Sei sulla pagina 1di 3

1: LU IGI XI I

Luigi XII, chiamato il Padre del Popolo, fu re di Francia dal 1498 al 1515.
Nacque nel 1462 in Francia. Era figlio di Carlo d'Orleans e Maria di
Clèves. Successe il padre come duca d'Orleans nel 1465. Durante la
minore età di Carlo VIII scoppiò la guerra folle (1485-1488) e in seguito
venne fatto prigioniero a Saint-Aubin-du-Cormier nel 1488 , e liberato nel
1491 . Si dedicò alla causa realista e con Carlo VIII partecipò alla
spedizione in Italia del 1494. Rifacendosi ai diritti ereditati dalla nonna
Valentina Visconti, intraprese la spedizione del 1500 in Italia. Preceduta
da un abile gioco diplomatico che gli aveva procurato l'aiuto di Venezia,
degli Svizzeri e del papa (al cui figlio, Cesare Borgia, aveva concesso il
Ducato di Valentinois e la mano di Carlotta d'Albret), la spedizione
terminò nel 1500 con la conquista del Ducato di Milano. Meno fortunata
fu la conquista di Napoli, preparata dal Trattato di Granada , che
prevedeva una spartizione delle conquiste tra Francia e Spagna;
inizialmente l'impresa fu, anche questa volta, un successo quasi
immediato. Nell' estate del 1501 Napoli venne conquistata, ma
sopravvenuto il disaccordo tra gli alleati e la conseguente guerra tra
Francia e Spagna, la spedizione finì male per i Francesi . Dopo quasi due
anni di resistenza essi furono sconfitti presso il Garigliano, 1503, e il
Trattato di Lione, emanato nel 1504, sancì il loro insuccesso. Qualche
anno dopo la Lega di Cambrai , i Francesi tornarono nuovamente in Italia,
dove Venezia subì una dura sconfitta ad Agnadello . A ciò seguì una
nuova politica di Giulio II. Alla serie di alleanze concluse in funzione
antifrancese Luigi oppose il Conciliabolo di Pisa e tentò di far deporre il
papa che gli oppose la Lega Santa , vera coalizione antifrancese. I
Francesi, guidati da Gastone di Foix-Nemours, sconfissero gli Spagnoli a
Ravenna nel 1512 , ma in Lombardia , furono costretti a ritirarsi a causa
degli svizzeri; nuove sconfitte a Novara nella battaglia dell'Ariotta ,
contro gli Svizzeri, e a Guinegatte , contro gli Inglesi, li costrinsero ad
arrendersi. Luigi dovette eliminare la presenza francese dall'Italia e solo
grazie ad abili negoziati preservò l'integrità del regno. Morì il 1 gennaio
1515 a Parigi.
Gi
anluca Palla

2: francesco I

Francesco I è nato a Cognac ,fu re di Francia dal 1515 alla sua morte.
Francesco I era il figlio di Carlo di Valois e di Luisa di Savoia, la quale, rimasta
vedova, dovette provvedere all'educazione dei figli e si avvalse dell'aiuto del
suo confessore,Cristoforo Numai da Forlì. Ciò, spiega l'interesse che Francesco
dimostrò, anche da re, per le questioni religiose. Nel 1514 sposò Claudia di
Francia, figlia del re Luigi XII e duchessa di Bretagna. Dato che Luigi non lasciò
eredi maschi e che la lex salica rimaneva l'unico documento giuridico che
regolasse le questioni di discendenza, negando alle donne la possibilità di
salire al trono, alla morte di Luigi, avvenuta nel 1515, Francesco , gli
succedette nella reggenza di Francia. Nella corsa al potere del Sacro Romano
Impero perse l'elezione alla carica imperiale in favore di Carlo
d'Asburgo.Francesco combattè diverse batttaglie tra le quali quella di
Melegnano ,dove a capo di un esercito di francesi e veneziani si scontrò con
l'esercito svizzero,sconfiggendolo nel 1515. In una seconda battaglia, a Pavia
,si risolse in un disastro per i francesi : la cavalleria francese, con il re in testa,
fu spazzata via dagli spagnoli e l'esercito fu messo in rotta; Francesco I fu
imprigionato per tre mesi a Pizzighettone prima di essere portato in Spagna.
Francesco I rimase detenuto a Madrid per un anno in seguito fu liberato dietro
versamento di un riscatto e obbligato a firmare un accordo che prevedeva la
cessione di alcuni stati.dopo ben quattro conflitti contro l'impero, Francesco
morì nel castello di Rambouillet e fu sepolto con la prima moglie nella basilica
di Saint-Denis.
Gianluca
Palla