Sei sulla pagina 1di 1

3: Enrico II

Enrico II nato il 31 marzo 1519 a Saint-Germain fu re


di Francia dal 1547 al 1559. Era il secondogenito di
Francesco I e Claudia di Francia . Divenne l'erede al
trono dopo la morte del fratello Francesco. La sua
politica fu fortemente influenzata dalla sua amante Diana
di Poitiers , e dal duca Anne di Montmorency. Durante il
suo regno, Enrico continuò la guerra intrapresa dal padre
contro l'imperatore Carlo V; nel 1552 aggiunse alla
Francia i vescovati di Metz, Toul e Verdun e nello stesso
anno strappò agli spagnoli il Piemonte e la Savoia. Nel
1549 aveva annesso anche il Marchesato di Salluzo,
dopo la caduta del marchese Gabriele. Nel 1557, nella
guerra contro l'inghilterra, riuscì a riconquistare Calais e
Guines, gli ultimi possedimenti inglesi nella Francia. Sul
fronte spagnolo, la guerra conobbe una battuta d'arresto
quando Filippo II di Spagna inflisse alla Francia la
clamorosa sconfitta di San Quintino del 1557. La pace
venne ristabilita con il trattato di Cateau-Cambresis, con
cui Enrico rinunciò ai suoi possedimenti in Italia. Negli
ultimi anni di regno, Enrico, fervente cattolico, cominciò
la persecuzione religiosa degli ugonotti. Il 28 ottobre
1533 sposò Caterina de Medici dalla quale ebbe
Francesco, suo primo successore sul trono di Francia
,con il nome di Francesco II .Il suo secondo figlio fu
Carlo Massimiliano, futuro re di Francia con il nome di
Carlo IX alla morte del fratello Francesco. Inseguito
ebbe Enrico, sucessivo re di Francia, con il nome di
Enrico III ,alla morte del fratello Carlo Massimiliano.
Enrico durante i festeggiamenti del 1 Luglio , in seguito
alle firme del trattato di pace di Cateau-Cambresis ,morì
in seguito ad una ferita accidentale da parte di uno
spezzone di lancia di Gabriele Idi Lorges.