Sei sulla pagina 1di 1

Numerica e cadenze

Per le analisi e gli esempi si è usata la numerica moderna, che indica col numero romano il grado reale
sul quale poggia la fondamentale di ogni singolo accordo, mentre lascia ai numeri arabi il compito di
determinare lo stato dell'accordo stesso.

Per esempio: la triade di Do maggiore (nel tono di Do maggiore) è sempre I grado, indipendentemente
dallo stato dell'accordo. Avremo così:

stato fondamentale primo rivolto secondo rivolto

& ww ww ww
w w w
?w w w
6
I I6 I4

Mentre la settima di Dominante (ancora in Do maggiore) è sempre fondata sul V grado (perciò si
chiama di Dominante) anche se si presenta in diversi stati (fondamentale e di rivolti):

stato fondamentale primo rivolto secondo rivolto terzo rivolto

& ww ww w ww
w
?w w
w
ww ww
w
6 4
V7 V5 V3 V2

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cadenze semplici (di due accordi):

Cadenza autentica: V-I.


Cadenza autentica perfetta: V-I (se i due accordi che formano la cadenza sono allo stato fondamentale
e l'accordo di Tonica chiude in posizione melodica di ottava e sta sul tempo forte della battuta).
Cadenza sospesa: I-V.
Cadenza frigia (solo modo minore): IV6-V.
Cadenza plagale: IV-I.
Cadenza semiplagale: I-IV
Cadenza d'inganno: V-VI

Cadenze composte (più di due accordi) - classificazione di N. Rimsky-Korsakow.

Primo aspetto della Cadenza composta: IV-V-I.


Secondo aspetto della Cadenza composta: IV-I6-V-I.
4