Sei sulla pagina 1di 18

Bersani: “Con il berlusconismo la politica diventa una

fogna”. Fogna? Finalmente una parola che sa di opposizioney(7HC0D7*KSTKKQ( +"!"!;!z!@


www.ilfattoquotidiano.it
AGENDA DEL GIORNALISTA 2010 AGENDA DEL GIORNALISTA 2010

TUTTI I CONTATTI CHE CONTANO TUTTI I CONTATTI CHE CONTANO


www.agendadelgiornalista.it www.agendadelgiornalista.it

Venerdì 3 settembre 2010 – Anno 2 – n° 233 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

È troppo lungo,
allunghiamolo
di Marco Travaglio

della Gelmini S
empre più smunti, emaciati, sfatti, con due
Samsonite sotto gli occhi e le piaghe da
decubito, Angelino Al Fano e Niccolò Ghedini
hanno varcato anche ieri il portone di Palazzo
Grazioli per l’ennesimo vertice dedicato alla prima e
unica emergenza nazionale: salvare le chiappe al
(FOTO EMBLEMA)
principale. La tragicomica coppia ricorda Fantozzi e
Filini sullo yacht del megadirettore galattico che finge
Forse c’è un’altra strada L’istruzione ridotta a una di invitarli in crociera-premio e poi li adibisce a mozzi
di bordo in uniforme a righine. Non si può dire che il

di Michele Boldrin*
dc
questione di tagli e di precari Duo Impunità abbia lesinato impegno, devozione e
abnegazione. Sono anni che i due avvenenti scudi

Ma il futuro del Paese dov’è? umani del Cainano le provano tutte per risparmiargli
la galera. Niente sonno, niente ferie, manco il tempo

L
a nuova sceneggiata è servita. Da un lato i pre-
cari della scuola che fanno lo sciopero della fa- di guardarsi allo specchio (che ogni tanto aiuta). Notte
me e un sindacato che vuole solo mantenere lo e giorno sottoterra, nelle segrete di Palazzo Grazioli, ad
Cancellati in 3 anni di Caterina Perniconi architettare algoritmi sempre più complicati per
status quo. Dall’altra un ministro che si vanta dei
8 miliardi e 132 mila posti o, non li incontrerò”. Mariastella Gelmini mandare in fumo quei due o tre processi. Due o tre si
propri tagli senza capire (i suoi consiglieri non
gliel’hanno evidentemente spiegato) che il problema di lavoro. Eppure il ministro “N non ha nemmeno pensato di scendere dal po-
dio della sala stampa di Palazzo Chigi e attraversare
fa per dire, perché intanto quell’altro torna a
delinquere, è più forte di lui, così i processi si
è come è organizzata e gestita la scuola italiana. In mez- parla di una riforma la piazza per raggiungere la tenda dei precari della moltiplicano con progressione geometrica e quei due
zo i media che, anziché documentare le colpe d’una
parte e dell’altra (e la necessità di una svolta), alimen-
“epocale”. Quella realizzata scuola che sono in sciopero della fame da 16 giorni
sempre lì sotto a rifare i calcoli da zero. Ora, dopo 39
leggi ad personam, siamo al punto a capo: se il 14
tano la polemica. Ulteriore fotografia, se ce ne fosse a colpi di forbice davanti a Montecitorio. pag. 2 z
dicembre la Consulta si beve anche il “legittimo
bisogno, di una classe dirigente uniformemente inet- impedimento”, il pover’ometto torna dritto e filato in
ta. tribunale, che poi è il suo habitat naturale. Processi
È chiaro a chiunque non abbia fette di salame ideologico CLASSE DIRIGENTE x Il lussuoso stabile nel centro di Milano Mediaset, Mediatrade e Mills. Il più preoccupante è il
sugli occhi che l’ennesima apertura caotica dell’anno terzo, perché a febbraio la Cassazione ha stabilito che

E TREMONTI SI COMPRÒ
scolastico è il frutto di scelte miopi e accomodanti di Mills fu corrotto da B. (reato prescritto ma accertato
questo governo e di molti che l'hanno preceduto. Oltre con risarcimento alla Presidenza del Consiglio, dove
che di politiche sindacali improntate al più bieco cor- simpaticamente siede il corruttore). Dunque, per il
porativismo e alla massimizzazione della spesa, invece principio di non contraddizione, è ragionevole

UN PALAZZETTO Acquistato
che alla sua efficienza e produttività. Così come è chiaro pensare che B. corruppe Mills. E siccome i fatti
accertati nelle sentenze definitive non devono essere
(fuorché alla Gelmini e a Tremonti) che la soluzione non da una società ri-dimostrati in altri processi, è probabile che B. venga
consiste in miopi tagli orizzontali, ed è chiaro (fuorché del ministro condannato almeno in primo grado: per lui la
ai sindacati) anche che non è spendere di più e impedire
i cambiamenti nell'organizzazione del lavoro.
dell’Economia prescrizione scatta a inizio 2012, visto che, tra lodo Al
Fano e legittimo impedimento, il suo processo è
Eppure, se l’obiettivo fosse far funzionare meglio la poco prima rimasto congelato un paio d’anni. E proprio grazie alla
scuola italiana, il problema si potrebbe risolvere. Ecco del crac Zunino sentenza definitiva su Mills, il suo sarà un processo
gli ingredienti in ordine sparso. Decentralizzare per Malagutti pag. 5 z breve, brevissimo. In teoria c’è tempo pure per
davvero le decisioni di assunzione e impiego del per- l’appello e la Cassazione. E proprio questo è il guaio.
sonale lasciando completa autonomia contrattuale ai Infatti, per scongiurare un processo breve, vuole la
provveditorati. Trasformare ogni scuola in una coope- legge sul “processo breve”. La lingua italiana, specie da
rativa d’insegnanti a cui lo Stato dà in concessione a
Udi Peter Gomez quando ci ha messo le mani lui, si presta a qualunque
tempo indeterminato (a un prezzo che copra l’ammor- ossimoro: dopo le guerre chiamate “missioni di pace”,
tamento) le strutture fisiche. Chi assumere (e a che con-
GLI ANNI la legalità spacciata per giustizialismo, Craxi venduto
dizioni), chi promuovere, premiare o licenziare, lo de- PERICOLOSI per esule e Mangano per eroe, Minzolingua scambiato
per giornalista e il Tg1 per telegiornale, abbiamo il
cide la cooperativa. O, al massimo, il provveditore. E DI SCHIFANI processo breve per evitare che quello a B. sia troppo
che il migliore, se vuole, venda i propri servizi a un
breve. Non è meraviglioso? Angelino e Niccolò, visti i
prezzo (regolato) maggiore. Gli insegnanti di qualità
costano, come i luminari della medicina. Lfia acura
lettera, inviata dalla pro-
distrettuale antima-
di Bologna ai colleghi di
catastrofici precedenti, han proposto al principale
quattro leggi ad personam, nella speranza che ne
E i soldi? Buoni scuola uguali per tutti gli studenti, fi-
Palermo, in cui si parla di Re- funzioni almeno una. 1) Il “processo breve” che
nanziati con le imposte e spendibili nella scuola di pro- ammazza quelli più lunghi di 6 anni (cioè in media
pria scelta. Ciò che conta è il finanziamento pubblico nato Schifani, porta la data
tutti, visto che in media durano 8 anni), ma ha una
dell’istruzione, fattore di progresso economico e ugua- del 6 luglio 1993. Poco e più
controindicazione: milioni di vittime potrebbero
glianza sociale, non la sua gestione diretta. Che, come venti righe per chiedere no-
lievemente incazzarsi nel veder salvare il loro
l’esperienza dimostra, porta spesso a inefficienze e as- Giulio Tremonti (FOTO LAPRESSE) tizie su nove nomi. pag. 4 z
colpevole. 2) Idem come sopra, ma solo per i reati
surdità. E i programmi? E la qualità dell’insegnamento? puniti fino a 8 anni, esclusi gli imputati recidivi; ma
Ci pensa il ministero. Programmi pure questa ha un difettuccio, è incostituzionale. 3)
minimi e uniformi a livello nazio- Udi Maurizio Viroli npakistan Allungare i 18 mesi del “legittimo impedimento”, così
nale, con aggiunte volontarie locali la Consulta non può bocciarlo perché lo stanno
e qualità dell’insegnamento testata PD, TROVA L’alluvione porta a galla cambiando e si guadagna altro tempo in attesa che
con esami nazionali (basta con re- IL TUO il caos. E a vincere qualcuno gli voti il Lodo Al Fano-bis. 4) Legge Costa sul
“processo lungo”: si vieta ai giudici di usare sentenze
gioni dove le lodi si regalano). A
questo si dovrebbe dedicare il mi- OBAMA è sempre l’esercito definitive e di escludere i testimoni inutili, così non si
Sethi pag. 12z finisce mai. Frattini Dry ha pronta una lettera all’Ue,
nistero che, con questa riforma fe- na vittoria elettorale con-
deralista, si svuoterebbe di migliaia
di inutili funzionari, liberando risor-
U tro Berlusconi sarà possibi-
le soltanto se i cittadini che nel-
roba da Achille Campanile: “Cari, siccome B. rischia
un processo troppo breve (capirete, è in corso da
se per chi l’insegnamento lo pro- le ultime elezioni hanno diser- CATTIVERIE appena 5 anni), lo allunghiamo un po’ con la legge sul
processo breve”. La missiva sarà ovviamente in
duce davvero. Ossia gli insegnanti tato le urne torneranno a vota- italiano, essendo intraducibile in qualunque altra
Cordiale scambio di opinioni
capaci e volenterosi, in collabora- re per la coalizione di centro- lingua. L’altro giorno Frattini ci ha provato con
nell’incontro tra il premier e
zione con alunni e famiglie. sinistra. Gheddafi. Si è parlato soprattutto Gheddafi, che ha riso di gusto, poi gli ha inviato il suo
*Washington University in Saint Louis pag. 18 z di hennè. www.spinoza.it stregone personale per una visita approfondita.
pagina 2 Venerdì 3 settembre 2010

D-ISTRUZIONE DI MASSA D-ISTRUZIONE DI MASSA

Tutti i numeri x 43 miliardiy 8 miliardiy


x 18esimiy
x La macelleria x229 milay 132 milay
x 42 milay
x

di uno sfascio RISORSE STANZIATE IL TAGLIO TRIENNALE IN EUROPA PER SPESA dei tagli: saltano NUMERO TOTALE POSTI CHE SI DOCENTI TAGLIATI
annunciato NEL 2010 PER GLI ORGANICI NELL’ISTRUZIONE 132 mila posti DEI PRECARI PERDERANNO IN 3 ANNI NEL 2009

Ecco il “primo giorno”


Tagli e fili

Sciopero di Giacomo Russo e Caterina Altamore

lute a servizio del Paese. Perché crediamo


Il ministro Gelmini versione “tagliatore di
fondi” e alle sue spalle il burattinaio Tremonti
visti da Marilena Nardi. A sinistra
della fame: che la società si fondi sull’educazione e
siamo certi che il ministro non vorrebbe mandare sua
la manifestazione dei precari milanesi
(FOTO EMBLEMA)

diario del 16° giorno figlia in una scuola poco sicura, imbottigliata in una clas-

di un prof fantasma
se con 30 ragazzi, senza nemmeno la carta igienica. Ep-
pure la nostra scuola oggi è così, e noi non ci stiamo. Non
eri era il grande giorno: per le 10:30 era prevista la ci stiamo a perdere un lavoro dopo 14 anni di preca-
Istella
conferenza stampa del ministro dell’Istruzione Maria-
Gelmini, proprio qui davanti a noi, a Palazzo Chigi.
riato.
Però siamo solidali con la Gelmini, perché solo lei poteva
Molto indolenziti per l’ennesima notte in tenda ci siamo mettere la faccia su una “non riforma” come questa spac-
dati una sistemata sperando che la giornata ci regalasse ciandola per tale. Noi vorremmo davvero un ministro che
un incontro-chiarimento col ministro.
E invece niente. Dopo la conferenza sono venuti i gior-
fa una riorganizzazione vera della scuola, perché ce n’è
bisogno. Ma non si possono spacciare 8 miliardi di tagli CRONACA DI UNA RIUNIONE DI DOCENTI:
nalisti a dirci che no, la Gelmini non sarebbe scesa, perché per una riforma “epocale”.
strumentalizziamo la nostra
situazione, siamo politicizza-
Sono venuti a trovarci gli operai dell’Eutelia e molti co-
muni cittadini che ci hanno portato la loro solidarietà.
RASSEGNATI, C’È CHI GIÀ PENSA ALLE FERIE
ti. E invece no. Niente di tut- Poi a un certo punto io (Giacomo) sono stato portato
to questo.
Noi siamo persone autono-
all’ospedale per un altro piccolo malore. Ma dopo una
flebo sono di nuovo in piazza. Nonostante la decisione del
di Luigi Galella abbronzata, soprattutto di al-
cune colleghe, e i volti che mi
Tremonti-
me, libere, che lottano per ministro noi siamo contenti, perché si sta creando una ll'entrata del lungo corri- Dracula:
A
sono familiari, perché in que-
una scuola pubblica di qua- buona mobilitazione. E stasera, finalmente, dormiremo doio della presidenza mi sta scuola siamo cresciuti e in-
lità e mettiamo la nostra sa- per la prima volta comodi. È arrivato il camper! ferma una bidella. “Sen-
ta!” Chi cerco, di che co-
vecchiati insieme. zero rivolta
sa ho bisogno? Mi arresto, sor- DOPO IL LUNGO appello,
preso. “Sono qui per il Colle- che si svolge solitamente nel Uno di noi
gio... devo... vorrei solo anda- brusio generale, la preside si al-
interviene: ma

CONDANNA DI CLASSE
re in bagno”. za in piedi e ci invita a fare si-
“Mi scusi professore”: non mi lenzio con la sua abituale, edu-
aveva riconosciuto. Sono pas- cata fermezza. Quindi ci mette per far slittare
sati anni da quando frequenta- al corrente di ciò che è accadu-
vo la sede centrale e qui sono to durante l'estate, delle otto il calendario
quasi un estraneo. Ma è la pri- classi che inizialmente erano
ma volta che mi accade a scuo- state tagliate dal Provveditora-
la che una voce da lontano, to e che una alla volta abbiamo Disperata. Paradossale. Simile lenti nei riflessi, più accondi-
quasi imperiosa, mi chieda riconquistato, tranne una, ri- in parte a quella di Winston scendenti. Sindacalmente pol-

Gelmini: “I precari politicizzati non li voglio vedere” conto della mia presenza, del
mio esser lì. E mi sembra che
parli invece una voce interna,
masta in bilico - ne deduco che
tale assegnazione non è esatta-
mente un'operazione algebri-
Smith, protagonista di “1984”,
che si era ribellato al potere e
che dopo il carcere e la tortura
verizzati, la più inverosimile
delle categorie professionali,
che si può prendere a cazzotti

Quest ’anno a perdere il posto saranno in 25 mila remota, suscettibile e altezzo-


sa, che mi richiama, che mi
rimprovera per qualcosa che
ca - quindi prosegue con i vari
punti all'ordine del giorno, par-
lando ininterrottamente per
finalmente comprende: “Due
lacrime puzzolenti di gin gli
sgocciolavano ai lati del naso...
come un punching-ball, sicuri
che non reagirà. Non si spiega
altrimenti la sua inerzia dopo
sto facendo, che non ho fatto o quasi tre ore, concentrandosi la lotta era finita. Egli era riusci- l'annuncio del taglio di otto mi-
di Caterina Perniconi solo gli sprechi e garantisse a do- precari rimasti senza una catte- mini e Tremonti”ha dichiarato il la assistenti tecnici in 3 anni”. classi in più. Dimenticando di devo fare. E che insinua il so- in particolare sulle molte novi- to vincitore su se medesimo. liardi in tre anni di Tremonti.
centi e studenti condizioni mi- dra lo scorso anno sono 42 mila. segretario del Partito democra- Tra chi resta a casa quest’anno specificare che si parla di classi a spetto che io sia lì, ma che do- tà che incontreremo. Mi sem- Amava il Grande Fratello”. Una cifra astronomica. Che in
o, non li incontre- gliori. Invece il governo conti- Ai quali si aggiungeranno i tico Pier Luigi Bersani. Ricor- c’è Manuela Pascarella, inse- 40 ore mentre il “tempo-lungo” vrei o potrei non esserci. Co-

“N
bra solo leggermente dimagri- un altro momento avrebbe de-
rò”. Mariastella Gel- nua a non investire un euro 25.600 che la perderanno que- dando che il centrosinistra ave- gnante di sostegno di Roma, da 31 a 39 ore è pressoché spa- me un'emanazione kafkiana ta. Si succedono i ministri, si E IL GRANDE FRATELLO terminato una rivoluzione. E
mini non ha nemme- sull’istruzione, anzi: taglia 8 mi- st’anno, per lo più alle superio- va fatto un piano di assorbimen- che ieri è andata a far visita ai rito. “Ho fatto un’interrogazio- che mi abita dentro, pronta a fanno e disfano le sedicenti ri- per gli insegnanti è il silenzio contro la quale ci si è mossi di-
no pensato di scen- liardi in 3 anni solo per gli orga- ri. La ripercussione diretta è sul- to triennale dei 150 mila precari precari in sciopero della fame: ne parlamentare al ministro – mettere in discussione, arbi- forme, e lei è sempre identica a del potere, l'assenza e non la visi e incerti.
dere dal podio della sala stam- nici, a fonte di uno stanziamen- la vita scolastica perché quelli che ogni anno lavorano stabil- “Non è vero come ha detto la racconta Manuela Ghizzoni – traria e implacabile, il mio ruo- se stessa, pronta a rispondere presenza di uno sguardo che li
pa di Palazzo Chigi e attraver- to totale di 43. non sono docenti in più, ma cat- mente. Perché i posti ci sono. Gelmini che aumentano le ore per chiederle come mai da lo e la mia identità. Come se la con il medesimo entusiasmo, osservi. L'indifferenza dei me- COSÌ, QUANDO al collegio
sare la piazza per raggiungere Il ministro ha confessato che i tedre necessarie a garantire il Solo che costa meno affidarli a di sostegno – spiega la docente quando è arrivata al dicastero di precarietà, anche per chi si illeso, quasi infantile. Al con- dia, l'insolenza della politica. – giunto quasi al termine – ve-
la tenda dei precari della scuo- corretto funzionamento degli precari anziché a personale sta- precaria –lo scorso anno mi ave- viale Trastevere i dati sulle classi sente tutelato, fosse un deser- trario, noi professori siamo al- Che col ministro Tremonti si do alzarsi la mano di un profes-
la che sono in sciopero della fa- istituti. In questo modo invece bilizzato. Ripercuotendo sem- vano già ridotto le ore con un di tempo lungo, che una volta to in agguato, che si estende e tro da ciò che eravamo. Ci pen- aggrava fino all'improntitudi- sore che un tempo si distingue-
me da 16 giorni davanti a Mon-
tecitorio.
Guai a chi fa più si costringono le scuole all’ac-
corpamento delle classi e alla ri-
pre le conseguenze sui bambini
che non hanno più punti di ri-
bambino affetto da una grave
patologia, da 12 a 9. E quest’an-
erano pubblici, non vengono
più pubblicati. Lei ha risposto
ti lambisce. so, osservando i miei colleghi:
è da tempo che ai collegi non
ne e all'offesa maramaldesca,
ma che era presente anche coi
va per la sua vis polemica, mi
sembra per un momento di ri-
“Non voglio essere coinvolta
in una contrapposizione poli-
di 50 assenze: duzione dell’offerta formativa.
A scapito degli studenti.
ferimento certi.
“Quello del ministro è un ricatto
no per lui non ci sarà più un in-
segnante dedicato. Ma quel
dicendo che sono di competen-
za ministeriale e quindi sta a lei
È IL PRIMO Collegio Docenti
dell'anno scolastico. La grande
interveniamo più. E che anzi
proviamo quasi una sorta di pu-
governi di centrosinistra.
Abbiamo raccontato la scuola
vivere le infuocate assemblee
di una volta. Ecco, chissà che
tica che determinerebbe un
impatto negativo sull’avvio
sarà bocciato Il fondo
– spiega Manuela Ghizzoni del
Pd –perché dice che il 97% delle
bambino non è mica guarito nel
frattempo”.
decidere come e cosa rendere
pubblico. Ma se li nasconde il
sala dell'auditorium è disegna-
ta a mo' di anfiteatro, ma con i
dore nel ritrovarci tutti insie-
me, un pudore fisico, una stra-
in questi anni concentrandoci
sui ragazzi, sulla loro diversità e
dirà ora, mi domando. Ma è so-
lo un attimo. Il mio collega ha
dell’anno scolastico” ha detto risorse per le scuole va in stipen- motivo è chiaro a tutti”. gradoni dall'alzata minuscola na, curiosa timidezza. Un'emo-
la Gelmini “perché alcuni non Bersani: “Così del barile
di e il 3% per l’edilizia scolastica Tempo pieno? Soprattutto ai genitori e agli stu- che a star seduti ci fa presto ve- zione che si impasta con uno
sul loro linguaggio, mentre
pian piano i professori scom-
fatto uno studio accurato del
calendario e propone l'antici-
sono precari ma gente dell’Idv e nuove tecnologie. Quindi non denti che già dall’anno scorso nire il mal di schiena. È per que- stato d'animo di tutt'altro se- parivano. E ora che non ci sono po dell'anno scolastico di un
pronta a strumentalizzare la di- nemmeno “C’È GENTE precaria nella investo un euro in più e anzi tol-
Sparito
hanno dovuto contribuire di ta- sto, anche, che mi giro e rigiro gno, che non saprei dire, che più, rimossi dall'orizzonte del- giorno, per poterne incastrare
sperazione”. Dimostrando di scuola che dopo 10-12 anni vie- go i soldi per il personale così sca loro all’ampliamento sui sedili di plastica dura, per va oltre la rassegnazione o la la discussione pubblica, quan- un altro di vacanza nel ponte
non sapere chi sono le persone il padrone ne mandata a casa. Neanche i posso investire in altro. Per que- STESSO DISCORSO sul dell’offerta formativa. E sempre alleviare la penitenza. E mi depressione, la rabbia, la de- do riappaiono sono come dei del 2 giugno. Tutto qui. L'as-
in carne ed ossa che stanno ani- padroni delle ferriere fanno sto motivo nel 2008 ha deciso di tempo pieno. Il ministro ha det- più spesso all’acquisto di gessi e guardo intorno, e vedo nel ge- motivazione o l'accidia. Un miti fantasmi, che sorridono ai semblea, all'unanimità, appro-
mando la protesta: casi singoli delle ferriere” quello che stanno facendo Gel- tagliare 87 mila docenti e 40 mi- to che nel 2010 ci saranno 877 carta. nerale pallore qualche faccia sentimento quasi di... felicità. loro uccisori. Più vecchi, più va.
di precari che da Pordenone a
Benevento non hanno bandie-
re di partito né sigle sindacali
sulla loro testa. “Il governo non
LA LETTERA Il diritto all’istruzione e la Costituzione nore: di colore, di religione, di
nascita differenti dai futuri qua- Sarkò, miliardi alla ricerca e ghigliottina sulla scuola
si può accollare 229 mila pre-
cari della scuola – ha continua-
to il ministro – un numero spa-
ventoso creato da un meccani-
Genitori-cittadini, è l’ora della sveglia dri, immaginati in un triste pro-
getto di società; non troppo colti,
purché provvisti di potere d’ac-
quisto, consumatori acritici, pro-
LA DOPPIA FACCIA DEL “MODELLO” FRANCESE. DA LUNEDÌ SCIOPERI PER PRIMARIE E SECONDARIE
smo perverso negli anni passa- di Marina Boscaino pevoli. È sempre più difficile, da al sistema che vi ha creato e duce pensiero originale, questo ci invidia. Ma di cui incultura po- dotto della dismissione della di Alessandro Verani stata caratterizzata da polemiche. Due giornate di proprie scuole d’élite, dove finiscono (e sempre
ti”, dimenticando anche in questo non-luogo a cui hanno ri- sfruttato per anni. Io, intanto, ministro della Repubblica. I suoi litica e insensibilità sociale svi- grande idea di una scuola inclu- scioperi sono già annunciate, per lunedì e mar- più) i discendenti dei ceti borghesi. Non saranno
ico a voi, genitori, nonni, zii, dotto la scuola. Fuori dai cancelli, appoggio Marchionne. E di- siva ed emancipante che ha ani- icolas Sarkozy, quando ancora non si era in- tedì. Tanto per iniziare bene l’anno scolastico.
questo caso di dire che nell’ul-
timo decennio il centrodestra
ha governato per 7 anni.
Dlettera
ragazzi. Cittadini. Lo so, la
è “vetero”, come ci han-
i ragazzi si trovano in un mondo
che li sollecita esattamente nella
smetto qualsiasi responsabilità
rispetto all’illegittimità delle pro-
slogan sono sintesi market orien-
ted di ciò che hanno deciso al-
trove. Lei ha il compito di met-
liscono la portata. Vi parla di
uguaglianza, restaurando una
scuola di classe, che divarichi de-
mato le intenzioni dei costituen-
ti.
Nportavoce
caponito con la caccia ai rom e si credeva il
di una nuova destra dal volto umano, COMINCIAMO dal Sarkozy “buono”. “Un Pae-
loro, fortunatamente, ad accaparrarsi la torta, ma i
grossi atenei pubblici. Da sottolineare: gli investi-
menti previsti dal megaprestito verranno realizzati
no fatto credere di idee, principi, direzione opposta: il re per una cedure che stiamo assumendo e terci la faccia. stini e immobilizzi origini sociali. D’accordo, potrebbe non tocca- pensò subito di dare ossigeno a un’università de- se che non investe nella sua istruzione è un Paese soprattutto nell’infrastruttura, per creare campus
Otto miliardi in valori su cui vorrei riflettere. notte, il tronista, il famoso, lo alla crisi sociale innescata dal E lo fa in maniera impudica, per- Creando ghetti sempre più se- re ai nostri figli, ai nostri nipoti, ai caduta e a una ricerca piena di precari, come quel- senza futuro”, dichiarò nel dicembre scorso, al mo- all’americana, come quello previsto a Saclay, nella
meno in 3 anni Svenduti dall’aggressività neoli- spiato che ammicca alla teleca- più grande licenziamento di ché inconsapevole: millantando gregati, per i figli di un dio mi- nostri alunni: noi saremo abba- le di Francia. Fin dal 2007 aveva cercato di so- mento di lanciare il grand emprunt, un vasto prestito regione di Parigi. E qui è già piombata qualche
berista e dal macabro progetto mera. Maschere (tragiche) del- massa della storia della scuola. potenziamenti di materie in una stanza forti da tutelarli. Ma ai stenere i due settori. E nel obbligazionario (che si concretizzerà critica sul presidente, che con i fondi non rego-
culturale di chi ci governa: come l'ossessione collettiva, prese in Parole in libertà, suggestive e scuola superiore in cui si taglia miei Lorenzo e Margherita, che dicembre scorso, quando nelle prossime settimane). In tutto, 35 larizzerà, ad esempio, tutti i ricercatori precari. Ma
IN UNA LUNGA conferenza
stampa la Gelmini ha snocciola-
la lettera, roba d’altri tempi. Co-
modo per plasmare menti e co-
prestito dalla videocrazia per so-
stanziare la realtà.
mediaticamente efficaci, per sol-
leticare il bisogno di certezze di
tutto, dagli orari alla carta igie-
nica; di legalità, mentre viola
Classi come iniziano rispettivamente la scuo-
la secondaria di II e di I grado
si ritrovò a decidere cosa
fare dei 35 miliardi di un
La gran parte miliardi, pagati in gran parte da obbli-
gazioni sottoscritte dai cittadini. Ebbe-
si concentrerà, appunto, sulle grandi opere. Forse
foriere di qualche tangente per il suo partito.
to numeri, fissato un tetto a 50
assenze annuali (pena la boccia-
scienze al pensiero unico: sba-
razzare il campo da ogni osta-
La scuola è di tutti, ci hanno in-
segnato. Scuola, sanità e giusti-
chi si è smarrito. O non si è mai
trovato. Alle quali non corrispon-
norme democratiche per porta-
re a casa la “riforma” (il taglio di
nuovi ghetti e proprio nell’anno 0 della “rifor-
ma epocale” e a tutti i miei alun-
ambizioso piano anticrisi,
il presidente non ebbe
di investimenti ne, di questi, lo abbiamo visto, ben 19
per università e ricerca. Alle piccole e
Veniamo al Sarkozy “cattivo”. Con un deficit pub-
blico in fase di lievitazione (a quota 8% a fine an-
tura), e si è vantata della sua ri-
forma “epocale” della scuola,
colo. E far pensare che alcune
radici della Repubblica puzzino
zia: ce l’hanno ripetuto. Allora
perché in prima pagina solo a
de in nessun modo alcuna real-
tà. Parla rivolgendosi a voi, au-
8 miliardi) che il ministro del-
l'Economia le ha commissiona-
il più grande ni, anche i meno sensibili, non mi
stancherò di cercare di far ca-
dubbi: 11 miliardi alle uni-
versità pubbliche e 8 alla
destinata agli medie imprese che battevano cassa? Solo
6,5 miliardi. D’altra parte dal 2007 il pre-
no), il presidente ha deciso che bisogna tagliare la
funzione pubblica. Compresi i docenti di primaria
che razionalizza le risorse e di stantio. colpi di precari in mutande sui dience, che fate share. A molti di to; di diritti, costringendo bam- pire che la democrazia si basa ricerca scientifica. Sì, le sidente aveva già varato il Plan Campus, e secondaria: meno 16mila posti quest’anno, no-
spende meno e meglio. Ma se La Costituzione, ad esempio. tetti o in sciopero della fame? noi non si rivolge più, se non per bini e ragazzi in scuole non bo-
licenziamento sulla difesa dei diritti collettivi e sue priorità. Sulle elemen- atenei pubblici che si è tradotto in un primo blocco di nostante oltre 7mila allievi in più. Le classi, già
resta senza lavoro una docente Che va invece tutelata da reto- Perché non bastano la disillusio- bacchettarci, darci dei fannullo- nificate da Eternit, in cui ven- dell’interesse generale. E che il tari e la secondaria, inve- investimenti di 3,7 miliardi. Tutti questi sovradimensionate rispetto alla media europea,
che insegna regolarmente da 14 rico buonismo, inerzia e mani- ne, la sfiducia nelle istituzioni e ni, degli incompetenti, degli as- gono stipate aule a dispetto di del settore: privilegio di una buona partenza ce, cadono le dolenti no- Potenziati soldi per fare che? Per ridare smalto gonfieranno. Intanto sono rimasti a casa vari in-
anni, forse la riorganizzazione polazione, rivendicando, con or- nel futuro di tanti quarantenni ai senteisti; minacciarci, se “faccia- qualsiasi norma di sicurezza, in non esenta dal dovere della par- te: tagli, tagli e solo tagli. all’università pubblica, assai screditata segnanti di sostegno precari, in un Paese dove an-
non è così razionale. La scuola goglio e passione, il mandato at- quali un ministro si può permet- mo politica”: TremonBrunet- cui viene calpestata, elusa, umi- ecco l’esito tecipazione e dalla testimonian- La rentrée scolastica, che si i campus sul nel Paese. In effetti dopo la maturità chi cora un terzo dei portatori di handicap non trova
italiana avrebbe bisogno di una tribuito a noi insegnanti dalla tere di dire: solidarietà, ma voi ta-pilotata, come la giovane Am- liata la legge per il sostegno alla za dell’indignazione. Perché si- è effettuata ieri in tutte le può (e riesce a passare il concorso all’en- posto nelle scuole pubbliche. No, questa non è
riforma di sistema che tagliasse Carta: formare cittadini consa- pagate per tutti? Pagate il conto bra da Boncompagni. Non pro- diversabilità, che tutta l’Europa della “riforma” lenzio è uguale a morte. scuole della Repubblica, è modello Usa trata) opta per le grandes écoles, vere e una priorità di Sarkozy.
pagina 4 Venerdì 3 settembre 2010

N
CLASSE DIRIGENTE

ella sua carriera di avvocato, di della Corte d'Appello di Palermo hanno Ancora Schifani, come vi abbiamo raccontato ieri, a
Le ombre nel passato persone da difendere ne ha incontrate confermato che il palazzo costruito da Lo Sicco va seguire gli affari immobiliari di Giovanni Costa,
tante. Renato Schifani assicura di aver in parte abbattuto per rispettare le distanze con la imprenditore condannato per riciclaggio di capitali
sempre rispettato le “regole deontologiche proprie proprietà delle sorelle, già danneggiata dalla ruspa mafiosi. Infine, secondo le dichiarazioni rese dal
da legale dell'attività forense”, ma sono molte le ombre che del costruttore che voleva aumentare la cubatura pentito Gaspare Spatuzza, sarebbe stato proprio
si sono stagliate su alcuni suoi clienti. Si è speso per del palazzo. Fu sempre Schifani, tramite la società di l'attuale presidente del Senato a fare da tramite tra i
Pietro Lo Sicco, poi condannato per mafia, nella assicurazioni Sicula Broker, ad offrire consulenza al fratelli Graviano, boss di Brancaccio, e il fondatore
del presidente del Senato causa con le sorelle Pilliu: il mese scorso, i giudici sindaco di Villabate, nipote del boss Nino Mandalà. di Forza Italia Marcello Dell'Utri.

SCHIFANI E LE CONSULENZE AL RICICLATORE


SETTE ANNI VISSUTI PERICOLOSAMENTE
Ecco tutti gli affari seguiti tra l’86 e il ‘93 per conto dell’imprenditore di Villabate
condannato in primo grado per aver ripulito soldi della mafia
di Peter Gomez le parole del pentito Gaspare proprietà della mafia. Per i giu-
Spatuzza, bisogna partire da dici, Costa che attualmente è
a lettera, inviata dalla Pro- qui. Dalle prime inchieste in cui sotto processo in Appello, sa-

L cura distrettuale antima-


fia di Bologna ai colleghi
di Palermo porta la data
del 6 luglio 1993. Poco e più
venti righe per chiedere noti-
spunta il nome dell’attuale pre-
sidente del Senato. Spatuzza in-
fatti sostiene che Schifani, 18
anni fa, è stato uno dei tramite
tra i fratelli Graviano, i boss di
rebbe infatti uno degli ultimi cu-
stodi del tesoro del celebre Ma-
go dei Soldi, Giovanni Sucato.
Un ragazzo di Villabate che con
l’appoggio di Cosa Nostra ha
zie su nove nomi. Nove sicilia- Brancaccio protagonisti delle raccolto a inizio 1990 decine
ni che secondo la Guardia di stragi del ‘92-93, e Marcello miliardi di lire tra i siciliani, pro-
Finanza avevano avuto “un Dell’Utri. Un’accusa respinta mettendo loro di raddoppiare
ruolo decisivo nella predispo- con sdegno dalla seconda cari- nel giro di un mese il capitale in-
sizione degli accordi tesi” ca dello Stato. Ma che adesso, al- vestito. Costa, che pure ammet-
all’acquisizione dell’Urafin, la luce di una serie di fatti anco- te di essersi dovuto confrontare
una holding con partecipazio- ra tutti da chiarire, non appare a causa del suo lavoro con boss
ni superiori a 200 miliardi di li- immediatamente implausibile. di ogni ordine e grado, nega. Ma
re, fallita pochi mesi prima. gli investigatori sono rimasti
L’elenco è aperto dalla voce: Le vecchie carte colpiti da un fatto. Già nel 2004,
“Avvocato Schifani di Paler- su Urafin quando cioè nessuno aveva mai
mo” il quale, scrivono i pm, parlato di Schifani e dei suoi
“avrebbe curato la fase con- presunti rapporti con i Gravia-
trattuale” dell’affare. Il Fatto Quotidiano è andato a re- no, c’era chi invece raccontava
cuperare le carte della vecchia che tra gli uomini d’onore inte-
Una cordata indagine sull’Urafin e quelle del ressati alla truffa del Mago dei
senza capitali processo a Costa. E ha scoper- Soldi comparivano pure i boss
to, sentenze e verbali d’udienza stragisti di Brancaccio. Anche
alla mano, che davvero Renato per questo la storia di Costa, di-
UN BUSINESS sospetto, se- Schifani ha assistito Costa per pinto dalla sentenza come un Il presidente del Senato, Renato Schifani (FOTO LAPRESSE)
condo gli investigatori, visto anni, seguendo come profes- uomo legato al clan Montalto di
che uno degli acquirenti, l’im-
prenditore di Villabate Giovan-
sionista gran parte degli affari
per cui è stato poi condannato.
Villabate (paese quasi confi-
nante con il quartiere Brancac-
lire al mese.
Poi Costa, che non è un pentito,
Dietro il capocordata, un gruppo di
ni Costa - oggi condannato a no-
ve anni per riciclaggio - sembra-
Ieri abbiamo ricostruito le com-
pravendite immobiliari di Co-
cio), è giudicata interessante. E
lo è ancor più alla luce di quanto
si è inalberato ricordando che
Schifani nel 2007, quando fu
palermitani “sprovvisti di attitudini
va il capocordata “di un gruppo sta nel villaggio turistico di Por- emerge dai dibattimenti bolo- convocato dalla sua difesa in au-
di palermitani, alcuni dei quali torosa in provincia di Messina. gnesi sull’Urafin. la come testimone a discarico, patrimoniali idonee”all’acquisto
pregiudicati, sprovvisti di atti- E abbiamo raccontato come era sembrato prendere le di-
tudini patrimoniali idonee” per grazie a preliminari di vendita, Il ritornello stanze da lui. Tanto da arrivare a
chiudere la compravendita. An- poi sostituti da procure specia- del “a mia insaputa” sostenere di essere stato nomi-
che per questo i pm emiliani vo-
gliono sapere se i nominativi ci-
li, Costa sia riuscito a entrare in
possesso di 60 appartamenti
nato “a propria insaputa” con-
sigliere di amministrazione del- MINACCE Per Scopelliti
tati nella missiva siano “già senza che il suo nome compa- IN UN COLLOQUIO con Li- la Alpi assicurazioni (incarico
comparsi in indagini aventi co-
me oggetto tentativi d’impiego
risse mai in atti ufficiali o nei ro-
giti. Anche perché il corrispet-
rio Abbate de L’espresso ieri l’im-
prenditore ha spiegato di aver
poi rifiutato), una delle società
partecipate dall’Urafin. Per Co-
proiettili a orologeria
di capitali di illecita provenien- tivo (quasi tre miliardi) veniva avuto al suo fianco Schifani co-
za”.
Ecco, se si vuole davvero capire
quasi sempre versato in contan-
ti. Denaro che, stando alla sen-
me avvocato sin dal 1986 (vedi
articolo qui sotto). E ha aggiun-
sta invece quella nomina, che
risale al 21 dicembre 1992, sa-
rebbe stata espressamente ri-
Qdopouattro buste, una con proiettili di pistola calibro
7,65, e lettere di minaccia. Un’altra intimidazione
la bomba sotto la casa del Pg Di Landro, questa
che tipo di riscontri stia cercan- tenza che ha condannato l’im- to di averlo a lungo stipendiato chiesta da Schifani. L’attuale volta al governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti.
do oggi la Procura di Palermo al- prenditore, sarebbe stato di con un mensile di due milioni di presidente del Senato, dopo Clima torbido in riva allo Stretto, dove da mesi, con
l’omicidio di Paolo Borsellino cronometrica puntualità, si succedono avvertimenti e
del 19 luglio, voleva infatti al- minacce a magistrati, giornalisti e politici. Una regia
L’ESPRESSO IN EDICOLA lontanarsi da Palermo. Proba- accorta che non è solo di stampo mafioso. Le bombe, le
bilmente, dice l’imprenditore, manomissioni alle auto dei magistrati, i proiettili ai

La versione di Costa
ui era il mio consulente, la persona
per paura.
Fatto sta che Schifani segue tut-
te le fasi dell’acquisto dell’Ura-
fin, un gruppo che a quell’epo-
ca faceva capo all’ex presidente
politici, arrivano ogni volta che le indagini lambiscono
il livello delle collusioni tra ‘ndrangheta e politica, o
quando entrano in fibrillazione le istituzioni regionali.
A Reggio da mesi il comune si dibatte in una lacerante
crisi tutta interna al Pdl, che in città ha consensi bul-
“L che mi consigliava, quello che riu-
sciva a mettere le carte a posto control-
cuparsi della questione”.

IN ATTESA di una eventuale convoca-


del Bologna calcio, Tommaso
Fabbretti. Lo fa a Palermo, a Mi-
gari; in ballo c’è la formazione della nuova giunta che
dovrà portare la città alle prossime elezioni. Non si
lando i documenti con i quali chiudere zione di Schifani, restano ancora ombre lano e a Bologna. In Sicilia, Co- tratta solo di quote di potere da redistribuire, ma so-
affari senza avere problemi”. Lirio Abbate sulla sua testimonianza al processo in cui sta tratta a lungo con i rappre- prattutto di affari e opere pubbliche. Una delle lettere
su L’espresso in edicola oggi racconta la Costa è stato condannato per riciclaggio. sentati della Parabancaria Co- arrivate a Scopelliti conteneva molti riferimenti alla
verità dell’imprenditore palermitano Secondo quanto raccontato dallo stesso sulting, di proprietà della fami- situazione della Città dello Stretto.
Giovanni Costa sull’avvocato Renato imprenditore a l’Espresso, in quella occa- glia di Mario Niceta, un impor-
Schifani, ai tempi in cui seguiva gli affari sione Schifani non avrebbe “detto la ve- tante commerciante di abiti de-
immobiliari per suo conto. Costa è in at- rità”: “Ha preso le distanze stravolgendo i scritto da Massimo Ciancimino
tesa del giudizio d’appello nel processo fatti, sostenendo addirittura che lo avevo in un suo libro come “cono-
in cui è accusato di riciclaggio, e che lo ha inserito nel consiglio di amministrazione scente di Bernardo Provenza- ben presto una truffa. Dopo uomo dei soldi del Mago dei Sol-
visto condannato in primo grado a nove di una società di Milano a sua insaputa. E no” e del padre don Vito Cian- aver concluso a Milano, con di. Un’avventura straordinaria e
anni. invece era stato lui a chiedermelo perché cimino. l’aiuto professionale di Schifa- per certi versi indimenticabile.
voleva lasciare Palermo, per questo gli ni, l’acquisizione della parteci- Una storia che però la seconda
MA IL RACCONTO di Costa non si li- proposi l’incarico di presidente o di am- L’affare si rivela pata Alpi Assicurazioni, il 22 di- carica dello Stato rammenta po-
mita all’attività di amministrativista dell’at- ministratore delegato. Poi decisi che non una truffa cembre Costa, il suo consulen- co e male. Tanto che nel 2007,
tuale presidente del Senato. I magistrati se ne faceva più nulla”. te e l’altro professionista che ha quando verrà chiamato a testi-
della Procura di Palermo lo hanno con- seguito l’affare, si presentano moniare, si limiterà ad assicura-
vocato anche per ricavare ulteriori notizie OPPOSTA la versione di Schifani che PROPRIO COSTA , ricorda nella sede della compagnia, ma re di non essersi “mai occupato
sulle dichiarazioni rese dal pentito Gaspa- continua a sostenere di non aver accettato in un suo colloquio con Il Fatto scoprono che un po’ ovunque degli aspetti finanziari dell’affa-
re Spatuzza. Secondo l’ex affiliato al clan quell’incarico “perché dissi che questo Quotidiano, che il 23 maggio del ci sono i sigilli della Guardia di re”. E a dire: “Ricordo che a un
dei Graviano, Schifani sarebbe stato il con- esulava dal mio ruolo professionale. Lo 1992, il giorno della strage di Finanza. Da molti mesi era in certo punto io interruppi la mia
tatto tra i fratelli responsabili delle stragi aveva fatto a mia insaputa, infatti non ho Capaci lui e Schifani sono riuni- corso una verifica delle Fiamme attività complessiva nei con-
del ‘92-‘93 e Marcello Dell’Utri, senatore mai accettato, perché ho detto che io svol- ti negli uffici della società dei Gialle di cui l’imprenditore so- fronti del Costa. Ma non ricordo
del Pdl e fondatore di Forza Italia. Il pre- gevo il ruolo professionale, non ho mai Niceta. Un rappresentante del- stiene di non essere stato avver- i motivi, ripeto, è passato del
sidente del Senato ha già smentito ogni accettato, perché non ho mai frapposto il la Parabancaria (Nicola Picone) tito. È l’inizio dell’inchiesta che tempo”. E così oggi il problema
suo coinvolgimento nella vicenda, e si è mio ruolo professionale con altri tipi di entra così nella compagine che negli anni porterà a ricostruire di Schifani è soprattutto uno.
detto disponibile a collaborare con l’au- ruoli che nascessero da interessi cliente- tenta di rilevare l’Urafin. Ma l’af- buona parte delle attività eco- C’è chi sostiene di ricordare per
torità giudiziaria, “qualora decidesse di oc- lari”. fare, secondo Costa, si rivela nomiche di Costa, il presunto lui.
Venerdì 3 settembre 2010 pagina 5

D
CLASSE DIRIGENTE

oveva essere “uno dei più siano state sepolte abusivamente scorie di suoi collaboratori, e Rosanna Gariboldi, moglie
Breve storia prestigiosi piani di valorizzazione di acciaierie: il rischio è quello di un avvelenamento del parlamentare Pdl Giancarlo Abelli.
un'area ex industriale”, “una nuova delle acque. L'ex patron di Risanamento Spa, Nel frattempo l’istanza di fallimento della
città nella città”. Invece, il complesso di Santa Luigi Zunino, risulta indagato assieme ad altre Risanamento Spa è stata respinta dal Tribunale di
del “Risanamento” fallito Giulia, a Milano, è finito sotto sequestro ancora otto persone. Le presunte irregolarità nelle Milano e il gruppo immobiliare ha dato via libera
prima di vedere la luce. L'ultimo guaio in ordine opere di bonifica, avvenute tra il 2003 e il 2008, al piano di salvataggio da mezzo miliardo di euro,
di tempo riguarda l'ipotesi che nell'area da nell’ottobre scorso avevano già mandato in finanziato dalle stesse banche creditrici che
a Santa Giulia risanare, dove un tempo sorgeva la Montedison, carcere l'imprenditore Giuseppe Grossi e alcuni sperano così di salvare i propri capitali.

L’AFFARONE
DI TREMONTI
Un palazzo di Milano ceduto da Zunino
sull’orlo del fallimento
di Vittorio Malagutti avrebbe travolto tutta la galas- bientali, buchi di bilancio di
sia societaria del palazzinaro Banca Italease), i magistrati ar-
l palazzo, quattro piani in ex rampante, famoso tra l’altro rivano alla conclusione che il

I tutto nella centralissima


via Clerici, a poche de-
cine di metri dalla Scala e
dal Duomo di Milano, era in
vendita ormai da anni.
per il progetto (rimasto in gran
parte sulla carta) del nuovo
quartiere milanese di Santa
Giulia.
Quindi, con il senno di poi, si
gruppo immobiliare, con ol-
tre 3 miliardi di debiti al passi-
vo, non è più in grado di vivere
di vita propria.
Peggio: a tenerlo in piedi sa-
Luigi Zunino, il furbone del può dire che l’affare di via Cle- rebbero grandi creditori come
mattone assediato dai debiti, rici ha rischiato seriamente di Intesa e Banco Popolare con
cercava disperatamente un andare in fumo. Con Tremonti l’obiettivo di evitare un crack
compratore, qualcuno pron- costretto a fare marcia indie- dalle conseguenze potenzial-
to a mettere sul piatto una tro e l’immobiliarista in crisi al- mente disastrose, non solo
decina di milioni in cambio le prese con i cocci del suo im- per Zunino ma anche per i Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti (FOTO ANSA)
di quella casa d’epoca nel pero fondato sui debiti. banchieri che per un decen-
cuore della City milanese. Al-
la fine l’acquirente è arriva-
Per capire meglio vediamo
qualche data. L’11 giugno
nio e più lo hanno generosa-
mente finanziato.
Il rogito dodici mesi precedenti alla di-
chiarazione di fallimento. Per
La società
to. Ha tirato sul prezzo e si è
aggiudicato l’immobile alla
2009 viene siglato il rogito.
Nel ruolo di venditore trovia-
nel giugno 2009, Tremonti, costretto da un giu-
dice a restituire il palazzo
acquirente
Tempistica
pur sempre rispettabile cifra
di 7,4 milioni di euro.
mo la Nuova Parva, una socie-
tà personale di Zunino. A com-
perfetta cioè appena d’epoca appena acquistato,
sarebbe stato un autogol cla-
pagò 7,5
prare invece è l’Immobiliare moroso.
Un cliente Crocefisso, di cui Tremonti - SIAMO A FINE luglio del un mese prima Ma la suspence dura solo qual- milioni di euro.
oltre che socio di maggioranza 2009: l’ultima parola sulla ri- che mese. Zunino e le banche
particolare
- risulta anche amministratore, chiesta di fallimento spetta al del terremoto fanno fronte comune contro Ma nel 2005
un incarico da cui si è autoso- tribunale di Milano. Se l’istan- l’attacco dei pm. Affiancati da
FIN QUI niente di strano. speso da quando, a maggio del za dei pm venisse accolta, per sul gruppo uno stuolo di avvocati e con- il bene valeva
Quello concluso nel giugno 2008, è tornato sulla poltrona il gran capo di Risanamento sa- sulenti dalle parcelle miliona-
dell’anno scorso nello studio di responsabile dell’Econo- rebbe un disastro, ma anche immobiliare rie, l’immobiliarista e i suoi 10 milioni
del notaio Ciro De Vincenzo mia. Il 16 di luglio arriva il si- Tremonti nel suo piccolo non creditori si oppongono alla ri-
sarebbe rimasto un affare co- luro della procura. I pm Laura se la passerebbe bene. Crolla- chiesta di fallimento a suon di
me tanti, roba da commercia- Pedio e Roberto Pellicano ta la holding quotata in Borsa, lità andata incontro a un’azio- memorie difensive. Il tribuna- trici con un piano sottoposto
listi e addetti ai lavori, se non chiedono il fallimento di Risa- sarebbe presto andata a fondo ne revocatoria. le prende tempo. C’è un batti e all’approvazione dei giudici.
fosse che il fortunato compra- namento. anche la Nuova Parva, che ne Un’azione, quest’ultima, pre- ribatti con la procura. Alla fine Zunino esce di scena. Vinco-
tore è un ministro della Re- In sostanza, indagando su al- controllava oltre il 30 per cen- vista dal codice civile per una però, il 10 novembre, arriva il no i banchieri. E Tremonti può
pubblica. Già, perché l’azioni- cune vicende in cui erano to del capitale. Risultato: la serie di atti disposti dall’im- verdetto: Risanamento non tenersi il suo palazzetto, con-
sta di maggioranza dell’Immo- coinvolte società di Zunino vendita del palazzo di via Cle- prenditore insolvente (in que- deve fallire. Il salvataggio ver- gratulandosi con se stesso per
biliare Crocefisso, fresca pro- (fondi neri sulle bonifiche am- rici sarebbe con ogni probabi- sto caso Zunino) nell’arco dei rà gestito dalle banche credi- l’ottima scelta di tempo.
prietaria del palazzo di via Cle-
rici, si chiama Giulio Tremon-
ti. CONVERGENZE PARALLELE
Pare difficile che il tributarista,
professore universitario non-
ché mente economica del go-
verno Berlusconi, scelga di
trasferirsi armi e bagagli in
VIA CROCEFISSO: MINISTRO CHE VA, MINISTRO CHE VIENE
quelle stanze. Ma il palazzo
che fu di Zunino potrebbe ri-
Uno studio Roberto Colaninno e i finan-
zieri bresciani guidati da
Difficile in casi del genere ap-
plicare la formula del conflit-
La difficoltà di accreditare le
tesi più maligne risiede nella
velarsi un ottimo investimen-
to. Di quelli destinati a rivalu-
legale che Emilio “Chicco” Gnutti sca-
larono Telecom Italia. Inizial-
to d’interessi. Quando
l’Agenzia delle Entrate mette
ampia strategia di dialogo e
alleanze che negli ultimi tem-
tarsi negli anni e a fruttare pa-
recchio in termini di affitti.
lavora a tutto mente la Bell aveva come
presidente il tributarista Raf-
sotto accusa i clienti dello
studio di consulenza fiscale
pi il ministro Tremonti e il
suo ex studio hanno, in re-
Cinque anni fa, nel 2005, la ca- faello Lupi, stretto collabora- dove lavorava il ministro del- ciproca autonomia, condot-
sa era stata promessa in vendi- tondo e scansa tore di Vincenzo Visco, mi- le Finanze prima di fare il mi- to.
ta a Danilo Coppola, un altro nistro delle Finanze e poi del nistro non c’è niente da dire.
immobiliarista a quei tempi in così le accuse Tesoro a fine anni Novanta. E quando una società si affida TRA I CLIENTI dello stu-
grande ascesa. Ma il prezzo, al- allo studio ex Tremonti lo fa dio Vitali Romagnoli Piccardi
lora, era stato fissato a 10 mi- di conflitto NEL 2001, dopo il ritorno perché sono ottimi profes- c’è da sempre il gruppo Fi-
lioni di euro. di Berlusconi a Palazzo Chigi, sionisti o perché sono amici ninvest della famiglia Berlu-
Niente da fare. L’operazione d’interessi il ministero dell’Economia del ministro? sconi, ma c’è anche il Monte
non andò in porto. Coppola di guidato da Tremonti aprì un Per esempio nel 2008, quan- di Paschi di Siena, catalogata
lì a poco è finito in prigione. procedimento per evasione do Tremonti esordì nel nuo- come banca “rossa”.
Poi è arrivato Tremonti, che ha di Giorgio Meletti politiche del 2008 hanno ri- fiscale contro la Bell, accusa- vo governo con la Robin Tax Ma quello che appare un pic-
spuntato uno sconto del 25 portato al governo la com- ta di aver risparmiato, grazie che doveva spennare i petro- colo capolavoro è il riavvici-
per cento da un venditore con Immobiliare Crocefisso pagine guidata da Silvio Ber- alla esterovestizione, centi- lieri, il gruppo Erg della fami- namento a un centro di po-
l’acqua alla gola. Insomma, un
gran business per il ministro,
L’gnora
di Giulio Tremonti e si-
prende probabilmen-
lusconi. naia di milioni di euro di tasse
sulla vendita del pacchetto di
glia genovese Garrone si af-
fidò allo studio ex Tremonti
tere come Intesa Sanpaolo, la
prima banca italiana, che ve-
che ha dimostrato uno straor- te il nome dalla centralissi- NON RISULTA che lo stu- maggioranza Telecom alla Pi- per farsi aiutare a minimizza- de al vertice due “prodiani”
dinario fiuto per gli affari. ma via milanese dove sono dio fiscale Vitali Romagnoli relli di Marco Tronchetti Pro- re l’impatto sui conti della storici come Giovanni Bazoli
Per non parlare della scelta di situate le principali proprie- Piccardi e Associati abbia vera. Per difendersi dai ma- bastonata. Interessante an- e Corrado Passera. Mentre le
tempo. Davvero eccezionale. tà della ditta. In via Croce- avuto finora tra i suoi clienti stini fiscali di Tremonti la Bell che il caso della siderurgica intemerate di Tremonti con-
Addirittura sospetta, maligna fisso c’è proprio lo studio di Luigi Zunino o qualcuna del- si affidò allo studio Vitali Ro- Tenaris (famiglia Rocca) che tro i banchieri si sono stem-
qualche operatore immobilia- consulenza fiscale Vitali Ro- le sue società. Le sue presta- magnoli etc. e l’ebbe vinta. si è affidata allo studio Tre- perate in un clima di dialogo
re a Milano e dintorni. Perché a magnoli Piccardi e Associa- zioni, universalmente rico- Risultò poi dal bilancio Bell monti per un contenzioso da costruttivo, lo studio legale
luglio del 2009, giusto un me- ti, fondato dall’attuale mini- nosciute di altissimo livello, un pagamento di 31 milioni 150 milioni con l’Agenzia bresciano Pavesi Gitti Verzo-
se dopo la cessione a Tremonti stro dell’Economia. Nelle le- si intrecciano però abbastan- di euro di parcelle allo studio delle Entrate, e pochi mesi ni, imperniato sul giurista
della casa di via Clerici, la pro- gislature dispari, quando il za spesso con le attività di go- ex Tremonti, ma gli ex soci dopo, con Tremonti diventa- Gregorio Gitti, genero di Ba-
cura di Milano è partita all’at- ministro non è ministro, il verno dell’ex partner Giulio del ministro dissero che i lo- to ministro e fuori dallo stu- zoli, ha siglato una partner-
tacco di Zunino chiedendo il suo nome ricompare nella Tremonti. ro onorari non superavano i dio, si è vista dare ragione dai ship operativa con lo studio
fallimento della Risanamento, targa all’ingresso. È stato Ha fatto epoca a suo tempo la 5 milioni. Non si è mai saputo nuovi vertici dell’ammini- legale Vitali Romagnoli Pic-
la sua holding quotata in Bor- cancellato l’ultima volta due vicenda della Bell, la finanzia- che fine abbiano fatto gli altri strazione fiscale nominati cardi di Milano, via Crocefis-
sa. E il crack di quest’ultima anni fa, quando le elezioni ria lussemburghese con cui 26 milioni. dallo stesso Tremonti. so 12.
pagina 6 Venerdì 3 settembre 2010

I
IN FONDO A DESTRA

l militante napoletano del Pdl che ha andare a Mirabello domenica... Le ho chiesto a cosa La Pascale smentisce: “Le notizie apparse sui giornali
Il caso dei pullman denunciato il 'caso' dei pullman organizzati servisse il pullman. Mi ha risposto che serviva sono totalmente infondate. Questo rappresentante
dagli azzurri per andare a contestare il esattamente per fischiare e contestare Fini nel dei finiani sta strumentalizzando una conversazione
discorso di Gianfranco Fini a Mirabello si chiama momento del suo intervento". Malgrado gli annunci informale dove nel rappresentargli il mio disaccordo
anti-Mirabello: Vitale Mattera, e racconta al Secolo: "Ho ricevuto una di querela dal parte del ministro Michela Brambilla, sull'iniziativa di Mirabello prospettavo il rischio che vi
telefonata da parte di Francesca (Francesca Pascale, indicata come il 'mandante' dell'operazione, Mattera fossero delle manifestazioni di plateale dissenso
consigliere provinciale Pdl, ndr). Mi chiedeva di conferma parola per parola la versione dei fatti organizzate proprio dagli stessi finiani per farli
parla un testimone organizzare un pullman di cinquanta ragazzi per denunciata ieri dal sito finiano di Generazione Italia. ricadere sul Pdl”.

FLI: UNITI CONTRO IL PREMIER,


DIVISI SU DIRITTI E TEMI ETICI
Tutti pronti a insorgere contro il processo breve. Ma su immigrazione,
coppie di fatto e testamento biologico le posizioni divergono
di Alessandro Ferrucci portante lasciare la libertà di co- portanti che guardano al futuro to, la svolta di Fini, passato dal “non
inviato a Mirabello (Ferrara) scienza”, come spiega il senatore dell’Italia”. Insomma il falco sici- vorrei mai un maestro omosessuale
Giuseppe Menardi. Eppure da liano non fa molti proseliti tra i per mio figlio”, alla nuova veste più
na, due o più al giorno. Bor- Mirabello vogliono risposte. suoi. aperta, lascia qualche dubbio tra gli

U date e risposte. Accuse e


querele. Mancano due gior-
ni al discorso di Gianfranco
Fini dal palco di Mirabello, e i due
protagonisti tacciono, prendono
Martedì all’inaugurazione,
Fabio Granata è stato tra i più
apprezzati. Duro e diretto
come sempre, ha scaldato la
platea sui temi della sicurez-
Va meglio a Gianfranco Fini
rispetto alla questione-En-
glaro. Durante gli ultimi
giorni di Eluana, si disse vi-
cino al padre Peppino, pro-
ex missini-aennini. È evidente. Ma il
compromesso è: “Giusto ricono-
scere i diritti civili, ma niente ado-
zioni”, conferma Moffa. Meno “pru-
dente” Menardi, che riconosce di
tempo, “giocano” a nascondersi. za, delle risorse alle forze prio quando Silvio Berlu- essere “poco aperto, perché dob-
Berlusconi manda messaggi tra- dell’ordine e sul rispetto del- sconi metteva in piedi lo biamo rispettare la natura. Però
sversali. Della serie: “Qualsiasi co- la magistratura. Qualche dolo- show a colpi di dichiarazioni adesso l’importante è guardare a do-
sa succede, non cambia niente”. re quando ha citato la sua pro- avvelenate, del tipo: “Ha il ci- menica”. Guardare e soprattutto
Chi gli sta attorno picchia duro. Ul- posta, firmata con il democratico clo, potrebbe ancora avere un fi- ascoltare le parole di Fini. Capire fi-
tima Flavia Perina, tra le più vicine Sarubbi, sulla questione immigra- glio”. Dai più cattolici come Silva- nalmente il “per dove”, ancora av-
al presidente della Camera che de- ti. no Moffa, fino a Giuseppe Conso- volto dal mistero.
finisce “i berlusconiani più fascisti lo, la risposta è unanime: rispetto Raisi afferma di sentire tutti i gior-
di noi”, mentre Denis Verdini tira Cittadinanza breve della vita sì, ma anche delle scelte ni, anche più di una volta al dì, il
diritto e fa sapere che non c’è al- o lunga personali. “Certo bisogna valuta- presidente della Camera. Ma, ap-
cuno slittamento della convoca- re caso per caso, ma è uno di punto, nessuna anticipazione sul
zione dai probiviri dei tre “repro- quei campi dove la politica discorso, per carità. Certo si infor-
bi” finiani. “Altro che amore, quel- COSÌ ECCO le “colombe” deve restare il più possibile ma della Festa, chiede come va, e
lo è proprio il partito dell’odio”, come Souad Sbai, onorevo- ai margini”, continua Con- dà indicazione di non allestire al-
spiegano i militanti. Sono tutti le di origini marocchine, solo. Solo la Sbai si smarca cun servizio d’ordine, nonostan-
d’accordo su questo, così come sul chiedere una riforma “alla dalla scia: “Se la mamma di te le possibili (a Mirabello dicono
“processo breve” e la riforma della tedesca dove servono quat- Eluana fosse stata meglio, certe) contestazioni. “Gianfran-
giustizia. Sono il mastice della Fe- tro più quattro anni di carta non avrebbe consentito di co ha chiesto di affidarci alla Que-
sta Tricolore. Quando dal palco di soggiorno. Purtroppo staccare la spina. Sono ma- stura – spiega Raisi – e sono d’ac-
chiunque grida il no “all’amnistia non sono stata ascoltata, so- dre e so, sento certe cose”. cordo: anche perché non voglio
di fatto”, o lancia un attacco al pre- no andati avanti per la loro stra- tornare al clima degli anni ‘70”.
mier, l’applauso è assicurato. Fra- da”. O i semi-falchi come Enzo Famiglie Però alcuni accorgimenti sì: co-
goroso. Con teste che ondeggiano Raisi pronto a parlare di “cittadi- e gay me le prime file occupate da mi-
a mo’ di approvazione e sguardi nanza ponderata: dobbiamo deci- litanti fidati sin dal primo pome-
che si incrociano per riconoscersi dere quali sono i parametri, se vo- riggio e la rinuncia a qualche
in qualcosa. Ma sul resto? Dalla cit- gliamo un’immigrazione qualifi- Affermazioni distanti Da sinistra, Giuseppe Consolo: “Sulla vita, TERZO PUNTO: le coppie di stand, di quelli in prossimità del
tadinanza breve per gli immigrati, cata o se vogliamo puntare su del- la politica stia ai margini”; Menardi: “Dobbiamo rispettare la natura”; fatto. Formula edulcorata che i mi- palco. Non si sa mai. E poi una sor-
al testamento biologico e fine vita le quote ben fissate. Comunque la Souad Sbai: “Quattro anni più quattro per la cittadinanza”; Enzo Raisi: litanti di Mirabello traducono in un presa: “Intorno a noi sta crescen-
fino alle coppie di fatto, qualche cittadinanza breve la riconosce- “Cittadinanza ponderata” semplice: la famiglia, l’unione è uo- do il consenso: secondo me, en-
problema nasce tra gli attuali 33 fi- rei solo per chi è nato nel nostro mo e donna, non sono d’accordo sui tro poco tempo, saremo più di
niani. Posizioni diverse, spigoli, ri- Paese”. E ancora Menardi: “Non gay. Qui scatta la mediazione della quaranta alla Camera”. Gente
sposte orchestrate per dire “sì, sia- sono così vicino a Granata. E co- politica, tradotta con sfumature, ve- nuova. Con idee nuove. E magari
mo differenti, ma in certi casi è im- munque abbiamo aspetti più im- lature e riflessioni prolungate. Cer- ancora differenti.

LA FESTA DI ATREJU

SE B. ADOTTA I GIOVANI ORFANI DI GIANFRANCO


di Wanda Marra nato l’invito, adducendo altri impe- c’è da aspettarsi che l’intervento
gni. In realtà, quest’anno Fini ha la del Cavaliere l’8 settembre sarà la
iritto al cuore di chi crede”, re- sua festa, a Mirabello. E Giorgia Me- risposta a quello dell’ex fondatore a
“D cita lo slogan. E il manifesto
raffigura il pupazzo che scocca i
loni, storica anima di Atreju, sua ex
pupilla, oggi è rimasta con il Cava-
Mirabello di domenica. A scanso di
equivoci spiega Federico Iadicicco,
dardi. Così la presentazione di Atre- liere. Così spiega lo slogan: “Diritto l’ex presidente di Azione giovani
ju 2010, storica manifestazione di al cuore di chi continua a credere Roma: “È la festa dei giovani del Pdl.
quella destra giovanile che faceva nella politica, a farla con passione, E il presidente è Silvio Berlusconi”.
capo ad Azione giovani, e dunque al di là di quanto è scaduto il dibat- L’anno scorso a omaggiare dal palco
ad Alleanza nazionale, e che adesso tito in questa fase”. di Atreju Fini fu Massimo D’Alema
invece è la festa della Giovane Ita- (“Fini rappresenta la destra politica,
lia, l’organizzazione (ancora in cer- HA UN BEL ribadire il ministro che ha cultura istituzionale, che cre-
ca di un congresso) che mette in- della Gioventù che l’ex leader di An de nel senso dello Stato, che rispetta Fini, Berlusconi e la Meloni ad Atreju 2007 (FOTO ANSA)
sieme i giovani del Pdl e quelli che è stato invitato. Già l’anno scorso il i valori della nazione. Mentre Ber-
arrivano dal movimento giovanile
di An. Ambizioso lo slogan, come
dibattito iniziale della festa fu segna-
to dalla polemica tra lui e il Cava-
lusconi è l’opposto di tutto ciò”),
ricevendo in cambio non applausi,
Come già l’anno scorso, sarà
d’altra parte è ambiziosa la scelta
del personaggio Atreju, il protago-
liere. Erano i tempi in cui il Giornale
di Feltri cominciava a minacciare il
non standing ovation, ma un gelo in-
fastidito. Paradossi.
il premier e non il leader di An
nista de “La Storia Infinita” di Mi- presidente della Camera, menzio-
chael Ende, esempio di un giovane nando dei dossier segreti. E in cui i “NOI ABBIAMO sempre fatto ad aprire la kermesse di destra
impegnato nel confronto quotidia- finiani annunciavano battaglia sui una manifestazione non scontata”,
no contro le forze del Nulla, contro diritti, dall’immigrazione in poi, e dichiara la Meloni. E in effetti negli
un nemico che logora la fantasia sui temi etici. Ma il premier, proprio anni i momenti di rottura sono stati antifascisti”. Non senza polemiche. ro”. Quest’anno è ricco il ventaglio
della gioventù, ne consuma le ener- aprendo Atreju, si lasciò andare a un più d’uno. Fu Atreju ad ospitare nel A rispondergli fu proprio Iadicicco: dei musicisti: Max Gazzè, il cantau-
gie, lo spoglia di valori e ideali, sino ottimismo invitante: “Il Pdl non è 2006 il dibattito tra Fausto Bertinot- “Ce l’ho messa tutta per trovare un tore folk Davide Van de Sfroos, Ire-
ad appiattirne l’esistenza. una caserma, ciascuno ha la libertà ti e Gianfranco Fini, che sdoganò il valido motivo per essere antifasci- ne Grandi. E tra i politici, ci sono
Per il secondo anno di seguito ad di potersi esprimere”. Per sentirsi leader di Rifondazione, spaccando sta, ma non l’ho proprio trovato”. presenze scontate e meno scontate:
aprire ufficialmente la festa (che si replicare: “Per quanto l'ottimismo allo stesso tempo la base del suo par- Dunque, Atreju è la festa dell’impre- da Renato Brunetta e Augusto Min-
svolgerà a Roma, al Colosseo, dall’8 di Berlusconi sia proverbiale, defi- tito. E nel 2008 fu lo stesso ex leader visto. Nel 2008 nel Pantheon dei zolini a Maurizio Sacconi, Piero Ichi-
al 13 settembre) sarà Silvio Berlu- nire ‘fraintendimento’ le tante valu- di An a dedicare il suo intervento suoi giovani c’erano Ringhio Gattu- no, Renata Polverini ed Enrico Let-
sconi e non Gianfranco Fini, che tazioni di carattere politico su cui all’antifascismo: “Quelli di Salò ave- so, Fabrizio Quattrocchi, “l’italiano ta. Ci saranno il leghista Maroni, i
pure nè è stato “naturalmente” il nel Pdl è necessario discutere, è vano torto, impossibile equipararli che visse da normale e morì da ec- piddini Rosy Bindi e Giuseppe Fio-
padre nobile fin dalla prima edizio- non soltanto riduttivo ma soprattut- ai resistenti”. Poi: “Le parole d'or- cezionale”, Mohammad Yunus, “il roni, i finiani Viespoli e Ronchi, in-
ne, nel 1997. Per il secondo anno to rischia di non contribuire a risol- dine della nostra destra sono liber- banchiere dei poveri”. Nel 2009 ci sieme a un ex colonnello finiano
consecutivo, il presidente della Ca- vere i problemi”. tà, uguaglianza, giustizia”. Spiegan- andarono, per esempio, Roberto Maurizio Gasparri. E soprattutto,
mera è stato invitato, ma ha decli- Dopo la rottura ormai conclamata, do “perché non possiamo non dirci D’Agostino e Diego Bianchi, “Zo- Nichi Vendola.
Venerdì 3 settembre 2010 pagina 7

I
RICERCA D’OPPOSIZIONE

l Partito democratico ha trascorso l’estate a 2008 contro Berlusconi, con una pagina di citazioni e soppressione di istituzioni non essenziali. Bisogna
L’estate epistolare farsi tante domande sulla crisi di governo, divagazioni sul Corriere della Sera: “Dunque l'unica semplificare e alleggerire, bisogna considerare il
un esecutivo tecnico, le elezioni anticipate, strada che i veri democratici devono percorrere è tempo delle decisioni come una variante non più
le alleanze, l’apertura al centro o alla sinistra della quella di una Repubblica forte e decidente. Ma questa secondaria”. Pier Luigi Bersani replica su Repubblica e
dei leader sinistra. E le risposte, tutto, sono arrivate sulla comporta profonde e coraggiose innovazioni, nei lancia il nuovo Ulivo. Poi arriva Massimo D’Alema
stampa con scambi epistolari a distanza tra regolamenti delle Camere, nell'equilibrio dei poteri (colloquio) su Repubblica: “Questo bipolarismo
vecchissimi, vecchi e giovani capi di partito. Ha tra governo e Parlamento, nelle leggi elettorali, nella (tanto caro a Veltroni, ndr) conviene soltanto a
Democratici iniziato Walter Veltroni, l’ex candidato di Pd e Idv nel riduzione dell'abnorme peso della politica, nella Berlusconi”.

PD, L’ultima trovata

IL NUOVO
ULIVO
CHI LI CAPISCE Bersani: “Alla sinistra ora serve
un nuovo Ulivo. Noi proporre-
mo un'alleanza democratica per

È BRAVO
una legislatura costituente”.
Così il segretario riprende
un’idea vecchia di sedici anni e
che rimanda a Romano Prodi e
Arturo Parisi, due protagonisti
fuori scena, ma con l’Ulivo di-
ventato ‘nuovo’.
Mille definizioni incomprensibili:
da Nuovo Ulivo ad Alleanza democratica Invenzioni leggendarie

di Luca Telese oscilla tra estremi opposti: a vol- Repubblica aveva detto: “Alla sini- Illustrazione ORA E SEMPRE
te troppo leziosa, a volte troppo stra ora serve un nuovo Ulivo. Noi
r. Bersani e Mr. Hide. Dopo brutale. Certo, anche il centro- proporremo un'alleanza demo-
di Doriano
DESISTENZA
D le lunghe epistole rivolte
alla coalizione, arriva l’in-
sulto più brutale e sor-
prendente al centrodestra: “Al di
là delle denunce di un governo
destra offre una vasta letteratura
”ingiuriale”. Silvio Berlusconi,
com’è noto diede dei “coglioni”
agli elettori del centrosinistra;
Umberto Bossi ha recentemente
cratica per una legislatura costi-
tuente”. Il problema interpretati-
vo è tutto qui: dove inizia ilNuovo
Ulivo e dove l’Alleanza per la demo-
crazia? E cosa distingue queste
Ma Bersani
sterza:
Fu leggendaria la “Desistenza”
(da cui lo slogan parodiato in-
ventato da Oliviero Diliberto:
“Ora e sempre desistenza”), ov-
che si denuncia da solo – attacca
il segretario del Pd – abbiamo vi-
definito uno “stronzo democri-
stiano” Pier Ferdinando Casini;
proposte politiche da quelle del
passato? Frugando negli annali il
“Il vero dal patto che legava la coa-
lizione di Romano Prodi (il pri-
sto in questo agosto terrificante Daniela Santanchè ha regalato a manuale di zoologia fantastica saggio dall’Ulivo al centrosinistra
come il secondo tempo del ber- Gianfranco Fini questa classifi- delle coalizioni sperimentate a si- berlusconismo con il trattino”. Prodi rifiutò e il go-
mo Ulivo) a Rifondazione comu-
nista (il doppio binario era reso
lusconismo possa far regredire cazione: “Umanamente è una nistra è assai variegato. verno cadde. Poi ci fu un primo
la politica alla fogna!”. Mentre lo merda”. Si cominciò nel 1994 con il ren- fa regredire “Nuovo Ulivo” affidato a Francesco
possibile, solo nei collegi, dalla
legge uninominale).
dice la voce gli slitta di tonalità. semblement dei “progressisti”, pas- Rutelli. E dopo la sconfitta del 2001
Fogna!. Una frase dal sen fuggita, Promesse sato alla storia con una battuta di la politica un lungo dibattito sul fatto se fosse
o un cambio di passo e strategia Achille Occhetto alla presentazio- meglio “la Gad” (“Grande Alleanza
comunicativa? Prima che gli ana-
d’autunno
ne della lista: “Abbiamo messo in alla fogna” Democratica”, che doveva com-
Esperimenti di governo
listi si mettano al lavoro è neces- piedi una gioiosa macchina da prendere tutti fino a Di Pietro) o la
sario ricordare che è la seconda COSÌ C’È da chiedersi se il visto- guerra...”. (meglio archiviare). Fer- “Fed” (Federazione democratica
volta. Già in un’assemblea del
Pd, infatti, Bersani aveva usato
so cambio di passo del leader del
Pd sia dettato da qualche consi-
dinando Adornato propose una
prima Alleanza Democratica, che do-
desistenza”), ovvero dal patto che
legava la coalizione di Romano Pro-
che prevedeva anche un organi-
smo di coordinamento tra i partiti).
L’UNIONE
parole grosse parlando del mini-
stro della Pubblica Istruzione:
gliere di immagine, per provare
un brusco recupero di concretez-
veva essere una coalizione (che
comprendeva anche il Patto Segni
di (il primo Ulivo) a Rifondazione
comunista (il doppio binario era re-
L’unico a ricordare ancora queste
sigle è Gad Lerner, ma solo per fatto
DI PRODI
“Io – aveva detto – sono per fare za. Anche perché, quando ha do- di Mariotto Segni e Giulio Tremon- so possibile, solo nei collegi, dalla personale: “Trovo curioso – disse
uscire da questa assemblea i veri vuto parlare di coalizioni, il segre- ti) e che poi finì per diventare solo legge uninominale). Incredibile la scherzando, ma nemmeno troppo Nel 2006 fu la volta dell’Unione
eroi moderni, gli insegnanti che tario è tornato scolastico: “Noi – un partito (peraltro senza quorum, diatriba dell’età dalemiana. Da un – che una coalizione prendesse il (che comprendeva tutti i par-
inseguono il disagio sociale in ha detto – coerentemente con un malgrado l’indimenticabile inno lato il “Nuovo centrosinistra” (conio mio nome...”. Nel 2006 fu la volta titi di centrosinistra, più Rifon-
periferia e lottano contro la di- quadro di alleanze con proposte degregoriano “Adelante Adelante!/ prodotto da Walter Veltroni per di- dell’Unione(che comprendeva tutti dazione).
spersione mentre la Gelmini gli politiche, dobbiamo dare una ri- c’è un uomo al volante”). stinguersi da quello degli anni Ses- i partiti di centrosinistra, più Rifon- L’Unione aveva il pregio statu-
rompe i coglioni”. Alè. sposta con progetti, idee e propo- santa Psi-Dc), e un’accesissima di- dazione). L’ambiguità dei nomi, co- tario di includere tutti e lo
Il che sicuramente si presta a un ste. Lavoreremo nelle prossime sputa nominalistica tra “centro-sini- me spesso capita, nasconde un stesso difetto: imbarcava da
Desistenze Mastella a Dini che, al primo
dibattito sull’opportunità delle settimane. Per l'autunno – ha ag- e trattini stra con il trattino o senza trattino” (il problema politico: si può fare un
affermazioni più dure che si è giunto – prepareremo una mobi- primo odiato, il secondo auspicato unico patto che vada da Ferrero e venticello, passarono a sini-
aperto questa estate (è legittimo litazione straordinaria per pre- da Franco Marini, per indicare un Diliberto (oggi Federazione della sini- stra.
l’uso dell’ingiuria in politica, o sentare le nostre proposte”. Così SI PROSEGUÌpoi con la non me- ruolo più autonomo del centro). stra) a Fini? Bersani oggi, almeno si
meno?). Ma prima ancora pone resta il grande interrogativo. A no leggendaria “Desistenza” (da cui Per quanto possa sembrare incredi- è fatto capire. Speriamo che faccia
un problema di schizofrenia sul- che alleanza pensa, Bersani? lo slogan parodiato inventato da bile Cossiga pose come condizione altrettanto se parla della nuova coa-
la lingua del centrosinistra, che Nell’ormai celeberrima lettera a Oliviero Diliberto: “Ora e sempre per dare la fiducia a Prodi “Il pas- lizione. Scioglilingua del 2001

LA FED
D’Alema si entusiasma solo per Fini E LA GAD
A TORINO, DOPO UN AFFONDO A RENZI, LA DICHIARAZIONE DI VOTO: “IO SCELGO IL SEGRETARIO” Dopo la sconfitta del 2001 ci
fu un lungo dibattito sul fatto
di Stefano Caselli Blair che di B. e dintorni – le domande trosinistra e il leader del partito di mag- molto colpito dal punto di vista umano se fosse meglio “la Gad”
Torino in tema di Gianni Riotta arrivano solo gioranza relativa deve essere il leader di e che ho dovuto seguire anche in qua- (“Grande alleanza Democra-
quando sul palco di piazza Castello è coalizione. Questo è un concetto paci- lità di presidente del Comitato parla- tica”, che doveva comprende-
lla Festa democratica di Torino è il già pronto a salire l’ex presidente della re tutti fino a Di Pietro) o la
Atempo,
giorno di Massimo D’Alema, ma il
purtroppo, è tiranno anche
Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, che a
quasi 92 anni scalda ancora (eccome) i
fico in ogni grande democrazia occi-
dentale; qui, tuttavia, abbiamo preso
l’abitudine di mettere in palio le cari-
mentare di controllo sui Servizi segreti.
Lo chiamano ‘il metodo Boffo’, una
consuetudine politica introdotta nel
“Fed” (Federazione democra-
tica) che prevedeva anche un
con lui. Sarebbe stato interessante cuori. che – sorride – e quando ci saranno le nostro Paese grazie a Silvio Berlusco- organismo di coordinamento
ascoltare qualche parola in più sull’at- “Ho ancora qualche domanda – an- primarie voterò il segretario del mio ni”. tra i partiti.
tualità politica, invece – dopo un’ora nuncia Riotta – scegli tu a quale rispon- partito”. Quanto alle parole del sindaco
passata a parlare più di Obama e Tony dere: la legge elettorale, la prospettiva di Firenze Matteo Renzi, che invoca la UNA CRISI , quella all’interno del
delle elezioni, le critiche di Renzi e la “rottamazione” della dirigenza Pd, centrodestra, che non sorprende affat-
Massimo D’Alema (FOTO ANSA) Roma che acquista Borriello con i soldi D’Alema rispolvera l’antico sarcasmo to l’ex presidente Ds: “Tempo fa – an- L’antesignano
di Unicredit…”. D’Alema risponde su- fino ad assomigliare alla superba cari- cora D’Alema – dissi che ci sarebbero
bito a quest’ultima rallegrandosi del
nuovo centravanti giallorosso, ma poi
catura di se stesso fatta da Sabina Guz-
zanti: “Questo giovanotto ha un pro-
state scosse nel panorama politico ita-
liano. Fui accusato di evocare chissà IL
dice qualcosa (appena appena) di si-
nistra: “È possibile che ci siano elezio-
ni a breve – dichiara l’ex presidente del
gramma molto vasto – dichiara – rotta-
mare tutto! Dico solo che se vuole rot-
tamarmi deve prendere molti biglietti
quali ‘spallate’ giudiziarie, che poco mi
interessano (sic), invece mi riferivo
proprio a questa implosione. Lavoro da
RENSEMBLEMENT
Consiglio alla platea gremita (per la ve- aerei. Non ho più cariche nel partito e tempo con Fini e posso dire che questo Si cominciò nel 1994 con il ren-
rità un po’ agè) – e dobbiamo cercare sono quasi sempre all’estero”. Ancora è soltanto il primo dei conflitti all’inter- semblement dei “progressisti”,
di vincerle e lo possiamo fare”. Appa- applausi. no del Pdl”. passato alla storia con una bat-
lusi. Prima – tra un affondo sul “vuoto d’ini- Alleanze con Futuro e libertà? Impro- tuta di Achille Occhetto alla
ziativa del governo” sulla crisi econo- babili: “Fini è un uomo di destra, ma una presentazione della lista: “Ab-
ALLA DOMANDA su quale sia il mica e le rispettose critiche all’ad Fiat destra che attacca Berlusconi sul piano biamo messo in piedi una gioio-
candidato ideale del “nuovo Ulivo” an- Marchionne per la questione licenzia- della legalità mi interessa come inter- sa macchina da guerra...”. Tanto
nunciato da Bersani, D’Alema non ha menti a Melfi – c’è tempo per parlare di locutore, non certo come alleato. Per- gioiosa che perse contro un im-
dubbi: “Alla Roma è arrivato Borriello, Gianfranco Fini: “Contro il presidente ché una destra così è un bene per il Pae- prenditore brianzolo da pochi
ma il capitano resta Totti – risponde – Il della Camera – è l’opinione di D’Alema se”. Di nuovo applausi. Pazienza se per mesi in politica.
Pd è di gran lunga il più grande partito – c’è stato un uso squadristico dell’in- ascoltare la parola “legalità” il pubblico
di qualsiasi coalizione possibile di cen- formazione, una vicenda che mi ha debba aspettare che si parli di Fini.
pagina 8 Venerdì 3 settembre 2010

POLITICA

LA POLTRONA RESTA VUOTA


Napolitano torna sulla mancanza
di un sostituto di Scajola: “Un ministro? Passerò la voce”
di Eduardo Di Blasi ce”. mento che l’Italia si dia una seria
e Sara Nicoli Così, nonostante la visita del politica industriale nel quadro
Guardasigilli Angelino Alfano, europeo, secondo le grandi
l giorno prima aveva usato arrivato ieri pomeriggio al Qui- coordinate dell’integrazione eu-

I il sarcasmo, indicando con


un “ecco” il percorso fatto
dal ddl intercettazioni par-
cheggiato su un binario morto
alla Camera dei Deputati, pri-
rinale, poche ore dopo il rien-
tro del capo dello Stato (nella
visita avrebbe ribadito l’idea
del governo di andare avanti sul
provvedimento del “processo
ropea. Abbiamo bisogno di que-
sta politica industriale per l’oc-
cupazione e per i giovani, giova-
ni che sono per noi motivo prin-
cipale di preoccupazione”. E an-
ma che al Quirinale arrivasse breve”), il Quirinale continua a cora: “Attorno alla questione
un testo definitivo da poter tenere desta l’attenzione su dell’occupazione giovanile si
prendere in considerazione. Ie- quella che attualmente ritiene stringono i nodi dell’economia”.
ri ha usato l’ironia, nel ricorda- la vera emergenza del Paese: Una fotografia impietosa, quella
re l’assurdo interim allo Svilup- l’economia. che rappresenta: “C’è una nuova
po economico che il presiden- categoria di giovani che non so-
te del Consiglio Silvio Berlusco- Una politica no impegnati nè in processi for-
ni detiene ormai dal 5 di mag- industriale mativi, né lavorativi, né in pro-
gio scorso, nonostante le pres- cessi di addestramento al lavoro.
santi richieste del Colle mede- Noi dobbiamo dare delle rispo-
simo e delle opposizioni parla- DOMANI NE PARLERÀ più ste su tutti questi terreni tenen-
mentari e le continue rassicura- compiutamente al Workshop do conto dei limiti stretti in cui si
zioni del premier che la situa- Ambrosetti di Cernobbio, in una muove l’azione pubblica e te-
zione sarebbe stata risolta in diretta video introdotta da Mario nendo conto delle risorse nel bi-
tempi brevi. Monti che lo vedrà protagonista lancio dello Stato, punto ineludi-
“Il ministro? - ha risposto il capo dalle otto e mezza del mattino. bile per governo e opposizio-
dello Stato alla domanda arriva- Ma già nella due giorni venezia- ne”.
ta durante la visita di mezza na, il presidente ha tenuto il pun- E non si è lasciato scappare nean-
mattina a Mestre - Passerò la vo- to: “Penso che sia venuto il mo- che una nuova battuta sulla man-
canza, in questa fase delicatissi- Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il presidente del Veneto Luca Zaia ieri a Mestre (FOTO ANSA)
ma dell’economia nazionale e di
quella nazionale, di un responsa- sguarnito il dicastero, ma non francese Léon Bloy: ‘Ho pensato solvere i problemi del proprio
ANNOZERO bile per lo Sviluppo economico. può spingersi oltre”. Lo stesso spesso che il più pericoloso at- “capo”. Lo stesso esponente del
Ad alcuni operai che, giunti a senatore, d’altronde, non passa tentato che si possa fare all’ani- Pd Massimo D’Alema, avverte:
MASI NON HA PIÙ SCUSE Mestre (dove Napolitano ha
inaugurato una piazzetta intito-
lata a Gianni Pellicani, politico
giorno che non depositi un’in-
terrogazione alla propria came-
ra di appartenenza, per chieder-
ma è il peccato di omissione’”. Il
problema, d’altronde, non sem-
bra di facile definizione, con una
“In Italia si rischia un drammati-
co momento di distacco tra cit-
tadini e istituzioni. Se a ottobre,
ercoledì Michele Santoro ha scritto al
M direttore generale Mauro Masi per chiedergli
di sbloccare le procedure e riprendere le riunioni per
comunista morto quattro anni
fa) gli hanno lanciato un “Presi-
dente ci aiuti, ci pensi lei...”, lui
ne conto. L’ultima l’ha presenta-
ta proprio ieri: “Si chiede di sa-
pere se, anche di fronte alle nuo-
maggioranza collassata sull’alta-
re delle leggi ad personam per il
presidente del Consiglio. Ades-
davanti alla massa di disoccupati
e a gente in cassa integrazione, il
Parlamento e il governo fossero
consentire ad Annozero di tornare in onda il 23 ha ribadito: “Bisogna che ci met- ve sollecitazioni odierne del pre- so, ad esempio, tutti aspettano bloccati a discutere l’ennesima
settembre come previsto. Ieri Masi ha parlato con tiamo insieme, perchè l’Italia sidente della Repubblica, il go- con ansia il discorso che Gian- leggina sulla giustizia si rischia
Santoro e gli ha garantito che si lavorerà per la vuole avere un’industria e una verno intenda procedere alla no- franco Fini terrà in quel di Mira- un varco incolmabile. C’è la sen-
trasmissione. Ma sempre ieri sono arrivate le politica industriale. Oggi abbia- mina facendo finalmente tesoro bello domenica prossima. Si sazione drammatica che la poli-
mo addirittura un vuoto che dell’affermazione del pensatore romperà? Si starà assieme? E co- tica si occupi dell’agenda del
anticipazioni di un’intervista del direttore generale dobbiamo chiudere”. me? E i “finiani” ancora presenti premier e il Paese è lasciato a sè
concessa a Maurizio Costanzo sul settimanale nelle file del governo come si stesso”. E Massimo Donadi, ca-
berlusconiano Panorama. Ricordiamo che Costanzo
è rientrato in Rai proprio sotto la direzione di Masi e
Un vuoto Il Guardasigilli comporteranno?
Solo dopo aver risposto a queste
pogruppo Idv alla Camera, rin-
cara: “Il vuoto allo Sviluppo eco-
non riempito
dallo stesso Masi è stato scelto per un ‘pensatoio’ di Alfano sale domande l’esecutivo potrà pro-
vare a ricercare una nuova qua-
nomico è la fotografia di questo
governo capace solo di spot e an-
esperti per innovare il servizio pubblico con Michele
Guardì e forse Giovanni Minoli. Il dg ha ripetuto che CHE L’ESECUTIVO non si sia
ancora dotato di un ministro di
al Colle dra su un nome spendibile per il
ministero dello Sviluppo econo-
nunci. La realtà, invece, è fatta di
menzogne e ordinaria incapaci-
il “rapporto tra l’azienda e Santoro è determinato questa importanza , nonostante mico. Per adesso la presunta tà”. E Claudio Fava di Sel: “In un
da una sentenza, la quale impone il reintegro del le continue rassicurazioni del per annunciare maggioranza, non può far altro Paese sprofondato in una crisi
giornalista ma non specifica quale programma premier al riguardo, è un dato che abbozzare. Il ministro non economica senza precedenti, il
fare”. E aggiunge: “L’accordo consensuale per un che travalica il buon senso. “Il che B. andrà c’è. ministro dello Sviluppo econo-
diverso impiego di Santoro in Rai non c’è stato. presidente - spiega il costituzio- Ha quindi buon gioco l’opposi- mico dovrebbe essere, oltre che
Spero ci sia in futuro”. nalista e senatore Pd Stefano avanti sul zione a criticare la politica per- un adempimento dovuto sul pia-
Ceccanti - ha ricordato a più ri- sonalistica di un governo che no istituzionale, anche un gesto
prese la necessità di non lasciare processo breve prova a ricompattarsi solo per ri- di buonsenso”.

Stefano Boeri, sarà mica il fratello sbagliato?


MILANO, IL CANDIDATO ALLE PRIMARIE PD PARTE CON L’HANDICAP: HA LAVORATO PER LIGRESTI E ALLA MADDALENA
di Davide Vecchi zione universale. Mai un giudizio sui mali che elezioni. A Palazzo Marino va Letizia Moratti.
Milano affliggono Milano. Dall'ecopass allo smog, dai Ferrante va all'Impregilo del gruppo Ligresti.
quartieri abbandonati ai campi rom. Tanto che Insomma qualcuno teme un dejavu. Certo, alle
l Pd copierà i manifesti che Romano La Rus- la stessa Moratti ha facilmente ironizzato: “Ora primarie al momento sono candidati anche
“I sa fece quando si candidò alle europee:
'Vota La Russa' scritto a caratteri cubitali e sot-
sarà più difficile per la sinistra dire che non sia-
mo capaci a scegliere dei buoni collaboratori”.
Giuliano Pisapia, noto avvocato con un passato
nel Pci, Roberto Caputo, consigliere provin-
to, piccolissimo, il nome 'Romano', mica Igna- Oltre che alle battute la figura di Stefano Boe- ciale del Pd, e altri nomi si aggiungeranno.
zio”. Non ha fatto in tempo a ufficializzare la ri è esposta anche a critiche. Forse velenose, Ma in molti pensano che a pescare nei Boeri
candidatura alle primarie del Pd che su Stefano sicuramente legittime. Una sua tutte: come conveniva tirar fuori non Stefano ma Tito per
Boeri sono cominciate a circolare battute sulla può uno che ha lavorato per mesi con (e per) rischiare la vittoria. Il fratello maggiore è un
maggiore popolarità (e adeguatezza) del fratel- Anemone in Sardegna senza accorgersi che la più che noto economista di fama internazio-
lo Tito. Più grande di appena due anni ma ben “cricca” intorno a lui ne combinava di tutti i nale. Professore alla Bocconi, animatore de la-
più noto, politicamente capace e inattaccabile colori, guidare un comune come Milano? E an- voce.info, editorialista di Repubblica, spesso
rispetto all'architetto. Non che l'ormai ex coor- cora: è considerato vicino a Salvatore Ligresti ospitato sul Corriere della Sera in risposta alle
dinatore dei compassi di Expo 2015 sia perso- per aver realizzato, insieme a Umberto Vero- opinioni di politologi come Giovanni Sartori. Stefano Boeri (FOTO ANSA)
nalità anonima. Tutt'altro. Insegna progetta- nesi il Cerba (centro europeo per la ricerca), su In tv, in talk come Ballarò, Tito Boeri tiene testa,
zione urbanistica al Politecnico (che ha ristrut- terreni del costruttore di Paternò. E Ligresti fra gli altri, a Giulio Tremonti. E il prossimo an- Boeri “il miglior interprete del progetto di ri-
turato), è visiting professor al graduate school non porta una gran fortuna alla sinistra. Dal lon- no le casse del comune di Milano riceveranno scossa”. Almeno fino alle primarie. Perché an-
of Design ad Harvard, direttore della rivista in- tano 1986. Quando la giunta socialista di Carlo 84 milioni in meno dal governo “grazie” pro- che Penati, oggi attento coordinatore della se-
ternazionale Domus e di Abitare. Ha progetta- Tognoli fu costretta a dimettersi per quello che prio ai tagli apportati alla finanziaria dell'expo gretaria politica di Bersani, sa bene che si deve
to, realizzato, recuperato, ideato in ogni ango- venne ribattezzato lo “scandalo delle aree d'o- scettico ministro del Tesoro. Forse un econo- attendere il candidato ufficiale del Pdl. Solo do-
lo del mondo. Fino al Kazakhstan. Passando ro”. Ligresti, allora amico di Bettino Craxi, sta- mista sarebbe più utile di un architetto. Opi- po si deciderà. Se necessario anche a prescin-
per il sito del G8 alla Maddalena, dal meneghi- va vendendo al comune a prezzi di mercato nione diffusa tra i lettori di Repubblica.it, del il- dere dalle primarie. “Se necessario anche a pre-
no bosco verticale al visionario master plan aree che si era impegnato a cedere a cifre quasi fattoquotidiano.it, e di tutti gli altri siti d'informa- scindere dalle primarie. “Se non confermano la
con gli orti per Expo 2015. Insomma Stefano irrisorie. Ma le lettere d'impegno erano state zione. I tanti commenti dei lettori sono facil- Moratti e mettono un candidato forte da Roma
Boeri è un gigante. Nel suo campo. Di politica fatte sparire da qualche mano amica. Oplà. C'è mente riassumibili: Tito era meglio. Eppure il – dice un ben informato consigliere politico
mai neanche una dichiarazione. A parte gli at- poi chi ricorda le ultime comunali, nel 2006. Pd ha esultato per la candidatura alle primarie del segretario – Bersani potrà valutare cosa fa-
testati di amicizia e stima a Letizia Moratti, che Quando il centrosinistra alle primarie sostiene di Stefano Boeri. Primo fra tutti Filippo Penati. re”. Contro Formigoni convinse privatamente
l'ha scelto e insediato a capo del pool di archi- in blocco il prefetto Bruno Ferrante contro Da- L'ex presidente della Provincia, reduce da due Penati a sacrificarsi. L’investitura questa volta
tetti impegnati a disegnare il sito dell'esposi- rio Fo. Il nobel perde le primarie, il prefetto le sconfitte elettorali consecutive, ha definito dovrà essere pubblica. Penati attende.
Venerdì 3 settembre 2010 pagina 9

CRONACA

N
CHIESTO GIUDIZIO PER LE TOGHE MILANO
Spara e uccide
l’ex moglie

CHE FERMARONO DE MAGISTRIS H a preso la mira e


ha sparato dal
balcone colpendo l’ex
moglie che, in quel

La Procura di Salerno: “Inchieste tolte illegittimamente” momento, si trovava in


cortile. Così in via
Barrili 9, a Milano, nel
quartiere popolare di
Stadera un uomo di 30
di Antonio Massari curatore aggiunto Salvatore si” che, secondo la procura sa- legalità che interessavano i ver- gnosa impostura mai verificata anni ha ammazzato la
Murone. Le indagini della pro- lernitana, non s’è mai verifica- tici degli uffici giudiziari di Ca- in ambito giudiziario-politico". ex moglie di due anni
e inchieste “Why Not” e cura di Salerno ipotizzano, tra tanzaro, non ha mai ritenuto di più giovane. Tra le

L
to, tanto da sostenere che “ve- Nell'attesa che la "vergognosa
“Poseidone” furono sot- vari reati, anche la corruzione niva attestata, in un atto pubbli- dovere intervenire. Oggi Muro- impostura" evocata da Pittelli cause dell’omicidio la
tratte illegalmente a Luigi in atti giudiziari. A trarre van- co, una situazione contraria al ne è il titolare dell'inchiesta su- venga dimostrata, o quanto gestione dei figli.
De Magistris, nel 2007, taggio dalla revoca di Poseido- vero”. Per questo filone sono gli attentati al procuratore ge- meno accennata, bisogna regi- L’uomo è stato
quando era ancora un pm della ne, secondo l’accusa, furono indagati Favi e Saladino che, nerale di Reggio Calabria. Quel- strare questa storia annovera la arrestato.
procura di Catanzaro: è questa Pittelli e Galati che, negli atti all’epoca, era il principale ac- lo stesso Csm ha invece dimo- punizione, da parte del Csm, di
la tesi della procura di Salerno della chiusura d’indagine, ap- cusato (poi condannato) strato una solerzia straordinaria almeno quattro pm. Ai quali va
che, dopo aver chiuso le inda- paiono come “istigatori” delle nell’inchiesta Why Not. quando, al termine di processi aggiunta Clementina Forleo
gini, ha chiesto il rinvio a giu- “condotte illecite” di Lombar- "La procura di Salerno – ha disciplinari farsa, ha proceduto che, (anche) per aver difeso De
dizio di tre magistrati calabre- di e Murone. “L’inevitabile sta- commentato De Magistris, oggi all'esecuzione professionale Magistris durante Annozero, fu
si, del parlamentare del Pdl gnazione delle attività istrutto- europarlamentare dell'Idv – mia e dei colleghi di Salerno". prima incolpata e poi trasferita
Giancarlo Pittelli, dell’ex sot- rie in corso”, aveva scritto l’ac- conferma che Why Not e Posei- (per incompatibilità ambienta-
tosegretario alle Attività pro- cusa nella chiusura dell’inchie- done mi furono sottratte illegal- PITTELLI REPLICA : “De le) dalla Procura di Milano. Ol-
duttive Pino Galati (Udc) e sta, portò a “favorire le perso- mente, in seguito ad un accor- Magistris dovrebbe sapere, ma tre alle richieste di rinvio a giu-
dell’uomo forte di Comunione ne implicate nelle indagini, in do corruttivo, tra i vertici degli sarebbe pretendere troppo dizio (e di archiviazione), quin-
e liberazione in Calabria, Anto- particolare Pittelli e Galati i uffici di Procura e alcuni inda- dalla sua cultura giuridica, che di, in questa vicenda pesa an-
nio Saladino. Le prime risposte quali, in un più ampio contesto gati". "Nonostante il Csm fosse la richiesta di rinvio a giudizio che il ruolo del Csm dell'epo-
giudiziarie sul “caso De Magi- corruttivo (…) s’erano adope- informato da tempo – prosegue rappresenta soltanto un'ipote- ca, soprattutto se consideria- BERGAMO
stris” arriveranno il 3 novem- rati per far ricevere sia a Lom- – sulle gravi commistioni e le il- si di accusa tutta da verificare. mo che in questi giorni, altri
bre, quando il gip Vincenzo La parte più interessan- tre pm, confermano (nelle sue 12enne sgridato
Pellegrino deciderà sulle ri- te di tutta la storia deve parti essenziali) l'impianto ac- si impicca in casa
chieste dei tre pm (Rocco Al- essere ancora scritta. E cusatorio di Nuzzi e Verasani e,
fano, Maria Chiara Minerva e
Antonio Cantarella) che hanno
“ereditato” l’inchiesta dai pm
la verità, su gruppi e
manipoli, non tarderà a
ristabilire gli esatti con-
con esso, il "complotto" per
sottrarre, in maniera illegale, le
indagini all'ex pm napoleta-
U na
raccomandazione,
un rimprovero della
Gabriella Nuzzi e Dionigio Ve- torni della più vergo- no. mamma per non aver
rasani, poi puniti, con il trasfe- concluso i compiti per le
rimento, dal Csm. vacanze. Ieri sera, in un
Chiesta l’archiviazione invece paesino del bergamasco
- secondo il Mattino, che per pri- CIRCUMVESUVIANA un ragazzino di 12 anni si
mo ha pubblicato, ieri, la no- è impiccato alla finestra
tizia – per altri quattro magi-
strati – Enzo Iannelli, Alfredo
Il treno deragliò della sua cameretta per
questo. Tra dieci giorni
Garbati, Domenico de Loren-
zo e Salvatore Curcio – indaga-
ti per favoreggiamento e omis-
“Troppo veloce” avrebbe iniziato la terza
media. A scuola era uno
dei primi della classe.
sione in atti d’ufficio: s’erano
rifiutati di trasmettere gli atti di
Poseidone e Why Not ai pm sa-
L a scatola nera del treno Etr Metrostar
in servizio sulla linea della Circum-
vesuviana di Napoli tra San Giorgio a Cre-
PONZANO ROMANO
lernitani (Nuzzi e Verasani) mano e il capoluogo campano deragliato la Ultrà si ferisce
che stavano indagando sulla mattina dello scorso 6 agosto ha mostrato con un ordigno
sottrazione dei fascicoli a De che il convoglio viaggiava a circa 69 chilo-
Magistris. Un rifiuto che sfo-
ciò, prima, nel sequestro degli
atti, operato dai pm salernita- bardi, sia a suo figlio Pierpaolo
Luigi De Magistris (FOTO EMBLEMA)

Su “Why not”
metri orari contro i 20 consentiti in quel trat-
to. Questo è uno dei 23 punti all’esame del
perito nominato dalla Procura di Napoli esa-
U n ultrà della Roma si
è ferito mentre
confezionava una bomba
ni. E portò poi, proprio a causa Greco, denaro o altre utilità”. minato in una riunione tra inquirenti e parti carta da portare allo
del sequestro, alla punizione
di Nuzzi, Verasani e del loro ca- ILLEGALE ANCHE l’avoca-
e “Poseidone” coinvolte avvenuto ieri pomeriggio. L’esame
dei tracciati della scatola è ancora par-
stadio in occasione della
prossima trasferta della
po Luigi Apicella. Oltre che
sulla richiesta di archiviazione,
zione di Why Not: de Magistris,
aveva iscritto nel registro degli
si scatenò ziale, e comunque ha riguardato anche le
frenate da parte del macchinista. L’incro-
Roma. L’uomo di 28 anni,
originario di Guidonia,
però, il gip dovrà deciderà sul indagati l'ex ministro Clemente cio dei tabulati telefonici ha anche reso rimasto gravemente ferito
rinvio a giudizio degli altri ma- Mastella (poi archiviato dalla la guerra evidente che oltre la telefonata in azien- ad una mano dopo
gistrati: l’ex procuratore capo procura di Catanzaro). Favi avo- da delle 10.30 per segnalare la presenza l’esplosione avvenuta in
Mariano Lombardi (fu lui ad cò l'inchiesta ipotizzando, per tra i due sui binari di un cuneo di piattabanda, una casa a Ponzano
avocare Poseidone a De Magi- de Magistris, un "conflitto d'in- non ci sono chiamate in entrata e uscita Romano, vicino alla
stris), il procuratore generale teressi", poiché Mastella aveva uffici dal cellulare del macchinista. capitale. Ha perso tre dita
reggente Dolcino Favi (avocò avviato un’indagine disciplina- e una falange del pollice.
l’inchiesta Why Not) e il pro- re sul pm. “Conflitto d’interes- giudiziari È stato arrestato per
detenzione illegale di
materiale esplosivo.

“Adro è nostro, se non vi piace andate via” TRENTO


Ritrovato clochard
LETTERA DI INIZIO ANNO SCOLASTICO DEL SINDACO: “GLI IMMIGRATI DEVONO ADATTARSI” “mummificato”
di Elisabetta Reguitti

hi non vuole mangiare il maiale


La nostra cultura si è sviluppata attra-
verso lotte, vittorie, conquiste portate
avanti da uomini e donne. La nostra lin-
sto. Ma se non fate che lamentarvi vi
incoraggio fortemente ad approfittare
di un’altra grande libertà italiana: il di-
Accusa chi ha raccontato il caso del co-
mune di Adro. Dove i bambini, le cui
famiglie non pagano la mensa, non
U n clochard è stato
trovato mummificato
sotto le lenzuola del letto
“C vada pure a casa. Siamo liberi di
proporre ai nostri bambini menu della
gua ufficiale è l’italiano di conseguen-
za se desiderate fare parte della nostra
ritto di andarvene”
La lettera continua con l’orgogliosa
hanno diritto a mangiare ma nel frat-
tempo però gli stessi genitori (immi-
dopo circa 15 anni. Il
macabro ritrovamento è
tradizione padana”. Oscar Lancini il società imparatene la lingua”, scrive dichiarazione: “Non vi abbiamo forza- grati) lavorano in nero e sottopagati avvenuto ieri mattina in
sindaco di Adro (in Franciacorta) si è Lancini, che affronta anche il tema re- ti a venire qui. Siete voi che avete chie- per un’azienda di Adro. Per questa sto- una vecchia casa di un
rifatto vivo. Dopo tre mesi il primo cit- ligioso: “La maggior parte degli italiani sto di essere qui. Allora dovete rispet- ria però non viene invocata la legalità e sobborgo di Trento,
tadino duro e puro del “non paghi non crede in Dio. Non si tratta di obbligo di tare il paese che vi ha accettati”. Un Lancini, anzi, incolpa alcuni abitanti Cadine, alle pendici del
mangi” nella mensa della scuola ele- cristianesimo, d’influenza di destra o vero delirio di onnipotenza per il pri- “di aver cagionato danni di immagine Monte Bondone. Un
mentare è tornato a farsi sentire. di pressione politica ma è un fatto per- mo cittadino di Adro che se la prende al paese che il Santo Oro e il Travagli di primo rilievo scientifico
Il messaggio è forte e chiaro, alla vigilia chè degli uomini e delle donne hanno pure con il sacerdote missionario che turno dipingevano come razzista. Ma ha evidenziato che lo stato
di un nuovo anno scolastico, per i fondato questa nazione su questi prin- dal Congo aveva inviato un contributo cosa c’è di razzista in quanto abbiamo di decomposizione di
bambini che frequentano le scuole del cipi e questo è ufficialmente insegna- in denaro per le casse della mensa (pe- fatto?”. Francesco Vicentini
comune: con l’aggravante che la men- to. Se Dio vi offende. raltro floride) a coper- Chiesa e politica locale tacciono. In- potrebbe risalire ad un
sa da settembre verrà gestita diretta- Cambiate paese”. tura delle rette non pa- terviene però la Camera del Lavoro di lasso di tempo tra i 10 ed i
mente dal sindaco e non più dall’asso-
ciazione, di genitori, presieduta – gra-
Il documento poi
prosegue con l’invi-
La cittadina gate.
“A quelli che dal Con-
Brescia che segue l’involuzione dei fat-
ti di Adro.
20 anni. Nessuno ne aveva
denunciato la scomparsa.
tuitamente – da Giuseppina Paganotti,
la donna che in diretta televisiva aveva
to esplicito agli im-
migrati invitandoli
era salita go hanno versato 600
euro”. Poi quel consi-
Il segretario provinciale Damiano Gal-
letti chiede se è legittimo che il potere
Il fratello aveva dovuto
rinunciare a vendere la
ammesso che si tratta di razzismo e
ignoranza.
ad andare in un’altra
parte del mondo ri-
agli onori glio minaccioso rivol-
to alla missione: “Non
dei sindaci si trasformi nella conduzio-
ne dei “podestà che si dividono il ter-
casa in comproprietà,
perchè non riusciva a
Le parole del sindaco sono però solo vendicando una sor- permettetevi più di ritorio in fazioni” gli uni contro gli al- rintracciare il
l’eco di una sua lunga lettera aperta ta di concessione: della cronaca sprecare risorse im- tri. Famiglie italiane di cassaintegrati consanguineo. I
che ha sollevato indignazione e scon- “Questo è il nostro portantissime senza contro famiglie di stranieri cassainte- carabinieri di Trento sono
certo per alcuni suoi passaggi nella paese, la nostra terra per i bimbi prima verificare l’at- grati. stati allertati da alcuni
quale definisce “gentaglia chi ci ha de- il nostro stile di vita. tendibilità di fatti che Il timore per Galletti è che tutto ciò operai che stavano
finiti razzisti ed egoisti”. Noi vi offriamo la messi a pane leggete attraverso In- sfoci nella rottura della coesione socia- facendo dei lavori di
Ma andiamo per ordine. “Gli immigrati possibilità di appro- ternet, i giornali o le te- le. “Con conseguenze davvero perico- ristrutturazione del tetto
devono adattarsi. Prendere o lasciare. fittare di tutto que- e acqua levisioni”. lose”. dei fratelli Vicentini.
pagina 10 Venerdì 3 settembre 2010

ECONOMIA

banche & crisi


SECURITY FS dc
Due anni
dopo Lehman
AGENTI MOLTI, di Stefano Feltri

ue anni dopo il
DBrothers
fallimento di Lehman
(era il 15

SUCCESSI POCHI
settembre 2008), è
cambiato qualcosa ma
non moltissimo. Dal lato
americano la notizia di
ieri è l’intervento di Ben
Bernanke, presidente
della Federal Reserve,
I 500 specialisti di Moretti davanti al Congresso. In
sintesi: Lehman non

beffati dall’ex dirigente Arena poteva essere salvata, ma


neppure si poteva
avvertire il mercato delle
sue condizioni critiche
di Daniele Martini si perdono nelle poste del bilan- sere costantemente sotto osser- perché avrebbe scatenato
cio miliardario dell’azienda dei vazione. il panico. In pratica: non
orse neanche la Stasi, l’ef- treni, ma sono molti consideran- Tra i ferrovieri non si respirava poteva fare niente. Ma

F ficientissima e famigerata
polizia segreta della Ger-
mania comunista, poteva
contare su un numero così ele-
vato di agenti in rapporto alla
do prima di tutto che si tratta di
quattrini pubblici e poi che il
gruppo continua a tagliare
ovunque, a mandar via gente,
ferrovieri, impiegati, dirigenti, a
un clima di sospetti così pesante
neanche ai tempi di Lorenzo
Necci, il manager che, scampa-
to alla prima ondata di Tangen-
topoli, fu preso da una smania
almeno l’esperienza
insegna: “Dovendo trarre
una lezione dalla crisi,
questa è sicuramente che
bisogna risolvere il
popolazione come quello su colpi di migliaia all’anno, per ri- così acuta di controllo e preven- problema delle istituzioni
cui può fare affidamento Mau- sparmiare il più possibile. zione da far installare decine di finanziarie troppo grandi
ro Moretti alle Ferrovie con la telecamere nei corridoi della se- per fallire”, dice
sua direzione per la protezione A che serve de centrale in piazza della Croce Bernanke.
aziendale. la polizia allora? Rossa a Roma e da organizzare E uno degli obiettivi della
Da quando ha messo piede poi il primo gruppo di intelligen- riforma della finanza
nell’ufficio di amministratore L’amministratore delegato di Fs Mauro Moretti (FOTO ANSA) voluta da Barack Obama è
delegato delle Fs, nell’autunno LE FERROVIE sono una gran- proprio questo: evitare
di quattro anni fa, Moretti ha
deciso di potenziare con meto-
de holding da cui dipendono al-
tre società, da Trenitalia a Rfi
L’attuale miano Toselli passato alla Tele-
com al posto di Tavaroli. È pro-
l’esponente più in vista.
Nonostante le truffe di Arena
che ci siano banche il cui
fallimento metterebbe a
do l’intelligence interna che
ora risulta composta dalla bel-
(Rete ferroviaria italiana),
un’azienda presente su tutto il
gestione prio Fiumara l’uomo forte della
grande intelligence dei binari.
fossero state segnalate ai diri-
genti dell’azienda prima da San-
rischio la tenuta del
sistema. “Se noi
lezza di circa 500 persone, un
agente in media ogni 160 di-
territorio nazionale con 16 mila
chilometri di binari, 10 mila tre-
ha moltiplicato Non solo è in azienda da circa un
quindicennio e quindi è un ve-
dro Biagianti, ex dirigente
dell’antiterrorismo Ugicos di-
decidiamo che queste
società sono troppo
pendenti. Cinque volte più di ni al giorno in media in circola- terano e conosce tutti gli aspetti ventato responsabile della Sicu- grandi noi abbiamo il
quelli in organico con la prece- zione, una decina di grandi sta- per cinque del gruppo, i punti forti e le de- rezza di Trenitalia, e poi da un ac- potere di costringerle a
dente gestione. zioni, un centinaio di stazioni di bolezze, ma per di più ha un rap- curato rapporto preparato disinvestire certi business
medie dimensioni, centinaia di l’intelligence porto consolidato e di lunga da- dall’audit interna all’inizio del o di smembrarle, assicura
Un’armata da depositi di materiale da dove pe- ta proprio con Moretti. Quando 2007, e nonostante lo stesso Bernanke.
20 milioni di euro raltro continuano a sparire quin- interna quest’ultimo era amministrato- Arena, preso con le mani nel sac-
tali e quintali di rame razziati dai re della rete (Rfi), il capo della Si- co, fosse stato licenziato un me- nche da questo lato

NESSUNA GRANDE azien-


ladri. È anche vero, però, che su
tutto questo ambaradam sorve-
all’azienda curezza interna della società era
proprio Fiumara e quando Mo-
se dopo, nessuno è riuscito a fer-
mare le sue ruberie. Arena ha
Asi muove.
dell’Atlantico qualcosa
La presidenza
da italiana ha una security così glia e controlla anche la polizia retti è diventato amministratore continuato come se niente fosse belga dell’Unione
folta; solo la Telecom dei tempi ferroviaria e rispetto ai tempi ce interna strutturato intorno al- dell’intero gruppo ferroviario, in combutta con molti dirigenti europea avrebbe trovato
d’oro di Marco Tronchetti Pro- precedenti all’era Moretti non è la professionalità di ufficiali del- quasi subito ha voluto che il suo ferroviari sotto il naso della gran- un accordo col
vera e Marco Tavaroli aveva mes- che le necessità complessive di la Guardia di Finanza, un drap- rodato collaboratore diventasse de armata dell’intelligence fer- Parlamento europeo e
so su un apparato di 007 che po- sicurezza siano aumentate così pello di agenti che in parte co- responsabile di tutta la security. roviaria. con la Commissione
teva reggere il confronto con vertiginosamente da giustifica- stituisce tuttora l’asse portante La sorprendente circostanza europea sulla riforma
quello morettiano. Ma dopo re la moltiplicazione per 5 degli 007 dell’era Moretti. I buchi emerge in maniera chiara dalla della Vigilanza finanziaria.
l’uscita della coppia dal gruppo dell’organico dell’intelligence. Tra quegli ufficiali c’era, per nella rete lettura delle 215 pagine dell’or- Adesso tocca all’Ecofin –
telefonico, l’intelligence inter- Evidentemente un’intelligence esempio, Raffaele Ferrara che, dinanza di custodia cautelare il coordinamento dei
na è stata subito dimezzata. interna così ramificata probabil- di promozione in promozione, nei confronti di Arena firmata 2 ministri economici dove
Si è scoperto dopo a che cosa mente serve anche ad altro. A ora è arrivato alla guida dell’Am- NONOSTANTE il cospicuo mesi fa dal giudice del Tribunale si prendono le decisioni
servivano quel grande orecchio che cosa? Si possono fare solo ministrazione dei Monopoli di rafforzamento, però, il servizio di Napoli, Luigi Giordano. Scri- vere –, approvare il
e quel grande occhio alla coppia congetture e illazioni. Stato (Aams). E poi il maggiore segreto dei binari ha toppato cla- ve il magistrato: le segnalazioni progetto dopo oltre due
Tronchetti-Tavaroli, ossessiona- Mauro Floriani, detto il signor morosamente proprio in una interne e il licenziamento “non anni di lavoro. Scopo:
ta dalle spiate e dai dossier e in- Quando c’erano Mussolini perché marito di Ales- delle vicende recenti e più gravi hanno impedito allo stesso Are- ridimensionare l’inf luenza
tenzionata a conoscere ogni sof- le telecamere sandra, ora deputata del Pdl. Un di malversazione interna: le ru- na – evidentemente di concerto delle agenzie di rating e
fio della vita interna del gruppo. giovane (a quei tempi) a cui Pier- berie attraverso gli appalti per la e unitamente ad altri dirigenti di aumentare l’indipendenza
Non è ancora chiaro, invece, per francesco Chicchi Pacini Batta- manutenzione delle carrozze di Trenitalia compiacenti – di pro- di chi prende le decisioni
quale ragione l’amministratore L’UNICO CONFRONTO glia, il grande elemosiniere dei Trenitalia e del settore merci seguire nella perpetrazione del- nelle banche, per evitare
delle Ferrovie abbia voluto un possibile è con l’esperienza partiti della Prima Repubblica, perpetrate dalla cricca che face- la sua ben congegnata attività conflitti di interessi,
apparato così massiccio di con- all’apparenza simile della Tele- dette 100 milioni di lire “per il fi- va capo a Raffaele Arena, alto di- delittuosa”. Ancora per mesi e legando le retribuzioni a
trollo aziendale. Un esercito com dove l’ossessione per la se- nanziamento della campagna rigente Fs ed esponente di quel- anni, dal febbraio 2007 all’estate obiettivi di medio
che, oltretutto, costa un sacco di curity aveva indotto gli ammini- elettorale della moglie”, stando la “sinistra ferroviaria” di cui per 2010, quando è stato messo in periodo. Si vedrà come
soldi, almeno una ventina di mi- stratori a gonfiare gli organici de- almeno a ciò che risulta da una anni lo stesso Moretti è stato carcere. l’Ecofin recepirà.
lioni di euro all’anno solo di re- gli 007. Di certo nell’azienda dei deposizione resa dal faccendie-
tribuzioni, senza contare le spe- treni, a torto o a ragione, è forte re ai magistrati. l problema è che la
se di gestione, dalle attrezzature
informatiche alle auto, dagli uf-
e molto diffusa a tutti i livelli, dai
dirigenti ai quadri intermedi, dai
E infine c’era il capitano Franco
Fiumara che ora è diventato il ca- BASSA CLASSIFICA
I(almeno
priorità non sono più
per ora le
fici agli arredi. Venti milioni di ferrovieri agli impiegati fino ai po della divisione della Sicurez- banche). La Fed
euro non sono tantissimi, quasi sindacalisti, l’impressione di es- za ferroviaria subentrando a Da- Euroflop italiano americana, che per
statuto si preoccupa

Ferrari in fiamme e addio a Rcs: sulla crescita anche della crescita, ora è
concentrata nel capire
come sostenere

i giorni difficili di Montezemolo S tiamo meglio degli altri? Il governo ci


crede, i dati Eurostat un po’ meno. Nel
primo trimestre del 2010, il Pil dell’Italia è cre-
l’economia anche
comprando buoni del
Tesoro. Un tentativo
sciuto dell’1,1 per cento rispetto allo stesso disperato di evitare la
uca Cordero di Montezemolo è sempre più mento difficile per il gruppo, rimarrà nel pat- periodo del 2009. Sotto la media europea, che ricaduta nella recessione,
Labbandonato
fuori dalla galassia Agnelli-Fiat. Dopo aver
la presidenza del gruppo Fiat ad
to Fonsai, la finanziaria della famiglia Ligresti,
ha fatto sapere che non ha intenzione di pre-
è l’1,9 per cento. Certo, qualcuno che va peg-
gio di noi c’è: la Romania (-1,5), Cipro (-0,4), la
acquistando titoli di Stato
per finanziare tagli fiscali
aprile, esce anche dal patto di sindacato (l’ac- sentare la disdetta dal patto (c’è tempo fino al Spagna (-0,1). Ma nei Paesi dove la recessione o incrementi di spesa. La
cordo parasociale tra azionisti) di Rcs Media 14 settembre). è finita e la ripresa ha riportato il segno po- Banca centrale europea,
Group, la società editrice che controlla il Cor- Non è un buon momento per Montezemolo, sitivo alla crescita, la velocità è ben superiore invece, considera soltanto
riere della Sera. In entrambi i casi il successore che comunque conserverà il posto nel con- a quella italiana. Anche evitando il confronto l’inflazione. E quindi
è lo stesso: John Elkann. siglio di amministrazione della Rcs Quotidia- (impari) con la Germania (+3,7), si nota sembra ormai rassegnata
In queste settimane si decide il futuro del sa- ni: fuori da Confindustria, dalla Luiss, dalla che gli altri marciano a un altro passo. Il ad assistere passivamente
lotto di controllo dell’editrice, con il patto di Fiat e presto forse fuori dalla Ferrari. La no- Portogallo, qualche mese fa dato per spac- a quella che il governatore
sindacato che arriva a scadenza e soci impor- tizia delle 1248 auto richiamate a Maranello ciato, segna +1,4. L’Austria registra +2, Jean-Claude Trichet
tanti dell’azienda che potrebbero essere coin- dopo che cinque esemplari del modello 458 perfino la Gran Bretagna, provata come definisce una crescita “a
volti. Su tutti l’imprenditore sanitario Giusep- hanno preso fuoco. Potrebbe essere l’ultima pochi dalle scosse della finanza, ha otte- un ritmo moderato e
pe Rotelli (11 per cento), ma anche il costrut- goccia, insieme a un mondiale di F1 non esal- nuto un +1,7 per cento. Non sarà che il diseguale” in un “quadro
tore Pierluigi Toti che ha appena svalutato la tante, per spingere John Elkann a chiedere a problema del Pil italiano è l’economia ita- economico incerto”. E su
partecipazione in Rcs per avvicinarne la sti- Montezemolo di lasciare pure la Ferrari. In at- liana e non la crisi internazionale? questo la riforma della
ma ai valori di mercato (registrando una mi- tesa di quella poltrona c’è sempre Andrea Vigilanza non avrà alcun
nusvalenza contabile). Nonostante il mo- Agnelli. impatto.
Venerdì 3 settembre 2010 pagina 11

ECONOMIA

Alessio Nati, quando


su un suo ruolo nella guerra
per Management & Capitali, ri-
ceveva la lettera di contestazio-
ne della Consob per i fatti del
2005 relativi alla società da cui
M&C era nata. E per un reato
che avrebbe potuto comporta-

la famiglia è un affare
re l’interdizione temporanea
da incarichi in società quotate.
Il finanziere Il giorno dopo, poi, sempre
Alessio Nati, per intervento della Consob,
multato per insider Nati emetteva una nota per fare
trading, visto da un po’ di luce sulle sue inten-
Manolo Fucecchi zioni con M&C. È qui che si sca-
UN ANNO DI GUAI PER IL GENERO tena il delirio di carte bollate.

DA UNA PARTE gli obbli-


DI CARLO DE BENEDETTI ghi informativi sul presente e la
modifica della ragione sociale
di Alna Immobiliare in Alna per
di Giovanna Lantini Una Donà delle Rose. “Una biliare (Bim) dei Segre, i com- prepararla alla scalata che non
Milano bella ragazza, diversa dalle al- mercialisti del suocero acquisi- vedrà mai luce (la pietra tom-
tre, ma allegramente uguale a to De Benedetti, a sua volta so- bale di settembre imputa la ri-
ra atti notarili, giri di pol- tutte”, come l’ha definita Lina nuncia anche a “strumentali ed

T
cio della banca. Qui il neospo-
trone e comunicazioni Sotis in un articolo sul “matri- so è dirigente incaricato dello eccessive illazioni”). Dall’altra
con la Consob, questo è monio d’amore che traspariva “sviluppo dell’attività del grup- lo scambio di missive, deduzio-
stato decisamente un an- dai volti dei due giovani”, pub- po” in collaborazione con ni e controdeduzioni con la
no impegnativo per Alessio blicato sul Corriere all’indoma- l’amministratore delegato. E menti e Sviluppo (Ies), holding Ies al 30 settembre avevano Consob sul caso Cdb, che dopo
Nati. A sfogliare i documenti ni delle nozze che avevano riu- sempre qui, nel 2005, si consu- quotata e controllata delle fa- evidenziato una perdita di 7 mi- il picco iniziale procede rego-
depositati in Camera di com- nito i tre grandi ceppi familiari ma l’insider trading di famiglia miglie Jaeger e Squillace. Il no- lioni, lievitata a fine anno dopo larmente fino alla sanzione. Po-
mercio, incrociandoli con l’in- della fanciulla: “Quello aristo- sulla CdB Web Tech, all’epoca stro subentra a Giovanni Nata- 20 milioni di svalutazioni. ca tregua anche dalla galassia
tenso scambio di missive con cratico del padre, quello nu- di De Benedetti e della stessa li, che lascia Ies dopo aver con- All’assemblea dei soci della Alna Finanziaria, che a fine
la Commissione c’è da farsi ve- meroso ed estetico della ma- Bim, reato per cui l’8 luglio cluso “importanti progetti tra scorsa primavera, poi, Paolo 2009 vede la controllata per
nire il mal di testa. Ma forse lo dre, quello imprenditoriale scorso Consob ha emesso sette cui la ricapitalizzazione della Bassi, che ha assunto la presi- l’energia comprare il 20 per
stesso non vale per lui, classe del secondo marito della sanzioni. Una per Nati che se- società e l’uscita dalla black list denza di Ies un mesetto prima cento della ex Immobiliare, a
1971, che a 27 anni aveva por- mamma Silvia sposata, in se- condo la Commissione avreb- di Consob”. Lista nera nella dell’uscita di Nati, si è lasciato giugno approvare con il voto
tato a casa una laurea alla Sa- conde nozze, a Carlo De Bene- be veicolato informazioni sen- quale Ies, attualmente sotto au- andare a dichiarazioni poco be- contrario del socio Merloni un
pienza in Economia e com- detti”. sibili su CdB ad alcuni clienti. mento di capitale dopo le per- nevole nei confronti della pre- bilancio chiuso con una perdi-
mercio con tesi in Diritto tri- Tra questi Daniele Dolci, il cui dite del 2009, è ripiombata il cedente gestione rivendican- ta di 36 mila euro, che richiede
butario. E che nel 2003 aveva L’ANNO DOPO Nati entra ruolo in questa storia non fini- 17 marzo. A cinque mesi, cioè, do la reintroduzione di “una ca- l’intervento dei soci e il 6 mag-
sposato in regime di separa- nella boutique finanziaria della sce qua. Lo ritroveremo più dall’uscita di Nati, che il 30 ot- pacità organizzativa ed un pen- gio il solito Dolci, sul quale dal
zione dei beni, la ventiseienne Torino bene, la Banca Intermo- avanti, dopo che, nel 2007, Na- tobre, un anno e un mese dopo siero che forse in certi momen- giorno prima pendeva una de-
ti fonda insieme ad altri soci - aver assunto l’incarico, ha la- ti era venuto a mancare”. libera Consob di sequestro be-
tra i quali oggi c’è Andrea Mer- sciato la poltrona per aver ni per 103 mila euro, rivendere
Dopo aver guidato una società nella loni - la Alna Finanziaria, che at-
traverso controllate come Alna
“concordemente” convenuto
con il socio di maggioranza “di
DI CERTO NATI negli ulti-
mi cinque mesi del suo manda-
a Nati il 10 per cento della ca-
pogruppo. Senza contare, poi,
lista nera della Consob e rinunciato Immobiliare e Alna Energia, si
propone investimenti di vario
porre fine al rapporto di colla-
borazione a causa di differenze
to aveva avuto il suo bel daffa-
re. Il 12 giugno ricomprava dal
la spada di Damocle del faro
Consob sui fatti del 2009, per
tipo. di opinioni sulle strategie della vecchio cliente e socio Dolci il avere presto lumi sui quali il
a scalare il fondo M&C, gli arriva Nel settembre 2008, poi, Nati società”. Cos’è successo? Diffi- 50 per cento di Alna Immobi- mercato confida nel nuovo at-
assume l’incarico di ammini- cile andare oltre la diplomazia. liare. Il 14 luglio, proprio men- tivismo della Consob post Car-
la multa per insider trading stratore delegato di Investi- Quel che è certo è che i conti di tre trapelavano indiscrezioni dia.
pagina 12 Venerdì 3 settembre 2010

DAL MONDO

LE PIAGHE DEL PAKISTAN


Dopo le inondazioni vengono a galla corruzione
e scandali. E così l’esercito fa la figura del salvatore
di Ali Sethi elezioni?”, chiese il giornalista dissuadere un ufficiale del po-
allungando il microfono a un tente esercito pachistano o il
l vecchio se ne stava sedu- giovane magro e barbuto sedu- maggiore aveva avvertito una

I to sul letto, alcuni fusti di


plastica tenevano a galla
questa zattera artigianale e
improvvisata. Il vecchio aveva
le gambe immerse nell’acqua
to accanto alla sua casupola. Il
giovane fece il nome di un pro-
prietario terriero che era an-
che il principale politico loca-
le, ma, sollecitato dal giornali-
velata minaccia nelle parole del
poliziotto? Ma ormai non c’era
più nessuno cui chiederlo.
Dinanzi alla telecamera l’uffi-
ciale di polizia cominciò a par-
dal colore giallastro-marrone sta, aggiunse che non lo avreb- lare con voce melliflua e tono
che si estendeva per chilome- be votato mai più. “Lo avete umile sullo sfondo di ciò che re-
tri come uno strano mare dalla sentito”, commentò il giorna- stava della sua improbabile vit-
cui superficie spuntavano, co- lista fissando la telecamera toria. Parlò del tentativo di de-
me isole, alcuni alberi d’alto con aria di sfida. “Non voterà viare le acque e fece il nome del
proprietario terriero.
Ma – misteriosamente – non fe-
ce alcun cenno né ai soldati né
alla vicina base aerea. Il mattino
seguente ci fu detto di lasciare la
città. Scoprimmo che i soldati
alla fine avevano deviato il cor-
so delle acque, ma in un’altra
zona, senza clamori e senza de-
stare sospetti.
Sull’autostrada la solita intermi-
nabile fila di carretti, uomini a
Soccorsi e carestia piedi, bambini con i sacchi di
Soccorsi e distribuzione di cibo nel Punjab, una delle regioni del Pakistan colpite cereali sulle spalle, animali. Alle
dalle inondazioni che da settimane hanno prodotto una situazione di emergenza spalle dell’autostrada l’acqua
nel paese asiatico continuava a inghiottire case e
campi.
Nel corso della notte un gruppo
di uomini armati di bastoni e fu-
cili mise un po’ d’ordine nel gi-
gantesco caos che si era creato e
la nostra vettura poté prosegui-
re il cammino.
fusto. “Rimani in questa posi- mai più per quest’uomo che L’intera zona è sommersa sotto
zione per altri cinque minuti”, nulla ha fatto per aiutare i suoi 5 metri d’acqua. Solo negli ulti-
urlò il cameraman. elettori in queste ore tremen- mi tre giorni dozzine di persone
Ero arrivato in questo sperdu- de”. sono annegate e almeno 21 so-
to villaggio sommerso dalla fu- Quello stesso pomeriggio la no morte a causa della gastroen-
ria delle acque nella provincia troupe ricevette una telefona- terite. In alcune località i milita-
del Beluchistan, nel Pakistan ta dall’ufficio del proprietario ri hanno allestito campi di acco-
occidentale, assieme a una terriero e uomo politico. Il glienza per gli sfollati.
troupe televisiva. L’inondazio- pezzo grosso era fuori città, La settimana scorsa il ministro
ne aveva spazzato via le capan- ma un suo dipendente disse della Salute ha detto dinanzi a
ne di fango e paglia, trasforma- che avevano aiutato gli sfollati una Commissione parlamenta-
to le risaie in un lago e la strada e che era disposto a ribadirlo re che la base aerea “era control-
in una sorta di argine. in tv. Eravamo tutt’altro che lata dagli americani”, ma i mili-
Gli abitanti del villaggio non soddisfatti. Noi e tutti i canali tari hanno smentito dicendo
avevano perso tempo. Con i pachistani non potevamo ac- che nella base c’erano solo aerei
letti avevano costruito lungo contentarci di qualche misera pachistani e che gli americani
l’argine alcune case provviso- scusa, per giunta al telefono. I venivano di tanto in tanto sola-
rie. Le donne avevano provve- funzionari e i politici dell’am- lahyar. “È un’emergenza. Venite bad, un’importante cittadina. voce stranamente formale ag- mente per addestrare i piloti de-
duto a rinforzare i tetti con le ministrazione locale, di cui era subito nel mio ufficio”. In realtà voleva solo salvare i giunse: “È ritenuto anti-patriot- gli F-16.
foglie raccolte lungo le sponde nota la corruzione, avevano L’ufficiale, capelli e baffi neri, se suoi 400 acri di risaia. tico criticare le forze di sicurez- Sta di fatto che i militari sembra-
di un vicino canale. preferito non farsi vedere. ne stava nel suo ufficio con “Quando vuole farlo?”, chiesi. za”. Il primo giornalista disse no i soli in grado di salvare il Pa-
“Come vedete – attaccò il gio- l’aria condizionata accesa e con “Ora”, rispose l’ufficiale di po- che potevamo dare la notizia, se kistan tanto che politici di pri-
vane giornalista con il micro- L’acqua e la diga la carta geografica della zona ap- lizia. Era notte fonda e i circa non altro per allertare la popo- mo piano hanno chiesto l’“in-
fono in mano – questa gente vi- del latifondista pesa alle sue spalle. “L’acqua 200.000 abitanti della zona sta- lazione. tervento” militare per liberare il
ve così da tre settimane”. “Il viene di qui”, disse indicando la vano dormendo. Dopo poco l’ufficiale di polizia Paese dall’inefficienza della
grano è fradicio”, disse un vec- carta e piantando i gomiti sul ta- “Darà l’allarme?”, domandai. ci telefonò e ci disse di raggiun- classe politica.
chio dalla corporatura robusta La sera accettammo di incontra- volo. “Dovremo usare gli altoparlanti gerlo alla svelta. Ci avviamo a
e la barba tinta di rossiccio. re il responsabile di un campo Ci spiegò che un’autostrada delle moschee; non abbiamo al- tutta velocità verso l’autostrada Chi ha paura
“Puzza”. “Ci servono tende”, profughi. Ma proprio mentre univa il Beluchistan alla provin- tre possibilità”, mi rispose. Do- con i fari che illuminavano una delle ong islamiche
disse l’uomo con la barba tin- all’imbrunire ci stavamo met- cia del Sindh a sud, dove un uo- po una serie di telefonate l’uffi- lunga teoria di mandrie di bufali
ta. “Ce le avevano promesse, tendo in viaggio, giunse la tele- mo politico e proprietario ter- ciale disse che si sarebbe recato sospinti nella direzione oppo-
ma non s’è visto nessuno”. fonata di un ufficiale di polizia riero voleva deviare il corso del- sul luogo. “Posso venire con sta da donne e uomini scalzi. I servizi sull’inondazione dei
“Per chi hai votato alle ultime dalla vicina cittadina di Dera Al- le acque per proteggere Jacoba- lei?”, gli chiesi. Mi rispose che Finalmente raggiungemmo il media occidentali sono domi-
non era consigliabile. C’erano punto in cui era stata aperta una nati dalla paura che gli aiuti ven-
soldati che non volevano essere breccia per deviare il corso del- gano gestiti dalle organizzazio-
ripresi. Ma che ci facevano i sol- le acque. ni umanitarie islamiche. Il di-
Economia canaglia dati sull’autostrada? La risposta L’ufficiale di polizia ci attende- scorso di fondo è lo stesso: i pa-
fu che c’era una base aerea sul va in piedi. Cosa era accaduto? chistani non sono in grado di au-
Il forcone dei vecchi demoni versante dell’autostrada dalla
parte della provincia del Sindh
Rispose che al suo arrivo aveva
trovato il proprietario terriero e
togovernarsi ed è necessario un
uomo forte. Ma c’è un modo di-
punge l’Italia e nella base c’erano i nuovi cac-
cia F-16. In realtà gli abitanti del
un maggiore dell’esercito che
seguivano il lavoro di alcune gi-
verso di guardare questa tre-
menda realtà causata da un di-
luogo sostenevano che la base gantesche scavatrici, ma che sastro naturale. Il Pakistan è un
LA VIGNETTA mostra il caro buon vecchio il governo italiano sul rischio debito. Se serviva per i famigerati droni era riuscito a fermarli grazie an- Paese nel quale i contadini sono
Stivale incatenato a debito e n’era già preoccupato anche il FT, nei giorni americani e che i militari, in che all’intervento di un altro si- annegati nelle risaie che non gli
disoccupazione. Il titolo, de Les Echos, che la presenza a Roma dell’amico cambio dell’utilizzo della base, gnore tribale trasformatosi in appartenevano, dove villaggi di
quotidiano economico francese, dice: dittatore, il colonnello Gheddafi, faceva ricevevano decine di milioni di uomo politico sopraggiunto fango e paglia sono stati risuc-
“L'Italia in cerca di rilancio. Finite le velo al resto. In un commento, il dollari l’anno. con il suo piccolo esercito pri- chiati dalle acque per protegge-
vacanze, l'Italia ritrova i suoi vecchi quotidiano economico europeo vato. re le città e dove cittadine mo-
demoni”. Ma come “ritrova”?, se abbiamo denunciava “lo sbiadirsi della bella figura Antipatriottico “Stava per diventare una faida renti si trovano accanto a basi
passato tutto agosto con loro, Capezzone dell'Italia”, il cui “apparente successo a criticare tra province”, disse il poliziotto aeree che ospitano i più sofisti-
e Bocchino, Granata e Cicchitto, al punto fronte di una politica catastrofica è in gran con aria turbata. “E a quel punto cati caccia del mondo. Un Paese
che ogni giorno sembrava il precedente (e parte un'illusione”. Ma i possibili vincitori ho chiesto al maggiore: ‘È del genere non merita solo aiu-
forse lo era, perché il titolo de il Giornale dello scontro aperto nella maggioranza, L’ufficiale di polizia se ne andò dell’esercito pachistano o ti, merita un risarcimento da
era sempre lo stesso, Fini a Montecarlo, Tremonti e Fini, “hanno poco da offrire di in compagnia di un commissa- dell’esercito del Sindh’? E la mia parte di chi ha in mano il desti-
come in un incubo di Dylan Dog). In realtà, i nuovo. La lotta nella destra può solo rio di polizia civile. Noi restam- domanda lo ha turbato. Ha ca- no della nazione, ivi compresi
demoni che Les Echos evoca non sono portare alla stagnazione, mentre i mo nell’ufficio. Potevamo rac- pito cosa volevo dire. Ha chie- politici e burocrati oltre alla po-
quelli della politica, ma dell’economia, che problemi dell'Italia sono nell'economia contare quanto avevamo appe- sto scusa e ha fatto allontanare tente casta militare e agli im-
tornano ad agitare il forcone, mentre l’Fmi reale”. na sentito? “Non credo”, disse le scavatrici”. mancabili finanzieri america-
– scrive il Wsj - mette in guardia, fra gli altri, Giampiero Gramaglia uno dei giornalisti. “I servizi se- Mi sembrava un po’ troppo ni.
greti ci piomberebbero subito semplice. Copyright The New York Times - Tra-
addosso”. E un altro con tono di Erano bastate poche parole per duzione di Carlo Antonio Biscotto
Venerdì 3 settembre 2010 pagina 13

DAL MONDO

IL CUORE N
ITALIA-IMMIGRAZIONE
“Soldi solo
per la sicurezza”

DEL CILE BATTE A bbiamo sempre detto


che c’è un binomio
tra accoglienza e sicurezza,
ma spesso si sottolinea
solo la sicurezza, e non

SOTTOTERRA l'accoglienza,
l’integrazione: sforzi e
soldi vanno solo in quella
direzione”, ha detto l’ex
segretario del Pontificio
consiglio per i Migranti
Le vite sospese della famiglie monsignor Marchetto,
andato in pensione lunedì.

dei 33 minatori intrappolati in miniera I volti di alcuni dei minatori prigionieri nella miniera (FOTO)

di Anna Vullo “È colpa mia”, dice la donna tra al lavoro per liberare dall’inferno dono che il nostro sia un lavoro ad niere si chiama Laurence, Loren-
Copiapò, Cile le lacrime. “Viviamo a Copiapò los 33, come ormai vengono chia- alto rischio”, sostiene. “Non è ve- zo, come il santo protettore dei
ma Edison lavorava come elettri- mati i minatori in tutto il Cile. Ma ro. I rischi si corrono solo quando minatori. Ce la faranno, ne siamo
ngelita cara, non sai come cista per un’impresa di Santiago. per scavare i 700 metri di tunnel non vengono rispettati gli stan- sicuri”.

A fa male il cuore sottoterra. I


primi giorni pensavo che
saremmo tutti morti lenta-
mente di fame. Pregavo e pian-
gevo, piangevo e pregavo. Per-
Faceva il pendolare tutte le set-
timane. L’ho convinto a cercarsi
un impiego qui per stare più vi-
cino alla famiglia”.
necessari a raggiungerli, ha preci-
sato nei giorni scorsi l’ingegnere
responsabile del recupero André
Sougarret, ci vorranno almeno tre
mesi. Senza contare che il buco
dard di sicurezza, come a San Jo-
sé”. Che la miniera non fosse sicu-
ra si sa da anni. Nel 2004 una frana
causa una vittima, la miniera vie-
ne chiusa e riaperta nel 2006.
La ricchezza
del paese
CINA
donami se qualche volta mi sono “Il tempo scavato dalla trivella, che ha un Muore un altro operaio, il gover- L’industria mineraria rappresenta
comportato male. Ti prometto non passa mai” diametro di 38 centimetri, an- no rimette i sigilli. Nel 2007, alla la principale attività economica Maxi-ingorgo
che quando esco sarò un marito drebbe allargato fino a 66 per per- nuova riapertura, ancora una vit- del Cile. Nella regione di Atacama dei tir del carbone
migliore”. Angelita rigira tra le mettere ai minatori di venire issati tima, uno studente di geologia. gli impiegati nel settore sono ol-
mani un foglio consunto scritto
in stampatello. È la prima lettera
che suo marito, Edison Peña, le
Dal giorno della frana, il 5 agosto,
Angelita trascorre le giornate alla
miniera con la sua bambina di 3
all’esterno. Rendendo necessari
altri giorni di lavoro.
“Dicono per Natale”, commenta
Nel frattempo si susseguono de-
nunce su denunce: mancano
uscite di sicurezza e cartelli che
tre 10mila, gli stipendi si aggirano
sugli 800 dollari. Da qui si estrae il
40% del rame che il Paese esporta.
O ltre 10.000 i camion
intrappolati in un
maxi ingorgo nella
ha fatto arrivare con una sonda anni. Arriva la mattina con l’auto- Alfonso Avalo, che sotto la minie- annuncino i pericoli, le pareti di Non lontano da San José c’è la Mongolia interna hanno
calata dai soccorritori nelle vi- bus da Copiapò messo a disposi- ra ha i due figli Florencio e Renan. roccia non vengono consolidate centenaria Candelaria, la miniera formato una coda di
scere della terra. zione dei familiari dall’esercito ci- “Stupidaggini. Li tireranno fuori come si dovrebbe. più grande della regione. Rende 9 almeno 120 chilometri.
Edison è uno dei 33 minatori se- leno e rientra la sera. “Così mi sen- prima, posso giurarlo. Ho fatto “Cuando el cerro llora, algo va a pasar, milioni di dollari al giorno. Intor- La tv cinese Cctv ha
polti vivi da 27 giorni nella mi- to vicina a lui, mi sembra di dargli questo mestiere anch’io, la minie- quando la montagna piange sta no si estende il deserto di Ataca- mostrato immagini degli
niera di San José, 800 chilometri forza”, spiega. “A casa è impossi- ra ce l’ho nel sangue. Tra un mese per succedere qualcosa”, avverte ma, i fianchi delle montagne co- automezzi che
a nord di Santiago . Si trova in un bile stare, il tempo non passa mai Alexis, operaio nella lor biscotto striati dal viola di mi- trasportano carbone,
rifugio a 700 metri di profondità e l’angoscia si amplifica”. vicina miniera di gliaia di piccoli fiori primaverili, incolonnati sulla stessa
dopo che una frana ha provoca-
to uno smottamento interno.
Da lunedì una speciale macchina
perforatrice arrivata dall’estero è
La vicenda durerà Adrianita. “Se per
settimane piovono
le cime ricoperte da una polvere
bruna. Ferro portato dal vento.
autostrada già
interessata da due maxi
ancora settimane se pietre e non si pren-
dono contromisure
Da domani i familiari dei minatori
potranno vedere i loro cari tutti i
ingorghi nelle scorse
settimane.
è molto probabile giorni. I tecnici hanno messo a
Golfo del Messico non mesi, in una specie che si verifichi un in- punto un sistema a fibra ottica che IRAN
cidente”. permetterà di effettuare video-
di reality,. Intanto si Il giorno della frana conferenze con los 33. Questo L’Italia si mobilita
PIATTAFORMA IN FIAMME moltiplica la solidarietà Jorge Galleguillos,
operaio di 52 anni,
permetterà di avere informazioni
in tempo reale sulle loro condizio-
per Sakineh

al massimo sono a casa”.


stava per raggiunge-
re l’uscita della mi-
niera con Franklin Lobos, un ex
ni e sull’interno della miniera. E
così la tragedia si trasformerà in
un una sorta di reality show.
A ppelli e
mobilitazioni si
moltiplicano in Italia
Il governo sta studiando un piano calciatore molto popolare in Cile. L’unico minatore che sino all’ulti- per Sakineh la donna
alternativo che permetterebbe il “Erano proprio vicini al punto del mo si è sottratto alle telecamere è iraniana messa a morte
recupero in tempi più brevi. Si crollo, le probabilità che rimanes- Ariel Ticona. Ha accettato di farsi dal regime per omicidio
tratterebbe di ampliare il buco già sero schiacciati erano altissime”, riprendere solo quando ha potu- e adulterio del marito.
scavato per inviare la sonda che il racconta il figlio, studente di 21 to lavarsi e sbarbarsi. Tra le iniziative proposte
17 agosto ha permesso di ritrova- anni. Invece sono sopravvissuti Tra dieci giorni Ariel diventerà pa- quella di una missione
re i minatori vivi, utilizzando una entrambi. “Noi cileni siamo mol- dre per la terza volta. Una bambi- del ministro degli Esteri
macchina più veloce della Strata. to superstiziosi”, sorride il ragaz- na, dopo due maschi. L’altra sera Frattini.
“I minatori cileni sono delle roc- zo. “E questa tragedia è piena di ha mandato un messaggio alla
ce”, assicura Arnaldo, cugino di dettagli che le danno un tono ma- moglie: “Si chiamerà Esperanza”. MEDIO ORIENTE
Dopo l’esplosione di una seconda piattaforma al largo Alex Vega, uno dei 33 intrappola- gico. I 33 minatori sono stati ritro- Come l’accampamento allestito
della Louisiana ci sarebbero perdite di greggio in mare. ti. “È solo questione di pazienza”. vati vivi il 22-8-2010. Sommando fuori dalla miniera. Come il sen- “Accordo di pace
I dipendenti sarebbero invece stati tutti evacuati. Anche Arnoldo fa parte della tutti i numeri, esclusi gli zeri, il ri- timento che in questo momento entro l’anno”
grande famiglia minera. “Tutti cre- sultato è 33. Il ministro delle mi- accomuna tutti i cileni.

I leader israeliani e
palestinesi si

Beirut, Italia: trent’anni senza verità sarebbero trovati


d’accordo nel
raggiungere un’intesa di
pace entro l’anno;
NELL’ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DEI GIORNALISTI DE PALO E TONI D’ALEMA PROMETTE NUOVI SFORZI questo il primo risultato
dei colloqui organizzati
di Emilio Fabio Torsello tolare due viali di villa Gordiani, un'i- - spiega Giancarlo De Palo, fratello di “La nostra è stata un'odissea senza a Washington. Prossimo
niziativa che restituisce la visibilità Graziella - che per ora non possono Itaca”, aggiunge Giancarlo che ha im- round il 14 e 15 in Medio
l Copasir ha sollecitato il governo per anni negata alla vicenda. Depi- pegnato l'intera vita nella ricerca del- Oriente.
Irelazioni
e i Servizi segreti a portare avanti
utili con i Servizi libanesi e
staggi, false speranze e infine il
piombo del Segreto di Stato imposto
essere divulgati”. E proprio il divieto
di divulgare le carte e farne copia, re-
sta uno dei limiti più pesanti per l'ac-
la verità. Prima al fianco delle auto-
rità italiane poi, quando si è reso con-
con le persone che all'epoca vi ri- nel 1984, la scomparsa di Graziella certamento della verità. “Il risultato to che la verità ufficiale era ben di-
coprivano cariche di responsabilità, De Palo e Italo Toni ha faticato a rag- pur positivo di aver preso visione dei versa da quella che andava emergen-
per ottenere qualsiasi informazione giungere le prime pagine dei gior- documenti - ha dichiarato Fabio De do, in solitaria.
utile” sul sequestro e l'omicidio dei nali, spazzata via anche dallo scan- Palo, l'altro fratello di Graziella - è sta-
giornalisti Graziella De Palo e Italo dalo della loggia massonica P2, to vanificato dall'impossibilità di far- “NEL 1981 ho incontrato Arafat -
Toni. In occasione del trentennale esploso a pochi mesi dal rapimento ne copia e quindi di confrontarli con racconta - poco dopo che, nel feb-
della scomparsa dei due cronisti, ra- dei due giornalisti. altri atti. Questa mancanza rende so- braio dello stesso anno, ci era stata
piti a Beirut il 2 settembre del 1980 lo formale l'accesso ai documenti”. comunicata dal governo italiano, nel-
mentre indagavano sul traffico inter- A TRENT'ANNI di distanza, pe- “La commemorazione - ha dichiarato la persona di Arnaldo Forlani, la no-
nazionale di armi verso l'Italia e mai rò, qualcosa sembra muoversi. L'11 Aldo Toni, fratello di Italo - lascia tan- tizia secondo cui Graziella e Italo era-
più ritrovati, il presidente del Comi- settembre del 2009, su iniziativa del ta incompiutezza: trent'anni sono la no in mano ai Falangisti a Beirut Est,
tato Parlamentare per la Sicurezza sindaco di Roma, Gianni Alemanno, vita di una persona e per tutto questo una zona in cui non sarebbero mai
della Repubblica (Copasir), Massi- viene sollecitata la rimozione del Se- tempo abbiamo vissuto nell'ansia”. potuti andare in quanto privi di visto.
mo D'Alema, ha rassicurato le fami- greto di Stato. A se- A questa pista non ho mai creduto ma
glie circa l'impegno delle istituzioni guire la vicenda è ci venne ripetuta anche da Arafat. A
a far luce su una vicenda che rac-
chiude lo spirito grigio dell'Italia de-
l'allora presidente
del Copasir, France-
Il fratello accusa l’Olp quel punto ebbi la certezza che Gra-
ziella era stata assassinata dall'Olp”.
gli anni Settanta e Ottanta. La rifor-
ma del Segreto di Stato, ha concluso
sco Rutelli: il gover-
no permette ai fami-
e la “copertura” La manovra del governo italiano, se-
condo Giancarlo De Palo, era chiara:
D'Alema, “definisce il principio del- liari dei due giorna- “si voleva dare la colpa ai Falangisti
la trasparenza dopo trent'anni ma listi di accedere a del governo italiano per allontanare ogni sospetto dal-
ancora mancano i regolamenti attua- 1.240 documenti, l'Olp con cui il nostro Paese aveva
tivi”. mentre ne tiene se- che aveva buoni rapporti accordi e su cui, a oggi (si deciderà se
Alla memoria dei due giornalisti, il greti altri. “Sono per rimuoverlo il 31 dicembre, ndr), an-
comune di Roma ha deciso di inti- la maggior parte atti con Arafat cora vige il Segreto di Stato”.
pagina 14 Venerdì 3 settembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

CINEMA DA LEONI
Contestazione a Letta,
hanno visto un altro film Sneijder
Per i
Zeta-Jones
“A Michael
Borriello
Alla Roma
Ventura
Devo tutto a
bookmakers la diagnosi di grazie a un Lele Mora,

LA BIENNALE
è il favorito cancro è sms di De ma ora lui
a vincere il arrivata in Rossi: annamo frequenta
Pallone d’Oro ritardo” a vince gente dubbia

SENTE FIASCHI PER FISCHI


di Malcom Pagani
e Federico Pontiggia
di stampa in “contestazione”.
Sembra uno scherzo e invece è
Venezia tutto vero, perché ogni cosa, so-
GIURANDO
di Luca Guadagnino
prattutto la libertà di espressio-

C
ne, ha un prezzo. Tarda mattina-
ta. Mario Resca, altissimi gradi La grandezza della Mostra la vedi subito:
del Ministero dei Beni Culturali ovazione in sala grande che scoppia di
stante la conclamata latitanza di entusiasmo alle due del mattino per il
Bondi e nonostante la presenza sublime “Machete”. Quando noi italiani
di Francesco Giro, interviene al- capiremo che la rivoluzione e l’alleanza dei
la conferenza stampa del film di poveri ha senso nell’immaginario perché
Elisabetta Sgarbi. E’ commosso, l'immaginario è la realtà? Insomma
ringrazia il di lei fratello “per rivoluzione mexicana qua, ora!
avermi fatto conoscere que-
st’opera” e magnifica il Mibac.

Lite
ministeriale spetto al rivale francese di sempre stival, si balla ogni sera. Gente che
inegiornale Luce, anno 2010, e all’eterno miraggio hollywodia- non ha l’aria di divertirsi si dime-
XVI dell’Era Berlusconi. Ripor- no. Con quella cifra, a Los Angeles na stirando sorrisi forzati mentre i
tiamo integralmente un’indi- DATI in crescita, spottone senza non copri neanche le spese di un baristi, a ritmo fordista, prepara-
gnata dichiarazione in difesa di contraddittorio e velo di silenzio prodotto indipendente. Lo Stato no intrugli gratuiti ad alto tasso al-
un galantuomo offeso nell’ono- sulle domande urticanti di Rena- ne offre gentilmente più di 7, al colico. La musica confonde i pro-
re: “Dalla Biennale giunge un to Nicolini. Quando Resta parla resto pensa la Regione (250.000 fili e capita così, che qualche rug-
ringraziamento al dott. Gianni dell’arte restituita alla gente “nor- euro, in crescita) e poi a piovere, bista a digiuno di mischie, reciti
Letta, Sottosegretario alla Presi- male”, l’ex inventore dell’estate borse, magliette, biglietti, abbo- da buttafuori rischiando di essere
denza del Consiglio, per aver romana interviene per chiedergli namenti e rancio militaresco in buttato dentro, a calci, dal presi-
partecipato, applauditissimo, di spiegare il senso di quella nor- piatti di plastica al riparo dei bian- dente di giuria Quentin Taranti-
alla serata di apertura della 67. malità. Ignorato dal moderatore chi padiglioni, anch’essi, natural- no, non riconosciuto, bloccato
Mostra del Cinema. Si aggiunge Pezzotta, a Nicolini rimane solo mente, dello stesso materiale. Sul sulla porta e molto, molto altera-
un commento: “Siamo franca- l’ironia “forse non mi ha ricono- piccolo mondo antico (e autore- to. In Laguna, come nei film, mai
mente stupiti che un eventuale, sciuto” e la solidarietà urlante di ferenziale), ballano gli sponsor. perdere la continuità. Anni fa,
non udito, segnale di dissenso Ferzetti del Messaggero, tra i pochi Insieme alle entrate della Bienna- all’omologo del regista di Pulp Fic-
nei confronti del dott. Letta pos- a protestare. A Venezia si paga an- le, coprono il 34percento del tion, il cinese Zhang Yimou, ac-
sa essere addirittura impropria- che l’aria. Per esistere, 12 milioni budget complessivo. Allo spazio cadde di rimanere fuori dalla sala
mente enfatizzato da un’agenzia di euro. Comunque un’inezia ri- Lancia, principale fontana del Fe- Grande, nonostante giurasse di
aver diritto a entrare.

Passerelle
ABBIAMO VISTO e cocktail Gianni Letta
in smoking all’inaugurazione

ALTI E BASSI SUL MEDIO ORIENTE LA LANCIA interpreta il ruolo


che sulla Croisette è dell’Oreal,
La kermesse
costa 12
della Mostra del cinema
di Venezia (FOTO ANSA)

qui assente. Porta gli attori in giro, smo, hanno fiutato l’aria in anti-
è
Drammatico
èèè
Drammatico
èèèè
Drammatico
officia feste di ogni natura, tap-
pezza i manifesti giganti (20mila
milioni di euro, cipo. Da qualche anno affittano
manieri e dimore e partono. Qual-
Miral La pecora nera Incendies euro ad affissione). Denaro e pub- cuno che occupi lo spazio, si tro-
di Julian Schnabel, con Freida di Ascanio Celestini, con Ascanio Di Denis Villeneuve, con Maxim blicità. Tanto poi si sfila. In con- comunque va sempre. Ha aperto Franca Soz-
Pinto, Hiam Abbass Celestini, Gaudette tinuazione. Cambi d’abito, passe- zani, tanto per rimanere in Vogue.
Al cuore, Julian! Per amore: Maya Sansa Due fratelli in viaggio per relle, cocktail. Ognuno schiera la meno di un film Party d’apertura della Mostra a Pa-
non di cinema, ma di Rula. Do- Ragni e bimbi infilzati, suore ritrovare il padre, un’iniziazione propria squadra. Le più numero- lazzo Papadopoli con 150 invitati,
po “La scafandro e la farfalla”, scoreggione e “i favolosi ‘60”, sentimentale che non si se, tendono a confondersi. Que- indipendente (molti da fuori) e consuntivo fina-
l’ebreo americano Schnabel fino al supermercato, dove pa- dimentica perché l’infanzia: “È stione di duopolio, traduzione ita- le di molte decine di migliaia di
adatta il romanzo autobiogra- ghi l’alienazione. Libro e teatro, un chiodo che non si toglie liana di monopolio. Rai e Medusa americano euro. A Venezia il lusso si paga.
fico della sua compagna, la gior- La pecora nera arriva al cine- facilmente” e poi l’inferno sono ovunque. Film in concorso, Provate a prenotare una camera
nalista palestinese e “globe- ma. Qualcuno sbadiglia, altri ri- libanese degli anni ’70, sullo libagioni, rappresentanza perché durante la Mostra: si parte dai 500
trotter” Rula Jebreal. La strada cordano le purge aziendali a sfondo di un’umanità sacrificata la finzione ha la sua costosa realtà. balli non più ripetibili sulla spiag- euro del Danieli ai 700 dell’Excel-
dei fiori di Miral arriva sullo base di Eisentein. Il Nicola di a un principio religioso. Un film Gli esborsi dipendono dal nume- gia di edizioni passate, in omag- sior, ma solo se avete una conven-
schermo concedendo poco al Ascanio Celestini, è un folle magnifico, sorprendente, che ro di pellicole nella borsa e a volte gio all’austerity, li ha tagliati del zione molto aziendale. Altrimen-
cinema, e molto alla fiction tv: Virgilio nella sporcizia sotto il parla di coraggio al femminile e sono funzionali a favori da resti- tutto), altri resistono. Riviste, fon- ti, potete venire e andare in gior-
“Salam Aleikum” ma tutto il re- tappeto sociale. Bella la foto- senza ragioni apparenti, langue tuire a strettissimo giro, come ac- dazioni, mecenati o produttori in nata, con un panino a 8 euro, un
sto è in inglese, la Causa pale- grafia digitale di Ciprì, il “c’era fuori concorso. Il canadese cade tra chi si conosce da anni, odore di Libia che possono per- caffè a due e una tagliata al san-
stinese è senza se, senza ma e al una volta e c’è ancora” del can- Incendies (temi non distanti dal ma in ogni caso, la trasferta di uno mettersi di esagerare. Da Vanity gue, il vostro: 33 euro, cottura in-
caviale, la camera a mano un tastorie regala una confinata Miral di Schnabel, risultato dei due grandi broadcaster italia- Fair a Vuitton (in attesa di Gucci) a clusa. Dati industriali, anche se
salvagente nella noia. Dal cuore giovinezza al Santa Maria della imparagonabile, dava forse ni (funzionari, famiglie, ospiti illu- Tarak Ben Ammar, l’ingresso è per l’università di Confindustria, la
all’elettrocardiogramma: piat- Pietà. Tra istituzioni e capri fastidio?) è finora la vetta più stri) in media, non scende quasi pochi. Quando il palcoscenico si Luiss, ne vede altri: una persona
to.. espiatori, vince La pecora... alta della Mostra. mai sotto i centomila euro. Se un sposta dal Lido al Canal Grande, su due, il film lo scarica a casa.
(Fed.Po.) (Fed.Po.) (Ma. Pa.) convivio per un piccolo film na- atmosfera e conto cambiano radi- Con il rischio lo sforzo veneziano,
zionale costa circa 75 euro a per- calmente. I nobili veneziani, in si riveli drammaticamente inuti-
sona (e qualcuno, rimpiangendo i omaggio a secoli di mercantili- le.
Venerdì 3 settembre 2010 pagina 15

SECONDO TEMPO

FALLI DI POSIZIONE

GIOCHINI PREZIOSI
Il patron del Genoa non poteva trattare con Moratti,
ma i due se la cavano con poco
di Luca Cardinalini munque contatti con tesserati
inibiti o squalificati” per “atti-
utto confermato: le vità comunque attinenti al tra-

T squalifiche (6 mesi di
inibizione per il presi-
dente del Genoa, Enri-
co Preziosi, e 3 per quello
dell’Inter, Massimo Moratti)
sferimento, alla cessione di
contratto o al tesseramento di
calciatori e tecnici”. È proibi-
ta, e quindi punita, la sempli-
ce “condotta” che si realizza
e le multe (90 mila euro per nel “contatto” con un sogget-
la società rossoblù, 45 mila to inibito in materia di acqui-
per i nerazzurri). La corte di sti o cessioni di calciatori, e
giustizia della Figc, ha appe- non richiede che tale incon-
na respinto i ricorsi dei due tro sia concluso con la defini-
illustri imputati e ribadito la zione del relativo contratto.
bontà della sentenza della Ma Preziosi, più che inibito, si
commissione disciplinare. sente disinibito. Come da ma-
Si va alla pena e all’incasso. E nuale del presidente che si è
al racconto, ovvio.
Per capirci qualcosa bisogna
fatto dal niente e da solo, va a
pranzo con un vip e poi lo rac-
Hanno trattato
fare un piccolo salto all’in-
dietro, ora di pranzo del 20
conta in giro. A tutti.
Insomma, quel pranzo non
il trasferimento
maggio 2009, quando i due
patron si incontrano a casa
doveva essere proprio un
gran segreto se – come accer-
di Milito e
di Moratti. Il menu, pietanze teranno gli ispettori federali –
a parte, è ricco: il trasferi- ne riferirono subito i contenu- Thiago Motta:
mento di Milito e Thiago ti il Corriere dello Sport, Repub-
Motta, cosa che a gennaio blica, Il Secolo XIX, La Gazzetta, Preziosi era
non era andata in porto ma perfino il sito internet
che di lì a poco si verifiche- www.fcinternews.it. E nella interdetto per
rà. trasmissione “We are Genoa”,
Embè? dirà il lettore-tifoso, sulle frequenze della televi- una bancarotta
che c’è di strano? C’è di stra- sione regionale Telenord, an- Enrico Preziosi allo stadio Ferraris di Genova (FOTO LAPRESSE) Nella foto piccola il presidente dell’Inter Massimo Moratti FOTO ANSA
no che i due avrebbero po- dò in onda un sorridente e lo-
tuto pranzare insieme – ci quacissimo Preziosi, nel più pie, di buttar giù una bozza di all’evidenza conclamata dei va (cosa che non sarebbe av- titia criminis, sul dies a quo di de-
mancherebbe altro – ma classico degli autogol: “Ho vi- testo e di assegnare il fascico- fatti, i due Paperoni avrebbe- venuta nel caso in esame)”. correnza del termine previsto
non potevano discutere di sto Moratti a colazione, abbia- lo a un sostituto, dopo una set- ro ammesso pacificamente Con elenco di riferimenti: il dal vecchio testo dell’articolo
affari, per via di un piccolo mo raggiunto un accordo sul- timana iniziano le indagini e tutto. Qui no. fatto storico della colazione 32 comma 11 del Codice di
pregresso che gravava sul la valutazione dei due calcia- poi gli interrogatori. Il reato oggetto di indagine sarebbe giustizia sportiva, sull’appli-
groppone di Preziosi. Una tori (Motta e Milito) e ci siamo contestato parla di violazione Contro dovuto essere conoscibile al- cabilità dei principi del favor
sciocchezza, che risaliva ai stretti la mano. Tra di noi c'è dell’articolo 1, comma 1 del i magistrati la Procura già il 20 maggio rei e del tempus regit actum…
tempi in cui era proprietario molta simpatia e nel futuro codice di giustizia sportiva. 2009; l’assegnazione dell’in- Salvo poi franare davanti a un
anche del Como, società che potrebbero esserci altre colla- Mutatis mutandis, è come se dagine è datata 27 luglio muro alto di ingenuità – “Vab-
portò in un attimo dalla C borazioni. Non voglio entrare uno avesse contestato il pri- PREZIOSI , non potendo 2009; l’acquisizione delle di- bè, avremo parlato anche di
alla A, e in un altro al falli- nei dettagli: abbiamo ottenu- mo articolo della Costituzio- smentire la sua voce e le sue chiarazioni audio è del 19 lu- calcio, ma era solo un incon-
mento. In rapida successio- to delle contropartite impor- ne e affermato che “l’Italia immagini con l’evergreen glio 2009; il ricevimento della tro conviviale” – e infine agi-
ne vennero l’accusa di ban- tanti. Posso rivelare solo che non è una Repubblica fondata “avete estrapolato una mia documentazione dall’Ufficio tare la bandiera bianca
carotta fraudolenta, gli arre- dell'affare fa parte Acquafre- sul lavoro” (a pensarci, c’è sta- frase da un contesto”, ha scel- Tesseramenti è del 13 novem- dell’ignoranza: “Ma Preziosi
sti domiciliari, il patteggia- sca”. Cosa, anche questa, to chi l’ha detto, ma non è sta- to un gesto anticonformista: bre 2009; l’audizione degli in- mica me lo aveva detto che
mento della pena di 23 mesi puntualmente avvenuta. Per to sanzionato…). se l’è presa con i magistrati: “A teressati termina il 22 dicem- era inibito, non lo sapevo”.
e 5 milioni di risarcimento, non parlare di Motta e Milito, Si arriva alle squalifiche (lu- violare il codice è stata la Pro- bre 2009. Insomma atti di in- “I comunicati ufficiali si inten-
la definizione di “sportiva- il mese successivo presentati glio 2010) e ai conseguenti ri- cura Federale, perché le inda- dagine svolti tardivamente e dono conosciuti, con presun-
mente pericoloso”, cinque alla Pinetina. corsi. In mezzo c’è stato il tra- gini si sarebbero dovute con- contra legem, a suo dire. Singo- zione assoluta, a far data dalla
anni di inibizione con pro- Per non far scattare l’inchie- sferimento dei due calciatori, cludere, in assenza di richie- lare anche la difesa di Moratti loro pubblicazione”, hanno
posta di radiazione. sta, i procuratori federali do- la tripleta interista, i soldoni ar- sta e concessione di proroghe e dell’Inter. Prima una dotta detto i giudici federali. Fine
vevano essere tutti orbi e sor- rivati nelle casse genoane. eccezionali, entro l'inizio del- disquisizione sulla data della del processo breve, anzi bre-
Altre di. Il tempo di fare due fotoco- In un paese normale, davanti la successiva stagione sporti- venuta a conoscenza della no- vissimo.
storie
di Giorgio Dell’Arti
UN GIGLIO di campo, in-
LIBROINGOCCE
IBROIN
IBROIN
NGOC
Tra i villaggi e i
somma, che incapperà anco-
ra in altre storie poco esaltanti
– ma chi è che non cade mai? –
fino alla marcia trionfale e co-
paesi messi a
ferro a fuoco
dai nordisti alla
Nord, Sud e giustizia territoriale
conquista del
stosissima di oggi. Perché, co- Sud.«Gli
me si sa, per i dolori di ogni ge- oltraggi subiti Trasferimenti Soldi che Il Sud ha un potere di acqui- labria, Basilicata e Sardegna. nomia sommersa, che è zero,
nere e qualche volta anche ogni anno si trasferiscono dal sto pro capite inferiore a Contribuenti Il contri- e quella sull’economia emer-
per le fedine penali, il tempo è Nord al Sud (Lazio incluso): quello del Nord (-11,8%), buente lombardo per ogni sa, che è molto maggiore di
un toccasana. 50 miliardi di euro. consumi pubblici peggiori 100 di tasse pagate ne occulta quella ufficiale, 10-11 punti in
Ma a quel tempo, Preziosi, Parassitismo Priva di de- Divari 1 Divario tra Nord (-29,6%), un ammontare di 12,5. Il contribuente calabre- più.
non poteva in alcun modo naro per “fronteggiare le do- e Sud nel 1861: tra il 10 e il tempo libero addizionale che se ne occulta 85. L’Emilia-Ro- Servizi Alla Pubblica ammi-
rappresentare il Genoa nem- mande di assistenza e prote- 25%. Negli ultimi cin- è quasi cinque volte maggio- magna e il Veneto 19. Poco nistrazione, per i servizi of-
meno come raccattapalle, fi- zione”, all’inizio degli anni quant’anni: 40%. re. Arrotondando, si può dire più in là, ma sempre al di sot- ferti, il cittadino del Nord
gurarsi se poteva decidere ac- Settanta la politica italiana Divari 2 Il Sud produce il che il cittadino medio del Sud to della media italiana (26,4), versa mediamente 371 euro
quisti e cessioni. La previsio- decise di aumentare sia le tas- 53,2% di quello che produce ha 2.000 euro all’anno in me- Friuli, Lazio, Piemonte e l’anno, quello del Sud 187.
ne normativa è drastica e fa di- se che le spese portando il il Nord, ma consuma l’89,1. no di consumi privati, 1.000 Trentino. La regione meridio- Galline “La spoliazione non
vieto ai soggetti specifica- deficit pubblico al 120% del Libertà “A volte si ha l’im- euro in meno di consumi nale più virtuosa è l’Abruzzo incontra spesso una resisten-
mente indicati di “avere co- Pil in vent’anni (1972-1992), pressione che la società me- pubblici, 7.000 euro in più (30,5). In coda Puglia (52), za molto efficace da parte de-
ma ampliando la sfera d’in- ridionale abbia trovato sotto forma di tempo libero Campania (55,3), Sicilia gli spogliati; ciò che finisce
fluenza del ceto politico-bu- nell’accesso ai consumi l’uni- (pagato 6,3 euro all’ora). (63,4) e, appunto, Calabria. talvolta per arrestarla è la di-
La corte rocratico. “Più acquisti, più
stipendi pubblici, più pensio-
ca forma possibile di libertà in
una realtà oppressa dalla po-
Sommando tutti e tre gli ad-
dendi, il tenore di vita del cit-
Evasione L’Italia ha una
pressione fiscale ufficiale del
struzione di ricchezza che ne
consegue e che può portare
della Figc ni, più sussidi, più rendite fi-
nanziarie, (titoli di Stato): in
litica e dalla criminalità. Anzi,
l’oppressione della politica è
tadino del Nord vale 26.714
euro, quello del Sud 30.138,
43% (era del 31,3% nel 1980).
Si calcola rapportando l’am-
la rovina del paese. La storia
ci insegna che più di una volta
li ha condannati: breve, più parassitismo. Que-
sto meccanismo ha permes-
tollerata proprio perché con-
sente di accedere, per vie
circa il 13% in più.
Spreco Il tasso di spreco
montare delle tasse (imposte
e contributi) al valore del Pil,
la spoliazione ha finito con
l’uccidere la gallina dalle uova
so agli italiani di vivere per contorte, alla società dei della Pubblica amministrazio- ma poiché l’Istat nel Pil inclu- d’oro” (Vilfredo Pareto).
90 mila vent’anni al di sopra dei pro- consumi” (Isaia Sales). ne è prossimo allo zero in de anche l’economia som- Notizie tratte da: Il sacco
pri mezzi”. Conseguenze: lo Tenore di vita Il tenore Lombardia (2,8%), molto mersa, e l’economia som- del nord. Saggio sulla giu-
euro per uno, choc del ’92 (crollo della lira di vita è dato da a) i consumi basso (sotto il 15%) in tutto il mersa non paga tasse, quel stizia territoriale di Luca
e recessione) e l’arresto della privati in termini reali; b) i Nord e sale regolarmente 43% è una sorta di media fra Ricolfi. Guerini e Asso-
45 mila crescita nell’ultimo venten- consumi pubblici effettivi; c) scendendo verso Sud fino a due pressioni fiscali diverse: ciati. Euro 23,50 pagine
nio. l’ammontare di tempo libero. toccare il 50% in Sicilia, Ca- la pressione fiscale sull’eco- 271
per l’altro
pagina 16 Venerdì 3 settembre 2010 Venerdì 3 settembre 2010 pagina 17

SECONDO TEMPO SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ ca del pezzo forte: a Imperia
contrabbando di tartarughe di Luigi Galella
Una vita
da “Velone”
una “Striscia” e l’altra, cele- '900 sul tema ci costruisce
MONDO
IL PROGRAMMA DI LUCA DE BIASE

“Siamo una rete”


WEB
di Federico Mello
è “CERCASI TRADUTTRICE UNDER TRENTA”
L’ANNUNCIO NEWTON COMPTON. POI IL CHIARIMENTO
Una sorta di psicodramma è andato in scena ieri su
Facebook. Sulla pagina della casa editrice Newton
Compton è partito un annuncio: “Cercasi giovani
candidate (under 30) per prova di traduzione dall'inglese
all'italiano di Pretty Little Liars”. Ma, come rileva Affari
Italiani, l’indicazione esplicita del sesso delle aspiranti non
è piaciuta agli iscritti. “C’è un errore... all’annuncio manca
’di bella presenza’” commenta per tutte Elisa
seguita da altri “fan”. Alla fine dalla casa
feedback$
Commenti al post su
ilFattoQuotidiano.it:
“Scuola e precari, il
paradosso di chi rifiuta
il posto” di Augusto
Pozzoli

è ERO IN graduatoria per


aver fatto il concorso nel

Salamandre e salamandre.

T g3
Il Presidente operaio esi-
ste eccome. Dopo le luci – e
O gni sera, ammaestrate dal
domatore Enzo Iac-
chetti, vediamo esibirsi del-
le attempate signore trave-
bra appunto il concorso del-
le “velone”. Donne non più
giovani, casalinghe, pensio-
nate, improbabili ballerine
e cantanti, che non si sot-
la categoria dell’umorismo,
nelle due successive moda-
lità dell’ “avvertimento” e
del “sentimento del contra-
rio”: se incontriamo una
su RaiTre
è MEGABANDA DA 100 MEGA
NUOVA OFFERTA FASTWEB IN SETTE CITTÀ
Anche in Italia arriva la super-banda larga.
Fastweb ha infatti annunciato che dal 6
settembre offrirà una connessinone di 100
editrice hanno spiegato con un nuovo post:
“Lavoriamo con uomini e donne, giovani e
meno giovani. In questo caso specifico come
in altri cerchiamo di far coincidere lo spirito
del libro con la ‘voce’ che poi avrà in italiano”.
’99, quindi più di dieci anni
fa. Nel frattempo mi sono
trasferita in Svizzera e anche
se anche qui sono precaria
ho rinunciato al posto

illegali le ombre – di Venezia, Na-


politano se ne va a Mestre e
parla d’industria là dove il
polo di Marghera è diventato
stite da fanciulle (“Velone”,
Canale 5, 20.30). Un gioco
tutto interno all’estetica di
Antonio Ricci, creatore
traggono al palcoscenico,
anzi. La tv è sempre più an-
ziana, e vanno accontentate
donna anziana tutta imbel-
lettata la nostra prima rea-
zione è di riderne (l’avver-
a tv non ama la Rete. Sarà manale del Sole 24 Ore dedicato
mega al secondo a 2 milioni di famiglie e
aziende già raggiunte dalla fibra ottica.
Sarà possibile usufruire del servizio a
Milano, Roma, Genova, Torino, Bologna, DAGOSPIA
perché qui ho una famiglia e
mio marito ha trovato un bel
lavoro. In dieci anni mi

L
tutte le categorie e le fasce timento del contrario) – il sembra naturale aver trovato
il segno più chiaro di una cri- dell’emblematico perso- d’età, anche se attraverso lo comico – ma se riflettiamo che la sente come sua con- a Internet e innovazione. “Sia- Napoli, Bari (da subito per i nuovi clienti FRATELLI E AMICI soluzioni alternative
di Chiara Paolin g2 si profondissima. Ma il senso naggio della “velina”, assur- sberleffo dell'autoparodia, sui motivi che l’hanno in- corrente, sarà che non ci mo tutti una rete” è la frase di mentre per chi è già abbonato l’upgrade DI DELLA VALLE all’insegnamento!

g1
T Imparate gente: Maria-
stella Gelmini non manda
dell’ironia resiste: “Lui dice
che ci vuole il ministro” se la
to a paradigma, che nella
prima “Striscia la notizia”
forse per molte di loro in-
consapevole.
dotta a travestirsi da giovi-
netta, la volontà ad esempio
sono ancora sufficienti
competenze sul nuovo conti-
lancio per il nuovo program-
ma. “Pensare che tutte le cose
partirà a ottobre). L’attivazione della
mega-banda costerà 100 euro una tantum
Chi l’ha visto in agosto sulla
sua barca “Altair” tra le isole
Maura

T Finalmente una bella di-


sgrazia lontana e ingestibile:
al macero 200mila precari
della scuola ma “illustra le
ride Napolitano riportando
la battuta di un giornalista
nasceva dalla volontà di pa-
rodiare quei foglietti, le ve-
La gara si svolge sul serio,
almeno così ci viene presen-
di trattenere l'amore del ma-
rito, subentra il “sentimento
nente connesso; sarà anche
che non è facile trovare format
sono collegate tra loro – dice il
neo conduttore al Fatto Quoti-
e avrà un canone mensile di 15 euro (10
euro aderendo subito all’offerta).
del Peloponneso, sostiene che
Dieguito Della Valle sembrava un
è BASTEREBBE un
bidello a capire quello che
in fiamme un’altra piattafor- novità” del nuovo anno sco- sulla vacatio post Scajola . E line appunto, che rappre- tata, con una giuria di gior- del contrario” - l'umorismo - e linguaggi adeguati a raccon- diano – è importante per capire ragazzino. Lo scarparo marchigiano bisognerebbe fare per far
ma petrolifera, mica sarà col- lastico. Cioè più tempo lun- aggiunge: “Passo la voce, sentavano gli ordini e le cen- nalisti, capeggiata questa e il riso si trasforma in sor- tare la nuova realtà. Domani, 4 la realtà che ci circonda. Cer- e la sua terza moglie si sono divertiti funzionare meglio la scuola,
pa di Berlusconi no? go per tutti, computer e me- passo la voce”. sure impartite ai giornali dal settimana dalla critica tele- riso agrodolce, che è la mi- settembre, però, alle 21, su Rai- cheremo di spiegare come la come matti a tirare gavettoni contro Clemente Mastella. senza tagli o
E poi nella politica italiana raviglie della tecnica, più Per dare una botta anche da regime fascista. “Velina” è visiva Alessandra Comaz- sura della partecipazione Tre va in onda Cosmo, un pro- scienza influenza la forma del Guardando il tramonto il patron della Tod’s si imbarcava in “razionalizzazioni” come
non c’è il bitume ma altro una moderata dose di solida- destra, Mariella Venditti si una sineddoche, la parte zi. (pazienza per il conflitto umana alla sua condizione. gramma di Gregorio Paolini corpo umano, come le nuove lunghe discussioni politiche con il suo mentore politico Mastella dice la signorina abilitata a
materiale organico assai me- rietà a chi sta protestando on trasforma in simil-Genchi e per il tutto, perché inizial- d’interessi). E l’emozione Delle velone si può ridere, condotto da Luca De Biase. Co- tecnologie influenzano l’inno- che evocava i fasti della vecchia Dc. Al 57enne Dieguito l’idea di reggio calabria ma residente
no pregiato: Bersani dice the road, tranne a quelli che insegue il caso squadracce a mente le due ragazze por- che vediamo dipinta sui vol- certo, fa parte del gioco smo non si occupa di Internet e vazione, come si evolve l’intel- resuscitare la “balena bianca” non piace affatto perché nel suo a Desenzano sul Garda.
che stiamo tutti nella fogna, si fanno strumentalizzare e Mirabello mandando in onda tavano i foglietti ai condut- ti delle protagoniste, nel (nella modalità dell'avverti- Web in senso stretto: è invece ligenza e come reagiamo di animo a volte infantile e provinciale, batte il cuore di quella Stefania
Cicchitto gli risponde “chi soprattutto “sono iscritti un’intervista telefonica a Vi- tori. momento in cui Iacchetti mento del contrario) un po’ un magazine di divulgazione fronte alle sollecitazioni del modernità che lo ha portato a costruire un impero industriale e
lo dice sa di esserlo mille vol- all’Idv”. Cattivi cattivi catti- tale Matteri, il militante Pdl Ma la parola, ovviamente, è sta per dichiarare la vincitri- come accade con i grotte- scientifica che cercherà di ri- cambiamento che affrontiamo a volere un taglio netto con la gerontocrazia. A Mastella che è ALLA CLASSE politica
te e lo sei tu” (più o meno). vi. di radice An che ha confer- del tutto svincolata oggi dal- ce della serata, sembra au- schi personaggi della “Cor- spondere alla seguente doman- ogni giorno”. Il concetto di Re- scuoteva la testa, Dieguito ha declinato i nomi dei politici e dei che ha Santificato il nuovo
Roba da ragazzi, e pure intel- Segue lezione su extracomu- mato tutto: Francesca Pa- la sua genesi storica e desi- tentica. Si comprende che rida”, ma quando queste da: “Come possiamo descrive- te esce così dalla struttura tec- banchieri che sfiorano la soglia degli 80 anni e per i quali occorre Profeta Islamico al posto di
ligenti visto quello che fanno nitari bravi e bricconcelli. scale, giovane e spigliatissi- gna ormai un genere di ra- quelle donne ci provano a donne iniziano a raccontare re – spiega De Biase sul suo blog nologica che usiamo per con- un ricambio generazionale. Questa tesi viene fuori con chiarezza Maometto e che ha
i giovani a Pesaro: ustionarsi Nella rossa Livorno gli abi- ma Papi Girl, voleva organiz- gazze, rivolte a ricercare il vincere, ci sperano. la loro vita, il lavoro in fab- – le conseguenze di quello che netterci, e diventa, aggiunge il nell'intervista che lo scarparo ha concesso oggi (ieri, ndr) a strumentalizzato il simbolo
le braccia dando fuoco a una tanti perdono le staffe davan- zare un pulmino per portare facile successo televisivo at- Fu Italo Calvino, presago brica o i tanti figli cresciuti, stiamo scoprendo dal punto di giornalista, “una narrazione “Repubblica” dove strizza l’occhio in maniera plateale a della Croce per farsi gli affari
bevanda alcolica apposita- ti a un gruppo di rumeni che dalla Campania i fedeli ber- traverso l'esibizione delle del futuro, prima ancora e le vediamo non solo esi- vista scientifico e tecnologico dei fatti separati tra loro ma tut- Giulietto Tremonti e a Roberto Maroni. Le parole più dolci e di famiglia nella grande
mente spruzzata sulla pelle. fanno baccano tutte le sere; lusconiani al raduno Fli. In migliori parti anatomiche dell’avvento della tv com- birsi come delle tardoveli- sulla vita futura dei ragazzi e dei ti connessi. La Rete è un modo convinte sono per Luchino di Montezemolo che Dieguito azienda S.p.A. che controlla
Infine, alle ore 8.20, a spet- nella padana Torino un tuni- loco li aspettavano coi co- del proprio corpo. Così, in merciale, a polemizzare ne, ma offrirci piccoli fram- bambini di oggi? Le risposte di guardare le cose cercando di definisce “mio fratello” e per Corradino Passera (“un amico”). le istituzioni, cosa gliene può
tatore ormai cotto e decotto, sino ha avuto in omaggio un riandoli (Cento e il suo car- risposta alle tante critiche contro il giovanilismo. E Lui- menti di vita, piccoli squarci che daremo derivano da una so- capire come ogni nodo è col- Lo scarparo nega di essere tra i finanziatori della fregare la catastrofe della
ecco l’unica notizia impor- permesso di soggiorno per nevale sono a due passi) ma indirizzate al personaggio e gi Pirandello all’inizio del di umanità – forse sarebbe la certezza: il futuro è quello legato a un altro nodo”. Il pro- Fondazione “ItaliaFutura” del ragazzo dei Parioli. scuola pubblica? Importante
tante sull’azione di governo: aver messo in fuga un aggres- soprattutto con tanti bei gad- al genere da lui ideato, da bello dare più spazio e vi- che stiamo costruendo”. gramma, per cominciare, si li- per loro aver sistemato i figli
50 giorni di assenza a scuola sore che molestava la sua get fiammanti. Niente logo qualche anno quel mattac- Un’immagine dal programma sibilità a questo momento – Luca De Biase su Internet è un miterà a una puntata pilota. Poi (la trota è solo uno dei tanti
e si è bocciati. Tutto il resto è amica (italiana). Pdl: se il Futuro non è rosa, la chione di Ricci ha deciso di “Velone” di Antonio Ricci ci viene piuttosto voglia di punto di riferimento. Blogger e si vedrà. Auguri. Luca De Biase nello spot tv di casi) in posti sicuri ben
noia. O Tg2. Infine Lucia Pescio s’incari- Libertà non è certo azzurra. raddoppiare e in estate, fra condotto da Enzo Iacchetti sorridere. scrittore, cura Nova24, il setti- f.mello@ilfattoquotidiano.it “Cosmo”; la pagina Fb di Newton retribuiti nella piramide dello
Compton; ancora De Biase; stato
il logo del Twitter Awards Agostino Nigretti

è IL PIÙ grande errore è


stato dare soldi pubblici a
GRILLO DOCET scuole private ,non solo uno
FESTA CON SCHIFANI spreco ma una vera zappa sui
Il Pdmenoelle ha piedi ai cittadini, non bastava
invitato alla sua festa per l’evasione fiscale , poi sullo
discutere delle “Istituzioni” spreco di denaro pubblico ce
nientepopodimenoche Schifani. n’è da dire… partendo
Discetterà della saldezza del sistema dall’alto , la politica è
democratico con il plurideputato diventata un vitalizio…
Fassino. Chi può chieda a voce alta che Ambrogio
fine hanno fatto le 350.000 firme per la legge
popolare “Parlamento Pulito” che marciscono nelle è LA BARZELLETTA del
cantine del Senato. “Il nostro caloroso benvenuto a giorno, mi licenziano, sono
Renato Schifani alla Festa Democratica! Sabato 4 precario prendo la
settembre Renato Schifani sarà ospite al Festival del disoccupazione, e rifiuto il
PD, partecipando ad una conferenza sul tema ‘Le posto di lavoro preferendo la
istituzioni alla prova’, con Piero Fassino e Bianca disoccupazione. Dal libro
Berlinguer, alle ore 17:00, in P.zza Castello. Non fiabe del paese dei balocchi.
possiamo fargli mancare il nostro caloroso Pinocchia
benvenuto ed ascoltare con vivo interesse il
suo intervento! Chi vuol essere democratico, è GELMINI, ma ci faccia il
sia, del doman non v'è certezza! Su la Testa! piacere! lei se ne dovrebbe
MoVimento Cinque Stelle Piemonte”. Manuela tornare a casa. Il governo di
Bellandi. cui fa parte è insediato da
2) La Brambilla prepara un attacco squadrista a quasi sedici anni (e lei da
Fini, l’erede di Almirante e Mussolini. É più fascia oltre due anni) e solo ora si
del fascio. I nostalgici si ricordano ancora del suo accorge del numero di
braccio teso alla chiusura di un comizio. La precari ereditati! Se c’è uno
Brambilla, secondo alcune testimonianze. sta che strumentalizza la scuola
organizzando pullman carichi di camice nere della a fini politici, è lei. O non se
Nuova Rivoluzione Fascista, in fez e in orbace. La n’è accorta?
Brambilla Gioacchino
indosserà calze è IL TWITTATORE DELL’ANNO
e giarrettiera NUOVO PREMIO ALLA BLOGFEST è L’ASSUNZIONE da
nere per l’occasione. Dopo i mega-raduni Facebook organizzati parte del dirigente significa
(...) Chi difenderà per far conoscere dal vivo migliaia di amici accettare che
Fini, il nuovo leader virtuali, anche Twitter si prepara a un inevitabilmente il dirigente
è AL VIA “FRATTOCCHIE 2.0”
del centrosinistra, incontro di twitterer a carattere nazionale chiami parenti, amici. Già
DIRIGENTI PD A SCUOLA DI WEB
dalle squadracce per il 25 settembre, in occasione del succede di trovare delle
Il Partito democratico, pur presente
fasciste? Eia, eia, Blogfest 2010 che si terrà a Riva del Garda irregolarità, anzi illegalità,
su Internet, non gode di grandissimo
Brambillà. (TN), luogo di ritrovo della blogsfera nelle nomine di istituto. Però
sostegno da parte della Rete.
peninsulare. Se il Blogfest premia i migliori sono per l’aggiornamento
Probabilmente, anche in questa
blog dell’anno, il TweetAward nominerà il continuo degli insegnanti e
prospettiva, comincia oggi a Pesaro il
miglior twitterer dell’anno ma non solo: per il licenziamento per chi
corso nazionale di formazione del Pd su Web e politica.
anche il più simpatico, la più sexy, il più lavora male.
Il titolo è suggestivo: “Frattocchie 2.0” e si rifà a una
polemico. Nelle intenzioni degli Lela
versione “social” della storica scuola per dirigenti del Pci
organizzatori c'è soprattutto la volontà di
con sede nel comune vicino Roma (attiva fino al 1991). Gli
“far conoscere finalmente quegli avatar che è IL PROVVEDITORE mi
"iscritti, per lo più tra i 25 e i 40 anni, arriveranno da ogni
frequentiamo quotidianamente, quelli cui assegna uno spezzone di 3
parte d’Italia” ha spiegato Francesco Verducci, vice
diamo il buongiorno e la buonanotte, quelli (tre) ore settimanali. Se
responsabile vicario Cultura e Informazione Pd. La tre
ai quali proponiamo i nostri articoli, quelli accetto percepisco uno
giorni sarà dedicata all’uso delle nuove tecnologie applicate
che ci fanno fare una risata, quelli che ormai stipendio di circa 350 euro,
all'attività politica e alle campagne elettorali. Tra gli ospiti,
sono diventati dei veri e propri amici”. se non accetto ho la
Luca De Biase, Giuseppe Granieri, Alberto Castelvecchi,
Insomma, un’ottima occasione per disoccupazione che
Guido Scorza, Pippo Civati, Vincenzo Vita, Carlo Freccero.
socializzare e per fare una gita fuoriporta . quantomeno mi da 500 euro.
Questo il sito dell’evento: Certo che sono costretto a
http://tweetawards.tumblr.com/ rifiutare!
(Pasquale Rinaldis) Antonio
pagina 18 Venerdì 3 settembre 2010

SECONDO TEMPO

PIAZZA GRANDE Il sangue dei delfini La strage - 200 mila esemplari


all’anno - inizia a Taiji, cittadina giapponese a 500 Km
a sud-ovest di Tokyo, sempre in questo periodo. Ai
primi segni dell’arrivo dei delfini, i pescatori, battendo i
remi sull’acqua, creano una specie di muro del suono

Caro Pd, il metodo Obama vince che li disorienta per farli deviare nelle reti: vengono
uccisi con fiocine e ramponi. La carne dei cetacei viene
macellata e venduta sul mercato del pesce,
spacciandola per balena, molto apprezzata in Giappone

di Maurizio Viroli versa da quella che l’attuale va le loro menti e soprattutto


presidente del Consiglio e i i loro cuori. Come spesso ac-
na vittoria elettorale suoi hanno costruito e inten- cade, il realismo politico ben

U contro Berlusconi sa-


rà possibile soltanto
se i cittadini che nelle
ultime elezioni hanno diser-
tato le urne torneranno a
dono costruire. Deve, per ci-
tare ovvi punti, proclamare
che la Costituzione non si
cambia ma si attua, che i cit-
tadini sono uguali davanti al-
intende e sa valorizzare le
passioni. Possiedono i leader
storici del centrosinistra que-
ste caratteristiche? Credo
che la risposta debba essere,
votare per la coalizione di la legge e dunque che cancel- purtroppo, negativa. Tutti i
centrosinistra. La storia dei lerà tutti i provvedimenti atti dirigenti di consumata espe-
paesi democratici, e in par- a garantire l’immunità dalle rienza mancano dell’una o
ticolare la campagna eletto- leggi, per non parlare poi del- dell’altra qualità che paiono
rale di Barack Obama, inse- la necessità di costruire stru- oggi indispensabili per batte-
gna che i cittadini tornano a menti legislativi capaci ad im- re Berlusconi.
votare, o vanno a votare per pedire che un uomo, chiun-
la prima volta, quando il que sia, possa affermare un L’anagrafe
confronto elettorale assu- potere enorme, incompati- non c’entra
me i caratteri di una con- bile con la vita repubblicana.
trapposizione forte di valo- Punto essenziale di una pro-
ri, di persone, di program- posta alternativa dovrebbe HA DUNQUE ragione il
mi e di linguaggi. Insegna poi essere la revisione della sindaco di Firenze ad invoca-
anche che i militanti che legge elettorale in modo da re un nome nuovo, e per for-
vanno a parlare di persona sottrarre ai segretari di parti- tuna candidati credibili ci so-
agli altri elettori sono un ef- to il controllo completo su no. Non convince però la sua
ficace mezzo di persuasio- coloro che saranno eletti e insistenza sul contrasto gio-
ne nei confronti dei citta- rendere così più difficile la vani-vecchi. Le qualità che ho
dini inclini a stare a casa formazione delle corti e dei
perché ritengono che non cortigiani. La seconda, che
valga la pena perdere tem- sia un leader in grado non so-
po visto che non esiste un lo di convincere della bontà
candidato credibile che delle sue idee e della sua per-
esprime una netta opposi- sonale credibilità, ma anche
zione nei confronti degli av- di motivare all’impegno chi
versari politici. Il ruolo dei si è ritirato perché deluso e
militanti diventa poi del tut- chi non si è mai impegnato.
to necessario se il rivale, co- Ancora una volta l’esempio
me nel caso di Berlusconi, di Obama è utile, natural- (FOTO EPA / SEA SHEPHERD / ANSA )
dispone di una potenza di mente a condizione che lo si
fuoco mediatica molto su- intenda e lo si sappia tradurre
periore. con saggezza nel contesto

Un leader
credibile
italiano evitando ridicoli
scimmiottamenti. Tutti san-
no infatti, che Obama ha con-
Evitando ridicoli
scimmiottamenti
indicato non dipendono dal-
la data di nascita e ci sono
molti giovani peggiori dei
pie. Il ritorno all’Ulivo è una
proposta saggia, ma non ri-
solve da sola il problema del- IL FATTO di ENZO l
quistato Stati decisivi come la vecchi. la leadership. Stiamo già assistendo a un
Pennsylvania e la Florida gra- si possono Lascia poi perplessi la sua Contro un nome nuovo è fa- duello all’ultimo sangue che
DA QUESTE premesse di- zie all’assiduo lavoro di nugo- adottare mosse idea di chiamare Berlusconi cile sollevare l’obiezione non fa bene non solo
scendono alcune considera- li di giovani (ma non solo) ‘nonno’, ancora una volta in- della poca esperienza. È tut- all’immagine, ma alla
zioni piuttosto evidenti. La che sono andati a bussare alle che hanno portato sistendo sull’anagrafe. ‘Non- tavia una critica che si può democrazia del nostro
prima, che il candidato porte degli elettori incerti se no’ è una parola che evoca controbattere con l’argo- Paese. Intercettazioni
dell’opposizione a Berlusco- votare Obama o McCain o in- il presidente alla immagini inoffensive, e che mento che i politici consu- telefoniche, denunce alla
ni dovrà essere un leader po- decisi se votare o meno. Or- ispirano sentimenti di affetto mati non possono davvero magistratura, conti correnti
litico che abbia tutte le carte bene, i cittadini che hanno Casa Bianca: e tenerezza, l’esatto opposto vantare grandi vittorie e che sospetti,
in regola per presentarsi co- conquistato i voti (e le televi- l’aiuto dei giovani, delle passioni che un leader ci sono momenti storici, co- occupazione
me un’alternativa ideale e po- sioni ci sono anche negli Usa, che voglia batterlo deve tra- me quello attuale, in cui la indebita del
litica al sistema della corte. e contano) con le loro con- il linguaggio, smettere. Questo non è il capacità di muovere all’im- suolo televisivo,
Questo significa che deve versazioni individuali, si so- tempo della bonarietà ma pegno è più importante chi più ne ha,
avere una biografia politica no impegnati perché Obama il confronto dello sdegno. E neppure può dell’abilità di tessere mano- più ne metta.
impeccabile e proporre una ha saputo motivarli e ispirarli essere sufficiente delineare vre. Strettamente per-
visione dell’Italia del tutto di- con un linguaggio che tocca- sui valori schieramenti e alleanze am- viroli@princeton.edu sonale 2006

Caro Pd, ci vuole È quasi immorale


discutere come se
il mondo si
passi tutto il proprio tempo a par-
lare con i cittadini e non con se stes-
so, in uno stream of consciousness
che ci sta facendo uscire pazzi. Mol-
e che minimo minimo se vai in ban-
ca ti fregano di sicuro? Queste cose
possono cambiare, anche subito.
Grazie all'informazione, altro pro-

la rivoluzione riducesse a tre


palazzi romani e
ly Bloom? Certo. Forse senza 'Y'.
Perché siamo proprio molli. La ri-
voluzione deve partire dalle cose
che vanno peggio, proprio perché
ci sono ampi margini di migliora-
blema di cui occuparsi, dopo questi
anni di conflitto di interessi. Tutto
quello che è successo in questi ul-
timi vent'anni, è sbagliato. Abbia-
mo buttato via tempo e denaro. Ab-
a due segreterie mento. biamo perso un miliardo di occasio-
di Giuseppe Civati una rivoluzione. Sì, proprio una chino (che ormai dichiara anche ni. Cambiare il sistema elettorale è
rivoluzione. Di fronte al crollo di di partito. Facciamo nel sonno)? E noi rispondiamo, se- Alcuni uno strumento, cambiare la politi-
a sempre sostenitore del questa Italia, non si può trac- reni, che ci vuole una nuova poli- ca e la società sono i nostri obiettivi.

D quello che non esempi


modello kirghiso (scher- cheggiare. Non ci si può abban- tica estera, perché questa cosa di Non invertiamo i fattori, perché il
zo), mi sottraggo alla bril- donare al politicismo. Non si Gheddafi è avvilente. E poi ci vuole risultato - in politica - cambia. Si stra-
lante discussione avviata può discutere come se il mondo si aspettano: una rivoluzione della politica. Sul TI ENTRA in casa un idraulico. volge. Diventa irriconoscibile. In-
da D'Alema e subito sviluppata
da Franceschini, rivisitata da Bin-
si riducesse a tre palazzi romani
e a due segreterie di partito. No,
occupiamoci serio. Che tolga argomenti alla fa-
mosa anti-politica (che si sono in-
Chiedigli la ricevuta, perché potrai
scaricarla dalle tasse. E se facciamo
tendiamoci, non lo dico da politico
in sedicesimi: lo dico da elettore di
di e reinterpretata da altri anco- non si può. Non solo è sbagliato, del Paese, non di noi ventati i cattivi-politici), che si ri- pagare le tasse, poi, anziché creare sinistra. E lo dico dopo averne par-
ra, a nome e per conto di tutti gli è quasi immorale. Perché l'Italia volga agli astensionisti sempre più un tesoretto e discuterne con Dili- lato con millemila elettori di sini-
esponenti delpantheon demo- può e deve essere meglio di così. numerosi, che sappia trovare la mi- berto (che è tornato, anche lui), au- stra. Questo ci vuole. Tutto il resto,
cratico. Si deve ripartire, per so- E di fronte a quello che abbiamo mo a discutere - anzi, a litigare - sul sura al «tempo» e alla «dote», diceva tomaticamente le restituiamo a chi è noia e, forse, errore a sua volta.
brietà, dal mattarellum ed evita- visto negli ultimi vent'anni, biso- sistema elettorale? E noi non lo fac- Dante, rievocando una Firenze che le tasse le ha sempre pagate e a chi si Una rivoluzione italiana, che parta
re uno spettacolo simile, che gna esagerare. ciamo. E presentiamo le nostre pro- non c'è più. Due mandati possono impegna a investire per davvero. Le da dove siamo deboli e incerti. E
puntualmente i responsabilissi- poste per i precari. Gli addetti ai la- bastare, si può rinunciare alla pen- grandi opere? Non ci sono solo le rompa lo schema della dannata co-
mi dirigenti del Pd ripropongo- Qualcosa vori ci interrogano circa la migliore sione, si può ridurre del 20-30% lo autostrade, ci sono anche i treni che municazione di B. Una forma di di-
no agli incolpevoli (e attoniti) di nuovo leadership di un eventuale gover- stipendio senza che accada nulla. Si fanno schifo, la banda larga da po- sobbedienza verso i luoghi comuni
elettori. Poi se la prendono con no tecnico che ci sappia traghetta- può immaginare che chi spreca e sare, i tubi dell'acqua da sistemare e i proverbi che ci accompagnano
Renzi che chiede la rottamazio- re verso le prossime elezioni? E noi sperpera, in un momento del gene- senza venderla alle finanziarie. Sei come fossero mantra.
ne: rottamazione con il doppio DALL'ALTRA parte. Sognare rispondiamo che abbiamo un'idea re soprattutto, torni a fare il proprio precario ma lavori da dipendente, “Non siamo mica qui a pettinare
turno o alla tedesca? Già. Quello qualcosa di nuovo, la notte, e, du- per il fisco e per la lotta all'evasione. lavoro, se ce l'ha, o ne cerchi uno, dalle 9 alle 18? Ti diamo una notizia le bambole”o“non accettiamo le-
che non hanno capito i nostri rante il giorno, saperlo spiegare Tutti si chiedono chi si candiderà al- se ha sempre vissuto di politica. Ho sconvolgente: ti stanno prendendo zioni da nessuno”. I proverbi, co-
sempiterni leader è che di fronte con parole chiare. La rivoluzione, le primarie? E noi, dal momento detto lavoro, non un consorzio o per il culo. E così non va bene. E tut- me le cose, si possono cambiare.
a quello che sta accadendo - ica- ci vuole. Una rivoluzione che ri- che tra l'altro si sono già candidati un ente pubblico. Che chi fa un'o- ti tagliano la scuola e la ricerca? E E la sinistra l'hanno inventata, se-
sticamente rappresentato dalla guardi prima di tutto noi stessi. E proprio tutti alle primarie, rispon- pera (di bene) ci metta il tempo noi invece la finanziamo a prescin- coli fa, proprio per cambiare le
tenda berbera con hostess e ca- vuol dire che noi dobbiamo fare diamo che abbiamo da fare, perché previsto e che se non ce la fa, lo dere, e chiediamo uno sforzo a chi frasi fatte. Che sono, appunto, da
valli e carabinieri che rievocano proprio il contrario di così. I gior- riaprono le scuole. Qualcuno ci ci- spieghi e ci spieghi chi deve pagare se lo può permettere. E tutti pensa- farsi, di nuovo, per rimettere a po-
Pastrengo (tutto vero) - ci vuole nali si aspettano che noi ci mettia- ta l'ennesima dichiarazione di Boc- la penale. Ci vuole un partito che no che la finanza sia incontrollabile, sto le parole. E le cose.
Venerdì 3 settembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

MAIL BOX A DOMANDA RISPONDO


Furio Colombo

7 DOVE VA CL
DOPO RIMINI
I diritti dimenticati
LA VIGNETTA aro Colombo, francamente non miei articoli “americani” sulla “Stampa” e poi
degli animali
Gentile direttore, alle soglie di
C capisco. Con il suo grido “Viva i
ricchi, viva il potere”, il meeting di
su “Repubblica”, su “Panorama” e poi su
“L’espresso”. Ricordo un solo tumulto in sala,
prossime elezioni tutti i poli- Rimini spiazza anche coloro che ma un tumulto tutt’altro che ostile. Avevo
tici della sinistra da Di Pietro a pensavano dei credenti e della detto, in un punto del mio dialogo con i
De Magistris, da Vendola a Chiesa cattolica: “Sono severi, ti giovani ascoltatori: “Beati voi che non avete
Ignazio Marino, si prodigano in fanno la predica ma almeno sono dubbi!”. E mi ha risposto un coro unanime di
promesse di ascolto dei mo- dalla parte dei poveri”. Mi sarei voci che fortemente proclamavano l’assenza
vimenti delle piazze, su Inter- aspettato un gran discutere sugli di ogni dubbio . E un po’ ammonivano, un po’
net. La famosa società civile ultimi del mondo (che fare?) e invece incoraggiavano a non avere dubbi. A quanto
che nel periodo pre-elettora- ho visto una gran passerella di chi pare, a quanto leggo, niente di tutto questo, ai
le sembra riservare nuovi im- non solo ce l’ha fatta ma proclama il giorni nostri. Piuttosto, oggi, una somiglianza
pulsi, idee nuove, reali esigen- diritto di far valere la sua unica quasi perfetta con i cristiani fondamentalisti
ze, tutto sembra, importante volontà sugli altri. Cambia la Chiesa americani che hanno dato vita ai potentissimi
per elaborare un programma o i Cl non sono la Chiesa? “Tea parties” Repubblicani contro Obama,
politico . Ma purtroppo è accusato di razzismo. Ovvero il coraggio di
sempre stata pura propagan- NON HO competenza a discutere che proporre il mondo alla rovescia, come nelle
da! Ma comunque, come mi- cosa sia o come cambi la Chiesa. Ho vecchie camere oscure. Nel 1982 avevo
litante del Movimento Anima- imparato comunque che la Chiesa è tante pubblicato presso la Columbia University il
lista-Vegetariano e titolare del cose e che non tutte si spiegano senza mio libro sulla religiosità americana, “God in
blog “I diritti degli animali” su appartenere e senza credere. Su Cl sapevo di America”. Sostenevo che i cattolici della
Liberacittadinanza a tutt’oggi più, ora so molto meno e capisco ancora solidarietà, della fraternità, del
non ho sentito dalla sinistra meno. Posso dire che in passato, diciamo alle francescanesimo, non sarebbero mai stati
una sola parola, un minimo ri- prime edizioni del Meeting di Rimini, sono simili alla dura e compatta immagine del
ferimento a quello che oggi è il stato invitato quattro volte. Sono andato due potere cercata e celebrata dal gelido
movimento più importante e orrendo peggioramento dei volte e le occasioni mancate erano logistiche: protestantesimo americano. Mi sbagliavo. Ora
numericamente e certamente processi e delle pene. L’abbonato ero in viaggio altrove e lontano. Posso dire che il gelo cristiano (che infatti detesta “Famiglia
l’unico portatore di un’etica Chi può, tende all'impunità as- trovavo il calore e l’accoglienza che adesso Cristiana”) abita qui.
nuova quale è il Movimento soluta con pena zero per ogni del giorno trovano Geronzi e Maroni, eppure nei miei
Animalista-Vegetariano. sorta di reato, una cosa che fa libri di allora (“Cosa farò da grande”, Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano
Complice di questo silenzio è arrossire persino il codice di “Carriera vale una vita”) scrivevo ciò che 00193 Roma, via Orazio n. 10
anche la stampa che difficil- Odoacre. IRIS SPAGNOLO scrivo adesso ( salvo Berlusconi ), come nei lettere@ilfattoquotidiano.it
mente pubblica notizie, arti- Si tende a fare dei processi e
coli, petizioni, nonostante sia- delle pene qualcosa che ri- Ciao a tutti!
no coinvolte dal movimento guardi solo i poveracci e i sen- Sono la piccola Iris e
molte redazioni nazionali, mi za potere. Si vuole persino eli- sono nata qualche giorno
riferisco al Fatto e Repubblica minare quella separazione tra prima de Il Fatto. Con migranti africani. Il trattato non bottiglie di plastica. E qui è giu- Bersani, D'Alema, Veltroni,
e quotidiani regionali. potere giudiziario ed esecuti- grande gioia fra poco prevede che l’Italia o l’Europa sto che i ragazzi vengano richia- Cacciari, Chiamparino, France-
Stefania Sarsini vo che è uno dei capisaldi della festeggeremo il nostro possano effettuare controlli mati e mi scuso anche a nome schini, Letta, Bindi, Marini, Di
democrazia progredita e che primo compleanno: un sulle condizioni dei prigionieri, degli altri genitori del fastidio Pietro, Orlando, De Magistris,
Non c’è crisi economica persino la Francia ci invidia, bel traguardo per mentre è notorio che si tratta che possono avere arrecato Vendola, Ferrero, Grillo, Berti-
mentre B. vuole una riforma entrambi e due grandi di feroci luoghi di detenzione e anche con il volume delle loro notti, Prodi, Ciampi ecc. non si
per Berlusconi della giustizia che infiltri più soddisfazioni per mamma di morte. Un’alleanza tra due voci a chi risiede in quella zona. possano sedere intorno a un ta-
Mentre la crisi aumenta e il si- politici nella Corte costituzio- e papà. nazioni diverse nel nome del Quello che non trovo giusto è il volo, condividere un Patto Etico
stema neoliberista peggiora in nale e metta la carriera dei giu- Continuate dio degli affari. sistema con cui è stata gestita di Responsabilità e Partecipa-
modo fatale e irreversibile, l'A- dici sotto la discrezione del così. Ezio Pelino tutta questa faccenda: i ragazzi zione, affrontare i problemi
merica va male, l'Europa va ma- ministro degli Interni che già Noi vi sono stati messi in fila indiana, concretamente (provvedimenti
le, non c'è traccia di ripresa da comanda le forze di polizia. seguiamo Sindaco leghista multa la polizia locale ha preso i loro economici, legge sulla istruzio-
nessuna parte, e in Ue l'Italia va Sono decine di anni che i giu- sempre nomi dicendo che se la pros- ne, sulla ricerca e sull'innovazio-
peggio di tutti. In una situazio- risti e i costituzionalisti italiani con i minorenni sima volta fosse accaduto qual- ne, legge sulla cultura, sul tu-
ne di tale gravità, mentre i sen- non scrivono più nulla, e dal- piacere. Gentile direttore, cosa sapevano che la colpa sa- rismo e sullo sport, piano delle
za lavoro aumentano e le fa- l'introduzione della legge Por- lunedì 23 agosto ho ricevuto rebbe stata loro. opere pubbliche, legge eletto-
miglie risparmiano ormai an- cellum, o porcata di Calderoli, Raccontati e manda una foto a: una raccomandata dal comune Ornella Marletti rale, legge sull'informazione,
che sul pane e il latte, il nostro e cioè da 5 anni, il Parlamento abbonatodelgiorno@ di Mortara dove mi si certifi- legge sul conflitto di interessi,
B. pensa solo a non finire in ga- è stato trasformato da un con- ilfattoquotidiano.it cava una multa di 200 euro più Centrosinistra, insieme legge sulla giustizia, federali-
lera e pone la sua impunità co- sesso di rappresentanti dei 11 di spese; leggevo il verbale smo), trovare delle soluzioni
me primo problema naziona- cittadini a un'accozzaglia di pensando di aver infranto qual- per un patto etico condivise che diventino pro-
le. cortigiani servi di un padrone che limite di velocità o divieto Leggo da giorni le dichiarazioni gramma e poi scegliere, insieme
Si torna a parlare, in modo e sono sparite anche possibili La brutta Storia che si di sosta posto nel nostro co- degli esponenti del centrosini- agli elettori del centrosinistra, il
stridente, vergognoso e intol- discussioni parlamentari sugli mune e invece ecco la sorpre- stra (anche quelle del centro e leader e gli uomini che lo do-
lerabile, di riforma penale. In ordini del sultano. Un Parla- ripete in Libia sa. La multa è intestata a me ma della destra, ma di quelle poco vranno far divenire azione di go-
21 anni in Italia ci sono state mento fatto di servi esegue, Gentile direttore, come tutore del mio terzoge- mi importa perché non hanno la verno?”.
200 riforme della Giustizia e non discute. Cari saluti a voi e lo storico del colonialismo ita- nito, in quanto minorenne, per mia stessa cultura politica) in Marcello Bigerna, assessore Provincia
89 riforme del sistema penale, buon lavoro, liano, Angelo Del Boca, ha da aver violato l'art.30 del comma questa estate tutta italiana in cui di Terni
con un continuo, progressivo Viviana Vivarelli tempo sbugiardato la rassicu- 1 del regolamento di polizia ur- nel mezzo della crisi più pro-
rante autorappresentazione bana del 16 marzo 2008 con fonda in tutti i settori si parla più
“italiani brava gente”, docu- questa motivazione: "Non im- di gossip politico che di politica,
IL FATTO di ieri3 settembre 1939 mentando le atrocità commes-
se in Libia ed Etiopia, con l’im-
pedivo a mio figlio che in data
27 luglio 2010 (a che ora non lo
più di alchimie che di soluzioni
concrete, più di interessi di par- IL FATTO QUOTIDIANO
La comparsa più celebre è nel burlesque “Corniaud”, in cui piego massiccio di armi chimi- sappiamo perchè non è ripor- te che di interessi collettivi e mi via Orazio n. 10 - 00193 Roma
un esagitato Louis De Funès la distrugge con la sua Bentley. che, con le deportazioni e uc- tata, ma pensiamo nel pome- chiedo. “Sarà possibile che i vari lettere@ilfattoquotidiano.it
Poi, tanti piccoli camei d’autore in altri film, da American cisioni di massa, la creazione di riggio) in località Via Saffi adot-
Graffiti, a Proposta Indecente a qualche James Bond veri e propri campi di concen- tasse atteggiamenti e compor-
d’annata. Carriera da star, nel cinema come nelle strade, per tramento e di annientamento. tamenti fastidiosi o pericolosi
la mitica 2 Cavalli, creatura del designer Citroën, Pierre
Sono le denunce condivisibili di nei confronti degli altri in una
Direttore responsabile
Gheddafi, fatta la tara delle sue strada pubblica, recando intral-
Boulanger, presentata in anteprima, versione prototipo, il 3 Antonio Padellaro
intollerabili stramberie. Sono cio o pericolo al flusso pedo-
settembre 1939. Apparizione lampo, vista la coincidenza
le vergogne del regime fascista nale o veicolare".Tu giustamen-
con l’infausta data bellica, e rapida ritirata dell’esemplare, che abbiamo prima negato e te mi chiederai una spiegazione Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
nascosto agli invasori tedeschi, in pieno fermento col loro per le quali, poi, abbiamo do- e io cerco di dartela, anche se ti Progetto grafico Paolo Residori
Maggiolino. Fino al Salone parigino dell’Auto del ’48, quando vuto chiedere scusa. Ora la anticipo che leggerai un rac- Redazione
la “toute petite voiture” entra da vedette nel mercato delle storia si ripete. La nuova Italia conto abbastanza grottesco. I 00193 Roma , Via Orazio n°10
utilitarie ultraeconomiche. Essenziale, eccentrica, un solo di Berlusconi si allea con le an- nostri ragazzi sostano in piedi o tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
faro a sinistra, finestrini ribaltabili, avviamento a manovella e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
tiche vittime per annientare le seduti sui bordi della finestre sito: www.ilfattoquotidiano.it
senza chiave d’accensione, un solo tergicristallo centrale, nuove vittime. Gli ultimi della poste appunto nella strada so-
nessun indicatore elettrico. Derisa dai media del tempo per Editoriale il Fatto S.p.A.
Terra che fuggono la fame, le pra citata e passano pratica-
le finiture spartane e per l’inconsistenza della carrozzeria, Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
malattie, le guerre fratricide. Il mente gran parte dei pomerig-
“di un grigio deprimente”, la 2 Cavalli, auto “passepar tout” e trattato italo-libico, trofeo le- gi in questo modo; inoltre con- Presidente e Amministratore delegato
icona, da subito, del ceto medio postbellico, segnerà poi, col Giorgio Poidomani
ghista-berlusconiano, ha auto- sumano pizze e focacce che ac-
suo buffo muso panciuto, lo stile di vita di intere generazioni. rizzato la costituzione di campi quistano nel panificio adiacente Consiglio di Amministrazione
Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Giovanna Gabrielli non cero di accoglienza per i sporcando la strada con carte e
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
• Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Queste sono le forme di abbonamento Prezzo170,00 € telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
previste per il Fatto Quotidiano. • Modalità Coupon * • Bonifico bancario intestato a: • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 320,00 € - annuale Editoriale Il Fatto S.p.A.,
Per qualsiasi altra informazione in merito Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo 180,00 € - semestrale BCC Banca di Credito Cooperativo
può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Ag. 105 Via Sardegna Roma
• Abbonamento PDF annuale +39 02 66506795 - +39 02 66505026 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
• Abbonamento postale base (Italia) Iban IT 94J0832703239000000001739
Prezzo 290,00 € - annuale Prezzo130,00 € o all'indirizzo mail
• Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano

Interessi correlati