Sei sulla pagina 1di 3

MITOLOGIA CINESE

La mitologia cinese conosciuta grazie a testi risalenti alla dinastia Han. Risalenti a pi di duemila anni fa,
possono essere considerati in un certo senso recenti. Furono redatti da letterati che rivisitarono la mitologia
antica, tenendo conto delle loro concezioni filosofiche. In certi casi hanno associato le pi importanti divinit
a sovrani cinesi. Hanno anche associato molti di alle cinque direzioni i quattro punti cardinali e il centro!,
secondo una cosmologia ela"orata nella "assa antichit.
#ossiamo avere un$idea di cosa fosse la mitologia cinese originaria, comparandola con quella di altri popoli
dell$%stremo &riente. %stendendo il paragone a tutta l$%urasia, ci si pu' rendere conto che gran parte della
mitologia cinese di origine indo(europea. #ossiede infatti dei punti in comune con la mitologia germanica,
la mitologia greca e quella dei popoli slavi e scandinavi. )uesto dovuto alla remotissima invasione della
*ina da parte di un popolo indo(europeo, i +o,hariani, pi di tremila anni fa. I cinesi dell$antichit li
chiamavano i )uan(Rong, il termine Rong era applicato a tutti i "ar"ari occidentali.
-iti propriamente cinesi.modifica / modifica sorgente01ell$%stremo &riente e in &ceania, esisteva un
dualismo cosmologico che metteva in opposizione due principi, da una parte la luce, il 2ole e il fuoco,
dall$altra il "uio, la Luna e l$acqua. Il primo principio era generalmente rappresentato da un uccello. In *ina
era un corvo. L$3ccello un concetto emerso sotto la dinastia 2hang, la prima attestata dall$archeologia. Il
secondo principio era raffigurato da un serpente o un animale acquatico. La madre di 2hun, uno dei sovrani
mitici della *ina, era del clan del 2erpente, il padre del clan dell$3ccello. 2hun era dunque nato dall$unione
dei due principi. )uesto mito illustra il +otemismo dell$antica societ cinese, secondo cui ogni clan aveva un
animale ancestrale.
4ie era l$ancestrale degli 2hang e sua madre si chiamava 5iandi. 3n giorno, mentre ella si lavava in un lago
sulla *ollina &scura, un uccello nero pass' con un uovo multicolore nel "ecco. Lo lasci' cadere, 5iandi lo
prese e se lo mise in "occa, facendo nascere 4ie. 2i tratta di un$unione particolare di principi cosmici, in cui
da una parte c$ l$acqua del lago, dall$altra l$3ccello.
Il 2ole risiede su un al"ero, chiamato Fusang o 6ongsang. 2i alza regolarmente da quest$al"ero, di mattina,
per posarsi su un altro al"ero, a &vest. In origine c$erano dieci soli. 3n giorno sollevandosi tutti insieme,
portarono agli uomini un calore intollera"ile. 7ao, ne a""att8 nove con le sue frecce. 1ella maggior parte dei
testi invece 7i l$arciere che a""atte i soli, su richiesta di 7ao. )uesto mito la prova della correlazione tra
la mitologia cinese e quelle indo(europee, il mito infatti presente anche nella mitologia si"eriana e in quella
amerinda.
Miti di origine indo-europea
La creazione del mondo fu dovuta alla fine del gigante, #an gu. Il suo soffio divenne vento e nuvole, il suo
occhio destro il 2ole, il suo occhio sinistro la Luna, i suoi quattro arti i quattro angoli del mondo, il suo
sangue e il suo sudore il Fiume 9iallo e il Fiume :zzurro, ecc. #angu di tutta evidenza correlato al gigante
7mir della mitologia norrena o a #urusha della mitologia indiana. Il mito giunto in *ina tardivamente dal
+i"et, gi in contatto con la civilt to,hariana.
Il cielo
*i sono differenti concezioni del cielo, e certe analogie con la civilt dei 2er"i; ci sono nove cieli, separati da
porte sorvegliate da tigri e pantere e da uno dei guardiani di 2hangdi. La concezione ser"a del cielo
conosciuta in forma cristianizzata; <io ha chiuso ognuna delle sette porte del cielo e vi ha posizionato come
guardiano un angelo.
I Tre Augusti
:ll$inizio della loro storia, i *inesi, posizionano i +re :ugusti 2anhuang=udi!; Fu>i, 1?=a e 2hennong.
Fu>i oggi chiamato +aihao. Le leggende vogliono che a""ia insegnato la pesca e l$allevamento agli uomini.
:veva un ruolo di mediatore tra gli uomini e gli esseri divini. 2ua sorella e sposa era 1?=a, una dea della
fecondit; presiedeva ai matrimoni, come Fu>i, e alla nascita dei "am"ini. 2hennong era invece un dio
dell$agricoltura che aveva importanza anche nel commercio. 9li si attri"uisce anche la scoperta delle piante
medicinali.
Le pi "elle raffigurazioni di Fu>i e 1?=a sono collocate nelle tom"e della regione +ourfan, nell$%st della
*ina. 2ono datate dal I@ all$@III secolo d.*., epoca in cui la regione era to,hariana. Le due divinit hanno
code di serpente. Fu>i tiene una squadra, sim"olo del cielo maschile. 1?=a un compasso, sim"olo della
+erra, femminile. Inoltre, Fu>i e 1?=a sono accompagnati da due soli. In alcune tom"e degli Ittiti datate
intorno ai ABBB anni fa, si trovano raffigurazioni simili di due gemelli, maschio e femmina, accompagnati da
due soli. )uesti gemelli sono quelli che nei testi ittiti si identificano come dio del 2ole e del *ielo e dea del
2ole e della +erra.
3n paragone tra le dee 1?=a e :tena dimostra che sono praticamente identiche. %ntram"e dee della musica
e della fecondit :tena lo era in tempi arcaici!. La prima era inoltre qualificata come Imperatrice <ivina e
sposa di 7u il 9rande, fondatore della dinastia 4ia. :tena, le leggende vogliono fosse associata a qualche
sovrano. 1?=a era inoltre considerata 9rande 2aggia, come :tena era la dea della saggezza.
2econdo un famoso mito cinese, una figlia di 2hennong di nome 1?=a dove la silla"a =a rappresentata da
un ideogramma diverso! anneg' nel mare &rientale mentre passeggiava sulla riva. 2i trasform' in un uccello,
il Cing=ei, che somigliava a un corvo. 2econdo il 2huDi Ci, opera della dinastia +ang, si sare""e piuttosto
annegata in un fiume. In effetti si conosce una certa Fufei, il cui nome significa E2posa di Fu>iE e che
quindi identifica"ile con 1?=a, che si annegata in un fiume. 2i pu' quindi affermare che queste due 1?=a
sono identiche. 2econdo una leggenda greca raccontata da &vidio, una figlia del re passeggiava su una riva
quando il dio del -are cerc' di violentarla. Lei si trasform' in una cornacchia, uccello simile al corvo.
)uesta figlia del re era associata a :tena, la quale stata vittima di un tentativo di stupro commesso da
H8phaFstos, un dio marino. 2i pu' notare cosG la parentela dei miti cinesi e greci.
2i potre""e o"iettare che :tena non affatto la sorella(sposa di un dio simile a Fu>i, il quale non ha alcun
equivalente nella mitologia greca. *i' si spiega con il fatto che aveva carattere sacerdotale i testi cinesi gli
attri"uiscono l$invenzione del metodo di divinazione esposto nel I *hing! e che presso i 9reci non esisteva
alcuna classe di preti.
Huangdi
I letterati della *ina antica ricordavano Huangdi, lHImperatore 9iallo, come lHantenato mitico dei Rong(
*hien. I *inesi lHhanno adottato e hanno fatto di lui il successore dei +re :ugusti, considerandolo il
fondatore della loro civilt. :veva una residenza in cima al -onte 6unlun, una montagna da cui nascevano
quattro fiumi, ma si comportava come un nomade. 2i spostava con un carro e il suo vero nome, 4uanDuan,
significava I"arellaJ. 9li si attri"uiscono talvolta quattro teste. <i grande intelligenza, sapeva parlare pochi
giorni dopo la nascita, ed era magico e divino. 3no dei suoi ministri avre""e inventato la scrittura. %ra un
guerriero, che apprese Il$uso dello scudo e della lanciaJ, secondo lo storico 2ima )ian. 2apeva anche domare
le "estie selvagge. I *inesi gli hanno associato due fratelli, 2hentu e 7ulei, che uccidevano i demoni.
Huangdi condusse una lotta molto dura contro *hiDou, presentato come un figlio, un nipote o un ministro di
2hennong. %ra un forgiatore e un esperto nella fa""ricazione delle armi, che d$altronde avre""e inventato lui
stesso. K stato venerato come dio della 9uerra. Huangdi utilizz' contro *hiDou un esercito di animali
selvaggi. LHepisodio pi famoso della "attaglia quello durante il quale *hiDou cre' una ne""ia fitta. Il
#rincipe del @ento, spesso associato a Huangdi, fa""ric' una statua montata su un carro che indicava sempre
il sud con il suo "raccio destroL ci' permise alle truppe di Huangdi di orientarsi in quella ne""ia. In seguito,
*hiDou provoc' un uragano, con dei venti violenti e piogge torrenziali. Huangdi fece venire sua figlia Ma,
che portava siccit. LHuragano fu sconfitto, ma Ma non pot8 pi ritornare in cielo; suo padre la esili' nei
territori del nord, che lei trasform' in deserto. I testi cinesi situano frequentemente questa "attaglia in un
luogo chiamato #anquan, la E2orgente del +alusE.
2econdo il 9uizang, un$opera antica conosciuta soltanto attraverso delle citazioni, *hiDou si attacc' al
6ongsang per impedire al sole di sorgere, lasciando la terra in un$oscurit eterna.
Il mito del com"attimento tra Huangdi e *hiDou trova anche un equivalente presso gli 2lavi dei Malcani.
)uesti ultimi raccontavano che il dio del tuono doveva affrontare ogni mattino una creatura a forma di drago
o serpente, che voleva catturare il sole per far cadere il mondo nelle tene"re. )uesta creatura creava delle
ne""ie fitte e delle tempeste distruttive. 2i tratta sicuramente del mito pi importante per i +o,hariani, che
erano legati alla loro venerazione per il sol levante. La menzione del 6ongsang si spiega con la trasposizione
cinese di questo mito, poich8 per gli Indoeuropei il sole sorgeva dal mare che circondava la terra e non da un
al"ero.
2iccome il com"attimento tra Huangdi e *hiDou spesso situato vicino ad una sorgente, pu' essere
paragonato all$uccisione del serpente #itone, che custodiva una fonte vicino a <elfi, per mano di :pollo.
3n$analisi pi approfondita di Huangdi e :pollo rivela che queste due divinit erano simili. 2i pu'
paragonare Huangdi al dio LNg dei *elti o al dio Ootan dei 9ermani. 1ella mitologia indiana, Indra il
vincitore di un serpente che cercava di trattenere il sole o le acque.
4i=angmu
3n$altra divinit, 4i=angmu, la Regina(-adre dH&ccidente, sempre stata associata ai territori occidentali,
dove vivevano i +o,hariani. %ra una dea della fecondit, con un$intensa attivit sessuale. %ra la guardiana dei
frutti dellHimmortalit. Regnava anche sui destini umani e sullHoccidente, che era considerata la terra dei
morti, e poteva scatenare epidemie. La si pu' paragonare alla dea tedesca FriCa o alla scandinava FreDCa.
+utte erano pro"a"ilmente personificazioni della +erra. 2em"ra anche che sia stata una forma di 1?=a, altra
dea della fecondit, che corrispondeva alla dea E2ole della +erraE degli Ittiti. %ntram"e avevano dei legami
con i serpentiL 4i=angmu, come 1?=a, aveva una relazione con gli strumenti musicali a fiato.
7i l$arciere
La somiglianza di 7i lHarciere e dell$eroe greco %racle stata osservata da molto tempo. 2ono entram"i eroi
solitari e cacciatori di mostri. *ome %racle, 7i ha affrontato un certo numero di IfaticheJ. *ome 7i, %racle
era un arciere. 1on volendo scendere sotto terra dopo la sua morte, 7i si rec' presso la Regina(-adre
dH&ccidente e ottenne da lei delle pillole dHimmortalit, ma la sua sposa *hangHe gliele ru"'. 2imilmente,
%racle arriv' a ru"are le mele dell$immortalit, che erano propriet della dea %ra, ma le restituG per ordine di
:tena. )uesti due eroi, che avre""ero potuto evitare la morte, e""ero una fine tragica. 2econdo alcuni testi
cinesi, 7i fu assassinato dalla sua sposa Fufei citata sopra, che sare""e quindi equivalente a *hang$e! e da
Han Phuo, l$amante di lei. :llo stesso modo, %racle fu ucciso dalla sua sposa <eianira e dal *entauro 1esso,
che aveva cercato di violentarla.
LHimmortalit stato un concetto essenziale della religione dei 9reci e dei +ocari. <a &mero, i termini
IimmortaleJ e IdioJ sono sinonimi. 3gualmente, il termine to,hariano per gli dei, QR,te, significava
pro"a"ilmente IimmortaleJ.
K importante anche notare che le IfaticheJ di 7i sono conseguenti alla lotta di Huangdi contro *hiDou. *osG,
7i ha ucciso il 9rande 2erpente divoratore di stelle, mentre Huangdi ha vinto *hiDou, che cercava di
impedire al sole di salire in cielo. K cosG dunque che 7i diventato re durante una spedizione nel "acino del
+arim e che Huangdi era la versione divina del re. )uesto stesso parallelismo esiste nella mitologia greca;
cosG come il dio :pollo ha ucciso il serpente #itone vicino ad una sorgente, il re *admo ha ucciso un
serpente che custodiva una sorgente nel sito di +e"e. :pollo era spesso chiamato EsovranoE, il che non
accadeva per suo padre Peus.