Sei sulla pagina 1di 66

A n g e l a F o r n i

T o m m a s o Lonfihi

Latino
in Redole
Quaderno di lavoro per apprendere i primi rudimenti della lingua Latina

i 9 m

fS1 IL MELOGRANO
[ v W j EDIZIONI PER LA SCUOLA
CONTENUTO DEL UOLUME 4

Questo quaderno presenta i principali elementi utili all'apprendimento della lingua latina
ripartiti in tre sezioni, facilmente riconoscibili e rintracciabili grazie alla rubricatura e al
colore distinto:

• Rosso Fonologia
• Verde Morfologia
• Oro Schede Utili

Esso è stato pensato tenendo conto delle capacità degli allievi che affrontano per la prima
volta lo studio della lingua latina; di qui la scelta di un linguaggio espositivo semplice, vol-
to alla chiarezza e con il c o n t i n u o confronto con la lingua italiana. Le spiegazioni e i vari
schemi sono ridotti all'essenziale, per facilitarne la memorizzazione e la consultazione.
Il quaderno non sostituisce il testo scolastico ma è stato pensato come strumento c o m p e n -
sativo per aiutare a comprendere, memorizzare e recuperare con facilità le informazioni
utili allo studio della lingua latina.

Il formato ad anelli è funzionale per permettere agli insegnanti la scelta degli argomenti da
proporre e l'eventuale ordine c o n cui affrontarli.
Inoltre questo formato permette agli insegnanti e agli alunni di aggiungere schede ed ulte-
riori note per rendere il Q u a d e r n o più completo e personalizzato.

GLI AUTORI
ANGELA FORNI: docente di Lettere da oltre un ventennio nella Scuola Secondaria di I grado dove
ha tenuto corsi di avviamento allo studio della lingua latina.
TOMMASO LONGHI: studente presso il Liceo Classico Parini di Milano.
Per contattare direttamente gli autori: angela.fornii?"provider.it - tommaso.longhi@ provider.it

Questo volume, come gli altri della stessa serie, nasce dall'esperienza di un gruppo di professionisti che raccoglie oltre alla
competenza linguistica e didattica anche lunga esperienza in campo psicologico, didattico specifico in relazione alle diffi-
coltà di apprendimento ed in particolar modo della dislessia.
Tra le pubblicazioni didattiche de II Melograno potete richiedere anche:
• Il Quaderno delle Regole di Italiano e II Quaderno delle Regole di Matematica, Milli Catucci
• Spagnolo in Regole, Autori Vari • A t l a n t e di G e o m e t r i a , Rita Bartole e Marco Quaglino
• I Love English 1 e I Love English 2, Paola Cavalcaselle, Paola Eleonora Fantoni e Anna Rossi Caselli
D i prossima p u b b l i c a z i o n e : • Il Q u a d e r n o d i Scienze, Francesca Salina, Anna Origgi e dulia Longhi

IL MELOGRANO EDIZIONI PER LA SCUOLA - via Baranzate, 72/74 - 20026 Novate Milanese (MI)
tel. 02 33.26.04.63 - fax. 02 33.26.07.28 - www.ilmelograno.net
Per ordini, informazioni e comunicazioni scrivere a editoria@ilmelograno.net

I PRODOTTI IL MELOGRANO
Prezzo di vendita SONO F R U T T O
al pubblico i.i.v. SCELTA ETICA E VE
REALIZZATI CON IL L A ^ T w C ^
20,00 DI PERSONE SVANTAGGIATE
INDICE

1 FONOLOGIA
3 • ALFABETO, SCRITTURA e PRONUNCIA

5 • ACCENTO e QUANTITÀ

7 MORFOLOGIA
11 PARTI del D I S C O R S O
12 LINGUA LATINA e LINGUA ITALIANA a CONFRONTO
12 • DISPOSIZIONE delle PAROLE

13 • CLASSIFICAZIONE delle PAROLE

14 • FUNZIONE delle PAROLE

16 DECLINAZIONI
16 • ELEMENTI delle DECLINAZIONI

17 • DECLINAZIONI

17 • COME DECLINARE un NOME

18 • TAVOLA delle DESINENZE

19 • 1a DECLINAZIONE

19 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA


20 PARTICOLARITÀ DELLA 1a DECLINAZIONE
a
22 I • 2 DECLINAZIONE
NOMI in : US, ER, IR

CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

24 PARTICOLARITÀ DELLA 2a DECLINAZIONE

26 3a DECLINAZIONE
I-
ni 1° G R U P P O

EX CASI DIVERSI STESSA DESINENZA 1° GRUPPO

27 PARTICOLARITÀ 1° GRUPPO

melograno ''; I *- Latino in Regole


28 2° G R U P P O

29 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA 2° GRUPPO


30 PARTICOLARITÀ del 2° GRUPPO
31 3° G R U P P O
32 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA 3° GRUPPO
32 PARTICOLARITÀ del 3° GRUPPO
33 PARTICOLARITÀ DELLA 3a DECLINAZIONE
| • a
35 4 DECLINAZIONE

CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

PARTICOLARITÀ DELLA 4a DECLINAZIONE


| •5 a
DECLINAZIONE

CASI DIVERSI STESSA DESINENZA


40 PARTICOLARITÀ DELLA 5a DECLINAZIONE

41 AGGETTIVI
42 | •A G G E T T I V I della 1a C L A S S E

43 AGGETTIVI in - U S , -A, -UM


43 AGGETTIVI in - E R , -A, -UM
a
44 • AGGETTIVI della 2 CLASSE

o AGGETTIVI a 3 USCITE

c a AGGETTIVI a 2 USCITE
46 AGGETTIVI a 1 S O L A USCITA
48 • AGGETTIVI di GRADO COMPARATIVO e SUPERLATIVO
48 COMPARATIVO di : MAGGIORANZA, MINORANZA, UGUAGLIANZA
48 SUPERLATIVO : ASSOLUTO e RELATIVO
49 COMPARATIVO

o SUPERLATIVO

m 53
TAVOLA : COMPARATIVI REGOLARI - SUPERLATIVI
TAVOLA : COMPARATIVI e SUPERLATIVI
IRREGOLARI
IRREGOLARI

55 AVVERBI
56 PRONOMI
56 PRONOMI PERSONALI e RIFLESSIVI
57 PRONOMI DIMOSTRATIVI
59 PRONOMI DETERMINATIVI
60 PRONOMI RELATIVI

M || %
Latino in Resole '' * .l melograno
62 VERBI
- FORMA

- MODO
- TEMPO

O - NUMERO e PERSONA
65 - STRUTTURA del VERBO

66 - CONIUGAZIONI

66 - PARADIGMA del VERBO

68 IL VERBO SUM
69 CONIUGAZIONE DEL VERBO SUM
70 | • DESINENZE PERSONALI
72 | • MODO INDICATIVO

72 PRESENTE
74 IMPERFETTO

76 FUTURO SEMPLICE
78 PERFETTO
80 PIUCCHEPERFETTO

o FUTURO ANTERIORE

E U
| •M O D O CONGIUNTIVO
82 PRESENTE

83 IMPERFETTO
84 PERFETTO e PIUCCHEPERFETTO
86 | •M O D O IMPERATIVO
87 • PARTICIPIO - GERUNDIO - SUPINO - GERUNDIVO

88 TABELLE DEI VERBI


88 VERBO SUM
89 MODI FINITI dei VERBI FORMA ATTIVA
91 MODI INDEFINITI dei VERBI FORMA ATTIVA
92 MODI FINITI dei VERBI FORMA PASSIVA
94 MODI INDEFINITI dei VERBI FORMA PASSIVA

rs Si I L M E L O G R A N O
t h EDIZIONI PER LA SCUOLA Latino in Resole
95 SCHEDE UTILI
B51 * CORRISPONDENZA CASI - C O M P L E M E N T I
99 • FRASE LATINA e FRASE ITALIANA a CONFRONTO
99 FUNZIONE SINTATTICA
100 COSTRUZIONE della FRASE
103 • GENERE NEUTRO
104 • POSIZIONE del SOGGETTO
OH * PARADIGMA di un VERBO
106 * TEMA del PRESENTE e TEMA del PERFETTO
108 > TRADURRE una FRASE LATINA in ITALIANO
109 • TRADURRE una VERSIONE
mn • MEMENTO
113 • UN C A S O D I F F I C I L E ...
il NOMINATIVO della 3a DECLINAZIONE
115 * NON C O N F O N D E R E ...
le U S C I T E d i N O M I e A G G E T T I V I con le U S C I T E dei VERBI

,L MELOGRANO
Latino in Resole % § EDIZIONI PER LA SCUOLA
FONOLOGIA

1 FONOLOGIA
3 • ALFABETO, SCRITTUR!A e PRONUNCIA

5 • ACCENTO e QUANTITA

* i %
33 EDIZIONI PER LA SCUOLA * * Latino in Resole
ALFABETO, SCRITTURA e PRONUNCIA

E COSTITUITO DA 24 LETTERE: 6 VOCALI + 18 CONSONANTI

@ B C D g F G H [ i ] K L M N @ P Q R S T [ u ] v x g z

_ a _ b c d_e_f g h T j k I m n _ o ^ p q r s t j ^ v x _y_ z

LE V O C A L I :
A, E , I , O , U SI L E G G O N O C O M E IN ITALIANO; LA Y SI P R O N U N C I A I

LE CONSONANTI
u PRONUNCIA
À
ha un suono
CH GUTTURALE
CHORUS CORUS coro

NON si pronuncia HOMO OMO uomo


H ma il gruppo
PHILOSOPHIA FILOSOFIA filosofia
P H si legge F

conserva il suono
GL GUTTURALE
GLIS GHLlS ghiro

ha un suono
K GUTTURALE
KALENDAE CALENDE calende

NON ACCENTATO
seguito da vocale PATIENTIA PAZIENZA pazienza
si pronuncia Z I

ACCENTATO
TOTÌUS TOTIUS di tutto
si pronuncia T I
TI
preceduto da QUAESTIO QUÈSTIO questione
S , T, Z
si pronuncia TI HOSTIUM OSTIUM nemico

in una parola
TIÀRA TIARA tiara
derivata dal greco

X si pronuncia CS EXERCITUS ECSERCITUS esercito

£3%
rs IL MELOGRANO
- ò EDIZIONI PER LA SCUOLA v :» Latino in Resole
Continua: FONOLOGIA

DITTONGHI
OVVERO L' INCONTRO Di 2 VOCALI IN UNA STESSA SILLABA :

m f p PRONUNCIA

A +E
PRAEMIUM PREMIUM premio
AE formano un
DITTONGO
O +E che si pronuncia E PROELIUM PRÈLIUM battaglia
OE

quando le stesse
A +É
vocali NON formano
AÈ DITTONGO AÈR AER aria
cioè sono
E
contraddistinte da
!
• DIERESI
[ = separazione]
0 +É si leggono come POETA POETA poeta

OÉ sono scritte:
SEPARATAMENTE

I DITTONGHI latini A U , E U , E l , 0 1 , U l si p r o n u n c i a n o c o m e s o n o s c r i t t i

« 4 «i
IL MELOGRANO
Latino in Resole %. 0 32 EDIZIONI PER LA SCUOLA
ACCENTO e QUANTITÀ

IN LATINO NON ESISTONO SEGNI GRAFICI


PER SEGNALARE L'ACCENTO TONICO.
SI USANO INVECE 2 SEGNI DI QUANTITÀ DELLE VOCALI
[ = durata della pronuncia ]
CHE SI C O L L O C A N O SULLA PENULTIMA SILLABA :

VOCALE LUNGA • l'accento cade sulla sillaba in questione

Q MONERE si pronuncia MONÈRE NON mònere

VOCALE BREVE l'accento cade sulla sillaba che la precede

Il LEGERE si pronuncia LÈGERE NON legère

ATTENZIONE : i D I T T O N G H I sono S E M P R E LUNGHI

POSIZIONE dell'ACCENTO :

N. SILLABE REGOLA
£B PRONUNCIA
NELLA PAROLA DOVE CADE L'ACCENTO A

SUM SÙM io sono


1 sulla sillaba stessa
DUX DÙX comandante

MARE MÀRE mare


sempre sulla
2 DOMUS DÓMUS casa
penultima sillaba
SCAENA SCAENA scena

se la penultima
sillaba è lunga TIMÉRE TIMÉRE temere
+ di su di essa

2 se la penultima
sillaba è breve PENDERE PÈNDERE pesare
sulla terzultima

2 5 %i
S3&ES5E5E * Latino in Resole
Continua: POSIZIONE dell'ACCENTO

RISULTA CHE :
IN LATINO NON ESISTONO VOCABOLI IN CUI L'ACCENTO
RISALGA OLTRE LA T E R Z U L T I M A SILLABA
[ non esistono parole bisdrucciole o trisdrucciole ]

PHILOSOPHIA P H I - LO - SO - P H T - A si legge
FILOSOFIA
5 4 3 2 1
-< [ sillabe ] = filosofia

OCCUPAVERAM OC - C U - PA - V E - RAM si legge


OCCUPÀVERAM
5 4 3 2 1
•< [ sillabe ] = io avevo occupato

IN LATINO NON E S I S T O N O PAROLE T R O N C H E


[con l'accento tonico sull'ultima sillaba]
LE RARISSIME ECCEZIONI SI SPIEGANO CON IL FATTO
CHE NEL TEMPO È CADUTA L'ULTIMA SILLABA
E L'ACCENTO TONICO HA CONSERVATO LA SUA ORIGINARIA POSIZIONE

POSTHAC da P O S T H À C E = dopo di che


13
EDUC da E D Ù C E = porta fuori

li , v
Latino in Resole I - 33 !L MELOGRANO
L h i l EDIZIONI PER LA SCUOLA
MORFOLOGIA

7 MORFOLOGIA I
• 12
PARTI del DISCORSO
LINGUA LATINA e LINGUA ITALIANA a CONFRONTO
• DISPOSIZIONE delle PAROLE
O
• CLASSIFICAZIONE delle PAROLE
D
14 • FUNZIONE delle PAROLE

16 DECLINAZIONI
ELEMENTI delle DECLINAZIONI
n a
DECLINAZIONI

COME DECLINARE un NOME

o TAVOLA delle DESINENZE


a
19 1 DECLINAZIONE
19 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

PARTICOLARITÀ DELLA 1a DECLINAZIONE


| • 2 a
DECLINAZIONE
22 NOMI in : US, ER, IR

CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

PARTICOLARITÀ DELLA 2a DECLINAZIONE


| • 3a DECLINAZIONE
E 3
26 1° GRUPPO

27 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA 1° GRUPPO

27 PARTICOLARITÀ 1° GRUPPO

28 2° GRUPPO

29 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA 2° GRUPPO

30 PARTICOLARITÀ del 2° GRUPPO

l i %
SSSSE5ÌVS5S5 % i? Latino in Resole
31 3° G R U P P O

32 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA 3° GRUPPO


PARTICOLARITÀ del 3° GRUPPO
PARTICOLARITÀ DELLA 3a DECLINAZIONE
3
35 • 4 DECLINAZIONE
36 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

PARTICOLARITÀ DELLA 4 a DECLINAZIONE


B
a
• 5 DECLINAZIONE
39 CASI DIVERSI STESSA DESINENZA
40 PARTICOLARITÀ DELLA 5a DECLINAZIONE

41 AGGETTIVI
O • AGGETTIVI della 1a C L A S S E
• AGGETTIVI in - U S , -A, -UM
43 AGGETTIVI in - E R , -A, -UM
a
• AGGETTIVI della 2 CLASSE
e a
AGGETTIVI a 3 USCITE
o
45 AGGETTIVI a 2 USCITE
46 AGGETTIVI a 1 SOLA USCITA

48 • AGGETTIVI di G R A D O COMPARATIVO e SUPERLATIVO


48 COMPARATIVO di : MAGGIORANZA, MINORANZA, UGUAGLIANZA
48 SUPERLATIVO : ASSOLUTO e RELATIVO
49 COMPARATIVO
51 SUPERLATIVO

52 TAVOLA: COMPARATIVI REGOLARI - SUPERLATIVI IRREGOLARI


53 TAVOLA : COMPARATIVI e SUPERLATIVI IRREGOLARI

55 AVVERBI
56 PRONOMI
56 PRONOMI PERSONALI e RIFLESSIVI
57 PRONOMI DIMOSTRATIVI
59 PRONOMI DETERMINATIVI
60 PRONOMI RELATIVI

62 VERBI
— FORMA
— MODO

Latino in Regole I8! ffSl IL MELOGRANO


L h d EDIZIONI PER LA SCUOLA
nTTT]

MODI FINITI dei VERBI FORMA PASSIVA


MODI INDEFINITI dei VERBI FORMA PASSIVA

M
IL M E L O G R A N O % 9
TS
^ EDIZIONI PER LA SCUOLA # Latino in Resole
PARTI del DISCORSO
IN LATINO LE PARTI DEL DISCORSO SONO 8

INVARIABILI AVVERBIO
2 CONGIUNZIONE
3 PREPOSIZIONE
4 ESCLAMAZIONE

1 NOME [SOSTANTIVO]
2 AGGETTIVO
3 PRONOME
VARIABILI 4 VERBO

RADICE + DESINENZA
PARTE FISSA + PARTE V A R I A B I L E

ffl DUSCIPULA

In L A T I N O M A N C A L ' A R T I C O L O e p e r c i ò a n c h e le P R E P O S I Z I O N I
ARTICOLATE

FLESSIONE

È il c a m b i a m e n t o c h e s u b i s c e u n a v o c e v a r i a b i l e d e l d i s c o r s o :

f i ITALIANO bambino bambin L LATINO puer puer

La f l e s s i o n e di N O M E , A G G E T T I V O e P R O N O M E si c h i a m a D E C L I N A Z I O N E .
La f l e s s i o n e del V E R B O si c h i a m a C O N I U G A Z I O N E .

TEMA e TERMINAZIONE

T E M A è la p a r t e d e l l a p a r o l a c h e r i m a n e i n v a r i a t a [ non cambia ].
TERMINAZIONE [ o desinenza o uscita ] è la p a r t e finale v a r i a b i l e della p a r o l a :

PUER +
TEMA + TERMINAZIONE

f U X
L i t i ! EDIZIONI PER LA SCUOLA % # Latino in Resole
LINGUA LATINA e LINGUA ITALIANA a CONFRONTO

j^. Tullia d i s c i p u l a e s t
f i Tullia è una scolara

Tullia in s c h o l a m c u m libris v e n i t
Fi Tullia viene a scuola con i libri

i D i s c i p u l a e s e m p e r b o n a e s u n t et m a g i s t r a o b o e d i u n t
I 8 Le alunne sono sempre brave e obbediscono alla maestra

Illa d i s c i p u l a r u m d i l i g e n t i a m a m a t
f ì Ella apprezza la diligenza delle alunne

C o n f r o n t a n d o le f r a s i l a t i n e c o n le i t a l i a n e p o s s i a m o f a r e a l c u n e prime
osservazioni :

A • DISPOSIZIONE delle PAROLE

• in l a t i n o il v e r b o è p o s t o q u a s i s e m p r e a l l a f i n e d e l l a f r a s e

• alcuni complementi precedono l'elemento della frase c u i si


r i f e r i s c o n o a n z i c h é s e g u i r l o c o m e in i t a l i a n o :

E1 Discipularum diligentiam = la diligenza delle scolare

r
r V IL M E L O G R A N O
Latino in Regole L M EDIZIONI PER A SCUOLA
C o n t i n u a : LINGUA LATINA e LINGUA ITALIANA a C O N F R O N T O

B • CLASSIFICAZIONE delle PAROLE

c o m e in latino, in i t a l i a n o ci s o n o :

est = è oboediunt = obbediscono


• venit = viene a m a t = insegna
sunt = sono

magistra = maestra
Tullia = Tullia
NOMI libris = libri (con)
• discipula = alunna
[ SOSTANTIVI ] diligentiam = diligenza
scholam = scuola
discipularum = delle alunne

AGGETTIVI • bonae = diligenti

PRONOMI • Illa = ella

AVVERBI semper = sempre

CONGIUNZIONI • et = e

in = in
PREPOSIZIONI •
cum = con

• in l a t i n o m a n c a n o g l i a r t i c o l i , sia d e t e r m i n a t i v i s i a i n d e t e r m i n a t i v i :

la fanciulla
puella • una fanciulla
fanciulla

• è il c o n t e s t o [ o il s e n s o ] d e l l a f r a s e a f o r n i r e il s i g n i f i c a t o :

Tullia d i s c i p u l a est = Tullia è un'alunna


D i s c i p u l a in s c h o l a est = L'alunna è a scuola

• non e s s e n d o c i a r t i c o l i , m a n c a n o a n c h e le p r e p o s i z i o n i a r t i c o l a t e :

a scuola
in schola • in una scuola
nella scuola

EDIZIONI =ER LA SCUOLA € * Latino in Resole


C • FUNZIONE delle PAROLE

A n c h e in latino s o g g e t t o e p r e d i c a t o s o n o gli e l e m e n t i f o n d a n t i della


f r a s e e p o s s o n o e s s e r e a f f i a n c a t i d a uno o più c o m p l e m e n t i :

m
M E M O

il p r e d i c a t o c o n c o r d a sempre con il s o g g e t t o

Discipulae [ sogg. plurale ] l e g u n t [ 3a persona plurale ] = Le alunne leggono


a
Discipula [ sogg. singolare ] legit [ 3a persona singolare ] = L' alunna legge

LE P A R O L E L A T I N E A P P A R T E N G O N O
A CATEGORIE G R A M M A T I C A L I O PARTI DEL DISCORSO :


INVARIABILI VARIABILI FORMATE DA :

TEMA [discipul-a]

AVVERBIO NOME parte i n v a r i a b i l e


CONIUGAZIONE AGGETTIVO [contiene il significato ]
PREPOSIZIONE PRONOME DESINENZA [discipul-a]
ESCLAMAZIONE VERBO
parte v a r i a b i l e che indica GENERE
N U M E R O e FUNZIONE LOGICA

M E M O Bisogna riconoscere a quale p a r t e del discorso


a p p a r t e n g o n o le singole parole per t r a d u r r e
una frase latina.

DAL MOMENTO CHE IN LATINO MANCANO L'ARTICOLO


E LE PREPOSIZIONI ARTICOLATE

GENERE, NUMERO E FUNZIONE LOGICA


SI R I C O N O S C O N O T R A M I T E :

la s u c c e s s i o n e
delle f o r m e c o n
forme del il VARIARE cui t e r m i n a n o i
VERBO della NOMI
CONIUGAZIONE DESINENZA AGGETTIVI
PRONOMI
DECLINAZIONE

r ^ J IL M E L O G R A N O
Latino in Resole •i - EDIZIONI PER LA SCUOLA
Continua: FUNZIONE DELLE PAROLE

[VVI • la d e s i n e n z a d à s e m p r e i n f o r m a z i o n i g r a m m a t i c a l i , a d e s e m p i o
* » g e n e r e e n u m e r o di un n o m e , p e r s o n a e t e m p o di un v e r b o :

Alunno [ maschile singolare ] Alunna [ femminile singolare ]


Alunni [ maschile plurale ] Alunne [ femminile plurale ]

r ' • la d e s i n e n z a d à i n f o r m a z i o n i g r a m m a t i c a l i [ 1 , 2 ] c o m e in i t a l i a n o
k.^il m a a n c h e i n f o r m a z i o n i s u l l a F U N Z I O N E L O G I C A [ 3 ]. I n f a t t i i n d i c a :
1 la p e r s o n a o il t e m p o di un v e r b o
2 il n u m e r o di un n o m e
3 i n f o r m a z i o n i di t i p o s i n t a t t i c o :

Qjj la desinenza [ u s c i t a ] -a del nome femminile discipula indica che :

W
il nome è nella frase ha la
femminile singolare funzione di soggetto

• Le d e s i n e n z e di un n o m e l a t i n o s o n o m o l t o p i ù n u m e r o s e c h e in
italiano ed esprimono diverse FUNZIONI LOGICHE :

Discipula [ femminile singolare - soggetto] = L'alunna


Discipulae [ femminile plurale - soggetto] = Le alunne

• t r o v i a m o a n c h e le u s c i t e - a s , - a r u m c h e i n d i c a n o f u n z i o n i l o g i c h e
diverse da quella del s o g g e t t o :

Discipulas [ femminile plurale - complemento oggetto ]


Discipularum [ femminile plurale - complemento di specificazione ]

In l a t i n o le d e s i n e n z e di un n o m e d a n n o i n f o r m a z i o n i precise

m
MEMO

sulla sua f u n z i o n e l o g i c a :

Discipulae [ femminile plurale - s o g g e t t o '


' Discipularum [ femminile plurale - complemento di specificazione ]

Le d e s i n e n z e d e i n o m i s v o l g o n o il c o m p i t o c h e in i t a l i a n o c o m p e t e
alle P R E P O S I Z I O N I , o v v e r o i n d i c a n o a n c h e la r e l a z i o n e l o g i c a c h e
si c r e a t r a le p a r o l e :

Discipularum diligentiam
M
La diligenza delle alunne " complemento di specificazione

Le d i v e r s e f o r m e c h e il n o m e p u ò a s s u m e r e a s e c o n d a d e l l a s u a
f u n z i o n e l o g i c a si c h i a m a n o C A S I . L ' i n s i e m e o r d i n a t o d e i C A S I
c o s t i t u i s c e la D E C L I N A Z I O N E .

32£5SS?!5555 % & Latino in Resole


DECLINAZIONI

ELEMENTI delle DECLINAZIONI

NUMERO
C o m e in italiano, il latino ha 2 N U M E R I : S I N G O L A R E e P L U R A L E

GENERE
Il latino ha 3 G E N E R I : M A S C H I L E , F E M M I N I L E e N E U T R O
Il g e n e r e è i n d i c a t o sul v o c a b o l a r i o a c c a n t o al n o m e [ s o s t a n t i v o m., f., n. ].

CASI
È la f o r m a che n o m e , a g g e t t i v o e p r o n o m e a s s u m o n o s e c o n d o la funzione
che hanno nella frase :

i CAS DELLA D E C L I N A Z I O N E LATINA S O N O 6 :

soggetto
1 NOMINATIVO - nome del predicato
c o m p l e m e n t o predicativo del soggetto

2 GENITIVO • c o m p l e m e n t o di specificazione

3 DATIVO • c o m p l e m e n t o di termine

• complemento oggetto
4 ACCUSATIVO
• c o m p l e m e n t o predicativo dell'oggetto
5 VOCATIVO
• c o m p l e m e n t o di vocazione

6 ABLATIVO diversi c o m p l e m e n t i :
• mezzo • causa • c o m p a g n i a • m o d o • agente ...

N O M I N A T I V O , ACCUSATIVO e V O C A T I V O s o n o d e t t i C A S I D I R E T T I
P ^ l
perché legati al v e r b o senza alcuna preposizione; GENITIVO,
DATIVO e A B L A T I V O s o n o d e t t i C A S I I N D I R E T T I o O B L I Q U I .

Latino in Resole % 0 ò m e l o g r a n o
DECLINAZIONI

IN L A T I N O LE DECLINAZIONI SONO 5

Per c a p i r e a q u a l e d e c l i n a z i o n e a p p a r t i e n e un n o m e , si d e v e o s s e r v a r e la
desinenza del GENITIVO singolare, d i v e r s a in o g n i d e c l i n a z i o n e .
Il v o c a b o l a r i o p r e s e n t a s e m p r e il NOMINATIVO e il GENITIVO singolare
di un n o m e :

DECLINAZIONE D ESINENZA del GENITIVO singolare


a
PRIMA 1 - / VE
a
SECONDA 2 -I
a
TERZA 3 -I S
QUARTA 4a - l JS
a
QUINTA 5 -Esi

1a rosa rosae
a
2 c iscipulus discipuli
3a mons montis
4 a
portus portus
a
5 dies diei

Per d e c l i n a r e un n o m e si t r o v a la s u a r a d i c e t o g l i e n d o la d e s i n e n z a del
GENITIVO s i n g o l a r e e vi si a g g i u n g o n o le d e s i n e n z e d e i s i n g o l i c a s i .

COME DECLINARE un NOME

cerco il nome sul vocabolario tolgo la desinenza aggiungo le desinenze


N O M I N A T I V O GENITIVO e trovo II TEMA dei diversi CASI

NOMINATIVO rosa
GENITIVO rosae
DATIVO rosae
rosa rosae ros
ACCUSATIVO r o s a m
V O C A T I V O rosa
ABLATIVO rosa

IT? 1I L M E L O G R A N O
V l ÌEDIZIONI PE=Ì LA SCUOLA
Ll iM
H
3 Latino in Resole
1a DECLINAZIONE
GENITIVO SINGOLARE : - A E
I n o m i s o n o in g r a n p a r t e f e m m i n i l i , s o l o a l c u n i m a s c h i l i , n e s s u n o n e u t r o .

SINGOLARE PLURALE
CASI a 9 CJ 9
NOMINATIVO agricola rosa agricolae rosae
GENITIVO agricolae rosae agricolarum rosarum
DATIVO agricolae rosae agricolis rosis
ACCUSATIVO agricolam rosam agricolas rosas
VOCATIVO agricola rosa agricolae rosae
ABLATIVO agricola rosa agricolis rosis

C a s i diversi p o s s o n o avere la s t e s s a d e s i n e n z a .

CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

U n o s t e s s o n o m e ha più di un s i g n i f i c a t o e p u ò a v e r e più f u n z i o n i l o g i c h e .
Q u e s t o v a l e per t u t t i i s o s t a n t i v i d e l l a s t e s s a d e c l i n a z i o n e .

NOMINATIVO l'agricoltore
SOGGETTO
Agricola SING. la rosa
Rosa VOCATIVO complemento di o agricoltore !
SING. VOCAZIONE o rosa !

agricola ABLATIVO complemento di con l'agricoltore


rosa SING. MEZZO e altri con la rosa

GENITIVO complemento di dell'agricoltore


SING. SPECIFICAZIONE della rosa

DATIVO complemento di all'agricoltore


agricolae SING. TERMINE alla rosa
rosae NOMINATIVO gli agricoltori
SOGGETTO
PLUR. le rose

VOCATIVO complemento di o agricoltori !


PLUR. VOCAZIONE o rose !

DATIVO complemento di agli agricoltori


agricolis PLUR. TERMINE alle rose
rosis ABLATIVO complemento di con gli agricoltori
PLUR. MEZZO e altri con le rose

H ^ J IL M E L O G R A N O
L Ì - d EDIZIONI PER LA SCUOLA Latino in Regole
PARTICOLARITÀ DELLA 1a DECLINAZIONE

DI GENERE

• a l c u n i n o m i p o s s o n o e s s e r e di g e n e r e sia m a s c h i l e sia f e m m i n i l e :

Conviva, ae = commensale
Incoia, ae = abitante

• non tutti i nomi della 1a declinazione sono femminili 1a declinazione;


a d e s e m p i o n a u t a , p o e t a , s o n o m a s c h i l i , c o s ì gli a g g e t t i v i d e l l a 1 a
c l a s s e c h e li a c c o m p a g n a n o s e g u o n o la 2 a d e c l i n a z i o n e :

nauta peritus = il marinaio esperto


poeta clarus = il poeta famoso

2 — D\ NUMERO

PLURALIA TANTUM • n o m i c h e h a n n o s o l o il p l u r a l e :

Athenae, -arum = Atene Deliciae, - a r u m = la delizia


Cannae, -arum = Canne Divitiae, - a r u m = la ricchezza
Kalendae, - a r u m = le Calende Epulae, - a r u m = le vivande
Pisae, - a r u m = Pisa Insidiae, -arum = l'insidia
Syracusae, -arum = Siracusa Minae, - a r u m = la minaccia
Thebae, - a r u m = Tebe Nuptiae, - a r u m = le nozze

Gli a t t r i b u t i d e i PLURALIA TANTUM in l a t i n o s o n o p l u r a l i , mentre


t r a d u c e n d o si c o n c o r d a n o c o n il s o s t a n t i v o i t a l i a n o :

Magnarum deliciarum = della grande delizia


m
P u l c h r a r u m n u p t i a r u m = delle belle nozze

Se i n o m i PLURALIA TANTUM f u n g o n o d a s o g g e t t o a n c h e il v e r b o
d e v e e s s e r e c o n c o r d a t o al plurale.
Il n o m e d e l p r e d i c a t o , invece, è p l u r a l e se è f o r m a t o da un a g g e t t i v o ,
s i n g o l a r e se è f o r m a t o d a un s o s t a n t i v o :

A t h e n a e pulchrae sunt = Atene è bella


Syracusae Siciliae gloria sunt = Siracusa è la gloria della Sicilia

IL M E L O G R A N O
Latino in Resole L M EDIZIONI PER LA SCUOLA
C o n t i n u a : PARTICOLARITÀ DELLA 1' D E C L I N A Z I O N E

SINGULARIA TANTUM • nomi che hanno solo il s i n g o l a r e :

Capua, - a e = Capua eloquentia, -ae = l'eloquenza


Roma, - a e = Roma prudentia, - a e = la prudenza
abundantia, - a e = abbondanza sapientia, - a e = le sapienza

NOMI CHE CAMBIANO SIGNIFICATO I A SINGOLARE A PLURALE :

a q u a , - a e = l'acqua a q u a e , - a r u m = bagni termali


copia, - a e = l'abbondanza copiae, - a r u m = le truppe
f o r t u n a , - a e = la fortuna, sorte fortuna, - a r u m = i mezzi, le fortune
littera, - a e = lettera dell'alfabeto litterae, - a r u m = lettera, la letteratura
vigilia, - a e = veglia vigiliae, - a r u m = le sentinelle

3 -*• DI CASO

• il sostantivo f a m i l i a unito a p a t e r , m a t e r , f i l i u s , f i l i a , può avere il


genitivo singolare in - a s : pater f a m i l i a s = padre di famiglia.

• i nomi di origine greca e quelli composti con suffisso - c o l a e -gena,


possono avere il g e n i t i v o p l u r a l e in - u m anziché in - a r u m :
1 Amphora, -ae = anfora
2 Caelicola, - a e = abitante del cielo
3 Drachma, -ae = dracma
Graiugena, - a e = nato in Grecia
5 Terrigena, - a e = abitante della terra
6 Troiugena, - a e = nato a Troia

per evitare confusione con i corrispondenti maschili della 2 a declinazione,


con d e s i n e n z a in - i s negli stessi casi, alcuni nomi femminili p r e n d o n o
l a d e s i n e n z a - a b u s [anziché - i s ] al DATIVO e a l l ' A B L A T I V O p l u r a l e :

filiis et filiabus deis et deabus equis et equabus


mulis et mulabus asinis et asinabus libertis et l i b e r t a b u s

i 2 \ %
33 oS % Latino in Resole
2a DECLINAZIONE
GENITIVO SINGOLARE : - I
Molti nomi sono maschili [ con desinenza in -us, -er, -ir ] e neutri
[ in - u m ]. A l c u n i s o n o f e m m i n i l i [ q u a s i t u t t i n o m i di p i a n t e , r e g i o n i , c i t t à ]
S o l t a n t o tre nomi neutri : p e l a g u s , v i r u s , v u l n u s hanno il NOMINATIVO in - u s .

1° GRUPPO nomi in - U S
SINGOLARE PLURALE
CASI a 9 NEUTRO a 9 NEUTRO
NOMINATIVO dominus pirus bellum domini piri bella
GENITIVO domini piri belli dominorum pirorum bellorum
DATIVO domino piro bello dominis piris bellis
ACCUSATIVO dominum pirum bellum dominos piros bella
VOCATIVO domine pire bellum domini piri bella
ABLATIVO domino piro bello dominis piris bellis

2° GRUPPO nomi in -ER


SINGOLARE PLURALE
CASI a
NOMINATIVO puer arbiter pueri arbitri
GENITIVO pueri arbitri puerorum arbitrorum
DATIVO puero arbitro pueris arbitris
ACCUSATIVO puerum arbitrum pueros arbitros
VOCATIVO puer arbiter pueri arbitri
ABLATIVO puero arbitro pueris arbitris

3° GRUPPO nomi in -IR


SINGOLARE
CASI a
NOMINATIVO \i'ir viri
GENITIVO viri virorum
DATIVO viro viris
ACCUSATIVO virum viros
VOCATIVO vir viri
ABLATIVO viro viris

P u e r è uno dei nomi della 2 a declinazione che c o n s e r v a n o la e in t u t t a la decli-


nazione. A r b i t e r invece appartiene alla categoria dei nomi della 2 a declinazione
che p e r d o n o la e [ l a c o n s e r v a n o solo al NOMINATIVO e al V O C A T I V O s i n g o l a r e ] .

Ì22 % •~r\i IL MELOGRANO


Latino in Regole l * L W l EDIZIONI PER LA SCUOLA
C o n t i n u a : 3' D E C L I N A Z I O N E

CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

Uno stesso nome ha più di un significato e può avere più funzioni logiche.
Questo vale per tutti i sostantivi della stessa declinazione.

NOMINATI /O
SOGGETTO i padroni
PLUR.

domini
GEMITIO o complemento di
del padrone
SING. SPECIFICAZIONE

VOCATIV o complemento di
o padrone !
PLUR. VOCAZIONE

DATIVO complemento di
al padrone
SING. TERMINE
domino
ABLATIVID complemento di
con il padrone
SING. MEZZO e altri

DATIVO complemento di
ai padroni
PLUR. TERMINE
dominis
ABLATIVID complemento di
con i padroni
PLUR. MEZZO e altri

NOMINATI / 0
SOGGETTO la guerra
SING.

ACCUSATI \'0 complemento di


bellum la guerra
SING. OGGETTO

VOCATIV O complemento di
o guerra !
SING. VOCAZIONE

DATIVO complemento di
alla guerra
SING. TERMINE

ABLATIVI3 complemento di
con la guerra
SING. MEZZO e altri

NOMINATIVO
SOGGETTO le guerre
PLUR.

ACCUSATIVO complemento di
le guerre
PLUR. OGGETTO

VOCATIVO complemento di
o guerre !
PLUR. VOCAZIONE

DATIVO complemento di
alle guerre
PLUR. TERMINE

ABLATIVO complemento di
con le guerre
PLUR. MEZZO e altri

Ì23%
r~fS' IL MELOGRANO
LW| EDIZIONI PER LA SCUOLA % & Latino in Resole
N o n t u t t i i n o m i in - u s s o n o m a s c h i l i . S o n o f e m m i n i l i , a d e s e m p i o , i
n o m i di p i a n t a e a l c u n e d e n o m i n a z i o n i g e o g r a f i c h e , i c u i a g g e t t i v i
d e l l a 1 a c l a s s e s e g u o n o la 1 a d e c l i n a z i o n e :

Ulmus opaca = l'olmo ombroso


ti Aegiptus f e c u n d a = il fertile Egitto

PARTICOLARITÀ DELLA 2 a DECLINAZIONE

1 — DI NUMERO

SINGULARIA TANTUM • n o m i c h e h a n n o s o l o il s i n g o l a r e .

nomi indicanti m a t e r i a : n o m i neutri c o n d e s i n e n z a in - u s :

argentum, -i = argento pelagus, = mare


aurum, -i = oro virus, -i : veleno
p l u m b u m , -i = piombo vulgus, -i = volgo

PLURALIA TANTUM • nomi che s o l o il p l u r a l e :

Argi, - o r u m = Argo inferi, - o r u m = Dei inferi


Corioli, - o r u m = Corioli liberi, - o r u m = figli
Delphi, -orum = Delfi spolia, - o r u m = bottino
arma, - o r u m = le armi superi, - o r u m = Dei del cielo
f a s t i , - o r u m = i fasti

NOMI CHE CAMBIANO SIGNIFICATO DA SINGOLARE A PLURALE

auxilium, -i = aiuto auxilia, - o r u m = truppe ausiliarie


bonum, -i = bene bona, - o r u m = ricchezze
castrum, -i = fortificazione castra, -orum = accampamento
impedimentum, -i = ostacolo impedimenta, -orum = bagagli
ludus, -i = gioco ludi, - o r u m = spettacoli pubblici

V IL M E L O G R A N O
Latino in Resole 2
|_W!l EDIZIONI PER LA SCUOLA
C o n t i n u a : PARTICOLARITÀ DELLA 2« D E C L I N A Z I O N E

2 — DI CASO

GENITIVO singolare
• nomi c o n d e s i n e n z a in - i u s o in - i u m p r e n d o n o d e s i n e n z a in -ii o -i :
Aemilius — Aemilii, Aemili
filius — filii, fili
• ma hanno desinenza in -i nomi in - i u s nei quali la " i " è intervocalica,
equivalente ad una consonante [ i = j ] :
Graius — Grai
Gaius — Gai
Pompeius — Pompei

VOCATIVO singolare
nomi propri di persona in - i u s p r e n d o n o desinenza in - i anziché in -e:
Vergillius — Vergili

2 n o m i p r o p r i di p e r s o n a in - i u s prendono desinenza in - i e :
Darius -* Darie
3 nomi c o m u n i in - i u s p r e n d o n o desinenza in - i a n z i c h é in -e:
filius — fili genius — geni
4 l'aggettivo m e u s prende desinenza in - i
meus — mi

GENITIVO plurale
n o m i c h e i n d i c a n o u n i t à di m i s u r a o di m o n e t a e n o m i t i p i c i del
l i n g u a g g i o g i u r i d i c o o r e l i g i o s o p r e n d o n o d e s i n e n z a in - u m :
sestertius — sestertium socius —• socium
nummus -» n u m m u m deus — deum
triumvir -» triumvirum

DECLINAZIONE : DEUS

CASI SINGOLARE PLURALE


NOMINATIVO DEUS D Ì - DM [DEI]
GENITIVO DEI DEUM [DEORUM]
DATIVO DEO DÌS - DM [ DEIS ]
ACCUSATIVO DEUM DEOS
VOCATIVO DEUS [DIVE] DÌ-DM [DEIS]
ABLATIVO DEO DÌS - DIIS [DEIS]

C u p r e s s u s , f a g u s , p i n u s a c c a n t o al GENITIVO s i n g o l a r e in - i d e l l a
2 a d e c l i n a z i o n e , p o s s o n o a v e r e la f o r m a d e l l a 4 a d e c l i n a z i o n e in - u s .

•~r\i I L M E L O G R A N O
4 25 V
LWl EDIZIONI PER LA SCUOLA % * Latino in Resole
nrm

• 3a DECLINAZIONE
GENITIVO SINGOLARE : -IS

1° GRUPPO
• maschili, f e m m i n i l i e neutri i m p a r i s i l l a b i con 1 s o l a consonante
davanti alla desinenza is :
consul — consu
laus — laudis
corpus — corpor

m
MEMO
• A B L A T I V O singolare in - e • GENITIVO plurale in
• NOMINATIVO, ACCUSATIVO, VOCATIVO neutro plurale in -a

SINGOLARE
CASI a 9 NEUTFÌO
NOMINATIVO consul laus corpu s
GENITIVO consulis laudis corpo rìs
DATIVO consul laud corpo r
ACCUSATIVO consulem laudem corpu s
VOCATIVO consul laus corpu s
ABLATIVO consule laud corpo re

PLURALE
CASI a 9 NEUTFIO
NOMINATIVO consules laudes corpo ra
GENITIVO consulum laudum corpo rum
DATIVO consulibus laudibus corpo ribus
ra
VOCATIVO consules laudes corpor
ABLATIVO consul >us laudibus corpor

•~r\i IL MELOGRANO
Latino in Regole 33 LWl EDIZIONI PER LA SCUOLA
C o n t i n u a : 3« D E C L I N A Z I O N E

CASI DIVERSI STESSA D E S I N E N Z A 1° GRUPPO

U n o s t e s s o n o m e ha più d i un s i g n i f i c a t o e p u ò a v e r e p i ù f u n z i o n i l o g i c h e .
Q u e s t o v a l e per t u t t i i s o s t a n t i v i d e l l a s t e s s a d e c l i n a z i o n e .

NOMINATIVO il console
• SOGGETTO
Consul SING. la lode
laus VOCATIVO complemento di o console !

SING. VOCAZIONE o lode !

NOMINATIVO i consoli
» PLUR.
SOGGETTO
le lodi

Consules ACCUSATIVO complemento i consoli



laudes PLUR. OGGETTO le lodi

VOCATIVO complemento di o consoli !



PLUR. VOCAZIONE o lodi !

DATIVO complemento di ai consoli



Consul bus PLUR. TERMINE alle lodi

laudibus ABLATIVO complemento di con i consoli



PLUR. MEZZO e altri con le lodi

NOMINATIVO
SOGGETTO il corpo
SING.

ACCUSATIVO complemento
corpus • il corpo
SING. OGGETTO

VOCATIVO complemento di
• o corpo I
SING. VOCAZIONE

NOMINATIVO
• SOGGETTO i corpi
PLUR.

ACCUSATIVO complemento
corpora • i corpi
PLUR. OGGETTO

VOCATIVO complemento di
o corpi !
PLUR. VOCAZIONE

^ ^ PARTICOLARITÀ 1° GRUPPO

• alcuni nomi, benché p a r i s i l l a b i , si c o m p o r t a n o c o m e imparisillabi del


1° gruppo e hanno il genitivo plurale in - t :
canis, -is c a n u m = cane mater, matr s — m a t r u m = madre
frater, -is fratrum = fratello pater, patr — patrum = padre
iuvenis, s — iuven = giovane senex, sen — sen m = vecchio
vates, vat — vat = indovino

i-li %
S3£5K5?5S55 % # Latino in Resole
Continua: 3 ' DECLINAZIONE

2° GRUPPO
• A maschili, femminili p a r i s i l l a b i
• maschili, femminili, neutri mparisillabi
con 2 c o n s o n a n t i d a v a n t i a d e s i n e n z a is del G E N I T I V O singolare:

MEMO . ABLATIVO singolare in - e • GENITIVO plurale in -ium


^ H • NOMINATIVO, ACCUSATIVO, V O C A T I V O neutro plurale in

SINGOLARE PLURALE
CASI
a 9 CJ 9
NOMINATIVO c i v i s classis cives classes
GENITIVO civis classis civium class j m
DATIVO c i v i class civibus c l a s s bus
ACCUSATIVO c i v e m classem cives classes
VOCATIVO civis class s cives classes
ABLATIVO cive classe civibus classious

SINGOLARE
CASI
a 9 NEUTRO
NOMINATIVO mons urbs OS
GENITIVO montis urbis ossis
DATIVO m o n t urb oss
ACCUSATIVO m o n t e m urb m OS
VOCATIVO mons urbs OS
ABLATIVO monte urb osse
PLURALE
CASI
a 9 NEUTRO
NOMINATIVO m o n t e s urbes ossa
GENITIVO montium u r b .im ossium
DATIVO m o n t i b u s urbibus o s s i bus
ACCUSATIVO m o n t e s urbes ossa
VOCATIVO montes urbes oss
ABLATIVO montibus urbibus oss

r
~fS' IL MELOGRANO
; 28 -
L W | EDIZIONI PER LA SCUOLA * * Latino in Regole
C o n t i n u a : 3« D E C L I N A Z I O N E

CASI DIVERSI STESSA D E S I N E N Z A 2° GRUPPO

Uno stesso nome ha più di un significato e può avere più funzioni logiche.
Q u e s t o vale per tutti i sostantivi della stessa declinazione.

NOMINATIVO il cittadino
SOGGETTO
SING. la flotta

Civi GENITIVO complemento di del cittadino


Class SING. SPECIFICAZIONE della flotta

VOCATIVO complemento di o cittadino I


SING. VOCAZIONE o flotta !

NOMINATIVO i cittadini - le flotte


SOGGETTO
PLUR. i monti - le città
Cives
Classes ACCUSATIVO complemento i cittadini - le flotte
Montes PLUR. OGGETTO i monti - le città
Urbes
VOCATIVO complemento di o cittadini ! - o flotte !
PLUR. VOCAZIONE o monti ! - o città I

ai cittadini - alle flotte


DATIVO complemento di
ai monti - alle città
Civ PLUR. TERMINE
alle ossa
Class 3us
Montibus con / per i cittadini
Urbibus con / per le flotte
ABLATIVO complemento di
con / per i monti
Oss bus PLUR. MEZZO e altri
con / per le città
con / per le ossa

NOMINATIVO
SOGGETTO Tosso
SING.

ACCUSATIVO complemento
Os Tosso
SING. OGGETTO

VOCATIVO complemento di
• o osso !
SING. VOCAZIONE

NOMINATIVO
SOGGETTO le ossa
PLUR.

ACCUSATIVO complemento
Ossa le ossa
PLUR. OGGETTO

VOCATIVO complemento di
• o ossa !
PLUR. VOCAZIONE

15 s1 I L M E L O G R A N O
|_J-V| EDIZIONI PER LA SCUOLA « Latino in Regole
C o n t i n u a : 3 ' DECLINAZIONE

PARTICOLARITÀ 2° GRUPPO

alcuni nomi i m p a r i s i l l a b i con 1 sola c o n s o n a n t e davanti a - i s ,


hanno il G E N I T I V O plurale in :
fraus, fraudis — fraudium = frode
lus, luris — iurium = legge
lis, litis — lit i = lite
mas, maris — mariur- = maschio
mus, muris -* murium = topo
nix, nivis -> niv j m = neve

i seguenti nomi a n c h e se i m p a r i s i l l a b i con 2 consonanti davanti


desinenza -is, hanno il GENITIVO plurale in urr> invece di ium :
Gigas, gigantis — gigant m = gigante
Parens, parent — parentum = genitore

alcuni nomi c o n d e s i n e n z a in -as, -atis, -is e -itis h a n n o il


GENITIVO plurale in - i u m perchè in origine erano p a r i s i l l a b i :
Arpinas, A r p i n a t — Arpinat = Arpinate
Optimas, optimat — optimat = nobile
Quiris, Quiritis — Quirit = Quirite
Samnis, Samnitis — Samnitium = Sannita

Ì3Q% r
~fS' IL M E L O G R A N O
Latino in Resole % & LW| EDIZIONI PER LA SCUOLA
Continua: 3» DECLINAZIONE

3° GRUPPO
• n o m i n e u t r i c o n d e s i n e n z a in - e , - a l e al NOMINATIVO s i n g o l a r e

MEMO
ABLATIVO singolare in • GENITIVO p l u r a l e in
NOMINATIVO, ACCUSATIVO, V O C A T I V O neutro p l u r a l e in -ia

SINGOLARE
CASI -e -al -ar
NOMINATIVO mare anima; calcar
GENITIVO mar s animalis calcaris
DATIVO mar animai calcar
ACCUSATIVO mare anima! calcar
VOCATIVO mare animai calcar
ABLATIVO mar animai calcar

PLURALE
CASI -e -al -ar
NOMINATIVO mar a animalia calcarla
GENITIVO mar um animalium calcarium
DATIVO mar bus animalibus calcaribus
ACCUSATIVO mar a animalia calcar
VOCATIVO mar a animalia calcaria
ABLATIVO mar us animalibus calcaribus

'31
32 EDIZIONI PER LA SCUOLA % s
Latino in Regole
C o n t i n u a : 4' DECLINAZIONE

CASI DIVERSI STESSA D E S I N E N Z A 3° GRUPPO

U n o s t e s s o n o m e ha p i ù di un s i g n i f i c a t o e p u ò a v e r e p i ù f u n z i o n i l o g i c h e .
Q u e s t o vale per t u t t i i sostantivi della stessa declinazione.

il mare
NOMINATIVO
SOGGET TO l'animale
PLUR.
lo sprone

Mare il mare
ACCUSATIVO compierne snto
a n i m il l'animale
SING. OGGET1r O
calc lo sprone

o mare !
VOCATIVO complemer ito di
o animale I
SING. VOCAZIC INE
o sprone I

al mare
DATIVO complemer ito di
all'animale
Mar SING. TERMINIE
allo sprone
animai
calcar con il mare
ABLATIVO complemer ito di
con l'animale
SING. MEZZO e altri
con lo sprone

i mari
NOMINATIVO
SOGGET TO gli animali
PLUR.
gli sproni

Maria i mari
ACCUSATIVO compierne snto
animalia gli animali
PLUR. OGGET1"0
calcari gli sproni

o mari I
VOCATIVO complemer ito di
o animali !
PLUR. VOCAZIC iNE
o sproni I

ai mari
DATIVO complemer ito di
agli animali
Maribus PLUR. TERMINE
agli sproni
animai
calcar bus con i mari
ABLATIVO complemento di
con gli animali
PLUR. MEZZO e altri
con gli sproni

PARTICOLARITÀ 3° GRUPPO

• nomi neutri in - a l e - a r c o n G E N I T I V O singolare in - à l i s e -àris


[ è b r e v e ] h a n n o s o l o il s i n g o l a r e e si d e c l i n a n o c o m e gli i m p a r i -
s i l l a b i d e l 1° g r u p p o e p r e s e n t a n o I' A B L A T I V O s i n g o l a r e in - e :
nactar, n e c t a r nactare = nettare
sai, salis -» sale = sale

r ^ IL MELOGRANO
Latino in Resole l h d edizioni per l a s c u o l a
PARTICOLARITÀ DELLA 3a DECLINAZIONE

1 — DI NUMERO

• s a i , s a l i s = sale p u ò e s s e r e u s a t o a n c h e al p l u r a l e [ s a l e s ] m a c o n
il s i g n i f i c a t o di facezie, s c h e r z i , arguzie.

SINGUALRIA TANTUM • n o m i c h e h a n n o s o l o il s i n g o l a r e :

plebs, plebis = plebe


proles, prolis = prole
senectus, senectut s = vecchiaia
ver, ver s = primavera
vesper, vesperis = sera

PLURALIA TANTUM • n o m i c h e h a n n o s o l o il p l u r a l e :

Alpes, Alpium = Alpi


M a n e s , M a n um = Mani
moenia, m o e n i u m = mura
Penates, Penatium = Penati
Saturnalia, Saturnalium = Saturnali

NOMI CHE CAMBIANO SIGNIFICATO DA SINGOLARE A PLURALE :

a e d e s , aedis = tempio — a e d e s , aed u m = casa


c a r e e r , c a r c e r l s = carcere —• c a r c e r e s , c a r c e r i u m = cancelli
finis, finis = fine — f i n e s , finium = confine, territorio
pars, p a r t i s = parte —• p a r t e s , part im = partito
sors, sortis = sorte — sortes, s o r t i u m = oracolo

Il nome neutro iugerum, -i [ iugero, misura di terreno ] al singolare segue


la 2 a declinazione, al plurale la 3 a .
nome vas, vasis al singolare segue la 3 a declinazione, al plurale la 2 a .

N O M I IRREGOLARI DELLA 3 a DECLINAZIONE


bos, bovis -* al singolare è regolare, al plurale =

boves, boum, bobos - bubus, boves, boves, bobos - bubus

caro, carnis - NOMINATIVO e V O C A T I V O singolare = caro

luppiter, lovis ~ = luppiter, lovis, lovi, lovem, luppiter, love

iter, itineris forma tutti i casi [ tranne i 3 diretti singolare ] dal tema ITINER = ITER.
i t i n e r i s , itineri, iter, iter, i t i n e r e ; plurale = itinera

- 3 3 -.:.
v . L melograno '' * Latino in Resole
Continua: PARTICOLARITÀ DELLA 3 ' DECLINAZIONE

DECLINAZIONE : VIS, ROBORIS

SINGOLARE PLURALE
CASI
9
NOMINATIVO VIS VIRES
GENITIVO ROBORIS VIRIUM
DATIVO ROBORI VIRIBUS

ACCUSATIVO VIM VIRES


VOCATIVO VIS VIRES
ABLATIVO VI VIRIBUS

NON confondere con vir, viri = uomo [ 2 a d e c l i n a z i o n e ].

2 — DI CASO

• A l c u n i s o s t a n t i v i d e l l a t e r z a d e c l i n a z i o n e h a n n o l'ACCUSATlVO
s i n g o l a r e in - i m e I ' A B L A T I V O s i n g o l a r e in . Sono i seguenti nomi
f e m m i n i l i , di c i t t à e f i u m i , c o n il NOMINATIVO s i n g o l a r e in - i s :

amussls, amussis = traguardo, livella ravis, ravis = raucedine


Arari, Araris = Arar sitis, sitis = sete
buris, buris = manico dell'aratro Tiberis, Tiberis = Tevere
Caralis, Caralis = Cagliari Tussis, tuss s = tosse
Neapolis, Neapolis = Napoli

• ci s o n o a l c u n i nomi femminili che presentano s i a l'ACCUSATlVO


s i n g o l a r e in -em c h e in - i m e I' A B L A T I V O s i n g o l a r e in - e in - i :

febris, febris = febbre


securis, secur s = scure
puppis, puppis = poppa
turris, t u r r s = torre

Il n o m e m a s c h i l e i g n i s , i g n s [ fuoco ], ha I' A B L A T I V O s i n g o l a r e in - e e - i ,
m a in c e r t e l o c u z i o n i è s e m p r e in - i : f e r r o i g n i q u e [ a ferro e fuoco ]; a q u a
e t i g n i i n t e r d i c e r e [ privare di acqua e fuoco = mandare in esilio ].

Il n o m e n e u t r o r u s , r u r i s = campagna, p r e s e n t a la f o r m a d e l L O C A T I V O
R U R I , c h e e s p r i m e il c o m p l e m e n t o di STATO IN L U O G O "in campagna".

IL MELOGRANO
Latino in Regole l i - i l edizioni p e r l a s c u o l a
4a DECLINAZIONE
GENITIVO SINGOLARE : - U S

I n o m i s o n o per lo p i ù m a s c h i l i , p o c h i f e m m i n i l i , p o c h i s s i m i n e u t r i .

• m a s c h i l i e f e m m i n i l i h a n n o il NOMINATIVO s i n g o l a r e in - u s

• i n e u t r i ne h a n n o u n o p r o p r i o [ NOMINATIVO s i n g o l a r e in - u ].

SINGOLARE PLURALE
CASI a 9 NEUTRO a 9 NEUTRO

NOMINATIVO currus anus genu currus anus genua

GENITIVO currus anus genus curruum anuum genuum

genu
DATIVO currui anui curribus anibus genibus
genui

ACCUSATIVO currum anum genu currus anus genua

VOCATIVO currus anus genu currus anus genua

ABLATIVO curru anu genu curribus anibus genibus

fS 1 IL MELOGRANO
-35
l ì - d e d i z i o n i per l a s c u o l a Latino in Resole
Continua: 4 ' DECLINAZIONE

CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

U n o s t e s s o n o m e ha p i ù di un s i g n i f i c a t o e p u ò a v e r e p i ù f u n z i o n i l o g i c h e .
Q u e s t o vale per tutti i sostantivi della stessa declinazione.

NOMINATIVO il carro
SOGGETTO
SING. la vecchia

GENITIVO compierne 5nto di del carro


SING. SPECIFIC/ AZIONE della vecchia

VOCATIVO compierne snto di o carro I


Currus SING. VOCAZI ONE o vecchia I

anus NOMINATIVO i carri


SOGGE TTO
PLUR. le vecchie

ACCUSATIVO compierne snto di i carri


PLUR. OGGE1r r o le vecchie

VOCATIVO compierne snto di o carri I


PLUR. VOCAZI ONE o vecchie I

NOMINATIVO
/ SOGGETTO le ginocchia
PLUR.

ACCUSATIVO complemento di
Genua - le ginocchia
PLUR. OGGETTO

VOCATIVO complemento di
s. o ginocchia I
PLUR. VOCAZIONE

ai carri
DATIVO compierne snto di
alle vecchie
Curribus PLUR. TERMI NE
alle ginocchia
anibus
con i carri
genibus ABLATIVO compierne 3nto di
con le vecchie
PLUR MEZZO i3 altri
con le ginocchia

NOMINATIVO
SOGGETTO il ginocchio
SING.

DATIVO complemento di
del ginocchio
SING. TERMINE

ACCUSATIVO complemento di
Genu il ginocchio
SING. OGGETTO

VOCATIVO complemento di
o ginocchio !
SING. VOCAZIONE

ABLATIVO complemento di
con il ginocchio
SING. MEZZO e altri

r^ IL MELOGRANO
Latino in Resole lhd edizioni p e r l a s c u o l a
PARTICOLARITÀ DELLA 4 a DECLINAZIONE

1 — DI CASO

• alcuni nomi hanno il dativo e I" ABLATIVO plurale in - u b u s invece che


in - i b u s :
1 acus,acus = ago
2 arcus, arcus = arco
3 lacus, lacus = lago
4 specus, specus = spelonca
5 tribus, tribus = tribù

• Portus [ maschile = p o r f o ] e v e r u [ neutro = spiedo ] riportano sia


la forma in - i b u s che in -ubus.

• il n o m e d o m u s [ f e m m i n i l e = casa ], che in origine a p p a r t e n e v a alla 2 a


declinazione, p r e s e n t a una d e c l i n a z i o n e mista :

DECLINAZIONE : D O M U S

CASI SINGOLARE PLURALE


NOMINATIVO domus domus
GENITIVO domus domorum - termine poetico [domuum]
DATIVO domo [ domui ] domibus
ACCUSATIVO domum domos [domus]
VOCATIVO domus domus
ABLATIVO domo [domu] domibus

... v 1 Per lo STATO IN L U O G O si u s a il LOCATIVO DOMI; mentre rifiuta


la p r e p o s i z i o n e nel M O T O A L U O G O [ d o m u m = a / verso casa, in
patria ] e nel M O T O PER L U O G O [ d o m o = da casa, dalla patria ].

• alcuni nomi vengono usati solo nell'ABLATIVO singolare e danno


origine ad alcune l o c u z i o n i tipiche :
ductu = sotto la guida
h o r t a t u = per esortazione
impulsu = sotto la spinta
iniussu = senza il comando, senza l'ordine
iussu = per comando, per comando
postulati! = su richiesta

% & Latino in Resole


Continua: PARTICOLARITÀ DELLA 4" DECLINAZIONE

DECLINAZIONE : IESUS

CASI

NOMINATIVO IESUS

GENITIVO IESU

DATIVO IESU

ACCUSATIVO IESUM

VOCATIVO IESU

ABLATIVO IESU

Espressioni idiomatiche con caso LOCATIVO da tradursi con in pace e in guerra :


domi bellique, domi m i l i t i a q u e

-38 %
Latino in Resole % # 22
5a DECLINAZIONE
GENITIVO SINGOLARE : - E l
I n o m i s o n o t u t t i f e m m i n i l i , t r a n n e d i e s c h e di s o l i t o è m a s c h i l e , il s u o
composto m e r i d i e s è sempre maschile.

CASI SINGOLARE PLURALE


NOMINATIVO res res
GENITIVO rei rerum
DATIVO rei rebus
ACCUSATIVO rem res
VOCATIVO res res
ABLATIVO re rebus

CASI DIVERSI STESSA DESINENZA

U n o s t e s s o n o m e ha p i ù di u n s i g n i f i c a t o e p u ò a v e r e p i ù f u n z i o n i l o g i c h e .
Q u e s t o v a l e per t u t t i i s o s t a n t i v i d e l l a s t e s s a d e c l i n a z i o n e .

NOMINATIVO
SOGGETTO la cosa
SING.

VOCATIVO complemento di
o cosa !
SING. VOCAZIONE

NOMINATIVO
res SOGGETTO le cose
PLUR.

ACCUSATIVO complemento di
le cose
PLUR. OGGETTO

VOCATIVO complemento di
o cose !
PLUR. VOCAZIONE

GENITIVO complemento di
della cosa
SING. SPECIFICAZIONE
rei
DATIVO complemento di
alla cosa
SING. TERMINE

DATIVO complemento di
alle cose
PLUR. TERMINE
rebus
ABLATIVO complemento di
con / per le cose
PLUR. MEZZO e altri

npSI IL MELOGRANO
edizioni per l a s c u o l a Latino in Resole
Il n o m e d i e s è m a s c h i l e se i n d i c a il g i o r n o [ l o s p a z i o di 2 4 o r e ] ,
f e m m i n i l e se i n d i c a la d a t a [ il g i o r n o s t a b i l i t o ], o si usa g e n e r i c a m e n t e
come tempo.
Nel p l u r a l e d i e s è s e m p r e m a s c h i l e c o m e m e r i d i e s = mezzogiorno.

• ci sono alcuni nomi che al p l u r a l e utilizzano solo i c a s i d i r e t t i :


acies, aciei = schiera
affigies, effigiei = effige
facies, faciei = aspetto
species, speciei = forma
spes, spei = speranza

• alcuni s i g n i f i c a t i di r e s a c c o m p a g n a t o da un a g g e t t i v o :

res adversae = situazione sfavorevole


res familiaris = patrimonio familiare
res gestae = imprese
res militaris = arte della guerra
res novae = novità, mutamenti
res publica = Stato
res rustica = agricoltura, affari di campagna
res secundae = situazione favorevole
res romana = stato romano

n * \ l I L MELOGRANO
Latino in Resole I S i EDIZIONI PER LA SCUOLA
SCHEDE UTILI

95 SCHEDE UTILI i
97 • CORRISPONDENZA CASI - COMPLEMENTI
99 • F R A S E LATINA e F R A S E ITALIANA a CONFRONTO
99 FUNZIONE SINTATTICA
100 COSTRUZIONE della FRASE

103 • GENERE NEUTRO


104 • POSIZIONE del SOGGETTO
105 • P A R A D I G M A di un VERBO
106 • T E M A del P R E S E N T E e T E M A del PERFETTO
108 • T R A D U R R E u n a F R A S E L A T I N A in ITALIANO
109 • T R A D U R R E una VERSIONE
111 • MEMENTO
113 • UN C A S O D I F F I C I L E ...
il N O M I N A T I V O d e l l a 3 a DECLINAZIONE
115 • NON C O N F O N D E R E ...
le U S C I T E di NOMI e A G G E T T I V I c o n le U S C I T E dei VERBI

* 95 «i
^.LMELOORANO % Jf L s t ì n o in R e s o l e
min 3Q3HDS

COMPLEMENTI GENITIVO DATIVO PREPOSIZIONE ACCUSATIVO VOCATIVO PREPOSIZIONE A B L A T I V O

FINE y causa AD X
X
o grati a

QUALITÀ ^ qualità X qualità


morali fisiche
QUANTITÀ X
PARTITIVO X E o EX X
A o AB
ORIGINE E, EX o DE X
ABBONDANZA X
PRIVAZIONE X
VANTAGGIO X

ESTENSIONE X longus,
X
latus, altus

STIMA X stima X stima


indeterminata determinata
X con
PREZZO tanti, quanti, X
pluris, minoris
COLPA X
PENA X
X del n u m e r a l e
c a r d i n a l e con
X con puer, natus, -a, -um,
ETÀ vir, senex, o dell'ordinale
etc. aumentato di
una' unità con
agens
DENOMINAZIONE è nello stesso caso del nome da cui dipende
F R A S E LATINA e F R A S E ITALIANA a CONFRONTO

FUNZIONE SINTATTICA

In J J la F U N Z I O N E S I N T A T T I C A è i n d i c a t a :

• dalla posizione della parola nella frase :


Il La fanciulla osserva il mare
L a posizione ci dice che la fanciulla è soggetto e il mare è complemento oggetto.

• d a l l ' u s o di u n a p r e p o s i z i o n e s e m p l i c e o a r t i c o l a t a premessa
alle singole parole :
Il campo di Antonio
L'abitante dell'isola
L e preposizioni di e d e l l ' indicano un c o m p l e m e n t o di s p e c i f i c a z i o n e .

In la F U N Z I O N E S I N T A T T I C A è indicata :

• d a l l a t e r m i n a z i o n e c a r a t t e r i s t i c a di c i a s c u n c a s o :
S o l o all' ACCUSATIVO e all' ABLATIVO si p o s s o n o trovare p r e p o s i z i o n i c h e
s p e c i f i c a n o la f u n z i o n e .

.* . I L M E L O G R A N O
L W | EDIZIONI PER LA SCUOLA 'f Latino in Resole
Continua: F R A S E LATINA e F R A S E ITALIANA a C O N F R O N T O

COSTRUZIONE della FRASE

J| Costruzione DIRETTA :
soggetto + verbo + complementi diretti o indiretti

SOGGETTO VERBO COMPLEMENTI


OGGETTO di S P E C I F I C A Z I O N E
La nonna legge le favole dei poeti

f^-,1 C o s t r u z i o n e I N V E R S A :
s o g g e t t o + complementi diretti o indiretti + verbo

SOGGETTO COMPLEMENTI VERBO


di S P E C I F I C A Z I O N E OGGETTO
Avia poèta rum fabulas legit

Di solito il c o m p l e m e n t o di s p e c i f i c a z i o n e p r e c e d e il n o m e d a cui
dipende.

1 U n a p r i m a i m p o r t a n t e i n f o r m a z i o n e ci v i e n e dal V E R B O :
e s s o concorda con il s o g g e t t o e ne indica la p e r s o n a e il n u m e r o

2 Altre i n f o r m a z i o n i v e n g o n o d a t e d a l l a p u n t e g g i a t u r a
e dalla p o s i z i o n e d e l l e p a r o l e

i'iQQ-
Latino in Resole 33 5£SSS!!55S
Continua: COSTRUZIONE della FRASE

A C u r fles, Tullia ? — Tullia = complemento di vocazione


Perchè piangi, Tullia?

B Quo vadit Tullia ? — Tullia = soggetto


Dove va Tullia?

N e l l ' e s e m p i o A , il verbo alla 2 a p e r s o n a singolare, la virgola e la p o s i z i o n e


del nome Tullia i n d i c a n o c h e si tratta di un c o m p l e m e n t o di v o c a z i o n e .

Nell'esempio B , il verbo alla 3 a p e r s o n a singolare fa capire che Tullia ha la


funzione di soggetto.

C Bonae ancillae estis — Bonae ancillae = nome del predicato + attributo


Voi siete brave fanciulle

D Ancillae bonae sunt A n c i l l a e = soggetto


Le alunne sono diligenti bonae = nome del predicato

Nell'esempio C , il s o g g e t t o è certamente un pronome di 2 a p e r s o n a plurale :


b o n a e a n c i l l a e è, dunque, la p a r t e n o m i n a l e d e l p r e d i c a t o + a t t r i b u t o .

Nell'esempio D, il v e r b o alla 3 a p e r s o n a e la p o s i z i o n e dell'aggettivo b o n a e ,


c h e N O N p r e c e d e il n o m e e quindi non è attributo, ci fanno dedurre c h e
a n c i l l a e s i a il s o g g e t t o e b o n a e il nome del predicato.

N E L L A F R A S E LATINA :

• il p r e d i c a t o è posto g e n e r a l m e n t e in fondo alla f r a s e e ogni


c o m p l e m e n t o di solito p r e c e d e l'elemento della f r a s e d a cui d i p e n d e

• la p a r t e n o m i n a l e di solito p r e c e d e la copula

• il c o m p l e m e n t o o g g e t t o p r e c e d e il predicato d a cui d i p e n d e

• il c o m p l e m e n t o di s p e c i f i c a z i o n e precede generalmente il nome c h e


s p e c i f i c a ; a c c o m p a g n a t o da un aggettivo, si pone tra aggettivo e nome

• l ' a p p o s i z i o n e s e g u e il nome a cui si riferisce

• g l i a g g e t t i v i c o n f u n z i o n e di a t t r i b u t o di norma p r e c e d o n o il nome
a cui si riferiscono

RF^ IL M E L O G R A N O
Ll _K M
l l EDIZIONI
edi; PER LA SCUOLA Latino in Resole
Continua: COSTRUZIONE della FRASE

Q u e s t e c o s t r u z i o n i s o n o frequenti, ma non s o n o una regola a s s o l u t a .


S p e s s o , infatti, gli autori c o l l o c a n o a inizio f r a s e il termine c h e d e s i -
derano mettere in e v i d e n z a , quello su cui si deve f i s s a r e l'attenzione
del lettore :
A Matronae poétarum fabulas legunt
Le matrone leggono le favole dei poeti

N O N Le matrone dei poeti leggono le favole !!!

L'ordine delle parole può servire a rivelare la d i v e r s a funzione di due nomi


c o n la s t e s s a u s c i t a :
B Magistra magnani puellarum diligentiam laudat
La maestra loda la grande diligenza delle alunne

L ' a g g e t t i v o m a g n a m c o n c o r d a c o n d i l i g e n t i a m , m e n t r e il GENITIVO
p u e l l a r u m è p o s t o t r a il n o m e e il s u o a t t r i b u t o ; q u e s t o è t i p i c o d e l l a
s i n t a s s i l a t i n a e può f a c i l i t a r e la c o m p r e n s i o n e d e l l a f r a s e : in q u e s t o
m o d o un c o m p l e m e n t o r i m a n e l e g a t o a d a l c u n e p a r o l e e non p u ò e s s e r e
riferito a n e s s u n altro e l e m e n t o :
C In dominorum villa multae plantae sunt
Nella casa dei padroni vi sono molte piante

L a p r e p o s i z i o n e in r e g g e I ' A B L A T I V O e non il GENITIVO', una volta c o m -


p r e s o c h e il GENITIVO d o m i n o r u m è inserito tra in e l ' A B L A T I V O v i l l a , si
d e d u c e c h e s p e c i f i c a quest'ultimo nome :
D Puellae fabulae gratae sunt
Le favole sono gradite alla fanciulla

S O N O le favole ad essere gradite alla fanciulla e N O N le fanciulle


ad essere gradite alla favola !!!

1 Serva, dominum tuum audi


2 S e r v a , puella, pulchritudinem tuam

L a parola s e r v a ha funzione e significato diversi :


• 0 1 = V O C A T I V O singolare del nome s e r v a , 1 a declinazione,
e quindi è un c o m p l e m e n t o di v o c a z i o n e :
O a n c e l l a , ascolta il tuo padrone
• 1 2 = 2 a p e r s o n a d e l l ' i m p e r a t i v o p r e s e n t e del verbo servo
della 1 a c o n i u g a z i o n e :
C u s t o d i s c i , o fanciulla, la tua bellezza.

jjfl02%
Latino in Resole % & 235£S5SÌ52X
G E N E R E NEUTRO
IL L A T I N O HA UN G E N E R E IN P I Ù : IL G E N E R E NEUTRO
L e u s c i t e dell'ACCUSATIVO e d e l V O C A T I V O d e i n o m i n e u t r i s o n o i d e n -
t i c h e a q u e l l e d e l NOMINATIVO, s i a n e l s i n g o l a r e [ u s c i t a - u m ] s i a
n e l p l u r a l e [ u s c i t a - a ]. C i ò i n d i c a che, mentre per i sostantivi m a s c h i l i
e femminili della 2 a d e c l i n a z i o n e l'uscita - u m è s e m p r e ACCUSATIVO s i n g o l a -
re, nei sostantivi neutri l'uscita - u m può e s s e r e a n c h e NOMINATIVO.

NEUTRO SOGGETTO COMPLEMENTO OGGETTO PREDICATO

Auxilium tuum amicum nostrum sustinet

Il tuo aiuto il nostro amico sostiene

Non s e m p r e il g e n e r e dei sostantivi nelle due lingue è il m e d e s i m o ; q u e s t o si


verifica p e r c h é i s o s t a n t i v i h a n n o c a m b i a t o g e n e r e n e l p a s s a g g i o a l l a
lingua italiana :

In horto piri et mali pira mala ferunt


Nell'orto peri e meli forniscono pere, mele

E fi
piri FEMMINILE / peri MASCHILE
plurale plurale
mali i meli

pira NEUTRO le pere FEMMINILE


mala plurale le mele plurale

P o i c h é le parti variabili della f r a s e c o n c o r d a n o c o n il sostantivo,


è i n d i s p e n s a b i l e r i c o r d a r e q u e s t e d i f f e r e n z e di g e n e r e per
evitare fraintendimenti nella c o m p r e n s i o n e di una f r a s e latina.

jH Bellum magnam ruinam fert = La guerra porta grande rovina

S e si attribuisce m a g n a m a b e l l u m , t r a d u c e n d o la grande guerra genera


rovina, si c o m m e t t o n o questi gravi errori :
• attribuire un aggettivo femminile a un sostantivo neutro
• attribuire un aggettivo in c a s o ACCUSATIVO a un nome, c h e e s s e n d o neutro,
presenta l'uscita-um anche al NOMINATIVO e in questo c a s o funge da soggetto.

^ ,L M.ELOGBANO % 0 Latino in Resole


POSIZIONE del S O G G E T T O

A Magistra d i s c i p u l a m amat
= La maestra ama I alunna
Discipulam m a g i s t r a amat

B D i s c i p u l a m a g i s t r a m amat ,, , ,
= L alunna ama la maestra
Magistram d i s c i p u l a amat

C o n f r o n t i a m o le frasi latine c o n le c o r r i s p o n d e n t i frasi italiane.

nella f r a s e i t a l i a n a le funzioni di s o g g e t t o e di c o m p l e m e n t o o g g e t t o
s o n o i n d i c a t e d a l l a p o s i z i o n e dei s o s t a n t i v i nella s t e s s a ; s e c a m b i a
la loro posizione, c a m b i a a n c h e la loro funzione l o g i c a :

f I
La maestra ama l'alunna

SOGGETTO PREDICATO OGGETTO

B L'alunna ama la m a e s t r a

t J
(T^T nella f r a s e l a t i n a invece, g r a z i e alla p r e s e n z a d e i C A S I , la funzione
l o g i c a di un nome N O N muta s e c a m b i a la s u a posizione.
Infatti, negli e s e m p i :

Magistra la maestra SOGGETTO

M a g i s t r a , g r a z i e all'uscita - a del N O M I N A T I V O e indipendentemente


dal posto c h e ha nella frase, c o n s e r v a la funzione di S O G G E T T O .

mentre negli e s e m p i :

B Magistram la maestra COMPLEMENTO OGGETTO

M a g i s t r a m , g r a z i e all'uscita - a m dell' ACCUSATIVO e indipendentemente


dal posto c h e ha nella frase, c o n s e r v a la funzione di C O M P L E M E N T O
OGGETTO.

RTS1 I L M E L O G R A N O
'f Latino in Resole L W l l EDIZIONI PER LA SCUOLA
PARADIGMA di un VERBO

P e r t r a d u r r e un V E R B O b i s o g n a t r o v a r e la 1 a P E R S O N A S I N G O L A R E
d e l P R E S E N T E I N D I C A T I V O e r i s a l i r e al s u o P A R A D I G M A :

1 si deve e l i m i n a r e la d e s i n e n z a p e r s o n a l e

dalla forma a m a n t si elimina la d e s i n e n z a - n t e si ottiene a m a

2 si prende poi in e s a m e la v o c a l e t e m a t i c a

in q u e s t o c a s o è - a [ama]

il V E R B O a p p a r t i e n e quindi alla 1 a c o n i u g a z i o n e ; la forma d a c e r c a r e


sul v o c a b o l a r i o è, quindi, A M O

PARADIGMA : amo, -as, amavi, amatum, a m a r e = amare

S e la v o c a l e t e m a t i c a f o s s e - e , c o m e a v v i e n e nella forma v i d e n t , il V E R B O
a p p a r t e r r e b b e alla 2 a c o n i u g a z i o n e ; la f o r m a d a c e r c a r e sul v o c a b o l a r i o
è, perciò, V I D E O

P A R A D I G M A : video, - e s , vidi, v i s u m , v i d è r e = vedere.

S t e s s a p r o c e d u r a deve e s s e r e s e g u i t a per i V E R B I R E G O L A R I di F O R M A
A T T I V A della 3 a e della 4 a c o n i u g a z i o n e .

ED] edizmpe°wscuou 0 Latino in Regole


TEMA del P R E S E N T E e TEMA del P E R F E T T O

COME RICONOSCERLI

Q u a n d o il T E M A del P E R F E T T O è diverso d a quello del presente, è più difficile


risalire al T E M A del P R E S E N T E .
P u ò e s s e r e utile s a p e r e c h e alcuni gruppi di verbi, appartenenti alla m e d e s i m a
c o n i u g a z i o n e , presentano al perfetto forme analoghe.

Alcuni esempi :

V E R B I d e l l a 1 a c o n i u g a z i o n e h a n n o q u a s i tutti il P E R F E T T O in - a v i

amo, a m a s , amavi, amatum, a m a r e = amare


laudo, l a u d a s , laudavi, laudatum, laudari = lodare

tuttavia p o s s o n o p r e s e n t a r e il P E R F E T T O in - u i :

{3 veto, vetas, vetui, vetitum, v e t a r e = proibire

il v e r b o d o e il v e r b o s t o , p r e s e n t a n o il P E R F E T T O R A D D O P P I A T O
in cui la s i l l a b a iniziale del v e r b o è ripetuta 2 volte :

do, d a s , dedi, datum, dare = dare


sto, s t a s , steti, statum, s t a r e = stare

i V E R B I d e l l a 2 a c o n i u g a z i o n e h a n n o q u a s i tutti il P E R F E T T O in

-ui
-vi
-si
-xi
PERFETTO RADDOPPIATO

j moneo, mones, monui, monitum, monère = ammonire


fleo, fles, flevi, fletum, fière = piangere
maneo, manes, mansi, m a n s u m , m a n è r e = rimanere
augeo, a u g e s , auxi, auctom, a u g é r e = aumentare
mordeo, mordes, momordi, morsum, mordere = mordere

FS I L M E L O G R A N O
106*
L}r*b EDIZIONI PER LA SCUOLA Latino in Resole
Continua: TEMA del P R E S E N T E e TEMA del P E R F E T T O

V E R B I d e l l a 3 a c o n i u g a z i o n e h a n n o P E R F E T T I molto vari :

-ui
-ivi
-si
-xi
-psi
-ssi
PERFETTO RADDOPPIATO

Q colo, c o l i s , colui, c u l t u m , c o l e r e = coltivare


peto, petis, petivi [ petii ], petitum, petére = chiedere
mitto, mittis, misi, m i s s u m , mittère = inviare
dico, dicis, dixi, dictum, d i c è r e = dire
s c r i b o , is, s c r i p s i , s c r i p t u m , s c r i b e r e = scrivere
gero, geris, g e s s i , g e s t u m , g e r è r e = condurre
disco, d i s c i s , didici, d i s c è r e = imparare

• i V E R B I della 4 a coniugazione h a n n o q u a s i tutti il P E R F E T T O in - i v i

audio, audis, audivi, auditum, a u d i r e = udire

IL MELOGRANO
EDIZIONI PER LA, SCUOJ\ ' f Latino in Resole
T R A D U R R E una F R A S E LATINA in ITALIANO

COSA FARE

1 i n d i v i d u a r e il V E R B O

analizzarlo, p r e s t a n d o attenzione alla p e r s o n a


c h e d à indicazioni in merito al s o g g e t t o :
B1 • Magistra discipuias laudai

2 i n d i v i d u a r e il S O G G E T T O

f a c e n d o attenzione alle d e s i n e n z e del c a s o


NOMINATIVO singolare o plurale :
H • Magistra discipuias laudai

3 a n a l i z z a r e le F U N Z I O N I d e g l i a l t r i N O M I p r e s e n t i n e l l a f r a s e

sulla b a s e delle informazioni ottenute dalle diverse d e s i n e n z e :


CI • Magistra discipuias laudat
[ discipuias = ACCUSATIVO plurale -» c o m p l e m e n t o o g g e t t o ]

Per le restanti operazioni,

a t t e n e r s i al c a p i t o l o C O S T R U Z I O N E della F R A S E p a g . 100

33 EDIZIONI PER LA SCUOLA % * Latino in Resole


T R A D U R R E una V E R S I O N E

PREREQUISITI FONDAMENTALI

1 c o n o s c e r e b e n e la M O R F O L O G I A
I
non c o n f o n d e r e C A S I , D E C L I N A Z I O N I e C O N I U G A Z I O N I dei verbi.

2 riconoscere COMPLEMENTI

3 i n d i v i d u a r e le P R O P O S I Z I O N I = FRASI

r i c o r d a n d o c h e un periodo è c o m p o s t o d a più proposizioni :


• principale
• coordinata
• subordinata

SUGGERIMENTI

1. l e g g e r e il titolo della versione e l'eventuale s o t t o t i t o l o per avere una prima


idea dell'argomento e cerchiare i termini chiave

2. l e g g e r e la v e r s i o n e , s e n z a ricorrere al vocabolario, cercando di coglierne


il s e n s o

3. leggere un periodo alla volta e i n d i v i d u a r e tutte le p a r o l e di c u i s i c o n o -


s c e g i à il s i g n i f i c a t o

4. d i v i d e r e la v e r s i o n e in p e r i o d i (i punti fermi, il punto e virgola e i due punti


separano un periodo dall'altro) e poi nelle frasi che la compongono; per questa
operazione è necessario individuare i V E R B I di modo finito (proposizioni espli-
cite)

5. cercare di collegare c i a s c u n verbo alla congiunzione o elemento introduttivo


per r i c o n o s c e r e , per esclusione, la p r i n c i p a l e

6. d i v i d e r e bene le p r o p o s i z i o n i (ad esempio: utilizzare colori diversi, paren-


tesi o sbarrette)

SaaSESfISE & Latino in Resole


Continua: T R A D U R R E una V E R S I O N E

7. i n d i v i d u a r e i v e r b i di m o d o i n d e f i n i t o (infiniti, participi, gerundi) che intro-


ducono le proposizioni implicite

8. verificare s e l'infinito è r e t t o da un verbo s e r v i l e (possum, debeo, volo)


o f r a s e o l o g i c o , poiché in questo c a s o devono essere tradotti come un'unica
v o c e verbale

9. t r a d u r r e nello s t e s s o o r d i n e in cui si trovano in latino le singole p r o p o s i -


z i o n i , previo riconoscimento:
• del soggetto (che è della s t e s s a persona indicata dal verbo)
• verificare s e il verbo è
TRANSITIVO — si cerca il complemento oggetto
oppure
INTRANSITIVO — si cercano i complementi legati al suo particolare significato

10. cercare gli altri complementi definiti circostanziali, prestando attenzione:


• alla presenza degli a g g e t t i v i e all'elemento con cui questi concordano
• al c o m p l e m e n t o di s p e c i f i c a z i o n e , che di regola precede il nome a
cui si riferisce

11. prestare attenzione ai v e r b i di m o v i m e n t o : saranno probabilmente seguiti


da complementi di luogo; ai v e r b i p a s s i v i : saranno probabilmente seguiti da
complementi d'agente o di c a u s a efficiente; ai v e r b i c o n p r e f i s s o , il quale s u g -
gerisce il complemento che regge

12. p r o c e d e r e a l l a t r a d u z i o n e , ricorrendo a questo punto al v o c a b o l a r i o ,


scegliendo il termine più adatto a quel particolare contesto, ricordando che i
costrutti latini non sono sempre identici a quelli italiani, pertanto è opportuno
leggere nel vocabolario da c i m a a fondo quello che viene detto su un termine

13. t e n e r e s o t t o c o n t r o l l o il s e n s o del testo che si sta esaminando

14. completata la traduzione, procedere alla r i l e t t u r a i n t e g r a l e dello stesso


avendo cura di verificare coesione e coerenza.

FSL IL MELOGRANO
Latino in Resole edizioni per l a s c u o l a
MEMENTO

v e r i f i c a r e s e m p r e la d e c l i n a z i o n e d i a p p a r t e n e n z a di un nome

n o n c o n f o n d e r e u s c i t e i d e n t i c h e c h e a p p a r t e n g o n o a declinazioni
e a c a s i diversi

- NOMINATIVO e V O C A T I V O s i n g o l a r e della 1 a d e c l i n a z i o n e
- NOMINATIVO, ACCUSATIVO e V O C A T I V O plurale neutro
-a della 2 a e 3 a d e c l i n a z i o n e
- A B L A T I V O s i n g o l a r e della 1 a d e c l i n a z i o n e
- GENITIVO e D A T I V O s i n g o l a r e della 1 a d e c l i n a z i o n e
-ae
- NOMINATIVO e V O C A T I V O plurale della 1 a d e c l i n a z i o n e
-am - ACCUSATIVO s i n g o l a r e della 1 a d e c l i n a z i o n e
-arum - GENITIVO plurale della 1 a d e c l i n a z i o n e
- A B L A T I V O s i n g o l a r e della 3 a e 5 a d e c l i n a z i o n e
-e — NOMINATIVO s i n g o l a r e di alcuni nomi neutri
della 4 a d e c l i n a z i o n e
-ebus - D A T I V O e A B L A T I V O plurale della 5 a d e c l i n a z i o n e
-ei - GENITIVO e D A T I V O s i n g o l a r e della 5 a d e c l i n a z i o n e
-em - ACCUSATIVO s i n g o l a r e della 3 a e 5 a d e c l i n a z i o n e
-er - NOMINATIVO e V O C A T I V O s i n g o l a r e della 2 a d e c l i n a z i o n e
-erum - GENITIVO plurale della 5 a d e c l i n a z i o n e

- NOMINATIVO, ACCUSATIVO e V O C A T I V O plurale m a s c h i l e


e femminile della 3 a d e c l i n a z i o n e
-es
- NOMINATIVO e V O C A T I V O singolare, NOMINATIVO,
ACCUSATIVO e V O C A T I V O plurale della 5 a d e c l i n a z i o n e
— GENITIVO s i n g o l a r e m a s c h i l e , femminile e neutro
della 2 a d e c l i n a z i o n e
- NOMINATIVO e V O C A T I V O plurale m a s c h i l e e femminile
della 2 a d e c l i n a z i o n e
- D A T I V O dativo s i n g o l a r e m a s c h i l e , femminile e neutro
della 3 a d e c l i n a z i o n e
— A B L A T I V O s i n g o l a r e dei nomi neutri in -e, -al, -ar
della 3 a d e c l i n a z i o n e

RFV I L M E L O G R A N O
[ w l edizioni per l a s c u o l a 4 " ! Latino in Resole
Continua: MEMENTO

- NOMINATIVO, ACCUSATIVO e V O C A T I V O plurale neutro


-ia
della 3 a d e c l i n a z i o n e
-ibus - D A T I V O e A B L A T I V O plurale della 3 a e 4 a d e c l i n a z i o n e
-ir - NOMINATIVO e V O C A T I V O s i n g o l a r e della 2 a d e c l i n a z i o n e
- D A T I V O e A B L A T I V O plurale della 1 a e 2 a d e c l i n a z i o n e
-is
- GENITIVO s i n g o l a r e della 3 a d e c l i n a z i o n e
- GENITIVO plurale m a s c h i l e , femminile e neutro
-ium
della 3 a d e c l i n a z i o n e
-o - D A T I V O e A B L A T I V O s i n g o l a r e della 2 a d e c l i n a z i o n e
- GENITIVO plurale m a s c h i l e , femminile e neutro
-orum
della 2 a d e c l i n a z i o n e
- A B L A T I V O s i n g o l a r e m a s c h i l e e femminile
della 4 a d e c l i n a z i o n e
-u
- NOMINATIVO, DATIVO, ACCUSATIVO, V O C A T I V O
e A B L A T I V O s i n g o l a r e neutro della 4 a d e c l i n a z i o n e

- NOMINATIVO, ACCUSATIVO e V O C A T I V O plurale neutro


-ua
della 4 a d e c l i n a z i o n e
- ACCUSATIVO s i n g o l a r e m a s c h i l e e femminile
della 2 a d e c l i n a z i o n e
- NOMINATIVO, ACCUSATIVO e V O C A T I V O s i n g o l a r e neutro
della 2 a d e c l i n a z i o n e
-um
- GENITIVO plurale m a s c h i l e , femminile e neutro
della 3 a d e c l i n a z i o n e
- ACCUSATIVO s i n g o l a r e m a s c h i l e e femminile
della 4 a d e c l i n a z i o n e
- NOMINATIVO s i n g o l a r e m a s c h i l e e femminile
della 2 a d e c l i n a z i o n e
- NOMINATIVO, GENITIVO e V O C A T I V O singolare,
-US NOMINATIVO, ACCUSATIVO e V O C A T I V O plurale m a s c h i l e
e femminile della 4 a d e c l i n a z i o n e
- GENITIVO s i n g o l a r e della 4 a d e c l i n a z i o n e
- GENITIVO plurale m a s c h i l e , femminile e neutro
-uum
della 4 a d e c l i n a z i o n e

Latino in Resole % # ò . L MELOGRANO


UN C A S O DIFFICILE
IL N O M I N A T I V O S I N G O L A R E DELLA 3a DECLINAZIONE

Il NOMINATIVO s i n g o l a r e dei nomi della 3 a d e c l i n a z i o n e può presentare


u s c i t e d i f f e r e n t i e talora diverse dal tema del termine s t e s s o . Questo
può rendere difficile risalire al NOMINATIVO di un nome per trovarne il
significato sul vocabolario.
L a formazione del NOMINATIVO dei nomi della s u d d e t t a d e c l i n a z i o n e
n o n è c a s u a l e : si attiene a leggi fonetiche e regole grammaticali.
Per c o n o s c e r e il NOMINATIVO dei nomi della 3 a declinazione ci si può
attenere al seguente s c h e m a , previa individuazione del tema del nome :

NOMI PARISILLABI
TEMI USCITE H
in del NOMINATIVO SINGOLARE
-e maris — mare = mare
uscite varie -es cladis — clades = sconfitta
-is Collis — Collis = colle
NOMI IMPARISILLABI
TEMI USCITE
in del NOMINATIVO SINGOLARE m

-ac- -ax thoracis — thorax = torace


-al- -al tribunalis — tribunal = tribunale
-alc- -alx falcis — falx = falce
-and- -ans glandis — glans = ghianda
-ar- -ar Caesaris, Caesar = Cesare
-arc- -arx arcis — arx = fortezza
-art- -ars artis — ars = arte
-at- -as civitatis — civitas = città
-eb- -ebs plebis — plebs = plebe
-ec- precis — prex = preghiera
-ex -ix
-eg- regis — rex = re
-ed- pedis — pes = piede
-es -is
-et- quietis — quies = calma
veris — ver = primavera
-er- -er -is -us cineris — cinis = cenere
vulneris — vulnus = ferita

£113%
% jS* Latino in Resole
Continua: UN C A S O DIFFICILE

NOMI I M P A R I S I L L ABI
TEMI USCITE
in del NOMINATIVO SINGOLARE m
-ic- -ex -ix artil icis — artifex = artefice
-id- obs dis — obses = ostaggio
-es -is
-it- iliti! — miles = soldato
orig inis — origo = origine
-in- -o - i s -en san guinis — s a n g u i s = sangue
agm inis — agmen = schiera
-oc- voci s — vox = voce
- -ox
-oct- noe tis — nox = notte

-od- CUS1todis — c u s t o s = guardiano


-OS
-ot- doti s — dos = dote

-on- -o pro<iitionis — proditio = rivelazione


arbc>ris — arbor = albero
-or- -or -os -us mor is — mos = usanza
cori:>oris — corpus = corpo
-ort- -ors sort is — sors = sorte
-uc- -ux fauc .is — faux = fauci
-ud- laud is — laus = lode
-US
-ut- sen sctutis — senectus = vecchiaia
-ul- -ul exs jlis — exsul = esule
-ur- -ur furi.s — fur = ladro

HNI IL MELOGRANO
Latino in Resole % & l M edizioni per l a s c u o l a
NON C O N F O N D E R E

L e U S C I T E di N O M I e A G G E T T I V I c o n le U S C I T E d e l l e F O R M E V E R B A L I

- 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e del p r e s e n t e i m p e r a t i v o dei v e r b i
della 1 a c o n i u g a z i o n e attiva
- p a r t i c i p i o p a s s a t o attivo e p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
- a c c o m p a g n a t o d a l l a f o r m a v e r b a l e ESSE dà origine
a l l ' i n f i n i t o p a s s a t o p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
- a c c o m p a g n a t o dalla f o r m a verbale ESSE debitamente c o n i u -
-a gato (cfr q u a d r o sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/ p a s s i v a )
dà origine a l l ' i n d i c a t i v o p e r f e t t o , p i u c c h e p e r f e t t o e f u t u r o
a n t e r i o r e p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
- a c c o m p a g n a t o d a l l a f o r m a v e r b a l e ESSE debitamente
c o n i u g a t o (cfr q u a d r o s i n o t t i c o d e l l e 4 c o n i u g a z i o n i attiva/
p a s s i v a ) d à origine al c o n g i u n t i v o p e r f e t t o e p i u c c h e p e r f e t t o
p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
— a c c o m p a g n a t o dalla forma verbale ESSE debitamente c o n i u -
gato (cfr q u a d r o sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/passiva)
dà origine al p e r f e t t o i n d i c a t i v o , p i u c c h e p e r f e t t o e f u t u r o
a n t e r i o r e p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
-ae
- a c c o m p a g n a t o dalla forma verbale ESSE debitamente c o n i u -
gato (cfr q u a d r o sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/passiva)
d à o r i g i n e al c o n g i u n t i v o p e r f e t t o e p i u c c h e p e r f e t t o
p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
- 1 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i n d i c a t i v o f u t u r o di un v e r b o
della 3 a c o n i u g a z i o n e attiva
- 1 a p e r s o n a s i n g o l a r e del c o n g i u n t i v o p r e s e n t e di un verbo
-am
della 3 a c o n i u g a z i o n e attiva
- a c c o m p a g n a t o d a l l a f o r m a v e r b a l e ESSE dà origine
a l l ' i n f i n i t o p a s s a t o p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
- 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i n d i c a t i v o p r e s e n t e di un v e r b o
della 1 a c o n i u g a z i o n e attiva
- 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e del c o n g i u n t i v o p r e s e n t e di un verbo
-as
della 3 a c o n i u g a z i o n e attiva
- a c c o m p a g n a t o d a l l a f o r m a v e r b a l e ESSE dà origine
a l l ' i n f i n i t o p a s s a t o p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i

R?*? IL MELOGRANO
edizioni peh l a s c u o l a 4"! Latino in Resole
- 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i m p e r a t i v o p r e s e n t e dei verbi
-e
della 2 a c o n i u g a z i o n e attiva
— 1 a p e r s o n a s i n g o l a r e del c o n g i u n t i v o p r e s e n t e di un v e r b o
-em
della 1 a c o n i u g a z i o n e attiva
- 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i n d i c a t i v o p r e s e n t e di un v e r b o
della 2 a c o n i u g a z i o n e attiva
- 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i n d i c a t i v o f u t u r o s e m p l i c e di un
-es
verbo della 3 a c o n i u g a z i o n e attiva
- 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e del c o n g i u n t i v o p r e s e n t e di un verbo
della 1 a c o n i u g a z i o n e attiva
— 1 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i n d i c a t i v o p e r f e t t o di tutte le 4
c o n i u g a z i o n i attive
— 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i m p e r a t i v o p r e s e n t e di un v e r b o
della 4 a c o n i u g a z i o n e attiva
— i n f i n i t o p r e s e n t e p a s s i v o della 3 a c o n i u g a z i o n e
— a c c o m p a g n a t o dalla f o r m a v e r b a l e ESSE debitamente c o n i u -
gato (cfr q u a d r o sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/passiva)
dà origine al i n d i c a t i v o p e r f e t t o , p i u c c h e p e r f e t t o e f u t u r o
a n t e r i o r e p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
— a c c o m p a g n a t o dalla f o r m a verbale ESSE debitamente c o n i u -
gato (cfr q u a d r o sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/passiva)
d à o r i g i n e al c o n g i u n t i v o p e r f e t t o e p i u c c h e p e r f e t t o
p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
— p a r t i c i p i o p r e s e n t e delle 4 c o n i u g a z i o n i attive
— 2 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i n d i c a t i v o p r e s e n t e di un v e r b o
-is
della 3 a e della 4 a c o n i u g a z i o n e attiva
- 1 a p e r s o n a s i n g o l a r e d e l l ' i n d i c a t i v o p r e s e n t e di un v e r b o
-o
della 1 a e della 3 a c o n i u g a z i o n e attiva
— a c c o m p a g n a t o d a l l a f o r m a v e r b a l e ESSE dà origine
-OS
a l l ' i n f i n i t o p a s s a t o p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i

Latino in Resole % g» 23 SMESSESI


-u — s u p i n o passivo
— s u p i n o attivo
— a c c o m p a g n a t o d a l l a f o r m a v e r b a l e ESSE dà origine
a l l ' i n f i n i t o p a s s a t o p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
— a c c o m p a g n a t o dalla forma verbale IRI d à origine a l l ' i n f i n i t o
f u t u r o p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
— participio p a s s a t o passivo
— a c c o m p a g n a t o dalla f o r m a verbale ESSE debitamente c o n i u -
-um
gato (cfr quadro sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/passiva)
dà origine a l l ' i n d i c a t i v o p e r f e t t o , p i u c c h e p e r f e t t o e f u t u r o
a n t e r i o r e p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
a c c o m p a g n a t o dalla f o r m a verbale ESSE debitamente c o n i u -
gato (cfr q u a d r o sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/passiva)
d à o r i g i n e al c o n g i u n t i v o p e r f e t t o e p i u c c h e p e r f e t t o
p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
— participio passivo
— a c c o m p a g n a t o dalla f o r m a verbale ESSE debitamente c o n i u -
gato (cfr q u a d r o sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/passiva)
d à origine a l l ' i n d i c a t i v o p e r f e t t o , p i u c c h e p e r f e t t o e f u t u r o
-US a n t e r i o r e p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i
— a c c o m p a g n a t o dalla f o r m a verbale ESSE debitamente c o n i u -
gato (cfr q u a d r o sinottico delle 4 c o n i u g a z i o n i attiva/passiva)
d à o r i g i n e al c o n g i u n t i v o p e r f e t t o e p i u c c h e p e r f e t t o
p a s s i v o delle 4 c o n i u g a z i o n i

• gli aggettivi della 1 a c l a s s e p o s s o n o u s c i r e al NOMINATIVO e V O C A T I V O


s i n g o l a r e in - e r [ raramente - u r ]

• gli aggettivi della 2 a c l a s s e p o s s o n o u s c i r e al NOMINATIVO in - e r , - i s , - e ,


e in m o d o vario

• gli avverbi nella f o r m a positiva p o s s o n o uscire a n c h e in - e , -er.

W IL MELOGRANO
[ _ w | edizioni per l a s c u o l a 4"! Latino in Resole