Sei sulla pagina 1di 8

n.

2015
.2014-Ge
N.4 Nov

Anno XLIX - Periodico trimestrale - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2, DCB Parma

ricordati della misericordia! Domenica Guatteri pf

Mostraci, Signore, la tua Lincontro fra il cielo e la terra,


misericordia e donaci la tua Il popolo che camminava ieri come oggi, esclusivamente
salvezza. (Sl 84,5) nelle tenebre, dono di gioia e di esultanza. Dio
questa la preghiera e linvocazio- vide una grande Luce! mette le sue mani e il suo cuore
ne che ha solcato i secoli, la storia nel folto della vita e nelle ferite
Nellacqua e nel fango
del popolo e dei popoli, delle della storia, per riempire, ancora,
persone e di noi che abitiamo, di questo anno di grazia, le giare di pietra con il vino buono
gi, questo futuro di speranza. ancora Natale! della sua misericordia. Lincontro
Invocazione murata nel silenzio con Lui riempie di luce, la vita
del cuore che soffre, attende e di ogni giorno. Nellincontro sui
vigila. monti di Giuda, Maria cant il suo
Invocazione sussurrata sulle labbra e nostro Magnificat; Zaccaria, nel
del povero che aspira al dono della silenzio della parola, pronunci la
misericordia. Preghiera cantata nel grande benedizione; Elisabetta,
vento, che solo sa alzare le parole piena di stupore, proclam la
del cuore umano al Cuore di un prima beatitudine della grazia;
Dio che, in tutti i tempi, continua un bambino inizi a danzare, a
a donare il Cuore del suo Figlio: cantare con il suo corpo labbon-
lAmato. danza della salvezza.
Il Signore elargir il suo bene La profezia si fatta, ancora una
e la nostra terra dar il suo volta, realt. Il Dio della miseri-
frutto. (Sl 84,13) cordia continua a rimanere nel
I fiori, semplicemente, fioriscono a mistero di ogni vita: lui che
tempo debito. Le stelle si vedono guarda, che solleva, che ricolma
e risplendono solo di notte, e nel di beni, che innalza gli umili, che
cielo buio compongono le parole si ricorda della sua misericordia.
damore che salgono dalla terra, Coraggio non abbiate timore:
umida di pianto e di consolazione. ecco il nostro Dio, viene a sal-
La brezza leggera del mattino rac- varci. (Is 35,4)
coglie la preghiera dellumanit, Il nostro Dio viene. Abita. Rimane
che pi o meno consapevolmen- con noi e in noi. In lui sempre
te, continua a chiedersi: c Qualcuno lass? Niente un nuovo giorno, carico di speranza, madido di sudore e
impossibile a Dio! Forse ora di cercare quaggi, su di fatica, sfolgorante di luce nuova, giorno che raccoglie
questa terra, dove in una notte il bello e il bene e penetra nelle profondit della vita
gravida di cielo e di vita il Dio per redimere e salvare. Dio la fonte della misericordia:
SOMMARIO
vivente si fa nuovo Adamo. La ieri, oggi e sempre!
N O TE S luce ha squarciato le tenebre Andiamo tutti alla fonte della misericordia di Dio che
2 BLO C-
Per per sempre. Cos in ogni notte zampilla copiosa, abbondante, sulla terra per mezzo
3-5 FANGO ARIET umana il Dio della misericordia di Ges Cristo e se vogliamo dissetarci di questa acqua
E SOLID
continua a generare, a proteg- balsamica, ristorante, divina, onnipotente, andiamo a
LAICALE
6 ASSOCIAZIONE gere, a trasmettere la vita vera. Maria che tiene le chiavi di questacqua miracolosa,
N O TE S
7 BL O C-
Zoagli
Rallegrati, piena di grazia, il a Maria che apre volentieri questa fonte inesauribile,
Partenza da Signore con te, benedetta a Maria che, solo, desidera poter diffondere le acque
8 PROFILI tu fra le donne. (Lc 1,28) della misericordia su tutta la terra. (A.C.)

PICCOLE FIGLIE 1 NOV. 2014-GEN. 2015


festival eucaristico a huacho Luis Gonzales fratello laico
I l Festival del Canto Eucaristi- un totale di 9 iscritti. I vincitori della Eugenia e lEucarestia. La cantante
co si tenuto sabato 8 novembre gara musicale sono stati: 1 il Coro Marty Torre ha dato invece un tocco
2014 a Huacho (Per), nel giorno Melodia Celestiale, 2 Sergio Mora- di gioia alla serata, invitando tutti a
di nascita di Madre Eugenia Picco, les Remigio, 3 Comunit Giovanile partecipare con la danza alla lode
per iniziativa dei laici associati del Gli aquilotti. Gli invitati speciali a a Dio. Ci ha fatto sentire che Ges
gruppo di Huacho. Erano presenti questa serata erano due: Juan Bar- veramente vivo in mezzo a noi,
anche i fratelli laici di Lima e lqui- raza di Lima e Marty Torres. Juan ci aspetta tutti con il cuore aperto
pe delle Sorelle del Per. Con molto Barraza con il suo canto dolcissimo e ci chiama a vivere nella gioia di
entusiasmo hanno partecipato come alternato ai testi di Madre Eugenia donarci, come Eugenia, che si dava
gruppi musicali: 3 Centri Educativi, 3 da lui scelti, ci ha fatto entrare nel tutta a Ges presente nella frazione
cantanti, tre complessi giovanili per clima del dialogo profondo tra del pane e nei fratelli.

la prima pietra cadr dal cielo Katherina Gallardo pf


L a prima pietra cadr dal Insieme al ringraziamento al
cielo: diceva Padre Herbert Signore e al suo Spirito che
ai fedeli che lo guardavano ha agito in tante persone
perplessi mentre cercava di lungo questi anni mi pare
trovare i mezzi per costruire che tre parole possano rias-
la chiesa che doveva acco- sumere lesperienza vissuta:
gliere la nascente comunit Provvidenza di Dio perch
di Pro, situata alla periferia ha provveduto con i mezzi
di Lima nord. In questi gior- necessari, principalmente
ni abbiamo celebrato i 25 anni di attraverso il gemellaggi con la dio-
fondazione della nostra parrocchia cesi di Friburgo, che ha dato alla
e varie volte si fatto memoria parrocchia il nome del suo patrono
del contesto storico con laumento e ha permesso un interscambio reci-
proco di doni e di solidariet. Poi la
presenza delle suore: prima le Figlie
del Cuore di Ges e poi noi, Piccole
Figlie, che collaboriamo nella par-
rocchia ormai da quindici anni.
Fraternit perch la parrocchia siderio di Dio che si esprime nel gran
cresciuta con lapporto di tanti che, numero di gruppi con diversi carismi
pieni di fede, hanno lavorato fianco e servizi, nellimportanza che si d
a fianco per la costruzione materiale alla Parola di Dio e allEucarestia e
e spirituale della parrocchia. nella ricerca sincera di Dio nella vita
Spiritualit, perch abbiamo oggi quotidiana.
della popolazione dovuto alla forte una parrocchia piena di vita. Non Noi, ringraziamo il Signore per esse-
immigrazione dalla serra peruviana; soltanto per la presenza abbondan- re qua, felici di poter accompagnare
del lavoro dei sacerdoti che si sono te di giovani, bambini e famiglie, il cammino di questi nostri fratelli,
succeduti; dellimpegno a prova di ma per la ricchezza di fede e di de- riconoscenti per due giovani di
fuoco dei laici che hanno fondato la questa comunit che hanno iniziato
comunit, soprattutto a partire della la formazione per la vita religiosa
catechesi; dei primi passi per la co- e per una decina di Laici associati,
struzione della Chiesa parrocchiale con i quali condividiamo il nostro
nata proprio nella massima povert; carisma e la nostra missione. E con-
della prima pietra caduta dal cielo tinuiamo a camminare con loro,
(un paracadutista si lanciato con desiderose di annunciare a tutti la
la pietra quindi, letteralmente, gioia di credere in Ges, Signore
caduta dal cielo!). della storia e di ogni popolo.

PICCOLE FIGLIE 2 NOV. 2014-GEN. 2015


UNALLUVIONE DI FANGO E DI SOLIDARIET
Alfonsina Mazzi superiora generale pf

R ingrazio di cuore, a nome tutti si stupiscono e ritengo-


della Congregazione, tutti co- no un miracolo che non sia
loro che in mille modi dal 13 morto nessuno (neanche nel
ottobre scorso ad oggi sono resto della citt) ... Noi Picco-
venuti in aiuto sia per il ripri- le Figlie siamo convinte che
stino dellHospital e dellHo- proprio un aiuto particolare
spice sia per le sorelle anziane della Madonna (essendo ca-
e inferme di Villa Chieppi. pitato levento il 13 ottobre,
Abbiamo visto arrivare centi- data dellultima apparizione
naia di persone, che volevano di Maria a Fatima) abbia im-
dare una mano con grande pedito il peggio! In questo
generosit e solidariet. Gra- senso esprimiamo anche la
zie a tutti! Ringraziamo anche nostra grande riconoscenza a
tutti quelli che, nel silenzio, hanno mano, che prestano il loro aiuto e Maria, che campeggiava nel cortile
inviato offerte e sono tanti! Pur nel si prodigano con gioia e sacrificio dellOspedale, prima di scomparire
disagio, proviamo una grandissima personale. Di tutto questo ringra- nel fango...
gioia nel vedere intorno a noi tante ziamo il Signore! Sia Lei a ricambiare ogni dono con
persone amiche che porgono una Vedendo i danni dellalluvione la sua presenza materna.

S ono le ore 16.15 del 13 otto- ALZANO I FIUMI LA LORO VOCE!


bre. Noi sorelle siamo impegnate
nel nostro servizio di infermiere ai Testimonianza dallHospital e Hospice Rita Azzolini pf
poliambulatori e di assistenza ed
accompagnamento in HOSPITAL e melmose del torrente Baganza che
in HOSPICE. venuto a farci una visita sgradita.
Improvvisamente siamo circondate In pochi minuti oltre 2 metri di
e invase dalle acque impetuose e acqua nelle due strutture. un
fuggi-fuggi per chi pu, un
nostro restare in aiuto ai pa-
zienti e alle persone presenti
nelle strutture. La preghiera
Signore, soccorrici per il tuo
amore misericordioso sale
dal nostro cuore. Nasce su-
bito una grande solidariet
fra tutti noi medici, infer-
mieri, operatori e volontari,
impotenti davanti alla forza
travolgente dellacqua, ma
pi forti nel sostenerci con
grande speranza; solo preoc-
cupati di poter aiutare chi
pi a disagio e nel pericolo. persone non successo nulla di gra-
Oggi, 13 ottobre il ricordo ve. Sembra tutto distrutto, tutto
dellultima apparizione di fermo, i malati sono tutti trasferiti
Maria a Fatima: qualcuna lo allOspedale Maggiore di Parma.
ricorda e lo dice. S, Maria Perch tutto questo?
veglia su di noi, perch alle Ma gi si respira qualcosa di posi-
tivo! Questa distruzione di
ambienti, di strutture, di si-
curezze che ora ci sgomenta,
ha un risvolto positivo di soli-
dariet, di aiuto reciproco, di
sostegno, di grande amore.
Tutto questo aumenta in noi
il senso di appartenenza,
ci unisce, rafforza il nostro
camminare nel servizio amo-
roso ai malati. E sar tutto
pi bello di prima!

PICCOLE FIGLIE 3 NOV. 2014-GEN. 2015


DAL FANGO LE ROSE
Il racconto da Villa Chieppi Alba Nani pf

13 ottobre, una gior-


nata allapparenza come
tante altre, solo un cielo
plumbeo e minaccioso
incombe su Parma. Al cen-
tro pastorale diocesano
nel pomeriggio sono pro-
grammati incontri di vari
gruppi, ma poche persone
arrivano. Una telefonata
da Villa Chieppi verso le 16
e 30 mi sconcerta: Vieni,
moriamo, moriamo e poi
il silenzio.
Cerchiamo di raggiungere le sorelle le centinaia e centinaia di volontari
in bicicletta, ma alla rotonda verso - per la maggioranza giovani - che
via Po la strada un fiume e sia- non si sono risparmiati a sbadilare
mo obbligate a tornare indietro, te- fango e rimuovere rottami di ogni
lefonare ai vigili del fuoco, ma nien- genere. E non per tre giorni (per
te di pi. Solo verso le 18 riusciamo lemergenza dichiarata chiusa dalle
con fatica ad arrivare a Villa Chieppi: autorit) ma per ben tre settimane.
il livello lacqua sta scendendo, ma E poi le tante persone che ci hanno
arriva ancora al cancello. Impossibile aiutato con contributi diversi dai ge-
avventurarsi vediamo le sorelle neri alimentari a offerte in denaro,
ormai avvolte dal buio a presenze di sostegno
salutarci dalle finestre fraterno e spirituale.
del 1, 2 e 3 piano e E il pensiero va al lon-
rassicurarci che tutte tano 1868 quando li-
sono salve. Ritorniamo nondazione del Parma,
a casa con un grande trov Anna Micheli e le
nodo in gola: sapere le altre sorelle pronte ad
sorelle anziane e mala- aiutare le famiglie disa-
te al buio, senza acqua, strate fino a mettere a
senza alcun mezzo per rischio la loro vita.
muoversi e non po- Oggi, mentre viviamo i
ter fare nulla, proprio 150 anni di fondazione,
nulla. il torrente Baganza
Il giorno seguente di a esondare in modo
buon ora riusciamo ad entrare a Vil- violento e a travolgerci. E cos non
la Chieppi immergendoci nel fango. siamo noi ad aiutare, ma ad essere
da questo momento che scatta una aiutate, a vivere la povert acco-
catena di soccorsi: la croce rossa per gliendo la generosit di tanti fratelli
spostare le sorelle dal piano rialzato e sorelle che ci fanno sentire tutta la
( dove avevano dormito con lacqua loro vicinanza.
sotto il letto) ai piani superiori e por- Mi sto chiedendo che cosa il Signore
tare alcune sorelle in casa Madre; i voglia dire a me, Piccola Figlia, con
vigili del fuoco, la protezione civile e questo evento

PICCOLE FIGLIE 4 NOV. 2014-GEN. 2015


Con tanti sacrifici abbiamo costruito Oltre quale acqua, oggi, il nostro ap-
questa casa perch le nostre sorelle puntamento?
anziane e ammalate avessero con-
forto, cure e potessero sentirsi bene Dedl da laqua.
e vivere serene ed ora solo un so- Come di ritorno dai grandi Laghi,
gno infranto o non ci viene chiesto dalloceano Noi, come di ritorno,
di vivere in pi semplicit, sobriet e con un dialogo nuovo: dedl da laqua
in piena disponibilit agli altri nella i volti di quei fratelli. Sono l.
piccolezza e povert Piccole comunit, di-
Riflessioni che si rin- sarmate: uno scialle che
corrono e cercano una avvolge: lultima cosa che
risposta nella concre- raccomando lamore. Le
tezza della vita: niente mie figlie tutto amore
sar pi come prima del Una formazione che im-
13 ottobre dallacqua pari i linguaggi: le lingue,
e dal fango distruttori le culture: italiana, cilena,
emerso il bello, il congolese, peruana, sviz-
buono, la generosit zera
di tanti giovani e non Piccole comunit pilota,
pi giovani, cos come che si spingano oltre lac-
le splendide rose del qua. Comunit, non sin-
giardino pi belle sugli gole sorelle. Che sappiano
steli ricoperti di fango. cantare la liturgia, pregare
Sono queste rose i fiori che ornano il la vita. I giovani amano la musica, non
tavolo dove, ogni giorno, nei diversi si pu far formazione senza musica.
piani si celebra lEucaristia. Musica armonia. Eleganza. Equilibrio.
Oggi rileggo e trovo qualche barlu- Misura. Ritmo.
me di risposta nella programmatica Comunit qui, a Parma, in Italia, corag-
linea uscita dal Capitolo Generale giose. Non solo oltre gli oceani.
del 2012: Ci sono emergenze acute. La crisi.
Starci dentro.
DEDL DA LAQUA Con leleganza della musica, che lenisce
[lOltretorrente (Dedl da laqua, nel ed innalza.
dialetto parmigiano) zona abitata da Starci con stile alto, senza sciatterie.
poveri, da immigrati. Nel testo che segue Sorelle attente, eleganti nella sobria
diviene metafora di ogni frontiera da povert.
attraversare] Comunit curate, belle di fiori. Aperte.
Oltre. Andare oltre, dove c un appun- Luminose.
tamento con un piccolo lembo di storia. L lo spazio di Dio, lo spazio del fra-
Volti. Oltre lacqua. tello. La vocazione condivisa. Dedl da
Abbiamo cominciato cos: una piena laqua.
del Parma, uno scialle che avvolge, un
amore che scalda. E che cos, per Dono del Signore, sia.
A tutte le persone di buona volont
Dedl da laqua. che ci hanno sostenuto ed aiutato il
Il quartiere dei poveri. Ci abbiamo mes- grazie sincero e la domanda di non
so una scuola, una casa, una famiglia: spezzare, bens rinsaldare la catena
Casa-Famiglia. di amicizia e solidariet nata in un
La poca acqua del torrente cittadino momento di grave difficolt, cos
divenuta, negli anni, un oceano da attra- come continuano a fiorire le rose del
versare: altri appuntamenti. Altri volti. giardino di Villa Chieppi.

PICCOLE FIGLIE 5 NOV. 2014-GEN. 2015


Sabato 8 e domenica 9 Novembre 2014 si tenuta lAssemblea Elettiva dellAssociazione laicale. stato un
momento fondamentale di verifica e di progetto per la vita associativa. I rappresentanti inviati dai vari raggruppamenti
(Milano, Parma, Roma, Potenza, Per) erano in tutto 22. La novit stata la partecipazione di due associati del Per che
hanno voluto condividere con noi queste giornate.

osare la gioia del vangelo Maria Rosa Campolattano

Il tema stato: Osare la gioia del Van- percorrendo le strade del-


gelo, facendo riferimento allinvito di la vita, riusciamo, come
Papa Francesco ad aprire i nostri cuori Lei a spiegare le ali ai
e la nostra vita allincontro con Ges. pi alti voli contemplati-
LAssemblea Elettiva ha avuto inizio vi e insieme trovare, nel
con un momento di preghiera; Madre compimento dei doveri
Alfonsina ha presentato il programma quotidiani, il modo per
delle due giornate e poi, con una breve crescere in virt per
riflessione, ha sottolineato il cammino compiere quotidianamen-
fatto dallAssociazione e ci ha invitati te la volont di Dio.
a non dimenticare il passato, a vivere il Lelezione della Pre-
presente e a sperare nel futuro. sidente e dei nuovi
Il relatore, don Luigi Valentini, vi- membri del Consiglio
cario generale della diocesi di Parma, ha concluso lAssemblea.
ci ha offerto alcuni spunti di riflessione Questi i membri eletti:
sullesortazione apostolica Evangelii Maria Rosa Campolatta-
gaudium e ci ha invitato a diventare della carit divina. Ci chiederemo se, no (Presidente), Elisabetta Rossi Mo-
tutti discepoli in missione perch nella nostra esperienza spirituale, rini (Vicepresidente), Simona Meani
tutti, come battezzati, siamo chiamati a attingiamo alla Parola di Dio, alla (Segretaria), Rosanna Antonelli (Cas-
portare Cristo e la Sua Parola attraver- preghiera liturgica, alladorazione, siera), Paola Ferdinandi (Consigliera).
so la testimonianza della nostra fede, allesercizio della carit; se, nellespe- Affidiamo con fiducia ai Sacri Cuori
prendendoci cura gli uni degli altri, in rienza comunitaria, viviamo limpegno di Ges e Maria il nuovo Consiglio
particolare dei poveri e degli ultimi, ad essere testimoni dellamore, della nel cammino del prossimo triennio e
sullesempio di Ges. gioia e della pace donata da Cristo ad tutta lAssociazione, perch possano
Il nostro cammino formativo di ogni uomo. continuare a vivere secondo lo spirito
questanno ci far riflettere sulla Chie- Il nostro fondatore don Agostino dellIstituto delle Piccole Figlie e le
sa, un dono che viene dalla Trinit, Chieppi ci invita a guardare a Maria, intenzioni del fondatore don Agostino
frutto delliniziativa libera e gratuita Madre di Ges e Madre nostra, perch, Chieppi.

TESTIMONIANZE
Q uesta esperienza vissuta in Italia vicinanza fisica ho capito con un sorriso dona-
per me stata un grande dono di Dio. che ora devo impegnarmi to gratuitamente e mi
Dicono che linizio di ogni cammino maggiormente con la hanno fatto trascorrere
comporta una fatica e anche io ho mia famiglia, i fratelli e giorni indimenticabili in
vissuto linizio con sofferenza, per le sorelle dellAssociazio- Italia. Per me sono stati
scoprendo i doni che ricevevo ogni ne, ma soprattutto con una esperienza bellissi-
giorno mi rendevo conto che valeva Dio. [] Concludo queste ma i momenti vissuti in
la pena fare sacrifici, perch ho sco- righe ringraziando Dio Casa Madre: la preghiera
perto che Lui voleva di pi da me. In Padre che dal cielo ha reso possibile nella solitudine della Cappella, le Lodi,
questi giorni ho avvertito il profumo che partecipassi allAssemblea e vivessi la Santa Messa, la colazione, lacqua,
dellumilt, della semplicit e del questa ricca esperienza che ha marcato la frutta, il vino, il caff, le sorelle
grande amore delle suore e dei fratelli i miei 41 anni, mio marito che ha avuto Valeria, Albertina, Giovanna... tutti i
laici, che nonostante la diversa lingua, fiducia e mi ha permesso di partecipa- ricordi sincrociano nella mia mente...
hanno saputo accogliere noi due pe- re a questo evento e il mio tesoro pi Constatare i legami damore e di fra-
ruviani che partecipavamo a questo prezioso, il mio bimbo che con forza ternit mi ha colpito. Sono sicuro che
grande evento. Stare in Italia come in e coraggio, nonostante la sua et, ha stato Dio a permettere questo viaggio
Per ha aperto una porta per la nostra potuto capire e aspettare con gioia la e che Agostino Chieppi, Anna Micheli
Associazione Laicale, cio siamo stati sua mamma. e la beata Eugenia mi hanno porta-
ascoltati, considerati e soprattutto mi Karim Arvalo Minaya, to per essere presente allAssemblea
sono resa conto che anche se viviamo sorella laica di Huacho (Per) del fratelli laici. Non so se sono stato
in due mondi diversi il carisma che
ci unisce. Ci completiamo come Marta R ingrazio la Congregazione delle
allaltezza della situazione, di quello
che ci si aspettava da me, vi chiedo scu-
e Maria. [] Non avrei mai immagi- Piccole Figlie, specialmente Madre sa. Mi sento molto contento per essere
nato di vedere coi miei propri occhi Alfonsina, Madre Gladys, le sorelle che stato a Parma e vi porter sempre nel
la tomba del Padre Fondatore e della vivono qua e in Per e che mi hanno cuore. Chiedo a Dio che vi benedica e
Beata Eugenia, non riesco ad esprimere aiutato e tutti coloro che sono stati che vi dia sempre il cento per uno.
quello che ho provato, per con questa tanto affettuosi, che mi hanno accolto Luis Alzamora fratello laico del Per

PICCOLE FIGLIE 6 NOV. 2014-GEN. 2015


26.10.2014 le suore lasciano la casa di Zoagli (GE). Cera una volta una chiesetta, circondata da un lato da
alberi alti e frondosi dallaltro lambita da una strada dove le macchine andavano ad alta velocit. Questa chiesetta era
abitata e seguita da alcuni angeli, angeli umani, di carne ed ossa, angeli sempre pronti ad aiutare qualunque persona
si rivolgesse loro anche solo per sentire una buona parola, per essere consolata, per essere accolta, per non sentirsi
dimenticata non solo dagli uomini ma anche da Dio.

gli angeli vanno via Avv. Mentore Campodonico ex sindaco di Rapallo

Angeli alla portata di imitarli, che ci in altro luogo, ad altre persone che
di tutti quelli che si facevano toccare magari ne hanno ancora pi bisogno
rivolgevano loro ed con mano che la di noi. Ma lasciano un grande vuoto.
anche di quelli che meditazione e la E lunica cosa che possiamo fare
non li cercavano ma preghiera sono il dire loro il nostro Grazie.
che avevano biso- fondamento di una Grazie per il dono che ci hanno fatto
gno: degli anziani, vita santa attiva, gustare: di vedere, di toccare con
delle persone rico- ma che la Carit mano la bont del Signore, di poter
verate nelle case di vissuta come Amore constatare che vivere la vita sapendo
riposo, dei malati al Prossimo il com- che dono e segno del Suo Amore
e dei sofferenti nel pimento sulla terra per noi, la cambia, fa si che la Sua
corpo e nello spirito. di quella vita divina Presenza si riveli in quelle persone
Angeli sempre pron- che avremo dopo la perch sono diverse, diventano An-
ti a portare una morte. geli.
parola buona, un sorriso, una pre- Angeli sempre in trincea, indefessi E allora quando passando vedremo
senza, una compagnia, un aiuto, una nel loro lavoro, nella loro costanza la Chiesetta di San Rocco, ci ricor-
comprensione a grandi e piccini. e tenacia, nel loro essere dove cera deremo degli Angeli che la hanno
Angeli che ci richiamavano con il bisogno. abitata e che si sono donati a noi
loro vivere santamente alla nostra Adesso questi Angeli vanno via, van- senza riserve e diventeremo anche
Fede, che ci spronavano a cercare no a portare la loro buona presenza noi pi buoni.

SR M. TERESA MALVOLTI venne spontaneo offrire al Signo- e competenza per rispondere ad


Villaminozzo (RE) 20.10.1930 re la vita con voto, per salvare se ogni bisogno della comunit par-
> Parma 07.11.2014 stessa e la sua amata famiglia. rocchiale.
Terminata la guerra, allet di 19 Una cosa da rilevare nella sua
anni, entr in Congregazione, vita, fu la vicinanza alla sua fami-
con la gioia di poter realizzare la glia, provata da tante sofferenze:
promessa fatta, come lei stessa in particolare la lunga disabilit
ricorda. Qui inizi un cammino del padre conseguente ad un
formativo, spirituale e culturale, grave incidente (per la durata di
che la port alla laurea in lettere 15 anni) e la morte prematura dei
e le apr le porte alla sua lunga e due cognati. Per quanto le era
preziosa carriera di insegnante- consentito dagli impegni congre-
educatrice: per otto anni a Roma gazionali, si rese vicina ai suoi cari
(1962-70) e per quasi quarantanni con tutte le sue forze per alleviare
a casa Famiglia (1957-60; 1970- il loro dolore. Quasi sempre le
2006). Un itinerario prezioso al vacanze, invece che al riposo, le
Nella notte del 7 novembre, dopo servizio di centinaia e centinaia di destinava preferibilmente al ser-
lunghi anni di sofferenza, sr Te- giovani, a cui non ha solo comuni- vizio dei suoi cari nella necessit.
resa si spenta, lasciando in tutti cato la scienza, ma per le quali ha Anche per lei, in seguito ad un
un senso di profonda gratitudine soprattutto curato attentamente grave incidente, come avvenne
per la sua testimonianza di fede. la formazione umana e cristiana. per il pap, incominci un lungo,
La sua vocazione, come lei stessa Era amata e apprezzata molto graduale decadimento di tutte le
ci dice, nata in un momento dalle giovani, anche se il suo me- forze, che la rese in tutto dipen-
tragico per il suo paese di origine. todo talvolta era severo, proprio dente dallamorosa assistenza del-
Eravamo in piena guerra quan- in ordine al suo obiettivo: formare le sue consorelle. Lunica capacit
do Villaminozzo, piccolo paese delle persone. La sua attivit non che le rimase fu la conoscenza,
nellAppennino Reggiano, venne si limit allinsegnamento: per che le consent di rinnovare ogni
radicalmente distrutto. Anche la circa 20 anni, quotidianamente, giorno la sua adesione al divino
casa dei Malvolti fu distrutta e la al ritorno dalla scuola, ha prestato volere. Ne prova, oltre alla te-
famiglia dovette rifugiarsi sotto servizio alla mensa della Caritas e, stimonianza delle sorelle che las-
una tenda. La giovane Teresa cap nei brevi periodi trascorsi a Mila- sistevano, il suo cantico di lode,
che solo il Signore poteva aiutarli no (1960-62) e a Castel S. Giovanni steso quando gi il male stava
a uscire da un tale dramma e le (2006-2009), si prodig con amore galoppando.

PICCOLE FIGLIE 7 NOV. 2014-GEN. 2015


Cantico di lode e ringraziamento al Signore per la sua bont, misericordia, aiuto e conforto
nel mio cammino di vita. Ho conosciuto lamore che Dio ha per me e vi ho creduto.
Grazie e lode a Te, mio Signore, perch mi hai Grazie e lode a Te, mio Signore, perch il 26
donato la vita, ricca di doni e qualit, genitori settembre 2008 mi hai salvato la vita e con linci-
onesti ed esemplari nellaffrontare cristianamente dente mi hai fatto capire che le tue vie non sono le
sofferenze e difficolt, e fratelli veramente tali in nostre, ma sempre migliori perch ci permettono di
ogni mia circostanza penosa. realizzare il progetto che hai su di noi.
Grazie e lode a Te, mio Signore, perch durante Grazie e lode a Te, mio Signore, perch il 30
il secondo conflitto mondiale, in mezzo a pericoli e ottobre, di fronte ad una febbre infettiva virale,
fatti incresciosi, mi hai chiamato a Te e con duplice mi hai dato luce, salvandomi ancora la vita e inte-
voto ho risposto alla tua chiamata. riorizzando che la Madonna di Bismantova ed
Grazie e lode a Te, mio Signore, perch final- stata mia protettrice fin dallinfanzia.
mente il 29.12.1949 sono entrata in convento, rea- Grazie e lode a te, mio Signore, perch il 28
lizzando cos la promessa fatta. ottobre 2009 ho avuto di nuovo la febbre infetti-
Grazie e lode a Te, mio Signore, perch mi sta- va virale e nuova salvezza, per intercessione della
ta offerta una formazione anche culturale, che mi Vergine del Santo Rosario di Fontanellato; ho com-
ha permesso di educare, istruire migliaia di giovani preso e sperimentato che la mia salvezza e quella di
in 50 anni dinsegnamento e al termine di iniziare tutti i fratelli solo nellimmersione (immanenza)
un apostolato parrocchiale con particolare atten- del vivere in Te, unitamente alla Madre tua e Madre
zione (visita) alle famiglie e ai bisognosi. nostra.

TESTIMONIANZE abbandono nelle mani di Dio anche


nella sofferenza pi incomprensibile.
Direttore Responsabile
Signore ti ringraziamo per il dono Tilla Brizzolara pf
Maria Chiara Benassi, ex-alunna di sr Teresa, ti chiediamo la grazia
In Redazione
Cara Sr Teresa, con alcuni dei primi di far tesoro del suo esempio e di Angela Giubertoni pf
ragazzi del liceo biologico siamo essere quel piccolo granello di sale Domenica Guatteri pf
che sa dare sapore alla vita di tanti. Anna Ricci pf
Delfina Schianchi pf
Hanno collaborato a questo numero
Minni, ex-prof-collega Luis Gonzales
Katherina Gallardo pf
Sr Maria Teresa Malvolti. Cos si pre- Alfonsina Mazzi pf
sentava. Per me sr Terri, o Terri e Rita Azzolini pf
basta. Quante lotte abbiamo fatto in Alba Nani pf
scrutini e consigli di classe, per i no- Maria Rosa Campolattano
Karim Arvalo Minaya
stri ragazzi! Dopo un inizio difficile Luis Alzamora
di convivenza, lei prof di italiano io Mentore Campodonico
giovane insegnante di educazione Maria Chiara Benassi
fisica, nata unamicizia vera, sen- Minni
tita, profonda. Abbiamo condiviso Amministrazione
momenti intensi di piccole figlie, Parma - Piazzale S. Giovanni, 7
Tel. 0521.280311
perch anche se io sono laica mi Fax 0521.235753
sento appieno partecipe di quelli che Aut. Trib. di Parma n. 387 del 21.1.1986
sono i pensieri del Fondatore Chiep-
Redazione:
pi. Ho trovato la famiglia-bis a Casa Via Cima Palone, 14 - Parma
qui in rappresentanza di molti altri Famiglia e sr Terri mi stata una e-mail: tilla@pfiglie.org
per dirle grazie. Grazie per averci maestra importante. Sembrava di Progetto grafico:
insegnato a scrivere e ad apprez- cemento armato, un panzer, decisa, Studio Zani (Parma)
zare limmenso patrimonio della forte, senza paure, eppure aveva un Impaginazione e Stampa
letteratura italiana. Grazie per averci animo di sensibilit rara, un sorriso Tipografia Pubbliprint Grafica
insegnato ad amare il nostro Paese, che illuminava il suo volto e quello Traversetolo (Parma)
la sua storia che ora vogliamo contri- di chi le stava attorno; una professio-
buire ad edificare con i nostri sforzi nalit che raramente ho incontrato
di lavoratori, professionisti e geni- in altri colleghi. Dedita allinsegna-
tori. Ma la lezione pi importante mento e alle attivit di attenzione
labbiamo imparata guardando alla per laltro, ho scoperto che aveva
testimonianza di questi ultimi anni bisogno di qualche minuto per s.
della sua vita. Con il suo fiducioso Poco prima che io lasciassi la scuola
ho scoperto che amava la settimana
enigmistica: tutte le settimane gliela
ABITARE IL CIELO facevo trovare nel cassetto in sala
prof Grazie Terri, grazie di tutto.
> 9.10.2014 MNawuita Mpebuza Claudia, Soprattutto di non avermi lasciata a
mamma di sr Sida Bidaga.
piedi in gita scolastica a Salisburgo, La Congregazione Piccole Figlie
> 19.10.2014 Bellei Teodolinda,
sorella laica di Milano. con due ochette che mi stavano fa- esprime il suo pi vivo ringraziamento
cendo perdere la corriera! a tutti coloro (e sono tanti!) che hanno
inviato offerte per il presente Giornalino,
lHospice, il Congo, il Per e le tante
necessit a cui la carit ci spinge...
PICCOLE FIGLIE 8 NOV. 2014-GEN. 2015