Sei sulla pagina 1di 1

L L ibri del mese / segnalazioni

A. Vauchez
(a cura di),
Profeti
e profetismi.
Escatologia,
un regno di prosperità e di pace al termine
della lotta contro le forze del vecchio or-
dine del mondo.
Il presente volume è curato da André
Vauchez, storico di fama internazionale,
mento sulla figura di Yves Congar, che
conduce all’analisi dell’evento profetico
costituito dal concilio Vaticano II, ripor-
tando così l’attenzione sulla lettura pro-
fetica dei segni dei tempi alle soglie del
specialista della storia della spiritualità XXI secolo.
millenarismo Il secondo capitolo prende in esame le
cristiana e direttore dell’École française di
e utopia Roma. Si compone di otto capitoli temati- zone dell’Africa a sud del Sahara, in cui il
EDB, Bologna 2014, ci affidati a diversi studiosi attivi nella ri- profetismo è legato alle missioni cristiane
pp. 485, € 49,00. cerca teologica e religiosa in varie univer- moderne e contemporanee, concentran-
sità, principalmente d’area francese, e in- dosi sul secolo del colonialismo e poi
tende presentare il fenomeno del profeti- dell’indipendenza degli stati africani, pe-

U
smo e la relazione che esso intrattiene riodo in cui il contatto fra l’Occidente e
no dei tratti distintivi della moder- con l’escatologia, il messianismo, il mille- l’Africa è diventato sistematico ed esteso
nità è la nascita della filosofia della narismo e il messianismo-utopico, con- a tutto il territorio.
storia tra la fine XVII e l’inizio del centrando l’attenzione sui continenti nei Sono qui analizzati tre grandi ambiti
XVIII secolo. Con l’avvento della moderni- quali l’influenza del cristianesimo è, o è tematici, e al tempo stesso geografici:
tà la storia smette d’essere la semplice re- stata, preponderante, come l’Europa e l’A- quello del profetismo harrista del missio-
gistrazione degli eventi, com’era per gli merica del Nord, ma al tempo stesso dan- nario liberiano William Wade Harris in
antichi, e viene compresa filosoficamente do spazio a regioni coinvolte in un proces- Africa occidentale; quello kimbanguista
come un tutto, un processo lineare che so d’inculturazione di tipo coloniale, co- del religioso della Repubblica democrati-
tende inevitabilmente verso un fine ulti- me l’Africa nera e alcune parti dell’Ameri- ca del Congo Simon Kimbangu, fondatore
mo, che riguarda tutti gli uomini e che, ca del Sud. della più grande Chiesa indipendente afri-
soprattutto, avrà prima o poi una fine. Il volume può essere diviso idealmen- cana in Africa centrale e quello sionista in
Il filosofo tedesco Karl Löwith soste- te in due parti, composte da quattro capi- Sudafrica.
neva che la causa di un tale cambiamento toli ciascuna. La prima intende ricostruire Il terzo e il quarto capitolo – i più brevi
prospettico dipendeva interamente dalla il fenomeno del profetismo dal punto di di questa seconda sezione – sono dedicati
teologia e che le radici della moderna filo- vista storico, politico e sociale. I primi due al profetismo dell’America latina contem-
sofia della storia andavano cercate nel capitoli, infatti, partono dalla descrizione poranea e dell’America del Nord. Per la
profetismo ebraico e nella nuova conce- del profetismo biblico per passare alla sua prima vengono analizzati il profetismo
zione escatologica della storia introdotta declinazione cristiana dalla tarda antichità della restaurazione, un’utopia sociale in-
dal cristianesimo. alla fine del Medioevo, concentrandosi formata dal millenarismo che intende edi-
Il concetto moderno di storia, secon- sugli aspetti teologici e sopratutto stori- ficare la «città santa», nonché la diffusio-
do Löwith, è, infatti, una creazione del co-sociali, senza trascurare analisi accura- ne dei movimenti pentecostali. Per la se-
profetismo, poiché quest’ultimo ha pro- te intorno al pensiero di alcuni protagoni- conda, ci si concentra invece su personali-
dotto quello che la ragione greca non po- sti fondamentali della tendenza millenari- tà come William Miller, Joseph Smith e
teva produrre. Per i greci, infatti, la storia stica ed escatologica medioevale, come John Darby e la loro comprensione dell’A-
rimane volta esclusivamente al passato e Idelgarda von Bingen e Gioacchino da Fio- merica nel piano divino, divisa tra la spe-
s’identifica con il sapere; «il profeta inve- re. ranza della terra promessa e lo spettro
ce è il veggente, la sua visione ha prodot- Due capitoli sono poi dedicati, rispet- dell’Apocalisse incombente.
to il concetto di storia in quanto essere tivamente, alla lettura del fenomeno pro- Va inoltre segnalato che ogni capitolo
del futuro e il futuro è il contenuto princi- fetico tra il XV e XVIII e alle inquietudini è seguito da un’accurata bibliografia es-
pale della riflessione storica moderna».1 apocalittiche che animarono l’ultima fase senziale, mentre un’appendice dedicata
Al posto di un’età dell’oro a cui fare del XVIII secolo e l’inizio del Novecento, alle notizie biografiche fornisce una breve
ritorno, di un tempo mitologico perduto riferendosi in particolare alla rivoluzione ma dettagliata scheda dei numerosi autori
da ritrovare, si pone invece la vera esi- civile europea del 1840, sfociata poi nella e personaggi citati.
stenza storica sulla terra in un futuro esca- Prima guerra mondiale. In conclusione, il volume è una prezio-
tologico. È bene chiarire che nella moder- La seconda parte è dedicata invece ai sa risorsa in lingua italiana su di un feno-
nità il concetto profetico di storia non ri- profetismi del XX secolo, attraverso l’esa- meno complesso e in costante evoluzio-
guarda la fine del mondo in senso cosmi- me di quattro aree geografiche. Il primo ne, nel quale s’intrecciano inestricabil-
co, ma la fine delle condizioni attuali, la capitolo è dedicato all’Europa e cerca di mente antropologia, religione e teoria so-
risoluzione dei conflitti sul piano politico, mostrare come si presenti il profetismo di ciale, poiché in ogni tempo «i profeti de-
economico e anche biologico. matrice ebraico-cristiana nel mondo se- nunciano ciò che è insopportabile e an-
Nella modernità, dunque, il tempo colarizzato, nei decenni a cavallo del XX e nunciano l’esistenza di un senso nel cuore
dell’attesa, così com’è concepito dalle XXI secolo, privilegiando l’analisi di figure del mondo» (293).
Scritture, viene trasformato in un tempo salienti. Tra questi vengono segnalate l’o-  
dell’azione, in cui l’uomo è all’opera per pera e la testimonianza di poeti quali Andrea Franzoni
creare qualcosa di nuovo. A partire dal Charles Péguy e Paul Claudel, nonché il
XIX secolo, infatti, la rivendicazione uto- tentativo di rinnovare lo spirito profetico
pico-messianica di contenuto escatologi- attraverso una filosofia messianica come
co riguarderà sempre più spesso persona- quella di Walter Benjamin o Hetty Hille- 1
 K. Löwith, Significato e fine della storia.
lità politiche, partiti o movimenti colletti- sum. I presupposti teologici della filosofia della
vi ritenuti capaci di realizzare sulla terra Interessante è inoltre l’approfondi- storia, Il Saggiatore, Milano 2004, 38.

XV Il Regno - attualità 1/2015 43