Sei sulla pagina 1di 19

Altri quattro morti sul lavoro. Napolitano indignato.

Tremonti
che vuole meno vincoli sulla sicurezza, si vergognerà? y(7HC0D7*KSTKKQ( +z!"!;!=!$
www.ilfattoquotidiano.it

È TORNATO
TELEBAVAGLIO
MARTEDÌ E VENERDÌ
in onda alle ore 19.00 su
www.ilfattoquotidiano.it
alle 24.00 su Current
telebavaglio@ilfattoquotidiano.it
lebavaglio
io@i
@ilf
@i
ilffat
att
tto
toquo
toq
quotidiano.it Canale 130 di Sky

Domenica 12 settembre 2010 – Anno 2 – n° 241 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

QUEI SOLDI La solitudine


dei numeri premier
di Marco Travaglio

PER FAR CADERE PRODI P


rosegue il complotto del mondo intero contro
il piccolo B. Tre giorni fa, mentre lui volava a
Mosca per denunciare al “Forum
internazionale della democrazia” (un
ossimoro, vista la presenza sua e dell’amico Putin, “un
dono del Signore”) la persecuzione giudiziaria ai suoi
danni, a Parigi la Brigade Financière dava una plastica
Verbali P3: accuse a B. sulla compravendita dimostrazione di cos’è una democrazia: i suoi agenti
irrompevano nella sede dell’Ump, il partito del

di senatori (anche ora il mercato è aperto) presidente Nicolas Sarkozy, per perquisirla su
richiesta della Procura di Nanterre che indaga su

Nomina di Marra: tutte le pressioni sul Csm presunti finanziamenti illeciti alla campagna
presidenziale del 2007. La Guardia di finanza
transalpina cercava l’originale di una lettera inviata da
Eric Woerth (all’epoca tesoriere dell’Ump, oggi
di Marco Lillo di Antonella
Mascali ministro del Lavoro) all’allora ministro dell’Interno e
e Antonio Massari candidato presidente Sarkozy, per sollecitare il

P roprio quando si ricomin-


cia a parlare di compraven-
H a denunciato “l’imbarba-
rimento istituzionale” le-
conferimento della Legion d’Onore a Patrice de
Maistre, gestore dei beni della miliardaria Liliane
Bettencourt, erede dell’immensa fortuna L’Oréal,
dita di parlamentari da parte di
gato alla nomina di Alfonso secondo patrimonio di tutta la Francia. La lettera è
Berlusconi rispunta l’ombra
Marra a presidente della Cor- datata 12 marzo 2007. Subito dopo la Bettencourt –
della vecchia indagine per cor-
te d’Appello di Milano: ora la come ha raccontato la sua ex contabile, prima di
ruzione a carico del premier.
sua “corrente” vuole proces- ritrattare tutto – consegna a De Maistre una busta di
Uno degli arrestati dell’inchie- sarlo dinanzi ai “probi viri”. È 50 mila euro per finanziare la campagna di Sarkozy
sta sulla P3, Arcangelo Martino, la sorte di Giuseppe Maria (prima tranche di un finanziamento complessivo di
il 18 agosto scorso ha puntato il Berruti, l’unico consigliere 150 mila euro di fondi neri). Il quale a maggio viene
dito contro il Cavaliere. Il suo è di Unicost al Csm che si op- eletto capo dello Stato e nomina Woerth ministro del
un verbale che la Procura di Ro- pose alla nomina di Marra, Bilancio nel nuovo governo Fillon. A luglio assegna la
ma sarà costretta a valutare con sostenuta invece da governo Legion d’Onore a De Maistre. A novembre la moglie
grande attenzione pag. 2-3 z di Woerth viene assunta da De Maistre per gestire il
e “P3”. pag. 3 z
Carboni, Martino e Lombardi sulla soglia di ingresso dell’abitazione di Denis Verdini (FOTO ANSA) patrimonio Bettencourt. A gennaio 2008 Woerth
appunta la prestigiosa onorificenza sulla giacca di De
Maistre. Intanto il governo chiude un occhio sulle
ADRO x Inaugurato un edificio per elementari e materne intitolato a Miglio enormi frodi fiscali (fondi neri nascosti su due conti
Per fermare il Caimano in Svizzera) della Bettencourt, che coi soldi evasi
avrebbe acquistato dai discendenti dello scià di Persia

Scuola pubblica in salsa leghista Ferilli: scelgo


la vecchia
l’isola di Arros, alle Seychelles, per 19 milioni di
dollari. Ci vuol poco a ipotizzare che l’ereditiera abbia
finanziato Sarkozy in cambio della Legion d’Onore a
De Maistre e dell’indulgenza ministeriale sulle sue

con benedizione della Gelmini guardia Pd


evasioni. Woerth nega per mesi di aver mai scritto
quella lettera, ma alla fine è costretto ad ammettere,
anche perché ne è stata trovata una copia al ministero
dell’Interno, cacciando nei guai Sarkozy. La polizia
Simboli padani dappertutto giudiziaria, cercando l’originale della missiva, proprio
E alla mensa il sindaco questo vuole verificare: se il futuro presidente la
ricevette. Nel qual caso sarebbe complice di Woerth
impone nel menu la carne in due reati: finanziamento illecito e conflitto
di maiale per tenere d’interessi (in Francia è proibito). Woerth, come
lontani i bimbi islamici ministro del Bilancio, avrebbe dovuto vigilare sulla
fedeltà fiscale della famiglia Bettencourt: ma come
di Elisabetta Reguitti poteva farlo, se aveva ricevuto soldi per Sarkozy e
stava per piazzare la moglie in casa Bettencourt?

Imessilferenziata,
simbolo della Lega sul cestino della raccolta dif-
sullo zerbino d’ingresso, sui cartelli
nel giardino, sul tetto e soprattutto impresso
Appena la Brigade Financière è entrata nella sede
dell’Ump, i vertici del partito presidenziale le hanno
consegnato tutta la corrispondenza. Nessuna protesta
sui banchi. Sulle vetrate dell’ingresso della scuola dell’Eliseo, nessuna polemica politica, nessun attacco
materna, una decorazione di bimbi uniti tra loro dal Telese pag. 5 z alle toghe rosse che vogliono sovvertire il risultato
Uno zerbino all’ingresso della scuola di Adro simbolo del partito di Umberto Bossi. pag. 7 z delle elezioni, nessuna proposta di lodi o scudi per
proteggere il ministro sotto inchiesta o il presidente
sotto scacco. Strano: i lodi e gli scudi all’italiana in
preparazione nel premiato laboratorio
Udi Furio Colombo Morti bianche Berlusconi-Ghedini-Alfano vengono spacciati (anche
dai finiani e dal Pompiere della Sera) per misure
DIRITTI Strage continua: 3 morti presenti in tutte le altre democrazie, addirittura
SUL LAVORO: copiate dal “modello francese”. Purtroppo da Parigi si

ANNO ZERO a Capua e uno a Pistoia apprende che in Francia solo il capo dello Stato ha
diritto al congelamento dei suoi processi, sempreché
i reati siano connessi alle sue funzioni (e non pare
e non c’è la fabbrica non
“S ci sono i diritti” è la frase
questo il caso), fino al termine del mandato; ma il
più ripetuta del momento. CATTIVERIE premier Fillon e i suoi ministri sono cittadini come gli
altri e possono essere processati e pure arrestati (per
Vuol dire: “Lasciate fare legge non devono essere parlamentari: niente
In un’intervista Capezzone ha
all’impresa, che sa cosa è be- ammesso di essere immunità, nemmeno per le manette). Pertanto,
ne e cosa è male”. Per molti bisessuale. Gli piacciono sia gentili signori della banda del buco, le chiacchiere
questa è innovazione. Ma gli uomini che Berlusconi stanno a zero: il vostro “modello francese” in Francia
non è così. pag. 14 z Iurillo pag. 7 z (www.spinoza.it) non esiste. Inventatevi un’altra balla.
pagina 2 Domenica 12 settembre 2010

C
SORVEGLIANTI SPECIALI SORVEGLIANTI SPECIALI

esare e il vice-Cesare sono davvero interrogato per otto ore ha fatto molte ammissioni. prestigio per alcune persone in genere magistrati... per quale io e Lombardi ci riferiamo nelle telefonate. Forte Village in Sardegna c’era stato un pranzo da risolvere la questione attraverso un altro strumento come Carboni e Lombardi, resta in carcere. Berlusconi
Nomine e appalti Berlusconi e Dell’Utri. Parola di Arcangelo “Un interrogatorio importante” che aggrava la merito suo Marra era diventato presidente della Corte Mainolfi - continua Martino - si era rivolto a Lombardi Tullio, noto ristorante romano. “Mentre noi eravamo giuridico e cioè la remissione alle Sezioni Unite della -per Martino - è Cesare. In una delle 19 telefonate si
Martino, l’ex assessore socialista finito in posizione di magistrati e politici coinvolti nella vicenda. d’appello di Milano, Marconi presidente della Corte per ottenere un trasferimento da Napoli e anche io mi rimasti a parlare nella saletta riservata, Lombardi è Cassazione e così in effetti avvenne...”. Le parole di dice che “deve rientrare da Catania”. L’avvocato
carcere il 7 luglio scorso insieme a Flavio Carboni e Ad esempio Alfonso Marra che ha sempre negato di d’appello di Salerno, Bonaiuto della Corte d’appello di dovevo adoperare con Dell’Utri per questo ma per andato in Cassazione ritornando non molto tempo Martino sono il primo riscontro testimoniale alle Ghedini è insorto:”Berlusconi non è mai stato a
Il testimone Pasquale Lombardi con l’accusa di aver costituito la aver chiesto favori a Lombardi, anzi ha rivendicato: Napoli, Albano procuratore del Molise e altri quanto ne sappia non è stato ancora trasferito”. dopo e ci disse che non era possibile ottenere dalla intercettazioni. E, poiché sembra che la Cassazione Catania tanto meno il giorno dell’intercettazione”. Era
società segreta che tutti chiamano P3. Dopo 40 giorni “Sono stato nominato perché ero il più bravo”. ancora...”. Martino tira in ballo un nome nuovo: Martino nel verbale dà un colpo al presidente della Cassazione una decisione che risolvesse abbia annullato l’ordinanza di arresto proprio perché forse Dell'Utri? Poco importa: quasi tutte le operazioni
di carcere, spinto anche dalla grave malattia della Martino racconta invece: “Costantemente Lombardi Giovanni Mainolfi, comandante provinciale della Cassazione Carbone coinvolgendolo nella vicenda del definitivamente la questione (evitare che la Mondadori priva di riscontro, il “pentimento” di Martino potrebbe della P3, secondo Martino, venivano fatte in nome di
“Cesare è il premier” moglie (deceduta pochi giorni fa) il 19 agosto Martino mi riferiva di essere riuscito a ottenere posti di Guardia di Finanza a Napoli. “Era lui ‘il maresciallo’ al Lodo Mondadori. Dopo il convegno dei magistrati a pagasse 450 milioni di imposte Ndr) ma si poteva salvare le sorti dell’inchiesta sulla P3. Anche se per ora, Berlusconi o del vice. (Rita Di Giovacchino)

Alfonso Marra: Giacomo Caliendo: Marcello Dell’Utri:

COME ABBATTO UN GOVERNO


obiettivo l’elezione punto di riferimento il “vice Cesare”
La sua elezione alla Corte Il sottosegretario alla Giustizia Già condannato in appello per
d’appello di Milano era uno degli Giacomo Caliendo, tra i fondatori concorso esterno in associazione
obiettivi della P3. Su Marra ora di Unicost, è indagato per mafiosa, il senatore Pdl e
pende un procedimento di violazione della legge Anselmi fondatore di Forza Italia non ha
trasferimento d’ufficio per sulle avuto nulla da dichiarare ai
incompatibilità ambientale. società segrete. Il 4 agosto la giudici che indagano sulla P3.

Martino getta altre ombre sulla caduta di Prodi Martedì il Csm deve decidere se
ascoltarlo in merito alla vicenda
della sua nomina. Il Pg della
Camera ha respinto la mozione di
sfiducia contro di lui, segnando
però lo sganciamento dei finiani
Amico di Flavio Carboni, a detta
del coordinatore del Pdl Denis
Verdini, gli presentò Flavio

e parla della compravendita dei parlamentari per B. Cassazione ha intanto aperto su di


lui un procedimento disciplinare.
dalla maggioranza (si astennero).
Resta dunque sottosegretario.
Carboni, Pasquale Lombardi e
Arcangelo Martino.

Ora gli sponsor di Marra


di Marco Lillo destino. Ora Martino illumina sot- ziali sfidanti Caldoro e Cosenti- Sica e il sindaco viene convocato membro dell’Agcom costretto al- Berlusconi-Cesare sopra
to una luce diversa quella vicenda no. “Sica mi disse che aveva il di- immediatamente da Verdini che le dimissioni dopo l’indagine di a Lombardi, Martino
roprio quando si ricomin-

P
impolverata. L’ex socialista arre- ritto ad ottenere la candidatura a lo rassicura e e gli garantisce una Trani. Quando Bordon non vota e Carboni,
cia a parlare di compraven- stato come regista dell’associa- presidente della Campania per- sistemazione. Puntualmente Sica contro Prodi, Innocenzi com- visti
dita di parlamentari da par- zione segreta che mirava a in- ché”, prosegue Martino nel suo viene nominato assessore nella menta al telefono: “Se lo sono ri- con un’elaborazione

“processano” Berruti
te di Berlusconi rispunta fluenzare i giudici in favore di Ber- verbale del 19 agosto 2010, “Ber- giunta Caldoro, posto che perde- comprato”. di Manolo Fucecchi
l’ombra della vecchia indagine lusconi e a fare affari in proprio, lusconi gli doveva molto”. Il pro- rà solo quando il presidente della
per corruzione a carico del pre- ha deciso di collaborare con la curatore aggiunto Capaldo si in- Campania scoprirà il complotto a ECCO, BASTA sostituire i no-
mier. Uno degli arrestati dell’in- magistratura. Secondo il raccon- curiosice: cosa permetteva a un base di dossier sessuali contro di mi delle due inchieste su Berlu-
chiesta sulla P3, Arcangelo Marti- to fatto al pm Giancarlo Capaldo, oscuro sindaco di Pontecagnano, lui. Martino spiega ai pm di avere sconi nate a Napoli per ritrovare
no, il 18 agosto scorso ha puntato l’ex assessore del Pdl Ernesto Si- di pretendere dal Cavaliere addi- appreso da Verdini che il vero anche nel caso Sica quello sche-
il dito contro il Cavaliere. Il suo è ca, avrebbe spinto un imprendi- rittura la presidenza?. “Sica disse sponsor della nomina era Berlu- ma triangolare. Se fosse vero di Antonella Mascali l’elezione del giudice, il suo ex del Tribunale si dice che nei gior- lare il suo eventuale approdo alla
un verbale che la Procura di Roma tore amico a offrire soldi al dinia- che conosceva bene Berlusconi e sconi. E aggiunge sibillino: “Ber- quello che dice Martino, Berlu- e Antonio Massari capogruppo al Csm: a chiedere il ni prima della sentenza di appel- Consulta, è la voce che gira. Nel
sarà costretta a valutare con gran- no Giuseppe Scalera e ad altri se- che aveva dormito a lungo a via lusconi riteneva Sica un ricattato- sconi sarebbe il regista di una par- provvedimento nei confronti di lo per il testimone David Mills, giorno della nomina, 3 febbraio
de attenzione perché combacia a denunciato “l’imbarba- Berruti, l’8 febbraio, i colleghi Fa- poi condannato, Caliendo avreb-

H
natori in bilico per passare con del Plebiscito (residenza romana re. Più volte Sica mi annunciò la tita giocata su tre campi diversi 2010, la votazione finisce 14 a 12
con le vecchie ipotesi accusato- Berlusconi. Sica, secondo Marti- del premier, ndr) da cui era stato presentazione di una denuncia con lo stesso modulo. Per dare la rimento istituzionale” le- bio Roia e Luisa Napolitano. Lo be telefonato a un membro della per Marra.
rie sulla corruzione dei senatori no, conservava le prove per ricat- allontanato per gelosia da Paolo sulla vicenda della corruzione spallata a Prodi il Cavaliere avreb- gato alla nomina di Alfon- accusano di aver danneggiato a Corte, per chiedergli che aria ti-
del centrosinistra per far cadere tare il premier e le avrebbe usate Bonaiuti e dall’avvocato Nicolò dei senatori per votare contro be ordinato a Salvatore Pilello, so Marra a presidente mezzo stampa l’immagine della rasse. Berlusconi, presunto cor- L’elezione
Prodi. Il rappresentante degli ita- per farsi nominare assessore in Ghedini”. Dopo questi pettego- Prodi. Ma non l’ha mai presenta- Giancarlo Innocenzi e Ernesto Si- della Corte d’Appello di Milano: corrente mettendo “in discussio- ruttore, temeva la conferma del di Marra
liani in Oceania, Giovanni Ran- Campania nella giunta Caldoro. lezzi sul clan che conosce i segre- ta”. ca, nello stesso periodo, di trova- ora la sua “corrente” vuole pro- ne uno dei suoi principali tratti verdetto, per gli effetti negativi
dazzo, era stato avvicinato da Ber- ti dell’appartamento presiden- re un canale per foraggiare il se- cessarlo dinanzi ai “probi viri”. identitari quale è il non collate- sul suo processo. Insomma il sot-
lusconi per convincerlo a lasciare “SICA MI INCONTRÒ al bar ziale, finalmente Martino svela QUESTE affermazioni difficil- natore che gli era stato affidato È la sorte di Giuseppe Maria Ber- ralismo”. Ma uno degli sponsor tosegretario sembra messo al mi- L’UNICO DI UNICOST a vo-
la maggioranza proponendogli Riviera di Chiaia ed era partico- l’asso nella manica del sindaco: mente potranno essere lasciate come preda. ruti, l’unico consigliere di Uni- principali di Marra è Giacomo nistero per ingraziarsi i suoi ex tare contro è Berruti. Votano a fa-
seggi e poltrone. Randazzo aveva larmente agitato”, ha raccontato “Sica disse che Berlusconi dove- cadere dal pm Capaldo perché cost al Csm che si oppose alla Caliendo, tra i fondatori di Unico- colleghi. C’è un episodio che evi- vore anche il primo presidente e
raccontato anche che un impren- Martino a Capaldo. Il giovane po- va a lui la caduta del governo Pro- pongono per l’ennesima volta il AL MOMENTO non risulta nomina di Marra, sostenuta in- st, sottosegretario alla Giustizia e denza la confusione dei ruoli. il pg della Cassazione, Vincenzo
ditore gli aveva offerto molti soldi litico voleva scavalcare nella cor- di, in quanto egli si era adoperato problema della ricattabilità di un’indagine sul caso della com- vece da governo e “P3”. È un al- indagato per la P3. L’ex magistra- Prima dell’elezione di Marra, in Carbone (al telefono con Lom-
per abbandonare il governo al suo sa a governatore, gli altri poten- con l’aiuto di un imprenditore Berlusconi e perché i riscontri so- pravendita presunta da parte di tro tassello di una storia che fa to chiede insistentemente il voto un convegno di Unicost a Siracu- bardi si preoccupa di avere un fu-
amico di Sica e ben conosciuto da no già nelle mani dei pm. Nelle poco onore all’indipendenza sa, Caliendo si rivolge ai magi- turo garantito dopo l’imminente
Berlusconi a convincere previo due indagini nate a Napoli nel del Csm e della magistratura. strati parlando al plurale: pensione), e Vitaliano Esposito;
SCALERA esborso di ingenti somme di de-
naro, alcuni senatori del centro-
2007 su Berlusconi e poi archivia-
te a Roma, (sulla corruzione di
Il sospetto è Per la nomina del giudice, è sto-
ria nota, si era mossa l’associa-
Votò contro al “Noi...”. È Berruti a replicare a
muso duro: “Noi chi?. Lei è un
il vice presidente del Csm, Nico-
la Mancino e Celestina Tinelli.
che il sistema Csm: è accusato
L’UOMO DI DINI sinistra a votare contro Prodi.

MI FECE I NOMI dei senatori


Saccà e di Randazzo) infatti, ci so-
no altri due casi nei quali l’allora
leader dell’opposizione sembra faccia perno
zione occulta di Flavio Carboni,
Pasquale Lombardi e Arcangelo
Martino, collegata ai vertici del di aver messo
politico, noi siamo dei magistra-
ti”.
Nei giorni prima del plenum, tra
l’altro, la Tinelli viene vista da più
persone a pranzo, nel ristorante

FINITO SOTTO ACCUSA Andreotti e del senatore Scalera.


Mi fece vedere anche dei fogli sui
quali, a suo dire, erano segnati gli
avere seguito uno schema simile.
Funzionava così: un fidato colla-
boratore di Berlusconi contatta-
sulle donazioni
Pdl, attraverso Marcello
Dell’Utri e Denis Verdini. An-
che loro indagati. E la nomina di in discussione
Un giudice
gradito al capo
“Il molo”, in compagnia dei con-
siglieri Roia e Napolitano. Circo-
stanza che non è certo un reato.
estremi dei bonifici al senatore va un imprenditore terzo e inso- Marra, uno degli obiettivi rag- La Tinelli parla spesso anche con
di Sara Nicoli Scalera e di altri parlamentari di spettabile che offriva denaro o al- di imprenditori giunti dai nuovi piduisti, dimo- l’immagine CALIENDO comunque perse- Lombardi, intercettato. Il tribu-
cui non mi disse il nome”. Mar- tri vantaggi a un senatore del cen- stra come la logica correntizia - gue il suo obiettivo: garantire ai tarista spinge per le nomine di
inaccia querele. Nega – come si fa in questi casi – di aver “estranei” di Unicost, vertici della magistratura milane- Paolo Albano e Gianfranco Izzo
M nulla a che vedere con quanto Arcangelo Martino ha
spifferato ai Pm romani sull’affaire P3. A chi lo ha incon-
tino probabilmente non dice tut-
to quello che sa. Nel primo inter-
rogatorio aveva negato tutto. Sta-
trosinistra per abbandonare Pro-
di. Lo schema del caso Randazzo
(secondo la versione del senato- alla politica
presente anche nel Csm - quan-
do sfocia nella lottizzazione de-
gli uffici giudiziari, può favorire la sua corrente se un giudice “moderato”, gradi-
to a Berlusconi. Ci riesce. Non
al vertice delle procure di Isernia
e Nocera Inferiore. E a proposito
trato, Giuseppe Scalera, classe 1954, medico chirurgo e volta apre uno scenario ma poi re non ritenuta affidabile dal pm l’ingerenza del governo e di come avrebbe voluto. La propo- di Marra, la Tinelli risponde: “Lì è
presidente dell’Ordine dei Medici Campani, è apparso chiude il sipario sfumando la sce- romano Angelo Racanelli) è stato gruppi occulti su una parte del- sta di nomina spetta alla Quinta Berruti eh! È Berruti eh! Che ha
scosso. Lui, il parlamentare “più grigio e taciturno che si na, che così resta ancora più in- applicato anche per tentare di se- Sica ma un dato va sottolineato: a altro nome citato da Martino, a cotti, patron della Deriblok di di tutto questo sta rileggendo con le toghe. per il giudice non solo a Berruti, commissione del Csm dove, da creato il problema! Sia ben chia-
conosca”, dice chi lo frequenta tra gli scranni del Senato quietante. “Sica non mi volle durre (senza successo) Willer differenza di Bordon e Randazzo, sorpresa quel giorno non si pre- Battipaglia. Pur essendo molto vi- attenzione le parole intercettate ma anche ad altri membri del qualche anno, Berruti ed Ezia ro eh!”. E Lombardi: “Allora pure
prima e della Camera poi, si è visto piombare addosso qual- nemmeno dire il nome dell’im- Bordon . Nel primo caso Berlu- il senatore Scalera oggi è in Par- sentò. cino ai Berlusconi (Cincotti ave- in una conversazione del 2009 tra Nel gorgo Csm. Sostiene che alla futura no- Maccora (Md), danno maggior Giacomo (Caliendo, ndr) deve
cosa di più grosso di lui. E non sa come gestirlo. “Ho dato prenditore che aveva tirato fuori i sconi aveva messo in pista il com- lamento. Scalera si è astenuto il Martino non dice il nome dell’im- va affittato la villa in Costa Sme- Sica e Martino quando il sindaco delle correnti mina di Edmondo Bruti Liberati, valore al merito. Ma che le cor- vedere di poterlo scannare a que-
mandato ai miei legali di procedere contro Arcangelo Mar- soldi”. Poi continua il suo raccon- mercialista di Saccà, Pietro Pilel- giorno della caduta di Prodi. Poi è prenditore che ha tirato fuori i ralda del fratello del premier) im- di Pontecagnano, infuriato per la di Md (corrente di sinistra), a pro- renti di sinistra, Md e Movimento sto”. L’ex consigliera dice a Il Fatto
tino e contro chiunque tenda ad offendere la mia onora- to introducendo il ruolo determi- lo, amico di Randazzo. Nel secon- stato eletto alla Camera ma con il soldi ma nelle cronache dei mesi provvisamente l’imprenditore mancata candidatura gridava: “Io curatore di Milano, bisogna con- per la Giustizia, fossero contrarie di non ricordare un pranzo pre-
bilità con una squallida, fantasiosa operazione di sciacal- nante di Marcello Dell’Utri e De- do invece l’uomo messo in pista Pdl. Il capo del suo gruppo, Lam- scorsi Il Fatto aveva ricordato una nel 2008 decide di donare 295 racconto tutto dall’agosto 2007 IL FATTO ha scoperto che Uni- trapporre il “moderato” Marra. alla nomina di Marra, viene con- ciso con Caliendo “ma sicura-
laggio politico”. Diniano della prima ora, nella precedente nis Verdini. Martino avverte dal Cavaliere era Giancarlo Inno- berto Dini, invece quel giorno coincidenza: Sica era molto ami- mila euro al partito di Lamberto in poi e non faccio la fine della cost intende processare, dopo la Non deve essere eletto l’altro siderato dalla P3 un dato acqui- mente ci sono andata, e anche a
legislatura era tra i più presenti a Palazzo Madama (81,05% Dell’Utri dei propositi bellicosi di cenzi, proprio il celeberrimo votò contro Prodi. Andreotti, un co dell’imprenditore Davide Cin- Dini. La Procura di Roma alla luce puttana di Bari”. denuncia di pressioni dietro candidato, Renato Rordof, an- sito. Il vero terreno di conquista cena. Era il sotto segretario...”.
i suoi voti in aula) e viene descritto come buon amico che lui di Md. Un passato alla sono le correnti di centrodestra: Avete parlato di Marra? “Calien-
dell’attuale governatore campano, Stefano Caldoro, che lo Consob, anche per la sua profon- Unicost, e Magistratura indipen- do lo diceva a tutti che gradiva
aveva contattato per conferirgli l’incarico di monitorare la
situazione della devastata sanità regionale, poi in seguito si
sarebbe parlato anche di un assessorato. Ora, questa “bom-
ba” della P3 potrebbe rimettere tutto in discussione.
“Se anche è stato blandito con del denaro per convincerlo
“È Sica ad aver dato un aiuto a Berlusconi” da conoscenza del diritto socie-
tario, la nomina in corte d’appel-
lo, dove si possono giudicare le
società di Berlusconi, potrebbe
rappresentare un pericolo. Già,
dente, guidata da Cosimo Ferri.
C’è poi da ottenere il voto del vi-
cepresidente Mancino. Infine
quello dei “laici” di centrosini-
stra, tra i quali Celestina Tinelli,
Marra a Milano perché era il più
titolato”. Quanto a quelle telefo-
nate imbarazzanti con Lombar-
di, l’avvocato ribatte: “In
quell’ambiente tutti usano un
a passare con Berlusconi e far cadere Prodi – ricorda un suo perché il palazzo di Giustizia mi- avvocato molto vicino a Fassino linguaggio confidenziale. Io non
vicino di banco al Senato – di certo non ha fatto in tempo a i seguito parte del verbale re di Lettieri, di Caldoro e di Miller. Io cato Ghedini. Sica disse che Berlu- poli (presso l'Hotel Excelsior) sia di che riguarda quanto Sica mi aveva Voglio anche dire che Sica mi ha più e Bersani. Ferri, in grande confi-
prenderli; il governo è caduto da solo con Mastella. Poi,
però, tutti i diniani sono stati ‘ringraziati’ con la candida-
Dagosto
dell’interrogatorio del 19
2010 di Arcangelo Mar-
risposi positivamente a Marconi di-
çengogli che avrei visto cosa potevo
sconi doveva a lui la caduta del go-
verno Prodi, in quanto egli si era
Agnano sia, infine, in quella di Sa-
lerno e che vi erano al riguardo dei
detto su Berlusconi e il governo Pro-
di, ritenni opportuno riferire tutto a
volte preannunciato la presentazio-
ne di una sua denuncia sulla vicen-
lanese è l’incubo di Berlusconi.
Lì pendono i suoi processi. E an-
che la causa civile – proprio in
denza con Lombardi, non sem-
bra rappresentare un problema.
c’entro nulla con la P3, ammesso
che esista. Per me Marra era il più
qualificato”. Oggi, come a feb-
tura nel Pdl”. Scalera, però, non sa che farsene delle difese tino davanti ai pm di Roma. fare in favore di Sica. Qualche gior- adoperato, con l’aiuto di un impren- verbali dei Carabinieri. Quanto rife- Dell'Utri, in un incontro che si è svol- da della corruzione dei senatori per appello –che lo mette a rischio di E infatti Mi voterà in blocco Mar- braio, rivendica il voto “ in piena
d’ufficio: l’accusa di corruzione pesa. “Non ho mai incon- no dopo, mi telefonò Sica e (...) mi ditore amico di Sica e ben conosciu- ritomi dal Sica mi sorprese forte- to a Roma, all'Hotel Eden. So che, a votare contro Prodi, ma per quanto dover sborsare 750 milioni di eu- ra con l’eccezione di Antonio Pa- autonomia” anche Roia: “È stata
trato Martino – ha dichiarato ieri – non ho mai incontrato “A questo punto voglio riferire chiese un incontro per spiegarmi to da Berlusconi, a convincere, pre- mente, anche perché ritenevo che seguito di questo incontro, Sica fu io ne sappia, non l'ha mai presen- ro a Carlo De Benedetti, per risar- trono. I consiglieri di Unicost, in una valutazione esclusivamente
Sica, non ho mai partecipato a incontri, cene, riunioni di quanto a mia conoscenza sul ten- meglio la sua situazione. Durante vio esborso di ingenti somme di de- quanto detto dal Sica non fosse ve- convocato in Toscana da Verdini”. tata né mi ha mai mostrato alcuna cirlo dello scippo della Monda- un primo momento non sembra- di idoneità. Su questo ci metto la
qualsiasi genere e tipo con loro e con la loro cricca. Ma tativo effettuato da Ernesto Sica l'incontro, svoltosi all'interno del Bar naro alcuni senatori a votare contro ro. Comunque, per la mia vecchia bozza al riguardo” dori, grazie a una sentenza com- no tutti a favore di Marra: Rober- faccia”. Berruti alla fine di quel
soprattutto non ho mai preso un euro da nessuno e i miei contro la candidatura di Stefano Riviera di Chiaia dove si era svolto il Prodi. Mi fece il nome del Senatore amicizia con Caldoro, decisi di te- “Ho appreso ciò direttamente da prata. Dunque il cavaliere, osses- to Carrelli Palombi, Francesco voto burrascoso aveva dichiara-
conti bancari sono, sin d'ora, a totale disposizione della Caldoro. Umberto Marconi, presi- precedente incontro tra me, Mar- Andreotti e del Senatore Scalera. Mi lefonargli. Caldoro però non rispose Sica che mi disse che era stato con- sionato dalle “toghe rosse”, vuo- Mannino e Alfredo Viola, appaio- to: “Il Csm ha perso un’occasio-
Magistratura”. “Ricordo solo – continua Scalera – che, ve-
nuta meno la Margherita, come liberaldemocratici non
dente della Corte di Appello di Sa-
lerno (...) mi telefonò un giorno pre-
coni e Sica, quest'ultimo mi apparve
particolarmente agitato. Sica mi
mostrò anche dei fogli su cui, a suo
dire, vi erano segnati gli estremi dei
alla mia chiamata, ma mi chiamò
lui i giorno successivo. Io gli accennai
vocato immediatamente da Verdini
una domenica con tutta urgenza;
Dal verbale le un contrappeso. no scettici. Ma cambieranno
idea. Il capogruppo Berruti inve-
ne per dimostrare la sua indipen-
denza: c’è la richiesta di riequili-
aderimmo al Pd, sviluppando per lunghi mesi una serie di
accenti critici al governo Prodi votando, comunque, sem-
gandomi di incontrarlo. AI nostro in-
contro era presente anche Ernesto
disse che egli aveva tutto il diritto di
ottenere la candidatura alla presi-
bonifici in favore del Senatore Sca-
lera e di altri parlamentari di cui non
telefonicamente qualcosa ed egli, il
giorno ancora successivo, mi fece
Sica mi disse, che aveva noleggiato
un aereo per recarsi subito da Ver-
del faccendiere: Il sottosegretario ce è irremovibile. Preferisce Ror-
dorf. Ma se Berruti non vota Mar-
brio nella scelta dei capi degli uf-
fici giudiziari milanesi immagi-
e i suoi amici
pre insieme alla maggioranza”. “Quando la situazione si sfi-
lacciò definitivamente, come liberaldemocratici, decidem-
Sica che Marconi mi presentò come
un giovane politico, allora sindaco di
denza della Regione Campania, in
quanto Berlusconi gli doveva mol-
mi disse il nome. (...) In quella stessa
occasione, Sica si scagliò anche con-
contattare da suo cognato Ferdi-
nando Morabito, detto Nanni. lo in-
dini e che, dopo l'incontro con Ver-
dini , si sentiva tranquillizzato per-
“Affermava ra, cade l’altro obiettivo: dimo-
strare di poter controllare, attra-
nando che certe sentenze posso-
no essere diverse a seconda del
mo di non garantire la fiducia al governo Prodi. E i nostri Pontecagnano, amico di Berlusconi, to”. tro Stefano Caldoro, dicendo che contrai Morabito e gli raccontai ché Verdini gli aveva assicurato che CALIENDO, CON Unicost, è verso Unicost, il 40 per cento
non furono nemmeno voti determinanti per la caduta di che voleva da me un appoggio per era assurdo puntare su una candi- quello che mi aveva detto Sica su per lui avrebbero trovato un incarico di aver fatto lo snodo. Può influenzare circa il della magistratura associata. Bi-
dirigente dell' ufficio...”. Ecco
perché la questione morale nella
quel governo. In quell’occasione, tra l’altro, il mio non fu poter portare avanti la sua candi- “AI riguardo disse che egli cono- datura come quella, in quanto Cal- Stefano Caldoro. Qualche tempo importante. Ancora successiva- 40 per cento dei magistrati italia- sogna convincerlo. Caliendo lo magistratura non è più procrasti-
un voto contrario ma semplicemente un’astensione”. Sca- datura come presidente della Re- sceva bene Berlusconi, che aveva doro era una persona eticamente dopo, dopo l'elezione di Caldoro, fui mente, seppi da Verdini che Berlu- cadere ni. La nomina a sottosegretario invita in un bar tra dicembre e nabile. Come hanno scritto nelle
lera si è distinto, in questa legislatura, come forte soste- gione Campania. Ciò accadde pri- dormito per diverso tempo nella sua sconcertante. Sica infatti mi disse invitato a cena a Roma a casa di sconi fece ottenere a Sica il posto di va letta in quest’ottica. Da non gennaio e Berruti riferisce del mailing list decine di magistrati
nitore dello scudo al premier; suoi molti suggerimenti al In alto il senatore Scalera; ma di conoscere la scelta di Berlu- casa di Roma in Via del Plebiscito, che Caldoro frequentava transes- Morabito . Alla cena era presente assessore nella Giunta Regionale, l’esecutivo di sottovalutare poi che è stato ma- “pressing” ai colleghi del Csm. sconcertati dalle scandalo P3 ma
deputato Brigandì per la stesura della prima bozza del le- sotto l’ex assessore campano sconi su Caldoro e quando erano da cui era stato allontanato per ge- suali ed era stato sorpreso in incon- Morabito con la moglie, insieme a ma che Berlusconi riteneva Sica un gistrato a Milano per oltre 30 an- Qualcuno inizia a delegittimarlo: anche dalle vicende legate ai casi
gittimo impedimento, passato poi con il voto di fiducia. Ernesto Sica (ANSA) ancora in discussione le candidatu- losia di Paolo Bonaiuti e dell’avvo- tri clandestini sia nella zona di Na- Stefano Caldoro. Per quello invece ricattatore e come tale inaffidabile. centrosinistra” ni. Conosce tutti. Nei corridoi vuole votare Rordorf per agevo- “De Magistris” e “Forleo”.
pagina 4 Domenica 12 settembre 2010

S
IL SONDAGGIO

u ilfattoquotidiano.it abbiamo preferito Fini, con il 5%. Anche se, per chi cercano figure percepite come davvero
Votate e commentate chiesto a chi affidereste la ha votato sempre in quella direzione, non alternative, come Vendola, Di Pietro e
missione di fermare l’uomo che da sarà facile dimenticare il passato “nero” del Grillo. Neanche loro nuovissimi ma
oltre un quindicennio tiene in ostaggio la presidente della Camera, soprattutto comunque noti all’opinione pubblica.
sul nostro sito: politica italiana. Anche se il Pd è il maggior l’acquiescenza con cui ha votato molte delle Diversi tra loro pronti ma con la stessa
partito di centrosinistra, il suo leader leggi vergogna imposte dal Cavaliere. voglia di strappare il potere a B. Questi i
continua a non convincere i nostri lettori, Qualcuno dà ancora fiducia a un vecchio nomi che proponiamo pronti però ad
ilfattoquotidiano.it che gli danno solo il 2%. A lui viene leone come Pannella. Ma soprattutto si allargare il ventaglio.

Scegliete il più adatto a battere il Caimano


CHI DI QUESTI PUÒ FERMARE BERLUSCONI? Pier Luigi Bersani Antonio Di Pietro Gianfranco Fini
Pro Ha alle spalle una Pro È stato il vero Pro Vuole fondare un
36% Beppe Grillo solida politica di oppositore del premier partito di destra
sinistra. in questa legislatura. moderno.
28% Antonio Di Pietro Contro Fa sembrare il Contro È incapace di Contro Ha votato tutte
24% Nichi Vendola Partito democratico in creare alleanze e le leggi ad personam
crisi di identità. aggregazioni. del Cavaliere.
5% Gianfranco Fini
4% Nessuno di questi Beppe Grillo Marco Pannella Nichi Vendola
2% Pier Luigi Bersani Pro Ha riempito le Pro Sue le più grandi Pro Da outsider ha
piazze con iniziative di battaglie italiane: vinto le Regionali in
1% Marco Pannella protesta come il Vday. divorzio e aborto. Puglia nel 2005 e 2010.
Contro Non è percepito Contro Fa parte di un Contro Non ha un
Totale Votanti: 60.000 Ecco i risultati del nostro sondaggio aggiornati come un politico serio altro mondo, un’altra programma politico
ieri sera in chiusura di giornale. Ma potete continuare a votare. e affidabile. cultura politica. solido e convincente.

CERCANDO UN VINCENTE
Oltre sessantamila i voti. In testa Grillo. Seguono
Di Pietro e Vendola. Fini supera Bersani
I commenti voltagabbanismo. Radicali = Ancora più decisivo è il recupero prendere posizioni. Di Pietro? È il politico che sia non solo utile ma pari a tutti gli altri pretendenti
dei lettori benaltrismo. dell’astensionismo di sinistra e n. uno con De Magistris, ma per perfino praticabile e la risposta non ce n’è per nessuno. Se poi
da ilfattoquotidiano.it Torquemada58 l’apporto al voto di quelli che pur vincere deve anche fare un po’ di continua ad essere no, non esiste farà bene è impossibile dirlo, ma
rientrando in tale area non si populismo (che non è nel suo perchè la radice comune dei vari la domanda del Fatto Quotidiano
è MI DISPIACE per Bersani è IO HO SCELTO Di Pietro riconoscono neanche nei dna). Fini? fascista, missino, pensatori da salotto televisivo li non è questa.
ma con Fassino e D’Alema di per due ragioni principali: non leader/partiti succitati. Sarebbe pidiellino, liberale: no comment. rende Indegni di rappresentare le Carlo
strada ne farà poca. Mi chiedo se parla in politichese ma usa un lo scenario meno peggiore, Beppe Grillo? È un grande, ma è Ragioni dei Cittadini, senza
sia così difficile capire che con la linguaggio semplice anche se ascrivibile quasi a sogno, ma comunque un comico, che ci fa distinzione di credo ed di è CREDO che la soluzione sia
scelta seguita fino a qui lo folkloristico e, soprattutto, ama temo tale resterà. ridere amaro. Io lo vedo come un appartenenza. Che sia il peggio nel riamalgamare le varie anime
smembramento di quel che resta la verità e odia le ingiustizie. Gli Gianluca giudice o un professore, pronto a del peggio quello che abita a della sinistra quella con la “S”
del Pd è assicurato. Invece di fare consiglio comunque di non bacchettare chi sbaglia. Nichi Palazzo Chigi non mi consente di maiuscola, quella che ha come
inviti a Schifani o a Bonanni il scendere a compromessi è LA QUESTIONE morale è Vendola? Non l’ho mai visto pensare ad un ” meno peggio” o a priorità il lavoro e le politiche
dovere era di sentire i giovani che sposando quelle scelte del Pd che stata posta da Enrico Berlinguer. come leader. Pannella? grande un “meno screditato”. Azzerare sociali magari sotto la guida di
avrebbero avuto molte cose da disorientano l’elettorato di Nichi Vendola personaggio, ma troppo avanti per intero la classe politica, Nichi Vendola. Naturalmente
dire e da consigliare ma invece sinistra. Saverio con gli anni. Chi propongo? De mandare a casa gli numeri alla mano questo non può
chi protesta viene indicato come Antonella Brandani Magistris. È giovane, intelligente, ultraottantenni mafiosi e la bastare e quindi bisognerebbe
”squadrista” complimenti! è DI PIETRO , è l’unico per come Di Pietro conosce la pletora di aguzzini a servizio del creare un programma che
Marco Fischia è ANTONIO Di Pietro è grinta, coerenza e capacità. politica italiana senza essere un ducetto brianzolo è la sola coinvolga Di Pietro, Beppe Grillo
l’allenatore della mia squadra Oltretutto sa imparare politico di professione. questione sulla quale poter e coloro i quali all’interno del Pd
è VABBÈ dai giochiamo. Primo ideale, fatta di gente pulita, velocemente dalle situazioni e ha Luigi seriamente lavorare e per la abbiano proposte serie e
ministro: Bersani. Economia: onesta, capace, determinata e una capacità di lavoro quale la società civile dovrebbe riformiste, quelle anime che non
Fassina (Stefano segreteria Pd). coraggiosa: Capitano Luigi De impressionante. Sa combattere, è LA DOMANDA è una sola: fare fronte comune. sono legate alla vecchia politica
Interno: Vendola (vice premier). Magistris ha tutti i requisiti per il ma ha saputo anche accettare esiste una Politica in questo Daniele Presutti (vedi D’alema) e che non hanno
Esteri: De Magistris. Sviluppo cose che non gli piacevano (e lo
economico: Tabacci. Pari ha detto ad alta voce) pur di è VOTO VENDOLA sapendo
opportunità: Bindi.
Infrastrutture: Di Pietro. Scuola:
“Berlusconi è creare una coalizione che
eliminasse il caimano dalla vita
“Ci vorrebbe una che è un sogno. I sogni sono i veri
antagonisti della non politica di
“Con inviti a
Puglisi (Francesca, segreteria Pd).
Sanità: Marino. Lavoro: Damiano.
solo una delle politica del Paese, un uomo
assolutamente nefasto per i
federazione di tipo aziendale pragmatico
affarista che da 15 anni ci tortura.
Schifani o
Comunicazioni: Orfini. (Matteo
segreteria Pd). Giustizia:
conseguenze valori che rappresenta e agisce e
che sono in contrasto con quelle
Sinistra tra Pd, Il vecchio slogan la fantasia al
potere può tornare a farci
Bonanni lo
Finocchiaro. Difesa: Donadi gli di Di Pietro: salvaguardia della sperare. È la speranza che ci
altri da vedere.
a cui ci ha democrazia, trasparenza e pulizia
Idv, e Vendola viene tolta adesso dopo aver
smembramento
Valerio nella vita pubblica, rispetto delle tolto a milioni di operai quel
portato la regole condivise, rispetto della Con l’apporto poco di benessere che gli era di quel che resta
è IL PROBLEMA dell’Italia persona e decoro della nazione. stato fatto solo assaggiare.
non è Berlusconi. Berlusconi è nostra cultura Gianna Bassi determinante Speranza e voglia di riscatto sono del Pd è
solo una delle conseguenze a cui inseparabili, perciò Vendola, per
ci ha portato la nostra cultura bacata” è L’UNICO veramente in grado di Grillo” la sua diversità, per i diritti, per assicurato”
bacata. Il problema dell’Italia è di battere l’innominato è senza una gestione della politica che ci
molto più esteso e complesso e alcun dubbio De Magistris. dia una vita che valga la pena di
non credo che sostituendo ruolo. In squadra: Matteo Renzi, Mario paese? La risposta è no, affrontare. come massima aspirazione la
Berlusconi con qualcun altro Nichi Vendola, Grillo, Debora miseramente no, quale che fosse Oscar “poltrona” a tutti i costi ma gli
(chiunque altro) la situazione Serracchiani, Sonia Alfano, è VOTO Sergio Chiamparino il volto imbonitore negli ultimi 15 interessi del paese. Penso,
cambierebbe. O meglio, per dirla Pancho Pardi con Bersani e Bindi (Sindaco di Torino) perché anni, da D’Alema a Prodi, da è LA GENTE è affascinata dal inoltre, che un candidato premier
con Tomasi di Lampedusa, in difesa. conosce e affronta i problemi del Fassino a Veltroni, da Casini a “capo” e da sempre i grandi capi donna possa esser visto come un
cambierebbe per rimanere Rosemary Read Nord senza il fanatismo della Vendola , dalla Bindi alla sono grandi oratori e segno di modernità e svolta
uguale. L’unica cosa che potrebbe Lega. È favorevole a un Pd meno Finocchiaro, i relitti di un Pci e di comunicatori nel bene o nel male rispetto alla vecchia politica.
davvero cambiare l’Italia è una è UNA FEDERAZIONE di centralizzato, più flessibile e una Dc incapaci di ”pensare” a un a torto o ragione, va da sè Filippo
bella sonora rivoluzione Sinistra tra Pd, Idv, e Vendola in attento alle realtà locali con Sistema Paese hanno dato ampia comunque che passando da
(culturale essenzialmente). E mi cui quest’ultimo riesca ad struttura Federale Regionale : prova di essere inefficaci, inutili, Hitler a Fidel Castro per finire ad è CI METTIAMO un politico a
sembra che purtroppo siamo imporre una leadership di consentirebbe anche di dannosi per intero e uno alla Obama la gente ama chi riesce ad sconfiggere un politico? ma siamo
troppo lontani dal poterla mediazione e di colloquio con i valorizzare le differenti vocazioni volta. Avere avuto il fegato di entusiasmarla, chi gli provoca un matti? ma se hanno avuto 16 anni
realizzare. Quindi alla domanda giovani del Pd, come Serracchiani e realtà regionali e anche i molti presentare l’affossatore dell’Iri brivido. In conseguenza Vendola per mandarlo a casa e non lo
“Chi può fermare Berlusconi?” e Civati. Sarebbe anche decisivo personaggi validi che crescono in come premier la dice lunga sulle è per me l’unico candidato hanno fatto, secondo voi lo
mi sento di rispondere l’apporto di Grillo che con un Pd a livello locale. È in linea reali capacità di una politica che possibile perchè oltre a dire cose faranno mai? per scongiurare una
“solamente noi”. intesa del genere potrebbe anche inoltre con la concretezza di sia socialdemocratica. Un di sinistra riesce ad esprimerle dittatura ci vuole gente seria,
Esclusa starci, se riesce a contenere la Vendola per una politica di Demitiano salvatore dello Stato è con un’oratoria incredibile che gente consapevole, gente che
propria definiamola instabilità riqualificazione e rilancio del stata la cosa più ridicola che ho affascina e trascina le platee. Non vive tra la gente e non gira con le
è I POPOLI di Star Trek e loro antipolitica, cosa che non so se Meridione dovuto sopportare nell’Ulivo. me ne voglia nessuno, ma il guardie del corpo o in auto blu in
principale caratteristica: Piddini = farà. A questo nucleo potrebbero Corrado Tomassini Oggi ci si chiede se esista una sindaco Renzi ha ragione quando poche parole ci vuole un comico
sonnambulismo. Vendoliani = unirsi in un secondo momento personalità slegata dal passato dice che troppi sono da sbadiglio, lo paghi e ti fa ridere quelli li paghi
idolatria. Grillini = fanatismo. Radicali, Verdi e Comunisti vari, è BERSANI?? Parla, parla ma nefasto che possa interpretare se a Vendola verrà data la e ti fanno piangere
Dipietristi = alterigia. Finiani = più o meno in quest’ordine. non conclude niente. Non vuole ed impersonare un disegno possibilità di confronto pubblico Paolo Mad
Domenica 12 settembre 2010 pagina 5

I
PROTAGONISTI

candidati già certi, o molto probabili, Sergio Chiamparino, che ieri ha smentito deputato per il Prc, e con l’ex presidente della
Da Vendola a Bersani, alle primarie che verranno. Mentre i (blandamente) un suo ticket con Vendola. Corte costituzionale, Valerio Onida. A Napoli,
lettori del Fatto continuano a invocare Dovrebbe partecipare anche Emma Bonino, già due i candidati Pd: l’ex sottosegretario agli
le consultazioni popolari, aumentano i nomi che invoca “primarie senza preclusioni”. Esteri Umberto Ranieri e Nicola Oddati,
tutti i candidati che correranno a livello nazionale e locale. Crescono i nomi sicuri nelle città, in vista delle assessore comunale alla Cultura. A Bologna, è
Alle primarie per il candidato premier sono Comunali della prossima primavera. A Milano, ormai certa la discesa in campo del
candidati certi Pier Luigi Bersani e Nichi il Pd ha scelto l’architetto Stefano Boeri, che democratico Maurizio Cevenini, consigliere
alle primarie Vendola. Probabile la discesa in campo di se la vedrà con l’avvocato Giuliano Pisapia, ex regionale.

“MA IO SCELGO ANCORA


LA VECCHIA GUARDIA DEL PD”
La Ferilli a tutto campo: “Di Pietro? Mi fa paura. Grillo? Non gli
metto il Paese in mano perché mi fa ridere”
di Luca Telese mo sotto l’uragano della crisi, to è superiore a ogni altra cosa. cuno pensa che con i ‘vaffancu- poi hanno cambiato opinione. fare bene.
senza riparo, l’Italia è la metafora E Grillo, allora, come ti pare? lo’ – scusate il termine – si va da Certo: se estrapoli quello che di- E Vendola?
hiedi un’intervista a Sabri- dell’alluvione. Ma tu hai capito se Grillo vuole fare qualche parte? ce, è tutto giustissimo. Ma non È molto bravo, è un ragazzo ca-

C na Ferilli sulle primarie, e


lei subito ti spiazza: “Guar-
da, vorrei dire no, ma come
faccio? A Natale ho regalato sei
abbonamenti al Fatto”. La Ferilli
Quindi il primo slogan per il
candidato leader?
Gli italiani hanno diritto ad esse-
re governati.
Tu questa estate hai preso
davvero il leader politico? Io no.
Ha fondato un movimento poli-
tico, ha preso l’8% in Emilia Ro-
magna, cosa deve fare di più?
Sì, ma l’equivoco resta. Io lo va-
E Fini? Come ti pare?
Come tanti altri, sento il suo di-
scorso di Mirabello, non mi per-
do una parola, e lo trovo assolu-
tamente lucido. Però... la cosa
posso accettare l’idea che Berlu-
sconi e i suoi giornali siano di-
ventati dei mostri, da ieri. A de-
stra Fini è il più affidabile, ma
non lo potrei votare mai.
pace, parla meravigliosamente,
sa emozionare. E poi, ai miei oc-
chi, ha un altro grande pregio: ha
fatto in tempo a fare le scuole di
partito. Infatti, è di destra l’idea
sfoggia una passione da analista una posizione pubblica con- do a vedere volentieri se fa il suo che gli vorresti chiedere è: ‘Ahò, Tu hai un debole per la vec- che ci si poteva improvvisare po-
che fa pensare alla nota di Stefa- trocorrente per difendere il spettacolo, pago venti euro e mi ma chi ce stava con Berlusconi, chia guardia del Pd... litici dal nulla.
no Folli sul Corriere della Sera: cita sindaco di Bologna Del Bono. siedo in poltrona contenta. Non fino a ieri, tu o noi?’ E pensi che mi vergogno? Per me Ce l’hai con le veline?
interviste, dichiarazioni, discor- Sì, non si doveva dimettere. E è che lo vado a votare e gli metto Tutti i leader italiani prima o sono i più bravi: D’Alema, Ber- No, guarda, non ho nessun pre-
si, brandelli di autobiografia da non perché sia immacolato, ma sani, Fassino... giudizio verso chi viene dal mon-
giovane militante della federa- perché bisogna avere il senso Parliamo di Bersani... do dello spettacolo. Però, prima
zione giovanile del Pci negli anni delle proporzioni. Qui si dimet- Ricette È stato un ministro fantastico: le di parlare, studia dieci anni! Non
Settanta. Poi quando si passa al tono solo quelli di sinistra. semplici lenzuolate, le liberalizzazioni, è possibile avere un personale
gioco (mica tanto) delle prima- Non senza motivo. pensa solo alle parafarmacie, politico che viene dal mondo
rie regala ritratti caustici e intri-
ganti su tutti i concorrenti.
Stai seguendo la crisi?
A casa ho già vinto una scom-
messa da... analista politica. Ero
Sì, ma si rischia di rendere tutto
indistinto. È vero che parcheg-
giare nel posto degli invalidi è in-
fame. Ma si può paragonare per
gravità a Scajola? Ecco, la sinistra
“ Per vincere,
smettiamo di
che prima di lui nemmeno
esistevano...
È adatto a fare il premier?
Guarda, ha qualche proble-
ma di comunicazione. (Ri-
delle soubrette e del manicure.
Ecco il pregiudizio.
Al contrario: ma se per fare quei
mestieri devi fare la gavetta, co-
me può non essere il contrario
certa che non si andasse a votare, invece che pagare le multe si di- parlare di noi. E de, imita la cadenza emilia- per fare la politica?
così è stato. mette, e la destra, invece che di- na) “Bisciogna fare quesc- Tu a Frattocchie ci sei passata...
Anche quando tutti scriveva- mettersi fa finta di niente. cominciamo a ta coscia qui, per anda- Uhhh!!! Prima ancora di iscriver-
no il contrario? Proviamo a raccontarla, allo- re in quel poscto lì, mi alla Fgci, ci andavo sempre,
Nel centrodestra, prevalgono gli ra, l’opposizione vista dalla parlare bene di perché fascendo attaccata dietro a mio padre.
interessi personali. E seguendo Ferilli. coscgì... Gli man- E la gavetta della politica l’hai
questa bussola era inevitabile Bisogna finirla di depotenziare la noi. E poi usiamo ca un po’ di chia- fatta.
che trovassero un punto di in- forza del Pd con l’autolesioni- rezza, ecco. Pe- Avoglia! Quanti manifesti, quan-
contro per non farsi male. Dopo smo”. il buon senso rò il primo pro- te riunioni... E poi i giri per i pae-
Mirabello dicevano ‘Al voto, al
voto’, poi sono bastate 48 ore e
hanno fatto una capriolona.
Stanno perdendo coerenza?
Lo fanno tutti giorni. Sembrava
A chi ti riferisci?
L’hai capito benissimo, a Renzi.
Dice che bisogna rottamà i vec-
chi del partito? Ma scusa, Renzi,
vorrei chiedergli: sei bravo per-
ridere.
Ha parlato per primo di

il Paese in mano perché mi fa
blema dell’Ita-
lia è cancella-
re questa bu-
rocrazia, e lui
questo lo sa
si, assieme a Luigina, una mia
amica che aveva la Dyane. Met-
tevamo le trombe dei megafoni
sopra il tettuccio, e giravamo: a
Tiberina, a Nazzano. A Castella-
che si dovesse morì per il proces- ché sei giovane? temi importantissimi: na a ripetere: ‘Alle ore otto, nello
so breve! Poi Berlusconi una Ma Renzi non è in campo per l’ecologia, i poteri forti... spazio della festa, interverrà il
mattina dice: ‘Non è più così im- le primarie. Per carità. Ma io oggi voglio compagno Pajetta!... Pensi che
portante’. Ma come? È una farsa. Allora prendiamo Di Pietro. Te la sentire cose giuste, non buo- fosse facile? Dovevo vincere la ti-
Nell’ultima mesata non c’è una dico così: lo vedo e mi metto ne. Non si può gestire un pae- midezza.
cosa su cui il governo non abbia paura. Io ho il terrore di Di Pietro se come l’Italia con le battute. E E mi racconti tutto questo
fatto marcia indietro. quando parla. poi c’è un’altra cosa che proprio per dire cosa?
Giochiamo a cosa dovrebbe Addirittura. non mi va giù, sia in Grillo che Di Sabrina Ferilli
Che i politici sono come i cardio-
fare l’opposizione. C’è dentro la sua lingua il germe Pietro. (ELABORAZIONE DA FOTO LAPRESSE)
chirurghi della società. Se tu ti
Semplice: spiegare al Paese che dell’antipolitica, che non mi è mai Quale? devi operare al cuore chiedi se
l’Italia oggi è come una casa sen- piaciuto. Dici tante cose giuste, La vogliamo chiamare l’estetica ha la mano ferma, mica cerchi
za tetto in cui piove dentro. Sia- certo. Ma la voglia di sfasciare tut- dell’ingiuria? Ma davvero qual- uno che strilla forte.
Confessa: sei sempre una fan
di D’Alema.
ANNIVERSARIO A PIETRASANTA E lo dico con orgoglio! Continua
ad essere uno dei leader più ca-
rismatici e più preparati d’Euro-
LE GIORNATE DEL FATTO, TRA FOLLA E LIBERTÀ. E OGGI IL GRAN FINALE pa. Uno che quando parla non
puoi non starlo a sentire.
Non ci hai ancora detto per
di Federico Mello tutti occupati – circondata dal- Twin Towers; e con le polemi- di Dio, Chiaberge si dice equi- e nessuno dice un cazzo”). chi voterai alle primarie.
Pietrasanta (Lucca) la pineta. Il dibattito è serrato. che di casa nostra: l’apertura distante da chiunque professi Il dibattito su Fede e Laicismo si Non ti basta? Credo che sia chia-
Conduce Loris Mazzetti, a in- del cardinale Tettamanzi a una una verità assoluta, laicismo è fonde con quello a seguire: “Ar- ro che per me deve essere uno di
settembre la Versilia aspet- crociare i fioretti Paolo Flores te e libertà di espressione”. In- questi quattro.
Adell’estate.
ta senza ansia la fine
Sulla costa poche
d’Arcais, Massimo Fini e, ap-
punto, il “prete da marciapie-
moschea a Milano (“Milano ga-
rantisca a tutti il diritto di cul-
to”) e la risposta di Maroni
piuttosto “diffidenza verso
chiunque professi verità asso-
lute, comprese quelle scientifi-
tervengono Giuseppe Venezia-
no (autore della Madonna del
Il berlusconismo per te è fini-
to o no?
macchine in giro, tante bici e de” Don Andrea Gallo. (“Non sono un costruttore di che”, poi aggiunge: “Tra laici e Terzo Reich); Don Giuseppe Bil- Io non so se sia finito. So che in
una spiaggia ancora piena no- moschee”). Chiaberge riporta credenti dobbiamo trovare le li, curatore di arte contempo- questi dieci anni ha brillato co-
nostante il vento già fresco. LA LAICITÀ e la fede, sono la discussione che si è scatena- cose che ci uniscono e non ranea e il critico d’arte Luca me una fiamma, bruciando per
Poi arrivi a Marina di Pietrasan- temi che calzano a pennello ta su ilfattoquotidiano.it in segui- quelle che ci dividono”. Flores Beatrice. Folla anche a sentire autocombustione sopra le spalle
ta, e più ti avvicini al parco del- per l’11 settembre, con l’attua- to a un suo post: citando le ul- d’Arcais sfodera la sciabola: “Ci Bruno Tinti che parla su “Giu- della gente. Adesso so che la
la Versiliana, più le strade si po- lità del reverendo Jones e la sua time teorie del fisico Stephen siamo evoluti dalle scimmie” – stizia ad personam”, attacchi fiamma si è spenta.
polano: famiglie con passeggi- provocazione di bruciare il Co- Hawking, che escludono “male” urla qualcuno dalla pla- alla Costituzione e proposte E allora?
no, coppie di turisti, gruppi rano per l’anniversario delle “scientificamente” la presenza tea – “e come non si può pen- anticorruzione. E allora la prima regola è finirla di
sparsi. La locandina della festa sare che il cervello della scim- La sera è digitale. Si parla de “La parlare di Berlusconi. Il suo po-
del primo compleanno è su mia sopravviva alla morte del nostra Rete”, con il direttore tere è ancora così forte, che qual-
tutti i muri, chiunque ha in ma-
no una copia del giornale e si
Dibattiti suo corpo, ugualmente folle è
pensarlo dell’uomo”.
del fattoquotidiano.it Peter Go-
mez. Oggi, il gran finale. In mat-
siasi cosa sia stata detta contro di
lui in questi anni, lui l’ha maci-
parla dell’incontro di venerdì,
con Stefano Disegni e i “catti-
su religione, LA FEDE aggiunge, “è una
tinata con politici e giornalisti
(Di Pietro, Granata, Fava, Ren-
nata e digerita. Perché non pro-
viamo a parlare di noi, per una
visti” di Spinoza; ci si prepara
per l’incontro del pomeriggio
giustizia forma di superstizione”. Tocca
quindi a Massimo Fini: “L’evan-
zi, Travaglio) che si confronta-
no su “convivere con la corru-
volta, a dire – ride – quanto sia-
mo più bravi, più forti, più belli?
che parte puntuale, alle 17 e gelizzazione porta in nuce il to- zione?”; poi le “Beffe e burle” di È questo il passo avanti?
30. Tema impegnativo: “Dio è e satira, talitarismo dell’Occidente”. Vergassola e Vauro e infine il sa- Si può vincere, e raggiungere il
laico?”. La location perfetta: “Il Chiude Don Gallo, che accusa luto: “I fatti di un anno”, con il 50%, e rimettere su il tetto della
paradiso me lo immagino co- seguiti le gerarchie della Chiesa, col- direttore Padellaro, Travaglio, casa in cui ora piove, solo con
sì”, esordisce Don Andrea Gal- pevoli anche di aver “annienta- Colombo, Telese, Beha e la re- una dote che di questi tempi non
lo alzando lo sguardo e goden- da migliaia to” la teologia della Liberazio- dazione. Per una festa incredi- abbonda.
dosi un applauso. Parla ne, e anche Comunione e libe- bile così come il primo anno Quale?
dell’arena di oltre mille posti – di fan razione (“è una Chiesa privata del Fatto. Il buon senso. Ti pare poco?
pagina 6 Domenica 12 settembre 2010

“P
IN FONDO A DESTRA

er Simon Weil amicizia e amore microfoni di Radio Radicale, non era timore Berlusconi: “L'idea che il capo del governo italiano
Pannella: “B. fa paura” sono costituiti dalla costanza elettorale ma “fa paura vedere la logica delle cose vada all’estero a parlare male delle istituzioni
dell’attenzione che si dedica che lo possiede”, ha spiegato, definendo “simbolo italiane, cioè della magistratura e del presidente
all’altro – ha dichiarato il leader radicale Marco splendido e terrorizzante di tutto ciò il fatto che il della Camera, dà l’idea di quanto non sia una
Di Pietro: “È una persona Pannella – e quindi non nascondo che Silvio Berlusconi, premier si sia precipitato, in mezzo a tutti i problemi persona che ha la testa sulle spalle, è una persona
per l’attenzione che gli ho sempre dedicato dal 1993 a che ha l’Italia, nel grande convegno putiniano sulla malata psichicamente, e un pericolo per la
oggi, adesso fa letteralmente paura”. democrazia”. democrazia e per il Paese. Ecco perché prima ce ne
malata psichicamente” Quello che intendeva Pannella, in diretta ai Anche Antonio Di Pietro ieri ha dichiarato su liberiamo e meglio è”.

FINI TORNA ALL’ATTACCO:


“VOTO SUL PREMIER IN AULA”
“Perché cerca 316 voti?” Bossi: “Spero torni in ginocchio”
di Sara Nicoli spondere con un governo tecni- PALINSESTI RAI
co. Se invece, come presumibi-
ontani. Uno in Russia le, il premier otterrà nuovamen-

L dall’amico Putin, l’altro in


Canada, a Ottawa, e pur
sempre vicini. Per non per-
dere l’abitudine di tenere alta la
temperatura dello scontro, ieri
te la fiducia, allora la crisi sarà
rinviata a dopo la decisione del-
la Consulta sul legittimo impe-
dimento a dicembre. Nel frat-
tempo, il Cavaliere (che ieri in
ANNOZERO:
MASI PRENDE TEMPO
è stata la volta di un nuovo botta Russia ha portato a casa altri “af-
e risposta tra il Cavaliere e il pre-
sidente della Camera. Il primo,
al telefono dalla dacia sul lago
fari” sul nucleare e sul gas) potrà
cercare di far convergere anche
i finiani su un nuovo legittimo
ASPETTA BERLUSCONI
Valdaj del presidente russo, ha impedimento, uno scudo con- Segnatevi due numeri: 48 ore, 2 settimane. Giovedì 23 set-
detto ai fedelissimi riuniti a tro i suoi processi almeno fino tembre il palinsesto di viale Mazzini, canale Raidue ore 21,
Gubbio che di fare “governic- alla fine della legislatura. Pecca- prevede Annozero. Giovedì scorso un incontro tra Mauro Masi
chi” (tecnici, ndr) non ne vuole to che il premier voglia molto di e Michele Santoro s’è concluso con tante promesse: “Sblocco
sentir parlare, che questa crisi più, uno scudo definitivo sui tutto, puoi ricominciare”. Passa un giorno. Ieri il Corriere della
che si è aperta è un “delitto” e processi per non essere sempre Sera annuncia, in forma quasi ufficiale, il ritorno di Annozero
che, insomma, il dovere del go- Nella foto Gianfranco Fini. Sopra Bossi. In basso Santoro (FOTO ANSA) ostaggio della magistratura. Sa- stessa ora stesso posto con Vauro e Marco Travaglio. Ma in
verno è quello “di andare avan- rà sulla giustizia, dunque, che si viaggio verso Salsomaggiore, letta di fretta la rassegna stam-
ti”. E nel frattempo Bossi ripro- to. Altrimenti che cosa cerca a mo 30 settembre Berlusconi sa- consumerà il duello d’autunno pa, e forse ricevuta una telefonata dagli ambienti berlusco-
pone il gesto del dito medio ver- fare il sostegno di 316 deputa- rà in Parlamento dove farà una dentro il Pdl, ma la voglia di ele- niani (in attesa di un colloquio) il direttore generale fa tra-
so Fini e dichiara che vorrebbe ti?”. Ecco, per dirla con il por- dichiarazione che verrà sotto- zioni subito resta un desiderio pelare – con un comunicato di indiscrezioni – una versione
vederlo “tornare in ginocchio”. tavoce di Fini, Fabrizio Alfano, posta al voto dell’aula. In caso di solo della Lega. Intanto, a bordo diversa di fatti, la sua: “Nella vicenda Santoro, la Rai ha agito
Da Ottawa il presidente della non è che Fini ha chiesto un vo- bocciatura, evidentemente il campo, il Cavaliere sta già facen- applicando puntualmente, come prevede la governance
Camera ha risposto con una to, è solo che nella logica par- governo non avrà più la maggio- do scaldare la sua “delfina” de- aziendale, le decisioni del cda”. Per riconoscere lo zampino
puntura, neppure tanto di spil- lamentare, se uno vuole andare ranza per governare e si aprirà signata: la figlia Marina: l’età di Masi basta evidenziare l’inglesismo governance. “Alcune
lo: “Le parole che il premier pro- ad una conta su un programma, una crisi a cui Napolitano – se- avanza, gli acciacchi pure, me- problematiche e alcuni problemi – si aggiunge – sono stati
nuncerà a fine settembre do- si prevede che questo debba es- condo quanto finora non smen- glio mettere il patrimonio, an- risolti con spirito collaborativo, restano aperti elementi ri-
vranno essere sottoposte al vo- sere votato. E, infatti, il prossi- tito – avrebbe intenzione di ri- che elettorale in buone mani. levanti”. E poi una postilla: “Speriamo di risolverli presto”.
Masi semina dubbi con leggerezza, adora lasciare porte se-
michiuse, posticipare soluzioni. Tradotto: spingere la scon-
L’intervista Ignazio La Russa fitta più in là. Perché Michele Santoro mai abbandonerà la Rai,
mai accetterà una squadra dimezzata. Masi gioca con la sen-

“Da solo non va oltre il 3 per cento” tenza, ripete: “Mi impone di far lavorare Santoro, non spe-
cifica quale programma debba fare”. L’unico particolare da
specificare, semmai, è il nome della trasmissione: poiché le
due sentenze che reintegrano Santoro – per motivi di tempo –
a quante cazzate avete Senta, mettiamo fine alle leg- scorso di Mirabello è la battu- detto che non si dimetterà e
“M scritto?”. La voce del mi-
nistro Ignazio La Russa, al tele-
gende metropolitane. Prima
della nascita del gruppo ho da-
ta di Fini su Forza Italia allar-
gata. Quella brucia…
voi rischiate una diaspora.
(Risata) Sa che abbiamo 50 tra i
non potevano sapere della nascita di Annozero. A una man-
ciata di giorni dal debutto di Santoro, anche per una sorta di
resistenza politica (e di poltrona), Masi doveva – e l’ha fatto di
fono, anche quando scherza to a Berlusconi un foglietto con Lo sa che Fini lo diceva pure massimi dirigenti nelle regio- corsa – camuffare una sconfitta pensante in una parziale go-
(ma mica tanto) è inconfondi- scritti sopra i nomi di quelli che prima? È il motivo per cui se ni. Sa che ci sono ministri che si leada. Il tragitto da qui al 23 sarà pieno di insidie, forse ad-
bile. Due giorni fa, su questo secondo me sarebbero andati. n’è andato. lamentano del fatto che contia- dirittura minuzie, ma Santoro dovrà affrontarle e – in setti-
giornale, Sara Nicoli e Davide Sa di quanto ho sbagliato? Allora faccia la sua scom- mo troppo? Fini non si dimet- mana, dicono da viale Mazzini – dovrà ripetere il faccia a fac-
Vecchi hanno raccontato della Ecco, me lo dica lei. messa. Quanto prende? I terà, ma sono più che tranquil- cia con il direttore generale. Forse l’ultimo, per ragioni di
diaspora degli ex An verso Fu- Margine di approssimazione ze- sondaggi dicono il 6%. lo sul partito. La storia si ripe- calendario. E da qualche parte ci sarà la vociferata chiacchiera
turo e libertà in Lombardia. ro. Ho centrato il numero esatto Meno. Ma non faccio giochi, te. di Masi con Silvio Berlusconi?
Adesso La Russa chiama ed è un e tutti i nomi tranne due. solo ragionamenti politici. Quale?
fiume in piena: “Ditegli che Si diceva non più di quindici Ragioniamo, allora. Quella di Democrazia naziona- MINZOLINI Anche se migliaia di spettatori spengono la
vengano a fare un giro in mac- invece sono più di trenta. Aveva solo una strada per con- le. Andò via la maggioranza dei televisione durante il Tg1, o semplicemente cambiano ca-
china con me, andiamo a trova- Gliel’ho detto. Io ho azzeccato tare di più. Entrare nel gover- gruppi parlamentari. Andaro- nale, resta accesa la polemica su Augusto Minzolini. Un’al-
re tutti i i dirigenti, uno a uno, il numero esatto dei nostri. Poi no. Non ha voluto. no via i due capigruppo. De tra censura sull’inchiesta P3: “Quello di Minzolini è l’uni-
vedrà quanti sono rimasti con ci sono quelli che venivano da Ma ora lei è d’accordo sulla Marzio, Nencioni, Cerullo, Ro- co Tg della Rai che ha omesso le rivelazioni sull’inchiesta
noi!”. E così l’intervista può ini- fuori An: la Moroni, Della Ve- richiesta di dimissioni? berti, Birindelli, Covelli, il lea- che coinvolge Berlusconi e lo stato maggiore del Pdl. In un
ziare, senza troppi giri di paro- dova. Non era compito nostro. I regolamenti della Camera der dei monarchici... Paese normale, una tale notizia che campeggiava sulle pri-
le. Ma voi avete scritto un paio di non lo prevedono. E si sfracellarono... me pagine dei maggiori quotidiani nazionali, non sarebbe
Noto che ci legge con atten- balle incredibili. Quindi è contrario? 0,3 per cento! mai stata oscurata. Minzolini – aggiunge Leoluca Orlando
zione, ministro. Quali? Non ho detto questo. Dico che Solo che Almirante rimase. dell’Idv – sta facendo quello che gli è stato chiesto dal
“E che c’entra? Vi leggo, ma mi- Che Berlusconi ci tratterebbe non si può chiedere. Penso che Qui se n’è andato il leader. premier quando è stato messo alla direzione del Tg1. Il
ca voto come voi”. male. Figuriamoci se si arrabbia Fini da sé può capire che quella È vero. Ed è per questo che io direttore generale, se ha a cuore gli interessi dell’azienda e
Non siamo un partito. con noi! Stiamo allargando la sarebbe la scelta migliore. credo che se Fini restasse ap- dei cittadini che pagano il canone, dovrebbe intervenire
Sarà. Ma io so che le cose non maggioranza e tutti sanno che Mi dia una buona ragione. parentato al Pdl potrebbe immediatamente per ripristinare il pluralismo delle voci
stanno come dite. La prossima io e Gasparri coordiniamo al- Eccola. Non ha partecipato al prendere sicuramente il 4%... della storica testata e per frenare la continua emorragia di
volta che scrivete di Lombar- meno sessanta parlamentari comizio conclusivo per la Pol- Come? “Se”? Lei è contra- telespettatori che ormai hanno capito il gioco del diret-
dia sentite anche la fonte più che vengono da An. verini perché diceva che non rio all’apparentamento? torissimo”. Interviene Fabrizio Cicchitto e chiama in cau-
importante in materia. La verità è che non abbiamo poteva fare politica, e poi è an- Ora mi pare difficile che Ber- sa Santoro per mescolare le carte come soltanto Masi sa
E cioè? sbagliato un tubo. dato a fare quello di Mirabello, lusconi possa accettarlo. Lo di- fare: “É del tutto evidente che l’attenzione sul direttore del
(Ghigno) Io. Dica la verità, la cosa che l’ha che è ancora più politico. ce uno che ha fatto di tutto per Tg1 Augusto Minzolini da parte dell’Italia dei valori, di
Perché, non c’è un’emorra- fatta arrabbiare di più, nel di- Resta il fatto che Fini ha già tenere la porta socchiusa. qualcuno all’opposizione e di Verna dell’Usigrai è da mesi
gia di dirigenti? E se Fini andasse da solo? spasmodica, quasi maniaca-
Macché emoraggia!. Io credo che potrebbe prende- le. Quando il Tg1 era diretto
Tutti felici nel Pdl?
Non dico questo. Con Fini sono
“Se ne sono re quello che dice Berlusconi.
Il due, forse il tre per cento.
da Gianni Riotta, egli espri-
meva in totale libertà le pro-
andate diverse persone, molti
delusi, molti scontenti che nei
andati solo Allora perché avete frenato
sul voto anticipato?
prie posizioni vicine alla sini-
stra e impostava il telegiorna-
partiti ci sono sempre. In tota-
le, però, sono pur sempre la
gli scontenti: Perché il nostro primo dovere
è governare. Vede? Il senso del-
le nello stesso senso, così co-
me nessuno oggi osa dire al-
metà di quelli che erano andati lo Stato ce l’abbiamo noi che cunché sull'impostazione
con Storace. Si ricorda quanto abbiamo siamo nati anti-sistema. del Tg3, politicamente netta.
ha preso Storace? Alla fine il pronostico, anche A meno che non si voglia fare
Il 2%. Ma questa volta non ancora se molto avaro, lo ha fatto? passare l’idea e il concetto
sarà diverso? Avaro? Gli ho dato quattro volte per cui in Rai qualcuno, vedi
50 dirigenti lo 0.5 di Storace! I voti, quando anche Santoro e Fazio, è libe-
Ignazio La Russa visto finiscono le chiacchiere, sono ro di esprimere opinioni,
da Manolo Fucecchi nelle Regioni” difficili da raccogliere per tutti. mentre Minzolini no”. C .T.
Domenica 12 settembre 2010 pagina 7

L’
MALITALIA

ambulanza non l’ha soccorsa, lei ha perso l’hanno visitata non hanno ravvisato motivi d’urgenza una emorragia interna, è stata operata d’urgenza: le
Le negano l’ambulanza, il bimbo ed è in finita in coma ma, visto che i dolori continuavano, le hanno hanno asportato l’utero e tenuta in coma
farmacologico: ora la Procura sta consigliato di rivolgersi all’ospedale di Padova, dove farmacologico. Ora il pubblico ministero Sergio Dini ha
indagando sulle responsabilità che hanno distrutto la avrebbe potuto partorire prematuramente. La coppia ordinato il sequestro delle cartelle cliniche e disposto
donna finisce in coma vita di una donna di 27 anni, residente in provincia di ha chiesto il trasporto in ambulanza, ma gli è stato una perizia tecnica per accertare le responsabilità. Sulla
Venezia. La notte del 3 settembre scorso la donna, al negato. Corsa in macchina fino a Padova, dove la donna vicenda indagano anche gli ispettori inviati dal ministro
settimo mese di gravidanza, ha accusato forti dolori e si è stata immediatamente sottoposta a parto cesareo. Il della Salute Fazio e i Nas, allertati dalla commissione
e perde il bambino è rivolta all’ospedale di Piove di Sacco. Lì, i medici che bimbo però è nato morto. Anche la mamma, colpita da d'inchiesta sul servizio sanitario nazionale.

A LEZIONE DI LEGA
ADRO, LA SCUOLA
STATALE È PADANA “Sì Logo” Alcuni particolari
della scuola Miglio, ad Adro:
da destra, in senso antiorario,
lo zerbino all’ingresso, il cartello
nelle aiuole, un banco

LA INAUGURA IL SINDACO CHE e una decorazione della scuola


materna. Tutto con il marchio

LASCIÒ I BIMBI SENZA MENSA padano ben in vista

di Elisabetta Reguitti cui c’è anche una raffigurazione delle aule, singolarmente intito-
all’ingresso del nuovo comples- late ai benefattori che hanno
l simbolo della Lega sul ce- so realizzato con soldi di dona- contribuito alla realizzazione

I stino della raccolta differen-


ziata, sullo zerbino d’in-
gresso, sui cartelli messi nel
giardino, sul tetto e soprattutto
impresso sui banchi. Sulle ve-
zioni private fatte al Comune.

Nome, cibo e simboli


made in Padania
spendendo 6 milioni di euro: che
sì, lo hanno finanziato da privati,
ma nell’ambito di una grande
operazione urbanistica.
Tra il pubblico anche un rappre-
trate dell’ingresso della scuola sentante dell’ordine dei frati dei
materna, una decorazione di SULLA FACCIATA principale Carmelitani che gestiscono una
bambini uniti tra loro dal simbo- dell’edificio campeggia la scritta scuola parificata (dalle elemen-
lo del partito di Umberto Bossi. “Polo scolastico Gianfranco Mi- tari alle superiori) frequentata
Ieri è stata inaugurata la prima glio” nonostante non sia ancora dalla Adro “bene” e che confina
scuola padana. Un fatto senza pervenuto il permesso dell’Uffi- con la scuola pubblica italiana ca-
precedenti che un polo scolasti- cio provinciale scolastico, nono- ratterizzata dal simbolo pagano
co italiano venisse pubblica- stante le norme prevedano che il leghista del “sole delle Alpi”. Sa-
mente definito federalista e le-
ghista.
nome vada deciso dal collegio
dei docenti e successivamente
E a Pontoglio, altro le (della Lega, ov-
viamente) alle Atti-
crocifissi li abbiamo avvitati alle
pareti così nessuno potrà magari
cro e profano insieme.

approvato dal consiglio comuna-


le. L’ultimo passaggio poi spette-
comune del vità sportive Moni-
ca Rizzi. Poi il sin-
nasconderli dietro la cartina geo-
grafica”.
La Santa Alleanza
La benedizione con le camicie verdi
rebbe alla Prefettura che deve co- daco di Adro Oscar Le ragioni della Chiesa al servizio
del ministro Gelmini
municare l’intitolazione al mini- bresciano, divieto di Lancini e sul palco della Lega nei discorsi in cui sono
stero degli Interni. anche il parroco di stati citati il papa bresciano Gio- COME ACCADUTO qualche
TUTTO CIÒ è accaduto ad Tutto bypassato ad Adro nono- accesso all’oratorio a Adro e il curato che vanni Montini, Giovanni Paolo II giorno fa a Pontoglio, a pochi chi-
Adro (il paese della vicenda della stante, nelle scorse settimane, i ha benedetto la co- e pure il cardinale Carlo Maria lometri da Adro, dove il parroco
mensa del “non paghi non man- rappresentanti della minoranza chi non parla italiano struzione. Poco Martini. e il curato hanno annunciato che
gi”) con il beneplacito del mini- avessero presentato un esposto importa che il pri- Tutti a spiegare che quello sarà il verrà introdotto il divieto di ac-
stro Mariastella Gelmini che in agli uffici del palazzo del gover- mo cittadino ri- luogo della crescita delle nuove cesso all’oratorio a chi non parla
un messaggio, oltre ad esprime- no di Brescia. La risposta è stata politica e ideologica hanno am- guardo alla gestione mensa abbia generazioni e che Miglio, prima l’italiano. Accesso negato quindi
re vivo apprezzamento persona- che ci sono tanti altri comuni che piamente superato i confini di un già promesso: “A tavola si siede di essere ideologo leghista, era a gruppetti di stranieri che par-
le, ha parlato di “modello di rife- hanno problemi di questo gene- luogo deputato alla formazione soltanto chi paga”e ancora: “Ver- un uomo di scuola. lano un lingua straniera “incom-
rimento. Un progetto encomia- re. civile oltre che culturale dei bam- rà servito menu padano e chi Finiti i discorsi, la visita degli am- prensibile” per gli italiani e per le
bile che crea benessere ed entu- Così, chi ieri era ad Adro ha as- bini e dei ragazzi. non vuole mangiare carne di bienti marchiati con quei simbo- altre etnie. I genitori giovani e ra-
siasmo”. sistito a una scena che ha ripor- Davvero tanta gente ad ascoltare maiale se ne può stare a casa”. Pa- li di partito sbattuti in faccia tutti gazzini non hanno problemi di
Materna, elementare e scuola tato all’epoca delle inaugurazio- i discorsi da campagna elettorale sti della tradizione bresciana e i giorni agli alunni di quella scuo- integrazione. A non volere inte-
media con le mense dedicate alla ni delle scuole fasciste. Dove il dell’onorevole leghista Davide chi, per motivi religiosi, non po- la. Ovunque, anche sui piccoli grarsi, sono solo alcune “sacche”
figura di Gianfranco Miglio, di sentire comune, l’appartenenza Caparini, dell’assessore regiona- trà mangiare pranzerà altrove. “I totem dove ci sono le indicazioni di stranieri.

IL LAVORO CHE UCCIDE

COSÌ MUOIONO TRE ITALIANI. SOFFOCATI IN UN SILOS PER CINQUANTA EURO


di Vincenzo Iurillo periferia del casertano. Per diventare che le vittime di Capua sono il frutto la Dsm e un’impresa incaricata in pas- attesa di riscontri, nel silos si sono ca-
Capua (Caserta) un macabro numeretto delle statisti- di gravi negligenze nel garantire la si- sato di occuparsi delle problemati- lati prima Di Matteo e Musso, che si
che dei morti sul lavoro, e beffardo curezza dei lavoratori in circostanze che di eventuali lesioni nei silos. L’in- sarebbero subito sentiti male. È pro-
uagliò, volete abbuscarvi una babile che Giuseppe Cecere abbia
“G cinquanta euro? Venite a fati-
cà...”. C’era da smontare un pontile
appare il tabellone all’ingresso della
Dsm che conta il numero dei giorni
senza infortuni all’interno dei loro
peraltro simili ad altri, troppi, inci-
denti di un recente passato. In quelle
stesse ore lo staff del Quirinale ha
chiesta chiarirà anche le circostanze
in cui venerdì un’altra ditta, la Rivoira,
ha compiuto una verifica del silos,
tentato di aiutarli.

all’interno di un silos. Cinquanta eu- cancelli. contattato gli inquirenti per avere inattivo da un mese, attraverso l’uso MA NONOSTANTE l’immedia-
ro. In tempi di magra come questi, è ragguagli. E che ci siano state negli- di una miscela di elio e azoto, poi tezza dei soccorsi da parte delle squa-
una proposta che non si può rifiuta- SI MUORE di lavoro nel Sud povero genze, il titolare del fascicolo aperto pressurizzata, utile per sondare la te- dre dei tecnici della Dsm, non c’è sta-
re. E che infatti i tre operai della ditta e afflitto dalla disoccupazione, si dalla Procura di Santa Maria Capua Ve- nuta dell’impianto ed eventuali per- to nulla da fare. A quel punto tirare
edile ‘Erricchiello’ di Afragola hanno muore nella benestante Toscana. tere, il pm Donato Ceglie, non ha dub- dite. Quel pontile da smontare per es- fuori i tre cadaveri è stata un’opera-
accettato senza battere ciglio. Ma Sempre ieri a Pistoia un operaio ha bi: “Stiamo accertando una serie di sere rimontato in un’altra cisterna, zione complicata, che ha avuto biso-
Giuseppe Cecere, 50 anni, sposato e perso la vita schiacciato da un mac- gravi violazioni alle normative sulla si- operazione peraltro compiuta nume- gno dell’immissione di ossigeno nel
padre di tre figli, residente a Capua, chinario. Un report dalle cifre inde- curezza e stiamo effettuando una se- rose volte, serve per procedere sui 4 silos per permettere ai tecnici di ope-
Antonio Di Matteo, 63 anni, di Ma- gne di un paese civile, che suscita l’in- rie di perquisizioni negli uffici delle livelli di un cilindro alto circa 12 me- rare senza rischi. Il questore di Caser-
cerata della Campania, detto ‘a rig- dignazione di Giorgio Napolitano. Il aziende appaltatrici e subappaltatrici tri. ta, Guido Longo, ha lasciato affranto il
giola’ (la piastrella) e Vincenzo Mus- presidente della Repubblica ha emes- coinvolte”. Perquisito anche lo stu- luogo della tragedia: “Morire così non
so, 43 anni, di Casoria, non sapevano so una nota durissima, affermando dio di un tecnico che ha lavorato per LA FAMIGLIA Cecere vive a pochi è possibile”. Il pm Ceglie starebbe
di andare incontro a una morte or- passi dallo stabilimento e la figlia Li- procedendo per omicidio colposo
renda, soffocati dalle esalazioni di na, capelli rosso fuoco, sfoga la sua plurimo, omissione di soccorso e vio-
una cisterna di fermentazione dello
stabilimento Dsm di Capua, impian-
Un altro operaio a Pistoia disperazione davanti alle telecamere
del Tg 1: “Mio padre era un muratore,
lazione delle norme antinfortunisti-
che. I primi atti disposti, il sequestro
to chimico-farmaceutico, filiale di
circa 190 dipendenti della multina-
finisce schiacciato sotto che con quel lavoro non c’entrava
nulla, era una perla d’uomo...”. Il pian-
del sito e la fissazione delle autopsie
per martedì, alle quali interverrà cer-
zionale olandese che ha ramificazio- to strozza le parole. Lina ha descritto tamente un esperto tossicologico.
ni in 49 paesi e produce principi at- un macchinario. un padre pieno di dolori alla schiena e Forse già domani potrebbero essere
tivi farmaceutici. costretto a curarsi con le punture. Ep- emessi i primi avvisi di garanzia, atti
Napolitano: “Indignato pure, dice la figlia, “lo hanno richia- dovuti per consentire alle parti di par-
CINQUANTA euro per crepare mato dopo soli tre giorni di ferie...”. tecipare agli esami autoptici coi loro
cianotici in un tubo di metallo nella per le gravi negligenze” Secondo una ricostruzione che è in periti.
pagina 8 Domenica 12 settembre 2010

STORIE ITALIANE

Grasso:
“COMBATTO LA ‘NDRANGHETA “Certe
riforme
IN NOME DI PADRE PUGLISI”
Suor Carolina è stata al fianco del prete ucciso dalla mafia
per
intimidire
Ora nella Locride insegna ai ragazzi il valore delle proprie scelte le toghe”
di Nando Dalla Chiesa no che studiare non serve per-

nche lui se l’era cercata.


dalla montagna. “Furono anni
forti. Don Pino si fidava cieca-
mente di me, mi responsabi-
chè poi non è il merito che fa la
differenza, ma la raccomanda-
Hvita”asirisposto senza perifra-
al Berlusconi “mosco-
da Chianciano Terme,

A E lei gli aveva dato una


mano. Finché un giorno
piombò un volontario in
parrocchia e le disse che don
Pino era morto. Un ictus, pen-
lizzava, aveva negli occhi la
gioia di potercela fare, vede-
vamo già i frutti del futuro”.

Ucciso il giorno
zione. Ed è vero, vuole che non
lo veda? Però noi battiamo il
chiodo, con questa quarantina
di ragazzi che viene al centro, e
dei piccoli frutti incominciamo
sede della festa nazionale
dell’Udc: il partito del vice-
presidente del Csm, Miche-
le Vietti, che in Parlamento
ha i numeri per far trabal-
sò lei. Forse un infarto. Invece del suo compleanno a coglierli. Sono felice quando lare le norme salva-pre-
gli avevano sparato. Successe sento qualcuno di loro dire ‘il mier. Quelle norme contro
diciassette anni fa, mercoledì nostro centro’, quando capi- cui ieri ha alzato la voce il
prossimo l’anniversario. Lui IL CLAN invece decise l’ese- sco che si è creato un sentimen- procuratore nazionale anti-
era padre Pino Puglisi, il prete cuzione simbolo. Lo colpirono to di appartenenza. Perché per mafia, Piero Grasso: “Da
che smentì con la sua vita il il giorno del suo compleanno, loro lo abbiamo costruito”. E’ noi si sono già accorciati i
pregiudizio che “i mafiosi non ne faceva 56. Il killer lo chiamò molto sobrio, il centro. Una tempi della prescrizione e
hanno paura delle prediche”. per strada, padre Puglisi si vol- struttura circolare a un piano, si tendono a ridurli sempre
Don Pino non faceva altro. Né tò, vide la pistola e disse “Vi abbellita da striscioni e cartelli di più, per dare un colpo di
manette né denunce né inda- aspettavo”. Sapeva bene di es- artistici disegnati e inventati spugna e garantirsi l’impu-
gini. Solo prediche. Al Bran- sersela cercata. “I mafiosi lo dai suoi giovanissimi e meno nità”. Chiarissimo il riferi-
caccio, il quartiere dei Gravia- avevano già pestato, ma lui non giovani frequentatori. mento al disegno di legge
no, proprio mentre i boss fra- me lo diceva per non farmi spa- sul processo breve tanto
telli volevano “mettersi nelle ventare. Gli chiedevo perché Una speranza caro a Berlusconi, che due
mani” l’Italia. Si era messo in avesse gli occhi rossi e un lab- per la Locride giorni fa a Mosca ha ripetu-
testa di convertirgli sotto gli bro spaccato e lui divagava, to il vecchio spartito con-
occhi i ragazzini, di vaccinarli ‘soffro di pressione’ risponde- tro “i giudici che mettono a
dai soldi facili della droga e dal va. Lo trovai all’ospedale senza “VUOL SAPERE la mia più rischio la governabilità”,
fascino della violenza che fa Suor Carolina assieme ai ragazzi del centro; nel riquadro in alto Padre Puglisi grande speranza? Vedere il po- perché hanno “un potere
sentire grandi a quindici anni. polo della Locride risorgere, senza limiti”. Grasso repli-
E lei, suor Carolina, lo seguiva
con entusiasmo. Dal ’91, do-
Nel 2005 ha me stile educativo dico, era
amico dell’onorevole Cuffaro,
monsignor Bregantini, prima
di essere a sua volta spedito in
sentire i ragazzi più motivati a
scegliere il bene, la legalità, una
ca a tono, senza citarlo: “Si
parla di separazione delle
po otto anni passati in Cala-
bria, a Crotone, dove aveva
fondato un alla fine io ero considerata una
rompiscatole. Così d’accordo
Molise, si vede che la Calabria
abbondava di testimoni. Inse-
strada diversa. Per questo dico
a tutti, lo scriva per favore: non
carriere, ma bisogna stare
in guardia, perché dietro
conosciuto monsignor Bre-
gantini, il vescovo della lotta
centro intitolato con il cardinale me ne andai, se
ne andarono tutte le suore. Feci
gna religione alle elementari,
suor Carolina, e dicono che la
fate i camaleonti, non mimetiz-
zatevi, uscite allo scoperto, da-
certe riforme ci può essere
la riserva mentale che biso-
alla ‘ndrangheta. un po’ di anni a Vittoria, anche insegni pure bene, perché ha tevi da fare. Padre Puglisi lo di- gna delegittimare e intimi-
Al mattino insegnava al Sacro a lui in un luogo lì scuola al mattino e catechesi una laurea in pedagogia (“era- ceva sempre: se ognuno faces- dire certi magistrati, sino a
Cuore, un istituto magistrale ed educazione al pomeriggio. vamo sei figli di un panettiere e se qualcosa, se ognuno si met- renderli inoffensivi”. Non
di Palermo, poi sempre con di “trincea”: Finché sono venuta qua”. Già, di una casalinga, e ci siamo lau- tesse in gioco, se ognuno rifiu- giudici qualunque, precisa
lui, come responsabile del “qua”. Perché suor Carolina mi- reati quasi tutti, una bella fami- tasse di farsi spettatore di un il procuratore, “ma quei
centro “Padre nostro”. Aveva Bosco contrada ca è stata per niente il braccio glia, molto unita”). Poi, con la mondo che sta morendo, tutto magistrati definiti matti o
subito legato con il prete della destro di padre Puglisi. Vuole Fraternità Buon Samaritano, è sarebbe diverso. E noi qui al utopisti, convinti ancora
rivoluzione morale. La città di Bovalino fortemente che il suo insegna- tutto un lavoro in profondità centro abbiamo bisogno di più che in Italia si possano pro-
sfregiata al cuore dalle stragi, mento viva. Così cinque anni fa sui ragazzini, dai dodici anni in braccia, di potere fare più lavo- cessare non solo gli autori
l’ebbrezza della primavera pa- ha fondato un centro intitolato su, doposcuola e itinerari di for- ro”. Suor Carolina, questa don- degli stragi, ma anche la
lermitana, i preti di trincea, più vita, gli occhi semichiusi. E a lui in un altro posto di trincea, mazione, la pace, la giustizia, na sorridente, mite e coraggio- mafia dei colletti bianchi, i
l’educazione alla legalità. Bi- pensai, disperata, che era stata a Bosco contrada di Bovalino, con il tentativo di coinvolgere sa nata ad Aversa e arrivata nella corruttori dell’imprendito-
sognava solo lavorare, semi- una ingiustizia immensa colpi- nella Locride, alle pendici anche le famiglie. “Non lo di- Locride attraverso Brancaccio ria, della politica e della
nare speranza e lavorare, sen- re un uomo mite, la cui unica dell’Aspromonte, a pochi chi- mentichi dove siamo. Qui lo (“mi manca solo la Sacra coro- pubblica amministrazione,
tendosi dietro il nuovo vento colpa era di insegnare ai giova- lometri da San Luca, dove è ar- Stato c’è meno che in Sicilia. na unita”, scherza), chiede e coloro che creano
che spirava dal Vaticano. Nella ni ad andare a testa alta. Poi non rivata nel 2001, nel cuore della Davanti alla ‘ndrangheta c’è all’Italia di non dimenticare la all’estero società fittizie e
valle dei templi Giovanni Pao- ce l’ho fatta a restare. Per carità, ‘ndrangheta che, esattamente quasi il deserto. I ragazzi si ras- Calabria e i suoi giovani. “E se fondi neri”. Nei palazzi che
lo II aveva per la prima volta non voglio parlare male di nes- come i Graviano di quasi segnano presto. Ti dicono che deve mettere una fotografia, contano a molti saranno fi-
condannato la mafia e i mafio- suno, ma quello che arrivò do- vent’anni fa, vuole l’Italia “nelle tanto in questa terra non cam- per favore, ne metta una con i schiate le orecchie. Grasso
si tuonando come un profeta po di lui era tutto l’opposto, co- sue mani”. Ce l’ha chiamata bierà mai niente. Si convinco- ragazzi”. è uomo che tira dritto, e ri-
badisce: “Ho già detto dei
timori per un assoggetta-
Sacconi vuole arrestare la ragazza del fumogeno In basso Rubina Affronte, la ragazza
che l’8 settembre ha lanciato un
mento all’esecutivo dei
pm”. Un rischio sempre
concreto, vista la voglia di
Non sa che la legge non lo permette fumogeno contro Bonanni alla Festa
Democratica (FOTO ANSA)
normalizzare le procure
che permane nel Pdl. In
ebollizione, perché le nor-
ubina Affronte è irraggiun- sparri e la grancassa del Gior- me per fermare i processi
Rfilmata
gibile. Intorno alla ragazza
dalle telecamere
nale di Vittorio Feltri, gridano
allo scandalo per il mancato
Il Procuratore Generale di To-
rino Marcello Maddalena è sta-
to costretto a diffondere un co-
sono a rischio. La maggio-
ranza traballa, e l’Udc rifiu-
nell’atto di accendere e tirare arresto della ragazza, accusan- municato: “Si ritiene necessa- ta voti per il processo bre-
un fumogeno in direzione del do esplicitamente la magistra- rio precisare che – scrive Mad- ve. “Un’indecenza” come
palco della Festa Democrati- tura torinese di “morbidezza” dalena – ferma restando la libe- ha sibilato Casini pochi
ca, dove l’8 settembre scorso poiché la ragazza è figlia di un ra critica nei confronti giorni fa. Così colpisce che
era ospitato il segretario della pubblico ministero di Prato. dell’operato di un organo dello Grasso abbia parlato chiaro
Cisl Raffaele Bonanni, si è for- In realtà l’arresto non ha avuto Stato, nel caso di specie polizia proprio dalla festa dell’or-
mato una specie di cordone sa- luogo semplicemente perché e magistratura si sono limitate mai prossimo Partito della
nitario teso con cura dai com- la legge non lo consente e fino ad applicare scrupolosamente nazione. Mentre non stupi-
pagni del centro sociale Aska- a prova (o riforma) contraria i la legge che non contempla sce la stizzita controreplica
tasuna. magistrati sono soggetti sol- nessuna possibilità di misure del sottosegretario alla Giu-
Sabato pomeriggio il centro tanto alla legge e non ai “con- restrittive della libertà perso- stizia, Elisabetta Alberta Ca-
sociale di corso Regina Mar- sigli” del ministro di turno. nale, la cui adozione, in casi sellati: “Il procuratore na-
gherita è deserto. I militanti non consentiti, comportereb- zionale antimafia sta svol-
sono tutti al corteo No-Tav a SECONDO QUANTO tra- be una responsabilità dello Sta- gendo un ottimo lavoro, ma
Chiomonte, il primo atto di un pela dal Palazzo di Giustizia to per ingiusta detenzione”. le sue esternazioni confer-
autunno che in Valsusa si l’ipotesi dell’arresto è stata va- L’inchiesta si concluderà in po- mano quanto detto da Ber-
preannuncia caldissimo. Inu- lutata con attenzione, ma la de- chi giorni (ieri la ragazza, che lenza politica ne sa qualcosa, lare del nome del compianto lusconi: le toghe invadono
tile telefonare e chiedere di nuncia per “accensione e lan- non ha ancora nominato un av- dato il suo passato di giudice Maurizio Laudi, scomparso po- campi nei quali non do-
Rubina. Per lei – rispondono le cio di oggetti pericolosi” non vocato, avrebbe dovuto essere istruttore nei processi contro chi mesi fa, che per anni ha fat- vrebbero mettere piede, e
“compagne” – parla un comu- lo consente. In caso contrario ascoltata dai pm) ed è possibile le Brigate rosse e Prima linea. to capolino (non gli fu rispar- ciò non è accettabile. Parte
nicato del Collettivo Universi- (e se ne discusse a lungo in Par- che sfoci in un decreto penale, miato nemmeno il giorno del della magistratura vuole li-
tario Autonomo di cui la ven- lamento nel 2001) andrebbero una specie di contravvenzio- “MALEVOLI insinuazioni” suo funerale) accostato alla pa- mitare l’autonomia della
tiquattrenne fiorentina fa par- arrestati tutti i tifosi che lancia- ne. “Stupiscono poi – prose- che, chi vive a Torino, difficil- rola “boia”. L’area antagonista politica”. Perciò, se ne stia
te: un testo che lamenta “l’in- no un fumogeno allo stadio. gue il comunicato – le malevo- mente può non riconoscere scatenò su di lui tutto il dolore al proprio posto: “I magi-
teresse pruriginoso con cui i Nessuna indulgenza per il ge- le insinuazioni circa una prete- come tali. Basta leggere i muri e la rabbia per la straziante vi- strati facciano i magistrati e
media stanno trattando l’argo- sto – che rimane censurabile sa sottovalutazione dell’acca- della città. Caselli, “toga rossa” cenda di “Sole e Baleno”, due lascino la politica e le rifor-
mento” nonché “un mal cela- oltre che pericoloso – ma un fu- duto da parte della Procura di per antonomasia, proprio co- ragazzi accusati di attentati in me agli esponenti delle isti-
to maschilismo” perché a lan- mogeno non è un razzo. Alla Torino, che ha sempre dimo- me negli anni ‘70, è tornato “fa- Valsusa, che si tolsero la vita nel tuzioni”. In serata, parla an-
ciare un fumogeno è stata Procura di Torino non è giunta strato la massima attenzione scista” poiché “colpevole” di 1998. Il processo si concluse che Maurizio Gasparri:
“una ragazza”. alcuna querela e non risulta nei confronti di qualsiasi atto di aver ordinato l’arresto di 21 con la condanna del terzo im- “Noi siamo l’antimafia dei
Intanto il ministro del Welfare che il giubbotto bruciato di Bo- violenza politica”. Parole sot- persone dopo la guerriglia ur- putato, anche se la Cassazione fatti, Grasso non passi
Maurizio Sacconi, il capogrup- nanni sia stato consegnato ai toscritte dal Procuratore capo bana del “G8 delle Università” cancellò il reato più grave di all’antimafia delle parole”.
po Pdl in senato Maurizio Ga- giudici. Gian Carlo Caselli, che di vio- nel maggio 2009. Per non par- terrorismo. s.c . Luca De Carolis
Elias Vacca: “Scajola darà in beneficenza il ricavato della vendita
della casa. La donazione sarà fatta in forma Anemone ”
a cura di Roberto Corradi

Le Tg1c’est moi non lo sento da mesi. Eppoi ho le


feste, la discoteca, la pischella. Voi
non vi godete la vita: per questo siete
perde. E sai che ne frega, a me?
Ridete su sto cazzo. Tanto io do le
Il Pd se fa senti’
me già giorni addietro era capitato
con Schifani, sempre nostro ospite?
Basta, la misura è colma. Chiedia-
notizie che voglio io. E parlo a
di Augusto Minzolini tristi, arrabbiati, cattivi. Vi piacciono un’altra Italia, per fortuna mag- Pd: - Egregio questore di Torino, mo conto dell’accaduto! Ed è per
le racchie anoressiche di sinistra. egregia polizia tutta! Sempre di To- questo che, risoluti e irriducibili,
dc gioritaria e nessuno mi tocca. Bu- rino. Noi attendiamo risposte. Noi, pretendiamo a gran voce, come già
Anzi, voi siete, una sottocultura rattino io? Maddechè, Ahò. Me- il Pd, vogliamo da voi sapere perché in vieppiù contesti abbiamo espli-

M
addeché, Ahò,
della sinistra. Anzi – eh, eh - non glio essere il burattino di un gran- a Torino, appunto, eventi così gravi citato, spiegazioni chiare, argo-
ma che cazzo
siete nemmeno di sinistra. I va- de uomo che, come voi, i cani ra- hanno minato l’equilibrio del Pae- mentazioni precise. Non ci fermere-
state addì? Bu- se. Contestare Bonanni!! Ma dove mo di fronte a traccheggiamenti.
lori della sinistra li rap- glianti dell’Italia brutta e sfigata.
rattino dite, siamo arrivati? Contestare un no- Nz, no! De che? Non ci faremo zittire
presento io: il garanti- (testo raccolto per intuizione da Lutel)
burattino a me? Mi fa ri- stro ospite esprimendo dissenso co- da evasive e confuse risposte. No!
smo, la libertà, la fantasia: Stavolta tutto il nostro partito è coe-
dere, siete dei poverac- sapete che significa parla- so e compatto e come già Enrico Let-
ci. Anzi, mi fate pena. Voi re d’altro, ogni volta? Voi sie- ta si è prodotto all’indomani del
non siete giornalisti – eh, eh - te – eh, eh, eh – quello che siete gravissimo gesto, così ora tutti noi,
non vi leggo proprio, macchi-ve-s’in- sempre stati e ho sempre com- tutto l’organico dirigenziale, vi in-
cula…. L’ho detto: Il Fatto per me è il chioda al vostro dovere! Risponde-
battuto: apparati burocratici, teci! Come è potuto capitare tutto
raglio del Travaglio, vi ho fatto toglie- bracci armato del Pci. Voi vi riem- quello che è capitato?
re dalla mazzetta della Rai, tiè. Non pite la bocca con tutte quelle caz- Questore:- Eh... aò! È capitato!
spreco nemmeno tempo con voi: zate trite e ritrite che fanno ca- Pd: - Ah, ok. Grazie!
me lo faccio raccontare dalla Petruni dere le palle: dare le notizie, dare Roberto Corradi
mentre scolpisco i deltoidi. Che co- tutte le notizie. Le stesse panza-
ATTENZIONE: pagina da
glioni che siete. Voi non sapete pro- ne che racconta Enrico. Gli tirate ritagliare e conservare per quando
prio cosa sia la libertà intellettuale. Io la volata, a Mentana. Festeggiate serve protestare
con Berlusconi nemmeno ci parlo, ogni punto di share che il Tg1 (la rima non era voluta)
pagina II Domenica 12 settembre 2010 Domenica 12 settembre 2010 pagina III

LA BATTAGLIA DI
PIERO
di
Bertolotti &
De Pirro

di Giulio Volàno persona che in termini romaneschi se l'andava


cercando”. Nello studio cala il silenzio. La com-
opo la morte di Cossiga si è creato un vuo-

D
mozione è tanta. Secondo i suoi detrattori, An-
to istituzionale che era necessario riem- dreotti avrebbe detto questa frase non tanto per di Stefano Ferrante fuori la seconda maestra. bile, energie e trasporti non ché prima i cavalli mica scio- to americano. Agli operai di alti, i sindacati nei consigli di
pire immediatamente: c'era bisogno di un rimpiazzare Cossiga, e quindi non per senso del- L’anno prossimo avremo inquinanti nelle città. “Sen- peravano”. Cisl e Uil gli espianti saranno amministrazione, tetti agli
senatore a vita che sparasse cazzate. Il lo Stato, ma solo per l'affetto che da sempre nu- l nuovo ministro per lo due classi con una maestra e za sfruttare gli animali come “Il vero freno allo sviluppo è fatti in anestesia totale. Per stipendi dei dirigenti!” ave-
compito non si presentava come dei più agevoli
perché Cossiga era un professionista della spe-
cialità. Quando consigliò a Maroni di preparare
ad arte il clima per permettere il pestaggio in-
tre per Sindona: “Nonostante il suo passato di-
scutibile, il suo comprovato rapporto con am-
bienti mafiosi nutro una grande stima nei suoi
confronti”. E anche Andreotti pensava lo stesso
I Sviluppo è Michael
O’Leary, l’amministrato-
re delegato di Ryanair.
“E’ l’uomo giusto, bisogna
nel 2012 per la didattica
punteremo sui bidelli: ognu-
no avrà tre classi e sarà do-
tato di un libretto di istru-
avviene con i cavalli delle
carrozzelle però!” ammoni-
sce il ministro dei Trasporti
Matteoli “Potremmo creare
la Cgil” tuona il ministro del
Welfare Sacconi “attaccano
uno come Marchionne che
innova e sa anche diversifi-
quelli della Cgil, che non
hanno firmato, invece,
l’operazione sarà fatta da
svegli”. Una schiarita nelle
va commentato esultante
Epifani. Ma quando al tavolo
della trattativa Marchionne
ha aperto la cartellina con la
disturbato di universitari e docenti, il fumo della di Sindona. A causa della sua proverbiale mode- tagliare gli sprechi. La pro- zioni per insegnare, le mae- occupazione introducendo care. Ora che le Fiat non si relazioni sindacali sembrava scritta “ Modello tedesco” e
cazzata fu visibile persino dai satelliti della Nasa stia, nelle ore successive Andreotti ha smentito posta di eliminare il secon- stre saranno in un call cen- i risciò a trazione umana, co- vendono più perché sono fi- arrivata dopo le parole di ha tirato fuori la piantina del-
che stavano spiando Vida Guerra sotto la doccia. la frase su Ambrosoli affermando di essere stato do pilota e di addestrare le ter e risponderanno alle do- me in Asia. Cisl e Uil sono già niti gli incentivi statali, pun- Confindustria a favore del lo stabilimento con bene in-
La prima a sentire il peso di questo vuoto e a frainteso, ma l'opinione pubblica ha tirato un hostess agli atterraggi di mande degli alunni e degli pronte a firmare l’accordo. ta già ad esportare nel 2011 modello tedesco, apprezza- dicate le baracche per dor-
tentare di colmarlo è stata Rita Levi Montalcini sospiro di sollievo: il posto di Cossiga non era emergenza può essere un stessi bidelli”. O’Leary pun- E’ chiaro che gli assunti non quattromila reni e nel 2012 te da Marchionne. “E’ una vi- mire e quelle per la doccia
che ha indetto una conferenza stampa annun- più vacante. modello vincente, l’Italia terà sullo sviluppo sosteni- potranno scioperare, per- diecimila cornee sul merca- ta che chiedevamo salari più obbligatoria è calato il gelo.
ciando rivelazioni scioccanti. del futuro è un’Italia low co-
Al momento della dichiarazio- st” spiega il ministro
ne, però, la Montalcini è scop- dell’economia Tremonti
piata in lacrime scusandosi di “d’altra parte abbiamo visto
essere capace al massimo di la- cosa succede se in una sala
sciar morire un amministrato- operatoria ci vanno due me-
re di condominio, ma non il dici e si mettono a litigare,
Presidente della DC e ha abban- meglio che accanto a ogni
donato la sala tra i fischi dei dottore ci sia un portanti-
giornalisti. E' stato poi il turno no”. Ma la Gelmini rivendica
di Carlo Azeglio Ciampi che, la primogenitura dell’idea:
nonostante i buoni propositi, “Sono stata io la prima a fare
ha gettato la spugna ancor pri- Il sinuoso decollo di un apparecchio della flotta Rayanair visto da dietro
ma di provarci: gli è bastato ri-
leggere i tabulati dei satelliti
della Nasa che aveva finanziato
per spiare Vida Guerra sotto la
doccia. C'era solo un uomo che
poteva risolvere la questione:
Giulio Andreotti, l'unico politi-
co con un archivio personale
di segreti così vasto da averlo
diviso in avanti e dopo Cristo.
Non c'era tempo da perdere.
L'occasione era ghiotta: la pun-
tata di “La storia siamo noi” de- di Bebo Storti con quel che ha
(Continua dal numero precedente) l vomito. Questa è la sensazione odierna

I
dicata a Giorgio Ambrosoli. La trovato oltre ai E poi cos'è
mattina dell'intervista dicono vanzi: dalla fritta- generata dai miasmi della putrefazione so- tutto 'sto “lati-
istù Scisciabubò, nella miglior tradizio- ciale del Bel Paese. Ai tempi del fascio l'I-

P
di averlo visto agitato, teso e ta si vedeva spun- norum”?
dallo sguardo contratto: anche ne da carrettiere, aveva preparato una tare un po’ di tut- talia marciava, nell'era dello sfascio, l'Ita- Nell'ambito della legge elettorale siamo pas-
lui sentiva il peso del momen- trippa di budelli di manzo e vitello, il to. Chi ha visto lia marcisce. sati dal Mattarellum al Porcellum...Adesso sal-
to. L'intervista di Minoli inizia. Sturzigna stomeg da‘uta par tera, cioè dei bulloni, chi Dall'italico marasma fuoriescono problemi di ta fuori anche il Provincellum..A quando il
Interrogato sul perché Ambro- (non ve lo meritereste perché siete datteri ma una settimana enigmistica, chi ha sentito mia- ordine semantico. Per esempio, l'ipotesi di un Berlusconellum? Cioè una legge elettorale ad
soli sia stato ucciso, Andreotti vi mettiamo le traduzioni) Arrotola stomaco golare un gattino. Fatto sta che, come si di- esecutivo alternativo all'attuale è un “Gover- personam che preveda un solo collegio uni-
non si lascia sopraffare dall'e- da buttarsi per terra. Si prepara così: si pren- ceva, è un piatto mai mangiato qui su da noi. no di Responsabilità Nazionale” oppure un nominale, cioè con un solo nome, cioè il suo?
mozione e senza scomporsi ca- dono le budella miste di manzo e vitello e si Anche stavolta è andata così: io, da uomo di “Governicchio”? Fini che lascia il Pdl è un Il suffragio universale ha dei llimiti evidenti.
la il jolly: “Ambrosoli era una fanno cuocere 15 ore nella sugna di cavallo. cultura (anche se non bisogna dirlo troppo in “eroe” o un “traditore”?. Come può il voto di Umberto Eco valere “1”
Poi, dopo altre quindici nel vino rosso, si spol- giro perché ‘sta roba che so scrivere non è che Come sempre è mera questione di punti di come quello di un tronista? Come può il vo-
vera il tutto con la corteccia di abete, si ag- tutti l'hanno digerita) ho fatto una cosina così, vista. Si esprimono giudizi di convenienza. to di Emanuele Severino avere lo stesso pe-
giunge sale a piacere e si serve bollente di- per i palati più fini. Il Quates che fa frec, cioè È un po' come il rapporto con la/il fidanza- so di quello di un protagonista del Grande
rettamente nelle mani del commensale che, Copriti che fa freddo, interiora e muscoli di ta/o. Finché sta con noi è “una creatura me- Fratello?
urlando, deve buttare tutto giù d'un sol fiato vari animali, anche sconosciuti, avvolte nella ravigliosa”, se il giorno dopo ci lascia per Intanto, là fuori, oltre i confini dell'Esperia,
pena essere scherzato come fiordifragola per pelle di, nell'ordine, cervo, camoscio, cerbiat- andare con un altro/a diventa all'istante un il Reverendo Jones (un chretien) ha propo-
tutto l'anno. Sparagn Menatoll, da uomo av- to, muflone, cinghiale, stambecco fritte nel “puttanone”/”bastardo”.Il concetto è chia- sto di bruciare il Corano. Speriamo che un
veduto e risparmiatore, ha preparato un piat- lardo di castoro e servite bollenti direttamen- ro. Andiamo avanti. Tartaglia buddista gli tiri una Torah in faccia
to povero ed essenziale: il Nigott però te sulla schiena di un torello che gira per la La fronda anti – Porcellum, che potrebbe urlando “Viva Visnù!”. Così, tanto per usu-
cond’be’, cioè Niente però condito bene, piat- piazza. Il piatto è difficile da gustare ma il coinvolgere oltre a Rutelli, IdV e PD anche fruire delle possibilità che le molteplici re-
to umile delle nostre terre e della tradizione di moto, si sa, aiuta la digestion. Poteva mancare Fini e Casini dà adito a una lecita domanda: ligioni ci offrono.
risparmio e di "se buta ia niott" delle nostre Primo Mangiaginocchi? No, difatti c'era. Di se è segno di grande responsabilità cambia- Non parlo, come Obama, per paura delle ri-
famiglie. Ricetta: si prende un velo di burro, ritorno dall'esperienza dei Mondiali in Suda- re questa “porcata” di legge elettorale, può torsioni di Al Qaeda; la mia è semplice apo-
quello rimasto sulla carta quando l'ha leccata frica, e molto segnato da quel viaggio così essere utile ricordare che questa legge è sta- logia della legge del taglione. Dico queste
anche il cane, e lo si stende nella padella. Dalla strano per lui, ha preparato, insieme all'ormai ta votata in Parlamento da Forza Italia, Al- cose con lo stesso afflato che mi spinge ad
busta della carne del giorno prima si pren- inseparabile Gasparri (che si porta dietro co- leanza Nazionale, UDC e Lega Nord?.Ricor- augurare a Marchionne di restare senza la-
dono le ombre di sanguina rimasta e si pas- me uno zainetto), un piatto non indigeno che dare cioè che Fini e Casini che oggi si ac- voro. I libri non si bruciano. Mai. Nemmeno
sano sul fuoco. Si bagna tutto con del buon ha lasciato i più perplessi (parola a rischis- creditano come “responsabili” furono a il Mein Kampf.
vino rimasto sui fondi e chi lo trova, lo mangia. simo). Il En che ca ta diperi, cioè Vieni qua che quel tempo tra gli “irresponsabili” che la vo- Le tesi esposte nei libri si discutono ed even-
Trattasi di piatto leggero che i più, però, non ti adopero, una roba stranissima tutta colo- tarono? tualmente si confutano.
amano "ma gh'è 'n caso chì!" Sciau Pepp, da rata, dove il fucsia e il viola abbondavano, tutta Esiste in politica la capacità e la possibilità di Non è più il tempo di rivivere la bestemmia
bravo anziano capo della "Confraternita dei un tripudio di marmellatine, petali di fiori e dire “Avevate ragione voi”? E che peso po- della distruzione della Biblioteca di Alessan-
Fanigottoni", non ha fatto niente ma lo ha pre- scorze di agrumi. Una roba profumata stesa su litico ha questo “mea culpa”? Possibile che dria. È ora di deporre le armi dell'idiozia e di
sentato bene ed è stato applaudito più volte un piattone a forma di canottiera che nessuno ci siano voluti 15 – 20 anni per capire la pa- fare qualcosa di intelligente, come ad esempio
con cori di rutti importanti e salve di Vada- ha neanche avvicinato (io sì, e allora? E’stata sta del Premier? Certo è che nella vita è me- scappare in un'altra galassia. Sperando che il
vialcù. Suo nipote Sciau Pirla, ragazzo non gentilezza, va bene?). La festa comunque è glio ricredersi che portare aventi con coe- terrificante fetore di questi tempi di merda
sveglissimo, ha preparato una cosa mai man- stata un successo. Prova ne è che alle 3 di renza gli errori. La politica, fortunatamente, non travalichi gli spazi interstellari. In caso
giata qui da noi, ma di antica tradizione la: la notte eravamo tutti sui gradini del chiesone non è un compito di matematica o uno stu- contrario non ci resterà che aspettare l'avven-
Fritada con que ca sa troa, cioè La frittata con ubriachi fradici a tirare delle polpette di le- pido paraocchi. Ma la memoria...la memo- to di un Luke Shitwalker del cazzo. E non mi
quel che si trova. Si tratta di un piatto delle tame a Gasparri legato ad un palo mentre can- ria,dico io... funziona ancora? sembra il caso.
nostre nonne, fatto di vanzi, ma essendo Sciau tava a squarciagola "...TANTO PE CAN-
un pirla, per l'appunto, l'ha fatta veramente TAAA..."
pagina IV Domenica 12 settembre 2010

Minzolini e Mentana si incontrano in un bar vicino alla MINZ - Scusa se aggiungiamo al tg quel pizzico di umanità e di
Rai. tenerezza che è sempre mancato a te, nanetto presuntuoso!!!
MENT - Fai come vvuòi, sei tu che perdi gli ascolti, a te hanno
MINZ - Ciao Enrico! Guarda chi si rivede... tirato le orecchie. A me sta andando alla grande....
MENT - Ciao Augusto! Ti pprendi un tramezzino? Hai un’aria un MINZ - Risorgerò!!! Apro il tg delle 20 con Lady Gaga che si
po’ stanca. tatua un furetto sotto l’ascella, un bel corso di cucina giap-
MINZ - Scusa se ho subito il vulnus mediatico! Scusa se sono un ponese, a seguire un servizio di 15 minuti sulle poesie di Bondi
essere sensibile... e chiudo con una canzone: (sulle note di “Senza parole”di
MENT - Comunque non ti devvi scusare... Vasco Rossi)
MINZ - Scusa se mi scuso...Enrico...
MENT - Dai, cosa c’è?! Ed ho aperto il mio telegiornale , con un altro grande edi-
MINZ - (sottovoce) E’ che mi sento smarrito...Gli editoriali non toriale
tirano più come un tempo... e ho sofferto perchè alla gente, fa cagare!
MENT - Ma dai, Augusto, non fare il moddèsto, elezioni an- Poi mi sono apparsi Fede, Belpietro e Capezzone
ticipate, il govvernicchio , il sale della democrazia. Io ti ho e non ho più pensato a tutte queste coseeeee...
trovatto in forma...
MINZ - Allora ti dico la verità: sono invidioso! Tu apri un tg tuo Enrico?! Ma che, se n’è andato?! Scusa se è tutta invidia!!!
e fai il botto degli ascolti, ma me
lo vuoi spiega’ come fai?! Che
notizie usi?! Qual è la formula
segreta?!
MENT - Semplice : un ministro si
dimette? Tu dici la notizia! Un
coordinatore di partito è indaga-
to? Stessa cosa, dici la notizia!
Che problema ccè?! Ti paggano
per dare le notizie, e per non sba-
gliare, tu dille!
MINZ - Edov’è che sbaglio? Io le
dico le notizie, senti qua: in esta-
te fa caldo, bevete molto e man-
giate frutta e verdura, la piccola
fiammiferaia è il libricino più let-
to dai piccini. Come lo vorresti
aprire un tg, se no?!
MENT - Forse potresti mettere
qualche roba un po’ più interes-
sante... Non so, crisi economica,
precari a spasso, crisi di govver-
no, sanità…
MINZ - Ma scusa, noi trasmet-
tiamo i tg durante le ore in cui gli
italiani si rilassano: chi riposa,
chi magna... Ma perchè gli do-
vremmo parlare di cose tristi e
pesanti? Je famo veni’la gastrite!
Scusa, io dico no alla gastrite! Se
invece gli parliamo dell’orsetto
Dino al parco nazionale che si
sente solo, c’è più poesia!
MENT - Notevvole! Augusto Minzolini e Enrico Mentana visti da Max Paiella

ni che vende bibite, magliette drà apparire e scomparire a Disboscamento e Miss Furto e
contraffatte, fette de cocome- ritmo forsennato Incendio! E per far contento
ro, stiamo a posto. La Cicala si batterà per l’au- Bonanni e soci, anche miss
Proponiamo poi di trasforma- mento di trasmissioni di gare: Fumone!! Perché questa è
re il Ministero dei Beni Cultu- canore, di ballo, di imitazioni! l’immagine da propagandare,
rali nel Ministero dei Beni Cul- Vogliamo più concorsi ma questa è la strada da battere.
turistici e di sostituire ai bron- non per assumere personale Affondiamo questa zattera
zi e alle statue romane gli qualificato e specializzato, ro- dove garriscono le braghe di
“sbronzi” in carne ed ossa tau- ba inutile che grazie alla casta B e che tiene a galla banchieri,
ci, monumenti e opere prossimità di detti monumen- tati, vips-televisiv-discotecar. sta scomparendo, anche se boiardi di Stato, ipocriti, bu-
d’arte. Roba che ha ti, di baracchini, bar ambulan- Perchè metterli solo in coper- nei concorsi che ancora si fan- giardi, andreotti reincarnati,
fatto il suo ti, bibitari mobili, porchetta- tina quando potrebbero ave- no vince “grazziaddio” gente principi intrattenitori, map-
tempo. La Ci- ri, venditori di griffes falsifica- re una nicchia al Colosseo? raccomandata. Purtroppo, pate di presentatori, indu-
cala raccoglie- te, caldarrostari, stracciaroli, Per par condicio posizionere- però, a volte riesce anche a striali del menga, imbottiglia-
rà firme per una petizione stracciaculi! Questo per co- mo anche statue viventi al vincere gente onesta e prepa- tori di acque privatizzate, raf-
al ministro Bonzi… Tondi… prire inevitabili disfacimenti femminile, veline, escort e rata e questo noi lo vediamo finatori di petrolio de ‘sta
Il programma della Pondi… Ponzi… Pozzinam- che altrimenti richiederebbe- B.donnine potenziali candi- come Minzolini, cioè il fumo minchia, patron di clubs di se-
C.I.C.A.L.A. (Cittadini Italia- mazzallo!! Per vivacizzare il ro finanziamenti per i quali date alle prossime elezioni, su negli occhi! Noi della Cicala rie A, cartolarizzatori, spolpa-
ni Corrotti Arraffoni Ladri paesaggio dello nostre città non ci sono i soldi perché, per mensole e per rispetto all’al- vogliamo più concorsi cano- tori di beni demaniali, arraffo-
Approfittatori d’arte, si propongono due so- gli interventi di restauro, i fon- tra grande città d’arte, Firen- ri, più talent sciò, più concor- ni di soldi pubblici, grandi e
Comunicato n°3 luzioni alternative. Primo, la di sono destinati tutti alla fac- ze, legheremo a Ponte Vec- si di bellezza, non ci bastano piccoli fratelli di isole dei fa-
demolizione e la vendita allo ciata del Presidente del Con- chio col bungee jumping le più miss Ciociaria, o miss Ma- mosi, caterinebalive, veroni-
a Cicala insorge contro straniero di dette vetuste an-
Ldell’Italia
l’immagine oleografica
dicendo basta a mu-
ticaglie. Secondo, un provve-
dimento tampone: lo stazio-
siglio. Se davanti a una crepa o
davanti a un fenomeno infli-
trativo, paf, uno ci mette un
suddette B.donnine candida-
te alle prossime elezioni per-
ché siano una grande attratti-
remma ‘ane… tutte località
da banale cartolina. Proponia-
mo Miss Frana, miss Smotta-
chemaie, carlucce, frizze e
lazze!!
La Cicala: per un affonda-
sei, beni storici e architettoni- namento nelle immediate bellissimo pullmino a due pia- va per il turista che così le ve- mento, miss Alluvione, Miss mento veloce!
pagina VI Domenica 12 settembre 2010 Domenica 12 settembre 2010 pagina VII

L’Artefatto:Il Bersonno camente e affettivamente”.

E visto che è povera le hanno tolto


l’unico bene, la figlia. Forse anche
ta sono gli emissari di uno stato de-
mocratico. Povertà fuorilegge. Si tra-
veste il castigo da provvedimento ci-
vile. La ragazza aveva chiesto l’af-
perché senza marito, e l’idea del pre- fidamento, ovvero che un’altra fami-
sepe “normale” è ben fisso nella testa glia la aiutasse. Non l’hanno ascol-
IL SANTANCHE’ D’AMERICA della polizia familiare, che decide ad tata. E’ madre, ma non se lo può per-
E così dobbiamo tirare un sospiro arbitrio chi deve o no fare la madre. mettere. Dove sono gli isterici della La coppia Silvio-Bossi è nel casino,
di sollievo perché quel cretino del “Povera affettivamente”. E quanto sa- vita a tutti i costi? Dov’è Ferrara, dove l’un dice: il voto è brutto, l’altro: è bello,
reverendo Jones non ha dato fuo- ranno umanamente ricchi quelli che sono i preti? In una striscia satirica. ma il capo non è tale, è un burattino
co al Corano, la sua megalomania gliel’hanno rapita? 500 euro? Ma è Solo lì hanno ancora un senso. nelle man del puparo col randello:
s’è accontentata del fatto che Oba- poco meno dello stipendio medio di Spedite le vostre mail a:
ma lo aveva pregato di non farlo. un giovane (800). E qual è il reddito barbara.alber ti@ilmisfatto.it “Corriamo al Colle da Napolitano
A. Paterni, Mantova che permetterebbe di figliare? Secon- per ottener che Fini si dimetta
do questa sentenza tre quarti dei gio- e che torni a votare l’italiano
Se avesse bruciato il Corano coi suoi vani italiani non potrebbero avere i a novembre o dicembre in tutta fretta!
20 adepti non se ne sarebbe accorto figli, o dovrebbero darli in adozione
manco un gatto. Ma la stupidità cor- a uno più ricco. Come dire non fate Altrimenti milioni di leghisti
re sui media. Il losco reverendo è il POVERTA’ FUORILEGGE figli. Una generazione sfruttata oltre scenderanno dai monti minacciosi…”
Santanchè americano. Solo che qui i Ragazza madre, lavoro part-time, il limite, e la prossima non si bada Si aggiunge a Bossi il re dei giornalisti,
fanatici di mestiere non si pregano, si sono tormentata da un’assistente nemmeno a farla nascere. E se pro- autor di editorial sempre ossequiosi
comprano. Si accendono e spengono sociale che viene a vedere come prio vi scappa un bambino ve lo por-
a comando. Come la reverenda Jones tratto mio figlio. Mi spaventa la tiamo via. Alla ragazza di Trento su- al voler del munifico padrone:
italiana, che strappava il velo alle decisione del tribunale dei minori bito, appena nata, senza nemmeno “Stia ben attento il capo dello Stato
donne musulmane, e non ha fiatato di Trento, che ha tolto la bambina fargliela vedere, evocando uno sce- a non permettere un ribaltone
quando Gheddhafi è venuto a cora- a una ragazza perché guadagna nario da feuilleton- la governante con un governicchio… uomo avvisato!”
nizzare 600 disoccupate pagate per 500 euro al mese, e giudicata dai che afferra il fagotto illegittimo e
stare mute, anche loro. Servizi Sociali “povera economi- scompare nella notte- solo che stavol- “She” di Lorenzo Calza L’opposizion ribatte, fanfarona:
“Non abbiamo timore di votare
poiché per Silvio la campana suona
Cose buone dal mondo ed il Pd è pronto a governare”.

Elezioni Grande come una casa è la bugia:


non hanno candidato né programma,
non sanno con chi andare in compagnia,
fra quelli che a Di Pietro dicon: smamma!,

MISSING ITALIA sognando l’Udc e Pierferdinando


e chi vorrebbe le sinistre varie,
mentre stan tutti quanti litigando
sul fare oppur non fare le primarie.

Se queste son le forze sul terreno,


di RobCor per rendere accettabile il futuro
possiam buttarci sotto il primo treno
Jean-Baptiste Greuze - Il Bersonno. Sul finire del 1700 un pittore delicato, ispirato all’armonia del mondo o ingoiare un confetto di cianuro…
e dei volti, alla tranquillità, alla calma soporifera decide, per coerenza, di iscriversi al Napolitano, sbadi-
gliando. Poi scopre che non si tratta di un partito ma di una figura dalla vitalità quasi impercettibile, sebbene
definita “carica istituzionale” e così volge il suo sguardo al Pd. Le cronache dell’epoca vogliono che il giorno
stesso in cui il maestro francese aveva formalizzato la sua iscrizione democratica, nella notte fosse arrivata BRUNO VESPA vero capolavoro di Mara-
l’ispirazione per questa bava da sonno su cuscino rappresentante il leader in piena attività. Ci rimangono Dopo l’increscioso episodio di cui è stato pro- dona. Per i tanti tifosi del
pochi appunti dell’epoca in molti dei quali sbadigli, clamorosamente riportati anche per scritto, rendono tagonista, negli ambienti giornalistici della Rai lo campione argentino, egli
difficile la lettura ma arriva intatto il patimento di un pittore espropriato del proprio tavolo da cucina perché, hanno ribattezzato Sexy Rubra: parliamo di Bruno non avrebbe fatto nulla di
citando, c’è quello lì che non si sveglia manco co’le cannonate e meno male che non gli ho fatto ‘r quadro Vespa, un tipo apparentemente sempre freddo e scorretto, anzi, avrebbe
a letto se no stanotte dormivo sul divano. Strano accento ma efficace. Ah, questi artisti! controllato. Da un punto di vista strettamente semplicemente anticipato
sessuale, si pensava che avesse un unico rapporto con straordinaria lungimi-
annuale, come l’Istat. Niente di più falso e in- ranza il nostro attuale siste-
fondato. Presentando di recente il Campiello, si è ma fiscale, basato sul mo-
infatti lasciato andare e ha commentato con en- dello unico: Diego Arman-
tusiasmo irrefrenabile il decolletè della scrittrice do, infatti, durante la sua
Silvia Avallone, invitando la regia ad inquadrarlo e permanenza in Italia, le tas-
scattando egli stesso numerose istantanee, tra se le ha pagate un’unica
l’imbarazzo dei presenti. Insomma, Bruno ha in- volta e poi mai più.
di Lia Celi suo aspetto radioso e giovanile è solo merito ventato il Premio Tetterario e questo gli fa onore.
delle creme antirughe Dior di cui è testimo- Pare che, a microfoni spenti, abbia anche espres- ANGELA NAPOLI
Tutto pronto al Palaliabel di Salsomag- nial: «Certo: con i soldi che prendo per pub- so pesanti apprezzamenti sullo stacco di coscia di Il concetto di “corpo elet-
giore per la serata clou di Miss Italia, blicizzarle posso pagarmi un lifting all´an- Umberto Eco. Speriamo che l’inatteso tourbillon torale” potrebbe essere
l´unica fiera del bestiame in cui gli no». dei sensi che lo ha colpito si plachi, anche se molto cambiato in questi ultimi anni, senza che
animali camminano su tacchi 12. Tre i Dopo i tafferugli alla festa del Pd, viva ap- inquietanti indiscrezioni trapelate da Viale Maz- noi ce ne rendessimo conto. La deputata finiana
titoli che verranno assegnati stasera: prensione a Salsomaggiore: nemmeno uno zini rivelano che Vespa, ormai profondamente Angela Napoli ha infatti insinuato, nel corso di
Miss Italia, Miss Eleganza e Ministro straccio di centro sociale si è presentato da- trasformato, starebbe per dare una svolta hard al un’intervista televisiva, che alcune colleghe sa-
per le Attività produttive. La notizia vanti al Palaliabel per contestare la manife- proprio programma, il cui titolo dovrebbe cam- rebbero state elette perché si sono prostituite. Lo
che la Miss 2010 diventerà la madrina stazione. «Troppo pericoloso,» spiega uno biare in Porca a Porca. Del resto, bisogna capirlo: sgomento è piombato sul Paese. Si tratta eviden- di Fulvia Abbate
delle celebrazioni per i 150 anni dei capi del movimento antagonista. «Siamo finora, ha sbaciucchiato solo politici, ministri e temente di una calunnia infondata, destinata a
dell´Unità nazionale ha gettato lo u lo sai che davanti
sconcerto fra le ragazze, molte delle
quali, nella prova di cultura generale,
abituati a essere manganellati dalla polizia,
ma a farci spellare vivi dalle mamme iste-
riche e dai fidanzati esaltati non ci stiamo».
sottosegretari. Lasciamolo sfogare, se non voglia-
mo che faccia qualcosa di brutto al primo Fassino
che gli capita a tiro
crollare immediatamente alla prova dei fatti: vi
viene in mente un solo nostro rappresentante del-
le Istituzioni, uno solo, che secondo voi andrebbe
Tsolante
allo spettacolo de-
(perfino
alla domanda «sai cos´è l´impresa dei Ma secondo indiscrezioni, l´assenza dei cen- a mignotte? Ho detto uno solo, non trentacinque! per l´idiozia) del
Mille?» hanno risposto: «mettere su ca- tri sociali sarebbe una protesta per l´esclu- GASPARRI E LA RUSSA Bibò del centrodestra, da brillanti statisti quali Tutti quanti si sono scandalizzati, subito si sono politico in tra-
sa col fidanzato precario a mille euro sione dalla finale di Asia Filippin, Miss Ke- “Colonnello non voglio pane, voglio incarichi nel sono, hanno concepito delle ipotesi interessanti alzate vibranti proteste da ogni schieramento po- smissione mai
al mese». fiah governo…”: tutto cambia di questi tempi, anche per convincere Fini a uscire da Montecitorio: Ga- litico, il Presidente Fini ha chiesto alla sua par- nessuno mai interrompe l´orrore con
«Non vogliamo valorizzare solo la bellezza Bagnata Cotonella Autogestita, perché i suoi le eroiche canzoni della nostra destra. Ormai, a sparri, facendo la voce in falsetto, s’è offerto di lamentare di scusarsi immediatamente. L’idea che un "anvedi `sto `mbecille!"? Lo sai, no?
delle ragazze, ma anche la loro personalità,» 57 piercing rovinavano i body offerti dallo Montecitorio, i due sergenti Maurizio Gasparri e gridare “Gianfranco, sono Elisabetta… corri, mi si a Montecitorio siedano delle prostitute è in effetti Aggiungendo magari poche altre paro-
ha assicurato Milly Carlucci, madrina della sponsor. Ignazio La Russa sono stati soprannominati Dolce è rotto un tacco!”; La Russa invece, uomo di ma- inaccettabile e ci indigna profondamente. Per le in faccia ai supplenti a vita del gover-
serata, prima di scoppiare in un accesso di Viso simmetrico, naso piccolo e bocca car- e Voltagabbana: un tempo finiani di ferro, ora chiavellica intelligenza, ha proposto di utilizzare quanto riguarda invece mafiosi, camorristi, cor- no e, si spera, anche agli altri, non me-
riso incontrollabile. Per questo nell'edizione nosa: questi i canoni della bellezza vincente sono attaccati a Berlusconi più di un’attricetta di un bazooka anticarro da spalla calibro 89 mm. “E’ rotti, cocainomani, evasori fiscali e abusivisti edi- no rottamabili, dell´opposizione. Sem-
2010 le concorrenti sfilano anche in bian- a Salsomaggiore secondo gli approfonditi fiction. La rimozione dell’ex leader di Alleanza previsto dalla Costituzione – ha aggiunto Ignazio lizi, ci siamo ormai abituati. E’ assolutamente giu- pre personalmente, immagino l´arrivo
cheria intima e, per evidenziare ancor me- calcoli antropometrici di un´équipe di pre- Nazionale dalla Presidenza della Camera, però, - me l’ha detto Borghezio”. “Il delicato problema sto: in un Paese civile, ci vuole tolleranza. di un´invasata pelosa che sputi così:
glio la loro personalità, si esibiranno in uno stigiosi accademici - gli stessi non appare facile senza l’intervento del carro, istituzionale è risolvibile – ha chiosato Gasparri – "Onorevole, sappia che non la disprez-
strip-tease, omaggio alla Sophia Loren in «Ie- professori che in passato avevano donato al anzi, del Carroccio attrezzi. I due simpatici Bibì e basta mettersi intorno a un tavolo e fare un bel zo per il denaro da lei sottratto all'era-
ri, oggi, domani», e soprattutto alla Daniela mondo altre preziose scoperte: al Giro d´Ita- ragionamento. Io e Ignazio portiamo il tavolo, se rio, e neppure per le stronze pon-pon
Santanché di «Anche dopodomani». lia vince il ciclista più veloce, d´estate c´è si riesce a trovare qualcuno che ci mette il ra- sempre da lei ostentate nelle foto di Da-
Sarà Emanuele Filiberto, a tutt´oggi il Savoia meno gente che porta i calzini e ai concorsi gionamento, il gioco è fatto”. gospia, no, signore mio, personalmen-
meno pericoloso per l´incolumità pubblica, universitari in genere passa il nipote zucco- te lei mi suscita ribrezzo per la miseria
ad affiancare la Carlucci sul palco di Miss ne di un docente. DIEGO ARMANDO MARADONA dei suoi discorsi. Per il suo nulla orgo-
Italia. Il principe è la dimostrazione che le E´ ufficiale: fra le sessanta concorrenti non glioso, per la sua inesistenza. Questa
il Misfatto prendere che l’ex titolare del dicastero ai Beni e ragazze italiane, oltre che belle, sono vera- c´è nessun transessuale. La prova decisiva è Qualcuno nel corso della settimana ha proposto sua miseria assoluta di immagini ha tut-
Attività Produttive sta valutando l’idea di trasferirsi mente intelligenti: per trovare moglie lui se che al palazzo delle Terme non c´è nessuna di festeggiare i 50 anni di Maradona nella sua tavia contagiato i miei colleghi, che co-
Lo raggiungiamo al telefono e lo sentiamo impac- a Palazzo Chigi. “Dicono che per due anni è già l´è dovuta cercare in Francia. Emanuele Fi- poltrona riservata a Piero Marrazzo. La quan- Napoli e si sarebbe trovata anche un’organizza- munque, cosa vera, erano in partenza
ciato, in difficoltà, quasi reticente. Allora insistia- tutto sistemato, anche se l’inquilino se ne dovrebbe liberto vivrà con emozione tutta particolare tità di voci baritonali fra le miss sarebbe per- zione seria, affidabile, pronta a preparare la bella predisposti alla subalternità, non erano
mo: “Onorevole Scajola, qualche giorno fa l’hanno andare presto ma probabilmente non se ne farà il momento in cui la reginetta 2009 cederà tanto da attribuire solo a un´ondata di raf- ricorrenza: la Guardia di Finanza che, in effetti, da cime, ecco perché personalmente Ful-
vista a Palazzo Chigi. Ci dica di più”. Un lungo nulla perché non voglio essere coinvolto ancora scettro e corona alla nuova miss scelta dal freddori, ed è un puro caso se le tavolette dei anni cerca di fare la festa al Pibe. C’è poco da dire: via prova orrore per lei e i suoi simili,
sospiro e poi l’ex ministro prende a parlare. “Sto una volta in qualcosa di poco chiaro. Ho fatto la pubblico: «Nel 1946 anche il mio avo Um- wc delle femmine vengono trovate regolar- il nostro Fisco è talmente famoso, che vengono a gentile il mio onorevole".
vendendo casa mia, ho deciso di devolvere il ri- figura del cretino, mesi fa, e non voglio ripeterla. In berto II fu penalizzato dal televoto e dovette mente sollevate. evaderlo anche dall’estero. Il geniale numero die-
cavato a bisognosi di cui non voglio sapere nulla...” realtà avevo in mente qualcosa di esposto meglio, cedere scettro e corona a Enrico De Nicola. Qualcuno ha avanzato il sospetto che fra le ci, infatti, ha nei confronti delle nostre casse una P.S. Si dispensano i veltroniani in tran-
precisiamo “A sua insaputa, quindi”, “Esatto. E sono una zona che mi hanno detto chiamarsi Quirinale. Carino, per carità, ma come gambe e curve bellissime in gara si nasconda Sarah Scazzi, la pendenza che, al confronto, il monte Zoncolan, sito dal citare in proposito la battuta
ancora senza casa. Così, quando mi hanno detto L’inquilino attuale non fa storie quindi si potrebbe era molto meglio nonno Beppo». ragazzina pugliese scomparsa da settimane, durante il Giro d’Italia, sembra un tratto pianeg- del loro Nanni Moretti su "chi parla ma-
che da queste parti si stava liberando qualcosa, so- convivere, di spazio ce n’è. Ma sembra che già al- A proclamare la vincitrice sarà Sharon Stone, ma gli inquirenti dubitano che la sua meta giante. Si parla di trenta milioni d’euro, una cifra le". Siamo qui nel mondo di Artaud e
no venuto a dare un’occhiata. Ma non credo che meno altri due abbiano messo gli occhi su questo la dimostrazione che a cinquant´anni puoi fosse proprio Miss Italia: che dovrebbe bastare a comprare i tramezzini ne- del "teatro della crudeltà", e non in
combineremo. C’è un via vai di gente, troppa cu- villino. Domani mi faranno visitare il Pantheon. essere bella e sexy come a venti, ma al mas- «Nel suo diario diceva di voler fuggire da un cessari per il party e forse anche i rustici. Dei tanti quello di Michele Serra e della panza-
riosità, anche se la posizione, devo ammetterlo, è Chissà che il mio calvario immobiliare non trovi simo ti offrono delle comparsate a Miss Italia. ambiente gretto, ignorante, volgare e ipo- funambolici dribbling di cui è costellata la sua nella di Chiarone Scalo.
molto centrale”. Rimaniamo esterrefatti nell’ap- requie”. La diva di «Basic Istinct» ha assicurato che il crita. Non di volerci andare». carriera, quello ai danni del nostro Erario appare il www.teledurruti.it
pagina VIII Domenica 12 settembre 2010

ladri senza scrupoli, che più volte so- Giovedì 9 settembre


no riusciti a sottrarsi alla giusti- - Il direttore di Rai Uno rivela: “Anche io
zia, con la banda del bel Re- ogni tanto guardo il TG di Mentana”. Fa
nè? zapping ogni volta che da Minzolini c’è
- Mistero a Miss Italia: le la pubblicità del PdL.
ragazze sostengono - Brunetta accusa quelli del PD di essere
che tra di loro ci sareb- squadristi e Fassino insorge: “Eh no!
be una trans. C’è solo L’ho detto prima io!”
un modo per scoprirlo. - La deputata di Futuro e Libertà Angela
E sono pronto a sacri- Napoli ipotizza che alcune sue colle-
ficarmi. ghe si siano prostituite per fare carriera
Martedì 7 settem- e i vertici del PdL insorgono: “Fuori i no-
bre mi! E anche i numeri di telefono!”
- Sospesa la lapidazione di Venerdì 10 settembre
Sakineh. Continua, invece, - Dall’Inghilterra, Capello annuncia che
di Dario Vergassola presentazione della sua quella di Gianfrancoh. nel 2012 andrà in pensione. Anche
e Marco Melloni autobiografia. D’altronde, non è che - Castro dichiara che il modello socia- perché, chi se lo piglia dopo quattro an-
Fassino può stare dappertutto. lista non è più adatto per Cuba. Ma “a ni senza bidet?
Sabato 4 settembre - Duro monito di Fini: “Il Parlamento ciascuno secondo i suoi bisogni” rimane - Capezzone ha rivelato di essere bi-
- Ratzinger esorta i giovani a non pen- non sia trattato come uno scendiletto!” un ottimo slogan per il turismo sessua- sessuale. Oh, mai che prendesse una
sare solo al posto fisso e a rivolgersi a Soprattutto quando il letto è quello di le. posizione precisa, quello!
Dio. In effetti, Maria l’ha assunta in cie- Putin. - Scoperta al centro di Roma una casa - Oggi si svolgerà la tradizionale ceri-
lo a tempo indeterminato. - Vespa fa i complimenti a Silvia Aval- chiusa nella quale si prostituivano de- monia leghista dell’ampolla e Bossi ber-
- Fassino difende Schifani dai contesta- lone, vincitrice del Campiello, per il suo cine di ragazze. No, non Palazzo Gra- rà l’acqua del Po.
tori. E va bene. Però io non capisco per- décolleté. Attento, Bruno: mai giudica- zioli. Un’altra. Tanto è abitua-
ché bisogna aspettare che si pronunci re un libro dalla scopertina. Mercoledì 8 settembre to a ingoiare
la magistratura per giudicare un poli- Lunedì 6 settembre - Di Pietro lancia l’idea di un governo rospi.
tico: non è già abbastanza evidente che - Dopo la rinuncia al “processo breve”, il che duri 90 giorni. Insomma, un tra- Misfatto numero 29, 12 settembre 2010
Fassino è un pirla? PdL è pronto a presentare un progetto guardo alla portata del centrosinistra.
- A primavera Cassano avrà un figlio. di legge per il “processo equo”. E se - Esternazione choc di Andreotti: “In La copertina è di: Gianni Burato
Ma è ancora presto per parlare di pan- neanche questo dovesse passare, co- fondo Ambrosoli se l’è andata a cerca- I cartelli e il Minzolingua sono di: theHand
demia. noscono ancora tantissimi aggettivi. re”. Esci da quel corpo, Cossiga! Special thanks to: Giulia Alliani
Domenica 5 settembre - Placido sostiene che, in Parlamento, - I finiani chiedono a Babbo Natale di
- L’ex premier inglese Tony Blair dura- c’è di peggio della banda di Vallanza- liberarli da Minzolini. Beh, almeno han- Ci leggiamo fra sette giorni. Per tutte le
mente contestato a Dublino durante la sca. Ma come si fa a paragonare dei no smesso di credere a Babbo Silvio. segnalazioni scriveteci a:
redazione@ilmisfatto.it

DOLCETTO O SCHERZETTO di Stefano Disegni


Domenica 12 settembre 2010 pagina 9

ECONOMIA

SCANDALO AUTHORITY
Sky Italia protesta per Martusciello, l’uomo di B.
Conflitto d’interessi con la firma di Napolitano
di Giorgio Meletti Sviluppo economico (il nuovo
dicastero che ha assorbito an- SABATO SENZA LAVORO
è un paradosso nella BATTAGLIA FIAT-CGIL

C’
che quello delle Comunicazio-
nomina di Antonio ni) un altro uomo tv di B, Paolo
Martusciello all’Au- Romani. OPERAI FERMI ALLA FERRARI
thority per le Comuni- PER IL CONTRATTO AZIENDALE
cazioni che spiega da solo le LA SECONDA va ricercata
ragioni della protesta di Sky
Italia. Giorgio Napolitano non
solo ha firmato il relativo dpr
nel peccato originale della leg-
ge 249 del 31 luglio 1997, nota
come legge Maccanico, che ha
N el pieno del braccio di ferro tra Fiat e l’ala
maggioritaria di Fiom si riaccende lo scontro
alla Ferrari. Ieri i lavoratori dei reparti fonderia e
(decreto del presidente della istituito l’Authority. Nel luglio meccanica dello stabilimento di Maranello
Repubblica) senza sollevare ‘97 erano in corso le manovre (Modena) hanno scioperato durante il primo dei
dubbi sull’adeguatezza di un della Bicamerale, dove si cerca- sabati di straordinario per far fronte ad una
dirigente Fininvest-Publitalia va il grande accordo sulle rifor- sovrapproduzione di 500 auto, richieste in
per il collegio di un’autorità me istituzionali. Pochi giorni particolare dal sud est asiatico. L’agitazione, che ha
indipendente di garanzia. Ma prima del voto sulla Maccani- visto un’adesione massiccia di lavoratori, è stata
addirittura ha individuato la co, il 18 giugno ‘97, Massimo indetta solo da Fiom e Fim-Cisl: “Chiediamo il
persona grazie al suo conflitto D’Alema, Silvio Berlusconi e rinnovo del contratto aziendale scaduto a dicembre
d’interessi. Gianfranco Fini strinsero a ca- 2008 – spiegano i sindacati – e di ricalcolare il
Può sembrare incredibile, ma sa di Gianni Letta il celebre premio di risultato perché col ritiro nelle scorse
bastava assistere alla seduta “patto della crostata”. settimane di 1500 modelli di Ferrari 458, dovuto a
del Senato che il 28 luglio scor- Ed è in quel preciso momento difetti di progettazione, sarebbero penalizzati tutti i
so ha designato Martusciello. storico, bollato allora dal leghi- lavoratori”. Proprio l’entità della retribuzione
L’aula di Palazzo Madama ha Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano (FOTO ANSA) sta Roberto Maroni, oggi mini- aggiuntiva fu in aprile l’oggetto di uno scontro che a
votato a scrutinio segreto, e stro dell’Interno, come “inciu- Maranello non si vedeva da vent’anni. Appannato
132 senatori hanno scritto sul- L’ironia stesso presidente dell’Authori- cio Berlusconi-D’Alema”, che dalla crisi, legata al crollo di richieste di motori
la scheda “Antonio Martu- ty, Corrado Calabrò, messo lì il Parlamento a maggioranza della gemella Maserati, il Cavallino Rampante era
tornato a far ricorso alla cassa integrazione e aveva
sciello”. Quando il presidente
di turno Vannino Chiti (Pd) ha
del radicale da Silvio Berlusconi nel 2005.
Mockridge pone un problema
ulivista fece un piccolo capo-
lavoro. Istituì per i nove mem- deciso di non versare il premio di risultato in un
momento in cui Fiat parlava di rilancio e sacrifici
annunciato l’elezione dell’ex
deputato di Forza Italia (ma
Perduca: di opportunità. Martusciello è
stato designato in sostituzione
bri dell’Authority delle Comu-
nicazioni un meccanismo di per tutto il gruppo, da Mirafiori a Pomigliano.
anche ex sottosegretario, ex di un altro ex dirigente Finin- scelta perfettamente lottizza- Presidi ai cancelli e ventilati esuberi rientrarono
viceministro, nonché ex diri- spero sia solo vest, Giancarlo Innocenzi, che to: quattro alla maggioranza, con l’accordo di luglio su esternalizzazioni e
gente sia di Pulitalia che della si è dimesso dopo la scoperta quattro all’opposizione, il pre- prepensionamenti, pagamento di 1.200 euro dei
Sipra, la concessionaria di un omonimo della sua collaborazione attiva sidente lo sceglie Palazzo Chi- 1.600 del premio e ricorso agli straordinari. “Ma ora
pubblicità della Rai), il senato- ai tentativi di far fuori dalla Rai gi. chiediamo che l’azienda si dichiari disponibile a
re radicale Marco Perduca gli dell’ex dirigente Michele Santoro. Gli uomini di Ma soprattutto il legislatore di- trattare sul contratto aziendale – attacca Giordano
ha chiesto come faceva a sape- Sky rilevano che sarebbe stata menticò di inserire due parole Fiorani, segretario di Fiom – altrimenti andremo
re che si trattasse proprio di della Fininvest preferibile una scelta di di- decisive: “Notoria indipen- avanti con gli scioperi nei sabati di straordinario
lui. In mancanza di candidatu- scontinuità. Poi prudentemen- denza”. Requisito per i compo- fino alla fine di novembre”. La Uilm, invece, ha
re trasparenti e di dibattito, te, affidano a Calabrò la speran- nenti dell’autorità di garanzia fermarsi durante la
l’istituzione parlamentare mi sembrerebbe un controsen- za che sia lui a vigilare che nel 1990 il governo del Caf settimana, forse per il
non era in grado di spiegare in so, e sono certo che i colleghi sull’equidistanza dell’Authori- (Craxi-Andreotti-Forlani) inse- timore di subire una
che modo l’eletto era che hanno votato per lui non ty: garante dei garanti, insom- rì nella legge Antitrust. E che causa civile come
quell’Antonio Martusciello e volevano eleggere quell’Anto- ma. sette anni dopo, nel tira e molla avvenuto alla Case New
nessun altro dei numerosi An- nio Martusciello a componen- Il silenzio dell’opposizione dell’inciucio incipiente, l’Uli- Holland lo scorso marzo.
tonio Martusciello viventi lun- te dell’Autorità per le Comuni- sull’imbarazzante vicenda ha vo abbuonò a Berlusconi. A chi proclamò lo
go lo Stivale. cazioni”. Invece volevano, ov- due spiegazioni. La mancanza di queste due pa- sciopero è stata
viamente, votare proprio quel- La prima è che la nomina di roline è probabilmente il dato notificata una citazione
PERDUCA ha preso in giro lo lì. Martusciello è stata firmata da giuridico che rende ineccepi- per inadempienza
un Chiti allibito e imbarazzato: È toccato a Tom Mockridge, ca- Napolitano senza battere ci- bile, al vaglio del Quirinale, la contrattuale. Un atto
“Spero che non sia lo stesso An- po di Sky Italia, l’uomo in Italia glio proprio mentre elaborava designazione di Antonio Mar- “incostituzionale”per i
tonio Martusciello che ha già di Rupert Murdoch, sollevare il segnali di fastidio per l’idea di tusciello come arbitro degli in- sindacati. (Ste.Sa.)
lavorato per Fininvest, perché problema con una lettera allo dover nominare ministro dello teressi televisivi di Berlusconi.

SCIOPERO A CHIETI

SEVEL, FIOM CONTRO MARCHIONNE SUI PRE-FESTIVI DI STRAORDINARIO


di Salvatore Cannavò sioni e che, come prassi, la Confin- che emerge dalla giornata di ieri è infine ha deciso di non erogare il la Sevel si riserva “di agire nei vostri
Atessa (Chieti) dustria locale ridimensiona parlan- una recrudescenza del conflitto in- premio di produzione. Ora chiede i confronti per ottenere l’accerta-
do di adesioni al 20%. Il solito bal- terno al gruppo automobilistico sabati di straordinario mentre discu- mento dell’illegittimità del vostro
a strategia di Marchionne sem- letto di cifre ma che può essere italiano che è direttamente il frutto te allo stesso tempo dell’ipotesi di operato e la condanna dei respon-
Lflittualità
bra consegnare la Fiat a una con-
diffusa e permanente. Lo
compreso meglio guardando i dati
della produzione. Alla Sevel, che è
della tensione ormai pesante che si
è creata tra la Fiom e l’azienda.
una nuova settimana di cassintegra-
zione. A noi sembra che le ragioni
sabili al risarcimento danni”. Una
denuncia di risarcimento per aver
scontro ora si è spostato nelle terre partecipata alla pari da Fiat e del dello sciopero ci siano tutte e che le scioperato, quindi, una richiesta un
di origine dell’amministratore de- gruppo Peugeot-Citroën, si produ- IL SINDACATO di Landini, che decisioni della Fiat siano anche il po’ forte che ieri, il presidente di
legato Fiat, in provincia di Chieti, cono i furgoni Ducato, nel primo alla Sevel è il secondo per consensi, modo di affermare sul campo parte Confindustria Chieti, Paolo Prima-
dove alla Sevel si è svolto lo scio- turno (quello che ieri è entrato in con 1500 voti ottenuti alle ultime di quelle deroghe che l’azienda, e la vera, ha leggermente smussato al Tg
pero indetto da Fiom contro la ri- sciopero) venerdì mattina ne sono rsu, preceduto dalla Fim-Cisl con Federmeccanica, si apprestano a regionale definendola solo una
chiesta di quattro sabati lavorativi stati sfornati 340 esemplari, men- 1700 voti, contesta all’azienda la ri- chiedere a Cisl e Uil al tavolo di con- “provocazione”. Ma la Fiom, dopo
da parte dell’azienda. Uno sciope- tre ieri solo 180. Insomma un calo chiesta – “comandata” come recita trattazione separato”. Lo straordina- aver respinto al mittente la lettera
ro che il sindacato giudica ampia- della produzione pari alla metà. Ma il linguaggio formale – di quattro sa- rio “comandato” al sabato, dice la ha annunciato che sarà essa stessa a
mente riuscito con il 70% di ade- al di là del dato numerico quello bati di straordinario. Richiesta che, Fiom, è una di quelle deroghe che ricorrere in giudizio per “compor-
dice la Fiat, è possibile a norma di vogliono imporci: lo dimostrerebbe tamento antisindacale dell’azienda”
contratto ed è motivata da un picco il fatto che in passato la richiesta è in base all’articolo 28 dello Legge
Il sindacato: di mercato che richiede in questo
momento una maggiore capacità
sempre stata preceduta da un’infor-
mazione preventiva al sindacato.
300 (lo Statuto dei lavoratori).

il 70 per cento produttiva. Alla Sevel si fabbricano


circa 970 furgoni al giorno su tre li-
“Stavolta no, l’ordine è partito diret-
tamente da Torino e la fabbrica ha
GLI ELEMENTI per un aumento
della tensione in fabbrica si sono
dei lavoratori nee, una diretta alla domanda della
Fiat e due dirette a soddisfare la ri-
semplicemente eseguito”.
L’azienda, invece, pensa di aver ra-
quindi tutti addensati. La Fiom non
ha intenzione di fare alcuna marcia
chiesta di Citroën e Peugeot. Nel gione al punto da aver minacciato di indietro e prepara un nuovo sciope-
ha incrociato 2008 si producevano 250 mila fur- denunciare la Fiom proprio per l’in- ro per sabato prossimo, forte anche
goni all’anno scesi poi a 120 mila nel dizione dello sciopero. Venerdì della riuscita assemblea svoltasi in
le braccia 2009 che dovrebbero salire a scorso, infatti, la Confindustria di fabbrica giovedì scorso alla presen-
170-180 mila nel 2010. Di fronte alla Chieti ha inviato una lettera al sin- za di Maurizio Landini. La Fiat, in-
Per Confindustria richiesta aziendale, però, è scattata dacato Cgil, a nome della Sevel, in vece, guarderà con attenzione
l’opposizione sindacale motivata cui chiedeva la revoca dello sciope- all’andamento del confronto con-
solo il 20 così dal segretario provinciale di ro viste le “motivazioni pretestuo- trattuale che si terrà il 15 settembre
Chieti, Marco Di Rocco: “La Fiat ha se” dello stesso, “tali da dimostrare tra Cisl, Uil, Ugl e Federmeccanica,
mandato via, nel 2008, circa 1400 che non si è in presenza di un cor- prova generale di un accordo spe-
precari non rinnovando loro il con- retto esercizio dei diritti sindacali”. cifico per il settore auto che l’azien-
Furgoni in produzione tratto, poi ha iniziato a intimidire la “Qualora lo sciopero non venga re- da torinese chiede ormai con insi-
alla Sevel (FOTO ANSA) Fiom con i licenziamenti di Melfi e vocato”, concludeva Confindustria, stenza.
pagina 18 Domenica 12 settembre 2010

11 SETTEMBRE 11 SETTEMBRE

IL SILENZIO ITALIA
N
Strada: Italia in
guerra illegalmente

SPEGNE L’ Italia è andata in


guerra in violazione
della propria Costituzione,
e in violazione delle
risoluzioni del Consiglio

IL FUOCO SACRO di Sicurezza Onu: siamo


uno dei paesi
internazionalmente più
illegali del mondo”. Lo ha
detto Gino Strada,
fondatore di Emergency
Nell’anniversario delle Torri il reverendo durante il 9° incontro
nazionale
dell’associazione
Jones: non brucerò mai il Corano umanitaria.

Giornata di lutto e ricordo


“Israele assurdo come un film
di Angela Vitaliano gregazione, moltissimi abitanti hanno
New York acceso candele in segno di pace e, per

l cielo ha lo stesso colore di 9 anni


la prima volta, è stato aperto un centro in tutta l’America. E nuovi

I
interreligioso, proprio per contrasta-
fa a New York: azzurro intenso e re la “follia” del pastore. Controllato a
senza nemmeno una nuvola. Al- vista dalla polizia, per la sua stessa si- appelli all’unità della Nazione
meno fino al momento in cui il pri-
mo aereo si schiantò sulla prima delle
due Torri e, le nubi in città arrivarono,
nere, minacciose, maleodoranti di
polvere e acciaio. Dopo nove anni, per
la prima volta, il ricordo, solitamente
curezza, Jones è arrivato a New York
venerdì sera per provare ad incontra-
re, come continua a ripetere, l’imam
Rauf, e, sicuramente, per mantenere
viva la sua “celebrità” con interviste in
esempio, che fra le macerie delle torri
perse suo fratello pompiere, ha dichia-
rato “voglio starmene in pace il più
In senso orario da sinistra, il
presidente americano Barack
di Fellini, ma alla fine sarà pace” N
sobrio e dolente di quella giornata, di
quella “pubblica tragedia che ha ferito
cui, con serietà invidiabile, spiega co-
me la sua decisione sia stata revocata,
“perché Dio ci ha parlato”. Candele di
possibile perché non ho dentro il mio
cuore o la mia mente la forza e la voglia
di protestare e discutere con rabbia”.
Obama durante le celebrazioni
dell’anniversario dell’11 settembre.
La scritta “Non dimenticare” a
AMOS OZ: LA VITA PIÙ FORTE DEL FANATISMO FRANCIA
la nostra città così profondamente”, pace, dunque, e non falò ma anche Si reagisce, ancora, dopo 9 anni, in tre- Ground Zero. Una bandiera a stelle “La Ue ancora
come ha detto il sindaco Michael nuove manifestazioni pro e contro la mila modi diversi al dolore e alla per- e strisce bruciata ieri a Londra. balbuziente”
Bloomberg nel suo breve intervento, è moschea. Dopo la cerimonia ufficiale dita. Donna Marsh O’Connor, che per- Amos Oz e Terry Jones (FOTO ANSA) di Francesco Comina tervenire col bisturi, ossia i go- avviati in questi giorni porte- gelico americano Terry Jo- stupido, fra l'altro avvenuto in
stato accompagnato, sebbene non
turbato, dalle polemiche sulla costru-
zione del centro islamico Park 51 e dal-
di Ground Zero, alla quale hanno preso
parte il vice presidente Joe Biden con
se la figlia di 29 anni, incinta, non ha
nemmeno la forza di partecipare alla
mos Oz ne è convinto:
Trento verni, si tirano indietro perché
sono codardi”.
Non c'è nessun sentimentali-
ranno al giusto compromesso.
Se non sarà questa volta, sarà la
prossima. So che non ci sono
nes di voler bruciare copie
del Corano nei giorni del ri-
cordo dell'11 settembre?
acque internazionali. Israele
aveva tutto il diritto di control-
lare se ci fossero state a bordo
S iamo ancora
balbuzienti: così s’è
espresso il ministro degli

A
sua moglie Jill, il sindaco Bloomberg e manifestazione ufficiale. Come sem- prattutto, espressione di quella libertà per il suo odio contro i soldati ameri-
la minaccia del pastore Terry Jones di il governatore dello stato Donald Pa- pre, in questo giorno, televisore spen- di culto garantita dalla Costituzione. cani, gli ebrei, i musulmani, i gay e per- “Prima o poi ci sarà la pa- smo nel pacifismo di Oz. La sua alternative. La maggioranza de- Il fanatismo è il vero problema armi. Ma non in quel modo. La Esteri francese, Bernard
bruciare copie del Corano. Azione terson, si è svolta una manifestazione to, resta a casa. Altri parenti delle vit- E mentre Fred Phelps, il pastore della sino Lady Gaga), l’unico rammarico ce fra israeliani e palesti- è una pace tragica, che ascolta gli israeliani e dei palestinesi è della nostra storia. Non sono Flottilla però ha raggiunto un Kouchner, a proposito del
che, ai microfoni della Nbc, Jones ha in opposizione alla costruzione del time, come già nel pomeriggio di ve- chiesa indipendente battista di Tope- che resta è che ieri, per la prima volta nesi. I pazienti, ossia i due il lamento di una terra lacerata. pronta al dolore della pace. mai stato d'accordo con le tesi risultato importante: è stato so- funzionamento della
detto “non sarà mai più compiuta”, centro ex Cordoba House, alla quale nerdì, hanno invece sfilato a sostegno ka, Kansas, prova a rubare la scena a dopo 9 anni, quel cielo azzurro sia sta- popoli, sono pronti a sottopor- Una pace obbligata, necessa- Come immagina questa pa- del politologo americano Sa- speso l'embargo a Gaza. nuova diplomazia
mentre a Gainesville, la piccola città hanno partecipato molti parenti delle del progetto Park 51 considerato sim- Jones dicendo che brucerà il Corano e to attraversato nuovamente dalla nu- si a una dolorosa operazione ria, inevitabile. La creazione di ce necessaria? muel Huntington che vede il Come giudica la corsa al nu- europea a 10 mesi dalla
della Florida dove risiede la sua con- vittime. Non tutti, però. Nancy Nee, a bolo di pacificazione e tolleranza e, so- la bandiera americana (Phelps è noto vola dell’odio. ma i chirurghi che devono in- due stati è l'unica salvezza pos- Ci saranno due Stati. Sarà come mondo schiacciato da uno cleare dell'Iran? nomina del nuovo
sibile, l'unica luce in fondo al dividere la casa in due apparta- “scontro di civiltà”. Il punto L’Iran minaccia di distruggere e “ministro degli Esteri”
tunnel. menti. Si tornerà ai confini che drammatico del conflitto annichilire uno stato membro dell’Ue, nella persona

di Leo Sisti
La caccia al terrore e i processi “scomparsi” Dopo la retrospettiva al festival
della letteratura di Mantova il
più incisivo degli scrittori israe-
c'erano prima del '67. Israele si
ritirerà dalla Cisgiordania. Biso-
gnerà pensare a come garantire
odierno sta nello scontro fra il
fanatismo e il resto del mondo.
I fanatici sono ovunque e sono
dell’Onu. È uno scandalo e un
oltraggio. Non è mai accaduto
una cosa del genere. È molto
della britannica
Catherine Ashton, e dal
lancio del nuovo Servizio
europeo di azione esterna
Pnonoolemiche. Controversie.
Proteste. Intimidazioni. Il
avversario dell’11 set-
TRA I NODI DELLA CASA BIANCA LE SORTI DI CENTINAIA DI PRIGIONIERI ARABI. A INIZIARE DAGLI ATTENTATORI DELL’11/9
liani ha parlato a Trento nel-
l'ambito della rassegna ‘‘Dialo-
ghi internazionali: se vuoi la pa-
la sicurezza smilitarizzando i
territori. Gerusalemme capita-
le divisa avrà due ambasciate,
un pericolo. Tutti dovrebbero
esser più consapevoli della cre-
scita del fanatismo. Il fanatico è
pericoloso che un regime del
genere possegga il nucleare.
Non è un problema israeliano,
(Seae), le novità
introdotte dal Trattato di
tembre, con le sue quasi tremi- rivendicano risarcimenti per Torri Gemelle? No: provoche- coesistevano nel Medio Evo du- ce interrogator. Ha interrogato a Infine, i processi dell’11 settem- ce prepara la pace’ presentan- una di fronte all'altra. Ci saran- talmente altruista che nega gli è un problema mondiale. Lisbona.
la vittime bruciate nelle Torri malattie legate alle loro presta- rebbe “divisione, rabbia, odio”. rante un periodo di grande fer- lungo Abu Zubaydah, vicinissi- bre (i cui dati sono riassunti nel- do il suo ultimo libro “Scene no questioni spinose come altri. Qui si nasconde il cuore Non ha mai pensato di la-
Gemelle del World Trade Cen- zioni. Quindi? “Si cerchi un altro po- mento culturale creato dai mu- mo a Osama bin Laden, recluta- la tabella in alto, ndr), a inziare dalla vita di un villaggio”. quella dei rifugiati. Israele ha macabro della violenza. sciare Israele e venire in Eu- FRANCIA
ter di New York, è stato cele- Su questo scenario hanno cam- sto”, nonostante il sì di Obama e sulmani”. tore di kamikaze. È noto per es- da quello a Khalid Sheik Cosa pensa dei nuovi collo- accolto più di un milione di Il rapporto fra Israele e Tur- ropa? Nei giorni scorsi si è
brato tra lacerazioni profonde. peggiato tre eventi: la minaccia dell’attuale sindaco di New Meno risaputo che una mano sere riuscito a strappare impor- Mohammed, indicato breve- qui di pace fra Israele Pale- persone dai Paesi arabi. Il futu- chia s’è incrinato dopo l'at- parlato di una “tentazione” Pace tra le signore
Qualcuno tende a rimuovere - rientrata all’ultimo momento - York Michael Bloomberg. Do- insperata a Abdul Rauf è venuta tanti confessioni a Salim Ham- mente come Ksm, il numero 3 stina? ro stato palestinese ne dovrà tacco alla nave “Freedom Flot- di Grossman. della sinistra
quel giorno. C’è chi lo vuole di- del reverendo Jones, legata po due mesi di silenzio l’imam da un musulmano americano, dan, l’autista di Bin Laden. E di al Qaeda, che s’è autoaccusa- Israele è un Paese molto parti- accogliere 600mila. Ripeto: sa- tilla” in rotta verso Gaza. Lei David Grossman è stato frainte-
menticare, quasi fosse un nuo-
vo 7 dicembre, quello del
1941, data dell’attacco dei
all’ipotesi della costruzione di
una moschea a Ground Zero; la
sorte dei processi di 5 capi di Al
Feisal Abdul Rauf, autore
dell’iniziativa, ha esposto le sue
idee in un articolo sul New York
libanese di origine: Ali Soufan,
39 anni, un passato, dal ’97 al
2005, da agente speciale
sempre senza usare metodi vio-
lenti, come la tortura, a cui era
contrario.
to degli attentati di 9 anni fa e
avrebbe dovuto essere condot-
to, insieme ad altri 4 “irriduci-
colare. Per rappresentarlo nel
modo migliore ci vorrebbe
l'immaginario di Fellini. Siamo
rà una pace dura, piena di spine
ma inevitabile. Quando l'avre-
mo raggiunta Israele dovrà libe-
fu uno dei pochi scrittori
israeliani a condannare l'as-
salto israeliano che ha pro-
so. Non ha nessuna intenzione
di lasciare Israele. La stessa co-
sa vale per me. Amo troppo
D opo lunga e
profonda rivalità le
due “prime donne” del
giapponesi a Pearl Harbour Qaeda, accusati della strage, Times del 7 settembre: “Abbia- dell’Fbi, investigatore dell’at- bili”, davanti ai giudici. Ma giu- 8 milioni di abitanti, o per me- rarsi dell'atomica perché non vocato morti e feriti. questa terra per lasciarla. An- Partito socialista
contro la base navale Usa nelle opera degli aerei suicidi dei 19 mo battezzato il centro ‘Cordo- tentato del 2000 al cacciatorpe- L’IMAM ABDUL Rauf si è ra- dici civili dei Tribunali federali programma tv della Cbs “Face the glio dire, 8 milioni di primi mi- avrà più significato strategico. Sì, è vero. La maggioranza degli che quando mi arrabbio lo fac- francese, l'ex candidata
Hawaii. Addirittura donne par- dirottatori guidati da Moham- ba House’, un nome, Cordoba, doniere “Uss Cole”, nel golfo di pidamente reso conto della dif- oppure giudici delle commis- Nation”, ha buttato lì: “Decide- nistri, 8 milioni di profeti e 8 Come ha reagito davanti al- israeliani approvò l'intervento cio con un sentimento di amo- alle presidenziali,
torienti chiedono, se possibile, med Atta. ispirato alla città spagnola dove Aden, Yemen. Ali, perfetta co- ficoltà della sua impresa. Ha sioni militari? Ancora: dove? A remo dove celebrare il proces- milioni di messia. Tutti hanno le minacce del pastore evan- dell'esercito. Ho parlato di atto re. Sulla mia scrivania tengo Ségolène Royal, e l’attuale
di ritardare di qualche ora la na- musulmani, cristiani ed ebrei noscenza dell’arabo, è un tena- contro di sé la maggior parte New York, dove è avvenuto il so… Quando ci sono di mezzo una visione particolare di re- due penne, una blu e una nera. segretaria, Martine Aubry,
scita dei loro pargoli per non PER QUEL CHE riguarda la dell’opinione pubblica del suo massacro, oppure da un’altra problemi di sicurezza, una que- denzione. Nessuno ascolta l'al- Con quella blu scrivo i miei ro- sembrano aver stretto
trasformare un evento, lieto, in diatriba sulla moschea di paese. Secondo l’ultimo son- parte? Domande su domande. stione come questa si politiciz- tro. Io sono fra i pochi che lo Siamo 8 milioni di primi manzi, con quella nera mando un’alleanza di ferro e non
uno, invece, legato al ricordo Ground Zero, Rudolph Giulia- Chi deve giudicare Khalid daggio Washington Post-Abc News Che tuttora non hanno avuto ri- za”. Lui avrebbe preferito che fanno perché l'ascolto è la fon- a quel paese il mio governo. Ma perdono occasione per
di una tragedia collettiva. Altri ni, sindaco di New York nel due terzi degli americani sono sposte. L’ultimo, laconico ac- fosse la corte di Manhattan ad te primaria della mia professio- ministri, di profeti e di messia in entrambi i casi scrivo con la moltiplicare
presentano un loro conto per-
sonale. Sono quei 10 mila lavo-
2009, l’aveva già bocciata poco
dopo Ferragosto alla Nbc. Una
Mohammed, ideatore degli attacchi? contrari alla costruzione di una
moschea “proprio lì”, a Ground
cenno a questo argomento risa-
le all’11 luglio, quando l’attor-
emettere il verdetto contro il
kuwaitiano Ksm e altri 4 fede-
ne. Ascoltando gli altri posso
raccontare umori e aspirazioni
passione di chi ha a cuore la vi-
ta. Per me la vita viene prima di
manifestazioni di stima.
Tanto che in molti si
ratori impiegati in operazioni moschea di 15 piani a due isolati Zero. Di più: il 9% non la vuole ney general, il ministro della Giu- lissimi di Bin Laden: lo yemenita della gente. Non so se i colloqui E nessuno ascolta l’altro tutto. chiedono se l’improvvisa
di salvataggio a Manhattan, che a nord dove una volta c’erano le L’Amministrazione rimane nel dubbio da nessuna parte. stizia Eric H. Holder, durante il Ramzi Binalshib, amico sintonia sia davvero
dell’egiziano Atta, conosciuto sincera o solo una messa
nella moschea di Amburgo, di-
rottatore mancato perché gli
era stato rifiutato il visto Usa;
Walid Bin Attash, altro yemeni-
Turchia, un “sì” cambia lo Stato in scena per calcoli
politici, in un momento
in cui la sinistra deve fare
quadrato per strappare lo
ta, anch’egli mancato dirottato- OGGI IL REFERENDUM CHE RIDUCE IL POTERE DEI MILITARI, GUARDIANI DELLA LAICITÀ scettro del potere a un
re, sempre per un visto non Nicolas Sarkozy sempre la
concesso; Mustafa Ahmed di Giampiero Gramaglia Costituzione, scritta nel 1982, sotto l’egida tività contrarie alla laicità dello Stato e della cui popolarità è ai minimi
Al-Hasawi, saudita, finanziatore degli autori del colpo di Stato del 1980. Uno società). L’opposizione laica e nazionalista storici.
dell’11 settembre; Ali Abd
al-aziz Ali, pachistano, nipote di
Ksm.
LdellaaAtatürk,
posta in palio: una fetta dell’eredità di
militare, politico, il fondatore
Turchia moderna e laica, di cui fu il
dei punti meno controversi è proprio la le-
vata dell’impunità per i militari putschisti. Il
voto, non a caso, cade a trent’anni esatti dal
dice che la riforma compromette l’indipen-
denza della giustizia e la separazione dei po-
teri, in un Paese in cui i tribunali hanno con-
GERMANIA,
primo presidente dal 1923 alla morte nel putch. Erdogan e il suo partito, l’Akp, dico- tribuito a bloccare leggi islamiche come la Ressa, stop
ORMAI È CERTO Come se- ’38. L’esito: estremamente incerto, con no di volerla far finita “con la tutela dei mi- soppressione della proibizione del velo nel- al festival di Berlino
de del “processo del secolo” sondaggi che spaccano sì e no quasi al 50%. litari” sulla vita politica e hanno di recente le Università. Un successo dei no rendereb-
New York non potrà mai essere
scelta per tante ragioni: costi, si-
curezza, possibilità di attentati.
Circa 50 milioni di turchi vanno alle urne
oggi per pronunciarsi con un referendum
su una riforma della Costituzione che, se
represso con teatrale durezza una presunta
nuova trama golpista. La riforma è giudicata
dall’Ue un passo nella buona direzione sulla
be più incerte le elezioni del 2011, dopo che
l’Akp, che alle legislative 2007 s’avvicinò al
50%, era già sceso a meno di un terzo nelle
G li organizzatori del
Festival di Berlino
hanno interrotto ieri
Il presidente Obama insistereb- approvata, consoliderebbe il potere dell’at- via delle riforme che avvicinerebbero l’ade- amministrative 2009. L’Akp presenta la ri- notte l’appuntamento
be poi perché i cinque islamici tuale governo islamico-conservatore nei sione della Turchia all’Unione. forma come occasione per allargare gli spazi musicale della capitale
vengano giudicati da tribunali confronti dell’opposizione laica e naziona- Se vincono i sì, le prerogative della giustizia di democrazia e avvicinarsi all’Ue. per timore che il
criminali civili, e non militari. lista e cancellerebbe alcuni bastioni del lai- militare saranno limitate e le due istanze giu- sovraffollamento davanti
Ma i repubblicani puntano su cismo istituzionale ‘ataturkiano’. diziarie che sono bastioni della laicità dello LA CAMPAGNA , segnata da accuse di all’ingresso di uno dei
Guantanamo, corte militare. Al- Stato e coriacei avversari dell’attuale gover- attacchi alla libertà di stampa e di intercet- concerti potesse
trimenti stringono i cordoni LA CONSULTAZIONE è, inoltre, un test no saranno ‘addomesticate’: la Corte costi- tazioni illecite – anche qui, un parallelo ita- provocare una tragedia
della borsa: niente soldi per di popolarità per il premier Recep Tayyip Er- tuzionale e il Consiglio superiore della ma- liano - ha messo sotto tiro pure la politica simile a quella della Love
spostare, come vorrebbe Hol- dogan, il cui governo è al potere dal 2002 – gistratura, che nomina i giudici e i procura- estera di Ankara: da bastione della Nato e mi- Parade del 24 luglio, in cui
der, da Guantanamo in altra pri- una continuità eccezionale per la Turchia. tori. E, in questo senso, la vicenda turca ha gliore interlocutore musulmano di Israele, sono morte 21 persone. Il
gione, forse Chicago, gli ultimi L’esecutivo progetta riforme liberali, che Ue assonanze con quella italiana. Inoltre, la dis- la Turchia di Erdogan è, ora, un cuneo isla- Festival di Berlino, che si
180 là detenuti, anche loro in at- e Fmi sollecitano, ma è anche portatore di soluzione dei partiti politici sarebbe sogget- mico negli schieramenti occidentali, men- tiene nell’ex aeroporto di
tesa di giudizio: dopo almeno germi d’integralismo islamico. ta all’autorità del Parlamento (nel 2008, tre i rapporti con Israele si sono raffreddati e Tempelhof, è stato
otto-nove anni. La riforma riguarda 26 articoli dell’attuale l’Akp aveva rischiato d’esser sciolto per at- quelli con l’Iran intensificati. inaugurato venerdì.
pagina 12 Domenica 12 settembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

FESTIVAL DEL CINEMA


Sofia Coppola
Alonso Don Gallo Moratti Perriera
vince il Leone d’Oro Parte in pole
position con
“Celebriamo
le donne per
“Sciopero
calciatori?
Teatro in
lutto per la

TARANTINO
la Ferrari i loro meriti, Credo ci sia morte del
sul circuito non per le qualcosa di drammaturgo
di Monza gambe” ingiusto” palermitano

PREMIA LA EX
di Federico Pontiggia Sofia c’è. Non solo, se il direttore Figlia d’arte
Venezia Marco Müller è stato più volte ac-
cusato di parsimonia nel recluta- e un tempo

S
mento Oltreoceano, il palmares
degli ultimi sei anni parla la lin-
gua di Obama: quattro Leoni
fidanzata
americani (Ang Lee paga le tasse
a Hollywood), uno cinese (han- di Quentin,
no in tasca il debito Usa…) e uno,
l’anno scorso, a Lebanon dei fra- ma il suo film
tellini israeliani. Inciso, se la cau-
sa palestinese deve contare su “Somewhere”
Miral per il Leone, campa caval-
lo. riceve fischi
Leone d’Argento
per Skolimowski mettono piede in Sala Grande, e
omewhere over the rainbow? non ci sarebbero lacrime da ver-
Insomma, giù il cappello, e su la sare, a patto di ritrovare in bache-
Coppola. L’ex fidanzata di TORNIAMO alla Fiction poco ca i magnifici sei. Ma così brucia.
Quentin Tarantino vince il Leo- Pulp di Quentin. Salutato presi- E altro sale lo versa Sofia, perché Sofia Coppola
ne d’Oro della 67esima Mostra dente di lotta e di rottura, si è ri- tra Ferrari abbandonate con le riceve il Leone
di Venezia, ma anziché le fauci trovato perfettamente a suo agio chiavi nel cruscotto, Telegatti d’Oro alla 67esima nevata Polonia, ed è davvero mainstream, della sua “leggen-
feline, a digrignare sono altri nei panni dello statista doroteo: non sottotitolati in inglese, tran- mostra del Cinema troppa grazia San Quentin. da”? È diventata rubrica telefoni-
denti: quelli di chi mastica un un colpo al cerchio dei suoi “gu- sfer da Malpensa con scorta e ce- di Venezia (FOTO ANSA) ca, dove pescare nomi e cogno-
po’ di cinema. C’erano almeno sti” personali, con la doppietta ne dal sindaco di Milano per la Gli italiani mi amici? Meglio Gallo, che di-
cinque film che meritavano il tristissima –Leone d’Argento alla star protagonista, l’Italia della fi- a bocca asciutta serta la cerimonia, ma non il bac-
massimo riconoscimento più di regia e Osella per la sceneggiatu- glia del Padrino è da indagine et- spagnolo De La Iglesia segna il calà: da sei giorni pranza e cena a
questa copia smunta di Lost in ra – per la Balada triste de trom- nografica: nani e ballerine, ma dietrofront dal raziocinio per im- menu fisso (13 euro) all’osteria
Translation, e non per questione peta di Alex De La Iglesia, e uno anche qui qualcuno ci batte. Se la magini e suoni: è roba da pagliac- MENTRE i fischi si intrecciano Al Cicchetto del Lido. Il nostro
di spanne: nell’ordine, Venus alla botte patria, che se anche codarda e omogeneizzata predi- ci, non solo per la trama. fragorosi ai timidi applausi per la brindisi va a lui, e pure alla Mo-
Noire, Meek’s Cutoff, The Ditch, Po- l’amichetto Robert Rodriguez lezione per Somewhere segna il ri- Se l’Osella per la fotografia va al vittoria della Coppola, e danno il stra, ma fino alle fatidiche ore 19
st Mortem, 13 Assassins. Ce ne sa- fosse stato in concorso col suo flusso veneziano dal cinema sul russo Silent Souls, nemmeno fa bis a quelli per la migliore (?) at- a Palazzo: da buon vetrinista di ci-
rebbero di più, ma ci fermiamo Machete la premiazione sarebbe mondo – la politica d’Oro delle spellare le mani la coppia servita trice Ariane Labed del greco At- nema qual è, Müller non potrà
qui: non per bontà, ma per stig- stato più conveniente farla in Te- ultime edizioni – al mondo del ci- aJerzy Skolimowski: Premio Spe- tenberg, Tarantino si riscopre, fi- sorridere di questo epilogo, per-
matizzare la totale assenza di xas. Invece, siamo in Italia, ma nema, con la parabola di un atto- ciale della Giuria, Essential Kil- schiato, poco Basterd e molto In- ché i film migliori sono rimasti in
questi magnifici cinque dal pal- non si direbbe: Mazzacurati, Ce- re vincente sul set e abulico in ho- ling fa più vittime in palmares glorious: che ne è della sua cine- magazzino. Mentre la Iena azzan-
mares. lestini, Martone e Costanzo non tel, il bis al circo franchista dello che non il talebano Gallo nell’in- filia, della sua indipendenza nava i Leoni.

I premi? Riservati
agli amici
Letteratura a Mantova

CHE DIRE se non ci fossero, bi-


sognerebbe abolirli i premi, per-
ché quest’ultimo verdetto festi-
Consigli per i leghisti: leggere Ippolito Nievo
valiero è fortunato in un’unica di Silvia Truzzi taloncini: sì, scappare. Per for- un libro fondamentale per l’inabissamento di una nave tarci. Per esempio a proposito
accezione: è cieco. Oppure, ve- Mantova tuna attraversata la strada s’in- l’Italia, custodito nella Biblio- garibaldina, a trent’anni nel di una cittadinanza che non si
de tricolore: Tarantino è diventa- contrano altri stand, in una lu- teca di Mantova”. È la Biblio- 1861). percepisce come valore, nella
to italiano. Non perché ami i no- Le confessioni si sono presso-
stri B-movies anni ’70, a cui aveva
già fatto da padrino in Laguna,
Nne ondinecessaria
erano qui per il Festival
letteratura. Precisazio-
per chi, guar-
ce che restituisce a Mantova la
sua elegantissima bellezza. A
parlare di Po – e delle sue per-
teca teresiana che occupa
un’ala del Palazzo degli studi
(rimasto tale: accanto c’è la
ché perdute, trascuratissime
anche dai programmi scolasti-
sempre più esasperata e pe-
ricolosa esaltazione dei loca-
lismi. Il romanzo è la scoperta
bensì perché ha fatto proprio il dando i 110 militanti in verde, sone – incontri Paolo Rumiz, sede del Liceo classico, ovvia- ci. Ed è un peccato perché di una trasformazione identi-
conflitto d’interessi che tanto sperava in una conversione e poi Paul Ginsborg con Iuri mente intitolato alla maggior hanno ancora cose da raccon- taria. Il protagonista, nel cor-
c’ammorba: l’ex girlfriend la ri- culturale del popolo che “ce Meda, a confronto su Risorgi- gloria locale, Virgilio) e fu so della lunga e tumultuosa
troviamo sul trono, al mentore l’ha duro”. Niente libri, ma mento, Comuni e Unità d’Ita- aperta nell’ambito del pro- esistenza (il romanzo è stato
Monte Hellman – produttore
esecutivo del suo esordio Le iene,
crociere: è salpata ieri mattina
da porto Catena (almeno il no-
lia al tempo del federalismo
che vorrebbe spaccare il Pae-
gramma di riforma culturale
voluto da Maria Teresa d'Au-
Renzo Bossi pubblicato anche con il titolo
Confessioni di un ottuagenario),
e qui in competizione con l’indi-
gesta ma lapalissiana Road to No-
me era intonato) la nave della
Lega. Destinazione: Venezia,
se. Come dire, non tutto è per-
duto (almeno per ora).
stria (della cui dominazione
restano anche piacevoli trac-
e Calderoli vanno cambia pelle: “Io nacqui ve-
neziano e morrò, per la grazia
where – va il Leone speciale per
“l’ammirazione”, il nazionalismo
dove domani si concluderà la
“Festa del Po”, fiume incolpe-
Sul tema si esercita anche Ma-
rino Sinibaldi, voce e anima di
ce nella pasticceria, farcitissi-
ma di creme). Il manoscritto
alla Festa del Po, di Dio, italiano”. È il libro del
sogno unitario, non ancora
stelle & strisce veste la Mila Kunis volmente diventato confine Fahrenheit, che sta preparando che Sinibaldi porterà nella po- compiuto, romanzo di una ge-
di Black Swan col Mastroianni per di inciviltà. Stand all’imbarco una serie di trasmissioni stazione di Fahrenheit potreb- Fahrenheit nerazione che credeva in un
l’interprete emergente, e pure con variopinti simpatizzanti, sull’Unità d’Italia. Dal tricolo- be ragionevolmente essere Le progetto politico costruttivo
l’attore Vincent è meritoriamen- Va pensiero, mani sul cuore, pa- re alla storia del pane, passan- confessioni di un italiano di Ip- riscopre e di partecipazione. L’esatto
te il Gallo del pollaio. Dato il ple- ne, salame e lambrusco. C’è do naturalmente per gli scrit- polito Nievo, che ebbe un pa- opposto di quel che accade
biscito per amici e connazionali, anche Renzo Bossi: se cade in tori. Ha annunciato ai suoi pà mantovano e che qui tra- “Le confessioni ora che l’Italia è percorsa dal
dunque, potremmo parlare di acqua sono guai, qui le trote si ascoltatori che oggi mostrerà scorse una parentesi della fanatismo dell’esclusione. Ri-
votazione bulgara, e infatti una cucinano. Calderoli è in pan- al pubblico il “manoscritto di breve esistenza (morì durante di un italiano” leggere per credere.
Domenica 12 settembre 2010 pagina 13

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ gubina non sono stati presi in
considerazione nemmeno a di Fulvio Abbate
Con Mariella
la tv è più bella
pensando invece ai volti di- vista di Mariella muta subito

Il reverendo gesti. La seconda riguardava la


pole di Alonso. Notizia di già
scarso rilievo (ormai solo un
miracolo – o forse nemmeno
questo – può rimettere in cor-
M ariella Venditti, volto tra i
più umani e fosforescen-
ti che un telegiornale possa
spedire in dono ai suoi fedeli
sumani dell’informazione,
una vignetta di Altan, dove
il mezzobusto così pronun-
cia: “Queste sono le ultime,
da domani le notizie fatevele
condotta, e perfino atteggia-
mento, scopre la gentilezza e
il rispetto veri. Riconosce in-
somma alla professionista
ciò che a lei spetta: l’auto-

matto sa la Ferrari) veniva arricchita


dal commento di Monteze-
molo, pure a gesti: “Questa
pole è dedicata ai nostri tifosi”.
E, se no, a chi? Ai tifosi della
spettatori, è un pezzo del
paesaggio del Tg3, il canale,
vuoi o non vuoi, dato in ap-
palto in nome della lottizza-
zione ai “comunisti” da una
da soli”.
Sogni di liberazione, Mariella
Venditti è persona certamen-
te misurata, e ancora ben
lontana dall’età della pensio-
nomia e la libertà di giudizio.
Sia detto per inciso, durante
uno sgradevole incidente ai
danni del povero Rocco Car-
lomagno si udì soltanto la vo-
di Paolo Ojetti al Sommo Sacerdote, lo scriba Red Bull? A volte anche i mon- vita ormai. Mariella Vendit- ne, e questa sua presenza co- ce dell’inviata del Tg3 alzarsi
Bondi, commosso e vibrante. tezemoli perdono l’alettone. ti è anche un viso oggetti- stante in video non può che a difesa del malcapitato, per-
g1 Ebbene, il solerte Romita ha ri- vamente rispettabile, spol- rassicurare chi dal volto dei fino a costo di contestare il
T Archiviato il reverendo pi-
romane come “matto” e velo-
petuto il verbo del Sommo,
senza aggiungere neanche T g3
Si rivede quel giorno ter-
verato di efelidi, l’eco del co-
lore naturale dei suoi capelli.
giornalisti pretende filosofi-
ca lontananza da ogni proto-
comportamento del presi-
dente del Consiglio.
cizzate le cerimonie per i 9 an- una virgola di troppo, addirit- ribile, si ripensa a quanti mo- Rossi. Mariella Venditti, collo governativo. Umano di- Sono forse dettagli, e tuttavia
ni dalle Twin Towers, ecco la tura meglio di Petruni, Sarno e rirono sapendo di morire e quando all’ora di cena la in- stacco, e non, come dicono a mostrano l’aldilà dell’ambi-
vera cerimonia quotidiana del le altre aduse alla bisogna. Con non è mai fiction, nemmeno tuisci dentro la scatola nera Roma, fanatismo. zione, della piaggeria, della
Tg1: fare propaganda a Berlu- una differenza: la voce di Ro- nove anni dopo e infinite repli- del sommario politico, fra La vita professionale di Ma- soggezione; semmai raccon-
sconi, al governo e al suo par- mita è di mezza ottava più bas- che. Passando ai casi nostri, molto altro, non ti dà mai la riella Venditti, tuttavia, non è tano un volto da persona. Se
tito. Berlusconi ha la possibi- sa. Mariella Venditti informa che sensazione d’essere stronza- soltanto computer, trucco, ormai per la maggior parte
lità di scegliere fra moltissimi Berlusconi ha passato la notte mente orgogliosa del pro- rose, merletti, imparaticci, dei casi le facce dei condut-
giornalisti di provata fedeltà. g2 russa con Putin, belle donne e prio lavoro. Per fortuna. Sua video e fiori di Saxa Rubra, tori del telegiornale raccon-
Dopo Susanna Petruni, Sonia
Sarno, Alessandra De Tomma-
T In una giornata tutto som-
mato tristanzuola, non è una
canzonette. L’effetto delle
notti bianche c’è, Berlusconi
e nostra. Sarebbe piuttosto
grave, infatti, se Mariella fos-
talvolta, infatti, sempre lei,
come inviato, è costretta a
tano l’ambizione di parteci-
pare all’ennesimo film della
so, ecco che da qualche gior- gran perdita quella del Tg2 po- sbanda e farfuglia, poi si salva se lì a suggerire un’adesione raggiungere il Palazzo, nel serie 007, Mariella Venditti
no, a Gubbio, si esibisce Attilio meridiano, scomparso per da- solo gridando ai suoi “Forza convinta alle misere parole senso che Pier Paolo Paso- ci rimanda invece a un’idea
Romita. Sul maxischermo ap- re posto a X Factor, operazione Italia e forza Milan”, che fa che il personale dei partiti e lini dava a questo termine. A del lavoro giornalistico, re-
pare il volto porcellanato di furbissima per scontentare al- sempre effetto (interisti esclu- perfino delle istituzioni con- Palazzo Chigi, la dottoressa play, degno del migliore neo-
Berlusconi del lifting 1994, tri telespettatori. Non tutte le si). Altalenante – informa il segna al pubblico, all’eletto- Venditti trova puntualmente realismo. La guardi e leggi in
quando, fra una seduta dal chi- stupidaggini vengono però Tg3 – anche questo tira e molla re, al suddito, ai sensori ad attenderla Silvio, un ami- filigrana i suoi pensieri, met-
rurgo estetico e un’altra dal tri- per nuocere, così ci siamo po- con Fini. Berlusconi vorrebbe dell’Auditel. Mariella Vendit- co. Ora, questo Silvio, soli- ti, così: adesso finisco e me
cologo, trovò un attimo per tuti soffermare sull’edizione parlare alla Camera e andarse- ti, al contrario, svolge il pro- tamente non è propriamen- ne torno a casa a portare a
darsi alla politica. Parla dei per sordomuti che, comun- ne a casa fra gli applausi. Fini prio lavoro con partecipato te un campione di democra- spasso il cane. La guardi e
suoi successi planetari, dei que, regalava due spunti inte- sostiene che sarà chiesto un distacco, come in una fredda zia, tuttavia il medesimo alla pensi che non tutto sia ormai
successi del governo, dei suc- ressanti. Il primo e più soddi- voto. Ben venga la conta fina- constatazione di un sinistro, perduto. Anche il già citato
cessi della maggioranza, dei sfacente consisteva nel fatto le, anche per capire com’è an- come al momento di mettere La giornalista Silvio, in cuor suo, ama sol-
“governicchi” che lui, a mani che Berlusconi, Cicchitto, data e quanto sarà costata la mano al Cud, e qui, chissà del Tg3 tanto lei.
nude, fermerà. Seduto, spalle Bondi e tutta la compagnia eu- campagna acquisti. come, ci torna in mente, Mariella Venditti (FOTO LAPRESSE) www.teledurruti.it
pagina 14 Domenica 12 settembre 2010

SECONDO TEMPO

FATTI di VITA
PIAZZA GRANDE É di Silvia Truzzi

DONNE E DOLORI
arà perché la nostra legge elettorale è stata ribattezzata
S Porcellum che parlandone si finisce a discutere di sesso a

Il lavoro spogliato dei diritti pagamento? Succede che Angela Napoli, ospite di Klaus Davi a
“Klauscondicio”, dica quel che pensa a proposito di donne in
politica. “Non escludo che senatrici o deputate siano state elette
dopo essersi prostituite. Purtroppo può essere vero e questo porta
di Furio Colombo to di sabotaggio. La pena è il li- alla necessità di cambiare l'attuale legge elettorale. È chiaro che,
cenziamento. E se il giudice – essendo nominati se non si punta sulla scelta meritocratica, la donna
e non c'è la fabbrica restato indietro con le leggi an-

“S
spesso è costretta, per avere una determinata posizione in lista,
non ci sono i diritti” cora non abrogate della Repub- anche a prostituirsi o comunque ad assecondare quelle che sono le
è la frase più ripetuta blica – ti reintegra nel posto di volontà del padrone di turno”. Bufera, parlamentari-veline (il
del momento. Vuol lavoro, questo fastidioso detta- ciarpame di Veronica per intendersi) indignate contro la Napoli, che
dire: “Lasciate fare all'impre- glio alla controparte che con- poi si è scusata (non si capisce perché: questa legge elettorale è una
sa, che sa cosa è bene e che duce il monologo non interes- porcata, da qualunque aspetto la si guardi). Elvira Savino, deputata
cosa è male”. Ecco dunque la sa. La controparte è avanti, è del Pdl, si è spesa con parole di fuoco assicurando che “le donne nel
frase che molti, anche nel Pd nel futuro, è con l'innovazione, Pdl hanno grandissima dignità perché nessun leader lascia maggior
(un partito che dovrebbe es- confortata dal fatto che anche
sere “del lavoro” più di tutti la ex sinistra chiama innovazio- autonomia e spazio di Berlusconi, uno che alle donne ha dato grandi
gli altri rappresentanti in Par- ne la cancellazione dei diritti. chance in politica”. E avrebbe potuto aggiungere: anche nel settore
lamento) considerano “inno- Dunque, giudice o non giudi- immobiliare, visto che Francesca Pascale, consigliere provinciale del
vazione”. È “innovazione” ce, vi possiamo buttare la busta Pdl, abita in una casa di proprietà del premier. Dopo le dichiarazioni
perché libera l'impresa dalla paga sulla porta, ma dovete re- della Napoli è partito il consueto chiacchiericcio urlato a base di
“rigidità” (altra parola in voga stare fuori. sdegno democratico, “le donne per le donne”. Tutte le parlamentari
per dire il nemico dell'inno- si sono offese, qualcuna ha addirittura minacciato querela (?). Ma è
vazione) e dal dovere di man- La nuova versione di un riflesso pavloviano che non serve alle donne: in fondo è lo stesso
tenere impegni presi, con “O la borsa o la vita” concetto delle quote rosa. Le donne in politica (e dappertutto) non
contratti debitamente firmati valgono in quanto genere, ma in quanto persone. E forse oggi
da tutti, verso i lavoratori. A Una linea di montaggio della Fiat, sotto Emma Marcegaglia e in basso il ministro Gelmini (FOTO ANSA) possiamo affermare che l’accesso all’istruzione e alle professioni è
proposito, avete mai notato PER BUONA MISURA in- un diritto veramente conquistato. Allora troviamo il coraggio di dire
che l'opinione pubblica e po- fabbriche e ogni fabbrica è il Liberare le terviene, nell'umiliante caso di che c’è bisogno di ragazze in gamba, preparate, capaci, sicure, forti.
litica non viene mai coinvolta Paese, Costituzione, leggi, re- Melfi (tutta la Fiat contro tre Non di ragazze e basta. Perché altrimenti continueranno a chiederci
in un dibattito sulle imprese gole concordate). Che cosa ac- imprese dagli operai) il settimanale Panorama solo di essere “carine”, in assenza di altri argomenti. Altrimenti ci
(come vanno, dove vanno), cade adesso in Italia? Non solo (9 settembre 2010) con la più
ma sempre, solo sul lavoro e non ci sarà un New Deal, ma impegni presi e dai spregevole copertina mai ap- sarà sempre un premier che può permettersi di offendere un suo
gli operai come unica ragione non ci sarà niente. Anzi, faccia- parsa nel giornalismo italiano. avversario dicendo “cara Bindi, lei è brutta”. Il degrado nel rapporto
di conflitto, crisi, delocalizza- mo una cosa. Per evitare equi-
contratti nazionali La forza di un periodico da mi- pubblico con le donne si è aggravato: è passata l’idea che si può dire
zione, chiusura? voci, cancelliamo ogni patto firmati con i lioni di copie viene gettata con- tutto, in qualunque contesto. Silvia Avallone non si è arrabbiata
che c’era prima. Via i contratti tro tre operai da 1.000 euro al quando alla cerimonia per la premiazione del Campiello, Bruno
Le regole buttate nazionali. Via le regole discusse sindacati non mese (quando non sono – e lo Vespa ha chiesto che fosse inquadrato “il suo splendido décolleté”. E
e negoziate da una parte e dal- sono spessissimo – in cassa in- male ha fatto. Vespa ha detto: inquadrate le sue tette. Non era un
al macero
l'altra, a volte per anni e con significa innovare tegrazione), messi alla gogna in complimento, non era un apprezzamento fatto con grazia. Era una
confronti anche duri, ma – ov- Non si può uscire copertina con la loro fotografia volgarità, che non è nemmeno stata percepita dalla destinataria. Il
LA STORIA del mondo indu- viamente – con l'intento uma- e il titolo Gli eroi bugiardi; l'accu- ciarpame di cui siamo circondate ci ha anestetizzate, tanto che si fa
striale democratico non ci dà no e civile di proteggere la par- da una crisi globale sa (sempre in copertina) di sa- fatica a distinguere un complimento da una – pur metaforica –
nessuna notizia di aziende af- te più debole, che non può botaggio, dunque di un reato, pacca sul culo. Forse dovremmo ammettere che non abbiamo
fondate a causa del costo del la- ogni volta presentarsi in fabbri- rompendo il patto che dà dello stupido (e anche saputo arginare un imbarbarimento evidente e che c’è bisogno di un
voro. Ma la proposta adesso è ca con una batteria di avvoca- del comunista) al giudice che li nuovo femminismo. Non una battaglia contro gli uomini e nemmeno
“innovazione” perché non so- ti. con i lavoratori ha reintegrati nel loro posto di una negazione di irrinunciabili specificità a base di slogan datati e un
lo vuole tagliare liberamente i lavoro. È una nobile iniziativa
po’ fastidiosi. Ma una resistenza a questo strisciante svilimento, alla
costi. Intende cancellare ogni Così inizia il monologo che assicura a quegli operai
patto precedentemente stipu- che non saranno mai più accet- lusinga, alla riduzione della persona a meta, importante solo perché
delle aziende fungibile. Oppure ritorneremo a essere convinte, come le nostre
lato tra impresa e lavoro. Ora, tati in alcun posto di lavoro in
dopo una violentissima crisi Italia. Ma tutto trova la sua giu- nonne, di esistere principalmente per soddisfare il desiderio di
economica che ha scosso, con IL NUOVO SLOGAN è “ba- stificazione nel nuovo motto qualcun altro (il che, tra le altre controindicazioni, rende il sesso
la furia di un ciclone, un'Euro- sta con la lotta di classe”. Nel ca- da issare sui cancelli: “Se non assai meno piacevole. Per noi).
pa senza economisti e senza so della fabbrica, “fine della lot- c'è la fabbrica, non ci sono i di- s .truzzi@ilfattoquotidiano.it
idee e un'Italia senza governo, ta di classe” (che per fortuna ritti”. La prima reazione, che
la proposta è di uscire da una non c'era; c'erano, come dico- avrebbe dovuto dare una scos-
crisi grande come il ‘29 (parola no i codici, parti e controparti, sa a tanti silenzi ed evitare qual- rovescio: “La fabbrica c'è se tempo chiamavamo lavoratori,
di esperti) facendo esattamen- con molti interessi diversi e che lode fuori posto, è che la non ci sono i diritti”. D’ora in deve rassegnarsi a vivere senza
te l'opposto dell'America del uno grande in comune: il lavo- frase corrisponde in modo poi la fabbrica è extraterritoria- un sindacato (l'immagine della
New Deal. Che cosa vuol dire ro) vuol dire che una parte tace senza retribuzione? Va bene fa- quasi letterale al celebre grido le. Si fa secondo le regole che Fiom è peggiore di quella di Val-
New Deal? Vuol dire nuovo pat- e l'altra è libera di iniziare il re o non fare, o interrompere le dei vecchi racconti polizieschi: vigono nel territorio in cui vuoi lanzasca), senza un partito (ve-
to. Vuol dire futuro, fiducia grande monologo. Vanno bene ferie, sempre a titolo di dona- “O la borsa o la vita”. Il messag- essere accettato perché un po' di la cauta distanza del Pd dalla
(non fiducia astratta, ma fidu- 10 minuti per la pausa mensa? zione del prestatore d'opera al- gio è chiaro: o cedi o finisci sul- ti pagano. Se non ti va bene, ti questione), con la sola opzione
cia gli uni negli altri) e comu- Va bene andare in bagno due la fabbrica? Non devi risponde- la copertina di Panorama. Ma c'è accompagnano subito alla di obbedire. E il rischio di un
nità (siamo insieme, o tutti o volte invece di tre? Va bene fare re. Se lo fai, disturbi la produ- l'altro aspetto inquietante. La frontiera. Ora ditemi se tutto linciaggio pubblico nello scia-
nessuno, il Paese sono le sue straordinari la notte e il sabato zione e potresti essere accusa- frase resta intatta se formulata a un mondo di persone, che un gurato caso di una protesta.

Riaprono le scuole
Quanto valgono i programmi non
sono ancora legge
mente calcolato un costo da 460
a 486 euro a famiglia, con un au-
mento del 5% (per il Codacons
+6%) rispetto al 2009, nono-
e musica'”, introduce il secondo
tema centrale del dibattito: il ri-
corrente specchietto per allo-
dole digitale. Una parte dei me-

i libri di testo e, rincari a parte,


non si parla delle
stante la millantata soluzione
ministeriale dei tetti di spesa.

La demagogia del
dia esalta a priori e in modo acri-
tico la nebulosa “modernizza-
zione” rappresentata dai dispo-
sitivi digitali, senza cogliere il
fatto che né tutte le scuole né
letture didattiche. ministro Gelmini
tutte le famiglie posseggono le
di Marina Boscaino tro l’1 giugno i collegi dei do- mettere in crisi i paradigmi di infrastrutture necessarie per
centi avevano l’obbligo (a cui Vere chiavi di partenza. Non rinunciando ad GLI ALLARMANTI rincari, renderne praticabile la fruizio-
arlare di politiche cultu- alcuni audaci si sono sottratti) accettare sollecitazioni rispetto che colpiscono soprattutto le fa- ne (che Gelmini si riferisse alle

P rali oggi in Italia è come di scegliere libri di testo per il


lettura per a revisioni di prassi didattiche, miglie, con reddito fisso me- scuole private di élite cui ha ga-
parlare di bighe nel 3000, nuovo anno scolastico. Libri interpretare impostazioni di tematiche, mo- dio-basso costituiscono una rantito finanziamenti?).
di scudetto a noi juventi- che zelanti case editrici si era- delli di valutazione, per loro na- stangata che implica, anno do-
ni. Eppure sarebbe necessario, no affrettate a stampare in ot- la realtà e i suoi tura flessibili e coerenti con il di- po anno, la rinuncia progressi- Una guida per capire
poiché – tra inerzie istituziona- temperanza alle Indicazio- venire della società e del mon- va, proprio da parte di quelle fa- il mondo
li e rinunce professionali – an- ni-fantasma, in una corsa ad an- mutamenti do. Il libro di testo rappresente- miglie, al consumo di beni ulte-
diamo verso un collasso irre- ticipare la legge che non fa be- rebbe quindi (quando esso fosse riori e il conseguente abbassa-
versibile. Il connubio scuo- ne alla qualità dell’editoria e informato ad autorevolezza de- mento della qualità della vita. SOPRATTUTTO non esisto-
la-cultura non è più di moda, della scuola, tantomeno alla bro di testo, se scelto in modo gli autori e a serietà degli editori) Un fatto particolarmente grave, no tuttora modelli culturali di li-
sostituito dal più aggressiva- democrazia, ma è coerente davvero critico, rappresenta, al tempo stesso un supporto e se gli aumenti interessano un di- bri digitali di testo convincenti e
mente neoliberista scuola-ri- con il mercato. nella sinergia tra azione in aula e uno stimolo dinamico. Per valu- ritto fondamentale della perso- autoconsistenti. Il problema
sparmio/profitto. E quindi non studio individuale a casa, un tare la coesistenza di tali caratte- na – quello all'istruzione – per- dell’attendibilità degli autori e
indigna quasi nessuno, non so- Aggiornare per mezzo di potenziale affinamen- ristiche la scelta dovrebbe esse- sino nella scuola dell'obbligo. La della sostenibilità formativa dei
lo tra i politici, ma anche tra gli mettere in discussione to delle capacità di interpretare re operata da un docente e let- dichiarazione demagogica di contenuti, dunque. Perché valu-
intellettuali, che le Indicazioni il reale da parte dello studente. tore consapevole. Il dibattito, Gelmini a Chi (sic!), che prevede tare l’efficacia dei libri di testo
Nazionali per le superiori (i “pro- Una scuola che decidesse real- invece, si riduce a una doppia di- per la figlia, che farà la prima ele- non equivale ad aggirarsi tra gli
grammi”) non siano ancora leg- NON È UN PROBLEMA da mente di mettersi in discussio- rettrice, che di fatto trascura mentare tra 6 anni: “Una lavagna scaffali di un supermercato, in
ge a distanza, anche se domani poco: certo, attraversiamo il mi- ne dovrebbe perciò esercitare questo importante piano, in as- interattiva multimediale, il cerca di sconti e offerte, ma a
inizia la scuola in gran parte del nimo storico della scuola italia- continua vigilanza sui libri di te- senza di un dialogo attivo tra do- grembiule, l'e-book, un maestro configurare una chiave di lettura
Paese. Silenzio, allo stesso tem- na e ogni giorno abbiamo tali sto, la cui deperibilità è legata al- centi e case editrici. Tiene legit- unico preparatissimo. Una attraverso cui guidare bambini e
po, sul fatto che – nonostante gatte da pelare che sembra quasi la capacità del docente di discu- timamente banco il caro-libri. scuola meritocratica dove sia ragazzi nel loro rapporto cultu-
l’assenza delle Indicazioni – en- un’inezia. Ma riflettiamo. Un li- tere, ridiscutere, aggiornare e Federconsumatori ha recente- grande l'attenzione per inglese rale con ciò che li circonda.
Domenica 12 settembre 2010 pagina 15

SECONDO TEMPO

MAIL BOX A DOMANDA RISPONDO


Furio Colombo

7 VOTARE
CON CHI?
Docenti precari a Bologna
LA VIGNETTA aro Furio Colombo, ogni e sinistra (tranne Idv). Però dare vita a un
caricati dalla polizia
Prendete dei docenti precari,
C giorno entrano ed escono
nuovi alleati o consoci e compagni
parlamento nato morto non è poca cosa. I
Radicali, in una Camera e nell’altra lo
alcuni con figli al seguito, alcuni di strada per il Pd in caso di hanno fatto. Al tavolo del “dimmi con chi
in carrozzina, altri in su con gli elezioni. Quello che mi preoccupa vai” e ti dirò “chi sei” devi tenerne conto.
anni. Metteteli a Bologna in una è che il Pd continua a offrire o Invece il Pd si dilania sul dilemma
contestazione contro la Gelmi- ritirare la sua mano senza che vi Vendola-Chiamparino (dilemma legittimo,
ni. Guardateli pacificamente siano spasimanti che chiedono o discutiamolo, ma non con Schifani , a cui
dietro gli striscioni. Ascoltateli almeno fanno capire. La festa del non abbiamo niente da chiedere). Ma invita
parlare della loro situazione Pd mi è sembrata un pasticcio che Emma Bonino solo alla fine (sabato 11
con toni pacati. Analizzate la lo- ha aumentato questa strana settembre) e lascia che qualunque ospite di
ro compostezza e la loro di- condizione di offerte e ricuse senza passaggio proponga una sua coalizione (di
gnità. Riflettete su quanto ti- veri interlocutori, tranne Schifani e solito con la complicità dell’ospitante Pd)
more possano fare ai passanti. Bonanni. Come la vedi? senza parlare di Radicali e senza chiedersi
Rabbrividite davanti al fatto che Michela qual è la direzione di marcia con gli alleati
sono stati caricati da polizia e di adesso. Non sto parlando di formula
carabinieri! L’unica colpa era AMMETTO che è difficile dare a elettorale. Sto parlando di metodo efficace
quella di manifestare il proprio Michela una risposta rasserenante, tipo: no, per un dialogo in pubblico. Partire della
dissenso verso l’affondamento guarda, non hai notato questa o quella cosa realtà, che contiene cambiamenti politici,
della scuola pubblica; manife- importante. C’è poco da notare. Nessun scosse drammatiche del mondo del lavoro,
starlo in modo assolutamente vero dibattito sul vero futuro di un vero colpi d’ariete alla Costituzione e rischi
pacifico. Ma forse proprio que- partito. Nella vita reale si parte dai fatti mortali per l’economia, sarebbe stato un
sto spaventa, proprio questo va compiuti. Un fatto compiuto è una novità buon metodo. Il tema non era “Indovina chi
demolito! È per questo che senza precedenti. Alcuni deputati e alcuni viene a pranzo”. Il tema era il senso di ciò
vengono caricati… perché non senatori di un altro partito, il Partito che stiamo facendo adesso con coloro che
cercano lo scontro allora van- essere trattate così! Grazie radicale, sono stati eletti nelle liste del Pd. sono già parte dell’attività quotidiana in
no provocati per poter scrivere “partito dell’amore”. Forse L’abbonato Hanno portato due cose importanti alla Parlamento e nel Paese. Un dibattito
che erano li solo per seminare amore sadomaso?! vita del partito-nave che li ha presi a bordi: pubblico sul bilancio del già fatto, sul
odio e violenza. Va bloccata la Tiziana D’Amico, docente precaria del giorno iI voto con cui sono stati eletti, e una preventivo del che fare, giudicando a
protesta della cultura perché presenza attiva e vitale nel dibattito, forse a partire dai risultati già ottenuti, nonostante
spaventa! In un Paese governa- Berlusconi alla corte russa volte gradita e a volte meno (il caso del i brutti tempi.
to da veline e puttanieri spa- ISA TAMAGNINI trattato con la Libia, contro il quale, insieme
ventano le persone che hanno dell’ultimo vero comunista a pochi deputati Pd, i Radicali si sono Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano
ancora capacità di ragionare e Che epoca strana, stiamo vi- Gentile Redazione, sono battuti con 6000 emendamenti, tutti 00193 Roma, via Orazio n. 10
di dissociarsi da questa “anal- vendo, nulla è più come era o un’abbonata al cartaceo urgenti e sensati benché respinti da destra lettere@ilfattoquotidiano.it
fabetizzazione” dei cervelli! Se come sembrava fosse, la genui- della prima ora. Vorrei
lo stile educativo è questo mi nità delle cose, è divenuta una passare al pdf perchè qui il
chiedo come spiegheremo ai chimera, con l’avvento del Pd, i postino ha un concetto
nostri alunni l’articolo 21 della Comunisti si sono praticamen- tutto suo di quotidiano ma
Costituzione (“Tutti hanno di- te estinti, proprio come i Mam- sto per inaugurare a Imola il to o una rapina”. Dunque, è la blicizzazione dei trasgressori. festivi, lavora per la dismissione
ritto di manifestare liberamen- mut. Nonostante questo, i po- mio Caffè Letterario che si conclusione, “importante per Sono davvero indignata e mi dei servizi pure nei giorni fe-
te il proprio pensiero con la pa- tenziali e dichiarati Anti-Co- chiama Quinò e mi sa che uno Stato democratico è che la sento insopportabilmente im- riali, per fare dei suoi iscritti,
rola, lo scritto e ogni altro mez- munisti Italiani, in un momento farò un accordo per richiesta del fisco sia equa, un potente. Grazie per il vostro alla fine dei disoccupati. Non è
zo di diffusione”… salvo cari- politico di estrema gravità e, in- trasferirlo all’edicola più terzo di quello che guadagna un lavoro. poi che cambi molto perché la
che delle forze dell’ordine). Eb- sicurezza, volano alla Corte, vicina. Intanto la gente cittadino”. Berlusconi ha riba- Grazia Valente posta il sabato non arriverà co-
bene c’è un problema molto dell’unico Comunista rimasto inganna l’attesa leggendo dito anche all’estero che un me non arriva regolarmente
più grave della “taglia-riforma” in tutta Europa! Incongruenza! sulla vetrina il “Fatto”. terzo del reddito di un citta- Quella strana beneficenza anche negli altri giorni, e qui sta
Gelmini: c’è il problema della No, certamente ma, a parte le Anche dino è il massimo che lo stato il problema: la cosa grave è che
democrazia che vacilla ogni solite trattative di affari perso- questo è possa chiedere, di più è ecces- dell’onorevole Scajola il sindacato non pretenda, in-
giorno di più. Cosa consegne- nali sulle forniture di Gas na- un sivo ed è vissuto come un furto Caro Direttore, leggo della vece, che il servizio funzioni,
remo alle generazioni future? turale e, storie consimili, egli modo o una rapina. Concordiamo bontà dell’onorevole Scajola, perché solo questo è garanzia
Siamo privilegiati perché abbia- ricerca comunque un punto di per con lui, salvo che dovrebbe al- che decide di vendere la casa di lavoro.
mo la possibilità di far leva sui forza che, potrebbe tornargli diffondere lora spiegarci come mai tutti i inquisita, di riprendersi i suoi Giovan Sergio Benedetti
ragazzi, di insegnargli il signifi- utile un domani, per contrasta- la suoi governi, per ultimo il pre- soldi e il resto lo darà in be-
cato di questo termine, di fargli re le pressioni politiche prove- cultura. sente, hanno continuato e con- neficenza. La beneficenza si fa I nostri errori
capire quanto sia importante nienti dalla Germania e, Paesi tinuano a rapinare i contri- con i soldi propri non con i sol-
difenderla… sempre che ci dell’est Europa in genere, Paesi Raccontati e manda una foto a: buenti onesti facendo sconti di degli altri. Infine, molti anni La lettera pubblicata sull’edi-
permettano di farlo. Non è am- che, stanno progredendo in abbonatodelgiorno@ sostanziosi solo agli evasori che addietro qualcuno recitava: zione di ieri, sabato 11 settem-
missibile il silenzio su ciò che è maniera superiore alla nostra, ilfattoquotidiano.it esportano i capitali all’estero e “Non sappia la tua destra ciò bre, dal titolo “Se il popolo non
accaduto, persone pacifiche nonostante tutte le fandonie poi fanno finta di farli rientra- che fa la tua sinistra”. ha il pane dategli delle brio-
che manifestano non possono che, ogni giorno, ci propina il re. Camillo Di Felice ches” non è di Marco Cargnino,
Giovan Sergio Benedetti ma di Paolo Sanna. Ce ne scu-
Ministro Tremonti o Quattro- Il sabato senza posta: siamo con i lettori e con l’in-
IL FATTO di ieri 12 Settembre 1910 valli che dir si voglia! Non si La ragazza tramezzino il sindacato rifletta teressato.
comprende poi, il motivo per
cui, uno debba andare tanto è l’ultimo insulto Le poste tagliano il recapito al
“È la più grande di tutte quelle che ho composto finora…
lontano, per attaccare dei ne- Ho letto con orrore l’articolo sabato? Io credo che un sinda-
Non sono più voci umane ma pianeti e soli che ruotano...
mici. Se hai qualcosa da dire ai sulla nuova trovata per attirare cato di una azienda pubblica
Questa sinfonia è un dono alla Nazione… Le altre mie opere giudici, senza andare sino in clienti di un locale sexy di Vi- che negozia la dismissione di un IL FATTO QUOTIDIANO
sono tragiche e soggettive. Questa è una immensa Russia, vista la carica politica cenza, mediante l’esposizione servizio, nel caso specifico il re- via Orazio n. 10 - 00193 Roma
“dispensatrice di gioia”. Così Gustav Mahler parlava della che hai, ti presenti in Tribunale del corpo nudo di una ragazza capito di Poste italiane nei pre- lettere@ilfattoquotidiano.it
sua Ottava Sinfonia, in cui l’arte dell’orchestrazione, e, se hai delle ragioni, te le fai, che funge da “vassoio”, cospar-
sostenuta da un colossale insieme di masse vocali, tocca magari sbugiardandoli in pub- sa di tramezzini e stuzzichini va-
probabilmente vertici insorpassabili. Mahler, in una blico. O no! Lo stesso, dicasi ri per aperitivo. La fotografia
travolgente “prima” all’Ausstelungshalle di Monaco, per il Ministro Fini, lo incontra che accompagna l’articolo mo-
tutti i giorni e, ha bisogno di Direttore responsabile
l’aveva diretta il 12 settembre 1910 davanti a un eccezionale
stra una ragazza con lo sguardo
andare sino in Russia per at- perso nel vuoto, sdraiata come Antonio Padellaro
“parterre des rois”, da Strauss a Thomas Mann, a Stefan taccarlo, un comportamento per una ecografia. Non credo vi
Zweig. Scatenando un entusiasmo senza precedenti per Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
degno di cotanto statista sic! siano parole per commentare
quella poderosa partitura in quattro movimenti raccolti, in Renzo Tassara un simile svilimento della don- Progetto grafico Paolo Residori
un appassionato sforzo di sintesi, attorno a una antico na. Credo sia venuto il tempo di Redazione
salmo medioevale e alla scena finale del Faust di Goethe. Gli evasori ringraziano sollecitare una legge che con- 00193 Roma , Via Orazio n°10
tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
Inno allo Spirito creatore e alla Caritas cristiana accostato sideri il corpo femminile alla
alla celebrazione dell’amore “generativo, emanazione
il governo B. stregua di un patrimonio e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
sito: www.ilfattoquotidiano.it
dell’Eros”. Per il Maestro, malato nel fisico e nella psiche, al Più di un terzo è una rapina. E dell’umanità, che va difeso e tu-
Editoriale il Fatto S.p.A.
per Berlusconi “è giusto un ter- telato in ogni situazione, dalla
punto da aver implorato solo un mese prima, un incontro Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
zo” del reddito di un cittadino: pubblicità alla esposizione me-
con Freud, sarà l’ultima direzione. Colpito da un’ “Se lo Stato ti chiede di più è diatica intrisa di volgarità in tra- Presidente e Amministratore delegato
endocardite incurabile, morirà un anno dopo. Durante un Giorgio Poidomani
eccessivo, se è più del 50% co- smissioni apparentemente nor-
temporale, come Beethoven. me succede in alcuni Paese il mali, con multe molto alte per Consiglio di Amministrazione
Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Giovanna Gabrielli cittadino lo sente come un fur- chi trasgredisce e massima pub-
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
• Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Queste sono le forme di abbonamento Prezzo170,00 € telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
previste per il Fatto Quotidiano. • Modalità Coupon * • Bonifico bancario intestato a: • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 320,00 € - annuale Editoriale Il Fatto S.p.A.,
Per qualsiasi altra informazione in merito Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo 180,00 € - semestrale BCC Banca di Credito Cooperativo
può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Ag. 105 Via Sardegna Roma
• Abbonamento PDF annuale +39 02 66506795 - +39 02 66505026 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
• Abbonamento postale base (Italia) Iban IT 94J0832703239000000001739
Prezzo 290,00 € - annuale Prezzo130,00 € o all'indirizzo mail
• Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano