Sei sulla pagina 1di 40

Le pubblicazioni del centro

COME REALIZZARE UN PROGETTO

………….L’IDEA DIVENTA REALTA’

Manuale pratico per le associazioni di volontariato.

Aurora CSV – Centro Servizi Volontariato di Crotone


Sede legale: Via XXV Aprile, 8
Sede operativa: Via Roma, n. 177 – 88900 Crotone
Tel./Fax.: 0962.26443 www.csvcrotone.it e-mail: info@csvcrotone.it
C.F.: 91024360793
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

L’Aurora Centro Servizi per il Volontariato, allo scopo di promuovere e


favorire lo sviluppo delle associazioni e del volontariato, ispirandosi ai
principi della L. 266 del 91, ha inteso predisporre questa guida, come
supporto alle associazioni che operano nel territorio della nostra
Provincia o a coloro che volessero dar vita a una associazione.
Vi invito a richiedere presso il nostro centro le altre pubblicazioni
realizzate.
Edoardo Rosati
Presidente CSV Aurora Crotone

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


2
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

La progettazione: un’esperienza gia acquisita

Le associazioni di volontariato devono operare in condizioni di

trasparenza e democraticità, avvalendosi di competenze tecniche

per trasformare gli obiettivi prefissi in azioni concrete.

Questa semplice guida si articola in tre parti: la prima commenta

una ipotesi di formulario base, realizzato dal nostro centro di

servizio per il volontariato, allo scopo di far emergere alcuni

aspetti critici presenti nei bandi e nei formulari, con il fine di

accrescere nelle associazioni di volontariato (in particolare le più

piccole), la consapevolezza delle singole peculiarità che le

contraddistinguono, delle potenzialità esistenti e delle risorse alle

quali attingere per contribuire alla crescita di una società civile.

La seconda pone l’attenzione ai bandi pubblicati sulle gazzette

ufficiali e pubblicati da vari enti locali.

La terza parte, infine, altro non è che la visione di un formulario

base, che le associazioni di volontariato possono ritagliare e

fotocopiare, adattandolo alle loro specifiche esigenze.

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


3
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

PARTE PRIMA:

LA STESURA DI UN PROGETTO

Le associazioni di volontariato hanno già una esperienza

progettuale. Tutte le iniziative che quotidianamente sono svolte,

partono da una intensa attività progettuale molte volte

inconsapevole e non codificata ed esplicitata su un formulario

cartaceo.

Valorizzare la capacità progettuale vuol dire sviluppare la capacità

di rendere esplicite le proprie teorie ed esperienze gestionali

acquisite nel tempo, dotandosi di strumenti idonei anche a far

conoscere la propria preparazione e competenza agli interlocutori

esterni (enti locali, privati, ecc.).

E’ necessario aumentare la consapevolezza e la conoscenza dei

processi che permettono di ottenere buoni risultati, cercando - con

acquisita conoscenza dei fenomeni e delle dinamiche operative-

di correggere le eventuali storture che si fossero determinate nel

lavoro associativo .

Accrescere le competenze progettuali consente:

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


4
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

- di acquisire consapevolezza sulle attività che si stanno

realizzando e sui procedimenti operativi e gestionali che si

utilizzano;

- di verificare la validità degli interventi che si stanno

svolgendo e si intendono svolgere;

- di poter considerare con esattezza le risorse necessarie

per la buona riuscita delle iniziative (umane, territoriali,

sociali, politiche ed economiche);

- di prevedere e gestire eventuali imprevisti;

ed in generale, di agire lavorando in maniera organizzata ed

armoniosa, dando alla propria struttura solidità e preparazione.

Il progetto rappresenta inoltre, strumento di valutazione delle

attività svolte dall’associazione di volontariato.

Nella stesura, si dovrebbero esprimere al meglio i seguenti

elementi:

1. Premessa (presentazione dell’associazione);

2. Settore di intervento;

3. Descrizione del progetto;

4. Ambito territoriale;

5. Destinatari del progetto

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


5
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

6. Analisi dei bisogni (supportati da dati);

7. Risultati attesi;

8. Programmazione delle azioni;

9. Programmazione finanziaria;

10. Valutazione dei risultati e diffusione;

11. Scheda economica di rendiconto.

Bisogna essere consapevoli che la progettazione è un processo in

continua evoluzione in cui ogni variabile è in continuo mutamento.

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


6
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Premessa.

PROGETTO: La mia idea di associazione

Associazione proponente il progetto: CSV CROTONE

Un interessante punto di partenza per predisporre un progetto, è

descrivere nella fase introduttiva le principali attività svolte

dall’associazione di volontariato negli ultimi tre anni (si consiglia

cercare di concentrare la descrizione in massimo 550 parole o

3200 caratteri –spazi inclusi- per favorirne la lettura).

PRESENTAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE

1) anno di costituzione
2) descrizione degli obiettivi stabiliti nell'atto costitutivo e statuto
3) presentazione della propria organizzazione
4) principali attività svolte
5) ambiti di intervento
6) risultati conseguiti

Per le associazioni da poco costituite:


Eventuali iniziative svolte dai soci e/o da gruppi informali
anche prima della costituzione

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


7
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Settore di intervento.

L’indicazione del settore di intervento, indicato in termini generali,

consente l’immediata percezione dell’area tematica nella quale

l’associazione di volontariato intende agire.

SETTORE DI INTERVENTO
ambiente
cultura
protezione civile
sanità
sociale
volontariato internazionale
altro

Continuando nella formulazione di quanto l’associazione si

prefigge, indicare il settore prevalente di intervento, restringendo

e precisando così il campo (o i campi dell’effettiva azione

associativa) e tentando di dare un’indicazione sintetica ma chiara

degli effettivi scopi che si intendono perseguire.

SETTORE PREVALENTE DI INTERVENTO


aggiornamento
formazione
orientamento
sensibilizzazione
informazione
altro

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


8
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Descrizione del progetto.

Descrivere un progetto è un processo comunicativo complesso

finalizzato ad ottenere il massimo consenso non solo da parte

dell’ente locale, ma da tutti i soggetti che con diverse

responsabilità e funzioni concorrono alla buona riuscita dello

stesso.

Per tale motivo il progetto deve essere condiviso e condivisibile.

Il processo partecipato ha inizio all’interno dell’associazione di

volontariato, dove l’idea progettuale nasce ed ottiene buoni

risultati se condivisa con la propria base sociale ( i soci, il comitato

direttivo, i volontari tutti).

Successivamente è opportuno che si costituisca un gruppo di

lavoro che sviluppi concretamente l’idea progettuale.

Da non trascurare, inoltre, l’importanza di valorizzare la tendenza

innovativa ed evolutiva della progettazione, che consiste

nell’individuare nuove soluzioni a problemi noti o anche

nell’avviare collaborazioni operative con partner quali enti locali

e/o altre realtà del territorio.

Così agendo si opererà in stretto rapporto con la comunità e con

il territorio, riferendosi a contesti reali per cercare di risvegliare le

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


9
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

risorse rimaste sopite e nascoste, ottenendo con tutta probabilità

una razionalizzazione delle forze disponibili ed un incremento

della capacità di raggiungere gli obiettivi.

Questo modus operandi è un aspetto non secondario se

consideriamo che il rischio di talune associazioni è quello di

essere autoreferenziali, incapaci di promuovere una strategia

condivisa nella comunità.

Quindi consigliamo di inserire nella descrizione:

- la presentazione delle principali azioni che si porranno in

essere in vista degli effetti che si intendono ottenere

- l’indicazione delle caratteristiche e competenze degli

operatori necessari (senza trascurare di proporre

eventuali momenti formativi per gli stessi).

Sempre per i motivi di chiarezza già suggeriti, proponiamo di

mantenere entro le 350 parole (o 2200 caratteri spazi inclusi)

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


10
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Ambito territoriale.

AMBITO TERRITORIALE
zonale
comunale
intercomunale
provinciale
regionale
nazionale

Destinatari del progetto

L’esatta individuazione del territorio di intervento, e soprattutto dei

destinatari presuppone due condizioni: la prima è la conoscenza

dei bisogni del territorio, la seconda, più rilevante, è la

consapevolezza da parte dell’associazione di volontariato della

propria mission, della coerenza della propria funzione sociale con

l’ambito di intervento nel quale si intende agire.

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


11
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

In altri termini, per avere una visione chiara bisogna conoscere

con esattezza la propria identità.

DESTINATARI
cittadini - giovani
volontari
responsabili di associazioni
formatori
altro

Analisi dei bisogni (supportati da dati certi e verificabili).

Analizzare il bisogno significa, in parole semplici, individuare le

cause dei problemi da affrontare e risolvere in un determinato

contesto socio-ambientale.

A tal fine è bene raccogliere informazioni qualitative, quantitative e

dati empirici utili a dare oggettività al progetto, attraverso la

conoscenza, ad esempio, dello scenario locale in cui si intende

agire e degli elementi di difficoltà che potrebbero pregiudicare la

buona riuscita del progetto.

La lettura di tali dati conferma la percezione di un disagio da

affrontare e permette di orientare gli interventi e le azioni.

L’individuazione dei bisogni è importante che sia suffragata da

indicatori sociali, economici o altro, da studi o elaborazioni di dati

realizzati da enti pubblici o privati per dimostrare l’attendibilità

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


12
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

degli elementi di valutazione così forniti nonché l’autorevolezza e

competenza dei soggetti, pubblici o privati, da cui si deducono le

informazioni.

Risultati attesi.

Per meglio comprendere cosa si intende per risultati attesi occorre

distinguere tra finalità, obiettivi generali ed obiettivi specifici.

Le finalità sono gli scopi di lungo periodo, che permettono di

comprendere in generale i destinatari e la metodologia operativa.

Ad una singola finalità sono collegati uno o più obiettivi generali o

specifici.

Ad esempio la finalità di un progetto potrebbe essere l’inserimento

lavorativo di ragazzi disabili attraverso un obiettivo generale

rappresentato dall’inserimento di 10 ragazzi, con obiettivi specifici

quali l’individuazione dei candidati, la loro formazione

professionale, la valorizzazione delle singole competenze

attraverso percorsi personalizzati.

Per finalità da indicare nei formulari, si intende la descrizione dello

scopo del progetto rispetto ai bisogni individuati fornendo una

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


13
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

breve descrizione dei cambiamenti e dei risultati attesi, nel breve

e medio periodo.

Ancora meglio se il progetto assume valenza innovativa (aspetto,

anche questo, da descrivere nell’apposita casella del formulario)

facendo tesoro di quanto già esiste o è già stato fatto.

I risultati attesi quindi scaturiscono dall’indicazione delle ipotesi

più probabili in termini di effetti prevedibili, a breve e/o medio

termine, in seguito al completamento del progetto.

Le variabili che possono incidere sull’esito dell’iniziativa sono

molteplici, ma è in ogni caso rilevante descrivere le aspettative,

tentando di commisurarle con le difficoltà della realizzazione

concreta del progetto.

Questo importante passaggio consente alla associazione di

meglio comprendere quali obiettivi sono, concretamente e

legittimamente, raggiungibili.

Progettazione delle azioni.

Le azioni da compiere concretamente sono molteplici.

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


14
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Anzitutto occorre promuovere l’iniziativa per rendere partecipi tutti

i soggetti potenzialmente interessati (utenti, altri operatori, ecc.) di

quanto si sta per svolgere.

In tal senso l’utilizzo dei mass – media è di rilevante importanza

per divulgare all’esterno quanto si sta per realizzare.

AZIONI DI PROMOZIONE
seminari
convegni
conferenze stampa
comunicati stampa
volantinaggi e pubbliche affissioni
altri strumenti di comunicazione

Inoltre è necessario descrivere le caratteristiche dei destinatari e

specificare a quante persone è rivolto il progetto, anche per

permettere una valutazione di congruità delle risorse economiche

ed umane previste.

All’interno dell’azione generale possono essere previste

specifiche iniziative.

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


15
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

INIZIATIVE SPECIFICHE
lezioni in aula
stage
esercitazioni
simulazioni
lavori di gruppo
Altro
Le azioni devono svolgersi in un determinato arco temporale.

L’associazione quindi pianifica le fasi e i tempi di realizzazione del

progetto nelle varie fasi di sviluppo.

TEMPISTICA DELLE AZIONI


FASI PERIODO DI SVOLGIMENTO
promozione
attività formativa
diffusione dei risultati
rendicontazione
altro
Ulteriori elementi qualificanti il progetto sono la descrizione

analitica degli incontri previsti, dei relativi argomenti trattati e delle

caratteristiche e competenze dei docenti coinvolti:

PROGRAMMA DEGLI INCONTRI


INCONTRI PREVISTI COMPETENZE SPECIFICHE
promozione esperto in comunicazione
valutazione dei partecipanti psicologo
presenza sul campo sociologo
verifica delle attività psicologo
altro altro

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


16
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Programmazione finanziaria.

Realizzare un progetto comporta delle spese e necessita di

risorse.

Risorse strumentali ed umane alle quali bisogna attribuire una

voce di costo per determinare la scheda economica complessiva

di previsione degli oneri da sostenere.

Predisporre l’analisi delle risorse necessarie favorisce la

comprensione di quanto è nella disponibilità dell’associazione e di

quello che occorre reperire all’esterno per la buona riuscita del

progetto.

La redazione del budget è quindi lo strumento previsionale con il

quale, determinato il piano operativo, si definisce l’esatto

ammontare delle risorse da destinare a ciascuna attività nella

realizzazione degli obiettivi programmati in un determinato ambito

temporale.

Comparando la scheda di previsione con quella di rendiconto,

infine, si dispone del parametro di confronto con il quale valutare i

risultati effettivamente conseguiti.

Tale stima avviene attraverso la conoscenza dei costi unitari e

delle quantità necessarie. Alcuni costi sono variabili, e quindi

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


17
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

crescono in modo proporzionale al volume delle attività (ad

esempio il costo orario delle figure professionali necessarie); altri

sono fissi, ovvero non subiscono variazioni di rilievo (ad esempio

il fitto per la locazione di un immobile).

Il budget deve essere sottoposto ad un’attività di controllo

periodico per verificare se il piano predisposto è rispettato e se

occorre introdurre delle modifiche.

A tal fine si può costruire anche un semplice foglio di calcolo.

BUDGET DI SPESA
COSTI EURO
azioni di promozione
progettazione
coordinamento e direzione
esperti
tutor
segreteria
valutazione monitoraggio
affitto e utilizzo locali
utenze
materiale per i partecipanti
spese per la didattica
assicurazione
rimborsi spese
TOTALE

Si riporta di seguito un esempio di distribuzione percentuale delle

spese:

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


18
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Descrizione Note %
Progettazione Max 10% del totale
Segreteria, coordinamento, Max 30% del totale
direzione
Valutazione e monitoraggio Max 10% del totale
Rimborsi spese I rimborsi dei viaggi in auto, dietro
presentazione delle ricevute
comprensive del tragitto
chilometrico e la motivazione,
raggiungono in genere un massimo
di € 0,25 al Km. Sono ammissibili
i rimborsi spese (debitamente
documentati) ai partecipanti, ai
docenti e al tutor.
Pranzi, buffet rappresentanza Max 5% del totale
Materiale didattico Specificare
Docenza 1^ fascia: max € 80 lordi orari, 2^
fascia: max € 60 lordi orari, 3^
fascia: max € 50 lordi orari.
Giornata intera (6-8 ore): 1^
fascia: max € 400 lordi; 2^ fascia:
max € 350 lordi; 3^ fascia: max €
250 lordi.
Affitto locali Specificare se i locali utilizzati per
il progetto sono in affitto, di
proprietà o in comodato gratuito.
Tutoraggio Max € 25 lordi orari
Promozione (Azioni di Comprende spese di tipografia,
comunicazione, diffusione e postali, ecc.
pubblicità)
Tasse/Assicurazione Specificare

TOTALE

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


19
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Valutazione dei risultati e diffusione.

La valutazione del progetto può avvenire attraverso molteplici

modalità. Tra le più note, la verifica da parte di un esperto dei dati

acquisiti attraverso test anonimi sottoposti ai destinatari del

progetto all’inizio ed alla fine dello stesso.

Da un’esatta valutazione si formula un giudizio comparando le

differenze tra quanto previsto nel progetto e quanto realizzato.

La fase di valutazione è generalmente realizzata dall’intero

gruppo di lavoro per analizzare scientemente i molteplici profili

etici, valoriali e finanziari del progetto. I risultati conseguiti devono

poi essere comunicati all’esterno, per essere motivo di

valutazione critica e riflessione attraverso:

 Articoli su stampa specializzata

 Articoli su quotidiani

 Pubblicazioni

 Videoconferenza

 Cd-rom

 Video

 Conferenza stampa

 Convegno

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


20
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Scheda economica di rendiconto.

I progetti prevedono la rendicontazione economica, soprattutto se

finanziati o co-finanziati da enti pubblici.

Nella scheda economica di rendiconto si presentano i documenti

a valenza fiscale delle spese sostenute accompagnati da una

relazione sulla gestione del progetto.

Dalla relazione emergerà con massima trasparenza il risultato, i

costi sostenuti e i benefici arrecati ai destinatari.

Più chiara e leggibile è la rendicontazione, maggiore sarà la

fiducia acquisita nei confronti dei finanziatori esterni (Comuni,

Province, Regioni, altri stakeholders).

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


21
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

PARTE SECONDA

LA PARTECIPAZIONE AI BANDI.

Realizzare un progetto in osservanza di quanto contenuto in un

bando (il cui formulario può essere già predefinito dall’ente

proponente) risponde sempre ad un processo di riflessione e

condivisione finalizzato a concretizzare un’idea, dalla

realizzazione fino alla valutazione.

Non viene più lasciato spazio all’immaginazione, perché

l’ottenimento del finanziamento è subordinato all’utilizzo della

modulistica predefinita in cui rispettare, nella redazione, criteri

omogenei per la presentazione.

Tale condizione ha facilitato il legame tra i contenuti e gli aspetti

economici ma, nel contempo, ha reso pigre le associazioni.

Compilare un bando solo perché pubblicato, infatti, può indurre le

associazioni a partecipare ad iniziative ben lontane dalla loro

missione e visione. La partecipazione al bando diventa quindi

un’azione passiva, in cui l’associazione di volontariato trascura la

complessità degli elementi del processo progettuale, il tutto a

discapito della corretta ricaduta per il territorio.

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


22
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

La considerevole mole di fogli da redigere e di documenti da

allegare non devono tuttavia rappresentare un deterrente.

L’attenzione va rivolta alla comprensione del linguaggio legislativo

e tecnico di settore contenuto nel bando, redatto secondo uno

schema logico che attribuisce un ordine di esposizione degli

argomenti e dei temi da trattare, al fine di acquisire tutte le

informazioni necessarie per una corretta e obiettiva valutazione

delle capacità e attitudini delle associazioni partecipanti.

Un elemento da considerare attentamente è la tempistica di

redazione, rammentando che esistono progetti soggetti a

scadenza e “bandi aperti”, ai quali si può partecipare

periodicamente.

Inoltre occorre verificare se l’associazione ha i requisiti giuridici

per parteciparvi ed il ruolo che la stessa può assumere all’interno

del progetto (capofila, proponente, tutor, attuatore).

In alcuni casi, ad esempio, l’associazione comprende di non poter

assumere il ruolo di proponente, perché dotata di una struttura

organizzativa limitata, ma assolve ugualmente un ruolo importante

per la riuscita dell’iniziativa in veste di partner.

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


23
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Altra variabile di cui tener conto è l’entità complessiva delle

risorse disponibili. Se, ad esempio, per un determinato bando le

risorse economiche alle quali accedere sono esigue, è facile

dedurre che le associazioni ammesse a finanziamento saranno

poche.

Inoltre in molti progetti l’ente finanzia il progetto a condizione che

il soggetto che lo realizza concorra alle spese, attraverso risorse

economiche ed umane proprie.

Rappresenta, di fatto, una prova di quanto l’associazione di

volontariato crede nella validità dell’iniziativa.

L’associazione, nello stilare il formulario per concorrere al bando,

deve sostituirsi a chi valuterà l’iniziativa. Non deve dare nulla per

scontato rammentando che la commissione preposta alla

valutazione del progetto, per meglio comprenderne la validità,

avrà bisogno di dati verificabili, atti a suffragare il perché della

necessità di realizzare proprio quell’idea anziché un'altra.

Concludendo, sebbene la valutazione di un’iniziativa sia frutto

d’interpretazioni soggettive, nella lettura dei bandi occorre tenere

debito conto dei criteri di valutazione (innovatività, costruzione di

reti, ecc.) in base ai quali i punteggi sono attribuiti.

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


24
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

PARTE TERZA:

Il FORMULARIO

Progetto “___________________________”

Associazione proponente il progetto:

denominazione

Presentazione dell’Associazione proponente e descrizione

delle principali attività svolte negli ultimi tre anni (massimo 50

righe ):

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


25
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Denominazione del progetto: __________________________

Area prevalente di intervento del progetto:

 Ambiente
 Cultura
 Protezione civile
 Sanità
 Sociale
 Sport
 Volontariato internazionale
X Altro

Settore prevalente di intervento:


 Aggiornamento
 Formazione
 Orientamento
 Sensibilizzazione – Informazione
Altro (specificare) .

Breve descrizione del progetto (massimo 20 righe):

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


26
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Ambito territoriale di realizzazione del progetto:

 Zonale
 Comunale
 Intercomunale
 Provinciale

Destinatari del progetto:

 Cittadini – Giovani
 Volontari
 Responsabili di Associazioni
 Formatori
Altro (specificare)

Referente del progetto:

Analisi dei bisogni

Individuazione dei bisogni e dei fenomeni che li hanno evidenziati

(es.: indicatori sociali, economici o altro, studi o elaborazioni di

dati realizzati da enti pubblici o privati – dimostrare l’attendibilità

degli elementi di valutazione così forniti nonché l’autorevolezza e

competenza dei soggetti, pubblici o privati, da cui si deducono le

informazioni).

Fornire perlomeno una descrizione chiara e sintetica sui seguenti

aspetti:

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


27
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

- situazione sulla quale interviene il progetto, con particolare

riferimento al panorama socio-culturale ed economico nel

quale si va ad operare.

- chi e come ha rilevato la necessità di avviare il programma,

(strumenti e metodi per l’individuazione del bisogno

formativo).

- quali le necessità ed i bisogni che si intendono affrontare

(max 40 righe )

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


28
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Finalità

Descrivere lo scopo del progetto rispetto ai bisogni individuati

fornendo una breve descrizione dei cambiamenti e dei risultati

attesi, nel breve e medio periodo.

(max 20 righe )

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


29
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Valenza innovativa.

Specificare la valenza innovativa del progetto anche in base a ciò

che già esiste o che è già stato fatto:

(max 10 righe )

Durata del progetto:

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


30
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Risultati attesi.

Indicare quali possano essere le ipotesi più probabili in termini di

effetti prevedibili, a breve e/o medio termine, in seguito al

completamento del progetto.

(es.: descrivere le aspettative di massima, e tentare di

commisurarle con le difficoltà della realizzazione concreta del

progetto per ipotizzare quali obiettivi siano, concretamente e

legittimamente, effettivamente raggiungibili)

(max 20 righe )

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


31
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Progettazione delle azioni.

Indicare le modalità attraverso le quali si intende, preliminarmente

all’inizio delle attività previste nel progetto, promuovere l’iniziativa:

AZIONI DI PROMOZIONE
seminari
convegni
conferenze stampa
comunicati stampa
volantinaggi e pubbliche affissioni
altri strumenti di comunicazione

Descrivere le caratteristiche dei destinatari e specificare a quante

persone è rivolto il progetto:

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


32
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Descrivere dettagliatamente tutte le azioni in cui si articola il

progetto:

All’interno dell’iniziativa sono previsti:

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


33
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Analisi delle risorse (per risorse si intendono sia quelle umane

che quelle materiali: economiche, sociali, culturali, ecc.):

risorse necessarie per la realizzazione del progetto:

risorse nella disponibilità dell’Associazione:

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


34
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Fasi e Tempi di realizzazione

Fasi e tempi di realizzazione (prospetto dei tempi di realizzazione

del progetto e della varie fasi di sviluppo):

Fasi del progetto Periodo di svolgimento previsto

(esempio: promozione, attività


formativa, diffusione dei
risultati, rendicontazione,
ecc.)

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


35
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

riportare la descrizione di massima degli incontri previsti (e relativi

contenuti), nonché le caratteristiche-competenze richieste ai

docenti coinvolti:

Incontri previsti Competenze dei docenti/formatori

(specificare per ogni incontro (esempio: esperto in comunicazione,

l’argomento o i contenuti psicologo, sociologo, educatore, ecc.)

trattati)

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


36
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Azioni di comunicazione e diffusione per rendere visibile il

progetto e i suoi risultati:

 Articoli su stampa specializzata

 Articoli su quotidiani

 Pubblicazioni

 Videoconferenza

 Cd-rom

 Video

 Conferenza stampa

 Convegno

X Altro (specificare)

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


37
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Costi

Costo complessivo:

Costo analitico:

Costo unitario Costo in %


 Azioni di promozione
 Progettazione
 Coordinamento e direzione
 Esperti
 Tutor
 Segreteria
 Valutazione e monitoraggio
 Affitto e utilizzo locali
 Materiale per i partecipanti
 Spese generali per la
didattica
 Rimborso spese
 Buffet e viaggi
 Altri costi
Totale

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


38
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Descrizione Note Costo Prev. %


Progettazione Max 10% del totale

Segreteria Max 30% del totale


Valutazione Max 10% del totale
Rimborsi spese I rimborsi dei viaggi in auto, dietro
presentazione delle ricevute
comprensive del tragitto
chilometrico e la motivazione,
possono raggiungere un massimo
di € 0,25 al Km. Sono ammissibili i
rimborsi spese (debitamente
documentati) ai partecipanti, ai
docenti e al tutor.
Pranzi e Max 5% del totale
rappresentanza
Materiale Specificare
didattico
Docenza 1^ fascia: max € 80 lordi orari, 2^
fascia: max € 60 lordi orari, 3^
fascia: max € 50 lordi orari.
Giornata intera (6-8 ore): 1^
fascia: max € 400 lordi; 2^ fascia:
max € 350 lordi; 3^ fascia: max €
250 lordi.
Affitto locali Specificare se i locali utilizzati per
il progetto sono in affitto, di
proprietà o in comodato gratuito.
Tutoraggio Max € 25 lordi orari
Promozione Comprende spese di tipografia,
postali, ecc.
Tasse/Assicurazi Specificare
one
Altro Specificare

TOTALE

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


39
Come realizzare un progetto……l’idea diventa realtà

Eventuale co-finanziamento all’Associazione proponente:

Contributo dell’associazione proponente:

Metodi di verifica

Indicare quali modalità saranno adottate per accertare il livello di

conseguimento delle finalità del progetto:

Timbro dell’Associazione proponente:

Firma del Presidente dell’Associazione:

Firma del referente del progetto:

Promozione Informazione Documentazione Consulenza


40