Sei sulla pagina 1di 8

2021

b.-Apr.
N. 1 Fe

Anno LVI - Periodico trimestrale - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2, DCB Parma

entrate…ebbero paura! Domenica Guatteri pf

Tutto cominciò di buon silenzio: fermiamoci, ascol-


mattino, il giorno dopo il tiamo, parliamo, invochia-
sabato, le donne camminaro- mo, ringraziamo…
no verso il giardino dove era “La mia bocca, Signore, rac-
il sepolcro di Gesù. Il cuore conterà la tua salvezza!”
pieno di ansia, la mente col- Gesù è il colore della vita: il
ma di preoccupazioni e tante rosso del sangue versato, la
domande nel cuore… trasparenza della sorgente
Arrivarono: la pietra era ro- di vita, le sfumature del
tolata via! Entrarono, videro chicco di grano che muore
un angelo ed ebbero paura! nella terra buona di ogni
(Mc 16,5) esistenza, il verde germoglio
La storia si ripete ogni gior- della Parola che rinfranca il
no nella vita di chi cerca il cuore, riempie la vita, apre
Signore e “desidera vedere la mente al mistero e sostie-
il suo volto” ne il cammino di chi cerca il
La vita, dunque, è un cam- Signore.
mino verso la meta: cercare Pasqua 2021, è ancora la
Gesù. Pasqua del Signore Gesù,
Dove cercarlo? Nei tanti se- ma è anche la pasqua di
polcri che costellano, oggi, i ciascuno di noi quando,
nostri giorni, nel tempo della come Lui, ci facciamo dono
pandemia… cercarlo con il agli altri, semplicemente:
cuore trepidante, avvolto stringendo la mano,
dalla paura; cercarlo con lo asciugando le lacri-
spirito della tenerezza, perso me, incontrando uno
nel buio, ma orientato alla sguardo, abbattendo
luce. muri e costruendo
Nel buio di tante situazioni, anche oggi, possiamo ponti, prestando la
vedere un angelo, che ricarica l’entusiasmo e orienta voce a chi non ha
all’amore fraterno, alla speranza di un giorno pieno voce, gridando la
della luce del Signore Risorto. speranza nell’ango-
Sbocciano i fiori anche nella primavera più fredda e i scia del silenzio e
colori avvolgono le speran- della solitudine….
SOMMAR IO ze, i desideri, le incertezze Quando completia-
e le paure… mo nella nostra carne la passione di Gesù, per il suo
2 SPIRITUALITÀbisogno di padri Gesù è il fiore che sboccia corpo che è la chiesa, allora anche noi siamo dei risorti,
- Il mondo ha ogni giorno e si apre al alla luce e nella luce, che irradia speranza e conforto
3 BLOC-NOTESlia operosa dono di sé stesso, della sua sempre e a tutti.
- Casa famig
Vita e della sua Parola.
4-5 R.D. CONGO Camminiamo verso il Pace a voi, dice il Risorto ai primi discepoli e
6-7 BLOC-NOT ES giardino, anche noi, alla
on-line; a noi. Pace, ripetiamo a voi, amici e amiche di
- Dal Perù: ritirontare con ricerca di Gesù Risorto: il
Solidarietà; Cania queste piccole pagine. Il caldo abbraccio della
Anna ed Euge Risorto ci aspetta nell’Eu- Sua pace vi apra alla serena speranza. Auguri!
nelle
- Da Parma: Festa zia caristia, nell’ombra e nel
Scuole dell’Infan

8 PROFILI PICCOLE FIGLIE 1 FEB.-APR. 2021


il mondo ha bisogno di padri Plautilla Brizzolara pf

Con cuore di Padre:


una Lettera, quella di
papa Francesco, scritta
allo scopo di accrescere nel Cuore di Gesù, sotto il manto di
l’amore verso questo Maria, sotto il patrocinio di Giusep-
grande santo, si legge pe. Ma è il giorno di mercoledì che
nelle righe conclusive. Al – secondo la tradizione – viene de-
compiersi dei 150 anni dicato a san Giuseppe. In tale gior-
dalla sua dichiarazione no si recita la preghiera “Andate a
a Patrono della Chiesa Giuseppe” che si ispira alle parole
Cattolica, fatta da Pio IX, del Faraone che invita a rivolgersi
Francesco desidera “con- al patriarca figlio di Giacobbe per
dividere alcune riflessioni avere nutrimento. L’invito viene
personali su questa stra- posto sulle labbra della sposa Maria,
ordinaria figura, tanto del figlio Gesù e dell’Eterno Padre:
vicina alla condizione un sinfonico invito alla fiducia nella
umana di ciascuno di sua intercessione.
noi”. Padre nella tenerezza, che ha
Lo stile colloquiale ac- insegnato a camminare al piccolo
compagna tutto il breve Gesù come fece Dio con Efraim
scritto e guida il lettore (Osea 11,3-4) in modo che il Figlio
ad un intimo confronto di Dio conoscesse l’amore del Padre
con lo stile di vita di nei gesti di amore del suo padre ter-
Giuseppe “l’uomo che reno: “Gesù ha visto la tenerezza di
passa inosservato” e Dio in Giuseppe”. E papa Francesco
per questo è così vicino. ribadisce questo tratto attingendo
“Possiamo sperimentare, Chiesa di san Donnino in Panocchia (PR), ai salmi e a san Paolo.
in mezzo alla crisi che ci Sogno di Giuseppe, anonimo parmense sec. XVII Padre nell’obbedienza e nell’ac­
sta colpendo – afferma coglienza, viene descritto Giu-
il papa – che le nostre vite sono Testamento. I salmi e i profeti ven- seppe, che ha saputo accogliere
tessute e sostenute da persone co- gono riletti “dall’interno” dal cuore la volontà di Dio manifestata nei
muni, solitamente dimenticate, che stesso di Giuseppe. È come se ci quattro sogni descritti nel Vangelo
n o n c om pai ono n e i fosse offerta la medita- di Matteo: drammatici i momenti in
titoli dei giornali… ma zione sapienziale che il cui il Signore lo raggiunge nel cuo-
stanno scrivendo oggi padre di Gesù ha inte- re della notte interiore del dubbio;
gli avvenimenti decisivi riorizzato e vissuto, di eppure proprio l’ubbidienza pronta
della nostra storia” Ed cui ha intessuto le pro- è la via con cui Giuseppe affronta e
elenca la gente che prie scelte conducendo supera ogni dramma. Il papa ci aiuta
esercita ogni giorno così Gesù a sperimen- a cogliere in Giuseppe la capacità
pazienza ed infonde tare la paternità di Dio di stare dentro la storia, lasciando
speranza, avendo cura nei gesti di custodia e da parte i ragionamenti “per fare
di non seminare panico coraggio del suo padre spazio a ciò che accade” per quanto
ma corresponsabilità: terreno. misterioso: “egli lo accoglie, se ne
dagli operatori sanitari Padre amato, lo defi- assume la responsabilità”. Preziosa
agli addetti ai super- nisce, Francesco. Amato qui l’indicazione a riconciliarci con
mercati, alle pulizie, nella chiesa da secoli la nostra storia per non rimanere
alle forze dell’ordine, ai e venerato da santi, ostaggio delle nostre aspettative e
sacerdoti, religiose… San Giuseppe Istituti religiosi, parrocchie. “In delle conseguenti delusioni. Maestro
– l’uomo della presenza quotidiana ogni manuale di preghiera si trova di vita spirituale, papa Francesco, si
discreta e nascosta – ci ricorda che qualche orazione a san Giuseppe”. pone come guida affinché scegliamo
queste persone “della seconda fila” A conferma di ciò citiamo il primo l’accoglienza di ciò che accade come
hanno un protagonismo senza pari manuale di preghie- luogo in cui lo Spirito
nella storia della salvezza. ra delle Piccole Figlie ci raggiunge e ci dona
L’attitudine del papa a guardare “ Va d e - M e c u m ” d e l la sua stessa fortezza.
in profondità si fa sapiente guida, 1912. Nella preghie- Si tratta del “realismo
affinché ciascuno possa guardarsi ra appena sveglie le cristiano” che il papa ci
dentro, fare un esercizio di discer- sorelle si rivolgono al addita fin dalla sua pri-
nimento alla luce delle scelte di vita Padre per chiederne ma enciclica “Evangelii
di Giuseppe. la protezione. Nelle gaudium”.
Colpisce e stimola il modo con cui orazioni del mattino si Padre dal coraggio
papa Francesco legge i passi biblici, recitano le giaculatorie: creativo. Dopo l’ac-
anzitutto quelli dei Vangeli dell’in- Gesù, Giuseppe e Maria coglienza anche di
fanzia in cui è presentata la figura vi dono il cuore e l’ani- quanto non si è scelto
del carpentiere di Nazaret, ma ma mia…” e prima del nella propria vita, è
soprattutto le citazioni dell’Antico riposo ci si addormenta necessario il coraggio

PICCOLE FIGLIE 2 FEB.-APR. 2021


creativo che, proprio nelle difficol- prese con sé il Bambino e sua Ma- E qui l’attributo “castissimo” - che il
tà, viene fuori, ribadisce il papa. dre” il tesoro più prezioso della sua vocabolario agiografico attribuisce
Giuseppe viene definito il “vero e nostra fede! a Giuseppe - viene riletto come sin-
miracolo di Dio” il quale non sceglie Padre lavoratore e Padre nel­ tesi di un atteggiamento contrario
la via del prodigio mirabolante ma l’ombra, sono le due ultime ango- al possesso: “Il mondo ha bisogno
“il Cielo interviene fidandosi del lature proposte nella lettura della di padri, rifiuta i padroni… rifiuta
coraggio di quest’uomo”. In ogni figura di Giuseppe. Francesco ne coloro che confondono autorità con
difficoltà Giuseppe sa trasformare approfitta per ribadire l’importan- autoritarismo, servizio con servili-
”un problema in un’opportunità za del lavoro e la delicatezza della smo, carità con assistenzialismo…”
anteponendo sempre la fiducia nel- tematica in relazione all’attuale La figura di Giuseppe assume i tratti
la provvidenza”. E qui un tocco per pandemia; ed anche per riflettere della felicità che solo la logica del
noi: se Dio non ci toglie le difficoltà sulla paternità quale vocazione. dono di sé (e non solo del sacrifico
è perché “si fida di noi”! Per questo, “Essere padri significa introdurre il di sé) può conferire ad una vita ri-
come racconta il vangelo al termine figlio nell’esperienza della vita… la- uscita, segno della bellezza e della
di ogni vicenda narrata: “Giuseppe sciandolo libero, anche di sbagliare” gioia dell’amore.

casa famiglia
una
operosa e serena Vincenzina Freddi pf
chi entra e chi esce: Ci sono: Suor
Liliana, la responsabile della “Casa
Famiglia Stella del mattino” che con
un colpo d’occhio vede se i ragazzi
“Q uando il Signore verrà, tro- sono ordinati, se manca qualcosa,
verà ancora fede sulla terra?” Ma se tutto funziona; c’è Suor Rosetta,
quale fede? -quella delle opere ca- esperta maestra, sempre disponibile
ritative - perché Dio è amore - e ci ad aiutare i ragazzi anche con i gio-
dirà: “Avevo fame e mi avete dato chi da tavolo. Con abilità sottolinea
da mangiare, avevo sete e mi avete con cartellonistica gli eventi impor-
dato da bere, ero nudo e mi avete tanti e le feste. C’è Suor Giuliana
vestito, orfano, bisognoso e m i ave- che accompagna i ragazzi a scuola,
te accolto” (Mt 25, 35-44). li istruisce, li educa ed è con loro
Siamo a Potenza, Casa-Famiglia giorno e notte... E quando non ve-
Stella del Mattino. Una villa a due dete più i ragazzi, non preoccupate-
piani di color giallo intenso con vi perché devono fare i compiti. Non
le pareti interne color arcobaleno abbaiate se vedete entrare dalle ore
accoglie bambini/ragazzi bisognosi 14 alle 19 una signora: è Tiziana che
ad ogni livello. Sono una decina, segue i ragazzi nello studio.
accolti da tre Suore che, in sintonia Fate attenzione perché ci sono due
con il tribunale dei minori e i servizi ragazze grandi che non frequenta-
sociali, con alcune famiglie di riferi- no la scuola: studiano on line, non
mento e con tanta umanità e creati- disturbatele e siate riconoscenti per
vità cercano di offrire il meglio per disinvoltura, accompagnati fino tutto questo perché diversamente
la vita dei ragazzi. al cancello di uscita dai due cani : la vostra giornata sarebbe troppo
La frequenza scolastica non crea Kiba e Leo che meritano di essere monotona e soprattutto perché c’è
loro ansia perché nel pomeriggio intervistati. Suor Giuliana che ogni giorno vi
c’è una insegnante/educatrice lau- “Carissimi Kiba e Leo, perché ogni porta una razione di cibo.
reata che aiuta nei compiti e quindi mattina alle ore 8, dopo aver curio- C’è un collaboratore Leonardo che
i ragazzi affrontano la scuola con sato dalle finestre della cucinetta mantiene sempre in ordine gli am-
le tre Suore che fanno colazione, bienti, soprattutto gli spazi esterni
correte per vedere i bambini /ragaz- della casa per renderla bella e ac-
zi che vanno a scuola in pulmino? cogliente, mantiene in funzione
forse perché condividete la stessa le biciclette, i palloni...macchinine.
sorte di affido e sapete cosa vuol Le meno simpatiche potrebbero
dire essere lontani dai vostri primi essere le collaboratrici che di buon
padroni? Vi ho visto giocare con i mattino svegliano i bambini perché
ragazzi mentre nevicava e per un possano arrivare a scuola puntuali e
po’ di tempo vi siete sentiti impor- al loro ritorno fanno trovare tutto
tanti! Vi dò un consiglio: aspetta- in ordine e giornalmente pulito e
te i ragazzi al ritorno da scuola, profumato”.
prendete le distanze, altrimenti vi La Stella del mattino, che illumina il
assordano con i loro discorsi ameni, buio della notte e dà senso a tutto
e quando non li vedete più, perché ciò che ci circonda, illumini anche
sono entrati in casa, andate sotto le i passi e i gesti di tutti quelli che si
finestre: sentite le loro risate, i loro occupano dei ragazzi perché la loro
passi frettolosi, mentre giocano a vita trascorra gioiosa e pienamente
nascondino o a “chiapparello” nella integrata nei vari momenti impor-
grande sala multiuso. Controllate tanti della loro vita.

PICCOLE FIGLIE 3 FEB.-APR. 2021


LUCA VITTORIO M
FRATELLI NOST
PER ONORARLI tribola e muore. Le analisi approfondite Se Luca, Vittorio e Mustafa potessero
Teresina Caffi, missionaria saveriana
fatte da organismi e anche dall’ONU constatare che la loro morte è servita
mostrano nel dramma dell’est della RD a fare verità e giustizia per un popolo
L’ambasciatore Luca Attanasio aveva Congo una complessità di attori: locali massacrato e a trovare vie di pace po-
scelto una presenza di prossimità non e stranieri, regionali e internazionali, trebbero anche essere contenti di aver
solo ai suoi connazionali ma anche civili e militari. dato la vita.
al popolo congolese ed è su questo Come uscire da questo tunnel? Il
percorso che ne ha condiviso anche la responsabile della Commissione giusti- FINO A QUANDO?
morte. Nell’est della Repubblica demo- zia e pace della diocesi martire di Beni, Luisa Gariboldi pf
cratica del Congo si continua a morire l’abbé Aurélien Rukwata, segnalava Quando ho appreso dal telegiornale la
come sono morti l’ambasciatore Luca, il qualche mese fa alcune condizioni: morte dell’ambasciatore italiano nella
carabiniere Vittorio e l’autista Mustafa. restaurare l’autorità dello Stato, far Repubblica Demo-
Nella sola settimana seguita all’atten- funzionare la giustizia, affrontare il cratica del Congo,
tato del 22 febbraio, tra il Nord-Kivu e problema dei gruppi armati (122 nelle mi sono venute
l’Ituri sono state uccise altre 32 persone. quattro province orientali del Paese) e spontanee due
Rendere onore ai tre morti dell’attenta- della complicità locale. espressioni: “Fino
to richiede di andare oltre i pur necessa- Il 1° gennaio di quest’anno l’Unione a questo punto?”
ri discorsi di commemorazione. Significa Europea si è data un regolamento per e “Fino a quando?
prendere la decisione di cercare la verità combattere i “minerali di sangue”: gli Ancora violenza?”.
fino in fondo, certi che è una verità importatori di stagno, tantalio, tung- Da quattro mesi
che riguarda anche le altre migliaia di steno e oro sono obbligati per legge sono rientrata in
morti uomini, donne, bambini (circa ad esercitare il dovere di diligenza: Italia lasciando la
quattromila in quattro anni) che sono a verificare cioè che questi minerali missione di Goma e, proprio nel mio
stati rapiti alla vita, spesso con modalità vengano estratti e acquistati in modo servizio pastorale, ho avvicinato per-
atroci, in queste due province orientali giusto. È già qualcosa, anche se molti sone provenienti da quelle zone. Ho
del Paese, mentre si trovavano nei loro minerali arrivano dalle officine di prima dunque conosciuto notizie di imbosca-
campi, per strada, nelle loro case. lavorazione in Asia e quindi non sono te, violenze sulle donne, rapimenti e
sottomessi a controllo. Sul terreno gli saccheggi che avvengono con frequen-
imbrogli restano comunque possibili za nel Parco Virunga.
finché lo Stato non avrà preso in mano Due anni fa la nostra comunità ha co-
con correttezza la gestione delle sue nosciuto un gruppo di giovani vedove
risorse. dei “ranger” del Parco, vittime in una
C’è un altro intervento internazionale delle frequenti imboscate, solo per
che i Congolesi domandano: l’istituzio- estorcere loro il denaro.
ne di un Tribunale internazionale per L’ambasciatore non l’ho conosciuto
il Congo, che prenda in considerazione personalmente ma solo in una video-
il Rapporto dell’ONU chiamato “Map- conferenza con rappresentanti di
ping” sulle guerre e violenze nel Paese ONLUS che operano sul territorio.
negli anni 1993-2003 e anche oltre. L’Ambasciatore voleva creare una rete
L’Unione Europea però non si è fatta di interazione con queste opere, soste-
Il Papa ripete la denuncia del male portavoce della richiesta nell’assemblea nute prevalentemente dai missionari
dell’indifferenza. È questo atteggia- ONU. Capire gli eventi di quegli anni italiani, per poter insieme rilevare il
mento che si inocula nella persona aiuterebbe a capire il dramma di oggi. bisogno più urgente della popolazio-
umana quando prendono il soprav- Che cosa possono fare i missionari ne e attuare strategie per venire loro
vento gli interessi: economici, militari, e le missionarie presenti nell’est del incontro.
politici… Essi diventano un anestetico Congo? Certo soccorrere le vittime Il dolore per la perdita dell’ambascia-
che spegne ogni compassione. E perciò di queste situazioni e lo fanno. Ma tore e della sua scorta non ha lasciato
ogni umanità. quando il dolore si fa così grande, un indifferenti tante persone ma, pur-
La RD Congo, l’est in particolare, compito si presenta sempre di più ai troppo, delle tante e tante vittime
possiede in abbondanza ricchezze del loro occhi, quello della verità e della
sottosuolo ricercate nel mondo - oro, giustizia: affiancare quanti nel popolo
coltan, cassiterite, terre rare, petrolio, stanno lottando per la giustizia e pren-
gas … - e la crisi economica mondiale dere ancor più il coraggio di parlare.
ha acuito la frenesia di ottenerle a E chi nel mondo considera queste si-
prezzi stracciati. Molti di questi mine- tuazioni ha anche lui/lei una possibilità
rali lasciano il Paese senza pagare le do- di azione: informarsi, cercare le radici
vute tasse, aggirando i controlli anche delle situazioni, e trovato il male, com-
attraverso un sistema di corruzione. C’è batterlo anzitutto in sé stessi: mettere
poi il legname e, soprattutto, le terre. I la persona al di sopra delle cose, cercare
gruppi armati dettano le condizioni di di essere giusti nel proprio agire, che
approvvigionamento, si arricchiscono significa anche condividere, appoggiare
e si riforniscono di armi. E la gente proteste, e, se si è credenti, pregare.

PICCOLE FIGLIE 4 FEB.-APR. 2021


MUSTAPHA:
TRI
della popolazione civile non se ne decisione coraggiosa sarebbe quella di condiviso, per ospitalità che hai offerto.
parla, forse si conosce qualche numero «costituire con i soldi che s’impiegano Vieni benedetto del Padre mio e ricevi
dalle riviste missionarie…. A conferma nelle armi e in altre spese militari un in eredità il regno preparato per te fin
di questo i diversi servizi mediatici han- “Fondo mondiale” per poter eliminare dalla creazione del mondo”.
no mostrato chiaramente che i mezzi definitivamente la fame e contribuire Il Signore dirà: “Perché ti volgi in­
di comunicazione erano sprovvisti di allo sviluppo dei Paesi più poveri»! dietro, Luca, fratello mio?”. E Luca
materiale recente sulla realtà congo- risponderà: “Mi volgo indietro perché
lese e hanno dovuto corredare i servizi considero quello che resta da fare,
con immagini di repertorio di qualche considero l’incompiuto che attende
anno fa…
Testimonianza il compimento, le promesse che avrei
Rosina Rocci pf
Far luce sul bene nascosto e silen- dovuto onorare, la missione che avrei
zioso dell’ambasciatore con la sua fa- Il nostro Am- dovuto compiere. Ecco: troppo breve
miglia, la sua testimonianza di animo basciatore era la vita. Ecco, troppe attese sospese!
generoso e coraggioso nella difesa una persona Perciò mi volgo indietro!”. E il Signo-
dei più deboli deve essere di stimolo eccezionale: se- re dirà: “Non volgerti indietro, Luca,
e sostegno a continuare per conoscere reno, gioioso, fratello mio. Troppo breve è stata la
colto aperto,
e far conoscere il segreto di un Paese, tua vita, come troppo breve è stata la
creativo, aveva
cuore dell’Africa nera, ricco di risorse, mia vita. Eppure dall’alto della croce si
una attenzione
da cui la popolazione non trae alcun particolare per può gridare: “È compiuto!”, come nel
beneficio. i connazionali si momento estremo si può offrire il dono
Anche in questo caso si cercherà il interessava di ognuno e di tutti. Nei più prezioso, senza che il tempo lo con-
movente e il colpevole di questo atto momenti difficili si faceva presente sumi. Perciò non volgerti indietro, Luca,
ignobile e qualora si trovi speriamo che con messaggi o chiamate telefoniche. fratello mio; entra nella vita di Dio: tu
non sia solo un punto fermo per chiu- Faceva sentire la prossimità e infon- sarai giovane per sempre!”
dere l’inchiesta, ma una strada aperta deva fiducia e speranza. Creativo, ci E il Signore dirà ancora: “Perché sei
per sostenere il popolo congolese nella comunicava facilmente le iniziative e i ferito, Luca, fratello mio?” E Luca
sua lotta perché gli sia riconosciuta la progetti che faceva a favore dei pove- risponderà: “Sono ferito perché così gli
dignità umana e la giustizia in ogni ri del nostro Congo. A noi ha lasciato uomini trattano coloro che li amano e
settore della sua vita sociale. Che non il suo magnifico e luminoso esempio coloro che li servono: mi rendono male
sia più derubato delle sue ricchezze ma di uomo e di cristiano. Il sangue in- per bene e odio in cambio di amore
coinvolto per un più grande sviluppo nocente, di questi tre martiri, versato (Sal 108,5). Sono ferito perché ci sono
economico a suo favore e di tutto il su questa terra dell’est del Congo, paesi dove la speranza è proibita, dove
Continente. E mi permetto di aggiun- sia il seme di una nuova era di pace l’impresa di aggiustare il mondo è di-
gere che anche la presenza della Monu- e di speranza. Noi preghiamo per chiarata fallita, dove la gente che conta
sco (Missione dell’Organizzazione delle loro e per le loro famiglie. Il Signore continua a combinare i suoi affari e la
Nazioni Unite per la stabilizzazione li continui a benedire e consolare nel gente che non conta continua a ferire
nella Repubblica Democratica del Con- loro dolore. Chiediamo al Signore il e ad essere ferita.
go) sembra essere messa in discussione. perdono e la conversione di queste Ecco perché sono ferito, perché ecco
milizie di ribelli.
Agli occhi della popolazione locale e come sono i malvagi: sempre al sicu-
straniera, sembra che arrivi sempre in ro, ammassano ricchezze (Sal 73,12) e
ritardo… che la difesa dei più deboli contro il giusto tramano insidie (cfr Sal
non sia manifesta e così si creano pre- LUCA, FRATELLO 37,12) e non c’è chi faccia giustizia!”.
giudizi e - perché no - si cercano spunti E il Signore dirà: “Non dire così, Luca,
e notizie che facciano rimarcare anche Il Signore dirà: “Da dove vieni, fratello mio. Guarda le mie ferite, le
la loro complicità nell’espropriazione Luca, fratello?”. E Luca risponderà: ho ricevute dai miei fratelli; e guarda il
delle risorse. “Vengo da una terra in cui la vita non mio cuore: dal mio fianco esce sangue
Voglio così concludere con le conta niente; vengo da una terra dove e acqua; se il chicco di grano, caduto in
parole di Papa Francesco nel suo si muore e non importa a nessuno, dove terra non muore, rimane solo; se invece
Messaggio per la Giornata Mondiale si uccide e non importa a nessuno, dove muore porta molto frutto (Gv 12,24).
della Pace 2021: “Le cause di conflitto si fa il bene e non importa a nessuno. Ho seminato nella storia un seme di
sono tante, ma il risultato è sempre lo Vengo da una terra in cui la vita di un amore che produce frutti di amore, e
stesso: distruzione e crisi umanitaria. uomo non conta niente e si può far chi rimane nell’amore rimane in me e
Dobbiamo fermarci e chiederci: cosa soffrire senza motivo e senza chiedere io in lui. La gente che conta e ammassa
ha portato alla normalizzazione del scusa!”. ricchezze è destinata a morire e per
conflitto nel mondo? … Quanta disper- Il Signore dirà: “Non dire così, Luca, loro sarà pronunciato il giudizio: via,
sione di risorse vi è per le armi… risorse fratello mio. Io scrivo sul libro della lontano da me, maledetti, nel fuoco
che potrebbero essere utilizzate per vita il tuo nome come il nome di un eterno, preparato per il diavolo e per i
priorità più significative per garantire fratello che amo, di un fratello che suoi angeli (Mt 25,41). Ma i miti eredi-
la sicurezza delle persone, quali la pro- mi è caro, che desidero incontrare per teranno la terra, i giusti sono benedetti
mozione della pace e dello sviluppo condividere la vita e la gioia di Dio! e benedetta la loro discendenza”.
umano integrale, la lotta alla povertà, non dire così fratello. Io ti benedico per (Dall’Omelia di mons Delpini,
la garanzia dei bisogni sanitari…. Che ogni bicchiere d’acqua, per ogni pane arcivescovo di Milano)

PICCOLE FIGLIE 5 FEB.-APR. 2021


L’AMORE SI FA INCONTRO - PEQUEÑA POR AMOR -
Bintú Kizenga pf
Dal 15 al 17 di gen­ ritiro era aperto ad altri
n a i o , con il gruppo giovani che volessero
Berakhá, abbiamo vis- partecipare; anche due
suto un Ritiro virtuale. ragazze hanno vissuto dato tempo anche all’accompagna-
Ci ha accompagnato il ritiro accolte nelle mento personale, in un clima di fami-
padre Jacek Zygala, nostre case di Lima e glia, con semplicità e fiducia, per avere
sacerdote missionario Huacho, perché a casa uno spazio di ascolto, di sostegno e di
polacco, amico che ci loro avevano difficoltà dialogo per sostenere la esperienza
ha accolto in missione a viverlo in tranquillità. vissuta.
quando siamo andate È stata una bella È stata la nostra prima esperienza
a Iquitos. Insieme a lui esperienza, un tempo nell’organizzare un ritiro in modalità
abbiamo percorso l’incontro di Gesù di ascolto profondo della Parola del virtuale e, con il contributo di tutte e
con Paolo, Pietro, il paralitico di Siloe, Signore. Ogni giovane si è impegna- la grazia dello Spirito Santo, ci sembra
la Samaritana, Zaccheo e noi… Hanno to a partecipare con attenzione alle abbia raggiunto il suo scopo. Ringra-
partecipato una ventina di ragazzi di meditazioni e ai diversi momenti di ziamo Il Signore per le meraviglie che
vari gruppi e parrocchie, giacché il preghiera personale a casa. Abbiamo compie nella nostra e nella loro vita!

Voci delle Partecipanti piccola cappella della casa, da sola e in


silenzio, con Maria, ho rinnovato delle
Mi chiamo Johanna Sampén, della nel momento più inatteso. Da quando promesse personali che avevo fatto già
parrocchia San Conrado, a Lima. Ho mi sono resa conto che la data del ritiro quando avevo compiuto i 15 anni. La
iniziato questo anno con l’esperienza coincideva con il mio compleanno ho domanda che è ritornata al mio cuore è
del ritiro virtuale e per me è stato un saputo che avevo soltanto due possibi- stata: “Signore, che cosa vuoi da me?”
intenso incontro che ha riconfortato e lità: o fare la mia volontà o accogliere In principio avevo il cuore chiuso per le
rallegrato il mio cuore. la volontà di Dio, perché avevamo in preoccupazioni, non lasciavo entrare
Quando ho ricevuto l’invito a parte- famiglia già tutto pensato per la festa l’amore di Dio al mio cuore. Un po´alla
cipare mi sono chiesta come sarebbe del miei 18 anni. So che è stato difficile volta, le meditazioni mi hanno aiutato
stato possibile vivere un ritiro ri- a ricordare che siamo “piccoli”
manendo a casa. In principio ho davanti a Dio e che siamo piccoli
dubitato molto di poterlo vivere per suo amore.
al cento per cento, perché ero Il ritiro non è stata soltanto
sicura che avrei avuto troppe di- la celebrazione perfetta del
strazioni che non mi avrebbero mio compleanno nè una breve
aiutata. Dimenticavo una cosa esperienza di condivisione con
importante: la volontà di Dio. le sorelle, è stato di più. Mi ha
Era lui che mi stava chiamando fatto capire che sono viva perché
per nome! È stato bello incon- Dio lo vuole, non ostante tutte
trare di nuovo persone conosciu- le difficoltà. Mi ha fatto vedere
te prima in diverse esperienze di che sono piccola, non soltanto
parrocchia e missionarie, vissute per la mia altezza, ma perché
in tempi “normali”, senza le sono piccola davanti agli occhi
restrizioni della pandemia. per i miei genitori lasciare andare la di Dio e per ciò ho deciso essere piccola
In questo ritiro ho imparato che Dio loro primogenita nel compleanno più per amore.
parla in diversi modi attraverso la sua importante della vita. È bello servire fino alla stanchezza Dio,
Parola, in cui possiamo vedere riflessi Avevo chiesto di poter vivere il ritiro ma è più bello lasciarsi amare nella pro-
della nostra storia personale. Ho sco- nella casa delle suore giacché la mia pria povertà e nel proprio limite.
perto ancora che la preghiera è un casa è piccola e, per il rumore, sarebbe Siamo piccole per amore e quell’amore
forte vincolo con il Signore e con la stato impossibile seguire con una mini- che ci chiama a servire è lo stesso che
nostra Madre Santa; che non dobbiamo ma calma tutte le riflessioni. ci spinge a essere migliori ogni giorno,
avere paura di raccontare tutto ciò che Ho cominciato male! Prima di arrivare a fare le cose in maniera diversa, dal
ci accade perché lui, meglio di nessuno ho litigato con il mio papá perché è lavare i piatti, a fare i compiti, a pulire
altro, sa quello che il nostro cuore cu- arrivato in ritardo e, per il copri fuoco, la tua stanza…
stodisce e anela. ormai non faceva più in tempo a por- “L’amore esce all’incontro di tutti”. È
Ho potuto anche celebrare con emo- tarmi alla casa delle suore. Al mattino questa la frase che mi porto via dal
zione il sacramento della riconciliazio- presto, come mai, mi sono alzata all’al- ritiro. Gesù, che è lo stesso Amore, ci
ne, dopo tanti mesi. In questi tempi ba per andare alla casa delle suore, cerca giorno per giorno per ricordarci
difficili è qualcosa tanto desiderata e dove mi sono sentita accolta con molta che ci ama tanto e ci chiede: “Ti lasci
importante per molti di noi, giacché premura e amore. Quel giorno, nella trovare dal mio amore?”
non abbiamo la possibilità, come pri-
ma, di andare a confessarci. Anche in
questo vedo l’amore e la tenerezza di
PASALO A LA VECINA QUE
Dio. Finisco con la frase della canzone TAMBIEN NECESITA
dell’ultimo incontro: “Dammi, Signore,
un cuore grande per amare”. Huacho. 23.2.2021. Con tutta la pro- Un’ immagine commovente ma molto
tezione necessaria per non contagiarsi, significativa per capire come vive la
Mi chiamo María Belèn Flores, ho sr Nabintu cammina con il suo carretto gente in questo momento tanto duro
18 anni e l’anno scorso ho cominciato pieno di viveri e, da lontano, le corro- e incerto per non dire drammatico. Il
a partecipare nel gruppo Berakhá. Il no incontro tre bambini gridando: “ virus è sempre più aggressivo e morta-
ritiro è stato il dono più grande della Viene la Monquita, porta la comida, le. La seconda ripresa del contagio è
mia vita giacché Dio è stato tanto mise- Mamá”! L’aiutano a tirare il carrettino più forte e pesante della prima. Non
ricordioso con me che me lo ha donato e giungono felici alla casa. c'è famiglia che non abbia malati o

PICCOLE FIGLIE 6 FEB.-APR. 2021


defunti. Stiamo in zona hanno medici sufficienti Non mancano gesti di generosità. Una
“rossa” per dirlo all’ita- e infermieri, mancano anziana sola che riceveva gli aiuti,
liana, con tutto chiuso e letti, e gli strumenti alcuni giorni fa ha detto: “Hermana,
la proibizione di uscire fondamentali per il soc- hoy no necesito. Pásalo a la vecina que
fino al 28 di febbraio poi corso. La nostra Diocesi, también necesita… Sorella, oggi non
si vedrà. con il nostro Vescovo ho bisogno. Passalo alla mia vicina,
Noi ci stiamo movendo hanno potuto costruire anche lei ha bisogno!”
per procurare virtual- “una pianta per l’ossige- Questa solidarietà si vive molto for-
mente anche incontri no” però non sono suffi- te nella richiesta di preghiere. Sono
pastorali con i carcerati. cienti i contenitori. Si va chiuse le chiese, ma Il santo Rosario si
Già da mesi mandiamo alla ricerca disperata di prega con più frequenza nei gruppi
materiale per la lettura questi. Il governo per gli di famiglie riunite virtualmente e si
della Parola e far vivere ospedali non ha aiutato, ottengono veri miracoli di guarigioni.
i tempi liturgici. Questi ha inviato ai Comuni Dal Centro Pastorale stiamo pregando
nostri fratelli sono i più aiuti per alimenti ai più il santo Rosario da un anno senza in-
soli abbandonati e dimenticati. Grazie bisognosi; sono stati distribuiti in parte terruzione; con i due altoparlanti, dal
a Dio, in questo momento non ci sono il resto è scomparso… e per questo il terrazzo mandiamo la supplica in tutta
dei contagiati. Sindaco di Huacho da una settimana è la vallata e siamo certe che la Madon-
Gli ospedali sono al collasso: non in carcere. na ci ascolta e ci protegge.

CANTIAMO LA GLORIA DI DIO CON ANNA E EUGENIA


C oncorso on line di composizio- fratello aggregato di Huacho che,
ne musicale in occasione dell’anno con il figlio, ha composto un canto
carismatico della Congregazione. ad Anna Micheli: “Perché tutto,
Anche in America latina l´anno tutto loda”.
giubilare continua a celebrare, in Il concorso ha visto la partecipa-
diversi modi, la santità di Anna zione, attenta e intelligente, di
ed Eugenia e continuiamo a farlo un altro fratello aggregato Juan
insieme, le comunità del Cile e del Barrazza, che ha formulato la base
Perù, approfittando della virtua- del concorso, editato le canzoni e
lità che si è sviluppata in questi partecipato nella giuria.
tempi di pandemia. Abbiamo fatto l’evento via Zoom
Il 23 di gennaio abbiamo cele- e lo abbiamo trasmesso per Face-
brato il concorso musicale dove book. Il presentatore è stato Fred-
i concorrenti dovevano comporre dy Campos Orellana, di Pudahuel,
un canto inedito, come musica e e ha reso il momento molto bello
parole, ispirati dalla vita di Anna e significativo.
ed Eugenia. Hanno partecipato due Madre Eugenia cantato da tutti e tre. Il Hanno fatto parte della giuria Juan
concorrenti del Cile e uno del Perù. ritornello dice: Grazie, Signore, per la Barrazza, compositore e cantautore di
Nessuno professionista in composizione tua visita d’amore in madre Eugenia., musica sacra e folcloristica (peruviano);
però molto attenti al contenuto delle donna coraggiosa umile, preoccupata la signora Patricia Ibarra Aguirre, mae-
canzoni. per i poveri e i bambini, maestra di stra di musica, direttrice di coro e can-
Ci ha sorpreso e commosso come han- fede… Jaime Arias Loncón, anche lui di tautrice; sr Luigina Pelizzoni, licenziata
no colto l´essenziale della spiritualità Santiago, è stato vari anni insegnante in canto corale.
di ognuna di loro e l’hanno messa in nella scuola Madre Eugenia di Pudahuel Pensiamo che il concorso abbia rag-
musica. Gli autori sono persone che da e ha scritto la canzone ad Anna Micheli, giunto l´obiettivo di far conoscere il
anni vivono a contatto con la nostra “Canto all´amore di Dio” dove esprime nostro carisma per mezzo di queste due
spiritualità: la famiglia di Andrés Leiva la gioia di Anna nell´insegnare alle sorelle nostre che lo hanno interpretato
Velásquez, con la moglie Jimena e la fanciulle e vederle crescere. Il ritornello e vissuto in pienezza. La commissione
figlia Sofia, di Santiago, sono attivi dice: L’Amore di Dio mi ha insegnato organizzativa era composta da Suor
nella scuola Madre Eugenia di Pudahuel a dare, l’amore di Dio mi dà allegria Franca Davighi, Suor Patrcia Quezada
da anni e hanno composto un canto a e pace. Javier Morales Grado, è un e Suor Luigina Pelizzoni.

CARNEVALE “NONOSTANTE”
NELLA SCUOLA DELL’INFANZIA
Scuola Santa Maria. Anche quest’an- con estrema gioia dei bambini e delle
no è arrivato il Carnevale , con i suoi co- maestre che hanno concesso urli, corse
lori, le stelle filanti, le risate dei piccoli e merende abbondanti ai bimbi della
protagonisti e una performance canora scuola.
veramente eccezionale! La festa è proseguita poi anche MAR-
Le porte della scuola Santa Maria si TEDÌ 16 Febbraio con lancio di stelle
sono spalancate il giorno 11 FEBBRAIO filanti in classe, canti, foto buffe, giochi
travestendo i bambini da Ds’zevod la e…merenda con tortellini, chiacchiere, giochi insieme in salone, il Carnevale è
maschera di Parma, simpatico perso- pizzette e succhi!!! stato festeggiato con la speranza che la
naggio vestito dei colori della nostra Nonostante la lontananza dagli altri bella stagione possa concedere tregua a
città (giallo e blu), con un cappellino bambini della scuola, nonostante non si tutti noi e permettere anche ai bambini
che ricorda il nostro famigerato Ano- sia potuto festeggiare tutti insieme nel di ritrovarsi in un giardino che parla di
lino ed un cestino di violette di Parma salone della nostra scuola, nonostante amicizia, scoperta e condivisione al più
in mano….tutto quanto è stato vissuto non ci sia stata la consueta foto dei presto! A prestissimo….!

PICCOLE FIGLIE 7 FEB.-APR. 2021


1,2,3 PRONTI VIA! LIBERTÀ E PACE PER IL MYANMAR
Carissima Suu, (Aung San Suu Kyi) nelle strade e nelle piazze, 
ovunque ti trovi, sotto il cielo della Birmania,  ovunque si chiede la tua liberazione
buon 8 marzo! e quella di tutti gli altri arrestati. 
Ti tengono prigioniera Sei in ogni angolo della Birmania, 
perché hanno paura della tua libertà. sulla terra rossa come il sangue dei martiri, 
Senti, Suu, il canto del tuo popolo? nei villaggi più lontani, 
La voce dei giovani,  nelle pagode dove lo spirito invoca la pace, 
il coraggio di Mya Thwate Thwate Khaing, sulle strade dove le suore si inginocchiano davanti
Alla scuola dell’Infanzia Sorelle uccisa a Naypyidaw, ai militari 
Ferrari, martedì 16 Febbraio si è svolta e di Kyal Sin, uccisa a Mandalay, per fermare la violenza.
la festa di carnevale… Tanto entusia- cadute per la Birmania libera? Forse tu non sai, Suu, tutte queste cose,
smo da parte dei nostri bambini che Per la libertà della loro giovinezza,  tu non sai di questi giorni 
quest’anno hanno potuto festeggiare per la libertà del loro Paese giovane  in cui irrompe nel mondo 
questo giorno così magico e speciale tra sulla via della democrazia.  la coscienza democratica del Myanmar. 
colori, stelle filanti e tanta musica!! Le Dove ti hanno nascosta? Tu sapevi, tu sai che il tuo popolo
nostre “mascherine”, insieme alle loro Ti hanno sottratto è il tuo tesoro, il tesoro del Myanmar.
insegnanti, hanno creato i loro vestiti agli occhi del tuo popolo e del mondo, Buon 8 marzo, Suu, 
con le proprie manine usando pennelli e non sanno che tu sei nel cuore  con la forza delle donne. 
“tinti” di tanta fantasia e tanto entusia- del tuo popolo e dell’umanità.  Torneremo a cantare con te, ricordi? 
smo. Questo giorno ha fatto riassapora-
Ti hanno ridotto al silenzio, Va’ pensiero… O mia Patria, sì bella e perduta.
ma parla la tua vita,  Non sanno, Suu, i militari,
re un po’ di normalità a grandi e piccini parla il tuo sogno del giardino da coltivare, che tengono agli arresti la donna più libera del
regalando aria di festa e spensieratezza la vigna del Myanmar. mondo. 
dimenticata da tanto tempo. …E per Nessuno sa dove tu sia, in questo 8 marzo.  Buon 8 marzo, Suu! Con il nostro abbraccio.
finire in bellezza non ci siamo fatti man- Sappiamo che sei ovunque,  Albertina
care i dolcetti tipici di carnevale.

SR EURICE ANTICHI intrattenersi con le persone che


Villa Minozzo (RE) 1914 incontrava per ascoltarle. Era per
tutti un esempio di grande bontà.” Direttore Responsabile
> Parma 16.01.2021 Tilla Brizzolara pf
“Sr Eurice era per me la sorella In Redazione
della preghiera e del grazie, con Angela Giubertoni pf, Domenica Guatteri pf
una devozione particolare a Maria Hanno collaborato a questo numero
Santissima. Le sorelle del Perù
Teresina Caffi saveriana
Leggerle qualche pensiero del Rosina Rocci pf
padre Fondatore sulla devozione Luisa Gariboldi pf
maestre Scuole dell’Infanzia di Parma
mariana era per lei un dono gran- Vincenzina Freddi pf
de. Aveva un amore grande per il Albertina Soliani
mistero della visitazione di Maria Amministrazione
Parma - Piazzale S. Giovanni, 7
a santa Elisabetta e diceva: “Ora io Tel. 0521.280311
Sr Eurice Antichi il 16 gennaio 2021 non posso più correre per dare il Fax 0521.235753
Aut. Trib. di Parma n. 387 del 21.1.1986
ha raggiunto la patria del cielo. Era mio aiuto, ma cerco di raggiungere Redazione:
nata a Villa Minozzo (RE) nel 1914 tutti coloro che sono nel bisogno Parma - Piazzale S. Giovanni, 7
da una famiglia molto cristiana. È con la preghiera, poi ci pensa Maria e-mail: tilla@pfiglie.org
entrata in Congregazione nel 1943, Santissima che è Madre di tutti e Progetto grafico:
Studio Zani (Parma)
fece la prima professione nel 1946 conosce tutti i suoi figli”. Impaginazione e Stampa
e la professione perpetua nel 1951. Sr Eurice amava tanto l’esortazio- Tipografia Pubbliprint Grafica
Fin dall’inizio della sua vita reli- ne del Fondatore: ”La vostra vita, Traversetolo (Parma)
giosa si è dedicata al servizio dei o Figlie, deve essere un continuo
fratelli e delle sorelle come cuoca ringraziamento in piena comunio-
e anche come aiuto nelle scuole ne con la Santissima Eucaristia”.
materne e in attività parrocchiali. Commovente era vedere il suo
Ovunque è passata, nella sua lunga ringraziamento dopo aver ricevuto
esistenza, ha lasciato un ricordo la Santa Comunione: stava con le
ricco di bontà, gioia e serenità. mani incrociate sul petto e il capo PER LE MISSIONI
INTESA SANPAOLO SPA - PR
Sono tante le testimonianze che la chino, niente e nessuno doveva piazza Cesare Battisti
ricordano come “persona vivace, disturbarla. IT 77 S 03069 12765 100000002739
intestato a ISTITUTO PICCOLE FIGLIE
suora di preghiera, che amava an- Quando sentiva intonare i canti Causali da indicare: CONGO, CILE, PERÙ
che esser aggiornata sulle vicende mariani il suo viso si illuminava
del mondo e della chiesa, leggeva e cantava con tutta la voce… le La Congregazione “Piccole Figlie”
esprime il suo più vivo ringraziamento
sempre il giornale e non mancava piaceva molto il ritornello: “Maria a tutti coloro (e sono tanti!) che hanno
uno sguardo alla pagina sportiva… quanto sei bella…fammi venire in inviato offerte per il presente Giornalino,
l’Hospice, il Congo, il Perù e le tante
in comunità con lei si stava bene, cielo, vederti in Dio beata o bella necessità a cui la carità ci spinge...
sapeva scherzare e ridere…” Immacolata sei Madre di Gesù”.
Sr Eurice la ricordo così: “persona E la Madonna le ha fatto il dono Con il tuo aiuto puoi
umile e di intensa preghiera, aveva di passare dalla terra al cielo, sa- sostenere l’Associa-
zione “Amici delle
un forte senso di appartenenza alla bato 16 gennaio, dopo il canto del Piccole Figlie” che
raccoglie fondi per
congregazione e un grande amore Magnificat”. l’Hospice - Cen-
e rispetto verso le superiore. Con Ringraziamo sr Eurice della sua pre- tro Cure Palliative
Piccole Figlie, firmando per il 5 X 1000 nella tua
la sua semplicità e serenità amava ziosa testimonianza di vita. dichiarazione dei redditi.
Una semplice firma a costo zero per un importante
sostegno!

PICCOLE FIGLIE 8 FEB.-APR. 2021