Sei sulla pagina 1di 6

Predimensionamento degli Elementi Strutturali

delle Passerelle pedonali Simone Caff


PIANTA DELL'IMPALCATO

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Secondaria

Trave Principale

Trave Principale

Predimensionamento delle travi secondarie:


Peso proprio lamiera grecata + getto in c.l.s. (7.5 + 4.5):

g1 = 1.65 + 0.16 = 1.81

[kN/m2]

Peso proprio del massetto pendenze 3.00 [cm]:

g2 = 0.60

[kN/m2]

Peso proprio pavimentazione:

g3 = 0.21

[kN/m2]

Sovraccarico dovuto al traffico pedonale:

q = 5.00

[kN/m2]

Riduzione del carico in funzione della luce:


Incremento dinamico del carico pedonale:

120
120
=2+
= 3.70 [kN/m2]
L + 30
40 + 30
L 10
40 10
= 1.4
= 1.4
= 1.2
150
150
q =2+

Carichi di progetto:
Gk =

[kN/m2]

gi = 1.81+ 0.6 + 0.21 = 2.62


i

[kN/m2]

Qk = q = 1.20 3.70 = 4.44

Si noti che si omessa, nella sommatoria dei carichi, lincidenza del peso proprio della carpenteria
metallica perch non rilevante nel dimensionamento delle travi secondarie, mentre dovr essere
inserita nel predimensionamento degli elementi principali.
Combinazione a Stato Limite Ultimo:
[kN/m2]

Fd = 1.35 Gk + 1.35 Qk = 9.53

Carico di progetto a metro lineare:


[kN/m]

Q = Fd i

Determinazione del profilo metallico da utilizzare:


Momento massimo in mezzeria considerando la trave secondaria in semplice appoggio tra le travi
principali dimpalcato:
MEd =
MRd =

Q i2
MRd
8
W fy

M0 MEd
fy

[mm3]

M0

Il modulo di resistenza potr essere o elastico o plastico in funzione della classificazione della
sezione (si pu cautelativamente utilizzare quello elastico, prescindendo quindi dalla
classificazione).

Esempio:
Si consideri limpalcato con larghezza pari a i = 5.00 [m] e interasse travi secondarie pari a i = 4.00
[m]. Si consideri inoltre la carpenteria in acciaio Fe510.
[kN/m]

Q = Fd i = 9.53 4 = 38.12
MEd =
W

Qi
38.12 5
=
= 119.13
8
8

[kNm]

MEd M0 119.13 10 6 1.10


=
= 369199
fy
355

[mm3]

Si potr utilizzare un profilo IPE270 o IPE300


Predimensionamento degli elementi principali:
Peso proprio lamiera grecata + getto in c.l.s. (7.5 + 4.5):

g1 = 1.65 + 0.16 = 1.81

[kN/m2]

Peso proprio del massetto pendenze 3.00 [cm]:

g2 = 0.60

[kN/m2]

Peso proprio pavimentazione:

g3 = 0.21

[kN/m2]

Incidenza carpenteria metallica:

g4 = 0.90

[kN/m2]

Sovraccarico dovuto al traffico pedonale:

q = 5.00

[kN/m2]

Riduzione del carico in funzione della luce:


Incremento dinamico del carico pedonale:

120
120
=2+
= 3.70 [kN/m2]
L + 30
40 + 30
L 10
40 10
= 1.4
= 1.4
= 1.2
150
150
q =2+

Carichi di progetto:
Gk =

gi = 1.81+ 0.6 + 0.21+ 0.90 = 3.52

[kN/m2]

Qk = q = 1.20 3.70 = 4.44

[kN/m2]

Combinazione a Stato Limite Ultimo:


Fd = 1.35 Gk + 1.35 Qk = 10.75

[kN/m2]

Carico di progetto a metro lineare:


Q = Fd i

[kN/m]

Esempio a travata semplice:


Si considera il dimensionamento delle due travi di bordo in semplice appoggio. Si prescinde dai
problemi di instabilit flessotorsionale assumendo che le ali superiori compresse dei profilati siano
opportunamente controventate con diaframmi verticali.
Q = Fd

i
5
= 10.75 = 26.88
2
2

[kN/m]

Si noti che stato utilizzato i/2 perch ad ogni trave compete il carico di met impalcato.
MEd =
W

Q L2 26.88 40 2
=
= 5375
8
8

MEd M0 5375 10 6 1.10


=
= 16654929
fy
355

[kNm]
[mm3]

Si potranno utilizzare o profili saldati speciali o profili HE 1000 x 438 (i valori statici si possono
desumere dai profilari della ARCELOR)

Esempio di arco a spinta eliminata:


Si assume unaltezza in chiave pari z = 8.00 [m]

Arco

Arco

Q = Fd

i
5
= 10.75 = 26.88
2
2

[kN/m]

Si noti che stato utilizzato i/2 perch ad ogni sistema arco catena compete il carico di met
impalcato.
MEd =

Q L2 26.88 40 2
=
= 5375
8
8

[kNm]

Determinazione della minima compressione sulla sommit dellarco e della massima trazione
nellimpalcato:
Cmin = Tmax =

MEd 5375
=
= 672
z
8

[kN]

Determinazione delle reazioni di appoggio:


VEd =

Q L 26.88 40
=
= 537.6
2
2

[kN]

Determinazione della massima compressione alle reni dellarco:


2
2
Cmax = VEd
+ Tmax
= 537.6 2 + 672 2 = 860.58

[kN]

Determinazione empirica della flessione nelle travi di impalcato:


MEd =

Q L2 26.88 40 2
=
= 72
600
600

[kNm]

Si ipotizza di utilizzare profili tubolari 323.9/8 per le doppie travi di impalcato soggette a
tensoflessione:
NEd MEd
T
MEd
672000
72 10 6
+
= max +
=
+
= 0.63 < 1.00
2
A fy
Wel fy
NRd MRd
79.4 10 355 612 10 3 355
M0
M0
1.10
1.10

Per gli archi si ipotizzano profili 355.6/25 (Verifica di stabilit a carico di punta nel piano dellarco):
Si ricorda che con s si intende la semi lunghezza dellarco.

[mm]

L 0 = s = 22000

L 0 22000
=
= 188
i
117

Ncr =
=

2 E A

A fy
Ncr

[-]

2 210000 260 10 2
188 2

260 10 2 355
= 2.46
1524119

[N]

= 1524119

[-]

= 0.5 1+ 0.2 + 2 = 0.5 1+ 0.21 (2.46 0.2 ) + 2.46 2 = 3.76


1
1
=
=
= 0.15
2
2
+
3.76 + 3.76 2 2.46 2

Nb,Rd =

A fy
M0

0.15 260 10 2 355


= 1268
1.10

Verifica:
Nc,Ed
Nb,Rd

Cmax 860.58
=
= 0.68 < 1.00
Nb,Rd
1268

[-]
[-]

[kN]

Esempio di arco a spinta eliminata con catena intermedia:


Q = Fd

i
5
= 10.75 = 26.88
2
2

[kN/m]

Si noti che stato utilizzato i/2 perch ad ogni sistema arco catena compete il carico di met
impalcato.

R2

R2

R1

R2

R1

R1
R1

R2
R2

R2+R1

R2+R1

Trave principale T1 di lunghezza L1


La trave tenso inflessa:
M1,Ed =

N1,Ed =
R1 =

Q L21
8
M1,Ed

z2

Q L1
2

Trave principale T2 di lunghezza L2


La trave inflessa:
Q L22
8
Q L2
R2 =
2
M1,Ed =

Arco superiore
Larco superiore compresso
Nc,Ed =

M1,Ed
z2

si assume come lunghezza libera dinflessione la semi lunghezza dellarco superiore.


Porzioni di arco inferiore inflesse:
MEd = (R1 + R 2 ) cos

R2

L2
= (R1 + R 2 ) L 2
cos