Sei sulla pagina 1di 11

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SSPG

LEVICO TERME
Via della Pace 5 - 38056 LEVICO TERME (TN)
C.F. 81002890226 Tel. 0461/706146 Fax 0461/706099
e-mail : segr.ic.levico@scuole.provincia.tn.it
pec: ic.levicoterme@pec.provincia.tn.it
http://www.iclevico.eu
Scuola Primaria di Levico

Scuola SPG di Levico

Scuola Primaria di Caldonazzo

Scuola Primaria di Calceranica

CRITERI PER LA CONDUZIONE DELLESAME CONCLUSIVO


DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE
ANNO SCOL. 2012/13

INDICE

Quadro normativo di riferimento


Lo scrutinio finale
La relazione finale del Consiglio di classe
Giudizio di ammissione e giudizio triennale
Tracce, criteri, griglie per la valutazione delle prove scritte
a) italiano
tracce
criteri e griglia per la valutazione
b) prova nazionale Invalsi
c) lingua straniera
criteri e griglia per la valutazione
d) scienze matematiche
criteri e griglia per la valutazione
Colloquio pluridisciplinare
modalit di conduzione
criteri e griglia di valutazione
Giudizio finale desame
criteri, griglia per la stesura, livelli di giudizio
criteri per lattribuzione della lode
Allegati
scheda per raccolta dei giudizi di valutazione delle prove per
ogni singola classe

Pagina
2
2
2
3
4
4

11

Scuola Primaria di Tenna

QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO


Decreto Ministeriale del 26 agosto 1981 (Criteri orientativi per gli esami di licenza media)
Regolamento per linserimento e lintegrazione degli studenti stranieri nel sistema educativo provinciale
del 27 marzo 2008
Regolamento per favorire lintegrazione e linclusione degli studenti con bisogni educativi speciali del 29
aprile 2008
Circolare Dipartimento Istruzione n. prot. 475 del 26 gennaio 2010 con indicazioni relative allo studio
delle lingue straniere per studenti con BES e studenti stranieri
Regolamento sulla valutazione periodica e annuale degli apprendimenti e della capacit relazionale
degli studenti nonch sui passaggi tra percorsi del secondo ciclo del 01 ottobre 2010
Linee guida per le istituzioni scolastiche e formative della PAT su Inserimento e integrazione degli
studenti stranieri.
LO SCRUTINIO FINALE
Nel corso dello scrutinio finale vengono approvati:
i giudizi disciplinari
il giudizio globale da inserire nel documento di valutazione
il giudizio sintetico di ammissione allesame da inserire nel documento di valutazione e nel verbale
desame di ogni alunno
il giudizio complessivo (triennale) con descrizione sommaria del percorso dellalunno + giudizio sintetico
di ammissione + cons. orientativo da inserire nel verbale desame di ogni alunno
Per gli alunni ammessi allesame la certificazione delle competenze.

LA RELAZIONE FINALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE


Il consiglio di classe, nella persona degli insegnanti coordinatori, predispone una cartella contenente:
A. - La relazione generale sulla classe, approvata e sottoscritta dall'intero consiglio di classe contenente
la presentazione della classe (composizione, breve cronistoria con indicazione delle attivit formative
rilevanti, continuit didattica, metodo di lavoro del consiglio di classe, fisionomia della classe al termine
del triennio, sintesi dei risultati raggiunti al termine della programmazione triennale per quanto
concerne gli obiettivi cognitivi e trasversali fissati dal consiglio di classe);
B. - I programmi d'esame, preparati e firmati dai docenti, divisi per disciplina.
Programmi effettivamente svolti: ciascun insegnante allegher a quella del consiglio di classe una
propria relazione in cui indicher il programma effettivamente svolto e in cui evidenzier sia il
raggiungimento o meno degli obiettivi della programmazione per quanto concerne la propria disciplina,
sia la linea didattica seguita.
C. Eventuali documentazioni significative dellattivit svolta nellultimo anno del triennio.
Nella relazione di presentazione della classe allEsame di Stato vengono inoltre presentati:
per gli studenti con certificazione L. 104/92, gli elementi caratterizzanti del PEI, leventuale
necessit di prove differenziate, le modalit di svolgimento delle stesse e di valutazione. Le
prove desame dovranno essere corrispondenti agli insegnamenti impartiti a quello studente e
idonee a valutare i progressi in rapporto alle potenzialit e ai livelli iniziali di apprendimento,
consentendo allo studente luso degli ausili necessari e le abituali forme di approccio al
momento di verifica. Dal momento che lo studente con certificazione ai sensi della L. 104/92
deve svolgere la prova nazionale, la sottocommissione desame, qualora lo ritenga necessario,
struttura preventivamente una prova differenziata da utilizzare in sostituzione della prova
nazionale se non ritenuta adeguata al percorso dello studente;
per gli studenti con DSA, gli elementi caratterizzanti il loro PEP e lindicazione di eventuale
utilizzo di strumenti compensativi nellambito delle prove scritte, che non possono essere
differenziate rispetto alla classe, quali l'assegnazione di tempi pi distesi per l'espletamento
2

delle prove, l'utilizzo di apparecchiature, strumenti informatici e ogni opportuno strumento


compensativo, lettura da parte di un adulto per la comprensione dei testi, uso del dizionario per
la trascrizione di termini della lingua straniera,;
per gli studenti con svantaggio (BES, lettera c), gli elementi caratterizzanti il loro PEP e tutte le
altre indicazioni ritenute utili;
per gli studenti stranieri, gli elementi caratterizzanti il loro progetto didattico personalizzato,
con riferimento al percorso svolto soprattutto nellambito delle lingue straniere.
Si sottolinea che durante lesame di stato la collegialit non necessaria solo per una questione di
forma, ma per il contributo e l'apporto personale che ogni insegnante pu dare.

GIUDIZIO DI AMMISSIONE E GIUDIZIO TRIENNALE


4. Il giudizio globale si conclude con il giudizio di ammissione allesame di stato che espresso con
lattribuzione di uno dei seguenti giudizi sintetici decrescenti: ottimo, distinto, buono, discreto,
sufficiente.
(art. 4, Regolamento sulla valutazione periodica e annuale degli apprendimenti)
Il giudizio di ammissione viene accompagnato da un giudizio triennale, stilato in base alle seguente
griglia di attribuzione.
Lo studente ha intrapreso la scuola secondaria di primo grado con una preparazione
sicura, buona, adeguata, pienamente sufficiente, sufficiente, appena sufficiente, incerta, scadente,
lacunosa, gravemente lacunosa, settoriale, in alcune materie, in quasi tutte le materie.
Nel corso del triennio
ha instaurato rapporti (positivi, buoni, corretti, costruttivi, maturi) con i compagni,
si rapportato positivamente (solo) con alcuni compagni,
ha limitato i suoi rapporti ad alcuni compagni,
ha incontrato difficolt a instaurare rapporti con i compagni
e/ma ha mantenuto un comportamento corretto e responsabile.
e/ma ha progressivamente migliorato il comportamento.
ha evidenziato un comportamento ( poco responsabile, poco corretto) con i compagni.
e/ma ha fatto fatica ad adeguarsi alle regole della convivenza scolastica.
Ha consolidato la capacit di organizzare (autonomamente) il proprio lavoro, dimostrando un
(ottimo, buono, costante) impegno.
Ha consolidato la capacit di organizzare (autonomamente) il proprio lavoro, ma limpegno apparso
(saltuario, incostante, settoriale, superficiale).
Non ancora sicuro nellorganizzazione del proprio lavoro, ma il suo impegno stato (costante,
regolare, diligente).
Ha dimostrato una (sufficiente discreta) capacit di organizzare il proprio lavoro,/ evidenziando un (
soddisfacente, buon , diligente, costante) impegno , / migliorando via via il suo impegno / ma il suo
impegno stato (carente, superficiale, irregolare, settoriale, scarso, generalmente (regolare, costante,
buono, adeguato, sufficiente ) / e si impegnato in modo irregolare, incostante, settoriale, discontinuo,
inadeguato, superficiale, scarso.
La preparazione globale raggiunta risulta (completa e sicura, completa, abbastanza completa,
generalmente completa e abbastanza sicura, positiva/buona in tutte le materie, positiva in quasi
tutte le materie, positiva in tutte le materie ma non ugualmente sicura, pienamente sufficiente,
complessivamente sufficiente, generalmente sufficiente ma ancora lacunosa in qualche materia,
ancora incompleta e superficiale).
Il livello di maturazione molto buono, adeguato allet, non ancora adeguato allet.
In calce al giudizio triennale viene riportato il consiglio orientativo.

TRACCE, CRITERI E GRIGLIE PER LA VALUTAZIONE DELLE PROVE SCRITTE

ITALIANO
Le tracce per la prova scritta, in numero di tre, fra le quali il candidato operer la scelta, debbono
essere formulate in modo da rispondere quanto pi possibile agli interessi degli alunni, tenendo conto
delle seguenti indicazioni di massima:
o esposizione in cui l'alunno possa esprimere esperienze reali o costruzioni di fantasia (sotto
forma di cronaca o diario o lettera o racconto ecc.);
o trattazione di un argomento di interesse culturale o sociale che consenta l'esposizione di
riflessioni personali;
o relazione su un argomento di studio, attinente a qualsiasi disciplina.
La prova scritta dovr accertare la coerenza e la organicit del pensiero, la capacit di espressione
personale e il corretto ed appropriato uso della lingua.
Durata della prova: quattro ore.
(Decreto Ministeriale 26 agosto 1981, Criteri orientativi per gli esami di licenza media)
1A TRACCIA
Presentazione della propria esperienza reale o del proprio immaginario
funzione: prevalentemente descrittiva/informativa/espressiva
tipologia testo: diario, lettera, cronaca, articolo giornalistico, descrizione, racconto, ecc.
registro: informale, formale basso, soggettivo-confidenziale
Sar importante riferirsi a fatti/persone/problemi/ conoscenze per evitare titoli troppo generici che
rischierebbero di non guidare, di non promuovere la risposta personale. Il candidato avr la possibilit di
scegliere - tra quelle indicate - la forma testuale pi consona all'espressione di s e delle sue capacit.
2A TRACCIA
Esposizione e riflessione su conoscenze acquisite durante il triennio o l'ultimo anno in chiave analitica ed
interpretativa
funzione: prevalentemente argomentativa
tipologia testo: argomentazione affermativa, trattazione problematica, commento, ecc.
registro: formale, oggettivo
3A TRACCIA
Riscrittura in chiave oggettiva e valutativa della produzione documentaria relativa al triennio o all'ultimo
anno
funzione: informativa e critico-interpretativa
tipologia testo: relazione su attivit disciplinari e pluridisciplinari, argomenti di studio organizzati
attraverso gli strumenti ed i sussidi didattici disciplinari pertinenti, attivit extrascolastiche,etc.
registro: formale, oggettivo, con uso dei linguaggi settoriali
Criteri e griglia di valutazione
Competenza grammaticale (morfologia e sintassi) e semantica (lessico)
Competenza tecnica (grafia, impaginazione, ortografia)
Competenza ideativa e testuale (chiarezza, significativit, originalit delle idee; organizzazione del
testo)
1.PRESENTAZIONE E GRAFIA
2A.USO DI SINTASSI, STRUTTURE
GRAMMATICALI, CONNETTIVI E
PUNTEGGIATURA
(LEGAMI/COESIONE)

Molto curata.

Corretto, sicuro
(anche nelle
strutture
complesse) ed
efficace.

Curata

Chiara e leggibile Abbastanza


chiara e
leggibile
Generalmente
Non sempre
corretto
corretto

Corretto ed
efficace

Accettabile

Incerto

Disordinata e
difficilmente
leggibile
Scorretto

2B.ORTOGRAFIA

Corretta

3A.INDICAZIONI DEL TITOLO

Rispettate

Testo
informativo e/o
argo-

Testo
personale
narrativo
espressivo

tipi

Scritture da
testi sintesi,
riscritture,
commenti

3B.CONTENUTO
(QUALITA): sviluppare il
contenuto di un testo in
rapporto a quanto
richiesto (ampiezza,
ricchezza, profondit
precisione delle idee
espresse)

3C.ORGANIZZAZIONE E PRESENTAZIONE
DEL CONTENUTO: pianificare i contenuti,
dando un ordine funzionale, secondo lo
scopo comunicativo richiesto; organizzare
il testo sia nella struttura complessiva sia
nelle singole parti.
4.LESSICO e REGISTRO LINGUISTICO

Corretta,
qualche
imprecisione

Generalmente
corretta

Con errori ed
sviste

Con vari errori

Parzialmente rispettate

Scorretta (con
numerosi, ripetuti e
gravi errori)
Non rispettate

Personale,
originale, ampio
completo,

Personale e
completo

Personale e
abbastanza
completo

Discretamente
sviluppato

Semplice,
essenziale e/o
superficiale

Generico e limitato

Completo,
accurato, ricco,
approfondito e
articolato

Completo ed
articolato

Abbastanza
completo ed
accurato

Discretamente
sviluppato

Semplice,
essenziale e/o
superficiale

Incompleto,
impreciso e limitato

Completo,
accurato, ricco,
approfondito,
articolato,
personale

Completo
articolato

Abbastanza
completo ed
accurato

Discretamente
sviluppato

Semplice,
essenziale e/o
superficiale

Incompleto,
impreciso e limitato

Strutturata,
equilibrata,
coerente.

Strutturata e
coerente

Abbastanza
strutturata,
non sempre
coerente

Poco strutturata,
frammentaria,
non sempre
coerente

Non strutturata,
piuttosto
frammentaria,
poco coerente

Adeguato

Abbastanza
adeguato

Poco adeguato
generico

Inadeguato

Efficace,
strutturata,
coerente,
equilibrata.

Appropriato e
vario

Appropriato

GIUDIZIO SINTETICO

PROVA NAZIONALE INVALSI


La prova nazionale per lEsame di Stato - scuola secondaria di I grado strutturata tenendo conto delle
tecniche adottate per le rilevazioni degli apprendimenti dalle indagini nazionali ed internazionali.
La prova oggettiva e semistrutturata (composta da quesiti sia a scelta multipla sia a risposta aperta),
ed costruita anche in riferimento alle pratiche didattiche dei docenti di italiano e di matematica. La
prova articolata in due fascicoli: uno dedicato alla valutazione in matematica e l'altro a quella in
italiano.
Per la correzione si terr conto delle griglie che verranno inviate nella giornata della somministrazione;
per la valutazione si fa riferimento ai criteri indicati nella del. n. 20 del Collegio docenti (del 14 dicembre
2010).
Durata della prova: due ore e 45 minuti
LINGUA STRANIERA
Prova a:
risposte a domande relative ad un brano sconosciuto
Prova b:
composizione di una lettera su traccia indicata dallinsegnante
Durata della prova: tre ore
Criteri e griglia di valutazione
Capacit di comprendere il testo e le domande o la traccia della lettera
Capacit di produrre risposte appropriate e pertinenti o di redigere una lettera secondo i punti richiesti
dalla traccia
Correttezza ortografica e capacit di utilizzare in modo corretto le conoscenze grammaticali, sintattiche
e lessicali
Capacit di usare il vocabolario (lessico)
Completezza del testo.
La comprensione del testo/della traccia risulta

dettagliata completa abbastanza sicura discreta


parziale - scarsa

Il contenuto delle risposte/della lettera

esauriente appropriato adeguatamente sviluppato


discretamente sviluppato, ma non sempre in modo
5

pertinente - pertinente ma conciso essenziale limitato e/o inadeguato


corrette generalmente corrette abbastanza
corrette parzialmente corrette - scorrette
ricco e preciso preciso adeguato semplice
carente e improprio
molto buoni buoni abbastanza soddisfacenti
limitati assenti

Le funzioni e le strutture grammaticali sono


Luso del lessico
e gli apporti personali sono
GIUDIZIO SINTETICO

SCIENZE MATEMATICHE
La prova scritta di matematica ed elementi di scienze e Tecnologia articolata su pi quesiti che non
comportano soluzioni dipendenti l'una dall'altra. I quesiti toccano aspetti numerici, geometrici e
tecnologici, con nozioni elementari nel campo della statistica e della probabilit.
Durata della prova: tre ore
Criteri e griglia di valutazione
Utilizzare con sicurezza le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico ed algebrico, scritto e mentale,
anche con riferimento a contesti reali (1)
Rappresentare, confrontare ed analizzare figure geometriche, individuandone varianti, invarianti,
relazioni in situazioni reali (2)
Rilevare dati significativi, analizzarli, interpretarli, sviluppare ragionamenti sugli stessi, utilizzando
consapevolmente rappresentazioni grafiche e strumenti di calcolo (3)
Riconoscere e risolvere problemi di vario genere individuando le strategie appropriate, giustificando il
procedimento seguito e utilizzando in modo consapevole i linguaggi specifici (4)
Utilizza le tecniche e le procedure del
calcolo aritmetico ed algebrico.
Scritto e mentale, anche con
riferimento a contesti reali
Rappresenta, confronta ed analizza
figure geometriche, individuandone
varianti, invarianti, relazioni, in
situazioni reali.
Rileva dati significativi, li analizza, li
interpreta, sviluppa ragionamenti
sugli stessi, utilizzando
consapevolmente rappresentazioni
grafiche e strumentali di calcolo
Riconosce e risolve problemi di vario
genere, individuando le strategie
appropriate e giustificando il
procedimento seguito e utilizzando in
modo consapevole i linguaggi specifici

con
sicurezza e
autonomia

efficacemente

correttamente

in maniera
soddisfacente

parzialmente

parzialmente

non
sa utilizzare

non
sa
rappresentare

con
sicurezza e
autonomia

efficacemente

correttamente

in maniera
soddisfacente

con
sicurezza e
autonomia

efficacemente

correttamente

in maniera
soddisfacente

parzialmente

non sa rilevare

con
sicurezza e
autonomia

efficacemente

correttamente

in maniera
soddisfacente

parzialmente

non sa
riconoscere e
risolvere

GIUDIZIO SINTETICO ..

COLLOQUIO PLURIDISCIPLINARE
Si partir da un lavoro presentato dal candidato con modalit informatiche, frutto delle attivit svolte
nel corso del triennio e in particolare nel terzo anno. Per lelaborazione dei materiali sono state
individuate le seguenti tematiche, considerate parole-chiave: crescita, cambiamenti, risorse e progresso,

diritti e doveri, povert e ricchezza, pace e guerra, libert e oppressione, io e laltro, natura e ambiente,
letteratura e vita, viaggio, alimentazione, corpo, ragione e sentimento, conflitti, lavoro.
Ciascun insegnante potr intervenire nel colloquio ricercando collegamenti non forzati con la propria
materia, rimanendo nellambito del lavoro presentato dallalunno. Si faranno poche domande, chiare,
lasciando allalunno la possibilit di scegliere il taglio di risposta a lui pi congeniale. In caso di impasse
da parte del ragazzo, si potr riprendere una parte del suo intervento, o ripetendo le parole testuali o
riformulandole, ma senza aggiungere elementi nuovi e cercando di non condizionare la risposta.
Tutti gli insegnanti dovranno prestare la massima attenzione alle risposte dellalunno, mantenendo un
atteggiamento incoraggiante e rispettoso nei suoi confronti. E opportuno, inoltre, lasciare spazio,
durante il colloquio, allesposizione delle conoscenze relative a quelle discipline che non prevedono la
prova scritta, essendo eminentemente operative: Musica, Tecnologia, Arte ed immagine, Scienze
motorie e sportive, Storia e Geografia.
La prova si svilupper in modo differenziato in base alla conoscenza che la sottocommissione possiede
relativamente al percorso e alla realt dapprendimento scolastico dellallievo, al fine di creare
unatmosfera favorevole alla piena espressione delle abilit e delle competenze del candidato, per
limitare gli effetti negativi dei condizionamenti emozionali che potrebbero influire sulla stessa
esperienza desame.
Per il colloquio si prevede una durata complessiva di circa quaranta minuti.
Per quanto riguarda i programmi svolti e le linee didattiche seguite, si fa riferimento a quanto
predisposto da ogni singolo docente nel proprio piano di lavoro annuale e nella relazione finale del
consiglio di classe.
Criteri e griglia di valutazione del colloquio
Possesso delle conoscenze e dei concetti
Capacit di collegare tra loro i vari argomenti
Capacit espositiva e uso della terminologia
Atteggiamento nei confronti della prova
Il candidato ha presentato gli argomenti evidenziando il possesso di conoscenze e concetti in modo
esatto, ampio, approfondito, preciso e pertinente
corretto e pertinente
appropriato
corretto ma limitato agli aspetti essenziali
generalmente corretto ma superficiale
superficiale e non sempre corretto, frammentario, poco preciso e confuso
e li ha collegati in modo
ben articolato, stimolante, sicuro, efficace e autonomo
sicuro e autonomo
appropriato
discretamente sicuro
semplice ma comprensibile e sufficientemente sicuro
parziale e impreciso
La sua esposizione stata
organica,coerente e chiara
organica
chiara
corretta e lineare
semplice ma chiara e sostanzialmente corretta
ripetitiva e non sempre corretta
poco chiara confusa e disordinata stentata
e caratterizzata da un lessico
ricco e appropriato
abbastanza vario e appropriato
adeguato e corretto
abbastanza corretto
7

generico e semplice, a volte impreciso


povero e impreciso - non appropriato
Complessivamente il /la candidato/a ha dimostrato/a un atteggiamento
responsabile, serio, sicuro e padrone della situazione
sicuro ma teso
discretamente padrone della situazione
sufficientemente padrone della situazione - impacciato e poco sicuro
confuso e incerto disorientato poco responsabile - molto/piuttosto emozionato
GIUDIZIO SINTETICO

GIUDIZIO FINALE DESAME


.. 3. Ferme restando le modalit di svolgimento dellesame di stato stabilite dalla normativa statale
vigente, nel primo ciclo di istruzione la valutazione delle prove scritte e del colloquio pluridisciplinare
dellesame di stato espressa con i giudizi sintetici previsti dallarticolo 3, comma 2. Sulla base del giudizio
di ammissione e degli esiti delle prove desame, la commissione esaminatrice formula un giudizio sintetico
finale che provvede a convertire in voto numerico, Nei casi di merito eccezionale la commissione
esaminatrice pu assegnare la lode.
(art. 19, Regolamento sulla valutazione periodica e annuale degli apprendimenti)
Risulta evidente dalla lettura che non possibile prevedere nellattribuzione del giudizio finale alcuna
forma di calcolo o di media, impossibile per altro con luso dei giudizi; si intende in tal modo tener conto
della globalit del percorso degli studenti e di tutti i suoi vari elementi che trascendono semplici
automatismi. In questottica si intende attribuire grande importanza al giudizio di ammissione allesame
e al giudizio triennale che testimoniano il cammino dello studente di cui lesame di stato costituisce
momento finale.
E comunque stato deciso dal Collegio dei docenti della SSPG un criterio di attribuzione di peso
uniformante e orientativo per tutte le classi delle varie sezioni.
Giudizio di ammissione 60 %
Scritto di Italiano 6 %
Scritto di Lingua straniera 6 %
Scritto di Matematica 6 %
Prova nazionale 6 %
Colloquio pluridisciplinare 16 %.

Giudizio di ammissione
Prove desame (40%)

Scritto di Italiano
Scritto di Matematica
Scritto di Lingua straniera
Prova nazionale
Colloquio pluridisciplinare

Peso totale

Giudizio finale

Ottimo e lode
Ottimo
Distinto
Buono
Discreto
Sufficiente
Non sufficiente

60 %
6%
6%
6%
6%
16 %
100 %

Punteggio totale
10 e lode/dieci e lode
10/dieci
9/nove
8/otto
7/sette
6/sei
5/cinque
8

da 96 a 100
da 86 a 95,9
da 76 a 85,9
da 66 a 75,9
da 58 a 65,9
Fino a 57,9

Criteri e griglia per la stesura


Capacit di elaborazione personale.
Padronanza degli strumenti e dei linguaggi delle discipline.
Capacit di organizzazione del lavoro.
Atteggiamento con cui sono state affrontate le prove desame.
Preparazione complessiva.
Grado di maturazione.
ottima notevole buona sufficiente scarsa

IL/LA CANDIDATO/A ha dimostrato una


capacit di rielaborazione
personale
e una . padronanza degli strumenti e
dei linguaggi delle discipline
Ha organizzato il proprio lavoro in modo

piena e sicura valida positiva limitata


personale, produttivo, essenziale, approssimativo,
confuso, non adeguato
con impegno e responsabilit con impegno con un
certo impegno in modo (un po) superficiale con
poca responsabilit
eccellente in .. di alto livello nelle altre
discipline di alto livello valida buona sufficiente
appena sufficiente (non) adeguata alle capacit
lacunosa
nellarea - settoriale limitata in tutte le
discipline
ottimo, molto buono buono adeguato allet non
del tutto adeguata allet

affrontando le prove desame


La preparazione complessiva risulta

Il grado di maturazione
Ha superato lesame con il giudizio finale di

ottimo e lode, ottimo, distinto, buono,


discreto, sufficiente

convertito nel voto numerico di


Si consiglia la frequenza di una scuola

- secondaria di secondo grado a indirizzo: umanistico


artistico linguistico scientifico tecnico
professionale
- di formazione professionale
-

Non ha superato lesame con il giudizio finale di

non sufficiente convertito nel voto numerico di: 5

Per lattribuzione della lode (con lunanimit dei docenti) nei casi di merito eccezionale si intendono
applicare i seguenti criteri di riflessione.
Criteri
Descrittori
presenza nella scheda di valutazione del secondo
quadrimestre della classe terza di almeno due
terzi dei giudizi sintetici di disciplina di livello
ottimo

Risultati di apprendimento (criterio vincolante)

Percorso triennale dello studente

 responsabile comportamento e costante ed


encomiabile impegno mantenuto nel triennio
 responsabile e costante impegno mantenuto nel
triennio

Prove desame



9

maturit dimostrata nellaffrontare le prove


desame
responsabile impegno dimostrato nellaffrontare

le prove desame

Progressi nellapprendimento






Capacit relazionali




10

completezza e consapevolezza delle competenze


acquisite
alto livello di autonomia nella gestione dei propri
apprendimenti
completezza delle competenze acquisite
autonomia nella gestione dei propri
apprendimenti
alta qualit delle relazioni tenute con compagni
ed adulti
ottime capacit relazionali dimostrate nel
triennio

Istituto Comprensivo di Scuola Primaria e Scuola SPG


LEVICO TERME
Scuola secondaria di primo grado G.B. de GASPARRIS
Scuola Primaria di Caldonazzo

Scuola Primaria di Tenna

Giudizio finale

Colloquio

Prova
Matematica

Prova Lingua
com. (.)

Anno scolastico 2012/13


Prova Invalsi

Prova Italiano

Ammissione

Candidato/a

CLASSE TERZA ..

Scuola Primaria di Calceranica

Invalsi
Matematica

Scuola SdPG di Levico

Invalsi Italiano

Scuola Primaria di Levico

Giudizio

11

Voto