Sei sulla pagina 1di 8

b.-Ap r.

2015
N.1 Fe

Anno XLIX - Periodico trimestrale - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2, DCB Parma

guardare e cercare! Domenica Guatteri pf

Tu ora non lo capisci: sai, silenzio e urla la gioia di avere


ma non comprendi che vivere Questo il tempo per maestro il Signore Risorto.
morire, vedere la vita nuova fatto dal Signore: Ges, che si diceva,morto,
ogni giorno nel servizio a Dio annientato, finito, Risorto.
e ai fratelli che ti circondano.
rallegriamoci! Oggi il vivente che vive nella
Vivere dare la vita. piangere tua vita e come fragile vaso ti
lacrime di gioia. specchiarsi svuota e ti riempie di novit.
nellacqua di un catino e vedere Ges solo pu appagare lin-
il volto di un Dio, fatto uomo, finita capacit del tuo cuore,
che ti assomiglia, che ha preso i Lui si abbassato a te con la
tuoi connotati e ti ha piantato sua luce, tu elevati a lui sulle
nel giardino del suo amore. Con ali dellamore e chiuditi nel
te guarda lorizzonte della vita suo Cuore.
e con te risorge a vita nuova. Guarda. Cerca. Canta. Loda.
Tu ora devi volgere lo Ringrazia e urla ai quattro
sguardo verso lalto, staccarti venti, la gioia di essere cre-
dalle cose terrene ed entrare dente.
nellabbraccio di Colui, che Trova il tempo di riflettere:
stende le braccia sulla croce per la fonte della forza.
attirarti nel suo Cuore. Trova il tempo di giocare:
Impara ad abitare in questo il segreto della giovinezza.
Cuore! il luogo del riposo, Trova il tempo di leggere:
il nido dove sbocciano i buoni la base del sapere.
desideri. il deserto dove trovi Trova il tempo di sognare: il
la manna, che sazia la tua fame, sentiero che porta alle stelle.
la fonte dellacqua viva, che Trova il tempo di amare: la
disseta e purifica. (A. Chieppi) Luce e ombra (2011), bronzo, granito e oro, particolare. Firenze, Giardino di Boboli vera gioia di vivere.
(Pietro Savorelli e Benedetta Gori).
L, lo troverai perch Ges Trova il tempo di essere felice:
ti precede nella tua Galilea, batte per te la strada, spia- la musica dellanima. (massime irlandesi)
na le zolle e ti aspetta. Oggi, non devi spostare una Trova il tempo di stare con Ges: e sar sempre
grossa pietra per cercarlo. Devi solo sostare presso un Pasqua!
tabernacolo, dove, Lui si fatto prigioniero damore.
Ges si esinanito, si annichilito, per rimanere, in
tutti i tempi, vicino a te e a
tutti gli uomini. L, nellombra TUTTI INVITATI A CELEBRARE
SO M M A RI O
e nel silenzio, lEucaristia sar UNA STORIA
per te luce, sostegno, calma, PER I 150 ANNI e 25-50
2 BLOC-NOTES misericordia, pace e dono di di PROFESSIONE RELIGIOSA
NI
3-5 VOCAZInOte grazia.
bello co Entra nel mistero della Pasqua.
CIA ZIO N E LAICALE Vedi e credi. Non fermarti
Domenica 12 aprile 2015 ore 16
6 ASSO Parrocchia B. Andrea C. Ferrari
ai teli e al sudario. Penetra
7-8 PROFILI nellombra e sprofonda nella Piazza B. Eugenia Picco, 1 - Parma
luce. Lasciati avvolgere dal

PICCOLE FIGLIE 1 FEB.-APR. 2015


Roma 3-5 novembre 2014.
Ogni esperienza ha un valore e un motivo ben preciso. Il no-
stro breve viaggio a Roma ha significato per noi la realizza-
zione di un desiderio che da alcuni anni portavamo nel cuore.
Ci tenevano ferme gli obblighi di lavoro e gli impegni familia-
ri, ma per amore e riconoscenza a sr Giuseppina Scaffardi,
abbiamo trovato lo spazio per una fuga. Il 60 anniversario di
vita religiosa della nostra suora, lei che per anni ci ha guidate
e incoraggiate nelleducazione dei piccoli alla fede, merita di
essere ricordato in maniera speciale. Cos dallidea partita in
marzo, siamo arrivate ai fatti il 3-5 novembre 2014.

memorabile anniversario Le Catechiste di Alberi (PR)

Sicuramente con laiuto di Dio, tutto con papa Francesco! A lei mancano a tanta gente, che non mai folla
si svolto in maniera talmente per- le parole per descrivere lemozione o ressa, di trovare porte aperte e
fetta che mi chiedo ancora adesso se intensa provata e la gioia per un cancelli aperti, percorrere strade
stato un sogno oppure la realt. E dono cos grande e inatteso. mai faticose, avere al polso orologi
se lo chiede molto pi sr Giuseppina Abbiamo veramente condiviso una magici che fanno trascorrere il tem-
che, grazie anche allamicizia con il bella esperienza, unite nella fede e po senza correre, dando valore ad
cardinal Robert Sarah (da lei cono- nella gioia, con una persona a noi ogni istante. Accade che 30 ore di
sciuto quando era giovane studente molto cara. Ecco quello che ci scalda viaggio a Roma - portando con s il
negli atenei romani) il 3 novembre il cuore e che custodiremo con dol- tesoro di 60 anni di consacrazione -
ha potuto partecipare alla messa cezza e soddisfazione: raro, ma sono un breve, ma grande momento
mattutina in santa Marta e parlare pu accadere che si stia in mezzo della nostra vita.

G ordola (CH) 5.12.2014. Le tre un dono inatteso Marcella Bertorelli pf


sorelle presenti al Solarium per eser-
citare il ministero della Consolazione ci aiutiamo a togliere delle Piccole Figlie. Nel
con i 90 ospiti anziani e disabili sono limballaggio. Ed ecco giorno stabilito, dopo la
riunite con la Madre Generale, sr un quadro con il ritratto Celebrazione Eucaristi-
Alfonsina Mazzi, la vicaria sr Glaydis della nostra Beata Euge- ca, il quadro solenne-
e la Comunit di Milano, venute a nia dipinta su tela. Un mente esposto ai piedi
Gordola, per condividere una gior- momento di grande stu- dellAltare, coperto con
nata formativa. Mentre eravamo pore per tutte, che subito un telo. Sullaltare c il
tutte immerse nellascolto e nella si trasforma in un grazie reliquiario della Beata
preghiera, ecco sentiamo bussare corale. Don Ernesto sug- Eugenia. Dopo la bene-
alla porta e con grande sorpresa, gerisce di recarci insieme dizione e lincensazione
entrano lArciprete di Gordola, Don nella Cappella della casa il Parroco invita al bacio
Ernesto, e al suo fianco timidamente per trovare insieme il della reliquia. In cappella
il Pittore Claudio Lanini, ben cono- posto pi adatto per la erano presenti numerosi
sciuto nel Ticino. Ha sotto il braccio Venerazione della Beata Eugenia. ospiti, alcuni fedeli tra i quali anche
un grosso pacco, che cerca di tenere Trovatolo, il Pittore sommessamente il Pittore e noi sorelle. Molto gradito
con molta cura. Si avvicinano per dice: come una icona, gli occhi il pensiero scritto dal Vicario Parroc-
salutarci, sorpresi di trovarci in otto: della Beata, ci seguono ovunque chiale Don Carlos:
Che bella sorpresa trovarvi cos stiamo o ci spostiamo. Veramente La beata Eugenia stata vista da
numerose! esclama il parroco. Poi bella! Il Parroco propone di benedire tutti come modello di piet, di zelo,
ci presenta il Pittore, Claudio Lanini, il quadro e di esporlo alla venera- di prudenza, di saggezza, di spirito
che timidamente ci porge il pacco. zione di tutti il 13 gennaio Festa di di sacrificio, fino all immolazione. La
Nessuno di noi poteva immaginare SantIlario, che il Patrono di Parma, contemplazione del mistero eucaristi-
cosa contenesse. Con grande cura citt, dov nata la Congregazione co la spinse a continuare ad arricchire
con il suo decennale servizio come
Superiora Generale, lo spirito delli-
stituto. La gioia delle nostre suore di
festeggiare i 150 anni di fondazione,
aumenti lingresso di nuove giovani,
desiderose di vivere totalmente per
Ges, secondo la spiritualit della
Congregazione. Laugurio che le
Sorelle siano sempre piccole, per
incontrare e servire tutti, compiendo
gesti vissuti con umilt e serenit. La
testimonianza della piccolezza e del-
la semplicit sia la forza di attrazione
per altre autentiche vocazioni.

PICCOLE FIGLIE 2 FEB.-APR. 2015


VOCAZIONI
Signore che, anche oggi, continua dello scorso anno invitava: Giocate
a chiamare e a spargere semi di la vita per grandi ideali! chiedo di
vocazione con abbondanza. orientare la pastorale vocazionale
bello con te! Papa Francesco, nel messaggio in questa direzione, accompagnan-
do i giovani su percorsi di santit
Il tema della Giornata Mondiale di che, essendo personali, esigono
preghiera per le vocazioni, che si una vera e propria pedagogia della
celebra Domenica 26 Aprile Vo- santit.
cazioni e santit: toccati dalla Vocazioni e santit, un binomio
Bellezza (Evangelii Gaudium, molto forte. Parlare di vocazioni e
167, 264). santit tocca la vita di ogni persona,
LUfficio Nazionale CEI per la pasto- perch tutti nella Chiesa siamo chia-
rale delle vocazioni, propone uno mati alla santit. Vocazioni e santi-
slogan che ispira la celebrazione t indica un itinerario pedagogico
della Giornata in tutte le parroc- che prende avvio allesperienza del
chie e comunit cristiane e indica bello, dallessere toccati dalla Bel-
la modalit di sviluppo dei sussidi lezza. Toccati da Dio stesso!
vocazionali per lanno pastorale bello con te: sono parole che
2014-15. possiamo immaginare pronunciate
BELLO CON TE! da Dio nei confronti delluomo,
Lo slogan esprime una relazione, oppure dalluomo nei confronti di
un cammino che trasforma il nostro Dio o, contemporaneamente da Dio
sguardo di fede e lo rende capa- e dalluomo, lUno nei confronti
ce di riconoscere la bellezza del dellaltro.

Una sfida: diventare benedizione Prossimamente abbiamo in pro-


Angela Giubertoni pf
gramma una visita alle Sorelle di
P roseguono a Parma gli incon- lit e il servizio delle suore Piccole Villa Chieppi, la lectio sul testo
tri del gruppo di ragazze dal nome Figlie in Italia e nel mondo. di Gv. 19 (cuore trafitto) e natu-
Berak (=benedizione, Ti benedi- In particolare abbiamo riflettuto ralmente ci troveremo il 12 aprile
r e diventerai una benedizione sul testo del Magnificat; ascoltato alle ore 16 alla Messa presieduta
dice Dio ad Abramo). ... Con le la testimonianza di sr Liliana Tri- dal nostro Vescovo presso la Par-
ragazze chiediamo: Signore, come ches; realizzato una caccia al te- rocchia Beato Andrea Ferrari, per
posso fare della mia vita davvero soro per i bambini della Comunit la festa del 150 della Congrega-
una benedizione? Santa Maria. zione.

Un tweet sul gruppo


M i capita spesso di organizzare
diversi momenti per gli altri, dai
grandi giochi da fare la domenica
in oratorio, alle feste a sorpresa
per amici e parenti, agli incontri e
i campi per animatori del Grest o
di catechesi per gli amici di Santa
Maria della Pace ecc. bello sapere
Ci incontriamo una volta al mese che qualcuno prepara qualcosa
di Domenica pomeriggio in Via anche per me, lo pensa per me,
B. Longhi 13 Parma. Le attivit lo gusta con me (momento
sono: preghiera e ascolto della Pa- conviviale incluso!). (Jessica)
rola, testimonianze, video, servizio. dov possibile cercare Dio in un
Ogni volta resta fisso un momento Gruppo di donne di varie et, clima armonico ed elettrizzante.
di preghiera finale (Vespro) e per discepole di Ges. Per provare ad (Benedetta)
chi vuole la cena insieme. esserlo al meglio si trovano ad
Questanno siccome noi suore fe- ascoltare e a condividere la Sua Lo slogan della GM di preghiera per
steggiamo il 150 della famiglia parola! Un gruppo da vivere! (Lucia) le vocazioni 2015 dice bene la gioia
religiosa, il tema Una storia da di stare insieme e di camminare
raccontare... una storia da costrui- Il gruppo Berak in due parole: insieme con Ges per discernere
re... e per i vari incontri abbiamo famiglia felice. Da poco sono quale volo intraprendere senza
tenuto presente i volti, la spiritua- entrata in questo vortice di felicit paura: con te bello!.

PICCOLE FIGLIE 3 FEB.-APR. 2015


Tre generazioni in festa contentissima e immediatamente ho
sentito la fiducia che la congregazio-
Q uestanno nella par- ne mi d e dunque la riconoscenza
che le devo. Grazie Signore per la
rocchia San Pierre Claver di mia congregazione.
Nguba (Bukavu), la Festa della Non posso non ringraziarla per i
Presentazione del Signore e mezzi che ha messo a mia disposizio-
Giornata Mondiale della Vita ne affinch sia ben preparata:
Consacrata, stata celebrata La formazione che ho ricevuto da sr
con particolare solennit. La Monica per conoscere soprattutto
Comunit delle Piccole Figlie Dio e perch crescessi nella fede.
era in festa per un triplice Grazie Sr Monica perch mi hai fatto
evento: il Giubileo di fonda- un gran bene che non posso dimen-
zione, la prima professione ticare nella mia vita.
della novizia Anna Maria Safi Gli Esercizi Spirituali che ho fatto a
di Bagira (Bukavu) e il rinnovo della paura, con testimonianza profetica. Goma, un tempo per ringraziare il
consacrazione di Sr Giovanna Galli- Con il canto finale Jubile, jubi- Signore per il dono della vocazione
cani (giubileo doro) e di Sr Monica lons! Abbiamo espresso il nostro
Cognetti (giubileo dargento). GRAZIE al Signore che ci ha chia-
A presiedere la Celebrazione Euca- mate nella sua Chiesa ad essere
ristica ha voluto essere lespressione della Sua
presente lArcivesco- Misericordia verso i pi
vo di Bukavu Mons. poveri e i pi deboli.
Franois-Xavier Maroy Suor Anna Maria
Rusengo ed erano pre- Safi, la Piccola Figlia
senti dallItalia la Madre pi giovane, cos espri-
Alfonsina e lEconoma me la sua gioia:
Generale sr Anna Ca- Le mie gioie sono im-
morali, in visita alle co- mense a tal punto che
munit del Congo. non so come raccon-
Tre generazioni hanno tarvele. Prima di tutto
pronunciato con voce ringrazio il Signore per
forte, davanti alla Chie- questo giorno che ha
sa, il loro SI affidandosi fatto per me: giorno
alla fedelt del Signore di festa e di gioia,
che le ha chiamate e giorno indimenticabile
che le sostiene nel loro nella mia vita, giorno
cammino. nel quale Lui stato
Il sogno del Padre Fon- presentato al Tempio e per tutti i mezzi che mi ha dato
datore si presentato accompagnato da Ma- per farla crescere in me. In questo
vivo ai nostri occhi: ria e Giuseppe e cos tempo ho pregato Sette giorni con
una lunga fila di suo- stato anche per me, i gli amici di Ges e ho scoperto at-
re che continua nel miei genitori mi han- traverso di loro come Dio aveva un
tempo e in ogni luogo no offerta nelle mani progetto nella mia vita e come mi ha
della terra!. Nella sua del Signore perch Gli chiamata a seguirlo.
omelia lArcivescovo appartenga. Dopo aver Alla veglia della mia professione
Maroy ci ha incoraggiate a vivere con ricevuto la notizia dellammissione durante lAdorazione eucaristica
fedelt rinnovata il nostro carisma e ai voti e la lettera della Madre ge- ho sentito una strana forza in me,
a diffondere lamore misericordioso nerale che confermava dessere stata lemozione era grande ma una voce
del Cuore di Ges per Maria, senza accettata dalla congregazione ero mi diceva: Non avere paura, Anna!

PICCOLE FIGLIE 4 FEB.-APR. 2015


Nella sala di comunit, ringraziamento per il che sovrabbondava nel mio cuore,
quando la Madre mi giubileo di 150 anni la gioia di dire il mio piccolo S al
ha consegnato labito, della fondazione del- Signore, la gioia di essere accolta
lemozione ritornata la nostra congregazio- dalla congregazione, grande gioia.
fortemente, ma ho ne, ho avuto la fortuna Alloffertorio ho offerto un vaso,
sentito il sostegno di di essere presentata simbolo del vaso dargilla nelle
molti che pregavano anchio alla Chiesa dai mani del vasaio e ho detto: come
per me e ho avuto la miei genitori. Ringra- largilla nelle mani del vasaio cos
forza di ringraziare zio la congregazione io mi offro nelle tue mani affinch
la Congregazione per che mi ha dato questa Tu faccia di me come vuoi e do-
tutto quello che per me. opportunit e benedico ogni Piccola mando a Maria di aiutarmi a restare
Il 2 febbraio, un giorno diverso Figlia, l dove si trova in questo mo- in questa attitudine dabbandono
dagli altri! Giorno in cui ho avu- mento. Durante la Messa non avevo totale a Dio.
to molte grazie: nella Messa di pi paura, al contrario era la gioia Grazie per tutto. Grazie di cuore.

Allinsegna della fraternit


S antiago (Cile) 10 frutto del suo amore
Febbraio 2015: una gratuito!
data importante per Come descrivere le-
la nostra famiglia re- mozione di quel gior-
ligiosa perch, anche no Volutamente
questanno, abbiamo parlo di emozioni e
potuto ringraziare il non di fatti perch
Signore per il dono credo che la crona- loccasione irripetibile di conoscerlo
di Anna Micheli ca sia la parte forse sempre di pi e di metterlo al cen-
la prima Madre, pi conosciuta! tro al centro di tutto. E questo
dopo Maria, o la co- Fraternit. Credo di grande regalo ha deciso di farmelo
fondatrice o, molto poter dire che linte- in questa famiglia !!!
pi semplicemente, ra giornata sia stata Ho parlato di atteggiamenti (fra-
la prima Piccola Figlia !!! Mi piace segnata dalla fraternit, vissuta ternit), di sentimenti (gioia e gra-
pensarla cos: la pi piccola tra le in vari modi: cera chi si occupava titudine) adesso mancano i veri
Piccole Figlie. 10 Febbraio 2015: degli aspetti pi concreti, chi dei protagonisti due persone GES
importante per me perch in questo canti e del rito e chi si prendeva il e MARIA.
giorno il Signore mi ha donato la tempo per stare con me per distrar- Ges perch Lui, e solo Lui, che
grazia di dare inizio alla vita religio- mi un po perch, ovviamente, io per primo mi ha chiamata, mi ha
sa con la nostra famiglia. non avevo nulla da fare! Fraternit
Nei giorni precedenti allingresso assaporata pienamente durante il
in Noviziato, mi sono fermata a ri- rosario pregato insieme, nel Vespro
vedere i passi che il Signore mi ha e nello stesso rito. Credo che siano
fatto compiere in questi tre anni. questi i momenti dove si pu tocca-
re con mano la preziosit della vita
fraterna! Gioia. Giornata segnata
anche dalla parola gioia perch ho
compiuto un passo che tanto desi-
deravo! E lo desideravo da tempo!
Il mio piccolo s, che nel cuore condotta e continua ad accompa-
da tanto, ha compiuto un passo in gnarmi ed Lui, e solo Lui, che desi-
avanti diventando un po pi concre- dero incontrare sempre di pi.
to. Sin dallinizio del mio cammino, Maria perch a lei, alla sua premu-
ci sono stati pi momenti in cui ho ra materna, che ho affidato tutta me
detto: s, questo va bene, ma non stessa e non solo il 10 febbraio
basta desidero fare un passo in ma tutti i giorni della mia vita! Ed
pi; questi ultimi mesi non sono a lei che chiedo di insegnarmi lab-
A rivedere e a contemplare la sua stati differenti: quanto ho desidera- bandono, lumilt e lamore. Questo
opera perch ogni passo che ho to fare quel passo in pi!!! articolo rappresenta, per me, anche
potuto compiere solo ed esclusi- Gratitudine. Ecco perch il senti- loccasione per ringraziare ogni suo-
vamente opera sua! quasi ovvio, mento della gioia, unito alla grati- ra per la preghiera, il sostegno, i
a questo punto, il terzo passaggio: tudine, ci che ha contraddistinto messaggi e la vicinanza dimostrata
rivedere, contemplare e ringraziare. questo giorno: Il Signore mi sta in tanti modi e in tanti momenti
Ringraziare il Signore perch questo regalando un tempo in cui pu pla- assaporare la fraternit anche
non un premio che ho meritato ma smarmi affinch io possa offrirmi questo!
, semplicemente ed esclusivamente, totalmente a Lui, mi sta offrendo Ilaria

PICCOLE FIGLIE 5 FEB.-APR. 2015


Roma 7-8 marzo. Come di consueto, si
sono svolte, per lAssociazione laicale, due
giornate di spiritualit. Il tema che ha fatto
da filo conduttore stato: Testimoni ed
annunciatori di ci che abbiamo ascoltato,
visto, toccato (1 Gv 1,1). Fondamento
biblico del carisma.

chiamati ad incarnare il vangelo Maria Rosaria Pisano

Nel primo pomeriggio di sabato 7, nella preghiera assidua, nellascolto fisso con lascolto della Parola e la Pre-
dopo il saluto della presidente, Maria quotidiano della Parola, nella parteci- ghiera, per imparare, nel silenzio, ad
Rosa Campolattano, agli associati pro- pazione frequente allEucarestia. Noi ascoltare Dio che parla al nostro cuore.
venienti dalle varie zone, la vicaria Sr associati, essendo stati generati dalla Ancora testimoniamo e annunciamo
Gladys Lorca Miranda, ha introdotto Parola, mediante laggregazione, ab- Ges, con gioia, nellordinariet delle
le giornate sottolineando, ancora una biamo come meta quella di fare delle nostre vite accettando i nostri limiti
volta, lamore del Fondatore per le nostre vite, un continuo rendimento con laugurio che ogni parola che
Sacre Scritture. Il Vangelo, diceva, di grazie. Il nostro un cammino di leggiamo sincarni in ciascuno di noi e
deve essere per noi il libro pi caro, conversione, ritmato dalla Parola nel diventi parola viva.
pi amabile, poich ci far conoscere lanno liturgico.
Ges Cristo, ce lo far amare ed imi- Nella seconda parte del pomeriggio
tare. Alla Parola bisogna accostarsi lattenzione stata rivolta a due
con il desiderio di entrare nel cuore grandi documenti sulla Parola: La co- Direttore Responsabile
Tilla Brizzolara pf
di Cristo, di imitarlo nelle sue virt stituzione del Concilio Vaticano II, Dei
e di partecipare a ci che ha vissuto. Verbum e lesortazione del Papa eme- In Redazione
Perch questo si realizzi necessario: rito Benedetto XVI, Verbum Domini Angela Giubertoni pf
pregare, pregare assai, per imitare Nella Dei Verbum, i padri conciliari Domenica Guatteri pf
cinvitano a stare in religio- Anna Ricci pf
so ascolto della Parola, cio Delfina Schianchi pf
profondamente uniti a Dio
Hanno collaborato a questo numero
poich a Lui apparteniamo e Marcella Bertorelli pf
perch: Lascolto porta alla Catechiste di Alberi
Fede, la Fede alla Speranza, Laura Rossi
la Speranza allAmore. Dio Sorelle del Congo
prende liniziativa di manife- Ilaria
starsi a noi , rivelandosi come Maria Rosaria Pisano
amico. Anche Benedetto
Amministrazione
XVI, nellesortazione Verbum Parma - Piazzale S. Giovanni, 7
Domini del 2010, ci dice che Tel. 0521.280311
le opere di Ges e diventare come Lui. la Parola di Dio non una semplice Fax 0521.235753
Dopo questa introduzione, Sr Gladys parola scritta, muta ma, il Verbo Aut. Trib. di Parma n. 387 del 21.1.1986
ci ha accompagnato ad approfondi- di Dio incarnato e vivente e non
Redazione:
re i primi otto numeri dello Statuto una Parola del passato ma una Parola
Via Cima Palone, 14 - Parma
associativo, che ne rappresentano il attuale. e-mail: tilla@pfiglie.org
cardine a cominciare dal numero 2, in Domenica 8 Marzo la giornata co-
cui si afferma che: Gli associati sono minciata con le Lodi, la Santa Messa e Progetto grafico:
chiamati e mandati a testimoniare il la Lectio Divina, sui testi biblici della Studio Zani (Parma)
Vangelo dellIncarnazione assumendo III domenica di Quaresima seguita dal
Impaginazione e Stampa
i sentimenti di Cristo Ges. Ci vuol lAdorazione Eucaristica. Nel momento
Tipografia Pubbliprint Grafica
dire che il carisma, dono dello Spirito della collatio, diversi sono stati i pen- Traversetolo (Parma)
Santo al Fondatore, da Lui alle sorelle sieri che ognuno di noi ha espresso su
religiose e da esse a noi laici e ai nostri quanto ascoltato, letto e pregato in
famigliari, si trasmette in continuit, questi due giorni. Sicuramente por-
come una catena ininterrotta damore. tiamo con noi limpegno a prendere,
Assumere gli stessi sentimenti di Cristo, quotidianamente, un appuntamento
significa guarda-
re, ogni giorno, al
Suo Cuore viven-
do la spiritualit
del servizio e della
preghiera costante,
come cinsegna sua
madre Maria. Al
numero 4 si riba-
disce che Gli as- La Congregazione Piccole Figlie
sociati sono fedeli esprime il suo pi vivo ringraziamento
a tutti coloro (e sono tanti!) che hanno
alla loro vocazione inviato offerte per il presente Giornalino,
lHospice, il Congo, il Per e le tante
necessit a cui la carit ci spinge...
PICCOLE FIGLIE 6 FEB.-APR. 2015
SR ANNA MARANGONI SR ANNA REVERBERI Anche nel tempo della sua malat-
Castelmassa (RO) 2.01.1931 Traversetolo (PR) 24.11.1934 tia, quando ha dovuto lasciare la
> Parma 7.12.2014 > Parma 21.12. 2014 sua attivit, si mostrata disponi-
bile alla volont di Dio, riconoscen-
te per ogni attenzione di cui era
fatta oggetto, capace di affrontare
la sofferenza senza farlo mai pe-
sare. Certamente le sar stata di
sostegno la preghiera del fratel-
lo, scomparso prematuramente,
anchegli per una grave malattia,
col quale aveva sempre condiviso
lideale di totale donazione al
volere divino. Sr Anna rimane per
noi una figura esemplare, che pos-
Lasciate che i bambini vengano Non ha voluto attendere il Natale siamo annoverare tra quelle che il
a me, a chi come loro appar- sr Anna per lincontro definitivo fondatore sognava: piccole per la
tiene il Regno di Dio (Lc 18,16). con il suo Sposo. Ogni tentativo grande umilt che deve informare
In questa frase del Vangelo pos- fatto per debellare il fatale dia- il loro cuore... animate da una ar-
siamo sintetizzare tutta la vita bete, che ultimamente aveva reso dente carit e da vivissima piet.
di sr Anna, trascorsa ad educare necessaria anche lamputazione di
i piccoli, nel cui ministero ha tro- un arto, fu vano.
vato il modo, per lei pi consono Chi era sr Anna? Nacque a Banno- SR MARTA BELLINI
ad imitare Ges. ne di Traversetolo da una famiglia Calvatone (CR) 31.03.1930
Aveva solo 15 anni quando decise profondamente cristiana, entro la > Parma 21.12.2014
di farsi suora e certamente hanno quale matur la sua vocazione alla
inciso nella sua scelta le Piccole vita consacrata e quella del fratello
Figlie sue educatrici presenti da Gian Carlo al sacerdozio. Il suo par-
pochi anni a Castelmassa. Questa roco, presentandola alla Madre nel
sua attitudine al settore educati- giorno della sua entrata, sottolinea
vo fu subito colta e venne avviata alcune caratteristiche della sua
al conseguimento del diploma di personalit, che continueranno a
maestra di scuola materna, che distinguerla anche come Piccola
ottenne nel 1962. Figlia esemplare. Si legge tra lal-
Svolse la sua attivit in numerose tro: Si particolarmente distinta
comunit, secondo i bisogni della per lo spirito di piet Nella vita
Congregazione e le conseguenti personale si dimostrata sempre
proposte dellobbedienza, a cui umile, ubbidiente, modesta, aliena deceduta la Prof!, cos passa-
rispose sempre con generosit e dai divertimenti e riservata nelle ta la notizia tra quelli che lhanno
spirito di sacrificio. Le sorelle che amicizie. sempre stata laboriosis- avuta come insegnante di religione
hanno condiviso con lei la sua sima, aiutando con il suo lavoro a in diverse scuole: Casa Famiglia
missione, la ricordano come ma- sostenere il fratello negli studi ec- Novi di Modena, Sestola, Potenza;
estra molto valida, preoccupata clesiastici e si sempre comportata come insegnante di tirocinio nella
della buona formazione dei pic- esemplarmente. Scuola Magistrale di Monteverde
coli, talvolta anche un po severa, Entrata a 21 anni in Congregazio- a Roma dove fu anche catechista.
ma efficace. ne, nel tempo della sua formazione Nativa di Calvatone (CR), nel 1948
La comunit in cui oper per fu orientata al ruolo che le era pi entr a fa parte della nostra fami-
un periodo pi consistente fu congeniale, quello di cuoca, che glia, dove consegu il titolo di Mae-
S. Croce di Carpi (16 anni), prima svolse per tutta la vita con umilt, stra di Scuola Materna e il Diploma
come aiuto, poi come maestra, pazienza, generosit senza misura, di Magistero di Scienze religiose,
poi anche come superiora. Pur- sempre disponibile, buona con tut- titoli che le consentirono una va-
troppo la malattia la colse molto ti e professionalmente molto vali- riegata e fruttuosa realizzazione
presto e per circa otto anni da. Per ben 39 anni fu protagonista della sua naturale inclinazione
stata membro della comunit nella cucina di via Po al servizio allinsegnamento. Sono varie le au-
di Villa Chieppi, che lha vista del Noviziato e della Casa di Cura, torevoli testimonianze della stima
decadere gradatamente, fino a con lintervallo di 6 anni come che la sua attivit ha suscitato nei
mantenere solo il sorriso, come capocuoca-superiora nel Semina- diversi ambienti dove ha operato.
risposta grata ad ogni gesto rio Minore di Parma (1973-1979). Ne citiamo solo alcune.
di attenzione di cui era fatta Dal 2004 continu a servire nella Il Preside della Scuola Media Stata-
oggetto. cucina le sorelle anziane, fin che le le di Potenza le invia una Comu-
Rester sempre, nelle sorelle che forze glielo permisero. Le sorelle nicazione di compiacimento per
lhanno amata e accudita con af- che le sono vissute al fianco per la lodevole e diligente presenza,
fetto, il ricordo di quello sguardo tanti anni sono unanimi nellam- in cui tra laltro afferma: Della
sereno che sembrava annuire al mirare il suo spirito di sacrificio, la sua competente, diligente e appas-
Paradiso, dove ora la pensiamo disponibilit a rispondere ai biso- sionata presenza gliene d atto la
accolta tra le braccia materne di gni altrui, la serenit dei rapporti comunit scolastica intera espri-
Maria da lei sempre amata con e la professionalit indiscussa nel mendo la propria gratitudine per
predilezione. campo che le era proprio. il lavoro svolto anche in raccordo

PICCOLE FIGLIE 7 FEB.-APR. 2015


con la Comunit parrocchiale del lei non pretende niente, dato che SR ANNA GAMBARELLI
quartiere. La sua attivit non fu ha voluto uscire nel silenzio dalla Castellarano (RE) 15.02.1922
solo scolastica, ma anche di ca- sua lunga e generosa vita, tutta > Parma 27.12.2014
techesi parrocchiale. sempre il donata al Signore e alla sua amata
Parroco di Potenza che dice: Dalla famiglia religiosa. Infatti, ha voluto
bocca di alcuni genitori che tu hai che di lei non si dicesse niente du-
preparato al Battesimo, ho colto la rante le esequie; ha voluto scom-
gioia per il messaggio che avevano parire nel nulla. dobbligo per
ricevuto durante le tue catechesi e che di lei si sappia che stata una
il desiderio di continuare dopo il generosa e fedele Piccola Figlia,
Battesimo. Sono contento anche da ricordare con gratitudine nella
della catechesi ai bambini, tra i storia della Congregazione.
quali qualche pecorella smarrita o Nata a Tabellano di Suzzara,
inquieta arrivata ai sacramenti entrata in Congregazione allet
grazie alla tua autorevolezza spiri- di 20 anni, nel 1940. Si manifest
tuale e didattica. Bastano queste subito persona molto determinata Aveva 15 anni sr Anna, quando
testimonianze per dire chi era sr nel cammino che le si presentava entrata in Congregazione assie-
Marta nellambito educativo. davanti, sia come donna di fede me alla sorella Gelmina, che lha
Queste affermazioni possono cor- e di preghiera, che come persona preceduta nella Patria nel 1978.
reggere il giudizio, non sempre attiva e intelligente in ogni settore La sua lunga vita di consacrata
cos ottimale, di qualche sorella che in cui fu chiamata a servire. trascorsa tutta in un servizio umile
lavrebbe voluta pi coinvolta in Fu presente come aiuto infermiera e prezioso, per le consorelle e per
tutto landamento comunitario. Ma nella Casa di Cura Monguidi negli quanti, in qualche modo, potevano
evidentemente non tutti possiamo anni della guerra, poi come assi- usufruirne.
avere tutte le qualit desiderate. stente degli anziani nella Casa di Era intelligente e volitiva, per
Ringraziamo Dio per il grande bene Riposo di Fontanelle, come aiuto questo dopo la scuola media le fu
fatto, di cui senzaltro sr Marta avr cuciniera in Via Po e come esperta prospettato il proseguimento degli
la ricompensa in cielo e a cui si a tutto fare a Roma, dapprima studi, ma non si sent di accettare.
preparata anche con la lunga de- Piazza Trento e poi a Monteverde, Fin dal tempo della formazione,
genza a Villa Chieppi, vissuta nella dal 1953 al 1971. fu quindi avviata a quelle attivi-
serenit paziente, senza lamenti e Durante la sua permanenza a t che le erano congeniali e che
con riconoscenza verso chi si prese Roma, nel 1960, consegu la paten- lavrebbero vista protagonista per
cura della sua persona. te di guida per poter condurre le tutta la vita: lavori di cucito, ma-
studenti alla scuola e per rendere glieria, ricamo, lavanderia, scuola
possibili tutti quei servizi che lo- di lavoro, assistenza alle probande
SR ALDA ANSELMI pera richiedeva senza dover ricor- in Casa Madre. Nellottobre del
Tabellano di Suzzara (MN) 14.07.1920 rere ad esterni. Fu la prima Piccola 1962, lobbedienza la destin a
> Parma 22.12.2014 Figlia a prendere la patente ed svolgere le sue preziose mansioni
esercit questo ufficio con tanta domestiche a servizio delle sorelle
competenza, che ci si meravigliava e della scuola, che prese il via a
non avesse mai incontrato pro- Roma - Monteverde. Vi rimase per
blemi, soprattutto nella difficile ben 47 anni, durante i quali la sua
viabilit di Roma. presenza silenziosa, generosa e
Oltre al suo ruolo sulle quattro preziosa, diede soccorso attento e
ruote, si dedicava al guardaroba, indispensabile alle consorelle, che
alla lavanderia, alla riparazione dovevano far nascere la presti-
delle scarpe, ai problemi di elettri- giosa attivit educativa dellAnna
cit, alla pulizia della casa ecc. Nel Micheli.
1971 lasci Roma e fu trasferita, Donna di fede adamantina, tro-
dapprima al Collegio Santa Maria vava nella preghiera la forza di
come economa e poi in Casa Ma- affrontare il sacrificio e di essere
dre. Fu qui che divenne lautista generosamente disponibile ad ogni
Provo una certa commozione a ufficiale della Madre e della Vi- necessit delle sorelle. Di carattere
dover scrivere di sr Alda, a cui sono caria e lo fece sempre con tanta volitivo e piuttosto scrupolosa, era
debitrice di ben 30 anni di guida, disponibilit, competenza e spirito esigente con se stessa, e talvolta
con la sua macchina, in tutte le mie di sacrificio. Cess questo incarico anche con gli altri, per amore di
uscite in Italia e allestero. Le devo solo nel 2012, quando per let e il quella seriet nel compimento del
infinita gratitudine e tanta stima, lento avanzare di un tumore che si dovere, che non doveva conoscere
che non mi facile esprimere ade- andava gradatamente formando, tentennamenti.
guatamente. Sono certa per che dovette vivere lultima tappa del- Nel 2009, a motivo dellet e del-
la sua vita a Villa Chieppi, questa la salute, lasci la sua Roma, con
volta senza poter servire come era nostalgia, ma anche con gratitu-
ABITARE IL CIELO suo desiderio. dine, e termin la sua corsa a Villa
> 14.01.2015 Muhijuka Yalala Josephina-Charlotte Si spense il 22 dicembre, con piena Chieppi. Anche lei, come tante
mamma di sr Veronique Matabazi consapevolezza del suo male, che nostre sorelle, ha saputo vivere
> 06.02.2015 Belladelli Lina accett con serena adesione alla con coerenza la sua vocazione di
mamma di sr Marisa Bernini volont di Dio e in piena coscienza Piccola per amore, ed ora la pen-
> 09.03.2015 fratello laico Mario Guasti (Milano) fino allultimo. siamo felice nella Patria.

PICCOLE FIGLIE 8 FEB.-APR. 2015