Sei sulla pagina 1di 16

Frenata nella compravendita dei deputati per salvare il

Caimano. Un ripensamento o il prezzo è salito troppo? y(7HC0D7*KSTKKQ( +z!"!}!#!,


www.ilfattoquotidiano.it

Mercoledì 15 settembre 2010 – Anno 2 – n° 243 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

C’È QUALCUNO LASSÙ?


Digitale
extraterrestre
di Marco Travaglio

S
e la finiana Angela Napoli dice che alcune
Passano i giorni e nessuno ordina di cancellare i simboli padani parlamentari del Pdl si sono prostituite in cambio
del seggio, tutte le parlamentari del Pdl la
dalla scuola pubblica di Adro. Tutti tacciono, comprese le più querelano. Se invece il turboberlusconiano
Giorgio Stracquadanio dice che è cosa buona e giusta
alte istituzioni, anche sui libici che ci sparano addosso prostituirsi in cambio del seggio, tutto va ben madama
la marchesa. Dipende da chi lo dice. Se un’esagitata di
un centro sociale lancia un fumogeno contro Bonanni
L’ex Repubblica Italiana alla festa del Pd, non si parla d’altro per una settimana, il
Pd è costretto a scusarsi e viene accusato di
“squadrismo” dal mini-stro Brunetta. Se invece orde di
di Furio Colombo ultras leghisti dell’Atalanta lanciano decine di fumogeni
dc
contro il ministro dell’Interno Maroni alla “Berghem
otete dire che Bossi è volgare, Fest” della Lega, il giorno dopo non ne parla più

P sgradevole, infido. Ma non po-


tete dire che sia stupido. È en-
trato in politica con una sua
banda di persone altrettanto incolte e
sgarbate e ha buttato lì una scommes-
Il simbolo della Lega presente nella scuola di Adro (F L P )
OTO A RESSE Il motopesca colpito da una motovedetta libica (F
OTO ANSA)
nessuno, nessuno si scusa con nessuno e Brunetta zitto.
Dipende da chi li lancia, i fumogeni, e alla festa di chi.
Appena un giornalista gli fa una domanda, il ministro
Bossi estrae il dito medio: anche lui è passato al digitale
terrestre, anzi extraterrestre. L’altro giorno, per
sa: “Vuoi vedere che a questi qui riu- Sul peschereccio “Ariete” cambiare un po’, ha fatto una pernacchia (a quando un
La proposta del “Fatto” bel ruttino o una graziosa scoreggina? Comunicazione
sciamo a far ingoiare anche la seces- mitragliato il ministro Maroni anal-ogica). E tutti giù a ridere: che simpaticone, il
sione?”. Certo era tutta gente di scom-
messe perdute (chi voleva essere me-
copre Gheddafi: “Pensavano Legge anticorrotti nonnetto sta guarendo. Figurarsi se uno del
fossero clandestini”. Ma la centrosinistra (o peggio ancora un finiano) si
dico, chi imprenditore, tutti un buco
nell’acqua) . Ma questa volta scom- Costituzione è ancora vigente o
apre anche l’Udc permettesse qualcosa del genere. Mesi fa, al Parlamento
portoghese, il ministro dell’Economia Manuel Pinho ha
mettevano contro la classe politica, la decide tutto Bossi? pag. 2, 3 e 9 z Truzzi pag. 8 z fatto le corna a un deputato dell’opposizione: il premier
borghesia italiana e quel che restava José Socrates ha subito parlato di “gesto inaccettabile” e
della sinistra. Il piano era ben conge- l’ha dimissionato su due piedi. Da noi, dipende. Se il
gnato: primo, usare i soldi di Berlu- centrosinistra prende i voti da qualche parlamentare
sconi. Missione compiuta. Secondo: MAFIA x La vedova Ciancimino parla con i Pm di Palermo eletto con l’opposizione, ma anche dei senatori a vita, è
usare, da padroni assoluti, ogni posi- “ribaltone” e “tradimento”. Se il centrodestra compra
zione (sindaco, presidente di Regio-
ne) conquistata per scambio di voti (di
nuovo offre Berlusconi). Terzo, otte-
“Io, moglie di Don Vito, venti parlamentari dell’opposizione, si chiama “gruppo
di responsabilità nazionale”. Per stabilire chi è
voltagabbana e chi no, dipende da chi la volta, la

confermo gli incontri con B.”


nere posizioni chiave nel governo, co- gabbana. “La sinistra ha un’insopprimibile attrazione
verso i dittatori”, disse B. l’8 aprile 2003. Poi definì Putin
me il ministero dell’Interno (qui è un
“dono di Dio”, elogiò il tiranno bielorusso Lukashenko,
po’ più dura, serve il ricatto, vedi la
baciò la mano a Gheddafi e gli regalò motovedette e
foto di Berlusconi sulla prima pagina munizioni per sparare ai nostri pescherecci (a quando
della Padania accanto a Totò Riina con
la scritta “ecco i capi della mafia”,
Testimone oculare, qualche bel missile ad alta precisione?). Ma c’è dittatore
Epifania avalla la Norman, 27 anni, senza lavoro, suicida e dittatore: dipende. Per B. vale la regola di un vecchio
1999). Risultati: la flotta libica, con na- spot del dentifricio Chlorodont: con quella bocca lui
vi italiane e ufficiali italiani, spara su
pescatori italiani.
versione di Massimo
Sequestro
Hanno ucciso mio figlio può dire ciò che vuole. Lui e i suoi. L’altro giorno ha
così sintetizzato la sua concezione della democrazia: “Il
Il sindaco Lancini di Adro si impos- di Claudio Zarcone ch’io sono giornalista, ho fat- dissenso dev’essere positivo, costruttivo. Non deve
sessa dell’edificio di una scuola pub- miliardario contro to per tanti anni l’addetto diventare quotidiano attacco all’immagine del governo,
blica italiana e lo marca, ovunque, con Messina Denaro io figlio Norman lunedì stampa per esponenti di Al- della maggioranza, del primo ministro”. Il famoso
simboli della Lega, fin nei cessi. Lo Bianco, Rizza
“Mpiano
si è buttato dal settimo leanza nazionale. Sono ricor-
della Facoltà di Filoso- so anche alle mie conoscenze
dissenso-assenso. Quando la Meloni ha osato ipotizzare
Interessante la dichiarazione del mi- e Cottone pag. 7 z l’incandidabilità dei condannati, ha replicato: “Sono
fia di Palermo. Da quel posto per provare a trovargli un la- assolutamente d’accordo, ma a patto che il giudizio non
nistro La Russa sulla sparatoria in ma- che prima amava voretto che gli per-
re: “Un errore. Credevano che fossero lo dia una certa magistratura, ma un organo interno al
tantissimo e poi ha mettesse di conti-
clandestini”. Interessante anche il mi- odiato. Aveva 27 an- nuare a studiare sen- nostro partito”. Il partito auto-pulente. Quanto a
nistro dell’Istruzione Gelmini sul fur- CATTIVERIE ni e si era laureato
con 110 e lode in Fi-
za i soldi che avreb-
be dovuto ricevere
Gheddafi, “ho chiesto perdono per quel che han fatto i
nostri predecessori in Libia, così abbiamo trasformato il
to della scuola di Adro: “Apprezzia- Poste Italiane annuncia il losofia della cono- dall’università. Ma 30 agosto da festa della vendetta a festa dell’amicizia”.
mo”. Apprezza che la Repubblica ita- dominio .post. E già manca una scenza e della comu- mi hanno chiuso tut- Ecco cos’erano le mitragliate italo-libiche sui pescatori
liana sia estromessa dalla Lega. Certo, lettera nicazione. A dicem- ti la porta in faccia, italiani: i fuochi d’artificio della festa dell’amicizia.
tutto questo avviene in un silenzio isti- (www.spinoza.it) bre si sarebbe con- perché lo scorso lu-
cluso il suo dottorato di ricer- glio ho raccontato a Libero che Stampa e tv di regime vigilano occhiute su questa impar
tuzionale che umilia, im- condicio, disperdendo con gli idranti chi osa criticare il
ca che ha svolto senza riceve- versavo una parte del mio sti-

Lerici legge il mare


barazza e fa paura. La re nessuna borsa di studio. pendio ai politici per cui lavo- governo e minimizzando le sparate del governo. Ieri, sul
scommessa di Bossi (che Lui lo diceva sempre: mi ravo. Ma è una prassi che suc- solito Pompiere, il solito Pigi Cerchiobattista conciava
prima di fare il politico escludono, vanno avanti solo cede ovunque. Allora ho det- per le feste il mite Nicola Zingaretti, reo di aver
non ne aveva vinta una) rassegna di letteratura e cultura marinaresca i raccomandati. I docenti ai to a mio figlio che non potevo dichiarato che, grazie alla Gelmini, “la scuola italiana
con l’Italia è sul punto di quali si era rivolto gli avevano più aiutarlo, ma di non de- vive uno dei giorni più brutti del dopoguerra”. Parole
riuscire. Posizione del
/ 17 19 settembre detto che non avrebbe avuto mordere. Mi diceva che vole-
che Pigi, tutto spettinato, definisce “lessico
OSPITI D’ONORE
un futuro nell’ateneo. Gli va fare un gesto simbolico, io
maggior partito d’oppo- amici mi hanno raccontato pensavo a qualche articolo di apocalittico”, “oltranzismo”, “demagogia”,
sizione italiano? Chiede-
ROBIN KNOX-JOHNSTON e ALEX BELLINI che negli scorsi giorni diceva denuncia. Questo gesto defi- “esasperazione”, “grillismo di maniera”, “invettive e
re a D’Alema che, contro 35 incontri con scrittori di mare, 2 convegni, di sentirsi un fallito. Venerdì nitivo non l’avrei mai pensato insulti che ammorbano la politica italiana”. E manca
1 maratona di lettura, 2 mostre fotografiche e migliaia aveva superato l’esame da e lo considero un omicidio di poco che chiami la forza pubblica. Silenzio invece sulla
i Radicali e tre soli depu- di libri di mare, imbarchi gratuiti su barche d’epoca. pubblicista, si era comprato Stato. L’hanno spinto coloro lucida difesa della Gelmini per la scuola statal-leghista di
tati del suo partito, ha da- una macchina fotografica, che non credono nei ragazzi.
to ordine: si vota Lega.
WWW.LERICILEGGEILMARE.IT una telecamera, voleva fare Non hanno niente da dire il
Adro: “Chi polemizza con il sindaco di Adro dovrebbe
L’unica rassegna che fa navigare i lettori. reportage dal quartiere dove presidente della Regione e il farlo per coerenza anche quando sono simboli della
Purtroppo gli hanno ub- sinistra a entrare in classe”.
bidito senza chiedere la Promossa da Comune di Lerici , Soc. Marittima di Mutuo Soccorso Lerici.
viviamo, il Brancaccio. An- rettore dell’Università?
Si ignora quali simboli della sinistra abbia in mente la
ragione. In collaborazione con MURSIA
poveretta: probabilmente, i libri.
pagina 2 Mercoledì 15 settembre 2010

N S
POVERA PATRIA POVERA PATRIA

on era piaciuto il gesto di generosità annunciato la sospensione del pasto dei bambini tra l’associazione dei genitori e la gestione affidata al i legge nella circolare (a destra il qualche modo possano ledere l’immagine tentativo di mettere il
Aprile 2010: niente cibo dell’ imprenditore (Silvano Lancini) che delle famiglie morose. sindaco è dunque avvenuto questa estate. Nel Quando arrivò il bavaglio documento) dell’aprile del 2010 dell’Amministrazione pubblica e di rapportarsi bavaglio alle legittime
aveva deciso di pagare gli arretrati alla Un bilancio dal saldo positivo della mensa, gestita da frattempo il sindaco ha scritto una lettera aperta in dell’Ufficio Scolastico Regionale con i loro superiori gerarchi nella gestione delle proteste, tra l’altro alla vigilia
mensa di Adro facendo un bonifico di 10 mila euro. oltre 30 anni da un’associazione di genitori, non è cui promette che verranno serviti pasti della dell’Emilia Romagna: “Esistono specifiche relazioni con la stampa”. di una manovra che si
per i bambini Si era arrivati addirittura a una petizione firmata da bastato alla conferma della presidente Giuseppina tradizione padana anche con carne di maiale. “Gli insegnanti disposizioni normative e contrattuali che Una sorta di “bavaglio”. Da causare prefigura pesantissima per
circa 200 genitori di allievi della materna e Paganotti che davanti alle telecamere aveva Nel frattempo sono finiti i lavori del nuovo polo impongono ai dipendenti pubblici in generale, al un’immediata presa di posizione del sindacato l’occupazione e le
dell’elementare. Mamme contro mamme nella ammesso come il caso mensa fosse un fatto “di scolastico inaugurato sabato e intitolato a personale del comparto scuola in particolare, di scuola della Cgil: “È una gravissima lesione alla retribuzioni dei dipendenti
con genitori morosi vicenda scoppiata dopo che il sindaco aveva razzismo e intolleranza”. Il passaggio di consegne Gianfranco Miglio. non possono criticare” astenersi da dichiarazioni o enunciazioni che in libertà di manifestazione del pensiero e il pubblici”.

LA SCUOLA LEGHISTA: Se le istituzioni non fermano


C’È CHI SI RIBELLA Gad Lerner
la secessione semi-silenziosa Enzo Raisi Maurizio Martina

I genitori ad Adro: fuori la politica “Il Colle dovrebbe “Una roba vista solo “Cosa sta facendo
di Elisabetta Reguitti scuola secondaria del nuovo le scuole anche il dirigente delle scuole: dal consiglio di
intervenire” con Hitler e l’Ur s s” la Gelmini?”
polo intitolato a Gianfranco scolastico Gianluigi Cadei ha istituto al consiglio comunale,
adesso che si fa con tut- messo nero su bianco una ri- dalla prefettura fino all’auto- di Luca De Carolis pianta. La celebrazione del imboli nelle scuole diver- a linea della Lega ormai è

E “S “L
Miglio. Sulla linea difensiva re di simboli una scuola signi-
ta quella simbologia po- del sindaco, dei politici le- chiesta esplicita alla rimozio- rizzazione del ministero degli ‘Sole delle Alpi’, il cui simbolo si dalla bandiera nazionale chiara, distogliere l’at- fica invadere un luogo che de-
litica leghista impressa ne del Sole delle Alpi. Ma per Interni. Che dire poi della coe- uanto accaduto ad Adro è disseminato per la scuola, è si vedevano solo nella Germa- tenzione dai problemi princi-
ovunque in una scuola
pubblica italiana? “Che ven-
ghisti e della stessa Gelmini
che aveva dichiarato: “Pren-
do atto che il sindaco di Adro
capire il clima che si respira è
bene sottolineare il tono con
renza, di cui si parla molto in
paese, del sindaco Oscar Dani-
“Q è molto peggio della se-
cessione, e Napolitano do-
una baggianata: quello che
conta per Lancini è imporre il
nia degli anni ’30, o in Unione
Sovietica”. Enzo Raisi, deputa-
pali”. Maurizio Martina, se-
gretario del Pd Lombardia,
ve essere di tutti: e questo
non si può fare, anche se in
tanti sono d’accordo”. E il ri-
ga cancellata”. ha specificato che il sole del- cui il responsabile del polo lo Lancini che dopo aver pub- vrebbe intervenire”. Non usa volere della comunità locale, to di Fli e sulla stessa linea non ha dubbi: il caso di Adro è schio secessione? Martina
Non sono pochi i genitori e le Alpi è stato scelto non per- scolastico si rivolge al primo blicamente definito “la nostra metafore Gad Lerner, che nel al di là delle istituzioni e del dell’amico senatore “finiano” solo un altro espediente del scuote la testa: “Adro non
le famiglie di Adro a chiedere ché simbolo della Lega Nord cittadino: “Temo che una pre- bella ed efficiente scuola fede- suo programma su La7, L’In- senso dello Stato”. Il volere di Giuseppe Valditara che ieri Carroccio per far passare in c’entra con la presunta voglia
pubblicamente che qualcu- ma appartenente all’icono- senza così diffusa di un simbo- ralista fatta con i nostri soldi” fedele, ha ospitato il sindaco un’enclave che decide per sulle colonne del Secolo parla- secondo piano i temi econo- di secessione, come non
no si occupi di rimuovere grafia del Comune”, la mam- lo che, non me ne voglia signor manda suo figlio alla scuola leghista Oscar Lancini. Lerner conto proprio, e che non tol- va di vicenda “inaccettabile”. Attenti a soffiare mici e sociali. “Alle scuole ser- c’entrano iniziative analoghe.
quel Sole delle Alpi verde, ma risponde: “Sfido chiun- sindaco, indipendentemente “Madonna della neve” la mag- è rimasto molto colpito dalle lera dissensi. “In trasmissione “Il caso di Adro è scandaloso e sul fuoco virebbero investimenti im- Lo ripeto: l’obiettivo era e re-
definito “parte integrante que a venire ad Adro e a cer- da noi, è chiaramente diventa- gior realtà scolastica cattolica sue parole: “Lancini non dis- - continua il giornalista - Lan- inaccettabile, perché crea un portanti, e invece ci fanno sta spostare l’attenzione. La
della cultura del paese” dal
sindaco. Battista Oprandi è
fra questi. “Non voglio che
mio figlio frequenti una
care quel simbolo. Io ci vivo
e non l’ho mai visto impresso
in nessun edificio tanto me-
no sulle facciate delle chiese
come invece sostengono i
to anche partitico, all’interno
di un ambiente di pubblica
istruzione, di educazione plu-
ralista, rispettoso di tutte le
idee, della Costituzione e delle
della Franciacorta, gestita dai
frati Carmelitani, che confina
con la nuova scuola pubblica
intitolata a Gianfranco Miglio.
simula, anzi rivendica il suo
localismo esasperato, basato
su tradizioni inventate di sana
cini ha precisato che a maroc-
chini, romeni e altri stranieri
che vivono in paese ‘va be-
nissimo’ la nuova scuola con i
simboli leghisti. Era la soddi-
pericoloso precedente” sotto-
linea Raisi, che invita Gelmini
a prendere provvedimenti:
“Ha detto che quanto succes-
so non si può accettare? Bene,
“ Viviamo in
un periodo di
parlare di soli delle Alpi e co-
se di questo tipo” si lamenta
Martina. Lunedì scorso un
consigliere regionale del Pd,
il bresciano Gianni Girelli,
Lega ormai ci ha abituato a
questi fuochi d’artificio”.
l.d.c .

politici quando vanno in te- leggi della Repubblica italiana sfazione di chi riscontra la sot- deve essere consequenziale e crisi. Attenti aveva inviato una lettera a Na-
La madre levisione o parlano ai giorna- possa – continua il documen- tomissione alla linea domi- intervenire in modo adeguato. politano per invocarne l’in-
li”. to –, rappresentare un ostaco-
FERMATO come “provocatore” nante”. Un’impostazione “in- Se non lo farà, provvederemo a chi vuole tervento su Adro. Ieri ne ha
di una bambina: lo per un sereno lavoro didat- consapevolmente totalitaria” noi a sollecitarla con mozioni e mandata un’altra, analoga, a
“Le istituzioni tico. È per questo che mi per-
La colpa? Una bandiera tricolore secondo Lerner, che accusa: interrogazioni in Parlamento”. spaccare Berlusconi, Gelmini, al presi-
lo pretenderei devono intervenire” metto di chiedere l’urgente ri-
mozione del simbolo del Sole
“Trovo molto grave il compor-
tamento della Gelmini, che ha
Nell’attesa, il finiano spiega:
“A scuola deve esserci spazio
dente regionale Formigoni e
al direttore dell’ufficio scola-
il Paese
Icon“pcarabinieri

l’hanno fermato come dare il gruppo con i tricolori. Partono fatto finta di accontentarsi per un unico simbolo, la ban- stico regionale. “Su Adro, ci
anche se fosse GRAZIA è certa di una cosa:
delle Alpi dagli arredi e dagli
spazi del polo scolastico in cui rovocatore”, perché si è presentato improperi vari: “Pirla”, “fuori dai cogl..”. della spiegazione del sindaco, diera nazionale, che unisce e aspettiamo rapidi provvedi-
che non vuole che la figlia fre- è esposto”. il tricolore a una manifestazione le- A chi ringhia contro i “comunisti”, Ricca Una mitologia secondo cui il ‘Sole’ è stato non divide. Tutti gli altri, senza menti della Gelmini e dell’uf- La strategia
lo scudo quenti una scuola caratterizza- Bocche cucite fra gli insegnan- ghista. Nell’Italia che spesso gira al con- ribatte: “Siamo contro le leggi vergogna senza storia messo perché è un antico sim- distinzioni, non devono en- pure la Lega continua a cresce- ficio scolastico lombardo” af- di Bossi & Co.
ta da loghi di partito. Nessun ti che si sono riuniti ieri pome- trario, questa è stata la colpa di Piero votate da Maroni e Bossi: viva il tricolore, bolo di Adro. Un chiaro espe- trarci”. Ma nella presunta Pa- re, con la sua voglia di indipen- ferma Martina, convinto che
crociato o la
falce e martello
partito. “Lo pretenderei anche
se fosse lo scudo crociato o la
falce e martello. Lo pretendo
perché è un nostro diritto di
cittadini e quindi mi aspetto
riggio mentre qualcuno dei ge-
nitori ricorda che come le vec-
chie scuole portassero il nome
dei fratelli Dandolo, eroi del Ri-
sorgimento e dell’Unità d’Ita-
Ricca, contestatore puntuale di Berlu-
sconi e dei suoi sodali. Domenica scorsa,
assieme a una decina di persone, è an-
dato a una manifestazione del Carroccio
a Venezia, dove erano in programma gli
viva l’Italia unita”. Si sentono cori incro-
ciati: “Italia” contro “Padania”, inevita-
bilmente più forte. “Si rischia il linciag-
gio davanti al ministro degli Interni” sot-
tolinea Ricca. Che nel commento al vi-
“ È il simbolo
di un localismo
diente: con questa logica, Ro-
ma dovrebbe essere adornata
di fasci littori, di cui sono pie-
ni i Fori”. Il ministro dell’Istru-
zione però ha piegato la testa.
dania il Carroccio morde il fre-
no. Raisi avverte: “La storia del
sole alpino fa davvero ridere,
ma il rischio secessione non va
comunque sottovalutato, per-
denza da “Roma ladrona”. Rai-
si osserva: “In questa fase, è
semplice accentuare spinte lo-
calistiche. Ma io rispondo: se
qualcuno, come ho sentito di-
“il ministro dell’Istruzione
non possa chiudere gli occhi
di fronte a una simile forza-
tura, perché ad Adro si è pas-
sato il segno”. Una forzatura
“ La linea
del Carroccio
scuola marchiata dalla poli- che le istituzioni facciano ripu- lia. Personaggi che hanno la- interventi di Bossi, Maroni e degli altri deo ricorda: “A un certo punto siamo esasperato E allora Lerner invoca il Qui- ché viviamo tempi di crisi. In re da qualche leghista, si sente condivisa da gran parte della è quella
tica e quindi, siccome sono lire tutto”. Non ci possono es- sciato in eredità ad Adro il mu- maggiorenti leghisti. Ricca e i suoi amici stati bloccati da un plotone di poliziotti e rinale: “Napolitano dovrebbe momenti come questo, l’egoi- padano e non italiano, farebbe comunità locale, secondo la
un cittadino italiano che pa-
ga regolarmente le tasse
sere vie di mezzo sulla vicenda
di Adro eppure tra chi accetta
nicipio e all’ente morale un pa-
trimonio di immobili pari qua-
(tra questi Marco Gavagnin, consigliere
comunale a Venezia per il movimento
carabinieri. Motivo? Grave rischio di di-
sordini per la
e inventato intervenire, perché è il garan-
te dell’unità nazionale. Nessu-
smo può crescere, e portare a
conseguenze pesanti sul pia-
bene a scegliersi un’altra pa-
tria. Non lo costringe nessuno
Lega. Ma il segretario dei De-
mocratici ribatte: “La verità è
di distogliere
chiedo che mi venga ricono-
sciuto questo diritto”.
l’imposizione del sindaco e
chi chiede allo Stato di ripulire
si a metà del centro. Cinque Stelle) avevano in bella vista le
bandiere italiane. Risultato: pioggia di in-
nostra provo-
cazione”. Suc-
di sana no, meglio di lui, può spiega-
re quanto sia pericolosa la pri-
no sociale. Per questo, casi co-
me quello di Adro vanno fer-
a sentirsi bene in Italia, ma non
può comunque offendere i va-
che non si può governare per
il consenso, come fanno i le-
l’attenzione dai
Oprandi aspetta un interven- la scuola ci sono tante persone sulti da parte dei leghisti, e rapido in- cede anche mati subito: l’effetto emulazio- ghisti, che vanno avanti con
La coerenza pianta vatizzazione del pubblico lori nazionali con identità
problemi reali

” ”
to dalla prefettura, dallo Sta- letteralmente terrorizzate per del primo cittadino tervento dei carabinieri, che l’hanno fer- questo, messa in scena ad Adro”. ne potrebbe moltiplicarli”. Ep- create ad arte”. l.d.c . strumentalizzazioni. Riempi-
to ma soprattutto che venga le eventuali ripercussioni che mato e identificato. Tutto documentato nell’Italia go-
cancellato tutto. “È compito potrebbero esserci sui bambi- nel video che Ricca ha pubblicato sul vernata dalla
delle istituzioni”. Il pericolo ni. Quindi meglio tacere fa- MA MIGLIO con Adro cosa suo blog, “Stranieri in patria”. Nel filma- Lega.
Luca Telese
LE REAZIONI
è che ci pensi qualche citta- cendo buon viso a cattivo gio- c’entra? Rimane poi il dubbio to, si vedono tante maglie verdi circon- Alessio Grossi ETICAMENTE SCORRETTO
dino. Grazia Bellini ha una ra- co. sul rispetto delle procedure
gazzina che frequenta la Nel giorno della riapertura del- previste per l’intitolazione
LA VITA ADRA IL QUIRINALE NON PARLA, INTERROGAZIONI DA PD E IDV
Il sindaco padre-padrone condannato perché non paga l’Ici “L a vita Agra” è il titolo di un meraviglioso
libro di Luciano Bianciardi, il romanzo del
malessere nell’Italia dell’ingiustizia sociale. “La
vita adra” è il titolo che mi viene in mente per
di Eduardo

“P
Di Blasi
rendo atto che il sindaco
di Adro ha specificato
nale e quello provinciale, pro-
vare a districare la matassa.

PER ADESSO è da mettere


ministro si è fatta vedere dopo
sei mesi”. Così toccherà oggi
al capogruppo Rusconi chie-
dere, alla ripresa dei lavori in
trebbe essere anche qualche
sindaco di centrosinistra che
decida di mettere sui banchi il
simbolo dell’Ulivo. Il ramo-
OSCAR LANCINI, PRIMO CITTADINO DEL COMUNE BRESCIANO, HA PERSO IL RICORSO CASSAZIONE PER 20 MILA EURO EVASI l’Italia dei nuovi piccoli-grandi razzismi, delle che il simbolo del Sole delle agli atti l’interrogazione dei se- commissione dopo la pausa scello d’ulivo, d’altronde, è un
prove di secessione, e delle campagne politiche Alpi è stato scelto non perché natori lombardi del Pd, che ve- estiva, che il ministro si pre- simbolo di pace da diversi an-
a Eredi Lancini di Adro deve al glia del sindaco “padre-padrone” SI TRATTA DEGLI accertamenti simbolo della Lega Nord ma
L Comune, quindi ai cittadini del
paese, circa 20 mila euro di impo-
Oscar Danilo Lancini, imponendo
il pagamento del dovuto. Tradotto
esattoriali dal 2005 al 2008 con le
dovute differenze tra gli anni di
giudiziaria – chiusa a maggio con la
prescrizione – della Elg, fallita e og-
gi chiusa, di cui era socio (e per un
del sindaco.

IN ENTRAMBI , i primi due pro-


condotte sulla pelle dei bambini. Ho litigato con
il sindaco Oscar Lancini, alla Zanzara di
perché appartenente all’ico-
nografia del Comune”, affer-
de tra i firmatari Marilena Ada-
mo, Antonio Rusconi e Fioren-
za Bassoli e un’altra presentata
senti e ne discuta. “Se non lo
farà entro una settimana - spie-
ga - potremmo pensare di ab-
ni...”. Si tratta, ovviamente, di
una provocazione. Spiega Bas-
soli: “Per anni sono stata sin-
sta Ici non pagata. significa che il sindaco prima di commissariamento della fabbrica periodo anche responsabile tecni- cessi il Comune di Adro si era co- Radio24, dicendogli: “Non racconti cazzate”. E mava l’altro giorno il ministro dall’Idv. Spiega Adamo: “Ab- bandonare la sede politica, co- daco di Sesto San Giovanni,
È stata la Corte suprema di Cas- proclamare la legalità e la sacralità che è stata dichiarata fallita. “Ricor- co) insieme alla famiglia (madre e stituito parte civile. Ricapitolando: siccome negava addirittura che il suo “Sole delle dell’Istruzione Mariastella biamo chiesto di discutere in sì come abbiamo già fatto”. comune che all’epoca aveva
sazione, con la sentenza del 23 giu- delle regole dovrebbe, come tutti, so inammissibile” e bocciato addi- due fratelli) proprio l’attuale sinda- il sindaco chiede i danni a se stesso Alpi” fotocopia di quello della Lega fosse un Gelmini. Strano, perché, co- commissione Istruzione pub- All’epoca, dopo la minaccia e una solida maggioranza di si-
gno scorso, a rigettare il ricorso rispettare la legge e pagare il do- rittura anche il metodo “farcito” – si co. e in più, la giunta monocolore le- simbolo politico, ho aggiunto: “Se qualche me annota anche il Radicale blica perché ad altre interro- il seguente abbandono della nistra. Mai mi sono sognata di
presentato dall’azienda della fami- vuto. legge nella sentenza –. Che spiega Tre filoni di indagine e due certez- ghista nomina i periti e gli avvocati sindaco istituisse l’asilo ‘Fausto Bertinotti’ e lo Silvio Viale nel chiedere che gazioni presentate in aula il commissione, la Gelmini si riempire un luogo di tutti, co-
come, nell’intento di evitare di in- ze: l’Ici e gli interessi arretrati non che devono difendere gli interessi decorasse con falci e martello, direi che è una ispettori ministeriali vadano a presentò. me una scuola, di simboli che
Il sindaco Oscar Lancini (FOTO LAPRESSE) correre in vizi di autosufficienza, pagati e una parte di fiume Oglio, a degli abitanti di Adro contro il pri- verificare l’incongruità della richiamavano la sinistra”.
testa di cazzo”. Gli ho mancato di rispetto,
È anche sia stato scaricato sulla Corte “tutta
la documentazione di merito. Non
cavallo tra le province di Bergamo e
Brescia, in cui ad oggi giacciono 7
mo cittadino, i suoi parenti e la loro
azienda. dicono. “Che cosa ti ha fatto, dopotutto – mi ha
struttura scolastica paraleghi-
sta, lo stemma del paese di
A SCUOLA non si può fare
politica. Lo sa bene Rusconi,
Anche in Regione Lombardia,
il Pd si è mostrato attivo. Il
scritto un ascoltatore – perché tu lo trattassi così
accusato di aver solo: la Corte di Cassazione ha per-
sino sottolineato l’incapacità di pre-
mila tonnellate di fanghi altamente
inquinati, cianuro, metalli pesanti e
Che dire? Poco o nulla visto che gli
elettori di Adro nel 2004, hanno rie- male?”. Già. Allora mi è tornato in mente un
Adro reca una “A” bianca su
sfondo verde contornata da
che, professore di ruolo a Lec-
co dal 1984, se vuole andare
consigliere Gian Antonio Gi-
relli ha scritto al capo dello
lasciano sentare il ricorso. Si legge: “Il ricor-
rente non può riversare sulla scri-
roba del genere ma ad oggi nessun
colpevole anche se dal 1993 la Elg
letto (con il 47% dei voti) quello
stesso sindaco. Intanto gli anni pas-
meraviglioso aneddoto di Charlie Chaplin, che
alla festa del suo amico Douglas Fairbanks –
tre grappoli d’uva.
Se questo è però l’esordio del
nel suo liceo per tenere un in-
contro pubblico, deve prima
Stato chiedendone l’interven-
to. Fino a ieri sera il messaggio
vania del giudice di legittimità la era autorizzata dalla Regione Lom- sano, la prima denuncia contro la ministro, non si comprende chiedere il permesso al presi- non era arrivato al Quirinale, e
7 mila tonnellate materia grezza degli atti processua- bardia a smaltire rifiuti liquidi spe- Elg ha già fatto la muffa avviandosi
prima della Seconda guerra mondiale – rifiutò la
cosa possa fare il dicastero de e al consiglio di istituto, e il presidente, in visita a Saler-
mano tesa di un ambasciatore del III Reich. “Che
li, perché lo stesso giudice di legit- ciali. Il sindaco e la madre erano verso la prescrizione così come il dell’Istruzione per porre ri- poi trovarsi anche una contro- no, pur parlando di Nord e di
di materie timità scelga ad libitum ciò che serve stati rinviati a giudizio (nel 2003) secondo filone e lo stesso è stato cosa le ho fatto?”, chiese adirato l’ambasciatore . medio al pasticcio della scuo- parte. Così spiega: “Il ministro Sud Italia, di scuola, di gover-
e/o ne tragga una sintesi quale che per sette capi di imputazione tra cui per il terzo. Nonostante le accuse di E Chaplin: “Non è per quello che avete fatto a la “Miglio”, figlia della Lega deve venire e deve dirci se no e di federalismo, non ha fat-
inquinanti sia, aggirando così i limiti del giu- lo scarico di sostanze inquinanti in avere sversato nelle fognatura i re- me. È per quello che state facendo al mondo”. per i figli di Adro. l’uso di simboli di partito in to cenno alla questione della
dizio di legittimità”. Detto questo fognatura. Nel secondo processo flui che la Elg avrebbe dovuto trat- Eppure tocca a lei, e ai due una scuola sia possibile. E se la scuola sponsorizzata dal Car-
sul fiume Oglio cerchiamo di ricostruire la storia erano coinvolti il fratello e la sorella tare. e .reg. “provveditori”, quello regio- risposta sarà un sì, allora ci po- roccio.
pagina 4 Mercoledì 15 settembre 2010

S “N
COMPRATI E VENDUTI COMPRATI E VENDUTI

arebbero 20 i parlamentari “papabili” (tutti appartenenti al movimento Noi Sud, del Giuseppe Drago, Michele Pisacane, Angelo on escludo che leader politico di Fli, e la deputata dovette fare carriera ognuno di noi utilizzi quel che
I parlamentari per ridare numeri all’esecutivo e sottosegretario agli Esteri Scotti). A loro si Cera e Giuseppe Rivolo. Il Movimento per le La “gaffe” della Napoli senatrici o deputate chiedere scusa e tornare indietro su quanto ha, l’intelligenza o la bellezza che siano”. E
consentire a Berlusconi di andare unirebbero Maurizio Grassano, Italo Tanoni e Autonomie di Raffaele Lombardo e il Südtiroler siano state elette dopo dichiarato. Poi, la settimana seguente, alla la chiosa: “Fino a quando esiste consenso
avanti. Una vera e propria “lista salva-governo” Daniela Melchiorre (Liberal-democratici). E Volkspartei tratterebbero per l’appoggio esterno. essersi prostituite”, disse l’8 settembre stessa trasmissione, “Klauscondicio” di non c’è violenza e se non c’è violenza non
per la “responsabilità che accorre in aiuto del premier mentre la ancora Francesco Nucara (Pri) e Francesco I rimanenti parlamentari sarebbero perciò e l’irruzione scorso Angela Napoli, deputata di Fli, prima Klaus Davi su YouTube, l’inter vistatore c’è problema”. Poi corresse spiegando che
situazione sta precipitando. I nomi sarebbero Pionati (Adc). Tra i parlamentari tentati dal Roberto Commercio, Carmelo Lo Monte, di pentirsene amaramente. Si parò di pone una domanda simile a Giorgio non parlava di “prostituzione”. Strano
quelli di Arturo Iannaccone, Antonio Gaglione, dialogo con il governo vengono annoverati alcuni Angelo Lombardo e Aurelio Misiti (Mpa). Infine attacco al partito. Intervenne anche il Stracquadanio, e lui risponde: “Usare il perché pareva proprio stesse parlando
nazionale” Elio Belcastro, Antonio Milo e Luciano Sardelli esponenti dell’Udc: Calogero Mannino, Karl Zeller e Siegfried Brugger (Svp). della “prostituzione” Presidente della Camera Gianfranco Fini, corpo? È assolutamente legittimo che per di quello.

CIAMBELLE E SOUFFLÈ La classe dirigente?


Il gruppo dei 20 salva-B. si sgonfia subito:
“Il premier ci ha detto cose sbagliate”
“Una questione di tette”
PAOLO GUZZANTI: LA “MIGNOTTOCR AZIA”
di Sara Nicoli diti (e mercenari) in grado di Speroni – una maggioranza stia facendo e non mi interes- Il prezzo non è giusto
l testa coda è di quelli che
sostenere la maggioranza al neo sudista”. Dal fronte finia- sa. Faccio tanti auguri a lui e al Il Cavaliere deve ancora trattare per È LA STELLA POLARE DELLA POLITICA
I
netto del dissenso finiano. no, poi, mentre Fabio Granata suo gruppo dei 20”. Subito do- salvare i numeri della sua maggioranza
solo un grande attore del- Perché questa è la nuova os- accusava Nucara di “trasformi- po si erano aggiunti i deputati
la politica può mettere in sessione del Cavaliere: conti- smo” sentendosi mandare a dell’Mpa. “Non faremo parte di Luca Telese Il sottotitolo provvisorio, non chiaro l’atteggiamento maschi-
atto senza rischiare il cap- nuare a governare fino alla fi- quel paese con un sonoro “so- di nessun gruppo di responsa- Ma dopo il 28, il Cavaliere do- so se diventerà definitivo, è: La lista di Berlusconi.
potto. Ma Francesco Nucara vrà fare i conti con i numeri aolo Guzzanti vanta l’in- sera andavamo a ministre.

P
ne della legislatura senza mai no repubblicano dal ’63, ma bilità nazionale - afferma Aure- Cosa accadde?
di fegato ha sempre dimostra- dover mediare alcunché con quale trasformismo”, Carmelo lio Misiti - e voteremo la fiducia per il varo di ogni singolo prov- solito primato: aver co- Potrebbe non esserci perché Nulla di clamoroso, per gli altri.
to di averne. Ieri, dopo che il Futuro e libertà. Una chimera. Briguglio, imbracciato il pal- ai 5 punti programmatici del vedimento. E, infatti, sempre niato un lemma che oggi si è pentito in corso d’opera? Ma per me sì. L’incontro era fi-
soufflè del nuovo gruppo di Anche Napolitano, d’altra lottoliere, gettava nuovo sale Pdl solo a patto che ci sia un ieri Paolo Bonaiuti, portavoce corre sulla bocca di tutti, Al contrario. Mi piaceva l’asso- nito, c’era una baraonda pazze-
“responsabilità nazionale” da parte, ha auspicato che le ele- sulle ferite berlusconiane: “Il cambio di rotta sul Sud e la si- del premier, ha voluto ricorda- e senza di cui non è più possi- nanza con La sera andavamo in via sca, ci trovammo io e Berlusco-
lui capitanato si era sgonfiato zioni anticipate “non posso- 28 si dimostrerà che siamo de- curezza”. “Non abbiamo avuto re che l’obiettivo di Berlusconi bile fare cronaca politica: “Mi- Veneto di Scalfari. Rende bene la ni in mezzo a tanti corpi.
alle prime luci dell’alba per- no essere la panacea di tutti i terminanti”. Già all’alba di ieri, alcun contatto né da Berlusco- è la tenuta del governo. Fino a gnottocrazia”. Ora, mentre di- bassezza di un’epoca, il dram- E...
ché tolto dal forno molto pri- mali della politica” ovvero del gruppo dei 20 indicati dal- ni, né ci è giunta richiesta per quando, però, non è dato sa- vapano le polemiche su com- ma di una classe dirigente. E lui, gridando alleegramente
ma di una possibile lievitazio- “balsamo per ogni febbre”. E la maggioranza si erano chia- un nuovo gruppo” è stata poi pere. pravendita, prostituzione, ipo- E perché non lo tiene? mi disse: “Paoloooo! hai visto
ne, il segretario del Partito re- che, insomma, la stabilità par- mati fuori i parlamentari Svp, la presa di distanza degli ex di- tesi di baratto fra corpi e seggi, è Fra le ministre ci sono persone, che pezzo di fica dietro di te?
pubblicano, conoscendo Ber- lamentare del governo va cer- con una nota ufficiale del par- niani e dei liberaldemocratici PERSINO l’ex Udc France- impegnato in una corsa contro come la Prestigiacomo, su cui Perché non allunghi la mano e
lusconi, ha pensato bene di cata. Ma non come voleva fare tito. E come loro il deputato Tanoni e Melchiorre: “Valute- sco Pionati, ieri in visita a Pa- il tempo per consegnare alle potrei giurare, in fatto di estra- non le tocchi il culo?”.
salvaguardare la sua onorabi- Berlusconi. Udc Saverio Romano: “Non remo in Parlamento il discorso lazzo Grazioli, all’uscita dal stampe un pamphlet con lo neità alla mignottocrazia... Si potrebbe obiettare che
lità. “Non credo che il gruppo conosco Nucara, non so cosa del premier” è stata la gelida colloquio con il premier ha da- stesso titolo, Mignottocrazia: Com’è il sistema che ha de- non era la prima, e nemme-
si sia mai dissolto – ha dichia- E INFATTI il gruppo dei 20 risposta alle lusinghe berlu- to segni di pessimismo: “Io esce in ottobre per Aliberti. finito con questa parola? no l’ultima battuta.
rato con invidiabile candore – arditi che avrebbe dovuto ga- sconiane. Insomma, un flop di non sono ancora convinto del Senatore Guzzanti, perché Semplice: la mignottocrazia è Ma era gridata in pubblico, da
come non credo che si sia mai
formato veramente; Berlusco-
rantire l’autosufficienza è
scomparso. I primi fulmini e
Il “patto” non quelli davvero preoccupanti.
Ora, dunque, la situazione
tutto che le elezioni siano
scongiurate, nonostante Ber-
non ha chiuso le bozze?
Vuole la verità? Ogni giorno sal-
un sistema politico fondato sul
sex appeal. Che oggi è diventa-
un presidente del Consiglio.
L’idea che un premier occiden-
ni mi ha detto alcune cose che
a mio avviso erano sbagliate,
prese di distanza sono comin-
ciati ad arrivare dai centristi,
regge, bisogna sembra tornata al punto di pri-
ma, con la maggioranza poli-
lusconi continui a dire che la
situazione è sotto controllo”.
ta fuori una notizia macroscopi-
ca sul tema, che mi costringe a
to - attenzione, non solo nel
centrodestra, come dimostra-
tale potesse esprimersi così era
per me inconcepibile.
gli ho detto ‘questo nome can-
cellalo perché non verrà mai
ma anche dalla Lega. A scen-
dere in campo per affogare
limare ancora tica ferma a 299 mentre quella
numerica potrebbe andare an-
Infatti, non lo è. “Al centrode-
stra manca una gamba meri-
tare il sospetto di obbedire a
logiche mercantili: il centro-
degli elettori e quindi si do-
vrebbe far riferimento al grup-
riaprire i capitoli.
Ad esempio?
no tanti casi - un sistema di se-
lezione delle classi dirigenti. In
Lo conosceva già, e bene.
Non certo dall’infanzia. E c’è
con noi’ , ma i nomi onesta- nella culla il gruppo di Nucara che oltre l’asticella dei 316 vo- dionale – concionava ieri alla destra non può essere solo a po della lista con la quale si è Ultima settimana tre volte: com-
mente erano molti più di 20”. è arrivato prima il governatore Napolitano: ti, almeno in occasione del di- Camera Luciano Sardelli, del trazione leghista”. Parole che stati eletti, che noi sosteniamo pravendita di deputati, dichia-
alcuni casi, purtroppo l’unico.
Da quando è così, se è così?
una differenza fra ciò che si può
dire in privato, magari di dub- delle giornaliste che lo intervi-
E ancora: “È stato lui a con- Veneto, Luca Zaia, poi l’euro- scorso di Berlusconi del 28. movimento Noi Sud – e questa hanno fatto infuriare la Lega. con maggior forza l'esecutivo: razioni di Angela Napoli, ester- Ho avvertito che qualcosa era bio gusto, e ciò che si può gri- stavano, al Raphael... Ma non
tattarmi il 20 agosto” ha spie- parlamentare Francesco Spe- “Il voto Dove potrebbe toccare anche poteva essere l'occasione per “Ma questi dove stavano? - si è con 60 deputati”. Come dire: nazione di Giorgio Stracquada- cambiato un giorno che, duran- dare in pubblico. avrebbe mai gridato dalla tribu-
gato Nucara al fattoquotidia- roni. “Se Fini non vota i cinque quota 330/335 in virtù dei voti fare un gruppo parlamentare chiesto ancora provocatoria- se qualcuno staccherà la spina nio, che ha il merito, va detto, di te una convention di Forza Italia Craxi amava le donne.... na di un congresso, che gli pia-
no.it. E così lui stesso ha chia- punti la maggioranza non c’è anticipato non di chi ha annunciato l’appog- legato al territorio e a preva- mente Speroni - la prima cosa al governo, questo non potrà far chiarezza. di quelle con i cieli azzurrini e le Aveva delle pubbliche amanti, cevano le tette o le gambe delle
rito il grande bluff della for- più”, ha intimato Zaia. “E non gio al governo pur non volen- lente vocazione meridionali- da rispettare per un parlamen- che essere la Lega. A meno che Come ha impostato il suo ragazze vestite con il tubino di se per questo, come Anja Piero- donne socialiste.
mazione di un gruppo di ar- accetteremo mai – ha fatto eco è la panacea” do fare parte del “gruppone”. sta, ma non possiamo alimen- tare è la fedeltà nei confronti i finiani non arrivino prima. pamphlet? Armani, ebbi definitivamente ni. So che aveva assediato anche Si dice: la differenza è che
Berlusconi non è ipocrita in
pubblico. Cosa risponde?
Venti di secessione nell’Udc TRATTAMENTI & ESCORT Che è un modo di pensare pe-
NUCARA Da Tangentopoli ricoloso. L’ipocrisia, in moltissi-

al bazar di Silvio I 4 “siciliani” nel fianco di Casini voreggiamento di Cosa Nostra


sulla base dell’accusa rivoltagli COSÌ PARLÒ STRACQUADANIO
mi casi, è un valore. Se io vedo
una bellissima ragazza per stra-
da, può passarmi per la mente
Scelte
che contano

a Mani Pulite alla resurrezione di questi giorni. L’uo-


D“stampelle”
mo che ieri si è proposto come il collettore delle
della maggioranza ha una storia politica lun-
ga e punteggiata di incidenti giudiziari, per sua fortuna
di Sandra Amurri

Udc siciliano contribuirà ad


L’verno
arricchire la lista salva go-
il più votato dell’Udc in tutta
Italia con 110.403 preferenze -
andrebbero di certo Totò Cuf-
faro - di cui ha ereditato la cas-
perare la soglia di sbarramen-
to, e dunque di sedere in Par-
lamento e di giocare il ruolo di
ago della bilancia. Così come
che il gruppo Udc siciliano
non ha gradito quell’invito (ac-
cettato) al summit di Chiancia-
no rivolto da Casini al Procura-
da Massimo Ciancimino figlio
di Don Vito di avergli pagato
tangenti per 100 mila euro. La
presenza di Grasso è stata resa
ancora più indigesta dal com-
ma i legal thriller, e si schermisce: “Ho una insana
Ala punta
attrazione per i tribunali, ma solo quelli di carta”. E’
di diamante del sistema mediatico berlusco-
niano, ma è anche l’uomo che ha per primo parla di
poste. Noi volevano regalare agli operai una nuova
coscienza di classe. Loro solo il diploma”. Qunado la
violenza del terrorismo lambisce quelli che ha intor-
no, fa un passo indietro. La via di fuga? La nonviolenza
di strapparle le mutande. Ma se
lo faccio divento uno stuprato-
re, non una persona... sincera.
Lei dice che Berlusconi porta
questo elemento istitintivo
“ Qualcuno può
negare che fra
mai fatali. Segretario nazionale del Partito Repubblicano Berlusconi sì o no? La ri- saforte dei voti -, Calogero sa che se Romano, Mannino, tore nazionale Antimafia Piero mento del senatore Giampiero prostituzione politica a destra. E l’uomo che ha capi- radicale. Nell’estate 1979 l’iniziazione: un meeting ancestrale in politica... una graziosa
dal 2001, già viceministro del Berlusconi ter, funziona- sposta è densa di punti inter- Mannino e Giuseppe Drago (fi- Cuffaro e Drago passassero al Grasso. Proprio il magistrato D’Alia, fedele a Casini, promo- tanato la battaglia (vinta) per il referendum sulla legge estivo con il guru Pannella. Ha detto: “Dai radicali a Ho coniato il termine Mignotto-
rio della Cassa del Mezzogiorno agli esordi della carriera, rogativi. Porte sbattute poi ria- glio di Mimmo componente di Pdl, il partito di Berlusconi alle che è stato capo di quella Pro- tore della tanto discussa pro- per l’emittenza, ma - come forse pochissimi sanno, è Forza Italia, sono sempre stato in partiti cesaristici e crazia quando la sessualità di troietta e una
Nucara – sposato con due figli, due lauree, una in Scien- perte. Ora siamo di fronte a spicco della corrente andreot- prossime elezioni tocchereb- cura che ha indagato Totò Cuf- posta di legge contro l’apolo- stato anche portsaborse di Tiziana Majolo a Rifonda- carismatici. Odiavo e odio gli apparati”.. Un dirigente, Berlusconi non era ancora tema
ze Statistiche e Attuariali e un’altra in Architettura – finì porte lasciate socchiuse. Il pre- tiana che faceva capo a Salvo be di nuovo quel 61 a 0 di an- faro (condannato in secondo gia di reato a mezzo Internet: “I zione. L’unico modo di raccontare Giorgio Stracquada- Marcello Crivellini gli propone di andare a Roma. Lui di interesse nazionale. Ora sono grassa geniale
nel ciclone di Tangentopoli nel settembre del ’92, quan- sidente Rocco Buttiglione di- Lima). Drago che da ex presi- tica memoria. Come fa capire grado per concorso esterno in nostri elettori sono stati soddi- nio, su Il Fatto, nel momento in cui la metà dei par- rifiuta, ma è un appuntamento differito. Studia bio- convinto che per lui questo trat-
do i giudici di Milano scoprirono una sorta di connection ce: “La Sicilia è il 10% del par- dente Psi della Regione Sicilia è bene proprio Romano com- associazione mafiosa a 7 anni). sfatti della presenza di Grasso, rucconi del Pdl prendono le distanze da lui, è parlarne logia. Non si laurea a un passo dal traguardo, come to sentimentale sia comune al ci sia partita nel
tra affari e politica su un appalto per 113 miliardi per la tito visto che l’onorevole Save- stato condannato a tre anni mentando le parole che Casini Stessa Procura quella di Paler- l’hanno molto apprezzata”. Ma bene. E ricostruire il filo della sua biografia non per tanti della sua generazione. Preferisce lavorare come privato e alla politica...
costruzione del centro direzionale reggino che avrebbe rio Romano ammesso che la- con l’interdizione perpetua avrebbe confidato ai suoi più mo che ha indagato Saverio Ro- quel gesto è stato considerato raccontare l’ennesimo curriculum gattopardista, nel consulente informatico. Fonda una agenzia di stam- Cioè? Pdl?
fruttato, all’epoca, “solo” un miliardo di tangente di vec-
chie lire. La magistratura azzerò la classe dirigente della
Dc reggina, e Nucara ne uscì senza conseguenze. Ma
all’epoca lui in Calabria era già un personaggio di primo
piano. La sua carriera tra i repubblicani cominciò nel ’83,
sciasse il partito non si porte-
rebbe dietro tutti”. Tutti no ma
sicuramente quelli che conta-
no per assicurare la débâcle del
partito. Con l’onorevole Ro-
dai pubblici uffici per pecula-
to, per la mancata rendiconta-
zione dei “fondi riservati” (pe-
na condonata) e condannato
dalla Corte dei Conti a restitui-
stretti collaboratori a proposi-
to di una possibile fuoriuscita
del gruppetto: “Ci libererem-
mo di un peso” . Il peso è ov-
viamente di origine giudizia-
mano per concorso esterno in
associazione mafiosa e corru-
zione, poi archiviata dal gip
perché “gli elementi acquisiti
non sono idonei a sostenere l'
dai ribelli siciliani un vero af-
fronto che si è aggiunto alla ri-
chiesta di dimissioni rivolta al
premier da Casini e all’aver im-
boccato la pericolosa strada
filone degli atei devoti e dei grandi convertiti alla Bon-
di, ma piuttosto per spiegare che nella sua ripetitiva
vocazione a dire verità che per il Pdl diventano im-
barazzanti, c’è una traccia non completamente estin-
ta della sua matrice sessantottina.
pa per adetti ai lavori(che chiude per la crisi). Nel
1992 si mette a organizzare la campagna della Ma-
jolo, candidata in Rifondazione. Lei viene eletta, e se
lo porta a Roma. Lui, con la pochette da buon bor-
ghese milanese e i ribelli anti-sistema: la convivenza
Berlusconi esalta la legittimità
dell’istinto, ma la civiltà moder-
na è la fine dell’istinto. Con lo
stesso slancio con cui vuole
strappare le mutande alle ragaz-

sa geniale ci sia partita nel Pdl?
Lo negano le donne del Pdl
Non voglio polemizzare, con lo-
negli anni dell’omicidio di Vico Ligato, quando fece il mano - segretario regionale re alla Regione 123.123,00 di ria: “Spero che Casini non lo accusa in giudizio”. Motivazio- della difesa della legalità con- Stracquadanio a un cognome che serba in se l’idea dura poco. La Majolo fa una lista antiproibizionista ze che gli passano davanti, Ber- ro. Ma trovo ipocrita che nel Pdl
pieno di voti raggiungendo quota 12 mila preferenze; un eletto nel collegio di Bagheria euro. E Buttiglione sa bene che abbia veramente detto perchè ne non sufficiente per far tace- tro l’impunità e non ultimo di dell’alluvione. Il padre è un dirigente di azienda, pas- che rompe con la sinistra. Viene espulsa, e lui la segue. lusconi vuol strappare le mu- in cui tutti si danno di gomito,
risultato eccellente nella terra allora protetta dallo scu- che alle elezioni europee del nella cassaforte di Romano so- farebbe torto alla storia del par- re il giudizio politico. Romano non aver escluso la possibilità sato dall’Eni di Mattei alla Montedison di Cefis. Il liceo Straquadanio lavora al Cora, il coordinamento anti- tande alla Costituzione. quando c’è una nuova ragazza
do crociato di Misasi. Ligato accusò molteplici volte Nu- giugno 2009 da capolista nella no custoditi i consensi che tito e all’appoggio che gli ab- è oggi indagato per concorso di un accordo con il Pd. Temi a Milano, lo fa al Berchet, compagno di scuola di Gad proibizionista. Poi viene candidato in forza italia, tro- Diranno: lei fa moralismo. in carriera, le mie colleghe gio-
cara di aver partecipato ad un summit di ‘ndrangheta a Circoscrizione Isole è risultato hanno permesso all’Udc di su- biamo sempre dato”. Certo è in corruzione aggravata dal fa- scottanti per chi porta il peso Lerner, Jacopo Fo, del futuro terrorista Marco bato per un soffio. Nel 1995 è portavoce del re- Ma io voglio essere moralista in chino al rito dell’indignazione.
Cannavò organizzato da Domenico Libri. I giudici Vin- morale e politico di condanne Barbone. Walter Grecchi, l’uomo simbolo del- ferendum a cui Berlusconi tiene di più: quello che questo. Lui è a suo modo un ge- Cosa pensa del caso Noemi?
cenzo Macrì e Antonio Lombardo fecero notare che su non definitive e di guai giudi- la foto più nota nella sotria della violenza ar- potrebbe togliergli Retequattro. Nel 2001 dovreb- nio, un genio del male, perché è Non so, quindi non ne parlo. Pe-
un autovettura intestata a un affiliato della ‘ndrangheta è ziari. Ma la loro migrazione nel mata, quella della P38, era suo compagno di be essere canddato, ma Verdini lo sega (e lui ora riuscito a imporre un passaggio rò ho letto che anche lei si
“stato rinvenuto materiale di propaganda elettorale per Pdl sarebbe una emorragia che classe alle medie. Stracquadanio sta nel fiume si prende la soddisfazione di difenderlo. Mel di epoca alla politica italiana... aspettava una carica. E...
il candidato del Pri Nucara Francesco – si leggeva nell’or- potrebbe portare alla morte della sua generazione, con un passaggio ti- 2003 entra nella redazione del Mattinale. Però? E cosa sa, invece?
dinanza dei giudici - che secondo voci di pubblico do- per dissanguamento dell’Udc, pico dal radicalismo cattolico a quello mo- Un quotidiano politico che ha una partico- Però non si può accettare senza So che Berlusconi prende le
minio raccolte dai carabinieri, durante la campagna elet- dunque bisogna evitarla. Ed è vimentista. Il primo volantino distribuito sul larità. “Quella di avere - dice - un solo ribellarsi un sistema dove il sex cotte, palpeggia, tocca, allunga
torale era stato appoggiato dalle cosche mafiose facenti ciò che si sta tentando di fare. sagrato della Chiesa, con il parroco che pro- lettore: Berlusconi”. Nel 2005 appeal diventa criterio discrimi- le mani. Anche con gli uomini, e
capo a Serraino Francesco, De Stefano Paolo, i Tegano, i “Mi auguro che Casini sia ragio- testa nell’omelia: “Non lo prendete”. I primi arriva in Senato, e fa il vietcong nante rispetto all’intelligenza. non certo per fini sessuali. So
fratelli Libri, Araniti Santo, Frascati Antonio e i fratelli nevole ma se ci butterà fuo- passi politici sono nel gruppo (terzomon- antiprodiano. Nel 2007 fonda È definitivamente acquisita che persino Putin è furibondo
Caridi”. Voci che Nucara smentì con energia minaccian- ri...”, fa sapere Mannino prean- dista) Amilcar Cabral, padre del partito il Predellino. E lì recupera la sua questa mutazione? perché lui lo tocca, ogni volta
do querele contro ignoti per quel rapporto dei carabi- nunciando un altro caso Fini al africano per l’indipendenza. Organiz- vena sessantottina: le leggi ad Basta guardare il Pdl di oggi per diventa pazzo.
nieri che lo indicavano come il candidato di un gruppo Totò Cuffaro Calogero Mannino Saverio Romano Giuseppe Drago contrario. Come dire: siamo di- zazio le 150 ore, con un paradosso personam sono giuste, il metodo capire che Berlusconi ha solo Ma produce consenso?
di ‘ndrine. Passati gli anni bui della guerra di mafia nel L’ex presidente della Regione L’ex ministro Dc è stato assolto Indagato per concorso esterno Condannato da presidente della sponibili a restare ma se Casini di intenzioni che lo stesso Boffo va applicato a Fini, se le de- due modi per giudicare le don- La mignottocrazia ammicca agli
reggino, Nucara ha continuato il suo percorso in poli- Sicilia è stato condannato in in primo grado dall’accusa di in associazione mafiosa e Regione Sicilia a tre anni con non non abbandonerà la “deri- Stracquadanio, una vol- putate hanno usato il corpo per es- ne: o belle mignotte in carriera, elettori. Gli suggerisce l’idea:
tica, dal 2001 sempre accanto al Cavaliere. Che non gli secondo grado a 7 anni per concorso esterno in associazione corruzione archiviata dal Gip. l’interdizione perpetua dai va “giustizialista” e ci caccerà, ta, ha autoironicamen- sere elette non si devono dimettere. o brutte da segare. faccio quello che volete fare
ha mai fatto mancare il suo personale appoggio. S. N. favoreggiamento aggravato mafiosa, poi condannato in Oggi è indagato per concorso in pubblici uffici per peculato per la saremo costretti a bussare al te riassunto così: “Par- Da lenin alle prostitute, La verità resta Susciterà un altro putiferio. voi, quindi è giusto. Invece non
dall'avere agevolato la mafia e Appello e infine assolto in corruzione aggravata dal mancata rendicontazione dei gruppo di “responsabilità re- tecipavamo a uno stesso rivoluzionaria. , Perché? Qualcuno nega che fra lo è affatto, per questo la com-
rivelazione di segreto istruttorio Cassazione dopo 16 anni favoreggiamento di Cosa Nostra “fondi riservati” (pena condonata) pubblicana”. corso con intenzioni op- Lutel una graziosa troietta e una gras- batto.
pagina 6 Mercoledì 15 settembre 2010

C
GUERRE DI FANGO

ontinua il progetto di Mauro Masi: corrispondente alle schede approvate. In caso


Il progetto di Masi: accentrare i poteri editoriali nella contrario il programma potrà essere sospeso
direzione generale, esautorare i direttori d’ufficio”. E oggi in Consiglio di
di rete e controllare il contenuto dei programmi. Così amministrazione discuteranno anche della
essere Superdirettore si spiega la circolare – pubblicata accanto – della lettera di Paolo Garimberti inviata a Mauro
direzione generale che minaccia: “È inoltre da Masi sull’ultimo editoriale di Minzolini e sui vuoti
precisare che la realizzazione completa dei in palinseto. Sempre oggi si parlerà anche di
Si decide su Annozero programmi dovrà poi essere integralmente Annozero e dei contratti della squadra di Santoro.

ECCO L’ULTIMA DI PARAGONE:


C’È UN COMPLOTTO USA DIETRO FINI
Il programma di Raidue annuncia “il botto”
di Carlo Tecce conduttore: “Ragazzi, lavoria-
mo su Fini, i servizi segreti, la
(speaker della Camera) e il pri-
mo incontro italiano dell’am- Marra
on sarà un romanzo di sponda americana”. L’ex diret- basciatore Usa, David Thorne,

N Ken Follett, dicono. E


chiudono spifferi e ma-
lumori nella redazione
di Ultima Parola, preoccupati
di nascondere una notizia da
tore della Padania ha trovato un
chiodo – gergo giornalistico –
ovvero una serie di articoli del
maggio 2009 (o più recenti):
pezzi di giornali diversi e firme
proprio con Fini e non con Ber-
lusconi. Un autore di Paragone
giura di avere materiale pregia-
to: “Una novità che guadagne-
rà i titoli di quotidiani, telegior-
presto
trasferito
spy story: Gianfranco Fini e il
divorzio con Silvio Berlusco-
opposte, di Franco Bechis,
Fausto Carioti e Lucia Annun-
nali e siti”. Sul copione di Ulti-
ma Parola c’è il punto di parten-
dal Csm
ni, un complotto per rove- ziate. Analisi di geopolitica e di- za e prepara l’arrivo in volata.
sciare il governo e le trame plomazia su fatti evidenti: di Antonella Mascali
dei servizi segreti americani. l’amicizia tra Berlusconi e il Feltri e Sgarbi
Il conduttore Gianluigi Para- russo Putin infastidisce gli Stati iù vicino il trasferimento
gone evita commenti e note a
margine di una sceneggiatura
Uniti di Obama. E da Ultima Pa-
rola fanno notare: “Non abbia-
ospiti in studio
PMarra,
di ufficio per Alfonso
il presidente della
hollywoodiana: “Ma non pos- mo scelto ospiti a caso”. E di- LA BIOGRAFIA di Fini sarà Corte d’Appello di Milano,
so smentire...”. Voci di corri- fatti hanno chiamato Lucia An- raccontata da Vittorio Feltri, il sponsorizzato dalla P3. Ieri
doio gonfiano l’attesa: “Ve- nunziata, proprio perché scris- direttore dell’inchiesta di Mon- la prima commissione del
drete, contiamo di avere se – La Stampa del 25 maggio tecarlo, Vittorio Sgarbi, Pie- Csm, all’unanimità, ha deci-
un’intervista esclusiva o un 2009 – un editoriale dal titolo trangelo Buttafuoco, e poi Pe- so di andare avanti con la
documento per spiegare due “L’ombra del complotto” e re- ter Gomez, Lucia Annunziata procedura. Ha quindi re-
anni di Fini, sempre più di- cuperò un retroscena dell’Eco- ed Enrico Mentana in collega- spinto la richiesta di sospen-
stante da Berlusconi, sempre nomist: “L’Italia è uno dei paesi mento da Roma. Tutti a discu- sione, avanzata dall’ex pm di
L’ex direttore della “Padania”, Gianluigi Paragone (FOTO DLM) più dinamico”. Mancano due che si sono avvicinati a Mosca tere di Fini e dei suoi 16 anni “mani pulite”, Piercamillo
giorni a venerdì (ore 23 su molto più di quanto Washin- alleato di Berlusconi, di case e Davigo, difensore del giudi-
Casa monegasca Raidue) per la seconda sta- gton desideri, a partire dalla cognati, di voto anticipato e ce. Secondo Davigo il Csm
gione di Ultima Parola. Il Pa- crisi in Georgia”. L’Ultima Parola compravendite. E poi, spiazza- doveva fermarsi, alla luce
Pontone conferma ragone versione 007 dimo-
stra che l’offensiva mediatica
metterà in fila una serie di fo-
tografie e particolari: il rappor-
ti, guardare a bocca aperta la
soluzione di Paragone. Con un
del procedimento discipli-
nare promosso dal pg della
la versione di Berlusconi, ormai attiva da
agosto sui giornali di famiglia
to di fiducia tra il presidente di
Montecitorio e Nancy Pelosi
pizzico di servizi segreti, muri
berlinesi e Aston Martin.
Cassazione, Vitaliano Espo-
sito, per la stessa vicenda: il
del leader di Fli e telegiornali pagati dal cano-
ne, funziona sul servizio pub-
condizionamento esercitato
da Pasquale Lombardi (in
blico e difetta su Mediaset. Il presidente della Camera, carcere per la P3) con l’aval-
di Rita Di Giovacchino ni. Una versione allo stato dif- Gianfranco Fini lo di Marra, per ottenere dal
ficilmente confutabile, consi- Vinci smonta sarà “raccontato” da Paragone Csm la nomina, spinta anche
l senatore Francesco Ponto- derato che nessuna risposta è dal sottosegretario Calien-
I ne ieri ha varcato la porta
del procuratore capo Giovan-
ancora arrivata da Monaco al-
le rogatorie inviate dai magi-
una puntata pronta (ILLUSTRAZIONE DI EMANUELE FUCECCHI)
do, indagato. Secondo la di-
fesa l’iniziativa del pg è “pre-
ni Ferrara attorno alle 15 e ne
è uscito circa due ore dopo.
strati romani direttamente
all’autorità giudiziaria del
MEGLIO fare il padrone in ca-
sa pubblica che in casa pro-
Canale 5 valente” e “annulla” quella
dell’organismo di autogo-
Considerati i tempi di verba-
lizzazione e qualche convene-
Principato prima di Ferrago-
sto. Rogatorie top secret con le
pria: Matrix di Alessio Vinci
(Canale 5) ha preparato e poi
invece verno dei magistrati. Ma ieri
la prima commissione ha de-
vole, non si può dire che l’ex
tesoriere di An con delega di
quali presumibilmente si
chiedevano informazioni sia
smontato una puntata su Fini e
la famiglia Tulliani con testimo-
rinuncia ciso, sulla base di preceden-
ti, che non c’è alcuna so-
firma, ascoltato ieri come per- sulle modalità di vendita sia nianza in studio di Luciano vrapposizione tra i due pro-
sona informata dei fatti, sia sulla società con sede alle An- Gaucci, già latitante a Santo al programma cedimenti: quello del pg de-
stato torchiato a lungo. Men- tille che ha acquistato l’allog- Domingo. L’anticipazione di ve accertare la colpevolezza
tre la guardia del corpo lo gio. Dagospia ha scatenato le prote- su Gaucci di Marra come giudice “con-
spintonava all’interno dell’au- ste degli avvocati di Fini e sciol- dizionato” dalla P3, il proce-
to ha detto ai cronisti: “Non L’UNICA certezza, ribadita to un dubbio in Fedele Confa- e Tulliani dimento del Csm, invece, ha
c’è niente di nuovo, ho detto anche ieri dal procuratore Fer- lonieri: perché dare il marchio l’obiettivo, in sostanza, di ga-
quello che avete già letto sui rara, è che Fini non sarà con- Mediaset all’inchiesta di Mon- Ordini dall’alto? rantire una giustizia “giusta”
giornali...”. I giornali, non il vocato in procura in merito al- tecarlo? E così far cadere la ai cittadini, un fatto che non
Giornale che sulla casa a Mon- la vicenda Montecarlo. E non è classifica scusa di Berlusconi: implica la colpevolezza del
tecarlo ha sfornato una pun- prevista neppure la convoca- “Io non sapevo”. Qualche tele- magistrato. E in effetti a lu-
tata al giorno per tutto il mese zione di Tulliani che risulta af- fonata sarà arrivata pure a RETI UNIFICATE glio gli ex consiglieri aveva-
di agosto. Poche parole che fittuario del tricamere lasciato Gaucci che, accampato all’ae- no chiesto il trasferimento
confermano, come era facile
immaginare, che l’anziano se-
in eredità ad An dalla contessa
Annamaria Colleoni, su cui ora
roporto di Santo Domingo, de-
ve rispondere all’invito di Lu-
Mentana lancia per incompatibilità ambien-
tale, perché dagli atti sulla
natore, da sempre fedelissimo
di Gianfranco Fini, non si è di-
staccato da quella che è stata
rivendicano diritti due espo-
nenti della Destra di Storace. Il
senatore Pontone ha confer-
cia Annunziata per In mezz’ora
(domenica pomeriggio su Rai-
tre). L’Annunziata aspetta:
anche i “nemici” P3 e da un’intervista rilascia-
ta da Marra al Fatto, “si regi-
strano comportamenti non
finora la versione del presi-
dente della Camera sulla ven-
dita dell’appartamento in
mato di non sapere come mai
l’appartamento sia finito nella
disponibilità di Tulliani, lui lo
“Non ho mai ricevuto pressio-
ni né dall’azienda né dai finia-
ni”.
U n inedito spot su una rete concorrente per
Bruno Vespa e Giovanni Floris, Porta a Por-
ta e Ballarò andati in onda ieri sera sono stati “lan-
colposi” del giudice, ma che
“determinano l’impossibili-
tà di svolgere a Milano la giu-
Boulevard Princesse Charlot- ha conosciuto a una cena, mol- Riprendiamo l’Ultima Parola. ciati” il giorno prima da Enrico Mentana sul Tg la7, risdizione in modo imparzia-
te 14, dove attualmente risie- to tempo dopo la vendita Anche se il palinsesto è quasi che ha invitato i due giornalisti per una chiacchie- le e indipendente”. Perché il
de il cognato Giancarlo Tullia- dell’appartamento. In attesa notturno, Paragone prepara il rata tra colleghi, e concorrenti, sulla situazione po- giudice, secondo gli ex
che qualche lume arrivi dalle tavolo per cucinare Fini con un litica e non solo. Mentana ha chiesto ai “graditi membri della prima com-
carte, l’inchiesta romana pro- menù a sorpresa: prima nuda ospiti” un parere sulla mancanza di programmi di missione, si è messo nelle
Due ore seguirà con la convocazione di
Donato La Morte, capo della
cronaca per raccontare la rot-
tura del presidente della Came-
approfondimento durante il periodo estivo. Vespa
ha risposto: “Sarebbe stato divertente”, Floris ha
condizioni di essere “avvici-
nabile” dai nuovi piduisti
di colloquio segreteria particolare di An, e
della segretaria Rita Marino. I
ra, l’incarico istituzionale a
Montecitorio, poi una lettura
smentito di aver mai protestato per la decisione del-
la Rai di non mandare in onda, E Vespa su San-
che hanno cercato di condi-
zionare procedimenti mila-
dai pm romani due dovranno riferire sul viag-
gio che fecero a Montecarlo
inedita sul governo precario.
Una provocazione? No. Una
toro: “Problemi per Annozero? Più che scen-
dere in piazza con lui...”. Il conduttore di Porta a
nesi come quello sull’esclu-
sione della lista del governa-
nel 2008 per visionare l’appar- suggestione? Di più. Paragone Porta si riferiva alla comparsata in via Teulada tore Roberto Formigoni.
per l’ex tamento ricevuto in eredità. ha ordinato ai suoi collaborato- durante la protesta sindacale per la sospensio- Martedì prossimo in prima
Oggi Pontone ha confermato ri di tacere, una strategia abba- ne dell’informazione in campagna elettorale. commissione ci sarà la rela-
tesoriere che allora riferirono che si trat- stanza scontata, deve ancora Vespa c’era passato per caso e aveva preso pure zione del consigliere Rober-
tava di un “alloggio fatiscen- digerire l’amara riunione di lu- dei fischi e poi, difeso da Santoro, se n’era an- to Rossi e si dovrà decidere
di Alleanza te”. Dovranno chiarire se ne nedì: chi mugugnava a destra, dato con la scusa di avere amici a cena. se ascoltare Marra. Il giudice
indicarono anche il prezzo e chi protesta a sinistra. Pochi a luglio si è rifiutato di anda-
nazionale sulla base di quali valutazioni. volevano inseguire la tesi del re a Palazzo dei Marescialli.
Mercoledì 15 settembre 2010 pagina 7

N
COSE LORO

ell’indagine sulle origini mafiose lega alle dichiarazioni rese in aula dal figlio Provenzano a Mezzojuso nel 1995, dove sono
Carte e dichiarazioni dei capitali di Berlusconi irrompe Massimo, secondo cui don Vito – assieme agli imputati gli ex ufficiali del Ros Mario Mori e
la vedova di Vito Ciancimino: imprenditori di Cosa Nostra Franco Bonura e Mauro Obinu per favoreggiamento aggravato,
Epifania Scardina, 78 anni, che rivela – da Antonino Buscemi – avrebbe investito ingenti con l’obiettivo di irrobustire la credibilità di
arriveranno testimone oculare – l’esistenza di incontri capitali nella costruzione di Milano Due. Le Massimo Ciancimino, superteste della
diretti a Milano tra il marito e il Cavaliere di nuove dichiarazioni della vedova Ciancimino trattativa mafia-Stato. Il processo riprenderà
Arcore alla fine degli anni Settanta. Si tratta di potrebbero essere depositate nel processo per venerdì prossimo nel Palazzo di Giustizia di
al processo Mori un elemento ancora tutto da verificare, che si la mancata cattura del boss Bernardo Palermo.

B. E DON VITO
figlio minore, attaccata da
più parti e recentemente
messa in discussione anche
da alcuni membri della stessa
famiglia Ciancimino.
La vedova di don Vito ha fat-
to pervenire ai magistrati nu-

INSIEME A MILANO
merosi documenti, tra i quali
una voluminosa memoria di-
fensiva, indirizzata dal mari-
to negli anni Ottanta al pro-
fessor Orazio Campo, suo di-
fensore nel processo per ma-
fia, nella quale l’ex sindaco
La vedova Ciancimino risponde ai Pm ricostruisce la ragnatela dei
finanziamenti alla corrente

e dà credito alle parole di Massimo andreottiana della Dc in Sici-


lia, compresi quelli ricevuti
tra il ’79 e l’83 da tre impren-
ditori in quel momento vici-
di GiuseppeLo Bianco te tassello alle dichiarazioni su Milano Due, che poi tra- ni al “divo” Giulio: Giuseppe
e Sandra Rizza del figlio e alla documenta- sferiva in Svizzera, alla Ubs Ciarrapico, Gaetano Caltagi-
Palermo zione sequestrata dai pm pa- di Losanna, dove teneva una rone e l’allora astro nascente
lermitani, riferendo di aver cassetta e un conto banca- dell’edilizia nazionale Silvio
ex sindaco mafioso visto coi propri occhi Berlu- rio. Anche io, negli anni suc- Berlusconi.

L’ don Vito Ciancimino


e Silvio Berlusconi, al-
la fine degli anni Set-
tanta, si incontravano per
affari a Milano.
sconi, a quel tempo impren-
ditore edile in vertiginosa
ascesa, incontrarsi con il ma-
rito in alcuni ristoranti nel ca-
poluogo lombardo.
cessivi, l’ho accompagnato
diverse volte a Milano quan-
do andava ad incassare i gua-
dagni dei suoi investimen-
ti”.
“Erano soldi – dice oggi Mas-
simo Ciancimino – che mio
padre aveva anticipato, su
sollecitazione di Salvo Lima e
Gioacchino Pennino, per
l’acquisto delle tessere della
corrente e che pretendeva gli
fossero restituiti”.
Don Vito e Massimo Ciancimino (FOTO ANSA)

lamentava di essere un “per-


seguitato” della giustizia. In
uno dei suoi appunti conse-
A raccontarlo ai magistrati L’irruzione, a sorpresa, di Epi- gnati oggi ai pm, don Vito
è una testimone oculare Gli interessi fania Scardina (condannata “Io e B., figli non riusciva a spiegarsi per-
d’eccezione: Epifania det-
ta Silvia Scardina, la vedo-
su Milano Due nel 2009 in appello a un anno
per intestazione fittizia di be-
Lo aveva della stessa lupa” chè lo stesso trattamento non
fosse stato riservato anche a
va del vecchio Ciancimi- ni nel processo per riciclag- Berlusconi e Dell’Utri. “Io,
no, una donna anziana e SI TRATTA di incontri le- gio che ha visto suo figlio anticipato ARRESTATO a Palermo Berlusconi e Dell’Utri – si leg-
sofferente, che nei giorni gati ai presunti investimenti Massimo come protagonista con l’accusa di mafia l’anno ge in un appunto dattiloscrit-
scorsi ha deciso di rispon- di cui parla Massimo? La nel ruolo di investitore dei ca- il figlio, ora la successivo, nell’84, don Vito to – siamo figli della stessa lu-
dere alle domande dei pm donna non lo avrebbe spe- pitali provenienti dal “teso- era già all’epoca un politico pa”. Sui nuovi documenti,
di Palermo, dopo che nel- cificato, ne è certo invece il ro”di don Vito) nell’inchiesta conferma arriva molto discusso e il suo nome per lo più fogli scritti a mac-
la sua abitazione sono stati figlio più piccolo: “Mio pa- di Palermo si spiega con ra- era finito decine di volte agli china con annotazioni mano-
sequestrati nuovi docu- dre mi spiegò – dice Cianci- gioni di carattere affettivo. dalla moglie atti della Commissione Anti- scritte, la procura di Palermo
menti ritenuti interessanti mino junior – che incontra- La donna, dopo la perquisi- mafia. Quando poi finì in cel- ha immediatamente dispo-
per l’inchiesta sulla cosid- va Berlusconi per ritirare i zione subita, avrebbe deciso dell’ex sindaco la, trascinato nella polvere sto una perizia calligrafica e
detta trattativa mafia-Sta- proventi degli investimenti di aprirsi con i magistrati per dalle accuse del pentito Ma- merceologica per verificarne
to. E’ la prima, clamorosa difendere l’attendibilità del di Palermo sino Buscetta, l’ex sindaco si l’autenticità.
conferma che arriva sui ta-
voli della Procura palermi-
tana alle dichiarazioni di
Massimo Ciancimino, il fi-
glio di don Vito, e alla sua
Quei 250 mila euro: Sequestro da 1,5 miliardi
attendibilità, più volte
messa in dubbio anche da
De Lise si presenta in Procura all’uomo di Messina Denaro
alcuni familiari del super-
teste. di Antonio Massari le intercettazioni e risulta in contat- di Andrea Cottone che ha svelato come la mafia aveva
Ma anche un formidabile to con Balducci e Anemone. Nelle Palermo deciso di buttarsi nell'affare. Un si-
impulso al nuovo filone
dell’inchiesta dei Pm An- “Q uell’assegno è per il pagamento
della mia vecchia casa all’Argen-
informative del Ros, Balducci chia-
ma più volte Leozappa, e in un’oc- a mafia va col vento e il potere
stema in cui Cosa nostra sceglieva
gli imprenditori da utilizzare e for-
tonio Ingroia, Nino Di
Matteo e Paolo Guido, che
dopo le rivelazioni fatte
dal giovane Ciancimino
nell’aula del processo Mo-
tario”. Il presidente del Consiglio di
Stato – massima carica della giusti-
zia amministrativa – ieri s’è presen-
tato spontaneamente in procura. Ha
mantenuto l’impegno, annunciato
casione gli chiede se “il capo” è a
casa. Il “capo”, secondo gli investi-
gatori, poteva essere proprio De Li-
se. E si tratta di un altro punto da
chiarire.
L economico-finanziario attri-
buito a Matteo Messina Dena-
ro, numero uno di Cosa Nostra,
subisce un durissimo colpo. La Dia,
su disposizione del Tribunale di Tra-
niva politici e burocrati compiacen-
ti, in grado di far vincere le gare. In
quell'occasione, infatti, finirono in
manette un consigliere comunale di
Mazara del Vallo in quota Forza Ita-
ri sulla presunta origine giorni fa, quando s’è scoperto che i La deposizione di De Lise, quindi, pani, ieri ha effettuato un seque- lia, tecnici del municipio, impren-
mafiosa dei soldi utilizzati magistrati di Perugia stavano inda- sarà valutata su una base più com- stro-record di oltre un miliardo e ditori e presunti appartenenti a Co-
per la realizzazione di Mi- gando su un assegno, da ben 250 plessa della semplice compravendi- mezzo di euro ai danni di Vito Ni- sa nostra come Giovan Battista Aga-
lano Due, riaccende oggi i mila euro, incassato nell’estate ta dell’appartamento: i pm – che in- castri, imprenditore di Alcamo, pae- te, fratello di Mario, uno dei mam-
riflettori sul flusso di ca- 2009. Una “operazione sospetta”, dagano sull’ex procuratore aggiun- se in provincia di Trapani, chiamato masantissima che ha guidato il man-
pitali che alla fine degli an- segnalata dalla Banca d’Italia, che i to di Roma, Achille Toro, per rive- il “signore del vento”, autentico as- damento trapanese sotto l'egida di
ni Settanta viaggiavano pm Sergio Sottani e Alessia Tavar- lazione del segreto istruttorio – stan- so pigliatutto della produzione di Riina e Provenzano. In quell'inchie-
dalla Sicilia a Milano. nesi – titolari dell’inchiesta sulla no cercando di comprendere se la energia alternativa in Sicilia e non sta Vito Nicastri, titolare della “Eo-
“cricca” che faceva affari con la Pro- “cricca” avesse appoggi anche in al- solo. Quarantatré società di capitali, lica del Vallo”, era intervenuto per
Racconti tezione civile e i grandi eventi G8 – tri settori della magistratura. anche con partecipazioni estere, rilevare le due società che si con-
e memoriali intendono approfondire. E il 2009, De Lise ha comunque spiegato ai nel settore eolico e fotovoltaico con tendevano l'appalto: una aveva i ter-
per gli indagati, era il periodo di pm la ragione di quel versamento: è un centinaio di appezzamenti di ter- reni, l'altra le autorizzazioni. Lo si
maggiore attività. il prezzo – o meglio: una parte – ra nel Trapanese, nel Palermitano e ascolta nelle intercettazioni parlare
MASSIMO aveva già rac- “Spero e penso di aver chiarito tut- dell’appartamento venduto a Maria nel Reggino; palazzine, ville e ma- col consigliere comunale per inter-
contato che suo padre, tra gli to”, ha dichiarato Pasquale De Lise Chiara Scoca, figlia del professore gazzini a Trapani e Catanzaro; auto venire su un'altra ditta che aveva
anni Settanta e gli anni Ottan- dopo l’interrogatorio. È entrato Franco Gaetano Scoca, avvocato ro- di grossa cilindrata, un catamarano presentato un'offerta. “Ma poi se il
ta, aveva investito alcune nell’ufficio dei pm senza avvocato. mano, amministrativista di lungo di 14 metri e oltre 60 fra conti cor- Comune li chiama... li spaventa! ba-
somme di denaro nell’avven- E del legale non ha avuto bisogno, corso. Il presidente del Consiglio di renti, depositi e polizze assicurati- sta che il Comune li chiama e gli
tura edilizia di Milano Due, durante la deposizione, durata circa Stato ha depositato ai pm la docu- ve. L'impero di Nicastri era impo- dice: 'dunque allora noi saremmo
con l’intervento dei “gemelli tre ore: segno che la sua posizione, mentazione necessaria a chiarire i nente e sproporzionato rispetto ai ohh... dell’avviso che sarebbe op-
Bo-Bu”, ovvero i boss mafiosi di “persona informata sui fatti”, du- sospetti: il rogito notarile, copie de- redditi dichiarati, anche per questo portuno che voi vi vedeste, se no
Franco Bonura e Antonino rante l’interrogatorio non è mutata. gli assegni e dei restanti versamenti, gli inquirenti sono certi che dietro facciamo bordello senza..' questo in
Buscemi. I pm perugini, comunque, stanno per la compravendita dell’abitazio- tutto ci sia lui, l'ultimo superstite sintesi, uno non glielo dice in que-
Ma non solo. Sui presunti rap- vagliando la posizio- ne di Orbetello. De della stagione stragi- sto modo”. Vito Ni-
porti finanziari tra Ciancimi- ne di De Lise in base Lise ha ribadito che sta di Cosa nostra: castri, che in quel
no e Berlusconi, ritenuti una
delle possibili fonti di capita-
a un quadro più am-
pio, rispetto alla sin-
Il presidente l’appartamento
stato venduto per
è Matteo Messina De-
naro. E l'indagine ha
Vito Nicastri caso non fu arresta-
to, rientra in quelle
lizzazione dell’impero berlu-
sconiano, i pm avrebbero ac-
gola “operazione so-
spetta” segnalata da
del Consiglio circa un milione di
euro. “De Lise ha for-
ancora molto da dire,
considerato che so-
è considerato fattispecie che pur
in assenza di una
quisito un memoriale com-
pleto, scritto di proprio pu-
Bankitalia.
La procura perugi-
di Stato deve nito alla procura tut-
ti gli elementi utili
no stati rilevati rap-
porti con le 'ndrine
dai magistrati specifica attività
d'indagine antima-
gno da don Vito, che rico- na, infatti, sta inda- per accertare i dati di Platì, San Luca e fia, consente la mi-
struirebbe minuziosamente gando anche su altre spiegare di fatto”, ha detto il Africo, nel Reggino. un prestanome sura di prevenzione
le complesse operazioni ban- quattro operazioni suo avvocato, Fran- La pentola del grande patrimoniale, così
carie compiute negli anni sospette legate al ge- l’incasso sulla cesco Gatti, sottoli- business dell'eolico del capo come sottolineato
Settanta tra Palermo e Mila- nero di De Lise, l’av- neando che, quelli in Sicilia è stata sco- dal procuratore ca-
no. vocato Patrizio Leo- vendita della forniti da De Lise ai perchiata nel feb- latitante di Cosa po della Dda di Pa-
Oggi Epifania Scardina, 78 zappa. Anche Leo- pm, sono “dati di fat- braio del 2009 con lermo, Francesco
anni, aggiunge un importan- zappa compare nel- casa in Toscana to”. l'operazione “Eolo” Nostra Messineo.
pagina 8 Mercoledì 15 settembre 2010

OPPOSIZIONE?

LOTTA ALLA CORRUZIONE, ULTIMA


CHIAMATA PER LA BANDA DEGLI ONESTI
Sulla proposta del Fatto apre anche l’Udc. Oggi primo test al Senato
di Silvia Truzzi gruppo. Intanto ieri a Telebava- dine del giorno. La sfida è que-
glio, la striscia di approfondi- sta”, spiega Di Pietro. “Una parte
i costa 60 miliardi all’an- mento del Fatto (in onda su Cur- del Pdl ha sollevato la questione

C no: dieci volte di più di


quanto non accadesse ai
tempi di Mani pulite. È la
corruzione, una megatassa che
i cittadini italiani sono costretti
rent tv e on line sul sito del gior-
nale), c’erano Luigi Zanda (Pd),
Angela Napoli (Fli) e Antonio Di
Pietro (Idv). Loro (e i loro grup-
pi) si sono impegnati a portare le
morale sulla corruzione. Biso-
gna imporre alla conferenza dei
capigruppo che vada in discus-
sione. Propongo di semplificare
il testo del Fatto, e ridurlo a quat-
a pagare, come spiegano la Cor- nostre proposte in Parlamento. tro punti: il pentito processuale, lori, Pd, Futuro e libertà - mettia-
te dei conti e la Banca mondia- “Il problema della corruzione è esiste per la mafia e deve esistere mo con le spalle al muro Casini:
le. Perché? Perché il nostro Pae- una piaga morale ed economi- anche per la corruzione; la cor- ci stai o no?”
se in fatto di lotta alle tangenti è ca”, ha detto Zanda. “Il vostro te- ruzione per funzioni: non im- Risponde Gianpiero D'Alia, pre-
al 64esimo posto nel mondo. sto è al cento per cento condi- porta che ci sia accordo o estor- sidente dei senatori Udc (firma-
Per dire: prima di noi c’è il Bot- visibile. Credo che si possa di- sione; la corruzione tra privati: tario, nel 2007, di un'interroga-
swana. Le norme anti-cricca, scutere anche di altre questioni, quella pubblica è solo una goc- zione che sollecitava il governo
dice la cronaca giudiziaria, non come la necessità di sottrarre la cia nel mare; il falso in bilancio: a rispondere sul mancato rece-
sono necessarie, sono urgenti. gestione dei grandi eventi alla le- bisogna reintrodurlo, perché pimento della Convenzione
gislazione eccezionale per per corrompere ci vogliono i Ue). “É urgente una discussione
Primo passo, quanto riguarda le calamità na- soldi e per farli saltar fuori biso- pubblica e parlamentare che in-
la Convenzione turali è una normativa che favo- gna falsificare i bilanci”. troduca tutte le proposte, anche
risce la corruzione. Stiamo ten- quelle che vengono dalla società
tando di comporre questi vari Vediamo civile o dai mezzi d'informazio-
IL PRIMO IMPERATIVO è re- pezzi in un un unico testo”. E i chi ci sta ne. E quindi anche dal vostro
cepire la Convenzione del Con- finiani? Le loro posizioni sulla giornale”. Sembra proprio un sì:
siglio d’Europa sulla corruzione, giustizia non sono così lineari: oggi vedremo. È l'ultima chiama-
sottoscritta a Strasburgo dagli continuano a essere convinti IL NODOè la maggioranza par- ta per la banda degli onesti.
Stati membri nel ‘99 e mai rati- che l’ombrello giudiziario per lamentare: per ottenerla – è la ri-
ficata dall’Italia. La proposta di sottrarre il premier (indagato cetta Di Pietro – si deve sempli-
legge elaborata dal Fatto, che in-
troduce nuove fattispecie di rea-
proprio per corruzione in atti
giudiziari) ai processi sia giusto.
Dall’alto in senso orario: Angela Napoli
(Fli). Luigi Zanda (Pd), Gianpiero
ficare, evitando che la discussio-
ne anneghi in un mare di emen-
L’unione
to per sanzionare i più moderni
crimini dei colletti bianchi (l’au-
Ma sulla corruzione, sono su po-
sizioni diverse. “Tanto che a Mi-
D’Alia (Udc), Antonio Di Pietro (Idv).
In alto una manifestazione al processo
damenti: “Concentriamo tutti i
nostri ddl, scriviamone uno con-
delle forze
toriciclaggio, il traffico di in-
fluenze illecite, la corruzione tra
rabello Fini ha posto il tema della
corruzione. Abbiamo presente
Parmalat (FOTO LAPRESSE) giunto. Fino a quando c'è Berlu-
sconi la lotta alla corruzione non
è necessaria
privati) trova d'accordo Pd, Idv, il problema”, dice Angela Napo- si può fare. Allora bisogna sma-
Fli: ma non basta. Bisogna capire li. Ma il ddl Alfano è lacunoso e aspetti. Futuro e libertà è d’ac- gi, di disegni di legge come que- scherarlo. Basta anche una nor- per recepire
se anche l'Udc darà il suo appog- incompleto: ci vuole un testo cordo e in linea. Provvedimenti sto ne sono stati presentati a de- ma, quella sulla prescrizione: si
gio, necessario perché il provve- che introduca misure efficaci così meritano una valutazione cine. E non hanno mai partorito arresta al momento dell’eserci- le Convenzione
dimento venga calendarizzato per una criminalità finanziaria politica trasversale, da parte di una legge. “Di proposte si muo- zio penale. Nel momento in cui
in Parlamento. Qualcosa potreb- che non mette più i soldi sotto il tutti i politici onesti”. re. Il Parlamento discute di quel- c'è un accordo anche solo su del Consiglio
be succedere già oggi, quando materasso. “La proposta del Fat- Antonio Di Pietro ha una preoc- lo che la maggioranza dei capi- questo punto, non c'è più Berlu-
in Senato si riuniranno i capi- to è molto positiva sotto tanti cupazione pratica: dal 1994 a og- gruppo decide di mettere all'or- sconi. E quindi noi - Italia dei va- d’Europa

Contro Veltroni il dalemiano che non perdona


MATTEO ORFINI HA FIRMATO IL DOCUMENTO CHE DEFINISCE L’EX LEADER UN “ DIVO DI HOLLYWOOD IN TOUR PROMOZIONALE, AMANTE DEI PAESAGGI”
ziativa, ora potremo riprendere Quella alla “meglio classe diri- alle elezioni dopo aver cambia- niano diventa un potenziale in- non politica. E se facessimo
la discussione. gente”. Dobbiamo smettere di to la governance della Rai e la par terlocutore. un’alleanza contro Berlusconi,
Perché nel documento pensare che i nostri siano i go- condicio. Per un governo larghissimo, (di cui hanno parlato sia Casini
c’erano attacchi personali verni migliori. Cioè mai una campagna più del secondo Prodi? che Veltroni, salvo poi cambia-
contro Veltroni? È un tentativo di uccidere i elettorale con Minzolini? L’obiettivo è liberare l’Italia dal- re idea), nessuno penserebbe
Raccontare che era un docu- padri? Il problema della Rai è più am- lo scenario eversivo proposto alle primarie, nemmeno Ven-
mento di dalemiani contro vel- Non sono un fan della psicana- pio della gravissima situazione da Berlusconi. Intanto battia- dola.
troniani è pigrizia intellettuale. lisi, preferisco dire che è un mo- del Tg1. molo. Se invece ci pensassero?
C’è altro. do per riflettere. Abbiamo invi- E se la maggioranza alterna- Poi si ragiona? Il nostro candidato sarebbe Ber-
Eppure le critiche sono arri- tato tutta la segreteria, anche tiva, come sembra, in Parla- Per effetto di quell’operazione. sani.
vate dai veltroniani. chi ha diverse appartenenze mento non ci sarà? Se non riesce in Parlamento lo E quello di Veltroni?
Tutti in questo partito fanno politiche, a discuterne insie- L’importante è non riuscire nel proponiamo al paese. Troverei incredibile se non fos-
fondazioni, associazioni, con- me. capolavoro di far rivincere Ber- Dopo le primarie? se Bersani. Ma se ce ne saranno
vegni e correnti. Quelli che ci Ma Veltroni l’avete votato lusconi. Se l’alleanza non c’è, Se ci fosse un’alleanza parla- altri li sconfiggeremo. Personal-
criticano partecipano almeno a anche voi. bisogna farla per le urne, pro- mentare sarebbe guidata da una mente le primarie non le ho mai
una. Noi siamo un gruppo diri- Infatti il nostro non è un attacco porre al paese una legislatura figura istituzionale o tecnica, perse.
gente che non fa correnti ma in- personale, ma una critica
vita tutti a discutere. Siamo pe- all’impianto liberista che il Pd
ricolosi. ha appoggiato. Incredibile
Matteo Orfini (FOTO EMBLEMA) O siete una corrente?
Non lo siamo. Hanno paura di
La questione è alla base della
discussione del coordina- se l’ex sindaco PD Coordinamento
di Caterina Perniconi confrontarsi, nessuno ha detto mento del Pd?

atteo Orfini è stato il porta-


nulla nel merito del documen-
to.
No, all’ordine del giorno c’è il
comportamento da tenere
non votasse con scontri interni
M voce di Massimo D’Alema,
il responsabile delle relazioni
Ma perché discutere a mez-
zo stampa?
quando Berlusconi verrà in Par-
lamento, come affrontiamo la Bersani NPd,onperPierèchiarirsi.
bastato un coordinamento del partito
Lo scontro tra il segretario del
istituzionali della sua fondazio- Noi abbiamo fatto un documen- fase politica, le alleanze per il Luigi Bersani, e uno dei suoi prede-
ne ItalianiEuropei e sulle orme to politico a uso interno. Ma dopo Berlusconi. alle primarie cessori, Walter Veltroni, continua. L’ex sindaco
del lìder maximo ha mosso i che fare documenti sia vietato Che cosa faranno i “quaran- di Roma ha preparato un documento sul ritorno
suoi passi politici. Oggi però ri- mi sembra superato dalla cro- tenni” del Pd dopo Berlusco- Sconfiggeremo allo spirito del Lingotto e ha contattato i par-
fiuta l’etichetta di dalemiano, naca dopo quello che stanno ni? lamentari per capire quante firme può racco-
almeno per quanto riguarda il preparando Veltroni e Fioroni. Sicuramente non si chiuderan- tutti gli altri gliere. Ma l’impatto sul Pd è stato devastante, già
documento “Tornare avanti” Ancora Veltroni... no su bipolarismo o morte. minato dal documento dei “quarantenni”. In
dei quarantenni del Pd. Lui l’ha Non c’è solo quello. Significa cambiare la legge questo momento, secondo Pier Luigi Bersani, le
firmato, insieme ad altri espo- Bè, ma “dirigenti come divi elettorale? costituente. divisioni interne altro non sono che “un regalo
nenti della segreteria del parti- di Hollywood in tour promo- Di certo lo schema che ha por- Con Ferrero e Diliberto nel- al premier” mentre il compito del Pd è “buttare
to, creando uno scontro inter- zionale, capaci di ripetere tato a questa crisi e al declino di le liste? la palla nel loro campo e non nel nostro”. Vel-
no al Pd e venendo accusati di soltanto quanto amino l'Ita- Berlusconi non si supera con Quello mai. Lì torniamo al bipo- troni ha l’appoggio anche di Paolo Gentiloni e di
antiveltronismo. Tanto da do- lia, le sue bellezze artistiche partiti a grande vocazione libe- larismo. Devono essere alleati. Giuseppe Fioroni, pronto “a sostenere qualun-
ver rimandare l’incontro previ- e i suoi struggenti paesaggi”, rista e grandi premi di maggio- Serve una coalizione ampia a tal que iniziativa che rilanci il progetto originario
sto ad Orvieto il 25 settembre. oltre a far sorridere, è un at- ranza. Quando si aprirà la crisi, punto da battere Berlusconi. del Pd” ma al tempo stesso impegnato a serrare,
Perché non andate più a Or- tacco inequivocabile. il primo obiettivo è quello di ca- Quanto ampia? con riunioni ad hoc, le fila degli ex Ppi. Contrari,
vieto? Non lo nego, ma noi abbiamo pire se in Parlamento ci sono le Con tutte le forze che ci stan- Franco Marini e Ignazio Marino. Bersani, nella
Ci andremo, ma dobbiamo ve- scritto un documento ampio. condizioni per una maggioran- no. riunione del coordinamento, ha ribadito l’ur-
dere bene quando. Facciamo un ragionamento sul za alternativa. Tutte? genza di rafforzare il profilo programmatico del
Una data era stata fissata. percorso fatto dai dirigenti, Che cambi la legge elettora- Da sinistra al centro. partito “pensando ai problemi del paese”.
Bersani ci ha chiesto di sospen- compreso il governo D'Alema. le? E Fini?
dere momentaneamente l’ini- In particolare? Sì, e non solo. Bisogna arrivare Se rompe lo schema berlusco-
Mercoledì 15 settembre 2010 pagina 9

CRONACHE

SPARI LIBICI, MARIGLIANO


N
Libero l’uomo
rapito a Nola

LA SPIETATA VERSIONE L’ imprenditore


Antonio Buglione,
sequestrato domenica
sera, è sano e salvo.
L'hanno trovato i

DI MARONI carabinieri incatenato


a Marigliano, nel
napoletano. L'uomo si
trova ora a Castello di
Cisterna dove sarà
ascoltato dal
“Pensavano fossero clandestini” magistrato che indaga
sul sequestro lampo.

Cei e Onu contro l’Italia


di Silvia D’Onghia stro Amato, firmatario dell’ac- stati avvicinati da una motove-
cordo 2007 col paese di Ghed- detta che contemporaneamente
mmagino che abbiano dafi. mi contattava via Vhf e, in lingua

“I scambiato il pescherec-
cio per una nave con
clandestini”. Non si
comprende se la giustificazione
del ministro dell’Interno, a pro-
MENTRE la Procura di Agri-
gento ha aperto un fascicolo con
le ipotesi di danneggiamento di
navi e omicidio plurimo aggrava-
italiana, mi intimava l'alt e di ar-
restare le macchine. Chiedevo la
loro nazionalità e mi veniva ri-
sposto sempre in lingua italiana:
‘La motovedetta è di nazionalità
posito di quanto accaduto do- to, la ricostruzione di Maroni ap- libica, ferma le macchine altri- Il peschereccio “Ariete”, VERONA
menica notte nelle acque pro- pare dunque poco credibile. In- menti questi ti sparano addos- mitragliato domenica da una
spicienti alla Libia, sia da anno- nanzi tutto, come il Fatto ha rac- so”. Dunque, secondo la versio- motovedetta libica con personale 10 mln di uova
verare tra le gaffe o tra i retro- contato ieri, è solo con la sua fir- ne del comandante, i libici sape- italiano a bordo. Qui sopra, sequestrate
pensieri leghisti della peggiore ma, il 4 febbraio 2009, che le uni- vano di avere di fronte pescatori monsignor Mogavero (FOTO ANSA)
specie. In ogni caso appare gra-
vissima, tanto da far sussultare i
vescovi e il rappresentante per il
tà navali, che prima erano state
cedute “temporaneamente” a
Tripoli, diventano proprietà L’ex sottosegretario presa di distanza uf- racconta Angela Oriti, responsa-
N el corso di
controlli effettuati
presso una ditta di
sud Europa dell’Alto commissa- esclusiva dei libici. “Si vogliono ficiale). Ieri il vesco- bile per Save the children del pro- Verona, i carabinieri
riato Onu per i rifugiati, Laurens
Jolles: “Ci auguriamo fortemen-
fare forzature interpretative che
non appartengono alla struttura
Lucidi: “B. ha ceduto vo di Mazara del Val-
lo, nonché presi-
getto Presidium – e non è mai ca-
pitato che le motovedette abbia-
del Nucleo per la
Tutela della Salute
te che questo non significhi che culturale di quell’accordo – com- dente del Consiglio no sparato agli immigrati. Sorge il hanno sequestrato 10
sparare sul peschereccio non è menta Marcella Lucidi, sottose- le unità navali, l’accordo Cei per gli Affari dubbio che, dicendolo il mini- milioni di uova pronte
lecito mentre lo è sul barcone di gretario agli Interni con l’allora giuridici, monsi- stro, in realtà possa accadere. Le per la lavorazione di
migranti e rifugiati”. ministro Amato – Il testo preve- Amato prevedeva gnor Domenico convenzioni internazionali sul panettoni e pandori.
Maroni è stato costretto a ri- deva il controllo delle acque, la Mogavero, ha usato diritto del mare impongono ai Erano stoccate in un
spondere di quanto accaduto ricerca e il salvataggio. Non cer- controllo e salvataggio” parole per niente comandanti delle navi di presta- deposito senza
(un peschereccio italiano mitra- to di sparare addosso a qualcu- morbide: “Assistia- re assistenza e soccorso ai nau- rispettare le corrette
gliato da una motovedetta libi- no”. mo a una vera e pro- fraghi, e agli Stati di portare le condizioni igienico
ca, a bordo della quale c’erano Ma a smentire Maroni arrivano italiani, ma hanno sparato lo stes- pria inerzia del governo. Noi sia- persone nel porto più ‘sicuro’, sanitarie e in presenza
anche finanzieri), ma lo ha fatto, soprattutto le parole di Gaspare so. mo molto preoccupati per la fa- non nel più ‘vicino’”. La Corte di insetti, roditori e
anziché in Parlamento, a Mattino Marrone, il capitano del pesche- cilità con cui si mette mano alle europea si dovrà pronunciare relativi escrementi.
5: “Quello che è successo – ha reccio mazarese “Ariete”, che già UNA VICENDA sulla quale il armi e si attenta alla vita delle per- sulla “sicurezza” della Libia, ana-
detto in tv – è un fatto che non lunedì mattina ha presentato una ministro degli Esteri Frattini rife- sone”. Le opposizioni chiedono lizzando un ricorso. “Noi sappia- TORINO
doveva accadere e la Libia si è denuncia all’Ufficio circondaria- rirà al question time in Parlamento, al governo di riferire in aula e ri- mo che moltissimi minori sono
scusata. Penso che si sia trattato le marittimo di Lampedusa. Mar- anche se ieri non ha risparmiato vedere gli accordi con la Libia. rimasti in Libia – prosegue Oriti – Si uccide per
di un incidente grave, ma pur rone ha riferito dei contatti inter- qualche parola buona sull’equi- Intanto si muovono anche le or- non avendo avuto la possibilità di evitare l’arresto
sempre un incidente”. Poi Maro- corsi tra le due imbarcazioni pri- paggio italiano: “Sapevano di pe- ganizzazioni umanitarie, soprat- raggiungere le nostre coste. E co-
ni ha attribuito la responsabilità
della cessione delle motovedet-
te italiane alla Libia all’ex mini-
ma della sparatoria: “Eravamo in
attività di pesca a circa 35 miglia
dalla costa libica quando siamo
scare illegalmente”. Spiegazioni
che non bastano neanche al Va-
ticano (sempre a meno di una
tutto alla luce delle dichiarazioni
di Maroni. “Siamo stati a Lampe-
dusa per tutto il 2008 e il 2009 –
nosciamo le condizioni delle car-
ceri libiche, nelle quali la perma-
nenza può durare molti mesi”
U n uomo 50enne,
pregiudicato, in
libertà vigilata, si è
ucciso a Torino
tagliandosi le vene per

Ultimatum ai ricercatori: chi protesta è fuori non farsi arrestare di


nuovo. È successo ieri
mattina in un
appartamento in Via
A BOLOGNA IL SENATO ACCADEMICO MINACCIA DI SOSTITUIRE QUELLI CHE CRITICANO LA RIFORMA GELMINI Faa di Bruno, dove i
carabinieri di Asti lo
della didattica per protestare con- attesa di conferma) è stata decisa tuitamente. Comunque non ci fer- avevano cercato per
tro la riforma Gelmini. In caso di ieri dal Senato accademico. Nella miamo”. effettuare un fermo
rifiuto, o in assenza di risposta, “la lettera i presidi premettono che “le relativo a una rapina
facoltà dovrà individuare modalità attività didattiche rappresentano “VOGLIAMO CHIEDERE dav- avvenuta ad Asti il 10
alternative di copertura degli in- un dovere dell’ateneo nei confronti vero ai ricercatori di essere silen- settembre scorso.
segnamenti”. A quel punto, sarà degli studenti e delle famiglie, le ziosi e immobili?” grida Ignazio Ma-
inevitabile il ricorso a bandi per quali, al pari nostro, stanno fron- rino, senatore del Partito democra- TRAPANI
professori a contratto esterni teggiando momenti di profonda tico, “di continuare a svolgere il lo-
all’ateneo. crisi economica e sociale”. Il Sena- ro indispensabile compito senza di- Mafia: 1,5 mld
La riforma Gelmini contro la quale to Accademico ha confermato l’or- sturbare nessuno, senza testimo- di beni confiscati
protestano i ricercatori precarizza ganizzazione di una giornata di ri- niare quanto la loro sorte sia legata
totalmente la professione. I nuovi
ricercatori non saranno più assun-
ti per concorso, ma avranno al
flessione e discussione pubblica,
nei primi giorni dell’anno accade-
mico, nelle diverse facoltà e sedi,
al destino stesso delle nostre Uni-
versità? É giusto far sapere all’Italia
che buona parte dei corsi di laurea
L a Direzione
investigativa
antimafia ha
massimo due contratti di tre anni. sui temi della ricerca e dello status si reggono sulle spalle dei ricerca- sequestrato beni per
Dopo quelli potranno accedere al- dei ricercatori universitari e l’im- tori. Non è forse vero che loro ga- oltre 1,5 miliardi di
Manifestazione per la ricerca a Bologna nel 2008 (FOTO ANSA) la carriera universitaria solo se ci pegno ad attribuire la massima rantiscono il 40% della didattica euro. Il maxisequestro
saranno i fondi necessari per as- priorità alla programmazione di po- nelle università italiane? Sono cer- riguarda Vito Nicastri,
ermeremo le università. Lo ave- sumerli e grazie ai titoli. Per chi c’è sti da associato, compatibilmente to – prosegue Marino – che il ret- 54 anni, imprenditore
Fcancellati
vano promesso i ricercatori
dagli atenei dalla rifor-
già, nessuna speranza. Nelle uni-
versità italiane, a fronte di circa 30
con i vincoli del bilancio 2011. Se-
guono i ringraziamenti del preside.
tore dell’Alma Mater ne sia ben
conscio: chiamare in causa dei do-
nel settore delle
energie alternative.
ma del ministro Mariastella Gelmi- mila professori, ci sono 25 mila ri- Che ai ricercatori non bastano. centi a contratto rischia di scate- Nicastri, viene indicato
ni. E quest’anno non hanno accet- cercatori e altrettanti precari che “Per me è una scelta molto grave, nare una guerra tra i soggetti meno dagli inquirenti come
tato le cattedre dove avrebbero do- rendono possibile la didattica. Le significa che come ricercatori non tutelati, che non serve né all’uni- vicino al boss latitante
vuto insegnare. Perché il loro com- loro pubblicazioni sono pochissi- valiamo niente per l’ateneo – di- versità né agli studenti. Pretenda trapanese Matteo
pito sarebbe quello di fare ricerca, me perché fanno continuamente chiara Anna Maria Pisi, ricercatrice invece dalla Gelmini chiarezza su Messina Denaro,
e solo in piccola parte didattica. lezioni. E i giovani su questo fronte dell’Alma Mater – non siamo ob- quale sarà la sorte dei ricercatori ritenuto il nuovo capo
Invece succede sempre il contra- saranno più forti. Le ore di inse- bligati ad assumere carichi didat- una volta entrata in vigore la rifor- di Cosa Nostra.
rio. gnamento infatti non sono com- tici, siamo assunti solo per fare ri- ma”.
Speravano in questo modo di pa- prese nella valutazione. Davanti a cerca e le lezioni le facciamo gra- La rete dei ricercatori “29 aprile”
ralizzare il sistema, dimostrare la loro un limbo di at- sta già preparando un boicottaggio
loro importanza e cambiare le co- tesa e poi la pen- dei bandi di concorso. “Faremo
se. Invece, anziché trovare la so-
lidarietà delle università dove la-
sione. Entro venerdì alle ore 13 partecipare ai bandi, in massa,
chiunque, anche i parenti per som-
vorano, stanno incontrando muri.
A Bologna da ieri i presidi stanno
LA DECISIONE
di dare un “ultima-
devono accettare mergere le segreterie di domande –
ha spiegato piero Graglia, inviando
inviando una lettera ai ricercatori tum” ai ricercatori una lettera ai rettori di tutte le uni-
per sapere, entro venerdì alle ore bolognesi (ai quali l’incarico o saranno esclusi versità – visto che lo spirito del ret-
13, se sono disponibili a tenere i è stata chiesta una tore di Bologna è abbassare la qua-
corsi per il nuovo anno accademi- comunicazione uf- Gli scienziati non mollano: lità dello studio, allora chiunque
co che comincerà nei prossimi ficiale firmata, op- può salire in cattedra”.
giorni, o se aderiranno al blocco pure via mail, ma in “Andiamo avanti” (C .Pe.)
pagina 10 Mercoledì 15 settembre 2010

CRONACA

GRA, IMMOBILI COME


NEGLI INGORGHI CINESI
Trenta chilometri di fila sul raccordo anulare
paralizzano Roma, mentre l’Anas sogna i pedaggi
di Giancarlo Riccio le auto sono in fila indiana a pas- già dopo i lavori straordinari del 50 centesimi per ogni auto che
so d'uomo”. Giubileo del 2000, e che a Roma entrava a Roma dalle autostra-
allora vieni con me, ormai serve soprattutto per spo- de) e tre anni dopo il ministero

“E amore, sur grande rac-


cordo anulare, che
circonda la capitale, e
nelle soste faremo l'amore, e se
nasce una bambina poi la chia-
E INVECE NO: passati pochi
giorni, ecco la periferia romana
come una landa cinese. Tanto
più che un secondo Gra, un se-
condo Grande Raccordo Anula-
starsi da un punto all’altro della
città (e non tanto per entrarvi,
provenendo dalle autostrade)?
Non i cantieri, ormai tutti chiusi.
Certo, ogni giorno, in media,
delle Infrastrutture (provvedi-
mento solo per i mezzi pesanti).
Nel maggio di quest’anno, l’apo-
calisse. Nella Finanziaria si parla
esplicitamente di un pedaggio
meremo: Rrrrrrrrooooo- re attorno a Roma, esterno a percorrono il raccordo dai 130 sul Gra. Apriti (appunto) cielo. Il
maa…”. L’invito di Corrado quello attuale, lunghezza 120 ai 140 mila veicoli. Il dato an- sindaco di Roma minaccia di
Guzzanti, che parafrasava in chilometri, proposto da Anas tra nuo? Basta moltiplicare per 365. sfondare con la propria auto gli
modo corrosivo, qualche anno il 2004 e il 2006, è ben lontano E allora rimane il rifiuto collet- eventuali macchinari del vi-
fa, una canzone di Antonello dal vedere la luce. Nel 2006, la tivo di pagare un pedaggio per deo-pedaggio. E anche altri am-
Venditti, anche ieri mattina è spesa prevista era di 5.710 milio- spostarsi, di fatto, all’interno ministratori locali gridano il pro-
stato evidentemente ascoltato ni di euro. Gli ambientalisti ave- della città. Percorrendo un rac- prio disappunto. Poi, il Tar, il tri-
da migliaia e migliaia di romani. vano comunque dichiarato un cordo che ormai a Roma sta pro- bunale amministrativo regiona-
Tanto che lungo i 68,2 chilome- forte “no”. Rimane – e non è un prio stretto. le, sospende il provvedimento. Il Grande raccordo e un grande ingorgo a nord di Pechino (FOTO ANSA)
tri dell’autostrada urbana che caso isolato – il Grande Ingorgo Già, il pedaggio. Ci avevano già Ma proprio tra ieri e il giorno pri-
circonda Roma, è stata registra- di ieri mattina. Che Anas riper- provato, nel 2005, l’allora presi- ma, si viene a sapere che Anas – condo il sindaco di Roma Gianni ta a battersi insieme alle altre isti-
ta una fila di oltre 30 chilometri. corre così: “Un incidente avve- dente Anas Vincenzo Pozzi (30 o che gestisce il Gra – sta per av- Alemanno “questi macchinari tuzioni: non si possono chiede-
La metà dell’intero anello. An- nuto alle 07.05 del mattino al km viare una gara per i macchinari costano 150 milioni di euro e re ulteriori sacrifici ai pendola-
che se Anas parla “di una decina 24,3 ha comportato la chiusura dei video-controlli a pagamen- non c'è bisogno di spenderli ri”. Tira le fila Michele Meta
di chilometri” di traffico bloc-
cato.
della corsia di sorpasso in car-
reggiata esterna causando ral-
Sulla strada to. perché si deve e si può rinego-
ziare il contratto con la società
(Pd): "È un passo falso che non
tiene minimamente in conside-

CIFRE DA INGORGO stra-


lentamenti per alcuni km che si
sono allungati sino alle ore
che circonda SI DIFENDE Pietro Ciucci,
presidente Anas: “Stiamo solo
Autostrade perché è da lì che de-
vono venire tutte le risorse”. Il
razione le sentenze della giusti-
zia amministrativa. Chiediamo
dale cinese, cifre da globalizza-
zione forzata. E poco importa
10.30. Alle ore 08.40 è stata li-
berata la carreggiata di sorpas-
la Capitale attuando una norma di legge
che prevede che i 1300 km di au-
presidente della Provincia Nico-
la Zingaretti scrive a Berlusconi:
al governo di ritirare il decreto
che ha consentito all'Anas di au-
che lo scorso 24 agosto, sul blog so”. La fila, ovviamente, è stata tostrade gestite direttamente da “Mi auguro che lei possa scon- mentare i pedaggi, poi frettolo-
Raccordo Anulare di Roma, qualcu- smaltita solo dopo ore. passano oltre Anas vengano assoggettate a pe- giurare questa nuova tassa oc- samente rimangiati, e di intro-
no avesse proprio scritto così: Che cosa non ha funzionato? An- daggio. Poi c'è una seconda nor- culta, che in aggiunta non sareb- durne di nuovi, accontentando
“In Cina (come dubitarne) stan- zi: che cosa non funziona ogni 130 mila auto ma che prevedeva che nel tem- be neanche reinvestita nella mo- gli istinti leghisti". Dice proprio
no messi molto peggio di noi: giorno sul Gra, inaugurato con il po necessario per attivare il pe- bilità del territorio romano”. La così: istinti leghisti. E questo è
sulla superstrada 110, unica ar- primo tronco nel 1951 (via Ap- al giorno, ma con daggiamento [sic!] sulle auto- presidente della Regione Lazio un grido d’allarme (e di dolore)
teria che congiunge Beijing a pia-via Aurelia), attrezzato con i strade venisse introdotto un Renata Polverini taglia corto, ri- del partito di Bersani che varrà la
Zhangjiakou, sono 9 giorni che primi 50 chilometri a tre corsie grande fatica onere forfettario di un euro”. Se- badendo che “la Regione è pron- pena di considerare davvero.

PER CHI HA TUTTO UN MONDO DENTRO.

NUOVO DOBLÒ NUOVO QUBO


DA € 13.950 DA € 10.950

PIÙ FINANZIAMENTO ANTICIPO ZERO E INTERESSI ZERO.

TI ASPETTIAMO ANCHE SABATO 18 E DOMENICA 19 .


Iniziative valide in caso di rottamazione fino al 30 settembre 2010.
Nuovo Doblò 1.4 Active bz. prezzo promo € 13.950 (IPT escl.) Es.: Ant. 0, rate 48 da € 350 (compresi Prestito Protetto e Sava DNA Furto/Incendio € 2.511; Spese pratica € 300 + bolli). TAN 0% TAEG 2,00%. La polizza furto/incendio è
calcolata su un cliente residente a Roma. Salvo approvazione . Nuovo Qubo 1.4 Active bz. prezzo promo € 10.950 (IPT escl.) Es.: Ant. 0, rate 48 da € 276 (compresi Prestito Protetto e Sava DNA Furto/Incendio € 1.942; Spese pratica
€ 300 + bolli). TAN 0% TAEG 2,56%. La polizza furto/incendio è calcolata su un cliente residente a Roma. Salvo approvazione . Nuovo Doblò - Valori Massimi (1.4 Active bz.): consumi ciclo combinato 7,2
(l/100km). Emissioni CO 2 166 (g/km). Nuovo Qubo - Valori Massimi (1.4 Active bz.): consumi ciclo combinato 6,6 (l/100km). Emissioni CO 2 152 (g/km).
Mercoledì 15 settembre 2010 pagina 11

ECONOMIA

onti pubblici
MARCHIONNE SCOMMETTE dc
Il problema
SULLE SIGARETTE PIÙ CHE SULL’AUTO delle entrate
di Superbonus

Una volta comprava azioni Fiat, ora preferisce Philip Morris rutte notizie per il
Bdell’Economia,
ministro
Giulio
Tremonti, nel bollettino
statistico di Banca
di Vittorio Malagutti dagnato circa 4,7 milioni di dollari. di amministrazione al capo se (1977-81) nonché membro di su un giro d'affari di 62 miliardi, d’Italia: alla ripresina
Milano Quella puntata in Borsa su Philip dell’azienda torinese. organismi molto vicini all'ammi- più o meno le stesse dimensioni economica non
Morris era però solo l'ultima di una nistrazione Usa (Rand corpora- della Fiat. corrisponde un aumento
utti lo ricordano per il ma- serie. Giusto un mese prima, a fine tion, Trilateral). E poi Mathis Ca- delle entrate fiscali, ma

T
Una poltrona
glioncino che fa tanto anti- luglio, il numero uno della Fiat ave- in consiglio biallavetta, a lungo presidente del Conflitto di interessi un netto calo. Una
conformista in un mondo va comprato altre 1.500 azioni. Al- colosso bancario Ubs, di cui Mar- rosso Marlboro diminuzione del 3,4 per
di cravatte e gessati blu. Ma tre 1.700 il 26 di maggio. Altrettan- chionne è amministratore. In- cento del gettito
il look da copertina di Sergio te il giorno prima. Ancora 1.500 il MARCHIONNE è in ottima somma, una pattuglia di vip, a cui derivante dalle imposte
Marchionne, sapientemente stu- 23 di aprile. Mentre 2.922 azioni compagnia: al suo fianco siedono Philip Morris si affida per evidenti PHILIP MORRIS controlla deci- non era nei programmi e
diato e gestito ad uso dei giorna- gli erano state assegnate dalla stes- alcuni nomi molto conosciuti nel motivi di lobby. A maggior ragio- ne di marchi, ma la sua espansione nelle previsioni di
li, dovrebbe comprendere an- sa Philip Morris il 12 di maggio. E jet set del capitalismo internazio- ne da quando, e sono ormai molti nel mondo è legata soprattutto al Tremonti, la Finanziaria
che l'immancabile sigaretta. Per- così, a conti fatti, se si tiene conto nale. Si comincia con il magnate anni, la crociata anti fumo delle brand Marlboro. Ed è proprio qui autunnale “fatta solo di
ché il gran capo della Fiat fuma anche degli acquisti realizzati nel messicano Carlos Slim, conside- autorità americane ha messo nel- che le strategie dell’azienda Usa in- tabelle” annunciata pochi
davvero come un turco. Una si- 2009, si scopre che Marchionne rato uno degli uomini più ricchi l'angolo la multinazionale, con- crociano ancora una volta il grup- giorni fa rischia di
garetta dietro l'altra, come con- possiede un pacchetto di oltre 17 del mondo proprietario del più dannata a sborsare centinaia di po guidato da Marchionne. La pi- dissolversi.
ferma chiunque gli abbia lavora- mila titoli del colosso americano. grande gruppo di telecomunica- milioni di dollari in numerose sta porta alla Ferrari, la griffe del- Se per il 2010 il governo
to accanto. Tutto questo non aiu- Un pacchetto che ai prezzi di que- zioni dell'America Latina. Nel cause promosse da ex fumatori o l'automobile che fa capo alla Fiat. potrà tener botta con uno
ta a trasmettere l'immagine di un sti giorni vale quasi un milione di board troviamo l'ex ministro bri- dalle loro famiglie. Nonostante Da alcuni anni Philip Morris è for- sforamento rispetto alle
manager salutista, efficiente e in dollari, cioè un po’ meno di 800 tannico Dudley Fishburn, l'ex ca- questi incidenti di percorso, il se lo sponsor più generoso delle previsioni di cinque o sei
gran forma. E infatti, di solito, le mila euro. Giusto per fare un pa- po della Exxon (petrolio) l'italoa- gruppo continua a macinare utili: rosse di Maranello. Non per niente miliardi, per il 2011 si
agiografie correnti preferiscono ragone va detto che Marchionne mericano Lucio Noto e anche Ha- oltre 6 miliardi di dollari nel 2009 la scuderia di Formula Uno si chia- preannuncia l’apertura di
sorvolare su questo aspetto. Ma possiede 240 mila azioni Fiat, che rold Brown, già mi- ma “Marlboro Ferrari”. Un contrat- una voragine di 23
a Marchionne importa poco. An- valgono meno di 2,5 milioni di eu- nistro della Dife- to ricchissimo di cui non si cono- miliardi nei conti dello
zi, per lui il tabacco è diventato ro. Da almeno quattro anni, però, sa statuniten- scono con precisione i contenuti. Stato. Entro la fine
addirittura un investimento. Sì, lo stesso Marchionne non investe Secondo indiscrezioni, Ferrari dell’anno il ministro si
perché da un anno a questa parte più nei titoli della sua azienda. Marchionne avrebbe ricevuto un miliardo di troverà a un bivio:
l'amministratore delegato della Ma che cosa c’entra la multinazio- secondo dollari per sei anni. La sponsoriz- sperare nella Provvidenza
Fiat si è messo a comprare azioni nale del fumo con il top manager Marilena Nardi zazione, rinnovata nel 2005 scadrà e non intervenire oppure
della Philip Morris Internatio- della Fiat, passione per le sigarette nel 2011 e in teoria avrebbe perso tentare di convincere il
nal, la multinazionale delle siga- a parte? C'entra, e molto, perché almeno in parte la sua ragion d'es- presidente del Consiglio a
rette, proprietaria, tra l'altro, del da un paio di anni Philip Morris ha sere visto che la pubblicità alle si- effettuare una nuova
marchio Marlboro. aperto le porte del suo consiglio garette è vietata in tutta l'Unione pesantissima manovra e a
europea, dove si svolgono buona intervenire davvero
800 mila euro parte dei gran premi. Di recente sull’evasione fiscale. I
in fumo Il numero uno del però la casa di Maranello è stata
accusata di aver promosso il mar-
nodi stanno venendo al
pettine più rapidamente
chio Marlboro con messaggi su- del previsto, i troppi
L'ULTIMO ACQUISTO porta Lingotto siede bliminali come il codice a barre condoni e scudi fiscali, le
la data del 24 agosto, quando Mar- bianco su sfondo rosso dipinto troppe scappatoie offerte
chionne ha staccato un assegno di nel cda della sulle auto di Formula Uno. Accu- dal fisco agli evasori
77 mila dollari per comprare a Wall se respinte al mittente, ma a mag- hanno minato alla radice
Street 1.500 azioni del colosso multinazionale gio il barcode è stato tolto. L'anno la capacità dello Stato di
americano. Quei 77 mila dollari, prossimo con la scadenza del farsi rispettare dai
circa 61 mila euro al cambio di al- delle sigarette, contratto si dovrà ridiscutere tut- contribuenti.
lora, non sono una gran somma to. E a quel punto Marchionne si Il governo può ancora
per il numero uno della Fiat, un su- super sponsor troverà in una posizione singola- contare su un pacchetto
permanager che l'anno scorso, tra re. Comanda in Ferrari e siede an- di mischia mediatico fatto
bonus e compenso fisso, ha gua- di Ferrari che nel board dello sponsor. di opinionisti,
economisti, giornalisti e
ottimisti di professione
L’INTERVISTA Nino Baseotto (Cgil Lombardia) che annacquano le analisi
con previsioni rosee di

“Ichino lo difendiamo noi” futuro. Un esempio


lampante: quasi nessuno
ha protestato quando
nella Finanziaria 2010 il
di Giorgio Meletti provocatori a portare l’intolle- chionne”. e poi noi abbiamo ancora la superministro
ranza anche dentro il dibattito In che senso? buona prassi di garantirci lo dell’Economia prevedeva

Izaluna
13 ottobre 1992, durante
manifestazione in piaz-
del Duomo a Milano, contro
sindacale. Nei luoghi di lavoro
c’è rabbia, sconcerto, paura
per il futuro. Ma il tentativo
“C’è tra i lavoratori il problema
del diritto al dissenso contro la
maggioranza. Quando l’ammi-
svolgimento regolare delle no-
stre manifestazioni. Negli ulti-
mi due anni, nonostante la for-
una crescita del Pil al 2
per cento per il triennio
2011-2013. Quando è
la durissima legge finanziaria non sta attecchendo”. nistratore delegato della Fiat tissima tensione sociale, nelle stato chiaro a tutti che la
del governo Amato, i contesta- L’azione contro Ichino è di- dice che l’accordo di Pomiglia- nostre piazze non ci sono mai crescita non avrebbe
tori del leader della Cisl Sergio versa e più grave rispetto no è intangibile perché votato stati incidenti. E lunedì sera, avuto l’ampiezza sperata,
D’Antoni lo centrarono con alle contestazioni al presi- dalla maggioranza dei lavora- del resto, una platea che sicu- nessuno ha ricordato il
un bullone spaccandogli il lab- dente del Senato, Renato tori, vulnera una regola di rap- ramente non stravede per le tempo perso dal governo
bro. Vicino a D’Antoni c’era Schifani, e al leader della presentanza dei lavoratori”. posizioni di Ichino l’ha ap- Stella rossa a cinque punte con nell’inseguire i miracoli
Nino Baseotto, che si prese un Cisl Raffaele Bonanni? Quanto è pericolosa l’atti- plaudito con convinzione pro- due sciabole incrociate: il simbolo auto pronosticati. Lo
bullone sullo zigomo. “I Corsari-Milano hanno distri- vità dei Corsari-Milano? prio per difendere il suo dirit- che campeggia sul sito web dei stesso Tremonti ha rivisto
Oggi Baseotto è segretario re- buito un documento sui fatti “Li conosco, non si sono fino- to di parlare”. Corsari-Milano a ribasso le previsioni di
gionale della Cgil, e riflette sul di lunedì sera dai toni molto ra distinti per cose particolari. crescita ma non quelle
significato dell’assalto alla Fe- pericolosi. E colpisce anche il Bisognerebbe saperne di più, sulle entrate fiscali, ora
sta del Pd di Milano-Lampu- fatto che, in un’azione chiara- conoscere bene le persone deve fare i conti con la
gnano, con cui lunedì sera il
gruppo Corsari-Milano ha cer-
mente preordinata e anche, a
quanto pare, annunciata, non
che compongono questi pic-
coli movimenti. Ci vuole at- CORSARI-MILANO rottura dell’equazione più
crescita più gettito: la
cato di impedire l’intervento si è levato un solo fischio quan- tenzione, ma la Cgil è attrezza- crescita è moderata e il
del giuslavorista Pietro Ichino,
senatore del Pd.
do parlavano il rappresentan-
te della Confindustria e il se-
ta, il nostro servizio d’ordine
svolge un lavoro molto utile,
Le parole dell’assalto gettito in calo. Se a
questo aggiungiamo
Ichino è stato un obiettivo del- gretario della Camera del La- ha anche le sue antenne nei a formazione antagonista Corsari-Milano ha diffuso anche una maggioranza
le ricostituite Brigate Rosse di
Nadia Desdemona Lioce che il
voro. Quindi le differenze ci
sono, ma a me adesso interes-
luoghi di lavoro”.
E le antenne cosa captano?
La Pietro
ieri un documento sulla contestazione di lunedì sera
Ichino. Ecco i punti salienti:
in piena crisi numerica e
d’identità si capisce che
19 marzo 2002 uccisero a Bo- sa condannare queste azioni “Per ora niente di particolare, “Doveva essere effervescente popolare e in effetti que- lo scenario è più che
logna un altro giuslavorista, in modo netto e ricordare che sta sera alla festa del PD l’aria è stata piuttosto friz- fosco. Nei prossimi mesi i
Marco Biagi. Il suo nome era il sindacato si è sempre battu- zante.Dopo Schifani e Bonanni, ancora una volta la fari degli investitori
poi nei piani del raggruppa-
mento terroristico che si stava
to in difesa di una civiltà demo-
cratica”.
“Il nostro festa del PD ha dato voce ad elementi che di popolare
hanno ben poco. Questa volta è toccato a Pietro Ichi-
internazionali si
accenderanno su questa
organizzando tra Lombardia e
Veneto e per il quale un anno
Sembra evidente il tentati-
vo di saldarsi con il disagio
servizio no.Da più di dieci anni, il giuslavorista del PD è cor-
responsabile dell’attacco ai diritti dei lavoratori”.
fragilità manifesta dei
conti pubblici italiani,
fa il Tribunale di Milano ha in-
flitto numerose condanne al
sociale della crisi.
“Il disagio sociale è un alibi. Ri-
d’ordine “Basta dar voce a chi ha fatto dello smantellamento dei
diritti dei lavoratori una professione. Basta continuare
sulla debolezza del
governo e su un
termine di un processo nel cordo che Ichino è un nostro a far parlare chi, come Ichino e Bonanni, è il miglior presidente del Consiglio
quale lo studioso milanese si iscritto, e se verrà alle nostre è pronto, con alleato di Marchionne.Basta dare spazio a chi ci vuole che ha sempre rifiutato di
era costituito parte civile. assemblee penso che molti condannare ad una precarietà permanente”. riconoscere la crisi e le
Baseotto, il ministro non condivideranno le sue le sue antenne “Non ci faremo mettere i piedi in testa! Ribatteremo sue conseguenze persino
dell’Interno Roberto Maro- idee, ma lo ascolteranno con colpo su colpo ad ogni attacco sferrato contro i diritti mantenendo vacante il
ni dice che il terrorismo è rispetto. Il tessuto è sano e ci nei posti dei lavoratori”. dicastero dello Sviluppo
cominciato così. sono gli anticorpi. Io semmai economico per oltre
“Io vedo la tendenza di pochi mi preoccupo di Sergio Mar- di lavoro” quattro mesi.
pagina 12 Mercoledì 15 settembre 2010

DAL MONDO DAL MONDO

N
MEDIO ORIENTE
Secondo round di
colloqui in Egitto
S pirito positivo e
nessun progresso
concreto dopo il secondo
incontro tra il premier
israeliano Netanyahu e il
presidente palestinese,
Abu Mazen a
Sharm-el-Sheikh (con
Hillary Clinton). Le due
parti concordano sul fatto
che i negoziati vadano
avanti, ma nessuna
apertura è arrivata sugli
insediamenti ebraici, vera
spina dei negoziati.

Una chiesa nel West Sussex, in Gran Bretagna; la regina Elisabetta II; Benedetto XVI
sulla “papamobile”; una chiesa a Luanda, in Angola (FOTO ANSA)

OH, MIO DIO!


nell’atteggiamento nei confronti delle celibato come “espressione del dono di sè cettare di essere una minoranza creativa racolo. La Basilica apparentemente do-
donne. Il Vaticano vieta ai sacerdoti si spo- a Dio e agli altri”. che ha un patrimonio di valori che non ap- vrebbe essere un motivo di consolazione
sarsi e vieta alle donne il sacerdozio. Lo partengono al passato, ma rappresentano per Benedetto XVI. Ogni anno circa 20 mi-
stridente divario tra il pensiero dei vertici Ratzingere e la teoria una realtà viva”. Alcuni sono convinti che lioni di persone vengono qui per ammira- USA
della Chiesa cattolica e quello dei suoi fe- della “minoranza creativa” il Papa voglia una gruppo di credenti più re un telo sul quale sarebbe impressa l’im-
deli emerse nel 1996 da uno studio ame- piccolo, ma teologicamente più omoge- magine della Vergine Maria. “Moschea dentro
ricano sui cattolici degli Stati Uniti, delle neo in attesa di tempi migliori. Vedendo la Ground Zero”
Filippine e di quattro Paesi europei. In QUESTE PRESE di posizioni sembrano realtà in questi termini, la Gran Bretagna Il sindaco di Città del

Il Papa in Gran Bretagna ma in Europa i cattolici sono sempre


America e in tutti i Paesi europei, con l’ec-
cezione della Polonia, la maggioranza era
favorevole al matrimonio dei sacerdoti e al
denotare un atteggiamento di indifferen-
za alla sensibilità di molti cattolici il cui at-
taccamento alla Chiesa è ormai appeso ad
non è dopo tutto un luogo così ostile per il
Papa. Il suo cristianesimo tradizionale si è
già rivelato irresistibile per molti anglicani
Messico contro il cardinale
L a Moschea non va
costruita nei pressi
di Ground Zero, ma
sacerdozio femminile. E il dato riguardava un filo. Ma, come dice Andrea Tornielli, conservatori. E quando parla di minoran- MA IN MESSICO ci sono i segni di ciò “dentro Ground Zero”.

più in crisi. L’immigrazione salverà la Chiesa? anche Paesi ritenuti conservatori quali l’Ir-
landa e l’Italia. In Irlanda il dato a favore del
matrimonio dei preti, l’82%, era il più ele-
autore di Attacco a Ratzinger, un pamphlet
appena pubblicato su Benedetto XVI, il Pa-
pa “non pensa alla ri-cristianizzazione
ze creative, può anche darsi che pensi a
gruppi come quelli di “Gioventù 2000”,
che organizzò a Walsingham un meeting
che il Vaticano teme di più: che l’erosione
di cattolici in Europa altro non sia che l’ini-
zio di un declino generalizzato. Il dominio
È l’ultima provocazione
di Michael Moore, il
regista simbolo della
vato in assoluto. In Italia il 58% dei cattolici dell’Europa in termini di riconquista di ti- di 5 giorni di cattolici di età compresa tra i della Chiesa vacilla. Dal Rio Grande fino sinistra americana, che
di John Hooper, Riazat Butt, religioso. Nei Paesi ex comunisti dell’est mentre nel 2008 il numero degli aspiran- sono visibili più che altrove in Germa- cattolici, nel 2000 la percentuale era sce- si dichiararono favorevoli al sacerdozio po militare. Non è una questione di nume- 16 e i 30 anni. All’evento parteciparono alle Ande, le anime si allontanano dai pre- è nella polemica sul
Rory Carroll e Xan Rice europeo milioni di persone hanno riab- ti al sacerdozio è cresciuto in Africa, Asia nia, Paese natale del Pontefice. Secondo sa al 44%. Il dato va attribuito in parte al delle donne. Le speranze di molti cattolici ri”. Tornielli è convinto che per capire co- circa 1.000 persone che ebbero modo di cetti della Chiesa. Nel corso di un feroce centro islamico che
bracciato la religione ortodossa. E in e Oceania ed è rimasto stabile nel con- i dati pubblicati ad aprile di quest’anno crescente numero di immigrati prove- europei di un ripensamento della Chiesa sa pensa il Pontefice sia necessario riflet- parlare di Vangelo. Obiettivo dichiarato polemica sulla legalizzazione del matri- dovrebbe essere
orcas Gichane percorre a passo dal quotidiano Die Welt, nella maggior su questi tem sono naufragate quando a tere su una frase da lui usata: “Minoranza monio gay e dell’aborto, il sindaco di Città costruito a pochi metri

D
molte parti dell’Asia, il ceto medio emer- tinente americano, è diminuito del 4% in nienti da Paesi non cattolici, ma riflette del gruppo è di “ricondurre” i giovani a
svelto per le strade del centro di gente trova proprio nella religione il Europa. Qui veniamo alla sfida principa- parte delle diocesi il numero di cattolici la tendenza, rilevata anche in altri Paesi, marzo, quando sull’onda degli scandali creativa”. In un discorso pronunciato lo Dio. Padre Stephen Wang, sacerdote lon- del Messico, Marcelo Ebrard, ha denuncia- da dove sorgevano le
Nairobi intorno a mezzogiorno, contrappeso spirituale del benessere le del cattolicesimo: la secolarizzazione che nel mese precedente avevano ab- degli immigrati ad abbandonare la loro sessuali un cardinale ha detto che forse era scorso anno, Benedetto XVI ha sostenuto dinese e preside del seminario di Allen to il cardinale Juan Sandoval per diffama- Torri Gemelle.
ora di punta per il traffico. Come materiale appena conquistato. del vecchio continente. Era questo il bandonato la Chiesa era il doppio rispet- religione di origine quando si integrano venuto il momento di rivedere la questio- che “sono generalmente le minoranze Hall, dice che molti giovani cattolici “vo- zione. Nel quartiere gay “Zona Rosa”, re-
centinaia di altri fedeli kenioti, appro- problema che più assillava cinque anni to allo stesso mese del 2009. Ma lo scan- nelle società europee sempre più seco- ne del celibato. Benedetto XVI ha replica- creative che determinano il futuro e, sotto gliono essere radicati nella fede cattolica”. sponsabile di una associazione civica che KASHMIR
fitta della sua pausa pranzo per raggiun- Meno sacerdoti nel fa i cardinali riuniti in conclave a Roma dalo pedofilia, a lungo tenuto nascosto, larizzate. Assai dannosa, in termini di nu- to con un discorso che tesseva le lodi del questo profilo, la Chiesa cattolica deve ac- Per le generazioni precedenti cresciute garantisce analisi gratuite per accertare la
gere la basilica cattolica della Sacra Fa- Vecchio Continente per eleggere il successore di Giovanni ha semplicemente accelerato una ten- mero dei fedeli, è stata la silenziosa siepositività, Martin Luna, sem- Scontri: scatta il
miglia. Alcuni fedeli attendevano l’ini- Paolo II. Decisero che il più indicato ad denza già in corso. La Chiesa cattolica te- emorragia di milioni di cattolici la cui fe- bra riprendere le critiche care ai coprifuoco
zio della messa curiosando in libreria. affrontare il problema fosse il collaudato desca era in declino da anni: tra il 1990 e de arrivata al punto di rottura per la con- In America Latina la progressisti europei secondo cui
Altri recitavano una breve preghiera
nella “sala dell’adorazione” dove era
appeso un poster che ritraeva Gesù e i
SECONDOil World Christian Databasela
percentuale della popolazione mondia-
le che professa una delle quattro princi-
collaboratore del Pontefice appena de-
ceduto, Joseph Ratzinger. A cinque anni
dalla elezione di Benedetto XVI, per il
il 2008 il numero dei cattolici registrati
era diminuito dell’11%. Sebbene il decli-
no negli altri Paesi non possa essere
traddizione tra gli insegnamenti del Va-
ticano e la realtà di tutti i giorni. FRANCIA: divieto di velo società è ormai
“la Chiesa in tutti questi secoli
non è cambiata”. Ma l’America
Latina rimane anche fedele alla
A ltre 3 scuole
cristiane son state
assaltate da dimostranti
suoi discepoli, tutti neri. Dopo aver in-
viato un breve sms ad un’amica, Gicha-
pali fedi (cristianesimo, Islam, induismo
e buddismo) ha subito un notevole in-
Vaticano la situazione della Chiesa cat-
tolica in Europa perè è diventata un in-
quantificato con altrettanta precisione,
alcuni segni sono inconfondibili: scarsa
Contraddizione tra integrale in tutti i luoghi pubblici secolarizzata, i politici sua tradizione cattolica. Persino
la retorica marxista di Hugo Cha-
musulmani nel
Kashmir indiano.
precetti e realtà
ne, broker di assicurazioni elegante e cremento negli anni ’70 e da allora non elo integrale bandito. Ieri la laicis- zionale, che si pronuncerà nelle vez è cosparsa di riferimenti al L’esercito ha
dall’aspetto molto curato, svanisce nel-
la cattedrale di cemento elevata al ran-
ha mai smesso di aumentare. Nel 2005 la
percentuale era del 73%. Forte nei Paesi
cubo. Una serie di scandali che hanno
visto coinvolti sacerdoti accusati di mo-
lestie e, a volte, di violenza carnale nei
presenza alle cerimonie religiose, semi-
nari semivuoti. L’unico fattore che ha ral-
lentato questa deriva è stata l’immigra- CHRISTIAN WEISNER del movi-
Vfinitiva
sima Francia ha adottato in via de- prossime settimane. Il provvedi-
il disegno di legge che vieta mento prevede delle eccezioni per i
parlano di matrimoni gay, cattolicesimo. L’aborto è illegale
nella maggior parte dei Paesi. Ma
proclamato il
coprifuoco e lo stop dei
go di basilica nel 1982. Dalle colonne in via di sviluppo dove elevato è il tasso confronti di bambini ha indotto migliaia zione che in molte parti d’Europa è co- mento progressista laico Wind Sind Kir- alle donne di indossare il burqa o il casi in cui coprire il volto è autoriz- la fede inizia a vacillare la marea della secolarizzazione voli civili nella regione.
pendono alcuni televisori a schermo di natalità, il cattolicesimo ha ottenuto di cattolici europei a mettere in dubbio o stituita da persone in larghissima misura ch, la vede però in modo diverso. “I ver- niqab in strada, nei bar, nei ristoran- zato proprio dalla legge (il casco per monta. Una popolazione sempre Al contempo, i
piatto. Appoggiati alle pareti diversi risultati egregi. Secondo le stime il nu- ad abbandonare la fede. Le conseguenze cattoliche. In Gran Bretagna gli immigra- tici della Chiesa hanno perso il contatto ti, nelle scuole. Il testo – che ha ri- i motociclisti, ad esempio) e puni- più urbana e istruita non si ingi- separatisti hanno
tamburi. Gichane è cattolica come il mero dei cattolici battezzati ha toccato 1 ti provenienti dall’Europa con la comunità ecclesiale”, sostiene. cevuto il parere negativo del Con- sce sì le donne che insisteranno a in- nella fede la sfida consisteva nel costruirsi nocchia più dinanzi al pulpito. Il presiden- annunciato 11 giorni di
25% della popolazione del Kenya. Ogni miliardo e 166 milioni alla fine del 2008 orientale, dal Sud America e “Non si tratta solo di secolarizzazione. La siglio di Stato – non parla in nessun dossare il velo integrale, ma soprat- un’identità laica. Per i giovani cattolici di te cileno Sebastian Pinera ha promesso proteste.
giorno va a messa e la domenica mat-
tina può scegliere tra una delle cinque
con un incremento dell’1,7% rispetto
all’anno precedente. Certo è discutibile
In Africa il cattolicesimo dall’Africa occidentale han-
no riempito i banchi delle
Chiesa che ha perso il contatto con que-
ste persone”. Weisner indica i due prin-
modo di “velo” ma proibisce di in-
dossare indumenti e abiti che na-
tutto punisce chiunque obblighi
una donna a farlo. Per chi continue-
oggi è vero il contrario.
A Città del Messico, all’interno della Basi-
maggiori diritti alle coppie omosessuali.
Dilma Roussef, che ha buone probabilità FAO
chiese dove la messa viene celebrata in
inglese o in Kiswahili.
il metodo seguito dalla Chiesa cattolica
secondo cui chi viene battezzato rimane
resta fortissimo, chiese. Ma l’esperienza sviz-
zera fa capire che l’effetto im-
cipali motivi di conflitto. Il primo fu
creato nel 1968 dall’enciclica di Paolo VI
scondano il volto in luoghi pubblici.
La Francia è il primo Paese europeo
rà a passeggiare con il burqa, multa
da 150 euro e obbligo di frequentare
lica di Nostra Signora di Guadalupe si vede
un approccio meno intellettuale alla fede.
di diventare ad ottobre il prossimo presi-
dente del Brasile, è favorevole alla legaliz- In calo gli affamati
cattolico per sempre, ai fini statistici. Ma
le chiese sono piene migrazione è temporaneo. Da Humanae Vitae che proibiva il controllo a imporre questo divieto ma l’appli- un corso di “educazione civica”. Per I genitori di bambini malati, gli studenti zazione dell’aborto. Dice David Stoll, an- nel mondo
Il bisogno di fede resta adottando altri sistemi di rilevamento uno studio condotto tre anni delle nascite. “Ciò indusse molti catto- cazione della legge (che scatterà tra chi constringe una donna a coprirsi che debbono sostenere un esame e i con- tropologo degli Stati Uniti: “Se fossi il Papa,
forte nel mondo non si può negare che il cattolicesimo sia
in espansione. Continua ad aumentare il
numero dei sacerdoti cattolici che alla fi-
e i giovani non fa dal Schwizerisches Pastoralso-
ziologisches Institut è emerso
che mentre nel 1970 quattro
lici, compresi diversi buoni cattolici, a
prendere atto che la Chiesa non era dalla
parte della gente”, dice Weisner. Il se-
sei mesi) resta sottoposta a un ricor-
so presentato al Consiglio costitu-
la pena è ben divesa: un anno di car-
cere e 30 mila euro di multa.
tadini che temono un cattivo raccolto fan-
no la fila davanti a una piccola scatola di
stagno giallo nella cui fessura mettono la
l’America Latina sarebbe per me motivo di
grande inquietudine”.
Copyright The Guardian;
G li affamati nel
mondo sono in
calo per la prima volta
“MOLTI KENIOTI hanno frequentato ne del 2008 erano quasi 410.000. Ma abbandonano la religione quinti degli immigrati erano condo motivo di conflitto va individuato letterina ripiegata che chiede a Dio il mi- Traduzione di Carlo Antonio Biscotto da 15 anni. Dopo aver
scuole cattoliche ed è lì che inizia il no- oltrepassato quota un
stro percorso nella fede”, dice. “Inoltre miliardo nel 2009
molti ospedali sono finanziati dalla Chie-
sa”. L’arcivescovo di Nairobi, il cardinale
John Njue, offre una spiegazione più spi-
PENA DI MORTE
La Ue “punisce” Sarkozy (1,023 miliardi) sono in
calo quest’anno del
9,6% a 925 milioni,
rituale: “John S. Mbiti, uno studioso nato
in Kenya, ha detto che gli africani sono
notoriamente religiosi. E questo è vero. Non
TERESA “LA MATTA” E LA FOLLIA DELLA GIUSTIZIA USA RIMPATRI DEI ROM: LA COMMISSIONE EUROPEA PROCEDE CONTRO LA FRANCIA
livello che rimane
“inaccettabilmente
alto”, ha spiegato il
è una cosa imposta dall’esterno. La fede metri per 1 e 80. Era il 2003. derline”. ne di Teresa è, invece, in agen- ché - tabelle alla mano - bisogna di Alessandro Cisilin so. Infine, non ultimo, la francese agli Affari Europei ha varato, con una maggioran- segretario generale Fao
è un dato naturale. I missionari non ci Teresa Lewis aveva 33 anni e Nel 2002 viveva con suo mari- da da settimane: il 23 settem- ottenere almeno 70 per essere Commissaria competente è Lellouche, che lunedì scorso za altrettanto sorprendente, illustrando i dati
hanno portato Dio, ma un diverso rap- quella stessa mattina seppe to in un camper nei pressi della ochi se l’aspettavano, a un’iperconservatrice con assieme a Ifad e Pam.
porto con Dio”. In Africa l’idea di catto-
licesimo prevalente in Europa occiden-
d’esser stata condannata a
morte per il duplice omicidio
cittadina di Danville. Alcuni
mesi prima dell’omicidio co-
bre la Lewis morirà sulla sedia
elettrica o su un lettino per
iniezione letale e sarà la prima
a tutti gli effetti incapaci di in-
tendere e di volere. La difesa,
dopo le perizie psichiatriche,
PE men
Bruxelles quanto a Parigi.
che meno a Roma. La
un’esperienza ultradecenna-
le nell’insabbiamento di po-
ha ribadito di “non dover
prendere lezioni da nessuno”.
“La pazienza ha un limite – ha
una risoluzione che chiedeva
a Parigi di fermarsi. Nicolas Sarkozy (FOTO ANSA) Ancora lontana la soglia
di 400 milioni indicata
tale – vale a dire l’idea di una religione di Alessandra Cardinale del marito e del figlio avvenu- nosce Matthew Shallenberger donna dopo 98 anni che lo Sta- ha prodotto altre prove dello Commissione Europea an- tenziali conflitti con gli Stati sbottato ieri la Commissaria APPELLO respinto dall’Eli- espulsioni mirate erano stati come obiettivo da
reazionaria e in declino – appare incom- New York to il 30 ottobre 2002. Alcune e ne diventa l’amante. Shallen- to della Virginia metterà a mor- stato mentale della Lewis: la nuncia l’apertura di una pro- membri, a cominciare lussemburghese – nessun seo con nuove espulsioni ese- annunciati negli anni scorsi – raggiungere entro il
prensibile. “La chiesa è aperta”, protesta associazioni, tra cui Amnesty berger era un pusher squattri- te. Teresa non ha ancora scelto lettera che Shallenberger nel cedura di infrazione contro la dall’anomalia italiana della Paese membro può pretende- guite ieri di 69 nomadi, inclusi ricorda Le Monde – anche 2015.
Gichane. In Nigeria l’arcivescovo Mat-
thew Ndagosa di Kaduna osserva un Q uando fece il suo ingresso
alla Fluvanna Correctional
International e lo scrittore
John Grisham, si sono mobili-
nato che sognava in grande: ge-
stire il traffico di droga dal pic-
come morire, scrive in una let-
tera pubblicata su Newsweek il
2006 scrive prima di togliersi
la vita in carcere e in cui am-
Francia per le espulsioni dei
rom ordinate dall’Eliseo al fi-
concentrazione dell’infor-
mazione nelle mani del pre-
re trattamenti speciali quan-
do sono in gioco i diritti fon-
12 bambini, verso la Romania,
nonché con un’altra direttiva
dall’ex premier Prodi e dall’ex
sindaco di Roma Veltroni. So- NAZIONI UNITE
orizzonte che farebbe morire di invidia i Centrer for women, in Virginia, tate perché il caso di Teresa colo centro di Danville fino a cappellano che per 6 anni ha mette di aver circuito Teresa ne di porre rimedio alla crisi mier più volte denunciata in- damentali”. Parigi reagisce varata lunedì scorso orientata no scaturite chiusure di cam-
prelati occidentali. “Le chiese sono pie- Teresa portava una tuta azzur- Lewis è emblematico non solo New York. Ma aveva bisogno conosciuto Teresa attraverso Lewis, di averle, in sostanza, di popolarità di Sarkozy. E i to- vano dagli stessi organi euro- esprimendo “stupore” e pro- a smentire la dimensione “et- pi Rom ma, per ora, nessuna La Bachelet
ne. I giovani vanno in chiesa”. L’espe- ra simile a quelle indossate dai della disumana accettazione di liquidi. Convince Teresa a una fessura di una porta blin- fatto un lavaggio del cervello, ni sono durissimi, “senza pre- pei. clama di non voler “alimenta- nica” del provvedimento. “Il misura ufficiale e mirata di re- per le donne
rienza africana mette in luce alcuni medici in sala operatoria, i ca- della pena capitale ma anche uccidere il marito e il figliastro data del carcere. che di Teresa non si sarebbe cedenti”, commentano gli re polemiche” ma a irritare problema non sono le parole strizione della circolazione
aspetti che corrono il rischio di essere
ignorati nella polemica sulla visita di Pa-
pa Benedetto XVI nella sempre più laica
pelli corti erano freschi di
messa in piega ma lo sguardo
era vitreo. Trascinava una
dell’ iniquità del sistema giu-
ridico americano nell’applica-
zione delle condanne a mor-
di 25 anni per incassare i soldi
dell’eredità. Teresa accetta e
quella notte lascia la porta del-
NELLA MISSIVA , padre Lit-
chfield chiede al governatore
mai innamorato perché a lui le
donne “bianche, grasse, brutte
e matte” non piacevano. Gli
osservatori francesi. L’esecu-
tivo europeo è legato a dop-
pio filo ai governi nazionali, a
STAVOLTA però Viviane
Reding è stata sorprendente-
mente accanita, con espres-
l’Europa è anche l’incon-
gruenza delle dichiarazioni
francesi, col ministro dell’Im-
ma i fatti”, ha spiegato ieri la
Reding, citando il doppio pa-
letto dei principi di libertà cir-
per i cittadini comunitari. “At-
tendiamo le motivazioni euro-
pee”, il commento di Frattini
M ichelle Bachelet,
ex presidente del
Cile, sarà la nuova
Gran Bretagna. Uno di questi aspetti è morsa d’acciaio che le blocca- te. la roulotte aperta per permet- della Virginia di commutare la servivano solo i soldi della iniziare dalla nomina dei sioni di “vergogna” nell’attac- migrazione Besson a spiegare colazione dei cittadini euro- al conflitto ufficializzatosi ieri responsabile della
che, mentre i cittadini dell’Europa occi- va i polsi e le caviglie, per que- tere a Shallenberger e a un al- pena di morte in carcere a vita “matta”. Ma a oggi neanche la Commissari. Di più, l’insie- care la “discriminazione etni- goffamente di “non conosce- pei e di non discriminazione con Parigi. Ma, da ex Commis- “super-agenzia”
dentale abbandonano la religione, que- sto si muoveva a piccoli passi TERESA NON MERITA di tro complice di entrare e com- “perché il quoziente intelletti- lettera di Shallenberger ha me delle cancellerie conti- ca delle espulsioni” praticate re” una circolare emanata dal razziale. Un monito rivolto an- sario europeo, il Capo della dell’Onu per migliorare
sto non avviene nel resto del mondo. lungo quel corridoio che nei 7 morire perché non è stata lei mettere l’omicidio. I due ven- vo di Teresa è di 72”, scrive. Per convinto i giudici a rivedere nentali è oggi globalmente nelle ultime settimane in suo stesso governo il 5 agosto che agli altri paesi europei, a Farnesina sa che non sarà Bru- la condizione della
Non possiamo affermare che i musulma- anni successivi sarebbe diven- ad aver premuto il grilletto gono arrestati e condannati i giudici quel numero - 72 - non quelle maledette tabelle e quei spostato verso il centrode- Francia. A sollecitarne i nervi che prendeva di mira “priori- iniziare dall’Italia. “Saremo xelles a dover spiegare, bensì donna del mondo. Lo ha
ni si stiano allontanando da Allah. Gli Sta- tato l’unico intervallo d’aria quella notte e perché affetta da all’ergastolo, non alla pena di è sufficiente a classificare la due numeri in più che a Teresa stra, senza particolari discon- sarebbero state soprattutto le tariamente” i Rom. La scorsa più duri dei francesi”, aveva la Francia e le sue pallide imi- annunciato il segretario
ti Uniti restano un Paese profondamente dalla sua cella d’isolamento: 2 ritardo mentale definito “bor- morte. La data per l’esecuzio- condannata come malata per- servirebbero per salvarsi. tinuità col presidente Barro- dichiarazioni del ministro settimana l’Europarlamento detto Maroni. E propositi di tazioni. generale Ban Ki-moon.
pagina 14 Mercoledì 15 settembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

FABRI FIBRA

Bugie, gay Lutti


Casarotto
Scorsese
Prova a
Mourinho
Consigli
Nadal
Re di New

e Controcultura: non ce l’ha


fatta: donati
gli organi
del ciclista
mettere
insieme De
Niro, Pesci
e Al Pacino
a Benitez:
sfrutti il mio
lavoro
all’Inter
York: a lui
lo scettro
dell’US
Open

Tra dieci anni Fabri Fibra


versi bene la propria sessualità.

mi vedo premier
Un Fabri Fibra gay-friendly
A tutte le persone che mi vedo-
no sotto una luce negativa, dico:
andate a chiederlo alla comuni-
tà gay cosa pensano di Fabri Fi-
bra. Loro hanno capito che sono
l’unico ad affrontare questo te-
ma in Italia. E lo faccio in manie-
di Federico Mello 26 settembre, alla Wood- gossip e ne do la versione male- ra dirompente, perché è un mu-
stock del Movimento Cinque detta. ro da sfondare.

C
Stelle. Anche Beppe Grillo è Dei nomi che raccontano In Bugiardo dici che il “tuo so-
controcultura? una storia. gno era fare il giornalista”.
Non lo conosco di persona, pe- Nei miei dischi do vita all’al- Bugiardo è un concentrato di bu-
rò lui vive solo sul Web, sul suo ter-ego di questi personaggi. gie. Non riuscirei mai a reggere
sito, non lo vedi in televisione. Quando fai un nome, richiami una responsabilità come quella
Ma non penso che sia controcul- uno scenario. Tutto è talmente del giornalismo. Perché ho sem-
tura: lui è contro, e poi è anche piatto che non hai neanche bi- pre l’alibi del fattore artistico.
cultura. sogno di spiegare. Se dico ‘Sca- Sono questo: una persona reali-
Perché hai aderito alla due jola’, hai già capito che c’è die- sta con la pretesa di creare im-
giorni? tro. Non sono nomi: sono sce- maginari fantastici.
La Woodstock di Cesena, in nari, sono storie, sono film. Ti piace qualche politico?
quanto tale, è un evento contro- Hai accusato Marco Carta e In 33 anni non mi ha conquista-
cultura, il primo evento ufficia- Marco Mengoni di nasconde- to nessuno. Non riesco a trovare
le organizzato dal Web con sfon- una figura vera, qualcuno che
ome prima cosa ci regala un do musicale. Non è un V-day, un non si smentisca il giorno dopo.
aneddoto: “Quando ho cono-
sciuto Marco Travaglio, gli ho
incontro politico o di partito. Ci
si incontra lì anche per far vede-
Io omofobo? Sono 33 anni che cerco di inte-
ressarmi ma non ho mai visto
chiesto una dedica su un qua-
derno nuovo, uno di quelli che
re che il Web ha un potere.
Nel disco te la prendi con le
È una balla cambiamenti, né interesse alcu-
no per la gente.
uso per scrivere i miei testi. Mi
ha scritto: ‘Al mio fratello gemel-
radio. E di sicuro non ti ve-
dremo al prossimo Sanremo.
inventata dai “Pensi che me la beva come
chi vota Lega” dici sempre in
lo Fabri Fibra’”. Eccolo Fabrizio Intanto Vip in Trip, il nuovo sin- Vip in Trip...
Tarducci, in arte Fabri Fibra, rap- golo, in un mese è stato visto benpensanti Nessun partito può venirmi a di-
per di 33 anni e un nuovo disco su YouTube tre milioni di vol- re che vuole cambiare l’Italia di-
“Controcultura” uscito il 7 set- te. La Lega Nord videndola e vivisezionandola. È
tembre. Arriva nella redazione Quando accendi la televisione tutta una propaganda al nulla.
romana del Fatto Quotidiano di sai già quello che vai a vedere. E è la propaganda Sei favorevole alla legalizza-
pomeriggio. “Piacere Fabrizio” non trovi mai spazi musicali: se zione delle droghe leggere?
dice stringendo le mani a tutti. ci sono, sono artefatti. La gente, del nulla Sì. E sai perché? Non voglio far-
Poi è un fiume in piena. Anche perciò, non vedendomi mi va a mi le canne in piazza ma non vo-
perché questa volta vogliamo la cercare su Internet: sul Web glio che si vada in galera per due
Fabri-Fibra-visione-del-mondo, inoltre c’è un’altra energia, più re la loro sessualità. Qualcu- stati pestati a sangue. Tre in una meglio, migliore. Mi va benissi- spinelli.
e non, come spesso capita nelle vera. no sul Web ti accusa di essere settimana. Siamo un paese mol- mo che si mettano il lucida lab- Con Gianni Nannini avete
sue interviste, giustificazioni Fabri Fibra e i nomi propri. In omofobo. to ipocrita: l’omosessualità vie- bra in palcoscenico ma conside- fatto In Italia.
per i testi politicamente scorret- questo disco attacchi Laura In realtà l’omofobia è lontanis- ne accettata solo sotto i rifletto- rato un paese in cui gli omoses- Sì, e sono il padre di suo figlio. Il
ti. “Per conoscere l’hip-hop ita- Chiatti, Fabio Fazio, sima da me. ri di un palcoscenico, in televi- suali vivono male, tu che sei sot- padre non ufficiale. Gianna ti
liano bisognare ascoltare Fabri “Fuck-inetti”. Questioni per- E perché allora “accusare” sione. Nella vita reale invece è to i riflettori, sei nel massimo amo.
Fibra” scriveva ieri Le Monde. Ma sonali? qualcuno di essere gay? un fortissimo tabù. del mainstream, hai tantissimi Come si vede Fabri Fibra nel
su Travaglio ci tiene subito a pre- Io nel momento in cui dico ‘vo- Lancio un messaggio. Ero a Ro- Sì ma che c’entrano? ragazzi che ti seguono, hai un 2020?
cisare: “Sono un suo super-fan. glio criticare la cultura dominan- ma qualche mese fa e sui quo- Io non ho nulla contro questi potere comunicativo. E dovre- Presidente del Consiglio.
Ma a parte questa premessa da te’ vado a riprendere situazioni tidiani locali ho letto che nella cantanti. Però quello che rap- sti usarlo. Ti dirò di più: invito (Le ultime due risposte, però, ce la dà
groupie sfigata, penso che Mar- che trovi in qualsiasi giornale di stessa settimana tre gay erano presentano potrebbe essere tutti i ragazzi omosessuali a vi- sbellicandosi di risate).
co Travaglio esista perché l’Ita-
lia va in una certa direzione: pro-
babilmente manco lo conosce- Polemiche
resti se non ci fosse l’esigenza di
creare contro-informazione”.
È un giornalista.
Esatto, fa il suo lavoro. In questo
momento, visto che ce ne sono
Il triste ring post-Venezia del cine italiano
talmente pochi che lo fanno, lui di Federico Pontiggia all’estero”. Apriti cielo, anzi, secondo Müller; bracci destri stranieri – Salvatores dixit – 2.444 della Solitudine e malin-
sembra l’eccezione. È un po’ co- Laguna. Il tristo battibecco tra e braccia sinistre che sgomi- hanno faticato a dare conti- conia).
me quando mi dicono: ‘Ehi ma Venezia il cinema italiano è registi è solo l’ultimo colpo di tano per la successione al di- nuità ai piccoli, mezzani e Dove sono finiti i due milioni
tu tratti un sacco di argomenti
nei tuoi dischi’. Non è vero. È
AMario
finito “pestato”. Referto di
Martone, che si è sfo-
un tutti contro tutti che non
risparmia nessuno: critici
rettorissimo; Tornatore che
sceglie Venezia per dire pub-
grandi protagonisti, analoga
difficoltà devono averla trova-
di lettori? Medusa indaga, an-
che su altri potenziali spetta-
che tutti gli altri non parlano di gato con Repubblica: “Non (Mereghetti e Fofi) che fi- blicamente che non sarà a Ro- ta gli spettatori nostrani, per- tori: Somewhere di Sofia Cop-
niente. prendo lezioni e voti da Ga- schiano Venezia mentre, ac- ma presidente di giuria; l’asti- ché all’esordio La solitudine dei pola non sente (ancora?) l'ef-
Il tuo disco si intitola “Con- briele Salvatores”. Il collega cusa Müller, Roma (la Detas- nenza tricolore che darebbe numeri primi si è ritrovata ab- fetto Leone d'Oro e scivola al
trocultura”. Cioè? premio Oscar per Mediterra- sis) sussurra all’orecchio; Ta- alla destra nuove ragioni per bastanza sola. Terza piazza nono posto, con gli altri re-
Controcultura è tutto ciò che neo è passato da giurato a rin- rantino che premia in chiave accusare di “parassitismo” la con 906 mila euro nel wee- duci della Laguna – il vincito-
non è cultura dominante, tutto viato a giudizio. Per non aver pelvica, come ha palesato da- nostra produzione. Insomma, kend, dietro quell’Orco Shrek re di Controcampo 20 sigaret-
quello che non ha una bella im- difeso i nostri colori e, soprat- vanti ai buu in conferenza dalla mischia emerge un’uni- che deve aver fatto verdi d’in- te, Miral e L'amore buio – fuori
magine ma ha contenuto. La cul- tutto, per aver spiegato per- stampa; il delegato delle Gior- ca certezza: siamo messi ma- vidia Costanzo e Giordano, e dalla top ten. La sensazione,
tura dominante è esattamente ché: “Non si raggiunge una di- nate degli Autori (cui è andato le, al netto di j’accuse privati, dietro le gambe lunghe ma dunque, è che mentre tutto
questo: bellissime immagini mensione universale”, “Il ancora una volta il Leone del sassolini tolti dalle scarpe e poco pubblicizzate di Milla Jo- crolla ci si accapigli su chi
senza nessuna storia. punto non sono i temi ma co- Futuro con Majority) Gosetti mani ritirate dalle pietre. E se i vovich: Resident Evil: Afterlife è debba finire schiacciato per
Il primo concerto dopo il di- me vengono affrontati”, “Non che avrebbe dettato all’Ansa festival passano, a dirlo è ciò secondo, con la prima media primo: anoressica consolazio-
sco lo farai a Cesena, il 25 e passiamo a livello emozionale la linea anti-Mostra, sempre che rimane: la sala. Se i giurati per copia (4.979 euro contro i ne
Mercoledì 15 settembre 2010 pagina 15

SECONDO TEMPO

TEATR O / GIÙ IL SIPARIO

D’ANGELO
CADUTO IN VOLO
di Malcom Pagani medicina, invece e parlà cu nu mie-
dico te miett a parlà cu ll'idraulico. È
hanno messo fuori dalla ‘a stessa cosa.

L’ porta, tra le ombre assola-


te e i motorini scarburati
di Forcella, dove in cin-
que anni di direzione artistica
del Teatro Trianon, aveva imita-
Cosa lascia a Forcella?
Un senso di incompiutezza.
Quando sono arrivato, ho trova-
to un abbandono che stringeva
il cuore. In un luogo ad alta den-
to i tanti Re taumaturghi che a
Napoli, da sempre, ottengono
meritata, effimera attenzione.
La regione chiude il Trianon e licenzia sità camorristica, in cui i bam-
bini non hanno un metro di spa-
zio per ottenere un sorriso, per-
Nino D'Angelo, 57 anni a giu-
gno: “Sono nato nello stesso
giorno di Platini, meglio di una
medaglia”, ex tante cose, “Dia-
il cantante, lui: “L’Italia è morta” ché a casa non ridono mai. Io ho
perso e hanno vinto tutti i mae-
stri di strada che non hanno mai
vissuto la strada, gli inventori di
moci del tu, pecche quann' par- glietta in testa e un paio di jeans sembrava nota, lei ha scritto Ne esistono già due due e non se per pochi intimi, devastando progetti senza capo né coda,
lo in terza persona nun saccio sdruciti, ma anche un cervello, lettere alle istituzioni. hanno un euro per sopravvive- una delle più belle realtà italiane sovvenzionati ancora prima di
argomentà”, è stato licenziato. porte fino ad allora sbarrate si Ormai mi esprimo solo attraver- re. Non servono a niente, la gen- degli ultimi vent'anni. Una le- essere approvati.
“Comme 'nu precario qualsiasi, aprirono all'improvviso. Ma io so le lettere. Ma quanno mai l'ho te non li vuole. Sa qual è la ve- zione di educazione civica era il Che lezione è?
con una lettera burocratica per- credo che il talento, se davvero fatto prima in vita mia? Io non rità? Trainon. Si dice così? Ho fatto Ho capito che la pazienza è san-
ché il mio esperimento era dav- lo possiedi, non te lo toglie nes- sono il Petrarca, ma solo un ven- Dica. recitare le mogli dei carcerati, ta, e che noi non siamo mai ve-
vero popolare, sollevava lo spi- suno e se mi danno una possi- ditore di canzoni. E il politico Dobbiamo iniziare un'altra vol- creato dal nulla un'orchestra ramente noi, ma interpretiamo
rito della gente che non conta bilità, senza modestie, rispondo che va a scuola per strumenta- ta a strillare, nun amma a sta zitti. multietnica, dato spazio a chi un ruolo che gli altri ci impon-
un cazzo e stava diventando pe- alla grande. lizzare le parole, è molto più La politica, destra e sinistra, sta non aveva voce. Solo che non fa- gono.
ricoloso. Il Trianòn (D'Angelo ac- Al Trianon è andata così? bravo di me. Si appoggia sulle facendo fessi a tutti quanti. cevamo notizia. Si vede che so’ E poi?
centa l'ultima o senza mai perdere Io non faccio il direttore artisti- frasi e ti contrasta sul tuo stesso Sono d'accordo tra loro? cieche pure dint'ai giornali. Che l'ignoranza è la fonte pre-
un colpo ndr) rappresentava un co, ma lì potevo essere altro. Un terreno. Sono talmente abili i Sarebbero troppo intelligenti. In fondo, a Sanremo le prefe- ferita dai potenti, perché posso-
miracolo e loro, l’hanno sporca- assistente sociale con l'obbligo politici, che alla fine ti convin- Invece di persone sveglie nel riscono Emanuele Filiberto. no dire tutto senza mai essere
to senza rispetto”. Loro sono i di spendere poco. cono che hai agito malamente. Palazzo ne esistono tre o quat- Lui sul palco, lei fuori. contraddetti, che l'uguaglianza
politici di centrodestra che da L'hanno cacciata sostenendo L'hanno persuasa? tro al massimo e gli altri ripeto- È la stessa linea di pensiero. È è un'utopia e l'invidia un senti-
mesi combattevano D'Angelo il contrario. Acca nisciuno è fesso. Quattromila no senza fantasia quel che gli è tutt'accussi, c'è una maleducazio- mento che non farà mai decol-
con ogni mezzo. Le migliaia di Ed è uno schifo. Se vuole faccia- abbonamenti, sono un fatto capitato di sentire per caso in gi- ne civica senza confini, un'abi- lare Napoli.
abbonamenti sottoscritti a prez- mo un giro per gli stabili citta- non un'opinione. Mi hanno det- ro. tudine al brutto, irreversibile. Non tirerà fuori Gigi D'Ales-
zo simbolico che lasciavano de- dini e le faccio vedere la solita to a brutto muso: ‘Non voglia- Viene da ridere. Mi perdoni, ma cerco concetti sio. Di lui un giorno disse: “È
serte le platee private del resto pletora di gente che butta via i mo continuare sul tuo terreno, E invece mi scappa da piangere. forti per farmi ascoltare. Mi han- un napoletano che canta,
della città, hanno avuto il loro soldi senza che nessuno gliene ma fare un museo della canzone Mi viene la pelle d'oca. Voglio- no licenziato come a ‘nu poveru non un cantante napoleta-
peso. Il guitto disturbava. È sta- chieda conto. Restituire, dopo napoletana’. no ridurre il teatro a un giocat- dio. Lo sa che esiste una legge no”.
to eliminato. Arrabbiato non aver toccato il successo, è stato Modernissimo. tolino borghe- per cui la Regione Campania Per adesso, l'unico tirato fuori
rende: “Sono incazzato, incaz- sempre un mio punto d'onore.
zatissimo, ma più che altro tri- E per il Trianòn, mi creda, ho da-
ste. Io che vengo dalla sottocul-
tura più disperata, avevo capito
to i miei ultimi cinque anni di
vita senza risparmio.
Sono passato da Il Tg1 dà il
che per chi non ha niente, la cul-
tura è come l'acqua per le pian-
Cosa programmava?
Un cartellone per tutti, un po'
67 abbonati voltastomaco,
te. Papà faceva il ciabattino a
San Pietro a Patierno, un quar-
come faceva Gassman a metà
degli anni '70 in giro per l'Italia
a 4000 e ho dato l’unica cosa che
tiere di Napoli in cui non c'era con il teatro popolare italiano.
nessuno che non facesse il cal- De Filippo, Totò, Nino Taranto. fastidio perché conti da noi è la
zolaio. Di sei figli, ero il maggio- Cose semplici e profonde. Ma il
re. Definirci poveri era già un ar- mio vero maestro è stato Paso- chi non contava tv e l’uso
tificio letterario. La povertà abi- lini. Ragazzi di vita fu uno choc.
tava proprio a casa mia. Non po- Quando lo lessi per la prima vol- niente, aveva personale della
tevamo andare al cinema, dal ta, capii che era un secolo avanti
giocattolaio, da nessuna parte. agli altri. Un genio. In fondo, al un suo spazio stessa
Mia madre stava a casa. Avrà vi- Trianòn, non è che mi fossi in-
sto Napoli due volte nella sua vi- ventato un cazzo.
ta, per la politica non nutriva al- Quindi perché l'hanno allon- sono io. Diciamo che tutti pos-
cun interesse, ma stavolta, per tanata? sono fare tutto, tanto per chi co-
difendere un princìpio, sarebbe Vogliono una massa di persone Il cantante ed ex direttore manda, non fa alcuna differenza
scesa in piazza con i tamburi an- ignoranti che dica solo e sem- del teatro Trianon Nino e che la vera ragione della mia
che lei”. pre sì. Sono funzionali al proget- D’Angelo, visto da Fucecchi cacciata è negli interessi econo-
D'Angelo, è finita. to generale. Incolti, inconsape- mici che non fluivano più.
E pensare che quando iniziò nel voli, pronti a vendersi. (Da que- Una metafora dell'Italia, nel-
2005, i presupposti erano com- sto punto della conversazione in poi, la città in cui Berlusconi si
pletamente diversi. D'Angelo si scalda. Sale su un palco traveste da netturbino.
Come andò? immaginario e urla, arrota il dialetto, L’Italia è tutta 'na grande fictiòn
La Regione Campania e la Pro- si accende. Placarne il flusso di co- (anche qui, l'accento rulla che è un
vincia avevano rilevato il Tria- scienza è impresa quasi impossibi- piacere, ndr) dove chi ha intuito
non e volevano che io mi inven- le). quanto valesse la tv, ha domina-
tassi qualcosa per portarlo avan- Per scongiurare una fine che to incontrastato. Non c'è nulla
ti. Per un teatro incastonato nel di più importante della televi-
cuore di Forcella avevo il profilo sione, soprattutto se la utilizzi
giusto, dicevano. può allontanare unilateralmen- per i cazzi tuoi, per vantaggi,
Lei cosa rispose?
Accetto ma a una sola condizio- AS ROMA Ipotesi russa per i giallorossi te tutti i contratti a termine di
una una società la cui maggio-
prebende e ricatti. Prenda il
Tg1, fa venire il voltastomaco.
ne: che la mia direzione si tra- ranza sia nelle sue mani? Se lo osservi con attenzione, vai
sformi in evento sociale. Un tea-
tro per la gente in un quartiere a
la Borsa come sempre ne approfitta Chi l'ha contrastata? Nomi e
cognomi.
al manicomio. Meno male che
c'è la La7. Me fa discute, me 'fa
rischio. Con l'aiuto dei fondi sta- opo i cinesi, gli america- (che deve alla banca di Ales- davvero qualcosa si stia Il centrodestra locale. Due cam- pensà.
tali e un abbonamento a dieci
euro, rivolto a chi non si poteva
Dte tutti
ni, gli arabi, e ovviamen- sandro Profumo 325 milio- muovendo o se gli attori
gli imprenditori ro- ni). Il principale argomento principali siano ancora in at-
pioni della democrazia rappre-
sentativa come Taglialatela, l'as-
Minzolini è amatissimo.
(Ride ndr) Ma è tutto il sistema
permettere il lusso della rappre- mani, adesso è arrivato il a favore dell’ipotesi Lukoil è tesa di fare la mossa decisi- sessore regionale all'urbanisti- che non funziona più. Il sesso,
sentazione. momento dei russi. L’ulti- che la compagnia russa è già va. Uno su tutti: la famiglia ca e il suo collega Rispoli, pre- ad esempio, è diventato un ba-
Risultati? mo dei (presunti) preten- il principale sponsor dello Angelucci al momento for- sidente del consiglio provincia- zar a cielo aperto. Io non ce la
C'erano 67 abbonati. Sono di- denti per l’acquisto della Spartak Mosca (anche se se è troppo impegnata nella le. Le racconto una cosa diver- faccio più a vedere le belle ra-
ventati 4.000. Un trionfo esage- Roma sarebbe Leonid Fe- non è chiarissima l’utilità di battaglia per sfuggire ai tagli tente. gazze in copertina e non perché
rato. dun, vice presidente della comprare, come operazio- alla sanità nel Lazio per pen- Prego. sia diventato ’frocio’. Ho solo per-
Da una vita, Nino D'Angelo Lukoil, la più grande delle ne di marketing, una squa- sare a Torri. Di certo, la Bor- Sono stati i primi a mettere in so il desiderio e come me, i miei
combatte i pregiudizi. compagnie petrolifere rus- dra italiana). “La procedura sa ne approfitta: anche ieri discussione la mia permanenza figli.
È la mia storia. Goffredo Fofi se. Fedun - la fonte è la stam- di vendita ed esplorazione ha segnato un rialzo del 7,4 e magari hanno pensato, sba- Cupo.
scriveva di me cose atroci. Poi si pa russa, da prendere con le del mercato è avviata con in- per cento. Nell’ultimo mese gliando obiettivo, che politica- Abbiamo fallito. Ai nostri eredi
ricredette e mi fece conoscere pinze – sarebbe pronto a tesa totale tra noi e la fami- addirittura +23 per cento, e mente potessi accentrare sim- abbiamo fatto un torto enorme.
Roberta Torre, la regista di Tano mettere a un investimento glia Sensi”, ha detto Paolo senza che ci fosse il campio- patie. Io non ho mai parlato con Gli abbiamo sottratto curiosità,
da morire. Feci una colonna so- da 200 milioni di euro, che è Fiorentino, il dirigente di nato. Per gli investitori, in- un assessore allo spettacolo, ma voglia di scoperta, mistero. Il
nora che vinse il David di Dona- – più o meno – il prezzo del- Unicredit che segue la pra- somma, conta più una voce solo con quello all'urbanistica desiderio è 'na cosa troppa gran-
tello e la considerazione degli la squadra ancora affidata a tica, dopo un incontro con di corridoio su un miliona- regionale, lo stesso Taglialatela. de, noi gliel'abbiamo rubato e
altri mutò in un amen. Rosella Sensi ma di fatto nel- la Sensi e la banca Ro- rio russo che una débacle di Le riunioni per il teatro le facevo loro non aspirano più a un caz-
Tenace. le mani di Unicredit, la prin- thschild che sta cercando capitan Totti e dei suoi (5 a con lui. (qui il dialetto è senza zo. È finita. Bisogna esserne
Sul campo ho avuto sempre la cipale delle banche creditri- l’acquirente. Al momento, 1) in campionato con il pic- argini, ndr). Napoli sta chiena e consapevoli e recuperare il po-
forza di sovvertire i preconcetti. ci del gruppo Italpetroli per la verità, non è chiaro se colo Cagliari. fuoss, sta chiena e' strade scassate e co. In quella parola c'è il fonda-
Quando gli intellettuali si accor- lui ha truvato o' tiempo per venire a mento di ogni godimento. Po-
sero che non avevo solo una ma- parlare del Trianòn. È come se per la co. Senta come suona bene.
pagina 16 Mercoledì 15 settembre 2010 Mercoledì 15 settembre 2010 pagina 17

SECONDO TEMPO SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ Tg2 non ci sono equivoci: il
messaggio di “congratula- di Luigi Galella
Avanspettacolo
Bernini
esempio a “La cantatrice cal- lora, che direbbe cara signo-
MONDO
IL NOME ISPIRATO A UN ITALIANO

Mario Bros
WEB
di Federico Mello
è NEWS ONLINE E SULLA CARTA STAMPATA
LA RICERCA: SI ATTINGE A UNA PLURALITÀ DI MEDIA
Lo scorso anno, il Pew Research Center, centro di ricerca
Usa sulla Rete, aveva spiegato come fossero diventati di
più i cittadini che si informano su Internet rispetto a quelli
che lo fanno sulla carta stampata. Con una nuova ricerca,
il PEW adesso mostra che in realtà solo il nove per cento
degli americani apprende le notizie usando solo Internet:
le nuove fonti di informazione, infatti, spesso si sommano,
e non sostituiscono, i canali tradizionali. Così
il 39 per cento degli intervistati ha detto di
feedback$
Commenti all’articolo
su ilFattoQuotidiano.it:
“In ventimila per un
compleanno
emozionante” di Carlo
Tecce

è 100 DI QUESTI
giorni!!!!! Siete bravi,

Frattini nuota zioni” per la scelta di Berlu-


sconi di non andare allo sba-
raglio, passa in secondo pia-
no di fronte allo schiaffone
che il Quirinale ha rifilato a
“T umb Zang Sdeng”. Ono-
matopee di sapore ma-
rinettiano e futuristico per
chiedersi se la destra sia
va”, del 1950, di Eugene Io-
nesco, dal titolo oscuro ed
evocativo.
Un dialogo fra un uomo e
una donna, seduti l'uno di
ra se ci fossimo incontrati in
quella casa?” E in un crescen-
do irresistibile, dopo molte
altre “curiosissime coinci-
denze”, sono costretti a de-
compie 25 anni
è VALIGIA BLU OK SU FACEBOOK
DOPO LA “CENSURA” DEGLI SCORSI GIORNI
L’allarme, per fortuna, è rientrato. Dopo
vari giorni che il gruppo Valigia Blu aveva
lanciato l’allarme censura (“non riusciamo
apprendere ancora le notizie dai giornali o
dalla televisione; Il 34 per cento di consultare
anche Internet e il 33 per cento di avere
ascoltato la radio. Il 44 per cento, infine,
attinge da una “pluralità di media”.
bravissimi. Un po’ invidiosa
per chi c’era, mi rifarò il 25 e
26 a Cesena. Tutti al
Woodstock!
Laura

controvento giornali e giornalisti di regi-


me. Arriva subito dopo il se-
guito delle sventagliate
(quattro) di mitragliatrice
esplosa (“L'Infedele”, La7,
lunedì, 21.15). Per indicare
con plastica evidenza sonora
la macchina che deraglia e
fronte all'altro, che si osser-
vano come due estranei, an-
che se forse si sono già “in-
durre d'essere marito e mo-
glie, e senza particolare tra-
sporto, senza affrettarsi, “si
l 9 settembre 1985 Nin- naggio dando vita al carpentiere
ad aggiornare le pagine Facebook per la
raccolta di firme contro il Porcellum”), ieri
finalmente tutto è tornato a posto. “Ci
hanno chiesto una conferma sui fondatori DAGOSPIA
è SPLENDIDA festa,
anche se sono riuscito a

“I
contrati da qualche parte”. abbracciano senza espres- “prendere” solo domenica.
contro il peschereccio ita- l'urto dei corpi: i destri che Che scoprono di esser par- sione”. tendo rilasciò un videoga- italiano – successivamente diven- delle pagine, tutte cose che c’erano già nella BRUNETTA KNOCK OUT Complimenti a tutti,
liano in acque internaziona- si colpiscono e abbattono titi dalla stessa città, Man- Così, evidentemente, Ber- me che ha avuto enorme terà un idraulico – conosciuto in sezione “info”, spiega Arianna Ciccone di C’è stato un momento in speriamo che la cosa si ripeta
di Paolo Ojetti li con il dito libico sul grilletto e sotto lo sguardo l'un l'altro: scoppi tagli pu- chester, cinque settimane lusconi e Fini. influenza su tutti noi”. Giappone come “Mr Video”. Ma Valigia Blu. L’avvocato Guido Scorza dal suo cui Renatino Brunetta, il anche l’anno prossimo!
dei finanzieri italiani “istruttori”. Il ministro gni. E surrealismo. prima - “curiosa coinciden- Nel bel volto della Bernini, Questo uno dei migliaia di cin- quando nel 1985 il gioco stava per blog sul nostro sito si chiede: “ Può napoleonico ministro figlio di Marcello Romani
g1 Frattini difende così questa storia disonorevo- Del quale si fa interprete con za” - e di aver preso lo stesso da “velina invecchiata”, co- guettii che ieri si potevano leggere uscire negli Usa, la sede americana Facebook continuare a metterci a tacere un ambulante veneto, è stato
T Ecco il presidente Napolitano che – quasi
ironicamente – dice che Berlusconi ha fatto be-
le: “Il peschereccio sapeva che non doveva pe-
scare”, ecco un libico honoris causa. Cosa ag-
proditorio candore l'onore-
vole Pdl Anna Maria Ber-
treno, in seconda classe -
“bizzarra, curiosa coinciden-
me ingiustamente si defini-
sce, la contrizione e il ram-
su Twitter. A scriverli persone da
tutto il mondo, più e meno giova-
della Nintendo non aveva ricevu-
to alcuna indicazione sul nome del
senza doverci delle spiegazioni?”. definito la Lorella Cuccarini del
governo. A onor del vero il suo
è LA COSA ke più mi è
dispiaciuta è non esser
ne a non sfasciare tutto, rinunciando alle elezio- giungere? Frattini ieri e, l’altro giorno, Gelmini. nini, nel momento in cui ne- za”. marico per i finiani che ha di ni, tutti a festeggiare il 25esimo nuovo personaggio. Durante una esordio aveva creato molta riuscito a venire... ci sarò alla
ni politiche anticipate. E allora il Tg1 cosa fa? E’ la vittoria del principio di Peter: ogni dipen- ga che ci sia mai stata la cac- Uno viaggiava nel “vagone fronte, Filippo Rossi e Fa- compleanno di Super Mario Bros, riunione apparve improvvisa- curiosità perché il 60enne economista prestato alla politica prossima promesso
Prende il Presidente e lo usa per dimostrare dente tende ad arrivare al suo massimo livello di ciata di Fini dal partito. Lo numero otto, sesto scompar- bio Granata, primitivi nella un videogioco, ancora di più, un mente, con tanto di baffi, Mario sembrava dare una svolta al mostro della Pubblica Diego Fort
quanto Berlusconi è grande, geniale e politica- incompetenza. studio di Lerner è invaso da timento”, e l'altro viaggiava loro logica antica, succube personaggio, intimamente legato Segale, il magnate proprietario amministrazione. Due anni fa si era scagliato contro i
mente inarrivabile. In verità, Napolitano si è tol- smarrimento e divertito stu- nello stesso vagone, stesso del rispetto di cose e parole all’infanzia della prima generazio- dello stabile della casa di videogio- “fannulloni” minacciandone il licenziamento e gli applausi si è IO C’ERO !!!
to un sassolone dalla scarpa ricordando – parola g3 pore. La frase della Bernini scompartimento. Possibile, dette. Che coi loro sguardi ne cresciuta a marmellata e com- chi in America: così nacque Mario. erano sprecati. Poi è caduto nel narcisismo e ha infilato una Michele
per parola - che in agosto, quando Berlusconi
voleva andare disperatamente alle urne, proprio
T Nemmeno si mettono d’accordo. Il Tg3 con-
fronta le due versioni, quella di Maroni (“E’ sta-
in un batter di labbra cancel-
la i fatti e le insistite crona-
certo, anche se entrambi
non lo ricordano. E l'uno
increduli non comprendono
che la realtà è vanificata dal-
puter; la prima ad afferrare un jo-
ystick, un joypad, e a perdere in-
Fu un successo mondiale: il con-
trollo sul “character” era assoluto
serie di parole in libertà che hanno minato alle fondamenta
la sua immagine di politico innovatore. Durante una puntata è SIETE grandissimi. Il
il direttore del Tg1 attaccò il Quirinale con un to un errore, pensavano fossero immigrati clan- che agostane. Il bombarda- aveva il posto numero tre, vi- l'opinione e l'opinione è an- teri pomeriggi davanti uno scher- e tantissimi erano i quadri (alcuni di “Matrix” Enrichetto Mentana stuzzicò il suo Ego e risveglio delle coscienze di
editoriale in cui spiegava agli italiani che le ele- destini”, dunque mitragliabili) e di Frattini, mento di Finopoli, il fragore cino alla finestra e l'altra il nullata da quella successiva, mo pieno di colori a otto bit. Mario nascosti) e i segreti da scoprire: l’ex-socialista, che da giovane si era fatto notare alla corte di cui siete i protagonisti
zioni, anche se anticipate, “sono il sale della de- l’esperto di pesca. Nel servizio, il cronista dice: degli spari, l'assedio senza sei, di fronte, vicino alla fi- basta cambiare espressione fece la sua prima comparsa nel vennero vendute più di quaranta Craxi e di Gianni De Michelis, dichiarò senza pudore di indiscussi verrà ricordato
mocrazia”. Il sassolone di ieri è stato ignorato dal “Sulla barca libica c’erano i finanzieri come os- tregua. nestra. “Eravamo dunque ed essere convincente, cam- 1983 in un altro storico videoga- milioni di copie. Ora Mario è più avere le carte in regola per il Premio Nobel per l’Economia. nella storia del paese.
Tg1, troppo grosso e troppo indigesto. Minzo- servatori. Sì, hanno osservato i libici che spara- Tuttavia, se Berlusconi e i faccia a faccia cara signo- biare canale, cambiare gior- me – a gettoni – della giapponese conosciuto di Topolino, è prota- Qualche mese dopo ha polemizzato con la Carfagna per le Nicoletta
lini, anche se dopo quell’ editoriale di frettoloso vano sugli italiani”. Sintesi perfetta. Il servizio suoi hanno deciso di intra- ra”... “La cosa è possibile, ma no. Perché le cose accadono Nintendo: Donkey Kong. Allora si gonista di oltre 200 videogame, ha donne che uscivano a fare la spesa in orario di lavoro, e a
servilismo è sparito, può darsi che si rifaccia vi- politico puntava tutto sulla dissoluzione preven- prendere lo smantellamento io non me ne ricordo caro ma non accadono, si dicono chiamava semplicemente “Jump ispirato cartoni, film e opere liri- maggio ha parlato di poliziotti “panzoni” e della necessità di è SONO contenta che sia
vo per scriverne un altro e dimostrare che le ele- tiva del gruppo di “responsabilità nazionale”, i di logica e lingua, ridotte a signore”. Si confidano di abi- parole che non si dicono, ci Man”, l’uomo che salta barili per che; il motivetto del gioco è cele- sciogliere l'antimafia. Ma gli strali più violenti li ha rivolti stata così bella! Con invidia
zioni sono il veleno della democrazia. Ieri sera, la “venti ascari di Nucara”. Nel gruppo sono rima- macchine celibi, negando tare a Londra, in via Bron- si spara e ci si ama, e si è salvare la fidanzata Pauline. Don- brato su YouTube in migliaia di esi- verso la sinistra accusata a settembre di preparare un vero e per chi c’era.
novità: il Tg1 di 60 secondi, ovvero come con- sti Dini, Scotti e Pionati: sembrano vecchi at- ogni valore a ciò che si è det- field, entrambi al numero mariti e mogli e non lo si ri- key Kong era ispirato al nostro bizioni amatoriali. Dopo 25 anni, proprio colpo di stato e alla quale ha augurato di Blisserobianella
tinuare a non dare le notizie, ma in un lampo. tori dimenticati, quelli che aspettano con ansia to e trasferendo la politica 19, nella stessa casa: “Ma al- corda. E tutto è chiaro e tutto Braccio di Ferro e perciò, quando inoltre, Mario è una delle princi- andare “a morire ammazzata”.
che un collega si ammali per poterlo sostituire. Il nell'area del nonsense, né il è assurdo. E tutto va a rotoli. la Nintendo perse la licenza, il gu- pali icone delle “generazioni futu- è IO C’ERO!!!
g2 Tg3 registra anche le turbolenze del Pd. Veltro- futurismo né il surrealismo Anna Maria Bernini del Pdl, ospite E si vive ovviamente e sem- ru dei videogiochi Shigeru Miya- re” pop-tecnologiche – quasi – di- Dario Ogliastro
T Titoli di testa: “Napolitano replica alle cri-
tiche allusive e sgarbate”. E, allora, almeno nel
ni smentisce di voler formare “gruppi autono-
mi”. L’esempio finiano è contagioso.
possono bastare.
Bisogna andare oltre, ad
de “L’infedele”, condotto da Gad
Lerner su La7
pre nel migliore dei mondi
possibili.
moto (autore anche de “La Leg-
genda di Zelda”), elaborò il perso-
ventate grandi.
f.mello@ilfattoquotidiano.it
L’immagine sulla custodia di Super
Mario Bros; un’immagine del gioco; è UNA FESTA bellissima!
Donkey Kong; una foto (secondo Un grande quotidiano!
alcuni siti) di Mario Segale Continuate così! Finalmente
non siamo più soli!
Stefano Randelli

GRILLO DOCET è EHEHEH… eravamo lì


MARCHIARE insieme, io e te... e tutti gli
IL TERRITORIO altri... ed esserci ti fa sentire
1) La marchiatura del parte “pensante e vibrante”
territorio è un retaggio atavico. di questo paese sempre più
Circoscrivere il proprio habitat è assopito e rassegnato.
ancora usuale per molte specie Dobbiamo Resistere e
animali, di solito attraverso le l’informazione vera e
secrezioni. Un comportamento che è stato corretta è l’“arma” più
trasmesso (forse da qualche mucca da alpeggio) anche offensiva che possiamo
all’uomo padano. Costui, infatti, per dimostrare l’esistenza utilizzare! Grazie a Il Fatto
della Padania, ha bisogno di piazzare simboli a destra e a ora siamo “armati” …
sinistra da sempre sui cartelli stradali del Nord Italia. disarmiamoli! P.S. agli
L’inaugurazione della scuola di Adro con tatuaggi, graffiti e organizzatori: l’anno
marchi padani doc è la chiara evidenza di un ulteriore prossimo, avvertite gli
processo degenerativo in atto. Ogni sgabello, scrivania, esercenti che arriviamo (e
lavagna, water e insegnante (?) della scuola ha il simbolo siamo tanti) … alle 19.00
del “Sole delle Alpi”. Se trovate un marchio della niente più cibo, panini,
Lega sul portone di casa non preoccupatevi, ma patatine, crackers, bibite ecc.
chiamate subito una ditta di disinfestazione. spazzolati via da tutta la
È contagioso per i deboli di mente. Versilia!! Ho visto gente
2)I sostenitori del voto anticipato hanno fatto un divorare i “crostini dorati”
passo indietro. Boss(ol)i addirittura tre. quelli che vanno inzuppati
Il motivo è uno solo, la paura del default che nella minestra!!! Vi siamo
produrrebbe l’effetto di uno tsunami sulla classe vicini… il vin brulè non
politica. Sarebbe azzerata nel migliore dei casi. Entro sarebbe stata una cattiva
l’anno scadono più di 150 miliardi di euro di titoli, se idea.
non saranno acquistati non si potranno pagare le Acqua100
pensioni e gli stipendi pubblici che verrebbero decurtati.
Di quanto? Del 10, 20, 30%? Un Paese senza governo e è NOI SIAMO quelli della
con 1800 bottiglia di vino bianco allo
miliardi di debito è È ROTTURA SULLA BANDA LARGA Zanzibar!!!! È stato davvero
sarebbe come un SALTA IL TAVOLO TRA OPERATORI emozionante!
tonno in una tonnara. Gli operatori hanno ritirato ieri l’adesione Angelo & Francesca
La sovranità al Comitato Ngn, istituito dall’Agcom allo
economica e politica scopo “di indicare proposte e soluzioni è TANTI AUGURI anche
è GRANDE FRATELLO UGC
di un Paese circa gli aspetti tecnici, organizzativi ed da parte mia a questo
UN CONCORRENTE DAL WEB
coincidono, senza la economici connessi alla transizione alle splendido giornale unico per
Anche il Grande Fratello, il reality
prima non c’è neppure reti di banda larga di nuova generazione”. informazione e correttezza,
show per eccellenza, si converte
la seconda. L’annuncio è arrivato con una nota firmata complimenti ai suoi
all’User Generated Content, i
da Aiip, Fastweb, TeleTu, Tiscali, Vodafone, giornalisti e a tutto lo staff.
contenuti generati dagli utenti. Uno
Welcome Italia e Wind che spiegano come Giulio
dei concorrenti dell’undicesima
“i contributi da loro mandati in questi mesi
edizione (comincia nel 2011), sarà scelto attraverso il sito
non sono stati presi in considerazione dal è GRAZIE, bella festa e
Internet grandefratellocasting.it. Gli utenti potranno
presidente del Comitato e che non sono fantastica location. I miei
registrarsi e proporre la propria candidatura che verrà
emersi elementi nuovi da supporre un complimenti a tutta la
poi sottoposta al televoto tramite sms e telefonia fissa (a
cambio di indirizzo nelle logiche che redazione e in particolare ai
pagamento). I filmati non dovranno superare i due minuti
sottendono al funzionamento del relatori che mi hanno tenuto
e dovranno rispettare i criteri del regolamento pubblicato
Comitato stesso”. Il Comitato è seduto per 3 giorni tra i lecci
on line mentre il televoto (già in corso dal 3 settembre), si
composto anche da Telecom Italia ed è e le zanzare. Adesso che è
concluderà il prossimo 15 dicembre. Alla fine i 50 video
presieduto da Francesco Vatalaro. Sempre passato un’anno e il giornale
più votati saranno valutati dagli autori e dalla produzione
secondo gli operatori alternativi “a “cresce” rimanete con noi
del programma che tra questi sceglieranno un
dimostrazione della scarsa considerazione piccoli di potere ma di grandi
concorrente che entrerà dalla “porta rossa”.
riservata ai loro contributi” ci sono le vedute; non interessa essere i
linee guida proposte dal presidente che, primi ma esserci e mantenere
dicono, “rispecchiano quasi totalmente le la libertà di esserci.
richieste di Telecom Italia”. Stefano
pagina 18 Mercoledì 15 settembre 2010

SECONDO TEMPO

Il badante
PIAZZA GRANDE É di Oliviero Beha

ERA LA STAMPA,
BELLEZZA!
La legge del Fatto a Bruxelles L’ altra sera, alla Versiliana, vedendo la kermesse de “Il Fatto”
affollata di lettori e cittadini e il palcoscenico del Teatro
animato da giovani e giovanissimi colleghi, sono stato preso da
ricordi e curiosità. Cominciamo dalle seconde. Avendo avuto la
di David Sassoli
eggio di noi ci sono Grecia, Bul- IL FATTO di ENZO l governo si presenterà a mani nude. E c’è
da scommettere che il paniere non si
riempirà, considerata la voglia di trascor-
fortuna di veder nascere due giornali dal di dentro, il primo,
“Repubblica”, nel gennaio del ’76 anche se vi sono entrato poco

P
dopo e inizialmente con uno pseudonimo, e il secondo appunto
garia, Polonia e Romania. Tutti gli Ciampi si è appellato ai nostri politici già rere l’autunno parlamentare alla ricerca questo, un anno fa, ho provato a informarmi sulla situazione dei
altri hanno biglietti da visita pre- in campagna elettorale, e ha detto: “Il di salvacondotti per il “re travicello”. Fra giornalisti allora ed oggi. Alla Fnsi sono stati gentili e incompleti.
sentabili. Questo va detto subito le pieghe delle indagini sulla corruzione
confronto non sia scontro Pensate, i primi dati reperibili sono del 1994, essendo “quelli
per mettere in chiaro come siamo mes- anche costi economici ad alto rischio so-
si a proposito di mazzette, tangenti ed frontale”. Mi sembrano, e ciale in grado di mettere in pericolo beni precedenti fisicamente archiviati e non è possibile accedervi (ma
emissione di fondi alle cricche. In Eu- mi perdoni il presidente, pubblici essenziali. La sanità italiana, ad i numeri erano piuttosto esigui)”. Sono dati “rilevati dai registri
ropa ogni giorno si bruciano 154 mi- parole buttate al vento. esempio, in bilico fra i tagli di Tremonti, cartacei dell’ufficio preposto dalla Federazione nazionale e
lioni di euro in bustarelle; in Italia, se- Da strettamente personale 2006 concorrenza poco leale e un alto tasso di quelli di alcuni anni non sono stati reperiti”. Comunque “si rileva
condo la Corte dei Conti, fra i 50 e 60 malaffare. Il capitolo riguarda l’Italia, ma incremento della disoccupazione costante e continuo che ha
miliardi se ne vanno ogni anno in “tassa non solo. Il panorama europeo non è più portato dal 1994 ad oggi un aumento di oltre il 700% di giornalisti
occulta”. Stime al ribasso, naturalmen- nista il governo italiano. Difficile anche confortante, se l’European Healthcare disoccupati registrati dalla Federazione (professionisti e
te: ogni rapporto viene compilato sulla criticarlo, perché non c’è. In una condi- Fraud&Corruption Network (Ehfcn) ha praticanti)”. Qualche numero. Nel 1994 i disoccupati erano 660,
base della corruzione accertata o pre- zione di marginalità, gli imperdonabili ri- stimato che ogni giorno vengono persi nel 2000 2012, nel 2007 4164 e quest’anno fino ad agosto 4767.
sunta. Nei “paradisi dell’illegalità”, in- tardi amplificano la gravità della posizio- per frodi nella sanità 150 milioni di euro Dunque “Il Fatto” costituisce un’inversione di tendenza sia pure
vece, c’è anche tutto quello che non ne italiana. Il grado di corruzione in Italia, al giorno. Una montagna di soldi pubbli- ridotta ma beneaugurante. È poco, è molto? È qualcosa. Diventa
sappiamo, non troviamo, non immagi- certificato da Eurobarometro e da un re- ci. Un pezzo di welfare che ogni giorno se qualcos’altro se passiamo ai ricordi e ai confronti, sia pure
niamo. I soldi della corruzione pren- cente studio della Commissione euro- ne va rendendoci più insicuri. all’impronta e sintetizzati. Nel 1976 con finanziamenti in
dono sempre vie oblique e in mancan- pea, rilevano che siamo il Paese europeo Presidente della Delegazione Pd confronto a “Il Fatto” plutocratici, debutta “Repubblica”, da
za di una legge ogni anno ci si ritrova a “in cui il crimine organizzato impone il al Parlamento europeo
Scalfari fondatore/editore/direttore in giù. Sarebbe diventato
far entrare nei libri contabili nuove voci più alto costo ai privati” e “in cui gli ap-
e percorsi inediti. palti pubblici rappresentano un settore nella sua fortunata storia ormai di mezz’età dantesca “il” caso
ad alto rischio corruzione”. In questa ul- Presentare subito della stampa italiana dell’ultimo quarto del XX secolo. E qui va
tima considerazione, sul banco degli im- segnalato come al di là delle intenzioni dichiarate il bel giornale
Un Paese
da ricostruire putati salgono amministratori, Pubblica in Europa il piano nascente a parole teneva insieme la doppia anima
amministrazione, politici. Ne esce un dell’informazione, cioè quella di essere in una prodotto e
Paese sfregiato, con sottinteso l'invito a anti-corrotti elaborato servizio, ma nei fatti si era organizzato per tempo in direzione
QUANDO non c’è una legge, vale sem- starne alla larga, a non investire, non par- dal giornale: per rispettare soprattutto del primo. Lo è dichiaratamente oggi: un prodotto,
pre quella del più forte. O del più furbo. tecipare a gare, non entrare in contatto che il Caimano teme come giornale-partito più del Pd (e grazie!),
Per questo una legge anti-corruzione è ur- con la Pubblica amministrazione e la clas- gli obblighi comunitari che che predica spesso benissimo e sul cui razzolamento il dibattito
gente. Ma non una legge qualunque. Una se politica. Una legge anti-corruzione po- potrebbe aprirsi in ogni momento. Aziendalmente, tanto di
legge che protegga il cittadino e chiami la trà far giustizia anche di normative che scattano nel 2011 cappello anche se più che assumere oggi restringe e pensiona
politica e il mondo economico-finanzia- pesano su un comune sentimento di giu- come tutto (o quasi) il settore. Il fattore “servizio” comunque
rio a risponderne. L’Italia è un paese da stizia e sulla capacità italiana ad uscire sembra ormai un osso troppo difficile da rodere, un pio desiderio
ricostruire ed è indispensabile una legge dalla crisi economica. Mi riferisco alla Un’immagine
del passato. Taccio sull’Editore odierno, un virtuoso della
come quella proposta dal Fatto Quotidiano reintroduzione del falso in bilancio, alla di Eugenio
Finanza, un tycoon della sanità privata, un interlocutore di
che contiene i requisiti chiesti dall’Euro- revisione del sistema della prescrizione, Scalfari,
pa per non finire di aggravare la condizio- all’inasprimento delle pene per corrotti e fondatore di
Berlusconi per i famosi fondi “salva imprese” in una stagione dai
ne di paese sott’osservazione, inaffidabi- corruttori, all’introduzione del reato di Repubblica risvolti più che opachi. Cose loro (!?!). Questo giornale nasce
le e melmoso. Il conto potrebbe essere auto-riciclaggio. nel lontano invece come una scialuppa in un mare di yacht di varie
molto salato. Per rispettare obblighi in- 1976 (FOTOANSA) dimensioni. Non è soltanto un “nuovo giornale”, ma tenta di
ternazionali, entro il 2011 l’Italia dovrà Il tempo essere un “giornale nuovo”. Di qui il bisogno che anche i lettori,
approvare la legge anti-corruzione. E non gli abbonati, i simpatizzanti facciano quadrato intorno al
stringe
solo: la legge dovrà contenere anche “servizio” che si rende o si tenta di rendere, anche se il
standard sul conflitto di interessi per tutti “prodotto” deve tirare (come in effetti tira) per consentire tale
coloro che ricoprono funzioni pubbli- FINORA tutte le raccomandazioni tra- servizio. Una stampa meno inquinata, senza il padrone in
che, compresi manager e consulenti. smesse dalle istituzioni europee sono sta- redazione, per raccontare un’Italia inquinata e contribuire a
Duemilaundici, dopodomani. Per difen- te disattese, a cominciare dalla Conven- disinquinarla. Dunque non solo Berlusconi, ma un’intiera
dere il nostro Paese dobbiamo fare pre- zione penale del Consiglio d’Europa del classe dirigente di inquinatori con il silenzio/consenso di
sto: occorre assumere iniziative parla- 1999 (entrata in vigore nel luglio 2002) e molti degli inquinati. Tremano i polsi: ma c’è bisogno
mentari e spiegare all’Europa che c’è mai ratificata dall’Italia. Ora il tempo appunto di “lettori nuovi”, di cittadini consapevoli, non
un’altra Italia. Ritrovarci a Bruxelles a pre- stringe. A gennaio, il governo italiano
solo di nuovi lettori già augurabili di loro. Per questo il
sentare la proposta del Fatto potrebbe of- dovrà riferire al Gruppo di Stati del
frire contenuti e immagine a una Unione Consiglio d’Europa contro la corruzio- calore della Versiliana spero abbia significato altro da
europea che assiste incredula alle nostre ne (Greco) sullo stato di attuazione un prodotto che va. Metagiornalisticamente, e
anomalie. Non c’è dossier europeo – delle raccomandazioni ricevute. Rac- politicamente in senso etimologico: lo so, sono
dall’agricoltura all’industria, dalla con- comandazioni arrivate a destinazio- “avverbi” apparentemente velleitari. Ma guardiamoci
correnza all’energia – che veda protago- ne, ma subito riposte in un cassetto. Il intorno, con Lenin e Stracquadanio: altrimenti, che fare?

C’è grande
Gli errori su confusione intorno
alla vicenda Fiat
sulle modifiche in peius, e ve ne
sono, dei diritti dei lavoratori. In
particolare il contratto cosiddet-
to separato del 2009 ne prevede
vera ragione per cui resta carta
straccia, malgrado l’abbia appro-
vato la maggioranza dei lavorato-
ri (quanto in modo genuino e
stata negli ultimi 40 anni una so-
stanziale condivisione unitaria
da parte di Cgil, Cisl e Uil con le
associazioni di rappresentanza

Federmeccanica e allo strappo sul


contratto nazionale
almeno un paio che prendono il
nome di “deroghe” al contratto
del 2008 e riguardano la possibi-
lità di estendere l’utilizzo del
contratto a termine (più preca-
senza condizionamenti è facile
immaginare).

Il quadro
datoriale delle regole per il mu-
tuo riconoscimento, sulla rispet-
tiva capacità di rappresentanza e
sulle regole della contrattazione
(si pensi al protocollo del
da parte delle delle regole
rietà) e del rapporto a tempo ri- 1993).
di Antonio Di Stasi* di diritto comune nel senso che dotto (part time). Venendo meno una azione con-
ad esso si applicano le regole aziende di settore, Non essendo tale contratto fir- MA LA RECENTE decisione divisa sulle regole, va in crisi un
o studioso di relazioni sin- contenute nel Codice civile e la

L
perfino mato da tutti i contraenti del assunta da Federmeccanica la- sistema che si basa su accordi se-
dacali è abituato a non regola fondante, risalente al di- 2008 è pacifico, come può atte- scia sorpresi anche per un altro parati (soprattutto se chi non fir-
prendere sul serio le di- ritto romano, è quella che viene sindacalisti stare anche uno studente del pri- passaggio che riguarda le regole ma è rappresentativo di una larga
chiarazioni dei politici “ge- sintetizzata dal brocardo pacta mo anno di giurisprudenza, che del sistema contrattuale, proprio fetta di lavoratori). Ed ecco allora
neralisti”, concedendo loro il sunt servanda e cioè che il con- e ministri sbagliano le disposizioni peggiorative della quello riformato (senza il solo un’ultima verità. Ovvero la ne-
beneficio della superficialità. tratto concluso “ha forza di leg- condizione dei lavoratori sono il- consenso della Cgil) appena un cessità che il sistema di relazioni
Ma non ad ascoltare dai segre- ge fra le parti” e che nei contratti i termini tecnici legittime. E se i giuristi si divido- anno e mezzo fa. Si tratta dell’Ac- sindacali e contrattazione collet-
tari di storiche confederazioni che hanno un termine di durata no è più che altro sulla circostan- cordo quadro del 15 aprile 2009 tiva venga disciplinato con una
sindacali dei lavoratori (in spe- il recesso non è possibile se non za che tali clausole debbano es- (la riforma del sistema di relazio- legge dello Stato che rispetti i
cial modo da Raffaele Bonanni per casi particolari che nelle vi- mente ha riconosciuto nell’ulti- sere considerate nulle piuttosto ni sindacali promossa dal gover- principi di rappresentanza, rap-
della Cisl e Luigi Angeletti della cende in esame non ricorrono. mo Consiglio direttivo Feder- che inefficaci. Ma è l’esperienza no) di cui oggi Federmeccanica presentatività, democrazia e che
Uil), da un ministro del Lavoro meccanica. Secondo: se ciò è ve- che ha “bocciato” l’accordo se- ha molto da lamentarsi, tanto che renda efficaci e certi non solo gli
Maurizio Sacconi che si vanta di L’intesa 2008 resta ro, quale efficacia ha il contratto parato visto che le aziende, per “ritiene urgente una regolamen- attori negoziali, ma anche cam-
essere un esperto e soprattutto ancora valida firmato nel 2009 da Federmecca- quanto è dato sapere, stanno tazione condivisa del sistema di po di applicazione ed efficacia
dai massimi vertici di Confindu- nica solamente con Fim e Uilm? molto attente a utilizzare le dero- rappresentanza e auspica che le oggettiva della contrattazione
stria e Federmeccanica, una se- Qui la risposta deve essere artico- ghe del contratto separato del Confederazioni attivino un tavo- collettiva. La proposta di legge di
rie di considerazioni che si ba- ECCO quindi il primo punto fer- lata ma parte da una premessa 2009 e anzi molte hanno espres- lo per regolamentare la materia iniziativa popolare presentata
sano su circostanze fattuali erra- mo: il contratto collettivo firma- che viene nascosta da molti e samente chiarito “in prevenzio- per via pattizia”. Per capire come dalla Fiom può essere una valida
te. Le quali, ovviamente, li por- to da Federmeccanica con Fim, cioè che il contratto del 2009 per ne” (e per evitare contenziosi le- possa aver funzionato per tanti base di partenza su cui discutere.
tano a considerazioni sbagliate. Fiom e Uilm nel 2008, con durata stessa volontà delle parti non so- gali) che non intendono deroga- anni il nostro sistema di relazioni Ma se gran parte degli attori sin-
E allora, proviamo a capire i ter- prefissata fino al 2012 non può stituisce il contratto del 2008, ma re dal contratto del 2008. e contrattazione sindacale sulla dacali e lo stesso ministro del la-
mini della vicenda di Pomiglia- essere posto nel nulla se non con ne modifica solo in parte il con- Nel contratto di Pomigliano, poi, base del “diritto comune” e cioè voro parlano con una lingua non
no e del contratto dei metalmec- il consenso di tutte le parti firma- tenuto. Nulla quaestio per le mo- le deroghe riguardavano anche sulla base di una disciplina che le corretta, come si fa?
canici. E’ vero che in Italia il con- tarie. Tale contratto è dunque va- difiche in melius, qualora ve ne fos- diritti sanciti dalle leggi sul lavoro stesse confederazioni si sono da- *Professore di Diritto del lavoro
tratto collettivo è un contratto lido ed efficace, come implicita- sero, mentre molto vi è da dire e dalla Costituzione ed è questa la te, occorre aver presente che vi è nell’Università delle Marche
Mercoledì 15 settembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

Diritto di Replica

MAIL BOX
L’abbonato
Ho letto con attenzione l'ar-
ticolo di Marco Travaglio "Me- del giorno
diashopping" e devo ricono-
scere che contiene profonde
verità, unite tuttavia a qualche DENIS LONDERO
imprecisione. Lo spirito del-
l'articolo è completamente da I nostri genitori non si
Tanti spot televisivi me condiviso: fanno bene i staccano da Il Fatto
ma con quali soldi?
Non ho mai visto in televisione
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO dissidenti finiani a fidarsi delle


offerte di Berlusconi? La mia
risposta è: No. Sono destinati
Quotidiano neanche
nell'ultimo
giorno
tanti spot pubblicitari commis-
sionati dalla Presidenza del GLI EREDI in caso di "operoso ripensa-
mento" ad essere gradual-
di
vacanza
Consiglio e diretti al popolo
italiano teledipendente. Que-
sti spot svariano in tutti i cam-
DEL REGIME mente emarginati e poi espulsi
dalla politica? La mia risposta
è: Sì, a meno che non siano
in
Sardegna.
Dai
pi: sicurezza, famiglia, lavoro aro Colombo, un rito benefico, qualcosa fra la preghiera e il disposti a diventare acritici
ecc... A parte la contraddizione
in termini perché sfugge solo a
C sempre più spesso si sente dire,
persino nei telegiornali, che i partiti e i
miracolo. Il caso di Renzo Bossi è più delicato.
Merita rispetto perché scorta il padre in un
ventriloqui berlusconiani. Tut-
tavia, qui il Suo articolo mi dà
vostri
assidui
lettori.
chi non vuol vedere che su que- leader dominanti stanno creando, in periodo e in una situazione in cui il padre è l'occasione per fare un po' di
sti temi il nostro governo è la- modo piuttosto sfacciato, le loro certamente felice di avere vicino il figlio. Produce chiarezza su quanto accadde Raccontati e manda una foto a:
titante da tempi biblici, occu- dinastie. Esempio: Marina Berlusconi un effetto fastidioso e ridicolo, quando il alla fine del 1994, visto che abbonatodelgiorno@
pato com'è a salvare il premier e Renzo Bossi. Possibile che la modesto ragazzo senza arte né parte viene sull'argomento si è scritto e ilfattoquotidiano.it
da giusti processi che in un Pae- democrazia possa sopportare simili ostentato come l’erede che sta acquistando detto molto a sproposito:
se normale si celebrerebbero scherzi? competenza. Certo erede (in senso politico) non 1) Noi non volevamo uscire
senza alcuna remora e che do- Ar turo sarà e ogni leghista, benché taccia per rispetto dalla Lega Nord: chiedevamo
vrebbero essere auspicati an- dell’anziano padre, lo sa con certezza a un dibattito interno (e questa è mento successivo. Che cosa,
che dagli indagati medesimi se SENZA DUBBIO il tentativo è in cominciare dai "quadrumviri" (Calderoli, un'altra analogia con i finiani) e allora, mi porta a dire, sulla
questi ultimi fossero animati corso. Per casa Berlusconi provvedono il Maroni, Cota, Zaia). Purtroppo la processione un congresso straordinario scorta della nostra esperienza
dalla volontà di dimostrare ai settimanale "Chi", il settimanale "Panorama" e imbarazzante padre-figlio si dimostrerà un che sancisse il cambio della li- di allora, che i finiani bene fan-
loro sostenitori che le accuse tutto il resto del media debitamente orientati da ostacolo quando Bossi Renzo dovrà trovarsi un nea di partito e di alleanza; que- no e faranno, a non fidarsi? Il
loro rivolte sono false e ingiu- minacce, intimidazioni, partecipazioni vero lavoro. Ma anche i Berlusconi senza sto non ci fu concesso perché fatto che Berlusconi, al tem-
ste. Ma forse sto parlando di un azionarie, e pubblicità. Intendiamoci, l’idea non Berlusconi non saranno Berlusconi. Dunque nel partito non era ammesso po, aveva assunto con noi un
altro Paese o di un'Italia che mi pare che sia, non fino a questo momento, vedo le intenzioni. Ma non vedo le dinastie. Non alcun dissenso con il "capo" (al- impegno politico a proseguire
non esiste proprio più. Mi pre- quella della dinastia ereditaria. Al momento la è aria. tra analogia); così la scissione nel progetto di governo e di
meva sapere se le televisioni li regia richiede molta esposizione, forte visibilità, divenne inevitabile. riforme iniziato con la Lega e
trasmettono a titolo gratuito o e il resto si deciderà in seguito. E così si Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano 2) Conosco bene i parlamen- da questa abbandonato, che ci
se il committente paga su re- succedono interventi irati e polemici della 00193 Roma, via Orazio n. 10 tari e amministratori locali avrebbe visto a pieno titolo
golare emissione di fattura. signora Berlusconi junior in quanto casa editrice, lettere@ilfattoquotidiano.it che mi hanno seguito fino in come quarta componente
Ovviamente sarebbe interes- in quanto televisione, in quanto cinema. Bisogna dell'allora Polo (con FI, Ccd e
sante sapere, nell'eventualità di dimostrare che non è una donnina fragile e che An). Impegno che fu da Ber-
regolari pagamenti, in quale sa il fatto suo. Poiché di suo Marina Berlusconi lusconi totalmente disatteso;
proporzione i flussi di denaro non sembra essere l’autrice di errori o gaffe LA VIGNETTA e come sia andata a finire, è
partenti da Palazzo Chigi fini- memorabili (a differenza del padre, è piuttosto sotto gli occhi di tutti.
scono nelle varie casse delle accorta) il nuovo tipo di esposizione non è detto Luigi Negri
emittenti. che le giovi, anche se Berlusconi padre pensa
Sarebbe, secondo me, un altro che il puro e semplice ripetere il suo nome sia Diritto di Replica
bel capitolo del "conflitto di in-
teressi". Un modo come un al- Caro Direttore,
nella giornata di venerdì scor-
so, il vostro Cannavò mi ha fat-
IL FATTO di ieri 15 settembre 1929 duto, dopo che era quasi scom-
parso per l'mbarazzo che aveva
to un’intervista telefonica che
è stata poi pubblicata sul “Fatto
Un libro difficile, contorto, joyciano. Carico di materiali provocato? Fino a quando con- Quotidiano” di sabato 11 set-
“montati secondo una tecnica che ricorda quella tinuano ad esserci personaggi tembre. Nel ringraziarvi per
dadaista del collage e l’uso brechtiano dei cartelli” del genere non si potrà vince- l’attenzione che avete voluto
come ha scritto Giovanni Raboni a proposito di “Berlin re. Invece di cominciare a cer- dedicare al discorso che sto
Alesxanderplatz” , il devastante capolavoro di Alfred care chi potrà portare alla vit- cercando di portare avanti nel-
Doblin, scritto dall’autore, ancora traumatizzato dal toria contro Berlusconi, prima la Fiom, desidero dire che mi
fallimento della rivoluzione spartachista e pubblicato
eliminiamo i suggeritori, poi se riconosco ampiamente nell’in-
resta qualcuno, si riparte. sieme dell’intervista, ma non
nel settembre 1929. Odissea, tra sudice osterie,
Caro Furio Colombo non evi- nelle sue ultime righe. Qui mi
prostitute, osti alcolizzati, di Frank Biberkopf, omicida
denziare questo problema, co- viene attribuita una preferenza,
occasionale fresco di galera, alla ricerca di redenzione, sì incentiverai la passione po- da me mai espressa, per un ipo-
di un escamotage qualunque che lo faccia rientrare litica di chi con la nascita de "Il tetico ticket Chiampari-
nell’ingranaggio sociale, in un immaginario quotidiano Fatto Quotidiano" ha nutrito no-Vendola. Laddove io ho ri-
degli onesti. Sullo sfondo, una Berlino sfrontata, speranze di rivalsa sulla fogna sposto a una domanda dell’in-
turbolenta, metropoli tecnologica e da poco arricchita, politica che c'è in Italia. tervistatore dicendo che fac-
colma di alienazione e di lotta di classe, in cui Carlo Castronovo. care" sul serio e di voler vin- fondo e sono certo che nes- cio mio il riformismo di Bersani
degradazione e sfarzo si mixano nel simbolo dei cere. In questa squadra si tro- suno di loro lo abbia fatto in e che auspico possa coniugarsi
simboli, Alexanderplatz. La piazza fisica e virtuale da C’è bisogno di una squadra verà il capo naturale e non fat- cambio di promesse elettorali con il sogno di Vendola. Buon
dove si parte, si ritorna, si arriva, metaforico punto di to nelle scuole! Oggi al difuori né, tanto meno, economiche; lavoro.
sintesi e di contrasto tra vita interiore e vita sociale. e non di un solo campione di Vendola, Di Pietro, De Ma- non posso invece escluderlo, Fausto Durante
“Cuore di una città cosmopolita” nella quale l’antieroe Il vostro sondaggio ha le tipi- gistris non ne vedo, ma soprat- in via di ipotesi, per quelli usci-
di Doblin, geneticamente modificato, “arpionato, ma che pecche dell'italianismo. Ci tutto non vedo la squadra! E ti dalla Lega alla spicciolata pri-
insomma rimesso in piedi”, rinuncerà all’idea utopica si perde nella ricerca di un per- Silvio continua ad impazzare ma che sorgesse questa diver-
di un destino individuale. sonaggio che può avere lati po- sul palcoscenico Italia! genza politica di fondo, né per IL FATTO QUOTIDIANO
Giovanna Gabrielli sitivi e lati negativi per essere Giuseppe quelli che furono poi sottratti via Orazio n. 10 - 00193 Roma
un leader, ma si dimentica che al nostro gruppo in un mo- lettere@ilfattoquotidiano.it
non solo c'è da abbattere Ber- Tre operai morti sul lavoro
tro per sottrarre risorse al Chi sarà in grado lusconi e il suo governo, ma c'è
Paese per convogliarle nei so- da ricostruire una coalizione, e il lusso della sicurezza
liti canali. Non venitemi a rac-
di battere Berlusconi? ancora inesistente, che oltre ai La notizia tragica della morte
contare che è tutto regolare Direttore responsabile
A questa domanda non voglio numeri per raggiungere la dei tre operai a Capua, ha fatto
perché tutte le emittenti ven- maggioranza abbia in sé la va- sì che si ricordasse con tristez- Antonio Padellaro
rispondere. Se prima non si di-
gono regolarmente retribuite ce pubblicamente chi è che lidità di un programma vero, za e rabbia l'infelice dichiara-
Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
per questo servizio. La cosa sa- passa sottomano i suggerimen- voluto e attuabile. Oltretutto zione del ministro Tremonti:
rebbe ancora più grave perché a scegliere questo leader chia- "La legge sulla sicurezza sul la- Progetto grafico Paolo Residori
ti, come ha fatto Latorre con Redazione
con la scusa di retribuire tutti, Gasparri contro Di Pietro, alla mate un popolo di politici e voro è un lusso che non pos-
si pensa a rimpinguare le pro- non che sa scrivere e starnaz- siamo permetterci". Il fatto 00193 Roma , Via Orazio n°10
parte avversa. Possibile che tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
prie casse. L'inverso del "pro- quel fatto sia passato nel di- zare sui blog, ma non ha il co- che abbia fatto una considera-
e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
cesso breve". In nome di una menticatoio? Che non se ne sia raggio di metterci del suo per zione immorale, oppure che, sito: www.ilfattoquotidiano.it
fantomatica giustizia (per un mai parlato? Che ora dopo lottare quest'Italietta. Succe- non si sia controllato non ab-
solo soggetto) si mortificano e Editoriale il Fatto S.p.A.
tempo, l'onorevole Latorre, ri- de come nel calcio (e le con- bia pensato a ben dissimulare
Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
penalizzano migliaia di vittime compaia in video facendo di- seguenze si sono viste). Si cer- la propria morale, la propria
di comportamenti criminali. ca il campione e gli si costrui- visione del mondo, il proprio Presidente e Amministratore delegato
chiarazioni da portavoce del Giorgio Poidomani
Cordiali saluti a tutta la reda- Partito Democratito come se sce intorno la squadra! Noi modo di considerare il pros-
zione de “il Fatto quotidiano”. abbiamo bisogno di una squa- simo? Consiglio di Amministrazione
quel fatto non fosse mai acca- Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Mario Ruinetti dra che abbia in testa di "gio- Elisa Merlo
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
• Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Queste sono le forme di abbonamento Prezzo170,00 € telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
previste per il Fatto Quotidiano. • Modalità Coupon * • Bonifico bancario intestato a: • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 320,00 € - annuale Editoriale Il Fatto S.p.A.,
Per qualsiasi altra informazione in merito Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo 180,00 € - semestrale BCC Banca di Credito Cooperativo
può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Ag. 105 Via Sardegna Roma
• Abbonamento PDF annuale +39 02 66506795 - +39 02 66505026 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
• Abbonamento postale base (Italia) Iban IT 94J0832703239000000001739
Prezzo 290,00 € - annuale Prezzo130,00 € o all'indirizzo mail
• Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano