Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Avola
Cassette inviolabili
Fallito un colpo
in banca
A pagina cinque
Il verdetto del processo Morsa
Deteneva una pistola
Fruttivendolo arrestato
In una rivendita di
frutta il titolare na-
scondeva una pistola
a tamburo. La sco-
perta stata fatta dai
poliziotti della Squa-
dra Mobile.
A pagina cinque
POLITICA FINANZA
TACCUINO COMMENTI
Pallamano
LAlbatro sorprende
Battuto in casa
il Benevento
A pagina quindici
EDITORIALE. Duemila le cause pendenti ereditate dalla Giunta
Il partito democratico si-
racusano prende le distan-
ze dalla scelta del sindaco
Garozzo e della Giunta.
A pagina due
Quartieri
Scontro Pd
Sindaco
S concluso con quattro condanne il processo
scaturito dalloperazione antimafa coordinata dalla
Dia di Catania e portata a termine dai carabinieri tre
anni fa, denominata Morsa.
Ammontano a 200 mln le richieste di risarcimento
La scure del contenzioso
sul bilancio comunale
di Concetto Alota
Una valanga di denunce per
il mancato pagamento dei
contributi previdenziali ha
invaso i tavoli dei compe-
tenti cancellieri e dei giudi-
ci di merito del Tribunale di
Siracusa. Un numero indef-
nito di morosi verso l'Istituto
Nazionale della Previdenza
Sociale stato denunciato
negli ultimi anni e il reato
ascritto d'ordine penale. In
materia, abbiamo voluto ela-
borare una serie di obblighi
e rifessi normativi su tutta la
delicata questione, relativa-
mente al reato di riferimento,
come anzi detto penale, per il
mancato pagamento.
Imprese
Inps
e processi
di Giuseppe Bianca
Mercoled prossimo fa
capolino in Consiglio co-
munale il bilancio di pre-
visione del Comune di
Siracusa. Sar comunque
una seduta che servir es-
senzialmente per incardi-
nare largomento atteso
che dovranno poi essere
presentati gli emenda-
menti. Se ne prevedono
davvero tanti alla propo-
sta di bilancio avanzata
dalla Giunta comunale.
A pagina tre
A pagina sei
domenica 26 ottobre 2014 anno XXVii n. 247 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
Il comandante regionale
della Guardia di Finanza,
Generale Ignazio Gibilaro,
ha visitato il comando.
A pagina cinque
Il Generale
in visita
a Siracusa
di Titta Rizza
Il Corriere della Sera di
due giorni fa ha scritto in
prima pagina della pro-
vincia di Ragusa. La cosa
ci riguarda da vicino.
A pagina quattro
Braccianti
e nuova
schiavit
Mafa a Melilli
e ad Augusta:
quattro condanne
A pagina sette
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA
Il partito democratico
siracusano prende le
distanze dalla scelta
del sindaco Garoz-
zo e della Giunta, di
procedere al taglio
del numero delle cir-
coscrizioni nel capo-
luogo.
Si tenuto ieri mat-
tina nella sede del Pd
lincontro sul tema
del ruolo delle circo-
scrizioni alla luce del-
la proposta di radicale
riorganizzazione del
decentramento ammi-
nistrativo del Sindaco
Garozzo e della sua
Giunta.
Lincontro molto par-
tecipato da parte di
consiglieri circoscri-
zionali ha visto anche
la presenza di 4 Presi-
denti di circoscrizio-
ne e di alcuni consi-
glieri comunali. Da
un intenso dibattito
emersa una presa di
distanza sul metodo
utilizzato dal Sindaco
per lanciare la propo-
sta di abolire tutte le
circoscrizione tranne
quella di Belvedere e
Cassibile, senza alcun
confronto con le for-
ze politiche della sua
maggioranza n con i
gruppi consiliari pi
vicini. E stata anche
sottolineata che la
proposta sostanzial-
mente differente da
quella contenuta nel
programma elettorale
e a maggior ragione
sarebbe stato oppor-
tuno un confronto
pi condiviso per
conoscere le ragioni
che hanno portato il
Sindaco a cambiare
opinione su questo
importante e delicato
strumento di parteci-
pazione e rappresen-
tanza delle istanze
dei cittadini . Lar-
gomentazione della
necessit di revisio-
ne del sistema delle
circoscrizioni legata
solo ad esigenze di
risparmio economico
sembrata ai presen-
ti non condivisibi-
le serve piuttosto un
confronto serio sulla
funzione e effcacia
del decentramento
amministrativo distin-
guendo per tra ser-
vizi decentrati, il loro
costo e la loro e eff-
cacia e la rappresen-
tanza dei bisogni dei
cittadini garantita da
organismi democrati-
camente eletti. . An-
cora una volta emer-
sa la insoddisfazione
per il ruolo svolto dai
consigli circoscrizio-
nali proprio perch
, di fatto, si tratta di
strumenti che con fa-
tica si relazionano
allamministrazione e
restano privi di risor-
se concrete , mentre
potrebbero svolgere
un ruolo signifcativo
nellaffermazione di
processi di partecipa-
zione attiva dei citta-
dini . Si infne con-
divisa la necessit di
aprire questo confron-
to alle forze politiche
di maggioranza e di
minoranza anche at-
traverso un Consiglio
Comunale aperto che
serva per delineare le
proposte in campo e
compiere scelte par-
tecipate e nellinteres-
se di tutti i cittadini.
Insomma, un altro
pretesto per scatenare
nuove polemiche tra
il pd e il sindaco Ga-
rozzo.
Circoscrizioni
Il Pd contrario
alla decisione
della Giunta
Management
Mercoled
seminario
in Confndustria
CritiChe Sul Metodo adottato da Garozzo
ECONOMIA
Si terr mercoled prossimo con
inizio alle ore 15 nella sede di Con-
fndustria Siracusa un seminario for-
mativo che ha lobiettivo di trasferire
agli imprenditori le migliori tecniche
di management per gestire il capitale
umano e per fare della crisi attuale
una opportunit di crescita.
Il seminario verr tenuto dagli esperti
di OSM Value (organizzazione e
sviluppo management). I relatori
spiegheranno come approfttare della
"crisi" per affrontare e risolvere alcune
ineffcienze interne e tratteranno i
seguenti temi:
- gestione delle persone (come ag-
giornare le competenze manageriali)
- Marketing (come proporre al meglio
Partono gli interventi di ma-
quillage al parcheggio del Molo
SantAntonio. Interventi per dotar-
lo di un nuovo sistema di sosta tipo
quello esistente in Ortigia.
Montate le sbarre automatiche, le
telecamere per la lettura delle tar-
ghe, il parcometro e il tabellone
elettronico dove si vedr la dispo-
nibilit di posti.
Le sbarre automatiche sono ubica-
te naturalmente in due ingressi su
tre: in via del Molo e in via Benga-
si. Il secondo ingresso a fanco al
bar che sar solo ed esclusivamen-
te per il passaggio dei pedoni ed a
persone con disabilit.
Proseguono alacremente lavori che
debbono essere ancora completati
per realizzare la strada daccesso ai
locali della Polizia di Frontiera. Una
volta strutturati gli interventi, si met-
teranno in atto le apparecchiature per
le sbarre.
Tutto automatizzato per parcheggia-
re lauto nellarea del Molo come in
Ortigia: non appena si vicini alle
sbarre si alzano in automatico e per-
mettono laccesso per poi riabbas-
sarsi. Lauto viene lasciata in sosta e
senza fare nessun ticket ci si sposta
per i lavori domestici. Al ritorno, si
digita il numero di targa della propria
vettura sul tastierino dellapposito
Parcheggio S. Antonio
Partono glinterventi
di maquillage
nuovo parcometro. In automatico,
il sistema computa le ore di sosta e
indica quanto pagare. Rilascia quin-
di un ticket da conservare fno allu-
scita. Per uscire, ci si avvicina alle
sbarre consentendo alle telecamere
di leggere la targa e verifcare lav-
venuto pagamento.
Una sorta come di parcheggio in ae-
roporto. Qualora insorgessero pro-
blemi, basta pigiare il pulsante Sos
sulla colonnina a rispondere ci pen-
ser il personale della polizia muni-
cipale che con gli estremi della targa
pu intervenire manualmente e farvi
uscire dal parcheggio.
R.L.
Qui sopra, palazzo Vermexio.
26 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Liniziativa Vigili in bicicletta sar presentata nel corso di una confe-
renza stampa in programma domani mattina alle 10.30 alla sala Archimede.
Il nuovo servizio partir la prossima settimana e rientra nel progetto delle
smart city sulla mobilit sostenibile: le pattuglie, infatti, saranno dotate
delle bici di colore arancione fornite dal Cner per monitorare la qualit
dellaria. Al contempo sar possibile controllare pi agevolmente aree
Si presenta domani mattina
liniziativa Vigili in bicicletta
200 milioni di euro
di contenzioso pendente
Circa 2 mila
le cause per le
quali il Comu-
ne chiamato
a risarcire
EDITORIALE. MerColed iN aula arriva il bilaNCio di PreviSioNe
Mercoled prossimo fa ca-
polino in Consiglio comu-
nale il bilancio di previsio-
ne del Comune di Siracusa.
Sar comunque una seduta
che servir essenzialmente
per incardinare largomen-
to atteso che dovranno poi
essere presentati gli emen-
damenti. Se ne prevedono
davvero tanti alla proposta
di bilancio avanzata dalla
Giunta comunale.
Le polemiche non sono
mancate in questi ultimi
tempi proprio sullo stru-
mento di programmazione
fnanziaria ed economica
del comune. Innanzitutto
sui tempi e sul ritardo nella
presentazione della bozza.
In effetti, siamo davvero
in tempi non consoni se si
pensa che per tutti i comuni
lapprovazione del bilancio
dovrebbe avvenire entro il
mese di aprile. Ma, come
ci spiega lassessore comu-
nale al bilancio, Gianluca
Scrofani, non era possibile
presentarlo prima a causa
di una pioggia di interventi
normativi che sono stati ag-
giornati fno a pochi giorni
fa. Interventi che costringo-
no i funzionari del Comune
a ritoccare aliquote, cifre e
quantaltro fa parte del bi-
lancio.
Polemiche vi sono state
nellaccensione del maxi
mutuo per lacquisto di un
immobile dove allocare gli
uffci comunali che al mo-
mento sono in locazione
per una spesa complessiva
di un milione e 300 mila
euro che verrebbero rispar-
miati a fronte della permuta
di palazzi e edifci comuna-
li da dismettere.
Preoccupa anche il conten-
zioso che attanaglia il Co-
mune rischiando di mandar-
lo a gambe allaria. Pensate
vi sarebbero qualcosa come
2 mila cause civili pendenti
contro il Comune capoluo-
go per un totale di 200 mi-
lioni di euro che il Comune
dovrebbe pagare qualora
uscisse soccombente dalla
mole di contenzioso tutto-
ra esistente. Praticamente
lequivalente di unintera
manovra di bilancio.
Pende ancora sul groppone
per esempio, il maxi risar-
cimento richiesto dalla So-
geas per 6 milioni di euro.
Vero che il Tar ha rigettato
listanza della societ che
gestiva il servizio idrico a
Siracusa, ma altrettanto
Sono Milano, Bologna e Firenze le citt
pi smart dItalia: lo dicono i risultati di
ICity Rate 2014, presentati a Smart City
Exhibition, la manifestazione europea
sulle tematiche dellinnovazione nelle
citt e nelle comunit intelligenti in
programma fno a domani a Bologna.
Siracusa, ex candidata a capitale europea
della Cultura si trova in posizione 97 su
106, dopo Catania (96) e prima di Enna
(100), Trapani (102), Caltanissetta (103)
e Agrigento (105) posto fra i capoluoghi
Siracusa tra le eccellenze delle smart
PreSeNtati i riSultati di iCity rate 2014 Per le Citta' italiaNe
In foto, la seduta del civico consesso.
Si adeGua ai Nuovi SiSteMa di ParkiNG
lAzienda al mercato di riferimento
e riportare a crescere i livelli di
fatturato), controllo degli aspetti
fnanziari (fatturato, liquidit, fussi
di cassa etc.).
Sar altres condotto un dibattito
sulle azioni di successo che hanno
compiuto le aziende che in questi
anni sono riuscite a battere la crisi.
diffcilmente raggiungibili con altri mezzi. Saranno presenti il
sindaco, Giancarlo Garozzo, lassessore alla Polizia municipale,
Antonio Grasso ed il comandante, Salvatore Correnti.
siciliani nella speciale classifca delle
citt intelligenti. Miglior performance
siciliana, Palermo (82). Per le citt
intelligenti secondo gli esperti di ICity
Rate 2014, si elaborano i loro planning
sulla base di ben 72 indicatori, mettendo
a nudo virt e vizi di ogni citt.
Realizzato da Forum Pa per Smart City
Exhibition, il rapporto ICity Rate 2014
stilala classifca delle citt smart, analiz-
zando 106 Comuni capoluogo sulla base
di 72 indicatori statistici che vanno dal
valore aggiunto per unit di lavoro
ai followers twitter delle ammini-
strazioni comunali per descrivere
la situazione in sei dimensioni:
economy, living, environment,
people, mobility e governance,
secondo uno schema consolidato
nelle analisi internazionali delle
smart cities. Rispetto alle edizioni
precedenti, ai tradizionali indicato-
ri standard sono state affancate
una serie di variabili smart.
vero che stato soltanto per
un vizio di forma e che quel
risarcimento chiesto da So-
geas rimane assolutamente
allimpiedi.
Dalle pieghe del bilancio
occorre prendere la somma
necessaria a risarcire i dan-
ni subiti dall'impresa Sics, a
proposito del sequestro dei
cassoni, poi trasferiti nella
zona di Marina di Melilli e
adesso riportati alla Marina
per essere collocati in mare
a rinforzo della banchina del
porto grande. Non solo, pen-
de anche il maxi risarcimen-
to preteso dalla Open Land
a proposito del contenzioso
aperto con il comune sul ri-
lascio delle autorizzazioni a
realizzare il centro commer-
ciale al quartiere feristico di
Epipoli.
Fra i contenziosi pende an-
che quello che riguarda il
vecchio progetto per la rea-
lizzazione del tunnel sotto-
marino di collegamento tra
Ortigia e la terraferma. Si
tratta di fondi provenienti
dalla legge 433 del 1991 per
la ricostruzione post sisma.
Fondi che furono poi dirot-
tati per la costruzione del
parcheggio Talete. Ebbene,
ancora oggi pende il conten-
zioso per un ammontare di
10 miliardi di vecchie lire.
Insomma, non c da scia-
lacquare con il bilancio che
come sempre sar di lacri-
me e sangue soprattutto per
i cittadini, che si vedono
aumentare il carico fscale
in un momento di assoluta
diffcolt economica e fnan-
ziaria.
Giuseppe Bianca
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Il Corriere della Sera di
due giorni fa ha scritto in
prima pagina della pro-
vincia di Ragusa. La cosa
ci riguarda da vicino per-
ch Siracusa contigua a
Ragusa e perch nei pae-
sini del Ragusano si col-
tiva quel pomodorino che
prende nome dal centro di
maggiore coltivazione, la
nostra Pachino.
Ha fatto ilo Corriere una
denunzia contro lo sfrut-
tamento di lavoro e di ses-
so delle braccianti agri-
cole extracomunitarie e
rumene in particolare che
si opera nelle piccole e
medie coltivazioni dello-
ro rosso, il pomodorino di
Pachino.
Queste donne sono paga-
te in media con salari di
due euro e cinquanta lo-
ra e vivono in campagna
in ambienti senza servizi
perch gi vecchie stalle.
La cosa che colpisce di
pi non che la nuova
schiavit come la defni-
sce il Corriere sia dovuta
ai grandi e veteri datori di
lavoro, ai grandi feudatari
di una volta, ma attuata
dai piccoli, a volte picco-
lissimi, coltivatori diretti.
E diventato pertanto un
fatto di costume che ha
In foto, braccianti agricole.
Agricoltura e sfruttamento
Dove sono gli ispettori?
Un esercito dipendenti della Regione con il compito
di controllare campagna per campagna, senza risultato
TACCUINO. la viCeNda delle braCCiaNti roMeNe
di fatto ricostituito una
forma di schiavit, per-
ch quando c un salario
appena di sostentamento,
si fa dormire in vecchie
stalle, e c labuso ses-
suale s tolto ad un altro
essere umano la possibili-
t di essere concretamen-
te libero.
A questo punto, ciascuno
di noi dir che la cosa
impossibile: siamo in
una Sicilia che grazie a
Dio ha una potente mac-
china di controllo auto-
suffciente che pu fare
a meno dellintervento
dello Stato: abbiamo una
nostra Guardia Foresta-
le, abbiamo una Polizia
provinciale, abbiamo un
nostro potente assesso-
rato del lavoro del tutto
indipendente dal Mini-
stero, perch noi siciliani
ci siamo anche dati gli
ispettori del lavoro che
debbono vigilare cantiere
per cantiere, campagna
per campagna. E con tut-
to questapparato di forze
regionali perch le voci
che gridano allo scanda-
lo sono rimaste i parroci
dei paesini interessati allo
schiavismo e il giornali-
sta del Corriere? Subito
ci domandiamo ma dove
sono i nostri e potenti e
magnifcamente pagati
ispettori del lavoro?
La risposta, guarda caso,
ci era stata anticipata mar-
ted scorso dal Giornale
di Sicilia che ci parlava
di ben trecento imboscati
nel palazzone dellasses-
sorato regionale del lavo-
ro a Palermo.
Nel 2006 ci dice il Gior-
nale di Sicilia, la Regione
band un corso per reclu-
tare trecento ispettori del
lavoro: tutti alla fne pro-
mossi, tutti ebbero il loro
aumento di stipendio, ma
tutti rimasero belli e sfac-
cendati e imboscati nel
palazzo assessoriale nel
pieno centro storico di
Palermo. Ma noi siciliani
che lavoriamo e che sia-
mo la vera ricchezza del
nostro territorio che ce ne
facciamo dun ente regio-
ne come il nostro?
Che ce ne facciamo di
ben 18 mila forestali, per
I dipendenti del Comune di Pachino
senza stipendi: Governatore assente
Questo governo della Regione rischia di affa-
mare anche i lavoratori. Non ammissibile che i
dipendenti comunali di Pachino non percepisca-
no gli stipendi dallo scorso mese di agosto". A
denunciarlo il deputato all'Ars dell'Mpa - Pds,
Pippo Gennuso, sempre pi duro con il governo
Crocetta.
"Questo presidente un illusionista, fa politica a
colpi di spot e poi lascia i dipendenti degli Enti
pubblici senza soldi. Su questa vicenda di Pachi-
no, al di l dell'incapacit del sindaco Bruno di
amministrare la citt, marted alla ripresa dei la-
vori parlamentari, me ne occuper personalmente.
Andr sia all'assessorato al Bilancio che a quello
per le Autonomie locali. Il Comune di Pachino
vanta dalla Regione Siciliana tre trimestralit. Si-
la CritiCa del ParlaMeNtare reGioNale PiPPo GeNNuSo
Cittadinanza
siracusana
ai ragazzi
immigrati
Il consigliere comu-
nale Salvo Sorbello,
coordinatore pro-
vinciale di Articolo
4 Sal, ha rivolto
uninterrogazione al
Comune di Siracusa
per chiedere come
mai non sia sotto-
posta al voto del
consiglio la delibe-
ra approvata dalla
Giunta precedente,
su mia proposta,
per il conferimento
della cittadinanza
onoraria ai fgli de-
gli immigrati nati
e cresciuti nel ter-
ritorio italiano. In
attesa di un prov-
vedimento del Par-
lamento nazionale
afferma Sorbello
- chiedo formal-
mente che venga
inserito allordine
del giorno di una
delle prossime sedu-
te consiliari la deli-
bera che attribuisce
a questi ragazzi, che
sono nati e cresciuti
a Siracusa pur se da
genitori stranieri, la
cittadinanza onora-
ria, con la speran-
za che questo atto
possa contribuire ad
accelerare il ricono-
scimento legislati-
vo. Sorbello chiede
se il Comune sta
procedendo regolar-
mente allinforma-
zione tempestiva dei
minori nati in Italia
da genitori stranieri
sulle modalit di
acquisizione del-
la cittadinanza al
compimento della
maggiore et. Il
Comune, su ini-
ziativa mia e della
consigliera Carmen
Castelluccio pro-
segue Sorbello - ha
promosso ladesio-
ne alla campagna
18 anni in Co-
mune!, curata da
Save the Children e
Rete G2 - Seconde
Generazioni. Non
bisogna dimenticare
che i ragazzi delle
seconde generazio-
ni.
Il Generale Gibilaro
in visita a Siracusa
Accolto dal
comandante
provinciale
della Guar-
dia di Finan-
za, Antonino
Spampinato
e da tutti gli
altri uffciali
in servizio
in provincia
Il comandante regio-
nale della Guardia
di Finanza, Generale
di Divisione Ignazio
Gibilaro, ha visitato il
comando provinciale
delle famme gialle
di Siracusa. Accolto
dal colonnello An-
tonino Spampinato,
luffciale Generale ha
incontrato una rappre-
sentanza del personale
in servizio e quello
che opera alle dipen-
denze dei reparti del
Corpo dislocati nella
provincia.
Il generale Gibilaro
ha preso visione delle
principali attivit di
servizio in corso di
esecuzione e quelle
gi svolte con parti-
colare riferimento al
contrasto allevasione
fscale, alla tutela delle
uscite e alleconomia
sommersa oltre che
allazione di lotta alla
criminalit organiz-
zata connessa con gli
interessi di profilo
economico e finan-
ziario.
Particolare attenzione
il generale Gibilaro ha
rivolto alle attivit di
contrasto del fenome-
no dellimmigrazione
clandestina che vede
le famme gialle impe-
gnate in prima linea a
sostenere il dispositi-
vo interforze. Proprio
le famme gialle sono
impegnate su questo
fronte con motove-
dette in mare e con le
pattuglie via terra.
La questione immi-
grazione ha, peraltro,
assorbito buona parte
dellattivit e dellor-
ganico delle famme
gialle come degli altri
corpi che operano a
garanzia della tutela
dellincolunit dei
migranti e per la si-
curezza del territorio.
Ci per non ha di-
stolto la Guardia di
fnanza dal ruolo pre-
cipuo che impone la
sua istituzione, quello
del contrasto delle
attivit illecite, delle
frodi, dellevasione
fscale. Numerose le
operazioni portate a
compimento nellulti-
mo anno dalle famme
gialle in provincia
di Siracusa, Proprio
di recente il coman-
dante provinciale ha
reso noti i numeri e le
quantit di evasione
fscale fatte emergere
nel corso dei controlli
incrociati. A farne
le spese innanzitutto
imprese e imprendi-
tori che, credendo di
fare i furbi, evadono
contributi, tasse, iva.
Unopera quotidiana
che il generale Gibi-
liaro ha dimostrato di
apprezzare, facendo i
complimenti al vertice
delle famme gialle in
provincia di Siracusa.
G.B.
In foto, una foto
di gruppo.
Fruttivendolo
nascondeva
una pistola
la SCoPerta fatta Nella baNCarella dai Poliziotti della Squadra Mobile
In una rivendita
di frutta il tito-
lare nascondeva
una pistola a tam-
buro. La scoperta
stata fatta dai
poliziotti della
Squadra Mobile
della Questura
di Siracusa che
hanno arrestato
Salvatore Mon-
talto di 54 anni
di Siracusa, per il
reato di detenzio-
ne illegale di armi
e munizioni.
Gli investigatori
stanno eseguendo
in queste settima-
ne controlli mi-
rati alla scoperta
di armi. Control-
lo questa volta
operato presso la
rivendita ambu-
lante di frutta e
verdura di cui
titolare lindagato.
I poliziotti han-
no effettuato una
perquisizione nel
corso della quale
hanno rinvenuto
e sequestrato una
pistola a tamburo
e cinque cartucce
calibro 38 illegal-
mente detenute.
Agli investigatori
non ha saputo dare
alcuna informazio-
ne sulla provenien-
za dellarma che
stata sequestrata.
Il Montalto stato
condotto in carcere
in attesa di compa-
rire al cospetto del
giudice per essere
sottoposto alla con-
valida dellarresto
e al conseguente
interrogatorio di
garanzia.
R.L.
gnifca che il governo siciliano non ha trasferito i soldi
nelle casse comunali e questo ha portato al mancato
pagamento degli stipendi ai lavoratori. Altro che rifor-
me - aggiunge Gennuso - con Crocetta ed i suoi alleati
si rischia di affossare defnitivamente la Sicilia. Tra
l'altro, oltre ai comunali che debbono percepire due
mensilit, la situazione a Pachino, drammatica an-
che nel settore dell'Ecologia. Infatti i netturbini sono
in arretrato con gli stipendi da alcuni mesi, quattro o
cinque. Questo non pu accadere in un paese civile
e si alimenta la tensione sociale in un momento de-
licatissimo. I comunali di Pachino hanno tutta la mia
solidariet, anche se, con la solidariet non si mangia.
Per questo motivo chieder spiegazioni in assessorato
per capire le cause che hanno bloccato il trasferimento
delle somme al Comune di Pachino".
pascere i quali si levano
soldi agli artigiani cio a
persone che creano ric-
chezza e che insegnano
ai giovani un mestiere nei
loro laboratori?
E scandaloso, urla ven-
detta davanti a Dio, che se
un settore della Regione
ha bisogno di personale
non pu trasferirlo da un
assessorato ad un altro:
sono inamovibili come i
giudici dei tribunali ita-
liani! Che ce ne facciamo
duna Regione che non
riesce a spendere i soldi
dellUnione europea che
si riprende i soldi destina-
ti ai siciliani?
Che ce ne facciamo di
una Regione che ha perso
la bussola e che da mesi
bloccata per una faida
interna al Pd?
Per nostra fortuna, ci sia-
mo 4 milioni e 400 mila
siciliani che non siamo
dipendenti della Regione
siciliana e che lavoriamo
e produciamo ricchezza
senza la regione e a vol-
te contro la regione che si
vorrebbe mettere bastoni
tra le ruote, perch l dove
c ricchezza i centomila
dipendenti della Regio-
ne ci vogliono mettere il
naso.
Torniamo alle schiave del
ragusano; il nostro modo
di essere uomini ci fa re-
spingere un tale costume
e se ci dovessimo accor-
gere che sta attecchendo
nelle nostre campagne
ci dobbiamo ribellare
per un fatto di civilt da
soli come cittadini come
cattolici con o senza gli
ispettori del lavoro della
Regione Sicilia.
Titta Rizza
In foto, la pistola custodita dal fruttivendolo.
di Concetto Alota
Una valanga di de-
nunce per il mancato
pagamento dei contri-
buti previdenziali ha
invaso i tavoli dei com-
petenti cancellieri e dei
giudici di merito del
Tribunale di Siracusa.
Un numero indefnito
di morosi verso l'Isti-
tuto Nazionale della
Previdenza Sociale
stato denunciato negli
ultimi anni e il reato
ascritto d'ordine pe-
nale. In materia, ab-
biamo voluto elaborare
una serie di obblighi
e rifessi normativi su
tutta la delicata que-
stione, relativamente
al reato di riferimento,
come anzi detto pena-
le, per il mancato pa-
gamento dei contributi
previdenziali, con al-
cuni importanti risvolti
d'ordine giudiziario.
Tale fenomeno , ov-
viamente, direttamente
collegato allo stato di
profonda crisi in cui
versano le imprese,
specie nel Sud d'Ita-
lia, ma anche nel ricco
Nord la situazione non
rose e fori; ma l'Inps
a sua volta nella dif-
fcolt oggettiva per il
mancato gettito causa-
to dal mancato paga-
mento dei contributi
che ha raggiunto ormai
cifre da record.
L'omesso versamen-
to dei contributi pre-
videnziali il reato
previsto dalla legge
speciale che punisce
il datore di lavoro che
non abbia adempiuto
lobbligo di pagamento
allInps dei contributi
dovuti con riferimen-
to alla retribuzione dei
propri dipendenti. De-
creto Legge 463/1983,
e convertito nella leg-
ge 11 novembre 1983,
n. 638, art. 2, commi
1 e 1 bis. Chi infor-
mato dellapertura di
procedimento penale
a proprio carico con
riferimento al reato di
omesso versamento di
contributi previden-
ziali, nel nostro caso,
l'INPS, dovr in pri-
mo luogo visionare il
fascicolo del procedi-
mento, direttamente,
oppure attraverso un
Legale incaricato, al
fne di raccogliere lin-
tera documentazione
relativa alle contesta-
zioni e verifcare attra-
verso la propria conta-
bilit dimpresa, libro
matricola e registro
delle presenza vidima-
ti dall'Inail, certifcati
della Camera di Com-
mercio attestanti il nu-
mero dei dipendenti,
Imprese e contributi Inps
Tanti i processi defniti
buste paga del periodo,
prospetti riepilogativi
mensili di sgravio f-
scale, stampe di estratti
dalle banche dati Inps
etc., quindi, leffettivo
controllo degli importi.
Per non incorrere nelle
tenaglie della Giusti-
zia, sar utile quindi
controllare, altres, che
non vi siano ricorsi o
contestazioni pendenti
in sede amministrativa
con riferimento a tali
contributi. Sar anche
importante controllare
lesistenza di una pre-
gressa notifcazione,
dellavviso da parte
dellEnte Previdenzia-
le, contenente il ter-
mine per il pagamento
degli omessi contribu-
ti, pena la comunica-
zione allAutorit Giu-
diziaria. In assenza
di tale notifcazione,
sar ancora possibile
estinguere il reato at-
traverso il pagamento;
diversamente, occorre-
r valutare la miglior
scelta processuale, at-
traverso il consulto con
un professionista. Il
reato consegue in una
sanzione amministra-
tiva e in una cartella
di pagamento inviati
al datore di lavoro da
parte dellEnte previ-
denziale, che oltre alla
sanzione comminata
dallEnte per more e
spese di recupero del
credito, il datore di la-
voro dovr affrontare
un procedimento pena-
le. Accertato l'effettivo
mancato pagamento
dei contributi dovuti,
a fronte del mancato
riscontro al sollecito,
lEnte Previdenziale,
provveder a comuni-
care la notizia di reato
alla Procura della Re-
pubblica attraverso una
vera e propria denuncia
d'ordine penale. Sar,
quindi utile pertanto,
affdarsi a due profes-
sionisti distinti: da un
lato un Commercialista
che possa valutare la
correttezza delle richie-
ste di pagamento ed
eventualmente verifca-
re la sussistenza di pre-
supposti per sollevare
contestazioni relative
allavviso a suo tempo
inviato dellEnte Pre-
videnziale. Dallaltro
lato, a fronte dellaper-
tura del procedimento
penale, il datore di la-
voro dovr ricorrere a
un Avvocato penalista
per valutare le strade
pi opportune da se-
guire.
Nella generalit dei
casi non si avr molto
tempo a disposizione in
quanto, le Procure del-
la Repubblica, essendo
la prova del mancato
pagamento ricavabile
gi dalla denuncia pre-
sentata dallEnte Pre-
videnziale, dall'Inps,
notifcano allimputato
direttamente un decre-
to Penale di condanna,
avverso il quale dovr
valutarsi con lAvvoca-
to penalista eventuale
opposizione a decreto
penale di condanna.
Il pagamento parziale
dei contributi o la man-
cata prova della spon-
taneit non comporte-
r una riduzione della
contributi previdenziali
non sarebbe sussisten-
te nelle ipotesi in cui
il datore di lavoro non
abbia pagato la retribu-
zione al lavoratore e ci
alla luce di un'interpre-
tazione letterale della
norma che parla di rite-
nute operate sulle som-
me dovute a titolo di
stipendio. Conseguen-
temente, se lo stipendio
non stato ancora cor-
risposto, le ritenute non
sarebbero ancora state
operate. Poi, per i reati
commessi prima del 2
Maggio 2006, potr es-
sere richiesta lapplica-
zione Indulto di cui alla
legge n. 241/2006.
E ancora, la responsa-
bilit penale riferita
al datore di lavoro, os-
sia al titolare del rap-
porto di lavoro con i
lavoratori, e, dunque,
nelle societ, al rappre-
sentante legale, salvo
che, in imprese di com-
plessa organizzazione,
egli fornisca la prova
di aver delegato la ge-
stione amministrativa
di tale rapporto nelle
forme e con i requisiti
previsti per le deleghe
di responsabilit.
Per la punibilit sar
suffciente la coscienza
e la volont della omis-
sione contributiva o
della tardivit del ver-
samento. Dolo generi-
co, che non viene esclu-
sa per il solo fatto di
aver demandato a terzi,
anche professionisti in
materia, l'incarico di
provvedere, perch ob-
bligato al versamento
il titolare del rapporto
di lavoro e, come tale,
deve vigilare affnch il
terzo adempia alla ob-
bligazione, di cui egli
l'esclusivo destinatario.
Infne, e bene sapere
che le diffcolt eco-
nomiche non costitui-
scono causa di giusti-
fcazione del mancato
versamento delle dovu-
te ritenute previdenziali
e assistenziali all'INPS.
Nella maggioranza dei
casi il procedimento
penale defnito at-
traverso la notifca di
un decreto penale di
condanna al datore di
lavoro, comminata gi
con la sanzione pecu-
niaria sostitutiva che ne
consegue, in ogni caso,
allaccertamento della
responsabilit penale.
Solo se il pagamento
integrale, ossia rappre-
senta l'ammontare dei
contributi, gli interessi
e le spese eventualmen-
te sostenute dall'istituto
per il recupero del cre-
dito, pu essere valu-
tato dal Giudice quale
integrale risarcimento
del danno.
condanna, e potranno,
comunque, essere valu-
tate dal Giudice minori
riduzioni attraverso la
concessione delle atte-
nuanti generiche di cui
allart. 62 bis del Codi-
ce Penale. Non pre-
visto poi un particolare
onere probatorio, po-
tendo il Pubblico Mi-
nistero semplicemente
aver motivato limpu-
tazione attraverso il ri-
ferimento alla relazio-
ne redatta dagli agenti
accertatori, ispettori,
dell'Inps e alla denun-
cia inoltrata alla Pro-
cura delle Repubblica
a frma del funzionario
dell'Inps. Incomber
poi al datore di lavoro
dimostrare il contra-
rio. Inoltre, larticolo
2, comma 1, bis della
Legge 11 Novembre
1983, numero 638, pre-
vede la reclusione fno
a tre anni e la multa
fno ad euro 1032,91.
Il pagamento entro tre
mesi dalla notifcazio-
ne dellavviso da parte
dellEnte Previdenzia-
le, contenente la con-
testazione o lavviso
dell'avvenuto accerta-
mento della violazione,
estingue il reato. Quin-
di, lEnte Previden-
ziale non presenter la
denuncia allAutorit
Giudiziaria.
Inoltre, sar ancora
possibile estinguere il
reato attraverso il paga-
mento, sino a tre mesi
dalla comunicazione
da parte dellAutorit
Giudiziaria. Secondo
un orientamento ancor
pi garantista, invece,
lavviso un presup-
posto del reato stesso,
pertanto, non potr es-
sere sostituito dalla no-
tifcazione inerente allo
stesso procedimento
penale. Conseguente-
mente, in assenza della
notifcazione dellav-
viso, il procedimento
penale potrebbe essere
chiuso per mancan-
za della condizione di
procedibilit per il rea-
to in questione.
Secondo un orienta-
mento giurispruden-
ziale minoritario, sup-
portato da pronuncia
delle Sezioni Unite
della Cassazione Pe-
nale, sentenza 28/05-
26/06/2003 Presidente
Marvulli, il reato di
omesso versamento di
una valanga
di denunce
e processi
che fnisco-
no con la
condanna di
titolari di dit-
te che non
riescono
a pagare
i contributi ai
dipendenti
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA
La sede provinciale
dellInps di Siracusa.
26 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Mafa a Melilli e Augusta
Il tribunale penale
infigge quattro condanne
la SeNteNza al ProCeSSo MorSa
S concluso con quat-
tro condanne il processo
scaturito dalloperazione
antimafa coordinata dalla
Dia di Catania e portata
a termine dai carabinieri
tre anni fa, denominata
Morsa.
Il tribunale penale di
Siracusa (presidente, Gio-
vanna Scibilia; a latere,
Concetta Zimmitti e Tom-
maso Perna) ha infitto
la condanna a 15 anni di
reclusione a carico di Giu-
seppe Arena, in continua-
zione con una precedente
sentenza. Ha irrogato,
poi, la condanna a 11 anni
di carcere per Giuseppe
Tringali, mentre dovr
scontare 10 anni di reclu-
sione Giuseppe Gentile e
4 anni Antonello Costanzo
Zammataro.
Il tribunale ha accolto
quasi del tutto le richie-
ste avanzate dal pubblico
pro tempore del sodalizio
lentinese. E difatti emer-
so che Giuseppe Gentile
(vertice in libert del clan
Nardo) impartiva ordini
e disposizioni ai propri
referenti nel territorio di
Augusta.
Al secondo livello vi era-
no altri uomini di fdu-
cia preposti alla gestione
delle attivit illecite, come
Costanzo Zammataro, i
quali godevano di un cer-
to margine di autonomia.
Quindi Arena e Tringali
per quanto riguarda la ge-
stione delle bische clande-
stine ed il controllo delle
sale da gioco tramite lin-
stallazione di video-poker
truccati.
Tra le molteplici attivi-
t illecite svolte dal clan
un posto di rilievo han-
no avuto le estorsioni
in danno degli operatori
commerciali, condotte
nella quasi totale certezza
dellimpunit, potendo il
sodalizio mafoso contare
sulla diffusa omert delle
vittime, che il pi delle
volte accettavano limpo-
sizione del pizzo.
Nel corso delle indagini
emergeva come spesso
gli esponenti del sodali-
zio mafoso non avessero
neppure bisogno di porre
in essere evidenti atti din-
timidazione nei confron-
ti delle persone offese,
risultando suffciente la
mera formulazione della
richiesta di pagamento per
ottenere ladazione di de-
naro. Sono state delineate
cinque estorsioni a unim-
presa operante nel settore
della raccolta dei rifuti,
un supermercato, una pe-
scheria, una salumeria ed
unimpresa di onoranze
funebri.
F.N.
Avrebbero tentato di forzare i cassetti
degli sportelli di una banca per arraffare
i soldi in essi contenuti. Il loro tentativo,
per, fallito e i due malviventi se la sono
data a gambe.
Lepisodio avvenuto ieri ad Avola. Sono
stati gli agenti del Commissariato di
Avola ad intervenire subito dopo essere
scattato lallarme rapina.
E accaduto in una fliale di un Istituto di
Falliscono un colpo alla banca
dopo avere forzato i cassetti
Credito sita di Avola dove due individui, di
cui uno col volto travisato e un altro arma-
to di taglierino, hanno tentato di imposses-
sarsi del denaro contenuto nei cassetti degli
sportelli. I rapinatori, incontrando delle
diffcolt nellapertura dei cassetti dove era
custodito il contante, hanno desistito dalla-
zione. Gli investigatori hanno avviato le in-
dagini per scoprire chi siano gli autori del
tentativo di rapina.
lePiSodio Si verifiCato veNerd SCorSo ad avola
ministero Andrea Ursino
della direzione distrettua-
le antimafa di Catania.
La sentenza conferma la
tesi della procura distret-
tuale antimafa, che aveva
individuato in alcuni sog-
getti gli animatori delle
attivit illecite nel terri-
torio fra Augusta, Melilli
e Lentini. Loperazione
Morsa, fu portata a
compimento due anni fa
dal Nucleo Investigativo
del Comando Provinciale
Carabinieri di Siracusa in
collaborazione con il per-
sonale della Compagnia
di Augusta. , 28 persone
le persone coinvolte a va-
rio titolo perch ritenute
responsabili di aver par-
tecipato a titolo di affliati
o fancheggiatori del clan
Nardo di Lentini, tesa
ad acquisire il controllo e
la gestione di attivit eco-
nomiche (nei settori delle
affssioni dei manifesti
elettorali e delle onoranze
funebri), ovvero a realiz-
zare proftti ingiusti anche
attraverso lallestimento
di bische clandestine e
linstallazione di giochi
video-poker truccati e di
genere vietato.
Lindagine ha consenti-
to di evidenziare la real-
t mafosa nei comuni di
Augusta e Melilli, non-
ch nella frazione di Vil-
lasmundo, dalla fne del
2005 al marzo del 2007.
Tale zona della provincia
era rimasta immune da
operazioni antimafa fn
dal febbraio 1996 (data
delloperazione Tauro).
Si venuta cos a deli-
neare unorganizzazione
strutturata come cellula
del clan Nardo, coor-
dinata e controllata nello
svolgimento delle attivi-
t delittuose dal reggente
In alto, Giuseppe Gentle.
Ancora un rifornimento di carburanti preso
di mira dai malviventi, che questa volta hanno
anche esploso un colpo a scopo intimidatorio.
Il fatto accaduto venerd sera a Pachino.
Tre individui, con il volto travisato ed armati
Distributore
carburanti
rapinato
tre MalviveNti haNNo arraffato uN MiGliaio di euro eSPlodeNdo uN ColPo di fuCile
di fucile a canne mozze e di pistola, hanno
fatto irruzione allinterno dellarea di servizio
di contrada Cozzi.
Hanno affrontato il gestore costringendolo
a consegnare loro lincasso della giornata.
Arraffato il bottino, che ammonta a circa
un migliaio di euro, i tre malviventi hanno
esploso un colpo di fucile per terra a scopo
intimidatorio prima di tagliare la corda. Sul
posto accorsa una pattuglia delle Volanti del
locale commissariato. Sono scattate le indagini
per scoprire gli autori dellinsano gesto.di tale
azione delittuosa.
R.L. Sopra, un rifornimento a Pachino.
ASTE GIUDIZIARIE 8 Sicilia 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA
TRIBUNALE DI SIRACUSA
PROSSIMA INSERZIONE:
29/10/2014
Le Vendite GiUdiZiarie
Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne
il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassi-
stenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fscali (IVAo Imposta di Registro), con
le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
- dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
dallaggiudicazione defnitiva. La trascrizione nei registri
immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura cata-
stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
allaproceduradel Giudice, ordinalimmediataliberazione.
Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e le-
secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
inserite dalla data di pubblicazione del ban-
do fno alla data prevista per l'asta sul sito:
www.astetribunale.com
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI
COME PARTECIPARE
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato alleffcacia delle offerte relative ai
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita.
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le
societ), il proprio cod. fscale, se intende avvalersi dellagevolazione fscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si
trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente
(che consenta allo stesso lidentifcazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. Achi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in
calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale
alluffcio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio;
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile alluffcio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Uffcio
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e
recapito tel. Luffcio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affnch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.
INSERZIONI GRATUITE
LOCAZIONI
CERCO/OFFRO
MONOLOCALE arre-
dato, ascensorato, posto
al 5 piano, luminoso,
con 2 terrazze con vista
sul mare. Posto auto.
C.E. G Tel. 050/552237
- 333/6968504
ORTIGIAvicino al Sola-
rium e al Largo della Gan-
cia affttasi monolocale
ristrutturato e arredato a
studenti trasfertisti, per-
sone con reddito dimo-
strabile E 300 mensili
oltre spese. C.E. G Tel.
333/3990415
PALAZZINAresidenzia-
le, zona verde tranquilla,
via Filisto, affttasi mini
app.to signorilmente arre-
dato, risc. autonomo, solo
privati. Classe Energetica
G Tel. 0931/30459
PENTAVANI zona Piz-
zuta, affttasi solo a re-
ferenziati. Solo privati.
Classe Energetica G Tel.
349/3169145 ore pasti
PIAZZA ADDA 3 vani
arredato anche con elet-
trodomestici e condi-
zionatori, affttasi, mas-
simo 3 persone. C.E.
G Tel . 0931/ 68840
- 3 3 3 / 6 0 8 4 4 1 6 -
340/8089707
PRESSI C.so Gelone,
affittasi bivani ammo-
biliato a non residenti a
persone referenziate, 1
piano con cam. da letto
matrimoniale + cucina-
sogg, bella, abitabile con
angolo tv e prezioso
bagno nuovo con doccia,
lavab. e aria condizio-
nata. Sofftto con faretti
e climatizzato. Prezzo
abitabile. Classe energe-
tica C Tel. 0931/24112
- 339/1076347
QUADRIVANI del 2006,
vista mare, ascensorato,
terrazzato, con parcheg-
gio interno e possibilit
di garage, termosingolo,
buone rifiniture, lumi-
noso, 4 piano, affttasi
Tel. 050/552237- oppure
333/6968504
RIVIERA Dionisio il
Grande, affttasi non resi-
denti, app.tobenarredato,
risc. autonomo, ampio
ingresso, 2 vani, salone,
bagno cucina abit., con
patio Classe Energeti-
ca G Tel. 0931/790987
- 3 6 8 / 7 4 3 9 7 2 9 -
0931/69528
SCALAGRECAaffttasi
locale uso ufficio, 1
piano: composto da 3
ampi vani con servizio e
ripostiglio, mq 75, ottimo
contesto, con posteggio
condominiale recintato,
adatto per studio legale
o medico. E 400 C.E.
G Tel. 0931/493268 -
334/2588553
VIA MALFITANIA,
pressi Piazza Archimede
affttasi bivani + servizi
arredato. Classe Energe-
tica G Tel. 347/5553579
VIAFILISTO, in piccolo
codominio recintato, af-
fttasi attico trivani, lumi-
noso, termoascensorato,
con ampia terrazza livel-
lo. Possibilit posto altro.
C.E. G Tel. 0931/30459
VIALE ZECCHINO,
fttasi non residenti anche
x brevi periodi luminoso
bivani arredato + am-
pia cucina- soggiorno,
termoascensorato e p.
auto in cortile chiuso da
cancello elettrico. C.E.
G Tel. 339/6786365 -
339/5817583
VIALE TERACATI af-
fttasi in condominio con
portiere, appartamento
quadrivani, piano 7
con doppio ascensore,
riscaldamento autono-
mo, cucina abitabile,
doppi servizi. Classe
Energetica G. Per infor-
mazioni Tel. 0931/33378
- 339/4517438
VIALE S. Panagia fron-
te Tribunale affttasi a
non residenti grazioso
appartamento ammobi-
liato, posto all8 piano
ascensorato, composto
da 2 camere, cameretta,
cucina e bagno. E 450.
Soli privati. C.E. G Tel.
338/8858647 chiamare
dopo le 16
VIALE TEOCRITO si
afftta app.to di 105 mq,
posto al 2 piano, ascen-
sorato, ottima espos.
Ben servito. Vista mare.
Composto da ingr., came-
retta, c. da letto, salone,
cucina abit. Bagno e rip.
Classe En. G. Per info
328/9817988 solo privati
VILLINO nuovo ben ar-
redato affttasi settim. per
weekend o lunghi perio-
di, zona Siracusa Belve-
dere con ottimi comfort.
Comp. da 2 c. letto, in-
gresso salone con angolo
cucina, ampia veranda,
con prato e parco giochi
per bambini, ottima vista
panoramica, la tua oasi
in mezzo al verde, posto
auto. Classe Energetica
G Tel. 338/9599693 -
389/0215372
ZONABORGATAafft-
tasi bivani arredato con
posto auto E 380. C.E. G
Tel. 331/4420188
ZONAS. Giovanni afft-
tasi quadrivani arredato
elegantemente, solo a
referenziati. C.E G Tel.
338/3898065
ZONA TERACATI, af-
fttasi quadrivani arre-
dato, termoascensorato,
posto al 1 piano. C.E.
G Tel. 0931/33322
ZONA Pizzuta affttasi
appartamento quadri-
vani libero, in elegante
condominio. C.E. G Tel.
0931/33322
ZONA ZECCHINO,
affittasi appartamento
luminoso, balconato,
composto da salone, 3
camere, cucina abitabile
+ doppi servizi. Ascen-
sorato con posto auto
recintato. C. E. G Tel.
050/552237 - oppure
333/6968504
ZONA ZECCHI NO
affittasi appartamento
composto soggiorno con
divano letto e angolo cot-
tura, camera da letto e ba-
gno, arredatissimo. E 400
C.E. G Tel. 335/7365690
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 124/07 R.E.I.
Si rende noto che giorno 17/12/2014, ore 13.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni: fabbricato sito nel Comune di
Francofonte (SR) in c.da Grassure con terreno
di pertinenza esteso are 12 e centiare 1, in N.C.T.
Fg. 25 p.lla 588 (precedentemente identifcato
537/B), qualit agrumeto di classe 3 costituito
da un seminterrato, in N.C.E.U. Fg. 25 p.lla 537
sub 1 (al catasto erroneamente soppresso
e sostituto con il sub 3 con lindicazione di
unestensione di mq. 15), cat. C\2, classe 1,
consistenza 270 mq., e da un piano terra, in
N.C.E.U. Fg. 25 p.lla 537/2, cat. A\2, classe 2,
consistenza 11.5 vani, superfcie catastale 301
mq.. Prezzo base dasta 31.197,68. Minima
offerta in aumento 2.000,00.
in caso di esito negativo, il 23/12/14, ore 13.00,
sempre presso il proprio studio, lavv. Giuseppe
librizzi proceder alla vendita allincanto dei
suddetti beni.
le offerte o domande di partecipazione
dovranno essere depositate in busta chiusa,
presso lo studio del suddetto professionista,
entro le ore 12.00 del giorno precedente a
quello fssato per la vendita, accompagnate da
cauzione del 10% e deposito spese del 20%,
con 2 assegni circolari non trasferibili intestati
allavv. Giuseppe librizzi.
Avviso integrale, ordinanza di delega e relazione
dellesperto disponibile sul sito www.astegiudiziarie.
it ovvero presso lo studio predetto.
Il professionista delegato
TRIBUNALE DI SIRACUSA
ESEC. IMM. N. 198/09 R.G.E.
lotto 1 - Comune di Pachino (Sr), via trieste,
4. appartamento ai p. 1 e 2, int. 7 composto
da ingresso, cucina, soggiorno, 3 camere, bagno
e ripostiglio al p. 1 di ca. mq. 146 e terrazza
coperta uso locale di sgombero al p. 2 di ca.
mq. 14. Prezzo base: euro 42.714,84 in caso
di gara aumento minimo euro 1.000,00. vendi-
ta senza incanto: 05/12/2014 ore 11.30, innanzi
al G.e. dott. luigi la battaglia presso il tribu-
nale di Siracusa viale Santa Panagia, 109. de-
posito offerte entro le ore 12 del 04/12/2014 in
Cancelleria EE.II. In caso di mancanza di offerte
vendita con incanto: 16/01/2015 ore 11.30 allo
stesso prezzo base e medesimo aumento. De-
posito domande entro le ore 12 del 15/01/2015.
Maggiori info in Cancelleria EE.II. e su www.tri-
bunalesiracusa.it, www.giustizia.catania.it, www.
corteappellocatania.it e www.astegiudiziarie.it.
(a148160).
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 23/2013 R.E.I.
Giorno 3/12/2014 ore 16.30, presso il proprio studio
sito a Siracusa nella via San Sebastiano n. 43,
lavv. Paola Giardina proceder allesame delle
offerte di acquisto senza incanto, e se del caso all
aggiudicazione, del seguente bene: appartamento
sito in Siracusa nella Via Luigi bignami n. 11.
In N.C.E.U. al foglio 167, p.lla 6081, sub. 4 ( ex
foglio 168, p.lla 50, sub. 4) cat. A/3. Con ogni
accessione, pertinenza e servit. Prezzo base
dasta . 143.000,00. Minima offerta in aumento
. 8.000,00. In caso di esito negativo della v.s.i., il
10/12/2014 ore 16.30, presso il proprio studio, lavv.
Paola Giardina proceder alla vendita allincanto
del suddetto bene. le offerte o domande di
partecipazione dovranno essere depositate (previo
appuntamento telefonico) in busta chiusa, presso
lo studio della suddetta professionista entro le ore
12.00 del giorno precedente a quello fssato per
la vendita, accompagnate da cauzione del 10% e
deposito spese del 20%, con 2 assegni circolari
non trasferibili intestati allavv. Paola Giardina.
avviso integrale e Ctu disponibili sul sito internet
www.astegiudiziarie.it. ovvero presso lo studio
della predetta.
Il Professionista Delegato
Avv. Paola Giardina
PROSSIMA INSERZIONE:
29/10/2014
LeASTE GIUDIZIARIE saranno inseritedalladatadi pubbli-
cazione del bando fno alla data prevista per l'asta sul sito:
www.astetribunale.com
TRIBUNALE DI SIRACUSA
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI
26 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 9 ASTE GIUDIZIARIE
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Concordato Preventivo n. 5/13 R. Conc. Prev.
Si rende noto che giorno 17/12/14, ore 12.00, presso il proprio studio
sito a Siracusa nel viale Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto senza incanto, e se del caso
allaggiudicazione, dei seguenti beni:
LOTTI 1 e 2: box auto siti a Siracusa con accesso da via Carlo Forlanini
2/L e da via Necropoli Grotticelle 25/P, piano cantinato, interni 35 e 64,
estesi mq. 21 e 25 ca., cat. C/6; in catasto Fg. 29 p.lla 58 sub 88 e sub
117. Prezzo base dasta 16.000,00 ed 19.000,00 (al netto dei costi
meglio indicati in perizia per il rilascio del certifcato di abitabilit).
Minima offerta in aumento 1.000,00. LOTTO 3: locale destinato a
magazzino sito a Priolo Gargallo con accesso dalla via Brenta 44/46,
piano seminterrato, esteso mq. 117 ca., cat. C/2; in catasto Fg. 79 p.lla
582 sub 10. Prezzo base dasta 67.000,00. Minima offerta in aumento
5.000,00. LOTTO 4: lotto di terreno (progetto costruttivo approvato
secondo le specifche meglio descritte in perizia) esteso mq. 1.536 ca.
risultante dalla demolizione di un fabbricato gi censito nel C.d.F. del
Comune di Siracusa al foglio 30, p.lla 71, insistente sulla particella censita
al C.d.T. nel foglio 30, p.lla 71 (ente urbano), ricadente in zona omogenea
B4b del vigente P.R.G.. Prezzo base dasta 757.000,00. Minima offerta
in aumento 15.000,00. LOTTO 5: appartamento sito a Siracusa in via
Archia 45 / via Eumelo 73/E, piano 3, vani 4, esteso mq. 47 ca., cat. A/2; in
catasto Fg. 45 p.lla 1427 sub 28. Prezzo base dasta 166.000,00. Minima
offerta in aumento 10.000,00. LOTTO 6: box auto sito a Siracusa in via
Archia 45 / via Eumelo 73/E, esteso mq. 22 ca., cat. C/6; in catasto Fg.
45 p.lla 1427 sub 11. Prezzo base dasta 35.000,00. Minima offerta in
aumento 2.000,00. LOTTI 7-8-9: appartamenti destinato ad uffcio sito
a Siracusa nel viale Tica 160-162, cat. A\10: a) piano 1, vani 4, esteso
mq. 77 ca. con terrazza di pertinenza estesa mq. 115 ca.; in catasto Fg.
33 p.lla 2792 sub 48. Prezzo base dasta 282.000,00; b) piano 1, vani
4, esteso mq. 92 ca. con terrazza di pertinenza estesa mq. 95 ca.; in
catasto Fg. 33 p.lla 2792 sub 49. Prezzo base dasta 309.000,00; c)
piano 2, vani 4, esteso mq. 103 ca. con terrazze di pertinenza estese
mq. 71 e mq. 43 ca.; in catasto Fg. 33 p.lla 2792 sub 53. Prezzo base
dasta 349.000,00. Minima offerta in aumento 10.000,00. LOTTO 10:
posto auto sito a Siracusa nel viale Tica 160-162, piano terra, esteso
mq. 15 ca., cat. C/6; in catasto Fg. 33 p.lla 2792 sub 10. Prezzo base
dasta 5.000,00. Minima offerta in aumento 1.000,00. LOTTI da 11 a
19: garage siti a Siracusa nel viale Tica 160-162, piano seminterrato, cat.
C\6, in catasto Fg. 33 p.lla 2792: sub 24 (mq. 21), prezzo base dasta
22.000,00, minima offerta in aumento 2.000,00; sub 29 (mq. 19), prezzo
base dasta 20.000,00, minima offerta in aumento 1.000,00; sub 30
(mq. 19), prezzo base dasta 21.000,00, minima offerta in aumento
2.000,00; sub 32 e sub 34 (mq. 35 ciascuno), prezzo base dasta
38.000,00 (ciascuno), minima offerta in aumento 2.000,00; sub 36
(mq. 21), prezzo base dasta 20.000,00, minima offerta in aumento
1.000,00; sub 39 (mq. 21), prezzo base dasta 22.000,00, minima offerta
in aumento 2.000,00; sub 40 e sub 41 (mq. 19 ciascuno), prezzo base
dasta 20.000,00 (ciascuno), minima offerta in aumento 1.000,00.
LOTTO 20: appartamento in villa con annesso terreno di pertinenza
esteso mq. 940, in catasto Fg. 34 p.lla 1218 sito a Siracusa in via Filisto
93, piano T, vani 5,5, esteso mq. 158 ca. (comprensivi delle pertinenze),
cat. A/3; in catasto Fg. 34 p.lla 1079. Prezzo base dasta 583.000,00.
Minima offerta in aumento 15.000,00.
in caso di esito negativo della vendita senza incanto, il 23/12/2014, ore
12.00, sempre presso il proprio studio, lavv. Giuseppe librizzi proceder alla
vendita allincanto dei suddetti beni. le offerte o le domande di partecipazione
dovranno essere depositate in busta chiusa, presso lo studio del suddetto
professionista, entro le ore 12.00 del giorno precedente a quello fssato per la
vendita, accompagnate da cauzione del 10% e deposito spese del 20%, con
2 assegni circolari non trasferibili intestati allavv. Giuseppe librizzi. avviso
integrale e relazione dellesperto disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it
ovvero presso lo studio predetto.
il liquidatore
avv. Giuseppe librizzi
ZONA alta affttasi mi-
niapp.to ammobiliato,
posto al p. terra, con cor-
tilettointernoindipenden-
te, a donna referenziata,
max seriet, 350 mensili.
No animali. Classe Ener-
getica G. Chiamare Tel.
329/1954341
ZONA centrale affttasi
appartamento climatiz-
zato, 1 piano, con bal-
cone, vista citt, comp. da
ingresso-sogg. condivano
matrim., cucina completa
con terrazzino, c. matr.,
bagno con doccia. Posti
letto 2+2. Completo di
accessori: tv, frigo, forno,
robot, lavatrice, stoviglia
e bianch. completa. A
non resid. Per brevi e
lunghi periodi C.E. G Tel.
338/6320133
ZONA SC. GRECA -
PIZZUTAaffttasi trivani
+ cucina e servizi. Prefe-
ribilmente non residenti.
Classe Energertica G Tel.
393/6252963
AVOLA
AFFITTASI ad Avola
casa ammob. angolare e
luminosa, composta da: 4
vani +servizi, terrazzopa-
noramico. Zona stazione.
Solo non residenti con bu-
sta paga. Tel. 0931/36009
- 392/0182055
CASEVACANZE
CERCO/OFFRO
AFFITTO terreno di
3500mq recintato, situa-
to su un punto strategico.
Adetto per qualsiasi at-
tivit commerciale Tel.
330/847391
AFFITTASI terreno 2000
mq x qualsiasi uso a km 7
da Sr Tel. 328/8057615 -
328/5681091
BELVEDERE Villaggio
S. Lucia, (Via Mario
Francese) vendesi 1 ap-
pezzamento di terreno di
3000 mq, panoramico,
provvisto di acqua potabi-
le, luce Tel. 0931/891260
- 388/1288170
TERRENO mq 18.000,
c.da Cugni (km 4 da
Cassibile), 3 lotti, a corpo,
favolosa posizione pa-
noramica, prezzo affare,
vendesi Tel. 0931/36514
- 333/9590258
TREMILIA vendesi ter-
reno di 17.500 mq (sulla
strada) P.R.G., zona C4,
possibilit realizzare n. 8
ville in lotti da 2000 mq.
Prezzo ribassato, ottimo
affare Tel. 338/1378751
VENDESI terreno re-
cintato di 8000 mq con
struttura di 600 mq su
due livelli compresa
mansarda zona Cassibi-
le - contrada Cavasecca
siracusa, prezzo affare
Tel. 320/0249206
VENDESI appezzamento
di terreno di c/a 500 mq,
zona Villaggio Miano,
con progetto approvato
per una costruzione di c/a
140mq. Occasionedanon
perdere E 90.000 tratt Tel.
339/2067818
VENDESI 7000mq di ter-
reno, conacquaededifcio
diroccato ma accatastato
a 3km dallOspedale di
Lentini sulla provincia-
le Lentini-Scordia Tel.
393/6252963
BUCCHERI
BUCCHERI vendesi ter-
reno 13000 mq zona
medievale a 1 km c/a
dal paese con uliveto
e frutteto, acqua, luce,
casa di 3 vani e serv. e
forno a legno. Tot. recin-
tato e adiacente strada E
50.000 Tel. 0931/767641
- 338/2403221
CANICATTINI
VENDESI 3000 mq di
terreno agricolo vicino
Canicattini Bagni, con
piccolo caseggiato di 60
mq c/a da ristrutturare E
16.000 Tel. 334/9280779
FLORIDIA
C.DAMonasteri di Sopra,
vendesi giovaneagrumeto
pianeggiante, due lotti
confnanti uno di 4000
mq e uno di 3200 mq,
con due ore di acqua
settimanali ciascuno da
un pozzo condominiale
Tel. 339/2467145
LENTINI
VENDESI 27.000 mq di
terreno a tre km dallo-
spedale di Lentini, sulla
strada per Scordia, incol-
to, con acqua e caseggiato
di 200 mq, semidiroccato,
ma accatastato e ripristi-
nabile. Prezzo Affare Tel.
393/6252963
PACHINO
VENDESI oscambiasi 13
Tumuli di terreno con vi-
gneto di uva nero davola
da mosto, uliveto, frutteto
e casa abitabile sito in c.da
luparello Pachino con
casa o villetta sita in paese
o citt Tel. 0931/492256
- 340/0914511
VENDESI 8 Tumuli
di terreno con vigneto
di uva nero davola da
mosto con casa di mq
70 Tel. 0931/492256 -
340/0914511
VENDESI 5 Tumuli di
terreno con vigneto di
uva nero davola da mo-
sto Tel. 0931/492256 -
340/0914511
SORTINO
VENDESI zona Manzo
Sortino terreno mq 1800
c/a agricolo panoramico
prezzo da concordare
Tel.0931/782761 serali
TERRENO
VENDESI terreno edif-
cabile con destinazione
ricettiva alberghiera di
23000mq in zona arenella
costa del sole. Superf-
cie che si pu realizza-
re 3700 mq Telefonare
0931/702714
VIA Cozzo Villa a 3 km
dal mare e a 5 km da SR
terreno 1000 mq edif-
cabile, inter. recintato
zona abitata con pro-
getto approvato 120 mq
vendesi 65.000 E. Solo
privati. Scrivere sms Tel.
393/3039433
VENDESI terreno edi-
fcabile recintato, zona
Fanusa, mq 972, Via
Olivieri vicinanze Hotel.
ore negozio escluso mer-
coled Tel. 0931/759065
LOCALI COMM.LI
CERCO/OFFRO
AFFITTASI locali per
deposito a 10 km da
Siracusa su strada sta-
tale con buone possib.
parcheggio. Classe Ener.
G Tel. 050/552237 -
333/6968504
AFFITTASI basso com-
merciale totalmente ri-
strutturato per uso studio
medico/agenzia immob.
ecc. mq 55, 2 stanze +
bagno zona Borgata, con
ingresso direttamente su
piazza S. Lucia. E 350
C.E. G Tel. 389/6238966
AFFITTASI locale com-
merciale a Siracusa in
viale S. Panagia, n. 2
vetrine su strada, c/a
170mq. Con adiac.locale
per possibilit scarico/
carico merci. C.E. G E
1300 Tel. 0931/756562 -
348/7387296
AFFITTASI basso com-
merciale mq 40 c/a, sito
in Via Tagliamento. No
intermediari. C.E. G Tel.
335/6469098
AFFITTASI locale di mq
200 per uso commerciale,
in Via Montegrapppa. E
950 Classe Energetica G
Tel. 348/2419041
AFFITTASI locale com-
merciale cat C/1 di c/a
52 mq, sito in Via Adige
angolo Corso Gelone,
compl. ristrutturato, con
bagno, condizionatore,
cassaforte, rifniture di
pregio. Alta visibilit,
ideale per qualunque
attivit. Classe Ener-
getica in defnizione E
800,00 poco trattabili Tel.
333/4379139 ore pasti
AFFITTO locale comm-
merciale zona Gelone, 90
mq circa, 4 luci, clima.
Classe Energetica G.
ChiamareTel.091/334230
- 339/2029954
AFFITTASI locale-depo-
sito, mq 60, soppalcabile,
zona M. Teresa di Calcut-
ta. C.E. GTel. 050/552237
- 333/6968504
AFFITTASI uffcio piano
terra, fnemente ristruttu-
rato, con o senza mobili
da uffica, con bagno,
piano terra indipendente,
comprensivo di forni-
tura di energia elettrica,
acqua e condominio E
300 mensili. Zona Piazza
Adda. Classe En. G Tel.
335/8004135
E' abitudine, nelle
belle giornate, re-
carci in campagna a
fare delle belle pas-
seggiate per respira-
re un po daria sana,
insomma ossigenar-
si. Durante le pas-
seggiate, facile che
si incontri dei cani
abbandonati, biso-
gnevoli damore.
Quando incontro un
cane e vedo che sco-
dinzola la coda, gli
faccio segno di avvi-
cinarsi. Quasi sem-
pre, egli si avvicina
ed io gli accarezzo la
testa e dietro le orec-
chie. Diveniamo
amici e spesso egli
mi segue per tutta
la mia passeggiata.
Quando incontro
due cani, prima mi
accerto che entram-
bi scodinzolano la
coda e quindi passo
tranquillamente loro
accanto.
Quando invece vedo
tre o pi cani uniti
fra di loro, cerco di
evitarli cambiando
strada.
Perch, direte voi,
perch in quel caso
si tratta, anche se in
piccolo: di un bran-
co. Il branco sia
composto da animali
oppure da uomini,
sempre una minac-
cia. Il branco of-
fre un'anonimato e
una forza che il sem-
plice singolo non
possiede.
Dalle statistiche al
1 gennaio 2014 gli
stranieri in Italia
sono 4.900.000, di
cui exstracomunita-
ri 3.800.000. Gi da
quando gli stranieri
in Italia erano due
milioni, io temevo
che si verifcassero
prima o poi degli atti
di violenza verso i
cittadini Italiani.
Divenuti tre milioni
ero certo che prima
o poi qualche caso
di violenza verso i
cittadini Italiani o
verso le nostre isti-
tuzioni, si sarebbe
verifcato. E cos
stato.
Ora stiamo raggiun-
gendo la considere-
vole cifra di quasi
quattro milioni, e
non passa giorno
che non si legga sul
giornale un fatto di
cronaca che coinvol-
ge uno straniero. Il
permessivismo ed il
buonismo dei nostri
politici, non ha tenu-
to conto di tutto que-
sto. Molte volte, per
giustifcare la passi-
va accettazione degli
stranieri, si fatto
ricorso alla religione
Cattolica che, guar-
da caso, non pi la
religione di Stato e
non pi praticata al-
meno dal 70% degli
Italiani.
Si tratta, come si
diceva una volta di
piet pelosa nel
senso che chi ci go-
verna e promulga
le leggi, non opera
nell'interesse degli
Italiani in genere,
ma nel suo proprio
interesse.
Caso eclatante
quanto successo a
Noto anni fa, quando
l'allora sindaco del-
la citt, concesse la
cittadinanza a tutti i
rom stabilitisi alla
periferia della citt.
Egli con tale atto
aveva voluto allar-
gare la cerchia dei
probabili suoi elet-
tori. La conseguenza
sotto gli occhi di
tutti. Chi va a Noto
e interroga un citta-
dino di quella citt,
si sentir dire, che
la citt sotto co-
prifuoco e nessuno
pi sicuro in casa
propria.
In compenso i rom
pian piano hanno
acquistato tutti gli
appartamenti della
periferia che, con la
loro invadente pre-
senza li avevano resi
non erano pi abita-
bili da gente civile.
Certo chi fa le leg-
gi non ha nulla da
temere: Viaggia in
auto blu., alcune
blindate, e tutti han-
no una scorta.!
Ma da chi siamo
governati? Forse la
mucca pazza ha
fatto pi vittime di
quanto le statistiche
non dicano?!
Giorgio Guarnaccia
SOCIET 10 Sicilia 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA
La condanna degli atti di violenza
rimane un punto fermo
Caso eclatante
quanto successo
a Noto anni fa,
quando l'allora
sindaco della citt,
concesse la citta-
dinanza a tutti
i rom stabilitisi
in periferia
In foto, gruppo di gio-
vani del sabato sera.
Ciascuno di voi, cari lettori, un aff-
dabile opinionista anche se non esprime
apertamente le sue idee tramite i media. I
commenti di chi scrive sui giornali vogliono
evidenziare delle realt ben note a tutti, e di
certo condivisi anche da chi ci legge. Sul
tema del lavoro, siamo certi che ai nostri
giorni si ritenga favorito dalla buona sorte
chi ne svolge uno qualsiasi. Purtroppo sono
ancora in tanti a sperare che cessi presto il
loro amaro compito di perenni disoccupati.
La persistente carenza di disponibilit oc-
cupazionali continua comunque a preoccu-
pare i giovani, per il serio intralcio ad ogni
loro inserimento nelloperoso mondo delle
attivit produttive. Non si attenua neanche
lapprensione di coloro che, privati da ogni
libera scelta, non sono per nulla incoraggiati
nellimpegno di creare nuovi nuclei fami-
liari. Il dilemma spiacevole anche per gli
ultracinquantenni, contrastati da tanti emeriti
responsabili dellingrata societ dei nostri
tempi, rea di privarsi senza eccessivi scrupoli
di quelle energie umane, pur se avvalorate
da preziose esperienze.
Tuttavia resta immutata la comune speranza
che i nostri governanti di qualsiasi colore
politico, accantonando fnalmente i loro per-
sonali vantaggi e le troppe beghe politiche,
possano dedicare maggiore attenzione alla
famiglia, basilare istituzione da risollevare in
fretta dalle sue desolanti condizioni di vita.
Purtroppo i pagamenti degli onerosi balzelli
per i (dis) servizi fruiti e i consumi, magari
ridimensionati, esigono puntualit da chi
gi penalizzato dai suoi disagi giornalieri.
Ci rasserena, per, lo status di quei nuclei
familiari che subiscono con minore intensit
la crisi attuale, grazie ai redditi multipli dei
loro componenti.
Spesso si confda anche nella penosa decisio-
ne di non avvalersi dei titoli di studio con-
seguiti, per percorrere un faticoso cammino
verso una qualunque e onesta occupazione
stabile. Chi vorr tentare la conquista di un
accettabile mestiere, continuer dunque a
conservare nel cassetto la sua laurea o il
diploma, per avventurarsi a manovrare una
carriola, utilizzando anche cazzuola, piccone
e pala. I favoriti dallindulgenza del destino
potranno quindi incrementare le schiere di
coloro che simpegnano seriamente, per
guadagnare un sudato e insicuro pezzetto di
pane. Saranno di certo entusiasti di eseguire
fnalmente un incarico retribuito, anche se
inedito e faticoso, per sbarcare un dignitoso
lunario. Malgrado lincessante attivit e pro-
tezione del loro infaticabile angelo custode,
sar sempre gradito lintervento di qualche
corretto mediatore terreno che, senza venali
pretese, sappia porgere ai tanti speranzosi
candidati a un doveroso lavoro, e nei giusti
tempi, la sua mano salda per strapparli fnal-
mente dai gorghi dellincertezza. Soltanto
cos il loro futuro potr essere pi denso di
fduciose concretezze.
Penna o carriola
purch si lavori
Concerto di Solidariet globale e locale
del Rotary Club Siracusa Monti Climiti
STAGIONE CONCERTISTICA
Questa sera al salone Carabelli
Roberta Marcello, violino
Alessandra Pipitone, pianoforte
Concerto della violinista Ro-
berta Marcello e della pianista
Alessandra Pipitone, dome-
nica 26 ottobre 2014 alle ore
18 presso il Salone Carabelli
di via torres, in Siracusa. la
violinista Roberta Marcello, ha
iniziato gli studi musicali allet
di 11 anni, diplomandosi con il
massimo dei voti nel 2009 sotto
la guida del M Maurizio Roc-
ca al Conservatorio di Musica
vincenzo bellini di Palermo,
laureandosi, poi, all'indirizzo
interpretativo-compositivo in
violino. Si dedicata al campo
didattico come insegnante di
solfeggio ai corsi propedeutici
del Conservatorio di Palermo.
Attualmente insegnante di
violino presso la Scuola secon-
daria di I grado. Ha partecipato
a diversi concorsi musicali na-
zionali qualifcandosi al primo
posto . ha svolto unintensa
attivit orchestrale in campo
nazionale e internazionale per
importanti enti musicali. la
pianista Alessandra Pipitone,
ha conseguito la laurea in Pia-
noforte sotto la guida del M
Salvatore Span e in Musico-
logia presso luniversit degli
Studi di Palermo. ha effettuato
numerosi concerti da solista, in
duo pianistico e come pianista
accompagnatore in spettacoli
e rassegne musicali. attual-
mente Maestro collaboratore
del teatro zappal di Palermo
e della Compagnia Nazionale
di operette. Si esibita per
varie associazioni musicali si-
ciliane. stata pianista accom-
pagnatore ai corsi propedeutici
del conservatorio v. bellini di
Palermo. Negli ultimi anni si
dedicata anche alla sperimen-
tazione sonora, allimprovvisa-
zione radicale e al teatro con-
temporaneo.
Il programma dello spettacolo
prevede e. Grieg Sonata op.
45 n.3 in do minore; O. Respi-
ghi dai Sei pezzi per violino e
pf. Serenata, Melodia, valse
Caressante; M. ravel Sonata
op.77 n.2 in sol maggiore.
Il Concerto patrocinato da
Ministero per i Beni e le Attivit
Culturali, Direzione Generale
per lo Spettacolo dal vivo e
regione Siciliana, assessorato
del turismo, dello Sport e dello
Spettacolo, con sponsor unico
della Banca Agricola Popolare
di Ragusa.
Si pu parlare di un
codice mediterraneo
nelle arti fgurative di
questo primo scorcio
di secolo? Esiste una
visione del mondo co-
mune ai nostri tanti
artisti che operano in
questa parte della Si-
cilia orientale, che ha
dato buoni nomi, nel-
lo scorso secolo, alla
storia dellespressione
artistica nazionale? C
una scuola, un indiriz-
zo, una tecnica e una
concezione dellarte
comuni ai vari movi-
menti artistici che si
sono avvicendati sulla
scena dellarte delle
province di Messina,
Catania, Siracusa, Ra-
gusa, a partire dalla
seconda met del no-
vecento fno ad oggi?
Le risposte a queste
domande richiedono
unattenta analisi che
fnora stata solo ac-
cennata e non ancora
esaustivamente defi-
nita; unanalisi che
va fatta non solo sul
corpo delle forme dar-
te (pittura e scultura
In foto, la locandina.
Un codice mediterraneo
nelle arti fgurative
Esiste una visione del mondo comune ai nostri tanti
artisti che operano in questa parte della Sicilia orientale
larte aPPartieNe alla Cultura e vieNe StiMolata da tutti i MoviMeNti
principalmente) ma
anche sul corpo sociale
e culturale del territorio
siciliano, sulle sue atte-
se e sulle sue disattese.
Non certo questa la
sede per poterne par-
lare; qui si vuole solo
continuare un discorso
gi iniziato dalle tante
collettive darte che
si sono susseguite in
Galleria Roma e in altre
Gallerie delle province
suddette. come se si
volessero portare allat-
tenzione degli storici i
documenti adatti a una
lettura delle fonti: qua-
dri, sculture, fotografe,
disegni, grafca varia,
artigianato artistico.
quel mondo dellarte
che, anche in questi
anni di crisi, trova un
po di spazio e di atten-
zione per porsi come
contraltare ideologico e
simbolico rispetto alle
angustie economiche e
sociali.
I diciannove artisti
antologizzati in questa
collettiva appartengo-
no a scuole diverse e
a differenti visioni del
mondo: dal paesaggio
allinformale, dal fgu-
rativo allastratto, dalle
forme chiuse a quelle
aperte, tutto entra nel
circolo dellarte con-
temporanea, ora attar-
dandosi su stilemi pi
antichi, ora acquisendo
i caratteri di una pi
futuristica sperimenta-
zione. Larte appartiene
alla cultura (e non vice-
versa) e viene stimolata
da tutti i movimenti che
nella cultura trovano
spazio e forza.
Cosicch godiamoci
questa bella rassegna
di opere che vuole sti-
molarci, interrogarci
e divertirci attraverso
i colori e le sculture,
sicuri dellonest intel-
lettuale che ha mosso
gli artisti e soddisfatti
di una generale buona
qualit delle opere.
la variet dei braNi iN ProGraMMa, CoN SPiGolature dal rePertorio
26 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 11 SOCIET
Il Rotary Club Siracusa Monti Cli-
miti, venerd scorso, End Polio Day,
ha organizzato presso la Galleria
Civica dArte Contemporanea Mon-
tevergini di Siracusa un concerto
del Coro Polifonico G. de Cicco
diretto dal Maestro Maria Carmela
de Cicco, con la duplice fnalit di
raccogliere fondi per la eradicazione
nel mondo della poliomielite e per
la sezione di Siracusa del Banco
Alimentare.
Il Rotary International con il suppor-
to della Rotary Foundation partner
dei volontari della Global Polio Era-
dication Initiative e limpegno per
leradicazione della poliomielite il
suo obiettivo flantropico prioritario.
Obiettivo quasi del tutto raggiunto,
ad esclusione di quei paesi dove sono
attivi focolai di guerre ed episodi di
intolleranza religiosa.
Lattenzione per i bisogni locali ha
spinto il Rotary Club Siracusa Monti
Climiti, presieduto dal Dott. Natale
Bordonali, ad attivare una collabo-
razione con il Banco Alimentare,
fnalizzata sia a reperire risorse eco-
nomiche che a partecipare con Soci
Rotariani volontari alla prossima
colletta alimentare del 29 novembre.
La variet dei brani in programma,
con spigolature dal repertorio classi-
co al moderno, dal sacro al profano,
hanno consentito una piacevole fru-
izione da parte del pubblico che ha
apprezzato la professionalit del coro
polifonico G. De Cicco, afferma-
tosi con ottimi risultati in festival e
concorsi nazionali ed internazionali.
Al termine del concerto, il Club
organizzatore ha ringraziato, per la
loro disinteressata cortesia, il Mae-
stro Maria Carmela De Cicco e tutti i
coristi che hanno aderito con spirito
di servizio alliniziativa.
Un ringraziamento particolare va
anche al Comune di Siracusa e
allAssessore alle Politiche Cultu-
rali, Educative e Turismo e Vice
Sindaco Francesco Italia, che si
dimostrato un interlocutore atten-
to alle istanze del territorio, ed al
Responsabile della Galleria Civica
dArte Contemporanea Montever-
gini, Tommaso Lillo, per la dispo-
nibilit e la cortese collaborazione.
SPECIALE 12 Sicilia 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 13 SPECIALE
Avviato il servizio di fatturazione elettronica
offerto dalle Camere di commercio
Come gi chiarito, per fatturazione elettronica si intende la possibilit
di emettere e conservare le fatture nel solo formato digitale
rubriCa a Cura della CoNfeSerCeNti di SiraCuSa
Dal 22 ottobre 2014 il
sistema delle Camere di
commercio ha messo a
disposizione delle PMI
italiane un servizio
base di compilazione,
trasmissione e moni-
toraggio delle fatture
elettroniche indirizzate
alla Pubblica Ammini-
strazione.
Tutte le informazioni
sul tema sono reperibili
allindirizzo https://fat-
tura-pa.infocamere.it
Come gi chiarito in
precedenti comunica-
zioni, per fatturazione
elettronica si intende la
possibilit di emettere e
conservare le fatture nel
solo formato digitale
(Dir. UE n. 115 del 20
dicembre 2001) e intro-
dotta in Italia dal d. lgs.
n. 52/04 e dal Decreto
del MEF del 23 gennaio
che stabilisce le "Mo-
dalit di assolvimento
degli obblighi fscali
relativi ai documenti
informatici ed alla loro
riproduzione in diversi
tipi di supporto".
Il nuovo standard elet-
tronico regolamentato
dal Decreto intermini-
steriale n. 55 del 3 aprile
2013, che oltre a stabi-
lire le regole in materia
di emissione, trasmis-
sione e ricevimento
della fattura elettronica,
fssa al 6 giugno 2014 la
data di entrata in vigore
dell'obbligo di fattura-
zione elettronica verso
i Ministeri, le Agenzie
fscali e gli Enti previ-
denziali ed al 31 marzo
2015 la scadenza per
tutte le altre Pubbliche
Amministrazioni, tra
cui anche le Camere di
commercio.
Il nuovo sistema messo
a disposizione dalle Ca-
mere di Commercio si
rivolge esclusivamente
alle PMI (secondo de-
fnizione Comunitaria)
che, ad oggi, ancora
non si sono organizzate
e strutturate per las-
solvimento del nuovo
obbligo. Per evitare
un eventuale disorien-
tamento di queste ul-
time e lesclusione da
possibili mercati, il
nuovo servizio pen-
sato per la creazione, la
compilazione, linvio,
la conservazione e la
completa gestione del
documento digitale.
Il servizio completa-
mente gratuito ed arriva
a gestire un massimo
di 24 fatture per anno
solare (questo numero
stato stabilito come
soglia per individuare le
piccole e medie imprese
che hanno rapporti si
continuativi con le PA,
ma non strutturati).
Il funzionamento del
servizio avviene in for-
ma diretta nei seguenti
passaggi: Registrazione
diretta da parte dellim-
pr endi t or e/ t i t ol ar e
dellimpresa tramite
CNS (Carta nazionale
dei servizi); Possibile
compilazione diretta
del documento contabi-
le, individuazione della
PA destinataria, frma
digitale, invio e relativa
conservazione a norma;
Possibile delega ad una
persona fsica da parte
dellimprenditore/ti-
tolare dellimpresa. Il
delegato potr operare
per nome e per conto del
delegante e sar diretta-
mente riconosciuto dal
sistema. Il delegato pu
detenere pi deleghe
e saranno gestite sul
backoffce del sistema.
Il sistema fornito di
un contatore che prov-
veder ad informare
la persona delegata
alla compilazione delle
fatture elettroniche del
numero rimanente al
raggiungimento della
soglia massima di 24;
Qualora si dovesse
raggiungere il numero
massimo, il sistema
dar comunque la pos-
sibilit della compila-
zione del documento,
ma non provveder in
alcun modo allinvio
ed alla conservazione
dello stesso.
Come gi accennato,
la ratio che ha portato
alla creazione di tale
sistema lassistenza
ed il tutoraggio alle
piccole e medie impre-
se che, per differenti
motivazioni, non hanno
ancora provveduto ad
organizzarsi per far
fronte al nuovo obbligo.
Tuttavia tale servizio
deve essere considerato
come un passaggio che
far da ponte con
la necessaria program-
mazione e sistemazio-
ne in funzione della
digitalizzazione che
tutte le PMI dovranno
intraprendere.
Intervento del Pre-
sidente Nazionale
Confesercenti, Ven-
turi: PMI ancora in
affanno. La Legge di
Stabilit tarata sulle
grandi imprese
Le PMI sono ancora
in affanno, e la Legge
di Stabilit non pre-
vede ancora interventi
adeguati alle diffcolt,
mentre appare meglio
taratasulle imprese di
grandi dimensioni. Lo
sostiene Marco Ventu-
ri, presidente di Con-
fesercenti. La caduta
della nostra economia
rallenta, ma rimane un
clima di incertezza e
poca fducia che non
aiuta; del resto sappia-
mo bene che non c al-
cun automatismo tra la
fne della crisi e linizio
della ripresa, spiega
Venturi. Solo con un
progetto organico e si-
gnifcativo si pu ricre-
are fducia e rilanciare
economia. Serve per
un complesso di misu-
re incisive che non sia
mirato prevalentemente
sulle grandi imprese
ma su tutte le imprese.
Per questo diamo un
giudizio articolato sulla
Legge Stabilit che non
peraltro ancora chiara
in tutti i suoi contenuti.
Alcuni interventi sono
positivi: leliminazione
della componente lavo-
ro dalla base imponibile
Irap, le decontribuzioni
per i neoassunti ed il
nuovo regime forfet-
tario. Siamo invece
perplessi sul TFR in
busta paga: un inter-
vento accettabile solo
se si assicura davvero
la copertura fnanziaria
dei costi relativi per le
Pmi. E comunque porte-
r ad un aumento degli
adempimenti per gli
imprenditori nei con-
fronti dellInps e delle
banche quando invece
reclamiamo da tempo
la necessit di ridurre
la quantit esorbitante
di pratiche burocra-
tiche. Mancano poi
interventi per favorire
autoimprenditorialit,
con agevolazioni per
le startup, e misure
forti per il turismo mai
come in questo periodo
in diffcolt. Quello che
in generale non ci piace
della Legge Stabilit
il diverso trattamento
tra piccole e grandi im-
prese. A partire dalle-
sclusione dai benefci
pi importanti di 3 mi-
lioni di imprese senza
dipendenti. Anche per
le piccole realt con
pochi lavoratori non
c molto: per quanto
riguarda lIrap le im-
prese fno a 9 dipendenti
risparmierebbero circa
1,6 miliardi di euro,
nemmeno un quarto di
taglio Irap complessi-
vo. Diciamo poi con
estrema franchezza al
Governo ha conti-
nuato Venturi che
non ci piace il ritorno
della retroattivit delle
norme fscali. Vogliamo
denunciare un caso
molto concreto: con la
retroattivit sullIrap,
gi questanno pi di
1 milione di imprese
senza costo da lavoro
dipendente verranno
penalizzate per 400
milioni di euro. Si pone
inoltre, con forza, il
problema delle imprese
stagionali, escluse da
qualsiasi intervento
di decontribuzione: si
tratta di un mancato
beneficio di almeno
100milioni di euro per
le circa 218mila impre-
se stagionali del turismo
italiano, che incider
sulla competitivit del
settore. Le nostre
analisi e le nostre richie-
ste conclude Venturi
non sono pretestuose,
semmai sono conside-
razioni preoccupate. Ci
chiediamo ad esempio
se non si poteva e dove-
va fare di pi nel taglio
della spesa pubblica
che poteva determinare
anche una migliore eff-
cienza. E non possiamo
pi accettare che si
agisca disinvoltamente
sullIva con previsioni
di aumenti in grado di
massacrare ancor di pi
i malridotti consumi.
Cos come sarebbe un
gravissimo errore dare
agli enti locali ed alle
regioni la possibilit
di praticare un rialzo
ulteriore della gi op-
primente tassazione
locale. Temiamo per la
tenuta delle nostre PMI,
che sono il 94% delle
imprese italiane. Un
mondo che garantisce
crescita e benessere
per tutti, oltre a quasi
il 52% degli occupati e
il 69% del fatturato del
Paese. Per questo c
urgenza di interventi
per irrobustire le PMI,
per ridurre la loro mor-
talit, per creare nuova
ricchezza e nuovo lavo-
ro. C bisogno di una
vera riforma tributaria
che abbatta labnorme
pressione fiscale su
famiglie ed imprese.
C bisogno di scelte
davvero innovative.
Non ne hanno bisogno
solo le nostre imprese,
ne ha bisogno il Paese.
Sanit sempre pi
cara per gli anziani
Massimo Vivoli Pre-
sidente della Fipac, la
Federazione Nazionale
dei pensionati della
Confesercenti, sostiene
che sulla sanit c un
grande polverone nel
quale si nasconde una
insopportabile corru-
zione che superereb-
be, a detta di molti,
i tre miliardi di euro
mentre sempre pi
pesante lonere per
gli anziani. Governo
e regioni facciano una
forte spending review
della corruzione, e non
provino a scaricare sui
cittadini costi che sono
la diretta conseguenza
della mala sanit e degli
sprechi.
A breve Fipac terr
una grande iniziativa
su questi temi promuo-
vendo la settimana della
buona salute, e riba-
diremo la necessit di
rifondare il trattamento
che la sanit pubblica
riserva agli anziani.
Ma non si pu tacere
laltro grave problema
che riguarda la po-
polazione anziana: le
pensioni. Occorre dire
basta a piccole e grandi
vessazioni che Governi
e buona parte della poli-
tica, con un vergognoso
cinismo, scaricano sulle
spalle dei pensionati.
Lartifizio contabile
di spostare al 10 del
mese il pagamento delle
pensioni davvero un
espediente miserabile
che chiediamo venga
rimosso. Sale nel Paese
la protesta dei pensio-
nati e si convinti che
essa debba essere il
pi possibile unita per
rappresentare il grande
disagio economico e
sociale che la crisi ha
acuito. Non si com-
prende a tale proposito
perch il bonus degli
80 euro sia precluso
ai pensionati con tanta
pervicace ostinazione,
quando forse proprio
questa misura favori-
rebbe i consumi molto
pi che la discussa e
discutibile scelta sul
Tfr. Questa la propo-
sta di Fipac: si lasci ai
giovani la possibilit di
farsi una indispensabile
previdenza integrativa
ed invece si concentrino
le risorse per risolvere
almeno in parte le diff-
colt economiche degli
anziani pi poveri.
Accesso al credito:
Confesercenti Sicilia
incontra Bnl
Confesercenti Sicilia
rappresentata dal Vice
Presidente Vicario Lillo
Randazzo, dal Direttore
Regionale Michele Sor-
bera, dal Responsabile
Regionale sul Credito
Salvo Politino e dai
Direttori e Responsabili
provinciali dellUffcio
Credito, ha incontrato
BNL, partner storico
di Confesercenti, una
delle pi importanti
banche presenti sul ter-
ritorio siciliano, al fne
di rafforzare la collabo-
razione con CO.SVI.G.,
per dare agli associati
nuove opportunit e
nuovi strumenti di ac-
cesso al credito e la
possibilit di trovare
condizioni e tassi pi
favorevoli. Lincontro
tenutosi presso la Filiale
di Catania, ha visto
BNL rappresentata da
Dario Denaro Direttore
Area Retail Sicilia e
Stretto, da Lello Buono-
mo Responsabile Com-
merciale Rete Imprese
Direzione Territoriale
Sud, Elia Iannaccone
Responsabile Svilup-
po Commerciale Area
Sicilia e Stretto, Pinella
Panebianco Respon-
sabile Private Sicilia
Orientale, Domenco
Fragal Direzione Area
Sicilia e Stretto e i Re-
sponsabili Centro Im-
prese e Gruppo Agenzie
Area Sicilia e Stretto. Il
Vice Presidente Vicario
Confesercenti Lillo
Randazzo si soffer-
mato sul ruolo sociale
delle banche e sulla
necessit di agevolare
e assistere le piccole e
medie imprese siciliane
nellaccesso al credito.
Il direttore Regionale
Michele Sorbera Sicilia
ha posto lattenzione
sullArea Credito della
Confesercenti Sicilia e
sui percorsi formativi
avviati per accresce-
re le professionalit
del gruppo di lavoro.
Il direttore Territoria-
le BNL Denaro, ha
evidenziato limpor-
tanza dellincontro,
fortemente voluto dalla
Confesercenti, che ha
fatto seguito a quello
tenutosi a Napoli con
CO.SVI.G. Nazionale e
ha sollecitato una mag-
giore sinergia tra BNL
Area Sicilia e Stretto e
Confesercenti Sicilia,
citando come modello
organizzativo BNL, la
sperimentazione effet-
tuata a Catania. Fragal
ha illustrato la conven-
zione con CO.SVI.G , e
attraverso la proiezione
di apposite slide ha for-
nito i risultati positivi
ottenuti a Catania dalla
collaborazione con la
Confesercenti Provin-
ciale, manifestando ai
colleghi la disponibilit
a estendere il modello
Catania allarea Sicilia
e Stretto. Disponibilit
alla collaborazione
stata ribadita da Lello
Buonomo, Elia Iannac-
cone e Pinella Pane-
bianco. Il Responsabile
Regionale sul Credito di
Confesercenti Sicilia,
dopo avere portato il
saluto dellAmmini-
stratore Delegato di
CO.SVI.G. dott. Gianni
Triolo, ha ribadito come
la necessit di assistere
al meglio le aziende
iscritte alla Confeser-
centi, richieda lop-
portunit di incontri
mirati con alcune ban-
che nostre partner per
individuare le sinergie
effcienti tra associa-
zionismo, credito age-
volato e sviluppo delle
garanzie pubbliche.
A tal fne, l incontro
con i rappresentanti
della Banca Nazionale
del Lavoro servito per
alimentare una relazio-
ne stretta tra il gruppo
bancario e la struttura
Confesercenti Sicilia.

Editoria: giornalai
preoccupati per voci
su liberalizzazione
vendita
Le Organizzazioni di
Categoria dei giorna-
lai sono fortemente
preoccupate per le an-
ticipazioni di stampa
secondo le quali il
Governo avrebbe in-
tenzione di approvare
un DDL che prevede la
indiscriminata libera-
lizzazione dellattivit
di vendita di quotidiani
e periodici. Nonostante
gli impegni assunti lo
scorso 11 luglio ed in
assenza di qualsiasi
forma di confronto,
infatti, lesecutivo in-
tenderebbe affrontare
i delicati problemi del
sistema diffusionale
della stampa con inter-
venti normativi isolati
ed unilaterali.
E quanto affermano
in una lettera inviata
oggi al Sottosegretario
di Stato alla Presi-
denza del Consiglio,
Luca Lotti, Fenagi-
Confesercenti, Sinagi-
Cgil, Uiltucs-Giornalai,
Snag-Confcommercio e
Usiagi-Ugl, sottoline-
ando la necessit di una
riforma organica del
sistema di vendita che
riguardi tutti gli anelli
della distribuzione, co-
niugando la libert di
impresa con il diritto
allinformazione.
Le Associazioni chie-
dono al Sottosegretario
un incontro urgente per
dar seguito a quanto
annunciato dal Governo
nellincontro dell11
luglio scorso.
PRESSO LACON-
FESERCENTI
SONO APERTE LE
ISCRIZIONI PER I
NUOVI CORSI ABI-
LITANTI E PREPA-
RATORI
Sono aperte le iscrizioni
per frequentare i corsi
abilitanti obbligatori
per chi intende eserci-
tare lattivit di vendita
di generi alimentari, di
somministrazione di
alimenti e bevande, di
ristorazione, di agente
e rappresentante di
commercio.
Sono anche aperte le
iscrizioni ai corsi pre-
paratori obbligatori
per sostenere gli esami
abilitanti presso la Ca-
mera di Commercio per
chi intende esercitare
lattivit di agente im-
mobiliare.
I corsi per gli aspiranti
commercianti nel set-
tore degli alimenti, per
chi intende esercitare
lattivit di sommini-
strazione e ristorazione
hanno la durata di 100
ore articolate nellarco
temporale di due mesi.
Le lezioni si svolgeran-
no nei giorni di Luned,
Mercoled e Venerd
dalle ore 15.30 alle ore
19.30.
Per quanto riguarda
gli aspiranti agenti e
rappresentanti di com-
mercio e gli aspiranti
agenti immobiliari i
corsi hanno la durata
di 80 ore articolate
nellarco temporale di
due mesi. Le lezioni si
svolgeranno nei giorni
di Marted e Gioved
dalle ore 15.30 alle ore
19.30.
Chi intendesse fre-
quentarli pu recarsi
presso la Confeser-
centi in Via Ticino n.
8 (Tel. 0931/22001) e
compilare la scheda di
iscrizione.
CULTURA 14 Sicilia 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA
Incontro di formazione per educatori,
docenti e genitori sul tema Bambini e lettura
Lobiettivo quello
di diffondere la
lettura ad alta voce
per i bambini da 0
a 6 anni, nel con-
vincimento che ci
contribuisca al be-
nessere e a una mi-
gliore qualit della
vita del bambino
La lettura riveste un
fondamentale ruolo
pedagogico e psico-
logico per la crescita
armonica del bam-
bino: at-traverso il
mondo fantastico si
affrontano la real-
t, le emozioni e le
paure: Gli Stati in-
coraggiano la produ-
zione e la diffusione
di libri per l'infanzia
(Convenzione sui
diritti del fanciullo
art.17 comma C).
Nasce da queste
basi il progetto Nati
per Leggere (NPL),
promosso a livello
nazionale dall'As-
sociazione culturale
Pediatri, dall'Asso-
ciazione italiana Bi-
blioteche e dal Cen-
tro per la Salute del
Bambino di Trieste,
al quale ha aderito
uffcialmente la Bi-
blioteca Comunale
G. Agnello di Ca-
nicattini Bagni, uni-
ca in tutta la provin-
cia di Siracusa, con
una delibera della
Giunta Municipale.
Lobiettivo quel-
lo di diffondere la
lettura ad alta voce
per i bambini da 0 a
6 anni, nel convinci-
mento che ci contri-
buisca al benessere e
a una migliore quali-
t della vita del bam-
bino. Un percorso su
cui da oltre un anno
impegnata la Biblio-
teca di Canicattini
sotto la guida della
Dirigente del 6 Set-
tore e Responsabile
dei Servizi Culturali,
la dottoressa Paola
Capp, con appun-
tamenti che vedono
protagonisti decine
di bambini canicat-
tinesi (e i loro geni-
tori), dallAsilo Nido
alla Scuola Materna,
grazie alla collabora-
zione con i Volon-ta-
ri della Lettura, gio-
vani adeguatamente
formati che leggono
ad alta voce le storie.
La stimolazione e il
senso di protezio-
ne che genera nel
bambino il sentirsi
accanto un adulto
che racconta storie
gi dal primo anno
di vita e condivide il
piacere del raccon-
to impareggiabile.
Il benefcio che il
bam-bino trae dalla
confrontarsi con il
linguaggio scritto
attraverso il quoti-
diano contatto con la
lettura mediato dai
loro genitori.
Un percorso ed una
esperienza che ha
portato alla sotto-
scrizione di un Pro-
tocollo dIntesa tra
la Biblioteca del Co-
mune di Canicattini
Bagni, in quanto re-
ferente provinciale,
con i Medici Pediatri
della provincia di Si-
racusa e della citt, e
Siracusa.
Nasce cos il Coor-
dinamento provin-
ciale di Nati per
Leggere, con sede
proprio nella Biblio-
teca Comu-nale di
Canicattini Bagni,
del quale fanno parte
Bibliotecari e Me-
dici Pediatri: Paola
Capp (referente per
le Biblioteche), Pino
Pennisi, e i pedia-
tri Maria Concetta
Zinna (referente per
i medici), Carmela
Zito, ed Enza Pappa-
veroso da parte
del l Ammi ni st r a-
zione comunale
ha detto il Sindaco
Paolo Amenta al
quale abbiamo subi-
to aderito, gi dallo
scorso anno, grazie
allimpegno della
Biblioteca Comuna-
le e ai giovani Vo-
lontari della Lettura
che sono riusciti a
ridare alla Bibliote-
ca quel ruolo sociale
che le consono. Le
Biblioteche, infatti,
non vanno viste solo
come un luogo depo-
sitario di conoscenza
e sapere, ma piuttosto
come luogo di incon-
tro, di rafforzamento
dei rapporti sociali, e
di confronto. Un luo-
go in cui i cittadini si
formano, anche in-
contrando la Cultura
e il Libro, strumenti
straordinari che ci
accompagnano nella
cresci-ta. Un percor-
so che senza dubbio
va iniziato, come
stato sperimentato,
sin da piccoli.
Il primo appunta-
mento formativo, ri-
servato ad Educatori,
Docenti e Genitori,
si svolto ieri nella
saletta dellAgenzia
di Sviluppo degli
Iblei (Gal Val dA-
napo) al 1 piano
del Palazzo Muni-
cipale, dopo i saluti
del sindaco Amenta
la parola passata
a Daniela Cugno -
Psicologa che ha di-
scusso su I benefci
della lettura ad alta
voce sullo sviluppo
neuropsicologico del
bambino - evidenze
scientifche; succes-
sivamente la dirigen-
te Liceo Scientifco,
Sez. Canicattini Ba-
gni, Giovanna Strano
si intrattenuta su Il
piacere di leggere, il
piacere di crescere,
dopo stata la volta
di Paola Capp - Re-
sponsabile Biblio-
teca G. Agnello-
Coordinatrice prov.
NPL con il tema Il
progetto NPL a Ca-
nicattini Bagni, in-
fne le conclusioni
sono state affdate a
Giovanna Rubera -
dirigente 1 Istituto
Comprensivo G.
Verga Canicattini
Bagni.
attraverso la Biblio-
teca G. Agnello, a
fnanziare, coordina-
re, gestire il proget-
to, e formare i Vo-
lontari della Lettura,
oltre che a mettere
a disposizione punti
lettura e materiale;
i Pediatri, dal can-
to loro, favoriranno
la realizzazione del
progetto allinterno
degli ambulatori
pediatrici, la diffu-
sione del progetto
anche attraverso la
distribuzione del ma-
supporto della Bi-
blioteca comunale
la realizzazione di
piccole biblioteche
NPL allinterno de-
gli ambulatori pe-
diatrici; le Scuole si
impegnano, per le
proprie competenze,
a favorire la realiz-
zazione del progetto
al loro interno e ad
incentivare i giovani
a diventare Volontari
e partecipare ai pre-
visti momenti for-
mativi.
Un impegno do-
lettura a voce alta,
operata in famiglia
in et prescolare,
documentato da
molti studi, favori-
sce il successo sco-
lastico in quanto i
bambini iniziano a
con le scuole cani-
cattinesi, il 1 Isti-
tuto Comprensivo
Giovanni Verga,
e la sezione stacca-
ta del Liceo Scien-
tifco della citt, il
Filippo Juvara di
lardo. Un impegno
comune, dunque, da
parte del Comune di
Canicattini Bagni,
dei Pediatri e delle
Scuole. Il Comu-
ne, per quanto lo ri-
guarda, si impegna,
teriale informativo
ai genitori e il dono
dei libri ai bambini,
che verranno forniti
dal Comune di Cani-
cattini Bagni attra-
verso la Biblioteca,
e cureranno con il
Nasce da queste basi il progetto Nati per Leggere (NPL), promosso
a livello nazionale dall'Associazione culturale Pediatri
In alto, palazzo comunale di Canicattini
Bagni; A fanco, una mamma che aiuta
la fglia a leggere un libro;
Sopra, un bambino prodigio che legge.
26 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Quando un gior-
no ai fgli dei no-
stri fgli qualcu-
no racconter che
il Siracusa, ad un
certo punto della
sua ormai quasi
centenaria storia,
girovagava per i
campetti di Ec-
cellenza anzich
calcare palcosce-
nici pi consoni
al suo lignaggio,
stenteranno a
crederci e pen-
seranno magari
ad una favola, ad
una di quelle fa-
vole che i nonni,
seduti accanto al
camino, raccon-
tano ai loro nipo-
tini nelle fredde
serate dinverno.
Anche perch,
se la vita, come
si dice, fatta a
scale, i colori az-
zurri dopo essere
scesi a profondi-
t abissali nelle
scala dei valori
calcistici, saranno
a quel punto si-
curamente risaliti
fno a quella se-
rie cadetta che li
ha visti indiscussi
protagonisti, se
non addirittura ol-
tre. E poi sognare
non costa niente,
e basta chiudere
gli occhi, per ri-
vederci sulle tri-
bune del Flami-
nio di Roma, del
Vomero di Napo-
li, del Marassi
di Genova, fno
ai campi nostra-
ni della Favorita,
del Cibali e del
Celeste ad inci-
tare i leoncelli,
come li battezz
un vecchio cro-
nista de Il Mat-
tino di Napoli
dopo un epico
pari coi parteno-
pei . Perch dun-
que non ritornare
ai fasti dun tem-
po ? Per il mo-
mento, intanto,
quel tapino dun
tifoso sognatore
che aprendo gli
occhi si ritrover,
chess, a Mister-
bianco o ad Adra-
no, a Scicli o
ad Aci SantAn-
tonio, pur ricor-
rendo alla prova
del pizzicotto,
volente o nolen-
te, dovr risve-
gliarsi e rendersi
conto che la real-
t per il momen-
to questa. Che
si pu chiamare
Rosolini o Mi-
lazzo, Igea Virtus
o Castelbuone-
se . O Viagrande
come questo po-
meriggio . E al-
lora bisogna fare
di necessit virt
e adeguarsi allat-
mosfera infuo-
cata dei terreni
di gioco dei lindi
paesini di questa
nostra assolata
Sicilia coi loro
disastrati e minu-
scoli Maracan.
Come, per lap-
punto, il Franco
Russo di Via-
grande, un civet-
tuolo stadio da
duemila posti,
con la sua tribu-
netta centrale, con
la sua bella pista
in asfalto per il
pattinaggio, ma
con un terreno di
gioco che defnire
infame poco e
con quel tifo in-
fernale e assor-
dante che sorreg-
ger la squadra
di Enzo Butt dal
primo allultimo
minuto . In questo
ribollente catino
il Siracusa si tuf-
fer fra qualche
ora per difendere
la sua posizione
dopo aver preso
confdenza con le
insidie del campo
in terra battuta,
completando la
preparazione, no-
vit delle novit,
al Nino Bottino
di Acicatena, an-
zich al De Simo-
ne.
La squadra di
Anastasi,che in
casa ha gi as-
sunto una sua
ben precisa fsio-
nomia ha oggi
loccasione buo-
na per collaudare
anche il modulo-
trasferta e lo far
presentando an-
cora una volta un
quattro-quattro-
due elastico che,
strada facendo,
pu trasformar-
si in una difesa
a cinque, con tre
uomini in mezzo,
due interditori e
un suggeritore
per le punte, spe-
cialmente se la
squadra riuscir a
non farsi sorpren-
dere e a passare
in vantaggio. No-
nostante i primi
freddi non saran-
no pochi coloro
che questo pome-
riggio, con la scu-
sa della gita fuori
porta, seguiranno
gli azzurri a Via-
grande . Per tutti
gli altri la speran-
za che lormai at-
tesa, tradizionale
e molto professio-
nale telecronaca
di Paolo Scat ci
porti dalle falde
dellEtna buone,
confortanti noti-
zie.
Armando Galea
Viagrande temibilissimo
ma per lattuale Siracusa
sognare non costa niente
Per anastasi loccasione buona per collaudare il nuovo
modulo-trasferta con strategie nuove che sfruttando il
turn-over possono preludere ad un prezioso successo
Albatro sorprendente
battuto il Benevento
UnAlbatro sorprendente torna alla vittoria
contro i campani del Benevento. Un match
condotta dai primi minuti e mai messo in di-
scussione. Una prova corale fatta di sacrifci
e determinazione, dove Vasquez e compagni
sono riusciti a vincere una gara caratterizza-
ta dalle tante assenze nelle fla dellAlbatro
ma, soprattutto, a quella decisione arbitrale
molto dubbia che ha costretto la compagine
aretusei a giocare per quasi tutta la gara sen-
za una pedina fondamentale come Dedovic
espulso al 11 del primo tempo per un fallo di
reazione. Afare la differenza in campo tra le
due squadre stata la difesa ben organizza-
ta da Conigliaro nella posizione di centrale
e, le ripartenze in velocit di Andrea Calvo,
sicuramente uno dei migliore in campo che,
Per lHolimpia di mister Sciacca ,
trasferta in Lazio per la seconda
giornata di campionato di serie B1
di volley femminile. Dopo la sconft-
ta interna contro il Cedat San Vito,
le aretusee proveranno a muovere
la classifca contro la De Gregrorio
volley Terracina reduce da una
pesante sconftta in terra siciliana
contro le catanesi della Messaggerie
Strano.
Compito importante per Dainotto
e compagne, per portare a casa la
vittoria, sar quello di riuscire a
trovare la giusta concentrazione e,
trovare, il "muro" che mancato
nella gara d' esordio al PalaAkradi-
na contro le pugliesi.
Salvatore Cavallaro
Volley, lHolimpia in trasferta
a caccia di punti per il morale
per loccasione, rivestiva in attacco il compi-
to di regista al posto dellinfortunato Mattia
Calvo. Generosa la prova dellitalo argentino
Brancaforte che, nonostante ancora in fase di
recupero riuscito a stare in campo per quasi
tutta la gara dando il proprio contributo per la
vittoria fnale. Nel fnale spazio alle secon-
de linee aretusee che hanno visto la prima
marcatura in serie Adel giovane Vinci . Pun-
teggio fnale 26-20.
SPORT PAGINA 16 26 OTTOBRE 2014, DOMENICA
Sicilia
Calcio a 5 A1/F, per le Formiche
trasferta diffcile in terra pugliese
Basile: Noi
giocheremo
per vincere.
Mi aspetto una
grande presta-
zione dalle
ragazze
la formazione pugliese dell'arcadia
si presenta come squadra ostica
Calcio,
per la S. Lucia
le parole
chiavi sono
Divertimento
ed entusiasmo
L'A.S.D. Santa Lu-
cia, che ha forma-
lizzato l'iscrizione
al campionato di
Terza Categoria di
calcio a 11, conti-
nua con gli allena-
menti in vista della
stagione che aprir
i battenti il 9 no-
vembre prossimo.
"Divertimento e
passione sono- ha
commentato Co-
ledi- i principi
fondamentali di
questa avventura,
bisogna costruire
un gruppo coeso e
valido in vista del
campionato che
possiamo defnire
ormai prossimo al
"fschio d'inizio".
Oltre al diverti-
mento, comun-
que giusto che ci
siano i presupposti
per crederci e fare
bene, anche perch
il nome della no-
stra societ, ovve-
ro "Santa Lucia",
indubbiamente
signifcativo e ca-
ratteristico per la
citt di Siracusa."
"C' grande entu-
siasmo-ha com-
mentatao il presi-
dente- per questa
nuova avventura
- dichiara - nata
per volont di un
gruppo di ragazzi
straordinariamente
motivati e spinti
unicamente dalla
voglia di giocare
a calcio, anche a
costo di autofnan-
ziarsi.
Questo testimonia
la grande "fame"
di sport che c' in
questa citt -prose-
gue il Presidente -
pur in un momento
di profonda crisi
economica ed in
assenza di un nu-
mero suffciente
di strutture idonee
alla pratica sporti-
va".
Trasferta insi-
diosa per Le For-
miche Siracusa,
impegnate nel
fne settimana sul
campo dellArca-
dia Bisceglie di
mister Ventura.
La formazione
pugliese naviga al
penultimo posto
in classifca nel
girone C di serie A
Femminile ma no-
nostante i numeri
si presenta come
squadra ostica da
battere, come di-
mostra il pareggio
ottenuto in casa,
due domeniche
fa, contro il Futsal
P5. Da parte loro
grande concen-
trazione ed affa-
tamento duran-
te lallenamento
settimanale per le
siracusane guidate
da Toti La Bianca.
Un successo,
quello di domeni-
ca scorsa contro il
Real Stigliano che
ha sicuramente ri-
sollevato gli animi
ma su cui lavorare
per meglio affron-
tare le prossime
sfde che attendo-
no la formazione
della presidente
Rita Basile. Noi
giochiamo per
vincere, - afferma
convinta la Basile
- il clima cari-
co e si lavorato
bene in questa set-
timana. Ci aspet-
tiamo una gran-
de prestazione".
L' appuntamento
con il fschio d'ini-
zio per le ore 16
al Paladolmen di
Bisceglie, arbitre-
ranno i sig.ri Pao-
lo Lapenta (Moli-
terno) e Francesco
Trafcante (Veno-
sa) Crono: Tom-
maso Impedovo
(Bari). Queste le
altre gare del gi-
rone C di serie
A1 femminile:
Rifettori indiriz-
zato sul Tensosta-
tico "Piazzolla"
di Margherita di
Savoia dove la Sa-
linis e il Salandra
si giocheranno il
ruolo di antagoni-
sta del Real Statte
(atteso dal testa-
coda di Potenza
con il Cus) e ve-
rosimilmente un
risultato impor-
tante in chiave-
Final Eight. L'Iron
Team Palermo,
saggiata la consi-
stenza della leader
tarantina, non tro-
ver certamente
vita facile con un
Rionero in spol-
vero dopo la meri-
tata vittoria con il
Futsal Melito, che
avr - dal suo can-
to - l'onore di ospi-
tare l'unico derby
calabrese rimasto
in calendario, al
quale guarda con
comprensibile f-
ducia lo Sporting
Locri per conti-
nuare la propria
risalita verso le
altre quote. Altro
derby, stavolta si-
ciliano, a Vittoria
dove si presenter
la Futsal P5.
In foto, la formazione
delle Formiche
Mountain bike, 2 primi
posti in Coppa Sicilia
tutti aretusei
Il Mountain Bike Club
Siracusa sugli allori per
i successi sportivi otte-
nuti nellultima stagione
agonistica 2014.
Il club siracusano ha
piazzato due suoi atleti
sul gradino pi alto delle
classifche fnali di Cop-
pa Sicilia della Federa-
zione Ciclistica italiana,
nella specialit Granfon-
do-Marathon. Si tratta
del nisseno Francesco
Augello per la categoria
Master 1. Gi campione
regionale nella categoria
Esordienti negli anni 1993
e 1994, ha ripreso latti-
vit agonistica negli ulti-
mi anni centrando subito
il successo, nonostante
linfortunio alla spalla di
inizio stagione; Laltro at-
leta Gianluca Lo Manto,
categoria Master 4; sira-
cusano, storico praticante
della disciplina gi dalla
fne degli anni novanta,
ritornato questanno alle
gare centrando anches-
so il bersaglio, con una
preparazione meticolosa
e ottima cura del mezzo
meccanico.