Sei sulla pagina 1di 74

Cromatologia

Fenomenologia e psicologia del colore

anno accademico 2015/2016


Daniele Torcellini

Accademia Ligustica di Belle Arti


Genova
- James Turrell (1943)
http://www.dailymail.co.uk/video/news/video-1170337/An-
introduction-insight-artist-James-Turrell.html
http://jamesturrell.com
James Turrell (Los Angeles, 1943) pioniere dellarte Ambientale uno
dei principali esponenti del movimento Light and Space. Fin dagli anni
60 si dedica allo studio dei fenomeni visivi e percettivi, diventando un
maestro indiscusso nellutilizzo della luce come mezzo creativo.

Ha una educazione quacchera che lo avvicina al principio della luce


interiore e della luce come metafora della divinit. Appassionato di
aviazione, attivit durante la quale sviluppa una perdurante passione per
il cielo e i suoi colori laureato in psicologia della percezione e dal
1966 inizia a lavorare sulla luce, lo spazio e lacustica al Mendota Hotel
di Santa Monica.

Nascono i Mendota Stoppages. Base di ogni suo successivo sviluppo


artistico.
My work is more about your seeing than it is about my seeing,
although it is a product of my seeing. Im also interested in the sense of
presence of space; that is space where you feel a presence, almost an
entity - that physical feeling and power that space can give.

My work has no object, no image and no focus. With no object, no


image and no focus, what are you looking at? You are looking at you
looking. What is important to me is to create an experience of
wordless thought.
Tra il 1968 e il 1969, insieme a Robert Irwin e allo psicologo Edward
Wortz, porta avanti una serie di esperimenti sui campi percettivi totali
(Ganzfelds) nellambito del programma Art and Technology del Los
Angeles County Museum of Art
Dal 1973 comincia a realizzare i primi Skyspsaces, stanze con grandi
aperture a filo del soffitto che inquadrano il cielo e alterano la
percezione in particolare della profondit. Il primo esempio di questi
lavori si trova a Varese presso Villa Panza.

Nello stesso periodo con il sostegno della DIA Art Foundation acquista
il Roden Crater, un vulcano spento in Arizona, per aprirvi un gigantesco
osservatorio di fenomeni celesti, tuttora in fase di completamento.
- Projection pieces
- Corner Shallow Space Constructions
- Shallow Space Constructions
- Wedgework
- Vails
- Space Division Construtions
- Magnatron Series
- Ganzfelds
- Skyspaces
- Perceptual cells
- Tunnel pieces
- Installazione al Guggenheim
https://www.youtube.com/watch?v=4L36y_k_7gU

https://www.youtube.com/watch?v=-FVhUFtoA78
- Roden Crater
http://rodencrater.com