Sei sulla pagina 1di 62

Politecnico di Bari

Corso di Laurea in Ingegneria Edile


Tecnica delle Costruzioni

IL PROGETTO DI UNA SCALA

DICATECh

Dipar-mento di Ingegneria Civile, Ambientale, del Territorio, Edile e di Chimica


Politecnico di Bari

Rita Greco
Giacomo Alicino
Novembre 2013

TIPOLOGIE DI SCALE

TIPOLOGIE DI SCALE

TIPOLOGIE DI SCALE

Esempio applicativo

Progetto degli elementi


strutturali

1. Analisi dei carichi unitari


2. Schema statico
3. Schema di carico
4. Sollecitazioni
5. Progetto delle armature (c.a.)
6. Verifiche

LA SCALA
Analisi dei carichi unitari
Carichi permanenti strutturali (G1)
Peso proprio di tutte le parti strutturali costituenti la scala quali: la soletta
rampante, la soletta dei pianerottoli, le pignatte
Carichi permanenti non strutturali (G2)
Peso proprio delle parti non strutturali quali: i gradini, il rivestimento di
alzata e pedata, il massetto, il parapetto, lintonaco, ecc
Carichi variabili o di esercizio (Q)
Definiti dalle Norme Tecniche per le Costruzioni in funzione della
destinazione duso della scala (generalmente Cat. C2)

Rampa
Elementi Strutturali

DATI GEOMETRICI
p = 30 cm
a = 16 cm
s = 15 cm

= 28
Spessore grado = 2cm
Spessore sottogrado = 2cm

Spessore massetto = 1cm


Spessore intonaco = 1,5cm

g1,k

Rampa
Elementi non
Strutturali
DATI GEOMETRICI
p = 30 cm
a = 16 cm
s = 15 cm

= 28
Spessore grado = 2cm
Spessore sottogrado = 2cm

Spessore massetto = 1cm


Spessore intonaco = 1,5cm

g2,k

Pianerottoli
Elementi Strutturali
DATI GEOMETRICI
Sp. pavimento = 2cm
Sp. massetto = 1cm
Sp. soletta in c.a. = 20cm
Sp. intonaco = 1,5cm

g1,k

Pianerottoli
Elementi non
Strutturali
DATI GEOMETRICI
Sp. pavimento = 2cm
Sp. massetto = 1cm
Sp. soletta in c.a. = 20cm
Sp. intonaco = 1,5cm

g2,k

DM 14 gennaio 2008 Norme tecniche per le costruzioni Cap. 3


AZIONI SULLE COSTRUZIONI

Riassumendo
Azioni caratteristiche sulla scala
RAMPA
Azioni permanenti
Strutturali

g1,k = 4,25 kN/m2

Non strutturali

g2,k = 3,40 kN/m2

Carico variabile

qk

= 4,00 kN/m2

PIANEROTTOLI
Azioni permanenti
Strutturali

g1,k = 5,00kN/m2

Non strutturali

g2,k = 1,04 kN/m2

Carico variabile

qk

= 4,00 kN/m2

Combinazione di carico allo SLU


Nel caso della scala, per gli S.L.U., la formula generale per la combinazione
fondamentale diventa:

G1G1 + G2G2 + Q1Qk1


G1 = 1,3 (1 se il suo contributo aumenta la sicurezza)
G2 = 1,5 (0 se il suo contributo aumenta la sicurezza)
K1 = 1,5 (0 se il suo contributo aumenta la sicurezza)

Progetto degli elementi


strutturali

1. Analisi dei carichi unitari


2. Schema statico
3. Schema di carico
4. Sollecitazioni
5. Progetto delle armature (c.a.)
6. Verifiche

GEOMETRIA

IL MODELLO DI CALCOLO
Schema A

Sottoschemi
A1 : k1 = k2 =
A2 : k1 = k2 = 0
A3 : k1 = k2 = cost
A4 : k1 > k2

IL MODELLO DI CALCOLO
Schema B

Sottoschemi
B1 : k1 = k2 =
B2 : k1 = k2 = 0
B3 : k1 = k2 = cost
B4 : k1 > k2

Progetto degli elementi


strutturali

1. Analisi dei carichi unitari


2. Schema statico
3. Schema di carico
4. Sollecitazioni
5. Progetto delle armature (c.a.)
6. Verifiche

Consiglio superiore dei Lavori Pubblici


Istruzioni per lapplicazione delle Norme tecniche per le costruzioni - Circolare

Combinazioni delle azioni

nelle formule il segno + vuol dire combinato con

Consiglio superiore dei Lavori Pubblici


Istruzioni per lapplicazione delle Norme tecniche per le costruzioni - Circolare

Azioni nelle verifiche agli stati limite


Le verifiche agli stati limite devono essere eseguite per tutte le pi gravose
condizioni di carico che possono agire sulla struttura, valutando gli effetti delle
combinazioni.

Stati limite ultimi


2.6.1 STATI LIMITE ULTIMI
Nelle verifiche agli stati limite ultimi si distinguono:
-lo stato limite di equilibrio come corpo rigido:

EQU

-lo stato limite di resistenza della struttura compresi gli elementi di fondazione:

STR

- lo stato limite di resistenza del terreno:

GEO

Coefficienti parziali per le azioni o per leffetto delle azioni nelle


verifiche allo SLU

Riportiamo i carichi caratteristici (riferiti a metro quadro) alla larghezza


della rampa, moltiplicando per la larghezza della rampa = 1,25m
Azioni caratteristiche e di calcolo sugli elementi monodimensionali del modello
RAMPA
Azioni permanenti
Strutturali

g1,k = 5,31 kN/m

g1,d = 6,91 kN/m

Non strutturali

g2,k = 4,25 kN/m

g2,d = 6,38 kN/m

qk

qd

Carico variabile

= 5,00 kN/m

= 7,50 kN/m

PIANEROTTOLI
Azioni permanenti
Strutturali

g1,k = 6,25kN/m

g1,d = 8,13 kN/m

Non strutturali

g2,k = 1,30 kN/m

g2,d = 1,95 kN/m

qk

qd

Carico variabile

= 5,00 kN/m

= 7,50 kN/m

N.B.: i carichi agenti sulla rampa, valutati nelle modalit esposte in


precedenza, sono riferiti ad unascissa orizzontale: pertanto nel modello,
per lequilibrio, i carichi vanno considerati distribuiti sullasta inclinata.

RAMPA
Azioni permanenti
Strutturali

g1,d = 6,91 kN/m x 3 m / 3,4 m = 6,09 kN/m

Non strutturali

g2,d = 6,38 kN/m x 3 m / 3,4 m = 5,63 kN/m

Carico variabile

qd

= 7,50 kN/m x 3 m / 3,4 m = 6,62 kN/m

Schema A
A1
k1 = k 2 =

Schema A
A2
k1 = k 2 = 0

Schema B
B1
k1 = k 2 =

Schema B
B2
k1 = k 2 = 0

INVILUPPO

Progetto degli elementi


strutturali

1. Analisi dei carichi unitari


2. Schema statico
3. Schema di carico
4. Sollecitazioni
5. Progetto delle armature (c.a.)
6. Verifiche

I PASSO:
Progetto condizionato della sezione
sullappoggio pi sollecitato;
definizione armature commerciali
Dati: M-sd,, B, H, d
II PASSO:
Progetto condizionato della sezione
della sezione in campata;
definizione armature commerciali
Dati: M+sd,, B, H, d,

III PASSO: Verifica delle sezioni.


IV PASSO:
Calcolo del diagramma dei momenti resistenti

I PASSO: progetto condizionato della sezione sullincastro in A

Materiali
Geometria
sezione
(pianerottolo)

Incastro in A

C25/30 Rck 30 N/mm2

fcd

14.1 N/mm2

fyk

fyd

391.3 N/mm2

450 N/mm2

1250 mm

200 mm

30 mm

170 mm

MSd = 65500 N m

mRd =
B

M Sd
= 0.251
0.1285
2
bd f cd

mRd

M Sd
= 2
= 0.251
0.1285
bd f cd

compreso tra

cui corrispondono rispettivamente

mRd _ min = 0.2246


0.1209
mRd _ max = 0.2363
0.1348
0.1295
min = 0.2590
max = 0.2752
0.1457

possibile interpolare linearmente, oppure, a vantaggio di sicurezza, considerare il valore pi grande,

= max =. 0.27

Con questa scelta si ottiene:

2 2
2
As = bdfcd / f yd = 0.2752x900x250x15.78/391=24.98
cm
11.16 cm
1214 = 18.48 cm

II PASSO: progetto condizionato della sezione in campata

Materiali
Geometria
sezione
(soletta)

Campata

C25/30 Rck 30 N/mm2

fcd

14.1 N/mm2

fyk

fyd

391.3 N/mm2

450 N/mm2

1250 mm

150 mm

30 mm

120 mm

MSd = 97000 N m

mRd =
B

M Sd
= 0.251
0.3254
2
bd f cd

mRd

M Sd
= 2
= 0.251
0.3254
bd f cd

compreso tra

cui corrispondono rispettivamente

mRd _ min = 0.2246


0.3206
mRd _ max = 0.2363
0.3434
0.4048
min = 0.2590
max = 0.2752
0.4452

possibile interpolare linearmente, oppure, a vantaggio di sicurezza, considerare il valore pi grande,

= max =. 0.27

Con questa scelta si ottiene:

2 2
2
As = bdfcd / f yd = 0.2752x900x250x15.78/391=24.98
cm
24.08 cm
1216 = 24.12 cm

III PASSO: verifica delle sezioni con luso delle tabelle (pianerottolo)
dati

MSd

As

Rck B450C

determinare MRd

compresa tra

cui corrispondono rispettivamente

Verifica:

MRd = mRd,minbd 2fcd

MSd

65,5 kNm <

MRd
108,8kNm

III PASSO: verifica delle sezioni con luso delle tabelle (rampa)
dati

MSd

As

Rck B450C

determinare MRd

compresa tra

MRd = m* bd 2fcd

cui corrispondono rispettivamente

Verifica:

MSd

97,0 kNm <

MRd
102,8kNm

IV PASSO: calcolo dei diagrammi dei momenti resistenti

Verifica a taglio del travetto

Verifica a taglio di elementi privi di armatura


Pianerottolo

VSd = 59700 N

bw = 1250 mm; h = 200 mm


= 30 mm; Asl = 912 = 1017 mm2
d = 170 mm; k = 1+(200/d)1/2 = 2.00
l = Asl / bw d = 1017/(1250170) = 0.005 < 0.02
Rck = 30 N/mm2; fck = 0.8330 = 24.9 N/mm2; c = 1.5
vmin = 0.035k3/2fck1/2 = 0.0352.003/224.91/2 = 0.494 N/mm2
VRd = {0.18k(100lfck)1/3/c}bwd =
= {0.182.00(1000.00524.9)1/3/1.5}1250170 = 118202 N

Rampa
bw = 1250 mm; h = 150 mm
= 30 mm; Asl = 914 = 1386 mm2
d = 120 mm; k = 1+(200/d)1/2 = 2.00
l = Asl / bw d = 1386/(1250120) = 0.009 < 0.02

VSd = 27500 N

Rck = 30 N/mm2; fck = 0.8330 = 24.9 N/mm2; c = 1.5


vmin = 0.035k3/2fck1/2 = 0.0352.003/224.91/2 = 0.494 N/mm2
VRd = {0.18k(100lfck)1/3/c}bwd =
= {0.182.00(1000.00924.9)1/3/1.5}1250120 = 101496 N

Un esempio pratico