuno potrebbe dire di condivise per poter essere assun- zionalmente possibili, nel corso cose non sono migliorate, e sulla in fin dei conti, se l'è meritata. Una lezione di immoralità,
cadere dalle nuvole, tanto meno te come base della soluzione del- della legislatura, maggioranze di- necessità prioritaria di cambiare di ributtante cinismo, oltre che di volgarità (“in termini
accusare il capo dello Stato di la crisi del governo Prodi”. Il che verse da quelle direttamente il Porcellum prima di andare nuo- romaneschi”) senza pari, che cade come un macigno su
parzialità se, di fronte a dimis- equivale a dire che la ricerca di espresse dal voto degli elettori. La vamente al voto il giudizio sem- tutte le persone oneste di questo Paese, vive e morte
sioni del governo Berlusconi, si forma di governo parlamentare mai si è fatto più diffuso. Suffi- (Angelo Vassallo, il sindaco di Acciaroli, l'ultimo) e disonora
attenesse agli stessi criteri. An- non è stata cancellata dalla demo- ciente ad assicurare la maggio- chi l'ha impartita.
che perché all’epoca nessuno crazia di investitura. Neppure in ranza a un governo che operi in A me spiace parlare in questi termini dell'onorevole
mosse obiezioni al contenuto forza di una legge elettorale che questa direzione? Questo an- Andreotti. Ho sempre pensato che in un Paese diverso, in
della dichiarazione in nome del- impone la preventiva definizione drebbe naturalmente accertato, una democrazia diversa, sarebbe stato un grande uomo di
la cosiddetta Costituzione mate- delle coalizioni, con l’indicazio- ma se dalle consultazioni uscisse Stato. Perché ha una conoscenza dei meccanismi
riale, per cui dovrebbe esservi ne di un programma e di un lea- l’indicazione di un governo frut- burocratici, amministrativi, legislativi, istituzionali, della
un automatico ricorso alle urne der, e assegna un premio di mag- to di una diversa intesa di maggio-
Storia d'Italia e della Storia in genere, una cultura
se viene meno la maggioranza gioranza alla coalizione che ottie- ranza, sappiamo già (dal 2007)
che ha vinto le elezioni. ne più voti”. quali conclusioni ne trarrebbe profonda, da cui gli attuali quaquaraquà, di governo e di
I secondo passaggio rilevante Napolitano. opposizione, sono lontani mille miglia. Perché, in tempi
difficilissimi, quando l'alleanza con gli Stati Uniti, a
L’antefatto che
differenza di oggi, era obbligata dato che solo gli americani
spiega il presente
Già nel 2007 dopo la possedevano il deterrente atomico necessario per
dissuadere l'Urss da avventure militari in Europa ovest,
UN BREVE ANTEFATTO Il crisi del governo seppe condurre da presidente del Consiglio e ministro degli
21 febbraio 2007 il governo Esteri una intelligente politica di “appeasement” nei
dell’Unione andò sotto al Senato Prodi il presidente confronti dei Paesi arabo-musulmani a noi vicini i cui frutti
nel voto al termine di un dibattito mostrò le sue “linee godiamo ancora adesso. Infine perché ha sempre
sulla politica estera e Prodi si di- dimostrato senso dello Stato e coscienza di essere classe
mise, pur non essendovi un ob- guida” per il futuro: dirigente e, sottoposto a un lungo processo si è difeso nel
bligo costituzionale. Napolitano processo, mai accusando la Magistratura di “complotto”,
si riservò di accettare le dimissio- cercare prima di a differenza di Craxi e Berlusconi, perché una classe
ni, condusse le consultazioni, e il
24 le respinse invitando “il presi- tutto una possibile dirigente consapevole d'esser tale non delegittima le
dente del Consiglio a presentarsi Istituzioni perché sono le sue Istituzioni e sa che dalla loro
al più presto al Parlamento, per
maggioranza in disgregazione ha tutto da perdere mentre chi non vi
appartiene da perdere ha solo, per dirla con Marx, le
verificare la sussistenza del rap- Parlamento. proprie catene. Ma con quella frase, che nessuna rettifica
porto fiduciario”, come si legge
nel comunicato. Prodi ottenne la Secondo il dettato può cancellare, l'onorevole Andreotti non ha liquidato
fiducia e il governo riprese il suo Giorgio Ambrosoli, a 91 anni suonati ha liquidato,
stentato cammino. Ma Napolita- costituzionale Giorgio Napolitano (FOTO EMBLEMA) definitivamente, se stesso.

Ci hanno tolto la patria del popolo. Ma non morì affatto


la lealtà costituzionale. Grazie ad
essa la Repubblica ha vinto sfide
tremende.
La lealtà alla Costituzione è il
come popolo.

ORBENE, BERLUSCONI e i
suoi hanno distrutto con ferocia
metodica tutto ciò che è patria,
di Maurizio Viroli del sentimento di solidarietà na- Nell’agosto del 1943 Piero Cala- nato lo prova la Costituente. Ba- cuore del sentimento di patria. sia detto senza retorica, con tri-
zionale e del senso del dovere mandrei scriveva: “Veramente la sti citare le parole con cui il re- Non è tuttavia tutto, perché pa- stezza. Hanno offeso in tutti i
i hanno tolto la patria, ec- sensazione che si è provata in latore presentò all’Assemblea tria vuol dire anche amore del modi la Costituzione; hanno di-

C
verso il bene comune. Né la Re-
co quello che Berlusconi e sistenza, per il suo debole carat- questi giorni si può riassumere l’articolo che afferma che “la di- bene comune, vuol dire, in Ita- mostrato tante volte di preferire
i suoi servi hanno fatto. È tere di autentico movimento di senza retorica in questa frase: Si è fesa della Patria è sacro dovere lia, antifascismo, vuol dire Risor- il loro interesse al bene pubbli-
questa l’ accusa che l’op- liberazione nazionale, né la Re- ritrovata la patria”. Ancora più elo- del cittadino”. Egli disse infatti gimento, vuol dire memorie di co, a tal segno da essere pronti a
posizione dovrebbe mettere al pubblica, per il troppo ambiguo quente è una pagina di Natalia che la Patria, “non è più la ma- uomini e donne che hanno dato devastare la legalità per sottrarsi
centro della sua lotta, se vuole sentimento di lealtà nazionale Ginzburg: “Le parole patria e Ita- trigna che il fascismo aveva ten- l’esempio, vuol dire cultura, alle leggi; hanno deriso l’antifa-
vincere e soprattutto se vuole della sua élite politica (compre- lia, che ci avevano tanto nausea- tato di creare, ma è la madre ge- vuol dire speranze e fini comuni scismo e favorito la nascita
fare vincere l’Italia. so il Partito Comunista) riusciro- to fra le pareti della scuola per- dell’anti-antifascismo, senti-
no poi a far rinascere e radicare ché accompagnate dall'aggetti- mento quanto mai pericolo e
IN QUESTI GIORNI vicini nella mentalità degli italiani un vo fascista, perché gonfie di vuo- Un concetto rinato moralmente detestabile; hanno
all’8 settembre viene naturale nuovo amor di patria. to, ci apparvero d'un tratto sen- distrutto le nostre memorie:
pensare alla morte della patria o A mio giudizio la tesi della morte za aggettivi e così trasformate dopo il fascismo e quando ne hanno parlato per-
all’Italia che manca, per ripetere il della patria è un’interpretazione che ci sembrò di averle udite e ché non erano in grado di farlo, e
titolo del festival Lector in fabula parziale degli avvenimenti che pensate per la prima volta. D'un che oggi Berlusconi quando hanno taciuto per igno-
che si apre oggi a Conversano. segnarono la storia italiana negli tratto alle nostre orecchie risul- e i suoi hanno ranza o per disprezzo; hanno av-
Di morte della patria parlò per anni successivi all’8 settembre e tarono vere”. vilito ogni forma di cultura seria
primo, credo, Salvatore Satta, durante i primi decenni della Re- nuovamente per sostituirla con il trionfo della
nel De profundis (1948), e ne ha pubblica. Anziché di morte della LO PROVANO DEI FATTI banalità e della volgarità; hanno
trattato Ernesto Galli della Log- patria è a mio avviso storicamen- troppo importanti per essere distrutto, in nome disseccato nell’animo degli ita-
gia nel suo libro del 1996. La tesi te più corretto parlare di morte e trascurati come il rifiuto di tanti liani, con le loro azioni e le loro
di Galli della Loggia è nota: con la di rinascita della patria, o, me- soldati italiani di entrare nelle nerosa che accetta ed accoglie dell’interesse parole, ogni speranza collettiva.
firma dell’armistizio, si verificò glio la morte di una patria, quella truppe della repubblica di Salò tutti i suoi figli con identico ani- privato che La storia insegna: non c’è mai
in Italia il crollo completo non del fascismo e della monarchia, e in nome di un sentimento di pa- mo. (Applausi)”. stata in Italia una rinascita civile
solo dello Stato, con la fuga del re la nascita di una nuova patria, tria faticosamente ritrovato ne- È vero che durante i primi de- calpesta il bene senza o contro l’idea di patria.
e della corte e la disgregazione quella della Repubblica e della gli orrori della guerra a fianco cenni della nostra storia repub- Oggi, per ritrovare la patria, bi-
dell’esercito lasciato in balia de- Costituzione. dell’alleato tedesco. Ma che un blicana il sentimento di patria di pubblico e il valore sogna liberarci di Berlusconi e
gli ex alleati tedeschi diventati Lo provano documenti e testi- sentimento nuovo di patria, fon- offuscò e visse confinato in am- della sua corte.
nemici, ma anche il dissolversi monianze di notevole peso. dato su principi di libertà era ri- biti ristretti dell’élite politica e delle leggi viroli@princeton.edu
Sabato 11 settembre 2010 pagina 23

SECONDO TEMPO

MAIL BOX
LA VIGNETTA

Le salite al Colle
90 anni dopo
90 anni fa, c’era la monarchia,
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO
molti deputati lasciarono il Par-
lamento e salirono sul colle COME È RADICATA
“Aventino” per protestare
sull’uso distorto e anticostitu-
zionale del potere fatto da Mus-
LA LEGA
solini. Il re lasciò fare e non in- aro Colombo, seconda versione, il vanto più grande che tutti
tervenne. Oggi, vigente la Re-
pubblica, i detentori del potere
C leggo di un presidente del
consiglio regionale del Friuli
si affrettano a riconoscere della Lega:
“Radicati nel territorio”. È questa frase che ci
e chi ha ridotto il Parlamento a (Ballaman) che per oltre un anno se deve guidare nel momento un po’ misero in
mero esecutore di ordini presi l’è spassata con l’auto di servizio a cui ogni partito, Pd in testa, continua a dire
in altro loco salgono un altro spese-utente. Poi viene Verona dove “Anche noi dobbiamo imparare a radicarci nel
colle: il Quirinale, per chiedere un sodale del mitico sindaco Tosi, territorio”, come se gli ex Pd non avessero
al presidente della Repubblica la tutta virtù e legnate (il presidente lavorato duro a sradicare tutto ciò che
testa di chi pensa che il Parla- dell’azienda trasporti Verona) è avevano “sul territorio” e intanto gli ex
mento dovrebbe funzionare co- indagato dalla procura per rimborsi Margherita e gli ex Popolari insistono “Non
me detta la Costituzione. Gli non proprio in ordine dei suoi viaggi basta. Chiudiamo il passato. Dovete sradicare
aventiniani ottennero il risultato e trasferte. Ma l’altro giorno (4 di più”. E hanno abolito le feste dell’Unità
di sottolineare le scorrettezze settembre) il Corriere della Sera, mentre erano vive e affollate senza Schifani e
democratiche di Mussolini, ma certo ostile al federalismo, ha notato senza lanci di petardi fumogeni. Ma questo e con i precedenti go-
non poterono evitare il soprav- che in Piemonte quasi ogni l’occasione è buona per domandarci: qual è “il L’abbonato verni, alla distruzione di tutti
venire della dittatura. Il duo personaggio della maggioranza, dal territorio” di cui davvero si parla? Ecco la quei diritti che nostri nonni e i
Bossi-Berlusconi ha sottolinea- forse presidente Cota ai più risposta di una consigliera della giunta Cota, del giorno nostri padri sono riusciti ad ot-
to a tutto il Paese la loro volontà sconosciuti consiglieri e assessori Rosanna Costa: “Mia figlia ha molta tenere dopo decenni di riven-
populista ma non potrà evitare il della maggioranza hanno assunto esperienza. E poi è umano fidarsi di più di chi dicazioni, a prezzo di enormi sa-
ripristino della legalità repubbli- stretti familiari (le madri, le figlie, i ti è vicino”. I consanguinei intesi come parenti MIMMO CONVERTINO crifici. Diritti che hanno consen-
cana e costituzionale su cui è fratelli, i mariti e le mogli) in una sono il vecchio familismo italiano coperto da tito alle precedenti generazioni,
basata la nostra convivenza ci- sorta di mega incesto politico che è slogan tipo “i popoli” o “la nostra gente”. Anche al mare ogni giorno di avere lavori dignitosi, figli
vile difesa questa volta da Na- una forma di corruzione. Il tutto in Naturale, allora, opporsi sia al giudice di Bari ho comprato 1,20 euro di istruiti, quasi sempre una casa
politano. linea con la loro condanna di “Roma che all’insegnante di Fiuggi. Prima i parenti, Fatti freschi ben dove abitare, e, come dice il
Francesco degni ladrona”. perché, a Torino come a Reggio Calabria, “il confezionati dall'edicola di vangelo, la domenica per ripo-
Altiero sangue non mente”. Poi, naturalmente Zio Gregorio da leggere sare. Oggi, grazie a persone co-
Comincia la scuola vengono gli immigrati. Non hanno niente a sotto me Bonanni, che vanno a barat-
ma noi non siamo pronti LA PRIMA reazione sarebbe di dire che fare con mogli, mariti, figli, fratelli e l'ombrellone tare la nostra dignità a casa di
“come gli altri”. Non va bene perché qui ci cognati. Perciò li respingono. alle 7,30 Berlusconi, tra una tartina al ca-
Ho alle spalle più di 30 anni di incontriamo con il famoso “più vecchio-più del viale e uno spaghetto tricolore,
insegnamento nella scuola pri- giovane partito della Repubblica”. Mai visto Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano mattino svendendo sopratutto il futuro
maria, ma non ho mai trascorso niente di così nuovo, in un partito che è il solo 00193 Roma, via Orazio n. 10 con mia dei nostri figli, questi diritti sono
un inizio d’anno scolastico allu- a esistere da più di quindici anni. Qui viene la lettere@ilfattoquotidiano.it figlia diventati solo parole senza sen-
cinante come questo. Qual è il GioGiò so. Qualcuno dovrà pur farlo ca-
costante e unico oggetto delle di 40 giorni. pire a Bonanni, a Sacconi, a Bru-
nostre riunioni? Il far quadrare i Un abbraccio netta e a tutta queat'insieme di
cerchi: perché se il tempo pieno Continuate così. personaggi, che cominciamo ad
pretende due docenti per classe
IL FATTO di ieri 11 Settembre 1800 Protestare contro Bonanni essere stanchi. Ad essere stan-
ma la Gelmini ha tagliato di una, chi di non sapere se a 40/45 anni
due o anche tre unità il perso- “Eroina involontaria”, prima figura di donna del romanticismo
si può anche in rima Raccontati e manda una foto a:
abbonatodelgiorno@ insegneremo anche quest'anno,
nale i conti non tornano! E al- Amici, protestare è giusto ma ci ilfattoquotidiano.it ad essere stanchi di lavorare 10
italiano, protagonista nel tumultuoso palcoscenico della
lora, al fine di creare il servizio Rivoluzione Napoletana del 1799. Personaggio affascinante e vuole educazione, è ora di finirla ore al giorno, sabati e domeni-
meno sfavorevole possibile agli controverso, Luisa Sanfelice, la pasionaria della Repubblica con questa stupida aggressione. che compresi, per 700/800 euro
alunni, è una continua girandola giacobina soffocata nel sangue, che Dumas, nel vertiginoso Insulti sputi e fischi non servono al mese, ad essere stanchi di
di conteggi, ipotesi, turnazioni, romanzo a lei dedicato, descrive come “donna non politica, più a niente, se non a crear il Se il popolo non ha il pane sentirci dire dalle banche che
sostituzioni, orari spezzettati, solito incidente. Per favore, in- non possono darci un prestito
discussioni, confronti e poi di
né una pensatrice, né una teorica, ma impastata di carne e
vece dei fumogeni lanciamogli dategli delle brioches di 5000 euro per mandare i figli a
passioni, ingenua, coraggiosa, amante sconsiderata”. Colei
nuovo daccapo, fra malumori, pantofole, e al posto di “buffo- All'ultima regina di Francia si at- scuola perchè il nostro è un la-
che, a suo modo, salva la Rivoluzione, “effimera nella durata, voro a tempo determinato,
contrasti e stress sempre più ne” urliamogli: “In pensione!”. tribuisce, in modo probabil-
tangibili in questa guerra tra po- ma intensa come una resurrezione”, per salvare la vita Fabio mente romanzato, questa frase. stanchi di vedere le bollette del-
veri. Lascio immaginare lo stato dell’uomo che ama. E che, nel proteggerlo, denuncia il E sappiamo la fine che fece, pur l'acqua, dell'Enel e del gas au-
complotto dei controrivoluzionari che hanno congiurato per
d’animo dei docenti. Frustrati e
abbattere la Repubblica. Luisa, oggetto d’amore di un
In questa nostra Italia non meritandola, o perlomeno, mentare a dismisura senza re-
scontenti. Tutto a discapito de- pagando colpe non sue a prezzo gole e senza controlli, in nome
gli alunni. E la Gelmini si vanta giovane che trama per rimettere il re sul trono e amante di un c’è un duopolio al potere della vita. In quel caso il popolo della tanto decantata privatizza-
della sua svolta epocale! Mi per- giacobino che di quel re vuole la testa, “rimasta invischiata Seguengo oggi, il notiziario ho s'arrabbiò un pelino. Ora, mi zione.
metta un opportuno apparente nella politica come in una mortale tela di ragno”, come avuto netta la sensazione che, al chiedo, perchè tutta l'indigna- Marco Cargnino
errore ortografico. Il nostro mi- scriverà un biografo. Salita sul patibolo l’11 settembre 1800, Governo del Paese, si stia zione rabbiosa di Fassino con-
nistro Distruzione non sta solo vittima della spietata vendetta borbonica. “Bella, scalza, creando un vero e proprio tro chi fischiava Schifani, e di
demolendo le istituzioni scola- biancovestita, maldestramente sfuggita alla mannaia e, "duopolio", il Cesare Imperato- Enrico Letta (già da molto prima
stiche, ma anche l’armonia e la gocciolante di sangue, afferrata per i capelli e finita a colpi di re Capitolino, il Senatur, disce- del lancio del fumogeno), con-
serenità di cui tutti gli operatori coltello dal beccaio”. polo di Alberto da Giussano, tro chi fischiava Bonanni, il sin- IL FATTO QUOTIDIANO
hanno bisogno per gestirla. Giovanna Gabrielli pronto, con il fido figlio "trota" dacalista che sta fattivamente via Orazio n. 10 - 00193 Roma
Sara Castello e, discepoli vari, a scendere in contribuendo in combutta con lettere@ilfattoquotidiano.it
quel di Roma, alla testa di 10
Candele e manifesti di lutto Digos e nessun quotidiano o te- Troppa confusione Milioni di persone! Non si è
legiornale ha riportato le nostre compreso bene, a fare che cosa
per la morte della cultura "preghiere" dirette a Mariastel- ed egoismo in politica ma, sulla carta, egli avrebbe il
Direttore responsabile
Amici del Fatto, la, ignorantia plena. E pensare Il presidente del Consiglio Ber- comando delle operazioni nel
sono un precario torinese pre- che a moderare il dibattito c'era lusconi chiede, come è logico nord del Paese. Una gran bella Antonio Padellaro
sente alla festa del Pd in nume- proprio il direttore del giornale che faccia il leader di un grande prospettiva, nel marasma gena-
Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
rose occasioni. Martedì sera a torinese La Tampa. Ben gli sta partito di maggioranza, che il rale, in cui versa tutta la classe
un centinaio di insegnanti armati agli spocchiosi "democratici": il governo vada avanti. Ma Um- Politica, manca soltanto un'azio- Progetto grafico Paolo Residori
di striscioni, candele e manifesti giorno dopo qualcuno un po' berto Bossi gli ringhia che se ne cervellotica. Si è occupato Redazione
di lutto per la morte della scuola meglio organizzato dei precari non si dimette la Lega Nord vo- per 6 mesi, della spazzatura di 00193 Roma , Via Orazio n°10
pubblica, cui hanno largamente della scuola gli ha fatto capire terà la sfiducia. Insomma, la crisi Napoli e, questa, si trova ancora tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
contribuito i sindacati confede- che riteniamo le loro conferen- politica sta diventando sempre lì. Il Cesare, è stato impegnato sito: www.ilfattoquotidiano.it
rali e il centro(sinistra?), è stato ze solo fumo! La prossima volta più confusa. A questo punto mesi, a trovare il modo per sfug-
Editoriale il Fatto S.p.A.
impedito di intervenire durante direi di andarci armati di puz- non si capisce più chi siano i veri gire ai suoi guai Giudiziari. E' sta-
Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
il duetto "Nichi-Rosy" onde non zette di carnevale: se la Digos traditori. La realtà è che ogni to implicato in scandali, legati al-
disturbare la standing ovation investiga, si può sempre soste- partito pensa soltanto al pro- la frequentazione di ragazze, in Presidente e Amministratore delegato
Giorgio Poidomani
per l'On. Vendolaqualunque. nere che i loro teatrini sono mi- prio interesse e nessuno si conseguenza di cui, la di lui mo-
Siamo rimasti fuori in Piazza Ca- gliori del Bifydus activus. preoccupa dei problemi di noi. glie, ha chiesto il divorzio. Consiglio di Amministrazione
Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
stello scortati dagli agenti della Igor Campagnola Cristiano Martorella Renzo Tassara
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
• Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Queste sono le forme di abbonamento Prezzo170,00 € telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
previste per il Fatto Quotidiano. • Modalità Coupon * • Bonifico bancario intestato a: • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 320,00 € - annuale Editoriale Il Fatto S.p.A.,
Per qualsiasi altra informazione in merito Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo 180,00 € - semestrale BCC Banca di Credito Cooperativo
può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Ag. 105 Via Sardegna Roma
• Abbonamento PDF annuale +39 02 66506795 - +39 02 66505026 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
• Abbonamento postale base (Italia) Iban IT 94J0832703239000000001739
Prezzo 290,00 € - annuale Prezzo130,00 € o all'indirizzo mail
• Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano