Sei sulla pagina 1di 3

Premessa

Il plinto di fondazione, poggiante su un terreno avente t amm=4 kg/cmq, sar realizzato in


c.a. con calcestruzzo di classe Rck=250 e acciaio Feb38k ed avr forma parallelepipeda a
base quadrata. Al fine di realizzare un buon piano di posa per la fondazione verr
realizzato un sottoplinto dello spessore di 10 cm con getto di calcestruzzo dosato a
150 kg/mc di cemento. Il pilastro sovrastante, a sezione quadrata di lato b=40 cm,
trasferisce al plinto le seguenti sollecitazioni:
N=70 t
T=2 t
M=6 tm.
Il calcolo delle sezioni in c.a. sar effettuato con il metodo delle tensioni ammissibili.

Dimensionamento di massima
Al fine di fissare le dimensioni in pianta, si terr conto del
peso proprio del plinto apportando un incremento del 5%
allo sforzo normale agente in testa alla fondazione. Si
ricava cos:
1, 05* N 1, 05*70.000
=
= 18.375 cmq
A=
t amm
4
che porterebbe a una base quadrata di lato B=136 cm;
tuttavia, per tener conto della eccentricit della risultante
R dei carichi sul terreno, determinata dalla presenza di
M e T in testa, si fissa un lato B=165 cm (una stima
approssimativa per determinare lincremento pu
effettuarsi calcolando leccentricit causata da M e moltiplicando tale valore per 3;
e=M/N=6.000/70.000=8,6 cm; 8,6*3=25,8 cm).
Laltezza del plinto viene quindi determinata, nel rispetto dellipotesi di trasmissione a 45
degli sforzi di compressione:
B b 165 40
H=
=
= 62,5 cm 65cm .
2
2
Il peso proprio del plinto sar, quindi:
P = c B 2 H = 2.500*1, 652 *0, 65 = 4.424 kg

Verifiche di stabilit
Verifica allo schiacciamento
Per determinare leccentricit della risultante
R dei carichi sul terreno rispetto al baricentro
della superficie di contatto terra-plinto, si
applica il teorema di Varignon:
M + T * H 6.000 + 2.000*0, 65
e=
=
= 0, 098 m .
N+P
70.000 + 4.424
Visto che il centro di pressione risulta interno
al nocciolo centrale di inerzia (B/6=27,5 cm), il
valore di t max sul terreno sar quindi:

----------------------------Ing. Gianfranco Minniti Esercitazioni di Costruzioni Plinto armato

N + P ( N + P) * e
70.000 + 4.424 (70.000 + 4.424) *9,8

= 3, 71 kg / cmq
165*1652
A
W
1652
6
che inferiore al valore di tensione ammissibile sul terreno t amm=4 kg/cmq.
Verifica al punzonamento
Il plinto dovr inoltre essere verificato al punzonamento
lungo la superfice ideale di compenetrazione con il
pilastro. Ritenendo che lungo tale superfice possa agire

una tensione che si oppone al punzonamento pari al


valore di c1=16,86 kg/cmq, si ha:
N + P 70.000 + 4.424
=
=
= 7,15 kg / cmq
4bH
4 * 40 * 65
che inferiore al valore di tensione ammissibile.

t max =

Determinazione dellarmatura metallica


Ritenendo che la piastra di base costituente il plinto sia
caricata dalle pressioni indotte sul terreno e
schematizzando, per semplicit e a vantaggio della
sicurezza,
un
comportamento
a
mensola
monodimensionale, incastrata al pilastro, lunga a=0,65m,
soggetta
al
carico
distribuito
uniforme
q=t max*B*100=3,71*165*100=61.215 kg/m, il valore di
momento allincastro sar:
q * a 2 61.215*0, 652
M=
=
= 12.931, 67 kgm .
2
2
Fissando quindi un copriferro di 4 cm si ottiene:
61
h
r=
=
= 0, 689
1.293.167
M
165
B
e dalle tabelle del c.a. per famm=2200 kg/cmq e n=15 si trover c=27,87 kg/cmq e
t=0,0006968, per cui:
M
1.293.167
Af = tB
= 0, 0006968*165*
= 10,18 cmq .
B
165
Dal calcolo dellarmatura minima risulta tuttavia:
Af min = 0,15% BH = 0, 0015*165*65 = 16, 08 cmq .
Si disporranno quindi 816 pari a 16,08 cmq nelle due direzioni principali; di questi 416
verranno posti in corrispondenza del pilastro e i restanti 416 saranno suddivisi nelle zone
laterali.
Verifica a taglio
Nella sezione di incastro della mensola si ha T=q*a=61215*0,65=39.789,75 kg. Di
conseguenza:
T
39789, 75
max =
=
= 4,39 kg / cmq
0,9 Bh 0,9*165*61
che inferiore al valore c0=5,33 kg/cmq; non quindi necessario disporre armatura per il
taglio.

----------------------------Ing. Gianfranco Minniti Esercitazioni di Costruzioni Plinto armato