Sei sulla pagina 1di 2

I NIBELUNGHI

Autore: ignoto.
Lingua originale: tedesco
Data di uscita: verso il 1200
Genere: poema epico
Epoca storica: 473, corte di Worms, regno dei Burgundi.
LA TRAMA
I Nibelunghi sono un popolo di nani, che custodivano un favoloso tesoro. Uno di
loro, Alberico, anche in possesso di un cappuccio che rende invisibili. La loro
sorte segnata quando Sigfrido, mitico eroe dell'antica Germania, li affronta in
guerra. Sigfrido un principe, figlio del re di una prospera citt chiamata Xanten.
Oltre ad impadronirsi del tesoro e del cappuccio fatato, ha compiuto altre stra
ordinarie imprese. Lottando contro il drago, e dopo averlo ucciso a colpi di spa
da, si bagnato con il suo sangue diventando invulnerabile. Come Achille nel poem
a di Omero, egli ha per un punto debole. Dopo la lotta con la belva, una foglia d
i tiglio si posata dietro una sua spalla, e il sangue non l'ha ricoperta. E' un
segreto che nessuno conosce.
Il giovane principe ha sentito parlare di una bellissima nobile di nome Crimilde
, sorella del re burgundo Gunther. Va a Worms, sulle rive del Reno, e annuncia d
i portare battaglia: sfida tutti i guerrieri e minaccia di prendersi tutto, terr
e e castelli. Gunther per lo rabbonisce. I due diventano amici e Sigfrido accompa
gna Gunther nel reame di Brunilde, formidabile donna che nessun uomo mai riuscit
o a sconfiggere. La regina accoglie amabilmente i visitatori, non si scompone al
la notizia che il sovrano burgundo la chiede in sposa. Tanti altri l'hanno fatto
, uscendone distrutti. Se Gunther perder nel duello, non sapr scagliare pi lontano
un enorme masso, non far un salto pi lungo, verr messo a morte insieme alla sua sco
rta.
Gunther non avrebbe speranza alcuna se Sigfrido, invisibile grazie al cappuccio
del nano Alberico, non lo aiutasse. Con grande suo stupore, Brunilde viene sconf
itta. Deve sposare il burgundo, e con lui va a Worms dove, finalmente, anche Sig
frido pu riunirsi a Crimilde. Per una decina d'anni le due coppie vivono felici n
el loro regno: ma il destino incombe.
Al fianco di re Gunther c' sempre stato Hagen, fiero e indomabile soldato che odi
a Sigfrido. Con un inganno si fa rivelare da Crimilde il punto in cui l'eroe pu e
ssere colpito e, dopo una battuta di caccia, lo uccide con un colpo di lancia al
dorso. Un altro tranello gli consente poi di farsi consegnare dall'ingenua regi
na l'oro dei Nibelunghi, che nasconde sotto le acque del Reno. Ma Crimilde medit
a la vendetta. Accetta l'offerta di matrimonio del re unno Attila e invita tanto
Gunther quanto Hagen. Sebbene tutti i presagi siano nefasti, i due partono. Dop
o cruenti scontri, nei quali muoiono centinaia di guerrieri, Crimilde riesce a c
atturarli. Tronca la testa al fratello, impone ad Hagen di rivelare il nascondig
lio del tesoro. Al rifiuto decapita anche lui, ma viene a sua volta uccisa da un
vassallo. La grande tragedia tedesca si conclusa.
I PROTAGONISTI
Sigfrido
Sigfrido ha tutte le virt di un re guerriero, ma anche, ai nostri occhi moderni,
imperdonabili difetti. Alla grandezza d'animo accompagna infatti una innegabile
arroganza. Vuole essere primo in tutto, e lo : ma poich convinto che nessuno possa
ucciderlo, sa anche di non correre rischi. Ovvio comunque che nel grande libro
dei Nibelunghi, ambientato in una Germania di fantasia, i valori siano quelli co
munemente accettati nell'epoca medievale. Tutti sfidano tutti, il migliore quell
o che stermina i nemici. E se qualcuno sa esercitare il perdono, alla fine, impl
acabile, si impone la vendetta.

Crimilde
E' una natura sdoppiata, tutta dolcezza in giovent, mentre la morte di Sigfrido l
a trasforma in una donna pronta a qualunque crudelt. Se dal fratello Gunther e da
Hagen ha subito inganni, li ricambia allo stesso modo. E' anche pronta a mandar
e i suoi a morire, fuggendo tuttavia quando lei a trovarsi in pericolo. Anche qu
esto un segno del suo tempo: la regina ordina, i sudditi eseguono senza discuter
e.
Hagen
Come Gano di Maganza, che fa uccidere il paladino Orlando, anche Hagen impersona
il tradimento. E' vero per che questo forte guerriero si batte per le fortune de
l suo re contro quello che considera un estraneo. Malvagio, astuto, pieno di ris
orse, Hagen non trema quando capisce che il destino gli avverso. Muore impavido
sotto la spada di Crimilde, rifiutandosi di rivelarle il nascondiglio del tesoro
, che rimarr sepolto per sempre sul fondo del Reno.
Brunilde
Anche questa regina nordica, sebbene in modo diverso, rosa dall'invidia e dal ra
ncore. Credeva che Sigfrido fosse un semplice scudiero del re burgundo, e quando
Gunther gli concede in moglie la sorella si sente umiliata. E' colta poi da fur
ore quando, al termine di una lite. Crimilde le spiattella che stato Sigfrido a
batteria. Di tutto ci Brunilde si lamenta amaramente con Gunther: ed a questo pun
to che comincia a maturare la manovra di Hagen.