Sei sulla pagina 1di 5

DECADENTISMO

1870 1890 anni in cui coesistono naturalismo e decadentismo: il decadentismo


come movimento si consolida dagli anni 80 in poi.
1871 Lettera del veggente di Rimbaud
1883 Langueur poesia di Verlaine in cui il poeta identifica la sua condizione
esistenziale co quellatmosfera di decadenza e di disfacimento presente nellimpero
momento romano al momento della cadenza; a anche lanno delle novelle rusticane
di Verga
1889 Piacere di DAnnunzio e Mastro don Gesualdo di Verga
Via via il naturalismo si perde e il decadentismo si rafforza e abbraccia linizio del 900,
anche se visibile in tutto il 900.
Alcuni elementi del decadentismo sono affini a quelli del naturalismo. Siamo in una
fase in cui si vanno perdendo gli ideali e i valori dell800, ma storicamente la fase
delle crisi di sovrapproduzione, del colonialismo, dellimperialismo e anche delle
migrazioni: 16/17 milioni di italiani andarono in America.
In questo periodo lespressione per cui la borghesia da forza di spinta rivoluzionaria a
forza conservatrice trova corrispondenza la spinta borghese si arresta e questo
periodo vede crollare i tre principi borghesi:

Fraternit;

Uguaglianza;

Libert.

I principi dellIlluminismo sono contraddetti dal nuovo periodo storico.


Il principio di nazione, che negli ideali romantici significava esaltare una nazione come
valori appartenenti ai cittadini di un paese, ora degenera in un nazionalismo fanatico,
inteso fanaticamente come imposizione dei propri valori ad altri popoli.
Il positivismo aveva esaltato lidea della scienza come progresso e felicit delluomo,
ma ora il progresso, la tecnologia, viene incrementata per aumentare la
disuguaglianza.
Eliminati questi valori si impongono nuovi miti:

Il culto dellazione, del bel gesto;

Il culto della violenza in nome di una spartizione di terre (imperialismo);

Il culto della supremazia, della superiorit della razza e la volont di potere di


alcuni paesi, di alcune nazioni che si prefiggono una missione civilizzatrice nei
confronti di altri affermazione della propria nazione.
1

In questo contesto lintellettuale assume due diversi atteggiamenti, che partono


entrambi dalla rottura con la societ, il rifiuto:

Da una parte lartista che sceglie lisolamento, la soggettivit, consapevole


dellimpossibilit di raccontare la realt, cerca di andare al di l della realt
stessa il poeta veggente, colui che vede la poesia come capacit e
possibilit di andare al cuore, al noumeno, della realt e cerca una
corrispondenza tra le cose sar colui che attraverso il simbolismo dar una
propria rappresentazione della realt Pascoli, Baudelaire;

Laltro aspetto rappresentato dal poeta vate artista che aggredisce la


realt: partendo dal presupposto della rottura con la societ, si pone come un
profeta DAnnunzio.

Nel retroterra culturale del decadentismo c la presenza di alcuni filosofi:

Schopenhauer Il mondo come volont e rappresentazione parla di una


volont, di una forza cieca che travolge luomo e gli fa sentire lo scarto
esistenziale tra ci che e ci che vuole essere sar uno degli autori preferiti
di Svevo;

Nietzsche la sua polemica contro gli ideali positivistici, borghesi; la sua


concezione etica di una morale che al di l del bene e del male; il
prospettivismo secondo cui Nietzsche non crede a nessuna verit: esistono solo
le interpretazioni dei fatti Nietzsche arriva a dei miti, come il superuomo
elementi presenti nel decadentismo;

Bergson introduce lidea di un tempo non inteso come una quantit vettoriale
misurabile, ma il concetto di tempo come misura interiore il tempo come
durata interiore uno dei temi presenti soprattutto nel romanzo del 900 e
influenza il decadentismo:

Proust Alla ricerca del tempo perduto parla di un tempo che


soprattutto un recupero memoriale, un tempo interiore. Es: la madeleine
i protagonista nel mangiare la madeleine vede riaffiorare nella mente
una serie di ricordi legati allinfanzia recupero del passato

Joyce fu un grande amico di Svevo. Paralisi incapacit di fare. Legato


al periodo del tempo sono le epifanie: allimprovviso compare un evento,
un qualcosa il protagonista torna indietro con la memoria
influenzato da Bergson

Freud interpretazione dei sogni grande scoperta dellinconscio.

Motivi portanti del decadentismo come fenomeno culturale-artistico:


1. Rifiuto della scienza e la sua impossibilit di spiegare la realt;
2. Privilegiamento dellirrazionale e scoperta dellinconscio
3. Rivalutazione della soggettivismo e dellindividualismo

4. Culto dellazione, della violenza


5. Simbolismo ed estetismo, come le due forme che caratterizzeranno soprattutto
larte (produzione letteraria e produzione artistica)
Decadentismo come fenomeno letterario anno di riferimento il 1883 con la poesia
di Paul Verlaine io sono limpero alla fine della decadenza per indicare la sua
condizione il termine decadente andata ad indicare latteggiamento della cultura
del tempo e a contraddistinguere tutto il movimento, che parte in questi anni ma
attraversa tutto il 900. Nel 1886 c una rivista, Le decadence, dove si identificano
come poeti maledetti e che hanno come caratteristica comune questo atteggiamento
di rottura con la realt: il poeta decadente avverte la separazione tra s e il mondo, la
realt da rappresentare, e sa che pu arrivare a rappresentare la realt attraverso
lintuizione senza la mediazione della ragione poeta simbolista. Rottura con il
presente perch il poeta decadente rifiuta totalmente la societ borghese e ostenta un
modo di vita molto provocatorio: i poeti maledetti hanno un sistema di vita molto
ribelle (Verlaine era sposato ma ebbe una relazione omosessuale con Rimbaud).
Rimbaud scrisse tutto quello che doveva scrivere entro i 20 anni. I poeti maledetti
scrivono in modo provocatorio es Oscar Wilde. In questa rottura col presente c la
consapevolezza che lartista si sente un emarginato, si identifica proprio con i reietti
della societ gli scapigliati avevano anticipato questa rottura con la realt. Poeta
maledetto perch ribelle. Rottura col presente ma anche col passato, tranne
recuperare Baudelaire.
Latteggiamento del poeta decadente quello di avvertire la realt come un mistero e
limpossibilit di coglierne la parte pi profonda. Lapproccio del poeta decadente alla
realt non razionale, ma irrazionale, intuitivo, attraverso la ricerca di analogie,
corrispondenze il genere privilegiato la poesia: la poesia pi libera rispetto alla
prosa da nessi logici e sintattici, la poesia attraverso la brevit del verso pi in grado
di cogliere le corrispondenze e le analogie della realt, la poesia riesce ad arrivare a
quello strato profondo della realt attraverso le analogie. Uno degli aspetti pi
caratterizzanti del decadentismo il simbolismo: il poeta decadente, attraverso la
poesia, va al di l del dato realistico per coglierne il significato pi nascosto, simbolico.
Quello su cui punta il poeta landare al di l della realt percorso iniziato da
Baudelaire anticipatore del simbolismo. Il simbolo qualcosa di misterioso e allusivo
con cui il poeta d la sua interpretazione della realt alquanto diverso dalle
allegorie, figura concreta che rimanda ad un concetto astratto, si basa su un concetto
condivisibile, oggettivo perch il simbolismo un qualcosa di soggettivo. Modo di fare
poesia completamente diverso rispetto al passato: c un modo di fare poesia prima
di Baudelaire e un modo di fare poesia dopo Baudelaire la lezione di Baudelaire
fondamentale.

BAUDELAIRE
Baudelaire nacque nel 1821 in una famiglia borghese. un personaggio strano:
sperpera leredit del padre, usa droghe. Nel 1847 scopre Allan Poe, da cui
affascinato, nel 1848 combatte dalla parte dei rivoltosi, difendendo le posizioni delle
masse popolari, ama atteggiarsi a dendi ( ama i piaceri della vita, vestirsi
elegantemente, qua inteso come artista eccentrico, provocatore, ama esibire la sua
3

diversit, produce unarte che vuole essere scioccante). La sua amante fu una giovane
di colore e scrisse articoli violenti e provocatori. Nel 1857 la pubblicazione de I fiori
del male scaten indignazione processo dovette eliminare alcune poesie e
sostituirle con altre. Mor di sifilide nel 1867.
I fiori del male titolo volutamente provocatorio: il fiore associato alla bellezza
alla gentilezza nellideale di tutti, ma Baudelaire associa il male alla bellezza dei fiori
lamore e il peccato sono entrambi presenti nellanimo umano e il sentimento
spesso solo un pretesto per ritornare a peccare egli vuole che attraverso la sua
poesia emerga il bello ma anche il male, perch coesistono vuole estrarre la
bellezza dal male: anche il male ha la sua bellezza. Baudelaire canta lideale, cio
laspirazione delluomo allinfinito (sensucht romantica), ma anche lo spleen, cio la
noia, uno stato di malinconia, di angoscia di desolazione, di senso di inadeguatezza
portare allestremo le linee romantiche. La sua una poesia che scava nel profondo,
che cerca la bellezza contro i miti della societ a lui contemporanea il mito del
denaro, la volgarit della mentalit borghese. Parla di perdita dellaureola lartista
perde la sua centralit ed consapevole che larte merce, mercificazione che porta
lintellettuale alla vendita del suo prodotto sul mercato pessimo. Lobiettivo dellarte
deve essere quello di cercare lo spirito delluomo e non di mirare al profitto.
LAlbatro, pag 283 uccello marino molto libero, ma quando preso dai marinai non
pu pi muoversi. Simbolicamente diventa lartista, la figura del poeta la cui
grandezza si vede solo quando riesce a muoversi, quando invece viene a contatto con
le persone, con la mercificazione dellarte si perde.
Corrispondenze, pag 281 manifesto della poesia simbolista. Baudelaire spiega
come lunico modo per cogliere la realt, che non si pu descrivere e rappresentare,
bisogna andare oltre lapparenza e cercare il noumeno. La realt una foresta di
simboli che il poeta deve interpretare poeta veggente, che coglie le analogie, le
corrispondenze. La natura una specie di tempio da cui si pu estrapolare, attraverso
il quale si pu raccontare il proprio stato danimo. Associa delle sensazioni provenienti
da dati sensoriali diversi, uditive e olfattive sinestesia una delle figure retoriche
privilegiate dai decadenti. Racconta la poesia come esperienza mistica, come
intuizione.
Spleen, pag 286 racconta quel senso di disagio, di noia esistenziale, di
oppressione in cui versa lanima del poeta, che racconta ci usando un certo
paesaggio, una certa situazione, determinati simboli che devono rimandare al senso di
oppressione. tutto un periodo di subordinate la cui principale in fondo. I simboli a
cui ricorre incutono un senso di angoscia. Serie di riferimenti realistici che rimandano a
uno stato danimo in cui la speranza lontana e domina langoscia.
Baudelaire cambia completamente il modo di scrivere: la poesia suggerisce ma non
esprime. Luso delle analogie crea questo collegamento alogico: non cogli
direttamente il significato.

I POETI MALEDETTI
Il gruppo dei poeti maledetti ha i maggiori rappresentanti in P. Verlaine, A. Rimbaud, S.
Mallarm. Il punto di riferimento Corrispondenze di Baudelaire il primo che ha

dato corrispondenza simbolica alla realt. Poeti maledetti perch furono, a parte
Mallarm, personaggi particolari.

RIMBAUD
Rimbaud produsse tutta la sua opera tra i 16 e i 19 anni. Spirito irrequieto,
provocatore. Quando incontra Verlaine, tra i due nasce una affinit intellettuale e fisica
che porter a una relazione tempestosa per venirne fuori Verlaine spara a Rimbaud
processo. Rimbaud continua nel suo vagabondaggio: fa il mercante di armi in Africa,
dove gli viene diagnosticato un tumore alla gamba amputata. Muore a 37 anni.
Negli anni della sua massima espressione poetica,