Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

EDILIZIA

Misterbianco fuori
dal torneo: Siracusa
tre punti in meno

LAnce: subito
riforme altrimenti
il tracollo
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 8 novembre 2014 Anno XXVII N. 258 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
www.libertasicilia.it

Cronaca. Ieri pomeriggio il rincorrersi di notizie anche catastrofiche

La Caritas in primo piano

Caso povert
Meteo, allarme rientrato
dislocati
da codice rosso ad arancione i centri ascolto
Danni diffusi in diversi comuni della provincia
A

COMMENTI

seguito delle notizie


delle ultime ore sulla presenza di una vasta area ciclonica formatasi nel Mediterraneo, la Protezione
civile comunale informa,
in base alle comunicazioni giunte dal Dipartimento regionale, che il fenomeno in lenta, graduale
attenuazione. La Protezione civile comunale sta
seguendo
levoluzione
della situazione che stata sotto controllo.

Occorre
lospedale
nuovo
Il

di Concetto Alota

vecchio ospedale di
Siracusa arrivato ormai
al tracollo finale; la costruzione del nuovo diventata una priorit per la
citt e per una buona parte
dei paesi della provincia.
E la cosa grave che salta
agli occhi lindifferenza
della nostra classe politica
a tutti i livelli istituzionali
di fronte alle difficolta della popolazione che ormai
vanno avanti da decenni.
In tale siffatta condizione
la regola appurata, come
per il passato.
A pagina sei

A pagina due e tre

QUARTIERI

Trasferire
la sede
di Tiche

rasferire la sede della


Circoscrizione Tiche dai
locali in locazione di via
Italia ai locali comunali.
A pagina quattro

AMBIENTE

Plemmirio
In attesa
del sindaco
Listituzione

della Riserva Plemmirio-Capo


Murro di Porco aspetta il
parere del Sindaco.
A pagina quattro

trasporti

Ferrovie
ritornano
gli annunci

di Salvatore Maiorca

Infrastrutture per i trasporti,


qualcosa si muove? Forse.
Vedremo. Per ora abbiamo
soltanto due annunci del deputato regionale Vinciullo.

E sempre pi allarmante il fenomeno della povert nel


capoluogo siracusano. Dati alla mano, la situazione sta
peggiorando travolgendo anche il ceto medio della popolazione e i cinquantenni, rimasti senza occupazione.
A pagina cinque

A pagina dodici

Ragusa-Catania: firmata
ieri la convenzione
Sottoscritta la Convenzione di concessione tra il Ministero
delle Infrastrutture e
dei Trasporti e la Societ di progetto per
la realizzare la strada.
A pagina sette

Cronaca di Siracusa 2
POLITICA

Consiglio
comunale
convocato
marted

Sicilia 8 novembre 2014, sabato

a seduta del Consiglio comunale,


fissata gioved sera sospesa poi per il
maltempo stata convocata dal presidente Sullo per marted prossimo.
Allordine del giorno dell11 figurano
sei argomenti: Art. 34 comma 6 del
Regolamento Consiglio Comunale:
Approvazione verbali sedute precedenti: Anno 2014 Seduta del 31 luglio

8 novembre 2014, sabato

Seduta del 18 Settembre. Seduta del


23 Settembre. Il secondo punto la
Proposta n. 35 del 30 Giugno 2014:
Conferimento cittadinanza onoraria
ad Alekansdr Bialiatsk. Successivamente si dovr discutere della mozione
a firma della Consigliera Com.le Simona Princiotta su: Richiesta controllo
periodico esame tossicologico per i

Consiglieri Com.li, Sindaco ed Assessori. Al quarto punto il provvedimento


dellatto di Indirizzo e firma della
Consigliera Com. Salvo Stefania ed
atri su: Tematica Fenomeno sociale Disparit di genere. Il consiglio
comunale dovr esaminare la proposta
n. 46 del 3 settembre 2014: Modifiche
al Regolamento di Polizia Mortuaria.

seguito delle notizie delle ultime ore


sulla presenza di una
vasta area ciclonica
formatasi nel Mediterraneo, la Protezione
civile comunale informa, in base alle comunicazioni giunte dal
Dipartimento regionale, che il fenomeno
in lenta, graduale attenuazione.
La Protezione civile

comunale sta seguendo levoluzione della


situazione che comunque sempre stata sotto controllo. Rimane
linvito alla prudenza,
mentre il passaggio
da codice rosso ad
arancione comporta il
ritorno alla normalit
nelle scuole che domani, quindi, saranno
regolarmente aperte.
Nel pomeriggio si

creato un eccessivo
allarme tra la popolazione, Il rincorrersi
di notizie anche catastrofiche hanno indotto i sindaci a ricorrere
ai ripari. Addirittura,
quello di Buccheri ha
fatto passare per le vie
della cittadina unauto
con altoparlante per
invitare la gente a starsene rinchiusa in casa
per evitare qualsiasi

problema con limpatto con il ciclone


del quale era stato annunciato limminente
arrivo.
Un allarme scatenato
dallinterpretazione di
un comunicato diffuso nel pomeriggio dal
Dipartimento di protezione civile. Ecco che
cosa scriveva nel suo
documento la Protezione civile ieri mat-

sta. Lapoteosi si raggiunta nel pomeriggio di ieri quando unemittente televisiva che fa base nella zona Sud della
provincia ha annunciato limminente
arrivo di un ciclone africano. Una
notizia strillata in perfetto stile breaking news, con il blocco, cio della
normale programmazione, per dare la
notizia straordinaria ed in esclusiva
(ma che esclusiva era poi, se gi cera
un comunicato della Protezione civile?). Tanto bastato per alimentare la
psicosi maltempo che gi serpeggiava
tra la gente, seppur attonita per la modestia dellimpatto delle perturbazioni.
Crediamo che questo non sia giornalismo serio e credibile. In queste circo-

Il comune pi
colpito quello di Solarino,
dove il vento ha
spazzato alberi

Qui sopra, il fenomeno ciclonico.

tina per annunciare


larrivo del ciclone.
Un ciclone di tipo simil-tropicale si rapidamente formato sullo
Stretto di Sicilia e si
sta spostando sul Mediterraneo lungo una
traiettoria
est-nordest, quindi verso le coste sud-orientali della
Sicilia. Il suo centro
attualmente posizionato sullisola di Li-

Quel ciclone
strombazzato
da una tv locale
I

stradale in diverse zone della citt, dal viale Paolo Orsi allArenaura,
da contrada Cifalino e alle zone balenari; decine gli interventi su
strade allagate, in particolare al villaggio Miano, con soccorso ad un
automobilista in via De Caprio; e poi lattivit di ripristino dei tombini
scoperchiati ed il controllo degli argini di fiumi e torrenti. Adesso la
situazione tornata alla normalita, anche se per il pomeriggio dal Dipartimento della Protezione civile giunta comunicazione di un nuovo
peggioramento. A margine si segnala unatto vandalico compiuto ai
danni del campo scuola Pippo Di Natale dove, approfittando della
chiusura, ignoti hanno rubato due computer e danneggiate alcune porte.

Maltempo: danni
limitati in provincia

giornalismo dassalto e deontologia

n questi giorni non si parla daltro


che dellondata di maltempo che poi
s abbattuta nella nostra provincia
con danni per fortuna limitati. Nulla
di quanto era stato prospettato alla
vigilia, quando dal Dipartimento regionale della Protezione civile, era
scattato lallerta con il relativo codice rosso che ha indotto i sindaci di
quasi tutti i comuni della provincia
siracusana a chiudere in via del tutto
prudenziale le scuole di ogni ordine
e grado.
Un ruolo importante in tale contesto
lha svolto linformazione locale,
non sempre attenta a dire il vero e
qualche volta addirittura catastrofi-

ltre cinquanta gli interventi di emergenza effettuati dai vigili del fuoco del
comando provinciale di Siracusa e dei relativi distaccamenti. Interventi che per
la maggior parte attengono alle problematiche legate alla forza del vento pi
che ad allagamenti e ad altro collegato. Il personale della Protezione civile ha
lavorato tutta la notte per riportare alla normalit la situazione in citt. Alberi
sdradicati e tabelloni pubbicitari divelti dal vento sono stati rimossi dalla sede

Cronaca di Siracusa

CONDIMETEO. prosegue lallarme in tutta la provincia

Dopo lallarme catastrofico

Fenomeno
in attenuazione
Riaprono
oggi le scuole

Cinquanta interventi dei vigili


del fuoco in tutta la provincia

Sicilia 3

stanze delicate, la gestione delle notizie


di una certa portata va ben ponderata,
valutata e saputa porgere ai telespettatori. Prudenza e buon senso vanno di
pari passo quando di mezzo ci sono
notizie importanti, delicate, per le quali si pu cadere nel reato del procurato
allarme. Anche il modo di porgere le
notizie, linflessione della voce provocano nello spettatore uno stato dansia
quando non di panico. Tanto pi se si
parla di un fenomeno del tutto naturale
come quello di un ciclone.
Non ci si fa una bella figura se poi non
accade (per fortuna) nulla di catastrofico di quello che era stato strombazzato.
G.B.

nosa; la traiettoria del


fenomeno non esattamente prevedibile,
ma il suo movimento
indica la possibilit
che la parte settentrionale del ciclone impatti con le coste siciliane
dal tardo pomeriggio,
interessando in particolare la fascia costiera delle province
di Siracusa, Ragusa
e Caltanissetta, con
un possibile parziale
coinvolgimento anche
di quelle di Agrigento
e Catania. Lintensit
sar variabile in funzione
delleffettiva
traiettoria e della parte
del ciclone che effettivamente impatter al
suolo.
Questo tipo di ciclone caratterizzato da
venti violenti con intensit di tempesta o
uragano che generano
condizioni di mare in
tempesta e producono,
sulla costa, mareggiate
di particolare gravit.
A ci si pu aggiungere un brusco innalzamento del livello
del mare. A seguito
dellimpatto con la
terraferma, il ciclone
tende a perdere forza.
Sulla base di questa
previsione, comunque
caratterizzate da una
incertezza della traiettoria.

Londata di maltempo che

nel corso della serata di


gioved e nella nottata si
abbattuta sulla provincia di
Siracusa ha arrecato danni
in diversi comuni. Le raffiche di vento e la forte pioggia hanno abbattuto alberi,
cartelloni pubblicitari, intonaci dai palazzi. Sindaco di
Solarino e protezione civile
in azione in nottata per rimuovere alberi abbattuti
dalla sede stradale.
Dalle ore 2 circa carabinieri, vigili del fuoco e volontari hanno lavorato per
ripristinare il possibile. Il
vento ha anche sradicato pali dellilluminazione
pubblica, arrecato danni al
parco giochi dei bambini,
molti alberi hanno ostruito la circolazione stradale
nelle strade provinciali. Il
muro di unabitazione

In foto, i danni causati dal maltempo a Solarino.

crollato su unautomobile
provocando seri danni alla
carrozzeria. Il sindaco Sebastiano Scorpo, che aveva
gi disposto la chiusura delle scuole, ha effettuato un
sopralluogo per avere una
prima stima dei danni.
Problemi si sono verificati
anche a Priolo dove a causa
del forte vento, collassato
un grosso albero nellarea a
verde antistante luniversit
della terza et in via Reno
a San Foc. Cadendo al
suolo, ha trascinato anche

grossi rami di alberi attigui.


Alberi che a prima vista
sembravano assolutamente
sani, ma che cos sani non
dovevano essere commenta il sindaco di Priolo
Allora mi ritornano in mente le polemiche di alcuni,
quando abbiamo abbattuti i
pini malati della pineta che
correvano il rischio di collassare, giacch palesemente malati. Solo di striscio
stato interessato il castello
di gioco posto nellarea in
questione.

Problemi anche nella zona


sud con particolare riferimento ai centri abitati di
Avola e di Noto, dove la
protezione civile dovuta intervenire per bloccare
alcuni argini mentre sono
stati scoperchiati i tetti di
alcune abitazioni rurali.
Lallerta maltempo prosegue anche per la giornata
odierna, dopo che ieri sera
si registrato un ulteriore
peggioramento delle condizioni climatiche.
R.L.

Protezione civile e sindaci in contatto per controllare

Nella zona Sud sotto controllo i fiumi


D

Augusta
flagellata
da forti
raffiche
di vento

allaltro ieri sera, appena le condizioni meteo sono andate peggiorando, la macchina della Protezione Civile si messa in moto. Sotto
stretta e attenta supervisione del primo cittadino dalle ore 22 e sino alla
tarda mattinata odierna i volontari
dellAvcn F.I.R. ( Forze dIntervento Rapido) , 4x4 Avventura e i
vigili del fuoco stanno intervenendo
e monitorando le varie zone critiche
del territorio. Il primo sito interessa-

to da un allagamento stato alluscita


dai caselli autostradali, a causa delle
caditoie otturate anche per la mole di
materiale trascinato dallacqua caduta copiosa a partire dalle ore 20. Poi
ci si spostati a Calabernardo dove,
sempre a causa delle caditoie otturate,
alcune stradine si sono allagate isolando i residenti. Nel contesto degli
interventi prioritari, le due squadre di
volontari i due mezzi 44 e i vigili del
fuoco, con due dei loro mezzi, hanno

provveduto a controllare fiumi, torrenti ed altri siti sensibili. In mattinata, a causa del forte vento abbattutosi,
diversi sono stati i tetti scoperchiati e
le insegne abbattute, potenziale pericolo per passanti e residenti, in questo
caso lintervento si strutturato per
ripristinare la sicurezza. Ricordando
che, in linea con quasi tutti i Comuni della Provincia, le scuole ieri sono
rimaste chiuse, adesso, e sempre in
contatto con il Sindaco Bonfanti.

ravi danni ha provocato


la tromba daria che ha colpito nelle prime ore della
mattinata la citt di Augusta.
In particolare il vento si
abbattuto in un cantiere
di contrada Punta Cugno,
situato nei pressi del porto
commerciale di Augusta.
Il passaggio del ciclone ha
provocato la distruzione di
tutta larea ove si trovano gli
uffici operativi e amministrativi del cantiere e il rovesciamento di un camion. In
contrada Vignali 10 famiglie
sono rimaste intrappolate
nelle loro abitazioni per la
caduta di alcuni pali della
linea telefonica. Nella stessa
zona diversi alberi sradicati
dal vento e caduti sulle carreggiate della viabilit primaria e secondaria, sul posto
sono intervenuti i vigili del
fuoco, la protezione civile
ed i tecnici della Telecom.
Per tutta la mattinata isolati
gli utenti della zona.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 8 novembre 2014, sabato

Sar sentito dinanzi al consiglio regionale

Riserva del Plemmirio


In attesa del Sindaco
In itinere anche la controversa questione della
perimetrazione del parco della Neapolis

Listituzione

della Riserva naturale Plemmirio-Capo Murro di Porco aspetta il parere del


Sindaco Giancarlo Garozzo. quanto ha riferito lex assessore regionale Maria Rita Sgarlata
nel corso della conferenza Cultura e Ambiente:
507 giorni per la Sicilia
organizzata da Natura
Sicula.
Nella seduta del 26
giugno scorso, infatti,
il Consiglio Regionale per la Protezione del
Patrimonio
Naturale
(CRPPN), organo deputato a esprimere pareri sulla istituzione di
nuovi parchi e riserve,
ha ritenuto opportuno
procedere solo dopo
aver ascoltato il parere
del Sindaco di Siracusa.
Una decisione rispettosa
della recente sentenza
della Corte Costituzionale n. 212 del 18 luglio
scorso, che ha sancito
lillegittimit della legge regionale su Parchi e
Riserve nella parte in cui
non prevede la partecipazione degli enti locali
(Comuni e Province) nel
procedimento istitutivo
delle aree protette.

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

La Cartitas
Noto:
diocedsana
ha deciso di Due
truffatori
dislocarli in
via Italia 103, denunciati
alla
ono stati denunMazzarrona, S
ciati dagli agenti
Polizia di
al Santuario della
Stato in servizio
al Commissariato
e in Ortigia
Noto, tre persone

POLITICA

Trasferire
la delegazione
di Tiche
nella sede
di via
Ramacca

Nel riquadro,
un momento dell'incontro.

Trasferire la sede della

In foto, la riunione con lex assessore Sgarlata.

Si aspetta quindi che Garozzo venga convocato.


In merito allistituzione
del Parco archeologico
di Siracusa, la Sgarlata
ha riferito che in questo
momento valido il decreto di perimetrazione e
quindi il relativo vincolo
di inedificabilit. Il TAR
di Catania ha respinto la
richiesta di sospensione
del decreto presentata
da alcuni imprenditori
edili. Il decreto di peri-

metrazione il primo
passo verso listituzione
del parco archeologico.
I prossimi passi saranno
la redazione del regolamento, lesame del consiglio di amministrazione e la firma del decreto
istitutivo.
Naturalmente il tutto se
ci sar la volont politica di farlo - afferma il
leader dellassociazione
ambientalista Natura Sicula, Fabio Morreale -.

Ma in questo momento
in cui dalla Soprintendenza di Siracusa viene
sollevato dallincarico
chi fa seriamente il proprio lavoro di tutela del
patrimonio (vedi Basile,
Spataro, Lanteri, Trigilia, Mamo), pi facile
immaginare che gli oppositori al parco faranno
carte sporche pur di non
arrivare al decreto istitutivo.
R.L.

intervento del segretario provinciale Ugl, tonino galioto

Politica sorda al grido


dallarme sociale
E

8 novembre 2014, sabato

grave che la classe politica non tenga


conto del dramma sociale, oltre che economico, che sta vivendo il nostro territorio,
attestato anche dai dati diffusi dal Comitato provinciale dellInps sulle migliaia di
iscritti nelle liste di collocamento e sulle
25.240 indennit di disoccupazione erogate solo nella nostra provincia.
Lo dichiara il segretario provinciale dellUgl Siracusa, Antonio Galioto, spiegando
che da tempo rivolgiamo i nostri appelli
alle istituzioni regionali e nazionali affinch si attivino per far fronte a questa vera e
propria emergenza sociale, ma finora sono
state sorde a qualsiasi reclamo. Pi volte
abbiamo anche avanzato proposte concrete

per restituire un po di speranza ai giovani e ai lavoratori del nostro territorio,


chiedendo ad esempio lo sblocco dei numerosi investimenti gi disposti per la
realizzazione di svariati progetti ma imbrigliati nella farraginosa macchina burocratica per il rilascio di una semplice
autorizzazione.
Siamo disponibili conclude il sindacalista - a qualunque confronto che permetta di dare risposte alle famiglie ormai sul
lastrico e ai 70.648 giovani tra i 15 e i 29
anni censiti nella provincia aretusea che
hanno diritto ad avere delle opportunit
per il proprio futuro e per quello dellintera comunit.

Circoscrizione Tiche dai


locali in locazione di via
Italia ai locali comunali
di via Ramacca. Questo
latto di indirizzo adottato
dalla commissione comunale al decentramento.
Il presidente Casella e
i consiglieri Zappulla,
Rodante, Princiotta,
Bottaro, Favara, Alota,
e Foti hanno approvato
allunanimit il documento , sostenendo essere
necessario che lamministrazione comunale
predisponga tutti gli
atti per il trasferimento.
Latto della commissione
segue lattivit di sopralluogo, la redazione di un
computo metrico relativo
ai lavori di adeguamento
dei locali alle esigenze
della circoscrizione e
degli uffici decentrati, e la
proposta di alcuni consiglieri di circoscrizione.
Il consigliere Rodante, in
attesa che il testo approvato dalla commissione
sia discusso in Consiglio
comunale, ha predisposto un emendamento al
bilancio di previsione che
destina le somme necessarie alladeguamento degli immobili comunali di
via Ramacca. In questo
modo non ci saranno alibi, n vi saranno ulteriori
ritardi. La maggioranza
del consiglio quindi sar
chiamata a decidere una
volta per tutte, in primo
luogo, sulla manutenzione di immobili comunali
oggi abbandonati allincuria e agli atti vandalici,
e in secondo luogo sulla
destinazione duso degli
stessi.

Quattro centri ascolto


contro il disagio sociale
E

sempre pi allarmante il fenomeno


della povert nel capoluogo siracusano.
Dati alla mano, la
situazione sta peggiorando travolgendo
anche il ceto medio
della popolazione e
i cinquantenni che
sono rimasti senza
occupazione e lavoro. La Caritas diocesana, che da sempre
svolge un ruolo importante nellaiutare
le famiglie indigenti
in difficolt, ha deciso di dislocare in

quattro punti della


citt i rispettivi centri
ascolto. Uno sar localizzato in via Italia
103, un altro nel rione
della Mazzarrona, un
altro ancora presso il
Santuario della Madonnina delle lacrime
e lultimo in Ortigia.
Vogliamo aiutare i
nostri fratelli in difficolt economica afferma don Marco
Tarascio, segretario
della Caritas diocesana di Siracusa - Bisogna, infatti, fare
fronte alle nuove po-

vert costituite dai


cinquantenni padri di
famiglia, usciti fuori
dal ciclo produttivo;
dare una mano daiuto alle famiglie sfrattate, a Siracusa ce ne
sono 500 in tale condizione.
Lo facciamo attraverso i centri ascolto
grazie ai quali possiamo entrare in contatto
con il disagio sociale
cercando di dare a
queste persone un sostegno oltre che morale anche materiale.
I centri ascolto hanno

una funzione molteplice in citt.


In primo luogo gli
operatori creano una
forma di discernimento del disagio
economico rappresentato . dice padre
Marco - E chiaro che
il livello pi importante quello legato
allaiuto sostanziale
che viene offerto alle
famiglie.
A fianco alla distribuzione di alimenti
e generi di prima necessit, aggiungiamo
sempre pi inter-

venti di natura pratica. Spesso, infatti,


le persone indigenti
si presentano con le
bollette dellenergia
elettrica e del gas in
scadenza che non riescono a pagare e delle
quali facciamo fronte
noi. Ad altri forniamo
un voucher lavorativo in modo da creare la comprensibilit
dellaiuto che viene
loro dato. C una
maggiore consapevolezza tra coloro che
aiutano i loro fratelli
pi disagiati.

Le cause sarebbero accidentali, scaturite da un corto circuito

In fiamme
un ristorante
in Ortigia

Sarebbero

di origine del tutto accidentale le cause


dell'incendio che
ha
danneggiato
parte dei locali di
un noto ristorantepizzeria sito nella
zona del Lungomare Alfeo in Ortigia.
Lallarme scattato intorno alle ore
6 del mattino di ieri
quando nellambito degli interventi
legati al maltem-

po,
una squadra
dei vigili del fuoco
dovuta intervenire in Ortigia per le
fiamme che avevano attecchito in uno
sgabuzzino del noto
locale pubblico.
I vigili del fuoco
sono riusciti a limitare i danni che
attengono essenzialmente al locale dove
sono collocate le attrezzature e i condizionatori daria.

In foto, Lungomare Alfeo.

Il sopralluogo eseguito dagli stessi


tecnici dei vigili del
fuoco ha escluso la
matrice dolosa. Le
fiamme provenivano
dallinterno del lo-

cale alla porta dingresso del quale non


vi era alcuna traccia
di effrazione o segni
di liquido infiammabile.
E probabile, quindi,

che possa essere


accaduto un corto
circuito che ha provocato la scintilla
da cui scattato
lincendio.
R.L.

residenti a Noto,
per il reato di
falsit ideologica,
materiale e tentata
truffa. I tre denunciati avevano
escogitato tutta
una serie di attivit
allottenimento di
vantaggi a scapito di decine di
soggetti indotti in
errore attraverso
artifici e raggiri e
facendo risultare
uno di essi come
amministratore di
una struttura alberghiera. I tre denunciati traevano da
tale situazione un
ingiusto profitto
danneggiando dei
terzi. La truffa ai
danni dei singoli,
come quelle che
colpiscono le societ, consistevano
nell'individuare le
vulnerabilit della
vittima inducendo
la vittima a attivare
contratti per servizi
non richiesti.
Ad Avola agenti
della Polizia di
Stato, in servizio
presso il locale
Commissariato,
hanno denunciato
due persone R.F.
di 29 e G.A. di 30
anni residenti ad
Avola per i reati
di resistenza ed
oltraggio a Pubblico Ufficiale, porto
ingiustificato di
oggetti atti ad offendere e per aver
distrutto la corona
di alloro posta sul
monumento ai caduti. Infine sempre
gli agenti del Commissariato di Avola
hanno denunciato
un uomo C.C. di
36 anni residente ad Avola, per
inosservanza agli
obblighi della sorveglianza speciale.

Cronaca di Siracusa 6
di Concetto Alota

Sicilia 8 novembre 2014, sabato

Tra mille
difficolt si
muovono gli
operatori sanitari allUmberto primo
come per il
triage dove
opera personale preparato pur
in condizioni
logistiche
non buone

Il

vecchio ospedale
di Siracusa arrivato ormai al tracollo
finale; la costruzione
del nuovo diventata una priorit per la
citt e per una buona
parte dei paesi della
provincia. E la cosa
grave che salta agli
occhi lindifferenza della nostra classe
politica a tutti i livelli
istituzionali di fronte alle difficolta della popolazione che
ormai vanno avanti
da decenni. In tale
siffatta condizione
la regola appurata,
come per il passato,
conferma che le opere pubbliche si fanno solo a condizione che laccordo
preveda in primis la
tangente, lo sgobbo,
la bustarella per tutti
gli attori intervenuti
e quelli che devono
tacere, compreso chi
non stato invitato,
ma a forza entra nella spartizione della
torta; e non importa se la gente, il
popolo sovrano (solo
a parole) piange, soffre, muore, la faccenda non della comunit, ma rimane uno
strumento nelle mani
di pochi addetti, nominati, eletti. Sono
falliti ben due tentativi per la costruzione
del nuovo nosocomio
siracusano, e tutte
due, guarda caso, per
il mancato accordo
sui soldi da spartire, come se fosse
una casa da acquistare con un rogito
privato e non invece
una struttura pubblica indispensabile per
la vita dellintera comunit.
Per il primo tentativo
si voleva svendere il
patrimonio immobiliare della Sanit
pubblica siracusana,
lospedale Rizza,
lUmberto Primo, il
Cinque Piaghe e
alcuni immobili minori in permuta e una
differenza di denaro
abnorme in aggiunta
ai fabbricati menzionati per una mangiata di soldi e con la
diretta conseguenza
dellennesima beffa
per i siracusani. Ma
salt tutto perch si
era sparsa la noti-

In foto, lospedale
Umberto primo di
Siracusa.

Ospedale vecchio
Serve quello nuovo
zia che la Procura di
Siracusa aveva aperto unattenzione
di troppo su tutto
laffaire del nuovo
ospedale a seguito
di articoli sui giornali compreso questo, il quotidiano di
Siracusa Libert.
Al rumore delle catene tutti gli attori
fecero un deciso passo indietro. Il secondo tentativo attraverso Expo di Milano,
con una serie di interventi di autorevoli
personaggi di forte
levatura politica e di
faccendieri noti in
campo
internazionale. Il progetto non
arriv alla sua formalizzazione istituzionale; lo scandalo
dellExpo di Milano
ferm londata di
furti in danno allo
Stato e nel frattempo
fece saltare ancora
una volta i piani per
la costruzione del
nuovo ospedale di
Siracusa. Ma questa
volta nessuna fuga di
notizie, quindi laffaire stava andando
avanti e se non ci fosse stato lintervento
della
magistratura
milanese, la ciambella sarebbe venuta con il bel classico
buco e con tanti
soldi nelle tasche dei
corrotti e dei corruttori. La cosa prese
una piega politica

abbastanza rumoreggiante e persino il


presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, formul
una denuncia in Procura a Palermo verso
chi aveva parlato al
telefono indicandolo come affiliato
al progetto truffa.
Secondo la Procura
della Repubblica di
Milano, si era formata una Cricca con
tanto di cupola che
incontrava e tentava di concludere affari nei territori, dove
necessitava unopera pubblica con una
conseguente
gara
milionaria. Ed cos
che la cupola arriva
a Siracusa per interessarsi del progetto
della costruzione per
il nuovo ospedale di
Siracusa con una bella invitante somma
di ben 140 milioni di
euro. Ma il tutto salt
con il risultato che il
vecchio ospedale di
Siracusa non pi in
grado di sopportare
il peso dei cittadiniutenti, fino a diventare oltre modo nella
logistica fuori legge,
dove i diritti dei cittadini sono, giocoforza,
calpestati per la mancanza di spazi e posti
letti che non bastano
mai; finanche analizzando gli aspetti
sanitari ci sarebbe
molto da scrivere e

da denunciare, ma
tutto sempre e comunque riferito alla
condizione obsoleta
della vecchia e malsana struttura. La logistica assume aspetti
fuori da ogni norma e
logica evidente, dove
tra le stanze si vede
a occhio nudo che
ormai siamo arrivati
alla fine della corsa
per le tante condizioni di confusione che
regna sovrana, in un
groviglio di letti e pazienti in ogni angolo.
Di contro, quando
succedono fatti gravi,
da tutti i punti di vista
e situazione indotta,
la colpa immediatamente additata verso
la direzione, verso i
medici, gli infermieri, i barellieri e persino contro gli addetti
alle pulizie o i portinai. Suona sinistro
ormai questo stato di
cose, dove non si riesce pi a capire chi
il soggetto istituzionale che deve farsi
avanti per un valido
progetto del nuovo
ospedale di Siracusa:
i deputati a tutti i livelli, sindaco e giunta, la Regione, o il
classico mediatore
politico, sono assenti nellaffrontare il
problema del nuovo
ospedale di Siracusa;
la politica con i suoi
uomini impegnata pi a cercar nuovi

Sicilia 7

8 novembre 2014, sabato

clienti per la perpetua campagna elettorale, invece di pensare come risolvere


lannosa questione
del nuovo ospedale.
un doppio fallimento per ogni singolo uomo politico
eletto negli ultimi
quindici; ma il vizio
dei proclami falsi e
inutili rimasto nel
comportamento fraudolento, strumentale,
e demagogico, con
la stessa faccia di
bronzo che si ritrova
tra tanti degli eletti.
Falsit e menzogne
girano su giornali e
riviste, ma le realt
rimane un fallimento;
e a ben vedere i soldi
spesi inutilmente si
vedono, come pure
progetti e servizi in
concessione dove poter chiedere il pizzo
politico. La conferma di tale siffatta
situazione, di tanta
confusione e inefficiente, dove i disagi
sia per gli ammalati,
sia per gli addetti ai
lavori, sono causati
dagli spazi angusti e
dallubicazione dei
locali ormai non idonei a far fronte a una
massa di utenti che
aumenta sempre di
pi, nel pronto soccorso che ora con il
cambio di sistema dal
tradizionale al Triage
la situazione cambiata in positivo con

lutilizzo di nuovi
locali, anche se sono
sempre isufficienti. Il
metodo infermieristico Triage svolto
in conformit a criteri
consolidati dal personale addetto e formati
in tal senso, attraverso una metodica che
stabilisce la priorit
per il turno dingresso ai vari ambulatori
di pazienti intervenuti in sala dattesa con
la selezione in base al
codice di riferimento,
rosso con la priorit
assoluta, giallo alta
priorit, verde subito dopo e il bianco.
Questultimo indica
che il paziente accusa disturbi di lieve
entit da risolvere
in sede di medico di
base. chiaro che in
tutto questo si nota
la mancanza di spazi e di una logistica
legata agli ambienti
ormai vecchi, stretti
e obsoleti, compresa
la mancanza di personale che comporta
qualche disagio fisiologico, ma lorganizzazione messa in atto
dal nuovo dirigente
del pronto soccorso,
o Triage che dir si
voglia, dottor Carlo
Candiano, il cui curriculum professionale ambizioso di tutto rispetto, attestano
la differenza al confronto della memoria
collettiva, quando al
pronto soccorso siracusano si formava
una tremenda calca e
tanti disservizi. Oggi
i protocolli sono abbastanza rispettati e
veloci, ma soprattutto
mirati ai tempi strettamente necessari per
stabilire la patologia
di riferimento; ma a
far confusione sono
i parenti dei pazienti
in attesa, oltre al cattivo vezzo, che tutti
vogliamo essere curati e dimessi ancora
prima della visita del
medico di turno, con
una media ponderale
giornaliera di circa
45 interventi al giorno. Da non dimenticare il duro lavoro
degli Angeli del
118 che con la loro
professionalit salvano ogni anno migliaia di esseri umani
senza a volte ricevere
un semplice ma tanto
gradito grazie.

Cronaca di Siracusa

Ance lancia il grudo dallarme del settore

La Regione vari
tutte le riforme
a costo zero
N

elledilizia siciliana,
fra il 2008 e il primo semestre 2014 il numero di
occupati diretti crollato da 152 mila a 87 mila
unit (65 mila in meno,
pari a -43%, cui vanno aggiunti quelli dellindotto);
fra il 2008 e il 2012 hanno chiuso battenti 2.442
imprese del settore; fra il
2007 e il 2012 i permessi
per costruire abitazioni
si sono ridotti del 51,4%
(da 15.656 a 7.035); le
compravendite di case
fra il 2005 e il 2013 sono
precipitate del 54,2% (da
49.094 a 28.282); nel
periodo 2007-2013 gli
importi dei mutui casa
erogati hanno subito una
flessione del 69,3% (da
2.890 a 886,6 milioni di
euro); a causa del mancato
utilizzo di risorse europee
e statali per opere pubbliche pari a 5 miliardi di

euro non vengono creati


85mila posti di lavoro.
La fotografia del settore
delle costruzioni in Sicilia, scattata dal Centro
studi dellAnce nazionale,
stata analizzata, nella
riunione a Enna, dal sistema Ance Sicilia (Giunta,
presidenti provinciali e
delle casse edili), che si
soffermato anche sulla
situazione politica regionale. In proposito, lungo lelenco delle criticit:
negli ultimi due anni, con
il cambio di ben 33 assessori regionali, non si
riusciti a incidere sulla
burocrazia inoperosa n
a semplificare la pubblica
amministrazione; mentre
restano ancora tantissimi appalti e cantieri da
sbloccare, di contro diverse opere, come quelle del
Contratto interistituzionale di sviluppo, vengono

definanziate per pagare


spese correnti; dellallentamento del Patto di stabilit non c traccia e dallo
scorso mese di giugno gli
assessorati regionali non
emettono mandati di pagamento alle imprese.
In questi due anni lAnce
Sicilia ha cercato invano
un dialogo costruttivo,
trovando per un muro
di gomma: non c stata
uninterlocuzione stabile
n si sono avuti risultati
o risposte concrete; e lattuale classe politica utilizza lAutonomia speciale
come alibi per non fare o
per bloccare tutto.
LAnce Sicilia si aspetta
dal nuovo esecutivo un
cambio di rotta e, rendendosi conto del disastro finanziario della Regione,
chiede a questo governo,
se davvero il governo
delle riforme, che faccia

In foto, palazzo dei Normanni.

subito almeno quelle a


costo zero per rilanciare
ledilizia privata, come la
riforma urbanistica, il piano paesistico e quello per
i centri storici; e che recepisca le norme che funzionano bene nel resto dItalia, ma che in Sicilia non
valgono a causa dellAutonomia, come il Testo
unico delledilizia del
2001 e le semplificazioni
dei Decreti del fare e
sblocca Italia. Inoltre,
riguardo allo spirito di legalit che dovrebbe contraddistinguere il governo
e lArs, lAnce Sicilia fa
presente che il protrarsi
della mancata approvazione del ddl di riforma degli
appalti e degli Urega (esitato dalla IV commissione dellArs lo scorso 16
luglio e contenente criteri
chiari e trasparenti di aggiudicazione delle gare),

assicura la continuit del


sistema illegale dei ribassi anomali e favorisce le
imprese poco trasparenti. LAnce Sicilia, infine,
chieder un incontro urgente allassessore allEconomia per sapere da lui,
inviato da Roma a coprire
un buco di 3 miliardi e
a tagliare altri 400 milioni,
se mai riuscir a sbloccare
i pagamenti alle imprese e
a recuperare somme per i
cofinanziamenti di opere
che hanno assegnati fondi
europei e Fas, sbloccando
investimenti che produrrebbero imposte e benefici
per il bilancio della Regione. LAnce Sicilia, per
scongiurare la delocalizzazione delle aziende, sar
costretta a invitare lintero
settore delle costruzioni ad attivarsi contro gli
ostacoli allo sviluppo, siano essi la burocrazia.

prevede 39 anni di concessione della strada

Raddoppio Ragusa-Catania
Firmata la convenzione

Sottoscritta la Convenzione di concessione


tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Societ di progetto per la realizzazione della Ragusa Catania, che scorre
per buona parte sul territorio della provincia
di Siracusa. La convenzione, ha proseguito
lOn. Vinciullo, prevede trentanove anni di
concessione, di cui quattro e mezzo per la
realizzazione di un collegamento di 68 Km
tra il territorio di Ragusa e lautostrada Cata-

nia-Siracusa, pi precisamente tra lo svincolo


della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115
e lo svincolo della SS 194 Ragusana con la
SS 114. Si tratta di un'opera decisiva per il sistema viario siciliano e di un'infrastruttura di
alta ingegneria, se si pensa che sorger su 19
viadotti e che prevede 8 gallerie e 11 svincoli.
Un'opera sbloccata grazie allintervento del
Ministro Lupi che razionalizzer, aumentando
la sicurezza nella Sicilia Sud Orientale.

In foto, la statale 194.

Luned in Confindustria a Siracusa un meeting che riguarda il settore economico

Reperire
risorse
dai mercati

Confindustria Siracusa e Confindustria Ca-

tania in collaborazione con Borsa Italiana,


organizzano un convegno dal titolo Reperire
le risorse finanziarie per la crescita: nuovi
strumenti, mercati e focus su Minibond, extraMOT PRO e mercato AIM, che si terr nella

sede di Confindustria Siracusa Luned, 10 novembre, con inizio alle ore 9.00. Liniziativa ha
lobiettivo di creare un momento di confronto
tra istituzioni, imprese e mercato dei capitali
sul tema delle nuove fonti di finanziamento
per la crescita delle imprese italiane. Verranno
illustrate le esigenze di patrimonializzazione
delle aziende, con lobiettivo di fornire il quadro delle misure adottate e i possibili nuovi
interventi, approfondendo gli strumenti di
finanziamento e i percorsi di avvicinamento al
mercato dei capitali. Allevento parteciperanno
i rappresentanti di Borsa Italiana, Fondo Italiano dInvestimento, Simest, Cerved, Azimut,

Cultura 8

8 novembre 2014, sabato

Sicilia 8 novembre 2014, sabato

Floridia aderisce al progetto


Libriamoci con attivit originali

L ibriamoci.
Giornate
di
lettura
nelle
scuole una
importante
iniziativa
di
promozione
della
lettura
che si svolta
lo scorso 29,
30 e 31 ottobre in tutta Italia. Le scuole,
dalle primarie
alle secondarie di secondo
grado,
sono
state invitate
a partecipare
alliniziativa e
ad inserire le
proprie attivit nella banca
dati a disposizione online
sul sito www.
ilmaggiodeilibri.it/libriamoci.html
Un
progetto
destinato
a
far riscoprire
il piacere di
leggere un bel
libro. Libera
la lettura nelle scuole
lo slogan ed
uniniziativa
che nasce anche grazie ad
unintesa tra il
Centro per il
libro e la lettura, il ministero
dellIstruzione e quello
dei Beni Culturali.
la prima volta che parte a
livello nazionale un programma cos
importante
per far riscoprire i libri. LItalia in questo
ha infatti primati non positivi: in tre anni,
tra il 2011 ed il
2013 la quota
dei lettori
scesa dal 49
al 43 per cen-

Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole


una importante iniziativa di promozione della lettura
to, secondo il
rapporto Nielsen,
mentre
gli acquirenti sono scesi dal 44 al

nelle
fasce
di et successive
per
risalire
solo
fra gli ultrasessantenni.

tifico Leonardo da Vinci di


Floridia (SR)
che, oltre a
proporre
i
consueti rea-

dei
docenti
e allentusiasmo degli studenti. In particolare stato
realizzato un

In questa bella e meritevole


iniziativa si
distinto il Liceo
Scientifico Leonardo da Vinci
di Floridia che,
oltre a proporre i
consueti reading
e letture a voce
alta di libri

Nelle foto, gli studenti che hanno aderito


al progetto scelto dal Liceo scientifico
Leonardo di Floridia. Sopra il volantino.

37 per cento:
nove milioni in
meno le copie
acquistate nel
2013 rispetto
al 2012. Se
valutiamo let, la lettura
scende dal 70
al 60 per cento fra gli adolescenti, nella
fascia fra i 14
ed i 19 anni, e
scende anche

E in un Paese
come lItalia,
dove gli indici
di lettura sono
fra i pi bassi
dEuropa,

un fenomeno
decisamente
preoccupante.
In questa bella e meritevole iniziativa
si distinto il
Liceo Scien-

ding e letture
a voce alta di
libri che hanno particolarmente amato gli alunni,
ha messo in
piedi la progettazione e
realizzazione di attivit
collaterali dal
taglio pi originale grazie
alliniziativa

cartellone

manifesto sulla lettura e la


produzione di
un video che
riassumesse
le
iniziative
della
classe
nella due giorni di Libriamoci;
Le
parole
viaggiano
come
nuvole: raccolta di afo-

rismi e delle
frasi pi belle
dei libri proposti dai ragazzi;
Lintervista
impossibile a
Calvino: realizzazione di
un booktrailer
e reading su
Calvino.
Infine si sono
tenuti due incontri con una
esperta esterna per parlare
del Bookcrossing, una pratica volta a
incentivare
la lettura, la
condivisione
e la diffusione del sapere,
molto in uso
allestero ma
poco
conosciuta e praticata in Italia.
Questultimo
esperimento
ha particolarmente mosso
lentusiamo
dei ragazzi e
si avviato
un
percorso
per sviluppare un angolo
Bookcrossing
allinterno
dellistituto,
rendendolo
progetto pionieristico
nel suo genere
nella
provincia
di
Siracusa. Lidea di fondo
quella di sollecitare i ragazzi a vedere
il libro come
un compagno
di
viaggio,
come qualcosa di cui fruire
quando si
da soli ma che
pu fare scattare occasioni di incontro,
di dibattito, di
condivisione e
di scambio.

Sicilia 9

Sullonda
dei viaggiatori
del Grand Tour
cui non
si pu non fare
riferimento

Quadri in esposizione

Laccesso ai servizi promuovendo


nuove relazioni con i cittadini
F

o t o t e c a
Siracusana
ha
inaugurato ieri pomeriggio presso i
locali di galleria
Roma la mostra di
fotografia
vintage Sicilia Senza
Tempo I fotografi
a dorso di mulo,
una piccola selezione di stampe fotografiche originali
del periodo 1870
1930 sul tema
paesaggistico siciliano eseguite dai
pi noti fotografi
dellepoca.

Una piccola selezione di stampe fotografiche


originali del periodo 1870-1930

Il
materiale
in
mostra, circa una
trentina di reperti,
proviene tutto da
collezione privata
di cui fanno anche
parte alcune stereoscopie e riproduzioni su vetro per
lanterna
magica
sempre sullo stesso
tema.
Sullonda dei viaggiatori del Grand
Tour, cui non si

pu non fare riferimento, i soggetti raffigurano per


lo pi i temi amati
dai viaggiatori in
Sicilia di ogni tempo, quindi i Teatri,
iTempli e naturalmente i paesaggi e
gli scorci delle citt
siciliane visti attraverso questi primi
scatti di fotografi
sia forestieri, come
Giorgio Sommer di

Napoli e lo studio
Lehenert & Landrock di Tunisi,
che nostrani, come
Gaetano DAgata
e Giuseppe Bruno
di Taormina, senza
tralasciare i famosi
Incorpora e Interguglielmi di Palermo tra gli autori di
questi squarci di
storia in senso lato.
Le stampe di Sicilia Senza Tempo

Resi noti i dati sulla natalit e mortalit delle imprese

Il lavoro e i giovani
imprenditori
di Cna Siracusa

Ancora

positivo il rapporto tra imprese nate


e cessate in provincia. I
giovani ci provano nonostante la continua crisi di
settori importanti.
Diamo loro sostegno,
vanno attivati subito gli
strumenti di Garanzia e
Piano Giovani e va data
loro la possibilit di accedere al credito.
Resi noti i dati sulla natalit e mortalit delle
imprese nel secondo tri-

mestre del 2014. I giovani imprenditori di CNA


Siracusa analizzano i dati
riferiti alla provincia di
Siracusa con riferimento
all'intero mondo delle imprese ed a quello degli artigiani mettendo in risalto il
ruolo dei giovani.
Al 30 Settembre 2014 il
nostro territorio registra
una inaspettato saldo positivo tra le imprese cessate
e quelle nate con un +102.
I dati sulla totalit delle

imprese raccontano di 360


imprese cessate a fronte di
462 nate. Un dato che rappresenta un buon segnale
ma che non crea discontinuit rispetto alcuni dei
principali settori dell'economia siracusana, il manifatturiero, ad esempio,
chiude il trimestre con un
saldo negativo di -13, le
costruzioni -20 ed il commercio -36. Numeri, purtroppo, in negativa continuit.

oltre a mostrare
luoghi lontani nel
tempo, costituiscono una occasione
per conoscere le
origini di un media
che oggi la moderna tecnologia digitale ha reso quanto mai popolare e
la cui storia inizia
proprio con i reperti
fotografici esposti.
Cartes de Visite,
stereoscopie, albumine, stampe al sale
e alla gelatina-argento sono sostantivi il cui significato riscontrabile
nei reperti fotografici in mostra, di
sicuro
interesse
per il pubblico pi
curioso che potr
quindi apprezzare e
conoscere non solo
i soggetti direttamente rappresentati
pi di centanni fa,
ma anche le tecniche e i materiali che
permisero ai nostri
progenitori di vivere la magia della fotografia riuscendo a
far giungere fino ai
nostri giorni emozioni che certamente gli appartennero.
La mostra rimarr aperta fino al 5
gennaio 2015 dalle
17,00 alle 20,00 dal
marted alla domenica. La Fototeca
chiusa il luned.

societ

Presentati
24 emendamenti
dal consigliere
Cetty Vinci

Sono ventiquattro

gli emendamenti
presentati dal consigliere Cetty Vinci (Lista Mangiafico-gruppo misto)
al bilancio di previsione 2014 alla
scadenza di oggi
delle ore 12 per il
deposito allufficio del Consiglio
comunale. Si tratta
di interventi rivolti
anzitutto alle iniziative di dubbia
utilit intraprese
dallAmministrazione, come il mutuo per acquistare
un immobile per
uffici
comunali
oppure la volont
di vendere alcuni
beni dellente. Ma
vengono messe in
discussione anche
le eccessive spese
per la Cittadella,
incomprensibili
dopo laffidamento della gestione a
terzi. Molti gli interventi in favore
di associazioni che
si occupano di attivit sociali come
lUnione Ciechi,
lAvis
comunale, lAism, lEnte
Sordi, Astrea, per
citarne alcune. Ed
inoltre un cospicuo
rimpinguamento
della voce relativa
al cosiddetto tetto soccorso per i
meno abbienti e un
intervento importante in favore dei
malati oncologici.
Infine, un emendamento riguarda la
manutenzione straordinaria del tratto
in discesa da via
Necropoli Grotticelle per lelevata
pericolosit stradale. Sono molte
le carenze individuate nel bilancio
di previsione, non
solo da me, ma anche da molti altri
colleghi del Consiglio
comunale
dichiara la Vinci
abbiamo cercato
nel mio caso di intervenire soprattutto a favore delle fasce pi deboli della
nostra comunit.

SPECIALE 10

Sicilia 8 novembre 2014, sabato

8 novembre 2014, sabato

Sicilia 11

La Galleria Roma non poteva dimenticare questi uomini di valore

Cinque maestri di vita che hanno


lasciato un segno tangibile nella storia

Si tratta di cinque artisti deceduti, appartenenti tutti al secolo


scorso, verso i quali molti artisti di ieri e di oggi devono qualcosa

n ricordo dei
maestri: Biagio
Poidimani, Enzo
Assenza, Salvo Monica, Giuseppe Campanelli e Giovanni
Migliara, sabato 8 novembre
alle ore 18,30 si
inaugura la mostra di sculture e
grafiche Forme
Siracusane presentazione critica di Salvatore
Rapisarda
Questo il secondo appuntamento dellanno
con la grande
arte siracusana.
Dopo aver reso
omaggio a quattro pittori (Betta,
Lucca, Puzzo,
Tantillo) eccoci
ora a ricordare gli
scultori che hanno operato nella
nostra citt e che
hanno lasciato
una forte traccia.
Si tratta di cinque
artisti deceduti,
appartenenti tutti
al secolo scorso,
verso i quali molti
artisti di ieri e
di oggi devono
qualcosa: laffetto, lamicizia,
linsegnamento,
la concezione
stessa dellarte,
intesa come forma totalizzante
di vita. Biagio
Poidimani, Enzo
Assenza, Salvo
Monica, Giuseppe Campanelli e
Giovanni Migliara hanno varcato, con le loro
opere, i confini
della nostra Isola
e si sono fatti portavoce di quel-

Poidomani: Alfeo e Aretusa (bronzo) esposti allinterno della Fonte Aretusa.


le istanze darte
che coniugano
il gusto mediterraneo, intriso ancora di un moderato classicismo,
con le arditezze
formali del modernismo, certamente pi scabro
e sintetico. La
Galleria Roma
non poteva dimenticare questi
Maestri e perci,
accomunandoli
e ricordandoli,
vuole riproporre allattenzione
di tutti quel patrimonio darte
che ancora resta
conservato nelle
case di abitazione delle famiglie
degli artisti.
venuto il tempo di
creare un Museo
Civico dellarte
siracusana, capace di documentare tutto un
secolo di fermenti e di fervori che
si inserirono pie-

namente nella
dialettica culturale e artistica
nazionale. Non
possiamo trascurare pi oltre
questo bisogno
dello spirito, se
vogliamo lascia-

re ai nostri figli
una valida testimonianza del nostro passaggio.
Noi di Galleria
Roma abbiamo
indicato la strada
per una prima
catalogazione;

spetta ora ad
altri camminarci
sopra e costruire
il Palazzo dellArte.
Corrado
Di Pietro
Presidente
Galleria Roma

Assenza: Aretusa (bronzo) Provincia Regionale di Siracusa.

Biagio Poidimani
(Rosolini 1910
Trigoria 2001) sin
dal 1937 insegna
Storia dell'Arte
al Liceo Gargallo
(Siracusa) e Plastica e Scultura
alla Scuola d'Arte di Siracusa.
Divenuto titolare
di cattedra, insegna Plastica al
Liceo Artistico di
Roma (1941) e
poi presso l'AA.
BB. di Napoli, Firenze, Bologna e
Roma. Sue opere
a Siracusa: Alfeo ed Aretusa, Il
Prometeo, il monumento a Mons.
Ettore Baranzini
(Duomo), il Reliquario della Madonna delle Lacrime e i bassorilievi
in bronzo nella
sede della Cassa
di Risparmio. Altre
opere si trovano in molte citt
europee e negli
Stati Uniti dAmerica (da ricordare
Adamo ed Eva a
New York).

Enzo Assenza
(Pozzallo1915 Roma 1982). Nel
1927 si trasferisce
con i suoi fratelli,
Beppe e Valente,
a Siracusa in uno
studio vicino a
La fontanina,
il noto laboratorio fotografico di
Angelo Maltese
dove si riunivano
gli artisti dellepoca. Trasferitosi a
Roma nei primi
anni 30, entra
nella migliore societ della capitale e ottiene i
meritati successi
per le sue opere scultoree. Nel
primo dopoguerra, pur mantenendo i legami
con Siracusa e
Catania, le sue
opere valicavano
i confini regionali ed espone in
importanti mostre a Roma e
nel mondo. Fra
i lavori eseguiti
in Sicilia sono
da segnalare: la
statua di San Bartolomeo nel Duomo di Messina,
il monumento a
S. Giovanni Battista a Pozzallo,
la ceramica raffigurante Santa
Rita, nellomonima chiesa di
Siracusa.

Salvo Monica
(Ispica 1917 Siracusa 2008).
Si formato artisticamente con
i fratelli Assenza,

Migliara: Paesaggio industriale, 1960 ferro, acciaio inox, plastica - cm. 98x69.
poi si trasferito
a Roma ove ha
frequentato la
scuola dellarte
della medaglia,
annessa alla
Zecca dello Stato, e laccademia
di S. Luca. Dopo
la guerra ha insegnato alcuni anni
alla scuola darte
di Siracusa ed
stato il maestro
dei migliori artisti
del tempo. Sue
opere di scultura
si trovano, oltre
che in collezioni private, sulla facciata della
Cassa Centrale
di Risparmio V.E.
di Siracusa, sulla facciata della
Chiesa del Seminario di Catania,
all'Ospedale S.
Marta di Catania,
nella piazza di
Ispica, nel Museo di Noto e in
quello di Recanati, nel Chiostro
del Convento di
San Giovanni
a Siracusa, nel
Palazzo Bruno di
Ispica (con sale
personali).

G i u s e p p e
Campanelli
(Siracusa 1925
1995). Figlio
d'arte, da adolescente frequenta la bottega di
fabbro del padre,
dove apprende i
primi rudimenti
del disegno, del
modellato e del
ferro battuto. Da
Firenze, dove
frequenta il locale Liceo Artistico, si trasferisce a Carrara e
qui frequenta la
Scuola del Marmo ed il locale
Liceo Artistico,
dove consegue

il diploma nel
1947. Nel 1948
ottiene l'insegnamento del
disegno presso
le Scuole Statali ed intercala
questa attivit
con quella di
scultore. Due
sue lapidi commemorative, dedicate al sacrificio di Bachelet
e di Mattarella,
in pietra dura
giallo oro antico, sono visibili
presso l'Istituto
Superiore Internazionale di
Scienze Criminali (SR).

Giovanni Migliara (Termini


Imerese 1931
Siracusa 2008)
frequenta la
Scuola dArte
di Palermo. In
seguito insegna
discipline plastiche allISA di
Siracusa, citt
ove rimarr fino
alla morte. Ar-

SPECIALE

tista di indole
solitaria, capace di lavorare
tutti i materiali
(legno, metallo,
gesso, marmo
ecc.) ha esposto
sia in Italia che
allestero (Francia, Danimarca,
Lussemburgo,
Canada). Sue
opere si trovano
nel Santuario di
S. Sebastiano
(Via Crucis in legno) a MelilIi, nel
Parco del Museo
Archeologico
(Archimede) di
Villa Landolina a
Siracusa, nellaltare maggiore
della Cappella
della Madonna
di Pompei (una
grande croce
ed un cenacolo)
a Siracusa, al
Castello Nelson
(pietra lavica)
di Bronte (CT),
nella sede del
Lions Club (busto di Vittorini) di
Siracusa, nel Palazzo Municipale
(busto dellOn.
Intrigliolo) di
Francofonte e
nella Chiesa
dellAssunta a
Marina di Modica.

Monica: La Resurrezione di Lazzaro 74. Figura arcaicizzante di Campanelli.

attualit 12

Sicilia 8 novembre 2014, sabato

8 novembre 2014, sabato

LOSSERVATORIO

Infrastrutture, i politici ogni tanto ne parlano. Messianicamente

Per strade e ferrovie


ritornano gli annunci

nuncio del deputato


regionale Gaetano
Lo Magro al sindaco
del tempo nei primi anni Cinquanta.
Veicolo dellannuncio un manifesto
sotto forma di telegramma da Lo
Magro al sindaco:
Lieto comunicoti
soppressione odiata
cintura ferroviaria.
Firmato Lo Magro.
Allegria!
Ebbene, va qui ricordato che la variante
Siracusa-Targia, la
quale ha soppresso
lattraversamento
ferroviario della
citt, entrata in
esercizio nel luglio
del 1998. Altro che
annuncio Lieto comunicoti anni Cinquanta?
Staremo dunque a
vedere.
Primo annuncio di

Vinciullo: A gennaio verranno appaltati i lavori per


la velocizzazione e
lammodernamento
della linea ferroviaria Augusta-Catania
Bicocca.
Secondo annuncio:
si firma al ministero delle Infrastrutture la convenzione
per la concessione
della gestione del
progetto infrastrutturale della Ragusa Catania. Il
che vorrebbe dire,
uscendo dal criptico
linguaggio buro-politichese, che presto
dovrebbero anche
iniziare i lavori per
lammodernamento
della strada statale Ragusa-Catania,
la quale attraversa
buona parte del territorio della provincia
di Siracusa.
Prima avvertenza
per luso dunque:
abbiamo due annunci; aspettiamo i fatti.
Ma vediamo quel

che dovrebbe accadere se e quando


agli annunci seguiranno i fatti. Per
la tratta ferroviaria
Siracusa-Catania
(pi esattamente
Targia-Bicocca) si
tratta di ben piccola
cosa, la cui attesa
tuttavia si trascina
da anni, da decenni

seguenza la perdita
del capitale sottoscritto negli anni
precedenti dai mille
e 200 soci.
La Banca di credito
aretuseo era stata
aperta nel 2005, con
sede in via Senatore
Di Giovanni e con lo
scopo dichiarato di
sostenere le piccole e medie imprese
locali.
Le difficolt erano
cominciate gi nella
primavera del 2009
con una prima verifica ispettiva della
Banca dItalia, il cui
organo di vigilanza
rilev delle carenze.
Successivamente
lassessore regionale allEconomia, su
proposta della Banca
dItalia, sottopose il
Credito aretuseo alla
procedura di amministrazione straordinaria. Nomin

quindi un commissario straordinario


e un comitato di
sorveglianza. I quali
avviarono la liquidazione coatta.
Il commissario liquidatore, ottenuto
il parere favorevole
del comitato di sorveglianza e lautorizzazione della Banca
dItalia, decise quindi la cessione delle
attivit e passivit
del Credito aretuseo
alla Banca di credito
cooperativo di Pachino.
Peraltro il presidente
del Credito aretuseo,
ingegner Carmelo
Misseri, impugn il
provvedimento del
commissario liquidatore davanti al Tar
del Lazio opponendosi alla valutazione
negativa del patrimonio.
Ora lingegner Mis-

seri stato sentito


nelludienza per la
dichiarazione di insolvenza. E ha depositato la perizia del
collegio sindacale
che smentisce la valutazione negativa
del patrimonio a
suo tempo decisa
dal commissario liquidatore. Sostiene
infatti che la valutazione del commissario non abbia tenuto
conto dellavviamento n del valore
delle sofferenze.
La vicenda comunque si riapre.
E potrebbe anche
concludersi con un
ribaltamento della
situazione, cio con
il recupero delle
quote societarie a
suo tempo perdute
dai sottoscrittori e
trasferite alla banca
di Pachino.
s.m.

Interessate la tratta ferroviaria Targia-Bicocca e la strada statale Ragusa-Catania

di Salvatore Maiorca

Infrastrutture per i
trasporti, qualcosa
si muove? Forse.
Vedremo. Per ora
abbiamo soltanto
due annunci del
deputato regionale
Vincenzo Vinciullo,
vicepresidente vicario della commissione Bilancio
e programmazione
allARS (Assemblea regionale siciliana).
Il primo annuncio
riguarda la tratta
ferroviaria Siracusa-Catania; il secondo la strada statale
Ragusa-Catania. Si
tratta ora di verificare se agli annunci
seguiranno i fatti.
Siamo troppo abituati infatti a sbornie di annunci mai
seguiti dai fatti. Per

Ammodernamenti in vista? Forse. Speriamo.


Stiamo a vedere. Ma si tratta di piccole
cose attese peraltro da tempo immemorabile
un motivo per un
altro. Ma la realt

sempre stata e ancora rimane questa:

annunci senza fatti.


Clamoroso un an-

economia Uno spiraglio per il recupero delle quote sociali


Finisce alla procura

della Repubblica la
vicenda della Banca
di credito aretuseo,
acquisita lo sorso
anno dalla Banca di
credito cooperativo di Pachino. E si
apre uno spiraglio
sulla possibilit che
i mille e 200 soci siano reintegrati nelle
rispettive quote di
patrimonio perduto.
Nel maggio 2013
la filiale di Siracusa
della Banca di credito cooperativo di Pachino aveva acquisito attivit e passivit
del Credito aretuseo,
che era stato sottoposto alla procedura di
liquidazione coatta
amministrativa.
La banca siracusana
dal precedente febbraio era stata infatti
sottoposta alla pro-

Il Credito aretuseo
finisce in Procura

cedura di amministrazione straordinaria. La Banca dItalia


aveva nominato un
commissario e un co-

mitato di sorveglianza, la cui attivit


di amministrazione
straordinaria si era
conclusa con la de-

cisione di trasferire
la banca siracusana
a quella di Pachino
praticamente a costo
zero: un euro. Con-

Il primo annuncio riguarda la tratta ferroviaria


Siracusa-Catania; il secondo la strada statale
Ragusa-Catania. Entrambi lanciati dal deputato
regionale Vincenzo Vinciullo. Ma non dimentichiamo che risale ai primi anni Cinquanta il primo annuncio sulla soppressione della cintura ferroviaria, avvenuta poi nel luglio 1998
anzi. Niente doppio binario, niente
variante per portar
fuori la linea dallattraversamento del
polo petrolchimico.
Soltanto dei piccoli interventi di
cosiddetta velocizzazione: in pratica la eliminazione
di qualche curva e

lammorbidimento
di qualche pendenza. Tutto qui.
Gli ammodernamenti veri e concreti
delle ferrovie in
Sicilia, gi previsti
e concordati fra i
governi regionale e nazionale, si
fermano allormai
famoso triangolo
Palermo-CataniaMessina. Qui arrivano, se arrivano, le
briciole. Alla faccia
di Siracusa stazione
di testa.
Rimane inoltre lincognita che grava
sulla tratta ferrovia-

A sinistra una vecchia littorina alla stazione centrale di Siracusa. Sopra la stazione
di Siracusa Targia. A destra quella di Catania Bicocca

ria Siracusa-Ragusa-Gela: una tratta


borbonica, tortuosa,
a saliscendi, a binario unico senza elettrificazione, densa
di passaggi a livello
incustoditi, percorsa
soltanto da un paio
di locomotori diesel con un paio di
vagoni e da un paio
di automotrici (le
vecchie, antiche, littorine) con tempi di
percorrenza enormi:
roba da museo delle
ferrovie.
Di questa tratta non
si parla mai. E quando se ne parla
soltanto per agitare

Sicilia 13

lo spettro della soppressione.


Perch soppressione? Perch ormai
un ramo secco, che
non ha pi utenza, dice Trenitalia.
E per forza non
ha utenza: lasciata
com, nelle condizioni di un centinaio
danni fa, chi volete
che se ne serva pi di
questa tratta? Non
che non ci sia bacino
di utenza sul territorio. E che lutenza
scoraggiata, tenuta
lontana, dalle condizioni della tratta
e del servizio. Non
fossaltro per il fat-

attualit

to che un utente
non pu passare la
sua giornata in treno per spostarsi da
Siracusa a Ragusa
e viceversa.
Intanto aspettiamo
che agli altisonanti
annunci seguano
i fatti. Per quanto
miseri. Almeno a
confronto con quel
che si muove in Italia per il trasporto
ferroviario. E per le
lunghe percorrenze
Siracusa-Nord contentiamoci intanto
di un treno al giorno
per Milano e due
per Roma. Portate
pazienza, gente

UILTEC I due siracusani rappresenteranno la macro-area del Sud Est Sicilia


Emanuele Sorrentino,

Emanuele Sorrentino nellesecutivo


e con Bottaro anche nel consiglio

segretario generale della


Uiltec per la macro-area
del Sud Est Sicilia,
entrato a far parte
dellesecutivo nazionale, lorganismo ristretto
che elabora le politiche
dellorganizzazione dei
lavoratori del tessile, dellenergia e della
chimica. E stato eletto
dal primo congresso
nazionale Uiltec, che si
svolto nei giorni scorsi
a Venezia.
Il congresso, oltre a
confermare il segretario
generale Paolo Pirani
ed eleggere Emanuele
Sorrentino nellesecutivo nazionale, ha pure
eletto lo stesso Sorrentino e Andrea Bottaro
nel consiglio nazionale.
La Uiltec siracusana Emanuele Sorrentino, a sinistra, con Paolo Pirani a destra
sar quindi rappresen- cutivo. La delegazione tecipato ai lavori con- dellarea industriale
tata sia nel Consiglio siracusana, composta gressuali evidenziando siracusana e la necessit
nazionale che nellese- da 14 delegati, ha par- nel dibattito le criticit di sostenere il sistema

industriale sia sul territorio sia nellintero


scenario nazionale.
E questo un ulteriore
momento di crescita della Uiltec siracusana ha
dichiarato con soddisfazione il segretario generale Emanuele Sorrentino. Il nuovo successo
consentir di raggiungere due obiettivi: una pi
autorevole rappresentativit nellinteresse dei
nostri lavoratori e, di
conseguenza, unancor
maggiore autorevolezza,
sia nei confronti delle
controparti aziendali sia
anche nei confronti delle
altre organizzazioni sindacali.
s. m.

Cultura 14

Sicilia 8 NOVEMBRE 2014, SABATO

Alla Galleria Civica


opere di A. Tantillo

di Arturo Messina

Doveroso ed encomiabile definimmo il quadruplice memorial che


pochi mesi addietro fu
dedicato dal prof. Corrado Brancato, titolare
della Galleria Roma di
piazza San Giuseppe (
che poco prima aveva
ospitato la personale
sia di Biagio Poidimani che quella di Salvo
Monica, i loro insigni
maestri) a quattro dei
pi noti pittori siracusani: Armando Tantillo, Oreste Puzzo, Giuseppe Betta e Vittorio
Lucca.
In quella circostanza
scrivemmo che diverse
erano state le loro personalit e diverso era
apparso il loro stile a
chi osservava la mezza
dozzina delle opere di
ciascuno di essi, esposta nella sala di rappresentanza di quella Galleria, che gi da anni
diventata il punto di incontro, il cenacolo artistico culturale di tanti
artisti non solo amici e
concittadini, ma anche
di tante altre localit
anche fuori provincia;
mettevamo inoltre in
risalto gli incontri settimanali che vi si svolgono con conferenze
e concerti di notevole
livello, ai quali pu
assistere anche chi non
socio.
Si diede il caso che, a
visitare la quadruplice
mostra, entrando dalla saletta che funge da
segreteria e a dirne un
gran bene cominciassimo dalle opere del
nostro compianto amico Armando Tantillo (
per le cui esequie alla
chiesa del Sacro Cuore io composi suonai
e cantai un epicedio),
fratello di Pippo Tantillo (la cui figlia
stata mia alunna del
Liceo Corbino) da tutti
conosciuto e apprezzato come il geometra
dalla voce imponente e
inconfondibile di basso
profondo, fin dai primi
degli anni Cinquanta.
Allora si voleva portare in scena loperetta
Bedelia la zingara
del compianto Gioacchino Lentini (ottimo
poeta, giornalista e
commediografo, autore anche de Il mare
non muore ) musicata

Alla Galleria Roma di piazza San Giuseppe pochi mesi addietro vennero esposte opere
di Armando Tantillo, Oreste Puzzo, Giuseppe Betta e Vittorio Lucca per un doveroso memorial
egregiamente dal m
Salvatore Jannello (padre dellindimenticabile poetessa e giornalista Sofia, scomparsa
purtroppo da un paio
danni senza che nessuno si sia accorto a

i due bassi Carmelo


Mollica e Lino Puglisi che poi sarebbe diventato il pi celebre
baritono dItalia, con
ben 16 stagioni a La
Scala di Milano e le
sue Accademie del bel

soprattutto per Vittorio


Lucca, la componente
cromatica era la pi
aderente alla sua sensibilit, che si esternava
nel dipingere soprattutto paesaggi e nature
morte, non nella realt

va pure che cera stato chi aveva parlato


di astratti furori, di
Immaginismo grafico, quindi di immagini magiche che interpretano il sogno della
Sicilia, o di una pit-

Di Armando Tantillo, scrivemmo che


l spiccava la componente cromatica,
anche se egli era pi
noto e apprezzato
per la sua grafica,
che a differenza
della grafica comune, rendeva anche
cromaticamente

In alto, paesaggio siciliano di Aemando


Tantillo;
Sopra, Vegetazione africana di A. Tantillo.

Siracusa!)
Allora, assieme alla
sua, si radunavano in
quella specie di cenacolo darte, le pi
belle voci del canto
lirico, come il tenore
Nello Genova, (cugino
di Silvana Leggio, gi
vicenomandante della
Polizia Urbana e bellissima voce di soprano, che in questi giorni sta registrando due
mie liriche religiose
dedicate alla Madonna
delle lacrime). la soprano Lucia Colletta,

canto finanche in estremo Oriente, come la


Korea, nonch a Rieti,
dove si stava recando
il 4 maggio di due anni
addietro quando ebbe a
morire tragicamente.
Di Armando Tantillo, scrivemmo che l
spiccava la componente cromatica, anche se
egli era pi noto e apprezzato per la sua grafica, che a differenza
della grafica comune,
rendeva anche cromaticamente. Infatti,
come per Pippo Betta e

effettuale bens nella


rapida visione emozionale personale del
momento. Si riportava che cera stato chi
aveva scritto che il suo
stile era nella lingua
scorrevole e fluente,
mentre altri avevano
scritto che era uno
straordinario incisore,
che fa apparire una
Sicilia germinale, ma
cos diversa da quella
che offrivano paesaggi e angoli suggestivi
urbani, monumentali
o agresti. Si riporta-

tura fra quiete e furore: tutte espressioni poetiche altrettanto


aeree e fantastiche che
stupiscono per la loro
estrosit. ma son ben
lontane dal dimostrare
se a lui stesse a cuore
la padronanza del disegno, che certamente ben diversa dalle
immagini che interpretano il sogno della Sicilia. Si aggiungeva
che il vero critico deve
scendere dalla scala
aerea della poetica, se
vuole chiaramente e

serenamente esporre le
motivazioni della sua
approvazione o del suo
dissenso: losservatore non richiede, anzi
rifiuta, parole alate,
dense di metafore manieristiche, di in-felice
memoria secentesca,
cos come una scolaresca non richiede, anzi
rifiuta, quella che ritiene una spiegazione che
non spiega ma confonde le idee
Si aggiungeva che ha
colto nel segno sul
mondo pittorico di lui
chi ha rivisto gli
scheletrici supponenti
<dottori> , tragici nella
loro diaconilit compositiva, tracciati con
segno nervoso -forse
anche affrettato o non
curante- soggetti che
avevano ispirato nei
particolari
momenti
la tragicit del mondo moderno, con forti
vibrazioni danimo ed
emotivit. Certo che
la sua pittura nei quadri esposti in quella
circostanza si diceva
purtroppo poco di ci
che egli era veramente
o che alcuni critici amici o imparentati hanno
scritto!
In questi giorni alla
Galleria Civica di
Montevergine
sono
esposte solamente le
stesse opere di Armando Tantillo che vennero esposte alla Galleria
Roma, con laggiunta
di altre, sempre dello
stesso autore, facendo
risentire, ovviamente, i
parenti e gli amici degli
altri tre, anche perch
ci sarebbe stato ampio
spazio anche per quelli e ne avrebbe guadagnato anche la stessa
galleria, visto che, con
le sole opere del solo
beneamato
artista,
ampi spazi espositivi
sono rimasti disadorni,
soprattutto quello centrale, che con una sola
opera, dove cera e c
stato sempre spazio per
tre opere di considerevole dimensione, appare sicuramente molto
pi spoglio. Gli amici
degli altri tre si saranno
detti: E proprio vero
che chi ha santi ha garantito sicuramente il
paradiso, pardon!, lesposizione in esclusiva
alla Galleria Civica
Madonna di Montevergine!

Sicilia 15

8 novembre 2014, sabato

Vittoria, snodo importante


per la leadership del girone
Siracusa in pole-position
In attesa di buone notizie sulle condizioni
di Mascara e sui tempi del suo recupero
prosegue la preparazione per un incontro
che nessuno pu permettersi di perdere

Nelle note caratteristiche delle tifoserie


di Eccellenza che il
calendario ha opposto al Siracusa nelle
prime nove giornate,
non ce n una che
dichiari di essere in
rapporti di amicizia
con quella aretusea.
Speravamo che almeno i supporters
della decima avversaria, il Vittoria, facessero eccezione,
e invece scopriamo
che fra le tifoserie messe allindice dai sostenitori
biancorossi, quella
siracusana ai primi posti a causa di

vecchie ruggini risalenti ai tempi della


comune militanza in
C-1. Fra i motivi dei
recenti screzi, pare ci
sia invece il reclamo del Siracusa per
la partita di Coppa
Italia, il cui accoglimento ha comportato
la mancata disputa
della partita di ritorno con conseguente eliminazione dei
biancorossi dal torneo.
Ma pur non essendo in condizione di
stabilire chi in queste scaramucce a distanza abbia tirato la
prima pietra e chi, in

buona sostanza, abbia torto o ragione,


una cosa certa : chi
ha pi da perdere da
questi rapporti tesi
proprio il Siracusa
che per venire a capo
di questa non invidiabile
situazione
dovrebbe farsi promotore, magari aiutato da figure istituzionali, di iniziative
di riavvicinamento.
Del tipo di quelle
che aveva cominciato ad attuare lAssessore comunale allo
sport, Maria Grazia
Cavarra ma durate, ahim, lo spazio
di un incontro. Sul

fronte della preparazione degli azzurri in


vista del big-match
di domenica al Comunale di Vittoria, il
programma prosegue
secondo i piani prestabiliti nonostante
il maltempo che ha
imperversato sulla
nostra citt.
E c in tutto il gruppo la consapevolezza
delle difficolt
di
un incontro che nessuna delle due squadre pu prendersi il
lusso di perdere, il
Vittoria perch farebbe salire a tre le
sconfitte rimediate in
soli sette giorni, un
record, e il Siracusa
perch sarebbe costretto ad interrompere una striscia
positiva che dura da
otto partite, e a perdere i contatti con
quelle squadre che
attualmente
fanno
parte del plotone di
testa e che potrebbero approfittare anche
del mimo passo falso
per staccarsi di qualche lunghezza.
In casa azzurra, mentre tutte le orecchie
sono protese alle notizie sullinfortunio
a Mascara, si guarda

SPORT SIRACUSA

In foto, lassessore Maria Grazia Cavarra.

con soddisfazione al
rientro a Vittoria di
Ignazio Panatteri, bilanciato, purtroppo,
da un altra assenza
pesante che quella
di Fabio Arena, tornato da qualche settimana ad un rendimento apprezzabile
nel ruolo di incontrista di centrocampo e
appiedato dal giudice sportivo per somma di ammonizioni.
In linea generale
si ha limpressione

che il campionato
abbia comunque gi
espresso il novero di
squadre che si giocheranno la promozione ed confortante che il Siracusa sia
fra queste, anche se
sar costantemente
chiamato a dare di
pi, sempre di pi,
per salutare laffollato condominio di
testa e proseguire in
auspicabile solitudine per la sua strada.
Armando Galea

Il Misterbianco si ritira
dal campionato

In foto, azione dell'Aretusa

Basket, Aretusa a caccia


della prima vittoria esterna
Match da non sotovalutare
quello di oggi per i ragazzi di coach Bordieri a San
Filippo del Mela contro il
Peppino Cocuzza, valevole quale sesta di andata del
campionato di C nazionale.
Il tecnico siracusano non
si fida della classifica degli
avversari e invita la squadra a scendere in campo
con la dovuta concentra-

zione. E una trasferta


difficile esordisce Bordieri - soprattutto per la
mancanza di allenamenti,
dovuti alle giuste misure
precauzionali dellamministrazione comunale per
lallerta meteo, e conseguente chiusura degli impianti sportivi. Tuttavia
andremo a San Filippo per
fare la nostra partita, e portare a casa la vittoria.

Non dobbiamo sottovalutare un avversario, che


ancora a quota zero in classifica, e che prover in tutti
i modi a batterci. Dovremo
stare attenti ad Albana loro
migliore realizzatore, oltre
ad una vecchia nostra conoscenza come lex Simone Carpinteri. La squadra
carica per sfatare il tab
trasferta, e migliorare ulteriormente la classifica.

Al momento di andare in
macchina apprendiamo che
il reclamo presentato dal
Siracusa avverso il risultato dellincontro di Milazzo
per la presunta posizione
irregolare del giocatore Antonino Laquidara stato respinto con la conseguente
omologazione del risultato
di 0-0 con cui si era concluso. Nelle ultime ore maturata infine la decisione del
Misterbianco di ritirarsi dal
campionato. Essendo il ritiro avvenuto nel corso del
girone di andata, tutti i risultati venuti fuori dagli incontri fin qui disputati dagli
etnei sono da ritenersi nulli,
mentre le squadre che dovranno affrontarlo secondo
quando previsto dal calendario, osserveranno un turno
di riposo. In virt di quanto
precede, la vittoria a tavolino ottenuta dal Siracusa da
considerarsi annullata con
la conseguente perdita di tre
punti in classifica.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 8 novembre 2014, sabato

Giovanissimi
regionali
impegnati
domenica
al "Di Bari"
conrto
la Pantanelli

In foto, Ernesto Maiorca

Calcio, Rari Nantes e Pantanelli al Giorgio Di Bari:


sar doppia stracittadina per il Real Siracusa
Sar

un fine settimana intenso per


le squadre del Real
Siracusa, impegnate in una doppia
stracittadina interna ed in un torneo
amichevole a Priolo
Gargallo con i ragazzini degli Esordienti. Oggi, alle
18, al Giorgio Di
Bari di via Lazio
gli Allievi Regionali
di Danilo Gallo in-

Oggi al "Giorgio Di Bari" gli allievi regionali


di Danilo Gallo incontreranno la Rari Nantes
contreranno la Rari
Nantes per la nona
giornata di campionato. Dopo la sconfitta di misura incassata sul campo della
Pantanelli, i ragazzi
del presidente Sebastiano Greco avranno la possibilit di
tornare a far punti

contro una squadra


alla loro portata.
Dai miei ha detto mister Gallo mi
aspetto lo stesso
tipo di atteggiamento di sabato scorso.
Dovremo essere aggressivi, determinati, affamati. Contro
la Rari Nantes, non

Judo, al Pallone Tensostatico


di Avola qualificazioni regionali
Si svolger domenica al
Pallone Tensostatico del
campo sportivo comunale di Avola la fase Regionale di qualificazione dei
Campionati Italiani Assoluti riservato alle classe
Junior e Senior Cinture
Nere Maschile e Femminile di Judo.
Allenati
dal
Maestro
Roberto
DellAquila,
lAssociazione
Sportiva Dilettantistica Centro
Sportivo Siracusano parteciper con Cristian Di
Caro classe Junior Kg. 60
e con Andrea Ledda classe

Senior Kg: 81. I qualificati


ci dice Roberto DellAquila parteciperanno alle Finale dei Campionati Italiani in programma il 29 - 30
Novembre ad Ostia.

possiamo sbagliare,
servono i tre punti per riprendere il
cammino interrotto
qualche settimana
fa. Il tecnico aretuseo recuperer Bonanno, in corsa con
Rizza per una maglia da titolare. In
avanti Maieli terminale, mentre a dettare i tempi di gioco
sar il solito DAgostino, impeccabile
in tutte le gare finora
disputate.
Attesa per i Giovanissimi Regionali,
impegnati domenica 9 novembre alle
10,30 al Di Bari
contro la Pantanelli.
Scontro tra seconde
in classifica in un
match che si annuncia esaltante. Mancher linfortunato
Bus, al suo posto
Iacono, che ha deciso la partita di Avola
con un rigore realizzato negli ultimi minuti di gioco. Ce la
giocheremo alla pari
con una squadra alla
quale non abbiamo

nulla da invidiare
ha detto il tecnico Ernesto Maiorca
-. Ci teniamo a far
bene e a dimostrare
che valiamo lattuale secondo posto
in classifica. Siamo
pronti per questa
gara che affronteremo con determinazione e massimo impegno. Pantanelli
avvisata, dunque. Il
Real Siracusa non
far sconti e, sulle
ali dellentusiasmo
per una posizione
in classifica che in
pochi avrebbero potuto prevedere alla
vigilia di questa partita, prover in tutti i
modi ad aggiudicarsi i tre punti.
Negli
esordienti
manca solo lufficialit, ma molto
probabile che domenica mattina si
svolga a Priolo un
torneo amichevole
organizzato dallOlimpique ed al quale
parteciperanno, oltre ai padroni di casa
e al Real Siracusa,
anche Flora e Megarini. La formula
del quadrangolare
prevede semifinali e
finali.

Calcio,
al Di Bari
per il Belvedere
arriva
il Pachino

Per lanticipo della decima giornata


di andata del girone D di Promozione, il Belvedere
ricever oggi al
Di Bari di via
Lazio il Pachino.
Un derby inedito che torna dopo
qualche anno in
questa categoria e
alla cui sfida arrivano due formazioni in situazioni
di classifica non
ottimale.
Specie dopo il ratificato ritiro dal
campionato del
Valverde che ha
significato lannullamento
di
ogni vittoria conseguita contro la
compagine etnea,
comprese quelle
che avevano ottenuto le due aretusee di fronte domani.
Belvedere
che
scende a 8 punti,
Pachino addirittura ad 1, motivo
per cui sar un
derby che le due
squadre cercheranno di giocare
al massimo per
togliersi dai bassifondi della classifica. "Ogg sar
una partita pi
che importante
ha sottolineato il
centrocampista
Pietro Gatto - considerando che con
la nuova classifica
ci siamo sganciati
dalla parte medioalta.
Loro, prima della
pausa di domenica scorsa, avevano ottenuto il
primo punto con
l'Atletico
Gela
che come abbiamo visto sabato
scorso
quando
labbiamo affrontata, un'ottima
squadra".

Interessi correlati