Sei sulla pagina 1di 1

RIASSUNTO NEDDA- Il riassunto di Rosso Malpelo, il riassunto dei Malavoglia, il riassunto de

La roba... come poteva mancare il riassunto breve di Nedda nella nostra library per aiutarti a fare i
compiti? Se non hai ancora letto la novella "Nedda" di Verga qui potrai trovare una breve
introduzione e poi la trama e l'analisi. Prima di tutto, devi sapere che la novella Nedda, pubblicata
nel 1874, segna, per Verga e per la narrativa italiana, un'autentica rivoluzione letteraria, in un primo
momento passata inosservata. Come scrisse il critico Luigi Russo, con Nedda cambia la visione
della vita, cambia anche il contenuto della nuova arte: non pi duelli, non pi amori raffinati di
artisti e ballerine, ma passioni semplici, tragedie silenziose e modeste di povere contadine [].
Questa la storia, infatti, di una ragazza timida e povera e del suo destino crudele al quale lei non
pu sottrarsi.

NEDDA RIASSUNTO BREVE: LA TRAMA L'attenzione del lettore si concentra soprattutto


sulla figura di Nedda la varannisa (cos chiamata perch viene dal borgo di Viagrande), la prima di
una lunga galleria di umili protagonisti che Verga descrive come costretti alla miseria e a una vita di
stenti. Non c' amore che salvi o speranza che permetta di essere ottimisti. Nedda la storia di
un'umile raccoglitrice di olive che si svolge nelle campagne siciliane dopo l'Unit d'Italia. La sua
figura e la sua storia diventano la personificazione del pessimismo verghiano.

Verga narra come un giorno, davanti al caminetto con il fuoco acceso, si ricord di una fiamma
vista ardere un giorno nel camino della fattoria del Pino alle pendici dell'Etna. Intorno a quella
fiamma, si stanno asciugando una ventina di ragazze, raccoglitrici di olive, fradice di pioggia. Una
sola tra loro resta in disparte, Nedda, diminutivo di Bastianezza. Alle domande delle compagne, la
fanciulla povera e timida, narra della sua miseria e della madre gravemente malata. Alla fine della
settimana, con i pochi soldi della paga, Nedda parte per ritornare a casa.
Nel tragitto incontra Janu, un giovane del suo paese che stato a lavorare a Catania. Giunta a casa,
trova la madre quasi agonizzante e poi la donna muore. Dopo averla seppellita, Nedda accetta una
nuova occupazione ad Aci Catena.
Il lavoro ora pi redditizio e consente alla ragazza maggiore serenit; Janu dopo pochi incontri, le
chiede di sposarlo. Fra i due nasce un rapporto passionale e gioioso, ma che non porta alla felicit.
Nedda infatti mostra presto i segni infamanti di una gravidanza prematrimoniale; come se non
bastasse, Janu si ammala di malaria e tuttavia, per affrettare le nozze, non rinuncia a lavorare.
Cade per da un ulivo e muore tra le braccia di Nedda.
La fanciulla rimane sola: abbandonata, disprezzata, sfruttata; presto le muore anche la figlioletta che
ha avuto da Janu e in cui Nedda aveva riposto tutte le speranze per raggiungere una felicit che,
ovviamente, non arriva.