Sei sulla pagina 1di 16

17/12/2018

TERMINOLOGIA GINNASTICA

Movimento ed ecologia
Variazione dei rapporti che
intercorrono tra il corpo, o parti di
esso, e l'ambiente.
• I movimenti possono essere:
• attivi: il corpo è soggetto del movimento;
• passivi: il corpo è oggetto del movimento che viene
provocato da cause esterne.
• Il movimento è caratterizzato da una:
• direzione: segmento lungo il quale si procede o si
muovono parti del corpo;
• verso: è determinato dall'evolvere del movimento da un
estremo all'altro della sua direttrice;
• senso: relativo ai movimenti circolari, può avvenire in

Matteo Romanazzi
senso orario o antiorario.

1
17/12/2018

Il movimento umano è composto dalle


seguenti Unità fondamentali:

• LE POSTURE
• GLI SCHEMI POSTURALI
• GLI SCHEMI MOTORI O ATTI MOTORI
GLOBALI
Matteo Romanazzi

SCHEMI MOTORI E POSTURALI DI BASE

 SCHEMI POSTURALI DI BASE: flettere, piegare,


addurre, abdurre, ruotare, slanciare, elevare,
circondurre, torcere, etc.
Rappresentano gli elementi semplici o unità di base, del
movimento volontario finalizzato e sono chiamati di base
perché appaiono per primi nello sviluppo dell’individuo e
diventano patrimonio originario dell’adulto.

2
17/12/2018

SCHEMI MOTORI E POSTURALI DI BASE

SCHEMI MOTORI DI BASE: strisciare, rotolare, afferrare,


portare, arrampicare, camminare, correre, saltare,
lanciare, calciare.
Sono le forme di coordinazione più semplici :
• Si tratta di spostamenti globali a corpo libero, senza
adattamenti spazio-temporali specifici
• Il loro esercizio tende a suscitare un piacere funzionale, una
distensione dinamica e a favorire l’automatizzazione e
l’arricchimento degli stessi.
• Compaiono spontaneamente nello sviluppo psicomotorio.
• A 4 anni circa il bambino con uno sviluppo psicomotorio
normale li possiede tutti
Matteo Romanazzi

Movimenti del corpo


riferiti all’anatomia

AZIONI CHE INTERESSANO


UNA O PIU’ PARTI DEL CORPO,
NORMALMENTE RIGUARDANO IL
PASSAGGIO
DA UNA POSIZIONE GINNICA
ALL’ALTRA

Matteo Romanazzi

3
17/12/2018

FONDAMENTALI
 Flessione
 Movimento di avvicinamento
dei segmenti con
diminuzione dell’angolo
articolare
 Estensione
 Movimento di allungamento
dei segmenti con incremento
dell’angolo articolare
Matteo Romanazzi

FONDAMENTALI

 Abduzione
 Movimento laterale di
allontanamento
dall’asse longitudinale
del tronco
 Adduzione
 Movimento mediale di
avvicinamento all’asse
longitudinale del tronco
Matteo Romanazzi

4
17/12/2018

FONDAMENTALE
 Estensione (o abduzione)
orizzontale:
 Movimento laterale di
allontanamento dall’asse
longitudinale del tronco
parallelamente al suolo
 Flessione (o adduzione)
orizzontale:
 Movimento mediale di
avvicinamento all’asse
longitudinale del tronco
parallelamente al suolo
(Sono coinvolte unicamente le articolazioni
delle spalle e anche)
Matteo Romanazzi

FONDAMENTALI
 Circonduzione
 Movimento circolare di un arto che delinea un arco o
descrive un cono.
 Combinazione di estensione, flessione, adduzione e
abduzione.

Matteo Romanazzi

5
17/12/2018

FONDAMENTALE
 Rotazione interna
 Movimento di rotazione
attorno all’asse
longitudinale del
segmento verso la linea
mediana del corpo
 Rotazione esterna
 Movimento di rotazione
attorno all’asse
longitudinale del
segmento lontano dalla
linea mediana del corpo
Matteo Romanazzi

(Sono coinvolte unicamente le articolazioni


delle spalle, anche e rachide)

SPECIFICO: CAVIGLIA E PIEDE

• Flessione plantare:
• Movimento di estensione
della caviglia risultante in
un’allontanamento del
piede dalla tibia
• Flessione dorsale (o
dorsiflessione):
• Movimento di flessione
della caviglia risultante in
un avvicinamento del dorso
del piede alla tibia

Matteo Romanazzi

6
17/12/2018

SPECIFICO: CAVIGLIA E PIEDE

 Inversione
 Rotazione della pianta del piede
medialmente o all’interno
 Eversione
 Rotazione della pianta del piede
lateralmente o all’esterno

Matteo Romanazzi

SPECIFICO: GOMITO

 Pronazione
 Rotazione interna
dell’avambraccio (palmo in
basso)
 Supinazione
 Rotazione esterna
dell’avambraccio (palmo in
alto)

Matteo Romanazzi

7
17/12/2018

SPECIFICO: CINGOLO
SCAPOLARE

 Elevazione
 Sollevamento del
moncone della spalla
 Depressione
 Abbassamento del
moncone della spalla

Matteo Romanazzi

SPECIFICO: CINGOLO
SCAPOLARE
• Anteposizione
• Movimento del moncone
della spalla in avanti
allontanandosi dalla
colonna vertebrale
• Abduzione della scapola
• Retroposizione
• Movimento del moncone
della spalla indietro
avvicinandosi alla
colonna vertebrale
• Adduzione della scapola

Matteo Romanazzi

8
17/12/2018

I MOVIMENTI DELLA SCAPOLA

I movimenti del
moncone della spalla
sono causati dai
movimenti della
scapola rispetto alla
gabbia toracica
(articolazione scapolo-
toracica).

Matteo Romanazzi

SPECIFICO: COLONNA E BACINO


 Flessione laterale
 Movimento del capo e/o
del tronco lateralmente
lontano dall’asse
longitudinale
 Abduzione della colonna
 Riduzione
 Ritorno della colonna in
posizione fondamentale
dalla posizione di flex
laterale
Matteo Romanazzi
 Adduzione della colonna

9
17/12/2018

SPECIFICO: COLONNA E BACINO

a b
 Antiversione del
bacino (a)
 Cresta iliaca in
avanti
 Retroversione del
bacino (b)
 Creste iliache
indietro

Matteo Romanazzi

SPECIFICO: POLSO E MANO

 Flessione radiale
 Abduzione del polso dal
lato del pollice verso
l’avambraccio
 Flessione ulnare
 Adduzione del polso dal
lato del mignolo verso
l’avambraccio

Matteo Romanazzi

10
17/12/2018

SPECIFICO: POLSO E MANO

 Opposizione del pollice


 Movimento diagonale del pollice verso il
palmo della mano

Matteo Romanazzi

Attitudini

DESCRIVONO IL RAPPORTO
CHE INTERCORRE
TRA
IL CENTRO DI MASSA
DEL CORPO E
IL MEZZO DI SOSTEGNO

Matteo Romanazzi

11
17/12/2018

Atteggiamenti
Attitudini
a) Attitudine di ppoggio
1) appoggio frontale
2) appoggio dorsale

b) Attitudine di sospensione
1) sospensione frontale
2) sospensione dorsale
3) sospensione laterale

c) Attitudine di volo

d) Attitudine neutra

e) Attitudine combinata
1) di doppio appoggio
2) di doppia
sospensione
Matteo Romanazzi
3) mista

POSIZIONI del CORPO

SONO LE POSIZIONI CHE IL CORPO


ASSUME IN RELAZIONE
ALL’AMBIENTE

Matteo Romanazzi

12
17/12/2018

A) POSIZIONI FONDAMENTALI:

a) eretta;
b) seduta;
c) ginocchio (1), chiuso (2), aperto (3),
gamba protesa (4);
d) decubito supino o dorsale;
e) decubito prono o ventrale;
f) decubito laterale destro o sinistro.

Matteo Romanazzi

B) POSIZIONI DERIVATE (principali):

Posizioni riferite ad un segmento del corpo in


generale

a) ritto;
b) piegato;
c) semipiegato;
d) teso;
e) flesso;
f) semiflesso.

Matteo Romanazzi

13
17/12/2018

PASSO
Spazio intercorrente tra due contatti con l'attrezzo (presa).

Passo (riferito agli arti superiori)

a) passo unito;
b) passo stretto;
c) passo
normale;
d) passo largo;
e) passo
incrociato.

Matteo Romanazzi

IMPUGNATURE (principali)

a) Impugnatura a mano piena:


1) impugnatura a pollici in fuori (o
supina o sotto o palmare);
2) impugnatura a pollici in dentro
(o prona o sopra o dorsale).
b) Impugnatura digitale (o con le sole
dita).

c) Impugnatura ad anello.

d) Impugnatura a pollici
corrispondenti (o mista).

e) Impugnatura pollice unito.

f) Impugnatura pollice opposto.


Matteo Romanazzi
g) Impugnatura prona a gancio

14
17/12/2018

Principali movimenti
ginnastici del corpo

a) ELEVARE u) INCLINARE
b) ABBASSARE v) CAPOVOLGERE
c) SLANCIARE (passaggio
rapido)
d) FLETTERE (non appoggio)
e) ESTENDERE (non appoggio)
f) SPINGERE
DISTENDERE (con
resistenza)
g) PIEGARE (in appoggio)
h) RIZZARE (in appoggio)
i) TORCERE
l) RUOTARE
m) APRIRE
n) CHIUDERE
o) DIVARICARE
p) RIUNIRE
q) OSCILLARE (passaggio
lento)
r) CIRCONDURRE
s) INCROCIARE
t) SLANCIARE (passaggio
rapido);

Matteo Romanazzi

Descrizione del movimento


ginnastico

1. Posizione (del corpo e/o segmenti)


2. Attitudine
3. Presa/impugnatura
4. Passo
5. Movimento

Matteo Romanazzi

15
17/12/2018

Bibliografia e sitografia

 Kapandji I. A. (1994). Fisiologia


articolare. 5ª edizione. Monduzzi
Editore.
 “Glossario dei movimenti ginastici e
sportivi”.
www.istitutoeuropaunita.it/didattica/ter
minologia.ppt. (24/09/2010).

Matteo Romanazzi

16