Sei sulla pagina 1di 22

Linfopoiesi

Staminali
l multipotenti
l
CFUCFU
-Ly
L , si dividono
d d
nell
midollo osseo e formano
CFU
CFU-LyB
L B

si dividono varie volte dando origine a linfociti B


p
, che esprimono
p
marker di superficie
p
immunocompetenti
tipici.
Nei mammiferi gli eventi si verificano nel midollo osseo

CFU
CFU-LyT

danno origine a linfociti T immunocompetenti, che migrano al


timo dove proliferano, maturano ed incominciano ad
esprimere
i
i marker
k di superficie.
fi i
Elevata selezione ad opera del timo stesso e dei macrofagi

Linfociti migrano negli organi linfoidi,


linfoidi milza e
linfonodi, dove formano cloni di cellule
immunocompetenti
mm
mp

Linfopoiesi
La linfopoiesi
avviene nel
midollo osseo
e timo.
ti
I linfo B
risiedono in
linfonodi e
milza

timosina

Organi linfatici

C t li ((primari)
Centrali
i
i)
Midollo osseo
Timo

Periferici (secondari)
Linfonodi
Milza

Il sistema degli organi linfatici un complesso di strutture


anatomiche
i h in
i cuii i linfociti
li f i i sii moltiplicano,
l i li
sii differenziano
diff
i
e
da cui migrano per andare ad esplicare le funzioni difensive
specifiche.
specifiche

Midollo Osseo
Fonte di tutte le
componenti
cellulari del
sistema
i
immunitario
it i

Posizionato
dietro il
manubrio
b i
dello sterno
parte superoant. del
mediastino
Cellule
reticolari
(producono
ormoni timici)
formano i
corp di
Hassal

Timo

Morfologia
d l Timo
del

Corticale

Strato scuro
esterno
Contiene Linfociti T
immaturi

Midollare
Mid ll

Maggioranza di
cellule endoteliali
Linfociti T maturi
Corpuscoli di

Hassall producono
ormoni

I capillari
ill i timici
i i i non
consentono liberi scambi=
barriera emato
emato-timica

Funzioni del Timo

Organo linfoide
primario deputato alla
primario,
produzione di Linfociti T

i
t ti
immunocompetenti
n
p la
a pu
r
Involve
dopo
pubert

Linvoluzione
L
involuzione del timo segnata
da una progressiva infiltrazione
di grasso dalla corticale alla
midollare che tende a
sostituire il parenchima prima
ricco di linfociti.

Milza
La milza posta nella cavit addominale, nellipocondrio sinistro, la
parte
t anteriore
t i
in
i rapporto
t con la
l grande
d curvatura
t
dello
d ll stomaco
t
(legamento gastro-splenico), quella posteriore con rene e surrene sx.

Anteriore

Posteriore

Milza
E avvolta
lt dalla
d ll sierosa
i
peritoneale
in corrispondenza della faccia
mediale, concava si osserva
lilo,
dove passano vasi e nervi.
E rivestita da una capsula che
sii addentra
dd t formando
f
d
delle trabecole.

Struttura della milza

Capsula
p
Sottile ma piuttosto densa

Circolazione splenica complessa


Arterie trabecolari
Vene
V
trabecolari,
b
l i sinusoidi
i
idi

Milza
Polpa rossa

Vena
splenica

Vena
Arteria

Polpa bianca
Sinusoidi
Trabecole

Arteria
splenica

Molti vasi sanguigni e sinusoidi


Lart. lienale forma art. trabecolari che formano arteriole che circondano
porzioni di polpa bianca

Funzioni della Milza

La milza svolge per il sangue ci che i linfonodi


svolgono per la linfa

Polpa
P l Bianca
Bi

Tessuto linfoide che si attiva in


risposta agli antigeni circolanti e che
contiene i corpuscoli lienali di Malpighi
(linfociti B)

Polpa
P l Rossa
R
Rimuove
m
gli
g eritrociti "vecchi
Fibre reticolari
Sinusoidi
Si
idi ((senii venosi)
i)
Macrofagi

Struttura della Milza


Polpa bianca
Tessuto linfatico diffuso
Corpuscoli lienali di Malpighi
(follicoli linfatici primari e
secondari
che
contengono
linfoB)
Polpa rossa
Seni
Seni venosi (sinusoidi)
Cordoni splenici di Billroth:
insieme di fibroblasti, eritrociti,
macrofagi,
f i granulociti
l iti e linfociti
li f iti
Dove avviene lemocateresi

Funzioni della Milza


Le due zone del parenchima splenico, sono in rapporto alle due
principali funzioni che svolge la milza quale
organo linfopoietico: nella polpa bianca vengono prodotti
linfociti B,
B
organo emocateretico: la polpa rossa grazie alla presenza di
macrofagi
g costituise un luogo
g di distruzione di cellule del sangue,
g
principalmente eritrociti anomali e vecchi.
Avvio risposta immunitaria: mediante contatto con antigeni
circolanti
i l ti
La milza rappresenta anche un importante serbatoio di sangue per
la presenza di una complessa rete di vasi e seni vascolari.

Linfonodi
I linfonodi sono piccoli organi ovalari di dimensioni variabili
situati lungo
g il percorso
p
dei vasi linfatici, disposti
p
in gruppi.
g pp

I li
linfonodi
f
di sono rivestiti
i
titi da
d una capsula
l fibrosa
fib
che
h
penetra formando setti: le trabecole . Il parenchima del
linfonodo forma la corticale e la midollare.
midollare
Vaso aff
midollare

seno sottocapsulare corticale sup


seni midollari ilo vaso eff.

Paracorticale

Funzione dei Linfonodi

Pieni
Pi i di li
linfociti
f iti B e T
Produzione di linfociti
B e T
Filtrazione della linfa
I linfonodi non sono solo
centri di produzione dei
linfociti, ma
il luogo dove essi vengono
a contatto con eventuali
antigeni che ne stimolano
la immunocompetenza.

capsula

corticale
paracorticale
midollare

Corticale e Midollare
Nella corteccia sono presenti i
follicoli o noduli linfatici,
provvisti
i i di
Un centro germinativo, principale
sede di formazione dei linfociti B.
B
Le zone paracorticali sono invece
sede di produzione di linfociti T.
nella zona midollare si organizzano
cordoni
d i e senii midollari
id ll i dove
d
si ha la trasformazione in
plasmacellule che sintetizzano le
immunoglobuline.
Il parenchima formato anche da
una complessa rete di fibre reticolari
e fibroblasti.

Tessuto linfatico
No capsula:
Bordi
di non netti,
i sparso nellorganismo
ll
i

Tessuto linfoide associato alle


mucose (MALT)
Mucose degli
apparatii
Gastro-intestinale
Respiratorio
Urinario

Cellule mobili
A
Aggregati
ti diffusi
diff i di
cellule

GALT

Tessuto linfoide associato allintestino

Placche del Peyer


y
Intestino tenue (Ileo)
p g , catturano antigeni
g
e
Cellule M, con micropieghe,
li trasferiscono ai macrofagi

Tonsille,, Adenoidi

Tonsille, adenoidi
Masse di tessuto linfatico nella naso-faringe
g
Filtrano i patogeni che entrano dal naso e dalla bocca
Presenza di follicoli secondari
Tonsille faringee (adenoidi)
Tonsille palatine
Tonsille linguali

Appendice
pp
Massa di tessuto linfoide
che pende al fondo del
colon ascendente
Linfociti B e T