Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 5 luglio 2012


anno XLV (nuova serie)

numero 26 euro 1,20

26
9 Cesena
Contro i furti i cittadini abbiano pi attenzione
colloquio coADiego Polio,con mandante dei Carabinieri

Diocesi
Terremoto in Emilia. La risposta di enti e associazioni
moltiplicano iniSiziative di raccolta fondi a favore dei cugini emiliani

Diocesi
Da luned 9 giugno la Settimana Biblica in seminario
su Il Vangelo R iflessionedideiGiovanni, il Vangelo Segni, tutte le mattine

Chiesa
Papa Benedetto andr al santuario di Loreto
Pontefice rinnoottobre il Ilver il 4viaggio di famoso Giovanni XXIII

13

EDITORIALE La dura legge della realt


di Francesco Zanotti
bbiamo vissuto un sogno. Adesso ci siamo risvegliati. Queste parole sono del presidente del Consiglio, Mario Monti. Le ha pronunciate appena nita la nalissima degli Europei di calcio, disputata domenica scorsa. Tantissimi hanno creduto alla vittoria, svanita solo allultimo ostacolo, davanti a un avversario troppo forte per i giocatori Azzurri. In questo ultimo periodo si sono sprecati i paragoni fra le vicende sportive e quelle legate al vertice fra i capi di Stato e di Governo del 28 e 29 giugno a Bruxelles. La scontta della Germania ad opera della nostra Nazionale ha fatto sperare nella ne della crisi. Subito si pensato che dopo aver visto a capo chino i bianchi di Loew sarebbe crollato anche lo spread fra i nostri titoli e i Bund. La realt, invece, rimane quella che , come ha indicato con immenso realismo il professor Monti. Non si sa quanto ancora sar lunga la crisi che si dovr attraversare. I numeri sono implacabili: la disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli impressionanti (oltre il 36 per cento) e da ogni parte si continua a parlare di tagli agli statali. Dietro al termine orribile di spending review ci sono solo strategie per realizzare risparmi. Le risorse mancano e occorrono interventi equi per realizzare ogni risparmio possibile. Tornano alla ribalta gli aumenti dellIva e le decurtazioni ai singoli ministeri. Insomma, la cura dimagrante non affatto nita. Anzi, sembra solo allinizio. Eppure, la conclusione del vertice svoltosi in Belgio aveva fatto comprendere unaltra realt. Forse si trattato dello stesso sogno fatto balenare da Pirlo e soci. Non stato sufciente mettere in atto qualche buona azione di risanamento. Occorre un lavoro di pi lungo respiro, proprio come serve alla Nazionale, avviata sulla buona strada, ma non ancora in grado di competere con i superlativi spagnoli, una sorta di Bund del pallone. Certo, la considerazione italiana sul piano internazionale cresciuta moltissimo nel giro di pochi mesi. Dobbiamo continuare a meritarci il credito acquisito con ottime promesse di un lavoro costante e di sacricio, quello per il quale si speso in prima persona il presidente del Consiglio. Sprechi e inefcienze vanno messi al bando, razionalizzando enti inutili e province, a cominciare dalla costituzione di una provincia unica per la Romagna. Il Paese Italia deve tornare a crescere e lo deve fare liberando risorse, per rimettere in circolo leconomia. La realt non va nascosta, ma affrontata ad occhi aperti. Continuare a sognare potrebbe portarci solo altre delusioni.

Le parrocchie della Riviera, luoghi molto frequentati. Anche per ritrovare se stessi

Un mare di proposte

La spiaggia di Cesenatico (foto Mauro Armuzzi)

Lestate non tempo di dispersione. O, per lo meno, non lo per chi desidera impegnarsi. I parroci della Riviera - San Giacomo, Boschetto e Gatteo Mare - segnalano che durante le vacanze sono migliaia i turisti che cercano, e partecipano, alla messa e ai sacramenti. Nelle parrocchie i sacerdoti aumentano il numero delle celebrazioni per far fronte alle tante richieste dei villeggianti. In calendario proposte per tutti, come la tradizionale festa del patrono a San Giacomo (25 luglio) e la processione in mare in occasione dellAssunta. A Valverde, il 12 agosto, si terr la dedicazione della chiesa alla presenza del vescovo Douglas. Anche a Gatteo Mare sono tanti i turisti in cerca di Dio. Primo piano alle pagg. 4 e 5

Cesena 12 Ateneo bolognese: premiati i migliori studenti Cesenatico 15 Fra tre mesi pronte nuove barriere di protezione

Cesena 14 Da Amico Sole pannelli fotovoltaici in Uganda Lettere 23 Al passo con gli ultimi. Scrive il sindaco Lucchi

Opinioni

Gioved 5 luglio 2012

Giovani e lavoro: la speranza tradita dietro i dati presentati dallIstat L


Istat notifica nella sua rilevazione mensile di maggio 2012 che la disoccupazione giovanile arriva al 36,2 per cento. Un tasso di disoccupazione a trenta giorni cos alto, tra i quindici-ventiquattrenni, non si era mai visto. Gi gli esperti commentano della carenza formativa soprattutto nellincapacit di connettere sistema distruzione e sistema aziendale, una peculiarit italiana. Altri parleranno di scarsa accessibilit del lavoro. Altri di scarsa disponibilit dei giovani a impegnarsi. Forse ognuna delle dichiarazioni svela un tratto di realt. Elsa Fornero, ministro del Lavoro, stata criticata perch, poco tempo fa, dichiarava che il lavoro non un diritto, si deve guadagnare, sudando. Laffermazione sar anche stata fuori dalla cornice dei principi costituzionali, forse (a me hanno insegnato a inserire uninformazione nel contesto per comprenderla). Sicuramente anche qui c un tratto che coglie la realt, molto pi scomodo degli altri; cos da diventare pi scandaloso degli altri. LItalia non garantisce un lavoro. Sono troppi i cittadini a spasso. E sono troppi i cittadini che non hanno un lavoro dignitoso. Non si tratta di discutere sui contratti, che sono essenziali, ma sulle opportunit che un sistema concede. Queste opportunit sono estremamente povere, soprattutto per i giovani. Non corretto nascondersi dietro le analisi statistiche, che parlano di precari, di scoraggiati, di inoccupati. Conosco ragazzi che studiano di giorno e cercano di guadagnare qualcosa di notte, o viceversa, con lavoretti provvisori, rimediati, senza futuro e molto spesso senza contratto. Sono stanco di sentire generalizzazioni sulla generazione di sfaticati o di mammoni. vero, esistono e saranno pure una percentuale rilevante. Tuttavia, sono sempre meno di quelli che studiano, di quelli che lavorano o almeno ci provano e di quelli che cercano unoccupazione. Sono questi che fanno la storia di un Paese. Vorrei vedere negli occhi di quei giovani che ogni giorno faticano, due volte quanto faticavo io alla loro et, la speranza di un futuro migliore. Invece vedo in loro solo stanchezza e forse qualche volta indignazione, perch con il proprio guadagno non si acquista nemmeno autonomia nelle spese. Noi non riusciamo a garantire questa speranza. Se il lavoro fosse un diritto, i giovani potrebbero iniziare a immaginarci sopra un percorso di vita personale, valutare concretamente le proprie aspirazioni e i propri desideri. Abbiamo legato il lavoro al posto fisso, ma non riusciamo pi a legare il posto allutilit, che non significa solamente profitto, ma anche crescita della societ e delle persone che ne fanno parte. Se il lavoro fosse un diritto, dovrebbe giustificarsi nella sua capacit di operare per il bene comune oltre che per il sostentamento privato. Invece siamo fermi a lavori sterili. Allora, se non troviamo senso al nostro lavoro, il lavoro perde la sua potenzialit di diritto. Andrea Casavecchia
NON SI TRATTA DI DISCUTERE SUI CONTRATTI, CHE SONO ESSENZIALI, MA SULLE OPPORTUNIT CHE UN SISTEMA CONCEDE (FOTO SIR)

Si va definendo un ruolo pi incisivo nei nuovi equilibri politici ed economici mondiali

Unione Europea, la seconda stagione


uone notizie dunque sembrano finalmente arrivate dal consiglio europeo che ha chiuso il primo semestre 2012. Sotto la spinta di una emergenza ormai strutturale, si sono cominciate a prendere delle decisioni che dovrebbero portare a coordinare e mettere in sicurezza le politiche in Eurolandia a proposito del sistema bancario e del debito pubblico. Che tuttavia il risultato del Consiglio possa essere suscettibile di diverse letture dimostra da un lato il grande entusiasmo nelle dichiarazioni pubbliche in Italia, con largo riferimento alla metafora calcistica,

La Vignetta

dallaltro le non piccole polemiche e tensioni in Germania, ove una fetta consistente dellopinione pubblica ritiene di non dovere pagare per lallegria latina. In realt i dettagli applicativi delle decisioni dei capi di stato e di governo, che sono fondamentali, saranno messi a punto nei prossimi giorni: quel che conta era un messaggio politico. E questo sembra arrivato. Ma non pu bastare, non tanto sul piano economico-finanziario, quanto proprio su quello politico. LUnione insomma sta entrando in una nuova fase, di cui possiamo cominciare a intravedere i contorni, o piuttosto le sfide. Finita la stagione pre-muro, finita quella dellallargamento quantitativo, finita la prima fase, ottimistica e un po spensierata, dellEuro, siamo ora alla necessit di disegnare politiche concrete di integrazione e di controllo: la seconda stagione dellEuro, quella che presuppone un di pi di politica, dunque di leadership e di visione, come si dice sempre pi spesso, segno che appunto di disegni lungimiranti e responsabili si avverte la mancanza. Daltro canto proprio la partita della moneta unica che diventa anche uno dei modi perch lEuropa possa giocare un ruolo nei nuovi equilibri mondiali. I mercati daltra parte, come si dice con unaltra espressione sintetica ed equivoca, quasi si potessero materializzare nel loro potere indeterminato, hanno bisogno di una valida interlocuzione politica. In questo senso sembra che i segnali siano positivi. Ma bisogna corroborarli. Allora fondamentale continuare a lavorare sulla direttrice stati-Unione. Il ruolo sempre pi stringente dellUnione e, per quanto riguarda in particolare eurolandia della Banca centrale europea deve essere accompagnato da una sempre maggiore responsabilizzazione dei singoli Stati, e dunque delle loro leadership, o, come si dice con unespressione tutta italiana, delle loro classi dirigenti. Gli Stati sono ancora necessari, ma devono funzionare bene, devono sapere svolgere una funzione virtuosa di incentivo positivo. Tanto nelle politiche di rigore, che in quelle, che il consiglio europeo di giugno sembra avere finalmente inaugurato, di crescita e di sviluppo. Qualcosa si sta vedendo, sulla spinta e di fronte allurgere delle emergenze. Ma c veramente molto, molto da fare, anche qui, in Italia. In questi giorni si molto calcata la metafora sportiva, tra Bruxelles e Polonia / Ucraina. Un segno dei tempi nuovi che, accanto alle bandiere italiane, qualche venditore comincia a proporre anche quelle europee: averle svontalate insieme davanti ai maxi schermi, con un solo gesto pu aver detto tanto, a tutti. Francesco Bonini

Gioved 5 luglio 2012

Primo piano

A Villamarina sono in corso i lavori di restauro allinterno della chiesa parrocchiale

Gatteo Mare, tanta gente alle celebrazioni eucaristiche


Unestate di lavori e di messe. Cos, calcando un po la mano, si pu definire il periodo estivo per la parrocchia di Villamarina Gatteo Mare, guidata da don Derno Giorgetti. "I turisti sono tanti e affollano ogni celebrazione" commenta il parroco. "Il sabato sera a Gatteo Mare partecipano pi di 400 fedeli. E per fortuna che in chiesa c laria condizionata". La chiesa si affaccia sulla piazza della localit turistica che centro di animazione serale con musica e spettacoli. "Non vi alcun problema di convivenza con il comitato turistico che organizza gli eventi - specifica don Giorgetti-. Ognuno rispetta gli orari prefissati e gli spettacoli hanno il via dopo le 21,30, cos da non sovrapporsi con le celebrazioni. E poi molto bello che la gente possa uscire da messa e fermarsi allo spettacolo, o viceversa. Le chiese, in luoghi come questo, devono essere al centro della vita cittadina e non isolate. Gi la gente fa fatica a partecipare alla messa, figuriamoci se iniziassimo a mettere ostacoli di orari o di logistica". Il parroco, insieme al Consiglio pastorale, poche settimane fa ha posto lattenzione su unopera darte che arreda la chiesa, vale a dire il bassorilievo "Madonna degli Scogli" (nella foto). E stato restaurato e ripulito e oggi fa bella mostra di s alla destra dellaltare. La chiesa di Gatteo Mare fu pensata per i turisti anche se un fedele manipolo di parrocchiani porta avanti le attivit anche in inverno. Non facile, per, come sottolinea il parroco, dato che la localit ha pochi residenti pur avendo migliaia di posti letto: vi sono 130 alberghi e tantissimi appartamenti e residence. Ma don Giorgetti ha la cura anche di Villamarina e in questi giorni sono partiti i lavori di ristrutturazione. "Erano ormai indispensabili e intanto partiamo con lintervento interno. Poi, quando avremo un po di fondi, faremo anche lesterno. I primi lavori riguardano ladeguamento degli impianti, il consolidamento generale e tutti i lavori sono seguiti da un architetto, il parrocchiano Gianluca Errante". La chiesa di Villamarina stata costruita nel 1933 ma dopo la guerra era ridotta ad un rudere. Non a caso una lapide interna riporta la data del 1961. Durante il periodo di lavori la messa viene celebrata in una sala dei locali parrocchiali. Questo primo intervento ha un costo preventivato attorno a 80mila euro. Cristiano Riciputi

Venerd 6 luglio in piazza Costa si esibiscono, fra gli altri, i Nomadi ed Emma

Cesenatico si tinge di giallo

Un concerto allalba del 2011

presenteranno "Le note di un sogno", spettacolo che celebra in musica i 150 anni dellUnit dItalia con i brani pi belli dagli anni Cinquanta ad oggi. Gene Gnocchi Venerd 13 luglio, in Piazza Costa sar protagonista la comicit surreale e fuori dagli schemi di Gene Gnocchi che, accompagnato dalla sua band, porter in scena lo spettacolo (gratuito) dal titolo "Sconcerto rock". Levento rientra nel programma della rassegna di comici "Cesenatico Insieme". Mercoled 18 luglio alle 21 in Piazza Spose dei Marinai, Pier Foschi, noto batterista di Cesenatico presenter al pubblico il nuovo album, supportato dalla sua band. Sabato 21 luglio in serata, nella zona del vecchio squero, avr luogo la 21^ edizione della "Cuccagna dellAdriatico", spettacolare gara fra 8 localit dellAdriatico che si sfideranno per raggiungere la cima del palo cosparso di grasso posto obliquo sulle acque del Portocanale leonardesco. Venerd 27 luglio in Piazza Spose dei Marinai, appuntamento da non perdere, per tutti gli amanti del buon bere, con "Tramonto di Vino", degustazione guidata di vini di qualit a cura dellAssociazione Italiana Sommelier. Il grande Pantani Venerd 3 agosto Piazza Costa sar il palcoscenico della "Notte Gialla" (La Festa del Pirata), una manifestazione con la quale lAmministrazione Comunale intende ricordare il grande campione di Cesenatico Marco Pantani e che prevede gli interventi di atleti (fra cui lo spagnolo Miguel Indurain), giornalisti sportivi, oltre a proiezioni di filmati e spazi dedicati alla musica. Levento, organizzato in collaborazione con la famiglia di Marco e con la Fondazione Pantani, ha lo scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza.

Il clou si avr il 3 agosto con la Notte Gialla, un grande evento per ricordare il ciclista Marco Pantani Ha confermato la presenza anche Miguel Indurain
esenatico si appresta ad affrontare la prossima stagione estiva con un calendario eventi particolarmente nutrito, in grado di soddisfare le esigenze di un pubblico estremamente variegato. Alle manifestazioni ormai consolidate, come la Festa di Garibaldi, i Concerti allAlba, i Notturni alle Conserve e la rassegna teatrale Ribalta Marea, si aggiungeranno alcune interessanti novit, come "I love city - il Festival degli anni 80", la "Notte

Gialla" dedicata a Marco Pantani, la rassegna di comici "Cesenatico Insieme" e i tornei internazionali di beach tennis e beach volley. Nei mesi di luglio e agosto, come tradizione, verr dato ampio spazio alle iniziative teatrali e culturali, con la mostra a cielo aperto di tele dipinte "Tende al Mare", allestita sullarenile libero di Piazza Costa e dedicata questanno al grande artista cesenate recentemente scomparso Ilario Fioravanti, i "Concerti allalba", risveglio in musica nella magica atmosfera del sorgere del sole in riva al mare, i "Notturni alle Conserve", concerti di musica da camera nella suggestiva cornice di Piazza delle Conserve, "Ribalta Marea", rassegna di teatro e musica presso il Teatro allAperto di Largo Cappuccini e "Cesenatico Incanto", spettacoli di operetta con la partecipazione degli artisti della Compagnia Magia dOperetta. I Nomadi in piazza Venerd 6 luglio andr in scena la settima edizione della "Notte Rosa: prosegue

anche questanno la collaborazione fra Cesenatico e Radio Bruno. Piazza Costa sar il palcoscenico dello show, organizzato dal network radiofonico e dal Comune di Cesenatico con il contributo finanziario di Gesturist Spa e della Cooperativa Esercenti Stabilimenti Balneari Cesenatico, che vedr la partecipazione di alcuni big della canzone italiana, come Nomadi, Emma, Irene Fornaciari, Sonohra, Pierdavide Carone che si esibiranno dalle 22 fino a notte fonda. A mezzanotte, come di consueto, la musica si fermer per qualche minuto per lasciare spazio al meraviglioso spettacolo dei fuochi artificiali, Le vetrine dei negozi, gli alberghi e gli stabilimenti balneari, rigorosamente addobbati di rosa, renderanno ancora pi suggestiva latmosfera che si respirer nel corso di questa notte indimenticabile. Il 6 partono i Concerti allalba. Sabato 7 luglio in programma un grande evento musicale completamente dedicato alla canzone italiana. Alle 21.30, sul palco allestito in Piazza Costa, gli artisti della Compagnia Ndo di Ivan Boschi

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Ogni giorno dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie nella sezione BREVI QUOTIDIANE

Primo piano

Gioved 5 luglio 2012

San Giacomo, unestate che contempla la spiritualit


Il parroco don Gian Piero Casadei: "Sono tanti i turisti che, anche durante le vacanze, coltivano la ricerca di Dio. Oltre alla partecipazione alla messa, in tanti chiedono di confessarsi"
Cristiano Riciputi
n Romagna, la parola "estate" spesso equivale a mare e a spiaggia, ombrelloni e passeggiate serali lungo il Portocanale di Cesenatico. E proprio sul Portocanale si affaccia la chiesa di San Giacomo, una realt che nei mesi estivi vede moltiplicarsi il proprio impegno sul fronte della pastorale. Il parroco don Gian Piero Casadei e il suo vice don Mirco Bianchi, entrambi provenienti dallentroterra, si sono ben presto calati in questa realt rivierasca. "Sono a San Giacomo da dieci anni spiega il parroco - ma ogni anno necessario affrontare la stagione estiva con nuove energie e nuove idee. Sono numerosi i turisti che, anche in vacanza, curano laspetto spirituale della propria vita e ci si concretizza con la partecipazione alla messa, con la confessione e, spesso, con rapporti damicizia che si mantengono per tutto lanno". E chiaro, come spiega il parroco, che lestate d vita a una parrocchia ben diversa rispetto a quella invernale. I parrocchiani che hanno un lavoro annuale in genere partecipano allo stesso modo alla vita di comunit, mentre chi ha un lavoro stagionale molto pi impegnato e quindi con pochissimo tempo a disposizione. Solennit di San Giacomo La parrocchia di San Giacomo va incontro alle esigenze dei turisti celebrando la messa non solo nella chiesa principale, ma anche a San Giuseppe, a San Pietro, dai frati, al camping, al Park Hotel Zadina e presso le colonie Trento e 12 Stelle. In queste due ultime realt, in genere, la messa viene
Lo stabilimento balneare della Societ dellAllegria (foto Ad Capristo)

Il 25 luglio si celebra la solennit di San Giacomo, con la messa presieduta dal vescovo, preceduta da alcune serate di preparazione

celebrata da un cappellano forestiero che segue i ragazzi delle colonie "ma se manca il loro sacerdote ci pensiamo noi a celebrare la messa" dice don Casadei. Lestate a San Giacomo scandita da tre grandi appuntamenti liturgici. Il primo la festa di San Pietro pescatore, celebrata la scorsa settimana. Poi, il 25 luglio, si celebra la solennit di San Giacomo, preceduta da alcune serate di preparazione. La messa del 25 sar presieduta dal vescovo Regattieri. Il 15 agosto si tiene la tradizionale processione in mare e la benedizione con la statua della Madonna. Non mancano poi gli incontri di tipo culturale. Luned scorso intervenuto lattore Sarubbi, il Barabba di The Passion di Mel Gibson e gli altri incontri previsti sono: luned 9 luglio "Cambiare rotta", letture sulla conversione con Giampiero Pizzol e Laura Aguzzoni. Lunedi 30 luglio "In ballo c la vita" e la testimonianza di suor Anna Nobili delle Suore Operaie della Santa casa di Nazareth.

Venti messe Vi sono anche i momenti prettamente ricreativi, come la festa del villeggiante che si tiene nei giorni precedenti lAssunta presso gli spazi adiacenti la chiesa di San Giuseppe. "Fra il sabato e la domenica - aggiunge don Casadei - celebriamo 20 messe, sempre molto partecipate. Sono i turisti, in pratica, che ce lo chiedono. Oltre a me e a don Mirco, le messe sono celebrate dai frati dei Fratelli di San Francesco, da don Silvano Ridolfi e da don Piero Fantini. In estate arriva anche qualche sacerdote straniero che studia a Roma e, molto spesso, vi sono dei preti in vacanza o accompagnatori di gruppi che si rendono disponibili a darci una mano". "Pu sembrare singolare - aggiunge il parroco - ma durante lestate tanta la gente che ci chiede la possibilit di confessarsi. Ma sono frequenti anche i dialoghi e i confronti al di fuori della confessione e molti rapporti damicizia proseguono oltre il periodo della vacanza". Centri estivi La parrocchia non si dimentica dei pi giovani, soprattutto dei bambini che hanno terminato la scuola e non sono coinvolti nei lavori stagionali. In giugno lassociazione Radar ha organizzato un mini centro estivo (11-22 giugno), mentre dal 9 luglio al 9 agosto scatta il grande centro estivo della Societ dellAllegria che coinvolge, nei due turni, quasi 500 ragazzi provenienti da tutta la Diocesi. "Non tutti mandano Ges in vacanza conclude don Gian Piero - e questo rappresenta un bel monito per noi sacerdoti e uno stimolo a lavorare sempre di pi".

Don Giorgio Zammarchi, parroco a Boschetto: "Sar presente il vescovo Regattieri"

Chiesa di Valverde, dedicazione il 12 agosto


"Come capita spesso nelle localit turistiche, grande la differenza nella vita parrocchiale che intercorre fra lestate e linverno". Cos don Giorgio Zammarchi, parroco a Boschetto di Cesenatico, ribadisce un concetto molto comune nelle parrocchie della Riviera. "Uno degli eventi pi importanti che abbiamo in programma nelle prossime settimane - spiega don Zammarchi - la dedicazione a Maria Assunta della chiesa di Valverde, in occasione del 25esimo della costruzione. La chiesa stata costruita sulla spinta dellallora parroco don Giancarlo Sacchetti, nel 1987, dando cos una risposta a tutti quei turisti di Valverde che volevano partecipare alla messa. Il 12 agosto alle 18 il vescovo Douglas Regattieri presieder la messa di dedicazione". In vista della dedicazione, a Valverde sono in atto dei lavori di manutenzione. Negli scorsi anni anche a Boschetto il parroco ha messo mano alla copertura della chiesa: le intemperie, e soprattutto la salsedine, lavevano danneggiata a tal punto che in alcune zone vi erano delle infiltrazioni dacqua. Anche a Valverde, cos come a Boschetto, nel periodo estivo le messe sono sempre molto partecipate. A Boschetto, in molte occasioni, partecipano alla messa anche i bambini della colonia Agip e in quei casi la chiesa si riempie per i tre quarti solo con la loro presenza, dato che i bambini sono circa 200 per ogni turno. Don Zammarchi ha nel sacerdote rumeno padre Michele un valido aiuto durante i mesi estivi e, quando lui deve assentarsi per qualche iniziativa parrocchiale, chiede un aiuto anche ai sacerdoti salesiani che sono sempre presenti nella loro residenza che si trova nel territorio parrocchiale. "In inverno, invece - conclude il parroco - il numero di celebrazioni e partecipanti cala drasticamente, ma non per questo la vita della comunit si ferma. Anzi, cerchiamo di riannodare i rapporti dopo la frenesia estiva". Cr

Lavori alla chiesa di Valverde

Gioved 5 luglio 2012

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Pellegrinaggio diocesano a Fatima


Dal 16 al 18 agosto. Si concludono le iscrizioni
La diocesi di Cesena-Sarsina propone, dal 16 al 18 agosto, un pellegrinaggio a Fatima (Portogallo), guidato dal vescovo Douglas Regattieri. Quota individuale complessiva: 650 euro. Per info e iscrizioni: Centro Pastorale di Palazzo Ghini (corso Sozzi, Cesena), tel. 0547 611001.

IL GIORNO DEL SIGNORE


I nostri occhi sono rivolti al Signore
Domenica 8 luglio - Anno B XIV Domenica del Tempo Ordinario Ez 2,2-5; Sal 122; 2Cor 12,7b-10; Mc 6,1-6
accettano che abbia una dimensione sovrumana. Gli fanno eco le parole di Giovanni nel prologo al suo Vangelo: Venne nella sua casa, ma i suoi non laccolsero. Anche oggi, come ogni domenica, nella Messa viene in mezzo a noi, la sua famiglia. Viene come il profeta e il salvatore. Abbiamo dei pregiudizi? Lo conosciamo? Lo accogliamo come Figlio di Dio, o solo come uomo, uno di noi? Il Papa ci invita a conoscere meglio Ges Cristo attraverso il Catechismo della Chiesa Cattolica. Forse ne abbiamo una conoscenza molto superficiale, rimasta quella del catechismo dei bambini. A Nazareth Ges si meravigliava della loro incredulit. E noi, la nostra fede, com? Qual la nostra reazione oggi, davanti al Vangelo? lo stupore o lo sbadiglio? Cose gi sentite e risapute. Molti battezzati vivono come se Cristo non esistesse. C urgente bisogno di una nuova evangelizzazione, anche per chi battezzato. necessario ridare freschezza allannuncio a chi crede gi di credere. Occorre ripartire dal cuore della fede, che non una serie di formule da accettare, o di norme da osservare, ma una nuova persona, Ges Cristo. Sauro Rossi

La Parola di ogni giorno


luned 9 luglio santi Agostino Zhao Rong e compagni Os 2,16.17b-18.2122; Sal 144; Mt 9,18-26 marted 10 santAmabile Os 8,4-7.11-13; Sal 113B; Mt 9,32-38 mercoled 11 san Benedetto patrono dEuropa Pr 2,1-9; Sal 33; Mt 19,27-29 gioved 12 santi Ermagora e Fortunato diac. Os 11,1-4.8c-9; Sal 79; Mt 10,7-15 venerd 13 santEnrico santa Clelia Os 14,2-10; Sal 50; Mt 10,16-23 sabato 14 san Camillo de Lellis Is 6,1-8; Sal 92; Mt 10,24-33

CHIESA INFORMA

Cammino spirituale per separati o divorziati soli


Venerd 13 luglio alle 20, negli ambienti parrocchiali di San Vittore di Cesena, un momento di verifica e cena conclusiva del cammino spirituale per coniugi separati o divorziati soli. Per info: Floriana e Ivan Bartoletti Stella, 388 6186867, ivanbs@tiscali.it; don Virgilio 339 3191586.

ella prima lettura di oggi, Dio manda Ezechiele come suo profeta in mezzo al suo popolo. Dio definisce con parole dure questo popolo: un popolo di ribelli si sono rivoltati contro di me. Hanno peccato contro di me fino ad oggi. Sono figli testardi dal cuore indurito. Il compito del profeta sar tuttaltro che facile. Ce n per un esame di coscienza anche per noi. Questa lettura ci prepara al Vangelo di oggi; con Ges andiamo a Nazareth, suo paese, di sabato va ad insegnare nella sinagoga. La prima reazione dei nazaretani di stupore: donde gli vengono queste cose? E che sapienza mai questa? I nazaretani rimangono meravigliati perch conoscono Ges come uno del loro paese. Ges, per loro, di umili origini. un carpentiere, ma ora si rivela come una persona diversa. E cos si scandalizzano di Ges. Ges commenta: Un profeta non disprezzato che nella sua patria, tra i suoi parenti e in casa sua. Un profeta disprezzato dalle persone che attendono di conoscerlo bene e non

A MESSA DOVE
8.45 9.00 Tipano, San Cristoforo, Ruffio, Roversano San Giuseppe (corso U. Comandini) Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, San Vittore, San Carlo, Macerone, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa San Martino in Fiume Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, Bagnile, Casale Rio Marano, Bulgarn Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta Santuario del Suffragio, Bulgaria, Casalbono, Borello Ronta, Capannaguzzo Basilica del Monte, San Pietro, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, SantEgidio, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, San Mauro in Valle, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone, Ruffio Torre del Moro Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli Cattedrale, Osservanza, San Rocco, San Pio X, Istit. Lugaresi Cappella del Cimitero Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale, San Rocco, 18.30 San Pietro, Cappuccini, San Domenico, 19.00 Osservanza 20.00 San Bartolo Valverde; 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo a Mare; 8,30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini, San Giuseppe, Gatteo a Mare, Valverde; 9,15 San Pietro; 9.30 Cannucceto; 10 San Giacomo; 10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Santa Maria Goretti, Gatteo a Mare; Sala, Villalta; 11.15 San Giacomo, Boschetto, Gatteo a Mare; 17.30 Cappuccini; 18 Gatteo a Mare; 18,30 Zadina (Park Hotel), Valverde; 20,30 Santa Maria Goretti; 20,45 Gatteo a Mare; 21 San Giacomo, Boschetto Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20.30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 20 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 20.30 (sabato) 8.30 / 10.30 / 18 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20.30 (sabato, chiesina del castello), 10,30. Mercato Saraceno 10.00; San Romano: 11.00; Taibo: 11,30; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11; Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 18 (sabato, chiesa San Giuseppe), 9,30 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9.00 / 11.00 / 18.00; Tavolicci: 16.00 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8.00 / 11.00; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11.00; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30 San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 18.30 (sabato); 8 / 11.15 / 18.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 16 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; eremo di SantAlberico: 16; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola 9.30; Capanne: 11.00

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, SantEgidio, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) 17.30 Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Rocco, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, SantEgidio, Cappuccini 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse) 20.30 San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche), San Pio X

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.00 Formignano 17.00 Cappella del cimitero 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi, Santuario dellAddolorata 18.00 Cattedrale, Santo Stefano, San Vittore, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Luzzena (1 sabato ), Bora (2 sabato) 18.30 San Pietro, San Domenico, SantEgidio, San Rocco, Cappuccini, Case Finali, Santa Maria della Speranza 19.00 San Bartolo, San Giorgio, Osservanza 20.00 Gattolino, Tipano 20.30 San Giovanni Bono, Ponte Pietra, Martorano, Ruffio, Villachiaviche, San Pio X, Santa Maria Nuova, Bulgaria, Pievesestina, Pioppa, Bulgarn, Calisese, San Cristoforo, Borello 20.45 San Mauro in Valle

9.15 9.30

9.45 10.00

10.30 10.45 11.00

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe festive
7.00 Cattedrale, San Rocco 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, Macerone, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, San Pio X, Gattolino, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Capannaguzzo, Bulgaria, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco,

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Boschetto, Villamarina; 18 Gatteo a Mare; 18,30 Valverde; 18,45 San Giuseppe; 19 Camping Cesenatico; 20,30 Santa Maria Goretti; 20,30 Sala, Villalta; 20,45 Gatteo a Mare; 21 San Giacomo, San Pietro (Ponente), Boschetto Festivi: 7 Gatteo a Mare; 7,30

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

11.10 11.15 11.30 17.00 17.30

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 25 del 28 giugno 2012: 8.000 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 3 luglio 2012

Vita della Diocesi

Gioved 5 luglio 2012

Terremoto in Emilia Tante le iniziative in campo


Caritas, Azione Cattolica e Pastorale Giovanile in prima linea con iniziative e proposte a favore delle popolazioni colpite dal sisma di fine maggio

luglio alle 21,30 al teatro allaperto Largo dei Cappuccini a Cesenatico, uno spettacolo di danza&musical rappresentato dagli allievi della scuola di danza Dance Drem di Cesenatico. Costo del biglietto: 10 euro. Il ricavato verr devoluto a favore dei terremotati della parrocchia di Vallalta (diocesi di Carpi). Lo serata promossa dalla scuola di danza Dance Dream di Cesenatico e dalla Caritas della diocesi di Cesena-Sarsina, con il patrocinio del Comune di Cesena. Per informazioni biglietti: Dance Dream Monica Battistini, 347 9182244; parrocchia San Giacomo apostolo, Raffaella Righi, 338 8843009; Caritas diocesana, corso Sozzi 39, Cesena, tel. 0547 22423. AZIONE CATTOLICA, CIRCOLO ACLI EDO E PARROCCHIA DI SANTO STEFANO Sabato 7 luglio alle 20, negli ambienti parrocchiali di Santo Stefano di Cesena, si terr la cena di solidariet Dammi il 5, promossa dallAzione Cattolica diocesana, circolo Acli Edo e parrocchia di Santo Stefano. Sar unoccasione per stare insieme, pensare alle prossime iniziative estive e contribuire cos alla realizzazione di attivit come centri estivi e campi scuola per gli amici dellAzione Cattolica delle zone colpite dal sisma. Il costo della cena di 10 euro, ma con unofferta di 5 euro in pi (o di quello che si riterr pi adeguato) sar possibile dare un sostegno in pi alle popolazioni terremotate. Per info: circolo Acli Ed, Gennaro Bucci 339 1515005 gennarobucci@libero.it; Patrizia DIntino, 340 7777201 pdintino@tiscali.it, segreteria@cliccaci.org. GIOVANI A CREVALCORE E VALLALTA Il servizio diocesano per la Pastorale Giovanile ha promosso due iniziative rivolte a giovani che desiderano dedicare alcuni giorni estivi per sostenere le comunit emiliane colpite dal terremoto. - Per giovanissimi e giovani (al massimo 15 persone): dal 22 al 27 luglio, animazione del Centro estivo della parrocchia di Crevalcore, in diocesi di Bologna. Per informazioni e per segnalare la propria disponibilit: pgx@libero.it - Per giovani (dai 20 anni in su): dal 19 al 24 agosto, campo di lavoro e servizio nella parrocchia di Vallalta, in diocesi di Carpi. Per informazioni e per segnalare la propria disponibilit: pg-x@libero.it

In breve
Al mare o in montagna le vostre foto sul Corriere Cesenate
Una proposta dalla commissione diocesana Gaudium et Spes in preparazione alla Giornata della Salvaguardia del Creato che si celebrer sabato 1 settembre (questanno avr luogo ai Cappuccini). Ai tantissimi gruppi (parrocchie, associazioni, privati...) in partenza per campi scuola e ferie in luoghi a stretto contatto con la natura, viene proposto di inviare i propri clic pi suggestivi allindirizzo creato@corrierecesenate.it. Le fotograe che arriveranno in redazione saranno pubblicate in uno Speciale nelle settimane che precederanno la festa di settembre.

Abbazia del Monte

Festa di San Benedetto e incontro con labate primate


ercoled 11 festa di San allabbazia del Monte MBenedetto, luglio,la solennit condila Cesena verr ricordata celebrazione di una Messa alle 18 concelebrata dal vescovo diocesano monsignor Douglas Regattieri. Parteciperanno i religiosi delle varie comunit presenti in diocesi. Gioved 12 luglio alle 18, nella sala Pio VII del monastero di Santa Maria del Monte, incontro con labate primate dei benedettini Notker Wolf, su Lattualit del monachesimo; parteciper il chitarrista Michelangelo Severi. Lincontro rientra nella rassegna Via Sancti Romualdi, manifestazioni culturali per il millenario della fondazione di Camaldoli, un percorso pluriennale sulle orme di san Romualdo, che tocca diversi centri benedettino-romualdini situati in Romagna: Ravenna, Faenza, Gamogna, Bagno di Romagna.

uando la solidariet si fa concreta e stimola la fantasia. Continuano nel territorio di tutta la diocesi le iniziative di raccolta fondi a sostegno delle popolazioni emiliane colpite dal terremoto il 20 e 29 maggio scorsi. Sono diverse le iniziative di solidariet promosse con lo scopo di raccogliere denaro che sar poi versato alla Caritas italiana. Di seguito, pubblichiamo gli appuntamenti di cui abbiamo avuto informazione. Dalla Curia diocesana, intanto, arriva laggiornamento della somma versata da parrocchie, associazioni e movimenti in occasione della raccolta straordinaria di domenica 10 giugno. La cifra, aggiornata a luned 2 luglio di 64.548,26 euro.
CESENA C IL TITOLO DELLA FOTO, SCATTATA NEI GIORNI SCORSI NEL CENTRO CARITAS DI FINALE EMILIA. CE LHA INVIATA STEFANO MALAGOLI, DIRETTORE DEL SETTIMANALE DIOCESANO DI MODENA IL NOSTRO TEMPO , INSIEME ALLA NOTA: GRAZIE CESENA. LA PARTITA PI BELLA...

CARITAS DIOCESANA - Le offerte vengono raccolte presso la Caritas diocesana in corso Sozzi, 39 (la mattina, dal luned al venerd). Possono inoltre essere versate direttamente sul conto corrente intestato alla Caritas n. 12130, presso la Cassa di Risparmio di Cesena con la causale Terremoto nord Italia 2012. - La speranza in punta di piedi. Mary Poppins e altre storie: gioved 12

In seminario a Cesena, tutte le mattine dalle 9 alle 12 da luned 9 a venerd 13 luglio

Relatore sar don Giancarlo Biguzzi, docente di Sacra Scrittura allUniversit Urbaniana di Roma

POMPEO BATONI, SAN GIOVANNI EVANGELISTA (PARTICOLARE)

Il Vangelo di Giovanni Invito alla settimana biblica


al luned 9 a venerd 13 luglio (dalle 9 alle 12) si terr in seminario a Cesena la settimana biblica e il libro biblico che sar presentato il Vangelo di Giovanni. Quel Vangelo contiene pagine esclusive come quella dellinno iniziale al Verbo, e poi quelle dellepisodio delle nozze di Cana, del discorso sul pane di vita, e poi le pagine della Samaritana, di Nicodemo, del cieco-nato, della resurrezione di Lazzaro e, tanto per aggiungere un ultimo episodio esclusivo di quel Vangelo, la pagina finale dellincredulit di Tommaso, simbolo di ogni discepolo che dubita, e della famosa beatitudine di chi crede senza vedere, che Ges indirizza. Ma pi che per parlare del libro scelto per il 2012, opportuno parlare del ruolo che dovrebbe avere una settimana biblica nella vita di una Chiesa, o meglio, del posto da riservare alla Scrittura nella vita cristiana. Lo far in cinque punti. 1. Se ti capita di fare un viaggio in taxi da Amman a Petra in Giordania, pu succedere che il tassista ascolti con

devozione il canto del Corano per tutte le lunghe ore del viaggio di andata e di ritorno. O se uno sconsiderato pastore statunitense, a capo di una comunit di un centinaio di persone, brucia polemicamente una copia del Corano, le piazze di mezzo mondo si riempiono di credenti dellIslam che protestano, spinti dalla furia della propria identit ferita. Nulla di paragonabile accadrebbe mai nelle piazze di mezza Europa (il continente dalle radici cristiane, come spesso si dice) a difesa della Bibbia e del Vangelo. 2. In una piccola inchiesta che mi capit di fare con i ragazzi delle Cresime nella quale si chiedeva ai passanti come volevano che fosse il prete, una persona rispose: Che sappia spiegare il Vangelo. Cpita, dunque, che luomo della strada desideri conoscere il Vangelo di Ges, ma che non trovi grande aiuto nella liturgia domenicale. E pensare che, ogni domenica, chi va a messa sente leggere tre letture bibliche, fra le quali quella del Vangelo dovrebbe essere la pi conosciuta e quindi la pi facile da

sentir spiegare e da capire. 3. Noi cristiani non siamo, come gli ebrei o i musulmani, il popolo del libro: noi siamo invece il popolo che crede nella persona di Ges, Figlio di Dio e Salvatore. Ma le Scritture dellAntico Testamento preparano la sua venuta e la sua salvezza, e le Scritture del Nuovo Testamento di lui conservano la memoria storica e la parola che non passer, mentre cielo e terra passeranno. Anzi, proprio il Vangelo giovanneo definisce Ges con il titolo di Logos, Parola venuta dalla luce di Dio a risplendere nelle tenebre del mondo umano. Non dovremmo anche noi, per esempio andando al lavoro, bearci agli impianti stereofonici della nostra auto con lascolto di testi biblici ed evangelici? 4. Anche i pi recenti dei nostri Scritti sacri risalgono a due millenni addietro e inevitabilmente hanno bisogno di essere portati a contatto con il nostro tempo e la sua attualit. Nella difficile impresa ci sono di aiuto sia la vita dei santi, sia il Magistero ecclesiastico. Ma santi e pastori sono impensabili senza

il Vangelo e le Scritture. Quando si fa lordinazione di un nuovo vescovo, in un momento del rito si poggia il libro aperto del Vangelo sopra la testa dellordinando a significare che tutti, anche il Magistero, stanno sotto il Vangelo e che l la sorgente di ogni insegnamento magisteriale, di ogni Lettera enciclica, di ogni Lettera pastorale e di ogni omelia o catechesi. 5. Questa gerarchia di valori deve riflettersi nella vita e nellattivit della Chiesa. La settimana biblica, allora, dovrebbe essere alla scaturigine di ogni annuncio, di ogni insegnamento e di ogni programmazione e attivit pastorale. Un piccolo esempio di casa nostra pu aiutare a capire la funzione sorgiva della settimana biblica. Dal 24 luglio al 4 agosto lAzione-Cattolica-Ragazzi far un campo-scuola (120 ragazzi delle Scuole Medie e 30 educatori) tutto impostato sul libro del profeta Giona in continuit con la settimana biblica dellestate scorsa nella quale fu presentato appunto quel libro biblico. La settimana biblica del 2011 ha dunque animato il lavoro di tutto un anno dellAcr, aiutando prima i responsabili e gli educatori e poi i ragazzi, ad avvicinarsi a un libro biblico. don Giancarlo Biguzzi

Gioved 5 luglio 2012

Vita della Chiesa

Catholica
di Stefano Salvi

ANNIVERSARIO Lesperienza di Pietro e Paolo e il dialogo Chiesa-Mondo

CONTINUA IL MARTIRIO DEI CRISTIANI IN AFRICA


Il primo luglio in Kenya si avuto un pesantissimo attacco contro due chiese cristiane, di cui una la cattedrale cattolica di Garissa. Il bilancio parla di almeno 17 vittime. La Radio Vaticana, nel dare la notizia ha affermato: Secondo le prime informazioni, si trattato di un doppio attentato con granate ad opera di un commando di terroristi a volto coperto. Fonti di polizia riferiscono che gli ordigni sono esplosi proprio durante le celebrazioni domenicali, alla presenza di numerosi fedeli. Per il momento nessuna rivendicazione dellattentato. Le agenzie di stampa ricordano che la citt di Garissa ospita unimportante base militare da cui le truppe sono state inviate in Somalia a combattere contro le milizie islamiche Shabaab. A una settantina di chilometri si trova lenorme campo profughi di Dadaab, con oltre 450mila rifugiati somali, dove il 29 giugno sono stati rapiti quattro operatori umanitari. Queste notizie mostrano una differenza di fondo con gli attentati avvenuti in Nigeria, dove il gruppo islamico Boko Haram vuole indurre i cristiani a scappare. Come scriveva padre Piero Gheddo su www.ilsussidiario.net del 18 giugno, siamo di fronte a una serie di attentati programmati, organizzati, terribili nella loro precisione. Non sono violenze che nascono in un momento di caos, ma un tentativo sistematico di mettere in fuga tutti i non musulmani dalla Nigeria centrale e settentrionale. Boko Haram vuole istituire la sharia, [la legge islamica], e applicarla rigorosamente. Vi sono riusciti in 12 Stati [su 37], in altri non possono perch il governo centrale non lo permette. Cercano quindi di spaventare questi cristiani per mandarli via.

50 Concilio Una nuova fraternit


un passaggio del discorso con il quale Giovanni XXIII apre i lavori del Concilio, in verit un concetto notissimo e molto citato, con il quale voglio iniziare questo pensiero sul Vaticano II, ed la spiegazione che papa Roncalli offre di quellimprovviso fiorire dellidea dellassise conciliare. Ci feriscono talora lorecchio suggestioni di persone, pur ardenti di zelo, ma non fornite di senso sovrabbondante di discrezione e di misura. Nei tempi moderni esse non vedono che prevaricazione e rovina; vanno dicendo che la nostra et, in confronto con quelle passate, andata peggiorando; e si comportano come se nulla abbiamo imparato dalla storia, che pur maestra di vita. il passaggio che si conclude con quel prendere le distanze dai profeti di sventura come li chiama papa Roncalli. una frase importante del discorso di apertura del Concilio, perch descrive lobiettivo che si era prefissato nel proporre alla Chiesa un simile evento: cio un invito alla Chiesa tutta a non fermarsi di fronte alle difficolt, a non restare immobile, ma a saper camminare in quel rinnovamento che solo pu aiutare a vincere il pessimismo dei profeti di sventura. E non si tratta, per Giovanni XXIII, di mettere in discussione le verit di fede, contenute nella dottrina, ma di trovare, dir sempre nel suo discorso il Papa, forme con le quali enunciare queste verit, si dovr ricorrere a un modo di ripresentare le cose che pi corrisponda al magistero, il cui carattere prevalentemente pastorale. Qui sinserisce la disputa, in verit molto per addetti ai lavori, tra Concilio dottrinale e

NELLA FOTO ARCHIVIO SIR, I VESCOVI RIUNITI AL CONCILIO VATICANO II

pastorale. Nellintenzione di papa Giovanni, come abbiamo visto, lidea di fondo di adeguare il linguaggio della vita e della dottrina della Chiesa alle mutate condizioni sociali e culturali. Cos Paolo VI, il cui obiettivo era proprio quello di risvegliare la vita della Chiesa, dei fedeli, in ascolto dello Spirito e in attento discernimento dei segni dei tempi. Dare corpo, cio a un nuovo stile di sentirsi fratelli nella fede. Benedetto XVI, nellomelia pronunciata in basilica vaticana in occasione della festa dei santi Pietro e Paolo e della consegna del pallio ai nuovi arcivescovi metropoliti, la stola di lana bianca simbolo di particolare comunione con il Papa e la Chiesa, ha affrontato questo tema partendo proprio dai due apostoli che la tradizione cristiana da sempre considera inseparabili. Con unimmagine tipica del suo modo di offrire una riflessione alla Chiesa, papa Ratzinger parla di parallelismo oppositivo, per dire il significato particolare del legame tra Pietro e Paolo: per la comunit cristiana erano una sorta di contraltare dei mitici Romolo e Remo, ma anche della prima coppia biblica di fratelli Caino e Abele, nel cui rapporto viene evidenziato leffetto del peccato. Papa Benedetto afferma che Pietro e Paolo, bench assai differenti umanamente luno dallaltro e malgrado nel loro rapporto non siano mancati conflitti, hanno realizzato un modo nuovo di essere fratelli, vissuto secondo il Vangelo, un modo autentico reso possibile proprio dalla grazia del Vangelo di Cristo operante in loro. Solo la sequela di Ges conduce alla nuova fraternit. il messaggio che il Concilio, nei suoi documenti e nelle sue riflessioni, ha voluto proporre a tutta la comunit dei credenti. , ancora, il messaggio che ci mostra due uomini che hanno saputo camminare in piena comunione. Se

Pietro la roccia sulla quale costruire la Chiesa - roccia che non nasconde le debolezze umane, tanto che sar pronto a rinnegare Cristo nel giorno della sua apparente sconfitta - il fondamento visibile su cui costruito lintero edificio spirituale della Chiesa, Paolo il simbolo della nuova evangelizzazione, colui che percorre le strade del mondo per portare la verit. Pietro, nellimmagine tramandata dalla tradizione, ha in mano le chiavi, cio il potere di aprire e chiudere le porte del Regno dei cieli e di giudicare chi pu entrare e chi deve restarne fuori. Paolo ritratto con la spada, non per ferire, per uccidere - lui sar ucciso con la spada - la sua battaglia non quella del condottiero che guida gli armati ma colui che annuncia alle genti la parola, fedele a Cristo e alla sua Chiesa, cui ha dato tutto se stesso. E proprio per questo - ricorda Benedetto XVI - il Signore gli ha donato la corona di gloria e lo ha posto, insieme con Pietro, quale colonna nelledificio spirituale della Chiesa. Il messaggio che papa Benedetto lascia agli arcivescovi metropoliti ai quali ha consegnato il pallio quello di essere costituiti nel e per il grande mistero di comunione che la Chiesa, edificio spirituale costruito su Cristo pietra angolare e, nella sua dimensione terrena e storica, sulla roccia di Pietro. Per tornare al Concilio, Paolo VI ricorda, nel discorso di chiusura, che il Vaticano II ha dedicato principalmente la sua studiosa attenzione alluomo, un semplice, nuovo e solenne insegnamento ad amare luomo per amare Iddio. Concilio, dunque, che potente e amichevole invito allumanit di oggi chiamata a ritrovare nel fraterno amore quel Dio dal quale allontanarsi cadere, al quale rivolgersi risorgere, nel quale rimanere stare saldi, al quale ritornare rinascere, nel quale abitare vivere. Fabio Zavattaro

IL NUOVO PRESIDENTE EGIZIANO HA INCONTRATO I VESCOVI


Prima del giuramento, il presidente egiziano democraticamente eletto Mohammed Morsi e leader dei Fratelli Musulmani il 27 giugno ha incontrato i vescovi cattolici del suo Paese. Padre Rafic Greiche, portavoce della chiesa cattolica presente alla riunione, ha dichiarato subito dopo ad AsiaNews: Lincontro non era in programma ed stato voluto dallo stesso Morsi, che si mostrato cordiale e disponibile a lavorare insieme ai cattolici per affrontare e risolvere i problemi della nostra comunit.

FILM SU DUE MARTIRI COREANI


Lambasciata coreana presso la Santa Sede ha promosso la proiezione anche su Tv2000 il 25 giugno alle 21,20 del film Giovanni e Rugalda, due sposi vergini del regista Kim Suhyeong. Come ha scritto AsiaNews il 25 giugno: Soffermandosi sul gusto e le tradizioni dellepoca (il XVIII XIX secolo), il film narra la storia di Giovanni Yu Jung-cheol, 19 anni, e Rugulda Yi Sun-I, 16 anni. Entrambi provengono da due famiglie cristiane nobili e benestanti; dopo il battesimo, decidono di volersi consacrare al Signore. Ma lambiente forgiato dalla tradizione confuciana non permette a giovani di famiglie ricche di non sposarsi e non avere figli. Cos il primo sacerdote, che li ha cresciuti nella fede, daccordo coi genitori, fa compiere loro il gesto di sposarsi, pur mantenendo il patto di vivere come fratello e sorella. [] Nel 1801 Giovanni e Rugalda, arrestati in momenti diversi, riescono a inviarsi reciprocamente messaggi sostenendosi nelle sofferenze e nelle torture, nellattesa di vedersi in Paradiso. Va notato che i 2, insieme ad altri martiri coreani, attendono dalla Congregazione per le cause dei santi, lapprovazione per la loro beatificazione.

Il nostro impegno per chi si impegna


Il leasing della

FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale

Vita della Chiesa

Gioved 5 luglio 2012

Benedetto XVI sar in visita nella cittadina mariana il prossimo 4 ottobre

Santa Sede Nomina


Monsignor Vincenzo Paglia presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia
Il Papa ha accolto nei giorni scorsi la rinuncia presentata, per raggiunti limiti di et, dal cardinale Ennio Antonelli allincarico di presidente del Ponticio Consiglio per la famiglia e ha chiamato a succedergli nello stesso incarico monsignor Vincenzo Paglia, nora vescovo di Terni Narni Amelia, elevandolo in pari tempo alla dignit di arcivescovo. A renderlo noto la sala stampa della Santa Sede, in un comunicato in cui vengono ufficializzate diverse nomine e "cambi della guardia" nella Curia Romana. Per quanto riguarda gli italiani, Benedetto XVI ha accolto la rinuncia presentata, sempre per raggiunti limiti di et, da monsignor Piergiuseppe Vacchelli allincarico di segretario aggiunto della Congregazione per lEvangelizzazione dei Popoli e presidente delle Ponticie Opere Missionarie ed ha chiamato a succedergli in tali incarichi monsignor Protase Rugambwa, nora vescovo di Kigoma, elevandolo in pari tempo alla dignit di arcivescovo. Inne, il Papa ha accolto la rinuncia presentata, per raggiunti limiti di et, da monsignor Gianfranco Girotti allincarico di Reggente della Penitenzieria Apostolica e ha chiamato a succedergli nel medesimo incarico monsignor Krzysztof Jzef Nykiel, nora officiale della Congregazione per la Dottrina della Fede. Per volere del Papa, il nuovo archivista e bibliotecario di Santa Romana Chiesa monsignor Jean Louis Brugus, arcivescovo vescovo emerito di Angers, nora segretario della Congregazione per lEducazione Cattolica. Il Papa ha inoltre nominato vice presidente della Ponticia Commissione "Ecclesia Dei" monsignor Joseph Augustine Di Noia, arcivescovo titolare di Oregon City, nora segretario della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Altra nomina della scorsa settimana, quella di monsignor Arthur Roche, nora vescovo di Leeds e ora arcivescovo, a segretario della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

pa a Loreto Il Pa

Nella casa di Maria

os come papa Roncalli venne per affidare alla Madonna il Concilio che si sarebbe aperto da l a poco, papa Benedetto XVI verr per affidare allintercessione della Vergine Maria i lavori del Sinodo dei Vescovi e lAnno della Fede". lannuncio ufficiale che larcivescovo di Loreto, monsignor Giovanni Tonucci, ha dato venerd 29 giugno della visita che il della teologia mariana dalla visita del Papa pontefice compir nella citt lauretana il nel 1962 alla conclusione del Concilio prossimo 4 ottobre, giorno della festa di ecumenico, quando Maria fu proclamata San Francesco. Il pontefice rinnover il madre della chiesa; infine ci famoso viaggio di papa Giovanni XXIII concentreremo sulla questione lauretana, che per la prima volta, dopo 105 anni ovvero Loreto come era vista da papa usc da Roma, inaugurando una nuova Giovanni XXIII e come vista oggi. stagione e un nuovo stile dei successori di Pietro. Papa Roncalli and in treno ad Quale sar il programma di massima Assisi e Loreto e il suo fu un viaggio della visita? interminabile, quasi un pellegrinaggio, La presenza del pontefice sar con il Papa al finestrino, per seicento relativamente breve, arriver in elicottero, chilometri a benedire le folle e a fare credo a met mattinata, celebrer la messa sosta in tutte le citt toccate lungo il e poi torner a Roma; comunque per noi percorso. Benedetto XVI stato gi a un evento di tale portata che richieder Loreto in occasione dellAgor dei una preparazione specifica. Dobbiamo giovani nel 2007, ma questa visita ha un pensare in che modo la gente che non altro significato. "Siamo cos emozionati, entra in Basilica possa incontrare il Papa e contentissimi - dice monsignor Tonucci dovremo anche vedere, con le diocesi ma dobbiamo anche atterrare, al vicine, come possono rendersi presenti a momento siamo a mezzaria". questo evento, anche calcolando i limiti di spazio che abbiamo; vorremmo che il La notizia della visita del Papa a Loreto Papa potesse sentire tutto il calore della stata abbastanza improvvisa: come gente di Loreto e delle Marche. pensate di prepararvi, nella Prelatura, a questo evento? Lei ha dichiarato che questa visita Dato che questo viaggio commemora il unoccasione di "rinnovamento precedente di papa Giovanni XXIII spirituale": ha in mente qualcosa di organizzeremo una grande mostra per ricordare tutto quello che si era preparato specifico? Cercheremo di organizzare in tutte le allora. Lesposizione dovrebbe essere parrocchie della Prelatura e nella Basilica inaugurata l8 settembre, che la festa cattedrale una piccola missione popolare, della nascita di Maria, che anche festa cos che il Papa ci trovi rinnovati, patronale di Loreto. Il 26 ottobre spiritualmente rinfrescati nella nostra avevamo gi da tempo in programma un fede. Stiamo preparando anche quelli che colloquio teologico per riflettere sullidea saranno gli impegni specifici per lAnno del Concilio e sulla devozione mariana di della fede e abbiamo gi in preparazione papa Giovanni XXIII e sullevoluzione

Il pontefice rinnover il famoso viaggio di papa Giovanni XXIII compiuto alla vigilia del Concilio Vaticano II
una proposta da offrire a tutte le famiglie di Loreto, in modo che ci sia in ognuna di esse un momento di preghiera e di ascolto della Parola di Dio da fare insieme. Sono passati cinquantanni dalla visita di Giovanni XXIII e dal Concilio. Che Chiesa trover oggi, a Loreto, papa Benedetto XVI? Il Papa a Loreto trover proprio quella Chiesa nata dal Concilio Vaticano II, che non stato n una rivoluzione n una distruzione, stato un cammino di rinnovamento forte e bello, ma nella stessa Chiesa. Quelli che come me hanno vissuto il prima e il dopo si sentono in casa loro nella stessa Chiesa: io non ho mai sofferto di una cosiddetta crisi postconciliare e credo che il Papa trover questo, la vivacit di una Chiesa che attorno al santuario di Maria vive con la stessa intensit, la stessa devozione, ma forse con maggiore profondit di prima. Il gesto che fece il Papa che fu un gesto profetico, ha aperto la stagione dei viaggi dei papi fuori da Roma e sappiamo cosa ha voluto dire per Paolo VI, Giovanni Paolo II e adesso anche per papa Benedetto XVI: una nuova forma di presenza e di evangelizzazione. Mi auguro che questo gesto serva anche a rinnovare questa ricchezza di fede e di vitalit che il dono del Concilio, che il Papa con molta saggezza sta cercando di riproporre perch ancora un messaggio completamente nuovo, completamente da riscoprire. Simona Mengascini

10

Gioved 5 luglio 2012

Attualit
PADRE PIERBATTISTA PIZZABALLA, CUSTODE DI TERRA SANTA, COMMENTANDO IL RICONOSCIMENTO HA AUSPICATO CHE DAI LUOGHI SANTI RESTINO FUORI TUTTE QUELLE ATTIVIT CHE NON HANNO NULLA A CHE VEDERE CON IL CULTO. NELLA FOTO SIR, INTERNO DELLA BASILICA DELLA NATIVIT (LUOGO DELLA NASCITA DI GES)

BASILICA DELLA NATIVIT Il 29 giugno stata dichiarata dallUnesco Patrimonio dellUmanit

Terra Santa. Rispetto e tutela


on una decisione storica lUnesco ha incluso, il 29 giugno, la Basilica della Nativit di Betlemme e la via del pellegrinaggio tra i siti Patrimonio dellUmanit. Il luogo santo si aggiunge ai 936 nomi dei luoghi da salvaguardare che si trovano in ben 153 Paesi diversi, diventando cos il primo sito palestinese ad entrare nella lista. La votazione, a scrutinio segreto, passata con 13 s, 6 no e 2 astenuti, dando soddisfazione allAutorit nazionale palestinese che aveva fatto richiesta di iscrizione, il 18 marzo scorso, inoltrandola come procedura durgenza. La decisione del Comitato per il patrimonio mondiale, di cui fanno parte i rappresentanti di 21 Paesi, riunito in questi giorni a San Pietroburgo proprio per esaminare 33 candidature alla lista dei siti Patrimonio dellUmanit, stata accolta tra gli applausi dalla delegazione palestinese. Questi siti rischiano la distruzione totale a causa delloccupazione israeliana, della costruzione del muro di

prima del 29 giugno. Il riconoscimento adesso dar una spinta ulteriore. Cenni storici. Dopo i Vangeli, la pi antica testimonianza sul luogo della nascita di Ges (verso la met del II sec.) del filosofo e martire Giustino, originario di Flavia Neapolis, odierna Nablus, in Palestina che riferisce appunto di una grotta prossima allabitato di Betlemme. In particolare la menzione della grotta come abitazione di fortuna va riconosciuta come uneco della tradizione locale, attestata anche nellantico apocrifo detto Protovangelo di Giacomo (II sec.), ripetuta da Origene (III sec.) e alla base di tutta la storia successiva del santuario betlemitano. Questa grotta fu circondata dalle costruzioni dellimperatore Costantino e di sua madre Elena non molto dopo il 325 d. C., come narra lo storico Eusebio di Cesarea, contemporaneo ai fatti. Nel 386, san Girolamo si stabil nei pressi della basilica, con la nobile matrona romana Paola e altri seguaci, vivendo vita monastica, dedicandosi allo studio della Bibbia e producendo la sua versione latina (Vulgata), che divenne poi ufficiale nella Chiesa dOccidente. La basilica del IV secolo fu sostituita nel VI secolo da unaltra di dimensioni maggiori, che quella ancora oggi in piedi. In epoca crociata (XII sec.) le pareti furono abbellite di preziosi mosaici dai fondi incrostati doro e di madreperla, dei quali rimangono frammenti. Scavi fatti negli anni 1934-35 (dal governo mandatario inglese) hanno riportato alla luce considerevoli resti dei mosaici pavimentali della basilica costantiniana, alcuni dei quali visibili. I francescani, che dimorano a Betlemme dal 1347, posseggono accanto alla basilica della Nativit il proprio convento e una chiesa dedicata alla santa martire Caterina. La Nativit stata spesso al centro di contese tra palestinesi e israeliani e scenario di diversi scontri, tra cui il famoso assedio israeliano del 2002 durato 39 giorni.

separazione e di tutte quelle misure e sanzioni israeliane che hanno soffocato lidentit palestinese, ha sottolineato il delegato dellAnp Nabil Abu Rudeina dopo il voto. Di tenore diverso le reazioni israeliane e americane che parlano di decisione totalmente politica. In particolare lambasciatore degli Stati Uniti David Killion si detto profondamente deluso dal riconoscimento. Questo luogo sacro per tutti i cristiani e lUnesco non dovrebbe essere politicizzata. La posizione delle Chiese. Perplessit sulla richiesta palestinese sono sempre state nutrite dalle tre comunit cristiane che gestiscono il luogo santo, la Custodia francescana, i greco-ortodossi e gli armeni. Il custode di Terra Santa, padre Pierbattista Pizzaballa, commentando allagenzia Sir il riconoscimento, ha ricordato come il presidente palestinese Abu Mazen, avesse espresso garanzie che non sarebbero stati toccati i diritti delle Chiese, i diritti di propriet e di gestione. Speriamo che dai luoghi santi restino fuori tutte quelle attivit che non hanno nulla a che vedere con il culto. Forte , per il religioso, il rischio di strumentalizzazione politica della

decisione dellUnesco: Non vogliamo entrare in queste dinamiche ribadisce con chiarezza il religioso. La decisione di prestigio per un luogo santo gi considerato un patrimonio dellumanit. Ritengo che da un punto di vista pratico non cambier molto. Dello stesso avviso anche monsignor William Shomali, vescovo ausiliare di Gerusalemme e vicario patriarcale per la Palestina, che ha dichiarato che il riconoscimento una vittoria della diplomazia palestinese, del diritto di una nazione. Tuttavia non deve prescindere dal rispetto del luogo, il che equivale a dire che la gestione del santuario deve restare nelle mani delle tre comunit religiose che, secondo lo statu quo, se ne occupano. Per il vescovo questo riconoscimento avr ricadute positive sul turismo religioso ed anche sul dialogo tra le comunit cristiane e con gli islamici. Questi ultimi, infatti, credono che Ges sia un profeta. LAutonomia palestinese - ha aggiunto - avr il dovere di occuparsi di questo sito, quando necessario e con delicatezza per non turbare gli equilibri delle comunit. Il riconoscimento potr dare garanzie maggiori circa la manutenzione e la cura della basilica, ma senza ingerenze. Ma va detto anche che il progetto per il restauro della Nativit era partito molto

Il significato della firma delle due intese tra Chiesa e Governo sullIrc

Per garantire docenti preparati che possano operare con competenza e qualit allinterno dellistituzione pubblica

Ora di religione, una firma con la scuola nel cuore


na nuova intesa, anzi due, sullinsegnamento della religione cattolica (Irc). Gioved 28 giugno, le hanno firmate, come previsto dalle procedure di derivazione concordataria, il ministro dellIstruzione, Francesco Profumo, e il presidente della Conferenza episcopale italiana, cardinale Angelo Bagnasco. I due testi riguardano questioni differenti ma ugualmente importanti. Il primo, una vera modifica dellIntesa Cei-Mpi del 1985, seguita al Nuovo concordato del 1984, aggiorna i profili di qualificazione professionale dei docenti di religione. Una modifica che si resa necessaria negli ultimi anni per armonizzare il percorso formativo richiesto agli Idr con quanto previsto, oggi, per linsegnamento nelle scuole italiane. La logica di fondo, gi ben presente nel 1984 e 1985, quella di garantire docenti preparati, veri professionisti della scuola, che possano operare con competenza e qualit allinterno

ROMA, 28 GIUGNO: IL CARDINALE ANGELO BAGNASCO, PRESIDENTE DELLA CEI, E FRANCESCO PROFUMO, MINISTRO DELLISTRUZIONE, DELLUNIVERSIT E DELLA RICERCA, FIRMANO LE NUOVE INTESE CEI-MIUR

dellistituzione pubblica. , questo, un portato proprio del Nuovo Concordato, che a suo tempo, ridefin linsegnamento cattolico in senso propriamente scolastico e permise di indicare titoli di studio precisi per i docenti. Una logica che proseguita fino al riconoscimento del ruolo giuridico dei docenti di religione: professionisti della scuola, come i colleghi delle altre materie. Una logica, ancora, che sostiene il capillare e continuo impegno di formazione in servizio organizzato sia a livello nazionale, sia locale, per gli Idr. Ora i titoli di accesso alla professione (si partir del 2017) sono aggiornati ai cambiamenti avvenuti nei percorsi formativi universitari e in linea con le nuove istruzioni sugli Istituti superiori di scienze religiose. La seconda intesa appena firmata riguarda, invece, le nuove indicazioni per linsegnamento della religione cattolica nel secondo ciclo, sulla base dei rinnovati documenti che il Miur ha elaborato in un quadro di riforma dellintero sistema educativo

distruzione e formazione. Sono, attesissimi, i nuovi programmi per le scuole superiori che in questi anni hanno sofferto un periodo di vacanza dovuto anche al continuo mutare degli orientamenti circa la riforma scolastica. Il cardinale Bagnasco ha spiegato come le indicazioni si sono rese necessarie tenuto conto del nuovo assetto dei licei, degli istituti tecnici e degli istituti professionali, nonch dei percorsi distruzione e formazione professionale. Per questo le nuove indicazioni sono state differenziate in modo tale da rispecchiare al meglio il carattere e limpostazione culturale di ciascuna tipologia di scuola e del particolare ordinamento dellistruzione e formazione professionale. Toccher ora ai docenti mettere alla prova i nuovi testi, esaminandoli con attenzione e traducendo in concreto, nella prassi didattica, quanto proposto dalle indicazioni. Magari anche suggerendo a loro volta percorsi e strade di rinnovamento. , questo,

peraltro, il dinamismo continuo di una materia scolastica che voglia davvero qualificarsi come tale. E qui sta il nodo di fondo: lIrc, anche attraverso questi ultimi passaggi, si conferma attento alla scuola, al suo servizio, come ha ricordato ancora al momento della firma il cardinale Bagnasco. E lo ha sottolineato anche il ministro Profumo, in un inciso, ricordando come anche molti alunni stranieri (in questi anni aumentati in modo esponenziale) scelgano di avvalersi dellinsegnamento cattolico. Sono persone di culture diverse, che tuttavia decidono (circa la met) di frequentare lIrc, confermando - dice il ministro - la natura scolastica di questa disciplina, a prescindere dallappartenenza religiosa personale. Davvero non poco. Alberto Campoleoni

Attualit Da domenica 19 a sabato 25 agosto la 33esima edizione Rimini Fiera della grande kermesse organizzata da Comunione e Liberazione

Gioved 5 luglio 2012

11

Villaggio globale
di Ernesto Diaco

Sport,spettacolieteatro AnchequestosarMeeting2012
oich come suggerisce il titolo del Meeting 2012 La natura delluomo rapporto con linfinito, parafrasando il commediografo atino Terenzio si pu affermare che nulla di ci che interessa anche un solo uomo ci deve essere estraneo. Per questo che vedendo gli spettacoli in programma, li abbiamo divisi per generi, in ordine alfabetico, sperando di fare una cosa gradita ai nostri lettori.

LA VITA OGGI SI SALVA ANCHE SUL WEB


Qualche settimana fa il quotidiano Avvenire ha dato notizia di una bella iniziativa avviata quasi per caso, due anni fa, da alcuni volontari del Centro di aiuto alla vita di Giaveno, in provincia di Torino. La dimostrazione di come lambiente digitale possa essere luogo in cui vivere anche la solidariet e laccoglienza. Gli operatori del Centro, infatti, hanno iniziato col partecipare a forum di discussione online sullaborto, inserendo nel dialogo la propria visione a favore della vita. In breve, gli incontri su forum, chat e social network si sono allargati a macchia dolio, e i giovani volontari hanno contattato un gran numero di donne intenzionate ad abortire. Da l sono nati colloqui di grande confidenza, intrisi di lacrime e speranze, di ascolto e aiuto. A coordinare questo fenomeno spontaneo di servizio alla vita sulle autostrade informatiche Teresa Bava, madre di quattro figlie e responsabile del Centro aiuto alla vita di Giaveno. Due anni fa racconta Annalisa Maria, una giovane volontaria, ha partecipato a un workshop proposto da Federvita Piemonte, durante il quale le sono stati forniti spunti e strumenti per poter operare al servizio della vita attraverso il web. Cos Annalisa, che per motivi di salute costretta a rimanere a casa spesso anche per mesi, ha iniziato da sola a portare avanti questopera. Il risultato? In due anni di volontariato online ha salvato 32 bambini: le stesse mamme le hanno fatto sapere che il loro certificato per abortire era finito nel cestino. Nel frattempo si aggiunta una decina di persone, moltiplicando ulteriormente gli aborti evitati. In rete, prosegue Teresa, sincontrano donne e storie di ogni tipo. Ricordo una mamma incinta del terzo figlio, con una diagnosi prenatale complicata. Sia lei che il compagno disoccupati. Lui minacciava di abbandonarla se non avesse abortito. Era molto angosciata. Le ho infuso coraggio, consigliato un centro specializzato per i problemi del bimbo e lho messa in contatto con esperti della sua zona. Il compagno ha cambiato atteggiamento. nato un bimbo sano. Ci sentiamo ancora per condividere i progressi del piccolo. Per la responsabile del Centro di Giaveno, indispensabile non limitarsi ad aspettare che qualcuno bussi alla nostra porta, dobbiamo andare dove le donne si aprono e chiedono aiuto. Su internet facile confidarsi: la donna si sente libera, pu ritornare in ogni momento nel suo anonimato. La intercettiamo quando la decisione di abortire ancora in forse. un servizio, conclude Teresa, che richiede pazienza, riservatezza, umilt, saper ascoltare senza giudicare, e il desiderio di fornire strumenti utili alla mamma che ne fa richiesta in rete. Tutti possono farlo.

Marted 21 agosto lo spagnolo Luis Ortega proponeENTI: annunciazione, passione, morte e risurrezione di Nostro Signore Ges Cristo attraverso la musica, il canto, la danza spagnola e il flamenco
CHITARRA CLASSICA: omaggio di Piero Bonaguri ad Andres Segovia a 25 anni dalla morte il 20 alle 19,45 a pagamento. CINEMA: il 20 alle 21,45 serata di premiazione dei vincitori della V edizione del concorso internazionale di cortometraggi Meeting Rimini film festival. La Pixar presenter in anteprima nazionale spezzoni di The Brave e alcuni dei suoi cortometraggi per bambini. Durante la settimana verranno proiettati a pagamento i film: Hugo Cabret di Martin Scorsese; Le avventure di Tintin di Steven Spielberg; Arrietty. Il mondo segreto sotto il pavimento di Hayao Miyazaki; Pirati! Briganti da strapazzo di Peter Lord e Jeff Newitt; The Tree of live di Terrene Malick; The Way Back di Peter Weir; Larte di vincere di Bennett Miller; Tatarak di Andrzey Wajda; Una separazione di Asghar Farhadi. DOCUMENTARI: anche questanno ci sar lormai tradizionale rassegna di documentari da tutto il mondo, commentati e presentati possibilmente dagli autori. FLAMENCO: lo spagnolo Luis Ortega il 21 alle 21,45, a pagamento, propone EN TI: annunciazione, passione, morte e risurrezione di Nostro Signore Ges Cristo attraverso la musica, il canto, la danza spagnola ed il flamenco. La compagnia da ballo di Luis Ortega il 22 alle 22 proporr uno stage di flamenco. JAZZ: il 23 alle 22 Paolo Jannacci con il suo quartetto presenter le sue composizioni al pianoforte. MARIONETTE: il 23 e il 24 alle 19,45 un gruppo di ex senzatetto, con la collaborazione della famiglia Colla, racconter la vita di Fratel Ettore Boschini, premiato al Meeting 79 per la sua opera a favore dei poveri. MUSICA CLASSICA: ci saranno tre guide allascolto: Pippo Molino il 22 presenter i Vespri di Rachmaninov; Roberto Androni il 23 la IV sinfonia di Brahms; Pier Paolo Bellini, accompagnato al pianoforte da Giulio Giurato, proporr Note di nostalgia: Chopin e Pascoli. MUSICA ETNICA: il 22 alle 19,45 concerto, a pagamento, di Origines Trio con Valentina Oriani. MUSICA RUSSA: il 22 alle 21,45, a pagamento, il Coro sacerdotale metropolitano di San Pietroburgo, formato da quaranta monaci, presenter la suite dei vespri di Rachmaninov e altri canti della tradizione russa.

MUSICAL LIBANESE: la Compagnia Caracalla Dance Theatre composta da cinquanta ballerini, attori, cantanti propone il 19 alle 21,45, a pagamento, The Villagers Opera, che racconta lamore fra due giovani ed il conflitto tra le loro famiglie. La Caracalla Dance Theatre il 20 alle 22 propone uno stage di danze libanesi, per imparare lo stile tipico di questa compagnia che armonizza il folklore al linguaggio corporeo di Martha Graham. MUSICHE IRLANDESI: il 21 alle 22 la Shamrock Band propone un concerto di musiche tradizionali irlandesi. ROCK: il 24 alle 21,45 come serata finale ci sar il concerto All is holy? della Rock Culture All - Star Orchestra presentato da John Waters, curatore della mostra tre accordi e il desiderio di verit. Rockn roll come ricerca di infinito. SPORT: in 13mila mq gli appassionati, grazie al Csi e a CdO Sport, potranno conoscere e praticare beach volley, beach rugby, golf, calcio a 5, pallavolo, basket, ping pong, calcio balilla, lacrosse, giochi di strada, dama, scacchi, atletica, judo e tennis. Sono previsti anche eventi sportivi e tornei. TEATRO: la scuola superiore La Traccia di Bergamo presenta il 20 e il 21 a pagamento presso il Teatro Ermete Novelli di Rimini Delitto e Castigo di Fedor Dostoevskij. TEATRO ACROBATICO: otto attori, clown, acrobati, equilibristi, giocolieri provenienti da Italia, Polonia, Romania e Ungheria il 23 alle 21,45, a pagamento, presenteranno lo spettacolo Casa dolce casa, che racconta le vicissitudini di un gruppo di clochard. Stefano Salvi

il Periscopio

di Zeta

abbiamo vinto, con tanto di cappello. Bravissimi tutti, bravissimo il super-Mario Balotelli, ritrovatosi bravo ragazzo alla scuola del buon Cesare che lo ha preso sotto la sua ala paterna. Sembrava di essere tornati ai tempi di Enzo lla fine stato un successo. S, perch pensando a come la Nazionale di Bearzot. Gli scandali e i pronostici contro, Calcio aveva iniziato i campionati Europei, ci si pu persino leccare i proprio come nel 1982, e il mister che difende baffi. Per un secondo posto tutti quanti avremmo sottoscritto un tutti e mette in campo gente su cui nessuno contratto in bianco. Certo che per, alla fine, quando si arriva allultima partita avrebbe scommesso. Vedi il caso di Cassano in quel modo, un pensierino al titolo continentale era venuto a pi di un che, nonostante qualche chilo di troppo, non KIEV, 1 LUGLIO: LA SPAGNA HA BATTUTO LITALIA NELLA FINALE DI appassionato. ha tradito le attese del ct. EURO 2012. NELLA FOTO (AFP/SIR), IL SALUTO TRA LE DUE SQUADRE, Il ct Prandelli ha fatto un miracolo. stato capace di ricostruire una squadra da Poi sono arrivate le furie rosse. Le avevamo A FINE PARTITA un gruppo che non aveva nulla alle spalle. Basta pensare alla batosta subita viste spente. Poco furie, piuttosto stanche, dalla Russia poco prima dellavvio del torneo che si svolto in Polonia e in affaticate, quasi indolenti. Facevano il loro giochetto Chiellini, poi Motta. Non ha utilizzato Nocerino, il Ucraina. Un 3 a 0 che brucia ancora. Poi si svolta la prima fase e abbiamo di passaggi corti, quasi al rallenty. Sembravano cotti. pi in forma dei nostri nel campionato. Non temuto il biscotto, con protagonista la Spagna che avremmo ritrovato in una Poveri illusi, noi. Loro, intanto che gli azzurri si sarebbe cambiato nulla. Gli spagnoli sono finale che si preannunciava fin troppo facile. spremevano gambe e cervello, si sono riposati. Lo marziani. Non sono normali. Sanno tutti giocare al Gli spagnoli sono stati sportivi e hanno vinto tutto quello che cera da vincere. hanno fatto per tutto il torneo, fino al giorno della calcio e fanno correre a vuoto gli avversari. Troppo Hanno battuto la Croazia e ci hanno fatto superare il turno. Ai quarti abbiamo finalissima. L, a Kiev, ci hanno mostrato quello che belli da vedere. Avevano un magico triplete da affrontato lInghilterra. Abbiamo iniziato a giocare e lo abbiamo fatto bene, valgono. Valgono mille volte di pi dei nostri e di conquistare e lhanno raggiunto: due Europei e un molto bene. E ci abbiamo preso gusto. Abbiamo vinto ai rigori, con merito e chiunque altro. Mondiale. A noi resta ununica consolazione. poi siamo andati di corsa alla semifinale storica con la solita Germania. E l Non c stata storia. Solo sofferenza. Non si vedeva LItalia degli anni Trenta, quella guidata da Vittorio non potevamo perdere. E non abbiamo perso, soprattutto a vantaggio dello lora che finisse la partita. Prandelli ha messo in Pozzo, vinse due Mondiali (1934 e1938) e spread tra i nostri Btp e i Bund tedeschi. Sarebbe salito allinverosimile. E campo i giocatori facendosi guidare dal cuore: prima unOlimpiade (1936). Solo per essere precisi. (754)

Europei di calcio: gli Azzurri di Cesare Prandelli si arrendono solo ai marziani spagnoli

Un secondo posto che vale oro

12

Gioved 5 luglio 2012

Cesena
Un termometro nel cesenate

I dati dellesperto Lorenzo Marani

Newsletter
Mai come questestate Cesena si presenta ricca di eventi ed appuntamenti di qualit. E per questo motivo che Zona A, comitato di valorizzazione del centro storico, ha pensato di realizzare e distribuire gratuitamente 20 mila copie di una newsletter (realizzata da Ab Communications) che potesse riassumere tutte le attrattive della citt. Nasce cos "Cesena da non perdere" che in poche pagine vuole informare sia i cittadini che i turisti della costa sulle potenzialit della citt. Dalla Biblioteca Malatestiana ai negozi aperti anche di sera, dagli ospiti delle numerose manifestazioni culturali a "Piazze di Cinema" che trasformer gli angoli e le piazze in sale cinematograche allaperto.

Estate bollente: luned toccati i 38,7 gradi


aldo al di sopra di ogni aspettativa: cos pu essere definita la seconda met del mese di giugno, dal punto di vista climatico. Ma tutto il mese ha registrato temperature al di sopra della media stagionale. Lorenzo Marani, esperto metereologo di Cesena, fa il punto della situazione. I suoi dati si basano sulle rilevazioni locali statistiche e sulla sua stazione meteo, sita in zona Villachiaviche. "Il mese di giugno - spiega lesperto - ha chiuso con un temperatura media di 2.5 gradi in pi rispetto alla media degli ultimi 30 anni. In linea generale, non si battuto alcun record. Per luglio il valore pi alto della storia di Cesena stato, finora, di 39.4 gradi il 23 luglio del 2009. Il record storico invece pi alto di 39.9 gradi, il 10 agosto 1994. Cesena, dal 1924 in avanti, non ha mai toccato i 40 gradi allombra. Ad ogni modo, considerati i tempi sempre pi caldi, non detto che prima o poi succeda anche di superare tale valore". Parlando di caldo effettivo, ed anche

A Cesena il massimo della temperatura si registrato nellagosto del 1994 con 39,9 gradi allombra
eccessivo di questo ultimo periodo, luned scorso alle 16,30 si toccata la massima del 2012 con 38.7 gradi allombra che coincidono con 44 gradi percepiti sulla pelle. "Si ottiene tale percezione - spiega Marani - la si ottiene rapportando i 39 gradi con lumidit atmosferica che era al 38 per cento. Ma ci sono stati esattamente 3 giorni di afa, causando nella gente notevole disagio fisico. Domenica sono stati toccati i 36.6 gradi, mentre sabato si era arrivati a 36.5 gradi". Le minime notturne sono sempre sopra i 20 gradi, ossia tra i 21 e 24 e questo ha comportato diversi disagi anche nel riposo notturno, soprattutto per chi non ha condizionatori daria. "Gi da marted - conclude Marani c stato un lieve calo termico, con un abbassamento dellafa e questo facilita un miglioramento dello scambio del calore sulla nostra pelle. Ma lestate continua, calda, senza interruzioni temporaleschi, per il momento". Intanto al momento la diga di Ridracoli continua ad erogare acqua. Nel momento in cui scriviamo, marted 3 luglio, il livello dellacqua a quota 552 metri, contro un massimo di 557. Il volume dacqua contenuto nel bacino pari a 28 milioni di metri cubi, contro un massimo di 33. Lanno scorso, in questo stesso periodo, la diga aveva 24 milioni di metri cubi. Cristiano Riciputi

Lotteria di San Giovanni

Resi noti i biglietti vincitori della lotteria di San Giovanni, promossa dalla Fondazione Sacro Cuore. Il 1 premio, una lancia Y Diva 1200, al biglietto X 4877. Il 2, un I PAD 3, K 0888. Il 3 e 4 premio, le spese per il trasporto allisola deElba A 0255 e Y1816; 5 premio (orologio uomo) Y1409; 6 premio (Blackberry) A3338; 7 premio (vacanza) k4358; 8 (buono spesa 250 euro) X0576; 9 (orologio) X0051; 10 (orologio) K4811. Lelenco completo su www.sacrocuorecesena.it

Sono 14 i cesenati fra i 130 studenti pi bravi di tutto lAteneo

Universitari premiati a Bologna


I migliori studenti dellUniversit di Bologna. Cos li ha definiti il rettore, Ivano Dionigi, lo scorso 8 giugno quando sono state consegnate a 130 studenti (114 italiani e 16 stranieri non comunitari) altrettante "borse di merito" da 2.500 euro lordi ciascuna. Il 70 per cento dei "bravissimi" formato da ragazze. Il merito stato valutato in termini di numero di crediti acquisiti e voto medio. Nel corso della breve e sobria, ma anche solenne, cerimonia svoltasi a Bologna a cui erano presenti i presidi di tutte le facolt, il rettore ha tenuto a precisare che gli studenti premiati hanno un duplice merito. In primo luogo hanno inteso alla perfezione che studio significa passione. In secondo luogo il rettore ha detto che questi studenti sono la migliore pubblicit per lateneo bolognese che annovera 23 facolt frequentate da oltre 82.000 studenti. "Assieme a chi frequenta il Collegio Superiore - ha aggiunto il rettore Dionigi -, voi siete i veri protagonisti degli articoli pubblicati di recente da sei grandi giornali, per lo pi stranieri". Il rettore ha assicurato che il prossimo anno i premiati saranno in numero maggiore. "Abbiamo il dovere di riconoscere i migliori - ha concluso - come indicato dallarticolo 34 della Costituzione, e dobbiamo porre le condizioni per farlo. Ce lo impone il nostro ruolo. Infine abbiamo lobbligo di fare in modo che questi giovani non fuggano dal nostro Paese. Sarebbe una strategia suicida che dobbiamo evitare". Di seguito pubblichiamo i nomi dei 14 studenti premiati che risiedono nel comprensorio Cesenate. Sono suddivisi per facolt, come dallelenco fornito dalla stessa universit. Lanno accademico di riferimento il 2010-2011. Elena Rinaldi (Economia) - Cesena; Giacomo Valzania (Architettura di Cesena) - Cesena; Carlo Camagni (Ingegneria di Bologna) - Cesena; Emanuele Zanotti (Scienze Politiche di Forl) - Cesena; Nicolas Moretti (Ingegneria di Cesena) - Verghereto; Fabio Morotti (Ingegneria di Cesena) - Savignano sul Rubicone; Lucas Cecchini (Ingegneria di Cesena) - Borghi; Ivan Casalboni (Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali) - San Mauro Pascoli; Andrea Capellini (Scienze Statistiche) - Cesena; Davide Benedetti (Scienze Statistiche) - Cesena; Silvia Montanari (Economia sede di Forl) - Bertinoro; Andrea Benvenuti (Economia sede di Forl) - San Mauro Pascoli; Laura Migani (Economia sede di Forl) - Savignano sul Rubicone; Stefania Facciani (Farmacia) - Bagno di Romagna.

CENTRI ESTIVI: MANDATECI LE VOSTRE FOTO

Sono partiti in questi giorni, organizzati da parrocchie, associazioni, gruppi e movimenti, i centri estivi che coinvolgono migliaia di ragazzi. Nelle prossime settimane pubblicheremo le foto provenienti da tutto il territorio. Mandate i vostri scatti a centriestivi@corrierecesenate.it accompagnando la foto da qualche informazione (luogo, periodo, ragazzi presenti, attivit svolte, aspetti originali) e un nominativo con recapito telefonico.

Cesena

Gioved 5 luglio 2012

13

Criminalit, serve prevenzione: Cesena non unisola felice


A colloquio con il capitano Diego Polio, comandante, da ormai due anni, della Compagnia dei Carabinieri

Cristiano Riciputi
comandante della Compagnia dei Carabinieri ed a Cesena da quasi due anni. Il capitano Diego Polio, 35 anni, fa il punto della situazione locale. "Fra la gente il problema pi sentito quello dei furti. A questo proposito devo dire che i cesenati hanno ancora la mentalit del paese, mentre Cesena ha i problemi, su questo fronte, di una grande citt. Non si possono tenere porte e finestre aperte, lauto con la chiave inserita e con oggetti dentro. I ladri vengono soprattutto da fuori e fanno scorribande notturne per poi fuggire sfruttando le tantissime vie di accesso. Anche se avessimo il triplo delle pattuglie, non riusciremmo a controllare tutto il territorio. Occorre pi prevenzione da parte dei cittadini". Polio entrato nellArma dei Carabinieri tramite concorso ed ha frequentato lAccademia Militare di Modena conseguendo la laurea in Giurisprudenza (a La Sapienza). E laureato anche in Scienze della sicurezza

IL CAPITANO DIEGO POLIO (FOTO GIMMI ZANOTTI)

Prima di Cesena ha operato in Sicilia dove ha lavorato brillantemente contro la mafia

(universit di Tor Vergata) e ha frequentato la Scuola Ufficiali a Roma. Suo primo incarico stato il comando del nucleo operativo a Gela, in Sicilia, in una zona definita "ad alto indice di criminalit". "Dopo due anni di indagini - spiega il capitano - arrivammo allo smantellamento di una cosca mafiosa con 79 arresti". Per questa operazione andata a buon fine a Polio stato conferito un encomio solenne e una promozione che lo ha portato a Canicatt. Anche in questa citt Polio ha coordinato indagini di spessore, fra le quali una relativa a una banda di montenegrini che rubava gioielli e aveva ramificazioni in diverse parti dItalia. In questo caso gli arresti sono stati 23. "Dopo lesperienza siciliana - aggiunge il capitano - sono stato assegnato a Cesena, nel settembre 2010. Rispetto al sud, in Romagna limpegno diverso: qui pi frenetico, l pi complesso. A Gela e a Canicatt la microcriminalit, quella dei furti, era quasi inesistente. Per vi sono le grandi organizzazioni malavitose che impegnano in indagini lunghe anche pi anni. A Cesena, invece, ogni giorno vi sono tante piccole situazioni da affrontare e, ogni tanto, anche eventi criminosi pi grandi". Questanno la Compagnia guidata da Polio ha fatto 15 arresti per furto e per lo pi si trattava di gente venuta da fuori Cesena. I malviventi concentrano le proprie attenzioni su una zona, e poi passano ad unaltra. E successo prima a Bulgarn, poi nel quartiere ravennate. Oggi la situazione apparentemente calma in entrambi i territori. Gli stranieri non sono di certo un problema. "Mi sono accorto - continua il capitano - che a Cesena gli extracomunitari sono ben integrati e, al di l della crisi, lavorano e mandano i figli a scuola. Non esistono quartieri o palazzi di soli immigrati, realt che, quando presenti, causano sovente problemi di ordine pubblico". Riguardo alla disciplina dei cesenati, Polio esprime una perplessit: "In tanti interpretano il codice della strada a modo proprio. I sensi unici, spesso, sono un optional. In questo, tutta lItalia paese". Polio ha scelto di diventare Carabiniere quando, a 15 anni, rimase sconvolto dallattentato a Falcone e quel giorno decise che voleva lavorare in Sicilia combattendo la criminalit organizzata. "La mafia al sud - conclude Polio - ma non pensiamo che qui al nord ne siamo immuni. Non ci sono le sparatorie per strada o il racket ai commercianti, ma le infiltrazioni mafiose sono sempre dietro langolo. Soprattutto in questo periodo di crisi, gli imprenditori devono stare attenti a chi offre loro denaro di dubbia provenienza. Dico solo che nelloperazione di Gela, su 79 arresti, una quarantina riguardava imprenditori onesti, di altre regioni, che avevano accettato denaro per investimenti senza sapere, o voler sapere, che era frutto di traffici illeciti. Per questo avverto che bene stare in guardia, anche a Cesena".

Giustizia
A difesa del Tribunale
Prosegue limpegno dellAmministrazione comunale per difendere la sede del Tribunale di Cesena che rischia di cadere sotto la mannaia della revisione degli uffici giudiziari sul territorio. Dopo le lettere inviate nei mesi scorsi dal sindaco Paolo Lucchi per sensibilizzare i parlamentari locali e lordine del giorno sottoscritto da tutti i gruppi del Consiglio comunale con cui si faceva presente al ministro della Giustizia Paola Severino la situazione particolare di Cesena, il vicesindaco Carlo Battistini ha partecipato a Bologna, insieme ai rappresentati degli altri Comuni sede di sezione distaccata di Tribunale e ai parlamentari emiliano romagnoli (per il territorio cesenate era presente lonorevole Sandro Brandolini), a un incontro promosso dallAnci Emilia Romagna proprio per discutere di questo tema. E intanto, il sindaco Lucchi annuncia che interverr allassemblea degli avvocati, convocata per il 7 luglio proprio per scongiurare la soppressione della sede cesenate.

Puntare sulla mediazione


Il prossimo 10 luglio, dalle 15 alle 18, si terr a Cesena, Palazzo Mazzini Marinelli, via Sacchi 3 (presso la sede del Corso di Laurea in Scienze dellInformazione) il convegno "Mediazione: confusione e falsi miti. Conosciamo meglio lo strumento del futuro", organizzato da Invictus Editore, con il patrocinio di Infcon (Istituto nazionale per la formazione continua) e della Fondazione della Cassa di Risparmio di Cesena. Il convegno, a partecipazione gratuita, dedicato al nuovo istituto della mediazione delle controversie, che costituisce uno strumento di soluzione delle liti alternativo a quello gestito nei palazzi di giustizia. Come noto, lItalia gura agli ultimi posti nella classica mondiale per efficienza dellamministrazione della giustizia. Le esigenze di cittadini e imprese mal si conciliano con i tempi lunghi dei tribunali civili e delle esecuzioni: quindi, laffermazione della cultura della mediazione, oggi disciplinata da una serie di norme comunitarie e nazionali, appare come un valido strumento per contribuire a risolvere i mali della giustizia nazionale. Nel corso dellincontro interverranno alcuni dei massimi esperti a livello internazionale in tema di mediazione e conciliazione delle liti. Sono previsti gli interventi dellavvocato cesenate Andrea Sirotti Gaudenzi (foto a lato), Lorenza Morello, Adriano Rizzello e Valerio Vincenzi. Levento stato accreditato dallOrdine degli Avvocati di Forl-Cesena che ha riconosciuto 3 crediti formativi ai partecipanti. Per informazioni: info@invictuseditore.it

Albergo Monte Fumaiolo ***


a nuov ne o gesti
Lalbergo MONTE FUMAIOLO (1.200 mt. slm) in localit Balze, situato in posizione tranquilla e in mezzo al verde. il punto ideale di partenza per escursioni e passeggiate e per vivere a stretto contatto con la natura. Si trova a 300 metri dalle sorgenti del Tevere. facilmente raggiungibile dalla superstrada E45. Il men del pranzo e della cena a scelta tra le due proposte dello chef. Buffet di verdure fresche a scelta.

Per le vostre vacanze... scegliete le sorgenti del Tevere... al Fumaiolo


dal 10/06 al 17/06 dal 02/09 al 09/09 prezzi per persona mezza pensione pensione completa 30 euro 38 euro dal 17/06 all1/07 dall1/07 al 29/07 dal 19/08 al 02/09 37 euro 45 euro dal 29/07 al 19/08

34 euro 42 euro

47 euro 55 euro

PER CAMERE SINGOLE O DOPPIE USO SINGOLA: SUPPLEMENTO + 15%

LHOTEL DISPONE DI QUESTI SERVIZI: sala bar, sala tv, sala colazioni, parcheggio, terrazzi, telefono in camera. PER GRUPPI contattare lhotel.

ALBERGO MONTE FUMAIOLO: via Tevere, 26 - 47028 Balze di Verghereto (Fc) - tel. 0543 906614 cell. 393 9234448
www.hotelmontefumaiolo.it info@hotelmontefumaiolo.it

14

Gioved 5 luglio 2012

Cesena

In Uganda, alla stazione trasmittente fondata da padre Tonino Pasolini stanno arrivando limpianto donato dalla ditta Amico Sole

Invito ai cesenati
Padre Tonino rientrato in Italia per sottoporsi ad un intervento chirurgico al cuore, il 21 giugno ripartito per la sua tanto amata Uganda e in particolare Arua, nel Nord dellUganda, dove risiede ormai dal 1966. "Non so se riuscir a tornare in Italia entro il 2012. Di solito mi allontano da Radio Pacis solo una volta lanno. Rinnovo linvito per i cesenati che desiderassero vivere unesperienza a Radio Pacis di mettersi in contatto con me. Noi avremmo bisogno di un tecnico radio che possa illustrarci nuove tecniche

Radio Pacis alimentata coi pannelli di Cesena


Barbara Baronio
a Pievesestina di Cesena pannelli solari per Radio Pacis in Uganda. Un container carico di pannelli solari e di tutte le attrezzature per installarli e farli funzionare sta raggiungendo proprio in questi giorni la diocesi di Arua, in Uganda, dove opera il cesenate padre Tonino Pasolini, missionario comboniano, da 45 anni impegnato in Uganda. Questi pannelli donati dalla ditta di Pievesestina "Amico Sole" di Mauro Bonacci consentiranno a Radio Pacis, emittente fondata da padre Tonino, di implementare la propria produzione di energia elettrica di circa 18 kilowatt, che si andranno a sommare ai 23 che gi produce autonomamente. "Grazie a questo importante contributo - spiega padre Tonino -

Padre Tonino Pasolini

avremo ulteriore energia da mettere in rete con la compagnia elettrica ugandese e ridurre almeno in una piccola parte le spese. Il nostro obiettivo quello di renderci il pi possibile autonomi dalla fornitura ufficiale di energia in modo da contrarre le uscite finanziarie e inoltre sarebbe auspicabile poterne vendere anche una parte. Questo ricavo potrebbe essere investito per stipendiare alcuni degli oltre 90 dipendenti della radio. Sono certo - sottolinea padre Tonino che tutte le organizzazioni cattoliche continueranno a sostenere lopera di Radio Pacis, ma noi in Uganda abbiamo il dovere di renderci autonomi per le spese ordinarie e questo versante dellenergia senza dubbio il pi praticabile". Attualmente Radio Pacis usa tre frequenze che portano il segnale radiofonico per oltre 400 km. "Per rendere ancora pi efficace la nostra opera di educazione abbiamo ritenuto importante investire nella creazione di un nuovo traliccio (alto 60 metri) con trasmettitore per raggiungere larea del nord est

Uganda. Il traliccio a 250 km da Arua conduce il segnale fino a Gulu dove abbiamo creato una piccola succursale della radio. Da qui riusciamo a garantire 9 ore di trasmissione da Gulu e le rimanenti o migliorare le frequenze e lemittente. 15 sono gestite direttamente da Inoltre ci piacerebbe avere anche un Arua. Si trattata di una grande conquista. Il territorio che abbiamo giornalista che possa darci una mano nelle redazioni. Ovviamente per enraggiunto era quello, fino a poco trambi fondamentale che conoscano tempo fa, dove imperversava il bene linglese". terrorista Kony.". Per contattare padre Tonino scrivere a: La radio che ha aperto i battenti tonino.pasolini@radiopacis.org proprio nellottobre del 2004, nel Bab giro di tre anni ha vinto un riconoscimento dalla BBC come prima emittente ascoltata in tutta lAfrica. "Il nostro obiettivo - spiega don Tonino - quello di evangelizzare oggi raggiunge una popolazione di 10 e non di fare prediche. Lideale milioni di persone di cui il 40 per cristiano portato in tutti i cento costituito da cattolici, il 35 per programmi radiofonici sia in quelli cento da protestanti e il restante da specificatamente religiosi sia in quelli musulmani. educativi. Questi ultimi ascoltano Radio Pacis e La nostra Radio un mezzo di dialogo anche fra i dipendenti ci sono fedeli in tra le diverse confessioni: musulmani, Allah che sono molto vicini ai protestanti e cattolici si ritrovano nelle cattolici. La situazione in Uganda nostre trasmissioni. attuale molto diversa da quella della La pace di Cristo, infatti, per tutti, Nigeria, dove ormai ogni domenica si non solo per i cattolici, pertanto assiste ad una strage di cristiani. Nel invitiamo al rispetto reciproco. La nord Uganda c molto rispetto fra le radio, che trasmette 24 ore su 24 in varie confessioni. quattro lingue locali oltre linglese,

Energia fotovoltaica di notte grazie ad Amico Sole


La ditta di Pievesestina propone un sistema di accumulazione
La ditta Amico Sole di Pievesestina, che si occupa di impianti fotovoltaici, propone un sistema per accumulare lenergia solare e riutilizzarla nelle ore notturne. Si tratta di un semplice apparecchio che accumula energia, tramite batterie, prodotta durante le ore soleggiate. In questo modo

ci si rende autonomi, o quasi, dalla linea elettrica e si superano eventuali mancanze di corrente della medesima linea. Il principio semplice: limpianto fotovoltaico, dopo aver soddisfatto i consumi di casa, dirotta lenergia prodotta in pi verso le batterie di accumulazione. Leccedenza di produzione verr comunque venduta e immessa in rete. Quando la sera limpianto fotovoltaico si spegne e non produce pi, in casa si pu sfruttare la corrente accumulata nelle batterie.

"I vantaggi sono molteplici - dice Mauro Bonacci, inventore del sistema - e sono a disposizione di tutte le famiglie. In primo luogo si produce energia pulita. Poi, su quella prodotta e consumata abbiamo il vantaggio economico dei contributi pi lenergia gratis. In terza battuta, accumulando lenergia prodotta in eccesso durante il giorno, di notte si va a utilizzarla. E non va dimenticato che questo sistema protegge anche dai black out dato che le batterie fungono da accumulatori".

viale Carducci, 49 47521 Cesena tel. e fax 0547 22211 cell. 336 548370

ADIACENZE PIEVESESTINA: splendida villetta dangolo di recente costruzione composta da ampio soggiorno con camino, cucina, 3 camere da letto, 3 bagni, 2 balconi, lavanderia, sottotetto finestrato, tavernetta attrezzata, garage, cantina e giardino privato con barbecue. Dotata di impianto di allarme, climatizzatore, cappotto termico esterno e arredi su misura. 320.000 tratt. / Rif. 1187 CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. ZONA STADIO: in palazzina da 6 unit appartamento al secondo e ultimo piano senza ascensore composto da ingresso, soggiorno, cucina, 3 letto (2 matrimoniali+1 singola), 2 bagni, veranda, ampio terrazzo, cantina, garage, giardino e spazio esterno condominiali. 240.000 / Rif. 1066 BUDRIO DI LONGIANO: in piccola palazzina di recente costruzione appartamento al primo piano composto da ingresso indipendente, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, 2 balconi, posto auto coperto e giardino di propriet. 175.000 / Rif. 1077 MADONNA DELLE ROSE: appartamento con splendida vista panoramica al quinto piano servito di ascensore composto da soggiorno, cucina, camera matrimoniale, bagno, balcone, cantina e garage. Da rivedere. 180.000 / Rif. 1017 ZONA SEMINARIO/OSPEDALE: in palazzina da 9 unit al secondo e ultimo piano appartamento in buonissimo stato di conservazione composto da soggiorno con angolo cottura, 2 letto, bagno, balcone, cantina e garage. 190.000 / Rif. 1176

info@agenziamedri.com

maurizio@agenziamedri.com

ZONA CENTRALE - VIA PIAVE: su lotto di mq 450 villa abbinata con rifiniture originali degli anni 30 in ottimo stato di conservazione; possibilit di ampliamento e trasformazione. Ampio giardino e garage esterno. Info in ufficio / Rif 1142 SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso TORRE DEL MORO: Appartamento di circa 110 mq commerciali al primo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina, 3 camere da letto, bagno, 2 ampi balconi, cantina e garage. In parte da rivedere. 190.000 / Rif. 1045

Cesenatico

Gioved 5 luglio 2012

15

Proteggono dalle alluvioni da monte

Fra tre mesi le "porte" sul canale saranno pronte


ntro i primi di ottobre il Il progettista lingegner Daniele sistema di difesa di Domenichini del Consorzio Cesenatico "a monte" sar ultimato. Si tratta di una di Bonifica. Investimento da 2,7 paratia che sar adagiata sul milioni di euro. I lavori stanno fondo del canale Vena e che potr essere alzata in caso di forti piene procedendo a buon ritmo provenienti da monte. Grazie alle Porte Vinciane, verso mare, e a queste paratie a monte del Ponte sono stati calcolati proprio in vista dei maggiori del Gatto e della ferrovia, il tratto di Portocanale afflussi di acqua provenienti dal canale di che attraversa il centro di Cesenatico dovrebbe Cesenatico durante la chiusura delle paratie alla essere messo al sicuro. ferrovia". Progettista e coordinatore dei lavori Daniele Il sistema idraulico che circonda Cesenatico Domenichini, ingegnere capo del Consorzio di molto delicato e basta poco per far saltare Bonifica. "Si tratta di unopera strategica - afferma lequilibrio. Le inondazioni, anche in campagna, Domenichini - che permetter al centro storico di avvenute negli scorsi anni lo testimoniano. Cesenatico di vivere pi tranquillo. Le paratoie non "Ulteriori lavori - aggiunge lingegnere - saranno sono invasive e, quando non servono, neppure si necessari alla vena Madonnina e al Venone, cio vedono perch sono adagiate sul fondo. Quando pi a monte rispetto ai lavori in atto ora allaltezza vengono alzate restano inclinate di circa 60 gradi della ferrovia, allo scopo di limitare al massimo i sbarrando il flusso dellacqua". rischi di allagamenti in caso di piene. Il sistema in A paratie alzate, lacqua defluir verso sinistra equilibrio e non va dimenticato che tutto lungo il canale Fossatone che arriva fino a Tagliata. collegato al mare: durante lalta marea lacqua E in questa localit i lavori di adeguamento del salata risale di parecchio, fino oltre 10 chilometri e, canale si sono gi conclusi con lallargamento della attraverso la rete dei canali, arriva fino a sezione e linnalzamento degli argini. "Questi Montaletto". lavori al canale Tagliata - prosegue Domenichini -

Domenichini garantisce che il sistema adottato per queste paratie molto pi affidabile rispetto ad altri e non ci saranno i problemi che, talvolta, affliggono le Porte Vinciane. In questi giorni stanno per partire anche i lavori per rafforzare gli argini della Vena tramite il posizionamento di grossi sassi. "Le banchine del Portocanale - conclude Domenichini - si trovano a 1,10 metri sopra il livello medio del mare. Un valore che mette a rischio tutto il centro in caso di piena. Le nuove paratie rappresentano una barriere indispensabile". Linvestimento pari a 2,75 milioni di euro. Cristiano Riciputi

Barabba a Cesenatico

Inaugurazione il 6 luglio alle 21

La riproduzione del codice L in mostra al Museo


Al Museo della Marineria di Cesenatico - in collaborazione con Gesturist Cesenatico - dal 6 luglio (inaugurazione alle 21) al 6 settembre si tiene una mostra su "Leonardo da Vinci a Porto Cesenatico", per raccontare gli aspetti storici e fare emergere il valore simbolico e la suggestione di questa importante presenza 510 anni dopo il suo passaggio. In mostra, oltre alla riproduzione del famoso "Codice L", anche i modelli di macchine leonardesche sullacqua realizzati dal Museo Leonardiano di Vinci. Il 6 settembre 1502 Leonardo da Vinci lascia il ricordo della sua presenza a Cesenatico tracciando sul suo taccuino di viaggio, il famoso "Codice L", un preciso rilievo del piccolo borgo marinaro accompagnato da una veduta dallalto della rocca. Leonardo si trova a Cesenatico in qualit di "ingegnere generale" di Cesare Borgia, che aveva da poco conquistato la Romagna spodestando le ultime litigiose signorie, e aveva affidato a lui con un apposito lasciapassare il compito di vericare e migliorare le forticazioni e infrastrutture strategiche del suo nuovo ducato, tra le quali gurava appunto il porto di Cesena. Il signicato del "passaggio" di

Pietro Sarubbi, lattore che ha interpretatao Barabba nel film "The Passion" del regista statunitense Mel Gibson, luned sera ha partecipato alla prima serata dei Luned Culturali della parrocchia di San Giacomo. Oltre 250 le persone che hanno ascoltato la sua esperienza di attore e di cristiano che ha ritrovato la fede dopo lesperienza del film.

Leonardo a Cesenatico - come accadr anche in seguito con Garibaldi - va per ben oltre il semplice dato storico, per assumere una pi ampia valenza simbolica.

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

16

Gioved 5 luglio 2012

Valle del Rubicone

Montiano, la Pro Loco al servizio dei terremotati


In "missione" a Massa Finalese (Comune di Finale Emilia). La Pro Loco di Montiano ha organizzato, il 24 giugno, una giornata fra i terremotati dellEmilia, prendendo contatti con la parrocchia e la Caritas. La Pro Loco si resa disponibile a preparare il pranzo per i terremotati e, domenica mattina, i partecipanti sono partiti con un quintale di carne, un forno e 200 piadine offerte da La Teggia di Bagnarola, oltre alla frutta

offerta da alcuni soci della Pro Loco. "Dopo aver partecipato alla messa, celebrata dal parroco - si legge in una nota della Pro Loco - abbiamo cotto la carne per circa 200 persone fra cui 40 Vigili del Fuoco. Nel primo pomeriggio abbiamo girato per le strade di Massa Finalese con la chiesa come prima tappa. Apparentemente, allesterno sembrava senza danni ma, appena avvicinatisi, ci siamo resi conto dei gravissimi danni subiti dal tetto, dagli intonaci e dalle pareti stesse. Dopo aver fatto conversazione e

bevuto un buon caff offertoci dal parroco Padre Jacques (originario del Ghana) abbiamo girato per il centro del paese dove diverse abitazioni risultavano come la chiesa, con i muri esterni ancora interi ma completamente distrutte allinterno. Siamo poi passati vicino alla tendopoli allestita nel campo sportivo e gestita dalla protezione civile delle Marche che ospita tre famiglie di italiani e tutti i restanti sono extracomunitari. I cittadini che non sono andati nella tendopoli hanno montato tende e camper nei giardini".

Dal Consiglio comunale di Longiano

Montiano
Festa di San Vincenzo
Festa del patrono san Vincenzo Ferreri a Montiano domenica 8 luglio. Il programma religioso prevede un triduo di preparazione (mercoled 4, gioved 5 e venerd 6 luglio) con messa alle 20,30. Sabato 7 luglio, sempre alle 20,30, messa e confessioni. Nelloccasione saranno ricordati i 3 santi francescani, partiti in missione dal convento di Montiano due secoli fa e morti martiri in Cina. Il giorno della festa di san Vincenzo, domenica 8 luglio, saranno celebrate 2 messe al mattino (alle 8 e alle 11) e una al pomeriggio (alle 17), presieduta dal vescovo di CesenaSarsina Douglas Regattieri. La messa pomeridiana sar seguita dalla processione solenne con limmagine di san Vincenzo, accompagnata dalla banda "Citt di Gambettola". Il programma ricreativo, organizzato in collaborazione con la Pro loco, prevede 4 serate di festa a partire dalle 21. Si parte venerd 6 luglio con lorchestra spettacolo "Frank David", sabato 7 luglio sar la volta del gruppo ballerini "Settecrociari", domenica 8 luglio ci sar il concerto della "Fattoria Roveroni" di Santa Soa e luned 9 luglio la conclusione con la musica del maestro Luigi Pianulli. Tutte le sere sar attivo uno stand gastronomico con specialit romagnole. Mv

Il sindaco: "Il mio impegno continuo"


pprovata, nella seduta del Consiglio comunale di Longiano del 29 giugno scorso, la terza variazione al bilancio di previsione 2012. Rientrano nella parte corrente del capitolo "servizi sociali e scolastici" i 6mila euro per il finanziamento del centro estivo, mentre, alla voce "cultura", ammonta a oltre 15mila euro il risparmio per il mancato appalto del teatro Petrella. Di questi, 6.300 vanno a finanziare gli eventi estivi del Comune. Per quanto riguarda i lavori pubblici, 10mila euro vanno per la messa in sicurezza della scuola di Budrio e 2.500 per la manutenzione straordinaria del Teatro. LUfficio ragioneria ha risparmiato 2.558 euro che sono destinati al fondo sperimentale di riequilibrio. Presentando la variazione, lassessore al bilancio Massimo Ciappini ha sottolineato che la "politica di rigore serve per far fronte ai minori trasferimenti da parte dello Stato". Lopposizione, che ha votato contro, ha rimarcato che il risparmio per la mancata gestione del Petrella non

Stanziati 6300 euro per gli appuntamenti estivi, 10mila euro per la scuola di Budrio

sarebbe stato adeguatamente reinvestito in attivit culturali ma diluito in altre voci di spesa. Al termine della seduta giunta la risposta del sindaco Ermes Battistini in merito allinterpellanza del consigliere di minoranza Giacomo Pasini ("Aria fresca") sull"impegno del Sindaco nello svolgimento delle proprie mansioni". "Posso assicurare - ha detto Battistini che tutte le mie competenze verranno assolte direttamente da me e non delegate ad altri. I longianesi possono fare riferimento a un mio orario di ricevimento stabile, che si articola in parte nelle ore della mattinata e in parte in quelle pomeridiane. Ritengo - ha aggiunto Battistini - che la mia non sia

una presenza part-time in Municipio, ma una presenza adeguata alle esigenze della carica conferitami dagli elettori. Per ricoprire questa carica non ricevo alcuna retribuzione ma esclusivamente una indennit prevista per legge e che, fino a quando continuer a svolgere la mia attivit (come responsabile dellUfficio tecnico del Comune di Gatteo, ndr), sar ridotta al 50 per cento. Dedicher allattivit amministrativa tutto il tempo e le risorse necessarie e, qualora lo ritenessi necessario per un migliore svolgimento dellincarico, non esiterei a rinunciare al mio lavoro, mettendomi in aspettativa". Matteo Venturi

Gambettola, lavori in via Pascoli


ANNIVERSARIO

Grazie alloculatezza negli impieghi, lAmministrazione comunale di Gambettola ha inserito, nel programma degli investimenti di questanno, la riqualicazione del primo tratto di via Pascoli, quello compreso fra la piazza II Risorgimento e lufficio postale. La settimana scorsa stato convocato un incontro con i residenti interessati per presentare una bozza preliminare del progetto, illustrata dal responsabile del

settore, architetto Marcello Bernardi, con la presenza del sindaco Iader Garavina e dellassessore ai lavori pubblici Roberto Sanulli. "Da diversi anni i residenti segnalano la necessit di riqualicazione, sia dei marciapiedi che della carreggiata, da tempo rimandata per mancanza di copertura nanziaria - afferma Sanulli -. Accogliendo le richieste emerse durante lincontro con i cittadini, si convenuto di

elaborare un progetto che preveda il rifacimento dei marciapiedi, su entrambi i lati della strada, e della carreggiata, sulla quale verr riproposta la pista ciclabile a raso e, sul lato opposto, gli stalli per la sosta delle auto e la riqualicazione dei sottoservizi". Riguardo ai sottoservizi, considerato che una decina di anni fa nel tratto interessato di via Pascoli, stato realizzato il nuovo collettore di acque nere, ai residenti che non hanno ancora

provveduto verr richiesto di adeguare gli scarichi delle proprie abitazioni. In sostanza dovranno separare lo scarico delle acque nere da quelle bianche. Intervento indispensabile, da eseguirsi prima dellinizio dei lavori di riqualicazione, che inizieranno nei primi mesi del 2013, dopo aver effettuato ulteriori approfondimenti e rilevamenti. Piero Spinosi

Festa a Gambettola il 7 luglio Centro estivo a Crocetta di Longiano


Al via il centro estivo della parrocchia di Crocetta-Montilgallo. Aperto dal 2 al 27 luglio, le attivit si svolgono tutti i giorni, dal luned al venerd, con turno mattutino (dalle 8 alle 12) e turno pomeridiano (dalle 14 alle 18), presso i locali del teatrino di Crocetta. La mattinata dedicata allo svolgimento dei compiti, a un momento di preghiera e a giochi vari. Al pomeriggio prevista la lettura di un libro di narrativa, giochi a tema su quanto letto, preghiera, merenda e tempo libero. Sono previste anche alcune uscite. Una quarantina gli iscritti. Responsabile generale del centro estivo il parroco don Alessandro Nava. Accanto a lui 5 responsabili adulti, coordinati da William Parini, e 10 animatori.

San Lorenzo in Scanno

Montiano, raccolta fondi per la casa famiglia


Lassociazione "Claudio" e i giovani "Il sorriso di Montiano" organizza, con laiuto della Bcc Sala, una manifestazione per raccogliere fondi per il parco giochi di una casa famiglia. Si tratta della onlus dei coniugi Emanuela e Piero, con sede a Montiano. Ed ora si sta approntando unarea verde attrezzata dietro la casa per far giocare i 7 bambini (da 1 no a 13 anni) ospiti della struttura. Christian Capeti un volontario che si fatto promotore di attrezzare larea verde vicino a casa che era un campo incolto ed ora sta rinascendo come spazio a misura di bambino. Liniziativa per raccogliere altri fondi si svolge presso il parco Fellini di Gambettola, con il patrocinio del Comune, sabato 7 luglio, a partire dalle 17, con lanimazione per bambini e stand gastronomico. Dalle 21 poi spazio musicale con spettacolo percussioni, intrattenimento con i comici dello Zelig Lab, e sul nire della serata verranno fatte volare tante lanterne cinesi. Lingresso a offerta libera e lintero ricavato sar devoluto i benecenza al giardino per "Il sorriso". La raccolta fondi stata voluta per la realizzazione di un parco giochi per i bambini che abitano la casa famiglia dellassociazione "Il sorriso" di Montiano. Giorgio Magnani

GIULIA POMPILI Sabato 14 luglio alle 21 don Marco Ruffini celebrer la Messa, a tre anni dalla morte, in parrocchia a Gatteo, nella chiesa di San Lorenzo

Sono iniziate luned 25 giugno le attivit del centro estivo della parrocchia di San Lorenzo in Scanno e si protrarranno per 3 settimane. Una decina i ragazzi che ne prendono parte e che si ritrovano, nella fascia pomeridiana (ore 15-18), sotto locchio vigile del parroco don Crescenzo Moretti. Animatori responsabili del camposcuola sono Eugenio Magnani, Veronica Cappelli, Alessio Comandini e Stefania DallAra. Ogni giornata si compone di alcuni momenti: mezzora di evangelizzazione, esecuzione dei compiti delle vacanze o laboratorio creativo, merenda e gioco organizzato. Al termine delle 3 settimane prevista unuscita a un parco divertimenti acquatico.

Valle del Savio

Gioved 5 luglio 2012

17

Domenica scorsa il "viaggio" del Corporale

Sogliano
Ca Domenichini in festa
E la volta del borgo Ca Domenichini, in comune di Sogliano, di ritrovarsi per fare festa nel piccolo oratorio, nel territorio parrocchiale di Rontagnano, dove sorge un oratorio settecentesco dedicato a San Bartolomeo. Tale borgata ai conni della parrocchia e della Diocesi, sul versante del torrente Uso, di fronte allabbazia millenaria di Montetiffi. Domenica 8 luglio si festegger la Beata Vergine Maria con una messa, alle 17, celebrata dal parroco di Rontagnano, don Maurizio Macini, davanti alla piccola chiesetta situata al centro della piazza. Dopo la messa ci sar il consueto momento di festa per tutti, con musica e rinfresco per tutti. Sar un momento importante per ritrovare i tanti Rontagnanesi che sono partiti, nel dopoguerra, chi alla volta di Cesena e chi alal volta di

Un doppio miracolo a San Piero in Bagno


ella giornata della Festa del Crocifisso, domenica scorsa, a San Piero si onorata anche la reliquia del Miracolo Eucaristico del Sacro Corporale, arrivata sabato sera dalla parrocchia di Santa Maria Assunta di Bagno di Romagna in occasione del 600 anniversario. Lanticipo nellorario della celebrazione (per evitare la concomitanza con la finale degli Europei di calcio) non ha consentito la presenza del vescovo Douglas Regattieri. I parroci di San Piero e di Bagno di Romagna, don Rudi Tonelli e monsignor Alfio Rossi hanno portato insieme in processione il Sacro Corporale ed il Crocifisso del Soccorso, con le consuete soste davanti allospedale e alla chiesa di San Francesco, e davanti alla chiesa di San Giovanni, dove i residenti di Somalborgo hanno rappresentato la scena della deposizione di Cristo dalla croce. Il paese, venerd 29 giugno, aveva celebrato la ricorrenza del patrono

Indetto anche un corncorso artistico in occasione dei 600 anni del Sacro Corporale

San Pietro. Al termine della Messa solenne della sera stata lanciata la tradizionale mongolfiera con tanti palloncini augurali. Ad un certo punto del volo, a sorpresa, si sganciato un piccolo paracadute che ha accompagnato dolcemente sui tetti di San Piero una croce ed una bandiera italiana. Arte a Bagno di Romagna Anche larte viene chiamata a celebrare il Miracolo Eucaristico del Sacro Corporale, nel 600 anniversario. Il Comitato Artistico della parrocchia di Santa Maria Assunta ha indetto il

concorso nazionale di pittura, scultura e oreficeria Sacro Corporale, finalizzato alla promozione dellArte Sacra e dellArte Contemporanea. Per la sezione Oreficeria il concorso prevede la realizzazione di un progetto di contenitore del Sacro Corporale. Per informazioni rivolgersi alla Accademia delle Grazie (393/9720576). Alberto Merendi Rimini. Allinterno della chiesetta ammiriamo una pala daltare, ottocentesca, raffigurante il martirio di San Bartolomeo, dalle forme molto realistiche. Non conosciamo lanno preciso della consacrazione delloratorio, avvenuta nel Settecento. La campanella, del 1794, stata fabbricata per volere dellarciprete Berardi, da come possibile leggere inciso. Ledicio nel 1982, per volere di don Emilio Lami, originario del luogo e canonico del Duomo di Sarsina, compie un restauro generale acquistando nuove suppellettili. Negli ultimi tempi sono stati prodotti alcuni affreschi moderni allinterno della chiesa, risistemato laltare e i suoi gradoni lignei, rifatto il tetto nel 2008 per volont e impegno di don Giuseppe Tosi, recentemente deceduto. Sulla facciata stato disegnato un albero di chi e un cesto di chi maturi, alcuni dei quali simbolicamente sono semiaperti e dai quali esce il sangue del martirio. Tale immagine si capisce leggendo il vangelo di Giovanni, al primo capitolo, quando Ges dice a Bartolomeo che laveva visto sotto lalbero di chi. Daniele Bosi

C un rimbalzo di responsbailit fra i Comuni e lAnas

Rifiuti in E45, la grana di chi deve ripulire


l tema sta diventando sempre pi scottante, con larrivo del gran caldo ed i grandi spostamenti dellestate. I cittadini rimarcano lo stato di degrado delle aree per le soste di emergenza lungo la E 45, con i bidoni dei rifiuti strabordanti ovunque. A chi spetta il compito di provvedere? Il sindaco di Sarsina Malio Bartolini nei giorni scorsi ha alzato la cornetta del telefono e ha parlato direttamente col responsabile del compartimento Anas dellEmilia-Romagna. La posizione dellAnas ferma nel ritenere che lincombenza della pulizia delle aree di sosta spetti ai Comuni, ma almeno, conferma Bartolini, lAnas si dichiarata disponibile ad esaminare insieme la questione e a proporre un incontro tra Comuni della E45, Prefettura

(Foto darchivio)

e la stessa Anas per vedere di arrivare a una soluzione del problema. Speriamo che a giorni si arrivi a questo incontro. Nel mese di marzo era intercorso uno

scambio di note tra Anas e comune di Verghereto, col capo-compartimento Anas dellEmilia-Romagna che, forte di alcune sentenze di Tar di Molise, Sicilia e Campania, sosteneva che la legge prevede il dovere di rimozione dei rifiuti da parte del proprietario dellarea esclusivamente nel caso in cui il proprietario stesso, con un comportamento doloso o colposo, abbia concorso alla determinazione dellabbandono. E ad Anas non pu essere imputato tale comportamento, faceva rilevare. Il vicesindaco di Verghereto Federico Sensi aveva ribattuto, anche sulla base di sentenze di Tar del Lazio e della Puglia, che la competenza di rimozione dei rifiuti abbandonati lungo le strade pubbliche in capo agli enti proprietari e non ai Comuni. Am

Per la tua pubblicit sul CORRIERE CESENATE


e sul sito www.corrierecesenate.com
La tua pubblicit SPEDITA IN ALLEGATO al CORRIERE CESENATE raggiunge gli abbonati nelle zone di Cesena, Cesenatico, Gatteo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Gambettola, Longiano, Roncofreddo, Sogliano al Rubicone, Montiano, Mercato Saraceno, Bagno di Romagna, Sarsina, Verghereto

contatta: 0547 300258; commerciale@corrierecesenate.com

18

Gioved 5 luglio 2012

Solidariet

CONVEGNO A ROMA. Il sociale organizzato che fa capo al Forum d lavoro e a circa 800mila addetti e raccoglie un universo di milioni di volontari Terzo Settor

Equit, responsabilit e solidariet per un altro sviluppo


l Terzo settore molto preoccupato per la crisi economica e finanziaria in cui siamo immersi. Il grido dallarme da parte degli esponenti del variegato mondo del volontariato, dellassociazionismo, della cooperazione sociale, della solidariet internazionale, della finanza etica, del commercio equo e solidale stato lanciato nei giorni scorsi a Roma, nel convegno dal titolo Non ci salveranno i mercati. Equit, responsabilit e solidariet per un altro sviluppo, in occasione dei quindici anni di fondazione, avvenuta il 19 giugno 1997. Insieme ai vertici del Forum Terzo settore erano presenti un centinaio tra presidenti, dirigenti ed esperti delle ottanta maggiori realt italiane aderenti, che aggregano oltre 94mila sedi territoriali. Il sociale organizzato che fa capo al Forum d lavoro a circa 800mila addetti e raccoglie un universo di 4,3 milioni di volontari, con entrate per circa 40 miliardi di euro. Tra gli aderenti, in ambito cattolico, ci sono Acli, Age, Agesci, Cdo, Capodarco, Csi, Ctg, Cts, Cnos, Focsiv, Mcl, Pgs e altri. Non smantellare il welfare. Secondo Andrea Olivero, presidente nazionale delle Acli e portavoce del Forum, che durante il convegno ha presentato lappello rivolto a Governo e Parlamento per il rilancio del settore e per un nuovo modello di sviluppo basato sulla coesione sociale, sullo sviluppo dei territori, sulla cura dei beni comuni, la situazione odierna estremamente preoccupante, drammatica, tragica. Termini cos forti, ha spiegato, derivano da una condizione di giorno in giorno pi precaria, per un numero crescente di persone segnate da insicurezza, da paura del domani, talvolta persino dalla disperazione. La politica, ha proseguito,

il Terzo Settore, a fronte delle gravi inadempienze nel saldare il dovuto da parte delle pubbliche amministrazioni. Una democrazia operante. I politici ed esponenti delle istituzioni presenti allincontro hanno risposto a questo appello con varie sottolineature. Il ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, ha riconosciuto la gravit della crisi dello Stato sociale in Europa. Non torneremo pi indietro - ha affermato - allo Stato paternalista e, quindi, occorre che il Terzo Settore contribuisca al dibattito su come incrementare lofferta di servizi da parte di erogatori privati, collettivi e pubblici, con un metodo di azione che sia nuovo ed efficace. Lorena Rambaudi, coordinatrice della Commissione politiche sociali della Conferenza delle Regioni, ha riconosciuto le difficolt che le Regioni vivono e ha assicurato che si far di tutto per non smantellare il sistema dei servizi. Il presidente della 6 Commissione del Senato Finanza e Tesoro, Mario Baldassarri, ha affermato che falso che le risorse non ci siano. La realt che le nostre finanze pubbliche sono colpite da 60 miliardi di corruzione, come dichiarato dalla Corte dei Conti, e da circa 120 miliardi di evasione fiscale. Contrastando progressivamente queste due voci, si potrebbe arrivare a una situazione sostenibile. Ma il tempo rimasto poco. Dal canto suo, Gregorio Arena, docente di diritto amministrativo a Trento e presidente di Labsus, il Laboratorio per la sussidiariet, ha parlato di un contributo del Terzo Settore per rafforzare la democrazia e favorire la ripresa, basato da un lato sullimpegno a rafforzare la democrazia rappresentativa; in secondo luogo, favorendo una maggiore presenza del Terzo Settore ai livelli deliberativi; in terzo luogo, sostenendo la democrazia operante, cio quella partecipazione alla vita pubblica che passa attraverso la cura dei beni comuni da parte dei cittadini, insieme con le amministrazioni, sulla base del principio di sussidiariet.

LA CHIUSURA DELLAGENZIA PER IL TERZO SETTORE RAPPRESENTA UN DURO COLPO, IN QUANTO ERA LUNICO SOGGETTO ISTITUZIONALE CHE AVEVA NELLA PROPRIA MISSION LA PROMOZIONE DELLASSOCIAZIONISMO (FOTO ARCHIVIO SIR)

ha puntato con decisione alla sola riduzione della spesa pubblica, ma ci si illude di poter uscire dalla crisi uguali a come ci si entrati, ancora con un modello iperliberista, forse solo un poco pi controllato dagli Stati. Il Forum, nel suo appello, candida pertanto il vasto mondo del sociale organizzato, e i milioni di cittadini che vi ripongono fiducia, a divenire parte attiva di una ripresa che - ha aggiunto Olivero punti a ridurre la povert e disuguaglianza, a riformare e non smantellare il welfare, ad attuare il principio di sussidiariet permettendo ai cittadini una pi ampia partecipazione allo spazio pubblico per far crescere i valori civici e di solidariet collettiva. I tagli degli ultimi anni. Nellappello si fanno, tuttavia, presenti alcuni fattori di

seria preoccupazione per lattivit concreta degli organismi associati: anzitutto il taglio dei fondi per le politiche sociali, passati da 2,5 miliardi del 2008 a soli 179 milioni del 2011, unica vera risorsa per il welfare sussidiario, dice lappello. In secondo luogo, la chiusura dellAgenzia per il Terzo settore rappresenta un duro colpo, si detto, in quanto era lunico soggetto istituzionale che aveva nella propria mission la promozione dellassociazionismo. Un terzo fattore il mancato sostegno allimpresa sociale, vera possibilit di rinnovamento delleconomia, insieme alla contestuale riduzione di agevolazioni alla cooperazione. Infine, la mancata stabilizzazione del 5x1000, unico strumento di sussidiariet fiscale, e lassenza di provvedimenti per garantire

In Francia let della pensione torna a 60 anni


Il neo presidente francese Franois Hollande, come promesso in campagna elettorale, ha ripristinato il diritto ad andare in pensione a 60 anni. La misura, presentata il 6 giugno per decreto, abolisce uno degli elementi fondamentali della riforma previdenziale approvata alla ne del 2010 dal governo Sarkozy, che portava a 62 anni let minima del pensionamento. Il decreto verr pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale a breve e si prevede che entri in vigore il 1 novembre, salvo parere contrario del Consiglio di Stato. A partire dal 2013, il diritto di andare in pensione a 60 anni sar riconosciuto alle persone che hanno iniziato a lavorare molto giovani, prima dei 19 anni, e che hanno maturato almeno 41 anni (o in base alla data di nascita 41,5) di contributi.

NOTIZIARIO PENSIONATI
domande articolate in un questionario standardizzato. I cittadini vengono preventivamente avvisati attraverso una lettera informativa inviata anche al medico di Medicina Generale di ciascuna persona selezionata. In particolare, Passi dArgento, fornendo informazioni sulla salute delle persone con pi di 65 anni, consente alle aziende Usl, ai Comuni e agli enti interessati di vericare gli interventi effettuati, programmare nuove iniziative, comunicare le proprie attivit, migliorare la qualit dei servizi. Il sistema di sorveglianza Passi dArgento, promosso dal Ministero della Salute e dalle Regioni, con il supporto tecnico-scientico del Centro nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute (Cnesps) dellIstituto Superiore di Sanit, ha lobiettivo di mettere a disposizione informazioni utili per le scelte di politiche socio-sanitarie volte a migliorare la qualit di vita della popolazione ultra64enne. Il prolo della popolazione oggetto della sorveglianza centrato sui tre pilastri per linvecchiamento attivo, individuati dalla strategia dellOms. La fase di sperimentazione di Pda, condotta tra il 2008 e il 2010, attraverso due indagini trasversali su campioni della popolazione ultra 64enne di 16 Regioni, ha consentito la messa a punto del sistema di sorveglianza. A conclusione di questa fase, la messa a regime di Passi dArgento, prevista allinterno delle linee dintervento del

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Emilia Romagna: le Poste abbandonano il territorio


In Emilia Romagna sono 120 gli uffici postali che rischiano la chiusura totale e 39 quelli che verranno pesantemente ridimensionati a causa del nuovo progetto organizzativo di Poste Italiane. In particolare, nella provincia di Forl-Cesena saranno chiuse 24 zone, con 21 postazioni in meno. questo lallarme lanciato dai sindacati confederali di categoria del settore Poste dellEmilia Romagna dopo che ha trovato piena conferma il rischio paventato poche settimane fa del taglio di 429 zone di recapito e dell'esubero di 466 addetti. In particolare, le provincie pi colpite sono Bologna con 137 tagli di zona, Modena con 73, Parma con 50, a seguire Piacenza e Ravenna con 32 ciascuna, Ferrara con 31, Reggio Emilia 30, Forl 24 e Rimini con 22. una vera strage sottolineano i sindacati -, sia in termini occupazionali sia sociali, con alcune realt montane che resteranno di fatto isolate, rischiando di creare cittadini e imprese di serie B nelle aree meno sviluppate della regione. Una razionalizzazione per contenere i costi era nellaria, ma non ci aspettavamo certo un'ecatombe di questo tipo. Quello che non possiamo tollerare - continuano i sindacati - che il progetto di riorganizzazione stato completamente calato dallalto, studiato a tavolino, basato esclusivamente su costi e ricavi, senza coinvolgere minimamente le istituzioni locali, n tantomeno le forze sociali. Piano nazionale della Prevenzione e sancita dallaccordo in Conferenza StatoRegioni del 28 aprile 2010, diventa parte integrante dei Piani Regionali di Prevenzione. per circa 7 milioni di euro. Un taglio pari a circa il 90 per cento, se si considera che nel 2008 le risorse nazionali assegnate allEmilia Romagna per gli interventi in campo sociale erano pari a 68 milioni di euro. Di fronte alla drastica riduzione delle risorse nazionali per il sociale, Luigi Brancato, responsabile della Fnp di Forl Cesena, osserva che positivo che la Regione abbia confermato anche nel bilancio 2012 il proprio impegno a sostegno della rete dei servizi locali, ma preoccupa lanno prossimo. Non ci sar pi lo stanziamento straordinario del Fondo sociale regionale deciso nel 2011 a favore di Comuni e Province per i servizi sul territorio -precisa Brancatomentre si dovranno garantire i servizi sociali, peraltro sempre pi richiesti da famiglie e fasce pi deboli della popolazione. Il taglio dei trasferimenti negli ultimi anni stato costante: dai 68 milioni di euro del 2008, ai 12,9 del 2011, ai 7 previsti per questanno. Dei 33 milioni di euro che costituiscono il fondo sociale regionale, 22 milioni di euro consolidati sono nalizzati a sostenere in particolare i servizi per linfanzia, confermando le risorse per la gestione dei nidi, quelli per ladolescenza e per le famiglie. Oltre allimpegno per rafforzare la rete di interventi contro il rischio di esclusione sociale. Gli altri 11 milioni di euro derivano dallo storico stanziamento mantenuto dalla Regione.

Salute e sicurezza, riprende Passi dArgento


Ha preso il via in Emilia Romagna la seconda indagine Passi dArgento (Pda), sistema di sorveglianza sullo stato di salute e sulla qualit della vita della popolazione ultra 64enne. Il campione regionale selezionato sono 1.620 ultra 64enni residenti in 82 Comuni e scelti casualmente dalle liste dellanagrafe di tutte le aziende sanitarie della regione Emilia Romagna. Le informazioni sono raccolte mensilmente attraverso unintervista domiciliare o telefonica. Le persone selezionate per lintervista sono contattati dal personale socio-sanitario (con specica formazione) dei Servizi territoriali dei Comuni e delle aziende Usl, che rivolge loro una serie di

Fnp regione: le priorit del Fondo sociale regionale


Sostegno ai servizi sul territorio, a partire da quelli per linfanzia e le famiglie, ma anche interventi contro la povert e lesclusione sociale. Sono queste le priorit del Fondo sociale regionale 2012 della regione Emilia Romagna. A disposizione ci sono complessivamente risorse del bilancio regionale per 33 milioni di euro, mentre dallo Stato sono attesi nanziamenti

Cultura&Spettacoli
na serata note Uha apertosulle per ildi Soglianodiblues ufficialmente lestate soglianese, anche 2012 ricca appuntamenti musicali e culturali, promossi dal Comune di Sogliano in collaborazione con varie associazioni locali, Pro Loco e Pulp srl. Lestate soglianese torner protagonista con lappuntamento di venerd 13 luglio Il mare sposa la collina: tradizionale festa del pesce promossa dal Comune in collaborazione con la Proloco di Sogliano, in piazza Matteotti, a partire dalle 19,30. Allietati dallorchestra Silvano Silvagni, si potranno gustare piatti di pesce a fronte di un contributo libero di un euro che andr interamente destinato ai terremotati di San Possidonio, comune modenese colpito dal recente sisma. Dopo la serata di sabato 14 luglio Vivere Pascoli. AllOsteria dellAnima (Palazzo della Cultura, ingresso gratuito), seguir il concerto set live del cantautore Franco Battiato, venerd 27 luglio (biglietto

Gioved 5 luglio 2012

19

Musica e spettacolo per Sogliano Estate 2012

unico: 27 euro; platea numerata: 50 euro); prevendite: www.ticketone.it, 0541 785708. Info: Ufficio cultura, tel. 0541 817328. Sabato 28 luglio, quarta edizione di Soglianois Festival, dedicato alla musica noise, con esibizioni di band di Sogliano e dei comuni vicini (ingresso gratuito). Sabato 4 agosto, dalle 21 in piazza Matteotti, Subsonica in concerto (20 euro, prevendite: www.ticketone.it, 0541 785708. Info: Ufficio cultura, tel. 0541 817328.

Trenta opere, fra Cinquecento e Settecento, in mostra alla galleria del Ridotto, a Cesena

Cinema
LA COSA

di Filippo Cappelli

Uci Savignano, Aladdin

La Natura e la Grazia Antiquari in mostra


a Natura e la Grazia segna felicemente la terza tappa della serie, Raccolte riservate di grandi antiquari, loriginale collana di mostre e cataloghi, ideata tre anni fa da Massimo Pulini per il Comune di Cesena e dedicata a quelli che possono considerarsi dei musei segreti. Lesposizione, promossa dallAssessorato ai Servizi e alle Istituzioni Culturali del Comune di Cesena e curata da Alessandro Giovanardi, stata inaugurata sabato 30 giugno e rimarr allestita alla Galleria comunale darte del Palazzo del Ridotto fino al 9 settembre. La mostra La Natura e la Grazia rappresenta una tappa alla scoperta delluniverso ricco e complesso dellantiquariato italiano, in cui operano appassionati cultori della bellezza e della memoria. La rassegna prosegue questanno incontrando il lavoro appassionato e meticoloso di un giovane ma gi affermato connoisseur, Enrico Lumina, gallerista e collezionista di Bergamo che schiude alla visione del pubblico lo scrigno delle sue acquisizioni pi

BALDASSARRE CARRARI, SACRA CONVERSAZIONE, 1512 CIRCA

preziose, legate soprattutto a un sentire raffinato per la freschezza del colore e leleganza dei soggetti. In esposizione una trentina di quadri che abbracciano la pittura antica italiana dal Cinquecento al Settecento. Fra le opere pi interessanti: il San Biagio guaritore di Giovan Francesco De Rosa detto Pacecco (1607-1656), i due oli su tela con il medesimo soggetto Scontri fra cavallerie del Borgognone (1621-1676), il Ragazzo con vaso di rose di Eberhard Keilhau detto Mons Bernardo(1624-1687), la Sacra Conversazione Baldassarre Carrari:

(1512 circa). La mostra corredata da un catalogo, sempre curato da Alessandro Giovanardi, e si avvale di testi e contributi di Alberto Cottino, Pietro Di Natale, Sabrina Foschini, Filippo Pedrocco, Massimo Pulini. Orari di apertura della mostra: il marted e venerd 16-19,30; mercoled, sabato e domenica: 9,30-12,30/16,3019,30;chiusa il luned e il gioved. Ingresso gratuito. Info: tel. 0547 355727, paganelli_g@comune.cesena.fc.it, www.cesenacultura.it.

Nasce al teatroBonci una nuova Ifigenia in Aulide


asce al di Cesena una nuova Nprogettoteatro BonciIgenia in Aulide,regista su di formazione/produzione del Marco Plini con otto giovani attori Il Bonci ospiter no alla ne del mese di luglio il laboratorio teatrale di formazione/produzione promosso da Ert - Emilia

Romagna Fondazione e nalizzato a un nuovo allestimento della tragedia Igenia in Aulide di Euripide, che andr in scena nella prossima stagione. La guida del progetto affidata al giovane regista Marco Plini, assistente del maestro di scena come Massimo Castri.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI a Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
UN LUOGO DI BELLEZZA: LA SAGRADA FAMILIA
di Mariella Carlotti (Ed. Concreto, 15 euro) Mariella Carlotti ha pubblicato presso le edizioni Concreo il libro Un luogo di bellezza: la Sagrada Familia di Barcellona. Il motivo di questo libro, lo ha spiegato lautrice nella premessa a pag. 7 quando ha scritto: Benedetto XVI [quando il 7 novembre 2010 ha consacrato questa chiesa] davanti agli uomini e alle donne di Spagna e del mondo intero non ha perso tempo in inutili rimproveri o sterili lamenti sulla cattiveria dei tempi, ma ha indicato un luogo di bellezza, la Sagrada Familia, e il suo geniale architetto Gaud, come esempio di una personalit cristiana in cui la fede diventata unaffascinante architettura. Solo la bellezza corregge: gli uomini non cambiano perch viene sottolineato il loro male, ma perch vedono il bene, il bello, il vero che corrisponde al loro cuore. Il compito dellautorit questa indicazione di fatti e persone in cui in atto questo dialogo fra Cristo e il proprio cuore che riempie la vita personale e la storia di bellezza. Il 19 marzo 1882 viene posta la prima pietra di questo tempio espiatorio voluto da Jos Bocabella, fondatore dellAssociazione Spirituale dei Devoti di San Giuseppe come chiesa che nascer con le offerte di chi cos vuole espiare i peccati. In quelloccasione stato scritto un cartiglio dedicatorio, riportato nel libro alle pagg 12 e 13. Nellultima parte di esso si legge: Ridesti dallo loro tiepidezza i cuori addormentati, esalti la fede, dia calore alla carit, contribuisca a che il Signore abbia piet del Paese e che questo, spinto dalla sua tradizione cattolica, pensi, predichi e pratichi le virt che, placando le ansie della Santa Sede e addolcendo i tormenti che la terra d oggi al Santo Pontefice, ci conduca puri dalla colpa alla presenza di Dio per implorare la misericordia e raggiungere la sua Gloria. Amen. Gaud nel marzo del 1881, presentando il suo progetto alla Giunta dellAssociazione dei Devoti di San Giuseppe, aveva scritto, come riportato nel libro a pag. 22: Desideriamo che linsieme del tempio sia un vero e proprio simbolo, unopera darte in sintonia con lepoca in cui viviamo. Lo sviluppo dello studio sul progetto primitivo [affidato a Francisco de Paula del Vilar] ci permetter di utilizzare una ricchezza di elementi paragonabile a ci che riuscirono a ottenere i costruttori delle cattedrali medioevali. Allesterno mostrer immagini apologetiche e catechetiche, per introdurre i fedeli alla contemplazione del mondo spirituale rappresentato allinterno. La Carlotti ci aiuta nel libro a capire questa simbologia, aiutandosi anche attraverso bellissime fotografie a colori. Il percorso si conclude con il testo dellomelia di Benedetto XVI in occasione della Messa di Consacrazione della Sagrada Familia.

di Matthijs van Heijninger Jr. Non un segreto: ci sono storie che, pi di altre, si prestano a essere rifatte, maneggiate con nuove tecniche, raccontate nuovamente. Storie che, nel tempo, riescono sempre a mantenere intatto il loro carisma. Una di queste appunto il racconto Who Goes There?, scritto nel lontano 1930 da John Wood Campbell che, dopo aver ispirato due film memorabili come La cosa di un altro mondo di Christian Nyby nel 1951 e La cosa di John Carpenter nel 1982 (con uno splendido Kurt Russell), ha finito per suggerire questa nuova versione diretta dallesordiente Matthijs van Heijninger Jr. Certo, non siamo ai livelli dei precedenti, ma lopera degna di rispetto. La trama: Antartide, 1982. Un gruppo di ricercatori simbatte in unenorme astronave nascosta da migliaia di anni nei ghiacci. Poco lontano viene rinvenuto anche il corpo di una spaventosa creatura aliena ibernata in uno spesso cumulo di ghiaccio. Un team norvegese organizza cos una spedizione per indagare sullessere. Nel team viene arruolata anche la paleontologa Kate Loyd (Mary Elizabeth Winstead). Inutile dire che dopo i primi test la creatura si liberer dal ghiaccio che laveva conservata. Verr uccisa, almeno in una delle sue tante forme, ma la sua capacit di assumere le sembianze di qualsiasi organismo e nascondersi nel corpo di chiunque far s che la paranoia regni sovrana Dal punto di vista squisitamente narrativo, questa nuova versione di La cosa un prequel del film del 1982 (con una buona cura dei dettagli a incastro). Ed bravo il giovane regista olandese a chinare la testa di fronte al mostro sacro di Carpenter: non reinventa nulla, ma cerca di riproporre tutte le caratteristiche vincenti del film di Carpenter, scene madri comprese. Inoltre, un prequel sempre unoperazione rischiosa. Doveva saperlo bene lo sceneggiatore Eric Heisserer che forse proprio per questo, prologo ed epilogo a parte, ha scritto quasi una sorta di remake dellopera carpenteriana. E probabilmente la scelta vincente del film, che ha il compito di narrarci ci che avvenne tre giorni prima di quanto vissuto poi da R.J. MacReady (lo stesso Kurt Russell dopo aver appena smesso abiti e benda di Jena Plissken) e soci. Ovviamente, per quanto riguarda la parte gore e le mutazioni splatter, la nostalgia a farla da padrona: la sostituzione degli effetti caldi e spettacolari di Rob Bottin (che ai tempi avrebbe meritato lOscar) con lodierna computer graphic abbassa di molto il fattore disturbante che le immagini degli anni Ottanta possedevano. Eppure, grazie alla claustrofobia del luogo principale in cui hanno luogo gli eventi, circondato dalla candida, silenziosa e solitaria vastit del nulla artico, la versione del 2011 riesce a mantenere piuttosto alta la soglia di attenzione sino alla fine, ponendosi qualche spanna sopra i pop-corn horror movie di ultima generazione. La regia se la cava con un certo mestiere, le interpretazioni per la maggior parte sono credibili nel nascondere le vere intenzioni e mantenere alto il clima di sospetto generale. Per chi cerca un buon horror estivo con una certa coerenza di fondo, e magari un valido motivo per riprendere in mano il capolavoro dell82 di Carpenter, con quel che passa il convento in questi giorni il film da scegliere.

20

Gioved 5 luglio 2012

Cesena & Comprensorio


Cesena
Mostra fotografica
La galleria comunale darte La Pescheria ospiter dal 6 luglio al 6 agosto la mostra Viaggi in Italia 2. Set del cinema italiano 1960-1989 a cura di Adarc, associazione degli artisti cesenati. Orari di apertura: dal venerd al luned dalle 20 alle 22; mercoled e sabato dalle 10 alle 12,30. Lingresso libero.

Cesena

Teatro dialettale
La compagnia longianese Hermanos, domenica 8 luglio al chiostro di San Francesco alle 21, metter in scena la commedia Se u i da garavl a veng enca me, tre atti comici di Giusi Canducci. Presentano Oscar Zanotti e Diego Angeloni. Ingresso unico 5 euro.

Cesena

Serata della canzone


I concerti di musica popolare ai Giardini Savelli avranno inizio domenica 8 luglio alle 21,15 con lesibizione del trio formato da Livio Ventrucci, voce, Vittorio Nanni, tastiera e sax, Giorgio Fabbri, mandolino e chitarra. In programma canzoni internazionali e napoletane. Lingresso libero.

Cesenatico
Luned culturali
Secondo incontro del ciclo Trovare il tesoro e la perla preziosa cambia la vita proposto dalla parrocchia di San Giacomo ai residenti e ai turisti. Al teatro allaperto di Largo Cappuccini, luned 9 luglio alle 21,15, in programma Cambiare rotta, letture sulla conversione con Giampiero Pizzol e Laura Aguzzoni.

Bagno di Romagna
Teatro ragazzi

Bagno di Romagna
Concerto

Verghereto

Fiera e visita notturna


Si terr a Balze, domenica 8 luglio per tutta la giornata la Fiera del bosco, fonte di vita ed energia rinnovabile. Culmineranno con Una notte sul monte Fumaiolo le iniziative promosse per il 2012 - anno del ume Savio. Sabato 7 luglio si svolger lescursione notturna con ritrovo al municipio di Verghereto alle 18,30.

Notte di poesia
Si concluder sabato 7 luglio la rassegna La serenata delle zanzare. Alle 21 sul porto canale davanti a Casa Moretti recital di Gianfranco Lauretano, Isabella Leardini, Pasquale DAlessio, Enea Conti, Davide Rondoni e Martina Abbondanza. Passi di danza degli allievi della Officina delle Arti con coreograe di Elena Casadei.

Al Padiglione delle Acque, a cura di Nata-Teatro con il contributo del Comune, in collaborazione con la Pro loco, gioved 5 luglio alle 21,15 prender il via la rassegna Il teatro delle Terme: la scena del benessere. Il primo appuntamento con lo spettacolo di burattini Teste di tonno ispirato a Il Colombre. Gioved 12 luglio alle 21,15 lo spettacolo ispirato a Cenerentola.

Secondo appuntamento della rassegna Natura in concerto nella basilica di Santa Maria Assunta alle 21 di domenica 8 luglio. Si esibir il quintetto Amadeus formato da Alessandro Spazzoli al auto, Roberto Fantini alloboe, Vittorio Veroli al violino, Michele Rivi alla viola, Matteo Mazzoni al violoncello.

Concerto allalba
Sulla spiaggia libera del molo di Levante, sabato 7 luglio alle 6, si potr assistere gratuitamente allo spettacolo musicale del GanEdenEnsemble composto da Karsten Braghittoni al auto traverso, Francesco Barezzi al fagotto, Andrea Cassano alla tastiera e Diego Tininini alle percussioni etniche.

Valle del Rubicone

Giancarlo Biondini il nuovo presidente Rotary


Cambio al Rotary. Gioved scorso, nella sede di Montalbano, il Rotary Club Valle del Rubicone ha effettuato il passaggio di consegne fra il presidente Luca Piscaglia e il nuovo presidente Giancarlo Biondini (foto). La serata ha avuto un insolito svolgimento, infatti la partita Italia - Germania ha accompagnato la cena, al termine della quale iniziato il nutrito programma, alla presenza di numerose autorit. Si partiti con la consegna di tre premi Paul Harris a Roberto Chiari e Andrea Prati per la dedizione e lorganizzazione degli eventi del Club e a Luca Piscaglia presidente 2011/2012. Hanno poi fatto il loro ingresso due nuovi soci onorari, Adele Briani, vedova del socio defunto Ilario Fioravanti e Mario Montaguti, presidente fondatore del Club. La serata poi proseguita con linaugurazione dellanno del decennale, infatti al taglio della torta si sono riuniti i presidenti del Club con le autorit presenti. Il decennale stato coronato con la presentazione e la consegna della nuova medaglia del club, ideata da Ilario Fioravanti, ultima opera di una serie di tre medaglie disegnate dallartista per il Club del quale era socio onorario.
PASSAGGIO DI CONSEGNE

Notturni alle Conserve


Nella piazza delle Conserve, marted 10 luglio alle 22, il trio Borromini formato da Claudio Corsi al violino, Kyung Mi Lee al violoncello e Lisa Francese al pianoforte eseguir musiche di Haydn, Mozart, Debussy. Lingresso libero.

Longiano
Poesia dialettale
La poesia in dialetto romagnolo, fra laicit e spiritualit il tema della serata, promossa dalla Societ Amici del Monte, che si terr a Villa Neri di Longiano, sabato 14 luglio dalle 18. Protagonista la poesia dialettale, con lettura di brani dei poeti cesenati Cino Pedrelli, Agostino Lugaresi, Franco Casadei (presente alla serata) e Walter Galli. Interpreteranno i testi Giuseppe Valzania e Augusto Biasini. Introduzione di Africo Morellini. I coniugi Maria Assunta Biondi e Dino Pieri coordineranno la lettura e presenteranno gli autori delle poesie. Il maestro Michelangelo Severi eseguir intermezzi musicali con la chitarra classica. Cena a buffet. Un pullman sar a disposizione, con partenza da Cesena da corso Cavour (giardini Savelli) e davanti al ristorante Da Baldo (viale Marconi). Per info e prenotazioni: presso lerboristeria del Monte o Nives e Umberto Gaggi, 320 3164914, 329 6484489.

Fra i ricordi dellannata trascorsa, il presidente Piscaglia ha sottolineato il service presso listituto Don Ghinelli con la donazione di una serra per la coltivazione degli ortaggi da parte dei ragazzi diversamente dotati ospitati dallIstituto. Il momento conviviale si concluso con il solito, ma sempre coinvolgente, passaggio di collare fra presidenti coronato dalla presentazione della nuova squadra di soci che affiancher il presidente Biondini nel prossimo anno rotariano.

Gambettola
Serate benefiche

Gambettola
Musica jazz

Sarsina

Musical allArena
Lassociazione Margherita onlus, domenica 8 luglio alle 21 allArena Plautina, presenter Aida, il musical, il capolavoro di Verdi attraverso gli occhi di un turista bolognese che si perso nel deserto egiziano. Una storia recitata e cantata da sostenitori dellassociazione coordinati da professionisti. Ingresso 10 euro. Lincasso servir allacquisto di lavagne interattive multimediali per le scuole di Sarsina e Mercato Saraceno.

Tutti gli appuntamenti dellEstate gambettolese sono nalizzati alla solidariet per i terremotati dellEmilia. Venerd 6 luglio alle 21 nel giardinetto dello Straccivendolo il gruppo culturale Prospettive presenta Poeti a piedi con recite di poesie da parte di Roberto Mercadini, camminando per il centro. Luned 9 dalle 20 gara di maraffa in strada organizzata dallassociazione Nonsoloruggine.

Sempre nalizzati alla solidariet pro terremotati gli spettacoli di luglio. Mercoled 11 luglio alle 21,30 allarena Fellini per la rassegna Jazz in town proposta si esibir il Rafal Sarnecky - Matteo Sabattini quintetto con Rafal Sarnecky alla chitarra, Matteo Sabattini al sax alto, Alex Pryrodny al piano, Jeremy Bruyere al contrabbasso e Jerard Lippi alla batteria.

Longiano | Nuovo Skate park

Cesena | Premio allOpera don Dino

stato inaugurato a fine giugno il piccolo Skate park di Longiano, presso il campetto polivalente della chiesa parrocchiale, accanto al bocciodromo. Lo spazio, concesso per alcune ore della giornata, dalla Parrocchia e dal centro sociale Vivere il borgo, utilizzato da una decina di ragazzi delle scuole medie per provare i loro virtuosismi sullo skate. (Mv)

Ente Mutua Sanitas (Confartigianato, Confcommercio e Confcooperative) del cesenate ha consegnato un premio in denaro allOpera don Dino, la fondazione che si occupa dellassistenza e la valorizzazione dei disabili. La scorsa settimana si tenuta la consegna del premio alla presenza, fra gli altri, di Giobbe Gentili, Anna Neri, Luisa Parentelli, di don Piero Altieri e di Lisa Brigliadori. La cifra sar utilizzata per il laboratorio teatrale (foto Armuzzi).

Sport

Gioved 5 luglio 2012

21

Trofeo Benedetto, ultime partite delle varie discipline


Entra nella fase calda, e non solo per la calura estiva, la sesta edizione del Trofeo Benedetto. Terminati gli scontri nei gironi, i giovani delle parrocchie della diocesi (che si stanno sdando nelle tre competizioni del calcio a 7, calcio a 5 femminile e pallavolo mista) hanno da poco iniziato a disputare le fasi nali del trofeo. I risultati dei quarti di nali del calcio a 7 maschile: SantAngelo - San Vittore 6 a 7, Martorano - Madonna del Fuoco 4 a 3, Santa Maria Goretti -

San Pietro 6 a 7, SantEgidio - San Paolo 7 a 1. Accedono alle seminali: San Vittore e San Pietro (che si giocheranno laccesso alla seminale gioved 5 luglio alle 20,30), SantEgidio e Martorano (si affronteranno sempre gioved 5 alle 21,30). Le nali sono in programma domenica sera a partire dalle 20,30. Dopo le fasi a gironi, la pallavolo mista ha visto concludersi anche la seconda fase. Questa la classica nale della seconda fase. Nel girone Alfa: Case Finali 4, Pievesestina 3,

Osservanza 2; nel girone Beta, Boschetto 5, Duomo 3, S. Pio X 1; nel girone Gamma: Villachiaviche 5, San Vittore 3, Santa Maria N. 1; nel girone Delta: Torre/Diegaro 5, Martorano 3, Sant Egidio 1. Il calcio a 5 femminile, dopo due partite disputate, vede al comando il San Paolo a quota 3 punti. Segue Martorano con 2, SantEgidio 1 e Sarsina 0. Gioved 5 luglio, le ultime partite vedranno incrociarsi le parrocchie di Sarsina e Martorano, e quella del San Paolo contro il SantEgidio. (Mm)

Sabato ad Acquapartita inizia il ritiro estivo

Il Cesena riparte da un progetto concreto


Eric Malatesta
n Cesena rinnovato in lungo e in largo riparte da Acquapartita. Sabato 7 luglio i bianconeri si ritrovano per il ritiro estivo nella ormai solita localit appenninica, dove resteranno fino al 15 luglio. Per quel giorno sar in programma anche la prima amichevole contro una rappresentativa locale. La preparazione proseguir poi a Cesena, dove i giocatori agli ordini di mister Nicola Campedelli si divideranno tra lerba di Villa Silvia e la sabbia del centro Rehabilitas di Ronta, dal 17 al 29 luglio. Ricomincia presto dunque il cammino del cavalluccio marino dopo la retrocessione in serie B. E lo fa restando sempre pi in famiglia: da Campedelli a Campedelli. Come scelto dal presidente Igor Campedelli, le redini della squadra sono state affidate al fratello Nicola, giovanissimo allenatore che fino ad ora si cimentato in categorie inferiori, al Cesenatico e al Bellaria. Una scommessa che solo il campo potr dire se sar azzeccata o meno. Intanto, come prevedibile, il volto della squadra sta man mano variando. Scesi di categoria, i bianconeri non potevano certo permettersi di mantenere

Campionato di serie B: la societ di Campedelli punta sui giovani, fra i quali il portiere Ravaglia e Turchetta, figlio del fantasista degli anni 90
allinterno del proprio organico giocatori come Mutu. Col rumeno, ancora in attesa di trovare una sistemazione adeguata, sono partiti i vari fineprestito come Santana, Iaquinta, Rennella e Del Nero. Senza contare i gi sicuri partenti come Von Bergen (accasatosi al Genoa). Si ripartir dai giovani, come Ravaglia tra i pali (e con Antonioli pronto a fargli da chioccia), Turchetta di ritorno dal Bellaria e dallattaccante Cori rientrato dalla Carrarese. Dal bomber del San Marino Gianluca Lapadula (arrivato in compropriet dal Parma), dal camerunense Parfait (lo scorso anno ad Ascoli, ma giunto via Genoa), dal francese Defrel del Foggia e da ONeil (attaccante arrivato in compropriet dal Brescia). Per il resto si lavora allo scambio Gessa-Colucci col Pescara e si puntano obiettivi di categoria come le punte Ardemagni e Tiribocchi (Atalanta), il centrale difensivo portoghese Brandao (del Parma) e Oduamadi del Torino. Con la rivoluzione forzata, innescata dopo la discesa in cadetteria, il presidente Campedelli vuole tornare a ragionare in termini di provinciale capace di lanciare giovani e valorizzarli anche in termini finanziari. Come ad esempio avvenuto con Giaccherini. Dopo una cocente delusione come quella dello scorso campionato, il pubblico cesenate vuole vedere nuovamente valori come grinta, spirito di squadra e attaccamento alla maglia. Valori che si erano smarriti, ma che vanno da subito ritrovati e sostenuti in una piazza come Cesena.

Alcuni cesenati hanno fatto da team a un ciclista forlivese


(autista- 1^Raam) e Marino Balzani (ha curato il camper dal noleggio alla consegna - alla 4^Raam)sono di Bulgarn; Alberto Pirini (cuoco5^Raam) di Cesenatico e Mattia Suzzi (interprete- 1^Raam) di Sala di Cesenatico. "Fra tutte le edizioni a cui ho preso parte come preparatore, questa la settima - conferma Farabegoli - senza dubbio questa stata la pi massacrante, fisicamente e psicologicamente, sia per latleta forlivese Barilari che per tutto il team, per le estreme difficolt incontrate specie nelle fasi dedicate al "riposo". Londata di temperature alte ha scardinato, sin dallinizio, le tabelle di marcia preparate in precedenza, costringendo il ciclista e parte del team, al dormiveglia, anzich al sonno breve. Questa fattore, che ha messo a dura prova la coesione che deve esserci fra ogni componente della spedizione, pi levidente fastidioso dolore fisico, specie nelle parti aderenti la sella, con cui Barilari ha dovuto convivere sino alla fine, sono stati la causa delle quattro-cinque cadute accorse allatleta, anche se senza conseguenze fisiche. La faccia stravolta dalla fatica stato il risultato evidente delle difficolt incontrate lungo il tragitto. Soltanto la caparbiet di raggiungere la meta finale riuscita a far trovare a tutto il team quella giusta carica di energia per arrivare allobiettivo finale". Piero Spinosi

Rally
Dopo tre anni di corse sullasfalto, Matteo Piras, pilota cesenate della scuderia Sport&Service, tornato ad assaggiare la polvere dei rally su terra. E quale migliore occasione del San Crispino per cimentarsi con il fondo del Citt di Gubbio. Con la Opel Astra Gsi affiancato dalla navigatrice Daiana Darderi Piras ha preso parte al Challenge Settima Zona: due prove speciali (Santa Cristina e Nerbisci) da ripetere tre volte per circa 63 km di gara. Lequipaggio Piras-Darderi arrivato secondo in classe FN3. Ma risultato a parte, la gara di sabato

distanza di una settimana, dopo aver recuperato una parte del sonno perso, abbiamo incontrato il preparatore coach-team Mauro Farabegoli, che ha assistito fino alla conclusione il ciclista forlivese Luigi Barilari. Il corridore ha partecipato alla massacrante Raam (Race Across America), la corsa in solitaria pi lunga del mondo, quella che va dalle coste delloceano Pacifico allAtlantico. Il team che ha accompagnato Barilari era

Raam: i reduci americani affaticati ma felici A

composto da due gambettolesi, due di Bulgarn, uno di Sala e uno di Cesenatico e uno di Budrio. Gli altri sono i forlivesi Davide Adamo, Andrea Lombardi e Paolo Rossi. Alcuni erano alla loro prima Raam. Ognuno aveva uno specifico compito: Mauro Farbegoli preparatore, coachteam (alla 7^ Raam) e Vincenzo DAltri (aiuto cuoco- 2^Raam) sono i gambetto lesi; Massimiliano DallAra di Budrio (logistica- 4^Raam), Bartolo Fazio

stata un concentrato di divertimento e spettacolo, dove Piras ha guidato con scioltezza, come lui stesso racconta. E stata una bella gara, anche se si sofferto per il gran caldo. La prima prova speciale stata riessiva, abbiamo cercato di capire come regolare lassetto dellAstra per le prove successive: da tempo non gareggiavamo sulla terra e quindi serviva prendere alcuni accorgimenti e fare delle regolazioni. La seconda prova, invece, semplicemente splendida: si pu paragonare a una prova speciale nlandese. Peccato per la foratura nale".

22

Gioved 5 luglio 2012

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

Linee guida per laccettazione dei tornei di calcio a 11, 9, 7 e 5


el periodo molte le societ che si rivolgono Csi con Nrichiesta diestivo sono Le Societ che intendonodi torneialpresso lala collaborazione per lorganizzazione propria struttura sportiva. avvalersi della collaborazione del Comitato Csi di Cesena devono: - Rivolgersi alla segreteria in orari dufficio per la compilazione e sottoscrizione del modulo di richiesta. La segreteria in grado di fornire tutte le informazioni relative al tesseramento, tariffe e regolamenti.

- Prendere atto che obbligatoriamente vige sempre il regolamento Tornei del Csi, pubblicato a inizio anno assieme al regolamento calcio. La Societ organizzatrice pu personalizzare la formula del torneo in base alle squadre scritte, la fase nale o il monte premi, ma non il contenuto del regolamento Tornei Csi. - Il tesseramento Csi obbligatorio con tessere free sport o atleti; non necessario per chi gi in possesso della tessera atleti dellanno in corso, se ha il nulla-osta della Societ di appartenenza e se questa non

partecipa al torneo. - I provvedimenti disciplinari vengono presi esclusivamente dal Giudice Unico del Csi. Alla societ organizzatrice pu essere demandata, per comodit, la possibilit di conoscere gli ammoniti e espulsi di una gara per comunicare gli automatismi delle sanzioni alle societ partecipanti. Qualsiasi provvedimento disciplinare comunque soggetto alliter della disciplina sportiva del Csi. Mauro Armuzzi direttore Area Sportiva

Il documento frutto dellimpegno congiunto dellUfficio Cei di pastorale dello sport con 12 associazioni cattoliche

Il vademecum andrebbe messo in evidenza in ogni spogliatoio di palazzetto e impianto sportivo italiano

Sport educativo Presentato il manifesto


attenzione della Chiesa per lo sport educativo una realt che viene da lontano, come mostrano le parrocchie, gli oratori, la storia delle associazioni cattoliche impegnate nel settore sportivo, oltre al Magistero dei Papi e dei Vescovi, che da tempo hanno variamente parlato dellimportante valenza educativa dello sport per la crescita integrale della persona: lo ha detto pochi giorni fa nella sede del Coni, a Roma, il Segretario generale della Cei, monsignor Mariano Crociata, in occasione della presentazione ufficiale del Manifesto dello sport educativo, frutto dellimpegno congiunto dellUfficio Cei di Pastorale dello sport e di dodici associazioni cattoliche operanti nel settore (Csi, Anspi-Associazione nazionale San Paolo Italia, Centro nazionale Opere Salesiane per lo Sport, Centro sportivo italiano, Cns Libertas, Compagnia delle

Opere-sport, Ente nazionale per il tempo libero-Mcl, Federcultura Turismo Sport di Confcooperative, FisiaeFederazione italiana sportiva istituti attivit educative, Noi Associazione, Polisportive Giovanili Salesiane, Sportmeet, Unione Sportiva Acli). Nelloccasione, il presidente del Coni, Gianni Petrucci, ha sottolineato il ruolo decisivo svolto dalle realt ecclesiali in campo educativo e formativo, specie in favore dello sport di base e rammentato che lItalia stata la prima nazione al mondo a portare un prete alle Olimpiadi (i direttori dellUfficio Cei di pastorale del turismo sport e tempo libero, monsignor Carlo Mazza, e, in seguito, monsignor Mario Lusek) con il ruolo di assistente spirituale a disposizione degli sportivi. E potete immaginare quanto bene possa fare la sua presenza sul piano degli aiuti e dei consigli

anche per i campioni dello sport. Monsignor Mario Lusek ha sottolineato il lavoro di squadra svolto dal Laboratorio di comunione e riflessione delle associazioni sportive di ispirazione cristiana. A nome di tutte ha parlato Massimo Achini, presidente del Csi: Non si gioca da soli in queste partite - ha ribadito il numero uno ciessino - e le alleanze, costruite con la Cei in questa squadra delle associazioni di ispirazione cristiana, hanno fruttato questo documento che andrebbe messo in evidenza in ogni spogliatoio di ogni palazzetto o impianto sportivo italiano. una partita che durer fino al 2020 per la Chiesa Italiana, e questa azione di oggi, per dirla calcisticamente rappresenta un assist, un bel passaggio in profondit. Il manifesto si rif alle parole di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI sullo sport e, al terzo punto,

LO SPORT NON DEVE ESSERE ASSERVITO ALLE LOGICHE DEL MERCATO E DELLA FINANZA, BASATO SULLA ARROGANZA DEI CATTIVI MAESTRI

recita testualmente: Noi riteniamo che lo sport non debba essere asservito alle logiche del mercato e della finanza, basato sullarroganza dei cattivi maestri, basato sulla selezione dei pi forti a scapito di uno sport per tutti, sullillegalit, sulluso di sostanze dopanti e che propone modelli e stili di vita centrati sullegoismo, lindividualismo e il consumismo.

Csi Cesena | Un po di storia

Calcio Dilettanti 2012-2013

Tempo di iscrizioni al campionato


i spenta da poco delle nali relative alle varie competizioni del Sdilettanti,disputarsilecogiprossimadel campionato riservato alla stessa calcio che si torna parlare categoria da nella stagione, 2012/13. Il 31 luglio infatti scade il termine di iscrizione al campionato, alla Supercoppa e alla Coppa delle Coppe. Il 27 agosto si terr la riunione dei dirigenti delle Societ interessate, mentre il 15 e 16 settembre si svolger il primo turno di partite del campionato, che potranno essere disputate il venerd sera, il sabato pomeriggio e la domenica mattina. Hanno diritto a iscriversi al 44esimo Campionato Provinciale dilettanti: nella serie "Eccellenza", da cui uscir, al termine della competizione, la squadra vincitrice del titolo, lAs Diegaro, la Pol. 5 Cerchi Macerone, la Pol. Forza Vigne, la Pol. Boschetto, la Pol. Cesuola, lUsd Due Emme Scot, la Ss Nanni Sampierana, la Pol. Sala (che ha conquistato per gli ultimi due anni consecutivi il primato), lAsd San Cristoforo Nonsolobar, la Pol. San Mauro in Valle, lAs Badia, lAs Valle 86 Savignano; nella serie "A", lAsd Montaletto, lUs Capannaguzzo, la Pol. Il Compito, lAsd Rubicone, il Climagas Ponte Pietra, lAsics Cannucceto, lAsd Ideal Sport, la Ss Acquapartita, lAsd Pioppa, lAc Fiumicinese, lAsd San Colombano e nella serie "B"la Pol. Forza Vigne, la Pol. Sidermec, lAs Real Cesena 2004, la Pol. Bulgarn, la Ss Body Art., lEdilcasanova Montecastello, La Pieve Lattoneria Lucchi, il Real Bacciolino, il Quartiere Cesare, la Pol. 2000 Cervia, lUsd Budrio 1982, il Gs Cella, lAsd Calcio Ponente, il Refugium Corpol, lAsd Mastri Wollas San Piero, la Torpedo Montecastello, il Real Pinarella, il Gs Santa Paola, lAsd Villachiaviche, la Pol. Ponte Abradesse, il Cosmonda Quarto, lAsd Audax Forlivese e lIdrotermica Altosavio.

La foto di questa settimana ritrae la Pol. Sala Quinta Essenza, che ha partecipato al campionato di calcio dilettanti nella stagione sportiva 2004/05.

Pagina Aperta

Gioved 5 luglio 2012

23

Il direttore risponde

LOcchio indiscreto

I ragazzi della Cils e del Cvs in prima fila in Cattedrale Il sindaco commenta il messaggio del vescovo Douglas
manutenzione e sviluppo della citt, per esempio), per rafforzare invece i servizi dedicati in particolare agli ultimi. Il Vescovo Regattieri lo ha capito perfettamente e con lui il Corriere Cesenate, che ha raccontato spesso storie di persone con disabilit. Ecco le nostre ricchezze, quelle in grado di garantirci una ferrea volont di difesa dei nostri valori di comunit e della nostra coesione sociale. Cordialmente. Paolo Lucchi sindaco di Cesena Egregio sindaco, grazie infinite per questo intervento che si fa eco del messaggio che il nostro vescovo Douglas ha inviato alla citt di Cesena in occasione della festa del patrono, san Giovanni Battista. Grazie per lattenzione al nostro giornale e grazie anche per le parole di stima verso la comunit cristiana di Cesena-Sarsina. stato davvero bello vedere nelle prime file della Cattedrale, il 24 giugno scorso, i ragazzi della Cils, del Cvs e del mondo del volontariato. Stare al passo con gli ultimi da sempre un impegno per la Chiesa, fin dai tempi della sua fondazione. Anzi, per gli ultimi occorre avere unattenzione particolare. Se non diventerete come bambini, ci ha detto nostro Signore Ges Cristo, non potrete aspettarvi il Regno dei Cieli. Oppure, in unaltra occasione, ha ribadito che chi vuole essere primo si faccia servitore, come fece Lui stesso durante lUltima cena, quando lav i piedi ai suoi amici pi intimi, gli apostoli. vero, nel nostro territorio esiste unattenzione particolare per chi pi svantaggiato. Attenzione che non deve scendere anche se ci troviamo in una fase di acutissima crisi economica, come ha fatto il Comune di Cesena che ha scelto di non ridurre i fondi messi a disposizione delle persone in maggior difficolt a causa di ragioni fisiche, anagrafiche, personali. Mi permetto di aggiungere, ma lho gi scritto in diverse altre occasioni, che vero che ci troviamo in un delicatissimo momento dal punto di vista economico. Le famiglie faticano nellarrivare alla fine del mese e quando si perde il posto di lavoro, in tantissimi casi, le condizioni di molti diventano drammatiche. Ma c un altro dramma che, a mio avviso, non viene tenuto in debita considerazione. Siamo di fronte a unaltra gravissima e profondissima crisi: si smarrito il senso della vita. Non lo dico solo io, ovviamente, ma lo confermano la crisi demografica e i tanti drammi cui assistiamo, spesso impotenti. Davanti ai numerosi suicidi, davvero troppi (uno solo ci dovrebbe gi inquietare) e ai delitti di sangue che hanno investito anche il nostro territorio, nessuno pu starsene in pace, come se nulla accadesse accanto a noi. Il dramma del nostro vicino non pu non interpellarci. quello che cerca di fare, da sempre, la Chiesa: farsi compagna di viaggio. quello che tentiamo noi, ogni settimana, da queste colonne. Il cristiano chiamato alla condivisione, nella gioia e nel dolore, non per buona volont o per uno sforzo personale, ma per una presa di coscienza. Abbiamo unappartenenza che va oltre noi stessi e alla quale dobbiamo ricorrere come mendicanti, nella costante ricerca di un motivo autentico da dare ai nostri giorni terreni. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

gregio direttore, entrando nella nostra Cattedrale, in occasione della Messa solenne per il nostro patrono San Giovanni Battista, ho vissuto una sensazione forte: quella che, per tutti, derivava dal notare come le prime file del nostro principale luogo di preghiera fossero occupate da ragazzi che conosco bene e che mi stanno particolarmente a cuore. I ragazzi erano gli amici della Cils, di altre Cooperative sociali, impegnati direttamente nel mondo del volontariato, come lamica Liviana Siroli del Cvs. Amiche ed amici che ci ricordavano direttamente, con il loro percorso di vita fatto anche di sofferenze e difficolt - ma sempre con la dignit che ce li rende ancor pi cari - come la nostra comunit sia tale anche perch sta al passo degli ultimi. Questa affermazione, fatta propria nel saluto rivolto alla nostra citt nel giorno del suo ingresso in diocesi, parte fondamentale del messaggio proposto ai cesenati dal Vescovo Regattieri in occasione della Festa di san Giovanni Battista. Personalmente giudico di grande valore morale e civico il messaggio indirizzato a tutti noi dal Vescovo Regattieri e di questo lho ringraziato personalmente. La nostra citt , nei fatti, certamente pi ricca di tante altre a noi vicine e anche per questo stiamo affrontando questa infinita crisi economica con minori tensioni sociali, appartenendoci un sistema di imprese (piccole, medie ma anche strutturate) che sta in parte reggendo. Allo stesso tempo certamente la rete di servizi (sociali, scolastici, ambientali) ai cittadini, sedimentatasi nel corso degli anni, ritenuta da tutti davanguardia e non casualmente tre anni fa le indagini nazionali Istat, pubblicate dal Sole 24 ore, ci hanno giudicati larea con la miglior qualit della vita. E, di nuovo, il territorio romagnolo ricco di bellezze naturali ben preservate e di un patrimonio storico ed architettonico che ci rende orgogliosi. Ma tutto questo non pu bastarci. Oggi, soprattutto, mentre i cittadini sono alle prese con una forte riduzione delle proprie certezze che mette a rischio anche i capisaldi valoriali e morali del nostro Paese, una comunit pu, a mio parere, definirsi tale, soprattutto se in grado di accogliere, stare accanto, farsi prossimo, rallentare il passo, per camminare insieme a chi fa pi fatica, per utilizzare le parole del Vescovo che trovo straordinariamente efficaci. Serve, cio, che il nostro impegno quotidiano sia guidato dalla capacit di mettere al centro la donna e luomo, la loro essenza fatta di valori collegati alla nostra tradizione e, anche per questo, declinati sulla base di una nuova sobriet ben diversa dai modelli evanescenti che, a partire dagli anni 90, purtroppo da pi duno ci sono stati proposti come modelli unici e privi di alternative vere. A questa antica ed allo stesso modo modernissima scala di valori, dobbiamo, naturalmente, anche adeguare le scelte amministrative generali e quelle del Comune in particolare. Non a caso in questi ultimi tre anni, contraddistinti dal taglio costante e continuo dei finanziamenti governativi agli enti locali, il Comune di Cesena ha scelto di non ridurre mai i fondi messi a disposizione delle persone in maggior difficolt a causa di ragioni fisiche, anagrafiche, personali. E stata una volont concreta non perseguita, purtroppo, da tutte le comunit dItalia, che noi abbiamo compiuto con orgoglio e, ritengo, anche con ladesione convinta della gran parte dei cesenati ai quali abbiamo chiesto di sacrificare altre scelte (di

Lattenzione di questa settimana rivolta ancora alla tutela dellambiente. Nello specifico - come segnalato dal comitato Lasciateci laria per respirare - si costruir su un terreno adiacente lingresso del Sentiero per la pace, in zona Osservanza. Non occorrono altri commenti

Digitale terrestre: gran parte della Riviera si trova ancora senza segnale Tv
A oltre un anno dal passaggio al digitale terrestre, continuano a manifestarsi problemi di ricezione del segnale televisivo in gran parte del territorio regionale. Lo affermano i consiglieri regionali Damiano Zoffoli (Pd) e Luca Bartolini (Pdl) in due note arrivate in redazione. Entrambi evidenziano come in molte zone della costa romagnola continuino a verificarsi problemi nella ricezione dei programmi regionali di RaiTre, rendendo impossibile a molti utenti la visione del Tg dellEmilia Romagna e causando difficolt anche per altri servizi offerti dalla Rai oltre che da Mediaset. Lultimo caso si verificato durante una partita dei recenti Campionati Europei di calcio. Regione e Co.Re.Com (Comitato regionale per le comunicazioni) - dice il consigliere Zoffoli - si sono pi volte rivolti alla Rai; lultimo sollecito formale in ordine temporale risale a circa trenta giorni fa, seppure senza esito, ma la Rai che incassa il canone e che deve quindi garantire il servizio, che deve dare finalmente corso agli impegni assunti con lassessorato regionale, risolvendo in tempi brevi i problemi di copertura del segnale e di ricezione dei programmi. Non accettabile il prolungarsi di questi disagi - afferma il consigliere Bartolini - alla Rai i problemi sono stati segnalati, ma nonostante incassi il canone da cittadini e imprenditori, poi non si attiva velocemente per rimediare alla mancanza di segnale. Chi paga il canone ha diritto di vedere i programmi del servizio pubblico e ai tanti turisti che scelgono la nostra costa non si pu rifilare questo disagio: chi rimasto senza segnale dovrebbe essere risarcito dalla Rai con la restituzione di una quota di canone annuale. Riprendiamo e rilanciamo queste legittime proteste che si fanno interpreti del sentire di tantissimi utenti Rai. A distanza di tempo dallo switch off non comprensibile come possano persistere problemi del genere. La concorrenza delle pay tv davvero forte e la professionalit proposta decisamente superiore. tempo che anche la Rai compia qualche passo in avanti. Fz

Filo diretto con lo psicologo


COME GESTIRE LA RABBIA DEL BAMBINO... E DELLADOLESCENTE? Nel corso per genitori, a Ronta, oltre la domanda sulla gestione della rabbia in un bambino di scuola elementare, ce n stata unaltra sempre sulla gestione della rabbia, ma in un adolescente. Riprendo cos il discorso sulla rabbia iniziato la volta scorsa addentrandomi pi nello specifico nella gestione di questa emozione scomoda e pericolosa. Ma pi che lemozione in s, che fa parte della gamma delle emozioni umane, pu diventare pericoloso e quindi dannoso per s e per gli altri il comportamento che ne pu seguire. quindi necessario distinguere tra ci che si sente (che quel che ) e quel che si fa (dove abbiamo, tanto pi siamo adulti, la facolt di scegliere). C da dire che pi i figli sono piccoli, pi occorre aiutarli a leggere cosa sta accadendo in loro, particolarmente a livello emotivo. Occorre aiutare il bambino a riconoscere la sua rabbia cos come le altre emozioni, qualcosa che ci accomuna, di cui si pu parlare. Si pu suggerirgli di dare una forma a ci che sente dentro di s invitandolo a fare un disegno per rappresentare la sua rabbia - magari disegna un bel mostro! Lo si pu anche invitare a far parlare e quindi anche a trattare con la sua rabbia, in modo che possa pian piano imparare che lui pu averne il controllo, che lui pu decidere come incanalarla evitando danni per s stesso e per chi lo circonda. Tutto questo certo non possibile durante una crisi di rabbia, dove meglio resistere alla tentazione di urlare e perdere il controllo a propria volta. Meglio ignorare se possibile il temporale lasciandolo semplicemente passare e rimandare a un altro momento, ad acque pi calme degli interventi. Interventi mirati non tanto a colpevolizzare il bambino per il suo sentire, quanto ad aiutarlo in modo attivo nellincanalare e guidare lespressione della sua rabbia. E qui occorre tener conto dellet del bambino perch cambiano in modo significativo le capacit emotive e cognitive nel bambino piccolo, in quello in et scolare, nelladolescente. In et scolare il bambino comincia a rendersi conto delle conseguenze dei suoi comportamenti e anche che in grado di poter fare delle scelte. Compito dei genitori aiutare il figlio nel controllo e nella guida di s. Gli si possono passare delle strategie, magari quelle che si sono viste funzionare in se stessi. Come ad esempio: fermarsi a sentire ci che sta accadendo dentro, prestandogli attenzione (gi questo pu evitare lesplosione perch aiuta il bambino a prendersi cura di s e della sua rabbia, e questo pu fare da calmante); fermarsi anche a pensare prima di agire; vedere insieme al figlio i differenti modi di rispondere a certe situazioni e le possibili conseguenze, positive e negative. Prestare anche attenzione e considerazione ai motivi che scatenano la rabbia del bambino; importante che impari a dire ci che lo fa arrabbiare, e proprio a chi pu essere la causa di tale emozione, o comunque a un adulto di riferimento. Esprimere a parole il suo disagio lo pu aiutare a tenere pi bassa la soglia della rabbia evitandone lo scoppio. In adolescenza i ragazzi dovrebbero essere in grado di controllare la maggior parte delle loro azioni, anche se ancora faticano a valutarne gli effetti a lungo termine. Anche per loro daiuto poter esprimere pensieri ed emozioni, specie quando ci sono situazioni di tensione. Questo pu avvenire pi facilmente se c gi stata uneducazione in tal senso. Se gli scoppi di rabbia avvengono occasionalmente, in et scolare come in adolescenza, non c da preoccuparsi. Se invece accadono con frequenza, si tratta di vedere che cosa il figlio tenta di comunicare con un tale comportamento. accaduto qualcosa che lo ha turbato, oppure un momento particolarmente stressante? Ci sono difficolt a scuola o in famiglia? Spesso infatti accade che il bambino manifesti un disagio proprio attraverso il comportamento. Se gli attacchi di rabbia perdurano nel tempo, magari con esplosioni via via pi forti meglio chiedere laiuto di un professionista. Susi Lugaresi psicologa-psicoterapeuta

Per domande e/o interventi: tel. 0547 661808 centrodonmilani@libero.it

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

VACANZE PARROCCHIE DEL MARE IN FERMENTO


Borse di studio I cesenati pi bravi
C.I.P - Corso Sozzi 39 - Corriere Cesenate 2012 .