Sei sulla pagina 1di 2

C APITOLO Sincope e Contrattempo

La sincope ed il contrattempo sono fenomeni legati al ritmo atti a creare varietà nello
svolgimento di un brano di musica. La sincope è causata dalla produzione dei suoni in
corrispondenza degli accenti deboli della misura che si protraggono su quello successivo, forte
o mezzo forte. L’effetto che ne deriva, a seconda del tipo di sincope e se si ripete
frequentemente durante un periodo di tempo ravvicinato, ecc., è quello di una sospensione
temporanea del metro naturale imposto all’inizio del brano musicale, creando, se utilizzata con
arte, un maggiore dinamismo rispetto all’adeguamento del discorso musicale agli accenti
prestabiliti delle misure.

SINCOPE
La sincope, quando si trova fra due valori i quali, sommati, rappresentano la stessa durata della
nota sincopata, si definisce regolare:

Viceversa, quando ha luogo tra note di valore diverso, si definisce irregolare:

Inoltre, alcune fonti distinguono una sincope semplice, quando produce un solo mutamento
nell’accentuazione regolare della misura:

N.B.: anche il primo esempio nella pagina costituisce una sincope semplice.
oppure composta, quando sono diversi gli accenti interessati all’effetto sincopato:

La ripetizione delle sincopi o dei contrattempi come modello d’impostazione ritmica di un


brano musicale è caratteristico delle varie espressioni della musica Jazz e Pop, i cui generi
musicali basano i loro schemi ritmici proprio sugli effetti dinamici derivanti da questi espedienti
ritmici:

N.B.: Tutte le note dell’esempio precedente subiscono l’effetto della sincope!

La sincope si può inoltre ottenere di conseguenza all’effetto ritmico prodotto dai gruppi
irregolari:

Si noti lo sfasamento degli accenti corrispondenti alla seconda e terza unità di tempo
(rappresentati dai numeri al di sotto delle note).

CONTRATTEMPO
Il contrattempo provoca un effetto simile a quello della sincope con la differenza che, al posto
delle note, le pause occupano gli accenti dove cadono i tempi forti o mezzo-forti delle misure,
lasciando alle note lo spazio corrispondente ai tempi con accentuazione debole:

Tra queste due particolarità ritmiche, gli strumenti a percussione, idiofoni e membranofoni (cfr.
Appendice Organologia), non essendo in grado di produrre suoni prolungati, possono eseguire
esclusivamente l’effetto di contrattempo, il quale, peraltro, risulta notevolmente rafforzato ed
evidente.