Sei sulla pagina 1di 20

Confindustria tuona contro la “sbalorditiva” evasione

fiscale. Perché allora non caccia chi fa il furbo con le tasse?y(7HC0D7*KSTKKQ( +z!z!;!#!:
www.ilfattoquotidiano.it

Sabato 18 settembre 2010 – Anno 2 – n° 246 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

DON VITO: “IO, DELL’UTRI E BERLUSCONI Come s’offrono


di Marco Travaglio

FIGLI DELLA STESSA LUPA” C


onfessando, negandola, la compravendita di
senatori, il Cainano aggiunge un capitolo alla
lunga tradizione del trasformismo nazionale.
Ma ogni epoca ha i trasformisti che si merita.
Ecco l’appunto inedito con cui Ciancimino padre rivela Oggi ci meritiamo l’onorevole Francesco Nucara da
Mosorrofa (Reggio Calabria). Nessuno lo sa, ma entrò
i rapporti finanziari con l’attuale premier e la mafia in Parlamento nel lontano 1983 col Pri all’epoca
guidato da Spadolini, nella sua veste di galoppino di
Giorgio La Malfa, figlio d’arte. Oggi, sempre
all’insaputa dei più, del Pri è addirittura il segretario
Nell’appunto nazionale. La Malfa lo accusa di trasformismo e lui
consegnato ai Pm accusa di trasformismo La Malfa. Hanno ragione
di Palermo, l’ex entrambi. Nel ’94 La Malfa imputava a B. le peggiori
nequizie, poi naturalmente si alleò con lui, nel 2005
sindaco si lamenta: divenne addirittura ministro del governo Berlusconi-2
“Apparteniamo e nel 2008 fu rieletto nelle liste del Pdl. “Qualche
allo stesso sistema, tempo fa – racconta il Nucara a La Stampa – Giorgio mi
disse: Francesco, dobbiamo entrare nel Pdl e
ma abbiamo subito inseminarlo di cultura laica. Gli risposi con schiettezza:
trattamenti diversi a 70 anni non me la sento di inseminare nessuno”.
per motivi L’inseminazione fallì e La Malfa si avvicinò all’Api di
Rutelli, forse per entrare in clandestinità. Nucara
geografici”. invece restò lì nel limbo, cioè all’asta, in attesa di una
Il ruolo di Dell’Utri chiamata. E la chiamata arrivò alcune settimane fa,
Lillo pag. 3 z quando B. si fece vivo e l’incaricò di racimolare una
trentina di voltagabbana disposti a votargli l’impunità
al posto dei riottosi finiani. Il Nucara si era appena
L’uomo con la pistola messo al lavoro, quando B., incontinente come molti
Silvio Berlusconi, in una foto di Alberto
coetanei, annunciò urbi et orbi che Nucara aveva fatto il
Roveri del 1977: sul tavolo una pistola
(FOTO PUBBLICATE DA L’ESPRESSO)
miracolo: “Abbiamo un Gruppo di Responsabilità
Nazionale di almeno 20 deputati estranei al Pdl pronti
a votare la fiducia”. Mise in giro anche i nomi. I quali,
salvo due o tre, smentirono: alcuni avevano rifiutato le
SCUOLA LEGHISTA x Lettera con 185 firme contro i simboli del Carroccio avances, altri stavano ancora trattando sul prezzo, altri
manco sapevano chi fosse Nucara. Un disastro.

ADRO, LA RIVOLTA DEI GENITORI Soprattutto d’immagine, per il Grande Compratore. Ai


bei tempi c’era la ressa, sotto Palazzo Grazioli, e non
solo di escort: chi era pronto a vendersi gratis, chi
addirittura – per dirla con Victor Hugo – avrebbe
Messaggio alle istituzioni perché intervengano: “Vi chiediamo se tale pagato per vendersi. Ora non si fan comprare
ostentazione sia compatibile con i valori della Costituzione”. Appello nemmeno per un ministero, figurarsi per un
sottosegretariato. Il Cainano, vecchio piazzista, ha
del Fatto: già 30 mila firme. Adesione dei gruppi parlamentari Pd e Idv pag. 9 z
provato ad aggiungere un mutuo-casa a tasso zero e
una batteria di pentole al teflon, ma niente da fare. Il
(FOTO ANSA)
Nucara l’ha presa con filosofia: “Mi stanno chiamando
Udi Bruno Tinti AUTOLESIONISMI x Udi Marco Politi tutti, anche chi prima non mi filava mai”, ha confidato
Liti e minacce di scissione a Libero. “Chi l’avrebbe detto che sarei diventato
LO STATO IL PAPA famoso a 70 anni? C’è perfino chi mi riconosce per
E LA “ROBA”
DEI PADANI
Ce la farà MINACCIATO
E BRACCATO
strada. Una sensazione nuova, non sono abituato. Ma
sono contento, perché magari qualche ragazzo di 20
anni scoprirà l’esistenza del Partito repubblicano”.

Cè il osìstico
in Adro c’è il Polo scola-
Gianfranco Miglio; non
il Pd L’XVI.allarme terrorismo scuote il
pellegrinaggio di Benedetto
Dopodiché, appena scoperto che i repubblicani sono
partiti da Mazzini e sono arrivati a Nucara, correrà a
massimo come personaggio
cui intitolare una scuola. Sem-
bra che l’ispiratore di Bossi, so-
a sopravvivere Scotland Yard ha arrestato
ieri mattina gli attentatori. Gli
agenti sono piombati alle 5 e 45
iscriversi. Schivo e riservato, il Nucara precisa
comunque che il suo compito non era proprio quello
di comprarli, i deputati: a quello pensava B. in
stenesse sugli extracomunitari:
“Non vanno mischiati gli schia-
fino al 2011? in un negozio di Londra, dove i
cinque netturbini cominciavano
persona: “Da me ha voluto più che altro consigli su chi
contattare, diciamo che mi ha usato come
consulente”. Ecco, lui forniva i consigli per gli acquisti,
vi e gli europei”. pag. 22 z pag. 2 - 3 z Pier Luigi Bersani (FOTO DLM) il turno di lavoro. pag. 17 z “ma poi credo che i singoli deputati li abbia contattati
il premier personalmente”. Uno che nemmeno
Nucara aveva segnalato, ritenendolo una causa persa,
è Massimo Calearo, il memorabile figlio di mammà
nincontro nazionale Idv vicentino, già presidente di Federmeccanica, scovato
Di Pietro a Grillo: nel 2008 da quel genio di Veltroni per fare, nelle liste
del Pd, la parte del “giovane imprenditore” (ha solo 55
“Ora basta proteste anni). Fu addirittura eletto come capolista nel
serve l’alternativa” Veneto-1, poi l’anno scorso scoprì di “non essere mai
Marra pag. 6z stato di sinistra” e lasciò il partito. Ma non,
(FOTO ANSA)
naturalmente, il seggio. Ora “attende una chiamata”.
nbavagli nafghanistan Nel senso che è pronto a “non fare mai mancare il mio
voto a Berlusconi”. E non solo, potrebbe addirittura
Annozero CATTIVERIE Militare italiano diventare ministro dello Sviluppo economico:
siamo alle solite Marina Berlusconi si prepara a ucciso alla vigilia “Proposte ufficiali non ne ho avute, ma se son rose
entrare in politica. Quando i figli fioriranno”. Guai però a dargli del voltagabbana.
Masi ferma lo spot ricadono sulle colpe dei padri del voto Questo no, sarebbe troppo. Lui è un veltroniano
Mello e Tecce pag. 7z www.spinoza.it Gramaglia pag. 15z coerente: del Pd, ma anche del Pdl.
pagina 2 Sabato 18 settembre 2010

A
COSE LORO

ttentato incendiario contro il sindaco attentati che aveva interessato il Comune nisseno. affermare la legalità nel nostro territorio”. Al
Attentato contro di Niscemi: l’auto di Giovanni Di Di Martino aveva anche lanciato un appello sindaco è giunta la solidarietà del Pd e del
Martino, 50 anni, esponente del Pd e a affinchè imprenditori, commercianti e presidente siciliano Lombardo. “Quanto accaduto
capo di una giunta di centrosinistra dal 2007, è professionisti si ribellassero alla criminalità a Niscemi è il segnale tangibile che la bonifica dei
il sindaco di Niscemi: stata data alle fiamme sotto la sua abitazione. Di organizzata e venisse costituita a Niscemi territori da parte di amministratori onesti e
recente il primo cittadino aveva ottenuto la un'associazione antiracket. “Non ci lasceremo trasparenti si contrappone alla mafia”, ha detto
convocazione del Comitato per l'ordine e la intimidire – ha commentato ieri – continueremo l’eurodeputata Rita Borsellino. Nei prossimi giorni
“Non mi fermeranno” sicurezza pubblica per fermare l'escalation di ad amministrare all'insegna della trasparenza e per la commissione regionale antimafia sarà a Niscemi.

Immagini
ALBUM in bianco
e nero della
Basette, amici,
di Ferruccio Sansa

lick, primo scatto: ritratto di im- Milano


C prenditore con revolver sulla scri-
vania. Click, eccolo con Marcello
Dell’Utri. Click, il capitano di in-
degli anni
Settanta
pistole e P2:
dustria è accanto a Franco Di Bella, di-
rettore del Corriere della Sera, iscritto alla
P2. Indovinate: chi è l’uomo con la pi-
stola? Silvio Berlusconi. Sono immagini
in bianco e nero, scattate nel 1977 dal
Il rampante
fotografo Alberto Roveri. Scatti saltati
fuori dall’archivio e pubblicati imprenditore
sull’Espresso. Sono passati più di
trent’anni da quando Roveri si trovò fac-
cia a faccia con Berlusconi negli uffici
dell’Edilnord, la società che sul mattone
ha costruito le prime fortune del Cava-
liere. Oggi quelle immagini hanno un
valore unico: raccontano la nascita della
il mondo di B. studia da
Caimano
Milano da bere, il passato e le amicizie
scomode dell’uomo più potente d’Ita-
lia. Un mix di pistole, frequentazioni cri-
minali, mattone e canzonette.
Roveri racconta: “Berlusconi tirò fuori
dal cassetto due pistole, una per sé e una
per l'autista. ‘Ha idea di quanti industria-
li vengono rapiti?’, si giustificò. Poi sa-
limmo su una Mercedes che definì blin-
datissima”.
La 357 Magnum è facile da spiegare. Più
complesso sarebbe raccontare l’amici-
zia trentennale con Dell’Utri: nelle foto
sono poco più che ragazzi, con le ba-
sette, i capelli non ancora tinti e il ripor-
to. Uno strettissimo legame fin dal
1974. Marcello era anche amministrato-
re della villa di Arcore in cui fu accolto
come stalliere Vittorio Mangano, arre-
stato come assassino di Cosa Nostra.
Trentatré anni dopo Dell’Utri sarà con-
dannato per concorso esterno in asso-
ciazione mafiosa. “I fatti contestati sono
precedenti al 1992, alla nascita di Forza
Italia”, riuscirono a gioire i maggiorenti
del Pdl. Ma le foto implacabili ricordano
che anche il legame tra Silvio e Marcello
è precedente al 1992. Da Dell’Utri
Ecco il mondo che il Cavaliere vorrebbe al “Corriere”
dimenticare. Lui, “uomo nuovo della della Loggia
politica”, ma iscritto alla loggia di Licio Il fotografo Alberto Roveri
Gelli e frequentatore di Franco Di Bella, ha digitalizzato il suo
il direttore che portò la P2 in via Solfe- archivio. “L’espresso” ha
rino. Lui, lontano dal “teatrino della po- pubblicato i ritratti
litica”, ma cresciuto sotto l’ala dei socia- del primo servizio sul
listi. Click, foto con Carlo Tognoli, il sin- Cavaliere. Immagini
daco della Milano da bere. Le uniche im- inedite che raccontano
magini che Silvio forse vorrebbe salvare l’anno in cui è nato il suo
sono quelle con l’inconsapevole Bruno progetto mediatico. Con al
Lauzi. Con Mike Bongiorno. E quegli fianco Dell’Utri.
scatti mentre canta con stivaletti e dop- E la pistola sul tavolo,
piopetto. Dallo sguardo di ghiaccio già arma di difesa
allora gli avresti pronosticato un brillan- dai rapimenti
te avvenire. Da chansonnier. (FOTO PUBBLICATE DA L’ESPRESSO)

Compravendita dei deputati, il premier “confessa”


OBIETTIVO UDC: “NON C’È UN MERCATO, MA UNA SCELTA LIBERA... ”. GIUSTIZIA, TUTTO PER TUTTO PER FAR SALTARE I PROCESSI
di Sara Nicoli economico, Berlusconi ha confessa- Casini che non si riconoscono più nato si limano i dettagli del nuovo Lo- Pdl, Fabrizio Cicchitto, ha lanciato un
to: “Non è vero che facciamo com- nel leader e puntano a una rielezione do Alfano costituzionale (quattro let- ultimatum agli ex colleghi del grup-
a smentita è sempre la migliore pravendita, non c’è alcun mercato, certa tra le file del Pdl. ture e referendum confermativo per po: “Chi sta in Fli dovrà scegliere se
Llieredelle conferme. E così ieri il Cava-
ha messo sul tavolo la “pistola
nessuna campagna acquisti, sempli-
cemente ci sarà una scelta libera di UOMINI come Saverio Romano, Mi-
ottenere il via libera), l’avvocato Ghe-
dini e il ministro della Giustizia studia-
rientrare nel Pdl, oppure la scissione
del gruppo parlamentare si tradurrà
fumante” della compravendita dei chi appoggia l’esecutivo e voterà la chele Pisacane, Calogero Mannino, no anche un nuovo legittimo impedi- nella formazione di un nuovo parti-
deputati per ottenere una maggio- fiducia”. “Se poi – ha aggiunto con la Giuseppe Drago e Lorenzo Ria o Giu- mento per tamponare la prossima to”. Secca la replica di Italo Bocchino:
ranza sicura che sia autonoma dai fi- soddisfazione tipica di chi ha fatto seppe Ruvolo e Domenico Zinni. A bocciatura del precedente provvedi- “Cicchitto non ci lascia scelta: le con-
niani. Alla fine di un Consiglio dei mi- bingo – ci sono esponenti di altri par- questi potrebbe aggiungersi persino mento da parte della Consulta così co- seguenze verranno prese a tempo de-
nistri dove si è parlato persino dei titi, tipo quelli dell’Udc, che voglio- il neo rutelliano Massimo Calearo. me si continua a ragionare, nonostan- bito”. Il Pdl, d’altra parte, ormai è solo
campi da golf, ma non della nomina no sostenere l’esecutivo, lo faranno Che anche ieri non ha negato di aspi- te le smentite, sul processo breve, un’entità astratta. E il primo ad esser-
del nuovo ministro dello Sviluppo per libera scelta; niente di diverso, rare, tra le fila del centrodestra, a più seppure edulcorato rispetto a quello sene accorto pare sia stato il ministro
niente di più”. Il Cavaliere, alti incarichi in virtù della sua profes- uscito dall’aula di Palazzo Madama. Maurizio Sacconi, che oggi inaugure-
che da qualche giorno con- sionalità imprenditoriale. “Io allo Svi- rà a Cortina una tre giorni che avrà co-
Ennesimo capitolo duce personalmente il mer-
cato, offrendo anche (attra-
luppo economico? Berlusconi non
me lo ha chiesto, ma ci penserei”. In-
STRADE parallele che correranno,
tuttavia, in contemporanea, in modo
me protagonisti i principali ministri
del governo, Berlusconi compreso.
della guerriglia con verso i suoi emissari) congrui
incentivi per non trovarsi da-
somma, il 28 settembre alla Camera il
Cavaliere otterrà la fiducia anche sen-
da costituire un ventaglio di possibi-
lità per quello che Berlusconi vuole
“Dobbiamo andare oltre il Pdl – ha
detto ieri Sacconi – è venuto il mo-
vanti a improvvisi cambi di za l’appoggio finiano. Che comunque più del Quirinale: lo scudo ai suoi pro- mento di aggregare in un unico par-
i finiani. Cicchitto: idea e, dunque, a un passo ci sarà, ma sul quale lui sa bene di non cessi. Impossibile, tuttavia, arrivare tito tutti i moderati e i riformisti per-
dalla crisi vera della sua mag- poter contare. Anche se dovrà, in all’approvazione di almeno uno di ché ormai il Pd è in crisi di dipenden-
“O rientrate o fatevi gioranza, sa di aver già porta- qualche modo, trattare con gli uomini questi elementi senza il consenso dei za da radicalismo etico e giustiziali-
to a casa un cospicuo drap- del presidente della Camera sul fron- finiani, ma la partita, su quel fronte, è sta”. La campagna elettorale, dunque,
un nuovo partito” pello di uomini del partito di te caldo della giustizia. Mentre al Se- ancora durissima. Ieri il capogruppo può dirsi iniziata.
Sabato 18 settembre 2010 pagina 3

S
COSE LORO

chifani contestato alla Festa del Pd dovesse intervenire il presidente del Senato. carica dello Stato e la mafia, di cui alcuni (il
Chiamparino: se fossi stato aveva incassato immediatamente la Anche Sergio Chiamparino, sindaco di Torino, Fatto e l’Espresso) hanno parlato. “Sbagliato
solidarietà di tutti, primo fra tutti il aveva tuonato contro i contestatori perché fischiare”, ha detto il sindaco. “Però se fossi
presidente della Repubblica. E poi, colleghi di “non si impedisce alla gente di parlare in stato io sul palco al posto di Piero Fassino, gli
sul palco io, avrei chiesto partito e avversari. Nessuno che si sia questo modo”. Ma, ospite di Telebavaglio, ha avrei chiesto conto di quello che hanno scritto
domandato - lo ha fatto Antonio Tabucchi sul parzialmente riveduto il suo giudizio. i giornali, avrei introdotto l’argomento mafia”.
nostro giornale - per quale regola della Soprattutto quando gli è stato sottoposto il Accanto a lui in studio c’era il grillino Davide
a Schifani della mafia grammatica istituzionale a una festa di partito tema dei presunti rapporti tra la Seconda Bono: “Non ci avete fatto parlare... ”.

DON VITO & SILVIO


Ciancimino senior scriveva: “Io, Dell’Utri
e indirettamente Berlusconi figli dello stesso sistema”
Masi?
C’è un bando nei miei con-
fronti da quando ho comin-
ciato a parlare di Berlusconi.
Le mie rivelazioni fanno pau-
ra perché permettono di rico-
struire la continuità del rap-
porto tra imprenditori e mafia
dai tempi del banchiere Sin-
dona a quelli dei palazzinari
legati alla Dc. Fino ai rapporti
finanziari del 2000.
Il veto di Masi non sembra
il problema più grande per
lei in questo periodo.
“Siamo figli della stessa Lupa”. Fa impressione leg- risalgono al 1989 e ora sono studiati con attenzione sarebbe stato assolto. L’espresso ha raccontato ieri
gere il documento che accomuna il sindaco di Cor- dalla Scientifica per verificarne l’attendibilità. Dopo Al Fatto risulta che l’appun- la conversazione intercet-
leone, il senatore palermitano e - indirettamente - il mesi di interviste e verbali sugli investimenti del padre to si conclude con una con- tata in carcere tra Totò Rii-
premier sotto le mammelle dello stesso sistema po- e dei suoi amici costruttori Franco Bonura e Nino Bu- siderazione sui soldi inve- na e il figlio Giovanni. Il
litico-mafioso. Se il documento che Il Fatto pubblica scemi (poi condannati per mafia) nei cantieri mila- stiti a Milano da suo padre boss dice che lei e suo pa-
sarà attribuito dai periti a Vito Ciancimino, come so- nesi di Berlusconi ora arrivano le carte. E si scopre che nei cantieri di Berlusconi. dre siete degli infami e che
stiene la sua famiglia, questa frase entrerà nella sto- il figlio di don Vito era così spavaldo quando parlava Quei soldi, si legge nell’ap- lei mente per salvare il pa-
ria dei rapporti tra mafia e politica. I documenti sono dei tempi lontani in cui Berlusconi girava per Milano punto, hanno fruttato mi- trimonio.
stati consegnati nelle scorse settimane ai pm Antonio armato (vedi foto in prima pagina) perché aveva ben liardi a don Vito che poi so- Riina, sapendo di essere inter-
Ingroia e Antonino Di Matteo dalla signora Epifania presenti gli appunti del padre. Basta rileggere le vec- no stati sottoposti a confi- cettato, dice tre cose. Innan-
Scardino in Ciancimino. Decine di fogli scritti a mac- chie interviste per scoprire che le sue parole ricalcano sca. Mentre a Berlusconi - zitutto smentisce che Proven-
china e in parte annotati con una calligrafia che so- quelle uscite all’improvviso dai cassetti di mamma secondo l’appunto di suo zano lo abbia tradito e in que-
miglia a quella del consigliori di Bernardo Provenzano. Epifania. Vito Ciancimino nelle lettere racconta di padre - nessuno contestava sto modo mantiene la pax ma-
Don Vito ricostruisce i suoi rapporti imprenditoriali avere investito nelle imprese di Berlusconi ricavan- nulla. A che anno risalireb- fiosa all’interno di Cosa No-
con Dell’Utri e Berlusconi e si scaglia contro i ma- done miliardi di vecchie lire. I magistrati hanno chie- be questo scritto? stra, utile a tutti per fare affari.
gistrati, colpevoli di avere condannato lui mentre sto alla scientifica di fare presto. Se gli appunti fossero Massimo Ciancimino Probabilmente il 1989. In Poi dice che è sempre lui il
Dell’Utri è stato prosciolto e Berlusconi è addirittura riscontrati, in teoria, il nome di Berlusconi potrebbe Sopra, suo padre don Vito (FOTO ANSA) quel tempo Berlusconi era ce- capo dei capi. Infine, punta il
divenuto Cavaliere. Secondo Ciancimino Jr quei fogli tornare sul registro degli indagati. lebrato da tutti e mio padre si dito contro di me lanciando-
vedeva privato dei suoi miliar- mi le stesse accuse di
di Marco Lillo Gli appunti presentati re- ai pm, che Il Fatto pubbli- frase di questo tipo: ‘Sia io, di. Papà considerava ingiusta Dell’Utri. Entrambi dicono
centemente da sua madre ca, suo padre punta il dito Vito Ciancimino, che altri questa disparità. che mento per salvare il te-
ra che Il Fatto pubblica ai magistrati di Palermo contro Berlusconi e imprenditori amici abbiamo L’avvocato Niccolò Ghedi- soro di mio padre.

O le carte su Berlusconi
consegnate ai pm di Pa-
lermo dalla famiglia
Ciancimino, si comprende
perché Massimo Ciancimino,
contengono rivelazioni su
Silvio Berlusconi. Davvero
sono stati scritti da suo pa-
dre?
Sì. Sono scritti a macchina e
Dell’Utri e parla dei soldi
siciliani investiti nei cantie-
ri milanesi del Cavaliere.
Cosa ci può dire?
Nulla, c’è un’indagine in cor-
ritenuto opportuno su in-
dicazione di Dell’Utri inve-
stire in aziende riconduci-
bili a Berlusconi. Diversi
miliardi di lire sono stati
ni ha già smentito le indi-
screzioni su queste carte.
Il Cavaliere sostiene di non
avere mai conosciuto suo
padre.
Lei ha paura?
Non sono un incosciente e ca-
pisco i messaggi di Cosa no-
stra. Riina e i suoi amici, a sen-
tir lui - sarebbero vittima dei
l’infamone come lo chiama annotati di pugno da mio pa- so. Comunque non scrivete investiti in speculazioni im- In un secondo appunto con- pentiti. Eppure non se la
Totò Riina, non deve andare dre. Mia madre li ha presen- che mio padre accusa Berlu- mobiliari nell’immediata segnato ai magistrati da mia prende mai con uno di loro
in Rai. Il direttore generale tati quando i pm di Caltanis- sconi. Il suo obiettivo polemi- periferia di Milano’. madre si parla di finanziamen- ma punta sempre il dito con-
Masi non gradisce le sue in- setta mi hanno perquisito. co è la magistratura. L’appun- Mio padre era arrabbiato per- ti elettorali di Caltagirone, tro di me. Quello che sto di-
terviste. “C’è un veto contro Probabilmente il procuratore to è uno sfogo nel quale don ché lui e Berlusconi avevano Ciarrapico e Berlusconi a mio cendo colpisce al cuore Cosa
di me”, dice al Fatto il figlio di Sergio Lari dubitava di me e Vito, dopo la conferma in ap- subìto un trattamento diverso padre. Mia mamma ha ricordi Nostra perché ho rivelato il
don Vito. “Fin quando parlavo mia mamma ha pensato di aiu- pello della confisca dei suoi solo e unicamente per motivi diversi su Berlusconi. Saran- tradimento di un boss all’al-
di Provenzano e dei mafiosi tarmi portando queste carte beni, si infuria per il tratta- geografici. Papà quindi non no i magistrati a stabilire la ve- tro. Il giudice Falcone diceva
mi sopportavano. Ora che ho ai pm perché confermano mento diverso ricevuto ri- invocava la condanna di Ber- rità. che la mafia non dimentica.
cominciato a parlare dei do- quello che avevo già dichia- spetto a Berlusconi. lusconi ma era convinto che Forse è di queste rivelazio- Non sarà oggi e non sarà do-
cumenti su Berlusconi, la Rai rato. Nell’appunto consegnato se anche lui fosse stato inda- ni che ha paura il Direttore mani, ma arriverà il giorno in
mi vuole oscurare”. Nell’appunto consegnato da sua madre si legge una gato a Milano, come Dell’Utri, generale della Rai Mauro cui me la faranno pagare.

Il tesoro nascosto di Brusca P3 Martino, Lombardi,


gestito direttamente dalla cella Carboni indagati per camorra
patrimonio lo custodisce e lo ge-
stisce attraverso prestanomi, il
più importante dei quali è Santo
bili dislocati in varie parti d’Ita-
lia. Per gli addetti ai lavori non è
stata una sorpresa: gli scontri tra
se Brusca, rivela il suo ex difen-
sore, il senatore Idv Luigi Li Got-
ti, da tempo ha avviato un per-
Cviooncura
l’accusa di concorso in associazione mafiosa la pro-
di Napoli ha iscritto sul registro degli indagati Fla-
Carboni, Pasquale Lombardi e Arcangelo Martino. Per i
Sottile, uomo d’onore di San Giu- Brusca e il pm Alfonso Sabella, corso interiore “che lo ha porta- tre, già agli arresti con l’accusa di aver costituito la P3, si
seppe Jato. Così Brusca è ora in- che per anni ha cercato di indur- to ad incontrare i familiari di al- aggiunge questa nuova contestazione che si lega ai tentativi
dagato dalla Procura di Palermo lo a rivelare i nascondigli del suo cune delle sue vittime”, la vicen- di pilotare il ricorso in Cassazione presentato da Nicola Co-
per riciclaggio, intestazione fitti- patrimonio, sono ormai entrati da riapre il dibattito sul pentiti- sentino contro la richiesta di arresto della procura di Napoli
zia di beni e tentata estorsione, e nella tradizione orale della lotta smo: e se per Li Gotti “non biso- per collusioni con la camorra. E ieri i pm si sono recati nel
Il boss Giovanni Brusca (FOTO ANSA) rischia, come dice il presidente alla mafia. Così oggi Brusca, co- gna metterlo in discussione”, i carcere di Poggioreale per interrogare Martino che ha con-
dell’Antimafia Pisanu, la revoca me dice Pisanu, “deve dare chia- pentiti, dice Pisanu, “sono una ri- fermato, in un interrogatorio durato oltre sei ore, la sua
di Giuseppe Lo Bianco del programma di protezione, rimenti molto convincenti”, an- sorsa”, ma in molti casi “hanno disponibilità a collaborare con la giustizia già manifestata il
Palermo che il sottosegretario Mantova- che sui movimenti di alcuni suoi terribili carriere criminali alle 19 agosto scorso ai magistrati romani. Di fatto si è aperta
no si appresta a valutare, dopo familiari che hanno indotto i pm spalle”. Anche perchè i silenzi di un’inchiesta bis sulla P3 che ha come oggetto la zona più
entottanta mila euro trovati avere richiesto un’informativa a spedire i carabinieri a perqui- Brusca non riguardano solo i oscura dell’indagine e cioè i rapporti tra Superloggia di
Cscritti,
alla moglie, cd-rom, mano-
appunti con numeri e in-
alla Dda di Palermo.
Oggi i pm valutano le sue parziali
sire alcune abitazioni nelle pro-
vince di Palermo, Roma, Milano,
suoi soldi, come ricorda Giovan-
na Chelli, dell’associazione delle
Dell’Utri e Verdini con la criminalità organizzata. Martino
ha indicato Lombardi come la persona incaricata di risol-
dirizzi stranieri e lettere seque- ammissioni offerte nell’interro- Chieti e Rovigo. “Sono sempre Vittime di via dei Georgofili: “Sa- vere i guai di Cosentino, grazie ai suoi rapporti con il pre-
strate nella sua cella, in una delle gatorio di ieri, condotto dal pro- criminali – sottolinea Ingroia – . rebbe arrivato il momento, da sidente della Cassazione. Poi ha ribadito le accuse nei con-
quali ammette di avere mentito curatore aggiunto Antonio In- In questo caso siamo in presenza parte di Brusca, di sistemare fronti dell’assessore Sica in merito alla compravendita dei
sui soldi: da alcune intercettazio- groia e dai pm Lia Sava e France- di attività prevalentemente eco- quelle pedine che sulla scacchie- voti al Senato per affossare il governo Prodi nel 2008: ”È
ni disposte per la cattura del boss sco Del Bene. Brusca ha ammes- nomica, reinvestimenti di soldi, ra della verità per le stragi del stato lui a raccontarmi di aver individuato l’imprenditore,
Domenico Raccuglia si scopre so che Sottile si occupa del suo sottrazione allo Stato di beni per- 1993 sono ancora fuori posto”. noto a Berlusconi, disposto a finanziare l’operazione”.
oggi che Giovanni Brusca, il boss patrimonio e ha fornito alcune chè i collaboratori devono di- Stamane i pm interrogano la mo-
della collinetta di Capaci, il suo spiegazioni su una serie di immo- chiarare tutti i loro beni”. Anche glie del boss e alcuni parenti.
pagina 4 Sabato 18 settembre 2010

T I
PSICHIATRIA DEMOCRATICA PSICHIATRIA DEMOCRATICA

ra i 75 firmatari del documento proposto Minniti e Giorgio Tonini. Tra i parlamentari vicini a Simonetta Rubinato. Fioroni ha strappato a l Partito democratico ha trascorso Berlusconi, con una pagina di citazioni e peso della politica, nella soppressione di istituzioni
Da Fioroni a Ichino, da Walter Veltroni, Giuseppe Fioroni e Paolo Gentiloni, compaiono i nomi, tra gli altri, di Franceschini alcuni Popolari a lui vicini, come Daniele La lunga estate l’estate a farsi tante domande sulla crisi di divagazioni sul Corriere della Sera: “Dunque l’unica non essenziali. Bisogna semplificare e alleggerire,
Paolo Gentiloni (circa un 25 per cento della Roberto Della Seta, Francesco Ferrante, Roberto Bosone, Enrico Farinone, Paolo Giaretta e Jean governo, un esecutivo tecnico, le elezioni strada che i veri democratici devono percorrere è bisogna considerare il tempo delle decisioni come
totalità dei parlamentari Pd) ci sono i “veltroniani” Giachetti, Raffaele Ranucci, Andrea Sarubbi, Maria Leonard Touadì. Tra le presenze di personalità non anticipate, le alleanze, l’apertura al centro o alla quella di una Repubblica forte e decidente. Ma una variante non più secondaria”. Pier Luigi
tutte le firme Mauro Agostini, Stefano Ceccanti, Luigi De Sena, Leddi. Tra gli ex Popolari vicini a Fioroni, Gero Grassi, schierate in precedenza con queste tre aree, ci sono degli scambi epistolari sinistra della sinistra. L’estate degli scambi questa comporta profonde e coraggiose Bersani replica su Repubblica e lancia il nuovo
Andrea Martella, Giovanna Melandri, Marco Minniti, Benedetto Adragna, Mauro Ceruti, Lucio D’Ubaldo, Olga D’Antona, la teodem Emanuela Baio e l’ex epistolari a distanza tra vecchissimi, vecchi e innovazioni, nei regolamenti delle Camere, Ulivo. Poi arriva Massimo D’Alema su Repubblica:
Enrico Morando, Achille Passoni, Vinicio Peluffo, Donatella Ferranti, Enrico Gasbarra, Tommaso dalemiano Nicola Rossi. Anche Pietro Ichino (al giovani capi di partito. Ha iniziato Walter Veltroni, nell’equilibrio dei poteri tra governo e Parlamento, “Questo bipolarismo (tanto caro a Veltroni, ndr)
al documento Salvatore Vassallo, Walter Verini, Walter Vitali, Marco Ginoble, Maria Paola Merloni, Luciana Pedoto, congresso con Ignazio Marino) e Magda Negri. sulla stampa l’ex candidato di Pd e Idv nel 2008 contro nelle leggi elettorali, nella riduzione dell’abnorme conviene soltanto a Berlusconi”.

Anna Finocchiaro Rosy Bindi Paolo Gentiloni Andrea Camilleri

“N
Divisioni?
Non ci sono
on mi scandalizzo
affatto se il candida- “V
Nessuno ha
il copyright
eltroni vuole impe-
gnarsi per il suc- “S
Reazioni
incomprensibili
ono davvero singola-
ri le minacce e le sco- “G
Troppi galli
nel pollaio
ià siamo così mal
combinati, mai come
Sopravviverà il Pd
fino al 2011?
to premier non è il segreta- cesso del Partito democra- muniche registrate per una in questo momento l’opposi-
rio di partito. La questione tico? Ben venga. Peccato iniziativa positiva. L’accusa zione ha bisogno di unità. Un
è che non vi sono punti di che il suo contributo per più odiosa è quella di con- leader non deve essere per
differenza essenziali tra la ora abbia solo lacerato la nivenza con il nemico. Noi forza un Berlusconi. Il Pd ha
posizione della maggioran- minoranza e riproposto vogliamo riportare il Pd ai difficoltà a trovare un leader
za e quella del firmatario l'immagine distorta di un momenti del suo massimo perché ci sono troppi galli
del documento”. partito nella bufera”. splendore, quelli del 2007”. nel pollaio”.

SEI OPINIONI E UN PRESAGIO


LE PARTICELLE FURIO COLOMBO
Quali orizzonti
Una scossa
preferenze. Purtroppo non
ha detto perché. È accaduto
quando ha parlato la Serrac-
PAOLO FLORES D’ARCAIS
Zombie
Il “trattamento”
presi i “gggiovani”, non sono
affatto migliori, e non di rado
sono perfino peggio. Solo il

ELEMENTARI
chiani. Ma poi ha taciuto. È bisogno incoercibile di spe-
Ma forse è tardi accaduto con la candidatura dei capi ranza induce a illudersi del
di Ignazio Marino. È diventa- contrario. Vale sempre più e

D arò una risposta forse


un po' sorprendente.
Non vedo correnti nuove,
to un nuovo notabile del Pd
e lì, destino dei notabili, si è
fermato. Adesso arriva il ma-
P er sopravvivere bisogna
intanto vivere, per quan-
to malandati. Il Pd, invece,
definitivamente la nota intui-
zione di otto anni fa: “Con
questi dirigenti non vincere-
che vuol dire un disegno nifesto di Veltroni. Il proget- nel migliore dei casi è uno mo mai”. L’errore è stato
strategico. Non vedo incro- to promette idee da dibatte- zombie: “Creature morte non trarne le conseguenze.

In 75 con Veltroni, l’ira di Bersani cio o inversione di percorsi.


Non vedo vecchie faide, per-
ché non contano, non spa-
re, anche idee controverse.
Ma da discutere con chi? Il
progetto nasce vivo e impa-
che continuano a cammina-
re, senza più volontà”, spie-
gano le enciclopedie. Difficile
Il Pd-zombie, inoltre, soffoca
e umilia le energie che nel
suo elettorato, in parte della
ventano nessuno e ziente. È una del resto che restas- base militante,
di Paola Zanca re che a forza di guardarsi den- avranno pensato? Che è succes- Quel che resta non cambiano nien- scossa, un segno se in vita, dopo anni perfino in quadri
tro stanno per finire a testa in so qualcosa di grave a Bersani? Un partito diviso a metà come te. Vedo di tanto in di vita. Questo di trattamento amministrativi
no dovrebbe mettersi le giù. Perché se si parla con i 75 tanto dei brevi so- lo apprezzo. Mi D’Alema prima e (di piccoli cen-

U
“Inevitabilmente l'avranno pre- le teste dei suoi leader. Da sinistra
mani nei capelli solo leg- firmatari dell'appello, spiegano sa con sorpresa e sconcerto – Massimo D’Alema, il segretario prassalti che durano domando, prima Veltroni poi: un tri) sono pre-
gendo questa frase: “Que- che la mossa di Veltroni serve ad ammette Arturo Parisi, che il do- nazionale Pier Luigi Bersani un istante. È accadu- ancora di misu- combinato disposto senti. Sarà bene
sta non è un’iniziativa arginare la fuga degli ex Marghe- cumento non l'ha firmato ma og- e Walter Veltroni, autore to quando Veltroni rarmi nel merito, che non lascia scam- che anche loro si
contro Area democratica”. E chi rita. “Se una ventina di parla- gi sarà a Orvieto – Ma il punto è del documento che ha spaccato si è dimesso, annul- se non arrivi tar- po. I dirigenti delle concentrino sul
caspita è Area democratica? Per mentari fossero con la valigia in che la sorpresa è loro, e lo scon- in due i democratici lando tre milioni di di. seconde file, com- dopo-Pd.
i lettori meno attenti Area de- mano pronti a uscire dal Pd sulle certo è nostro. Disabituati come
mocratica è la corrente di mino- orme di Rutelli, Calearo, Binetti siamo al dibattito politico, nel
ranza interna al Pd, guidata da e via dicendo – spiega il depu- giorno in cui quel dibattito si ma- cumento con un gelido “a me va ne non cresce? Perché il Pd è al lato pure la frase sul partito “che
Dario Franceschini. E vabbè. Ma tato Walter Verini, braccio de- nifesta nella sua pienezza è ine- bene tutto” - non è tanto la ge- 24%, e se non ci fossero le regio- appare privo di bussola”. MAURIZIO VIROLI MARCO TRAVAGLIO MASSIMO FINI
quella frase, pronunciata all'u- stro di Veltroni – se si sentono vitabile fare i conti con questi stione del partito, quanto i risul- ni rosse ad alzare la media, sareb- A Orvieto ci sarà anche il sindaco
nisono dai deputati veltroniani ospiti in una casa che pensava- sentimenti”. Torneremo ad abi- tati che ha portato. “Perché – in- be sotto il 20? Forse perché non di Torino (in chiusura di manda- Il futuro identità e capacità di distinguersi Carcasi leader liani porta a porta”, riuscendo a Sono inutili della sinistra, è stato co-
Minniti e Tonini, dovrebbero ri- no fosse anche loro... Questo tuarci, quindi? “Sarà bene che si siste Verini – davanti allo sfascio è più percepito come quel par- to) Sergio Chiamparino. Da set- dagli altri partiti. Le radici forti evocare in un colpo solo Vespa e stretto a ripiegare sul Sire
leggersela anche loro, per capi- documento ha il merito di dire a riprenda il gusto della democra- del berlusconismo, l'opposizio- tito che aveva dato una speranza. timane chiede primarie aperte, La minaccia servono a superare le tempeste e Al vertice il Cepu. Non contento, scrisse a Spero sparisca di Arcore che almeno un
questi democratici delusi: 'Fer- zia in pubblico, che finisca la sta- In questi due giorni ci sono ar- va dicendo che “se serve non mi le sconfitte, e se non ne hai affon- Repubblica: “E noi suoneremo le po' di energia, sia pur volta
matevi, stiamo insieme, c'è an- gione dei caminetti, dove si en- rivate almeno mille e duecento tiro indietro”, e ha scritto un li- dei 4 virus di. Sul secondo punto ognun vede un gruppo di bolliti nostre campane”. Veltroni, per entro un anno al peggio, ce l'ha. Il Pd non
Oggi a Orvieto cora spazio per voi nel parti- tra con tutti che la pensano di- I fedelissimi: mail. E tante dicono: ‘Avevamo bro che si intitola La sfida. Forse è che proclamarsi ‘democratico’ scavalcare il segretario annunciò si sa che cos'è, non si sa

l’ex segretario
to’”.

COME RAGIONAMENTO
versamente e si esce facendo fin-
ta che la pensino tutti uguale”.
Sparargli addosso gli farà bene?
“Non vogliamo
deciso di non votare più, veden-
doti ci crediamo di nuovo’”.
arrivato il momento di sciogliere
gli ormeggi. Vedremo oggi, “pri-
ma non parla”, dice il suo assi-
A uguro al Pd lunga vita e ot-
tima salute, e a Walter Vel-
troni la soddisfazione di tenere
non basta per distinguersi. Anche
Bossi e Berlusconi sono demo-
cratici, anzi, democraticissimi. I
P rima di partire per le ferie,
Bersani disse che per cac-
ciare B. andava bene anche un
un nuovo movimento che sarà
contemporaneamente “dentro e
fuori il Pd”. Concetto più appro-
L a vera forza di Berlu-
sconi, lo si sa da sem-
pre, è la sinistra. L'unico,
nemmeno che nome abbia,
prima Pds, poi Ds, poi Uli-
vo, poi Pd, mentre Berlu-
peserà le sue “interno” non fa una piega. Ma il
problema è che dal maggior par-
“Non capisco perché un docu-
mento debba essere visto come
spaccare MA VELTRONI, giurano, di
candidarsi non ha nessuna inten-
stente. Meglio che l'ora delle ur-
ne non arrivi in fretta, viene da
prolusione solenne davanti al Par-
lamento sul 150mo anniversario
morbi contratti durante la prima
infanzia sono altrettanto gravi: 1)
governo Tremonti. Un po’ come
se Obama, anziché candidarsi,
priato per il Kamasutra che per
la politica. Ora, in attesa che
serio, oppositore del Cava-
liere è stato Umberto Bos-
sconi impazza continua a
fare delle primarie, non si
tito dell'opposizione ci si aspetta una spaccatura – si stupisce Ve- zione. Si sente solo “in diritto” dire. Ma Parisi non è d'accordo: dell’Unità d’Italia, a patto che non mancanza di un’unità interna at- avesse proposto, per cacciare emerga un leader del Pd con- si quando nel 1994, con un sa chi siano i suoi veri lea-
forze. “Ma non che pensi all’esterno. La doman- rini – Il nostro è un contributo di nulla”. Parisi: (visto che il Pd era anche un'idea “Lei mi chiede di sospendere la citi Craxi fra gli eredi del Risorgi- torno a un leader riconosciuto da Bush, un governo Rumsfield. temporaneo, o quantomeno vi- memorabile discorso alla der e se sono quelli che
da è semplice: ma giovedì, i cit- lealtà. Certo se poi qualcuno di- sua) e “in dovere” “di rimboccar- democrazia in attesa delle elezio- mento. Sulla longevità tutti; b) essersi fatti Dopodiché, fortuna- vente, è auspicabile Camera, abbatté appaiono o tre-
si candiderà tadini che hanno visto Veltroni ce che è un'iniziativa che spacca, “Meglio si anche lui le maniche, come di- ni? La democrazia è un esercizio politica del Pd grava- accerchiare da con- tamente, Bersani an- che il carrello di bolliti il suo primo go- scano dietro le
prima al Tg1, poi al Tg2, e navi- probabilmente qualcuno ci cre- ce Bersani”, parafrasa Verini. permanente, non sono previste no tuttavia quattro si- correnti al centro e a dò in vacanza. Poi pe- che lo guida riparta al verno. All'epoca quinte c'è da
alla gando nei meandri del digitale de. Il disorientamento è indot- questo dei E per dimostrarlo, nel suo docu- soste”. Brutto risveglio per il se- nistre minacce. I mor- sinistra. Il primo male rò, purtroppo, tor- più presto per le ferie. lo chiamava "Ber- mettersi le mani
terrestre se lo sono trovato pure to”. Ma quello che contestano a mento, ha tolto la maiuscola dal- gretario che voleva dare un sen- bi contratti all’atto era forse difficilmente nò. E, dopo lunghe Per vincere le elezioni luscaso", "Berlu- nei capelli. Esi-
leadership” su RepubblicaTv, che cosa Bersani - che ieri ha reagito al do- caminetti” la parola “movimento” e cancel- so a questa storia. del concepimento so- evitabile; dal secondo riflessioni, lanciò lo potrebbe bastare una scoso", "Berlu- sterà ancora il
no 1) la mancanza di ci si poteva tutelare slogan della riscossa gita premio per tutta schè", "Berlu- Pd nel 2011? Io
radici storiche e ideali con una politica in- autunnale: “Andre- la comitiva. Biglietti skaz". Poi, vista spero proprio di
Edotori democratici Redazione in sciopero proprie; 2) la debole transigente. mo a parlare agli ita- sola andata. l'inconsistenza no.

Tagli su tagli, i tormenti de “l’Unità” LUCA TELESE LUCIA ANNUNZIATA


di Chiara Paolin zo abbiamo perso una cin- una gestione attenta dei pros- pare piuttosto freddo e deter- ne delle edizioni emiliana e to- una nota Fnsi -. Si determina Padri e figli ma non i dirigenti. Hanno Forza di gravità scena politica della sinistra,
quantina di posti, soprattutto simi passi. Ristrutturazione, minato: ha chiesto alla Fieg (la scana. così una situazione di grave pe- perso il grande afflato ideale fuori, intorno e anche dentro
a qual è il problema? Nel giovani precari e colleghi an- ipotesi di vendita ad altri editori Scelta suicida secondo il sin- ricolo per l'occupazione e la Liberarsi del dell’utopia e recuperato il Lo salva la base l’ex Ulivo, hanno mai davvero
“S 1999, quando l'Unità ha
chiuso, tutto cominciò proprio
ziani. Ci siamo fatti tutti la cas-
sa integrazione a rotazione.
(come gli Angelucci, in corsa da
tempo): tutto può essere di-
Federazione degli Editori) di
trasferirela vertenzaal ministe-
ro del Lavoro. E non ha smen-
dacato unitario dei giornalisti:
“In Emilia e in Toscana l'Unità
stessa sopravvivenza del gior-
nale”. popbreznevismo
gene recessivo dello stalini-
smo. Dopo vent’anni di storica dei Ds
scardinato lo zoccolo duro di
questa eredità politica. La pro-
da lì: Bologna e Firenze. Adesso Adesso arriva la doccia fredda scusso ma senza far precipi- tito l'ipotesi di investire a breve vende il 40% delle copie, rac- Ma oltre il danno (aziendale), guerra feroce fra D’Alema e va sono i risultati elettorali di
che Soru ha deciso di sospen-
dere le edizioni in quelle due
regioni ci sembra di tornare pe-
dello stop alle edizioni di Emilia
Romagna e Toscana dal 15 ot-
tobre. Così altri 11 colleghi ri-
tare la situazione. Dal canto
suo, l'editore Renato Soru - au-
torevole esponente del Pd - ap-
in altre attività editoriali, ma-
gari nella sua Sardegna, con-
fermando invece la sospensio-
coglie il 50% degli abbona-
menti e introita un terzo della
pubblicità complessiva - dice
si teme la beffa (politica). Se
davvero ci si avvicina a elezioni
anticipate, può il Pd entrare in
I l Pd è un partito che pur-
troppo non esiste. Dirlo
non è cattiveria, ma un eser-
Veltroni che ha sterminato
qualsiasi forma di vita, anco-
ra usano l’ipocrisia, tutta so-
T utto fa pensare il contra-
rio, ma alla fine il centro-
sinistra non si spappolerà e at-
questi anni. La contendibilità di
questi voti, non può dunque
essere fatta, ancora, che
ricolosamente indietro nel tem- schiano di perdere il lavoro. E campagna elettorale con un cizio utile. Ho scritto un li- vietica, di non dire mai la ve- traverserà unito la soglia del dall’interno: chiunque voglia
po”. Ninni Andriolo è un mem- soprattutto, taglio dopo taglio, quotidiano che perde pezzi? bro di 600 pagine per prova- rità. Odiano Berlusconi però 2011. A favore dell’unità milita oggi sottrarre consenso all’at-
bro del Comitato di redazione
all'Unità. Ne ha viste tante, ma
qui non resta più niente”.
Allora sciopero. Anche oggi –
Soru pronto L'ex ministro Cesare Damiano
dice: “Ai giornalisti va il nostro
re a spiegare come mai – se-
condo me – lo smarrimento
lo copiano. Rottamano i loro
leader migliori, come Prodi,
una potente forza di gravità,
cioè il patrimonio elettorale di
tuale Pd tenendo uno stretto
contatto con la sua base, in
stavolta è preoccupato davve-
ro, perché i tagli corposi sono
ed è il secondo giorno di fila – il
giornale non è in edicola, nien-
a chiudere le pieno sostegno e l’auspicio che
si arrivi a una positiva soluzio-
di identità è cominciato con
la Svolta della Bolognina e
nascondendo la salma, come
per Andropov e Cernenko.
questa area politica. Patrimo-
nio che, piaccia o meno, rima-
un’operazione più di erosione
che si scissione. In fondo è lo
serviti a poco se le vendite ca-
lano (diffusione a 52 mila co-
te aggiornamenti del sito. Tutti
si fermeranno a pensare cosa
pagine locali e ne della vertenza in corso”,
mentre il responsabile del par-
non è finito più. I fi-
gli illegittimi del Pci,
Quando final-
mente i pop-brez-
ne fondamental-
mente in control-
stesso schema di gio-
co che sta applicando
pie, venduto in edicola sotto 40 non abbia funzionato nel pro- tito per l'informazione Matteo oggi dediti al parri- neviani saranno lo di maggioranza Fini. E non è un caso
mila) e manca un progetto con- getto che doveva rilanciare una ad investire Orfini osa un po' di più: “La cidio dei padri, ave- accompagnati degli ex Ds. Né i che l’operazione Fini
diviso. testata storica, ma anche dare speranza mia e del Pd è che vano un’identità, e all’ospizio – ma- cattolici infatti, né abbia ispirato le mos-
Spiega Andriolo: “Nel 2008 più fisionomia al neonato Par- in nuove attività l’editore possa tornare sui suoi ora non ce l’hanno gari con l’aiuto di i vari partiti mo- se recenti di Veltroni.
Soru ci presentò un piano am- tito democratico in piena era passi”. Ai redattori de L’Unità è più perché se ne Vendola e Renzi – derati o estremisti Al 2011 dunque il
bizioso, chiedendo qualche Veltroni. editoriali arrivata anche - significativa- vergognano. Hanno la sinistra tornerà che in questi anni centrosinistra arrive-
mese dopo una seria riduzione Di certo oggi il corpo redazio- mente - la solidarietà dei de- cambiato simboli, a vivere. hanno calcato la rà unito.
di personale. In un anno e mez- nale è compatto nel chiedere in Sardegna mocratici sardi.
pagina 6 Sabato 18 settembre 2010

È
OPPOSIZIONE

cominciato ieri a Vasto il 5° d’informazione moderato da Gianni Barbacetto, Alle 18 dibattito su “Giustizia e antimafia a
Il programma incontro nazionale dell’Italia dei giornalista del Fatto Quotidiano con Leoluca difesa della Costituzione” con Federico
Valori. Il titolo è “Idee pulite, la sfida Orlando, portavoce nazionale Idv Pancho Pardi, Palomba, capogruppo Idv in Commissione
dell’Italia dei Valori”. capogruppo Idv vigilanza in Rai, Niccolò Rinaldi, Giustizia alla Camera, Sonia Alfano e Luigi De
della tre-giorni a Vasto La tre giorni che si è aperta ieri, chiuderà i capo delegazione dell’Idv a Strasburgo, Magistris, europarlamentari Idv, Luigi Li Gotti,
battenti domenica mattina con l’intervento Corradino Mineo, direttore di Rainews, Matteo senatore Idv Fabio Granata, deputato Fli e
conclusivo del leader Antonio Di Pietro. Maggiore, giornalista della Bbc e Claudia Fusani, Bruno Tinti ex magistrato, collaboratore de il
dell’Italia dei valori Oggi, previsto un incontro alle 10 sulla libertà giornalista de L’Unità. Fatto Quotidiano.

DI PIETRO SFERZA GRILLO:


“NON BASTA URLARE, SERVE L’ALTERNATIVA”
L’attacco dal palco del 5° incontro nazionale: “I movimenti non siano solo protesta”
L’avviso a Bersani: “Ok all’alleanza democratica, ma no a Fini e Udc”.
di Wanda Marra tante persone; ma ora che per un’alternativa. Strappa ap- politico. Chiarisce Di Pietro:
Inviata a Vasto queste sono state informate, plausi e risate quando si rife- “Bersani vuole costruire un’al-
che cosa facciamo? Ecco, ora risce a Fini, con un italiano leanza democratica. Sono
tragico quello che che sembra volutamente invo- d’accordo però bisogna vede-

“È
è l’ora di costruire l’alternati-
sta succedendo nel va”. Una presa di distanza luto, nella sua migliore tradi- re chi ci mettiamo dentro.
Pd. Di Pietro a que- chiara, che però non sembra zione: “Pensavo che fossi io a L’idea di partecipare alle pri-
sto punto dovrebbe esente dalla paura. Grillo ha Mirabello che parlavo l’altro marie senza sapere che cosa
puntare alla leadership di annunciato, infatti, l’intenzio- giorno. Non ero io. Scriverò a vuole il candidato non può
quel partito”. Non si sono an- ne di presentare alle elezioni Fini dicendogli: la prossima funzionare”. E poi: “Avessero
cora accesi i riflettori sull’an- liste nazionali del suo Movi- volta il tuo discorso fallo a Va- fatto tutti quello che abbiamo
nuale Festa nazionale dell’Ita- mento 5 Stelle: il bacino in cui sto”. Ma in realtà il Fini op- fatto noi... In tre elezioni dal 2
lia dei Valori a Vasto, ma la va a pescare è proprio quello positore di Berlusconi è un al- al 4 all’8%, andiamo verso il
battuta di prima mattina di un dell’Idv, che in questa legisla- tro che facilmente può sot- 12% la prossima volta. Invece
senatore bresciano – Gian- tura ha svolto il ruolo di par- trarre voti all’Idv. Tonino af- il nostro principale alleato è
piero De Toni – è meno ca- tito del “no” senza se e senza fonda: “I finiani a Mirabello di- sceso dal 34 al 24%, fa il passo
suale di quel che potrebbe ma. Non a caso nel sondaggio cono che il Pdl è finito e poi si del gambero e se la prende
sembrare. Come un faro, il- sul sito del Fatto Quotidiano de- mettono d’accordo per il Lo- con noi...”.
lumina la metamorfosi anco- dicato a chi può battere Ber- do Alfano. Ma che vuol dire?”.
ra in atto di Tonino e dei suoi. lusconi, i due si contendono E ancora: “Porteremo in Par- FEROCE osservazione, ma
Un paese intero, punteggiato lamento una mozione di sfi- Tonino si rifiuta anche dietro
con le bandiere del partito, ducia a Berlusconi come mi- le quinte di affondare il col-
uno scenario d’eccezione
(Palazzo d’Avalos, antica resi-
Sonia Alfano: nistro ad interim dello Svilup-
po economico. Noi non abbia-
tello nella piaga a proposito
della nuova faida Veltroni-Ber-
denza feudale), una folla
pronta a non perdersi nean-
“L’ex comico mo il numero di deputati per
presentarla. Vedremo allora se
sani. Anche qui, l’impressione
è che stia a guardare, per ca-
che un sospiro del suo leader,
per Di Pietro sono la norma.
ce l’ha con me l’opposizione è opposizione o
posizione”, dice il leader Idv.
pire a quale parte del Pd può
parlare e a quale elettorato
Ma che qualcosa sta cambian- Stesso ragionamento a propo- può guardare.
do lo dicono i toni del suo e De Magistris sito del ddl anti-corruzione: Delinea le priorità: lavoro,
discorso, insolitamente paca- “L’Idv chiede che sia messo scuola, sicurezza, giustizia so-
ti. Poca polemica, poche frasi Si lamenta all’ordine del giorno di Palaz- ciale. Ammicca a quello che fu
forti. Poca voglia di impres- zo Madama. Se i parlamentari il bacino della sinistra radica-
sionare. E più voglia di con- perché parliamo vicini a Fini non lo votano so- le, schierandosi con la Fiom e
vincere. no complici di Berlusconi”, af- per la privatizzazione dell’ac-
con la gente” ferma, riferendosi esplicita- qua. Gli affondi più forti con-
NON A CASO, allora, il Antonio Di Pietro (FOTO ANSA) mente all’impegno formale tro la Lega (il riferimento alla
piatto forte, è il distinguo da preso alla Festa del Fatto Quo- scuola di Adro è d’obbligo).
Grillo e da una certa politica la palma del vincitore (ora è in to ha scelto di fare un partito e vrebbe essere contento che tidiano a Marina di Pietrasanta, Ma poi, l’immagine più “sce-
del no: “Per rimuovere il ma- vantaggio Di Pietro, ma per di uscire dal civismo”. “È Gril- continuiamo a lavorare bene. a tradurre in legge la proposta nica” della prima giornata di
cigno piduista Berlusconi dal giorni ha dominato Grillo). lo che ce l’ha con me e De Siamo dalla stessa parte”. For- del giornale (che cita altre due Vasto è l’Inno di Mameli in
governo sono stati e sono im- “In questo momento Grillo è Magistris – rincara Sonia Alfa- se (forse) lei davvero la pensa volte). E quindi, mette in guar- onore del soldato italiano
portanti i movimenti. Ma un antagonista – va diritto al no, ora europarlamentare Idv, così, ma se il Movimento 5 dia il segretario del Pd, Pier morto in Afghanistan, cantato
quando i movimenti diventa- sodo Emanuele Mancinelli, un passato da “grillina” – mi stelle si fa partito, l’antagoni- Luigi Bersani: no a Fini che a squarciagola dalla platea e
no solo protesta e non alter- che porta orgoglioso la ma- hanno detto che circola un vi- smo sembra già un dato di fat- “vuole un’altra destra” e dai parlamentari, Leoluca Or-
nativa, allora siamo punto e a glietta dei giovani del partito deo in cui lui si lamenta del to. all’Udc, “che ha dimostrato lando in prima linea che chie-
capo. Vanno ringraziati – rile- “Valori in corso” – quando ha fatto che noi continuiamo a più volte che di loro non ci si de al governo di riferire in Par-
va Di Pietro – per la loro pro- deciso di presentare liste na- parlare con la gente. Non so E DUNQUE, Di Pietro pun- può fidare”. Tutto per il Pd, lamento sulla missione. Idv di
testa civile che ha informato zionali e non solo locali, di fat- bene cosa vuol dire, ma do- ta a strutturarsi come leader l’altra parte del ragionamento lotta e di governo.

IL SONDAGGIO
EMILIA ROMAGNA

IL FATTO.IT: È IL LEADER IDV L’ANTI-BERLUSCONI Bocciato il ricorso


CHI DI QUESTI PUÒ FERMARE BERLUSCONI? contro Errani
33%
29%
Antonio Di Pietro
Beppe Grillo
I l Tribunale civile di Bologna ha rigettato il ri-
corso presentato dal Movimento 5 Stelle di
Beppe Grillo contro la terza ricandidatura del
19% Nichi Vendola presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco
6% Pier Luigi Bersani I sei candidati Bersani, Di Pietro, Fini, Grillo, Pannella, Vendola Errani. Il gruppo dei Grillini, riferendosi alla legge
165 del 2004 che stabilisce i principi fondamentali
5% Nessuno di questi sul sistema di elezione e i casi di ineleggibilità, si era
4% Gianfranco Fini rivolto ai giudici mossi dalla convinzione dell’im-
possibilità, per un presidente della giunta regionale,
4% Marco Pannella di essere eletto per tre mandati consecutivi. Secondo
i due consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle,
Andrea Defranceschi e Giovanni Favia, entrambi
presenti in aula al momento della lettura della sen-
na settimana fa abbiamo ridotto la politica a una fo- lito Antonio Di Pietro col 33 sue quotazioni sono scese so- tenza, “la decisione del tribunale crea un gravissimo
Udi votare
chiesto ai nostri di lettori
sul sito Internet del
gna? Antonio Di Pietro, an-
ti-berlusconiano per eccel-
per cento. Secondo resta
Beppe Grillo, espressione
prattutto dopo i tentativi di ri-
conciliazione con Silvio Ber-
precedente, che sancisce come a una Regione basti
non legiferare per disattendere una legge dello
Fatto Quotidiano quale fosse a lenza, o Nichi Vendola abitua- della politica anticonvenzio- lusconi. Per lui il 4 per cento Stato”. Favia ha poi ricordato che “solo in tre Re-
loro parere il leader in grado to a vincere in Puglia contro nale col 29 per cento. Segue a dei voti come per Pannella. gioni, Emilia Romagna, Lombardia e Molise, la
di fermare Berlusconi. tutte le previsioni? Oppure stretto giro Nichi Vendola col Oltre 5000 persone invece legge dello Stato 165 del 2004 non è stata rece-
Forse il suo alleato Gianfran- servono strategie non con- 19 per cento. non indicano uno tra questi pita. E, non a caso, Emilia Romagna e Lombardia
co Fini, che è riuscito a met- venzionali e outsider come Molto indietro il leader del nomi, e cercano un’alternati- sono le Regioni in cui la norma è stata bypassata
tere in discussione la maggio- Marco Pannella o Beppe Gril- partito democratico Pier Lui- va, dal sindaco di Torino, Ser- con la riproposizione di candidati che avevano
ranza parlamentare più am- lo? gi Bersani col 6 per cento. gio Chiamparino al presiden- già superato il secondo mandato. È evidente,
pia della storia repubblicana? Nei primi giorni Beppe Grillo Lontani Gianfranco Fini e te della provincia di Roma, quindi, che ci troviamo davanti al deliberato rag-
Il leader del Pd Pier Luigi Ber- è stato in testa alla classifica Marco Pannella. Secondo i Nicola Zingaretti. Dal leader giro di una legge?”. L’istanza, sempre sullo stesso
sani, che sembra avere final- delle preferenze. Adesso, votanti il leader di Futuro e li- dei verdi Angelo Bonelli al tema, presentata dai Radicali, è stata rinviata al
mente accantonato la diplo- con più di 110 mila votanti e 8 bertà non ha le carte in regola sindaco di Firenze, Matteo prossimo 11 ottobre per un vizio di forma.
mazia e dice che il premier ha mila commenti in vetta è sa- per bloccare Berlusconi. Le Renzi.
Sabato 18 settembre 2010 pagina 7

M
SCHERMO PICCOLO

ediaset li ignora e loro presenteranno riferiscono all’intero periodo di agosto, mese in cui “Durante il Tg4, gli esponenti di Futuro e libertà
“Ignorati da Mediaset” un esposto all’Agcom. Lo annunciano si consumava lo strappo tra il Pdl e Futuro e libertà - hanno avuto un tempo di parola pari a 34 secondi
i deputati del gruppo di Futuro e spiegano - emerge che il tempo di parola concesso (0.44%) mentre il Pdl ha totalizzato ben 81 minuti e
libertà, convinti che le tv di proprietà del presidente del dal Tg5 agli esponenti di Fli è pari a 1 minuto e 52 55 secondi (64.41%) - conclude la nota -. Per Studio
I finiani annunciano Consiglio abbiano violato “la normativa vigente in secondi (1.86%) contro i 37 minuti e 32 secondi Aperto il dato è ancora più allarmante: gli esponenti
materia di pluralismo, correttezza e completezza (37.79%) del Pdl, i 10 minuti e 32 secondi (10.60%) di Futuro e libertà hanno ottenuto un tempo di
dell’informazione da parte dei tg”. della Lega Nord ed i 2 minuti e 28 secondi (2.48%) parola pari a zero contro i 6 minuti e 17 secondi
un esposto all’Agcom “Dai dati pubblicati sul sito dell’Agcom che si de La Destra di Storace”. (44.56%) dedicati al Pdl”.

TORNA ANNOZERO
E FA LO SLALOM
TRA I TRANELLI DI MASI
Come un anno fa: niente contratti
per Vauro e Travaglio, niente pubblicità Il giornalista conduttore di Annozero, Michele Santoro (FOTO EMBLEMA)

di Federico Mello recuperare l’effetto Raiperunanot- go, come avete fatto con Rai per della terza rete. che non protesta e da un presi- cerca l'attenzione del suo pubbli-
e Carlo Tecce te, il passaparola che, nell’oscu- una Notte, di far circolare tra i vo- dente Garimberti che, silente sul co, la mobilitazione e la voglia di
rità dell’informazione sospesa in stri amici e tra le persone con cui A RAIDUE annunciano la con- tema, addirittura segnala al diret- Annozero che tradussero l’idea di
è una nuova legge in Rai siete in contatto questo mio mes- Raiperunanotte in un esperimento

C’
campagna elettorale, accese il Pa- ferenza stampa di Santoro per tore generale il “turpiloquio” di
che va oltre qualsiasi leg- ladozza di Bologna e migliaia di saggio avvertendoli della data mercoledì mattina, la consueta Maurizio Crozza a Ballarò. La cro- di televisione del futuro.
ge: non si muove foglia case collegate sul digitale, sul sa- d’inizio del programma. Nelle presentazione ai giornalisti: per il naca è una riedizione aggiornata, E Travaglio aspetta: “Sono forte-
che Mauro Masi non vo- tellite e in Rete per sei milioni di prossime ore vi terrò puntual- momento hanno prenotato la sa- e mica tanto diversa, dai dubbi mente in imbarazzo, tutti i giorni
glia. Il direttore generale l’ha co- persone. mente informati di quanto avvie- la di viale Mazzini, ma festeggiare dell’anno scorso: il contratto di qualcuno mi chiama per avere
municato nella circolare del 24 ne”. Perché le ore che mancano un programma senza contratti, Travaglio sì, forse, no e le scalette notizie, ma io non so ancora nul-
agosto, poi affossata in consiglio FU un Annozero in trasferta orga- sono incerte. Dalla direzione di oscurato e sabotato sembra un di Annozero (ospiti compresi) gi- la. Non sono preoccupato, ma in-
di amministrazione, e insiste sul- nizzato in poche settimane e con Raidue allargano le braccia: nien- paradosso. Santoro è pronto per rati al mittente con strani pareri curiosito, anche perché domani
la linea editoriale dettata da un decine di appelli. E Santoro chia- te sappiamo, niente diciamo. E l'attraversata dell'ultimo deserto, dell'ufficio legale. Contro l’ostru- volerò a New York per alcune
solo ufficio, il suo, e da una sola ma a raccolta il suo pubblico con un po’ hanno ragione perché Ma- pieno di trucchetti ideati da Masi, zionismo di Masi, e le tensioni da conferenze e tornerò solo merco-
persona, se stesso. E così Masi un emblematico “aiuto!” sul sito si ha commissariato i responsabi- ben spalleggiato da un’azienda consumare sino al via, Santoro ledì”.
continua a disseminare ostacoli e della trasmissione:
buche lungo il percorso, ormai ri- “Cari amici, sono di
dotto, che porterà giovedì Mi-
chele Santoro in onda su Raidue.
nuovo costretto a chie-
dere il vostro aiuto.
L’appello di Santoro L’ULTIMA PAROLA Paragone interviene e blocca tutto: “Non
possiamo parlare di chi non è presente e
STAVOLTA ha bloccato le pub-
Giovedì 23 settembre
alle ore 21 è prevista la
ai telespettatori: LO SCOOP DI PARAGONE? che non può difendersi”. Eppure durante
blicità che annunciano il ritorno partenza di Annozero, LA SOLITA MONTECARLO l'ora e passa di trasmissione, la voce del
della trasmissione, uno spot di ma la redazione è tor- “Avvertite gli amici leader di Futuro e Libertà non s'è sentita,
pochi secondi copiato – è quasi
uguale – dalla prima stagione di
Annozero proprio per evitare
nata al lavoro da poche
ore e con grande ritar-
do, i contratti di Trava-
che giovedì G ianfranco Fini è l’uomo scelto dal
Dipartimento di Stato americano per
far cadere il governo Berlusconi. Questo
come fa notare Gomez in studio e Mentana
dalla sede del tg La7: “Paragone guarda
che in studio Fini non c'è”. Gomez
obiezioni. E invece Masi l’ha stop- glio e Vauro non sono siamo in onda” l’annunciatissimo scoop di Gianluigi continua: “Il fatto è che Schifani ha
pato senza dire perché e dire cosa ancora stati firmati e lo Paragone per lanciare la prima puntata mandato un comunicato ufficiale per dire
cambiare. E restano fermi i con- spot che abbiamo pre- della nuova stagione di “Ultima parola”. Si che era disposto a farsi sentire dai
tratti di Marco Travaglio e di Vau- parato è fermo sul tavolo del Di- li di rete, ormai s’arroga il diritto accendono le luci in sala, gli ospiti sono magistrati di Palermo, ma a parte il Fatto
ro, nel frattempo la redazione ha rettore generale. Tuttavia, se non di selezionare ospiti e argomenti: già seduti: Vittorio Sgarbi, Pietrangelo Quotidiano non l'ha ripreso nessuno.
cominciato a preparare la punta- ci sarà impedito di farlo, noi sa- ferma Carlo Lucarelli a Raitre, Fi- Buttafuoco (ex militante missino, Perché Schifani è ancora sotto l'ombrello
ta del debutto. In una situazione remo comunque in onda giovedì lippo Rossi a Raidue e pratica scrittore e giornalista di Panorama) protettivo di Berlusconi. Fini no.” Va in
d’emergenza, oscurati sino all’ul- prossimo e con me ci saranno co- ostruzionismo ovunque, almeno Vittorio Feltri, Peter Gomez. In onda un bel servizio realizzato da più
timo secondo, Santoro cerca di me sempre Marco e Vauro. Vi pre- per altri due programmi sempre collegamento Lucia Annunziata ed Enrico inviati a Montecarlo. Con telecamere
Mentana. Presente anche Filippo Rossi di nascoste alla ricerca di Giancarlo Tulliani.
FareFuturoWeb, in forse fino all'ultimo. I passaggi salienti del suo discorso a

Effetto traino. Il Tg1 in picchiata, Prima invitato alla trasmissione poi


estromesso. Ma dopo una nota di
denuncia contro la Rai, pubblicata dallo
Mirabello vengono alternati alle immagini
monegasche. Quando Fini parla del
precariato giovanile ecco le immagini di
perde 120 mila euro al giorno di spot stesso Rossi, viale Mazzini fa marcia
indietro. Un bavaglio tentato. Per
Tulliani che lava la sua Ferrari. Lucia
Annunziata invita alla calma: “Ricordo
quaranta minuti la trasmissione si che qui si discute di una casa di 74 metri
di Carlo Tecce concentra sull'affaire Montecarlo. Feltri quadri e di una cucina che costa 4200
ne approfitta per annunciare l'ennesimo euro”. Dalle vicende familiari di Fini il
inzolini costa alla Rai 120 scoop su “Il Giornale”: il contratto di passaggio al complotto internazionale è
M mila euro al giorno di man-
cati ricavi. Al direttorissimo va
affitto dell'appartamento alla voce
locatore e locatario portano la stessa
breve. Secondo la tesi presentata da
Paragone, Berlusconi sarebbe scomodo
male la raccolta di firme in suo firma, lui dice “di Giancarlo Tulliani”. per il governo americano che, per questo,
sostegno promossa dal giorna- Anche Buttafuoco insiste sulla casa avrebbe ordito alle sue spalle un
lista Stefano Campagna, va ma- monegasca, dicendosi indignato per il complotto. Mentana per chiudere il
lissimo l’ascolto del telegior- comportamento “amorale” di Fini che ha collegamento scherza: “l'Unica cosa che
nale e soprattutto i conti pub- tradito la fiducia di tanti militanti del riesco a seguire, di internazionale, in
blicitari saranno dolorosi per partito. “Giusto parlare di Montecarlo – questo programma è la Nunez”. Ma
l’azienda. Minzolini riduce le interviene Gomez – ma perché nessuno Annunziata non ci sta “Non trovo corretto
entrate Rai di 120 mila euro al parla della seconda carica dello Stato, che si faccia un apprezzamento al corpo di
giorno: un punto di share in Renato Schifani?”. Putiferio in studio. una donna”. Gaetano Pecoraro
meno vale 30 mila euro e il di-
rettorissimo ne ha persi 4 a set- Il direttore del Tg1 Augusto Minzolini (FOTO ANSA)
tembre. Il Tg1 batte se stesso
in peggio: giovedì è sceso al delle fette da distribuire tra i lordo – perché vanno calcolati sto di una pubblicità del Tg1 Tg5, fermo a ridosso del 20 per listi in organico. Ma nonostante
23,6 di share contro il 29,4 due concorrenti: il servizio sconti ai clienti abituali – di perché il Tg1 di Minzolini ha cento di share con 6 punti e 1,2 il fiasco, il fedelissimo Campa-
dell’anno precedente e da 6,6 pubblico e la privata Mediaset. 1,26 milioni di euro. La Sipra è smarrito un quinto dell'indice milioni di spettatori in meno in gna cerca la polemica con il Cdr
milioni di spettatori a 5,4 mi- Con un’andatura a frenata il la concessionaria di viale Maz- share del 2009 giovedì e poco soli dodici mesi. Il professore per una nota letta in diretta con-
lioni: vuol dire meno 5,8 punti, Tg1 perde un valore commer- zini che vende spazi e program- meno in totale a settembre. Ri- Francesco Silitato del Politecni- tro il taglio ai telegiornali: “Min-
meno 1,2 milioni di italiani. ciale di oltre 200 mila euro a mi agli inserzionisti: mostra il capitolando: ogni punto vale co di Milano spiega in parole i zolini non sapeva nulla della
edizione serale considerando il prodotto con pregi, difetti e 30 mila e quindi Minzolini - che numeri e le cifre elaborate dal mia iniziativa, ma dovevamo re-
NON BASTANO le difese listino Sipra, concessionaria spettatori medi maturati ne ha persi 4 a settembre - fa suo studio Frasi: “Il Tg1 sera oc- plicare al comitato di redazio-
d’ufficio dal direttore generale pubblicitaria, 120 mila per ave- nell’anno precedente, e appli- scappare dalla Rai 120 mila eu- cupa una posizione strategica ne. Leggo il testo del documen-
Masi né la copertura politica a re una cifra più realistica. E co- ca un prezzo. Con i risultati di ro al giorno. Il crollo del Tg1 nel palinsesto di Raiuno, la sua to: 'Il cdr, per l'ennesima volta,
ridurre – anche in soldoni – il me s’arriva all’allarme rosso? Il settembre – intorno al 25 per può condizionare l’ascolto del- caduta può avere effetti rilevan- prende decisioni straordinarie
crollo del Tg1: un giorno la Rai Tg1 delle venti è anticipato da cento di share e mai sopra i 6 l'intera serata, frantumare l’ef- ti sulla prima serata e questo senza specifico mandato della
pagherà e quel giorno inizia un minuto di pubblicità vendu- milioni di spettatori – il Tg1 di fetto traino. Ma il conto verrà può causare un buco di decine redazione, che si era pronun-
ora. Perché da una settimana la to a 120 mila euro, poi appena Minzolini ha un prezzo spropo- consegnato a viale Mazzini tra di milioni di euro per il bilancio ciata contro la cancellazioni di
Rai è in periodo di garanzia, tre finisce la sigla c’è un blocco da sitato. Le conseguenze saranno un anno, e la concorrenza di di viale Mazzini”. E il foglio di Tg che non è avvenuta. Chie-
mesi da settembre a dicembre, cinque minuti di 1,06 milioni di visibili nell’autunno del 2011, Enrico Mentana al Tgla7 è ap- solidarietà per Minzolini è an- diamo al cdr perché nel comu-
che disegnano la torta pubbli- euro. In totale: il telegiornale quando la Sipra sarà costretta a pena cominciata. Mentre Me- cora mezzo vuoto: siamo intor- nicato non ci sia un riferimento
citaria, la forma e la grandezza delle venti ha un giro di affari tagliare del 20 per cento il co- diaset deve riportare a galla il no alle 70 firme su 170 giorna- ai nuovi tg del mattino”.
pagina 8 Sabato 18 settembre 2010

A A
GIÙ AL NORD GIÙ AL NORD

nche il maggiore sindacato scuola di Adro. La scuola pubblica - localistiche e contrapposizione ai valori conti fatti le famiglie morose positivo. L’altro Lancini (il sindaco Oscar Da oltre 30 anni il servizio pasti per gli alunni
La Cgil alla Gelmini: italiano scende in campo contro sottolinea il sindacato - deve continuare ad fondanti della nostra Costituzione”. Da un debito (saldato) delle quote mensa scolastica di Danilo) si era invece distinto per la presa di delle classi materne e primarie viene garantito
la scuola “padana” del paesino di essere avamposto della integrazione, della Per questo “non ci potranno mai essere Adro erano 28. posizione del “non paghi, non mangi” e la da un’associazione di genitori presieduta
Adro, nel bresciano. La Cgil-Flc interculturalità, dell’apertura ad ogni scuole padane - continua la lettera - , Per un equivalente di circa 5 mila euro. Ma il conseguente consegna ai bambini di una gratuitamente da Giuseppina Paganotti.
deve intervenire (Federazione lavoratori della conoscenza), diversità e alle tante novità che perché la scuola è della Repubblica italiana di 10mila euro, scoppia caso scoppia in aprile dopo che lettera-avviso per le famiglie: “Al rientro alle In estate è avvenuto il “passaggio di
infatti, con una lettera di diffida al ministro attraversano il mondo”. e devono continuare a sventolare la l’imprenditore Silvano Lancini decide di fare lezioni dopo le vacanze di Pasqua non sarà più testimone” obbligato e quindi oggi la mensa
dell’Istruzione Mariastella Gelmini, chiede Per il sindacato, “i simboli della Lega bandiera tricolore e quella dell’Europa: un bonifico di 10 mila euro per saldare le quei possibile la permanenza a scuola dell’alunno/a viene gestita direttamente dall’amministratore
per rimuovere i simboli di “rimuovere il simbolo della Lega dalla rievocano invece intolleranza , chiusure l'Italia è una e indivisibile”. il caso dell’istituto Miglio debiti visto che il saldo della mensa era nell’orario dedicato alla mensa”. co E.Reg.

CON IL PADRE MOROSO


ONOREVOLI FIRME
Adro, Idv e Pd hanno aderito al nostro appello
IL FIGLIO VA AFFAMATO
Gerenzano, niente mensa
Dai finiani un “sì” solo a titolo personale scolastica agli alunni con genitori insolventi
di Chiara Paolin avranno tempo fino al 30 set- per mantenere quella coeren-
Dovete tutelare i nostri bambini on c'è due senza tre. Do-
tembre per saldare i dovuto, za, correttezza, chiarezza e

N
poi scatterà la ritorsione ali- trasparenza che dimostra ora-
po Adro e Montecchio mentare. Qualche mamma si è mai da 13 anni”.
Di seguito la lettera di 185 genitori della scuola di Adro. che politiche. Abbiamo scelto la scuola pubblica nella Maggiore (Vicenza), an- detta vagamente preoccupata Uno che si prende cura dei
In tutto i bambini sono 750. convinzione che possa garantire la formazione dei nostri che Gerenzano, nel Va- per la scelta del primo cittadi- suoi concittadini segnalando
“Com’è stato riportato ampiamente dagli organi d’in- figli e lo sviluppo della loro personalità. In tale prospettiva resotto, ha pensato di salvare no: “Il problema dei debitori puntualmente il pericolo. Si
formazione, gli edifici che costituiscono il nuovo polo sco- non possiamo restare indifferenti di fronte a iniziative il proprio bilancio tagliando i colpisce anche chi come noi legge sulla bacheca on line
lastico e gli arredi ivi esposti recano diffusamente ed in che interferiscono con la loro educazione, anche solo in- pasti ai bambini i cui genitori paga ogni mese regolarmente dell’amministrazione di Ge-
evidenza il simbolo denominato “Sole delle Alpi”. È in- ducendo una convinzione di appartenenza che non sia hanno problemi nel saldare la – ha dichiarato al quotidiano renzano: “Nelle scorse setti-
confutabile che il “Sole dell Alpi” compone il logo di un stata consapevolmente maturata. Non è certo pensabile retta della mensa scolastica. La Provincia di Varese Stefania mane in Comune sono giunte
partito politico e che viene da tempo impiegato come che, come da qualche parte si è ipotizzato, coloro che Basta una distrazione, un buco Restelli, del Comitato genitori alcune segnalazioni. Una don-
distintivo di appartenenza a tale partito, nel quale si ri- non condividono le scelte amministrative locali in tema di di pochi euro: “L'utente che –. Ma non vorrei che così si na, con accento straniero, te-
conoscono gli amministratori locali attualmente in ca- edilizia scolastica ritirino improvvisamente i propri figli accumulerà un debito di 40 danneggiassero i bambini che lefonava presso le abitazioni
rica. Come cittadini siamo consapevoli che un’ammini- da un istituto - il cui corpo insegnante è valido - inter- euro - si legge nella circolare non hanno colpa”. dicendo che era in corso una
strazione della cosa pubblica costituzionalmente orien- rompendo la continuità didattica, per inserirli in un’altra inviata per il nuovo anno sco- Anche in questo caso, a con- raccolta di soldi (15 euro) per
tata deve garantire i diritti inviolabili dell’uomo, tra cui il scuola, in un altro comune. Ci chiediamo e Vi chiediamo lastico all'istituto comprensi- cepire il geniale meccanismo un’iniziativa del Villaggio
pieno sviluppo della personalità umana, la libertà e se è lecito e legittimo, prima ancora che opportuno, che vo del paese - non potrà più è stato un esponente della Le- Amico di Gerenzano. Spiega il
l’uguaglianza. Come genitori ed educatori avvertiamo il un edificio adibito a sede di scuola pubblica faccia osten- utilizzare il servizio di ristora- ga Nord, Silvano Innocente vicesindaco Pier Angela Van-
dovere primario di perseguire e di far perseguire quell’ tazione di un simbolo che nella prassi o nel sentire co- zione e, conseguentemente, il Garbelli. Uno che, appena zulli: “Al Villaggio Amico nes-
“interesse superiore del fanciullo” cui tanto spazio viene mune è identificativo di un partito politico, qualunque genitore dovrà ritirare dall'isti- eletto, ha fatto approvare in suno sapeva nulla, era un evi-
riservato nella legislazione nazionale e comunitaria, ol- esso sia; se tale ostentazione sia compatibile e coerente tuto scolastico il proprio figlio blocco dal consiglio comuna- dente tentativo di raggiro. Ab-
tre che nelle convenzioni internazionali alle quali anche il con i valori garantiti dalla nostra Costituzione e con la durante il tempo mensa”. le le sue linee programmati- biamo fatto subito stampare
nostro Paese ha aderito. In nome di tale interesse sen- prioritaria tutela dell’infanzia propugnata nel nostro Per far capire meglio l'antifo- che: “La cosa più importante dei volantini e messo un avvi-
tiamo di doverci adoperare perché i nostri bambini pos- Paese in ambito nazionale ed internazionale. Se così non La scuola e il sindaco del Carroccio na, a maggio alcuni bimbi, figli da sottolineare è che la Lega so sul tabellone luminoso che
sano crescere con serenità, maturando autonomamente fosse Vi chiediamo che nei Vostri ruoli istituzionali in- In alto a sinistra, il primo cittadino di Adro, Oscar Lancini; nelle due foto grandi l’istituto di genitori insolventi, avevano Nord per l'indipendenza della c’è in piazza”. Chissà se c’era
e con consapevolezza le proprie scelte personali ed an- terveniate a tutela dei nostri bambini”. “Gianfranco Miglio” al centro delle polemiche per i simboli ricevuto per pasto un panino. Padania, ha deciso di presen- scritto che la donna aveva un
legati all’universo Lega del quale è disseminato Una punizione una tantum, tarsi da sola a queste elezioni accento straniero.
che adesso diventerà sistema:
“I debiti dei genitori hanno
appello del Fatto ha la suscettibilità di uno degli toccato quota 12mila euro - ha

L’
quei simboli assieme a noi: condividono lo spirito del Italo Bocchino non se la sen- conto”, dice: “C'è un atto de-
fatto breccia: non solo
tra i nostri lettori – ol-
alleati di governo, accetta
che nella scuola pubblica
“Sottoscriviamo l’appello
del Fatto Quotidiano perché
nostro allarme: “Nessuno
può permettersi di strumen-
te di parlare da capogruppo
di Futuro e libertà. Non fir-
positato alla Camera, un’in-
terrogazione in cui chiedo al SULL’ATTENTI! Il Prefetto spiegato l'assessore all'Istru-
zione Elena Galbiati -. Una si-
L’OLTRAGGIO DI ADRO,
tre trentamila firme in
due giorni – ma adesso an-
possano entrare simboli di
un partito, per di più xeno-
quello che è avvenuto nella
scuola di Adro – spiegano –
talizzare e targare qualsiasi
edificio finanziato con soldi
ma la nostra iniziativa: “Per
dire che non siamo d'accor-
governo di prendere posi-
zione. È una cosa indegna fa gli onori alla Biciclettata padana tuazione insostenibile, anche
perché le famiglie a basso red-
APPELLO DE “IL FATTO”
che in Parlamento. Abbia- fobo e razzista”. L’Italia dei nulla ha a che fare con il fe- pubblici, figuriamoci una do con quello che è succes- che venga accettato un ol- dito vengono già aiutate".
mo chiesto ai gruppi politici opo le sfilate di miss in fascia verde e la Bernocchi del Partito democratico, il vi- Sono oltre 30.000 le adesioni al nostro appello. Con-
dell’opposizione (e non so-
lo) di sottoscrivere la nostra
Valori ha già presentato in-
terrogazioni parlamentari
sulla vicenda, punto più
deralismo, che deve essere
uno strumento solidale, di
coesione sociale e democra-
scuola – spiega il deputato
Udc Roberto Rao – Segnali
del genere, per chi non ha
so ad Adro – spiega – usiamo
gli strumenti parlamentari”.
traggio del genere, solo per
compiacere qualcuno, solo
per non farlo arrabbiare.
Darrivati
scuola con il “Sole delle Alpi”, sono cesindaco Bruno Tagliati e Franca Biglio,
anche i ciclisti leghisti guidati da presidente dell'Associazione nazionale
In concreto sono 163 genitori
in ritardo con i pagamenti: tinuate ad aderire. Ecco il testo: ad Adro in provincia di
Brescia, una scuola della Repubblica Italiana è stata tra-
richiesta: via i simboli della basso dei “danni insoppor- tico. Piegare una scuola pub- capacità di discernimento, FIRMA INVECE, almeno Dunque non posso che sot- uno sportivo d'eccezione: il senatore pa- piccoli comuni italiani e vicesindaco di sformata in un istituto padano e ricoperta dai simboli
Lega dai muri, dai banchi,
dai giardini della scuola ele-
tabili e insostenibili” che il
governo Berlusconi “sta fa-
blica alla pura propaganda
politica è un fatto grave e sa-
finiscono per diventare una
imposizione subliminale,
“a titolo personale”, il depu-
tato Enzo Raisi “perché l'u-
toscrivere il vostro appello,
anche se ripeto, il mio do-
dano Michele Davico, sottosegretario de-
gli Interni e braccio destro di Roberto Ma-
Marsaglia. Impeccabile il prefetto Bruno
Tancredi di Clarafond ha predisposto al
Nel comune leghisti su ordine di un sindaco che ha potuto contare
sulla colpevole indulgenza del ministro dell’Istruzione
mentare di Adro. E la rispo-
sta c’è stata. Aderiscono
cendo nel settore della
scuola”.
rebbe opportuno, come ab-
biamo già chiesto con un’in-
che già la Lega dovrebbe
stigmatizzare, e a maggior ra-
nico simbolo che può stare
nelle scuole italiane è il tri-
vere l’ho già fatto”. Il sena-
tore finiano Maurizio Saia di-
roni. Partita dal Monviso, la prima "Bici-
clettata Padana" ha fatto tappa a Bra dove
seguito della carovana un servizio d'or-
dine con diverse pattuglie della polizia
amministrato Gelmini. Un sopruso e un oltrag-
gio. Davanti all’inerzia delle
“con convinzione” Felice
Belisario e Massimo Donadi, ANCHE IL PARTITO de-
terrogazione del nostro
gruppo parlamentare, che il
gione il ministro Gelmini.
Resettiamo tutto, e mettia-
colore. Un simbolo che uni-
sce e non divide”. Il depu-
ce “assolutamente sì”:
“Qualsiasi simbolo di partito
Davico è stato assessore alla cultura e al-
l'istruzione, per dirigersi poi nel Pavese,
stradale. Prima di ripartire foto di rito e
scambio di doni: il sindaco del Pd ha ri-
dal Carroccio già pubbliche autorità che prefe-
riscono girare la testa dall’altra
a nome dei gruppi di Came- mocratico, attraverso un’in- governo chiarisse quanto è mo al bando le giustificazio- tato Benedetto Della Vedo- – spiega – non deve entrare passando per Mantova e Pizzighettone. cevuto in omaggio dal senatore Davico la parte chiediamo l’immediata
ra e Senato dell’Italia dei Va- terrogazione, ha chiesto al successo”. ni puerili, come quelle sul va, più che firmare, dice, nella scuola. Anche noi nel- Meta finale: la "Festa dei Popoli Padani" casacca verde del team dei ciclisti padani. a maggio alcuni cancellazione di quei simboli trac-
lori. Si uniscono al nostro governo di chiarire cosa è Quella dell’Udc è una “sot- colore o sul simbolo casuale. “me lo autorivolgo”. È “d’ac- l'Msi discutevamo di come organizzata dalla Lega Nord. E se a Vene- A dar "fastidio" alla festa solo Franco Bor- ciati con intenti secessionisti e in
appello per la “rimozione successo ad Adro. E ora i ca- toscrizione ideale”: li lascia Faremo la nostra parte – con- cordo”, ma ammette, “più fosse abbondantemente su- zia sono stati accolti dal ministro e leader do, consigliere comunale di Sel che in bimbi evidente spregio al principio costitu-
immediata dei simboli le- pigruppo di Camera e Sena- “perplessi” firmare appelli clude Rao – non solo per che un appello dovrei fare perato il Ventennio, mi pare della Lega Nord Umberto Bossi, a Pizzi- una lettera pubblica ha manifestato dis- zionale della Repubblica una e indivi-
ghisti” e stigmatizzano to, Anna Finocchiaro e Dario dei giornali, perché i parla- condannare, ma per chiama- un’interrogazione”. L'ha già che stiamo tornando indie- ghettone a dare il benvenuto a Davico e senso: "Chi ha un ruolo di garanzia e di erano stati puniti sibile. sul sito www.ilfattoquotidiano.it
“l’ignavia del ministro Gel- Franceschini, tornano a mentari hanno a disposizio- re il governo alle proprie re- fatta il deputato Luca Bellot- tro”. alla cinquantina di ciclisti con tanto di rappresentanza istituzionale super par-
mini che, pur di non urtare chiedere la cancellazione di ne “strumenti propri”. Ma sponsabilità”. ti, “e nessuno ne ha dato pa.za. maglietta e pantaloncini griffati con lo tes, come il prefetto non può e non deve con un panino
stemma del “Sole delle Alpi”, c'erano il partecipare a una manifestazione di par-
prefetto, Bruno Tancredi di Clarafond, il tito. Anche questo episodio la dice lunga

È l’ora della protesta contro il sindaco Contro la “seces sione”


viceprefetto Emilia Giordano, il primo
cittadino della cittadina cremonese Luigi
in merito alla deriva democratica del no-
stro Paese". Alex Corlazzoli è CARLO
Chi ha autorizzato l’uso di un
nome del genere in una scuola
coscienza
agostino lamanna
come a Venezia il 12 settembre
esistere nelle nostre teste, non
dobbiamo accettare qst nome
perchè qst ci portera’ a non
OGGI NEL PAESE BRESCIANO LA MANIFESTAZIONE PER RIMUOVERE I SIMBOLI DELLA LEGA oltre 30.000 “no” pubblica? Il Prefetto ne sa
qualcosa? E’ veramente tutto
per l’invasione leghista abbiamo
esposto il tricolore … basta con
urlare se un giorno ci alzeranno
intorno un muro di cinta.. E’ gia’
di Elisabetta Reguitti primo cittadino ha ufficialmente chiesto dell’amministrazione pubblica. Tutto ta- fatto di essere preso in giro da è tappezzare la scuola stessa di “camerati”, sempre così regolare? La Corte dei Conti l’arroganza e le prevaricazioni successo, è il popolo vigile che
la rimozione da qualsiasi ambiente sco- ce anche sulla questione, riportata da Il Quattromila commenti e ritornare ad essere un paese persone che come pecore, questo simbolo. Io trovo solo patriottici, non hanno nulla da non potrebbe vederci un pò deve ribellarsi, scardinando
ll’ inizio erano solo dodici. Si sono Fatto Quotidiano, che la Eredi Lancini è ANTONIO MISURELLI

A
lastico del “Sole delle Alpi”. passa alla nostra iniziativa civile… seguono dei politici che fanno una parola per descrivere ciò: dire??? chiaro? La Finanza non potrebbe mattione dopo mattone qst
date appuntamento all’oratorio e Nel frattempo però il Fatto Quotidiano (a (azienda di famiglia del sindaco) è stata sono arrivati al nostro sito. dell’odio e dell’intolleranza la indottrinamento delle masse! E fare un’indagine a tappeto tra gli Hanno distrutto L’Italia. Il Nord muro che gia’ sta nascendo
hanno deciso di scrivere l’appello e differenza di quanto sostiene il sindaco condannata per non avere pagato l’ Ici Lettori sconcertati, avviliti è LAURA base di tutte le loro decisioni. la cosa più vergognosa è che è è LUIGI eroici donatori che magari sono è in mano ai leghisti, il Centro ed nelle nostre teste, già nominarla
raccogliere le firme. Stiamo parlan- Lancini) ha dimostrato come la società dovuto. o desiderosi di avere un Mia figlia (4 anni) è tornata a stata fatta su menti “vergini e Oramai sono come un fiume in pure evasori. Trattandosi di il Sud in mano ai piduisti, ai significa ammetterne
do delle mamme che hanno sottoscritto editrice del La Padania lo abbia registrato cenno dal mondo politico. scuola. Le maestre ci hanno è ANTONIO indifese”, quelle dei bambini. piena, e adesso stanno leghisti la cosa non mi mafiosi ed ai corrotti. Siamo l’esistenza.
e spedito il loro modo di intendere e come suo marchio identificativo. A STABILIRLO C’È la sentenza di con- Questa è una selezione fatto un elenco di beni da E il capo dello Stato che dice? rompendo pure gli argini. sorprenderebbe. messi proprio male.
vivere la Costituzione. Il risultato è stato Bocche cucite, invece, sulla procedura danna della Corte di Cassazione del 23 portare come corredo: acqua, è FABRIZIO CICCARELLI è LUCILLA PELLEGRINO
grande e incoraggiante perché 185 firme dell’intitolazione a Gianfranco Miglio: giugno scorso. Detto questo rimane l’ ini- è SILVANO BELLATO fazzoletti di carta, sapone è LIDIA SERRAU Tutte le dittature iniziano così, è TITO AMBRUOSI è SERGIO NOTARIO è MICHELE Che brutto momento
di genitori sui 750 bambini che frequen- nessuno ha mai visto l’autorizzazione. Per ziativa di questa mattina: nata spontanea- La Lega non può fare quello che liquido, carta igienica, tovaglioli. Penso a ciò che mi hanno come ad Adro. Se fosse vivo mio Possibile che le ISTITUZIONI e Sono un vostro lettore L’Italia così non va avanti, anzi,
tano il polo scolastico di Adro non sono il resto sappiamo (come riportato da Il mente su Facebook sembra aver preso vuole nella scuola pubblica, se ne Ci siamo impegnati per insegnato i libri di storia e mi nonno, ucciso dai tedeschi nel le varie forze di opposizione quotidiano, non abbonato torna indietro di 100 anni per è SILVA MOTARAN
poche considerando che ci sono geni- Fatto Quotidiano on line) che una mamma, piede soprattutto tra le persone a dispet- frega della Costituzione e di l’acquisto di materiale didattico, inorridisce guardarmi attorno e 1944, direbbe non la stessa cosa, fanno finta di non vedere oppure perché amo acquistare i giornali ogni imbecille che fa queste Sono contraria a una esibizione
tori che hanno due o anche tre figli iscrit- Laura Parzani, figlia dell’ ex sindaco di to dell’ appartenenza politica. Per fare in fatto sta attuando la secessione, di un telefonino e relativa scheda scoprire che non abbiamo ma chissà quante altre sono talmente ciechi che non all’edicola. Vi seguiamo,la mia cose! dei simboli sia religiosi che
ti. Adro ha deciso di ritirare le sue due figlie modo che quella scuola venga ripulita che è il vero scopo del telefonica per permettere loro capito niente. nefandezze avrebbe da vedono la realtà che li circonda. compagna ed io dal primo politici nei luoghi pubblici
dalla scuola. “Non voglio che ogni giorno dalla tutta la simbologia leghista verranno federalismo. Aderisco di chiamarci. E mi chiedo perché raccontare. Ormai non credo Se così fosse poveri noi in quali numero ne non ne abbiamo è ANTONIA GRIGETTI
PARTIAMO QUINDI da queste firme venga sbattuto loro in faccia un simbolo esposte e appese bandiere tricolori. Nel fermamente al vostro appello. La la Gelmini non pensi di porre è ANTONIO IMPERATORE più si possa tornare alla POLITICI siamo cascati!!! perso uno. Stanno costruendo uno stato è MARIO MOTTI
per ricostruire la cronaca di ciò che sta che sta nelle segreterie di un partito”. frattempo pare che il sindaco sia stato gente del Nord deve svegliarsi, rimedio allo stato vergognoso Fanno tutto ciò che vogliono. Gli normalità, almeno non credo di Continuate così. che non c’è, gli hanno dato un Un baluardo dell’informazione e
accadendo in questi giorni. Prosegue il Laura potrebbe non essere però l’ unica diffidato dal fare ciò che aveva previsto: come fa a non accorgersi che la delle scuole pubbliche anziché si concede tutto. Che la poterlo vivere anche io questo è GIUSEPPE CAPUANO nome e una bandiera, e noi non dell’azione civica in un immenso
silenzio delle istituzioni compresi prefet- mentre pare che anche alcuni insegnanti mettersi cioè in mezzo alla piazza con un Lega racconta solo bugie? lodare un’orda di idioti in preda smettano!!! ritorno alla normalità, anche se Volevamo una scuola di tutti, è VITA ARENA dovremmo nemmeno piu’ oceano di interessi perversi ed
tura e ufficio scolastico regionale e pro- stiano meditando di chiedere il trasferi- gazebo per distribuire materiale sul polo a deliranti follie secessioniste! oggi ho ancora 40 anni. libera da condizionamenti, E’ uno schifo , la scuola nominarla, La Padania è SOLO anticostituzionali… il Fatto
vinciale. A parlare, invece, è stato il coor- mento. Ma Adro c'è anche un’ opposi- scolastico. Tutto ciò accade mentre l’at- è PASQUALE è MIKLOS (crocifisso compreso) ed ora dovrebbe essere libera e priva di un quotidiano, con tutto il quotidiano! Bravi e coraggiosi, vi
dinatore provinciale del Pdl Viviana Bec- zione politica (lista Linfa) che chiede tra- tuale ministro Umberto Bossi invoca: Sto veramente perdendo la è ANGELO BADELLINO Una cosa è mettere il simbolo è GIOVANNI siamo punto e a capo come sponsor….. la lega dovrebbe rispetto per i quotidani sostengo e vi do voce. Grazie di
calossi che oltre a dissociarsi dal gesto del sparenza e correttezza nella gestione “Una capitale al nord”. speranza che l’Italia possa La cosa che più mi fa rabbia, è il all’ingresso della scuola, un’altra Siamo già alla secessione!!! I all’epoca del fascio farsi un profondo esame di s’intende.. e NON deve esistere.
pagina 10 Sabato 18 settembre 2010

PADANIA LADRONA

REGALO DI STATO
TREVISO

RISTORANTE AI VENETI
ALLA “SCIURA” BOSSI
Per la scuola della moglie del senatur conti in rosso fino
ZAIA: “QUI NON MANGIAMO
STECCHINI CINESI”
di Erminia Della Frattina
al 2008, poi da Roma sono arrivati i “verdoni” Treviso

ai visto qui i cinesi che fine fanno?“. Luca Zaia indica


di Vittorio Malagutti
Varese
Niente paura, i soldi alla fine
sono arrivati, come hanno
“H il bancone del bar con ogni ben di Dio: panini,
mortadella, pizzette, tutta roba rigorosamente “made in
raccontato i giornali già nel lu- Veneto”. Per essere sicuro apre un panino: “Guardate, è
a scuola della Lega? Un glio scorso. Soldi pubblici: porchetta trevigiana, altro che stecchini cinesi”. Ma per-

L successone. “Quest’an-
no abbiamo superato i
300 alunni iscritti. Un re-
cord”. È contento, contentis-
simo Dario Specchiarelli, pre-
800 mila euro stanziati dal Par-
lamento con la famigerata leg-
ge mancia, ovvero la distribu-
zione di finanziamenti a piog-
gia a favore delle più disparate
ché il governatore inaugura un bar in un paesino del
Trevigiano? Semplice: il bar “è stato strappato”, come
dice lui, a una famiglia di cinesi, marito e moglie, che
avevano rilevato l’attività un anno fa. Ora il locale, “Il
Girasole” di Quinto di Treviso, torna in salde mani ve-
sidente della cooperativa che iniziative sponsorizzate da de- nete. “Il saké è finito – insiste Zaia – qui si serve Pro-
gestisce asilo, elementari e putati e senatori. Attenzione secco”. L’anonimo bar lungo la statale che da Noale arriva
medie nate e cresciute nel se- però, il denaro destinato alla a Treviso diventa famoso per un giorno. Arriva il sindaco,
gno del “Sole delle Alpi”. Solo scuola leghista è diventato di si taglia il nastro e poi la mortadella. “La signora Paola è
che qui, nella scuola leghista fatto un regalo alla signora un eroe”, si gonfia Zaia. È Paola Durigon, la nuova pro-
di Varese, quella doc, quella Bossi con i suoi due sodali. E prietaria del bar. “Un esempio in controtendenza”, gli
benedetta da Umberto Bossi e cioè l’ex senatore (ovviamen- fanno eco le tante giornaliste col microfono, che sui
diretta da sua moglie, la mae- te leghista) Dario Galli, da due cinesi ricalcano gli stereotipi classici: “Ma è vero che
stra Manuela Marrone, non anni presidente della provin- quando hanno comprato il locale sono arrivati con la
c'è proprio traccia di simboli cia di Varese nonché consi- valigia piena di contanti?”. Persino la vecchia proprie-
di partito. Adro? “Fatti loro”, gliere dell’azienda pubblica taria, che ora è socia di Paola (l’eroe) si stupisce: “Hanno
si scalda Specchiarelli. Finmeccanica, e il già citato La scuola Bosina di Varese fatto una transazione con la banca, proprio come fa-
Di certo il business viaggia al- Specchiarelli. Sono loro, infat- remmo noi”.
la grande. Nel 2009 la scuola ti, assieme all'Associazione incassi. La signora Bossi, inte- che hanno salvato il conto in
ha festeggiato il primo bilan- Bosina e all'omonima Associa- stataria di 200 quote su un to- banca degli educatori con la SI STAPPANO le bottiglie e Zaia continua con le sue
cio in utile. Poca cosa, due- zione Bosina onlus, gli unici tale di mille che costituiscono camicia verde. Il contributo è perle: “Abbiamo fermato l’invasione cinese”, evviva. La
mila euro e spiccioli. Ma nel iscritti a libro soci della coo- il capitale sociale, è stata chia- spalmato su due anni (300 mi- signora Paola si concede qualche apprezzamento sulla
2008 i conti erano in rosso di perativa “Scuola Bosina”, che mata a fare la sua parte sbor- la retrodatati al 2009 e il resto gestione cinese: “Erano in crisi perché loro con la pulizia
quasi 500 mila euro su un mi- gestisce l’istituto varesino. sando oltre 250 mila euro in per il 2010) ed è passato in Par- non ci sanno fare, erano sporchi”. Si galleggia in un mare
lione di ricavi. Stessa musica quattro anni. Stesso discorso lamento sotto la voce “amplia- di vino e fazzoletti verdi nel taschino. Zaia ripete come un
nel 2007 e nel 2006: bruciati NEGLI ANNI scorsi questi per Galli e Specchiarelli, pure mento e ristrutturazione”. Dei disco rotto: “Basta saké”. La propaganda leghista è fatta
in perdite più della metà degli volonterosi cooperatori han- loro proprietari di 200 quote lavori per il momento non c’è così: si gonfia come il gonfalone di San Marco con il Leon
incassi. Di questo passo la no fatto fronte alle perdite di ciascuno. Insomma, un pessi- traccia all’esterno del palazzo che magna il terron (e i cinesi) e le sparate sul fisco.
scuola sarebbe stata costretta tasca loro. Tra il 2006 e il 2009, mo affare. Almeno fino a quan- che ospita la scuola. Ma i soci Chiedono i giornalisti: “I cinesi non pagavano le tasse, ma
a chiudere i battenti, a meno la coop ha perso la bellezza di do non si è aperto il paraca- padani, questo è sicuro, non la nuova proprietaria le pagherà?”. Risposta di Zaia: “Sfa-
di trovare ogni anno nuovi ge- un milione e 320 mila euro su dute di Stato. Da Roma ladrona dovranno aprire il portafo- tiamo questo mito, al nord le tasse si pagano, ma solo
nerosi sostenitori. due milioni e 360 mila euro di sono arrivati 800 mila euro glio. quelle giuste”. Ce ne sono anche di sbagliate, per Zaia.
Sabato 18 settembre 2010 pagina 11

CRONACHE

TRANS-MOBBING
Un’operaia annuncia di voler cambiare sesso
RICICLAGGIO

C
Di Girolamo
patteggia 5 anni
inque anni e quattro
milioni e 700 mila
euro da restituire: questa
la pena patteggiata dall’ex
senatore Pdl Nicola Di
Insulti e violenze la spingono al suicidio Girolamo, coinvolto
nell’inchiesta su un
riciclaggio internazionale
da due miliardi di euro.
delle stesse operaie e del diret- bile di Gay Help Line – una con- L’ex parlamentare era
tore dello stabilimento: “Nel dizione lavorativa assurda, disu- stato raggiunto da una
2008 ho ricevuto una serie di let- mana e inaccettabile e dimostra ordinanza di custodia
tere di richiamo, alle quali, però, la necessità di norme severe che cautelare per associazione
non è seguito alcun provvedi- contrastino l’omofobia e la per delinquere finalizzata
mento. Hanno provato a racco- trans-fobia. Il lavoro per le per- al riciclaggio effettuato a
gliere le firme contro di me. Mi sone trans rappresenta una vera livello internazionale e,
insultavano definendomi ‘mez- e propria emergenza sociale. Il con riferimento alla sua
za lesbica, mezzo frocio’. Più vol- nostro numero verde riceve mol- elezione a senatore con il
te sono arrivati a malmenarmi”. tissime segnalazioni e denunce voto degli italiani
Cinque anni di soprusi, cattive- di chi, dopo aver iniziato un per- all'estero, per violazione
rie, violenze. corso di transizione, subisce epi- della legge elettorale e per
S. non ce l’ha più fatta. Lunedì sodi di mobbing, perde il pro- scambio elettorale
scorso ha tentato di togliersi la prio impiego e non sempre rie- aggravato dal metodo
vita, l’ha fatto in quella stessa sce a trovarne un altro. Una real- mafioso: la sua elezione
azienda, alla presenza di quelle tà dolorosa e complessa perché sarebbe stata ottenuta
colleghe e di quei dirigenti che espone moltissime persone al grazie a un broglio
quella vita l’hanno resa un calva- racket, allo sfruttamento, al mer- realizzato dalla famiglia
rio. Si è tagliata i polsi con un ta- cato del lavoro nero o, come in della ‘ndrangheta Arena.
glierino. Ma neanche questo li questo caso, al suicidio”. Di Girolamo, da ieri ai
ha fermati. L’hanno spintonata Naturalmente, una volta circola- domiciliari, è stato l’unico
Un’immagine del Gay pride di Genova (FOTO ANSA) fino all’uscita dello stabilimento, ta la storia di S., il teatrino della a collaborare: oltre ad
nonostante perdesse molto san- solidarietà si è messo in moto. aver svelato il
di Silvia D’Onghia ambiente che S. conosce bene, zire”, o si sentiva chiamare “tran- gue. Sono stati gli operai di Un fatto “inaccettabile”, lo ha de- meccanismo della frode
lavorando lì da dieci anni. “Cin- sformer”, o veniva completa- un’azienda vicina a prestarle finito la Governatrice Renata fiscale di alcuni ex
anno cominciato fa- Polverini: “Mi auguro che oltre dirigenti di Fastweb e

“H
que anni fa ho ottenuto di essere mente isolata durante il pranzo. soccorso e ad accompagnarla
cendomi trovare messo in regola, e subito dopo – “Ma bastava che mi lasciassero all’ospedale Santa Maria Goretti alle autorità giudiziarie, anche i Telecom Italia Sparkle,
l’immondizia nell’ar- come una sciocca – ho comuni- lavorare in pace”. di Latina. S. è viva, ma la sua voce vertici dell'azienda facciano tut- con la regia
madietto, o spegnen- cato alla caporeparto e alle col- è flebile. La paura – si avverte – è te le necessarie verifiche affin- dell'imprenditore
domi la luce mentre andavo in leghe di voler cambiare sesso”. POI, INVECE, questa linea ancora tanta. S. ha scelto di rivol- ché le norme anti-mobbing sia- napoletano Gennaro
bagno, o riempiendomi d’ac- Già, perché S. ha cominciato il sottile si è interrotta. Ed è comin- gersi, affiancata dalla sua fami- no rispettate ed episodi di que- Mokbel e di alcuni suoi
qua gli stivali. Poi sono arrivate difficile percorso del cambio di ciato l’inferno vero, per mano glia, all’ufficio legale della Gay sto genere non si ripetano”. stretti collaboratori, ha
le lettere di richiamo e gli insulti identità, da donna a uomo. Ed è Help Line dell’Arcigay, per de- anche parlato dell'affare
anche durante l’orario di lavo- stato in quel momento che sono nunciare quanto accaduto e per Digint, società del gruppo
ro”. Episodi che potrebbero an-
noverarsi come (pesante) mob-
iniziati i soprusi. “Le altre ope-
raie, sette o otto, mi facevano
S. lavora chiedere assistenza. “La vicenda
merita l’immediata attenzione
Quando si è Finmeccanica e che
(sospettano gli inquirenti)
bing aziendale, se non fosse che
la persona coinvolta è transes-
ogni genere di scherzi – prose-
gue S. – mi hanno messo l’acqua
da 10 anni dell’autorità giudiziaria – dichia-
ra l’avvocato Daniele Stoppello,
tagliata le vene serviva per creare fondi
neri all'estero.
suale, ha 35 anni e, dopo cinque
anni di angherie, ha tentato di
negli stivali, o l’immondizia
nell’armadietto. Quando anda-
in un’azienda responsabile dell’ufficio legale –
perché risultano violate tutte le
nello
togliersi la vita. vo in bagno, mi spegnevano la lu- normative che tutelano le perso-
ce. Oppure mi costringevano a casearia ne lesbiche, gay e trans nei luo- stabilimento,
LA CHIAMEREMO S. e dire- cambiarmi in corridoio, impe- ghi di lavoro”.
mo che lavora in un’azienda ca- dendomi l’accesso allo spoglia- Lunedì nessuna
searia della provincia di Latina. toio. Ma durante le ore di lavoro “QUESTO EPISODIO mo-
“Una quarantina di persone alla mi lasciavano ancora in pace”. ha tentato di stra in modo drammatico – affer- delle colleghe
produzione – ci racconta – più Certo, S. si sentiva dire “vedrai, ma Fabrizio Marrazzo, presiden-
una quindicina di impiegati”. Un un po’ alla volta ti faremo impaz- togliersi la vita te di Arcigay Roma e responsa- l’ha soccorsa

Il ritorno involontario di Marrazzo TRADIZIONI


Bimbi spaventati
dal burqa
L’EX GOVERNATORE FERMATO DALLA STRADALE. PROSEGUE L’INCHIESTA SUI CARABINIERI
di Rita Di Giovacchino Teulada, dove è tornato al vec-
chio mestiere di giornalista
to per eccesso di velocità.
Marrazzo era a bordo di una
mano ha sbattuto in prima pa-
gina la notizia, senza altri
A Sonnino, in
provincia di Latina,
è scoppiato il caso
on c'è pace per Piero Mar- con la qualifica di direttore e Lexus – ha sempre avuto una commenti, quasi racchiudes- burqa. Alcuni genitori
Nla Natalie,
razzo e neppure per la bel-
la trans dello scan-
incarichi che nessuno cono-
sce. Non sempre ci riesce e di
guida sportiva – e alla fine se
l'è cavata con una multa da 76
se in sé tutte le allusioni pos-
sibili. L'avvocato Luca Petruc-
della scuola materna
protestano infatti
dalo che ha travolto la sua car- tanto in tanto i giornali torna- euro non avendo con sé il li- ci reagisce con stupore: “Sin- contro la mamma di un
riera politica. Da tempo l'ex no a occuparsi di lui. Come bretto di circolazione e nep- ceramente della multa non so bimbo, marocchina,
governatore del Lazio cerca di l'altra notte quando, nei pres- pure il tagliando assicurativo. nulla, ma qualcuno dimentica moglie dell’imam della
farsi dimenticare, nascosto si di via Due Ponti, una pattu- Attorno alla mezzanotte si è che Marrazzo vive a Colle Ro- moschea di Priverno,
nel suo ufficio, sede Rai di via glia della stradale lo ha ferma- scusato con gli agenti. mano e che per tornare a casa che accompagna il figlio
Tutto normale, se non fosse da piazzale Clodio, dove lavo- a scuola indossando il
per il nome della strada im- ra, deve passare per forza in burqa. “Non abbiamo
boccata troppo velocemente: via Due Ponti. Anche io faccio nulla contro di lei e le
MEDIASET via Bruni è una traversa di via quella strada”. È una scorcia- sue tradizioni – spiegano
Due ponti. Duecento metri toia. ra di Roma non ha dubbi. le altre mamme – ma
IMMAGINI SGRADITE più in là il 20 gennaio 2009 è
morta asfissiata, nell'incen-
dio del suo monolocale, Bren-
Per una sorte di contrappasso
lo stesso giorno si è tornati a
parlare di Natalie. Blitz in via
Gianguarino sapeva troppe
cose, forse ricattava i carabi-
nieri della compagnia Trion-
mette paura ai bambini.
Le chiediamo solo di
scoprirsi il volto
immagine non è adatta ai bambini. E non
L’ quella di velone, veline, meteorine e donnine
semi-nude che affollano i programmi televisivi.
da, l'amica del cuore di Nata-
lie, presunta protagonista di
un video a tre, dove sarebbe
Gradoli, la strada dei misteri
di Roma, dove tutto cominciò
il 3 luglio 2008 quando i ca-
fale. In tre sono finiti in carce-
re con l'accusa di avergli vo-
lutamente fornito una dose di
all’interno dell’istituto”.
Inutili, finora, le
rassicurazioni del
Quella che i bambini non devono vedere è una comparso anche Marrazzo. Se rabinieri della compagnia eroina, al posto della cocaina marito: “Questo è un
normale signorina, vestita in maniera sobria, che ne è molto parlato, ma il video Trionfale fecero irruzione in di cui era abituale consumato- abito della nostra
per mestiere fa la truccatrice, proprio in tv. E che non è mai stato trovato. Due casa del trans sorprendendo re. Lo scopo? Eliminare un te- tradizione, non avete
fino a un anno fa era un uomo. Lunedì scorso si è mesi prima era morto Gian- Marrazzo in mutande. La stes- stimone scomodo. In carcere nulla da temere”. “Spero
guarino Cafasso, il pusher dei sa notte della multa in via Due è rimasto soltanto il mare- che non ci sia bisogno di
presentata come al solito al lavoro: avrebbe dovuto trans stroncato da un'overdo- Ponti, le forze di polizia sono sciallo Nicola Testini, gli altri un’ordinanza anti
truccare i bambini del programma di Gerry Scotti se di eroina purissima. Morti tornate in via Gradoli con l'o- due hanno ottenuto gli arresti burqa”, ha commentato
“Io canto” (Canale 5). Ma la sua presenza non era misteriose che ruotano attor- biettivo di identificare extra- domiciliari. Sono in corso il sindaco del paese,
gradita. “La tua immagine turba i bambini”, si è no all'affaire Marrazzo. Storie comunitari e inquilini senza nuove perizie tossicologiche. Gino Cesare
sentita dire. Spostata ad altro incarico, non certo di uomini di potere e transes- contratto di affitto. Ma alcuni Fra una ventina di giorni avre- Gasbarrone. “Con il
licenziata. Ma la sostanza cambia poco. E la cosa suali, incontri proibiti di cui agenti hanno fatto una capa- mo una risposta, ma non è dialogo, sono certo – ha
ugualmente incredibile è che il quotidiano poi riferiscono ai carabinieri tina anche in casa di Natalie e detto che bastino a fugare tut- proseguito il primo
per costruire dossier da tirare lei ha dato in escandescenze. ti i dubbi. Forse quando la not- cittadino – che si potrà
“Libero”, che pure racconta l’accaduto, lo fuori al momento giusto. Poi ne ha approfittato per ri- te torna nella villa di Colle Ro- far capire alla signora
minimizza: “Scelta legittima – scrive Francesco Sul tavolo del procuratore ag- lasciare interviste. mano, dove ormai vive solo da che, nel momento in cui
Borgonovo – Qualcuno dei più piccoli può aver giunto Capaldo ci sono anco- Storia terribile e senza fine. Il quando la moglie se n'è anda- i bambini risentono di
orecchiato che quella signorina fino a poco tempo ra due fascicoli aperti in cui si cadavere di Gianguarino Ca- ta, sarà meglio che Marrazzo questa cosa e
fa era un signore. E poi è tornato a casa ponendo ipotizza il reato di omicidio. fasso è stato riesumato alla fi- eviti di tagliare per via Due manifestano un disagio,
domande imbarazzanti a mamma e papà”. Storia terribile e senza fine. ne di agosto. Nessuna certez- Ponti e raggiunga la Flaminia. è necessario ragionare
Perché Marrazzo torna in via za sulla morte di Brenda, ma La sua storia ha lasciato aperte insieme e trovare una
Due Ponti? Un quotidiano ro- su quella del pusher la Procu- troppe ferite. soluzioni condivisa”.
pagina 12 Sabato 18 settembre 2010

L’
ECONOMIA

ammontare delle risorse sottratte Studi Confindustria nel Rapporto “Le sfide sopra il 54 per cento nel 2009, contro il 51,4
Un costo per lo Stato ogni anno alle casse pubbliche ha della politica economica per rafforzare la per cento indicato a giugno e il 42,2 per cento
raggiunto “cifre sbalorditive”, crescita italiana”, pubblicato giovedì. Secondo di quella apparente contenuta nei documenti
valori molto superiori a 125 miliardi. E il Confindustria la presenza del sommerso è “al ufficiali. I settori con maggiore concentrazione
di 125 miliardi sommerso ha registrato un grande balzo: Sud pari al doppio che al Nord”. A causa di evasione, conclude il Csc, sono “l’agricoltura
l'incremento è bruscamente accelerato nel dell'evasione anche la pressione fiscale effettiva e i servizi, mentre molto meno rilevante è il
2009, tanto che il suo peso ha oltrepassato il (cioè quella sopportata da chi paga le tasse), reddito sottratto al fisco nell'industria in senso
ogni anno 20 per cento del Pil. Lo sottolinea il Centro prosegue il Csc, va rivista al rialzo e posta stretto”.

Fuori da Confindustria chi paga il pizzo


ma non chi aggira il fisco. Ecco perché
LA VANA DENUNCIA DELL’EVASIONE “SBALORDITIVA”
LA RISPOSTA richiede di posizione pubbliche con- “Confindustria sta diventan- pensare debiti e crediti verso
una premessa. Il grosso tro l’evasione”. do molto polemica e incisiva lo Stato (“il meccanismo era
dell’evasione (che costa allo sull’evasione”, assicura co- diventato un bancomat”, di-
Stato 125 miliardi, secondo il LA CONFINDUSTRIA munque Visco. Anche se in ce Visco) e sulle sanzioni da
Centro studi degli industriali) non sanziona chi evade per molti ricordano le dichiara- pagare prima che il conten-
avviene nell’agricoltura, altre due ragioni. Come si de- zioni recenti della Marcega- zioso con l’Agenzia delle en-
nell’edilizia, in parte nei ser- cide chi è colpevole di eva- glia sullo scudo fiscale che trate sia chiuso. “Se vengo ob-
vizi. Le imprese industriali sione? “Non sempre una tran- “era un male necessario che bligato ad anticipare al Fisco
non sono immacolate, sem- sazione con il fisco è suffi- auspichiamo possa far afflui- somme che poi nella maggio-
plicemente hanno più diffi- ciente per stabilire la colpe- re risorse anche per la capi- ranza dei casi risulteranno
coltà a evadere (la Fiat non volezza”, sostiene Lo Bello. talizzazione delle imprese” non dovute, questa non è lot-
può vendere le auto in nero, Altrimenti Emma Marcega- (cosa che non è successa). E ta all’evasione”, spiegava Gal-
per esempio) e quindi cado- glia si troverebbe in imbaraz- anche il direttore generale li a luglio.
no nella tentazione dell’elu- zo (se per l’evasione ci fos- dell’associazione, Gianpaolo “Almeno adesso si discute di
sione più che in quella sero sanzioni analoghe a Galli, ha contestato questa lotta all’evasione invece che
dell’evasione. Cioè fanno quelle contro il pizzo) con estate parte delle norme an- di condoni, che sono la legit-
operazioni societarie legali buona parte dei suoi vertici ti-evasione presenti nella ma- timazione dell’evasione”, di-
con il solo scopo di pagare associativi, a cominciare dal novra, come il divieto di com- ce l’ottimista Ivan Lo Bello.
meno tasse.
“L’elusione è l’evasione dei
ricchi”, riassume Vincenzo
Visco, viceministro delle Fi-
Vincenzo Visco: FINCANTIERI a Napoli
nanze nel governo Prodi, a
cui Confindustria ha ricono-
“Potrebbero
Una manifestante protesta contro l’evasione fiscale. Sotto, Emma Marcegaglia (FOTO ANSA)

di Stefano Feltri nalità disorganizzata, come


sciuto di essere stato più ef-
ficace nella lotta all’evasione
dell’attuale ministro dell’Eco-
valutare sanzioni CARICHE DELLA POLIZIA
per i furbi,
a Nord a Sud la Con-
quella degli evasori”. E in
Confindustria Sicilia si è pas-
nomia, Giulio Tremonti.
“L’associazione potrebbe an- CONTRO I LAVORATORI
D findustria è d’accordo:
l’evasione fiscale è un
problema, simile a
quello della criminalità orga-
nizzata. Alberto Meomartini,
sati a misure concrete, con
l’espulsione degli imprendi-
tori che pagano il pizzo alla
mafia. “Fenomeni come la
corruzione, pizzo e l’evasio-
che valutare sanzioni per chi
evade, ma non è tanto quello
il problema quanto l’elusio-
ne”, dice Visco che dai tempi
della presidenza di Confindu-
ma gli industriali
sanno usare
mezzi legali”
presidente degli industriali ne hanno un punto in comu- stria di Giorgio Fossa non ri-
milanesi, ripete spesso che ne, creano distorsioni siste- corda prese di posizione
“Assolombarda è stata la pri- matiche del mercato”, dice sull’elusione, mentre ricono- vicepresidente John Elkann
ma associazione territoriale al Fatto Ivan Lo Bello, presi- sce che “già durante i quattro che potrebbe dover pagare
a firmare il patto contro le dente di Confindustria Sici- anni della gestione Monteze- con la sua Exor parte della
interferenze della criminali- lia. E allora perché Confindu- molo e soprattutto nelle ul- sanzione per i soldi custoditi
tà organizzata, ora dobbiamo stria espelle chi paga il pizzo time settimane si nota una all’estero da suo nonno, Gian-
concentrarci contro la crimi- ma non chi evade il fisco? svolta, con queste forti prese ni Agnelli.

I CONTI DELL’AZIENDA

MARCEGAGLIA FA L’UTILE A SPESE DEI FORNITORI Alcuni operai hanno bloccato il traffico all’altezza
di Giovanna Lantini invece, anche solo per una movimenti di segno opposto. ri del gruppo sono scesi di 28 della sede della giunta regionale Campania.
Milano questione di interessi, non è Da un lato la notevole diminu- milioni di euro. E così la socie- Gli agenti sono intervenuti con un’azione di
raccomandabile con le ban- zione dei debiti verso banche tà di cui il presidente di Con- alleggerimento e successivamente con una carica.
rima le banche e poi i for- che, che il debito lo fanno pa- (di circa 186 milioni di euro), findustria è socia e ammini-
PMarcegaglia,
nitori. Si usa così in casa
dove per ora non
gare salato. Così il passivo to-
tale del gruppo di Emma Mar-
dall’altro il sensibile aumento
dei debiti verso fornitori (cir-
stratrice accanto al padre Ste-
no e al fratello Antonio, è riu-
si tagliano i dipendenti e dove cegaglia scende, anche se au- ca 83 milioni di euro)”. Come scita a chiudere il 2009 pro- Fiat che vuole più flessibilità sul se umane e alle relazioni indu-
la riottosa Fiom è considerata menta il monte delle fatture a dire, appunto, prima le ban- prio con un utile di 28,5 milio- lavoro in Italia e usa toni duri striali, evitando ridimensiona-
un interlocutore qualificato. non pagate all’indotto – nono- che, verso le quali il gruppo è ni nonostante il crollo del fat- con i sindacati, un'altra sono in- menti strutturali”. Tuttavia Ste-
Ma andiamo con ordine. Al 31 stante le ripetute rampogne esposto per 672,881 milioni turato, travolto dalla crisi ge- vece gli affari di famiglia dove la no, Emma e Antonio vogliono
dicembre 2009 i debiti con i fatte col cappello di numero (859 milioni nel 2008), e poi le neralizzata del settore. E per di regola sono le relazioni amiche- crescere e dopo il raddoppio in
fornitori del gruppo siderurgi- uno degli industriali nei con- imprese. più senza pesanti tagli a livello voli. Anche se l'apripista Fiat sul Brasile e i nuovi stabilimenti in
co della famiglia del presiden- fronti dei pagamenti in ritardo In Italia, del resto, si sa che fun- occupazionale. lungo termine potrebbe risulta- Cina, Russia e Polonia, “è pre-
te di Confindustria rappresen- della Pubblica amministrazio- ziona in questo modo. E per re utile anche a Mantova. cisa ambizione del sottogrup-
tavano il 35 per cento dei 2,14 ne. una precisa ragione: ai fornito- La pace Il colosso siderurgico (cui fa ca- po Marcegaglia di arrivare en-
miliardi di euro fatturati lo Si legge nel bilancio 2009 della ri non si pagano interessi, alle con la Fiom po anche la Mita Resort, titolare tro il 2012 a una produzione ne-
scorso anno. Una percentuale Marcegaglia Spa: “La diminu- banche sì. Infatti, grazie alla di- delle concessioni turistiche gli stabilimenti esteri non infe-
consistente, soprattutto se zione dei debiti è il risultato minuzione dell’indebitamen- della Maddalena) è infatti una riore al 20% di quella totale”.
messa a confronto con il 2008, della somma algebrica di due to bancario, gli oneri finanzia- CERTO, UN PO’ di maretta è realtà imprenditoriale che sul Ma queste cose costano. Natu-
quando la somma ammontava in arrivo alla controllata Bvb di tema delle relazioni industriali rale, quindi, che gli investimen-
al 18 per cento circa di un fat- Pesaro (circa 80 addetti) che e del potenziamento delle atti- ti esteri del gruppo stiano “su-
turato di 3,76 miliardi.
Nel dettaglio, a fine 2009 la
Il gruppo potrebbe vedersi preferire la
Polonia. Ma la struttura nel
vità all'estero si muove coi pie-
di di piombo e coi guanti di vel-
bendo una forte accelerazione
rispetto al passato”. In partico-
Marcegaglia Spa aveva in tota-
le debiti con i fornitori per
rimborsa le complesso tiene e, nonostante
le ambizioni esterofile dei Mar-
luto. Tuttavia le ambizioni
extra-Italia sono decisamente
lare per il 2009-2012 sono stati
decisi investimenti extra-Italia
762,889 milioni, dei quali banche prima cegaglia, per il momento, le re- importanti e non senza conse- per complessivi 410 milioni.
497,9 contratti in Italia, 108,9 lazioni del gruppo con i sinda- guenze sulle decisioni circa la Che verosimilmente include-
in Ue, 100,83 nei Paesi extra dell’indotto, cati sembrano buone. Anche destinazione degli investimen- ranno le risorse umane. Del re-
europei e il resto sparso tra con quella Fiom che il presiden- ti per il rafforzamento degli sta- sto già nel 2009 nelle attività
America, Africa-Medio Orien- così riduce te di Confindustria, in relazione bilimenti produttivi e delle ri- estere del gruppo i dipendenti
te e Asia. Certo, siamo sempre al caso Fiat ha definito “il pro- sorse umane. “In una logica di sono cresciuti del 14,4 per cen-
in tempo di crisi ed è frequen- gli interessi blema”. E che nel gruppo dei crescita a lungo termine, anche to, mentre l'occupazione in Ita-
te che le aziende paghino le Marcegaglia può contare sul 70 nel 2009 il sottogruppo Marce- lia è scesa dell'1,2 per cento. So-
imprese fornitrici in tempi bi- e salva per cento dei lavoratori iscritti. gaglia – si legge nel documento lo però “in conseguenza di mi-
blici che vanno oltre gli ormai Una cosa, insomma, è il pubbli- – ha continuato a prestare gran- sure di rinnovamento selettivo
canonici 90 giorni. Cosa che il bilancio co sostegno alla linea dura della de attenzione alle proprie risor- al naturale turnover”.
Sabato 18 settembre 2010 pagina 13

I
ECONOMIA

l ministro dello Sviluppo economico per l'acquisto di un appartamento a Roma. Da ha più volte invitato esplicitamente l’esecutivo a
Transizione infinita, manca ormai da oltre quattro mesi, da allora il ministero è retto ad interim da Silvio trovare un sostituto di Scajola. Ma, nonostante
quando il 5 maggio scorso Claudio Berlusconi che non ha mai nominato il sostituto. le rassicurazioni del governo, questo non è
Scajola si dimise. La Guardia di Finanza trovò Ha offerto la carica a diverse personalità, tra cui successo. Il 3 settembre scorso,
una sedia vuota assegni circolari per 900 mila euro, tratti da un la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia il Cavaliere, rispondendo alle forti critiche
conto corrente bancario intestato al gruppo che ha rifiutato due volte. Su un altro dei dell'opposizione aveva ancora una volta
dell’imprenditore Diego Anemone (che lavorava candidati, il viceministro Paolo Romani, c’è il promesso di nominare un nuovo ministro entro
dal 5 di maggio con appalti pubblici). I soldi erano stati utilizzati veto del Quirinale. Il presidente della Repubblica la fine della settimana. Invece niente.

IL NULLA
di Chiara Paolin l’un l’altro: sono riusciti ad Silvio Berlusconi ha ribadito più
aprire “le procedure di ammi- volte che il suo interim
aurizio Lupi, vicepre- nistrazione straordinaria e no-

M
al ministero è stato “un pieno”
sidente della Camera minare i commissari”. Cioè le e non “un vuoto” (FOTO ANSA)
e uomo di fiducia del aziende portano i libri in tribu-
premier nel Pdl, l'ha nale e tanto basti a salvare

DEL MINISTRO
sventolato fiero nel ring di l’economia.
Ballarò martedì sera mentre
gli arrivavano botte da orbi I cassintegrati
sul tema della vacatio al mi- sull’isola
nistero che fu di Claudio Sca-
jola: “Qui c’è un documento
IDEM PER GLI OPERAI del-

BERLUSCONI
che spiega in dettaglio tutto
quel che è stato fatto per lo la Vinyls, cui farà molto piacere
Sviluppo economico negli ul- sapere di essere citati come un
timi quattro mesi. Me l'ha fiore all’occhiello della gestio-
consegnato oggi il ministro, ne Berlusconi: “Avviate le pro-
cioè volevo dire il ministero”. cedure per il bando e la cessio-
Il ministro è Silvio Berlusco- ne” dice scarno il carnet. La
ni, il documento sullo svilup-
po (ad interim) sono tre pa- Nessun risultato dall’interim allo Sviluppo. realtà è che la chimica italiana
sprofonda nel suo periodo più
ginette che non farebbero buio e il ritiro di protesta prenditore ligure, ma i restanti
promuovere agli esami di set-
tembre neanche un rimanda-
Lo dice il ministero sull’isola dell’Asinara iniziato
lo scorso 24 febbraio ha porta-
mille addetti del gruppo fran-
cese se la passano male (con
to del - defunto - istituto tec- to fin qui zero risultati per i 400 nuovi cicli di cassa integrazio-
nico industriale. Il Fatto ha lavoratori tuttora in bilico. Che ne nella sede centrale di Vi-
potuto esaminarlo. diventano migliaia considera- mercate): dettaglio trascurabi-
to l’indotto. Situazione identi- le.
Neanche ca nel tessile, dove spunta una
le date buona parola a proposito di It- Il presunto sostegno
tierre, 1.500 dipendenti e una alle imprese
rete gigantesca di lavoro con-
IL TITOLO è solenne e indi- nesso: anche qui è stata avviata
cativo dell’accuratezza del la cessione e nulla più. Ma è MEGLIO PARLARE del ca-
contenuto: “Attività del Mini- una buona notizia. pitolo “sostegno alle imprese”
stero dello Sviluppo Economi- In chiusura, i fuochi d'artificio. sottolineando il fortunato dato
co da maggio 2010 a oggi”. Ma “Raggiunta l’intesa per la ripre- prescelto da Lupi per sedare il
fronte del dissenso nella topi-
ca serata di Rai Tre: nell’ambito
Nel documento Il premier del Fondo di Salvataggio per
pmi in crisi, “dall’inizio della
esibito a Ballarò si prende legislatura i Contratti di pro-
gramma definiti sono stati 21,
da Maurizio il merito anche contro i 9 della legislatura pre-
cedente”. Cioè, a essere preci-
si, negli ultimi due anni e mez-
Lupi solo dei 300 milioni di zo - e non da quando Scajola si
è dimesso - sono stati firmati 21
annunci euro di incentivi accordi. Però, come ha fatto
notare in diretta tv la senatrice
e misure prese stanziati prima Pd Anna Finocchiaro, ben po-
chi di questi hanno trovato ma-
da Scajola delle Regionali teriale realizzazione. Un po’
La sedia vuota di Claudio Scajola dopo la conferenza stampa in cui si è dimesso il 5 maggio scorso (ANSA) come i “Contratti di innovazio-
ne con dotazione di un miliar-
oggi quando, visto che nel do- stesso numero orgogliosa- di Pomigliano e Mirafiori e ab- do sulla mobilità volontaria sa della produzione per Eural- do di euro. Già 84 le domande
cumento non c'è uno straccio mente indicato dall'allora mi- biamo lanciato il bando inter- per 3.900 lavoratori e sulla ri- lumina”, l’azienda di Portove- ammesse” (ammesse, non fi-
di data? Oggi quando uno leg- nistro Scajola lo scorso 2 gen- nazionale per Termini Imerese conversione e ricollocazione sme dove ballano 400 posti di nanziate) oppure i bandi per
ge, si potrebbe pensare, per- naio, ripreso il 14 febbraio dal (nei prossimi giorni verranno per altri 1.100 lavoratori”. In lavoro. Basta leggere i titoli del- l’innovazione, le tecnologie, il
ché parecchie notizie riporta- collega Brunetta, misteriosa- presentate le prime 5 propo- questo caso la parola magica è l'Unione Sarda per scoprire che Sud e chi più ne ha più ne metta
te nella relazione di 3.978 bat- mente salito a quota 170 a me- ste di reindustrializzazione)". quel “mobilità volontaria”: in realtà non c'è alcuna certez- in un tripudio di milioni in pa-
tute (spazi vuoti inclusi) sono tà giugno per voce del valoro- Ogni commento è superfluo, certo il governo poteva fare za sul riavvio degli impianti: lio come alla lotteria. In con-
tranquillamente databili con so funzionario ministeriale ma vale la pena ricordare co- ben poco davanti alla decisio- anzi, il prossimo 21 settembre creto, tornano buoni i 300 mi-
un giorno preso a caso negli ul- Giampiero Castano e diventa- me la prima gara bandita per ne dell'azienda di licenziare 5 è previsto un incontro proprio lioni dei famosi incentivi firma-
timi dodici mesi e oltre. A par- to ora – nell'eterno oggi – un Termini sia fallita miseramente mila persone. Altri casi clamo- al ministero per capirci qual- ti Tremonti per comprare cu-
tire dal primo dato: “Sono vaghissimo “più di 150”. dopo un anno di proclami e rosi, Agile e Eutelia. Non con- cosa. cine e motorini: pure quelli so-
aperti presso il ministero più di Poi però si entra nei dettagli. una sola certezza: Fiat se ne an- tenti di aver permesso il gioco Sugli scudi anche l’Alcatel Lu- no merito di Berlusconi, anche
150 tavoli di vertenze che ri- Soddisfazione innanzitutto sul drà con armi e bagagli a fine delle scatole cinesi sulla pelle cent di Battipaglia, dove 300 se non era lui il ministro dello
guardano ambiti chiave del si- fronte Fiat: “Stiamo seguendo 2011. Che dire invece di Tele- di migliaia di lavoratori, al mi- operai ringraziano perché so- Sviluppo quando furono ap-
stema produttivo”. Ovvero lo con grande attenzione i tavoli com? “E' stato trovato l’accor- nistero si fanno i complimenti no stati comprati da un im- provati prima delle regionali.

Banda larga, primo accordo sulla rete STRATEGIE KEYNESIANE

MODELLO IBRIDO CHE ACCONTENTA TELECOM MA ANCHE I SUOI CONCORRENTI La fede atomica
di Federico Mello delle famiglie italiane entro il 2020, in linea
con l’Agenda digitale europea. Nonostan-
concorrenti, la fibra ottica non ha un limi-
te fisico, perciò in futuro le connessioni
di Tremonti
Cierihiusa una porta non si apre un portone,
ma il futuro della banda larga in Italia
ha fatto un piccolo passo avanti. La dia-
te la soddisfazione di Paolo Romani, di Ag-
com, di Telecom, Vodafone, Wind, Fast-
web, Tiscali, British Telecom e 3 Italia, i
potrebbero portare nelle case degli italiani
vari gigabit al secondo, senza ulteriori in-
vestimenti.
S ostiene Tremonti: “Sarebbe più facile
crescere se avessimo il nucleare e il no-
stro Pil sarebbe più alto”. Gli artigiani della Cgia
triba in corso tra Telecom Italia (monopo- passi da fare sono ancora numerosi, so- L’accordo di ieri è centrato su un modello di Mestre che lo ascoltavano non erano parti-
lista “naturale” delle infrastrutture di rete) prattutto sugli investimenti necessari. infrastrutturale “ibrido” in grado di sup- colarmente interessati al grande business ato-
e gli operatori concorrenti, aveva subito Gli operatori sono divisi su una questione portare le due modalità: sia quella Gpon mico (quello è la priorità dell’Enel), ma da un
un brusco stop martedì. Gli operatori tecnica intorno alla quale gira la concor- che quella point-to-point. Il passo succes- po’ di giorni Tremonti è martellante: il nucleare
“concorrenti” avevano abbandonato il co- renza nel settore. Telecom è favorevole al sivo sarà l’avvio, la prossima settimana, di conviene, anche se nessuno ha davvero calco-
mitato sulla Ngn (reti di nuova generazio- modello Gpon, nel quale la fibra arriva fino un censimento delle infrastrutture di fibra lato quanto e perché. Ma la motivazione è inte-
ne) creato dall’Agcom per delineare la ge- alla centralina sotto casa e poi sono i cavi di ottica presenti nel Paese e dei piani di in- ressante: costruire le centrali farà crescere il Pil.
stione della nuova rete a fibra ottica. Il pia- rame a portare le connessione nei singoli vestimento per i prossimi anni. Il modello, Come diceva Keynes, nei momenti di crisi lo Sta-
no predisposto dal professor Francesco appartamenti. Gli operatori alternativi si inoltre, sarà presentato agli operatori me- to può trovare vantaggioso anche assumere
Vatalaro – questa l’accusa degli operati battono invece per il modello Fiber-to-ho- di e piccoli. Tra quindici giorni, quindi, si operai per scavare buche e altri per riem-
concorrenti – è fatto su misura per Tele- me, o point-to-point nel quale il cavo di fibra tireranno le fila: è in programma un ulte- pirle, si abbatte l’occupazione e si immetto-
com. C’era il rischio che alla stessa sorte ottica arriva al singolo appartamento. Le riore incontro al tavolo tecnico gover- no soldi in circolo nell’economia (ma sale il
fosse destinato il tavolo tecnico istituito differenze tra i due modelli sono notevoli: no-operatori con l’obiettivo di “sancire i debito pubblico). E le buche hanno meno in-
dal viceministro alle Comunicazioni, Pao- nel modello Gpon è meno agevole per i principi e le tappe necessarie per l’avvio convenienti delle centrali. Ma il ministro,
lo Romani, in programma ieri dove si di- clienti il passaggio da un operatore all’al- della par tnership pubblico-privata”. Per de- come ci tiene a ribadire, non è un economi-
scute della parte industriale, cioè di come tro mentre nel modello fiber-to-home è cidere, insomma, su ciò che davvero con- sta. E fino a ieri diceva che il Pil non è il giu-
costruire la rete. Invece dall’incontro è sufficiente lo spostamento di un cavo nella ta: come verranno ripartiti gli investimen- sto indicatore di benessere.
uscito un accordo sul “modello infrastrut- centrale per attivare il passaggio della sin- ti, con che tempistica e con quali poteri
turale” per portare la banda larga a metà gola utenza. Inoltre, dicono gli operatori sulla rete del futuro.
Poi non dite
che non
lo sapevate.
TIM VODAFONE
Valori mensili Power 800 Tutto Compreso 500 Più Facile Medium

Canone 50€
mensile 29€ 29€ 25€ in promo per 12 mesi

Minuti inclusi 800 500


verso tutti (max 200 a sett)
500 + minuti illimitati vs 1
numero Vodafone

SMS inclusi 200


verso tutti (max 50 a sett)
NO NO
Internet 2 GB
incluso sotto rete 3
NO NO
Durata
minima 12 mesi NO NO

Power 800.
Il nostro abbonamento più conveniente
per il tuo smartphone.
3: Attivabile portando il numero. Pagamento con Carta di Credito o RID, durata minima 12 mesi, corrispettivo di 120€ per
recesso anticipato. Tariffazione al secondo. Extrasoglia: voce 15 cent.€/min + 15 cent.€ scatto alla risposta; SMS 15 cent.€/cad;
Internet sotto rete 3 5€/GB; Internet in roaming nazionale GPRS 60 cent.€/MB. Per ulteriori info su copertura, condizioni, limitazioni
sul traffico dell’abbonamento e costi www.tre.it o i 3 Store. TIM: Offerta senza vincolo e senza corrispettivo per recesso anticipato.
Portando il numero, in promozione fino al 30/09/2010, rimborso per 12 mesi sul traffico effettuato per chiamate ed SMS
nazionali dell’importo (IVA inclusa) pari alla Tassa di Concessione Governativa ad uso personale di 5,16€. Tariffazione con
scatti anticipati di 30 secondi. Voce extrasoglia 16 cent.€/min. Pagamento con Carta di Credito o RID. Per info, opzioni attivabili
e altri costi www.tim.it. VODAFONE: Offerta senza vincolo e senza corrispettivo per recesso anticipato. Portando il numero,
cambiando piano o attivando un nuovo numero, in promozione sconto del 50% sul canone mensile per 12 mesi. Tariffazione al
secondo. Voce extrasoglia 29 cent.€/min senza scatto alla risposta. Per info, opzioni attivabili e altri costi www.vodafone.it. Per
tutti gli abbonamenti è prevista la Tassa di Concessione Governativa; i minuti e gli SMS inclusi sono su territorio nazionale. Confronto
effettuato in base ai costi rilevati sui siti Internet ufficiali degli Operatori il 23/08/2010 con riferimento alle offerte in Abbonamento.
Sabato 18 settembre 2010 pagina 15

DAL MONDO

N
I TALIBAN VOTANO CON IL SANGUE FRANCIA
Scontro magistrati
e governo

MUORE SOLDATO ITALIANO IN AFGHANISTAN È scontro tra i


magistrati francesi e
il ministro dell’Interno
Hortefeux (nella foto),

Romani ucciso a poche ore dall’apertura dei seggi fedele alleato di Sarkozy.
Il ministro si è detto
favorevole all’elezione
dei magistrati e al
sistema delle giurie
dos delle forze speciali, a bordo presidente Hamid Karzai è il pri- con gli insorti, ma ha pure licen- popolari, per rendere il
d’un elicottero Ch47 scortato mo a smorzare le attese: “Ci sa- ziato il procuratore anti-corru- sistema giudiziario più
da due Mangusta, hanno rag- ranno irregolarità”, avverte (il zione del suo governo e ha cri- vicino alla gente.
giunto il luogo indicato, accolti ministro della difesa italiano ticato la strategia militare allea- Christophe Regnard,
da tiri forse di Kalashnikov. Soc- Ignazio La Russa fa spallucce: “I ta. presidente dell’Unione
corsi, i due militari colpiti sono brogli ci sono pure da noi”). Nel contingente italiano, circa dei magistrati ha detto di
stati trasportati all'ospedale da 3500 militari, di cui la metà al- aver accolto queste
campo di Farah. Il tenente Ales- LA VIGILIA DEL VOTO do- pini, il livello di attenzione era parole “con disprezzo”.
sandro Romani non ce l’ha fatta. veva essere una giornata del si- già massimo: le elezioni sono Bufera anche per il fatto
Romani, 36 anni, celibe, del reg- lenzio: la propaganda s’è ferma- classificate “potenzialmente ad che non spetta al
gimento d’assalto Col Moschin, ta, ma le operazioni militari so- alto rischio”, nonostante ministro dell’Interno
numerose missioni all’estero, è no continuate con decine di nell’Ovest del Paese mancasse- avanzare proposte sulla
il trentesimo caduto italiano in morti (soldati afgani e stranieri, ro minacce specifiche (ma si riforma della giustizia.
Afghanistan, l’ottavo quest’an- insorti, civili, bambini) nelle ul- muore anche senza). Il segreta-
no. time 48 ore. Nell’insieme, però, rio generale della Nato Anders
In vista del voto, i talebani han- la prima metà di settembre è sta- Fogh Rasmussen, ieri in visita a
no invitato gli afgani a boicotta- ta meno cruenta che i tre mesi Roma, chiede all’Italia, come ha
re le urne e unirsi “alla resisten- precedenti: una ventina i caduti appena fatto con la Spagna, più
za” contro gli “invasori”, minac- finora fra le forze americane e istruttori militari per le truppe
ciando attacchi ai seggi e sulle dell’Isaf. I primi otto mesi hanno afgane, che non sono al momen-
strade (i quattro sorpresi dagli già fatto del 2010 l’anno più ne- to capaci di garantire la sicurez-
italiani ne stavano preparando ro per i militari statunitensi in za del loro Paese. Nè il premier
uno). I dati dicono che 10,5 mi- Afghanistan, con 323 caduti al Berlusconi né il ministro La Rus-
Il voto a Kabul. Nel riquadro, Romani (FOTO ANSA) lioni di cittadini possono sce- 31 agosto. Ma basta la morte di sa hanno detto no, prima che ini-
gliere fra i circa 2.500 candidati un italiano a togliere significato ziasse la litania delle condoglian-
di Giampiero Gramaglia dell’apertura dei seggi per le – due, ieri, sono stati vittime di alla relative quiete delle ultime ze e l’incrocio delle accuse. GERMANIA
elezioni politiche. Poche ore un rapimento – i 249 deputati due settimane, frutto forse dello
ncora sangue italiano nel- dopo il lancio di un razzo - senza della Camera. I seggi operativi sforzo militare contro talebani e Merkel: “In futuro

A la guerra afgana. Un uffi-


ciale delle forze speciali
italiane è stato ucciso
mentre partecipava a un’opera-
zione contro gli insorti; un sol-
danni a persone o cose - contro
la base di Shindad.
Oggi si vota, in un Paese segna-
to da un conflitto lungo nove
anni e che non è mai stato così
sono circa 6.000, mentre un mi-
gliaio non apriranno per ragioni
di sicurezza.
Al voto si arriva in un’atmosfera
di scetticismo sull’andamento
insorti, che, per il comandante
del contingente internazionale,
il generale Usa David Petraeus,
ha ormai raggiunto il massimo
dell’intensità, con tutte le unità
Trenta le vittime
della missione
Razzo contro la
I
più moschee”
n futuro ci saranno più
moschee nelle città
tedesche: lo ha detto
dato semplice è rimasto ferito. I sanguinoso per le truppe inter- delle operazioni sul terreno e di previste schierate, oltre 130 mi- Angela Merkel, che
due sono stati raggiunti da tiri nazionali come quest’anno. diffidenza sull’evoluzione so- la uomini. Ma può pure darsi che intende preparare la
d’arma da fuoco cercando di cio-politico-economica del Pae- la resistenza tenesse “fuochi base di Shindad popolazione a ulteriori
catturare quattro individui che UN PREDATOR un aereo se. Il responsabile dell’Onu a Ka- d’artificio” in serbo per oggi e cambiamenti nel Paese. La
poco prima avevano piazzato senza pilota, ha intercettato bul Staffam de Mistura è ottimi- per il dopo elezioni. Non solo I guerriglieri cancelliera, però, ha
un ordigno lungo una strada. quattro terroristi all’opera sulla sta: “Probabilmente le elezioni l’atteggiamento dei talebani è anche detto che le
L’episodio è avvenuto nel di- via per Delaram, li ha seguiti e ha saranno più trasparenti delle stato enigmatico, di recente. alla popolazione: politiche d’integrazione
stretto di Bakwa, nella provin- segnalato il loro rifugio. È scat- presidenziali”, il cui risultato fu Karzai ha formalmente creato non hanno avuto i frutti
cia di Farah, poche ore prima tata la Task Force 45: comman- lungamente contestato. Ma il una commissione per i colloqui disertate le urne sperati e che gli immigrati
che non vorranno
integrarsi verranno
RAZZISMO trattati con maggiore
severità.

I ROM: A OVEST LI CACCIANO, A EST LI ISOLANO COSTRUENDO MURI CINA-GIAPPONE


La guerra
di Carlo Biscotto “Hanno fatto bene a costruire tadini. Tra i Rom ci sono in- sistere alle forti pressioni xe- co di Miskolc per il partito xe- del panda
il muro”, afferma decisa. “Gli tellettuali, professori univer- nofobe, ma il vento del na- nofobo e nazionalista Jobbik

M ichalovce, 109.000 abi-


tanti, è una città della re-
gione di Kosice nella Slovac-
zingari defecavano negli an-
droni dei nostri condomini,
ci spaventavano, ci derubava-
sitari, avvocati. Ma di questo
nessuno parla.
zionalismo sta travolgendo
anche lui in vista delle pros-
sime amministrative. Sono
(Movimento per una Unghe-
ria migliore), diventato alle
scorse politiche il terzo par-
F unzionari cinesi si
sono recati in
Giappone per verificare le
chia orientale. È una regione no, la sera non potevamo SOLO 90.000 Rom vivono nate così – con il pretesto di tito del Paese, parla chiaro ed cause del decesso del
povera, per lo più abitata da uscire di casa. Rovistavano nei campi”. La parola tzigano ritardi nell’apprendimento – è quasi certo di vincere le panda gigante Kou Kou in
contadini e i Rom da queste nei cassonetti dei rifiuti e indicava in origine gli zingari classi di soli bambini Rom in prossime amministrative con uno zoo di Kobe; l’animale
parti sono sempre stati nu- spargevano la spazzatura dap- della zona danubiana. E anco- tutte le scuole di Miskolc. È un programma che prevede sarebbe morto durante
merosi e generalmente ben pertutto”. Mentre parla il bar- ra oggi in Ungheria è così che una vera e propria apartheid la costruzione di campi “re- un’operazione per
integrati. Ma da qualche an- boncino alza la zampa vicino chiamano i Rom. Miskolc, educativa che pone le basi di cintati”, sorvegliati dalla po- l’estrazione del suo
no una iniziale ostilità si è al muro e fa i suoi bisogni. La Ungheria settentrionale, con un futuro di segregazione e lizia e sottoposti al coprifuo- prezioso sperma.
lentamente, ma inesorabil- padrona non batte ciglio. i suoi 175.000 abitanti è la ter- taglia l’erba sotto i piedi di co. D’altro canto il segretario Da giorni tra i due paesi è
mente, trasformata in xeno- Si è formato un capannello di za città del paese e ospita cir- qualunque speranza di inte- del suo partito, Gabor Vona, tensione diplomatica
fobia e poi in segregazione. persone e tutti vogliono dire ca 15.000 tzigani tra i quali il grazione. I bambini pratica- lo ha detto alle scorse poli- dopo l’arresto del
Già due anni fa a Presov, ter- la loro. Eva, una Rom con i tasso di disoccupazione è ele- mente non parlano unghere- tiche con agghiacciante chia- capitano di un
za città della Slovacchia, era capelli biondi tinti e una im- vatissimo (70-80%). L’attuale se e smettono di frequentare rezza: “la segregazione è il so- peschereccio cinese da
stato eretto un muro intorno probabile tuta rosa, sovrasta sindaco, Sandor Kali, social- la scuola in giovane età. Mor- lo modo per educare questa parte della guardia
ad un campo che ospitava le voci degli altri: “Lanciano democratico, ha tentato di re- ton Segedi, candidato sinda- gente!”. costiera nipponica.
2.000 Rom. L’anno passato il bottiglie vuote contro i nostri
muro è stato costruito nella figli a rischio di ferirli. Ci in-
cittadine di Ostrovany e Tre- sultano continuamente. Il
bisov e quest’anno è stata la muro è uno scandalo. Per an- La strana coppia del vertice
volta del quartiere Rom di dare dal medico devo fare
Michalovce, trasformato in
un vero e proprio ghetto.
qualche chilometro a piedi.
Prima ci mettevo cinque mi-
Berluskozy alla conquista
Nel campo nomadi vivono
2.800 persone, per lo più
nuti; ora più di un’ora”. Mi-
lena, che ora appare più ra-
(fallita) del continente
donne e bambini. Il muro se- gionevole ammette: “È vero.
para un quartiere popolare Anche noi che stiamo dall’al- SULLA STAMPA internazionale, Nicolas allineati. L’Economist scrive: “Perseguitare i
slovacco dalle misere abita- tra parte del muro ci sentia- Sarkozy e Silvio Berlusconi ci hanno fatto una Rom non risolverà il principale problema
zioni dei Rom. mo come in prigione, ma non misera figura al Vertice dell’Ue di Bruxelles: sociale d'Europa. L’istruzione potrebbe”. La
ce la facevamo piu’”. Una famiglia rom (FOTO ANSA) altro che nobili storiche linee della Marna o stampa francese punta sullo smacco inflitto
MOLTI ROM vivono ven- Peter Horvath, primo Rom a del Piave; il loro è un fronte del porto da “via della Merkel a Sarkozy: NouvelObs, Le
dendo rottami di ferro raccol-
ti in giro per la città. Irene, 50
diventare pope greco-orto-
dosso, cerca di portare un po’
In Slovacchia i Rom”. Per il Nyt, “i Rom mettono alla prova
le frontiere aperte d’Europa”. In editoriali,
Monde, Libération, titolano sulla “smentita”
del cancelliere al presidente, che l’aveva
anni circa, avanza faticosa-
mente spingendo il suo car-
d’ordine nella discussione
che si sta facendo accesa: “a
e Ungheria si l’Independent bolla la “politica spregevole”
(“l’Ue deve scusarsi per l’insulto ‘nazi’ della
arruolata nel partito anti-rom. Le Figaro
dice: “il clima si tende tra Parigi e Berlino”,
retto carico di ferraglie. “Ci
odiano”, dice. “L’altro giorno
guardare le cose con gli occhi
di un occidentale sembra pro-
alzano commissaria Reding, mentre Sarkozy va
all'attacco e Berlusconi loda la politica delle
perché la Francia “vuole rendere europeo il
dossier Rom”. La stampa spagnola è fredda
mi hanno sparato con un fu- prio che il muro divida i buo-
cile ad aria compressa. È stato ni dai cattivi. Ma non è così. barriere nei espulsioni della Francia”); ed El Pais nota che,
in un’Europa “sottosopra”, i leader “si
verso Zapatero, che tace sulla sostanza,
risparmia la Francia e se la prende con la
un uomo appostato sul muro Alla televisione fanno vedere limitano a censurare la commissaria”. Il Reding. Di Mr B, El Mundo cita la pretesa che
come un cecchino”. Mentre solamente scene di miseria e quartieri per Time, che vede la Spagna dei gitani come i commissari europei si tacciano, mentre Le
parla concitatamente si avvi- di degrado. In realtà in Slo- modello d’integrazione; il Guardian, che Monde lo racconta “al mercato" per
cina Milena, una slovacca sul- vacchia 350.000 Rom sono segregare coglie “l’atteggiamento di sfida” del duo conservare la maggioranza.
la quarantina che porta a perfettamente integrati e vi- Sarkozconi; e Wsj, Ft, Telegraph sono G. G.
spasso un barboncino nero. vono come tutti gli altri cit- gli “zingari”
pagina 16 Sabato 18 settembre 2010

DOLORI VATICANI DOLORI VATICANI

PEDOFILIA BRACCATO E MINACCIATO


impunito il proprio abusatore,
anche dopo averlo denunciato e,
magari, anche dopo che la giusti-
zia lo ha perseguito. L’infanzia è
troppo poco tutelata, rispetto
agli altri Paesi, e le autorità statua-
li sembrano preferire non affron-

I preti peccano
tare il problema piuttosto che
scontentare la Chiesa cattolica.
Quindi perché esporsi, raccon-
tare il proprio calvario, se la so-
Il Papa a Londra, tra un attentato
cietà e la legge non assicurano
giustizia o almeno il vedere rico-
nosciuta l’infamia subita? Dalle
sventato e le continue polemiche sugli abusi del clero
più dei fedeli
percentuali riportate sembra
che in alcuni paesi l’incidenza
dei child sexual offender nella che “le vittime non sono state
popolazione sia maggiore che in ascoltate”, si apre una reazio-
altri. In realtà si tratta di un feno- ne a catena all’interno stesso
meno facilmente spiegabile: nei della Chiesa cattolica.
paesi in cui la legge persegue con Perché non sono in gioco i
DECINE DI MIGLIAIA DI CASI: maggiore impegno ed efficacia il
reato di abusi sessuali su minori,
“peccati carnali” di alcuni pre-
ti cattivi: tesi minimalista spes-
le denunce e le condanne sono so propagata dai difensori
LE CIFRE SMENTISCONO IL VATICANO superiori rispetto a quelli di altri
Paesi in cui lo stesso crimine non
d’ufficio del papato e della ge-
rarchia. È in gioco la “fallibili-
è perseguito con altrettanta effi- tà” dell’istituzione nel suo
di Vania Lucia Gaito trina della Fede. Crociata non ha preti accusati di violenze a danno cacia. In parole povere: le vittime complesso, che si è sempre
mai aggiunto alcun dettaglio dei bambini piccoli, orge e uso di sono più propense a sporgere presentata monarchica, in cui
enedetto XVI vola in Gran sull’esito di tali procedimenti, so-

B
droga in Brasile; 107 preti e reli- denuncia quando sanno che c’è al vertice veniva attribuita di
Bretagna e torna a parlare stenendo invece che in Italia non giosi condannati in Australia per una possibilità concreta di otte- fatto il talento di avere sempre
dello scandalo della pe- vi è alcun bisogno di creare un abusi sui minorenni; 800 religio- nere giustizia. ragione mentre non è mai stata
dofilia clericale: “L’auto- comitato speciale all’interno del- si accusati di oltre 14000 casi di consentita finora l’esistenza di
rità della Chiesa non è stata suf- la Chiesa per affrontare i casi di abusi in Irlanda. E poi centinaia Se una sola vittima “stanze di compensazione”
ficientemente vigilante, né suf- molestie sessuali nei confronti di di casi in Olanda, in Polonia, in non basta dove esaminare, discutere e
ficientemente veloce e decisa bambini. Di quel “centinaio” di Croazia, in Francia, in Inghilter- valutare eventuali errori. È
nel prendere le misure necessa- preti pedofili indagati dalla Con- ra, in Alaska, in Messico. Finora, l’istituzione Chiesa che, come
rie”. Un’affermazione che meri- gregazione per la Dottrina della solo negli Stati Uniti, sono stati MA È COSÌ diversa la situazio- struttura, ha perso la credibili-
ta qualche riflessione, conside- Fede, inoltre, non si sa nulla: né pagati risarcimenti per 3 miliardi ne italiana da quella degli altri tà. Papa Ratzinger lo intuisce,
rando che Channel 4, proprio in quante siano state le loro vittime, di dollari. Oltre un miliardo di ri- paesi? Anche a voler prendere non a caso parla di necessaria
concomitanza con la visita pa- né per quanto tempo siano dura- sarcimenti è stato chiesto dai so- per buone le stime di “un centi- “penitenza e umiltà”. Ma intui-
pale, ha rivelato che, proprio in te le violenze, e meno che mai si pravvissuti alle scuole industriali naio” di sacerdoti pedofili, come tivamente il mondo cattolico e
Inghilterra su 14 pratiche di sa- chiarisce se altri sacerdoti o ve- in Irlanda. Migliaia sono le vitti- sostiene monsignor Crociata, l’opinione pubblica avverte
cerdoti colpevoli, sei procedu- scovi fossero a conoscenza delle me. Talvolta perfino bambini qual è la percentuale di pedofili che ciò non basta. Sono i mec-
re per la riduzione allo stato lai- violenze e da quanto tempo. Ma piccolissimi. Vescovi alla 61esima assemblea della tra i preti italiani? Lo 0.29%. Di Benedetto XVI circondato canismi di governo assolutisti
cale sono in corso, tre sono sta- gli attacchi alla Chiesa sul tema Conferenza Episcopale italiana, contro, la Caramella Buona, asso- dai bambini, ieri, al St Mary’s della Chiesa a non reggere più.
te rifiutate o non processate per della pedofilia sono davvero così Stati Uniti: coinvolti nel maggio scorso (FOTO LAPRESSE); ciazione antipedofilia recente- University College di Londra; E non funziona il rapporto con
motivi di salute, un’altra è stata infondati e scorretti? Basta esa- il 4% dei prelati sotto il Papa con il primate della Chiesa mente costituitasi parte civile sotto le proteste al suo arrivo l’indispensabile canale con il
portata a termine e quattro ad- minare i numeri, per rendersi anglicana Rowan Williams (FOTO ANSA) nel processo a carico di don Rug- nella scuola (FOTO ANSA) pubblico credente e non cre-
dirittura non sono mai state conto che il problema è gravissi- non puntare i riflettori solo su di polazione. In diversi stati il nu- gero Conti, rivela che in Italia ci di Marco Politi Scotland Yard. Venerdì sera, siamo convinti che i piani dente, rappresentato dai me-
aperte. I vescovi affermano di mo, molto più di quanto finora UNA DISAMINA del fenome- essa”. Detto così, sembra che mero di denunce e testimonian- sono 1322 detenuti per pedofi- tuttavia, un’informativa dei adottati siano adeguati”. Ras- dia.
aver deferito i casi a Roma, co- no della pedofilia clericale, com- ze riguardanti abusi sessuali lia. Su una popolazione di oltre allarme terrorismo serenante anche il commento

L’
non sia sembrato. debba considerarsi più preoccu- re di quello americano, perché servizi segreti parlava di ri- determinato unicamente da-
me previsto dal documento del missionata dai vescovi americani pante il fenomeno degli abusi sui agli abusi sessuali si sommano gli commessi dai sacerdoti è consi- 20 milioni di maschi adulti, la scuote il pellegrinag- schio “grave”. Jonathan del portavoce papale Lombar- gli interessi dei grandi mono- Un difficile rapporto
2001 De delictis gravioribus, ema- I casi italiani sono al John Jay College of Criminal Ju- bambini al di fuori della Chiesa, abusi fisici, quelli emotivi, i mal- derevolmente aumentato in se- percentuale è dello 0.006%. L’in- gio di Benedetto XVI. Evans, capo del mitico MI5, di: “Il Papa è felice del viaggio poli del Primo Mondo. È da con i mass media
nato proprio da Ratzinger quan- almeno 172 stice e noto appunto come “Rap- ma è effettivamente così? Fermo trattamenti. Almeno 14.000 vitti- guito alla istituzione di commis- cidenza della pedofilia tra i sacer- Scotland Yard ha arre- aveva lanciato l’allerta di un ed è calmo. La situazione non è due anni che Benedetto XVI si
do era prefetto per la Congrega- porto Jay”, afferma che il 4% dei restando che i casi di pedofilia al me, 2500 testimonianze. Sostan- sioni di indagine governative, co- doti italiani risulta essere 48 volte stato ieri mattina a Londra “attacco alla Gran Bretagna”. particolarmente pericolosa. A trova su questa graticola. In vo-
zione per la Dottrina della Fede, sacerdoti americani è coinvolto di fuori della Chiesa non legitti- zialmente la percentuale di pe- me in Irlanda, o indipendenti, co- superiore a quella rilevata tra i cinque attentatori. Gli agenti È questo che ha spinto le for- Sarajevo (per Giovanni Paolo II nel lo per gli Usa, in volo per l’Au- IL VATICANO di Ratzinger
e fanno intendere che se lun- UN PRIMO DUBBIO riguarda in accuse di pedofilia. Nel set- mano di certo gli abusi sui bam- dofili tra religiosi si attesta sui dati me negli Stati Uniti. La possibilità comuni cittadini. Inoltre, è bene sono piombati all’alba, alle 5 ze di sicurezza ad agire con la 1997, ndr) lo era molto di più”. stralia, in volo per Malta, in vo- dis-pregia i mass media. Li con-
la verosimiglianza del “centinaio bini perpetrati dai sacerdoti, ba- per le vittime di vedere ricono- ricordare che difficilmente un e 45, in un negozio della ca- massima rapidità e decisio- Papa Ratzinger, ha ricordato, è lo per il Portogallo, non c’è vol- sidera prevenuti o non all’al-
di casi” cui fa riferimento monsi- sta qualche banale calcolo mate- sciuto il torto subito ha spinto pedofilo si ferma ad una sola vit- pitale, dove i cinque – che ne. partito con “coraggio” per ta che nell’incontro con la tezza. Non li considera interlo-
Studi Usa: gnor Crociata. I casi di abusi ses-
suali ai danni di minori perpetrati
I sacerdoti matico a rendersi conto che il
problema non è così di poco con-
In Italia chi migliaia di persone, abusate da
sacerdoti durante l’infanzia, ad
tima. Anche “solo” cento casi
possono significare centinaia di
sono netturbini – comincia-
vano il turno di lavoro. La po-
questa missione. Lombardi si è
detto certo che la polizia abbia
stampa non risorga, come
l’ombra di Banquo per Macbe-
cutori. Ma non c’è altro termo-
metro nella società contempo-
Un’ombra segue
la percentuale di dai sacerdoti italiani e riportati
dalla stampa negli ultimi dieci an-
denunciati to come lo si vuole dipingere. In
pratica: quanti sono in Austria i
subisce violenza uscire allo scoperto e raccontare
il proprio dramma. Alcuni stati
vittime. Scorretto non è rendere
pubblico un problema devastan-
lizia era armata, ma non è sta-
to sparato un colpo. Gli estre-
il Pontefice preso tutte le misure necessa-
rie.
th, il fantasma dell’abuso cleri-
cale sui minori.
ranea dell’informazione plura-
le, che denuncia storture, er-
pedofili tra i ni, messi in colonna e sommati
uno all’altro, riportano vicende
in America preti pedofili rispetto al numero
dei sacerdoti, e quanti sono i pe-
non si rivolge alla americani istituirono il cosiddet-
to “anno finestra”, permettendo
te come quello dei preti pedofili.
Scorretto è semmai cercare di
misti islamici, tra i 25 e i 50
anni, sarebbero di prove-
Ma non è la paura di attentati
l’accompagnatrice abituale In gioco la fallibilità
rori, insuccessi. Dove, se non
nell’arena aperta dell’opinio-
di pedofilia e pedopornografia in a moltissime vittime di denuncia- sminuire la portata di quel pro- nienza algerina e senza citta- IL PROGRAMMA di Bene- del pontefice, che incontran- ne pubblica può svolgersi quel
religiosi è molto cui sono coinvolti almeno 172 sono oltre 4 mila, dofili “comuni” rispetto alla po-
polazione austriaca? In totale, i
giustizia: teme re, e veder perseguiti dalla giusti- blema, offendere le vittime par- dinanza britannica. Un sesto detto XVI non è cambiato. La do il primate anglicano, ha
dell’Istituzione
dialogo tra fede e ragione, tra
preti. Delle due l’una: o non tutti religiosi austriaci sono circa zia statuale, abusi subiti anche lando di “chiacchiericcio”, insul- uomo è stato catturato nel polizia ha diffuso una dichiara- esaltato la “profonda amicizia” credenti e non credenti che
superiore a i sacerdoti accusati sono stati in- risarcimenti 6700 su poco meno di tre milioni di non veder decenni prima e caduti in pre- tare chi ha già subito l’insulto primo pomeriggio. Si è temu- zione tranquillizzante: “In se- tra le due chiese. L’ombra degli È SOLO una congiura dei me- Benedetto XVI ha caldamente
dagati dalla Congregazione per e 400mila maschi adulti. Rappor- scrizione. Dunque, non si capi- dell’abuso minimizzando le cifre to che volessero uccidere il guito agli arresti sono state ri- abusi accompagna Benedetto dia, come tendono a credere auspicato anche ieri nella so-
quella della la Dottrina della Fede, o monsi- per 3 miliardi tando gli abusi alla popolazione riconosciuti sce come monsignor Crociata e tentando di far credere che la Papa. Il luogo dove sono stati viste le misure di sicurezza e XVI nei suoi viaggi internazio- alcuni collaboratori del Papa? lenne cornice di Westminster
gnor Crociata è decisamente di riferimento, 17 casi di pedofi- possa affermare che in Italia non vittima, in tutta questa sporchis- sorpresi si trova nella zona di È una cospira- Hall sotto il segno del martirio
società civile troppo ottimista. Fermo restan- di dollari lia su 6700 sacerdoti e 510 casi di i propri diritti vi sia necessità di una commissio- sima faccenda, sia la Chiesa. Westminster, dove Benedet- zione di centrali di Tommaso Moro? È sintoma-
do che il problema della pedofi-
lia clericale non è di ordine sta-
pedofilia su 3.400.000 austriaci
maschi adulti, ci si rende conto
ne d’indagine sulla pedofilia cle-
ricale. Non è chiaro per quale
Quella Chiesa che ha tentato di
far credere che gli abusi fossero
to XVI doveva recarsi nel po-
meriggio. Condotti in com-
Con il primate anti-cattoliche,
che vogliono
tico che Ratzinger, a differenza
di Wojtyla, non accetti mai li-
gaggini e ritardi ci sono, non di-
pende da loro ma dal Vaticano.
tistico, ma di ordine morale,
guardando più da vicino le cifre
tembre del 2009 l'arcivescovo
Silvano Tomasi, osservatore per-
che la percentuale dei religiosi
pedofili, che sembrava piccola, è
statunitensi del rapporto Jay. Più
difficile stabilire quale sia la per-
motivo l’Italia dovrebbe essere
considerata un’isola felice, im-
tutti “casi isolati”, la Chiesa che
ha dovuto essere trascinata in tri-
missariato, sono ora agli ar-
resti per sospetto di “realiz-
della chiesa creare panico,
come scrisse su
bere domande dai giornalisti.
Lo scandalo della pedofilia rie-
Queste rivelazioni sono state
per me uno choc” ha affermato
degli altri Paesi si può avere
un’idea della portata del proble-
manente della Santa Sede all'Onu
a Ginevra, minimizzava il proble-
invece altissima. Tra i sacerdoti
austriaci la percentuale di pedo-
centuale di pedofili fra la popo-
lazione, poiché i reati di questo
mune dallo scandalo. bunale per riconoscere un risar-
cimento alle vittime, la Chiesa
zazione, preparazione o isti-
gazione di atti di terrori-
anglicana Avvenire il socio-
logo delle reli-
merge continuamente perché
sono i cattolici più fedeli a in-
il pontefice, ma difficilmente si ma: 4.392 sacerdoti denunciati ma affermando che “nel clero che ha ignorato chi le si rivolgeva smo”. Durante gli interroga- gioni Massimo vocare rigore, coerenza e tra-
riesce a conciliare queste frasi per pedofilia negli Usa; 1.700 cattolico solo tra l'1,5% e il 5% dei
fili è 0.26% mentre tra i laici la
percentuale di pedofili è 0.015%.
genere denunciati ogni anno so-
no circa 160, mentre alle associa-
Il “Bel Paese” che
per avere giustizia. La Chiesa che tori scattavano perquisizioni l’appello per Introvigne? È un sparenza. La ramificazione de-
non tutela l’infanzia
con la prassi tenuta dal Vaticano religiosi ha commesso atti di que- In realtà, quindi, la percentuale zioni antipedofilia arrivano circa ha preferito continuare a proteg- in due uffici e otto apparta- Attacco a Ratzin- gli scandali e la “non-vigilanza”
sia prima che dopo l’esplosione sto tipo”. Piccoli numeri? Per- dei pedofili fra i preti è pari a di- 2400 segnalazioni annue, su 1.7 gere i propri beni e i propri pri- menti della capitale, ma non l’unità dei ger come titola il sistematica delle gerarchie
dello scandalo. La portata del centuali irrisorie? Per nulla, se si ciassette volte la percentuale di milioni di maschi adulti. Le per- SECONDO le percentuali rese vilegi piuttosto che rinnegare se sono state ritrovate né armi vivace libro di hanno rovesciato gli schemi
problema è stata costantemen- confrontano queste percentuali pedofili nella popolazione laica. centuali oscillano quindi, fra gli note dall’arcivescovo Tomasi e stessa, prendere la propria croce né esplosivi. “Non sono stati cristiani: poche Andrea Tornielli del passato. Agli occhi dei fe-
te minimizzata, prima tentando con quelle della popolazione lai- Stesse conclusioni si traggono se irlandesi “comuni” fra lo 0.01% e considerando che in Italia ci so- e seguire quel Cristo incarnato in sequestrati oggetti pericolo- e Paolo Rodari, deli e dell’opinione pubblica
di far passare gli abusi come “ca- ca. La percentuale di pedofili fra i si esaminano le statistiche di pae- lo 0.14%. La percentuale di pedo- no circa 35.000 sacerdoti dioce- ogni bambino abusato. si”, comunica sobriamente cose ci dividono appena apparso non è più la Chiesa gerarchica
si isolati”, poi tentando di smi- religiosi è dalle 20 alle 200 volte si come gli Stati Uniti. Secondo fili tra i religiosi risulta essere al- sani, potrebbero esserci tra i 500 in libreria e se- a elargire indicazioni e conces-
nuire i numeri da pandemia so- maggiore rispetto alla percen- l’ultimo rapporto annuale dal meno trenta volte maggiore ri- e i 1750 sacerdoti coinvolti in ca- guito da un volu- sioni. Tocca alla Chiesa, inve-
stenendo che l’incidenza della tuale di pedofili fra le persone co- Children’s Bureau, l’ufficio del spetto alla percentuale di pedo- si di pedofilia. Senza contare la nali. È una presenza tragica e me di eguale impostazione La ce, “rispondere”. Rispondere
pedofilia fra i sacerdoti e religio-
si sia uguale, se non minore,
muni. Affidare un bambino ad un
religioso, significa esporlo ad un
Dipartimento della salute statu-
nitense che si occupa di bambini
fili fra la popolazione comune. presenza di altri religiosi e dei sa-
cerdoti ordinari, che farebbero GLI 007 “Un attacco terroristico ingombrante che condiziona
le sue missioni e lo costringe
verità del Papa. Perché lo attacca-
no, perché va ascoltato di Aldo
di azioni e omissioni e di ciò
che ancora oggi non fa. (Tanto
all’incidenza della pedofilia fra rischio almeno venti volte mag- e giovani, i casi di abusi sessuali “salire” le possibili stime. Ma per- ogni volta, ad ogni inizio di Maria Valli? per essere concreti: in Italia
le persone comuni. giore rispetto a quello di affidarlo
a un insegnante, un vicino di ca-
su minori negli Stati Uniti sono
circa 88.000 su una popolazione
In Australia
c’è un database ché nel nostro Paese lo scandalo
non è ancora scoppiato? Essen-
resta sempre probabile” viaggio a pronunciare un mea
culpa. È come se l’opera della
Bisogna andare più in profon-
dità e partire dalle stesse paro-
non c’è nemmeno una com-
missione d’indagine ecclesia-
Crociata contro il
“comitato d’indagine”
sa, un amico di famiglia. Rispetto
a quanto vuole far credere la
Chiesa, cioè che il rischio sia lo
di 118 milioni di maschi adulti, lo
0.075%. Se anche la percentuale
dei preti pedofili fosse l’1.5%, co-
QUASI IDENTICHE a quelle
austriache le percentuali in Au-
zialmente per il timore delle vit-
time di non essere credute e di
non vedere riconosciuti i torti su-
Lmaesono
capacità della sezione antiterrorismo
migliorate nel corso di questi anni
il rischio che un attacco letale venga
Benedetto XVI si riaccende in Gran Bre-
tagna l’allarme dell’estremismo di matrice
islamica.
Chiesa in tutto il mondo im-
provvisamente si fosse ridotta
al cumulo di orrori perpetrati
le di Benedetto XVI, scandite
giovedì scorso. “L’autorità del-
la Chiesa (si noti: l’Autorità com-
stica come in Belgio o in Au-
stria). La svolta della civiltà
contemporanea sta nelle do-
stesso, basta fare due conti per me suggerisce la stima più pru- stralia: 107 sacerdoti condannati biti. Per una sorta di “sacralità”, la portato a termine resta alto. Non credo che L'incubo terrorismo oltremanica, al di là dai preti pedofili. Come se fos- plessiva, non singoli vescovi da mande che salgono dal basso.
NEL MESSAGGIO inviato realizzare che non è affatto così. denziale di monsignor Tomasi, su poco più di 3800 sacerdoti, tra figura del sacerdote e, in genera- la situazione migliorerà nell’immediato fu- delle paure scatenate dall’11 settembre, ha sero respinte sullo sfondo le qualche parte, ndr) non era suf- Quando il Papa afferma che bi-
qualche tempo fa ai Cavalieri di Per capire meglio, è necessario sarebbe venti volte superiore diocesani e ordinari, con un’inci- le, dell’ecclesiastico, viene repu- turo”. Jonathan Evans, il capo dell’MI5, i avuto il suo battesimo di sangue il 7 luglio iniziative che nei cinque con- ficientemente vigilante e non sogna “reimparare la sinceri-
Colombo, Benedetto XVI parla guardare più da vicino i numeri, all’incidenza rilevata nella popo- denza del 2.82% di pedofili. Per tata al di sopra di certe nefandez- servizi di sicurezza interni britannici, sol- del 2005, quando tre cittadini britannici di tinenti le istituzioni cattoliche sufficientemente veloce, deci- tà”, c’è poi un mondo che esi-
di attacchi “spesso scorretti e in- senza farsi ingannare da cifre lazione di non religiosi. Le stati- quanto riguarda i pedofili “co- ze e spesso l’opinione pubblica, tanto giovedì sera - in una rara, e non ca- origine pachistana - più uno di origine gia- intraprendono nella lotta alla sa, nel prendere le misure ne- ge trasparenza. E se i vertici ec-
fondati” contro la Chiesa per astratte e non messe a confronto stiche che la stessa Chiesa va muni”, l’Australia ha un database quando una vittima denuncia, si suale (vista la coincidenza con il viaggio maicana - fecero saltare in aria con attacchi povertà e all’emarginazione, cessarie”. Chi scriveva queste clesiastici non lo comprendo-
quanto concerne le vicende le- con altre. sciorinando, cercando di sminui- pubblico con nomi e foto dei schiera più dalla parte dell’accu- papale) apparizione pubblica presso la suicida tre vagoni della metropolitana lon- come se fosse dimenticato il cose già decenni fa, chi denun- no, le domande continueran-
gate alla pedofilia. Secondo mon- A marzo di quest’anno, il porta- re il fenomeno, sono invece asso- children sexual offender e racco- sato che non dell’accusatore. Worshipful Company of Security Professionals di dinese e un autobus provocando 52 morti contrasto al razzismo perse- ciava la “distrazione” delle no a piovere.
signor Mariano Crociata, segreta- voce della Santa Sede, padre Fe- lutamente preoccupanti. Lo sce- glie oltre 1200 nominativi su una Senza contare che, nell’Italia dei Londra - definiva così la condizione-terro- e centinaia di feriti. Pochi giorni dopo, il 21 guito sistematicamente a par- Chiesa (“siamo stati distratti”, A Westminster Hall il Papa ha
rio generale della Conferenza derico Lombardi, ha affermato: nario irlandese è ancora peggio- popolazione di otto milioni e cavilli legali, è facile vedere finire rismo registrata oggi nel Regno Unito. luglio, altri quattro uomini cercarono di tire dalla situazione italiana, è scritto nell’editoriale di Avve- prospettato un’alleanza tra fe-
Episcopale Italiana, nell’ultimo “In Austria sono 17 i casi di pe- mezzo di maschi adulti, con una I fatti gli hanno dato immediatamente ra- replicare l’operazione, ma gli ordigni pre- come se fosse archiviata la co- nire di venerdì) veniva accusa- de e ragione per dare saldi fon-
decennio sono un centinaio i ca- dofilia che riguardano la Chiesa, incidenza di pedofili pari allo gione. Con l’arresto dei 6 individui sospet- parati non esplosero a causa di problemi ai stante azione della Santa Sede to di anticlericalismo. Ora che damenti etici alle società mo-
si di sacerdoti italiani, accusati di ma ben 510 quelli al di fuori; 0.014%. La percentuale di pedo- tati di avere in cantiere azioni contro Papa detonatori. per i diritti delle nazioni del lo dice il Papa, aggiungendo – derne. La ragione, però, esige
abusi sessuali su minori, indagati quindi si deve prestare attenzio- fili tra i preti risulterebbe quindi Terzo Mondo e uno sviluppo come ha dichiarato nella re- che la Chiesa dia risposte alle
dalla Congregazione per la Dot- ne anche al di fuori della Chiesa e 200 volte quella rilevata nella po- globale dal volto umano, non cente Lettera agli Irlandesi – domande della società.
pagina 18 Sabato 18 settembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

PIANETA LIBRI

GEOGRAFIA Baudo
Torna Pippo:
Rapper
Il nuovo
Balotelli
Lasciato
Mou
Non direi

Mariastella
su RaiTre dal disco di dalla mai no al
20 settembre Fabri Fibra fidanzata Portogallo,
con subito primo Melissa in non dipende
“Novecento” in classifica diretta tv da me

studia di più La riforma Gelmini taglia le ore di


insegnamento: tre libri ci spiegano
perché è importante avere qualche idea di com’è fatto il mondo
di Riccardo Chiaberge in più luoghi, la mobilità per- dietro i conflitti religiosi si ce-
manente, il numero crescente lano ben più sostanziosi con-

I
di persone con doppi passa- flitti sulla terra, l’acqua, il petro-
porti, creano un complesso lio e altre risorse naturali, e le
intreccio di realtà divise” che faide tribali vengono spesso
rendono obsoleta la dimen- strumentalizzate dagli agitatori
sione nazionale. Ma i confini, cristiani o islamici. Essere un
per poterli scavalcare, biso- cittadino nigeriano, per esem-
gna conoscerli. pio, non significa nulla: in mol-
te regioni lo Stato non fornisce
Spazio, tempo elettricità né scuole. Per avere
e spirito la luce in casa o dare un’istru-
zione ai figli, bisogna rivolgersi
alla chiesa o alla moschea. La
UN’OTTIMA occasione per militanza religiosa supplisce
ripassare un po’ di geografia è il all’impotenza delle istituzioni
taliani, ultimi della classe in bel libro di Eliza Griswold The civili.
geografia. La riforma Gelmini Tenth Parallel (Il decimo paralle-
retrocede questa materia ad lo) da poco uscito in America Potere
ancella della storia, taglia le da Farrar, Straus and Giroux e territorio
ore di insegnamento nei licei (pagg. 318, $ 27,00). Poetessa e
e negli istituti tecnici, fino ad giornalista dell’Atlantic, del New
azzerarle negli istituti profes- Yorker e del New York Times, Eliza IN NIGERIA e in Sudan, come
sionali. Magnifico, proprio ha scandagliato per sette anni in Indonesia e nelle Filippine,
quel che ci voleva per festeg- la “linea di faglia” lungo la quale molti cristiani vivono la loro
giare il centocinquantesimo si fronteggiano islam e cristia- condizione di minoranze op-
dell’unità nazionale. Se un ta- nità. Una frontiera rovente, cir- presse o schiavizzate: hanno
le, due secoli fa, la definiva ca 1100 chilometri a nord perso chiese, case, persone ca-
“un’espressione geografica”, dell’Equatore, che taglia oriz- re, nello scontro col fondamen-
ora l’Italia rischia di non esse- zontalmente l’Africa e Asia dal- talismo islamico. Al tempo stes-
re più nemmeno quello, di la Nigeria alle Filippine e su cui so, i predicatori evangelici por-
sparire dalle mappe dei ragaz- si addensa più della metà del tano avanti un proselitismo ag-
zi col “Sole delle Alpi” inciso miliardo e trecento milioni di gressivo. E proprio come i loro
sul banco. Del resto, che biso- musulmani e il 60 per cento dei avversari, vedono nell’Occi-
gno c’è dell’atlante o del map- due miliardi di cristiani esisten- dente sviluppato un luogo sen-
pamondo? Basta cliccare su ti al mondo. Nell’incon- za Dio che ha voltato le spalle
Google, e le macchine hanno tro-scontro tra le due fedi si gio- alla tradizione cristiana.
ca non solo il futuro di due con-
tinenti ma il destino stesso del
Eliza Griswold pianeta. In Africa, la fascia tra
l’Equatore e il decimo parallelo
Bauman:
esplora segna la fine della parte setten-
trionale, arida e desertica, e
un tempo i
la lunga l’inizio della giungla sub-saha-
riana. I venti, il clima e secoli di
vagabondi erano
migrazioni hanno portato le
frontiera in cui due religioni a convergere in i diseredati
quest’area. Fu Maometto in
si fronteggiano persona, nel 615 d.C., a inviare Ora sono
una dozzina di suoi familiari e Illustrazione di Doriano
islam seguaci alla corte del re cristia- le multinazionali
no di Abissinia (la moderna
e cristianità Etiopia). Seguirono 600 anni di a espatriare
penetrazione musulmana tra
Egitto e Sudan, ma anche di pa-
tutte il Gps di serie. Non per cifica convivenza. Poi esplose- Già, l’Occidente, dove si collo- beni durevoli e i poveri erano i tro è certo”. Si blatera di Pada- ansie individuali e a svolgere ri-
niente la gloriosa De Agostini ro le guerre di religione, finché ca nel nuovo atlante globale? “vagabondi” con il fardello in nia, si disegnano simboli celti- ti esorcistici in compagnia di al-
prepensiona i suoi cartografi. nel 1504 l’ultima monarchia Scrive Zygmunt Bauman in spalla, adesso la situazione si ro- ci, si raccoglie l’acqua del Po tri individui altrettanto intimo-
Ma si può davvero rinunciare dell’antica Nubia cristiana si ar- un bel saggio appena tradotto vescia, con le multinazionali nell’ampolla. Ma la sera ci si bar- riti e ansiosi”. Le “comunità
alla geografia? Per fare quello rese alla spada dell’islam. Ironia dal Mulino (La società individua- che piantano le tende dove il rica in casa davanti alla tivù, e il d’appiglio” non servono a pro-
che suggerisce Ulrich Beck, della storia, fu un insetto, la mo- lizzata, pagg. 318, euro 13,00) costo del lavoro è più basso. Il vicino di pianerottolo è un teggere identità già esistenti,
(Potere e contropotere nell’età sca tsè-tsè, a fermare l’avanzata che nel mondo di oggi “la gerar- nuovo “disordine cosmopoli- estraneo da tenere a distanza, ma sono “i sottoprodotti di una
globale, Laterza, pagg. 455, eu- musulmana all’altezza, appun- chia emergente del potere è ta”non è in contraddizione con specie se ha la pelle di un altro febbrile attività di tracciamen-
ro 22,00), ossia diventare co- to, del decimo parallelo. Oggi il più vicina agli usi delle società le piccole patrie, i fondamenta- colore. “L’età dell’identità – di- to di confini”. Così, lo scolaro di
smopoliti, staccarci dalla fissa- riscaldamento globale rende nomadi che di quelle sedenta- lismi e le ideologie di stampo le- ce Bauman – è piena di urla e Adro non saprà individuare sul
zione di ciò che ci è familiare e imprevedibili i cicli di piogge e rie; la sedentarietà, in partico- ghista, semmai ne è la causa. furore. La ricerca dell’identità mappamondo (georeferenzia-
sviluppare insieme “radici e siccità in quest’area, compli- lare quella senza possibilità di Come ha osservato Eric Hob- divide e separa, e tuttavia la pre- re, si dice in gergo) il paese del
ali”, forse non guasta avere cando la vita di nomadi e agri- scelta, si va rapidamente con- sbawm, “uomini e donne cer- carietà dell’impresa solitaria di vicino di banco Abdul o Fatima.
qualche idea di com’è fatto il coltori, e il boom demografico vertendo da risorsa in inconve- cano gruppi ai quali appartene- costruzione dell’identità spin- Ma additerà senza esitazioni il
pianeta. È vero, come dice il in Asia e Africa inasprisce le niente”. Se un tempo erano le re con sicurezza e per sempre, ge coloro che la intraprendono parallelo 45,30’, meridiano
sociologo tedesco, che “il bi- tensioni. Quello che ci insegna classi privilegiate, come i pro- in un mondo dove tutto il resto a cercare appigli ai quali appen- 10,15’. Le coordinate di Bre-
linguismo, le esistenze divise il reportage di Griswold è che prietari terrieri, a circondarsi di si muove e cambia, dove null’al- dere tutti insieme le paure e le scia, Padania.
Sabato 18 settembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

CALCIO / INTRIGO INTERNAZIONALE

di Paolo Soldini
BOMBE SU MONACO
Il settimanale Stern accusa il Bayern: stra certo del risultato avvie-
ne “prima” della partita.

I
l Bayern di Monaco, per-
la preziosa del calcio eu-
ropeo, si vende le partite
come una corrotta squa-
con lo Zenit partita venduta All’epoca, la circostanza, rile-
vata dal Paìs e da altri media
spagnoli, che avanzano il so-
spetto che anche la finale
dretta di provincia? Oppure contro i Rangers sia stata “ad-
è la Uefa, organizzazione dal timido tentativo di marcia in- domesticata” a suon di quat-
prestigio finora adamantino, dietro, precisando di non trini, passa quasi inosservata
ad aver preso una topica epo- aver formulato alcuna accusa in Germania, dove l’umilia-
cale, fidandosi di certi suoi e di aver fatto semplicemente zione del Bayern viene ascrit-
troppo disinvolti collabora- quello che è consueto nei ca- ta alla stanchezza dei suoi gio-
tori? Chissà. Certo è che uno si di risultati inattesi e clamo- catori, alla bravura dell’alle-
dei due, nella furibonda bat- rosi: indagare discretamente natore dello Zenit, l’olandese
taglia che li oppone in Ger- per verificare che tutto sia in Dick Advocaat, e alla stagione
mania, dovrà soccombere, ri- ordine. Ma al Bayern non ba- di grazia che sta vivendo il cal-
schiando di uscirne assai sta, anche perché, sulla base cio russo, alimentato dai pe-
malconcio. trodollari di alcuni magnati e
La vicenda, che della potentissima Gazprom,
sta squassando il
mondo del cal-
Secondo il capo il colosso energetico al cen-
tro di mille traffici e di mille
cio tedesco ed
europeo, toc-
dell’ufficio disciplinare sospetti che è proprietario
dello stesso Zenit. Ma c’è un
cando sentimen- altro particolare che potreb-
ti tanto diffusi e della Uefa, il match be essere rivelatore: nell’in-
profondi che il tercettazione Petrov parla dei
popolarissimo sarebbe stato comprato 50 milioni senza specificare
settimanale se si tratti di euro o dollari (i
Stern gli ha dedi- dalla mafia russa rubli sembrerebbero da
cato pagine e pa- Uno dei quattro gol subiti dal Bayern contro lo Zenit (FOTO LAPRESSE) escludere), mentre nelle car-
gine di (dubbie) te della Uefa si fa la cifra di 40
rivelazioni, potrebbe finire delle rivelazioni dello Stern clan che nel 2005 fu accusato che nessuno gli desse il mi- mavera 2008 quando in una milioni di euro. Ora, al cam-
ora tra i dossier dell’Europol, sembrerebbe che il dossier di aver truccato diversi incon- nimo credito. intercettazione disposta nel bio dell’epoca, 40 milioni di
la polizia comune europea sia arrivato già confezionato tri in combutta con degli ar- quadro di un’indagine sulle euro corrispondevano pro-
che in tempi normali si oc- con l’indicazione dei colpe- bitri corrotti. Bokšic è stato SE EFFETTIVAMENTE infiltrazioni della mafia russa prio a 50 milioni di dollari, il
cupa di lotta al terrorismo, voli (tra i quali lo stesso Rum- anche condannato per truffa l’inchiesta “discreta” di Lima- il famoso giudice Baltasar che renderebbe le cifre com-
traffici di droga e di esseri menigge, il presidente della e illecito sportivo, il che non cher si basa su questa fonte, la Garzón sente un certo Ghen- patibili e credibili. Materiale
umani e altre questioni di si- squadra Uli Hoeness e il di- gli ha impedito, però, di se- posizione della Uefa non pare nadi Petrov parlare di “50 mi- per i funzionari dell’Europol
mile rilievo. A sollecitare le rettore finanziario Karl Hop- guire Platini ai mondiali in Su- fortissima. E però, ad appro- lioni” che sarebbero stati ver- se e quando si metteranno
indagini della superpolizia fner) nelle mani di Limacher dafrica, dove ha trovato il mo- fondire un po’ la storiaccia sati al Bayern perché perdes- davvero al lavoro sullo strano
sarebbe il presidente della da un suo collaboratore mol- do di denunciare gare trucca- emergono particolari che fan- se l’incontro 4 a 0. Petrov è un 4 a 0 che allunga brutte om-
stessa Uefa Michel Platini, to chiacchierato: un certo Ro- te a destra e a manca e di ac- no sembrare le accuse assai noto esponente dell’organiz- bre sulla reputazione di una
deciso dalla valanga di accu- bin Bokšic, croato ma resi- cusare il presidente della Fifa meno peregrine. Basta spo- zazione mafiosa Tambob- delle società calcistiche più
se e di minacce di denunce dente a Monaco, legato in Joseph Blatter di aver intasca- starsi dalla Germania in Spa- skaija e va sottolineato che prestigiose e più amate d’Eu-
per diffamazione rivolte dal passato ai fratelli Sapina, un to un milione di euro. Senza gna e andare indietro alla pri- l’intercettazione in cui si mo- ropa.
Bayern all’organizzazione a
cercare di fare un po’ di chia-
rezza su quanto realmente
accadde all’Olimpico di Mo-
naco in un giorno di prima-
vera del 2008, quando una
squadra russa non proprio ai
Sotto la banca, la Roma è stanca
vertici del calcio internazio-
nale, lo Zenit di San Pietro- di Luca De Carolis due operazioni, e non vuole es- Ranieri è stretto e vero, il nostro fee- scommessa Adriano, ma pretende-
burgo, inflisse un umiliante sere dipinta come dirigente di fac- ling è solido: mercoledì avevo solo va anche due esterni.
4 a 0 ai padroni di casa po-
nendo le premesse per la vit-
toria finale della coppa eu-
Nsenteella Roma con i nervi scoperti
e senza gioco e vittorie, pre-
e futuro li racconta un ban-
ciata. Non solo: la Roma, fanno
notare da ambienti societari, ha
ottenuto l’avallo della banca solo
risposto a dei tifosi in modo molto
romano, espressivo e colorito”. Una
marcia indietro un po’ affannata,
Nuova
tattica
ropea qualche giorno dopo chiere. “Stiamo investendo per far dopo aver dimostrato che poteva nonché un’indiretta deroga al silen-
contro i Rangers di Glasgow. sognare città e tifosi” ha assicu- sostenere i due acquisti con in- zio stampa, imposto dalla società si-
La partita era stata comprata rato tre giorni fa da Monaco di Ba- troiti da diritti tv e incassi dalla no a Roma-Bologna di domani. De- NE È arrivato uno, Castellini, riser-
dalla mafia russa, come viera Paolo Fiorentino, numero Champions League. Precisazioni roga opportuna, viste le difficoltà va nel Parma. Impaccio importante
avrebbe insinuato lo svizzero due di Unicredit. L’istituto di cre- che sono il termometro efficace per Ranieri. Anche perché a Trigo- per i suoi piani tattici, perché nel
Peter Limacher, il capo dito che in luglio ha preso di fatto del momento nero del club, den- ria rumoreggiano altri veterani. 4-4-2, schema base di Ranieri, gli
dell’ufficio disciplinare della il controllo del club, lasciando a tro e fuori del campo. Una crisi Stando a sussurri ricorrenti, l’arrivo esterni sono fondamentali. In estate
Uefa, sulla base di rapporti Rosella Sensi la carica molto ono- che nasce nello spogliatoio, pan- di Borriello ha indispettito parec- il tecnico ha provato cinque moduli
dei suoi collaboratori? Oppu- rifica di presidente. Uno dei tanti cia inquieta della squadra. A cer- chi: perché è un altro attaccante, in diversi, cercando una nuova identi-
re il match fu regolare e il suo nodi della Roma che sbanda, co- tificarlo, le parole di Totti subito un reparto già nutrito, e soprattutto tà per una squadra che Spalletti ave-
esito clamoroso fu solo il me una macchina senza guida. dopo la caduta di Monaco: “Siamo perché prende 3,6 milioni all’anno. va plasmato con il 4-2-3-1. Uno sche-
frutto di uno scivolone dei Mercoledì scorso si è impantanata tornati al vecchio catenaccio, Tanti, in una squadra dove molti in- ma che Ranieri ha più volte adottato
bavaresi? contro il Bayern Monaco, che in pensando solo a difenderci e sen- gaggi sono stati limati per evitare il nella stagione scorsa, con ottimi ri-
Champions League l’ha regolata za mai tirare in porta: così non si baratro finanziario. In quest’ottica, sultati. Ora però vuole voltare pagi-
DOPO LA reazione pesan- per 2 a 0. La terza sconfitta in quat- vincono le partite”. Una sconfes- anche il nuovo contratto dell’allena- na. “Non possiamo più giocare con
tissima di Karl-Heinz Rumme- tro gare per la Roma, che aspetta sione delle scelte di Ranieri, reo tore (più volte rinviato) potrebbe un unico attaccante” ha spiegato.
nigge, presidente del FC Ba- nuovi padroni. La banca cerca anche di averlo nuovamente so- far alzare qualche sopracciglio. Di Ma a livello tattico c’è confusione,
yern München, la sua richie- compratori con tanto denaro e vo- stituito. certo, per Borriello l’ambientamen- sfociata in numeri da allarme rosso:
sta a Platini di rimuovere Li- glia di vincere, possibilmente stra- to è complicato. Lo dimostra un epi- nove reti incassate e due segnate..
macher e le cannonate di in- nieri. Nell’attesa, Fiorentino ha ri- Totti fa pace sodio nel primo tempo contro il Ba- Un altro tema è quello della prepa-
dignazione sparate dalla vendicato “gli investimenti di Uni- con Ranieri yern: l’attaccante che invita i com- razione estiva, fatta di poco fondo e
stampa sportiva tedesca (al- credit per Borriello e Burdisso”. pagni a uscire dalla propria trequar- molto lavoro con il pallone. Impo-
meno quella del sud della Ma Sensi non ha gradito: si è im- ti, e Ranieri che dalla panchina gli stazione che segue i precetti vin-
Germania), la Uefa ha fatto un pegnata in prima persona per le LO AVEVA già tolto sabato scorso ricorda che certe cose le può dire centi di Mourinho, ma che ha susci-
contro il Cagliari dopo pochi minu- solo l’allenatore. La conferma che tato dubbi già nel pre-campionato.
ti, e le radio locali avevano bronto- un gesto sbagliato nella Roma attua- Per ora, la squadra ha il fiato corto.
Claudio lato. Giovedì tecnico e giocatore le può far saltare equilibri fragili. Un C’è poi il cronico problema dei cam-
Ranieri hanno avuto un colloquio, che ha ri- bel peso per Ranieri, più debole ri- pi di Trigoria, malmessi e pericolo-
a Monaco composto in parte la frattura. Totti spetto a pochi mesi fa. La transizio- si. Se ne lamentava già Spalletti,
di Baviera ha lanciato segnali di pace con una ne societaria l’ha lasciato in un pe- mentre Ranieri li ha paragonati alla
(FOTO LAPRESSE) nota sul suo sito: “Il rapporto con ricoloso guado, perché non c’è la pineta sabbiosa di Castel Fusano.
certezza che i futuri proprietari lo Dalla società promettono di risolve-
vogliano tenere. Nelle ultime ore so- re tutto in dieci giorni, ma la lista de-
Paolo Fiorentino di no circolati anche nomi di possibili
sostituti, con Lippi e Leonardo in
gli infortunati è già lunga. I tifosi,
inevitabilmente, minacciano con-
Unicredit rivendica gli prima fila. Voci accreditate dai boo-
kmaker stranieri, ma prive di fonda-
testazioni. C’è rabbia, mitigata solo
dalla speranza nell’arrivo di nuovi,
mento. Ugualmente fastidiose per facoltosi proprietari. Tra i 23 inte-
investimenti per la squadra Ranieri: irritato, già da tempo. In- ressati, ci sarebbero anche il magna-
nanzitutto, per una campagna ac- te russo Leonid Fedun, e un fondo di
I Sensi non gradiscono quisti che giudica incompleta. Il investimenti degli Emirati Arabi,
tecnico ha ottenuto la conferma di Mubadala. Suggestioni, come anti-
e lo spogliatoio ne risente Burdisso e un’altra punta oltre alla doto alla crisi.
pagina 20 Sabato 18 settembre 2010 Sabato 18 settembre 2010 pagina 21

SECONDO TEMPO SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TG PAPI
TELE COMANDO
Paso Doble
+ costa meno. Una finestra an-
che per Bersani che vuole
rimboccarsi le maniche e oc-
cuparsi dei guai degli italiani.
Veltroni, annacquato il suo
documento, ha raccolto 75
di Nanni Delbecchi

M
Televoto
senza assaggio
a Mauro Masi lo vede il pubblico di Anto-
nella Clerici a “La prova del cuoco”? Se co-
sì non fosse, lo invitiamo a sintonizzarsi su
Raiuno a mezzogiorno e a emanare uno dei
piani, inesauste deambulazioni per lo studio,
di mani messe letteralmente in pasta, nella
mortadella e nel bucatino. E fu sempre Funari
a teorizzare che il mezzogiorno era un orario
MONDO
SULL’OSPEDALE DI DON VERZÉ

Vendola-Web
WEB
di Federico Mello

è YAHOO SI RINNOVA
LO STORICO MARCHIO SUPERATO DA BING
Funzioni di ricerca rafforzata, chat e
è WIKILEAKS: SERVER A PROVA DI BOMBA
CUSTODITI IN UN EX BUNKER ATOMICO IN SVEZIA
Il dispositivo messo in atto da Wikileaks per proteggere le
sue fonti e i suoi scoop sono davvero a prova di bomba.
Dalla pagina Twitter ufficiale, infatti, lo staff di Julian
Assange fa sapere che i server che ospitano le pagine
diWikileaks sono collocati in Svezia all’interno di un ex
bunker atomico costruito durante la Guerra fredda. Nello
specifico, i server si trovano all’interno del centro dati
della Bahnhof, uno dei maggiori provider svedesi,
a 30 metri di profondità a Stoccolma, separati
dall’esterno con porte da 40 cm di spessore. Il
nome in codice della struttura, originariamente
gestita dai militari e predisposta per resistere
feedback$
Commenti all’articolo:
“La Lega ci mette il
marchio” di Chiara
Avesani, da
ilFattoQuotidiano.it

è È UN MARCHIO
registrato, sarebbe come
marchiare una scuola con la
CocaCola.
LucaSchiavoni

per Minzo
firme. Sono solo le prime
mosse, il bello arriverà pre-
sto.

g3
suoi famosi codici di comportamento. Altro
che il “pubblico passivo” vagheggiato dal di-
rettore generale di viale Mazzini. Qui, alla cor-
te di Antonella Clerici in Gran soleil, non ci
si limita ad applaudire senza sosta gli chef, gli
chiave del palinsesto televisivo, il pubblico
delle casalinghe una meravigliosa terra di con-
quista. Ci riuscì davvero a conquistarla, e il
suo capolavoro consisté, complice l’esplosio-
ne dell’inchiesta Mani Pulite, nel mescolare
botta e risposta caselle di posta rinnovate. Queste
sono alcune delle novità del prossimo
importante restyling di Yahoo!
annunciate in un convegno in California
e che saranno gradualmente introdotte
all’esplosione di una bomba all’idrogeno, è
"Pionen White Mountains". Intanto, riferisce il
Guardian online, il Pentagono avrebbe creato un
team per capire quali documenti segreti sulla
guerra in Afghanistan sono ancora in possesso di
è LA LEGA fa il suo gioco,
ma ci sono organi dello stato
che dovrebbero intervenire e
invece non lo fanno e col loro
silenzio danno un implicito
T Il tenente ucciso e il papa, sguatteri e perfino i lavapiatti; qui si tifa da sta- e sue risposte nel meri- suo strettissimo rapporto con Sil- in queste settimane. Il motore di Wikileaks

“L
abbacchio e tangenti, matriciane e avvisi di assenso a quanto sta
di Paolo Ojetti tempi del fascismo, quando la anche se il Tg3 sgonfia un po’ dio, si intona in coro Happy birthday to you, si garanzia, casalinghe e politici. Ma erano altri to non mi convincono vio Berlusconi e per i suoi legami ricerca, secondo gli ultimi dati in succedendo.
Capitale aveva una sua larga l’ipotesi di un attentato. Me- balla “La Mazurka di periferia/ che fa venir tan- tempi, e lo si vede proprio dall’evoluzione del del tutto, ma il fatto che d’affari con il Sismi e Niccolò Pol- affanno sul concorrente Microsoft Bing forzabari
g1 autonomia. Nota di cattivo glio la politica e la “campagna ta voglia di fare l’amor”, qui irrompe la voce di mezzogiorno in tv. Alla “Prova del cuoco” le abbiamo replicato alle lari. Ieri, dalla sua pagina Face- – con il quale però sono in corso
T Dopo il militare ucciso in
Afghanistan e i “presunti”
gusto nel servizio da Loreto
Aprutino dove riemerge un
acquisti” che c’è, anzi non
c’è. Un piccolo passaggio su
Claudio Cecchetto che intima una versione
riveduta e corretta dell’indimenticabile Gioca
mani in pasta ci sono ancora, le casalinghe
scalmanate pure; però per un’ora e mezza non
domande poste da dei cittadini
su Internet suona come rivolu-
book, Nichi Vendola ha risposto
alle domande di Valigia Blu. Pri-
numerose collaborazioni negli Stati
Uniti e in Canada – cercherà di
è ABUSO DI POTERE
vero e proprio cosa si aspetta
congiurati che volevano at- vecchio tentativo di violenza Roma Capitale e su Bossi: Jouer: “Impastare!... Inzuccherare!... Frulla- si parla altro che di soffritti, di dadolate, di zionario”. Questo il commento ma sulla legittimità dei quesiti: rafforzarsi anche offrendo la possibilità a cancellare questi simboli?
tentare alla vita del Pontefice, carnale: i minorenni arrestati “Ho votato perché Alemanno re!... Spadellare!”. Chi sono mai la Gabanelli, tempura, di passatine. Nulla deve turbare la di Arianna Ciccone, la pasionaria “Le domande ai politici, agli uo- di inviare sms dalla casella di posta e La scuola appartiene a tutti!!!!
ecco incedere il famoso “paso avevano “scelto la preda”. piangeva. Ma ora voglio la ca- Floris e lo stesso Santoro al confronto di que- dimensione gastroenterica dell’esistenza: c’è alla testa di Valigia Blu – il comi- mini delle istituzioni sono il sale con sinergie sempre più strette con maria
doble” del Tg1. Da una parte pitale del Nord”. Che, come sta santoressa platinata, instancabile nell’aiz- il buio oltre l’abbacchio. tato di cittadini auto-organizzati della democrazia e sono indi- Facebook e Twitter.
una maggioranza che “si allar- g2 capirebbe anche un bimbo, è zare la sua platea di casalinghe? Tornata sulla Resta il fatto che questo pubblico ne sa una sul Web promotore anche spensabili per la sua crescita e è IL SINDACO di Adro
ga” e si dimostra “coesa” con
Capezzone che garantisce il
T Identica scaletta per il
Tg2 che poi passa a Berlusco-
una battuta per i leghisti della
bassa brembana, che sono di
tolda del programma che la lanciò, la Clerici
riduce a una mousse il ricordo della pudibon-
più del diavolo. E proprio verso la fine del pro-
gramma, quando si tratta di giudicare i mani-
dell’appello contro il “Porcel-
lum” – dopo che il governatore
per la sua tutela”; poi, nel merito:
“Quella del San Raffaele di Mila-
deve dimettersi in quanto
rappresenta l’espressione più
lato comico e ripete: “È il go- ni e alla sua strana tesi sulle bocca buona e si bevono un da Elisa Isoardi e si accredita come una peri- caretti dei due cuochi in gara, si sfiora l’incre- pugliese Nichi Vendola ha rispo- no è la più importante sperimen- scadente di un funzionario
verno dei fatti e del cambia- “compravendite” di parla- po’ di tutto. Milano capitale colosa arruffategami; Masi si sbrighi a vigilare dibile. Il verdetto viene emesso dalla platea sto a una serie di domande che tazione in campo sanitario della dello Stato italiano e così
mento, nella scuola, nella mentari. Dunque, non ci sa- del Nord leghista? Perfetta, vi- prima che da quello attraverso il televoto, ma – attenzione – senza proprio dalla Rete gli erano state sanità meridionale – scrive anco- coloro che lo giustificano a
Pubblica amministrazione”. rebbe nessun passaggio di ste le immagini seguenti, do- show salti fuori chis- avere assaggiato le pietanze. Ora, nessuno di- recapitate. ra Vendola –. La fondazione è, in partire dal ministro Gelmini
Dall’altra, le flagellazioni del proprietà dei deputati che si ve si procede allo smantella- La conduttrice sà quale pasticcio di scute le frontiere del televoto, applicato or- Il tutto era cominciato lo scorso base a dati ufficiali, tra le migliori Tony
Pd, i colpi e contraccolpi fra accodassero ai berluscones, mento del più grande campo de “La prova del cuoco” fegato o esploda addi- mai a qualsiasi branca dello scibile; e nemme- agosto quando, riprendendo strutture di cura e ricerca in Ita-
Veltroni, Bersani, D’Alema. visto che quelli corteggiati (è nomadi d’Europa senza che Antonella Clerici rittura un sartù di ri- no ci sono ignote le relazioni tra arti culinarie un’inchiesta del sito Italia Terra lia. Abbiamo creduto che è È VERGOGNOSO che
Come uscire da queste trap- un modo di dire) “erano stati nessuno abbia detto dove e so. e la magia nera. Ma il dubbio resta. Come fan- Nostra, Valigia Blu aveva chiesto nell’area tarantina un processo in un paese occidentale e
pole mediatiche? Alle 13,30 il eletti nel centrodestra”. É un come verranno sloggiati. A un esame più atten- no queste casalinghe a votare con il teleco- chiarimenti a Vendola: “Il sito Ita- accelerato di modernizzazione democratico si dia la
Tg1 ha aperto con il decreto concetto calcistico, dove il Controcanto su Padova, altra to, ci si accorge che il mando un cibo che non hanno potuto nem- lia Terra Nostra – la missiva pub- potesse avvantaggiarsi della col- possibilità a un movimento
di “Roma Capitale”, Aleman- mercato prevede anche il città nordista e non tanto pro- vero modello di Anto- meno assaggiare? Senza scomodare gli Ufo e il blicata su Internet – porta avanti laborazione di una istituzione secessionista di infangare la
no pieno di medaglie (le pri- “prestito”, gratuito o con con- gressista. Il sindaco, Flavio nella Gransoleil non è calendario Maya, c’è una sola spiegazione. un’inchiesta sul nuovo Ospedale prestigiosa”. Valigia Blu, è soddi- cultura e l’identità
me mosse per questo decreto guagli adeguati, oppure la Zanonato, fu un comunista nemmeno Santoro Conta solo quello che si vede, quello che pure di Taranto”; si tratta del San Raf- sfatta: “Possiamo avere opinioni nazionale... di questo
risalgono ai tempi di Rutelli) “comproprietà” che è una fi- duro e puro. Molto tempo è ma Gianfranco Fu- noi telespettatori abbiamo visto preparare, ed faele del Mediterraneo, la cui co- diverse – spiega ancora la Cicco- dobbiamo ringraziare
che si sdilinquisce per Calde- gura metagiuridica ancora passato, la realpolitik ammini- nari. Fu Funari a in- è quello che bisogna votare, la pura e sempli- struzione partirà a dicembre gra- ne – ma abbiamo sancito un prin- l’onorevole Berlusconi
roli. A pensarci bene, il decre- più limpida: mezzo deputato strativa lo tiene a galla da anni, ventare la conduzio- ce messa in scena. Profonda saggezza televi- zie “a una Fondazione pubbli- cipio: che i politici devono ri- pasquale petrone
to sembra una riedizione del è ancora mio e me lo gestisco ma ai pogrom no, non c’è ar- ne fisica, materica, siva della “Prova del cuoco”: l’illusione è la so- co-privata guidata da don Verzé”; spondere a tutti i cittadini”. Le risposte di Vendola;
“Governatorato di Roma” dei io. Bè, “riscattarne” la metà rivato. fatta di primissimi stanza, e la sostanza non è che un’illusione. ovvero il sacerdote noto per il f.mello@ilfattoquotidiano.it le domande di Valigia Blu; è NO, NON SI PUÒ
l’account Twitter di Wikileaks; sopportare che la lega si
Tim Berners Lee impadronisca di una scuola
della repubblica italiana senza
che nessuno, neanche le
figure istituzionali più
GRILLO DOCET autorevoli, battano ciglio.
I LINEA 77 Fossi in loro non
PER WOODSTOCK sottovaluterei queste menate
5 STELLE leghiste, avete letto i giornali
Ciao a tutti, sono Paolo dei Linea 77, di oggi? Il capo degli “unni”
un gruppo di musica italiana dura. vuole la capitale del nord ma
Siamo usciti in Inghilterra prima alla le multe sulle quote latte le
fine degli anni Novanta, abbiamo fatto debbono pagare gli italiani
un paio di anni lì suonando un sacco e tutti
avendo un discreto successo. Poi siamo tornati in Italia e Libera
grazie a quell’esperienza abbiamo acquisito una notorietà
e un credito verso il pubblico e gli addetti ai lavori che ci ha è È MOLTO GRAVE usare
permesso di continuare negli anni, e a distanza di 12 anni un simbolo “partitico” in
dall’uscita del primo disco siamo ancora quì. Abbiamo strutture destinate
registrato sette album nel frattempo e l’ultimo è uscito all’educazione dei ragazzi. I
non molto tempo fa. Ma veniamo al mitico Grillo e a nostri figli devono fare le loro
Woodstock, perché ci piace molto l’iniziativa che ha preso scelte con la loro testa e non
Beppe. La situazione è stagnante e avvilente e devono essere “per forza”
siccome siamo sempre stati convinti che non quelle dei loro genitori
basta lamentarsi eccoci qua. Proposte come il Antonio
Parlamento pulito piuttosto che il turnover
obbligatorio per i parlamentari, il controllo delle è LA SCUOLA deve essere
risorse della terra, impedire che queste vadano a libera da simboli e ideologie
finire nelle mani delle solite quattro multinazionali, politiche
sono argomenti che ci trovano favorevoli da tempo Marie Therese
immemore.
Beppe con la vitalità, la simpatia, l’energia e la forza che è È DEPRIMENTE
ha è uno dei pochi rimasti che perlomeno ci fanno assistere ogni giorno alle
credere che se c’è una speranza lui è sicuramente uno di sceneggiate delle camice
quelli che in qualche modo può alimentarla, e il verdi: ampolle, dita medie…
cambiamento e truffe tipo quella delle
che noi e molti è L’IP È UN DATO PERSONALE quote latte o delle filiere di
altri auspichiamo. LA SVIZZERA SUL FILE-SHARING fatture false, delle banche del
Un saluto a Beppe Mentre in Francia è diventata legge Hadopi, nord e delle scempiaggini
Grillo e a tutti gli amici la disposizione volta a combattere lo varie alla trota.
di questa iniziativa scambio di materiale protetto da diritto Vittorio
è “CONNESSIONI PER TUTTI”
Woodstock cinque d'autore su Internet, in Svizzera il Tribunale
L’INTERVENTO DI TIM BERNERS LEE
stelle, da Chinaski e da federale ha stabilito che è illegale tracciare è QUESTA è una battaglia
Zitti tutti: parla Tim Berners Lee
tutti i Linea 77. gli indirizzi IP di chi scarica illegalmente da combattere, da qua si
l’inventore del World Wide Web.
materiali tramite Peer-to-Peer. Il Tribunale riparte per l’Italia
L’informatico – Cavaliere del Regno
ha dichiarato che l’indirizzo IP è un dato Antonio
in Inghilterra – ha preso la parola al
personale e, come tale, non può essere
Nokia World di Londra disegnando, come al suo solito, gli
maneggiato o venduto come merce. è SI COMINCIA a
scenari futuri per la Rete. Secondo Lee – come riferisce
Nessuna società privata dunque, è delineare una frattura
Punto Informatico – la banda larga dovrebbe diventare un
autorizzata a raccogliere dati degli utenti di sempre più profonda, la gente
diritto gratuito per tutti. Solo la quinta parte della
file sharing. Il pronunciamento del Tribunale comincia ad incazzarsi
popolazione mondiale ha accesso alla rete - ha spiegato -
è conseguente all’accusa a Logistep AG, che seriamente…
“cosa dire allora del restante ottanta per cento?”. La sua
con un software scovava gli indirizzi IP degli Regolo76
visione è quella di un prossimo futuro in cui in tutto il
utenti che scaricavano file in Rete e li
mondo i cittadini abbiano a disposizione una connessione.
rivendeva. La società, dichiarata colpevole, è …IO MI APPELLO alla
Lo scenario, vista anche la diffusione dei dispositivi mobili,
ha ribattuto che “presto, la Svizzera rischia gente che vota lega !!!!Ma non
non è fantascientifica. Problema fondamentale sono
di avere la reputazione di un rifugio sicuro vi accorgete che i propositi
piuttosto “le politiche di prezzi troppo alti” sulle
non solo per gli evasori fiscali, ma anche per orginali di questi taglialegna
connessioni, comprese le tasse imposte dai governi.
i trasgressori del copyright”. Adesso le sono cambiati!? Dove sono
toccherà fare le valigie verso nuovi lidi, finiti la lotta agli sprechi e alla
magari nella vicina Francia. criminalità…dove?????
(Pasquale Rinaldis) Donald
pagina 22 Sabato 18 settembre 2010

SECONDO TEMPO

battibecco
PIAZZA GRANDE É di Massimo Fini

CLINTON, FIDEL
L’UMANITÀ DOV’È?
Marketing padano L a Fiat trasferirà la produzione della nuova Panda da una
fabbrica polacca a Pomigliano, cosa che se risolve i
problemi dei lavoratori di Pomigliano ne creerà altri a quelli
polacchi. Nel contempo la Fiat dislocherà da Mirafiori,
di Bruno Tinti

osì in Adro c’è il Polo sco-


laffare, la abrogò: era uno stru-
mento troppo efficace contro
l’illegalità istituzionale per con-
stiche), un insegnamento politi-
co sociale targato Lega, con con-
seguente esaltazione del relativo IL FATTO di ENZO l portandola in Serbia, una nuova produzione, il che se farà
contenti gli operai serbi, anche quando non dovesse portare

C
alla disoccupazione di quelli di Mirafiori sicuramente renderà
lastico Gianfranco Miglio; sentirne la sopravvivenza. Oggi credo politico e, altrettanto con- Fuochi e fiamme, molto più difficile l'ingresso nel mercato del lavoro di migliaia
non è il massimo come però varrebbe almeno la pena di seguente, critica di qualsiasi al- tarallucci e vino. di giovani italiani. Il capitale, essendo mobile, non conosce
personaggio cui intitolare ricordare che, per decenni, una tro. Se qualcuno dei genitori non
Così si può riassumere frontiere né amor di Patria, segue solo il suo interesse. Già
una scuola, sembra che l’ispira- condotta come quella tenuta dal leghisti avesse tempo e denaro
tore di Bossi, prima di essere de- sindaco di Adro e dai suoi colle- (tanto denaro) per avviare una quello che è successo cinque secoli fa Giovanni Botero ammoniva sul “pericolo che
finito “scoreggia nello spazio” ghi è stata considerata reato; non procedura contro il Comune di tra la Lega e il Cavaliere. sorge per lo Stato quando la base della proprietà della classe
ed essere privato del ruolo (solo) inopportuna, scorretta, Adro per violazione delle norme La prima ha alzato dominante è costituita da beni mobili che in tempi di
d’ideologo di partito, sostenes- volgare: è stata considerata ille- più sopra citate credo che po- la posta. Il secondo pubbliche calamità si possono portare al sicuro, mentre gli
se, a proposito degli extraco- gale. trebbe avere una bella sorpresa. ha ceduto. interessi dei proprietari terrieri sono legati indissolubilmente
munitari, che “non vanno mi- Venendo a tempi recenti, tutti ri- D’altra parte, alla Patria”. Il capitale se nel Paese in cui è stato accumulato
schiati gli schiavi e gli europei”. corderanno che, il 3 novembre I magistrati la Casa delle
trova delle difficoltà va altrove. Sul Corriere della Sera
Ma c’è di peggio, se è vero 2009, la Corte europea dei diritti a Bergamo Raffaella Polato ipotizza che se a Marchionne non fossero
com’è vero che il Comune di Mi- dell’uomo ha condannato l’Italia libertà senza i
date le condizioni che chiede risponderebbe: “Il mondo è
lano voleva intitolare una strada per la violazione degli artt. 2 («Di- lumbard
grande”. Ma se il denaro può andarsi a cercare liberamente il
a Craxi. Insomma, ognuno si ritto all’istruzione») del Protocol- E INFINE qualcosa di ancora dove andrebbe luogo della Terra dove ritiene di esser meglio remunerato, lo
crea gli eroi che gli si confanno. lo addizionale n.1, e 9 (“Libertà di più recente. Forse non tutti san- a finire? stesso dovrebbero poter fare gli uomini. A meno che non si
Il punto è che, nel suddetto Po- pensiero, di coscienza e di reli- no che B&C hanno completato Strettamente per- voglia sostenere l'aberrante tesi che il denaro ha più diritti
lo scolastico, campeggia un po’ gione”) della un lungo cammino (durato circa sonale 2006
degli uomini. Invece è proprio ciò che accade. Mentre il
ovunque il logo leghista, quella Convenzione europea dei diritti 10 anni) per attribuire al ministro
capitale evoluisce liberamente per l'universo mondo, agli
specie di riccio verde che rap- dell’uomo e delle libertà fonda- della Giustizia il compito di orga-
presenterebbe il Sole nascente mentali. Si tratta della celebre nizzare la scuola della magistra- come sua proprietà; e dunque spostamenti delle popolazioni, soprattutto dei Paesi cosiddetti
sulle Alpi: marketing palese, nel sentenza sul crocifisso nelle aule tura che, fino ad allora, era orga- pensa di poterne fare quello che "sottosviluppati", che spesso sono state rese miserabili proprio
più puro stile televisivo B&C; scolastiche. Naturalmente non nizzata (molto bene) dal Csm. vuole: esporre i suoi simboli ed dall'irruzione di quel capitale che, con le sue dinamiche, le ha
sfruttamento dell’istituto pub- esiste alcuna possibile analogia Non c’è molto da stupirsi se la educare bambini e giudici secon- sottratte alle "economie di sussistenza" su cui avevano vissuto
blico per privati scopi elettora- tra il crocifisso, venerato da mi- prima sede di questa nuova scuo- do i suoi principi. La domanda è: e a volte prosperato per secoli, vengono posti limiti sempre più
li. La cosa mi pare censurabile liardi di persone per un po’ più di la è stata prevista a Bergamo. Co- se qualcuno, bambino o giudice, ferrei in attesa di prendere i "migranti" a mitragliate. Sulla
per almeno 3 ragioni. 2000 anni e simbolo di una seria me non c’è da stupirsi? Bè, il 19 non è d’accordo? globalizzazione ci sono solo due posizioni coerenti. Quella dei
filosofia sociale e politica, e il ric- agosto Bossi, che era a Calalzo radicali italiani che sono per una totale libertà di movimento
Una norma cio verde che tanto piace al sin- per festeggiare il compleanno di dei capitali ma anche per una altrettanto totale libertà di
abrogata daco di Adro. Esiste invece una Tremonti, commentando questo L’istituto di Adro movimento degli uomini. E quella che sta all'estremo opposto,
totale identità tra i principi giuri- fatto ha detto (con la consueta fi- e che per ora è puramente concettuale, di chi dice no
dici applicabili nell’uno e nell’al- nezza): i magistrati oggi si fanno intitolato a Miglio all'immigrazione ma rinuncia anche ad andare a piazzare le
FINO AL 1990 il Codice penale tro caso. Ha affermato la Corte "i cazzi loro e noi i cazzi nostri",
italiano puniva (da 6 mesi a 5 an- che, in una scuola pubblica, deve per questo adesso "i giudici li e addobbato di sue puzzolenti e devastanti fabbriche in Niger, in Nigeria, in
Bangladesh, in Marocco o altrove. Tutto ciò che sta nel mezzo,
ni, come la corruzione) il Pubbli- essere rispettata la libertà di non educhiamo noi". Siccome pote- simboli leghisti, la sì alla globalizzazione dei capitali, no a quella degli uomini, è
co ufficiale che prendeva un in- subire alcun condizionamento vano esserci dubbi su cosa l’illu-
di una violenza inaudita e ripugnante. Eppure sia la destra che
teresse privato in qualsiasi atto (religioso in quel caso, politico in stre politico intendesse dire, ha scuola per la sinistra sono a favore della globalizzazione. Bill Clinton a un
della Pubblica amministrazione. questo); e che, in una società de- chiarito tutto Calderoli: final-
Ad esempio, se sindaco, consi- mocratica, le istituzioni scolasti- mente abbiamo "la possibilità di magistrati con forum del Wto del 1998 ha dichiarato: “La mondializzazione è
glieri e assessori della maggio- che devono rispettare il princi- avere magistrati padani in Pada- un fatto e non una scelta politica” e Fidel Castro di rincalzo,
ranza deliberavano una variante pio del pluralismo educativo; il nia, mentre adesso vengono per sede a Bergamo: il nello stesso Forum: “Gridare abbasso la globalizzazione
al piano regolatore che aveva co- che presuppone “un ambiente la maggior parte da fuori". In cosa equivale a gridare abbasso la legge della gravità”. Ed è vero se
me effetto quello di far divenire scolastico aperto, tale da favorire un magistrato padano dovrebbe
Carroccio pensa al centro del sistema noi mettiamo l'economia: tutto deve
area edificabile un paio di ettari l’inclusione piuttosto che differenziarsi da un magistrato che siano cose di adeguarsi ad essa. Ma sarebbe altrettanto vero se al centro del
di proprietà di qualcuno di loro, l’esclusione”. Raccomando la calabrese non si capisce bene; o sistema mettessimo uno spillo, tutto dovrebbe girare intorno
fino ad allora adibiti a pascolo, lettura integrale di questa senten- forse si: ci si aspetta da lui senten- sua proprietà. E ne allo spillo. L'economia non è stata sempre al centro del
potevano essere processati e za, scritta con semplicità e vero ze “padane”; e poco importano sistema. In epoca preindustriale era inglobata nelle altre e
condannati perché non è una monumento di civiltà democra- l’imparzialità, l’autonomia, l’in- fa ciò che vuole molteplici esigenze umane al punto che era indistinguibile da
bella cosa sfruttare la funzione tica. Ma già da quello che ho rias- dipendenza dei giudici. Ma il esse, e non è un caso che l'economia politica, come scienza, o
pubblica in questo modo. Se que- sunto si capisce bene come non punto fondamentale è un altro. presunta tale, sia coeva alla Rivoluzione Industriale. Aver
sta norma fosse stata ancora in vi- possono essere rispettati i diritti La Lega considera la scuola della
puntato tutto sull'economia, emarginando ogni altro bisogno
gore, i “padroni”di Adro che han- fondamentali dell’uomo se, in magistratura e la scuola di Adro
no utilizzato la loro funzione per una scuola pubblica, si installano dell'essere umano, si è rivelato un fallimento epocale come
fare propaganda al loro partito in loghi rappresentativi di un unico ognuno oggi, con gran ritardo, può vedere. È un Moloch che
un complesso scolastico pubbli- partito e in tal modo si imparti- pretende sacrifici umani, massacri, alle popolazioni del Terzo
co avrebbero commesso questo sce, sia pure in modo indiretto e ora anche del Primo mondo. Io credo che al centro del
reato. Ma, appunto, nel 1990, (proprio questo ragionamento è sistema vada rimesso l'uomo e l'economia riportata al ruolo
una classe politica dedita, allora stato posto alla base della senten- marginale che ha sempre avuto finché abbiamo avuto una
come oggi, al più spudorato ma- za sul crocifisso nelle aule scola- testa per pensare.

Non disturbate
Allo spaccio il manovratore
Nucara:
to: i risultati fanno rimpiangere
quei tempi, quei dirigenti poli-
tici, perché anche i peggiori
erano migliori di questi. E si ri-

dei parlamentari attendiamo


i risultati della
sente in giro il “era meglio
quando era peggio”: e questa
volta è vero.
Le vicende parlamentari pos-
sono portare a una gravissima
campagna acquisti crisi istituzionale. Cerchiamo
di Giuseppe Tamburrano stenendolo ma anche, e forse sconi (che nel frattempo dovrà tutti di esserne consapevoli. E
più efficacemente, avversan- trovare il modo per non finire Ma cosa vuol fare soprattutto le opposizioni, il
ncora recentemente, dolo. Non disturbate dunque

A
in Tribunale). Ecco il ruolo sal- Fini che sostiene il cui ruolo è il ricambio. Ma il
due anni or sono, la Nucara il manovratore. E at- vifico di Nucara che da repub- centrosinistra invece di unirsi
compravendita di parla- tendiamo i risultati della sua blicano residuale vuole salvare governo, forse come si divide, fa “documenti” e
mentari era cosa che fa- campagna. Ma “aspettando la monarchia berlusconiana. gruppi che si lottano alla cieca.
ceva vergogna ed era negata. Godot” ci dobbiamo chiedere L'atteggiamento di Futuro e li- la corda sostiene Che cosa offrono al Paese in al-
Un altro segno del crollo della che cosa intende fare Fini che bertà è incomprensibile. So- ternativa a Berlusconi e Bossi?
moralità pubblica: oggi è rac- “sostiene il governo”, forse stengono che non usciranno l’impiccato? Quale il programma, quale la
contata tranquillamente dai come la corda sostiene l'im- dalla maggioranza se e fin leadership? Forse questi pro-
parlamentari in offerta: per- piccato? quando il programma resta blemi si porranno a breve se
ché le trattative non si svol- quello originario del Pdl e ap- dominante è formato in buona ra, sul pelo dell'acqua. L'inizia- Nucara non gliela fa. Qualora
gono tra l'Arco di Giano e l'Ar- Programma provato da loro. Ma il problema parte di corrotti, affaristi, lob- tiva di Fini può (poteva?) essere Napolitano non sciolga le Ca-
co degli Argentari? Allora, ce e politica non è programmatico, è politi- bisti, cinici, immorali, volgari. un colpo d'ala, ma non all'inter- mere, sono in grado di dare vita
la farà ancora una volta Ber- co. È per ragioni e motivi poli- Financo la Marcegaglia ha per- no del recinto di Berlusconi a una nuova maggioranza? Vor-
lusconi, chiamato Cesare tra tici che Fini ha rotto con Ber- so il suo aplomb. Politica cor- ove Futuro e libertà può solo rebbero cambiare la legge elet-
gli amici che lavorano per lui, I FINIANI voteranno i “cin- lusconi e si è messo in proprio. rotta, nazione infetta. Lo spet- starnazzare. torale: è sacrosanto. Ma non
per farne un altro Princeps le- que punti” annunciati: ma il ge- Capisco che Fini ha bisogno di tacolo sulla scena pubblica sanno come.
gibus solutus come Cesare? sto sarà inutile se Berlusconi tempo per organizzare il parti- provoca un duplice effetto: Crisi Anche la Francia vive una crisi
Io non so se riuscirà ad evi- non avrà una maggioranza sua. to in tutto il Paese. Ma in nome 1) di irritazione (“e che so' fes- etico-politica e Sarkozy scivola
tare di incappare in un'aula di Se i finiani dovessero essere de-
delle istituzioni
di che cosa, con quali idee, pro- so io?”); negli indici di gradimento. Ma
giustizia; ma mi pare che riu- terminanti la Lega minaccia di getti e programmi lo organizza? 2) di rifiuto, violento (i fumoge- almeno in quei sondaggi salgo-
scirà – possa io sbagliarmi! – a votare contro il governo per L'Italia è un malato che quasi in- ni) o silenzioso (gli astenuti). PENSO alla Prima Repubbli- no i socialisti, che la maggio-
restare a Palazzo Chigi. Ormai farlo cadere e andando alle ele- sensibilmente peggiora ogni Per fortuna il sistema-Paese, la ca, alla sua decadenza e al gran- ranza dei francesi vorrebbero
sono tanti che lo aiutano so- zioni... alleandosi con Berlu- giorno. Il personale politico nave, se non va, galleggia anco- de movimento di rinnovamen- al governo.
Sabato 18 settembre 2010 pagina 23

SECONDO TEMPO

IL FATTO di ieri 18 settembre 1931

Berlusconi e Sarkozy
MAIL BOX Su un punto, storici e biografi sono concordi. Hitler non
maturò mai alcuna dipendenza affettiva da una donna.
Tranne che in un caso, quello della violenta, maniacale
passione per la nipote Geli Raubal, bellissima diciottenne
figlia di una sorellastra, accolta per due anni nella sua casa
della Prinzregentenstrasse di Monaco. Una passione ai
limiti con l’incesto, attraversata da perversioni sessuali, da
un’ossessiva gelosia ed esibita in pubblico con singolare
insieme contro i rom
Berlusconi si è schierato sulle
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO disinvoltura. Tanto più strana in un personaggio introverso,


solitario e fieramente misogino, avvezzo, come ricorda lo
posizioni di Sarkozy, abbrac-
ciando la cacciata dei rom, solo MA QUALE storico Alan Bullock, a considerare le scarse presenze
femminili al suo fianco come “semplici gingilli utili a
fornirgli momenti di distensione”. Totalmente avulsa dagli
perchè ha cominciato la sua
personale campagna elettora-
le, non si sa mai... Se dai suoi
FEDERALISMO? schemi caratteriali dell’uomo, la storia con Geli Raubal,
torbida e pur segnata da forti aspetti sentimentali, oltre a
sondaggi 'ad personam' però aro Furio Colombo, della sua storia. Se mai tanti Stati diversi si un grande enigma, resta una vicenda clou nella biografia
risultasse che i rom potrebbe-
ro votare per lui, lestamente
C se un paese immenso come gli
USA si è potuta erigere la
erano (o erano stati) aggregati formando una
federazione. C’è un unico caso: la
del Führer, non solo per il tragico epilogo, avvenuto il 18
settembre ’31 col suicidio della giovane, ma per la crisi
cambierebbe proclama e di- Repubblica costituzionale 'federale' Cecoslovacchia che, poco dopo la caduta del devastante, al limite con accessi di follia, prodotta
rebbe che siamo stati noi e Sar- quasi cento anni prima dell'unità Muro, si è divisa in due Repubbliche, Ceca e nell’uomo Hitler. Un trauma al quale, alcuni psicobiografici,
kozy a fraintenderlo! d'Italia, come si può accettare invece Slovacchia, ma indipendenti e senza legami. imputeranno addirittura la sua svolta demoniaca.
Lucio O. che il federalismo in Italia passi Quanto agli Usa, come la Germania, sono il Giovanna Gabrielli
come una questione da circoscrivere classico Stato federale nato da aggregazioni
Il razzismo cresce nei confini di un singolo paese storiche accuratamente negoziate nel tempo.
europeo? Negli ultimi vent'anni non Il progetto leghista nasce dall’idea di consente la stabilizzazione e
la legalità descresce mi pare di aver mai potuto secessione e continua a nascondere, ma non L’abbonato per le quali è richiesto un titolo
Non so come siano i Rom che registrare una simile, ovvia tanto, la frantumazione del Paese, non superiore a quello della
Sarkozy non gradisce in Francia constatazione. Né da parte della l’abbandono del Sud, l’assorbimento di tutte del giorno scuola dell’obbligo. In altre pa-
ma conosco quelli che da tanti stampa, tanto meno per voce della le risorse (ma non i debiti) al Nord. Se il Paese role, si tratta di personale che
anni vivono nella mia città, Ri- classe dirigente: l'argomento è si rompe, si realizzerà il vero e unico sogno in atto svolge e continuerà a
mini. Premetto che quel che sempre più usato come una scure della Lega padana, benché il loro presente GRAZIA CARMAGNANI svolgere attività caratterizzate
segue non c'entra nulla con il che minaccia buona parte della “territorio”, la Padania, sia pura invenzione da conoscenze di tipo opera-
razzismo e sfido chiunque a di- cittadinanza, piuttosto che essere politica, senza identità culturale, storica o La prima volta che io e la tivo generale e di tipo ausilia-
mostrare il contrario. simbolo di giustizia ed eguaglianza. linguistica, che delimiti confini, identifichi mia ragazza ci siamo detti ti rio. Nessun privilegio o esca-
Il nostro comune ha fornito lo- Diego popoli e trovi una lingua. Se in qualche modo amo è stato proprio il 23 motage, quindi, o, peggio an-
ro un terreno dove poter so- l’Italia continuerà, lacerata e irrisa, ad essere settembre dell'anno cora, selezioni-farsa, come so-
stare con i loro mezzi, un ser- PENSO E SPERO che l’autore un unico Stato, i suoi costi regionali scorso, stringendo fra le no state definite. Si tratta di
vizio di pullman per accompa- della lettera sappia quante volte ho detto e diventeranno immensi e tanti governi mani la nostra prima copia prove previste dal contratto
gnare i loro figli a scuola, as- ripetuto la stessa cosa, fin dalla prima inadeguati bloccheranno ogni decente del Fatto Quotidiano. collettivo di lavoro, in Sicilia co-
sistenza sanitaria e tutti i ser- legislatura Prodi (1996), quando tutti, a funzionamento centrale. Sarà la morte dei Lei è una vostra abbonata e me in qualsiasi altra parte d’Ita-
vizi sociali possibili. sinistra, cominciavano a corteggiare la parola diritti civili. io vi compro molto spesso. lia.
Risultato: hanno devastato il “federalismo”, versione Lega, come una cosa Vi mando la foto di quel È indubbio che le aspettative
quartiere che li ospita (vetri buona, facile, non costosa. Cercavo di far Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano giorno: dei lavoratori siano pienamen-
rotti, cartelli stradali divelti, ga- notare che nessun paese democratico al 00193 Roma, via Orazio n. 10 una te condivisibili, al pari delle
re di corsa con macchine in mondo si era mai autofrantumato nel corso lettere@ilfattoquotidiano.it bellissima aspirazioni dei giovani laureati
mezzo alla strada, ecc), tanto gita a siciliani, per i quali il governo
che gli altri residenti non esco- Firenze. regionale sta lavorando.
Da dove Caterina Chinnici
tutto è Assessore Autonomie locali e la
morale e culturale che stiamo attraverso la Edib di cui è partito. Funzione pubblica Regione Siciliana
LA VIGNETTA lasciando alle future generazio- direttore editoriale Rocco
ni. Sento la necessità di denun- Girlanda, deputato Pdl umbro in Raccontati e manda una foto a: Ringraziamo l'assessore Chinnici
ciare le tante nefandezze di stretti rapporti con lo stesso abbonatodelgiorno@ per la cortese lettera che
questo governo. Gli ultimi av- Verdini. Nella Edib la banca ilfattoquotidiano.it peraltro conferma quanto
venimenti balzati agli onori del- senese ha investito oltre 2 avevamo scritto. La questione è
la cronaca rappresentano il milioni e mezzo di euro. Il complessa, come avevamo
compendio di tutto lo squal- Monte dei Paschi ritiene che detto: da una parte c'è
lore della classe politica italia- questa somma di fatti non alcuni aspetti sul tema trattato l'aspettativa dei precari,
na, forte con deboli e deboli significhi essere «in affari con ieri dall’articolo firmato Fer- dall'altra quella dei "normali"
con i forti. Verdini». E’ ovviamente suo ruccio Sansa. disoccupati. Indubbiamente la
Franca Iurato diritto presentare così la Il processo di stabilizzazione in "stabilizzazione" di 4.500
faccenda, come riteniamo sia corso presso gli uffici della Re- persone preclude per anni, forse
Diritto di Replica diritto del Fatto Quotidiano gione siciliana riguarda esclu- decenni, la possibilità di trovare
interpretarla diversamente. sivamente il personale che la- impiego in un ente come la
L'articolo pubblicato da 'Il Fat- Daniele Martini vora già da anni presso la Re- Regione Sicilia che così
to' il 16 settembre con il titolo gione. È sembrato, quindi, un raggiunge la quota record di
'Coop rosse? No Verdini' cerca Diritto di Replica atto giusto e doveroso nei con- oltre 20 mila dipendenti. Questo
di collegare il Monte dei Paschi fronti di oltre 4.500 dipendenti avviene senza un vero e proprio
di Siena a situazioni ed a con- Preg.mo direttore, procedere alla trasformazione concorso che valuti titoli e
testi con cui non ha niente a mi corre l’obbligo di precisare del rapporto di lavoro da tem- meriti.
che fare. Il Gruppo Montepa- po determinato a tempo inde- Ferruccio Sansa
schi non ha alcuna partecipa- terminato, per rendere certo
zione diretta nel capitale della un diritto che non deve dipen-
Società Toscana Edizioni, che Precisazione dere dalla discrezionalità della
edita 'Il Giornale della Tosca- politica. L’inquadramento ri-
na'. Il giornalista Daniele Mar- Ieri ho, abbiamo, fatto un guarderà il personale delle ca- IL FATTO QUOTIDIANO
tini ritiene invece che, attraver- dispettaccio (involonta- tegorie A e B, le uniche per le via Orazio n. 10 - 00193 Roma
no più di casa dopo una certa Italiani del nord e del sud so una partecipazione di mino- rio) a Sergio Staino. Lui, quali la legislazione nazionale lettere@ilfattoquotidiano.it
ora e le auto della polizia fanno ranza nella Edib, che a sua volta nella perfetta scissione fra
un giro veloce e se ne vanno ma lo siamo ancora? detiene il 15 per cento della l’artista (lo stesso Staino)
senza fare nulla; non mandano i Il Vostro giornale assolve il dif- STE, si possa dire che il Monte e la sua creatura (Bobo)
loro figli a scuola; rubano nelle ficile compito di libera infor- dei Paschi di Siena "fa affari con mi spiegava che gli piace
Direttore responsabile
case e nei negozi; mettono i mazione in un paese di servi e Verdini". Il che, non solo è falso Vendola, e ammira la Bindi
loro figli sulla strada, sporchi, a "patron". Si fa l'abitudine a ma è un evidente tentativo di e Bersani, che potrebbero Antonio Padellaro
chiedere l'elemosina e a ruba- qualsiasi cosa, all'antidemocra- inserire Mps in un contesto ne- dare il meglio di se stessi
Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
re. Cosa che, se venisse fatta da zia del berlusconismo e al raz- gativo e all'interno di episodi di se si liberassero delle za-
due genitori italiani, i servizi zismo secessionista della lega, cronaca che non la riguardano. vorre (che secondo lui so- Progetto grafico Paolo Residori
sociali gli porterebbero via i fi- al lavoro negato ai nostri ra- Il Gruppo Montepaschi adot- no Veltroni e D’Alema). Redazione
gli. Non nascondiamoci dietro gazzi ed al precariato a vita, alla terà tutte le azioni di carattere Poi mi ha aggiunto: Bobo, 00193 Roma , Via Orazio n°10
a un dito: è questa la cultura da corruzione ed alla moralità legale che riterrà necessarie e molti militanti, condivi- tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
rispettare? Io non voto Lega e dubbia di tanti politici. Una per tutelare la propria imma- dono l’idea che vadano sito: www.ilfattoquotidiano.it
non sono certo razzista. Per specie di ottundimento dei gine. rottamati i vecchi dirigen-
Editoriale il Fatto S.p.A.
me questa gente potrebbe es- sensi pervade la nazione, i cer- Banca Monte dei Paschi di Siena ti. Noi abbiamo titolato:
Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
sere tedesca, italiana o svede- velli sono sintonizzati su canali “Staino, io sto con Renzi”.
se, non cambierebbe nulla. alternativi alla logica. Non vo- Il Monte dei Paschi conferma di E abbiamo scambiato la Presidente e Amministratore delegato
Giorgio Poidomani
Quello che conta è l'onestà e il glio atteggiarmi a moralista, avere una partecipazione nella satira per la cronaca.
comportamento. piuttosto sono preoccupata Ste, società editrice del Giornale Lutel Consiglio di Amministrazione
Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Sonia Toni per l'eredità di impoverimento della Toscana di Denis Verdini,
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
• Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Queste sono le forme di abbonamento Prezzo170,00 € telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
previste per il Fatto Quotidiano. • Modalità Coupon * • Bonifico bancario intestato a: • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 320,00 € - annuale Editoriale Il Fatto S.p.A.,
Per qualsiasi altra informazione in merito Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo 180,00 € - semestrale BCC Banca di Credito Cooperativo
può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Ag. 105 Via Sardegna Roma
• Abbonamento PDF annuale +39 02 66506795 - +39 02 66505026 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
• Abbonamento postale base (Italia) Iban IT 94J0832703239000000001739
Prezzo 290,00 € - annuale Prezzo130,00 € o all'indirizzo mail
• Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano