Sei sulla pagina 1di 21

MODULISTICA BES MODELLO F

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (P. D. P.)

Per allievi con altri Bisogni Educativi Speciali (BES-Dir. Min. 27/12/2012; C.M. n. 8 del 6/03/2013)

ALUNNA CANNATELLA GIORGIA


o

Scuola Primaria

Scuola Secondaria di primo grado

Classe/sez: I D

A.S.2015/2016

Insegnanti/ Coordinatore di classe: Rossi Marco Adorno (coordinatore),


Mastroianni Francesco, Pinto Stefania, La Civita Rita, Pompili Marta, Lulli
Maria, Cenci Maria Grazia, Marcian Vito, Enrica Lombardi, Giulia Moriconi
Referente/i BES e/o Coordinatore GLI: F.S. inclusione Cotroneo Natale

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

Individuazione della situazione di BISOGNO EDUCATIVO SPECIALE da parte di


SERVIZIO SANITARIO
Diagnosi /Relazione multi professionale: Disturbo misto delle capacit scolastiche in soggetto con livello
cognitivo limite
(o diagnosi rilasciata da privati, in attesa di ratifica e certificazione da parte del Servizio Sanitario Nazionale)
Codice ICD 10 (o altro): F81.3, F79
Redatta da ASL N.1 AVEZZANO SULMONA LAQUILA, U.O. NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
Dott.ssa Anna Elvira Marimpietri in data 29/04/2015
Interventi riabilitativi: training cognitivo e per DSA (logopedia 2 sed./sett)

CONSIGLIO DI CLASSE / TEAM DOCENTI

DICHIARAZIONE PER LA FAMIGLIA


PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

PDP BES
VERBALE DEL TEAM/CONSIGLIO DI CLASSE IN DATA_____________________COLLOQUIO CON LA FAMIGLIA IN
DATA__________________
Il

sottoscritto.. Il

in disaccordo con le indicazioni del Team docenti della sottoscritto


classe.., esprime parere contrario alla in accordo con le indicazioni del Consiglio di classe
stesura

del

PDP

BES

per

il

proprio ., esprime parere favorevole ad

figlio

per una personalizzazione/individualizzazione del percorso

lanno scolastico.., come formativo


previsto

dalla

Direttiva

Ministeriale

27/12/2012

del

e figlio.

successiva Circolare n 8 del 06/03/2013.

proprio
Per

lanno

scolastico.. come previsto


dalla Direttiva Ministeriale 27/12/2012 e successiva

Data..

Circolare n 8 del 06/03/2013.

Firma del genitore

Il progetto definisce obiettivi di apprendimento specifici


ed adeguamenti alle effettive capacit dello studente, al
fine di consentire lo sviluppo delle potenzialit e la piena
partecipazione alle attivit educative e didattiche.
A fine anno scolastico lesito positivo, cio il
passaggio alla classe successiva/lammissione
allesame dipender dal raggiungimento dei
risultati previsti dal PDP BES.

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

Data
del genitore

Firma

INDICE delle difficolt


(spuntare il Bisogno Educativo Speciale per cui vengono richiesti strumenti di flessibilit da impiegare nellazione
educativo-didattica)

Alunni DSA: Disturbi Specifici di Apprendimento (compilare la Griglia Osservativa n1 e Misure didattiche e
metodologiche )
X Alunno con DSA gi certificato
o Alunno inviato al SSN per sospetto DSA in attesa di diagnosi
o Alunno risultato con Richiesta Interventi Immediato in seguito allo screening

Alunni DES: Disturbi Evolutivi Specifici (compilare la Griglia Osservativa n 1 e n2, Misure didattiche e
metodologiche)
o ADHD (Disturbo da Deficit di Attenzione/ Iperattivit. Nota M.I.U.R. prot. n. 4089 del 15 giugno 2010) gi
certificati
o Difficolt di attenzione
o Disturbi comportamentali
o Difficolt di relazione
Altri alunni DES: Disturbi Evolutivi specifici (compilare la Griglia Osservativa n1 e Misure
didattiche e metodologiche)
o Funzionamento cognitivo limite/bordeline
o Ritmi di apprendimento lenti
o Difficolt nei processi logici-matematici
o Lacune nella preparazione di base
o Difficolt linguistiche

Alunni con Svantaggio (compilare la Griglia Osservativa n1 e Misure didattiche e metodologiche)


o Svantaggio socioculturale
o Situazione familiare difficile
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

o Scarsa motivazione allo studio


o Fragilit psicologiche (autonomia, separazioni, trasferimenti, lutti)
o Alunni con cittadinanza non italiana (compilare la Griglia Osservativa n1 e n3,
Misure didattiche e metodologiche

Alunni Plusdotati (saltare le griglie osservativen1 e 2, le Misure didattiche e metodologiche


LA VALORIZZAZIONE IN AULA DEGLI STUDENTI PLUSDOTATI ECCELLENZE)

e andare direttamente a:

GRIGLIA OSSERVATIVA DELLE ABILITA E DEI COMPORTAMENTI n1

Sezione A
DIAGNOSI SPECIALISTICA
(dati rilevati, se presenti, dalla diagnosi)
LETTURA

Sezione B
OSSERVAZIONE IN CLASSE
(dati rilevati direttamente dagli insegnanti)
LETTURA (compilare le relative caselle solo se rilevata almeno una capacit
minima)

Insufficiente rapidit di lettura: la VELOCITA


ragazza alcune parole le legge prima a
bassa voce, poi le ripete ad alta.
Sufficiente correttezza: 7 errori in 448
sillabe
La comprensione del testo risulta
insufficiente poich commette un
numero di errori superiori alla media
SCRITTURA

CORRETTEZZA

COMPRENSIONE

Molto lenta
o Lenta
o Scorrevole
o Adeguata
X Non adeguata (ad esempio
confonde/inverte/sostituisce lettere o sillabe)
Scarsa
X Essenziale
o Globale
o Completa-analitica

SCRITTURA (compilare le relative caselle solo se rilevata almeno una capacit


minima)

Presenta lateralit destra, con

SOTTO DETTATURA

o Corretta
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

impugnatura corretta della penna, tiene


il foglio con la mano sinistra. Nella prova
si evidenziano parecchi errori di
omissioni di doppie, altri errori
riscontrabili sono lomissione di alcune
lettere della parola, ed errori di
confusione tra le lettere.

Poco corretta

o Scorretta
TIPOLOGIA DI ERRORI
Fonologici
o Non fonologici
o Fonetici
PRODUZIONE
AUTONOMA

PROPRIETA LINGUISTICA
/

GRAFIA

ADERENZA CONSEGNA
Talvolta
o Spesso

o Mai

CORRETTEZZA STRUTTURA MORFOSINTATTICA


Talvolta
Mai
o Spesso
CORRETTEZZA STRUTTURA TESTUALE
X Talvolta
o Spesso
o Mai
CORRETEZZA ORTOGRAFICA
X Non
o Adeguata
o Parziale
adeguata
USO PUNTEGGIATURA
X
o Adeguata
o Non
Parziale
adeguata
PROPRIETA LINGUISTICA (compilare le relative caselle solo se rilevata
almeno una capacit minima)

o Difficolt nella strutturazione della frase


o Difficolt nel reperimento lessicale
o Difficolt nellesposizione orale
GRAFIA (compilare le relative caselle solo se rilevata almeno una capacit
minima)

Il tratto grafico comprensibile e rispetta


margini del foglio e del rigo.

LEGGIBILE
X Si

o Poco

o No

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

TRATTO
X Premuto
CALCOLO

o Leggero

o Ripassato

o Incerto

CALCOLO (compilare le relative caselle solo se rilevata almeno una capacit


minima)

Presenta una conoscenza semanticolessicale dei numeri insufficiente, si


evidenzia insufficiente padronanza della
capacit di calcolo, i meccanismi di
calcolo non risultano sufficientemente
acquisiti e automatizzati.
Non riesce ad eseguire moltiplicazioni e
divisioni, ha difficolt anche nella
trasformazione in cifre di numeri proposti,
inoltre non sempre in grado di
riordinare i numeri in ordine crescente e
decrescente.
Anche nelle prove a tempo la prestazione
risulta insufficiente, il tempo totale
utilizzato risulta superiore alla classe di
riferimento come anche il numero di
errori risulta essere superiore alla media.

Difficolt nella
corrispondenza
tra quantit e
numero grafico.
Errori negli
aspetti cardinali
e nella
corrispondenza
tra numero e
quantit.
Conoscenza ed
uso del calcolo di
base, scritto e a
mente.
Recupero di fatti
numerici (es:
tabelline, calcolo
a mente).
Comprensione
del testo di un
problema.
Procedura
nellesecuzione
di un problema.

Spesso

o Talvolta

o Mai

Spesso

o Talvolta

o Mai

o Raggiunto

o Parziale

X Non
raggiunto

o Adeguato

o parziale

X non
adeguato

o Adeguata

o Parziale

X Non
adeguata

o Adeguata

o Parziale

X Non
adeguata

APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE

Pronuncia difficoltosa.
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

o
X

o
o
o

Difficolt di acquisizione degli automatismi grammaticali di base.


Difficolt nella scrittura.
Difficolt acquisizione nuovo lessico.
Notevoli differenze tra comprensione del testo scritto e orale.
Notevoli differenze tra produzione scritta e orale.
Altro____________________________________

ALTRE CARATTERISTICHE DEL PROCESSO DI APPRENDIMENTO


Sezione A
Sezione B
DIAGNOSI SPECIALISTICA
OSSERVAZIONE IN CLASSE
(Dati rilevabili, se presenti nella diagnosi)
(dati rilevati direttamente dagli insegnanti)
MEMORIA
MEMORIA
/
Categorizzazioni
o Formule, strutture grammaticali, algoritmi
(tabelline, nomi, date.)
o Sequenze e procedure
o Non valutabile (se alunna/o non italofono)
ATTENZIONE
Dallanalisi dei quozienti di deviazione fattoriale emerge
un punteggio limite circa la Libert dalla distraibilit
(LD=78)

ATTENZIONE
o Attenzione visuo-spaziale
o Selettiva
o Intensiva
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

AFFATICABILITA
/
PRASSIE
/

ALTRO
In sintesi: Cannatella Giorgia presenta una mancata
automatizzazione di lettura, scrittura e calcolo. Deficit
nella comprensione del testo. Il livello cognitivo
uniformemente lievemente deficitario, con larea della
comprensione verbale pi bassa degli altri indici.
Importante luso di strumenti compensativi e dispensativi
e un lavoro sulla comprensione del testo e il metodo di
studio.
Sono attualmente presenti sintomi riconducibili ad ansia
e bassa stima di s.

AFFATICABILITA
o Poca
o No
PRASSIE
o Difficolt di esecuzione
o Difficolt di pianificazione
Difficolt di programmazione e progettazione
ALTRO
Sono presenti grandi difficolt nella pianificazione e
gestione dellapprendimento autonomo nelle singole
materie e nellorganizzazione della giornata scolastica. In
classe ha bisogno di una figura costante di richiamo e
guida per mantenere attenzione e concentrazione
sullattivit che si sta attuando.
Si

MOTIVAZIONE
Motivazione allapprendimento
Poco
o Molto
Mostra interesse
Solo
verso
alcune
o Verso tutte le
attivit
attivit proposte
Partecipazione al dialogo educativo
Poco
o Molto
o Adeguata
adeguata
adeguata
Consapevolezza
delle
proprie
Poco
o Molto
o Adeguata
difficolt
adeguata
adeguata
Consapevolezza dei propri punti di
o Molto
o Adeguata
o Poco
forza
adeguata
adeguata
Autostima
o Molto
o Adeguata
o Poco
adeguata
adeguata
ATTEGGIAMENTI E COMPORTAMENTI RISCONTRABILI A SCUOLA

o Per niente
o Verso nessuna
attivit
o Non
adeguata
o Non
adeguata
Non
adeguata
Non
adeguata

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

MODULISTICA BES MODELLO F

Regolarit frequenza scolastica

o Molto

Adeguata

o Poco

o Non

Accettazione e rispetto delle regole

o Molto

Adeguata

o Poco

o Non

adeguata
o Poco
adeguato
o Poco
adeguata

adeguata
o Non
adeguato
o Non
adeguata

o Poco

Non
adeguata

adeguata

Rispetto degli impegni


Accettazione
consapevole
strumenti
compensativi
e
misure dispensative
Autonomia nel lavoro

degli
delle

adeguata
o Molto
adeguato
o Molto
adeguata

o Molto

adeguata

Adeguato
Adeguata

o Adeguata

adeguata
adeguata
STRATEGIE UTILIZZATE DALLALUNNO NELLO STUDIO
Sottolinea, identifica parole chiave.
Da potenziare
o Efficace
Costruisce
schemi,
mappe
o
Da potenziare
o Efficace
digrammi
Utilizza
strumenti
informatici
Da potenziare
o Efficace
(computer, correttore ortografico,
software)
Usa strategie di memorizzazione
Da potenziare
o Efficace
(immagini, colori, riquadrature.)

adeguata

ALUNNI ADHD, Difficolt di attenzione, Disturbi comportamentali, Difficolt di relazione


GRIGLIA OSSERVATIVA DEI COMPORTAMENTI n2
Difficolt nel:
selezionare le informazioni necessarie per
eseguire il compito e mantenere lattenzione
per il tempo utile a completare la consegna;
resistere ad elementi distraenti presenti

o costruire e mantenere relazioni positive con i


coetanei;
o autoregolare le proprie emozioni;
o affrontare adeguatamente situazioni di frustrazione
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

10

MODULISTICA BES MODELLO F

nell'ambiente o a pensieri divaganti;

o seguire le istruzioni e rispettare le regole (non a

causa di comportamento oppositivo o di incapacit


di comprensione);
utilizzare i processi esecutivi di individuazione,
pianificazione e controllo di sequenze di
azioni complesse, necessarie all'esecuzione di
compiti e problemi;
o regolare il comportamento che si caratterizza
quindi per una eccessiva irrequietezza motoria e si
esprime principalmente in movimenti non
finalizzati, nel frequente abbandono della posizione
seduta e nel rapido passaggio da un'attivit
all'altra;
o controllare, inibire e differire risposte o
comportamenti che in un dato momento risultano
inappropriati: aspettare il proprio turno nel gioco o
nella conversazione;
applicare in modo efficiente strategie di studio
che consentano di memorizzare le
informazioni a lungo termine.

imparando a posticipare la gratificazione;


nel gestire il livello di motivazione interna
approdando molto precocemente ad uno
stato di noia;
evitare stati di eccessiva demoralizzazione e
ansia;
o controllare livelli di aggressivit;
seguire i ritmi di apprendimento della classe a
causa delle difficolt attentive.

STRATEGIE/METODOLOGIE
o Definire con tutti gli studenti poche e chiare regole di comportamento da mantenere allinterno della classe.
Concordare con l'alunno piccoli e realistici obiettivi comportamentali e didattici da raggiungere nel
giro di qualche settimana.
o Allenare il bambino ad organizzare il proprio banco in modo da avere solo il materiale necessario per la lezione
del momento.
o Occuparsi stabilmente della corretta scrittura dei compiti sul diario.
Incoraggiare luso di diagrammi di flusso, tracce, tabelle, parole chiave per favorire lapprendimento
e sviluppare la comunicazione e lattenzione.
o Favorire luso del computer e di enciclopedie multimediali, vocabolari su CD, ecc.
Assicurarsi che, durante l'interrogazione, l'alunno abbia ascoltato e riflettuto sulla domanda e
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

11

MODULISTICA BES MODELLO F

incoraggiare una seconda risposta qualora tenda a rispondere frettolosamente.


Organizzare prove scritte suddivise in pi parti e invitare lo studente ad effettuare un accurato
controllo del proprio compito prima di consegnarlo.
Comunicare chiaramente i tempi necessari per lesecuzione del compito (tenendo conto che lalunno
con ADHD pu necessitare di tempi maggiori rispetto alla classe o viceversa pu avere l'attitudine
di affrettare eccessivamente la conclusione).
Valutare gli elaborati scritti in base al contenuto, senza considerare esclusivamente gli errori di
distrazione, valorizzando il prodotto e limpegno piuttosto che la forma.
Suddividere le prove scritte in pi quesiti.
Evitare di comminare punizioni mediante: un aumento dei compiti per casa, una riduzione dei tempi
di ricreazione e gioco, l'eliminazione dell'attivit motoria, la negazione di ricoprire incarichi
collettivi nella scuola, l'esclusione dalla partecipazione alle gite.
Le gratificazioni devono essere ravvicinate e frequenti.

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

12

MODULISTICA BES MODELLO F

ADEGUAMENTI

o Programma

della classe

o Programma
semplificato
per il
raggiungiment
o di obiettivi
minimi
o Piano
personalizzato
(compilare griglia
didattica sotto
indicata)

o Sospensione,
riduzione,
sostituzione

(per alunni con


cittadinanza non
italiana)

o
o
o
o

MISURE DIDATTICHE E METODOLOGICHE


ITALIANO
INGLESE
STRATEGIE
MISURE
MISURE DISPENSATIVE
COMPENSATIVE
Peer tutoring
o Testi adattivi
o Dispensa della lettura ad alta voce
(imparare dal
in classe
o Glossari disciplinari
coetaneo)
o
Dispensa dalluso dei quattro caratteri
o Tabelle della memoria
Lavoro in
di
scrittura
nelle
prime
fasi
o Tabella dei caratteri
Cooperative
dellapprendimento
o Tabella forme verbali
Learning
o
Dispensa dalluso del corsivo e
o Tabella analisi
Approccio
dello stampato minuscolo
grammaticale
ludico/operati
o Dispensa dalla scrittura sotto
o Tabella analisi logica
vo
dettatura di testi e/o appunti
o Mappe
Attivit per
o Dispensa dal ricopiare testi dalla
o Utilizzo di
classi aperte,
lavagna
programmi di videogruppi opzionali,
o Dispensa dallo studio mnemonico
scrittura con
laboratori, ecc..
delle forme verbali, delle poesie.
correttore
o
Dispensa da un eccessivo carico di
ortografico
compiti
con
riadattamento
e
(possibilmente) e
riduzione delle pagine da studiare,
con tecnologie di
senza modificare gli obiettivi
sintesi vocale
o Dispensa dalla sovrapposizione di
(anche per le lingue
compiti e interrogazioni di pi
straniere)
materie
o Software didattici
o Dispensa parziale dallo studio della
o Dizionari elettronici
lingua straniera in forma scritta,
o Traduttore digitale
che verr valutata in percentuale
o Consegne tradotte
minore
rispetto
allorale
non
o Mappe concettuali
considerando errori di ortografia e
o Attivit pragmatiche
di spelling.
(esigenze e scopi
comunicativi)
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

13

MODULISTICA BES MODELLO F

o Attenzione al

linguaggio (chiaro,
semplice e
accompagnato da
dimostrazioni ed
esempi)
o Utilizzo di materiale in
L1

PIANO PERSONALIZZATO
(compilare solo se si spuntato tale voce negli adeguamenti)
COMPETENZE (indicate nel curricolo dIstituto)
OBIETTIVI
(A cura del C.d.C.)
(A cura del C.d.C.)

o
o
o
o
o
o

VERIFICHE
Differenziate
o Lettura del testo della verifica scritta da parte
dellinsegnante o tutor
Prove V/F, scelte multiple, completamento
o Riduzione/selezione della quantit di esercizi nelle
Programmate
verifiche scritte
Graduate
o Prove orali in compensazione alle prove scritte
Tempi di verifica pi lunghi
o Adeguamento delle attivit di verifica coerentemente
Luso di mediatori didattici durante le interrogazioni
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

14

MODULISTICA BES MODELLO F

(mappe-schemi-immagini)
o Eventuale testo della verifica scritta in formato
digitale e/o stampato maiuscolo

ADEGUAMENTI

o Programma

della classe

o Programma

semplificato
per il
raggiungiment
o di obiettivi
minimi
o Piano
personalizzato
(compilare griglia
didattica sotto
indicata)

o Sospensione,
riduzione,
sostituzione

o
o
o

con il livello della lingua


o Altro

MISURE DIDATTICHE E METODOLOGICHE


MATEMATICA
STRATEGIE
MISURE
MISURE DISPENSATIVE
COMPENSATIVE
Peer tutoring
o Linea dei numeri
o Dispensa dalla scrittura sotto dettatura di
(imparare dal
testi e/o appunti
o Tabelle della memoria
coetaneo)
o
Dispensa
dal
ricopiare
espressioni
o Tavola pitagorica
Lavoro in
aritmetiche dalla lavagna
o Tabelle delle formule o
Cooperative
o Dispensa dallo studio mnemonico delle
delle misure
Learning
tabelline
o Computer
Approccio
o Dispensa da un eccessivo carico di
o Tabella fasi
ludico/operati
compiti senza modificare gli obiettivi
svolgimento problema
vo
o Dispensa dalla sovrapposizione di compiti
o Calcolatrice
Attivit per
e interrogazioni di pi materie
o Testi adattivi
classi aperte,
o Mappe
gruppi opzionali,
o Altro
laboratori, ecc..
Altro

(per alunni con


cittadinanza non
italiana

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

15

MODULISTICA BES MODELLO F

PIANO PERSONALIZZATO
(compilare solo se si spuntato tale voce negli adeguamenti)
COMPETENZE (indicate nel curricolo dIstituto)
OBIETTIVI
(A cura del C.d.C.)
(A cura del C.d.C.)
VERIFICHE
o Differenziate
o Luso di mediatori didattici durante le interrogazioni
(mappe-schemi-immagini)
o Prove V/F, scelte multiple, completamento
o
Lettura del testo della verifica scritta da parte
o Programmate
dellinsegnante o tutor
o Graduate
o Riduzione/selezione della quantit di esercizi
o Tempi di verifica pi lunghi
nelle verifiche scritte
o Luso del computer/calcolatrice
o Prove orali in compensazione alle prove scritte
o Altro
MISURE DIDATTICHE E METODOLOGICHE
STORIA
SCIENZE
GEOGRAFIA
ADEGUAMENTI
STRATEGIE
MISURE
MISURE DISPENSATIVE
COMPENSATIVE
o Programma
o Peer tutoring
o Uso di materiali
o Dispensa della scrittura sotto dettatura di
della classe
(imparare dal
differenziati per fissare
appunti
coetaneo)
graficamente
o Programma
o Dispensa dallutilizzo dei tempi
informazioni
specifiche
o
Lavoro
in
semplificato
standard
o Sistemi, schemi,
per il
Cooperative
o Riduzione
delle
consegne
senza
raggiungiment
Learning
mappe per lo studio
modificare gli obiettivi
o di obiettivi
o Approccio
o Tabella dei mesi
o Dispensa da un eccessivo carico di
minimi
ludico/operati
o Cartine geografiche e
compiti e riduzione delle pagine da
o Piano
vo
storiche
studiare,
senza
modificare
gli
personalizzato
o Attivit per
obiettivi
o Computer
(compilare griglia
classi aperte,
o
Dispensa dalla sovrapposizione di
(enciclopedia
didattica sotto
gruppi opzionali,
informatica, siti e
compiti e interrogazioni di pi
indicata)
laboratori,
ecc..
software didattici)
materie
o Sospensione,
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

16

MODULISTICA BES MODELLO F

riduzione,
sostituzione
(per alunni con
cittadinanza non
italiana)

o Altro

o Testi scolastici con


allegati CD ROM

o Glossari disciplinari
o Altro

PIANO PERSONALIZZATO
(compilare solo se si spuntato tale voce negli adeguamenti)
COMPETENZE (indicate nel curricolo dIstituto)
OBIETTIVI
(A cura del C.d.C.)
(A cura del C.d.C.)
VERIFICHE
o Differenziate
o Eventuale testo della verifica scritta in formato
digitale e/o stampato maiuscolo
o Prove V/F, scelte multiple, completamento
o
Lettura del testo della verifica scritta da parte
o Programmate
dellinsegnante o tutor
o Graduate
o Riduzione/selezione della quantit di esercizi
o Tempi di verifica pi lunghi
nelle verifiche scritte
o Luso di mediatori didattici durante le
o
Prove orali in compensazione alle prove scritte
interrogazioni (mappe-schemi-immagini)
o Altro
MISURE DIDATTICHE E METODOLOGICHE
AREA ESPRESSIVA/TECNICA
ADEGUAMENTI
STRATEGIE
MISURE
MISURE DISPENSATIVE
COMPENSATIVE
o Programma
o Peer tutoring
o Uso di materiali
o Dispensa
dallutilizzo
di
tempi
della classe
(imparare dal
differenti
standard
coetaneo)
o Programma
o Sintesi, schemi,
o Riduzione delle consegne senza
o Lavoro in
semplificato
mappe per lo studio
modificare gli obiettivi
per il
Cooperative
o Computer
o Dispensa da un eccessivo carico di
raggiungime
Learning
compititi senza modificare gli obiettivi
o Testi scolastici con
nto di
o Approccio
o Dispensa dalla sovrapposizione di compiti
allegati CD ROM
obiettivi
ludico/operativo o Altro
e interrogazioni di pi materie
minimi
o Attivit per
o Piano
classi aperte,
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

17

MODULISTICA BES MODELLO F

personalizzato
(compilare griglia
didattica sotto
indicata)

gruppi opzionali,
laboratori, ecc..
o Altro

o Sospensione,
riduzione,
sostituzione
(per alunni con
cittadinanza non
italiana

PIANO PERSONALIZZATO
(compilare solo se si spuntato tale voce negli adeguamenti)
COMPETENZE (indicate nel curricolo dIstituto)
OBIETTIVI
(A cura del C.d.C.)
(A cura del C.d.C.)

o
o
o
o
o
o

VERIFICHE
Differenziate
o Lettura del testo della verifica scritta da parte
dellinsegnante o tutor
Prove V/F, scelte multiple, completamento
o Riduzione/selezione della quantit di esercizi nelle
Programmate
verifiche scritte
Graduate
o Prove orali in compensazione alle prove scritte
Tempi di verifica pi lunghi
o Altro
Luso di mediatori didattici durante le interrogazioni
(mappe-schemi-immagini)

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

18

MODULISTICA BES MODELLO F

PATTO CON LA FAMIGLIA


Si concordano:

o I compiti a casa.
o Le modalit di aiuto: chi, come, per quanto tempo,
quali attivit/discipline.
Gli strumenti compensativi utilizzati a casa.

o
o
o
o
o
o

Le dispense.
o La riduzione dei compiti.
Le interrogazioni.
o Altro

INDICAZIONI GENERALI PER LA VERIFICA/VALUTAZIONE


Valutare per formare (per orientare il processo di insegnamento-apprendimento).
Valorizzare il processo di apprendimento dellallievo e non valutare solo il prodotto/risultato.
Valutare tenendo conto maggiormente del contenuto che della forma.
Valorizzazione del contenuto nellesposizione orale, tenendo conto di eventuali difficolt espositive.
Favorire un clima di classe sereno e tranquillo, anche dal punto di vista dellambiente fisico (rumori, luci).
Rassicurare sulle conseguenze delle valutazioni.

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

19

MODULISTICA BES MODELLO F

Esame di Stato conclusivo del primo ciclo distruzione


o

Per gli esami vengono formulate le stesse prove scritte dei compagni.

Per gli esami sia la prova scritta di matematica che le prove scritte di lingua straniera vengono formulate in maniera
graduale, ponendo cio le procedure o i quesiti in maniera facilitante e accessibile

Nel corso dellesame, sar consentito utilizzare tutti gli strumenti compensativi e le azioni dispensative, nonch tutte le
metodologie utilizzate durante lanno scolastico.

Nel corso dellesame, verranno adottati gli stessi criteri di valutazione seguiti durante il corso dell'anno scolastico.

Altro..........................................................................................................................................................................................
............

FIRMA DEI DOCENTI CHE COMPONGONO IL TEAM/CONSIGLIO DI CLASSE


DISCIPLINE

INSEGNANTE SCRIVERE IN
STAMPATELLO

FIRMA

1. ITALIANO
2. STORIA
3. GEOGRAFIA
4. MATEMATICA
PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

20

MODULISTICA BES MODELLO F

5. SCIENZE
6. INGLESE
7. SECONDA
ITARIA

LUINGUA

COMUN

8. ARTE E EIMMAGINE
9. TECNOLOGIA
10.MUSICA
11.EDUCAZIONE FISICA
12.RELIGIONE/ATTIVITA
ALTERNATIVA
13.SOSTEGNO
FIRMA GENITORI

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Compilato in DATA

PDP alunni con Bisogni Educativi Speciali -

21