Sei sulla pagina 1di 32

ESERCITAZIONE DI PROGETTO DI STRUTTURE - Anno Accademico 2013/2014

Redattore: Dott. Ing. Simone Caff


OGGETTO:
- Punto 1: Analisi dei carichi di una copertura in calcestruzzo armato adibita a parcheggio
sopraelevato.
- Punto 2: Definizione dello schema statico di un portale principale, costruzione della matrice
di rigidezza con il metodo degli spostamenti, determinazione degli spostamenti incogniti e
delle caratteristiche delle sollecitazione.
- Punto 3: Progetto e verifica delle sezioni armate della trave e delle colonne costituenti il telaio
principale.
- Punto 4: Esempio di calcolo del punzonamento di una piastra in calcestruzzo armato.
- Punto 5: Esempio di calcolo di una trave parete con il metodo STRUT&TIE.
- Punto 6: Analisi modale con risposta spettrale del portale pricipale di cui ai punti precedenti
con riferiemento alla zona dell'Aquila (Abruzzi).
- Punto 7: Criterio di Gerarchia delle Resistenze applicato alla trave ed alle colonne.
PUNTO 1 - DESCRIZIONE DELLA STRUTTURA E ANALISI DEI CARICHI:
Copertura in calcestruzzo armato classe C28/35, adibita a parcheggio. Di seguito si riportano
le caratteristiche dei matariali, l'analisi dei carichi e la geometria delle sezioni trasversali:
Calcestruzzo Classe C28/35
Rck := 35 MPa
fck := 28 MPa
cc := 0.85

(coefficiente che tiene in conto gli effetti dei carichi di lungo termine)

c := 1.50

(coefficiente di sicurezza del calcestruzzo armato)

Resistenza a compressione di calcolo:


cc fck
fcd :=
= 15.87 MPa
c
Determinazione del modulo di elasticit normale:

( fck + 8 MPa)
MPa = 32308.25 MPa
Ecm := 22000
10 MPa
0.3

Deformazione al raggiungimento della massima tensione di compressione fcd:

c2 := 0.0020
Deformazione ultima del calcestruzzo:

cu2 := 0.0035
Acciaio per armatura B450C:
fyk := 450 MPa

s := 1.15

(coefficiente di sicurezza dell'armatura)

Resistenza a trazione di calcolo:


fyk
fyd :=
= 391.3 MPa
s
Modulo di elasticit dell'acciaio per armatura:
Es := 200000 MPa
Deformazione al raggiungimento della tensione di snervamento:
fyd
yd :=
= 0.001957
Es
Deformazione ultima dell'acciaio:

ud := 0.0675
__________________________________________________________________________________________
Analisi dei carichi:
Si consideri di realizzare una copertura in calcestruzzo armato adibita a parcheggio,
caratterizzata da una serie di portali trasversali aventi dimensioni "in asse" pari a Lt=12 m e
Hc=5m aventi interasse pari a 4m. L'impalcato di copertura realizzato con soletta monolitica
in calcestruzzo armato avente spessore pari a tslab = 25 cm, con finitura in calcestruzzo
elicotterato alleggerito con spessore pari a tfloor = 10 cm e peso specifico pari a 18 kN/mc.
Longitudinalmente la struttura "stabilizzata" per mezzo di indonee pareti di taglio realizzate
sulle due testate della struttura. Tale assunzione consente di analizzare "preliminarmente" il
talaio trasversale senza tenere in debita considerazione gli effetti longitudinali.
Dimensioni del telaio da analizzare:
Lt := 12 m

(distanza trasversale tra le colonne)

Hc := 5.m

(altezza delle colonne)

i := 4.m

(interasse longitudinale tra i telai)

tslab := 0.25 m

(spessore della soletta monolitica)

tfloor := 0.1 m

(spessore della finitura in calcestruzzo alleggerito)

cls := 25

kN
m

(peso specifico del calcestruzzo armato)

cls_all := 18

kN
m

(peso specifico del calcestruzzo alleggerito)

Azioni di progetto permanenti:


kN
G1.slab := tslab cls = 6.25
2
m
kN
G2.floor := tfloor cls_all = 1.8
2
m

(carico dovuto alla soletta in calcestruzzo)

(carico dovuto alla finitura in calcestruzzo alleggerito)

Azioni di progetto variabili:


kN
Q1 := 2.50
2
m

(carico dovuto alle autovetture - cat. F - NTC2008 )

Predimensionamento del traverso e delle colonne:


Al fine del predimensionamento lecito assumere il traverso come doppiamente incastrato o
come semplicemente appoggiato ed il pilastro soggetto alla compressione dovuta ai carichi
gravitazionali. Nella realt "tanto maggiore la rigidezza del traverso" tanto esso si comporter
maggiormente come una trave in semplice appoggio, riducendo sensibilmente le flessioni
trasmesse da esso sulla testa ai pilastri.
Si assumono le seguenti dimensioni trasversali di tentativo:
- Traverso: 40 x 80 cm
- Colonna: 40 x 40 cm
Coefficienti di sicurezza allo Stato Limite Ultimo:
G := 1.30
(coefficiente di sicurezza per carichi permanenti )
Q := 1.50
(coefficiente di sicurezza per carichi variabili )
Dimensioni di tentativo del traverso:
ht := 80 cm
bt := 40 cm
Dimensioni di tentativo delle colonne:
hc := 40 cm
bc := 40 cm
Dimensionamento del trasverso:

kN
q := G ht bt cls + G G1.slab + G2.floor i + Q Q1 i = 67.26
m
MEd.t_1 :=
VEd.t :=

q Lt

q Lt
2

12

= 807.12 kN m

oppure

MEd.t_2 :=

q Lt
8

= 1210.68 kN m

= 403.56 kN

La verifica di idoneit della dimensione del traverso si attua mettendo a confronto l'azione di
taglio con la resistenza ultima a taglio offerta dalla sezione (4.1.25 - NTC2008).

:= 0.5
VRd.max := 0.5 bt ht fcd = 1269.33 kN
La sezione risulta idonea.
Dimensionamento delle colonne:
La verifica di idoneit della sezione trasversale dei pilastri si conduce valutando che la
resistenza offerta dal solo calcestruzzo e presa all'80% del suo valore massimo, sia maggiore
della sollecitazione di progetto.
NEd.c := VEd.t = 403.56 kN
NRd.c := 0.8hc bc fcd = 2030.93 kN

Verifica soddisfatta.

PUNTO 2 - SOLUZIONE DEL TELAIO CON IL ME TODO DEGLI SPOSTAMENTI:


Assunto che le sezioni trasversali predimensionate risultino idonee, si risolve lo schema
statico a telaio con il metodo degli spostamenti al fine di determinarne le "corrette"
caratteristiche delle sollecitazioni.
Il calcolo viene condotto inizialmente per i soli carichi gravitazionali a SLU, assumendo che il
peso dei pilastri gravi per met sulla sommit di essi (nodi 2 e 3) e per met alla loro base
(nodi 1 e 4).

Hc

P := G bc hc
q = 67.26

cls = 13 kN

kN
m

Di seguito si riportano le componenti della matrice di rigidezza ricavata con il metodo degli
spostamenti, previa determinazione delle caratteristiche meccaniche delle sezioni trasversali
del traverso e delle colonne:
Travers o:

Colonne:

At := bt ht = 0.32 m
It :=

bt ht

Ac := bc hc = 0.16 m

12

= 0.0171 m

Ic :=

bc hc
12

= 0.0021 m

Componenti della matrice di rigidezza "adimensionalizzate":


Ic 1
It

K11 := 4 Ecm +
= 238937.46
Lt Hc kN m

2 Ecm It 1

= 91899.02
Lt kN m

K12 :=

6 Ecm Ic 1
= 16541.82
H 2 kN
c

K13 :=
K14 := 0
K15 :=

6 Ecm It 1

= 22974.76
L 2 kN
t

K16 := K15 = 22974.76


K21 := K12 = 91899.02
K22 := K11 = 238937.46
K23 := 0
K24 := K13 = 16541.82

K25 := K15 = 22974.76


K26 := K16 = 22974.76
K31 := K13 = 16541.82
K32 := 0

12 Ecm Ic

K33 :=

K34 :=

Hc

Ecm At m
= 868170.06
Lt kN

Ecm At m

= 861553.33
Lt
kN

K35 := 0
K36 := 0
K41 := 0
K42 := K24 = 16541.82
K43 := K34 = 861553.33
K44 := K33 = 868170.06
K45 := 0
K46 := 0
K51 := K15 = 22974.76
K52 := K25 = 22974.76
K53 := 0
K54 := 0
K55 :=

12 Ecm It Ecm Ac m

= 1037693.12
+
Hc kN
L3
t

K56 :=

12 Ecm It m

= 3829.13
3
kN
Lt

K61 := K16 = 22974.76


K62 := K26 = 22974.76
K63 := 0
K64 := 0

K65 := K56 = 3829.13


K66 := K55 = 1037693.12
La matrice di rigidezza risulta pertanto:

K11

K21

K31
Kij :=
K41

K51
K
61

K12 K13 K14 K15 K16

K22 K23 K24 K25 K26

K32 K33 K34 K35 K36

K42 K43 K44 K45 K46

K52 K53 K54 K55 K56

K62 K63 K64 K65 K66

238937.46

91899.02
16541.82
Kij =
0
22974.76

22974.76

91899.02
238937.46
0
16541.82
22974.76
22974.76

0
16541.82 22974.76 22974.76

868170.06 861553.33
0
0

861553.33 868170.06
0
0

0
0
1037693.12 3829.13

0
0
3829.13 1037693.12
16541.82

22974.76

22974.76

Si noti che la matrice di rigidezza dipende unicamente dalle caratteristiche meccaniche di


sezioni e materiali, dalle condizioni di vincolo (in questo caso incastri alla base) e dalla
geometria del telaio. La matrice indipendente dai carichi esterni applicati.
Affinch il sistema sia staticamente determinato, la matrice K ij deve potersi "invertire". Tale
condizione verificata se e solo se il suo determinante risulta diverso da zero:
det_Kij := Kij = 5.2 10

32

La matrice inversa risulta:

5.1 10 6

6
1.7 10

6
1 4.4 10
Kinv := Kij
=

6
4.3 10

8
7.7 10

8
7.7 10

1.7 10
5.1 10
4.3 10
4.4 10

6
6

7.7 10
7.7 10

4.4 10
4.3 10

8.7 10
8.6 10
1.9 10

5
5

1.9 10

4.3 10
4.4 10

8.6 10
8.7 10
1.9 10

5
5

1.9 10

7.7 10
7.7 10

1.9 10
1.9 10
9.7 10
1.7 10

7
7

10

8
7.7 10
7
1.9 10

7
1.9 10

10
1.7 10

7
9.7 10

7.7 10

Per determinare gli spostamenti incogniti dei nodi 2 e 3 (una rotazione e due traslazioni),
invece necessario definire il vettore dei carichi esterni, che moltiplicato per la matrice inversa di
rigidezza, restituisce la soluzione del sistema costituito da sei equazioni linearmente
indipendenti in sei incognite:

Il vettore adimensionalizzato dei carichi risulta:


2

q Lt 1

12 kN m

2
q Lt 1

12 kN m

0
Pi :=

P q Lt 1
kN + 2 kN

P q Lt 1
kN + 2 kN

807.12

807.12
0
=

0
416.56

416.56

La soluzione del sistema data dal prodotto tra il vettore dei carichi moltiplicato per la
matrice inversa di rigidezza:

0.00549509

0.00549509
0.00005255
:= Kinv Pi =

0.00005255
0.00040292

0.00040292
Gli spostamenti incogniti del sistema risultano pertanto pari a:
NODO 2:
Rotazione:

2 := = 0.0054951 rad

Traslazione orizzontale:

ux.2 := m = 0.0000526 m
2

Traslazione verticale:

uz.2 := m = 0.00040292 m
4

NODO 3:
Rotazione:

3 := = 0.00549509 rad

Traslazione orizzontale:

ux.3 := m = 0.0000526 m
3

Traslazione verticale:

uz.3 := m = 0.00040292 m
5

Una volta determinati gli spostamenti incogniti del sistema, si procede con la determinazione
delle forze e dei momenti applicati ai nodi e di qui alla graficizzazione delle caratteristiche
delle sollecitazioni:

NODO 1:
Ecm Ic

MEd_12 := 2

Hc

HEd_12 := 6

Ecm Ic

2 6.

Ecm Ic
2

2 + 12

Ecm Ic
3

ux.2 = 90.55 kN

Hc

Hc
VEd_12 :=

ux.2 = 150.63 kN m

Hc

Ecm Ac

uz.2 = 416.56 kN

Hc

NODO 2 (lato inferiore):


MEd_21 := 4

HEd_21 := 6

Ecm Ic
Hc

2 6.

Ecm Ic
2

Ecm Ac
Hc

ux.2 = 302.13 kN m

Hc
2 12

Hc
VEd_21 :=

Ecm Ic

Ecm Ic
3

ux.2 = 90.55 kN

Hc

uz.2 = 416.56 kN

NODO 2 (lato laterale):


2

MEd_23 :=

HEd_23 :=

VEd_23 :=

q Lt
12

+ 4

Ecm At
Lt
q Lt
2

Ecm It
Lt

ux.2 +

+ 6

Ecm It
Lt

2 2

Ecm At
Lt

Ecm It
Lt

3 + 6

Ecm It
Lt

uz.2 6

Ecm It
Lt

uz.3 = 302.13 kN m

ux.3 = 90.55 kN

2 6

Ecm It
2

3 + 12

Lt

Ecm It
Lt

uz.2 12

Ecm It
3

uz.3 = 403.56 kN

Lt

NODO 3 (lato laterale):

MEd_32 :=

HEd_32 :=

VEd_32 :=

q Lt

12

+ 2

Ecm At
Lt
q Lt
2

Ecm It
Lt

ux.2 +

Ecm It
2

Lt

2 4
Ecm At
Lt

Ecm It
Lt

3 + 6

Ecm It
2

uz.2 6

Lt

Ecm It
2

uz.3 = 302.13 kN m

Lt

ux.3 = 90.55 kN

2 + 6

Ecm It
2

Lt

3 12

Ecm It
Lt

uz.2 + 12

Ecm It
3

Lt

uz.3 = 403.56 kN

NODO 3 (lato inferiore):


MEd_34 := 4

HEd_34 := 6

Ecm Ic
Hc

3 6.

Ecm Ic
2

Ecm Ac
Hc

ux.3 = 302.13 kN m

Hc
3 12

Ecm Ic
3

ux.3 = 90.55 kN

Hc

Hc
VEd_34 :=

Ecm Ic

uz.3 = 416.56 kN

NODO 4:
MEd_43 := 2

HEd_43 := 6

Ecm Ic
Hc

3 6.

Ecm Ic
2

ux.3 = 150.63 kN m

3 + 12

Ecm Ic
3

ux.3 = 90.55 kN

Hc

Ecm Ac
Hc

Hc

Hc
VEd_43 :=

Ecm Ic

uz.3 = 416.56 kN

Per determinare il valore del momento massimo agente lungo la campata del traverso necessario
individuare dove si annulla la funzione del taglio:
Taglio e momento all'estremit sinistra della trave in prossimit del nodo 2:
VEd.t_nodo_2 := VEd_23
MEd.t_nodo_2 := MEd_23
x :=

VEd.t_nodo_2
q

= 6m
q x

MEd_max := VEd.t_nodo_2 x
2

+ MEd.t_nodo_2 = 908.55 kN m

PUNTO 3A - PROGETTO E VERIFICA DELLE SEZIONI ARMATE - TRAVERSO


Una volta ottenute le caratteristiche di sollecitazione di progetto, si procede con la
progettazione e la verifica delle sezioni armate.
Travers o - momenti e tagli di progetto:
Sezioni di estremit:
MEd.t_left :=

MEd_23
MEd_23

MEd.t_right :=

MEd_32
MEd_32

if MEd_23 0

= 302.13 kN m

otherwise
if MEd_32 0
otherwise

= 302.13 kN m

VEd.t_ext := max VEd_23 , VEd_32

) = 403.56 kN

Sezione in campata:
MEd.t_camp := MEd_max = 908.55 m kN
Il predimensionamento dell'armatura pu essere condotto in modo semplificato utilizzando le
seguenti formule e raffrontando il valore ottenuto con i limiti imposti dalle NTC2008 al paragrafo
7.4.6.2.1 inerente il progetto delle armature delle travi per la progettazione antisismica.
Assumiamo che l'altezza utile, per una trave alta 800 mm sia pari a 760 mm.
dt := 760 mm
Armatura superiore (alle estremit):

min MEd.t_left , MEd.t_right

As.sup_ext_min :=

0.9 dt fyd

= 11.29 cm

Armatura inferiore (alle estremit):

max MEd.t_left , MEd.t_right

As.inf_ext_min :=

= 11.29 cm

0.9 dt fyd

Armatura inferiore (in campata):


As.inf_camp_min :=

MEd.t_camp
0.9 dt fyd

= 33.95 cm

Alla luce di quanto ricavato si potrebbe adottare un'armatura base doppia simmetrica pari a 4 + 4
20, ed un infittimento in campata con uleriori 4 26. Valutiamo ora se tali armature soddisfano i
requisiti normativi:
Sezioni di estremit:

( 20 mm) 2
= 12.57 cm2
As.sup_ext := 4
4

( 20 mm) 2
= 12.57 cm2
4

As.inf_ext := 4

Rapporto geometrico d'armatura tesa e compressa:

t_ext :=

c_ext :=

As.sup_ext
bt ht
As.inf_ext
bt ht

= 0.003927

= 0.003927

Il limite inferiore imposto dalla normativa pari a:

t_ext_min :=

1.4 MPa
fyk

= 0.003111

Il limite supriore imposto dalla normativa pari a:

t_ext_max :=

3.5 MPa
fyk

+ c_ext = 0.011705

"Limiti soddisfatti" if t_ext_min t_ext t_ext_max

Verifica_ext :=

= "Limiti soddisfatti"

"Limiti NON soddisfatti" otherwise


Si richiede inoltre che all'interno delle zone critiche (che verranno definite pi avanti), l'armatura
compressa sia almento pari alla met di quella tesa.
Nelle sezioni di estremit tutti i requisiti normativi risultano soddisfatti.
Sezione in campata:

( 20 mm) 2
= 12.57 cm2
4

As.sup_camp := 4

( 20 mm) 2
( 26 mm) 2

= 33.8 cm2
As.inf_camp := 4
+ 4
4
4

Rapporto geometrico d'armatura tesa e compressa:

t_camp :=

c_camp :=

As.inf_camp
bt ht

= 0.010564

As.sup_camp
bt ht

= 0.003927

Il limite inferiore imposto dalla normativa pari a:

t_camp_min :=

1.4 MPa
fyk

= 0.003111

Il limite supriore imposto dalla normativa pari a:

t_camp_max :=
Verifica_camp :=

3.5 MPa
fyk

+ c_camp = 0.011705

"Limiti soddisfatti" if t_camp_min t_camp t_camp_max

= "Limiti soddisfatti"

"Limiti NON soddisfatti" otherwise


Nella sezione di campata tutti i requisiti normativi risultano soddisfatti.
Determinazione dei momenti resistenti:
Al fine di determinare i momenti resistenti di una sezione armata, si possono adottare numerosi
metodi, alcuni semplificati altri raffinati. Esistono inoltre svariati software che consentono di
determinare agevolmente il momento resistente di una sezione in calcestruzzo armato (ad esempio
VcaSLU del Professor Gelfi).
I suddetti software utilizzano il metodo degli assi neutri successivi, ovvero procedono variando di
volta in volta la posizione dell'asse neutro plastico x p , fino a derminare l'esatta posizione per la quale
le risultanti delle trazioni e delle compressioni si annullano.

Di seguito si riportano le videate di VcaSLU per le sezioni di estremit e per quella in campata, sia
per i momenti positivi che per quelli negativi, dopodich si proceder a mostrare analiticamente (per
la sola sezione in campata soggetta a momento positivo) la determinazione del momento resistente
con il metodo degli assi neutri successivi:
Sezioni di estremit:

Poich le sezioni di estremit sono armate simmetricamente, i momenti resistenti (positivi e


negativi), possiedono il medesimo valore a meno del segno.
VcaSLU restituisce un valore di momento resistente pari a MRd = 359 kNm, essendo esso maggiore
dei momenti sollecitanti di estremit MEd = 302 kNm, la verifica risulta soddisfatta.
Si ricorda che l'idoneit di una sezione armata deve essere validata anche in termini di tensioni in
esercizio e, ove richiesto, nel rispetto dei limiti di fessurazione.
Tali verifiche, per altro molto semplici, non sono tuttavia oggetto della presente disamina.
Sezione in campata:
In campata, l'armatura non simmetrica, pertanto il momento resistente positivo sar differente da
quello negativo.

Quest'ultimo (momento negativo) possider un valore molto simile a quello determinato per le sezioni
di estremit. Ci significa che "l'armatura compressa" NON aumenta considerevolmente il valore del
momento resistente, ma spostando l'asse neutro verso il bordo compresso del calcestruzzo, fa si
che la sezione si rompa "lato acciaio", aumentandone considerevolmente la duttilit.

VcaSLU restituisce un valore di momento resistente positivo pari a MRd = 929. kNm, essendo esso
maggiore del momento positivo sollecitante MEd = 908.55 kNm, la verifica risulta soddisfatta.

Determinazione del momento resistente con il metodo degli assi neutri successivi:
Si riporta a titolo d'esempio il metodo degli assi neutri successivi, per valutare il momento resistente
positivo della sezione in campata.
Asse neutro plastico di tentativo:
xp := 16.175 cm
si fa variare il valore della profondit dell'asse neutro plastico fino a quando
l'equazione di equilibrio delle risultanti delle trazioni e delle compressioni interne
alla sezione non risulta pari (o prossima) a zero.
Al variare della profondit dell'asse neutro plastico, variano i parametri di deformazione delle armature
tese, di quelle compresse e delle fibre di calcestruzzo.
In ragione della linearit del digramma delle deformazioni della sezione, si possono definire i
seguenti parametri deformativi ed i seguenti campi di rottura della sezione:
dsup := 40 mm
dinf := dt = 760 mm

distanza tra il lembo superiore ed il baricentro delle armature superiori.


altezza utile della sezione.

Profondit limite dell'asse neutro plastico in funzione dei vari campi di rottura:
Campo 2A (deboissime armature):

c2
xp_2A :=
d = 2.187 cm
c2 + ud inf
Campo 2B (deboli armature):

cu2
xp_2B :=
d = 3.746 cm
cu2 + ud inf
Campo 3 (forti armature):

cu2
xp_3 :=
d = 48.749 cm
cu2 + yd inf
Deformazione nelle fibre del calcestruzzo compresso:

c :=

xp
dinf xp

ud if 0 xp xp_2B

= 0.0035

cu2 otherwise
Deformazione nell'armatura tesa:

st :=

ud if 0 xp xp_2B

= 0.0129451

dinf xp

cu2 otherwise
xp
Deformazione nell'armatura compressa:

sc :=

xp dsup
dinf xp
xp dsup
xp

ud if 0 xp xp_2B

cu2 otherwise

= 0.0026345

Il metodo raffinato presuppone l'ultizzo dei diagrammi "parabola - rettangolo" per il calcestruzzo ed
"elastico - perfettamente plastico" per l'acciaio d'armatura:
Modello parabola - rettangolo per descrivere il diagramma tensioni - deformazioni del calcestruzzo:
Definita una variabile arbitraria "", il modello "parabola - rettangolo" descritto dalla seguente funzione:

c2

fcd

c( ) :=

if 0 c2

c2

fcd otherwise
1.510

110

510

c( )

0
0

110

2 10

3 10

Si definiscono ora i coefficienti e , rispettivamente denominati "coefficiente di riempimento" e


coefficiente di baricentro.
Il primo, ovvero , pari al rapporto tra l'area sottesa al diagramma parabola - rettango, valutato al
raggiungimento della deformazione c e l'area del rettangolo limite cfcd .

c( ) d

0
:=
= 0.81
c fcd
Il secondo, ovvero , pari alla posizione del baricentro del diagramma parabola - rettangolo calcolata
rispetto al valore c, adimensionalizzata rispetto a c:

c( ) d

o :=

:=

= 0.002044

c fcd
c o

(posizione del baricentro calcolata rispetto all'origine)

= 0.416

Al fine di velocizzare il calcolo dei parametri e , si possono utilizzare formule chiuse, in luogo
dell'integrazione sopra riportata:

1 :=

c
2

3 c2
1

3 c2 c

c2
3 c

otherwise

if 0 c c2

= 0.81

2 3 c

c2 3 c
4 c2

if 0
1 := 1
c
c2 = 0.416
2

1 c

5
0.5
2 2
2
( c c2) + c c2 c2
3
12

1 c

Modello elastico - perfettamente plastico per descrivere il diagramma tensioni - deformazioni delle
armature:
Tensione nell'armatura tesa:

st :=

Es st if 0 st yd

= 391.3 MPa

fyd otherwise
Tensione nell'armatura compressa:

sc :=

Es sc if 0 sc yd

= 391.3 MPa

fyd otherwise
Risultanti di compressione e trazione nella sezione:
Risultante di compressione nel calcestruzzo:
Fc := xp bt fcd = 831.03 kN
Risultante di compressione nell'armatura superiore:
Fsc := As.sup_camp sc = 491.73 kN
Risultante di trazione nell'armatura inferiore:
Fst := As.inf_camp st = 1322.75 kN
Affinch la posizione dell'asse neutro di tentativo sia effettivamente corretta, la forza normale agente nella
sezione deve risultare nulla - Condizione di pura flessione:
NRd := F c + F sc F st = 0.02 kN
Poich la forza di compressione circa zero, la posizione dell'asse neutro corretta e si pu procedere
con la determinazione del momento resistente positivo:

MRd := xp bt fcd dinf xp + As.sup_camp sc dinf dsup = 929.72 kN m


Come si pu notare il risultato perfettamente allineato con quello determinato con il software VcaSLU.
Il procedimento sopra esposto pu essere facilmente implementato su fogli di calcolo Excel per
automatizzare la determinazione dell'asse neutro di tentativo.
Da un punto di vista "pratico" la determinazione del momento resistente pu essere condotta in via
semplificata utilizzando = 0.81 e = 0.416, assumendo quindi che il calcestruzzo e l'acciaio d'armatura
tesa giungano a rottura contemporaneamente.

Progetto e verifica dell'armatura a taglio:


Analogamente a quanto svolto per le armature a flessione, si dimensionano le staffe in accordo con i limiti
normativi di cui al paragrafo 7.4.6.2.1 NTC2008:
Nelle zone confinate, ovvero quelle nelle quali si dovranno formare le cerniere plastiche all'occerrenza di un
evento sismico "di progetto", il passo massimo delle staffe deve rispettare i seguenti limiti:

l := 20 mm

(diametro armature longitudinali disposte alle estremit del traverso)

st := 12 mm

(diametro scelto per le staffe)

dinf

smax_CDB := min
, 225 mm , 8 l , 24 st = 160 mm
4

CLASSE DI DUTTILITA' BASSA

dinf

smax_CDA := min
, 175 mm , 6 l , 24 st = 120 mm
4

CLASSE DI DUTTILITA' ALTA

Al fine progettuale si adotter pertanto un passo pari a 100 mm nelle zone confinate in modo da soddisfare
i requisiti di alta duttilit e pari a 200 mm nelle restanti zone. Le staffe in entrambe le zone saranno
disposte a "due baccia".
sst_c := 100 mm
sst_nc := 200 mm
nst := 2

(numero braccia per ogni staffa)

La dimensione della zona confinata vale:


Lconfinata_CDB := dinf = 760 mm

CLASSE DI DUTTILITA' BASSA

Lconfinata_CDA := 1.5dinf = 1140 mm

CLASSE DI DUTTILITA' ALTA

Al fine progettuale si adotta una zona confinata pari a 1200 mm, nella quale verranno disposte staffe
12/100 a due braccia, nelle restanti zone della trave si disporranno staffe 12/200 a due braccia.
La resistenza a taglio si calcola con riferimento al paragrafo 4.1.2.1.3.2, considerando il valore minore tra la
resistenza offerta dalle staffe e quella delle bielle compresse di calcestruzzo. A rigor di logica la norma
consentirebbe di disporre le staffe in modo da far si che i due valori di resistenza siano molto simili,
giocando sull'inclinazione della biella compressa. In questo caso si assume =45 come prassi assodata
affinch la resistenza delle staffe, sebbene superiore a quella del taglio sollecitante, risulti inferiore a quella
delle bielle di calcestruzzo, garantendo pertanto un'adeguata duttilit.

:= 45

(inclinazione della biella compressa)

:= 90

(inclinazione delle staffe rispetto all'orizzontale)

Zone confinate:

2
st
nst 4

f tan( ) 1 + tan( ) 1 sin( ) = 605.41 kN


VRds_c := 0.9 dinf
yd
s

st_c

VRdc_c :=

)(

0.9 dinf bt 0.5 fcd tan( )

1
+
(

)
1
tan

+ tan( )

= 1085.28 kN

La verifica a taglio risulta soddisfatta, nelle zone confinate, in quanto la resistenza delle staffe maggiore
del taglio sollecitante VEd = 403.56 kN.
Zone non confinate:

VRds_nc := 0.9 dinf

VRdc_nc :=

st
nst 4

sst_nc

)(

fyd tan( )

0.9 dinf bt 0.5 fcd tan( )

+ tan( )

+ tan( )

1
1 + tan( )

)sin( ) = 302.71kN

= 1085.28 kN

Il taglio sollecitante a 1200 mm dall'estremit della trave vale:


VEd_1.2m := VEd_23 q 1.2 m = 322.85 kN
Il taglio sollecitante maggiore del taglio resistente, pertanto si estende la zona con staffe ogni 100 mm
fino a 2000 mm dall'estremit:
Il taglio sollecitante a 2000 mm dall'estremit della trave vale:
VEd_2.0m := VEd_23 q 2 m = 269.04 kN

(verifica soddisfatta)

PUNTO 3B - PROGETTO E VERIFICA DELLE SEZIONI ARMATE - PILASTRI


Anche in questo caso, necessario rispettare i limiti d'armatura di cui al paragrafo 7.4.6.2.2
dell'NTC2008.
Il rapporto geometrico d'armatura longitudinale deve essere compreso tra l'1% ed il 4%
dell'area della sezione trasversale del pilastro, pertanto i quantitativi d'armatura adottabili
risultano pari a:
2
( )
2
As_max := 4% ( bc hc) = 64 cm

As_min := 1% bc hc = 16 cm

Assumendo di disporre 12 armature verficali, si determina il diametro minimo in grado di soddisfare


i quantitativi d'armatura sopra riportati:
nfv := 12

s_min :=

s_max :=

(numero scelto di armature verticali)


4 As_min
nfv

= 13.03 mm

4 As_max
nfv

= 26.06 mm

Il range in grado di soddisfare i requisiti normativi varia da un minimo di 1214 ad un massimo di 1226,
stante ci appare ragionevole costruire un fascio di domini in modo da valutare quello che meglio si sposa
con le azioni sollecitanti.

Attraverso l'utilizzo di Excel si costruiranno i domini per le seguenti armature: 1216, 1220, 1224, 1226,
mentre in questa sede di proceder alla costruzione analitica del dominio N-M con riferimento alla sola
armatura 1220:
Strati di barre e relative distanze tra il bordo della sezione ed il baricentro delle armature:
Primo strato:

Secondo strato:

Terzo strato:

Quarto strato:

nf1 := 4

A1 := nf1

nf2 := 2

A2 := nf2

nf3 := 2

A3 := nf3

nf4 := 4

A4 := nf4

( 20 mm)

( 20 mm)

d2 := 150 mm

d3 := 250 mm

= 6.28 cm

( 20 mm)

d1 := 40 mm

= 6.28 cm

( 20 mm)

= 12.57 cm

= 12.57 cm

d4 := 360 mm

PUNTO 1 del dominio (trazione pura)


Tutte le armature raggiungono c ontemporaneamente la deformazione utilma ud :

NRd1 := A1 + A2 + A3 + A4 fyd = 1475.18 kN

(le forze di trazione sono considerate negative)

MRd1 := A1 0.5 hc d1 + A2 0.5 hc d2 + A3 0.5 hc d3 + A4 0.5 hc d4 fyd = 0 kN m

PUNTO 2 del dominio (tenso - flessione)


L'armatura 4 raggiunge la deformazione utilma ud , e la deformazione del calcestruzzo pari a zero:
Deformazioni nei vari strati di armatura:

4_P2 := ud = 0.0675
3_P2 :=
2_P2 :=
1_P2 :=

d3
d4
d2
d4
d1

4_P2 = 0.04688
4_P2 = 0.02813

= 0.0075
d4 4_P2
Tensioni nei vari strati di armatura:
4_P2 := fyd if yd 4_P2 ud

= 391.3 MPa

Es 4_P2 otherwise

3_P2 :=

fyd if yd 3_P2 ud

= 391.3 MPa

Es 3_P2 otherwise

2_P2 :=

fyd if yd 2_P2 ud

= 391.3 MPa

Es 2_P2 otherwise

1_P2 :=

fyd if yd 1_P2 ud
Es 1_P2 otherwise

= 391.3 MPa

Forza normale resistente e corrispondente momento resistente:


N4_P2 := A4 4_P2 = 491.73 kN

(le forze di trazione sono considerate negative)

N3_P2 := A3 3_P2 = 245.86 kN


N2_P2 := A2 2_P2 = 245.86 kN
N1_P2 := A1 1_P2 = 491.73 kN
NRd2 := N1_P2 + N2_P2 + N3_P2 + N4_P2 = 1475.18 kN

MRd2 := N1_P2 0.5 hc d1 + N2_P2 0.5 hc d2 + N3_P2 0.5 hc d3 + N4_P2 0.5 hc d4 = 0 kN m


PUNTO 3 del dominio (tenso - flessione)
L'armatura 4 raggiunge la deformazione utilma ud , e la deformazione del calcestruzzo pari a c2:
Determinazione della profondit dell'asse neutro:

c2
xP3 :=
d = 10.36 mm
ud + c2 4
Deformazioni nei vari strati di armatura:

4_P3 := ud = 0.0675

3_P3 :=

2_P3 :=

1_P3 :=

d3 xP3

= 0.04626
d4 xP3 ud

d2 xP3

= 0.02696
d4 xP3 ud

d1 xP3

= 0.00572
d4 xP3 ud

Tensioni nei vari strati di armatura:

4_P3 :=

fyd if yd 4_P3 ud

= 391.3 MPa

Es 4_P3 otherwise

3_P3 :=

fyd if yd 3_P3 ud

= 391.3 MPa

Es 3_P3 otherwise

2_P3 :=

fyd if yd 2_P3 ud

= 391.3 MPa

Es 2_P3 otherwise

1_P3 :=

fyd if yd 1_P3 ud
Es 1_P3 otherwise

= 391.3 MPa

Deformazioni e parametri e del calcestruzzo:

c_P3 := c2 = 0.002

c_P3

c( ) d

P3 :=

c_P3 fcd

= 0.667

c_P3

c( ) d

o_P3 :=

P3 :=

P3 c_P3 fcd

c_P3 o_P3
c_P3

= 0.00125

= 0.375

Forza normale resistente e corrispondente momento resistente:


N4_P3 := A4 4_P3 = 491.73 kN
N3_P3 := A3 3_P3 = 245.86 kN
N2_P3 := A2 2_P3 = 245.86 kN
N1_P3 := A1 1_P3 = 491.73 kN
Nc_P3 := P3 xP3 bc fcd = 43.83 kN

(
)
M3_P3 := N3_P3 ( 0.5 hc d3) = 12.29 kN m
M2_P3 := N2_P3 ( 0.5 hc d2) = 12.29 kN m
M1_P3 := N1_P3 ( 0.5 hc d1) = 78.68 kN m
Mc_P3 := Nc_P3 ( 0.5 hc P3 xP3) = 8.6 kN m
M4_P3 := N4_P3 0.5 hc d4 = 78.68 kN m

NRd3 := N1_P3 + N2_P3 + N3_P3 + N4_P3 + Nc_P3 = 1431.35 kN


MRd3 := M4_P3 + M3_P3 + M2_P3 + M1_P3 + Mc_P3 = 8.6 kN m
PUNTO 4 del dominio (tenso - flessione)
L'armatura 4 raggiunge la deformazione utilma ud , e la deformazione del calcestruzzo pari a cu2 :
Determinazione della profondit dell'asse neutro:

cu2
xP4 :=
d = 17.75 mm
ud + cu2 4
Deformazioni nei vari strati di armatura:

4_P4 := ud = 0.0675
3_P4 :=

2_P4 :=

d3 xP4

= 0.04581
d4 xP4 ud

d2 xP4

= 0.02608
d4 xP4 ud

1_P4 :=

d1 xP4

= 0.00439
d4 xP4 ud

Tensioni nei vari strati di armatura:


fyd if yd 4_P4 ud

4_P4 :=

= 391.3 MPa

Es 4_P4 otherwise
fyd if yd 3_P4 ud

3_P4 :=

= 391.3 MPa

Es 3_P4 otherwise
fyd if yd 2_P4 ud

2_P4 :=

= 391.3 MPa

Es 2_P4 otherwise
fyd if yd 1_P4 ud

1_P4 :=

= 391.3 MPa

Es 1_P4 otherwise
Deformazioni e parametri e del calcestruzzo:

c_P4 := cu2 = 0.0035

c_P4

c( ) d

P4 :=

c_P4 fcd

= 0.81

c_P4

c( ) d

o_P4 :=

P4 :=

P4 c_P4 fcd

c_P4 o_P4
c_P4

= 0.002044

= 0.416

Forza normale resistente e corrispondente momento resistente:


N4_P4 := A4 4_P4 = 491.73 kN
N3_P4 := A3 3_P4 = 245.86 kN
N2_P4 := A2 2_P4 = 245.86 kN
N1_P4 := A1 1_P4 = 491.73 kN
Nc_P4 := P4 xP4 bc fcd = 91.18 kN

(
)
M3_P4 := N3_P4 ( 0.5 hc d3) = 12.29 kN m
M2_P4 := N2_P4 ( 0.5 hc d2) = 12.29 kN m
M1_P4 := N1_P4 ( 0.5 hc d1) = 78.68 kN m
Mc_P4 := Nc_P4 ( 0.5 hc P4 xP4) = 17.56 kN m
M4_P4 := N4_P4 0.5 hc d4 = 78.68 kN m

NRd4 := N1_P4 + N2_P4 + N3_P4 + N4_P4 + Nc_P4 = 1384.01 kN


MRd4 := M4_P4 + M3_P4 + M2_P4 + M1_P4 + Mc_P4 = 17.56 kN m

PUNTO 5 del dominio (tenso - flessione)


L'armatura 4 raggiunge la deformazione 0.5ud , e la deformazione del calcestruzzo pari a cu2 :
Determinazione della profondit dell'asse neutro:

cu2
xP5 :=
d = 33.83 mm
0.5 ud + cu2 4
Deformazioni nei vari strati di armatura:

4_P5 := 0.5 ud = 0.03375

3_P5 :=

2_P5 :=

1_P5 :=

d3 xP5
xP5
d2 xP5
xP5
d1 xP5
xP5

cu2 = 0.02237

cu2 = 0.01202

cu2 = 0.00064

Tensioni nei vari strati di armatura:

4_P5 :=

fyd if yd 4_P5 ud

= 391.3 MPa

Es 4_P5 otherwise

3_P5 :=

fyd if yd 3_P5 ud

= 391.3 MPa

Es 3_P5 otherwise

2_P5 :=

fyd if yd 2_P5 ud

= 391.3 MPa

Es 2_P5 otherwise

1_P5 :=

fyd if yd 1_P5 ud

= 127.78 MPa

Es 1_P5 otherwise
Deformazioni e parametri e del calcestruzzo:
c_P5 := cu2 = 0.0035

P5 := 0.81
P5 := 0.416
Forza normale resistente e corrispondente momento resistente:
N4_P5 := A4 4_P5 = 491.73 kN
N3_P5 := A3 3_P5 = 245.86 kN
N2_P5 := A2 2_P5 = 245.86 kN
N1_P5 := A1 1_P5 = 160.57 kN
Nc_P5 := P5 xP5 bc fcd = 173.89 kN

(
)
M3_P5 := N3_P5 ( 0.5 hc d3) = 12.29 kN m
M2_P5 := N2_P5 ( 0.5 hc d2) = 12.29 kN m
M1_P5 := N1_P5 ( 0.5 hc d1) = 25.69 kN m
Mc_P5 := Nc_P5 ( 0.5 hc P5 xP5) = 32.33 kN m
M4_P5 := N4_P5 0.5 hc d4 = 78.68 kN m

NRd5 := N1_P5 + N2_P5 + N3_P5 + N4_P5 + Nc_P5 = 970.14 kN


MRd5 := M4_P5 + M3_P5 + M2_P5 + M1_P5 + Mc_P5 = 85.32 kN m
PUNTO 6 del dominio (tenso - flessione)
L'armatura 4 raggiunge la deformazione 0.25ud , e la deformazione del calcestruzzo pari a cu2:
Determinazione della profondit dell'asse neutro:

cu2
xP6 :=
d = 61.84 mm
0.25ud + cu2 4
Deformazioni nei vari strati di armatura:

4_P6 := 0.25ud = 0.01688


3_P6 :=

2_P6 :=

1_P6 :=

d3 xP6
xP6
d2 xP6
xP6
d1 xP6
xP6

cu2 = 0.01065

cu2 = 0.00499

cu2 = 0.00124

Tensioni nei vari strati di armatura:

4_P6 :=

fyd if yd 4_P6 ud

= 391.3 MPa

Es 4_P6 otherwise

3_P6 :=

fyd if yd 3_P6 ud

= 391.3 MPa

Es 3_P6 otherwise

2_P6 :=

fyd if yd 2_P6 ud

= 391.3 MPa

Es 2_P6 otherwise

1_P6 :=

fyd if yd 1_P6 ud

= 247.22 MPa

Es 1_P6 otherwise
Deformazioni e parametri e del calcestruzzo:

c_P6 := cu2 = 0.0035


P6 := 0.81
P6 := 0.416
Forza normale resistente e corrispondente momento resistente:
N4_P6 := A4 4_P6 = 491.73 kN
N3_P6 := A3 3_P6 = 245.86 kN

(
)
M3_P6 := N3_P6 ( 0.5 hc d3) = 12.29 kN m
M4_P6 := N4_P6 0.5 hc d4 = 78.68 kN m

(
)
M1_P6 := N1_P6 ( 0.5 hc d1) = 49.71 kN m
Mc_P6 := Nc_P6 ( 0.5 hc P6 xP6) = 55.4 kN m

N2_P6 := A2 2_P6 = 245.86 kN

M2_P6 := N2_P6 0.5 hc d2 = 12.29 kN m

N1_P6 := A1 1_P6 = 310.67 kN


Nc_P6 := P6 xP6 bc fcd = 317.91 kN

NRd6 := N1_P6 + N2_P6 + N3_P6 + N4_P6 + Nc_P6 = 354.88 kN


MRd6 := M4_P6 + M3_P6 + M2_P6 + M1_P6 + Mc_P6 = 183.79 kN m
PUNTO 7 del dominio (presso - flessione)
L'armatura 4 raggiunge la deformazione 0.125ud , e la deformazione del calcestruzzo pari a cu2:
Determinazione della profondit dell'asse neutro:

cu2
xP7 :=
d = 105.55 mm
0.125 ud + cu2 4
Deformazioni nei vari strati di armatura:

4_P7 := 0.125 ud = 0.00844


3_P7 :=

2_P7 :=

1_P7 :=

d3 xP7
xP7
d2 xP7
xP7
d1 xP7
xP7

cu2 = 0.00479

cu2 = 0.00147

cu2 = 0.00217

Tensioni nei vari strati di armatura:

4_P7 :=

fyd if yd 4_P7 ud

= 391.3 MPa

Es 4_P7 otherwise

3_P7 :=

fyd if yd 3_P7 ud

= 391.3 MPa

Es 3_P7 otherwise

2_P7 :=

fyd if yd 2_P7 ud

= 294.79 MPa

Es 2_P7 otherwise

1_P7 :=

fyd if yd 1_P7 ud 1_P7 0 = 391.3 MPa


fyd if yd 1_P7 ud 1_P7 < 0
Es 1_P7 otherwise

Deformazioni e parametri e del calcestruzzo:

c_P7 := cu2 = 0.0035

P7 := 0.81
P7 := 0.416
Forza normale resistente e corrispondente momento resistente:

(
)
M3_P7 := N3_P7 ( 0.5 hc d3) = 12.29 kN m
M2_P7 := N2_P7 ( 0.5 hc d2) = 9.26 kN m
M1_P7 := N1_P7 ( 0.5 hc d1) = 78.68 kN m
Mc_P7 := Nc_P7 ( 0.5 hc P7 xP7) = 84.7 kN m

N4_P7 := A4 4_P7 = 491.73 kN

M4_P7 := N4_P7 0.5 hc d4 = 78.68 kN m

N3_P7 := A3 3_P7 = 245.86 kN


N2_P7 := A2 2_P7 = 185.22 kN
N1_P7 := A1 1_P7 = 491.73 kN
Nc_P7 := P7 xP7 bc fcd = 542.61 kN

NRd7 := N1_P7 + N2_P7 + N3_P7 + N4_P7 + Nc_P7 = 111.52 kN


MRd7 := M4_P7 + M3_P7 + M2_P7 + M1_P7 + Mc_P7 = 245.08 kN m
PUNTO 8 del dominio (presso - flessione)
L'armatura 4 raggiunge la deformazione yd , e la deformazione del calcestruzzo pari a cu2 :
Determinazione della profondit dell'asse neutro:

cu2
xP8 :=
d = 230.92 mm
yd + cu2 4
Deformazioni nei vari strati di armatura:

4_P8 := yd = 0.00196
3_P8 :=

2_P8 :=

1_P8 :=

d3 xP8
xP8
d2 xP8
xP8
d1 xP8
xP8

cu2 = 0.00029

cu2 = 0.00123

cu2 = 0.00289

Tensioni nei vari strati di armatura:

4_P8 :=

fyd if yd 4_P8 ud

= 391.3 MPa

Es 4_P8 otherwise

3_P8 :=

fyd if yd 3_P8 ud

= 57.85 MPa

Es 3_P8 otherwise

2_P8 :=

fyd if yd 2_P8 ud
Es 2_P8 otherwise

= 245.29 MPa

fyd if yd 1_P8 ud 1_P8 0 = 391.3 MPa

1_P8 :=

fyd if yd 1_P8 ud 1_P8 < 0


Es 1_P8 otherwise
Deformazioni e parametri e del calcestruzzo:

c_P8 := cu2 = 0.0035


P8 := 0.81
P8 := 0.416
Forza normale resistente e corrispondente momento resistente:
N4_P8 := A4 4_P8 = 491.73 kN
N3_P8 := A3 3_P8 = 36.35 kN
N2_P8 := A2 2_P8 = 154.12 kN
N1_P8 := A1 1_P8 = 491.73 kN
Nc_P8 := P8 xP8 bc fcd = 1187.09 kN

(
)
M3_P8 := N3_P8 ( 0.5 hc d3) = 1.82 kN m
M2_P8 := N2_P8 ( 0.5 hc d2) = 7.71 kN m
M1_P8 := N1_P8 ( 0.5 hc d1) = 78.68 kN m
Mc_P8 := Nc_P8 ( 0.5 hc P8 xP8) = 123.39 kN m
M4_P8 := N4_P8 0.5 hc d4 = 78.68 kN m

NRd8 := N1_P8 + N2_P8 + N3_P8 + N4_P8 + Nc_P8 = 1304.87 kN


MRd8 := M4_P8 + M3_P8 + M2_P8 + M1_P8 + Mc_P8 = 290.26 kN m
PUNTO 9 del dominio (presso - flessione)
L'armatura 4 raggiunge la deformazione nulla, e la deformazione del calcestruzzo pari a cu2 :
Determinazione della profondit dell'asse neutro:

cu2
xP9 :=
d = 360 mm
0 + cu2 4
Deformazioni nei vari strati di armatura:

4_P9 := 0
3_P9 :=

2_P9 :=

1_P9 :=

d3 xP9
xP9
d2 xP9
xP9
d1 xP9
xP9

cu2 = 0.00107

cu2 = 0.00204

cu2 = 0.00311

Tensioni nei vari strati di armatura:


fyd if yd 4_P9 ud 4_P9 0 = 0 MPa

4_P9 :=

fyd if yd 4_P9 ud 4_P9 < 0


Es 4_P9 otherwise
fyd if yd 3_P9 ud 3_P9 0 = 213.89 MPa

3_P9 :=

fyd if yd 3_P9 ud 3_P9 < 0


Es 3_P9 otherwise
fyd if yd 2_P9 ud 2_P9 0 = 391.3 MPa

2_P9 :=

fyd if yd 2_P9 ud 2_P9 < 0


Es 2_P9 otherwise
fyd if yd 1_P9 ud 1_P9 0 = 391.3 MPa

1_P9 :=

fyd if yd 1_P9 ud 1_P9 < 0


Es 1_P9 otherwise
Deformazioni e parametri e del calcestruzzo:

c_P9 := cu2 = 0.0035


P9 := 0.81
P9 := 0.416
Forza normale resistente e corrispondente momento resistente:
N4_P9 := A4 4_P9 = 0 kN

(
)
M3_P9 := N3_P9 ( 0.5 hc d3) = 6.72 kN m
M2_P9 := N2_P9 ( 0.5 hc d2) = 12.29 kN m
M1_P9 := N1_P9 ( 0.5 hc d1) = 78.68 kN m
Mc_P9 := Nc_P9 ( 0.5 hc P9 xP9) = 92.98 kN m
M4_P9 := N4_P9 0.5 hc d4 = 0 kN m

N3_P9 := A3 3_P9 = 134.39 kN


N2_P9 := A2 2_P9 = 245.86 kN
N1_P9 := A1 1_P8 = 491.73 kN
Nc_P9 := P9 xP9 bc fcd = 1850.69 kN

NRd9 := N1_P9 + N2_P9 + N3_P9 + N4_P9 + Nc_P9 = 2722.67 kN


MRd9 := M4_P9 + M3_P9 + M2_P9 + M1_P9 + Mc_P9 = 177.23 kN m
PUNTO 10 del dominio (Compressione pura)

NRd10 := A1 + A2 + A3 + A4 fyd + bc hc fcd = 4013.85 kN


MRd10 := 0 kN m

Riepilogando, il dominio passa per i seguenti punti singolari:


NRd1 = 1475.18 kN

MRd1 = 0 kN m

NRd2 = 1475.18 kN

MRd2 = 0 kN m

NRd3 = 1431.35 kN

MRd3 = 8.6 kN m

NRd4 = 1384.01 kN

MRd4 = 17.56 kN m

NRd5 = 970.14 kN

MRd5 = 85.32 kN m

NRd6 = 354.88 kN

MRd6 = 183.79 kN m

NRd7 = 111.52 kN

MRd7 = 245.08 kN m

NRd8 = 1304.87 kN

MRd8 = 290.26 kN m

NRd9 = 2722.67 kN

MRd9 = 177.23 kN m

NRd10 = 4013.85 kN

MRd10 = 0 kN m

Il dominio ricavato manualmente perfettamente sovrapponibile con quello determinato utilizzando il software
VCASlu dell'Ing. Piero Gelfi.
A questo punto sar sufficiente accertarsi che le coppie NEd - MEd , ricavate dall'analisi con il metodo degli
spostamenti ricadano all'interno del fascio di domini ottenuto con Excel, ed a seguito di ci, decidere
l'armatura pi conveniente:
MEd_12 = 150.63 kN m

NEd_12 := VEd_12 = 416.56 kN

MEd_21 = 302.13 kN m

NEd_21 := VEd_21 = 416.56 kN

MEd_43 = 150.63 kN m

NEd_43 := VEd_12 = 416.56 kN

MEd_34 = 302.13 kN m

NEd_34 := VEd_21 = 416.56 kN

Si noti che l'armatura costituita da 1220 non idonea ad equilibrare le coppie sollecitanti, pertanto
necessario utilizzare 1224.
Armature trasversali per il taglio:
Le seguenti prescrizioni sono in accordo con i paragrafi 7.4.6.1.2 e 7.4.6.2.2:

Hconfinata := max 45 cm , hc ,

l_pil := 24 mm

Hc 0.5 ht
6

= 76.67 cm

(altezza della zona confinata)

(diametro delle armature verticali del pilastro)

Passi massimi consentiti nelle zone confinate:

(
( )
)
spil_CDA := min( 0.5 min( bc , hc) , 125 mm , 6 l_pil ) = 125 mm
spil_CDB := min 0.5 min bc , hc , 175 mm , 8 l_pil = 175 mm

spil_c := 125 mm

CLASSE DI DUTTILITA' BASSA


CLASSE DI DUTTILITA' ALTA

(passo delle staffe adottato nelle zone confinate)

Armatura minima
bst := bc 2 30 mm

(distanza tra le braccia esterne delle staffe)

fcd
2
Ast_CDB_min := 0.08 spil_c bst
= 1.38 cm
fyd
fcd
2
Ast_CDA_min := 0.12 spil_c bst
= 2.07 cm
fyd
Si utilizzano staffe 10/125 a 4 braccia:

st_pil := 10 mm

nst_pil := 4

(diametro delle staffe del pilastro e numero di braccia)

st_pil
2
Ast_pil := nst_pil
= 3.14 cm

Il quantitativo di staffe utilizzato rispetta i limiti normativi.


Resistenza a taglio nelle zone confinate:

Ast_pil
1
1
VRds_pil_c := 0.9 d4
fyd tan( )
+ tan( )
sin( ) = 318.64 kN
spil_c
VRdc_pil_c :=

)(

0.9 d4 bc 0.5 fcd tan( )

+ tan( )

= 514.08 kN

1
1 + tan( )

Resistenza a taglio nelle zone non confinate:


spil_nc := 250 mm

(passo delle staffe adottato nelle zone non confinate)

Ast_pil
1
1
VRds_pil_nc := 0.9 d4
f tan( )
+ tan( )
sin ( ) = 159.32 kN
spil_nc yd
VRdc_pil_nc :=

)(

0.9 d4 bc 0.5 fcd tan( )

+ tan( )

1
1
+
tan
(

= 514.08 kN

Taglio sollecitante:

VEd_pil := max HEd_12 , HEd_21 , HEd_43 , HEd_34

) = 90.55 kN

Poich il taglio resistente maggiore del taglio sollecitante, l'armatura disposta risulta idoenea.