Sei sulla pagina 1di 10

Il calorimetro

Il calorimetro un apparecchio che serve per misurare la quantit di calore che si trasferisce da un corpo all'altro, quindi per determinare il calore specifico di una sostanza solida o liquida, dove con calore specifico si intende, la quantit di calore necessaria per aumentare di 1 la temperatura di una massa unitaria di una sostanza.

Curiosit: Il primo calorimetro a ghiaccio del mondo, usatonell'inverno del 1782-83, da AntoineLavoisier e Pierre-Simon Laplace

Vari tipi di calorimetro

Calorimetro delle mescolanze Calorimetro a ghiaccio Calorimetro di Bunsen

Calorimetro delle mescolanze

Ilcalorimetro delle mescolanze(o ad acqua, o di Regnault) costituito da unvaso di Dewarin cui viene versata dell'acqua e, successivamente, la sostanza in esame; all'interno del calorimetro posto untermometroe un agitatore. Il calore specifico della sostanza viene dedotto dalla variazione di temperatura dell'acqua: a causa della non nulla capacit termica del calorimetro necessario introdurre unequivalente in acquadel calorimetro, che tenga conto del calore assorbito o ceduto da esso durante la misura.

>Il calorimetro delle mescolanze il tipo di calorimetro pi impiegato per scopi didattici. <

Calorimetro a ghiaccio

Il calorimetro a ghiaccio (o diLavoisiereLaplace) un calorimetro isotermico formato da tre recipienti concentrici: nel pi interno si colloca il corpo in esame; in quello intermedio il ghiaccio; in quello pi esterno si colloca dell'altro ghiaccio che ha la funzione diisolante, evitando che il calore dell'ambiente esterno sciolga il ghiaccio del recipiente intermedio. In base alla quantit d'acqua che fuoriesce dal recipiente intermedio mediante un apposito condotto si pu misurare il calore fornito dal corpo nel contenitore pi interno, ed eventualmente calcolarne il calore specifico.

Questo apparecchio fu presentato da Antoine-Laurent de Lavoisier (1743-1794) e da Pierre-Simnon Laplace (1749-1827) nel 1780 e rappresenta il primo calorimetro a ghiaccio.

Calorimetro di Bunsen

Il calorimetro di Bunsen un calorimetro isotermico formato da un recipiente contenente acqua distillata, il cui fondo connesso ad un tubo ripiegato a U contenente mercurio e terminante in un capillare. Una provetta, sulla quale stato precedentemente fatto formare uno strato di ghiaccio, posta all'interno del bagno d'acqua. Inserendo il corpo in esame la quantit di ghiaccio all'esterno della provetta pu aumentare o diminuire in relazione al calore assorbito/ceduto dal corpo. La quantit di calore scambiato quindi ottenuta a partire dalla variazione di volume dell'acqua, misurata dall'altezza del mercurio nel capillare.

CALORIMETRO DELLE MESCOLANZE (AD ACQUA) TEMPO PREVISTO 1 ora da 50 minuti MATERIALI OCCORRENTI calorimetro; termometro di precisione; biancia tecnica monopiatto;

Esperimento per capirne lutilizzo

becco Bunsen completo di treppiede e di reticella; bicchiere graduato; acqua distillata; campionida sottoporre ad esame; pentolino con olio.

Sappiamo che
Il calorimetro, e lo strumento usato in laboratorio per determinare la quantit di calore ceduta o assorbita da una sostanza e per conseguenza, per determinare il calore specifico della sostanza stessa. Possiamo quindi proseguire con lesperimento.. E' costituito essenzialmente da due cilindri di alluminio:

Esecuzione
1) Misuriamo 300 ml d'acqua e versiamola nel becher e annotiamo la temperatura indicata dal termometro dell'apparecchio. Quindi Accendiamo il fornello, attendiamo qualche minuto perch raggiunga la temperatura adatta, a questo punto poniamogli sopra il becher contenente l'acqua, facendo contemporaneamente par tire il cronometro. 2) Rileviamo la temperatura ogni 15

Risultati..
Il calore ceduto dal corpo e pari alla quantit di calore acquistata dall'acqua. c = m1(t2- t1) /m2(t1- t2) m1 = massa del 1 ' acqua;

Eleonora