Sei sulla pagina 1di 20

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

ISTITUTO COMPRENSIVO P. THOUAR E L. GONZAGA


Via Tabacchi 15/a Milano - te/fax 02 88440480 - c.f. 80128490150 - C.M. MIIC8CD00E
Scuole aggregate: Scuola Primaria THOUAR - GONZAGA - Via Brunacci 2/4
Scuola Primaria PIOLTI DE BIANCHI - G. STAMPA - Via Gentilino 10/14
Scuola Primaria F. CONFORTI - B. AVOGADRO - Via Vigevano, 15/a
Scuola Secondaria I grado O. TABACCHI - Via Tabacchi 15/a
Scuola Primaria e Secondaria I grado a ordinamento musicale F. GAFFURIO - V.le Gorizia 5

PDP Bes
Piano Didattico Personalizzato
ALUNNO: ____________________________________ CLASSE __________________________
COORDINATORE CLASSE _________________________________________________________
REFERENTE DSA (FFSS AREA INCLUSIONE)____________________________________________

Anno Scolastico 2014/2015


PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

Indice
SEZIONE A. FASE CONSULTIVA
A.1. Datirelativi allalunno(anagrafici, tipologia del disturbo e della
difficolt, informazioni varie)
A.2. Osservazione sistematica
A.3. Osservazione esperienziale
A.4. Osservazione canali e stili di apprendimento

SEZIONE B. FASE DI RACCORDO


B.1.Profilo di Funzionamento su base ICF
B.2. Patto con la famiglia

SEZIONE C. FASE DI PROGETTAZIONE


C.1. Strategie di intervento e obiettivi didattici condivisi(Attivit didattiche
individualizzate e personalizzate)
C.2. Strategie metodologiche e didattiche condivise (Attivit didattiche
individualizzate e personalizzatevalide per tutte le materie)
C.3. Strumenti Compensativi e Misure Dispensative

SEZIONE D. FASE DI VALUTAZIONE


D.1.Criteri e modalit di verifica
D.2. Criteri di valutazione
D.3. Valutazione Lingue Straniere

FIRMA DEGLI ATTORI COINVOLTI NEL PIANO EDUCATIVO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

A. 1. Dati anagrafici relativi allalunno


Cognome e nome allievo:______________________________________________
Luogo di nascita: __________________________Data___/ ____/ _____________
Lingua madre (se di nazionalit straniera):________________________________

A. 1.2. TIPOLOGIA DEL Disturbo o della Difficolt1

Codice ICD10 - F81:____________________________________________________


Redatta da: _________________________________________in data ___ /___ / ___
Specificit___________________________________________________________________________
___________

Discrepanza
_______________________________________________________________________
Eventuali comorbilit:
________________________________________________________________________
Interventi riabilitativi (logopedia, terapia occupazionale):

Tipologia della Difficolt riscontrata dal team/C.d.C. o comunicata dagli enti2

A.1.3. INFORMAZIONI GENERALI FORNITE DALLA FAMIGLIA / ENTI


AFFIDATARI(ad esempio percorso scolastico pregresso, ripetenze )
______________________________________________________________________
______________________________________________________________________
______________________________________________________________________
______________________________________________________________________

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

A.2. OSSERVAZIONE SISTEMATICA(valida per gli alunnicon DSA e BES senza certificazione)
3

GRIGLIA inizialeper tutti ALLIEVI


(con Disturbi Specifici dellApprendimento, con un ingiustificato basso rendimento scolastico, con un disturbo
del linguaggio o con disturbi dellattenzione associati o meno ad iperattivit, con limiti sensoriali, con difficolt
psicologiche ed emotive,con disturbi del comportamento e borderline,provenienti da paesi esteri.)

Osservazione degli
INSEGNANTI

Eventuale osservazione di
altri operatori
(es. assistenti educatori,
assistenti sociali, ove
presenti)
0 1 2 3

Possiede la cognizionedi locus of control

Partecipa attivamente al dialogo educativo

Ha una regolare frequenza scolastica

consapevole dei propri punti di forzaedelsenso di autoefficacia

Dimostra difficolt nella letto/scrittura

Dimostra difficolt nella capacit di ascolto

Manifesta difficolt nella comprensione delle consegne

Manifesta difficolt nella produzione autonoma di frasi e testi

Manifesta difficoltnellesposizione orale e nel reperimento lessicale

Manifesta difficolt nel mantenere lattenzione durante le spiegazioni e le lezioni

Non svolge regolarmente i compiti a casa

Non esegue le consegne che gli vengono proposte in classe

Dimostra difficolt nellarea logico-matematica

Possiede una scarsa conoscenza della struttura del calcolo e dei numeri

Attiva atteggiamenti disturbanti durante la lezione(distrae compagni, domande non pertinenti al docente, etc)

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO


Non presta attenzione ai richiami dellinsegnante o delladulto in generale

Manifesta irrequietezza motoria e incapacit di stare fermo sul proprio banco

Si lascia distrarre dai compagni

Non integrato positivamente nel contesto classe

Dimostratimidezza nel contesto scolastico

Viene escluso dai compagni dalle attivit di gioco e di ricreazione

Tende ad autoescludersi dalle attivit scolastiche

Tende ad autoescludersi dalle attivit di gioco/ricreative

Non porta a scuola i materiali necessari alle attivit scolastiche

Ha scarsa cura dei materiali per le attivit scolastiche (propri e della scuola)

Dimostra scarsa fiducia nelle proprie capacit

Attiva comportamenti violenti in alcune circostanze (indicare quali ____________________________)

Rifiuta eventuali strategie personalizzate proposte dallinsegnante

LEGENDA
0 Lelemento evidenziato dallindicatorenon fa emergere particolari problematicit
1 Lelemento evidenziato dallindicatoremette in evidenza problematicit sporadiche
2 Lelemento evidenziato dallindicatoremette in evidenza problematicit ricorrenti
3Lelemento evidenziato dallindicatoremette in evidenza problematicit, ma rappresenta anche il punto di forza dellallievo, su cui puntare nelle strategie adottate

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

A.3. OSSERVAZIONE ESPERIENZIALE(Diario di bordo di eventuali episodi critici e comportamenti atipici)


CONTESTO

DATA

EPISODIO CRITICO E COMPORTAMENTI ATIPICI

A.4. OSSERVAZIONE CANALI E STILI DI APPRENDIMENTO


CANALI E STILI DI APPRENDIMENTO

STRATEGIE

STILE DI APPRENDIMENTO
DELLALUNNO(barrare la casella corrispondente

VISIVO-VERBALE
Predilige la lettura e la scrittura

Prendere appunti e annotazioni delle lezioni,


accompagnare grafici e diagrammi con spiegazioni
scritte. Prediligere le spiegazioni scritte
Elaborare mappe, evidenziare le parole chiavi,
utilizzare icone ed elementi simbolici

Registrare le lezioni in classe, spiegazione orale del


docente, sintesi vocale per la lettura, audiolibri,
lavori in coppia con il compagno
Creare mappe, grafici, diagrammi. Favorire attivit
in cui il teorico si possa trasformare in pratica,
alternare momenti seduti e in movimento

e aggiungere eventuali annotazioni)

VISIVO NON VERBALE


Predilige immagini, disegni, foto, simboli, mappe,
grafici, diagrammi.
UDITIVO
Predilige lascolto (lezioni in classe, tutoring, lavoro
in gruppo)

CINESTESICO
Predilige le attivit concrete

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

SEZIONE B. FASE DI RACCORDO


B.1. PROFILO DI FUNZIONAMENTO
DIAGNOSI SPECIALISTICA

OSSERVAZIONE SISTEMATICA IN CLASSE

(dati desunti dalla diagnosi)

(dati rilevati dallosservazione degli insegnanti)

LETTURA

LETTURA

LETTURA STRUMENTALE
Rapidit:
molto bassa
bassa
prestazione sufficiente/buona
Correttezza:
presenza di inversioni
presenza di sostituzioni
presenza di omissioni/aggiunte
confonde le lettere.

COMPRENSIONE

COMPRENSIONE

SCRITTURA

PUNTI DI FORZA

PUNTI DI FORZA

PUNTI DI FORZA

COMPRENSIONE DELLA LETTURA


parziale
globale ma superficiale
prestazione sufficiente/buona
COMPRENSIONE DELLASCOLTO
parziale
globale ma superficiale
prestazione sufficiente/buona
COMPRENSIONE CONSEGNE
necessita di aiuto
difficolt nella copiatura alla lavagna
non si rilevano problemi
SCRITTURA
Tipo/i di carattere/i utilizzato/i:
stampato maiuscolo
stampato minuscolo
corsivo
Grafia:
problemi di realizzazione del tratto grafico
problemi di regolarit del tratto grafico
grafia regolare con tratto grafico stabilizzato
Tipologia di errori:
errori fonologici (scambio di grafemi,
omissione e aggiunta di lettere o sillabe,
inversioni, grafema inesatto)
errori non fonologici (fusioni/separazioni
illegali, scambio di grafema omofono,
omissione o aggiunta di h)
altri errori (omissioni e aggiunta di accenti,
omissioni e aggiunta di doppie, apostrofi,
maiuscole)
Produzione autonoma di frasi e testi:
Strutturazione della frase
strutturazione lacunosa
frasi semplici
frasi complete e ben strutturate
Strutturazione dei testi

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

PUNTI DI FORZA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

....

PROPRIETA LINGUISTICA

LINGUE STRANIERE(Art.6 comma 5 DM


n. 5669 del 12 luglio 2011)

..

strutturazione lacunosa
testi brevi e semplici
testi completi e ben strutturati
Altri aspetti:
difficolt nella copia (lavagna, testo )
lentezza nello scrivere
difficolt nel seguire la dettatura
Aderenza consegna
spesso
talvolta
mai
Uso punteggiatura
adeguata
parziale
non adeguata
PROPRIETA LINGUISTICA

PUNTI DI FORZA

difficolt di organizzazione del discorso


difficolt nel ricordare nomi, date

difficolt nella strutturazione della frase


difficolt nel reperimento lessicale

difficolt nellesposizione orale

LINGUE STRANIERE
Consapevolezza fonologica
scarsa
sufficiente
buona
Comprensione orale:
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
Comprensione scritta:
difficolt rilevanti su drills personalizzati
difficolt lievi con utilizzo di prompts
prestazione sufficiente/buona
Produzione orale:
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
Produzione scritta e lessico ortografico:
difficolt rilevanti nella:
Manipolazione sillabica
Segmentazione fonetica
Manipolazione grafemica
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
Processo di lettura
logografico (non riconosce le parole)
alfabetico (sviluppa consapevolezza
fonologica)
ortografico (strategie cognitive pi
complesse)
lessicale (bagaglio lessicale pi ampio)

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

PUNTI DI FORZA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO


CONOSCENZA NUMERICA E CALCOLO
CONOSCENZA NUMERICA E CALCOLO
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
METODO DI STUDIO E STRATEGIE
UTILIZZATE
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................
.....................................................................

CONOSCENZA NUMERICA E CALCOLO


Processi lessicali (capacit di attribuire il nome
ai numeri):
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
Processi semantici(capacit di comprendere
ilsignificato dei numeri attraverso una
rappresentazione mentale di tipo quantitativo):
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
Processi sintattici(capacit di comprendere le
relazioni spaziali tra le cifre che costituiscono i
numeri ovvero il valore posizionale delle cifre):
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
Counting(capacit di conteggio) e calcolo orale
e scritto:
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
Subitizing(riconoscimento immediato di piccole
quantit)
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
Calcolo algebrico
errori di recupero di fatti algebrici;
errori di applicazione di formule;
errori di applicazione di procedure;
errori di scelta di strategie;
errori visuo-spaziali;
errori di comprensione semantica
COMPRENSIONE TESTO PROBLEMA
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
GEOMETRIA (Rappresentazione grafica)
difficolt rilevanti
difficolt lievi
prestazione sufficiente/buona
METODO DI STUDIO E STRATEGIE
UTILIZZATE
sottolinea, identifica parole-chiave, utilizza
schemi e/o mappe se fatti da altri
(insegnanti, genitori, )
sottolinea, identifica parole-chiave, fa schemi
e/o mappe
se con guida
sottolinea, identifica parole-chiave, fa schemi
e/o mappe autonomamente
utilizza strumenti informatici
__________________________________
usa strategie per ricordare (associazioni di
immagini, colori, riquadrature, )
Altro _________________________________

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

PUNTI DI FORZA

PUNTI DI FORZA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

ALTRE CARATTERISTICHE DEL PROCESSO DI APPRENDIMENTO


MEMORIA
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
ATTENZIONE
......................................................
......................................................
......................................................
AFFATICABILIT

........................................................
........................................................
........................................................
....................................................
PRASSIE
......................................................
......................................................
......................................................
......................................................
AUTOMATIZZAZIONI

.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................

MEMORIA

PUNTI DI
FORZA

Memoria:
Episodica (ricordi circoscritti a un evento)
Procedurale (come fare qualcosa)
Semantica (concetti e lessico)
Autobiografica (ricordi legati al proprio vissuto)
Visiva
Difficolt nelle:
categorizzazioni
formule, strutture grammaticali, algoritmi (tabelline,
nomi, date )
sequenze e procedure
recupero della memoria di nozioni gi acquisite e
comprese nellesposizione durante le interrogazioni
ATTENZIONE

PUNTI DI
FORZA

attenzione visuo-spaziale
selettiva
intensiva
AFFATICABILIT

PUNTI DI
FORZA

Lalunno tende a stancarsi:


dopo un breve tempo di lavoro
dopo un medio/buon tempo di lavoro
solo per alcune attivit/esercizi
PRASSIE

PUNTI DI
FORZA

difficolt di esecuzione (lateralit, direzionalit,


posizione, prensione)
difficolt di pianificazione
difficolt di programmazione e progettazione
nessuna
AUTOMATIZZAZIONI

Lalunno capace di eseguire contemporaneamente


pi processi (es. ascoltare e scrivere, ascoltare e
seguire il testo, etc.)
Lalunno non in grado di eseguire
contemporaneamente pi processi
Lalunno in grado, solo in alcune occasioni, di
eseguire contemporaneamente pi processi

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

PUNTI DI
FORZA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

CONSAPEVOLEZZA DEL
PROPRIO MODO DI
APPRENDERE
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................
.........................................................

CONSAPEVOLEZZA DEL PROPRIO MODO DI


APPRENDERE

TEMPI DI ATTENZIONE: sufficienti/buonibreve


termine molto limitati
MOTIVAZIONE: buona sufficiente scarsa
AUTOSTIMA:
IMPEGNO:

buona sufficiente scarsa


buonosufficiente scarso

AUTONOMIA SCOLASTICA:
buona sufficiente scarsa
RAPPORTI CON I COMPAGNI
buonisufficientiscarsi
RAPPORTI CON GLI INSEGNANTI
buonisufficientiscarsi
ACCETTA LUTILIZZO DI STRUMENTI
COMPENSATIVI
S In parte No

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

PUNTI DI
FORZA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

B.2. PATTO EDUCATIVO E FORMATIVO PER ALUNNI con DSA


La Scuola attraverso i docenti si impegna
a garantire a tutti i suoi studenti il diritto
allistruzione (art. 3 della Costituzione della
Repubblica Italiana)
ad adottare tutte le misure compensative e
dispensative inserite nel PDP;
ad illustrare allo studente la ragione dellimpiego
degli strumenti compensativi e delle misure
dispensative che sono stati selezionati;
ad aiutare lo studente nel percorso di
socializzazione del suo disturbo, cercando le
modalit e le forme idonee a favorire linclusione;
ad adottare strategie metodologiche e didattiche
inclusive, in un clima di classe tollerante e
accogliente;
ad attuare modalit di verifica e valutazione
coerenti con quanto predisposto dal PDP;
a riportare sul registro di classe, se accessibile on
line, la programmazione di eventuali verifiche orali;
a segnalare tempestivamente alla famiglia
eventuali valutazioni negative di verifiche orali
programmate con il necessario anticipo;
a segnalare alla famiglia leventuale necessit di
rivedere, anche in corso danno, il PDP per
adeguarlo a esigenze educativo-didattiche mutate.

Il team docente/per il C.d.C il coordinatore

La famiglia si impegna
a condividere e a sottoscrivere il Piano
Didattico Personalizzato (PDP) redatto dal
Consiglio di Classe;
autorizza tutti i docenti del Consiglio di Classe
nel rispetto della privacy e della riservatezza del
caso ad applicare tutte le misure compensative
e dispensative ritenute idonee e necessarie,
previste dalla normativa vigente;
si impegna a collaborare con i docenti
adoperandosi perch in ambito domestico il proprio
figlio adotti le modalit di lavoro individuate come
funzionali dai docenti e coerenti con il lavoro svolto
in classe;
si impegna a verificare regolarmente lo
svolgimento, da parte del proprio figlio, dei compiti
assegnati dai docenti, motivando allimpegno;
si impegna a verificare che il proprio figlio porti a
scuola i materiali richiesti e necessari per tutte le
attivit didattiche;
si impegna a garantire la presenza a scuola
della/del propria/o figlia/o in occasione di verifiche,
scritte ed orali, specie se queste sono state
programmate con anticipo;
si impegna a mantenere una comunicazione
regolare con i docenti per seguire il percorso
scolastico del loro figlio
ad incoraggiare lacquisizione da parte del
proprio figlio di una crescente autonomia nella
gestione dei materiali scolastici, dei tempi di studio,
dellimpegno scolastico e delle relazioni con i
docenti.
I genitori _______________________________

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

Lo studente si impegna
a impiegare gli strumenti compensativi e le misure
dispensative previsti nel PDP in modo consapevole
e attivo e dialogando con i docenti sulluso;
ad adottare un atteggiamento collaborativo, sia
con i docenti che con i compagni di classe;
a svolgere regolarmente i compiti assegnati;
a portare a scuola tutti i materiali necessari allo
svolgimento delle attivit;
ad essere presente in classe in occasione delle
verifiche scritte ed orali concordate
precedentemente con i docenti;
a frequentare eventuali lezioni di recupero o
sportelli di supporto in orario pomeridiano qualora i
docenti lo ritenessero necessario.
Strumenti
compensativi/misure
dispensative
utilizzati a casa:
Registrazioni, audiolibri
Libro digitale
Videoscrittura con correttore ortografico
Programmi per elaborazione di mappe
Sintesi vocale
Calcolatrice o computer con fogli di calcolo
Lettura vicariale
Scrittura delladulto quando lalunno
stanco
Schemi e mappe elaborati dallalunno o
forniti dal docente. Tavola pitagorica
Procedure fornite dal docente
Altro:
Lalunno (se maggiorenne)

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

SEZIONE C. FASE DI PROGETTAZIONE


C. 1. STRATEGIE DI INTERVENTO E OBIETTIVI DIDATTICI CONDIVISI(Attivit didattiche individualizzate e personalizzate)
(tenendo conto degli stili educativi e di strategie operative, per ciascuna disciplina indicare la metodologia didattica adottata e strategie utilizzate)

Disciplina o
ambito
disciplinare

Descrizione delle
abilit/capacit da
potenziare

Obiettivi
disciplinari
personalizzati
(se necessari
conoscenze/compe
tenze, tempi di
attuazione,
parametri di azione)

Strategie
didattiche
condivise
(possono essere
usati dei descrittori
in codice)

Metodologie
Didattica
didattiche
personalizzata
1. Mediatori didattici
privilegiate
2. Stili di
( possibile
apprendimento
utilizzare i descrittori 3. Ipotesi di
in codice della
definizione degli
tabella C.2.)
interventi
educativo didattici
(apprendimento
significativo)

ITALIANO
STORIA
GEOGRAFIA
INGLESE
ART. 6 Comma 6 DM 12
Luglio 2011 n. 5669

DISPENSA
ESONERO

LINGUA II
ART. 6 Comma 6 DM 12
Luglio 2011 n. 5669

DISPENSA
ESONERO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

MATEMATICA
SCIENZE
TECNOLOGIA
ARTE
MOTORIA
MUSICA
STRUMENTO
RELIGIONE

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

C.2. STRATEGIE METODOLOGICHE E DIDATTICHE CONDIVISE (attivit


didattiche individualizzate e personalizzatevalide per tutte le materie)

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.

20.
21.
22.
23.
24.

Incoraggiare lapprendimento collaborativo favorendo le attivit in piccoli gruppi (No


ai gruppi di livello. S, gruppi equi eterogenei)
Incoraggiare lapprendimento per scoperta
Predisporre azioni di tutoraggio (peer tutoring)
Sostenere e promuovere un approccio strategico nello studio utilizzando mediatori
didattici per lapprendimento (immagini, mappe mentali e concettuale, video)
Insegnare luso di dispositivi extratestuali per lo studio (titolo, paragrafi, schemi) e
utilizzare un carattere leggibile (Arial 12-14, colore con fondo scuro, evidenziatori)
Sollecitare la memoria di lavoro attraverso warm up (sintesi attivit precedente)
Sollecitare la memoria di lavoro attraverso il brainstorming
Attivare una didattica flessibile (variare contenuti e azioni)
Promuovere inferenze, integrazioni e collegamenti tra le conoscenze e le discipline
Dividere gli obiettivi di un compito in sotto categorie
Favorire lapproccio metacognitivo
Offrire anticipatamente schemi grafici relativi allargomento di studio
Privilegiare lapprendimento esperienziale e laboratoriale
Sviluppare processi di autovalutazione
Gratificare e incoraggiare di fronte ai successi
Controllare la corretta trascrizione dei compiti e degli avvisi sul diario
Controllare la comprensione delle consegne orali e scritte, e dei contenuti.
Avviare/ potenziare luso della videoscrittura
Evitare la sottolineatura degli errori
METODOLOGIE SPECIFICHE PER LE LINGUE STRANIERE
Privilegiare il potenziamento delle abilit orali
Ricorrere a tempi aggiuntivi
Riduzione del carico di lavoro
Adattare le attivit mediante il supporto di strumenti compensativi
Privilegiare la fluency

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

RELIGIONE

S.MOTORIE

MUSICALE

ARTISTICA

ED.TECNICA

SCIENZE

STORIA
STORIA

MATEMATICA

II LINGUA
II LINGUA

MATEMATICA

INGLESE
INGLESE

GEOGRAFIA

ITALIANO
ITALIANO

GEOGRAFIA

TUTTE LE
MATERIE

STRUMENTI COMPENSATIVI UTILIZZATI

TUTTE LE
MATERIE

C.3. STRUMENTI COMPENSATIVI UTILIZZATI E MISURE DISPENSATIVE


ADOTTATE

ACCETTARE ERRORI ORTOGRAFICI


LETTURA AD ALTA VOCE
LETTURA AUTONOMA DELLE CONSEGNE
SOMMINISTRARE PIU VERIFICHE ORALI CHE
SCRITTE
SCRITTURA SOTTO DETTATURA
SCRITTURA VELOCE SOTTO DETTATURA
PRENDERE APPUNTI DURANTE SPIEGAZIONE
COPIARE DALLA LAVAGNA
USO VOCABOLARIO CARTACEO
STUDIO MNEMONICO(FORMULE,REGOLE, etc.)
STUDIO NOZIONISTICO (termini tecnici,
definizioni)
(=RIDUZIONE) ES ERCIZI DI COMPITO A CASA
(=RIDUZIONE) ES ERCIZI DI COMPITO A SCUOLA
TEMPI AGGIUNTIVI PER LA VERIFICA (30%)
SOVRAPPOSIZIONI DI IMPEGNI SCOLASTICI
(verifiche, interrogazioni)

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

RELIGIONE

S.MOTORIE

MUSICALE

ARTISTICA

ED.TECNICA

MISURE DISPENSATIVE ADOTTATE

SCIENZE

CALCOLATRICE
COMPUTER e VIDEOSCRITTURA
CORRETTORE ORTOGRAFICO
LETTURA VICARIALE
FILE MP 3
AUDIOLIBRI
SOFTWARE SPECIFICI
SINTESI VOCALE
VOCABOLARI MULTIMEDIALI
TAVOLE REGOLE GRAMMATICALI
FORMULARI E TAVOLE PITAGORICHE
SCHEMI, MAPPE CONCETTUALI E MENTALI
CARTINE STORICHE E GEOGRAFICHE
SPECCHIETTI PER INCOLONNAMENTI

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

D. FASE DI VALUTAZIONE
D.1. CRITERI E MODALIT DI VERIFICA

Prove informatizzate
Adattare quantitativamente le verifiche e i compiti casa e scuola (es. riduzione
esercizi), senza modificare gli obiettivi, curando i tempi di effettuazione e la
strutturazione della prestazione
Usare i mediatori didattici durante le prove orali e scritte (uso pc, tavola
pitagorica, formulari, sintesi vocale, correttore ortografico, mappe mentali e
concettuali) per velocizzare tempi di scrittura e testi pi corretti
Anticipare allalunno cosa dovr sapere durante linterrogazione/prova scritta
Evitare la sovrapposizione di interrogazioni e verifiche (e possibilmente evitare
prove durante le ultime ore di lezione)
Concordare Interrogazioni orali e prove scritte programmate evitando di
spostare le date
Lettura vicariale delle consegne
Potenziare verifiche scritte di tipo strutturato (V/F, scelta multipla)
Supportare lallievo, nelle verifiche orali, aiutandolo ad argomentare e a
recuperare il lessico specifico della disciplina
Privilegiare la forma orale e compensare con prove orali compiti scritti non
ritenuti adeguati
Dare tempi pi lunghi per lesecuzione delle prove scritte
Privilegiare luso corretto delle regole grammaticali alla loro memorizzazione

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

RELIGIO NE

MOTORIA

ARTE

MUSICA

LINGUE
STRANIERE

SCIENZE

MATEMATICA

TECNOLOGIA

GEOGRAFIA

STORIA

ITALIANO

CRITERI IDENTIFICATIVI PERSONALIZZATI

TUTTE LE
DISCIPLINE

EVENTUALI DIFFERENZIAZIONI PER DISCILINA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

D.2. CRITERI DI VALUTAZIONE INTERMEDIA E FINALE

Per i compiti scritti la valutazione riguarder prevalentemente il contenuto disciplinare


piuttosto che la forma ortografica e sintattica (eventualmente sostituirli con prova orale)
Valutare i progressi in itinere
Autonomia raggiunta nell'impiego degli strumenti tecnologici e metodologici
Valutare nelle prove scritte il contenuto e non la forma (errori ortografici e errori
morfo/sintattici; errori di calcolo e copiatura in matematica)
Privilegiare la valutazione delle verifiche orali
Privilegiare il processo indipendentemente dai risultati

D.3. VALUTAZIONE LINGUE STRANIERE


Per le lingue straniere:

privilegiare la forma orale

privilegiare nello scritto prove strutturate (risposta multipla, vero/falso, abbinamenti, ...)

adattare le prove di ascolto (per esempio anticipare le richieste prima dell'ascolto o fornire griglie di comprensione in italiano)

privilegiare il contenuto rispetto alla forma (ortografia, pronuncia, ...)


DIDATTICA DELLE LINGUE STRANIERE
DISPENSA:
ESONERO:

SI

NO

data di richiesta ____________

SI

NO

data di richiesta ____________

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

RELIGIONE

MOTORIA

ARTE

MUSICA

LINGUE
STRANIERE

SCIENZE

MATEMATICA

TECNOLOGIA

GEOGRAFIA

STORIA

CRITERI IDENTIFICATIVI PERSONALIZZATI

ITALIANO

TUTTE LE
DISCIPLINE

EVENTUALI DIFFERENZIAZIONI PER DISCILINA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

FIRME DEGLI ATTORI COINVOLTI NEL PIANO EDUCATIVO


Le parti coinvolte si impegnano a rispettare quanto condiviso e concordato nel
presente PDP per il successo formativo dell'alunno

Milano, l___________

DOCENTI

NOME E COGNOME

FIRME

ITALIANO
MATEMATICA E SCIENZE
INGLESE
LINGUA II
TECNOLOGIA
MUSICA
ARTE
MOTORIA
RELIGIONE CATTOLICA
SOSTEGNO
STRUMENTO (per orientamento
musicale)

REFERENTE DSA o FFSS


AREA INCLUSIONE

NOME E COGNOME

OPERATORE ASL, ENTE,

NOME E COGNOME

GENITORI

MADRE______________

________________________

PADRE_______________

________________________

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

______________________

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA - MILANO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO THOUAR GONZAGA