Sei sulla pagina 1di 9

CORPORATE SOCIAL PERFOMANCE

I dilemmi etici nelle decisioni aziendali

Lezione 2 - La Corporate Social Performance

Obiettivo della lezione


Approfondire il concetto ed i principali modelli di CSP (Corporate Social
Performance)

- L’esigenza di modificare il concetto di performance a livello di sistema e


di impresa
- Il concetto di CSP
- I modelli di CSP
- La relazione tra CSP e CFP (Corporate Financial Performance)
- Stakeholder management e CSP
La performance in una prospettiva allargata

Insoddisfazione dei modelli tradizionali


- a livello dei sistemi economici (dal PIL al benessere, alla
sostenibilità ed alla felicità)
- a livello di impresa (sostenibilità e responsabilità sociale)

Una condizione necessaria per l’eccellenza è la continua


cooperazione dei molteplici stakeholder dell’impresa.

Il valore economico, pertanto, non può esaurire da solo la


rappresentazione della natura della performance aziendale, che
deve essere allargata a componenti sociali, seguendo l’approccio
proposto dalla teoria degli stakeholder, nella visione strumentale
(Donaldson, Preston, 1995).
la Stakeholder
La Corporate Theory
Social Performance

Il concetto di CSP

Alcuni studiosi focalizzano l’attenzione sul binomio comportamento-


risultato, ed in particolare si pongono la questione di come
coniugare gli interessi dei vari stakeholder con le esigenze
dell’impresa, andando ad analizzare il processo e i metodi con cui
sono risolti i conflitti etici all’interno delle imprese (Jones, 1980;
Wartick e Cochran, 1985; Wood, 1991).

Altri studi si concentrano sul problema della definizione della


performance e sulla misurabilità (Drucker, 1984; Griffin e Mahon,
1997).
la Stakeholder
La Corporate Theory
Social Performance
la Stakeholder
La Corporate Social Theory
Performance: Carroll
La Corporate la Stakeholder
Social Theory
Performance: Sethi

Sethi (1979) individua tre dimensioni della CSP che identifica con
i diversi modelli di comportamento che l’impresa assume per
rispondere ai bisogni della collettività al fine di legittimare la
propria esistenza:
la social obligation (il dovere sociale) comportamento dell’azienda
come risposta alle forze di mercato e agli obblighi legali. I criteri di
comportamento sono legati a fattori economici ed al sistema dei vincoli di
legge; la prospettiva è quella degli azionisti.
la social responsibility (la responsabilità sociale) stadio del
comportamento organizzativo che, in modo prescrittivo, implica di
rispettare “le norme sociali, i valori e le aspettative di performance
prevalenti” ancora prima che siano state codificate in norme di legge.
la social responsiveness (la rispondenza sociale) modello più evoluto:
comportamento che sia in grado di anticipare i bisogni sociali e prevenire le
conseguenze di comportamenti, in modo anticipatorio e preventivo. In
questo stadio i criteri di valutazione e supporto alle decisioni non sono solo
quelli prettamente economici.
la Stakeholder
La Corporate Social Performance: Wartiick eTheory
Cochran
la Stakeholder
La Corporate Social Theory
Performance: Wood
la Stakeholder
La Theory
relazione tra CSP e CFP

Centinaia sono gli studi empirici pubblicati che hanno cercato in


qualche modo di testare la relazione tra diversi tipi di CSP e CFP
(Margolis, Walsh, 2003), misurando se ed in che misura la
performance sociale abbia o meno un impatto positivo su quella
finanziaria.

Come richiamato da Barnett e Salomon (2012), alcuni hanno


riscontrato una relazione negativa (Vance, 1975; Wright e Ferris,
1997), altri hanno evidenziato l’assenza di relazioni significative
(McWilliams e Siegel, 2000; Patten, 1991), altri ancora una
relazione positiva (Orlitzky, Schimdt e Rynes, 2003).