Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Primo piano

4-5

Diocesi

Gioved
Gioved
17 settembre 2015

17 settembre 2015

anno XLVIII (nuova serie)

numero 32

32

Chiesa

Attualit

11

Dante Alighieri
e Cesena: ecco
i punti in comune

Operatori pastorali
Incontro diocesano
a SantAgostino

Papa Francesco
in ascolto
delle famiglie

Il cardinale Bagnasco
lancia un appello
dalla Terra Santa

citt citata nella


e due ceseLnatiaCommedia
se ne sono occupati.

ppuntamento per tutti domenica 20 setA


tembre alle 15 per lAs-

na prima testimonianza delle tre famiglie che


U
sabato 3 ottobre, in piazza

oi vescovi europei
siamo qui per dare
N
un segnale di stima e gra-

Gli appuntamenti nel


750esimo della nascita

semblea di avvio del nuovo anno pastorale

San Pietro, parteciperanno


alla Veglia per il Sinodo

titudine. La comunit internazionale isoli i tiranni

Editoriale
La fede e le opere

Sono arrivate sei ragazze africane ospitate dalla Diocesi nellex Seminario

di Francesco Zanotti

qualcuno sar sembrata fatta apposta.


Qualcun altro non se ne sar neppure
accorto. La seconda lettura della
Messa di domenica scorsa ha proposto un
brano tratto dalla lettera di San Giacomo.
Pochi versetti, ma densissimi e di estrema
attualit, viste le emergenze del momento
sul versante profughi-immigratiaccoglienza.
Ecco una breve citazione. Se un fratello o
una sorella sono senza vestiti sprovvisti del
cibo quotidiano e uno di voi dice loro:
Andatevene in pace, riscaldatevi e saziatevi,
ma non date loro il necessario per il corpo, a
che cosa serve? Cos anche la fede: se non
seguita dalle opere, in se stessa morta.
E chi il mio prossimo?, venne chiesto un
giorno a Ges. E lui rispose: Un uomo
scendeva da Gerusalemme a Gerico e cadde
nelle mani dei briganti. ancora oggi la
domanda pi ricorrente. La stessa di allora:
chi il mio prossimo? Rimasta identica in
tutti questi secoli. Signore, dove ti vedo?
Dove sei, perch io ti possa aiutare?
Ogni volta che avete fatto tutto questo a uno
di questi piccoli scritto ancora nella
Sacra Scrittura. Eppure non ci crediamo.
Facciamo i distinguo. Voltiamo lo sguardo
dallaltra parte. Anzi, peggio ancora: diamo
istruzioni, come ricorda Giacomo nella sua
lettera da rileggere dun fiato. Andatevene
in pace e saziatevi. Che equivale a dire: non
importunateci. Ma se non diamo loro il
necessario, come facciamo a dormire
tranquilli?
La nostra fede senza le opere in se stessa
morta. Le nostre troppe parole senza la
condivisione alimentano solo il bla bla.
tutto un fiorire di commenti, di consigli, di
raccomandazioni, di buonismo e di devono
fare di pi le Istituzioni. Dove andato a
finire lo Stato? Ci pensino anche gli altri,
lUnione europea. Limportante che non
vengano in casa nostra, neppure vicino a
casa nostra.
Ci siamo dimenticati la Parola di Dio. La
conosciamo, ma non la pratichiamo. O forse,
pensiamo di conoscerla. In realt neppure la
ascoltiamo, la domenica in chiesa.
Basterebbero quelle sole letture. Sarebbero
sufficienti le invocazioni allinizio e alla fine
della Messa: la pace sia con voi e andate
in pace. Invece siamo superficiali e il
Vangelo ci scivola via come acqua sul vetro.
Papa Francesco ricorda spesso uno dei mali
di noi credenti. Stiamo attenti alla
mondanit spirituale, ammonisce. Attenti a
verniciare di una patina mezza ispirata a
Cristo il nostro modo di vivere che di Lui ha
poco o nulla. Ci riporta allessenziale San
Giacomo (4,14): Non sapete quale sar
domani la vostra vita.

Sarsina accoglie
i profughi

PIAZZA PLAUTO E LA CONCATTEDRALE


A SARSINA

Anche a Sarsina sono arrivati i primi profughi. Anzi, profughe, dato che
si tratta di sei donne, cinque nigeriane e una del Ghana.
Sono ospitate dalla Diocesi nei locali dellex Seminario. La parrocchia si
sta mobilitando per accogliere queste ragazze, fuggite da situazioni di
guerra e miseria. Il parroco don Renato Serra in prima fila per coordinare limpegno delle Caritas della zona.
A gestire i profughi una cooperativa sociale. Ora, oltre lemergenza e
il primo aiuto, serve laccoglienza della comunit, cos come a San Piero
in Bagno, ad Alfero e a Cesenatico dove i profughi si trovano da pi
tempo.
Servizio a pagina 17

Cesena

12

Cesenatico

15

Ministranti
Un gruppo
ricevuto in Vaticano

A Ponente
lavori in corso
anti-allagamenti

Solidariet

Sport

18

Il Disegno
Una festa
per i primi 30 anni

21

Domenica
a Longiano
si corre la 2xBene

Opinioni

Gioved 17 settembre 2015

La scomodaverite la ricetta di Juncker


JEAN-CLAUDE JUNCKER, LUSSEMBURGHESE,
DA CIRCA UN ANNO PRESIDENTE
DELLA COMMISSIONE EUROPEA
(FOTO ARCHIVIO SIR)

Il presidente della Commissione


Jean-Claude Juncker segnala
che allUnione europea manca lunit
e manca anche lEuropa.
Servono solidariet e risposte comuni
alle sfide in atto

Calcio. Solo sui campi di serie B


Cartellino verde
Bene, ma per tutti!
osso, giallo,
verde. Non si
tratta di un
semaforo
stradale, ma della nuova
gamma di cartellini a
disposizione degli
arbitri di calcio, per ora
soltanto nel campionato
di serie B. Da
quest'anno, infatti, ai
tradizionali rosso e
giallo, si aggiunta
anche la possibilit di assegnare, a fine partita, un
cartellino verde al giocatore che si distinguer per
gesti significativi (a giudizio della terna arbitrale) di
fair play. Un nuovo cartellino che non ha quindi
valore disciplinare, bens morale. E alla fine del
campionato, il giocatore che ne avr collezionati di
pi sar premiato.
Uniniziativa simbolica, dunque, promossa dal
comitato etico della Lega serie B, allinterno di un
progetto pi complessivo che intende riportare al
centro la questione del rispetto, della credibilit, dal
fair play, dei principi e dei valori del gioco del calcio,
chiarisce Andrea Abodi, presidente della Lega.
Da sempre il verde il colore della speranza ed bello
che sia proprio il mondo del calcio, cos sfigurato da
continui scandali e vicissitudini decisamente antisportive, a dare simbolicamente un segnale di voglia
di riscatto. Evidentemente, c ancora spazio per
esibire il verde, per mettere in evidenza e premiare
chi continua a vivere lo sport (pur professionistico)
come unesperienza di valori umani, di onest,
rispetto e solidariet, persino nei confronti degli
avversari!
Una piccola lezione di riscatto civico che, quasi quasi,
meriterebbe di essere estesa nelle forme adeguate anche alla vita sociale. E, forse, contribuirebbe a

Europa in cui voglio vivere quella dei volontari che accolgono i


profughi, che tendono loro la mano lungo il confine tra due Stati, in una
stazione ferroviaria, in un centro di primo ristoro L'Europa di quei
cittadini che vedono nei migranti delle persone da aiutare, senza badare
al loro passaporto, all'etnia, al credo religioso. Neppure alla convenienza o ai
violenti discorsi dei populisti di ogni sorta. Jean-Claude Juncker, lussemburghese,
per quasi vent'anni premier nel Granducato, da meno di un anno presidente della
Commissione europea, ha da tempo abituato gli osservatori a smarcarsi da una
certa ufficialit e dai rituali che risiedono nei palazzi comunitari. Rivolgendosi
oggi al Parlamento Ue, a Strasburgo, per il suo primo discorso sullo Stato
dell'Unione, snocciola una serie di priorit per rispondere alle innumerevoli
sfide che l'Ue ha di fronte.
Cos al primo posto Juncker colloca la questione dei rifugiati, ma non trascura il
caso-Grecia, la situazione economica e occupazionale del Vecchio continente, il
tema della sicurezza, l'Unione dell'energia e l'Unione monetaria, i dubbi
britannici sulla permanenza nella casa comune. Interrotto di tanto in tanto da
qualche isolata voce euroscettica, risponde educato ma fermo: e l'emiciclo
stracolmo di eurodeputati gli riserva una lunga serie di applausi. Sono tre i
termini evocati e un quarto resta forse sottinteso attorno ai quali imbastisce il
suo intervento, che nei fatti sar il programma di lavoro della Commissione per i
prossimi dodici mesi: verit, unit, solidariet.

La fotografia

Le tenniste italiane Flavia Pennetta (a sinistra) e Roberta Vinci hanno scritto la storia del tennis italiano. Amiche da sempre, sono state le protagonistedella finale degli Us Open, a New York, sabato12 settembre, che ha visto salire sul gradino pi alto Flavia Pennetta. Un
risultato storico per il nostro tennis, con due italiane per la prima
volta in finale sia sui campi di Flushing Meadows sia in un torneo
dello Slam. Nelle semifinali la brindisina, classe 1982, testa di serie
numero 26, ha sconfitto la romena Simona Halep, la numero 2 del
mondo. Ma limpresa pi incredibile lha compiuta la tarantina Roberta Vinci, classe 1983, la numero 43 del mondo, che ha battuto in
una partita durissima la numero uno del mondo Serena Williams in
tre set. (foto Sir)
rieducare la comunit ad una verit tanto semplice quanto autoevidente:
fare il bene, nelle sue varie espressioni, un valore che ci rende migliori,
personalmente e nella vita comune.
Ci sia consentito, per, un piccolo appunto ai promotori del nuovo
cartellino verde: visto il suo valore di promozione civica e morale,
perch relegarlo solo alla serie B e non a tutte le categorie, a cominciare
dalla serie A? O forse, i calciatori dlite sono troppo presi da altri
interessi di alto valore per occuparsi di fair play, nel gioco come nella
vita?
www.agensir.it

il momento della verit per l'Europa,


afferma. La nostra Unione europea
non versa in buone condizioni. Manca
l'unione in questa Ue, e manca anche
l'Europa. Juncker, pragmatico non
meno che idealista, sottolinea come le
innumerevoli sfide che richiedono una
risposta efficace da parte dei 28 non
possono attendere oltre. Preso atto delle
differenti posizioni e dei divergenti
interessi che emergono a ogni passo tra
gli Stati membri (una verit che non si
pu tacere), occorre ripartire da
secondo elemento una unit di
intenti, perch gli ostacoli da superare
vanno ben oltre la capacit di risposta
dei singoli Paesi. L'Ue deve riscoprire di
essere fondata avverte il capo
dell'Esecutivo sulla solidariet, il
cemento che dal dopoguerra tiene
insieme Paesi diversi per storia, lingua,
cultura e interessi d'ogni sorta.
Oggi la priorit e deve essere la crisi
dei rifugiati, spiega Juncker. Servono
regole (quelle sull'asilo ci sono, ma
vanno rispettate), determinazione
politica e soldi. Non nega che le folle di
migranti in arrivo da Africa e Medio
Oriente, attraverso il Mediterraneo e la
rotta balcanica, siano un problema e
un costo. Ma ne prende atto e cerca
come dovrebbe fare la politica in senso
ampio - la soluzione pi praticabile.
Il lussemburghese vola alto nel discorso
di Strasburgo, sapendo che nella
ritrovata accoglienza dei rifugiati si
sperimenta in questa fase una
embrionale volont e capacit degli
europei di procedere insieme. Si tratta
di una questione di umanit, dice.
Stiamo combattendo contro lo Stato
islamico, perch non dovremmo essere
pronti ad accettare le persone che
fuggono dai Paesi martoriati dall'Isis,
dalle violenze o dalla fame?
Tutte le altre sfide dal lavoro
all'Ucraina, dal trattato commerciale
con gli Stati Uniti all'Agenda digitale,
dal mercato unico alla difesa
dell'ambiente, fino al referendum
britannico sulla permanenza
nell'Unione possono essere superate
in questo triplice spirito di verit, unit
e solidariet. Davanti a s, nell'aula di
Strasburgo, Juncker ha gli eurodeputati;
ma si intuisce che con una certa enfasi
il presidente della Commissione
vorrebbe rivolgersi direttamente ai
cittadini europei. Cos che il quarto
termine per la nuova Europa di JeanClaude sembrerebbe essere
responsabilit. Responsabilit
individuale e collettiva, con la quale si
costruiscono le democrazie
partecipative. Un'Europa oltre le
cancellerie, oltre i nazionalismi, oltre i
muri che risorgono dopo la
provvidenziale caduta della Cortina di
ferro.
Gianni Borsa

Gioved 17 settembre 2015

Primo piano

750 dalla nascita Se non litaliano pi famoso, di certo il pi studiato al mondo

Viaggio a Dante
Dante Alighieri litaliano se non pi
famoso certamente pi studiato nel
mondo. Si aperto questanno, 750
della nascita (Firenze 1265), un cantiere di studi e iniziative destinato a
chiudersi fra sette anni, quando ricorrer il 700 della morte (Ravenna
1321). Tutto il Paese mobilitato, con
un livello di coinvolgimento che non
ha precedenti: basti citare limpresa
maggiore in campo editoriale (Salerno Editrice, Roma), che porter alla
nuova edizione commentata delle
Opere di Dante (7 volumi in 14 tomi),
al censimento dei commenti danteschi
(703 manoscritti antichi) e alledizione
nazionale degli stessi (250 commentatori). Neppure simmagina quanto
produrr la comunit scientifica planetaria in termini di convegni, lectu-

rae e pubblicazioni (un calcolo forse


per difetto condensa in ben 360 le manifestazioni nel mondo per il solo
2015). Cifre da capogiro; un vero monumento culturale al padre della lingua italiana, allesule fiorentino, al divino e sommo poeta, al padre Dante
(la sola sfilza dei suoi epiteti traduce
la levatura di un grande uomo e di un
grande autore).
Che cosa in lui da sempre hanno visto
oltre allartefice della Commedia, il
poema sacro / al quale ha posto mano e cielo e terra (Paradiso XXV, 1-2)
il dotto e la persona comune, lo specialista e il semplice lettore, la comunit scolastica e quella ecclesiastica?
Un uomo che ha preso sul serio la vita
in tutti i suoi aspetti dolorosi e lieti;
impregnato dindomabile anelito alla

verit e alla libert; con i piedi per terra e lo sguardo fisso al cielo; che ha vissuto da allievo ed divenuto maestro;
insaziabilmente nutrito di ricerca e di
domanda di bellezza, infinito e assoluto; il prototipo dellhomo viator e del
pellegrino, capace di uscire dalla selva oscura per riveder le stelle, di
scalare la montagna e raggiungere la
mta pi alta. Un poeta antico e modernissimo perch capace di parlare,
con un linguaggio universale, alluomo di ogni tempo ed et. Un autore che
testimonia la visione del mondo e delluomo che il cristianesimo port in
Europa, nellEuropa greco-romana,
trasformandone la cultura e la storia
(A. M. Chiavacci Leonardi). Ecco perch Dante sommo. Da sempre. A tutte le latitudini. (Mm)

Alighieri E giudicato il pi grande poeta di tutti i tempi. Anche Cesena citata nellaDivina
Commedia. Per lanniversario previsti eventi in tutto il mondo

Appuntamenti dalle grandi cifre


di Marino Mengozzi
ra il 13 e il 14 settembre
1321 a Ravenna chiudeva la sua esistenza terrena Dante Alighieri. Nel
2015 hanno preso avvio le celebrazioni per il 750 della nascita e si concluderanno nel 2021
per il 700 della morte. Per avere unidea della grandezza di
questo genio basta dire che nel
corrente anno sono previste
187 manifestazioni in Italia e
173 allestero. Cifre strabilianti!
Quale la ragione? Delle due
luna: o una pazza mania planetaria, o il degno tributo a un
gigante dellumanit. Dante
considerato il pi grande poeta
di tutti i tempi: ne era convinto
Eliot e forse non si sbagliava.
Come e quanto lha considerato la Chiesa? Perch anche Cesena si trova nella Divina Commedia, difesa nel Cinquecento
proprio da un cesenate e nel
Novecento additata da un nostro santo prete?

DANTE E LA CHIESA
Dante nostro:
laffermazione contenuta
nellenciclica In praeclara
summorum di papa Benedetto
XV (Giacomo Della Chiesa),
che nel 1921 solennizzava il VI
centenario della morte. Quel
sintagma sarebbe stato ripreso
dal beato Paolo VI nella lettera
apostolica Altissimi cantus,
emanata da Montini (nel 1965
per i sette secoli dalla nascita)
che precisava: ci affermiamo
non gi per farne ambizioso
trofeo di gloria egoista, quanto
piuttosto per ricordare a noi
stessi il dovere di riconoscerlo
tale, e di esplorare nellopera
sua gli inestimabili tesori del
pensiero e del sentimento
cristiano, convinti come siamo
che solo chi penetra nellanima
religiosa del sovrano Poeta pu
a fondo comprenderne e
gustarne le meravigliose
spirituali ricchezze (11). San
Giovanni Paolo II notava che a
distanza di quasi sette secoli
larte di Dante, evocando

sublimi emozioni e supreme


certezze, si rivela ancora
capace di infondere coraggio e
speranza, orientando la
difficile ricerca esistenziale
delluomo del nostro tempo
verso la Verit che non
tramonta (Parole al termine
della lettura dantesca da parte
del prof. Vittorio Sermonti,
Castel Gandolfo, 31 agosto
1997). Benedetto XVI (che gi
aveva citato Dante nella sua
Introduzione al cristianesimo)
a proposito della prima
enciclica Deus caritas est
spiegava di aver voluto
tentare di esprimere per il
nostro tempo e per la nostra
esistenza qualcosa di quello
che Dante nella sua visione
[Paradiso XXXIII] ha
ricapitolato in modo audace
(Ai partecipanti a un congresso
del Pontificio Consiglio Cor
Unum, 23 gennaio 2006). E
papa Francesco il 4 maggio
scorso ha inviato un messaggio
al card. Gianfranco Ravasi,
presidente del Pontificio
Consiglio della Cultura, per la
solenne celebrazione del 750

tenuta al Senato della


Repubblica: in esso rammenta
che nella mia prima enciclica,
Lumen fidei, ho scelto anchio
di attingere a quellimmenso
patrimonio di immagini, di
simboli, di valori costituito
dallopera dantesca. E alla
vigilia del Giubileo
straordinario della
Misericordia precisa: La
Commedia pu essere letta
come un grande itinerario,
anzi come un vero
pellegrinaggio, sia personale e
interiore, sia comunitario,
ecclesiale, sociale e storico.
Essa rappresenta il paradigma
di ogni autentico viaggio in cui
lumanit chiamata a lasciare
quella che Dante definisce
laiuola che ci fa tanto feroci
(Paradiso XX, 151) per giungere
a una nuova condizione,
segnata dallarmonia, dalla
pace, dalla felicit. questo
lorizzonte di ogni autentico
umanesimo. Dante , dunque,
profeta di speranza,
annunciatore della possibilit
del riscatto, della liberazione,
del cambiamento profondo di

ogni uomo e donna, di tutta


lumanit. Egli ci invita ancora
una volta a ritrovare il senso
perduto o offuscato del nostro
percorso umano e a sperare di
rivedere lorizzonte luminoso
in cui brilla in pienezza la
dignit della persona umana.
Onorando Dante Alighieri,
come gi ci invitava a fare
Paolo VI, noi potremo
arricchirci della sua esperienza
per attraversare le tante selve
oscure ancora disseminate
nella nostra terra e compiere
felicemente il nostro
pellegrinaggio nella storia, per
giungere alla mta sognata e
desiderata da ogni uomo:
lamor che move il sole e
laltre stelle (Paradiso XXXIII,
145).
davvero singolare il tributo
offerto dal Magistero al
sommo Poeta: al quale ha
riconosciuto lintima unione
con la Cattedra di Pietro,
giungendo a definire il poema
un compendio delle leggi
divine e il poeta il cantore e
laraldo pi eloquente del
pensiero cristiano (Benedetto

XV). Per non tacere


lammirazione davvero
speciale di Paolo VI: istitu alla
Cattolica di Milano una
cattedra di Studi danteschi,
invi allarcivescovo di
Ravenna una croce doro per la
tomba del poeta e
allarcivescovo di Firenze
unaurea corona dalloro per il
Battistero di San Giovanni, al
termine del Concilio Vaticano
II don ai partecipanti
unedizione pregiata della
Commedia.
Infine, ben noto che la
celebre e preziosissima
preghiera alla Madonna che
Dante mette in bocca a san
Bernardo (Paradiso XXXIII, 139: Vergine Madre, figlia del
tuo Figlio, / umile e alta pi
che creatura, / termine fisso
deterno consiglio []) stata
introdotta nella Liturgia delle
Ore, come inno del Comune
della Vergine Maria. Qui
davvero il pensiero teologico
mariano di Dante si vestito di
sublime, altissima poesia.
DANTE NELLE CHIESE
E NELLARTE
I grandi artisti non potevano
rimanere insensibili davanti
alla forza e alla pregnanza del
messaggio dantesco veicolato
dalla Commedia: ecco perch
troviamo Dante raffigurato
nelle chiese e nei pi elevati
luoghi darte. A Firenze Giotto
lo inserisce nella cappella della
Maddalena al palazzo del
Bargello, Andrea del Castagno
nel cenacolo del convento di
SantApollonia, Domenico di
Michelino nella basilica di
Santa Maria del Fiore; a
Orvieto Luca Signorelli lo ritrae
nel Giudizio universale della
cappella di San Brizio in
Duomo; in Vaticano per
Michelangelo la fonte del
Giudizio universale nella
cappella Sistina, mentre
Raffaello lo colloca tanto nel
Parnaso quanto nella Disputa
del Sacramento della Stanza
della Segnatura. E lelenco
sarebbe lungo!

Primo piano

Gioved 17 settembre 2015

Dante Alighieri Un cesenate del passato, Jacopo Mazzoni, ha difeso a spada tratta il poeta
E anche il canonico don Carlo Baronio se ne occup, insieme a numerosi altri sacerdoti

Cesena nella Commedia


quindi collocato in
Malatestiana (1803), nella sala
intermedia alle due
pubbliche librerie;
attualmente si trova nel
corridoio della Comandini.
Una bella opera darte
acquistata a Venezia, in marmi
policromi e di buona fattura
(come mostra la foto di Ivano
Giovannini), in discrete
condizioni di conservazione se
si considerano le sue infinite
peripezie. Giustamente il
nostro Mazzoni si meritato
una voce nel monumento
della dantistica moderna qual
lEnciclopedia dantesca della
Treccani.

ella lapide marmorea


che campeggia in
piazza del Popolo
(piccolo monumento
epigrafico alla storia urbana e
alla memoria dantesca,
secondo il costume un tempo
caro ai luoghi visitati o citati
dal Fiorentino nel divino
poema) incisa la terzina
dedicata a Cesena nella
Commedia dellAlighieri. Vi si
legge: E quella cu il Savio
bagna il fianco, / cos com ella
sie tra l piano e l monte, / tra
tirannia si vive e stato franco
(Inferno, XXVII, vv. 52-54).
Questo il significato: E la citt
di Cesena, bagnata su un
fianco dal fiume Savio, allo
stesso modo che
geograficamente situata tra
pianura e montagna, cos
politicamente in una
situazione aperta e
intermedia, con alternanza di
tirannia e libert. I tre versi,
vera e propria descrizionedefinizione, sono parte della
risposta che Dante, sollecitato
da Virgilio che in realt era
linterpellato, porge a Guido
da Montefeltro (1220ca.-1298),
che aveva chiesto: dimmi se
Romagnuoli han pace o
guerra; / chio fui di monti l
intra Orbino / e l giogo di che
Tever si diserra (vv. 28-30:
dimmi se i Romagnoli vivono
in pace o in guerra, perch
anchio nacqui in quella
regione montuosa, il
Montefeltro, situata fra Urbino
e il rilievo appenninico da cui
scaturisce il Tevere, cio in
Romagna). Questa la risposta
del poeta: Romagna tua non
, e non fu mai, / sanza guerra
ne cuor de suoi tiranni; / ma
n palese nessuna or vi lasciai.
/ Ravenna sta come stata
molt anni: / laguglia da
Polenta la si cova, / s che
Cervia ricuopre co suoi vanni.
/ La terra che f gi la lunga
prova / e di Franceschi
sanguinoso mucchio, / sotto le
branche verdi si ritrova. / E l
mastin vecchio e l nuovo da
Verrucchio, / che fecer di
Montagna il mal governo, / l
dove soglion fan di denti
succhio. / Le citt di Lamone e
di Santerno / conduce il
loncel dal nido bianco, / che
muta parte da la state al
verno (vv. 37-51: La tua
Romagna non e non mai
stata priva di guerre nel cuore
dei suoi signorotti; ma in
questo momento non vi
alcuna guerra in atto. Ravenna
si trova sotto la signoria che la
governa da molto tempo:
laquila dei da Polenta la tiene
gelosamente sotto di s, in
modo da arrivare a ricoprire

La lapide sul muro della Rocca


in piazza del Popolo a Cesena

con le sue ali anche Cervia. La


citt di Forl, che gi sostenne
il lungo assedio guelfo e comp
una cruenta strage di truppe
francesi, preda dei verdi
artigli leonini degli Ordelaffi. E
Malatesta da Verucchio e il
figlio Malatestino, signori di
Rimini, che fecero strazio di
Montagna dei Parcitati (la
prima famiglia ghibellina
riminese), dove solevano
adoperano ancora i denti
come succhielli per mordere e
sbranare i propri nemici.
Faenza, sul fiume Lamone, e
Imola, presso il Santerno, sono
rette dal leone azzurro in
campo bianco di Maghinardo
dei Pagani da Susinana, loro
signore che cambia partito
continuamente, ghibellino in
Romagna e guelfo in
Toscana).
Il discorso di Dante che pone
la nostra citt ultima fra le
sette citate (Ravenna, Cervia,
Forl, Rimini, Faenza, Imola e
Cesena) descrive e denuncia
la situazione etico-politica
della Romagna
contemporanea con un
linguaggio fortemente
allusivo, tutto imperniato su
simboli e perifrasi araldiche (le
citt assomigliano alle bestie
feroci degli stemmi dei loro
tiranni). Ma funge anche da
sfondo al conte Guido di
Montefeltro, dal momento che
quella terra percorsa da
violenza e sopruso fu teatro
delle sue imprese (dunque un
preambolo analogo al canto di
Francesca, quando Virgilio
elenca le donne antiche e
cavalieri che nellamore
trovarono la morte: qui un
costume letterario, l un
costume politico). Eppure
Cesena, non a caso citata alla
fine della sequenza, si

distingue dalle altre per un


diverso e migliore status di
governo. Il merito a giudizio
di Dante che dunque mostra
di ben conoscere la realt della
nostra citt va alla signoria di
Galasso di Montefeltro (12951300), cugino del conte Guido,
capitano del popolo nel 1296 e
podest dal 1298 al 1300, anno
della morte (cui seguir il
governo di Federico di
Montefeltro, figlio di Guido, e
nel 1301 la legazione pontificia
di Matteo dAcquasparta). Al
Galasso sostenitore della parte
ghibellina Dante si era riferito
anche in Convivio IV, XI 14: E
cui non ancora nel cuore []
Galasso di Montefeltro?
Quando della [sua] messione
si fa menzione, [] amore [si
ha] alla memoria di [costui].
Ci troviamo nellottava bolgia
dellinferno, ove sono puniti i
consiglieri fraudolenti: ad essa
Dante dedica due canti, il
XXVI e il XXVII, che si
strutturano in evidente
parallelismo ma pure in forte
contrasto. Nel primo domina
la celebre figura di Ulisse: un
eroe del mito, forse il pi
suggestivo di tutta lantichit;
nel secondo troneggia Guido
da Montefeltro, un
protagonista della storia, anzi
della cronaca contemporanea
al poeta. Entrambi i
personaggi marcano di
drammaticit il loro racconto,
reso eterno dallaltezza
poetica dellAlighieri. Dopo le
vicende tragiche delleroe
greco, quelle del conte
feretrano (condottiero di
grande fama, celebre per
astuzia e valore) e la
digressione sulla Romagna
riportano la narrazione alla
storia contemporanea. Ma a
Guido, vale a dire a Dante, non

interessa tanto il violento


municipalismo romagnolo: e
infatti il discorso cade sul
tema della salvezza eterna
delluomo. radicato qui il
dramma del conte di
Montefeltro, grande
ingannatore ingannato:
perch non lingegno a
salvare luomo. Ecco il vero
messaggio del canto di
Cesena.
UN CESENATE A DIFESA
DI DANTE
C un nostro concittadino fra
i dantisti del passato: Jacopo
Mazzoni (Cesena 1548-1598),
grande erudito, letterato e
filosofo, professore in molte
universit, noto per aver
difeso lAlighieri con un
Discorso in difesa della
Comedia del divino poeta
Dante (Bologna 1572, con lo
pseudonimo Donato Roffia,
poi Cesena 1573, col proprio
nome; con nuova edizione nel
1587, Della difesa della
Comedia di Dante, completata
nel 1688 dai sacerdoti Mauro
Verdoni e Domenico Buccioli).
Colpito da un testo
violentemente antidantesco
(di un certo Ridolfo Castravilla
tuttora ignoto), intende
dimostrare lobbedienza del
poema alle regole aristoteliche
e la conformit ai modelli
classici. Apprezzato specie a
Firenze (dove tenne letture e
fu iscritto alle migliori
Accademie, Crusca compresa),
alla morte fu sepolto nella
chiesa di San Domenico. La
figlia Giulia e la moglie
Pasolina Pasolini gli eressero
un bel monumento funebre:
addossato alla parete destra,
fu poi spostato in quella
sinistra; trasportato nella sala
del palazzo Municipale (1789),

DON BARONIO
FRA DANTE E MAZZONI
C il Servo di Dio don Cesare
Carlo Baronio (Cesena, 18871974) che incrocia Dante e
Mazzoni. Il suo talento
intellettuale si fece notare fin
dagli studi in Seminario e non
sfugg a Giovanni Cazzani, che
prima di divenire un grande
vescovo di Cesena era stato un
grande professore a Pavia: nel
1911 gli fece conseguire la
maturit al Liceo Monti, cui
sarebbero seguite ben tre
lauree, in Lettere (Roma,
1919), in Filosofia (Bologna,
1923) e in Scienze sociali
(Bergamo, 1923); coron la
prima con una tesi su Jacopo
Mazzoni difensore di Dante.
Don Baronio amava Dante e
volle significativamente
valorizzare, proprio
nellimmediato primo
dopoguerra, la difesa che ne
aveva fatto secoli prima il
concittadino Mazzoni, uno
dei pi grandi figli di Cesena.
Dopo aver citato la definizione
dantesca di Cesena nella
famosa terzina di Inferno
XXVII, il Baronio precisa la sua
prima finalit attualizzando
una delle pi antiche verit:
uno dei mezzi pi efficaci per
far pi buoni i propri
concittadini precisamente
quello di far loro rivivere il
passato, non per vanagloria
ma perch la conoscenza e la
cultura sono il fondamento
delleducazione civica. Nessun
stupore a trovare questo
piccolo-grande sacerdote fra
Dante e Mazzoni: baster dire
che la scuola del Seminario
cesenate annovera eminenti
figure di preti che furono
validi insegnanti, tutti
accomunati dalla passione per
Dante Alighieri: don Mauro
Verdoni, don Cesare Angelini,
don Pietro Severi, don
Giovanni Ravaglia, don
Scipione De Paoli. E questi
sono soltanto i pi noti.
Marino Mengozzi

Vita della Diocesi

Gioved 17 settembre 2015

NOTIZIARIO DIOCESANO

NOMINE
Nuovi incarichi per monsignor Onerio Manduca, don Andrea
Budelacci, don Ettore Ceccarelli e il diacono Marco Casali
Nelle scorse settimane il vescovo Douglas Regattieri ha provveduto
ad alcune nomine.
A seguito della morte di monsignor Ezio Casadei, monsignor
Onerio Manduca stato nominato assistente ecclesiastico della
Fraternit diocesana di Comunione e Liberazione.
Don Andrea Budelacci, parroco di Martorano, divenuto amministratore parrocchiale di Ronta e San Martino in Fiume.
Don Ettore Ceccarelli, che lascia la responsabilit delle parrocchie di Ronta e San Martino in Fiume dopo cinquantanni, sar collaboratore nellUnit pastorale Martorano, Ronta e San Martino in
Fiume.
Casali diacono Marco stato nominato vice assistente ecclesiastico del Csi.

Assemblea degli operatori pastorali


Nel pomeriggio di domenica 20 settembre, a SantAgostino
Domenica 20 settembre, alle 15 presso la chiesa di SantAgostino
a Cesena, si terr lAssemblea diocesana durante la quale il
vescovo Douglas Regattieri presenter le linee pastorali del nuovo
anno 2015-2016 sul tema dellEucaristia, dal titolo: Il pane del
viandante. LEucaristia nella vita delle nostre comunit. Sono
particolarmente invitati i membri del Consiglio pastorale
diocesano e dei Consigli pastorali parrocchiali, zonali e di unit
pastorale, i sacerdoti, i diaconi, le famiglie religiose, i
rappresentanti delle aggregazioni laicali, gli operatori pastorali
parrocchiali. Al termine dellAssemblea, nella celebrazione del
vespro, il vescovo conferir il mandato ai catechisti, animatori
liturgici e operatori della carit. Monsignor Walter Amaducci
illustrer il calendario pastorale 2015-16 e le iniziative legate al
Giubileo della misericordia.

Due giorni biblica in Seminario


Nelle serate di luned 21 e marted 22 settembre, in Seminario
alle 21, si svolger la Due giorni biblica per tutti gli operatori pastorali sul tema evangelico scelto dal vescovo, licona biblica
della lavanda dei piedi, per approfondire sotto laspetto biblico
e pastorale il tema dellEucaristia.

IL GIORNO
DEL
SIGNORE
La vera grandezza: amare senza riconoscimenti
Domenica 20 settembre
XXV Domenica Tempo Ordinario - Anno B
Sap 2,12.17-20; Salmo 53; Gc 3,16-44,3;
Mc 9,30-37

uanto sono testardi questi discepoli!!


Nel Vangelo di domenica scorsa,
Ges li richiama dicendo rimettetevi alla mia sequela e poco dopo,
mentre Ges parla ancora della sua
passione, morte e resurrezione, loro
litigano su chi il pi grande. Viene da dire
che non hanno capito nulla. Ma Ges non
si scoraggia e con pazienza continua a
insegnare, accogliendoli cos come sono,
con la loro umanit. Quanto dobbiamo
crescere in questo atteggiamento di
accoglienza!
evidente che i dodici devono ancora
comprendere il vero senso della sequela,
ma Ges li lascia parlare, poi tenta di
riportarli alla loro vocazione: Allora
sedutosi, chiam i dodici e disse loro: se
uno vuole essere il primo., proponendo
loro una nuova sapienza, la sapienza che
viene dallalto (II lettura).
Ci fa riflettere come, nelle tre letture di
domenica 20 settembre, linvidia sia
generata da un bene posseduto da un altro.
Dove c gelosia e spirito di contesa, c
disordine e ogni sorte di cattive azioni: la
gelosia e linvidia ci rendono capaci di dire
e di fare qualsiasi cosa (liti per leredit,
musi lunghi in parrocchia se non hanno
chiamato me per fare o decidere

qualcosa...). Ma San Tommaso dAquino ci


mette in guardia e sottolinea che linvidia
contraria alla carit: Infatti loggetto della
carit e dellinvidia il bene del prossimo,
per in due sensi contrari: poich la carit
gode del bene del prossimo, mentre
linvidia se ne addolora.
Nella cultura di oggi, pervasa dalla logica
del guadagno a ogni costo, dellinteresse
personale che supera le relazioni (anche le
pi sacre), ogni discepolo, e quindi ognuno
di noi, deve testimoniare con la sua vita la
disponibilit a un servizio umile, silenzioso
e gratuito.
Questo non riguarda genericamente la
societ, ma interessa da vicino le nostre
famiglie e le nostre parrocchie. Se ci
lasciamo guidare dal desiderio di possedere
laltro e di dominarlo, arriveranno liti e
divisioni. Allora chiediamoci: i nostri
comportamenti sono a vantaggio dellaltro
o ci serviamo dellaltro?
Ges si mette allaltezza dei piccoli e
sedutosi abbraccia un bambino, non
dallalto della sua divinit, ma con tutto
lamore di chi sa unirsi in un abbraccio di
tenerezza e di umanit con gli ultimi. Oggi
Ges interroga anche la nostra vocazione
di discepoli: non ci chiama per occupare
posti donore, ma ci chiama a servire,
perch la nostra grandezza non quella di
stare sul gradino pi alto del podio, ma
nella capacit di amare senza
riconoscimenti.
Sabrina e Andrea Delvecchio

La Parola
di ogni giorno
luned 21
settembre
san Matteo ap.
Ef 4,1-7.11-13;
Sal 18; Mt 9,9-13
marted 22
san Maurizio
Esd 6,7-8.12b.1430; Sal 121;
Lc 8,19-21
mercoled 23
san Pio da Pietrelc.
Esd 9,5-9;
Cant. Tb 13;
Lc 9,1-6
gioved 24
santa Stefania
Ag 1,1-8; Sal 149;
Lc 9,7-9
venerd 25
santAurelia
Ag 1,15b-2,9;
Sal 42; Lc 9,18-22
sabato 26
santi Cosma
e Damiano
Zc 2,5-9.14-15a;
cant. Ger 31,1012b.13; Lc 9,43b-45

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata, Villachiaviche,
Santa Maria della Speranza
8.30 Madonna delle Rose,
San Domenico, San Rocco,
SantEgidio, capp. cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
17.00 Capp. ospedale (no sabato),
Ponte Pietra
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, San Rocco,
Osservanza
18.30 San Pietro, SantEgidio,
Santa Maria della
Speranza, Cappuccini,
San Bartolo
19.00 Tipano
20.00 San Giovanni Bono,
Torre del Moro, Gattolino
20.30 Villachiaviche,
San Pio X

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
15.00 Formignano
17.00 Cappella cimitero Cesena,
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Santuario Addolorata,
Convento Cappuccini,
Osservanza, Santo Stefano,
San Paolo, Diegaro,
Madonna delle Rose,
Torre del Moro, Borello,
San Mauro in Valle,
San Giorgio, San Vittore
18.30 San Pietro, San Rocco,
Case Finali, SantEgidio,
Santa Maria della Sper.
19.00 Osservanza, Villachiaviche
19.30 Bulgarn
20.00 San Giovanni Bono,
Bulgaria, Ruffio, Pioppa,
Pievesestina, Tipano,
Calisese,
Gattolino, Ponte Pietra
20.30 San Pio X, Martorano

Messe festive
7.00 Cattedrale, Basilica del
Monte
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine,
Cappella osp. Bufalini,
Calabrina, Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro,
San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
SantEgidio, Calisese,
Torre del Moro,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Capannaguzzo,
Ronta, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Martorano,
Tipano, San Cristoforo,
Gattolino, Roversano
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina,
Ponte Pietra, Bagnile,
Santa Maria Nuova,
Bulgaria, San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.15 San Martino in Fiume
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza, Villachiaviche,
SantEgidio,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale, Basilica del
Monte, Case Finali,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza,
Torre del Moro, Carpineta,
Cappuccini, San Pio X,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono
10.45 Ronta, Capannaguzzo
11.00 Santuario Addolorata,
Osservanza,
San Domenico, San Pietro,
Santo Stefano, San Paolo,
San Bartolo, Villachiaviche,

11.10
11.15
11.30

17.00
18.00
18.30
19.00
20.00

SantEgidio, San Giorgio,


San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,
Gattolino, Madonna del
Fuoco, San Mauro in Valle,
Martorano, San Demetrio,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra, Bulgaria,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone
Torre del Moro
Diegaro, Madonna
delle Rose
Cattedrale, Basilica del
Monte, San Pio X,
Santa Maria della
Speranza
Cappella del cimitero
Cappella dellospedale
Bufalini
Cattedrale,
San Domenico
San Pietro, San Rocco,
Cappuccini
Osservanza, San Bartolo
Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 18 (sabato);
8 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9, 11
(19 sabato)
Cesenatico
Sabato: ore 16 Villamarina;
17 San Giuseppe;
17,30 Conv. Cappuccini;
18 San Giacomo;

20 Sala
20,30 Villalta, Santa Maria
Goretti
Festivi: 8 San Giacomo, Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Gatteo Mare;
8,30 Sala, Boschetto;
9 Cappuccini;
9,15 San Pietro;
9,30 Valverde;
9,45 Cannucceto;
10 Villalta, Villamarina;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo,
Boschetto, Santa Maria
Goretti, Sala;
11,15 Bagnarola,
Gatteo Mare;
16 cimitero urbano;
17,30 Cappuccini;
18 San Giacomo
Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio: 9

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe);
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30; San Romano: 11;
Taibo: 10
Montiano
ore 20,30 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18,30 (sabato), 10,30
Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30
Sarsina
Concattedrale: 7 / 9 /

11 / 18; Casa di Riposo:


ore 16 (sabato);
Tavolicci: 10,30 (liturgia
della Parola con Eucar.);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino in Appozzo: 9
(liturgia della Parola con
Eucaristia); Quarto:
10,30; Pieve di Rivoschio:
15,30; Romagnano:
11,15; Pagno: 16
(seconda dom. del mese).
Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15
(domenica); Balze (chiesa
parrocchiale): 8,15 /
11,15 / 18;
eremo SantAlberico:
15,30 (domenica);
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16;
Alfero: ore 17 (sabato);
11,15; Riofreddo: 10
Corneto: 11; Pereto: 10

Gambettola
chiesa SantEgidio abate:
8,30 / 10/ 11,15 / 17.
Consolata: 19 (sabato);
7,30 / 9,30
DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Gatteo
ore 20 (sabato);
9 / 11,15 / 17
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Gatteo a Mare:
festivi: 8 / 11,15
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso; 19 Crocetta
20,30 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 45;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 100 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 31 del 10 settembre 2015: 7.900 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in redazione
alle 17,30 di marted 15 settembre 2015

Vita della Diocesi

e
m
e
i
s
n
i
a
t
s
e
F
Dal 1995 lAzione Cattolica
diocesana aiuta i giovani
innamorati a verificare la propria
vocazione allamore. Negli anni
il percorso si arricchito della
collaborazione della parrocchia
di SantEgidio di Cesena.
Sabato 19 settembre alle 18
incontro di festa con tutte le
coppie che, negli anni, hanno
partecipato al percorso

Brevi
Radio Maria, intervista
allarcivescovo Castellucci
Lemittente Radio Maria, in occasione dellavvenuta
ordinazione episcopale di sabato 12 settembre di
monsignor Erio Castellucci arcivescovo di ModenaNonantola, trasmetter unintervista esclusiva al
neo vescovo che andr in onda su Radio Maria
luned 21 settembre alle 14,45.

Gruppo di preghiera
Padre Pio
Mercoled 23 settembre (giorno della morte,
avvenuta nel 1968) il calendario liturgico ricorda
San Pio da Pietrelcina. A Cesena, San Pio sar
ricordato con una celebrazione eucaristica
presieduta dal vescovo Douglas Regattieri alle
20,30 nella chiesa delle suore Clarisse Cappuccine
(di fronte al cimitero urbano).

FOTO ARCHIVIO SIR

Amori in corso e in cammino

a ventanni a Cesena lAzione Cattolica diocesana aiuta i giovani


innamorati a verificare la propria vocazione allamore: nellautunno del
1995 iniziato questo percorso che negli anni si arricchito della preziosa
collaborazione della parrocchia di SantEgidio.
Amori in corso da sempre un percorso, non un corso, per quei giovani innamorati
intenzionati a vivere in maniera speciale il proprio fidanzamento con momenti di
confronto, di dialogo, di testimonianza e di preghiera. Il gruppo di giovani che si
viene creando aiuta ad aprirsi e a non considerare la coppia come unentit che basta
a se stessa e il confronto per ogni incontro viene fatto con gli altri, con il partner, con
le coppie animatrici, con i testimoni. Il dialogo e la riflessione vengono impreziositi
dalla presenza di un sacerdote assistente: in questi anni don Gabriele stato
fondamentale.
In ventanni molte sono state le coppie di giovani che hanno partecipato ad Amori in
corso, con tempi e modalit differenti:
qualcuno allinizio della storia damore,
condividere la loro vita con i giovani,
qualcuno ormai vicino al matrimonio,
diventando veri testimoni di vita
qualcuno ha percorso il cammino per
familiare; dire grazie ai tre sacerdoti che
poco tempo, qualcuno invece ha battuto
negli anni hanno aiutato con tanto
record di frequenza (7/8 anni filati, non
amore: il pioniere don Marcello Palazzi,
facciamo nomi, naturalmente:). Ci
il caro don Sauro Rossi e il super don
sono anche coppie che si sono lasciate
Gabriele Foschi, sempre disponibile; dire
durante questo percorso di verifica
grazie alle presidenze diocesane
vocazionale, qualcuno poi tornato con
dellAzione Cattolica che si sono
quello che si rivelato un vero amore.
avvicendate in questi anni e che hanno
Per questo percorso che dura da
dato valore a questo percorso; dire grazie
ventanni non c che da ringraziare: dire
alla parrocchia di SantEgidio aperta e
grazie ai giovani innamorati (quasi 80
accogliente sempre con tutti.
coppie) che si sono lasciati coinvolgere e
Il grazie pi grande va al buon Dio che,
appassionare; dire grazie alle coppie
creando luomo e la donna, ha reso
animatrici (11) che hanno saputo

Spazio
Ascolto
Famiglia
Un aiuto
alla persona
e alla coppia

Gioved 17 settembre 2015

LUfficio diocesano per la Pastorale della Famiglia


desidera far conoscere lattivit di Saf, Spazio
Ascolto Famiglia, laiuto di consulenti familiari alla
persona, alla coppia e alla famiglia.
Spazio Ascolto Famiglia offre alle persone in
difficolt un luogo di accoglienza, ascolto,
confronto e orientamento, anche in una dimensione
spirituale. Si rende disponibile per una relazione di
aiuto nelle situazioni di crisi e di difficolt, di
disorientamento e di incomprensione.
a disposizione di persone, coppie e famiglie che
vivono situazioni di disagio relazionale, anche
legate allesperienza della separazione e del

Buon compleanno
Amori in corso
Sabato 19 settembre alle 18, negli spazi
della parrocchia di SantEgidio di Cesena,
incontro per tutte le coppie che dal 1995
ad oggi hanno partecipato al percorso
promosso dallAzione Cattolica diocesana
e dalla parrocchia di SantEgidio. Dopo il
momento di preghiera, cena insieme.
Ogni famiglia invitata a portare con s
una foto signicativa del matrimonio e
della famiglia.
possibile questo miracolo che lamore.
Per i venti anni di Amori in corso
faremo festa per gioire insieme di questa
bella realt: sabato 19 settembre alle 18 a
SantEgidio di Cesena.
Ricordiamo invece che il primo
momento di incontro del nuovo anno
pastorale 2015/16 sar domenica 18
ottobre alle 19, sempre a SantEgidio di
Cesena, con una cena di accoglienza e
benvenuto.
C posto per tutti, vecchi e nuovi
innamorati!
Vi aspettiamo!
Valentina e Massimiliano Turci

divorzio. Gli operatori di Spazio Ascolto Famiglia


sono consulenti familiari volontari, diplomati alla
scuola Sicof (Scuola italiana consulenti familiari) di
Roma, sensibili al bene della famiglia, formati sulle
problematiche del disagio familiare e relazionale e
allascolto empatico. Il servizio offerto
gratuitamente nei giorni di luned, gioved, venerd,
dalle 15 alle 18; per appuntamenti telefonare dal
luned al venerd, dalle 10 alle 17, al numero 346
3694421. La sede presso lIstituto Ancelle Sacro
Cuore di San Carlo (accanto alla scuola materna),
via San Carlo 316, Cesena. Info: www.noifamiglia.it;
spazioascoltofam@tiscali.it

Cl, giornata di inizio anno


Sabato 26 settembre, al Forum di Assago di Milano
e in videocollegamento in varie citt del mondo, il
movimento di Comunione e Liberazione vive la
giornata di inizio anno. A Cesena, il collegamento
si terr nella chiesa di SantAgostino: ingresso alle
14,45; inizio alle 15,30. A seguire, celebrazione
della Messa.

Ottobre missionario
Materiale in Centro pastorale
In vista e preparazione allOttobre missionario, a
disposizione delle parrocchie e dei gruppi e
movimenti, presso il Centro pastorale di Palazzo
Ghini, vario materiale informativo. Tema della
Giornata missionaria mondiale: Abitare la strada.
Dalla parte dei poveri.

alla colonia Schuster


Assemblea dei volontari
della Caritas
i svolger sabato 26
Sallesettembre,
con inizio
9, presso la colonia
Cardinal Schuster di Cesenatico, lincontro
di tutti gli operatori e volontari della Caritas
diocesana di Cesena-Sarsina e delle Caritas
zonali e parrocchiali. Allincontro parteciper
anche il vescovo Douglas, che presider la
Messa alle 9,30; a seguire, il vescovo
proporr la riessione Si pi beati nel dare
che nel ricevere (At 20,35), con condivisione
in assemblea. Dopo il pranzo (offerto dalla
Caritas), la relazione-testimonianza di alcuni
volontari della Caritas di Piacenza su
Lanimazione delle comunit alla carit. A
seguire, attivit a gruppi per percorsi
condivisi e alle 16,30 preghiera conclusiva.
Per esigenze organizzative, necessario
comunicare la presenza al pranzo entro il 21
settembre al 340 7164323 (Giovanna).

Religione nelle scuole | Gli insegnanti si aggiornano

Tre giorni del clero | I sacerdoti si aggiornano

CORSI DI AGGIORNAMENTO NELLA SALA MONDARDINI DEL SEMINARIO. Proseguono gli incontri di aggiornamento per insegnanti di religione della scuola dellinfanzia, primarie, secondarie
medie e superiori. Il vescovo Douglas ha introdotto la lezione di venerd scorso. Per i docenti titolari e non della scuola dellinfanzia gli incontri si
terranno il 6 e 13 ottobre. Ad affiancare don Giordano Amati ci sar il professore Giorgio Biondi.

DA LUNED 14 A MERCOLED 16 SETTEMBRE si tenuto nellauditorium del Seminario, a Cesena, la tre giorni di aggiornamento del clero. La mattinata di luned ha visto la partecipazione di don Armando Matteo, docente di Teologia allUrbaniana, su LEucaristia e il presbitero.
Marted 15 i sacerdoti, i religiosi e i diaconi sono stati coinvolti nei lavori di gruppo e in assemblea, mentre mercoled 16 il vescovo Douglas ha presentato le Linee pastorali del nuovo
anno Il pane del viandante. LEucaristia nella vita delle nostre comunit.
Nella foto, lintervento di don Renato Serra durante lincontro di marted 15 settembre.

Vita della Chiesa

In piazza San Pietro


Francesco ascolter
tre coppie
imperfette
A portare la loro testimonianza, sabato 3 ottobre,
davanti al Papa e a migliaia di persone provenienti
da diocesi, associazioni e movimenti, saranno
tre coppie: Sara e Juan, fidanzati di Alghero,
Stefano e Lorena Girardi, di Trento, Francesco
e Lucia Masi, di Pisa. Cos la voce delle famiglie
arriver sino ai padri sinodali

ancano due settimane alla Veglia di


preghiera per il Sinodo sulla famiglia,
organizzata dalla Chiesa italiana,
tramite lUfficio nazionale per la
pastorale familiare, alla vigilia della fase conclusiva
dei lavori. A portare la loro testimonianza, il 3
ottobre in piazza san Pietro, davanti al Papa e a
migliaia di persone provenienti da diocesi,
associazioni e movimenti, saranno tre coppie: Sara
Ledda e Juan Luis Girn Pons, fidanzati di Alghero,
Stefano e Lorena Girardi, di Trento, e Francesco e
Lucia Masi, di Pisa. Diamo loro la parola.
Come due pugili che non mollano. Tra poco
partiranno per Cuba. Sara conoscer la famiglia di
Juan, che non torna nella sua terra da 12 anni.
Insieme a nonna Justina, che lha cresciuto, ci sar
anche il Papa nellisola caraibica, per il suo gi
storico viaggio. Ma sar solo un antipasto di quello
Sara, 20 anni, e Juan, 24 anni, avranno la gioia di
vivere al ritorno da Cuba, quando prenderanno la
parola per primi davanti a papa Francesco. Ci
siamo conosciuti tramite unamicizia in comune
cinque anni fa, qualche foto e subito il suo sguardo
mi ha colpito, racconta Juan: Avere il suo numero
di cellulare stata unimpresa. Poi arriva un
sabato di maggio, ad Alghero: Avevo lo stomaco
come quello di una formica, ma poi tutto stato
bellissimo, di un sapore diverso, lo stesso sapore
che ci unisce da cinque anni con mille difficolt,
mille ostacoli e mille gioie. Noi siamo come due
pugili: non molliamo mai dopo tanta fatica, tanto
allenamento, tante sconfitte e tante vittorie,
assicura Juan. Andando avanti - gli fa eco lei - il
gioco si fatto pi duro. Il fatto di avere caratteri
forti, orgogliosi e testardi come siamo, in un primo
momento si rivelato essere un limite, in seguito
la nostra forza. come togliere degli occhiali rosa
che ti facevano vedere solo il positivo. Allinizio
rivorresti quegli occhiali rosa per vedere
nuovamente tutto perfetto e iniziano le discussioni
perch quei difetti sembrano ostacoli insuperabili.
Poi capisci che non sono ostacoli insuperabili ma
gradini che, se riesci a salire, ti regalano un

SABATO
3 OTTOBRE
LAVEGLIA
(FOTO ARCHIVIO SIR)

Stefano e Lorena:
Questo ci ha
insegnato
e ci insegna la nostra
vita matrimoniale
e questo ci
che vorremmo
che i nostri figli
imparassero da noi:
anche se
le strade che
intraprenderanno
dovessero essere
molto diverse
da quello
che pensavamo
per loro, la cosa
pi importante
un atteggiamento
positivo
e di speranza
verso la vita

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc)


tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141
e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

Progettazione e fornitura
chiavi in mano Impianti:
PETROLCHIMICI
AGROALIMENTARI
ECOLOGIA
DEPURAZIONE
ACQUEDOTTI
METANODOTTI
in ITALIA... nel MONDO

Gioved 17 settembre 2015

panorama stupendo che supera di gran


lunga la visuale offerta dagli occhiali rosa.
Come diciamo sempre, come se ci fossimo
fidanzati unaltra volta il giorno che
abbiamo deciso di salire insieme quei
gradini.
Il progetto di coppia dei figli. Lorena
insegna italiano alla scuola elementare,
Stefano cartografo del Catasto provinciale.
Sono sposati da 24 anni e hanno 4 figli:
Emanuele, Martina, Luca, Francesca. Vivono
a Ravina, una frazione del Comune di Trento
e sono responsabili della pastorale familiare
della diocesi. Ma tutto cominciato nella
giovent francescana, dove si sono
conosciuti: sono ancora in marcia, come
quella volta verso Assisi, e Francesco per
loro un nome dal sapore particolare. Ci
tengono a raccontare la loro esperienza di
famiglia non come una bella carriera, ma
allinsegna della normalit, per definizione
sempre imperfetta. Non saranno soli: a
presentare la loro testimonianza al Papa ci
sar anche una dei loro quattro figli,
Martina, 21 anni. Per lei c un progetto di
coppia con Sandro, 25 anni, che sta
crescendo sempre di pi. Lo racconteranno,
insieme al Papa. Non sono le situazioni
della vita che ci rendono pi o meno
cristiani, ma le scelte che facciamo in queste
situazioni, dicono Stefano e Lorena:
Questo ci ha insegnato e ci insegna la
nostra vita matrimoniale e questo ci che
vorremmo che i nostri figli imparassero da
noi: anche se le strade che intraprenderanno
dovessero essere molto diverse da quello che
pensavamo per loro, la cosa pi importante
un atteggiamento positivo e di speranza
verso la vita.
Le paste al cioccolato. Ci siamo visti
quando avevamo entrambi 14 anni. Anzi io
ho notato Francesco un sabato in palestra,

mentre giocava a basket. Ricordo che era


sabato pomeriggio e di solito a sera mi
faceva il bagno ancora la mamma. Quella
sera, per la prima volta, ho voluto lavarmi da
sola. Ho avuto consapevolezza che il mio
corpo era gi destinato, vocato, ad una vita
adulta. Solo pi tardi, entrambi abbiamo
ricordato che sua nonna e mia zia ci
portavano a Messa insieme, nella stessa
parrocchia, tutte le sere e, al ritorno, ci
compravano una pasta nella pasticceria del
quartiere ed era sempre, per tutti e due, una
pasta al cioccolato. A Lucia brillano gli
occhi, quando pensa agli inizi del suo lungo
percorso di vita con Francesco, al
fidanzamento e poi al matrimonio che ha
regalato loro cinque figli. Oggi Lucia sta
combattendo con la malattia, che per ci ha
avvicinato, ci ha reso pi complici, assicura:
Anche fisicamente e visibilmente siamo
sempre insieme, una sulla sedia a rotelle,
laltro che spinge La necessit di pregare
insieme si fatta pi pressante e ci ha aperto
a una confidenza e a una comprensione pi
grande. A volte leggiamo nello sguardo di chi
ci incontra una compassione, noi diciamo lo
sguardo del poverini, ma noi non ci
sentiamo n siamo poverini: non ci siamo
mai sentiti abbandonati da Dio, non amati.
Anzi, misteriosamente, ci sentiamo
privilegiati, preferiti, accompagnati. Non gli
chiediamo di anticiparci cosa diranno al
Papa, ma Francesco e Lucia ci rispondono
indirettamente con il loro racconto: Il
matrimonio vissuto con Cristo, costruito
ogni giorno sulla nostra debolezza, sui nostri
peccati, sulle crisi, sui litigi, sulle gioie, sulle
difficolt di ogni tipo, ha rivelato a tutta la
nostra famiglia una forza invincibile.
Abbiamo fatto i nostri casini, sono volati
piatti e un giorno anche ombrelli, ma ci
siamo ricordati sempre dove poter ritrovare
pace e sereno.
M. Michela Nicolais

10

Attualit

Gioved 17 settembre 2015

entidue anni dopo la sua


uccisione per mano della
mafia, don Pino Puglisi (nella
foto), martire e oggi - per la Chiesa beato, parla ancora ai giovani. Ai
suoi giovani, quelli di una Palermo
ostaggio della malavita, e a tutti
coloro che vogliono riscattarsi dal
malaffare e costruire un futuro
diverso.
Proprio alla vigilia dellanniversario
del martirio di don Puglisi, luned
14 settembre il quartiere
palermitano della Zisa stato teatro

PUGLISI 22 ANNIDOPO | Don Pino parla ancora alla Sicilia e allItalia


di una maxi operazione antidroga
dei carabinieri per sgominare
unorganizzazione dedita alla
produzione e al traffico degli
stupefacenti: arrestati lo scorso
anno gli uomini, sarebbero state le
mogli a prendere le redini dello
spaccio. Ma ci che colpisce,
vedendo le immagini girate dai
carabinieri nel corso della lunga
indagine, quellumanit disperata

alla ricerca della dose, come pure


gli spacciatori, criminali e venditori
di morte, ma cresciuti in un tessuto
sociale dove facile, troppo facile
finire dalla parte sbagliata.
Don Puglisi - scrive il gesuita padre
Francesco Occhetta - sapeva che
molti ragazzi del quartiere, per
poter lavorare, erano costretti ad
appartenere a Cosa Nostra per
ottenere quelli che altrove erano

forze dellordine per


ristabilire la legalit
essenziale, ma non
diritti, come il lavoro, listruzione, la basta. Non basta
giustizia. Ma don Pino non
reprimere, occorre
smetteva di sperare in un futuro
prevenire, offrire ai
migliore per loro.
giovani alternative
E allora ecco, ventidue anni dopo,
concrete di legalit e
lattualit del messaggio di don
giustizia. Per un futuro migliore non
Puglisi e la strada per costruire un
servono parole, ma fatti. Come ha
futuro migliore: imprimere una
insegnato e testimoniato don Pino
svolta culturale attraverso
Puglisi. Sacerdote palermitano,
leducazione e - perch no? - la
educatore e martire.
proposta cristiana. Limpegno delle
www.agensir.it

Presentato il Rapporto Caritas.Gli ultimi sono diventati ancora pi ultimi

FOTO ARCHIVIO
SIR

allinizio della crisi ad oggi


tutto inadeguato. Nel 2012 i Comuni
(2007-2014) la povert assoluta
hanno speso in media 15 euro a persona
in Italia raddoppiata,
per servizi e interventi sulla povert, con
passando da 1,8 a 4,1 milioni di
un massimo di 22 euro nei Comuni del
poveri. In punti percentuali si passati
Centro e soli 6 euro al Sud. Per Gori il
dal 3,1 per cento al 6,8 per cento della
governo Renzi ha messo in campo
popolazione. Ma non solo. Sono cambiati
politiche sociali nel segno della
i volti della povert: prima della crisi era
continuit con il passato, anche perch
toccato solo il Meridione, ora anche il
le misure come i bonus non hanno
Nord. Prima solo gli anziani, ora anche i
aiutato le persone incapienti, quelli
giovani. Prima riguardava le famiglie con
cio che non pagano le tasse perch con
almeno tre figli, adesso anche con due.
reddito inferiore agli 8.145 euro lanno.
Prima si era poveri perch senza lavoro,
Gli 80 euro ai dipendenti, ad esempio,
ora si poveri anche con il lavoro. E a
hanno incrementato il reddito delle
pagare il prezzo pi alto, durante la crisi,
famiglie indigenti solo dell1,7 per cento.
sono stati i pi poveri: il 10 per cento
Nel 2017 il bonus beb sar ricevuto solo
delle persone in povert assoluta ha
dal 9 per cento delle famiglie povere. E
sperimentato una contrazione maggiore
anche se complessivamente il sollievo
del proprio reddito (-27 per cento)
sul reddito dei poveri del 5,7 per cento,
superiore a quella del 90 per cento della
quindi migliore rispetto ai precedenti
popolazione. quanto emerge dal
governi, si tratta di un avanzamento
Rapporto 2015 sulle politiche contro la
marginale perch raggiunge solo il 20
povert in Italia della Caritas italiana,
per cento delle famiglie in povert
presentato il 15 settembre a
assoluta. Il leggero aumento
Roma, con una dettagliata
dei fondi nazionali (politiche
analisi sulle politiche sociali
sociali, non autosufficienza
dei governi degli ultimi anni,
e nidi) una novit positiva
compreso lesecutivo Renzi.
ma ancora esigua rispetto
In questi anni, rivela il
agli stanziamenti pre-crisi.
Rapporto intitolato Dopo la
Basti pensare che nel 2008 i
crisi, costruire il welfare,
fondi nazionali per le
Italia
spaventata:
dallinizio
della
crisi
ad
oggi
(2007-2014)
la
povert
assoluta
in
Italia

raddoppiata,
sono cambiati i governi, ma
politiche sociali erano di
passando da 1,8 a 4,1 milioni di poveri. In punti percentuali si passati dal 3,1 per cento
le politiche sociali non
3.169 milioni di euro e nel
hanno contribuito a
2015 di soli 1.233,70 milioni
al 6,8 per cento della popolazione. Richiesta lintroduzione del Reis, il Reddito di inclusione sociale
risolvere la situazione, che
di euro.
proposto dallAlleanza contro la povert. Welfare pubblico ancora del tutto inadeguato
rischia di diventare
strutturale se non viene messo in piedi un
Secondo il Rapporto, lo sforzo complessivo 2014), questo non vuol dire che tutto sia a
Sugli interventi annunciati: il Rapporto
sistema di welfare pubblico. Nello specifico, del governo Renzi pi incisivo di quello di posto: Rispetto allItalia pre-recessione gli
Caritas prende in esame anche gli interventi
Caritas italiana chiede di nuovo
molti suoi predecessori per ampiezza di
indigenti sono pi che raddoppiati annunciati dallesecutivo per il prossimo
lintroduzione del Reis, il Reddito di
riforme che toccano diversi soggetti sociali. afferma Cristiano Gori, docente di politica
triennio: abolizione della Tasi sulla prima
inclusione sociale proposto dallAlleanza
Tra questi ultimi, tuttavia, non figurano i
sociale allUniversit Cattolica del Sacro
casa nel 2016, riduzione di Ires e Irap nel
contro la povert. Italia e Grecia sono gli
poveri. Inoltre lidea che la ripresa
Cuore, responsabile scientifico del Rapporto 2017 e dellIrpef nel 2018. Limpatto
unici Paesi in Europa a non averlo. Da una
economica e quella occupazionale possano -. La peggiore crisi economica del secondo
dellabolizione della Tasi sui poveri sar
analisi sulle misure prese e annunciate
rendere superflue le politiche contro
dopoguerra ha colpito soprattutto i pi
estremamente contenuto poich solo il 35
dallesecutivo Renzi - tra cui il bonus di 80
lindigenza una infondata illusione,
deboli. E difficilmente si riuscir a tornare
per cento delle famiglie in povert assoluta
euro per i lavoratori dipendenti, il bonus
senza un vero welfare per i pi deboli. In
ai livelli pre-crisi. Anche nei prossimi anni,
la paga. Anche la riduzione dellIrpef non
beb per famiglie con figli entro i 3 anni,
ogni caso non vero che qualcosa meno
osserva Gori, lindigenza sar maggiore
aiuter gli incapienti (perch ovviamente
lassegno di disoccupazione (Asdi) e il
di niente, questo lo slogan ribadito da
rispetto al passato e trasversale a tutti i
non la pagano), mentre Ires e Irap
bonus per le famiglie numerose - risulta
Caritas italiana.
gruppi sociali, tanto da costituire un tratto riguardano solo le imprese. Le misure
molto scarso limpatto sui pi poveri: solo il
abituale del nostro Paese.
annunciate impatteranno dunque molto
22 per cento dei nuclei in povert ottiene
La crisi ha colpito e colpir ancora i pi
poco sui poveri assoluti, visto che non
una delle prime tre misure e solo il 5,5 per
deboli. Sebbene i dati Istat dicano che la
Politiche sociali nel segno della
hanno abbastanza soldi o propriet per
cento esce dalla povert assoluta per effetto povert assoluta ha smesso di crescere (dal
continuit. Povert diffusa, quindi, anche a pagare queste tasse.
delle stesse.
7,3 per cento del 2013 al 6,8 per cento del
causa di un welfare pubblico ancora del
Patrizia Caiffa

Due milioni in pi di veri poveri

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi, Robintur Viaggi, IOT e Brevivet - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

TERRA dal
SANTA
sui primi passi della Chiesa e della sua Missione
26 dicembre al 2 gennaio 2016 - 8 giorni, volo direo da Rimini
Pellegrinaggio presieduto da monsignor Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini
LA GIUDEA: Betlemme, Gerusalemme, Mar Saba, Deserto di Giuda, Gerico, Mar Morto
LA SAMARIA: Sebaste (la sepoltura di Giovanni Basta), Nablus (il pozzo di Giacobbe),
Hebron (le tombe dei patriarchi)
LA GALILEA: Cesare Marima, Nazareth, i santuari del Lago di Tiberiade, Cana, Monte Tabor
TEL AVIV, GIAFFA, CESAREA MARITTIMA

Hotel 4 stelle, pensione completa, accompagnatore, radioguide


Quota di partecipazione 1.200 euro

AD LIMINA PETRI (CEI): Credenziali del pellegrino per chi percorrer a piedi la via Francigena o le
anche vie di pellegrinaggio.

Attualit
CARDINALE BAGNASCO
Il presidente della Conferenza
episcopale italiana dalla Terra Santa:
Noi vescovi europei siamo qui
per dare un segnale umile,
discreto ma concreto di vicinanza,
di ammirazione e gratitudine,
di grande stima per i cristiani che qui
vivono e presidiano i luoghi santi.
La solidariet concreta della Cei.
Il tema delle migrazioni verso
l'Europa, le responsabilit dell'Onu e
l'imminente Sinodo sulla famiglia

igrazioni e persecuzioni dei


cristiani: sono questi i
principali temi che stanno
facendo da sfondo
allassemblea plenaria dei vescovi e
cardinali presidenti delle Conferenze
episcopali europee (Ccee) in corso in
Terra Santa, tra Korazim, Gerusalemme e
Betlemme (fino al 16 settembre). Un
evento storico poich la prima volta che
i vescovi, presidenti di 35 Conferenze
episcopali in rappresentanza di 45 Paesi
europei, si ritrovano nella terra di Ges
per la loro assemblea annuale. Siamo qui
per dare un segnale umile, discreto ma
concreto di vicinanza, di ammirazione e
gratitudine per la Terra Santa - spiega il
presidente della Conferenza episcopale
italiana, cardinale Angelo Bagnasco - di
grande stima per i cristiani che qui vivono
e presidiano i luoghi santi cari a tutta
lumanit, cattolica e cristiana, e che sono
in forte difficolt. Tornare alle radici della
nostra fede cristiana una grande grazia
che noi vescovi riceviamo.
Ha citato le comunit cristiane in grande
difficolt e il pensiero corre anche a quelle perseguitate in Siria e in Iraq. Domenica scorsa, allAngelus, papa Francesco ha
voluto ricordare la testimonianza di tanti fratelli e sorelle nostre, giovani, anziani, ragazzi, bambini, perseguitati, cacciati via, uccisi per confessare Ges Cristo.
possibile fermare queste persecuzioni e
come?
Intanto con la preghiera, come papa
Francesco ci invita a fare. In secondo
luogo necessario che i riflettori del
mondo e dei media non si spengano su
questa tragedia continua della
persecuzione religiosa ed etnica. Altro
punto importante aiutare i cristiani a
non essere costretti ad abbandonare il
proprio Paese aiutandoli sul piano dei
bisogni, come casa, lavoro, istruzione.
Non facile, ma un aiuto concreto.
La Cei a riguardo ha promosso diversi
progetti
La Chiesa italiana recentemente ha

il Periscopio

Gioved 17 settembre 2015

11

SuperAbile

TERRA SANTA (FOTO SIR)

di Arianna Maroni

LA LIBRERIA ITINERANTE

La comunit
internazionale
isoli i tiranni
e i violentatori
stanziato circa due milioni di euro per
permettere a 1400 bambini figli di
rifugiati cristiani accolti in Giordania di
tornare a scuola. I vescovi di qui mi
riferiscono che stato un grande segno di
incoraggiamento anche per i genitori la
cui vita riprende una certa normalit nel
vedere i figli in classe.
Tornando alle persecuzioni, preghiera e
solidariet di certo non bastano per fermarle. Servirebbe un impegno maggiore,
concreto, da parte della comunit internazionale, non crede?
La cosiddetta comunit internazionale a
mio avviso, se volesse, potrebbe mettere
la parola fine. Non attraverso particolari
azioni di forza, ma per mezzo di altri
canali. Intendo dire che se si isolassero
coralmente tutti i soggetti tirannici e
violentatori che sono contro le libert e la
vita di tanta gente, con una continua
condanna morale, ripetuta e universale tagliando nel contempo ogni rapporto
commerciale - io credo che le cose
potrebbero cambiare.
Stiamo assistendo a un vero e proprio
esodo di massa di migranti verso lEuropa. Si sono registrate unaltra stragi di
migranti nellEgeo, molti erano neonati e
bambini. Nel frattempo il ministro dei
Trasporti tedesco, Alexander Dobrint, ha
denunciato il fallimento totale dellUe
nella difesa dei suoi confini esterni, sollecitando lapplicazione di misure urgenti
per arrestare lafflusso record di migranti
dal Medioriente
Cosa significa che lEuropa non ha saputo
difendere i suoi confini esterni? Vuol dire
forse che si dovevano erigere muri o fili
spinati? Non questa la logica di
unEuropa civile! Inutile che si aspetti in
Europa che questo fenomeno si dissolva.
Il Sud del mondo si messo in
movimento verso uno spiraglio di vita
migliore e nessuno lo fermer. Per questo
vado ripetendo che non solo lEuropa
deve muoversi - e si mossa molto tardi -.
Ricordiamo che lItalia stata la prima
che si mobilitata, con grande generosit,

e meglio che ha potuto. Ma anche lOnu


deve prendere seriamente in
considerazione il fenomeno a livello
internazionale.
Questi giorni sono serviti ai vescovi anche per incontrare tante famiglie delle
comunit locali e ascoltare i loro bisogni,
aggravati dai conflitti di questa regione.
Fra poco meno di un mese si svolger il
Sinodo ordinario sulla famiglia che sta
suscitando molte attese. Che cosa realisticamente possiamo aspettarci da questo evento?
Il Papa ha raccolto e dato forma alle
preoccupazioni di tutti i suoi vescovi e
pastori. Ci si domanda come mai i giovani
fanno fatica a sposarsi: sembra che
abbiano quasi paura a creare una
famiglia. E come mai i legami affettivi
sono spesso tanto fragili? Perch ci sono
cos tante divisioni, separazioni, divorzi?
Come possibile aiutare di pi e meglio
leducazione affettiva, che ormai deve
cominciare prestissimo? Uneducazione
che avvenga in modo corretto e non
distorto come si vorrebbe, e mi riferisco
alla teoria del gender Questi sono i
problemi di fondo del Sinodo, durante il
quale affronteremo anche altri temi come gi fatto nella prima parte del
Sinodo - in modo sereno e leale insieme
al Santo Padre.
Un problema sar la legge sulle unioni civili che, a sentire il premier Renzi, sar
approvata entro il 15 ottobre?
Ribadisco, a riguardo, la nostra posizione,
che semplice: la Chiesa non contro
nessuno ma crede fermamente e sostiene
il matrimonio naturale come descritto
nella nostra Costituzione, quindi padre,
madre, figli, con determinati diritti e
doveri sulla base del patto matrimoniale.
Non capiamo perch ogni altra forma di
convivenza debba essere trattata allo
stesso modo del matrimonio e della
famiglia.
Daniele Rocchi
Gianni Borsa
(Korazim)

Non vede bene e leggere per lui una grande


fatica che richiede tempo e tanta pazienza.
Eppure il suo sogno portare i libri ai bambini, facendoli entrare in un posto completamente magico: una roulotte piena di storie
pensate per tutti, anche per chi, come lui, ha
problemi di vista o di lettura. un librario
viaggiatore siciliano Giovanni Lauritano (47
anni) , che dopo aver lavorato per tanti anni
tra gli scaffali di grandi librerie, ha dato forma
al suo sogno. Un sogno iniziato in un campeggio al mare - ci racconta - dove cera una
zona con tante roulotte dismesse. Allora ho
pensato a come sarebbe stato bello averne
una e darle vita. E cos ho fatto. A luglio 2014,
quando scaduto l'ultimo contratto con Feltrinelli - continua - ho iniziato a cercare una
roulotte che potessi trasformare in libreria.
stata una ricerca lunga - ci spiega - perch mi
serviva una roulotte che non avesse bisogno
di grandi modifiche. Sono bastati pochi ritocchi, il falegname che ha realizzato delle scaffalature, lelettricista che ha messo a punto il
sistema elettrico e posizionato il pannello solare. E poi via le ante dagli armadi, per trasformarli in librerie, la cucina diventata la cassa,
il bagno rimasto al suo posto e le cassepanche, con un paio di cuscini, sono diventate
comode sedute. Cos, in poco tempo, nella
roulotte sono spuntati due confortevoli salottini per la lettura.
La roulotte si trasformata in Libertina libreria itinerante. A quel punto, ho iniziato a
contattare le case editrici che gi conoscevo e
girare per le fiere nelle diverse citt. Ho selezionato i libri uno per uno - racconta - scegliendo quelle piccole grandi case editrici per
l'infanzia che hanno unattenzione particolare alla visione del bambino. Naturalmente,
non ho potuto non pensare ai bambini che
hanno problemi di lettura, per disabilit visive o disturbi dislessici: e quindi mi sono
procurato quelle collane, come I pesci parlanti di Uovonero, che prestano particolare
cura nella scelta della carta, delle illustrazioni,
delle dimensioni dei caratteri e realizzano
quindi libri adatti a bambini con difficolt visive o cognitive.
Una volta riempiti gli scaffali, la roulotte diventata davvero il posto incantato che avevo
sempre immaginato: basta salire quel gradino
e si entra in un luogo pieno di magia. Io faccio
fatica a leggere e confesso che, per essere un
librario, non leggo molto, anche perch mi
serve tanto tempo e, nella maggior parte dei
casi, strumenti che mi aiutino. Quando i caratteri sono molto grandi, riesco a leggerli,
piano piano. Ma portare i libri tra i bambini e
offrire a tutti questo piacere, quello che ho
sempre sognato. La bellezza di stare in una
piazza, magari fino a notte, aprendo la porta
della roulotte ai bambini, o apparecchiando
per loro, allaperto, tavoli pieni di libri, davvero unica. Ed meraviglioso vedere come
questa idea riscuota interesse: in tanti si avvicinano, moltissimi si complimentano. Ora ci
sono tanti progetti in cantiere, tante idee e
varie collaborazioni che dovrebbero nascere.
Far di tutto perch questo bel sogno continui a camminare. E vada sempre pi lontano.

di Zeta

Lergastolano Carmelo Musumeci d voce a un innocente


Tocca a noi fare rimbalzare questo appello

a lasciarmi morire di fame. E credo che non ci


sia nulla di pi bello nella vita che morire per
dimostrare la propria innocenza.
Che posso fare per Roverto Cobertera? Nulla!
Forse per potete fare qualcosa voi. E lancio
questo appello a papa Francesco, al Presidente
della Repubblica, alla magistratura italiana e
alla societ civile, perch qualcuno si attivi
per dare voce e luce a un povero negro
condannato innocentemente, in Italia culla
del Diritto.

Nel silenzio, lo sciopero della fame

are voce a chi non ce lha. Non si tratta solo di uno slogan. Si trova nel
dna di questo giornale e dei tanti settimanali cugini sparsi per
lItalia. Se ci vero, in questo numero devo assolutamente lasciare
questo spazio a una persona che lo merita di sicuro. Chiariamoci: non si
tratta di un boy scout, come mi ha detto una mia carissima amica che si
occupa di carceri. Anche Roverto Cobertera ne ha combinate delle sue, ma
non ha commesso lomicidio per il quale in prigione da dieci anni ed
stato condannato allergastolo. Chi lo accusava ha ritrattato e si detto
responsabile del delitto. Solo che i tempi della giustizia italiana sono noti a
tutti, ma il detenuto Cobertera non ce la fa pi.
Del caso si occupata anche Agnese Moro sulla Stampa di domenica scorsa.
Allinterno della sua rubrica Costruire cose buone ha pubblicato la lettera
che lergastolano non pi ostativo Carmelo Musumeci (cfr a pagina 23 la
lettera al direttore) ha fatto girare per rendere noto lappello di Cobertera e
linizio del suo sciopero della fame. Ecco cosa ha scritto Musumeci qualche
giorno fa anche a me.
Roverto Cobertera sta continuando il suo sciopero della fame per dimostrare la
sua innocenza. Ed disposto a morire per questo, perch tempo fa mi aveva
detto che nessuna vita vale la pena di essere vissuta se devi scontare una pena
per un delitto che non hai commesso. Mi aveva anche confidato che sperava di

morire prima che lo ricoverassero allospedale,


perch non voleva essere alimentato con la forza.
Non vedo Roverto da quando ha iniziato il
digiuno, perch lui in una sezione diversa dalla
mia e possiamo scambiarci solo dei biglietti
tramite alcuni compagni in comune. Oggi ho
ricevuto un altro suo biglietto:
Caro Carmelo, fin quando non sar riconosciuta
la mia innocenza non manger e non parler pi.
Questo mondo non mi vuole e io non voglio pi
lui. Per dimostrare la mia innocenza sono pronto

Ho raccolto questo appello. Volentieri lo


faccio mio. Ai lettori chiedo di fare
altrettanto. Abbiamo il dovere di tentare
qualche strada, non solo perch Roverto sta
facendo lo sciopero della fame, ma perch la
giustizia deve fare il suo corso in tempi
accettabili: una persona non pu rimanere in
carcere se in quel luogo non ci deve stare.
Sembrerebbe banale. Invece la realt
dimostra che non lo . Allora cerchiamo di
modificarla in meglio, per il bene di tutti, a
cominciare da quello di Roverto e della sua
famiglia. (896)

12

Gioved 17 settembre 2015

Cesena

Gruppo di ministranti di San Pio X

Cesenati incontrano
il cerimoniere del Papa
n gruppo di ministranti di
I ragazzi sono stati accompagnati
San Pio X, accompagnati
da Massimo (Pepe) Pieri.
da Massimo (Pepe) Pieri,
la scorsa settimana stato
Monsignor Marini ha dato alcuni
ricevuto da monsignor Guido
consigli fra cui: "Il servizio
Marini, Maestro delle Cerimonie
di papa Francesco.
allaltare deve cambiare la nostra
"Per noi appassionati del servizio
vita. Altrimenti non serve"
allaltare - spiega Pieri - stata
una esperienza fuori dal normale,
limbarazzo per lemozione prendesse il
non da tutti giorni. Oltre al sottoscritto cerano
sopravvento. Ho preso la parola cercando di
Simone, Alberto, Alessandro, Andrea e Tommaso.
Tra loro anche Davide Magnani, ex chierichetto; ora spiegare il motivo principale che ci ha spinto a fare
questo pellegrinaggio: andare sulla tomba degli
presta servizio attorno ad un altro "altare",
Apostoli come segno di umilt, di obbedienza al
lorgano, con la stessa passione, seriet e
Papa e alla Chiesa confermando il nostro desiderio
competenza di sempre. Mi stato di grande aiuto
di continuare il servizio allaltare di nostro Signore".
nel gestire il gruppetto di ministranti, entusiasti e
Monsignor Marini ha dato tre preziosi consigli ai
scatenati".
ministranti: fare attenzione perch il servizio sia di
"Una volta entrati nellufficio di monsignor Marini
aiuto e non di intralcio o di disturbo: chi sta
in Vaticano - continua Pieri - si palesata ai nostri
allaltare visibile a tutti; perseguire lumilt nel
occhi la modesta dimora nella quale trascorre le
prestare il proprio servizio richiesto; se quello che si
giornate a preparare le sacre liturgie, a ricevere
vive durante il servizio allaltare, non cambia la vita,
persone altolocate, non semplici ministranti come
allora il servizio non serve a nulla.
noi. Ma dallo sguardo dolce e dalla voce delicata,
"Ci tenevo che monsignor Marini - continua Pieri misurata, mai oltre il necessario, ho percepito che
ha gradito molto la nostra visita. Ci ha messo subito ci aiutasse a capire il modo giusto di vivere il
mistero cui partecipiamo nel nostro servizio di
a nostro agio chiedendo di presentarci. Ad uno ad
ministranti. Siamo chiamati ad aiutare in modo
uno i ragazzi si sono fatti forza. Era naturale che

Ammalato di Sla

particolare i sacerdoti nelle funzioni liturgiche, ma


rischiamo spesso di alienarci, cio di essere presi
dal fare quella o laltra cosa o dallapparire pi
importanti degli altri. Per questo ci ha regalato tre
perle di saggezza che custodiamo gelosamente
come cuore di questo pellegrinaggio".
"Abbiamo posto domande sulla musica sacra e
monsignor Marini ha sottolineato limportanza
della musica che parte viva e integrante della
liturgia. E bene quindi che sia equilibrata nei tempi
e nei modi, sia di aiuto e in simbiosi con tutta
lassemblea per aiutare a vivere il mistero che si sta
celebrando".
"Prima di ripartire - conclude Pieri - abbiamo fatto
una visita in San Pietro fermandoci a salutare Ges
e i papi sepolti in basilica in particolare i pi vicini
al nostro cuore come san Pio X, san Giovanni Paolo
II, san Giovanni XXIII".

Cesena | In memoria di Gabriele

E morto Ivan Ceredi


La scorsa settimana morto Paolo Ivan
Ceredi, lammalato di Sla a cui fece visita il
calciatore Javier Zanetti e di cui abbiamo
parlato diverse volte su queste colonne. Lex
calciatore and a trovare Ceredi, che abitava
in zona San Rocco, nel dicembre 2011 pochi
giorni prima della sfida al Manuzzi fra il
Cesena e lInter, squadra di cui Ceredi era
tifosissimo.

Cera anche la squadra degli Ex obiettori diVilla Bianchi al sesto Memorial Gabriele
Delvecchio, al torneo di calcetto che si svolto a Cervia nelle scorse settimane. La
squadra degli ex obiettori, dove a suo tempo militava anche Delvecchio, giunta al
terzo posto, mentre il trofeo se l aggiudicato la compagine cesenateVirtus. Questa
giornata del ricordo si conclusa con una cena conviviale presso la Colonia di "Mare e
Vita". Il ricavato della manifestazione stato devoluto in beneficenza.

Gender: Zoffoli vota no


Il parlamentare europeo Damiano Zoffoli, di
Cesenatico, nei giorni scorsi ha votato
contro allipotesi di introdurre
obbligatoriamente nelle scuole, fin dalle
elementari, leducazione sessuale con la
quale si intenderebbe fornire anche
informazioni oggettive sugli orientamenti
omosessuali e la cosiddetta identit di
genere (si uomo o donna non per nascita
e biologia ma per scelta). Lo ha riportato il
quotidiano Avvenire la scorsa settimana.
Dopo il rapporto sui diritti umani nellUe che
esorta gli Stati membri dellUnione che
ancora non labbiano fatto a introdurre le
unioni omosessuali, mercoled scorso il
Parlamento Europeo si espresso a
Strasburgo con un altro documento: anche
questo, precisiamo, senza alcun valore
legale cogente.
La risoluzione non legislativa sulla
Emancipazione delle ragazze attraverso
listruzione nellUe stata approvata a
Strasburgo dal Parlamento europeo con 408
s, 236 voti contrari (tra cui quello del
cesenaticense Damiano Zoffoli con altri tre
colleghi del Pd - Patrizia Toia, Silvia Costa e
Luigi Morgano e lastensione di Nicola
Danti).

Cesena

Tutto
pronto
per il rinnovato
Macfrut

Scatta marted 22 settembre, con il


Forum presso Cesena Fiera, il Macfrut
2015, rinnovato nei contenuti e
soprattutto nella sede. Se il convegno
inaugurale si terr presso la nuova sala
Tre Papi a Pievesestina, la rassegna vera e
propria si svolger nella moderna era di
Rimini dal 23 al 25 settembre. Il
presidente Renzo Piraccini (foto) molto
ottimista e, considerando che questanno
gli espositori sono un migliaio e la
supercie a loro disposizione passata da

Gioved 17 settembre 2015

20mila a 33mila metri quadrati, ipotizza


in 40mila i potenziali visitatori.
"Questanno abbiamo puntato
decisamente sullestero - afferma
Piraccini - . Macfrut non si fermato
neppure un istante. Abbiamo viaggiato in
tutti i continenti per allacciare rapporti e
portare potenziali compratori di frutta e
tecnologie in era. E poi, grazie
allaccordo con Unicredit, abbiamo
setacciato i mercati dellEst seminando
bene. Ad esempio la Polonia sar

13

presente con 12 imprese nello stand


ufficiale. Ma non ci siamo fermati allEst
Europa. Sette nazioni saranno presenti
per la prima volta".
Ecco qualcuna delle new entry: Messico,
Nigeria, Kenya, Sudan, Bosnia, e poi le
pi consolidate Cina, Equador, Repubblica
Dominicana. Questultima sar il paese
donore: parteciper anche il suo Ministro
allagricoltura che taglier il nastro
insieme al Ministro italiano Maurizio
Martina nella mattinata del 23.

In aumento la raccolta dalla clientela

Cassa di Risparmio
Conti da mettere in sesto
a Cassa di risparmio di
La Crc ha innalzato il livello
Cesena prosegue nel suo
di copertura di 43,3 milioni
cammino di risanamento
con lobiettivo di tornare a
di euro sullanno precedente,
distribuire utili ai propri
portando gli accantonamenti
azionisti, Fondazione in primis.
Questanno, infatti, la Cassa non
a quota 101 milioni
ha distribuito dividendi,
concentrandosi sullopera di
riduzione dei costi e di "pulizia
redditivit aziendale che consenta di remunerare
contabile" dei crediti in sofferenza (ossia prestiti
adeguatamente gli azionisti lobiettivo primario che
concessi di difficile rientro).
guida lazione del Consiglio di amministrazione e
Su questo fronte, dopo aver analizzato il 70 per cento
dei crediti deteriorati, la Cassa ha innalzato il livello di della struttura tutta, e che contiamo di conseguire gi
dal prossimo anno".
copertura di 43,3 milioni di euro sullanno
Una fiducia, quella dei vertici, supportata dai numeri
precedente, portando gli accantonamenti a quota 101
e da giudizi indipendenti, come lindagine della rivista
milioni. Anche la liquidit ben sopra i limiti fissati
dellassociazione Altroconsumo che ha posto i mutui
dalle autorit (111 per cento a breve termine, 102 per
della Crc al terzo posto in Italia per convenienza.
cento a medio-lungo termine), con lesposizione
La cinghia tirata sul fronte dei conti, tra aumento
verso la Banca centrale europea in calo a 589 milioni
degli accantonamenti e riduzioni dei costi (al 49 per
di euro.
cento in rapporto ai ricavi), non ha impedito alla
I dati sono stati diffusi a inizio settembre, a seguito
banca di erogare impieghi a medio-lungo termine per
dellapprovazione da parte del consiglio
damministrazione del bilancio al 30 giugno: "Il futuro 87 milioni di euro in un anno (da giugno 2014 a
giugno 2015), di cui 77 milioni sotto forma di mutui
fa meno paura - ha commentato il presidente Carisp
(per il 43 per cento nel comparto immobiliare
Tomaso Grassi - dopo la pulizia effettuata sul
residenziale).
portafoglio crediti, convalidata anche dalla rigorosa
La Carisp conferma poi, al 30 giugno, una solida
analisi dellAutorit di vigilanza. Il ritorno a una

Villa Calabra | Auguri a nonna Custoda

Custoda Nicodemo, residente a Villa Calabra, ha festeggiato con figli, nipoti e


pronipoti i suoi 104 anni. Custoda continua a pregare quotidianamente e a
richiedere che le venga portata lEucaristia tutte le domeniche presso la sua
abitazione. "La comunit di Calabrina - scrivono i parrocchiani - ringrazia per
lesempio di fede e la sostiene con la preghiera e la vicinanza".

In ricordo di Consilio Pistocchi


Il diacono Gino Della Vittoria ha composto
una poesia-riessione in memoria di Consilio
Pistocchi, il diacono di Martorano deceduto il
19 settembre 2012. Si tratta di "Omaggio a
Consilio, diacono della carit", testo molto
intenso che dipinge, con brevi e sapienti
pennellate, la gura di una persona molto
amata in diocesi per il suo grande impegno

nellambito dellaccoglienza dei poveri. Una


foto di apertura riette la sua serenit
interiore.
In suffragio di Consilio, saranno celebrate
due Messe: sabato 19 settembre alle 19 a
Villachiaviche (presieduta dal vescovo
Douglas) e domenica 20 settembre alle 11 a
Martorano.

liquidit (pari a 1,2 miliardi di euro in attivi


stanziabili), una redditivit positiva (pi 14,49
milioni) pur a fronte di un calo del risultato di
gestione (a 47,5 milioni, meno 14,5 milioni per minori
ricavi da attivit finanziaria).
La raccolta da clientela (depositi e risparmio gestito)
risultata in crescita dello 0,81 per cento su base
annua. Al suo interno spicca il trend relativo alla
raccolta gestita, che segna un incremento del 25,94
per cento su base annua.
Rispetto a fine 2014 la copertura delle sofferenze
risulta pari al 57,6 per cento (pi 3,2), mentre nel
complesso il tasso di copertura dei crediti deteriorati
si attesta al 38,4 per cento (in aumento rispetto al 35,9
di fine 2014).
In continuo calo i costi della struttura: meno 12,75 per
cento le spese amministrative, meno 16 per cento
quello del personale.

14

Cesena

Gioved 17 settembre 2015

Luminare
romagnolo
con incarico
di livello
mondiale

Il forlivese Franco Servadei, gi medico


allospedale Bufalini di Cesena, entra nella
storia della neurochirurgia mondiale. E il
primo italiano a presiedere la Federazione
mondiale delle Societ di neurochirurgia che
rappresenta oltre 30 mila neurochirurghi nel
mondo e 127 societ articolate in cinque
Associazioni Continentali. La sua elezione
avvenuta nel corso del Congresso mondiale
che si svolto la scorsa settimana a Roma.
Servadei direttore della struttura
complessa Neurochirurgia-

Neurotraumatologia dellAzienda
Ospedaliero-Universitaria di Parma.
Nato a Forl nel 1951, si laurea in Medicina e
chirurgia con lode nel 1976 presso
lUniversit di Bologna, dove consegue nel
1980 la specializzazione in Neurologia. Nel
1985 si specializza, con lode, in
Neurochirurgia a Modena. Ha iniziato la sua
attivit professionale allOspedale Bellaria
di Bologna (1977-1989), uno dei maggiori
centri di neurochirurgia italiani, che tratta
tutta la patologia neurochirurgia. Nel 1989

si trasferito presso la divisione di


Neurochirurgia dellospedale Bufalini di
Cesena, dove in seguito diventato
responsabile del modulo di
Neurotraumatologia, dirigente di II livello,
infine direttore del dipartimento di
Emergenza. Ha svolto attivit di consulenza
neurochirurgica per lospedale Maggiore di
Bologna e per vari ospedali della Romagna.
Dal marzo 2007 direttore della
Neurochirurgia hub and spoke dellAzienda
Ospedaliero-Universitaria di Parma.

ParrocchieContinuiamo la carrellata sulle feste nelle comunit. A San Pio X il vescovo


amministra la Cresima. A Macerone una serata sulla storia della devozione mariana

"Venite alla festa che apre il cuore"


SAN PIO X
La parrocchia di San Pio X
alle Vigne si appresta a
celebrare la festa comunitaria
in programma per domenica
20 settembre. Nel week end
dal 18 al 20 saranno attivi
tutte le sere lo stand
gastronomico, la pesca
lotteria e la mostra di pittura.
Venerd 18 alle 21 in
programma musica dal vivo
con i Jackpot. Sabato 19 alle
16 sar organizzato il torneo
di pallavolo, mentre alle 17 ci
sar Pompieropoli per le
elementari e medie con
nutella party (per prenotarsi:
Matteo 3201874173). Per la
serata in programma alle
21.15 lo spettacolo Zapping e
alle 22,30 il pasta party.
Domenica 20 settembre le
Messe saranno alle 8 e alle 10
e alle 11.30 la Messa solenne
sar animata dalla corale
parrocchiale e dal gruppo
accoliti. Alle 16 si terr un
incontro di preghiera. Seguir
la sfilata di abiti regionali
(alle 16.30) e in serata si
rider con la compagnia de "I
Malardot" che presenter
delle farse in dialetto.
A partire dal 21 settembre
tutti i giorni della settimana
sar celebrata la Messa alle
20.30: luned 21 sar in
memoria per i defunti,
marted 22 durante la Messa
serale si terr una raccolta
per i bisognosi assistiti dalla
San Vincenzo De Paoli e il 23
settembre a seguire (alle 21)
nel teatro parrocchiale sar
proiettata una selezione di
cortometraggi sul tema della
famiglia. Il momento sar
guidato da don Filippo
Cappelli. Gioved 24 dalle 8
alle 20.30 in programma
ladorazione eucaristica
continuata. Il 25 settembre
alle 16.30 sar celebrata la
messa per ammalati e
infermi e a seguire un
momento conviviale. Sabato
pomeriggio alle 15 si terr il
raduno di tutti i bambini e i
ragazzi del catechismo.
Domenica 27 alle 16 il
vescovo Douglas Regattieri
amministrer la Cresima ai
ragazzi della comunit.
SAN GIOVANNI BONO
Tra momenti spirituali,
ludici, musicali e
gastronomici, si conferma
anche questanno molto
ricco il programma della festa
parrocchiale di San Giovanni
Bono a Ponte Abbadesse, che
si estende fino a Rio Eremo e
Celincordia. I tre giorni di
festa, dal 18 al 20 settembre,
sono anticipati da diverse

Foto darchivio

celebrazioni eucaristiche per


le vie della zona: domenica
alle 16 a Rio Eremo alla fonte
del Santo, marted alle 20 in
via Chieti, mercoled in via
Lanciano, gioved in via
Giorgi, venerd e sabato in
chiesa.
Il pomeriggio del 18
settembre allinsegna dello
sport con la corsa podistica
lungo il giro dei Gessi, mentre
domenica alle 17 diverse
squadre si sfideranno per la
conquista della cuccagna, e
poi ancora ruota della
fortuna, festa dei bimbi e
ragazzi, zucchero filato,
nutella e gelati. Nei tre giorni
si potr cenare scegliendo tra
le specialit di pesce
dellAdriatico, a cura dei
ristoratori di Cesenatico, e lo
stand della piadina con
affettati, formaggi,
sangiovese e trebbiano. Le
serate saranno allietate, dalle
19 in poi, da spettacoli e
musica dal vivo, con
lesibizione finale di
domenica del gruppo rock
Barboni di lusso. (Fs)
MACERONE
Gli otto giorni di festa per la
parrocchia di Macerone
avranno inizio sabato 19 con
le celebrazioni per il 122
anniversario dellarrivo a
Macerone della venerata
immagine della Madonna
dellAiuto. Alle 15.45 si terr
la Processione solenne con la
recita del rosario itinerante,
canto delle litanie e
benedizione al paese. Alle 21
in chiesa si potr assistere al
"Concerto per Maria".
Saranno eseguiti brani
composti da don Agostino

Tisselli. Domenica 20
settembre sar il Family day
di Macerone con al centro il
tema "Ogni bambino ha
diritto ad un pap e ad una
mamma". Alle 10.45 ci sar il
ritrovo davanti alla scuola
elementare e il corteo a
sostegno della famiglia fino
alla chiesa. Alle 11 sar
celebrata la Messa della
famiglia con il rinnovo
promesse matrimoniali di
tutti gli sposi presenti. Dopo
il pranzo in stile "ligaza" il
pomeriggio ha in programma
alle 15.30 giochi con le
famiglie e alle 17 la
presentazione dellanno
catechistico nel teatro
parrocchiale. Luned 21
settembre alle 20 si terr la
Messa in occasione del
25esimo anniversario del
ministero pastorale di Don
Agostino Tisselli, parroco di
Macerone e marted 22, dopo
la Messa delle 20, alle 21 si
terr in teatro lincontro
intitolato "La presenza di una
Madre amorosa Storia della
devozione mariana a
Macerone" a cura di Claudio
Riva, archivista-storico
diocesano e di Massimo Pieri.
Il 23 settembre alle 20 in
programma la Messa e alle
20.30 la proiezione delle
attivit dei campi estivi del
gruppo scout. Il 24 settembre
, nellanniversario della
dedicazione della parrocchia,
dopo la Messa delle 20, ci
sar polenta per tutti a cura
del gruppo Alpini e
lesibizione del coro del Cai.
Venerd 25, alle 20, la Messa
sar in onore del Sacro Cuore
con esposizione del
santissimo sacramento e

adorazione eucaristica e ci
sar la possibilit di
confessarsi. Il fine settimana
di festa continuer alle 16 del
26 settembre con la fiorita dei
bambini alla Madonna.
Durante il pomeriggio
saranno recitate le preghiere
mariane scelte dai bambini,
sar impartita la benedizione
dei fanciulli e a seguire
merenda con gelato o
cocomero per tutti. Alle 19
apriranno gli stand e alle 21 si
terr una serata in allegria
con la Compagnia "I mei dla
Parocia".
Domenica 27 settembre, festa
della Madonna dellaiuto, alle
11 sar celebrata la Messa nel
200esimo anniversario
dellistituzione della festa di
Maria Auxilium
Christianorum, al
pomeriggio (alle 16) saranno
organizzati giochi per i
ragazzi e alle17.30 si terr
lintitolazione della sala
parrocchiale polivalente "San
Giuseppe". In serata alle 21
in programma una serata
danzante con lorchestra
"Renzo il Rosso". (Bb)
CASALBONO
La comunit a Casalbono di
riunir domenica 27
settembre per la tradizionale
festa parrocchiale. Le
celebrazioni avranno inizio
con la Messa solenne alle
10.30. Nel pomeriggio alle 15
ci sar la recita del Rosario e
a seguire la festa con musica,
giochi e stand gastronomico.
SAN ROCCO
"La parrocchia di San Rocco.
Cesena 1615 -2015: dal
Borghetto al Campino" : cos

si intitola il volume scritto dal


professore Otello Amaducci,
edito da Il Ponte Vecchio che
sar presentato domenica 20
settembre dopo la messa
delle 10 durante un incontroaperitivo sul sagrato della
chiesa di San Rocco.
Lappuntamento vedr la
partecipazione dellautore e
delleditore. Nel pomeriggio
alle 15.30 Messa con
lunzione dei malati e
merenda animata dai ragazzi
delle medie con tombola e
giochi.
La settimana di festa
parrocchiale proseguir il 21
settembre alle 20.30 con la
processione della statua della
Madonna fino alla via
Caprera; poi Messa e atto di
affidamento a Maria di tutta
la comunit. Ci si ritrover
nel Borghetto, presso lantico
campanile di San Rocco e da
l la processione avr inizio.
Mercoled 23 settembre alle
19 si terr lincontro di tutti i
gruppi giovanili e il 24 si
svolgeranno le feste di
catechismo delle elementari
e medie (rispettivamente
dalle 16.30 alle 18 e dalle 18
alle 20.30). Venerd 25
settembre sar la volta
delladorazione eucaristica
per le Vocazioni dalle 16.30
alle 18 e alle 21si terr la
veglia di preghiera in
preparazione al sinodo sulla
famiglia.
Sabato 26 dopo le
celebrazioni dei battesimi
alle 18.30 Messa animata
dagli scout, alle 19.30 pizzata
delle famiglie e alle 20.30
grande spettacolo "San Rocco
sotto le stelle" organizzato
dai gruppi parrocchiali.
Domenica 27 settembre, festa
della parrocchia, saranno
attivi gli stand degli scout e il
banco libri dopo le Messe
delle 8.30, 10, 11.30 e 18.30.
Alle 11.30 la Messa sar
dedicata agli sposi e alle 13 il
pranzo degli sposi
(prenotazioni 0547/332084 0547/333203 - 0547/330236).
Dalle 14.30 alle 16 Mirko
Alvisi animer il pomeriggio.
Seguir la musica dal vivo
con Gio e Settimio. Alle 17
in programma la grande sfida
della cuccagna nel cortile e
alle 18.30 cena insieme. Alle
20.30 si rider con la
commedia dialettale della
compagnia "De Bosch" e alle
21.30 estrazione dei premi
della lotteria. Marted 29
settembre festa di San
Michele Arcangelo, patrono
della parrocchia, le Messe
saranno celebrate alle 8.30 e
alle 18.

Cesenatico

Gioved 17 settembre 2015

Ppresentato una verifica tecnica. Lavori in corso a Ponente

15

Cannucceto
La parrocchia
si prepara alla festa

La colonia Erminia sicura


La scuola "Saffi" no

locali dellex colonia Erminia, in


cui sono stati trasferiti gli alunni
della scuola "Saffi", sono sicuri.
Lo ha accertato il sindaco
Roberto Buda facendo svolgere delle
ulteriori verifiche da uno studio
ingegneristico terzo alle parti "in
causa". Tutto era partito qualche
settimana fa quando un gruppo di
genitori aveva avanzato dubbi sulla
sicurezza antisismica del complesso
presentando anche un documento.

La scorsa settimana, durante una


conferenza stampa aperta anche ai
genitori (foto) Buda ha precisato e
tranquillizzato.
"Prima di tutto - ha detto il sindaco il documento presentato da alcuni
genitori, che metteva in dubbio la
sicurezza dellErminia, non pu
essere preso in considerazione. Non
firmato da nessun ingegnere,
anonimo e lestensore, a detta dei
genitori, non vuole apparire. Fatta

questa precisazione, posso esporre le


verifiche compiute dallo studio
Massari. I solai dellex colonia
Erminia sono sicuri e rientrano in
tutti i parametri di legge".
In precedenza anche i tecnici
incaricati dai propritari dello stabile,
la Provincia autonoma di Trento,
avevano garantito sulla sicurezza
delledificio. Non cos invece per la
scuola "Saffi" che presenta problemi
di tenuta a livello del solaio del
primo piano. "Quindi allo stato
attuale non idonea ad ospitare
delle classi" ha ribadito Buda che ha
aggiunto: "Fino al 2011 le
Amministrazioni di Cesenatico non
hanno svolto alcuna verifica statica
nei plessi scolastici del nostro
Comune. Noi abbiamo iniziato e
continueremo su questa strada".
In conferenza stampa il sindaco ha
annunciato lesecuzione di alcuni
lavori nella zona della Cardinal
Schuster. Sono in via di realizzazione
20 nuovi tombini che dovrebbero
mitigare lannoso problema degli
allagamenti della strada ad ogni
pioggia. Terminati i tombini si
proceder con la nuova asfaltatura e
tutto ci dovrebbe portare a un
miglioramento anche se, non va
dimenticato, lintera zona si trova a
livello del mare. Per questo ad ogni
pioggia o ad ogni mareggiata la
strada viene invasa dallacqua.
Cristiano Riciputi

Col sostegno della Bcc di Sala

Carabinieri

Obiettivo centrato
per aiutare
una ragazzina
Il gruppo "Chi Burdl" con il sostegno della Bcc di Sala aiuta Giorgia. Liniziativa "Villalta fa Festa" ha centrato lobiettivo arrivando a incassare la considerevole somma
di 10mila euro. Limpegno di questanno
era quello di aiutare la piccola Giorgia, una
bimba di Cesena che stata colpita dalla
sindrome di West in tenera et e ora si ritrova a combattere con una tetraparesi che
le impedisce di stare eretta senza alcun sostegno.
Sono tante le cose di cui avrebbe bisogno
Giorgia. Per iniziare le serve uno stabilizzatore per statica eretta con sistema di ver-

ticalizzazione a sostegno del bacino e del


torace, una nuova carrozzina e un mezzo
per muoversi in citt visto che Giorgia si sta
facendo grande.
"Siamo felici perch con il ricavato di questa edizione - spiegano dal gruppo Chi Burdl - sicuramente riusciremo a soddisfare
qualcuna di queste esigenze, ma anche
perch ormai il nostro evento diventato
lappuntamento atteso di fine estate dove
la comunit si stringe insieme a noi e d il
proprio contributo di solidariet. Laffluenza anche questanno stata alta".
Nelloccasione cerano anche ballerini, una

Sar dedicata allEucarestia la festa alla


parrocchia San Lugi Gonzaga di Cannucceto
di Cesenatico. Le celebrazioni avranno
inizio il 17 settembre alle 20.30 la Messa e
la confessione comunitaria. Il 19
settembre alle 19.30 si inserisce la VII
Sagra del Cacciatore (per prenotazione
entro mercoled 16 telefonare allo 0547
672822). Il 20 settembre alle 20.30 in
programma una serata divertente per tutti
con lo spettacolo "La macchina del
tempo".
Il 21 settembre alle 20.30 si svolgeranno i
tornei di maraffa e burraco, mentre il 24
settembre alle 20.30 previsto un incontro
sullEucarestia. Sar presente anche il
vescovo della diocesi di Cesena-Sarsina
Douglas Regattieri.
Il 25 settembre alle 20.30 sar celebrata la
Messa presso la famiglia Vernocchi Angelo
e, a seguire, si terr la processione verso la
chiesa di Cannucceto.
Durante lultimo ne settimana di
settembre la festa entrer nel vivo. Sabato
26 alle 20.30 serata di spettacolo con i
ballerini "Kriterion" e domenica 27 nella
mattinata sar celebrata la Messa solenne
alle 9.45 e al termine si terr il tradizionale
scambio delle torte. Nel pomeriggio alle 15
ci sar un momento di preghiera e poi
giochi per tutti i bambini. La serata sar
animata dallorchestra di Luca Bergamini.
Durante il ne settimana di festa saranno
attivi dalle 18: stand gastronomico, pesca
di benecenza, lotteria delle piante, luna
park, hobby in mostra, mostra del libro,
bancarella della solidariet.
Barbara Baronio

Consigli contro i furti

gara di torte preparate dalle azdore del posto, il gioco di biliardino e la briscola. E poi
la diretta con Radio Stella Azzurra e il vj &
dj Luca Giorgini.
"Non possono mancare i ringraziamenti al
Comune di Cesenatico che ogni anno d il
patrocinio alla festa - continuano dal gruppo - e alla Bcc di Sala, ai volontari dellAssociazione nazionale dei Carabinieri, al Comitato locale dei Volontari della Croce Rossa, a Cesenatico servizi e alla Ccils, alle 110
aziende del territorio che ci affiancano ormai da anni e a tutti i volontari che hanno
reso possibile questa impresa".

Il comandante della Compagnia Carabinieri


di Cesenatico, capitano Francesco Esposito,
ha divulgato un "vademecum" utile per
prevenire i furti nelle abitazioni. Fra i
consigli pi ovvi, ma spesso disattesi, quello
di non lasciare la chiave sotto allo zerbino,
dentro un vaso o comunque alla portata di
tutti; sensibilizzare i vicini affinch vi sia
reciproca attenzione ai rumori sospetti sul
pianerottolo o nellappartamento.
Se al ritorno a casa si trova la porta aperta o
chiusa dallinterno non entrare, altrimenti si
potrebbe provocare una reazione istintiva
del ladro. Invece occorre dare subito
lallarme al 112.
Per rendere pi sicura la casa, installare un
sistema di antifurto elettronico o vetri
antisfondamento. E sempre valido il ricorso
alle grate metalliche purch siano robuste e
lo spazio tra le sbarre non superi i 12
centimetri, soprattutto ai piani bassi.
Proteggere linterruttore esterno della
corrente con una cassetta metallica per
impedire che qualcuno possa staccarlo.

16

Valle del Rubicone

Gioved 17 settembre 2015

Gambettola, lavori in corso nellarea sportiva di via Curiel

Budrio
Parrocchia in festa

Lerba sar finta


ma il campo vero

ellarea sportiva comunale di


via Curiel, angolo via Verdi, a
Gambettola, sono in fase di
ultimazione i lavori per la
realizzazione del nuovo campo di calcio
in erba sintetica.
La fine dei lavori, eseguiti dalla ditta
forlivese Olimpia aggiudicataria della
gara dappalto, prevista nei primi
giorni del mese di ottobre.
Il nuovo campo in erba sintetica, il
primo a Gambettola di questo genere,

sar affidato come gestione alla Junior


Gambettola Area 12 presieduta da
Claudio Maestri. Si tratta di una societ
nata dopo le divergenze fra
lAmministrazione e la precedente
societ che si occupava di tutta lattivit
calcistica gambettolese, dalla prima
squadra che milita nel campionato di 1^
categoria a tutto il settore giovanile.
La nuova societ, oltre alla gestione
degli impianti compreso il nuovo
campo in erba sintetica che servir per

S Fest
Vince
fotografa
milanese

gli allenamenti, si occuper dello


sviluppo delle attivit del settore
giovanile gambettolese.
Un ambito frequentato da circa 200
giovani, seguiti da una decina di
allenatori con la collaborazione del
settore giovanile del Cesena Calcio e
suddiviso in diverse categorie: scuola
calcio, pulcini, esordienti, giovanissimi e
allievi.
Allo stato attuale la Junior dispone di
due campi da calcio regolamentari pi
uno per gli allenamenti.
Proprio questultimo, da tempo, era
loggetto di continue diatribe fra i
precedenti gestori e il Comune perch,
essendo quasi privo di erba e usato da
tutte le squadre, dai giovani alla prima
squadra, specie dinverno diventava
pressoche impraticabile per il fango,
condizionando la preparazione atletica
e il relativo rendimento sportivo.
"Landamento dei lavori in fase di
completamento del nuovo campo in
erba sintetica - precisa il sindaco
Roberto Sanulli- eseguiti in poco pi di
un anno, ci consentir di adeguare i
nostri impianti sportivi alle reali
esigenze del calcio giovanile
gambettolese e della prima squadra.
Una promessa fatta in campagna
elettorale e mantenuta dopo aver
faticato, e non poco, a reperire le
necessarie risorse, limitandole al
minimo, affidando la progettazione ai
tecnici comunali".
Piero Spinosi

Un festival partecipato, con mostre di


qualit e il tutto esaurito per visite guidate,
laboratori per bambini e incontri con gli
autori.
Si conclusa domenica scorsa nella Sala
Incontri dellAccademia dei Filopatridi con
la cerimonia di premiazione del vincitore del
Premio SI Fest Lanfranco Colombo, la
24esima edizione del SI Fest, Savignano
Immagini Festival. E stata Michela
Benaglia, 34 anni, milanese, ad aggiudicarsi
il premio con un lavoro dal titolo From seven

Longiano | Organetti da record

to seven-When time stands still.


Loccasione della cerimonia e dei
tradizionali saluti conclusivi ha visto
presenti il sindaco di Savignano sul
Rubicone Filippo Giovannini, il presidente
dellAssociazione Savignano Immagini
Gimmi Baldinini, Denis Curti coordinatore
delle letture dei portfolio in collaborazione
con la rivista Il Fotografo, Mario
Beltambini, vicepresidente
dellAssociazione Savignano Immagini e
Stefano Bellavista, direttore e coordinatore

Entra nel vivo, a Budrio di Longiano, la


festa parrocchiale. Gioved 17 settembre,
alle 20,30, avr luogo la processione con
limmagine della Madonna. Si proceder
da dietro la banca Bcc fino a via Fermi,
dove, alle 21, sar celebrata una Messa
allaperto.
La giornata di sabato 19 settembre, dalle
14,30 alle 18,30, sar dedicata alle
confessioni.
Domenica 20 settembre, festa della
parrocchia, saranno celebrate tre Messe:
alle 8, alle 9,30 e alle 16. Durante la
Messa delle 9,30 il vescovo Douglas
Regattieri amministrer il sacramento
della Cresima a diciannove ragazzi.
La Messa vespertina delle 16 sar seguita
dalla processione eucaristica lungo via
Massa, via Fratta, via Aldo Moro e ritorno.
La festa sar animata dal parroco don
Tonino Domeniconi e da fra Ambrogio dei
fratelli di San Francesco di Cesenatico.
Il programma ricreativo prevede tre
momenti di svago. La serata di venerd 18
settembre sar animata dal gruppo
giovani della parrocchia. Sabato 19, alle
15,30, giochi per bambini e ragazzi. Alla
sera, risate con la compagnia dialettale
"de Bosch". Domenica 20, dalle 20,30, la
conclusione con lorchestra "I migliori
anni".
Ogni sera funzioner, dalle 19, uno stand
gastronomico con pesce e specialit
romagnole. Ci sar anche una grande
pesca di beneficenza.
Tutti gli spettacoli si svolgeranno nel
tendone al coperto allestito nel campo
sportivo dietro la chiesa.
Mv

del Si Fest, delegato dallAssociazione


Savignano Immagini.
La moda il mio mondo ha detto il
presidente Baldinini. Non posso non essere
appassionato alla fotografia che
strettamente legata alla moda. Solo che la
moda passa, mentre una buona fotografia
resta nella storia. La qualit delle proposte
di questa edizione il motivo per cui le
imprese che sostengono il SI Fest sono
soddisfatte e continueranno a sostenere il
festival di Savignano sul Rubicone.

Gi investiti 250mila euro

Sicurezza edifici scolastici


San Mauro in prima linea

Tanta gente, nonostante il tempo incerto, lo scorso fine settimana a


Longiano per il Festival dellantico organetto. Decine di suonatori in costumi
depoca, provenienti da tutta Europa, hanno allietato le vie del borgo con i
loro strumenti musicali meccanici. La 3Monti band ha eseguito linno
"Longiano damare" scritta per l'occasione da Valter Salvi con musica di
Stefano Nanni .Centinaia di persone erano presenti anche al santuario del
Santissimo Crocifisso per la Messa animata dagli organetti dellAmmi. (Mv)

Sono partiti in questi mesi


estivi numerosi interventi per
la riqualificazione e il
miglioramento della vivibilit
del paese di San Mauro
Pascoli. Si tratta di interventi
che interessano
principalmente la
riqualificazione di strade e
parcheggi, la messa in
sicurezza degli edifici pubblici,
la manutenzione del verde e
dei giochi per bambini nei
parchi pubblici e
ladeguamento del campo
sportivo.
Sul fronte scuole sono gi stati
completati gli interventi di
adeguamento sismico allasilo
nido Il Bruco e alla materna
Myricae di San Mauro Mare,

per un totale di circa


250mila euro investiti. I
lavori di rinforzo
strutturale, in grado di
aumentare
significativamente la risposta
degli edifici in caso di sisma, si
sono conclusi in questi giorni e
i due plessi sono ora pronti ad
accogliere bambini, insegnanti
e genitori gi dalla prossima
settimana, con lavvio
dellanno scolastico. Tutto
pronto anche nellarea scuola
primaria Montessori. Anche
qui si sono conclusi i lavori di
miglioramento della viabilit
con la riqualificazione di via
Montessori, con la bonifica
della strada dalle radici
infestanti, il ripristino del

marciapiede, la realizzazione
di una nuova illuminazione
pubblica e listituzione di
parcheggi a spina, superiori
in numero ai precedenti stalli
disponibili. Prosegue a pieno
ritmo anche liter di
assegnazione dei lavori di
realizzazione del primo
stralcio del plesso che sorger
in Via Villagrappa: al bando di
gara hanno partecipato oltre
90 ditte. Laggiudicazione
della gara avverr entro il 31
ottobre e i lavori partiranno
entro fine anno.

Valle del Savio

Gioved 17 settembre 2015

17

Sarsina La comunit si sta impegnando per accogliere le profughe nel migliore dei modi

ono arrivate gioved


pomeriggio, stanche,
impaurite e intimidite. Non
volevano scendere dal
pulmino che, da Bologna, le ha
trasportate fino a Sarsina. "Hanno
tentennato un po poi si sono
tranquillizzate e hanno reagito
bene", racconta Ludi Corzani,
vicepresidente della cooperativa
sociale "Fare del Bene" con sede a
Galeata e che, in valle del Savio, si
occupa di gestire lospitalit e le
incombenze quotidiane dei profughi
giunti dalle zone di guerra. Dieci
quelli arrivati a San Piero in Bagno
qualche settimana prima (cinque
pakistani e cinque nigeriani) cui si
sono aggiunte le cinque giovani
donne nigeriane e una ghanese (tra i
25 e i 30 anni) arrivate a Sarsina nei
giorni scorsi. Ad attenderle anche il
sindaco Luigi Mengaccini e il
parroco don Renato Serra che nel
corso della Messa delle 11 di
domenica scorsa, parlando ai fedeli,
ha detto: "Preghiamo per questa
nostra comunit, perch possa
vedere in questi arrivi un dono della
presenza di Dio in mezzo a noi". Don
Renato stato uno dei primi ad
attivarsi non appena ha appreso la
notizia dellimminente arrivo delle
migranti. La Diocesi ha messo a
disposizione i locali dellex
seminario mentre il parroco ha
mobilitato le Caritas di Sarsina e
Mercato Saraceno per attrezzarli: in

"LapresenzadiDio
inmezzoanoi"

poco tempo sono stati recuperati letti,


lenzuola, coperte, cuscini, vestiti. E
arrivato anche lidraulico per sistemare
qualche tubo e rendere ottimale la
permanenza delle ospiti. Alcuni lavori
sono ancora in corso, non trattandosi di
strutture abituali per essere abitate. Ma
in poco tempo e grazie a persone di
buona volont le ragazze hanno trovato
una casa, primo metaforico abbraccio
della comunit sarsinate che le sta
accogliendo.

Sono cristiane e parlano inglese.


Quattro di loro domenica scorsa hanno
partecipato alla Messa delle 11 e hanno
ricevuto la Comunione. Grandi occhi
bianchi e sguardo ancora un po
stranito, quale mondo abbiano lasciato
alle spalle non ancora dato sapere.
Sono tuttora in corso, da parte degli
organi competenti e della Questura, le
indagini per accertare identit (seppur
da loro stesse dichiarata), storia, e
condizione delle giovani donne africane

San Piero, lavori terminati, mancano solo alcuni permessi

"Ex orto di Fedele": un parcheggio in pi


Manca poco allapertura del parcheggio nellarea "Ex orto di Fedele" a San
Piero in Bagno.
"Per poter procedere alla definitiva
apertura e fruizione del parcheggio spiega il sindaco Marco Baccini - rimane da concludere la pratica notarile avente a oggetto il passaggio di
propriet dellarea dal lottizzante al
Comune, che stiamo gestendo proprio in questi giorni con lobiettivo di
procedere nel pi breve tempo possibile allapertura al pubblico".
Ci che ha determinato il protrarsi
della pratica sino a oggi da riferirsi
alla non corretta esecuzione di talune
opere di urbanizzazione primaria, rilevata in sede di primo collaudo, in riferimento alle quali si dovuto attendere che il lottizzante adeguasse le
opere alle direttive impartite dal Set-

tore Lavori Pubblici del Comune, cos


da rendere i manufatti conformi agli
elaborati progettuali.
"Per quanto riguarda la regolamentazione della sosta - prosegue il sindaco
- facciamo presente che, nonostante
gli stalli siano stati definiti con righe di
colore blu come previsto dal Programma di revisione della viabilit discusso in questi mesi, sino a tutto il
2015 lutilizzo del parcheggio sar
completamente gratuito".
"Abbiamo maturato questa decisione
- conlcude Baccini - al fine soprattutto di verificare, in via sperimentale, se
anche attraverso una fruizione libera
si riesca a garantire il necessario ricambio nellutilizzo del parcheggio,
utile a unomogenea fruizione sia per
i cittadini che per le attivit economiche del paese.

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novit e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

scappate da guerre e persecuzioni.


In Nigeria la popolazione in fuga
dalla violenza terrorista del gruppo
fondamentalista islamico Boko
Haram, che sta seminando odio e
morte anche nei Paesi vicini. Le
donne sono arrivate in Italia, dopo
aver intrapreso uno dei famigerati
viaggi della speranza: Africa
Occidentale, deserto libico, mare,
sbarco in Sicilia. Sarsina non casa
loro, ma adesso casa loro qui. Ed
qui che proveranno ad essere felici,
almeno un po. Entrando a far parte
poco a poco della nuova comunit.
Linserimento lavorativo non
contemplato per legge prima di sei
mesi dallarrivo, le opere
socialmente utili per la collettivit s.
"Insieme al sindaco stiamo
individuando attivit nelle quali
possano essere inserite", spiega
Corzani.
La corale di Sarsina sta cercando
nuovi elementi e una delle prime
cose che le ragazze hanno chiesto,
venute a conoscenza della vita
parrocchiale e cittadina, stata "la
possibilit di cantare". Intanto le
giovani nigeriane percepiscono un
pocket money di due euro e
cinquanta al giorno che vengono
consegnati loro in maniera
cumulativa ogni settimana. A parte
sono le spese per derrate alimentari
e mediche, e altri costi di gestione a
carico della cooperativa.
Michela Mosconi

San Piero
Promotore
rinviato a giudizio
La notizia rimbalzata anche sui quotidiani
nazionali: rinvio a giudizio per un promotore
nanziario di San Piero in Bagno. La vicenda
era gi nota: nel mese di marzo un
promotore originario di San Piero, 61enne,
si era recato nella caserma della Guardia di
Finanza di Forl confessando di aver
sperperato al casin e in alberghi di lusso
9,4 milioni di euro. Solo che non erano soldi
suoi, ma dei suoi clienti, circa una
settantina. Gli affidavano i propri risparmi
invogliati anche dal fatto (e qui sarebbe
dovuto arrivare qualche sospetto) che
allinizio il promotore assicurava il 20 per
cento di rendimento.
Tra le sue "vittime", imprenditori,
commercialisti, avvocati, notai,
commercianti e parenti: il caso del cognato
che ha visto svanire nel nulla i circa 600mila
euro affidati al promotore per investirli a
nome delle glie, nipoti del professionista.

18

Gioved 17 settembre 2015

Solidariet

Il Disegno
Una bellezza
che brilla da 30 anni
Se una cosa bella, ossia ti realizza e ti riempie il cuore,
pu esserlo anche per altri e allora la si condivide, sottolinea il
presidente Andrea Alberti. Nata a Cesena nel 1985,
lassociazione raccoglie circa una sessantina di ragazzi disabili
affetti da varie patologie, e pi di un centinaio di volontari

la bellezza il metro di giudizio che ci porta a scegliere se fare o meno


una cosa, non di certo la fatica. Ed cos che durante la vacanza
tutti, anche i nostri amici affetti da disabilit gravi, hanno fatto il
bagno nel lago. E ancora li abbiamo accompagnati al cinema
affittando per un giorno il cinema Eliseo e non ci siamo fatti ostacolare dalle
barriere architettoniche di Venezia e ci siamo girati in lungo e in largo la laguna
sollevando le carrozzine, salendo e scendendo da ponti e traghetti. Questo il
carisma che da trentanni sta allorigine de Il Disegno, associazione nata nel 1985
come concretizzazione formale di unamicizia tra alcuni giovani di Comunione e
Liberazione e qualche ragazzo disabile.
Ad oggi lassociazione raccoglie circa una sessantina di ragazzi disabili affetti da
varie patologie e pi di un centinaio di
volontari, la maggior parte di et
compresa tra i 16 e i 40 anni.
Lidea - spiega Andrea Alberti,
presidente de Il Disegno - non
quella di creare attivit per i ragazzi
disabili, ma quella di vivere momenti
belli con loro. Se una cosa bella,
ossia ti realizza e ti riempie il cuore,
pu esserlo anche per altri e allora la si
condivide. Cos una nostra volontaria
una volta ci ha proposto di provare i
balli latini e abbiamo organizzato una
giornata danzante che ha
entusiasmato tutti, anche coloro che
hanno seri problemi a muoversi. Lo
stesso stato per Venezia: nessuno
sceglie di andare a Venezia con ragazzi
in carrozzina, eppure noi lo abbiamo
fatto. Avevamo capito che i nostri
ragazzi desideravano visitarla e cos ce
la siamo vista tutta, isolette limitrofe
UN PAIO DI SCATTI DALLALBUM DELLASSO- comprese. Se Il Disegno fosse una
CIAZIONE IL DISEGNO

La Cisl alla Marcia di donne


e uomini scalzi
La Cisl ha aderito con convinzione
alliniziativa della Marcia di donne e
uomini scalzi che si tenuta venerd 11
settembre su tutto il territorio nazionale
con modalit autonome ma univoche,
perch forte il bisogno di dare risposte
certe allesodo di massa che sta
interessando tutta lEuropa, nessuno
escluso. quanto afferma la segretaria
generale della Cisl, Annamaria Furlan,
annunciando ladesione della Cisl alla
Marcia di donne e uomini scalzi.
Aderiamo alla marcia per dire anche noi
basta alle stragi, no alle guerre, s alla
vita e alla solidariet nei confronti di
quelle popolazioni che fuggono dalla
guerra e dalla morte, cercando scampo via
terra e via mare in Europa. Sar anche
loccasione per ribadire una volta di pi
che la comunit internazionale e lEuropa
non possono voltare lo sguardo dallaltra
parte, perch lemergenza profughi ci
riguarda da vicino e chiama in causa un
sistema di riconoscimento dellasilo che
va rivisto e condiviso in tutta Europa. Per
questo torniamo a chiedere limmediato
superamento del Regolamento di Dublino,
una revisione in chiave europea del
sistema di accoglienza, strutturata per
piccoli gruppi, sicura e rispettosa dei
diritti umani dei profughi, anche mediante
il coinvolgimento di tutti i Paesi del
Mediterraneo.

Pensioni: ipotesi di riforma


necessario ora reintrodurre un po di
essibilit nellet di pensionamento:
ecco quanto afferma anche lex Ministro
del lavoro durante il governo Monti, Elsa
Fornero. Secondo la Fornero la soluzione
meno costosa delle ipotesi circolate
nora, ad esclusione del ricalcolo

La festa ai giardini pubblici, a Cesena


Per i suoi trentanni di attivit i volontari dellassociazione Il Disegno hanno organizzato una giornata di festa presso i Giardini Pubblici di Cesena. Lappuntamento per sabato 19 settembre. Il programma prevede alle 16,30 spettacolo per
grandi e piccini con il Mago Cotechino, alle 18 lincontro Trentanni di caritativa
a Cesena. A partire dalle 19,30 si potr cenare negli stand gastronomici e alle 21
proseguir la festa insieme. In caso di pioggia levento sar annullato.

semplice associazione non si potrebbe


arrivare a questo. Noi siamo prima di tutto
un gruppo di amici che crescono e imparano
a vivere condividendo il tempo libero.
Le attivit del Disegno si svolgono durante il
tempo libero dei ragazzi disabili, cio quello
al di fuori dellorario lavorativo. Si tratta del
momento in cui le famiglie avvertono
maggiormente il bisogno di un aiuto. Al
sabato pomeriggio da settembre a maggio ci
troviamo nella sala Primavera dellAuser, in
via del Serraglio, per passare insieme due ore
tra giochi, canti, balli, laboratori artistici e
incontri tematici. Durante lestate ci
concentriamo nel centro estivo che si svolge
nei pomeriggi del mese di luglio: quattro
settimane, dal luned al venerd, presso la
scuola elementare Carducci di Cesena, dove
educatori e volontari organizzano lo scorrere
del tempo tra laboratori manuali, attivit
musicali e teatrali che si concludono con
una recita durante la grande festa finale.
Infine la vacanza in montagna che per i

NOTIZIARIO PENSIONATI
contributivo dellintero assegno, sarebbe
la previsione delluscita anticipata dal
mondo del lavoro con una penalizzazione
del 3-3,5 per cento per ogni anno di
anticipo. Il Governo sembra per non
essere intenzionato a voler fare pesare la
manovra sulle casse dello Stato.
Sullargomento il segretario confederale
della Cisl, Maurizio Petriccioli, afferma: Il
ripristino della essibilit nellaccesso al
pensionamento una necessit ormai da
tutti riconosciuta, non solo per fornire
risposte ai lavoratori coinvolti in
situazioni di crisi aziendale, ma anche per
offrire ai giovani nuove opportunit di
ingresso al mercato del lavoro.
Quindi s alla essibilit, ma anche un
fermo no a trattamenti pensionistici
troppo bassi. Questo implica una decisa
indisponibilit ad accogliere la proposta
del ricalcolo con il sistema contributivo
delle pensioni e al contrario una piena
apertura a valutare qualunque proposta
che rispetti parametri di equit e che
consenta di rimettere nella disponibilit
dei lavoratori le scelte relative al
pensionamento.
La decisione verso una maggiore
essibilit nella prossima legge di
stabilit dovr fare i conti con le risorse a
disposizione. Sembra archiviata la
possibilit di utilizzare le proposte
avanzate in Parlamento da DamianoBaretta (2 per cento di taglio per ogni
anno di anticipo con un limite dell8 per
cento) e quella sulla quota 100 tra et e
contributi, poich secondo i calcoli Inps
avrebbero costi troppo elevati nel caso in
cui tutti coloro che ne avessero diritto
utilizzassero queste opzioni, tra gli 8,5 e i

ragazzi costituisce un appuntamento


imperdibile e consente alle loro famiglie di
concedersi una settimana di riposo.
Questanno - spiega Alberti - siamo stati a
Levico Terme. Eravamo 140 persone: 42
disabili e il restante volontari.
Probabilmente non esiste in Italia una realt
come la nostra, dove siano riuniti 42 disabili,
per lo piu gravi e tanti volontari. Si tratta di
qualcosa che pu nascere solo dalla totale
gratuit, perch a ogni volontario chiesto
di contribuire alle spese della vacanza.
Durante il campo estivo e proprio dentro
allesperienza de Il Disegno una coppia di
amici, che convive da tempo, ha scelto di
mettere Ges al centro e si sono sposati
proprio in Trentino, durante la vacanza,
invitando solo le famiglie e facendo festa
con tutti noi. Per i ragazzi e per noi tutti
volontari stata unesperienza incredibile ed
stato evidente come la caritativa porti le
persone a cambiare.
Barbara Baronio

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

A Bologna il Festival delle generazioni


Il Festival delle generazioni della Fnp-Cisl arriver a Bologna il 9 e il 10 ottobre.
Dopo due edizioni nazionali di grande successo a Firenze, questanno il festival
si propone come manifestazione itinerante, e il 9 e 10 ottobre far tappa a
Bologna. Il sindacato dei pensionati della Cisl ha organizzato una due giorni di
dibattiti, laboratori, arte e sport per favorire il dialogo tra i giovani e gli anziani
seguendo lo slogan N vecchi n giovani: cittadini. Secondo il sindaco di Bologna Virginio Merola, in questo
momento storico, in cui, statistiche alla mano, viviamo una situazione di invecchiamento progressivo,
fondamentale che si instauri un dialogo tra giovani e anziani. Un dialogo che deve essere caratterizzato dalla
capacit di ascoltarsi reciprocamente, in modo da creare un nuovo rapporto tra le generazioni. Opinione
condivisa dal segretario regionale di Fnp-Cisl Loris Cavalletti, secondo cui non vero che ci sia un conflitto
tra giovani e anziani, e lo dimostra il successo di questa manifestazione che lancia un messaggio di speranza
e mostra come la cultura possa unire due generazioni tanto diverse.
Entrando nel dettaglio nel corso del Festival, ci saranno due tavole rotonde sul Jobs act, a cui parteciper il
ministro del Lavoro Giuliano Poletti, e sul welfare, oltre allincontro in piazza Maggiore con lex premier
Romano Prodi, cui il direttore de Il Resto del Carlino Andrea Cangini chieder di fare alcune previsioni per
il futuro, in particolare per quanto riguarda la crisi e i modi per uscirne.
Si ricorda lo spettacolo teatrale Due interviste impossibili: Cosimo e Giuliano de Medici, basato
sullomonimo format radiofonico degli anni 70, e la Maratona delle generazioni, con cui si introduce per
la prima volta lo sport nella manifestazione. Il ricavato della passeggiata ludico-motoria di cinque chilometri
andr alla Casa dei risvegli Luca De Nigris. In programma anche il concerto Generazioni in musica,
introdotto dal presidente del Mei (Meeting etichette indipendenti) Giordano Sangiorgi, in cui artisti affermati
come Andrea Mingardi, Omar Pedrini, Eugenio Bennato e Beppe Carletti si esibiranno al fianco di alcuni
giovani musicisti, presentandoli cos al grande pubblico.
Infine, tra i laboratori si segnala 1.000 barche per il Mediterraneo, il cui obiettivo creare, con la tecnica
dellorigami, 1.000 barche di carta per ricordare le stragi di migranti, tema di grande attualit.
Tutti gli eventi del Festival, che si svolger in vari punti della citt, tra cui piazza Maggiore, la Salaborsa e Palazzo
DAccursio, saranno gratuiti. Il programma completo consultabile sul sito www.festivaldellegenerazioni.it.
10,6 miliardi lanno.
Boeri nella stessa audizione ha espresso il
suo parere favorevole allestensione della
platea dellopzione donna, ovvero alla
possibilit che chi va in pensione in
anticipo rispetto allet di vecchiaia lo
faccia utilizzando il sistema contributivo.
Fa piacere leggere che, oltre a noi della

Fnp Cisl, ci siano anche esponenti politici


a concordare sullurgenza di applicare
correttamente la norma riguardante la
nestra di uscita dal lavoro delle donne
che abbiano maturato i requisiti necessari
no al 2015, ha dichiarato anche Gigi
Bonfanti, segretario generale della Cisl.
Sar necessario poi - conclude Bonfanti -

introdurre essibilit nellet di


pensionamento che prevedano s delle
penalizzazioni, ma sempre nei limiti
della ragionevolezza, evitando quindi di
applicare il metodo contributivo che
penalizzerebbe i molti lavoratori che
sono stati costretti ad abbandonare il
mondo del lavoro anticipatamente.

Cultura&Spettacoli

A Sogliano al Rubicone, domenica 20 settembre, la premiazione del concorso nazionale

Poesia e musica
nel ricordo
di fra Venanzio Reali

omenica 20 settembre, nel teatro Elisabetta Turroni di Sogliano al Rubicone,


critici e poeti si danno appuntamento per
ricordare Agostino Venanzio Reali, il poeta e artista che tanto interesse ha suscitato nelle recenti
mostre tenute a Cesena presso lAbbazia del
Monte, a Pennabilli, a San Marino e a Sogliano.
Alle 9,30 introdurr il tema Elena Buia Rutt, critico, poeta, saggista e traduttrice, che parler
di Tra conflitto e accettazione: la poesia di
Agostino Venanzio Reali. Alle 11 seguir la premiazione della 14 edizione del Premio Nazionale di Poesia Agostino Venanzio Reali: voce
di Ilario Sirri, musiche di Federica Frisoni (flauto), Federica Rocca (violino), Mattia Guerra
(pianoforte).

Passo dopo passo, il Premio ha acquistato consenso e consapevolezza, si affermato a livello nazionale. Laver vinto il Reali un prestigioso riconoscimento, perch i vincitori vi arrivano attraverso una rigorosa, attenta, meticolosa selezione, come dimostrano le motivazioni e i giudizi espressi sulle poesie. E fin dalla sua prima edizione questo rigore stato uno
degli elementi su cui si fondato il premio Reali, un rigore che aveva come punto di riferimento la ricerca linguistica, la voce nuova, e
che doveva di conseguenza anche tradursi in
un numero limitato di autori premiati (appena
nove).
La Giuria del Premio nazionale di Poesia Agostino Venanzio Reali, organizzato dallomoni-

Giornate europee
del patrimonio
Gli appuntamenti
T

19

Cinema
di Filippo Cappelli

ma associazione culturale, composta da


Bruno Bartoletti (presidente), Roberta Bertozzi, Narda Fattori, Sonia Gardini, Gianfranco Lauretano, Maria Lenti.
Ecco di seguito i vincitori:
Sezione A - Poesia Adulti (premi: 1.000 euro - 500, 250): 1 Premio Corrado Guerrazzi di Casciago (Varese) con la lirica LAppennino. 2 Premio Valentina Colonna di
Baldissero Torinese (Torino) con la lirica I
viali di Torino. 3 Premio Alessandro Ramberti di Rimini con la lirica Sulla strada di
Damasco.
Sezione B - Poesia Giovani (Premi: euro
300, 200, 100): 1 Premio Anna Paradisi di
Rimini, con la lirica Ho guardato la nostra
bambina.
2 Premio Gianmarco Bizzarri di Cattolica
(Rimini) con la lirica Lalbero dei tulipani.
3 Premio Giulia Bravi di Verucchio (Rimini) con la lirica Umana impotenza.
Sezione C - Poesia Giovanissimi (Premi:
Buoni libro di 100 o 150 alle scuole partecipanti e pergamena per un totale di 1.000
euro).

Oltre che a Cesena, eventi a Sarsina, Gatteo e Longiano

ornano puntuali, sabato 19 e


domenica 20 settembre, le Giornate
europee del patrimonio, con diversi
eventi sparsi nel comprensorio cesenate.
A Cesena a farla da padrone la
Biblioteca Malatestiana che propone due
percorsi a tema. Un po di Europa tra i
copisti di Malatesta Novello: visite
guidate sabato alle 17 e domenica alle
11,30 e 17,30 ai codici trascritti da copisti
europei esposti nella sala Piana. E il
Museo lapidario ritrovato, che
comprende lapidi, stemmi, elementi
architettonici dei secoli XIV-XVII
appartenenti a edifici della citt non pi
esistenti e il bassorilievo rappresentante
San Giorgio e il drago affiancato dagli
stemmi malatestiani e viscontei.
A pochi metri dalla Malatestiana, si trova
lArchivio di Stato di Cesena: nella
mattinata di sabato (dalle 9 alle 13) sono
previste visite guidate alla mostra
didattico-documentaria sulla storia della
cerealicoltura di Cesena e sulle
vicissitudini di un antico canale che ha
rappresentato per oltre sei secoli lanello
trainante delleconomia agricola della
citt.

Gioved 17 settembre 2015

Un po di Europa tra i copisti


di Malatesta Novello:
visite guidate alla Biblioteca
sabato 19 settembre alle 17
e domenica 20 settembre
A Sarsina, il Museo archeologico effettua
sabato lapertura straordinaria serale
dalle 20 a mezzanotte, proponendo alle
21 un incontro con larcheologa Maria
Teresa Pelliccioni su Il mito di Europa.
Allinterno della sala B del museo stata
esposto di recente unapplique bronzea
raffigurante la fanciulla Europa seduta su
un toro, rinvenuta fra il corredo di una
tomba rinvenuta nella necropoli romana
in localit Pian di Bezzo di Sarsina. A
seguire, nellaula didattica verr
approfondito il racconto del mito che si
vuole allorigine del nome dato al nostro
continente.
A Gatteo protagoniste la biblioteca
comunale e loratorio di San Rocco: la
prima ospitata allinterno del centro
culturale Gli Antonelli da Gatteo, celebre

famiglia di ingegneri militari del XVI


secolo, mentre la seconda una chiesetta
di epoca medievale caratterizzata dalla
presenza di affreschi votivi realizzati da
artisti locali itineranti in occasione delle
ondate di pestilenza che colpirono la zona
fra il XIV e XV secolo. Entrambi sabato
saranno aperte dalle 20 alle 24, con visita
guidata alle 21,30.
Infine, a Longiano, la volta de La notte
della luna, alla scoperta del cielo: alla
fondazione Tito Balestra apertura
straordinaria sabato dalle 20 alle 24 e
osservazione della luna guidato dagli
astrofili nella corte del castello, in
occasione dellInternational observe the
moon night, iniziativa mondiale
promossa, tra gli altri, dalla Nasa.
Francesca Siroli

Aladdin (Cesena),
Uci Cinemas Romagna (Savignano)

SELF/LESS
di Tarsem Singh
La caduta lenta di un regista promettente.
Una quindicina di anni fa, non ancora
40enne, Tarsem Singh firm un piccolo gioiello di genere dal titolo The Cell, horror sci-fi
che ebbe lodi da pubblico e critica. Ci si
aspetta il bis e invece, dopo sei anni, arriva la
delusione. Se con The Fall il risultato controverso, la mano del regista si fa balbettante con
Immortals, fino a divenire infantile con Biancaneve. E ora questo Self/less che certamente
non risolleva la considerazione per il talento
di Singh.
La trama: lidea di fondo sta tutta in un desiderio di immortalit portato alle estreme conseguenze. Conseguenze tali da far presto
scivolare lintero progetto in un trionfo dellassurdo. Damian Hale (Ben Kingley) un
sessantenne multi-milionario. Ha costruito
mezza New York, vive in una reggia con vista
su Central Park, non ha uno straccio di rapporto con la figlia attivista di sinistra che lo
detesta. Inoltre, un tumore se lo sta lentamente mangiando. Colpo di scena: Damian
viene a conoscenza di una poco pubblicizzata
e assai costosa terapia medica radicale, chiamata shedding: la coscienza di Damian viene
trasferita nel corpo di un 35enne fisicato e in
piena salute. Il riccone convinto che il suo
nuovo involucro sia stato prodotto in laboratorio. Ma quando il corpo incomincia a fare le
bizze, suscitando nella mente del suo ospite
ricordi e immagini che appartengono alla vita
di qualcun altro, la verit viene a galla: quel
corpo appartiene a una persona vera che, in
circostanze economicamente disperate, ha
deciso di venderlo al mercato della scienza
per metterlo a disposizione dei ricchi. Che
in fondo una metafora crudele di come funzionano realmente le cose a questo mondo.
Peccato che il film non la colga fino in fondo.
Primo errore: dopo unottima premessa, il regista pianta tutte le questioni sociali, morali e
filosofiche per puntare tutto, e male, sulladrenalina. Da qui in poi Self/less diviene un banalissimo action con scazzottate, sparatorie e
inseguimenti. C anche il solito tormentone
del padre in cerca di redenzione. La sostituzione di Ben Kingsley (il vecchio corpo) con
Ryan Reynolds (quello nuovo) elimina poi
ogni possibile sfumatura da un plot gi in origine scritto con i piedi. E Singh appioppa il
colpo di grazia tagliando con laccetta il tutto.
Che dire: questo remake apocrifo di Operazione diabolica (Seconds), film di John Frankenheimer del 1966 con protagonista Rock
Hudson, e tratto a sua volta dallomonimo romanzo di fantascienza di David Ely, parte da
ottimi presupposti sci-fi perdendosi per tra i
meandri dellaction dozzinale. Forse se la figura di Ben Kingley (relegato solo nellincipit)
avesse avuto pi spazio, magari avrebbe risollevato maggiormente un plot che il testosteronico Reynolds stende con uninterpretazione
superficialissima e scialba.
Poco male: verr dimenticata presto. Come il
resto del film.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
Pane vivo
di Francois Mauriac
Editrice: Massimo (10 euro)
Francois Mauriac (1885-1970), premio Nobel per la letteratura nel
1952, nella Prefazione a questo libro, afferma: Sono
cinquantanni che scrivo racconti, eppure questa la prima volta
che ne scrivo uno con lintenzione di sostenere una tesi. Ci non
significa che finora io non abbia difeso la mia fede, ma lho sempre
fatto di preferenza con degli articoli e dei saggi. Nessuno dei miei
romanzi stato concepito con intenti apologetici: quel fervore
religioso e quellinquietudine spirituale che vi si scorgono non
sono intenzionali, se mai stanno a dimostrare che il frutto rivela la
qualit dellalbero. Se un editore mavesse chiesto di scrivere un
romanzo sul Sacrificio della Messa, probabilmente avrei rifiutato.
Perch allora ho acconsentito a scrivere su questo argomento un
soggetto per film? Senza dubbio perch da un lato sottovalutavo il
cinema, e dallaltro ero impressionato dal suo potere di diffusione,
di cui la Chiesa non pu non tener conto. Il film fu poi realizzato
dal regista Jean Muselle. In Francia, i competenti espressero delle
riserve sul film che, a quanto mi risulta, non stato distribuito in
Italia. Obiezioni furono fatte dai cattolici anche a Mauriac.
Veniamo dunque al soggetto cinematografico dello scrittore. La
storia ambientata prevalentemente a Parigi. Due amici: Valmy, un
ragazzo buono, figlio di famiglia laicista, senza alcun credo

religioso, non battezzato, e Roberto, tipico buontempone a


caccia di ragazze. Valmy vede Teresa che gli sembra cos
diversa dalle altre, e subito si becca lironia di Roberto. Cos
comincia a pedinarla ogni mattina quando lei entra in una
chiesa per partecipare alla Messa (ancora preconciliare e in
latino). Finalmente avviene il primo incontro in cui Teresa
protesta, infastidita dal suo pedinamento. Tuttavia lui
incuriosito da quello che lei vive in chiesa durante la Messa. Lei
gli racconta lepisodio della moltiplicazione dei pani e poi
linizio del discorso sul pane di vita. Gli spiega anche che nella
Messa c il sacrificio di Ges che si fa vittima, per salvare i
peccatori. A Valmy questa spiegazione sembra una follia.
Teresa ha un fratello diciottenne, sbandato, non amato da suo
padre, il signor Valmont, che ha motivi per non ritenerlo suo
figlio. La madre, infatti, scappata e li ha lasciati soli. Il fratello
di Teresa rischia di essere bocciato per lennesima volta. Il
padre, in compenso, ha una gelosia morbosa per Teresa.
Quando il figlio gli rivela che Teresa si vede con un ragazzo, lui
si sente tradito. Teresa ha deciso di farsi vittima insieme a
Ges, per la redenzione di suo fratello (e non solo). Cos non
accetta la corte di Valmy e lo lascia, seppure innamorata.
Allora Valmy decide di aiutare suo fratello dandogli lezioni di
latino e greco. Lo stile di Teresa lo ha contagiato. Si vedranno
durante il pellegrinaggio degli studenti per la Pentecoste, alla
cattedrale di Chartres. Grazie a un sacerdote, Valmy chiede il

battesimo e Teresa
capir, dopo aver
sacrificato il suo
affetto per lui, che
anche lamore umano
una via di
santificazione. Sar
proprio Valmy a
rassicurarla: State
tranquilla, Teresa: questo pericolo non esiste.
Voi non metterete mai nessuno avanti a Dio. E
il sacerdote conclude: Due giovani che si
vogliono bene nella luce della Grazia, sono la
cosa pi bella del mondo! Sia ringraziato Iddio.
Questo finale, per motivi di ordine tecnico, non
fu possibile realizzarlo e si opt per La Salette
(che per un finale meno bella). Leggere
questa sceneggiatura sar utile, nel momento
in cui la nostra Chiesa locale inizia lAnno
dellEucaristia (Il Pane dei viandanti) e la
Chiesa universale, a ottobre, celebrer il
Sinodo Ordinario sulla famiglia. Mentre a
Milano sta per terminare lExpo: Non di solo
pane. Dacci oggi il nostro pane quotidiano.
Rino Casali

20

Cesena&Comprensorio

Gioved 17 settembre 2015

Cesena flash

Maratona Alzheimer, gli appuntamenti


i corsa per una gara solidale. Domenica 20 settembre, a
partire dalle 8, Mercato Saraceno e Cesenatico (e
D
Borello, e Cesena) saranno percorse dal lungo
serpentone - tra chi partecipa alla maratona, chi alla 30
chilometri e chi ai soli 16 chilometri da Cesena al parco di
Levante di Cesenatico - della 4 edizione della Maratona
Alzheimer. Organizzata dallassociazione "Amici di Casa
Insieme", diventato un appuntamento per sportivi e
appassionati che in migliaia partecipano alle varie opzioni

Festival itinerante

di corsa, per poi ritrovarsi tutti alla festa conclusiva nel


parco Levante di Cesenatico.
La maratona sar preceduta dalla camminata "Cesena e il
Savio, Off Road tra aree verdi e ume" (8 chilometri),
venerd 18 settembre alle 18, con partenza da piazza del
Popolo, a Cesena. E sabato 19 settembre alle 10, al palazzo
del Museo della Marineria, a Cesenatico, conferenza
pubblica "Pratiche di ricerca, potenzialit ed esperienze.
Il paradigma Alzheimer.

Si terr sabato 19 e domenica 20


settembre il Festival itinerante tra
geograe affettive, arte e infanzia "Di
cortile in cortile" presso la Biblioteca
malatestiana e il quartiere adiacente. Si
tratta di narrazioni, laboratori, ascolti,
musica, cinema e video sotto la
direzione artistica di Valentina
Pagliarani dellassociazione Katrim. Le
attivit con diversi artisti avranno luogo
sabato dalle 20 alle 23 e domenica dalle
15,30 alle 18,30.

Chorus: lezioni al via

Balletto e film
Al Victor di San Vittore sar trasmesso
marted 22 settembre alle 20,15 in
diretta , via satellite, dalla Royal Opera
House di Londra il balletto "Romeo e
Giulietta" di Sergej Prokoev. Da
gioved 17 a domenica 20 settembre
sullo schermo il lm "Non sposate le
mie glie" (consigliabile-brillante) di
Philippe De Chauveron. Ingresso 3,50
euro.

Lezioni di flauto
con un musicista
deccezione
Sono aperte le iscrizioni al corso annuale di flauto jazz tenuto da Michele Gori,
uno dei pi apprezzati flautisti jazz europei, al via il 22 settembre. Dopo la pausa estiva, ripartono le attivit dellassociazione Chorus, volta alla diffusione
della cultura musicale sul territorio. "Il
corso si rivolge a tutti i musicisti che desiderano avvicinarsi per la prima volta al
repertorio jazzistico, cos come quelli gi
in possesso di conoscenze specifiche che
potranno approfondire e perfezionare il
proprio stile", spiegano gli organizzatori.
Il 6 ottobre partir invece il corso di im-

provvisazione teatrale e consapevolezza


scenica Vivere il palco: gli incontri settimanali saranno tenuti dallattore Fabio
Caccioppoli.
Lassociazione Chorus stata fondata
nellestate 2012 da cinque giovani diplomati al Conservatorio (Martina Biguzzi,
Andrea Brugnettini, Lorenzo Gabellini,
Lorenzo Lucchi e Paride Silvio) e ha sede
nei locali della parrocchia di Martorano.
Il ventaglio delle sue proposte ampio e
diversificato: offre corsi per tutti gli strumenti, (tromba, trombone, saxofono,
flauto, clarinetto, violino, violoncello,

Bagno di Romagna

Savignano

Cesena

Incontro Filopatridi

Arte in Comune

Sar Enrico Gatti, docente di violino


barocco, a tenere la relazione
domenica 20 settembre alle 10 presso
laula magna dei Filopatridi a
Savignano. Il tema sar: Un orfeo
romagnolo, Arcangelo Corelli. A fare gli
onori di casa il presidente Roberto
Valducci e il segretario Giuseppe
Lombardi.

Chiuder domenica 27 settembre nelle sale


del Palazzo del Capitano la mostra di 40
esemplari delle 200 opere presenti nella
collezione comunale: dipinti e sculture di
artisti attivi soprattutto in ambito
romagnolo. Orari di visita: da marted a
sabato dalle 16 alle 18 e dalle 20,30 alle 22;
domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

Gambettola

Serra protagonista

Bagno di Romagna

Escursione in mountain bike

La Fiera del marted

Con lescursione sulle colline del Rubicone,


domenica 20 settembre dalle 8, si
concluderanno le manifestazioni di "Estate
a Gambettola". Il ritrovo e le iscrizioni sono
ssati per le 8 nel giardinetto dello
Straccivendolo dove sono previsti la
partenza e larrivo. Il percorso suddiviso
in 3 percorsi: 30 chilometri, 40 e marathon
50. Al termine le premiazioni.

Il caratteristico mercatino del marted


nel centro storico chiuder il 22
settembre. Dal tardo pomeriggio nella
piazza e nelle vie tante bancarelle di
antiquariato, collezionismo,
bigiotteria, stampe, libri, ceramiche,
tele stampate, erboristeria, ori
secchi, vetri, vasellame, vestiario,
articoli per la casa e gastronomia.

Cesenatico
Memorial Pantani
In programma sabato 19 settembre il XII
Memorial Marco Pantani-Gran Premio
Sidermec. La gara ciclistica per i
professionisti partir da Riccione e
arriver a Cesenatico verso le 16,30. Alla
corsa sono iscritte 25 squadre
professionistiche composte da 8 corridori
ciascuna in rappresentanza di una trentina
di nazioni. Parteciperanno alcuni corridori
della nazionale italiana che gareggeranno
ai Campionati del mondo a Richmond in
Virginia, domenica 27 settembre.

Mostra prorogata
Visto il successo nora ottenuto e facendo
seguito alle tante richieste, la mostra
"Corto Maltese. Il tempo dellavventura",
allestita alla galleria comunale darte
"Leonardo da Vinci" in via Anita Garibaldi,
stata prorogata al 2 novembre. Apertura
sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 12
e dalle 15 alle 18. Lingresso gratuito.

San Mauro
Festa volontari

contrabbasso, basso elettrico, batteria,


canto lirico e moderno, arpa celtica, pianoforte e chitarra), corsi complementari
quali teoria e solfeggio, propedeutica e
musica dinsieme e corsi di perfezionamento di alto livello (masterclass). "Le
nostre lezioni - sottolineano gli organizzatori - sono tenute da docenti giovani
ma esperti e qualificati, e sono basate
sulla qualit e la flessibilit. Rilasciamo
inoltre attestati con validit curriculare".
Per informazioni: www.associazionechorus.com, tel. 389.8945390.
Fs

Si svolge il 18 e 19 settembre, a
San Mauro Pascoli, Servivere, la
festa del volontariato per tutta
larea del Rubicone. Vened dalle
19,30 cena in piazza Mazzini e
musica. Sabato dalle 15 festa
delle associazioni.

Gatteo

Le associazioni Paese Nuovo ed Energie Nuove


organizzano un incontro pubblico su "Serra, Renato
per i cesenati". Si svolger venerd 18 settembre
dalle 17 nella sala Rimbomba in corso Mazzini 46 a
Cesena. Presiedono Silvano Barducci e Denis
Ugolini. Intervengono 9 esperti e conclude Marino
Biondi alle 22. Nel mezzo, cena a buffet. La mostra
Diario di Trincea rester aperta no al 25
settembre.

Fiera dellantiquariato
A Cesena Fiera di Pievesestina, sabato
19 e domenica 20 settembre dalle 10
alle 19, aperta la XVI stagione della
mostra-mercato per gli appassionati di
antiquariato, modernariato,
collezionismo, vintage. Il numero degli
espositori provenienti da tutta Italia
varia da 250 a 300.

Appuntamento
al Museo
Il sesto e ultimo appuntamento della
rassegna "Incontriamoci in Museo"
ssato per sabato 19 settembre alle
16,30 al chiostro di San Francesco in via
Montalti 4. Il dottor Fabio Bracci terr
una conferenza su "Cesena dopo
lImpero", la citt tra Tarda Antichit e
Alto Medioevo. Ingresso libero.

Pagina a cura di Terzo Spada

Cesenatico

San Piero in Bagno

Weekend a Casa Moretti

FestinVal 2015

Si terr sabato 19 e domenica 20 settembre lopen


weekend "Dove abitano le parole", alla scoperta
delle case e dei luoghi degli scrittori dellEmilia
Romagna. Alle 15,30 di sabato interverranno Renzo
Cremante, Jacques Mny, Maria Gregorio,
Alessandro Bisco ed Elena La Maida. Domenica alle
16 visita guidata per bambini alla Casa con Elisa
Mazzoli. Alle 17 letture di Ilario Sirri e musiche di
Tiziano Paganelli.

Torna lappuntamento con "FestinVal"


negli ultimi week-end di settembre per le
vie e piazze a San Piero in Bagno.
Anteprima venerd 28 dalle 22 in piazza
Martiri con il "Duo Metalizado". Poi
sabato 19 dalle 16 musica live,
gastronomia, stand e bancarelle.
Domenica 20 1^ Expo zootecnica del
Comune nellarea "Pincio".

Gambettola

Sogliano al Rubicone

Giornata mondiale della luna

Sagra de Savor

In piazza Togliatti, sabato 19 settembre


dalle 20,30, serata di osservazione della
Volta celeste guidata da esperti
dellassociazione Astroli di Cesena.
Lorganizzazione dellassociazione
"Amici della scuola", presieduta da Denis
Togni. Si tratta di un "Viaggio" alla
scoperta della luna e delle costellazioni
come Cassiopea, Pegaso e Andromeda.

A Montegelli, da gioved 24 a domenica 27 settembre, avr


luogo la 27esima sagra de Savor. Gioved 24 alle 20 Messa e poi
processione per le vie del paese. Venerd 25 dalle 21 spettacolo
"Dilettanti allo sbando alla corrida di Montegelli". Sabato 26
dalle 21 concerto dellorchestra "Mirco Gramellini". Domenica
27 alle 10 e alle 16 Messa nella festa della Madonna del
Rosario. Pomeriggio e sera musica con lorchestra "David
Pacini". Stand gastronomico con degustazioni di Savor,
Mastiaz, Saba e marmellate. Mercatino di benecenza e mostre.

Cesena

Festa delluva

Concorso fotografico a San Vittore

In piazza Vesi, domenica 20


settembre dalle 14,30, si svolger la
II edizione della festa delluva. In
programma il concerto dellorchestra
"Renzo il Rosso", lesibizione degli
"Sciucaren" e della scuola di ballo
"Crisa dance". Si far la pigiatura
come una volta e saranno aperti
stand gastronomici.

Scade il 27 settembre il termine per inviare le


foto al II concorso fotograco "San Vittore
dal mio punto di vista. Vita e luoghi in
evoluzione" organizzato dalla cooperativa
Amicizia con la collaborazione della
parrocchia, del Quartiere e il supporto
dellazienda Amadori. Ogni candidato potr
spedire al massimo due scatti. Le immagini
vanno inviate a qdsv15@gmail.com. Tutti i

dettagli del concorso si trovano sulla pagina


facebook "Quelli di San Vittore". Le foto
saranno esposte durante la festa
parrocchiale.
Tutti possono votare le foto preferite su
facebook o durante la mostra del 4 ottobre
negli spazi della parrocchia. Il premio della
giuria tecnica di 100 euro per il primo
classicato e 50 per il secondo.

Sport

Gioved 17 settembre 2015

Romagna Centro

Serie A Sabato bianconeri ad Ascoli

Primo passo falso


Il Cesena cerca riscatto

l Cesena cerca riscatto. Dopo lo


scivolone di Chiavari, dove i
bianconeri sono stati sconfitti
per 2-1, ecco allorizzonte
unaltra trasferta: quella di Ascoli
Piceno. Sabato 19 settembre, con
inizio alle 15, i ragazzi allenati da
Massimo Drago, sono di scena (a
scanso di un rinvio allultimo
momento per problemi dellAscoli
sul calcio-scommesse) al Del Duca.
In riva al Tronto, ad attendere il
Cavalluccio Marino, ci sar un
avversario che ha da poco ritrovato
la serie B in seguito al ripescaggio
ottenuto ai danni del Teramo. La
formazione bianconera ascolana ha
fatto il suo esordio stagionale sabato
scorso, perdendo a Lanciano 2-0. La
prima di campionato contro lEntella
era stata rinviata per permettere a
entrambe le ripescate di avere
maggior tempo a disposizione
(anche sul mercato). E proprio
lEntella di Chiavari stata la
squadra che ha giustiziato il Cesena
nel corso dellultimo week-end. In
Liguria i bianconeri di Romagna

Sconfitta (2-1) meritata


in Liguria contro
la matricola Entella
Ora serve
pi concentrazione
avevano iniziato nel migliore dei
modi linedito incontro: un gol di
Ragusa al 15 sbloccava il risultato
contro i biancazzurri. Poi per si
rotto qualcosa: le gravi amnesie
difensive dei romagnoli hanno
permesso ai liguri di rimontare.
Prima lEntella ha fallito un calcio di
rigore sul cui fallo stato espulso
Cascione, poi pervenuta al
pareggio sul gong del primo tempo,
per passare anche in vantaggio ad
inizio ripresa dopo 4 minuti con
Sestu. Il Cesena non riuscito a
rimettere in piedi il risultato e alla
fine ha rimediato una storica
sconfitta al primo incontro assoluto
con la matricola genovese. Contro

21

lAscoli dellex tecnico del San


Marino Petrone, servir una netta
sterzata soprattutto dal punto di
vista dellatteggiamento. In serie B
non basta sentirsi superiore
allavversario: se non si gioca con
umilt, grinta e spirito di sacrificio,
anche gli avversari che sulla carta
appaiono pi morbidi, si rivelano
poi ostacoli molto duri da
sormontare. In maglia bianconera a
strisce ascolana, militano gli ex
Mengoni e Almici: lavversario una
neopromossa ma blasonata per la
categoria, sostenuta da un pubblico
appassionato che si fa sentire. Al Del
Duca quindi far "caldo".
Eric Malatesta

iniziata alla perfezione la nuova stagione


in Serie D per il Romagna Centro. Dopo la
vittoria in trasferta sul campo neutro di
Forl contro la Sammaurese, i biancazzurri
di Martorano hanno ottenuto ancora
lintera posta in palio, questa volta contro il
blasonato Delta Rovigo. Decisiva la rete di
Gregorio nel primo tempo. Gli ospiti hanno
dominato per larghi tratti, ma rimanendo
prima in 10, poi addirittura in 9, non sono
riusciti a strappare quel punticino che
sicuramente avrebbero meritato. Gli ospiti
nel nale hanno anche rischiato di subire
una scontta ancor pi larga. Solo un palo
ha fermato il classe 97 Luzzi.
Nel turno infrasettimanale il Romagna
Centro ha affrontato il Bellaria Igea Marina.
Domenica 20 settembre il Martorano se la
vedr in casa lArzignanoChiampo.
Il campionato in attesa del verdetto sul
destino del Forl, che ha fatto ricorso per
lesclusione dalla Lega pro. Per questo
stesso motivo fermo il campionato anche
per Teramo e Savona no al 23 settembre,
quando verr esaminato il ricorso dei
forlivesi.
Intanto il Romagna Centro continua a
fantasticare ad occhi aperti. Non bada a
calcoli e si gode questo primo posto a pari
con il Parma, il Lentigione e lAltovicentino.
Il titolato club ducale ha vinto ancora una
volta senza dominare (solo 2-1 in rimonta
sul Villafranca Veronese), ma rimane senza
dubbio il favorito per la vittoria nale. Ci si
aspetta la reazione del Delta Rovigo, che
pur avendo investito abbondantemente, si
ritrova ora a inseguire, a 0 punti.
Per il Romagna Centro lobiettivo rimane la
salvezza, ma non ditelo al mister Rossi: da
questo bel sogno non ha intenzione di
svegliarsi presto.
Michele Neri

A Longiano sabato e domenica

Ciclismo
Giovani ciclisti
sul podio
Juniores
Al gran premio "Medri Casalinghi" a
Ponte Abbadesse, domenica 13
settembre, Davide Casadei salito sul 2
gradino del podio e 4 posto per Federico
Orlandi. La gara di 110 chilometri,
percorsi alla media oraria dei 41,288, si
conclusa in una volata tra 8 corridori. I
due juniores longianesi della SidermecF.lli Vitali si erano classicati al 6 e 7
posto sabato 12 settembre ad Allumiere
(Roma) in una corsa di 90 chilometri alla
media dei 38,654.
Esordienti
Saramano Sala della Fausto Coppi di
Cesenatico giunto 3, sabato 12
settembre, nella gara di 42 chilometri
disputata a Borgo Valsugana (Trento).

Gara solidale
In bicicletta
per fare del bene
Torna a Longiano lappuntamento con la
"2xBene", levento che coniuga sport e beneficenza. Ledizione numero 15 in programma sabato 19 e domenica 20 settembre.
Organizzano il Panathlon club di Cesena e la
societ ciclistica "Fausto Coppi". La manifestazione prender il via alle 20,30 di sabato
con una serata di spettacolo al teatro Petrella.
Nelloccasione sar conferito il premio alla
carriera sportiva "Citt di Longiano" a Gilberto Simoni. Trentino, classe 1971, il ciclista
italiano con il miglior rendimento nelle corse
a tappe degli ultimi dieci anni. Ha vinto due
Giri dItalia, nel 2001 e nel 2003, ed salito al-

tre cinque volte sul podio. Condurr la serata


il giornalista sportivo Giorgio Martino.
Il clou della manifestazione sar la crono-coppia ciclistica benefica "Lui e Lei" in programma dalle 14,45 di domenica 20 settembre. La
distanza di circa tredici chilometri in circuito con partenza e arrivo in piazza Tre Martiri.
Gli amatori potranno gareggiare accanto ai
professionisti di oggi e ai campioni di ieri,
quali Francesco Moser e Gianni Motta. Parteciperanno anche decine di diversamente abili in handbike o in tandem con guida.
Regista dellevento e coordinatore di uno staff
di circa 150 volontari lavvocato Roberto

Landi. "Il lavoro tanto - dice Landi - ma la


gratificazione maggiore. Non esiste al mondo gara simile in cui le pari opportunit sono
garantite in modo assoluto".
La "2xBene" sar preceduta, domenica mattina, dalla "TuttixBene", mediofondo benefica
valida come prova del campionato Acsi.
Lintero ricavato della manifestazione sar devoluto in beneficenza alla comunit terapeutica "San Luigi" di Balignano, alla Caritas di
Longiano, alla fondazione "La nuova famiglia"
di Cesenatico e alla casa-famiglia "Papa Giovanni XXIII" di Santa Paola di Roncofreddo.
Matteo Venturi

VIGNE (Cesena): in condominio al terzo e ultimo piano servito di ascensore appartamento completamente ristrutturato con materiali e finiture di ottima qualit e scelta.
Limmobile in zona tranquilla e residenziale, dotato di impianti a norma e di riscaldamento autonomo ed composto da soggiorno angolo cottura, 2 camere da
letto, bagno con doccia, 2 balconi, garage. 195.000 / Rif. 1512
PONTE ABBADESSE (Cesena): in posizione tranquilla su di un lotto di circa 320 mq
casa indipendente disposta su 2 livelli con proservizi esterni. DA RISTRUTTURARE.
230.000 / Rif. 1524
PIAZZA DELLA LIBERT (Cesena): al terzo piano servito di ascensore ampio bilocale composto da soggiorno con angolo cottura, camera da letto matrimoniale,
bagno, ripostiglio/lavanderia, balcone e cantina. Ottime finiture. NESSUNA
SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI A TITOLO ONEROSO.
225.000 / Rif. 1448-1
CESENA ZONA CENTRALE (adiacenze viale Mazzoni): in elegante palazzina di recente costruzione appartamento al primo piano composto da soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi e garage. Ottime finiture.
NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI A TITOLO ONEROSO. 325.000 / Rif. 1449-2
PONTE PIETRA (Cesena): immersa nel verde e nella tranquillit casa indipendente di 140 mq. commerciali pi servizi e terreno agricolo di propriet di circa
10.000 mq. La soluzione immobiliare necessita di lavori di ristrutturazione e si
pu valutare di ampliare e/o mantenere gli spazi attuali personalizzando gli interni oppure demolendo il tutto per ricostruire un'abitazione con S.U.L. di 270
mq. e unampia attrezzaia esterna. 260.000 / Rif. 1556

PONTE PIETRA (Cesena): in posizione residenziale e tranquilla porzione di villetta bifamiliare di nuova costruzione con possibilit di personalizzare gli interni. Limmobile disposto su pi livelli ed composto da ingresso indipendente, cucina, sala, 3 camere da
letto, doppi servizi, sottotetto, lavanderia, 5 balconi, porticato/loggia, garage doppio,
cantina/taverna e giardino privato. 380.000 / Rif. 1493
SAN VITTORE (Cesena): in zona verde e tranquilla villetta a schiera centrale di recente
costruzione disposta su 3 livelli con ampio giardino. 420.000 / Rif. 1565
DIEGARO (Cesena): in piccola palazzina circondata dal verde appartamento ristrutturato al secondo piano composto da ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, veranda con camino e zona lavanderia,
balcone e garage doppio. Impianti autonomi. 230.000 / Rif. 1567
SANTA MARIA NUOVA: in posizione tranquilla e residenziale villetta angolare di nuova
costruzione con finiture extra capitolato e in ottime condizioni duso. Limmobile
disposto su tre livelli ed composto da ingresso indipendente, ampio soggiorno con
angolo cottura, 2 camere da letto mansardate e finestrate, 3 bagni, 3 balconi, taverna
accessoriata di impianti, garage e posto auto di pertinenza. Completa la propriet un
giardino privato di oltre 65 mq. gi piantumato e recintato. 239.000 / Rif. 1507

22

Gioved 17 settembre 2015

Sport Csi

Lappello del presidente nazionale


Massimo Achini

Accogliamo
e facciamo giocare
i migranti
nelle societ sportive

li esperti dicono che questa emergenza migratoria durer per i prossimi


ventanni. Che cosa sta accadendo? Semplicemente che buona parte del
mondo sta cambiando casa. Si tratta di una svolta epocale: abbandonati
a se stessi per decenni - con il mondo occidentale impegnato a guardare da altra
parte o a cavarsela con qualche iniziativa di solidariet - migliaia di persone
hanno iniziato a fare viaggi della disperazione. Cosa li muove? Se si costretti a
vivere in condizioni di non umanit e senza un filo di speranza, se non si ha da
sfamare i propri figli e non si ha nulla da perdere, che cosa ti pu impedire di
rischiare il tutto per tutto? Nel merito il presidente della Cei, cardinale Angelo
Bagnasco, ha detto: Questa una sconfitta di tutto il mondo, o si solidali tutti
o si affonda tutti. Siamo davanti a una svolta epocale, il Sud del mondo si sta
muovendo e lobiettivo del mondo intero deve essere quello che la gente non
debba essere costretta da guerre o povert a lasciare le proprie terre.
La partita la si vince solo cos, ma lemergenza va affrontata, ammonisce il
presidente nazionale del Csi, Massimo Achini (nella foto). Ciascuno deve fare la
sua parte: Ue, Stati membri, Governi e tutti quelli che hanno delle responsabilit
istituzionali. Lo sport - anche sorprendentemente - questa volta ha deciso di
scendere in campo con coraggio. In Europa il Bayern Monaco ha destinato un

Mountain bike
Terre & fango,
a Gambettola la conclusione
del circuito ciclistico

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

milione di euro per progetti e campi per i


richiedenti asilo e ha ospitato alcuni
profughi allAllianz Arena. Il Borussia
Dortmund, il Mainz e lo Stoccarda hanno
presentato altri progetti per far giocare e
allenare i bambini refugees. Anche Porto e
Real Madrid pronte a donare soldi. In Italia
575mila euro donati dalla Roma a Football
Cares, in aiuto dei profughi. A rimorchio, nel
calcio italiano, il s alliniziativa anche da
parte del Torino, Fiorentina, Inter, Bologna,
Empoli e adesioni della Lega Serie A e B. La
sensazione quella di un positivo contagio,
con la possibilit che tanti altri decidano di
non stare a guardare. Di sicuro questo
riguarda anche il Csi. Cosa abbiamo fatto e
cosa abbiamo intenzione di fare, si chiede
Massimo Achini? Siamo quasi tutti daccordo
che ideale sarebbe aiutarli a casa loro.
Migliorare la qualit della vita nei Paesi in via
di sviluppo lunica strada per fare in modo
che questa emergenza finisca. Noi nel
piccolo lo stiamo facendo. A casa loro
andiamo eccome. Il Csi era ad Haiti, in
Camerun, in Centrafrica, in Albania questa
estate con 100 giovani italiani portando la
gioia dello sport. Sembra poco, e invece
tanto di quello che lo sport pu fare e pu
regalare. E siccome noi del Csi siamo folli,
vogliamo andare in tanti altri Paesi continua il presidente nazionale
dellassociazione - da soli non ce la
possiamo fare, ma insieme allintero mondo
dello sport sicuramente s. Linvito del Papa a
tutte le parrocchie europee (Rivolgo un
appello alle parrocchie, alle comunit
religiose, ai monasteri e ai santuari di tutta
Europa ad esprimere la concretezza del
Vangelo e accogliere una famiglia di
profughi) interpella anche il Csi. Le nostre
sono sempre state societ sportive aperte.
Negli spogliatoi dei campetti allombra del
campanile (come in quelli di tante altre
societ sportive) si mescolano ragazzi che
hanno etnie, pelle, religioni differenti. Oggi
chiediamo chiaramente con fermezza alle
nostre societ sportive di far giocare tutti i
migranti che hanno voglia di giocare, di
aprire loro le porte della societ sportiva, di
accoglierli, di andarli a cercare sul territorio.
Se vero che questa emergenza scomparir
a breve dalle pagine dei giornali, ma sar
perdurante per lunghi anni, limpegno di far
giocare e di dare cittadinanza sportiva a
queste persone una responsabilit
immensa e doverosa. Noi non ci tiriamo
indietro. Accogliamo e facciamo giocare i
migranti nelle nostre societ sportive.

Verso Firenze 2015


Area Welfare
e promozione sociale
Convegno Umanesimo
e sfide educative
attraverso lo sport
Hanno avuto inizio i preparativi del Convegno
nazionale dellArea Welfare e promozione sociale,
Umanesimo e sde educative attraverso lo sport,
che avr luogo il prossimo 23 e 24 ottobre presso
lHotel Palazzo Ricasoli, a Firenze. Lindividuazione
della location e del tema che sar affrontato al
Convegno sono stati ispirati dal 5 Convegno
ecclesiale nazionale dal titolo In Ges Cristo il
nuovo Umanesimo, che si svolger proprio a
Firenze il prossimo novembre. Come sottolinea il
Santo Padre: solo una Chiesa che si rende vicina alle
persone e alla loro vita reale pone le condizioni per
lannuncio e la comunicazione della fede. Nel caso
del Csi, il welfare deve essere non una semplice
questione di trasferimenti, ma occasione di
incremento reale della qualit di vita. Lo sport pu
divenire strumento di crescita e di integrazione e
rivolgersi a coloro che si trovano in situazioni di
bisogno ed emarginazione.
Lappuntamento nel capoluogo toscano sar
loccasione non solo per tracciare un primo bilancio
dellArea welfare in vista della nuova stagione, ma
anche, e soprattutto, per dare modo allassociazione
di interrogarsi ancora una volta sulle potenzialit
dellesperienza sportiva quale strumento in grado di
porre in essere quellumanizzazione delle politiche
sociali, economiche, sanitarie, di accoglienza e
integrazione di cui tanto ha bisogno il tempo che
stiamo vivendo. Verranno condivisi approfondimenti
su varie tematiche di interesse, con il
coinvolgimento di istituzioni, attori del privato
sociale e comitati e delle societ sportive Csi.
Insieme saranno individuate e messe a sistema le
azioni progettuali in corso e valutati i nuovi loni di
progettazione da mettere in rete con i comitati che
vorranno aderire al percorso, cos da ripetere la coprogettazione gi sperimentata.
Il programma delliniziativa prevede il pomeriggio
del 23 ottobre, lincontro dal titolo Educare alla
vita buona con lo sport: umanesimo ed esperienza
sportiva. Il 24 ottobre si apre alle 9,30 con una
tavola rotonda con approfondimenti e
testimonianze, tra interventi locali e strategie
globali, sul tema Ai margini, ai conni, lo sport
arriva al cuore dei dimenticati. Seguir alle 12
lincontro Lo sport e luomo nelle politiche del
territorio: un primo bilancio dellarea welfare.

Csi story | Il Centro sportivo di ieri e di oggi

omenica 20 settembre a Gambettola


D
si concluder la fortunata edizione 2015
del circuito di mountain bike,
denominato Terre & Fango, che ha
impegnato tutti gli appassionati delle due
ruote nellarco dellintera primavera ed
estate.
La ciliegina sulla torta sar posta da Hobby
Bike Club Mtb, che curer un appuntamento
nel rispetto della sua miglior tradizione.
Durante la festa si terranno anche le
premiazioni nali del Circuito,
che prevedono riconoscimenti
per le prime dieci Societ della classica
generale con il complessivo maggior numero
di iscritti, le prime cinque Societ
della classica societ Csi con
il complessivo maggior numero di iscritti
e i primi tre uomini Csi e le prime
tre donne Csi con il maggior numero di
partecipazioni.

CAMPIONATO
CALCIO A 5
La foto relativa
alla Pol. Real
Sidermec
di SantAngelo
di Gatteo,
che partecip
al campionato
di calcio a 5 maschile
nella stagione
sportiva 2004-05.

Pagina Aperta

Il direttore risponde

Gioved 17 settembre 2015

23

LOcchio indiscreto

Al compleanno di un festeggiato davvero speciale


imbambolato dallaria della libert

uesta settimana lascio


spazio a una lettera
arrivata dal carcere di
Padova. I lettori del Corriere
Cesenate gi conoscono
lergastolano Carmelo Musumeci.
Pi volte ho pubblicato suoi
scritti e in altre occasioni ho
parlato di lui, dei suoi libri o per
incontri o corrispondenze
avvenute in questi anni.
Il 26 luglio scorso a Bevagna, nei
pressi di Assisi, in Umbria,
Carmelo ha festeggiato il suo
60esimo compleanno. Per la terza
volta nella sua vita di detenuto
ha usufruito di un permesso. Cos
Nadia Bizzotto della Comunit papa Giovanni
XXIII - quella che Musumeci definisce come il
suo angelo - ha organizzato una bellissima festa
a cui ha invitato parenti, amici e conoscenti.
A questo appuntamento non potevo mancare.
Con mia moglie, di ritorno da una settimana
trascorsa in Trentino, ci siamo allungati col
viaggio fino allex convento del piccolo centro in
provincia di Perugia. Un sacrificio minimo
ricompensato da un paio dore tutte da
incorniciare. La foto scattata in compagnia di
un Carmelo sorridente rimane una delle pi
belle e delle pi significative che abbia mai
avuto. Di quello straordinario incontro qualche
giorno dopo ho avuto loccasione di parlarne
anche alla trasmissione Tgtg del 28 luglio
andata in onda su Tv2000.
Alle righe che seguono non serve commento.
Sono gi stracariche di uninfinit di sentimenti
contrastanti, di emozioni, di sguardi e di
abbracci. Sono il condensato del mondo di un
uomo che nonostante tutto ancora spera. E noi
con lui. S, perch luomo non il suo errore. In
lui rimane sempre impressa limmagine di Dio.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it
Carissimo Francesco,
ti puoi immaginare come mi sento felice e

Il saluto del prof di Fisica


Gi mi mancate
Caro direttore,
questo nuovo anno scolastico che sta per iniziare
sar particolare e pieno di novit: lesame di Stato
per noi ragazzi di quinta e soprattutto il
cambiamento di alcuni insegnanti che ci hanno
accompagnato in questi quattro anni.
Volevo dunque condividere con lei, almeno in
parte, la bellissima esperienza scolastica che ho
vissuto e continuo a vivere. Per questo, ci tenevo ad

frastornato.
Ho passato le giornate pi belle della mia vita.
Ho giocato con i miei nipotini. E mi sono accorto
che sono invecchiato perch non riuscivo a stargli
dietro. E ho pensato che nei sogni si fatica di
meno.
Mi avete fatto una festa di compleanno
bellissima. In alcuni momenti ho pensato che non
meritavo tanta felicit, ma spero di meritarla in
futuro per ricambiare tutto lamore e il bene che
sto ricevendo da tante persone che ho incontrato
in questa mia nuova vita.
Ti confido che da quando sono rientrato la mia
cella mi sembra pi piccola, forse perch in questi
giorni trascorsi da uomo libero il mio cuore s un
po allargato, sic!
Qualche mio compagno mi ha detto che ho
ancora laria imbambolata dalla libert.
vero: ho ancora davanti ai miei occhi le
immagini del mondo dei vivi, dei miei familiari e
dei miei nipotini.
Grazie di essere venuto e scusa se non mi sono
molto trattenuto con voi, ma gli ospiti erano
veramente tanti.
Un caro abbraccio con tanto affetto a te e a tua
moglie. Ho apprezzato tanto che vi siete fatti un
lungo viaggio per venirmi a salutare.
Carmelo, dal carcere di Padova
(30 luglio 2015 )

allegare un pezzo della mail che il nostro


prof di Fisica ci ha inviato per salutarci e
augurarci un buon inizio anno scolastico,
come grande testimonianza del rapporto umano
insegnante-alunno che si respira tra
le aule del Liceo Europeo del Sacro Cuore di
Cesena.
Elisa Del Testa
Ciao ragazzi,
questa una delle mail pi difficili che abbia mai
dovuto scrivere e vi chiedo scusa se mancher di

Un po di pioggia pi intensa del normale e il sottopasso Machiavelli a Cesena finisce sottacqua. La foto stata scattata dopo il forte temporale di luned scorso. Non la prima volta e, temiamo, non sar neppure lultima. Lo scolo delle acqua in questo sottopasso, in zona Ex Zuccherificio, un punto debole.

linearit e coerenza, ma dettata dal cuore e scritta di getto.


Pensare di non poter pi essere in classe con voi mi ha fatto un male enorme. stato come se mi obbligassero a rinunciare a una parte di me.
Purtroppo nella vita a volte non possiamo essere artefici del nostro destino,
ma dobbiamo subire quello che gli eventi ci riservano.
In tutti questi anni con voi ho passato i momenti pi belli della mia carriera da insegnante; stare in classe sempre stato un piacere, un divertimento e una fonte di grande soddisfazione. Vedervi crescere, sia come studenti che come persone, mi ha reso felice e orgoglioso del mio lavoro e di
voi.
Tante giornate sono state difficili, pesanti e faticose, ma bastava che uno di
voi mi dicesse che aveva finalmente capito una cosa che fino ad allora era
stata oscura, oppure che con grande soddisfazione mi venisse incontro per
annunciarmi che gli era riuscito un esercizio difficile, o anche che mi dicesse sa prof che mi sta piacendo quello che stiamo studiando, che per me
la giornata era salva, il cuore mi si riempiva di felicit e mi dicevo allora
ne vale la pena, e questo lavoro stupendo.
In questi giorni ho ricevuto molti messaggi che mi hanno commosso, e in
tutti una cosa emersa: la cosa pi bella e importante per tutti voi il rapporto umano che si creato fra noi professori e voi studenti; questo sar
quello che pi mi mancher. Ma anche ci che mi rende orgoglioso e felice.
Mi mancherete e gi mi mancate, per la vita deve andare avanti. Il legame che si instaurato ci sar sempre, anche se saremo in scuole diverse. Voi
sarete sempre i miei ragazzi del Sacro Cuore.
Crescete e sbocciate come persone, diventate qualcosa di grande e meraviglioso e fate sentire me e gli altri insegnanti fieri di essere stati almeno in
parte artefici di questa meravigliosa cosa.
Siete tutti dei ragazzi speciali e con un grande cuore; per favore, accogliete
e aiutate in tutti i modi chi mi sostituir, cos come avete fatto con me
quando sono entrato in classe la prima volta. Fatemi sentire orgoglioso di
voi anche in questo.
Abbiamo percorso un tratto di vita insieme per me bellissimo. Grazie per
questo dono.
Vi abbraccio tutti.
Il vostro prof

Una presenza sempre pi importante, anche per contrastare lideologia gender


Tanta vigilanza anche sul progetto regionale W lamore

Scuola, genitori fondamentali


F

ra i tanti doni che il Cielo mi ha fatto c stato


anche quello di nascere in unepoca ancora
dominata dal buon senso. Fossi nata adesso, gli
sparvieri del gender mi avrebbero sequestrato, sottoposta
a interrogatori, avviata verso un percorso di definizione
precisa del mio stato interiore: se sei a disagio nei tuoi
panni, te ne devi rapidamente liberare e indossare quelli a
te pi consoni. Sono alcune righe tratte dallultimo lavoro
di Susanna Tamaro dal titolo Un cuore pensante che
spiegano con chiarezza come questa nuova ideologia
gender non sia affatto una fantasia di pochi, ma una triste
realt. Una realt da affrontare senza paure o toni
esasperati, ma con estrema sagacia.
Avrei tanto desiderato che tutto ci non fosse accaduto ai
miei giorni!, esclam Frodo. Anchio, annu Gandalf,
come daltronde tutti coloro che vivono questi
avvenimenti. Ma non tocca a noi scegliere. Tutto ci che
possiamo decidere come disporre del tempo che ci
dato (J.R.R. Tolkien).
Nostalgici come Frodo, ma realisti come Gandalf,
cerchiamo di disporre della presenza della nostra
Associazione Genitori Scuole Cattoliche (AGeSC) a servizio
delleducazione dei figli di questo tempo.
La testimonianza diretta e appassionata degli adulti ai
giovani necessaria, ma non affatto sufficiente per una
vera ribellione allideologia gender. Questa testimonianza
deve accompagnarsi a impegno esplicito e deciso nei
luoghi del potere, l dove i progetti prendono forma e

avvio.
I rappresentanti modenesi dellAGeSC e dellAssociazioni
Genitori (Age), hanno incontrato un consigliere regionale
in riferimento al progetto di educazione allaffettivit e
sessualit denominato W lAmore, finanziato dalla
Regione Emilia Romagna e presentato nellanno
scolastico 2014/15, tramite lAzienda Sanitaria, nelle terze
classi di un certo numero di scuole medie della regione.
Abbiamo manifestato il nostro disappunto per un
progetto diseducativo e poco rispettoso della sensibilit
dei ragazzi e delle famiglie. seguita una specifica
interrogazione alla Giunta, firmata da un gruppo di
consiglieri, alla quale ha fatto seguito un incontro con
lAssessore alla Sanit dottor Sergio Venturi e le
associazioni facenti parte del Forum Associazioni dei
genitori della scuola operante presso lUfficio Scolastico
Regionale (Forags) - AGe, AGeSC, Care e Cgd. Allincontro
hanno partecipato anche rappresentanti del Forum delle
Associazioni familiari dellEmilia Romagna che aggrega in
regione 34 associazioni.
Lassessore Venturi ha condiviso le preoccupazioni
espresse sul progetto e ha accettato la proposta di istituire
un tavolo permanente di confronto e collaborazione con
Forags e Forum, al fine di revisionare i contenuti del
progetto W lamore, riconoscendo il primato educativo
dei genitori e affermando la legittimit del consenso
informato che previsto espressamente nel progetto.
Confidiamo che questa iniziale apertura da parte della

Regione avvii un percorso di partecipazione che


auspichiamo diventi prassi consolidata; porti al
superamento di progetti avviati senza consultare le
associazioni dei genitori e arrivi al sostegno di altri
buoni progetti proposti dalle stesse, sul tema della
affettivit/sessualit, tanto importante per il bene dei
nostri ragazzi e quindi per il futuro della nostra societ.
Il 22 settembre convocato il primo tavolo di lavoro
comune Assessorato alla sanit, Forags e Forum; con
piacere vi comunicheremo lesito di questo percorso.
Questa esperienza dimostra che come a scuola anche sui
tavoli di concertazione politica, la presenza di genitori
riuniti in associazione essenziale per rilanciare il ruolo
insostituibile e primario della famiglia in ambito
educativo.
Segreteria Agesc Emilia Romagna,
emiliaromagna@agesc.it