Sei sulla pagina 1di 7

RELAZIONE FINALE DISCIPLINARE

ANNO SCOLASTICO - CLASSE SEZ. _______

DATI IDENTIFICATIVI E PRESENTAZIONE DELLA CLASSE

Classe a tempo normale/prolungato/a indirizzo Alunni BES/DSA/Diversamente abile


musicale n.
Totale alunni n.
Maschi n. Femmine n.
Alunni stranieri n.
Alunni stranieri n.

FREQUENZA LEZIONI

Regolare ⬜ in presenza ⬜ dad


Non Regolare ⬜ mancato collegamento
⬜ no pc
⬜ motivi salute (certificati agli atti della scuola)
⬜ motivi familiari

SITUAZIONE DELLA CLASSE

A conclusione di anno scolastico, la classe evidenzia le seguenti caratteristiche:


(esempio: comportamentali assiduità/non assiduità della frequenza, puntualità, rispetto delle regole, ordine e
pertinenza degli interventi durante le lezioni, grado di autocontrollo, ... ; atteggiamenti verso il lavoro
scolastico, puntualità nelle consegne, qualità della partecipazione alle attività scolastiche, risposta alle
indicazioni metodologiche; modalità relazionali, rapporti interpersonali, rispetto degli altri, disponibilità alla
collaborazione, socializzazione, atteggiamenti di solidarietà, conoscenze e abilità di base ecc…. )
I docenti, hanno sempre cercato di individuare le linee guida comuni per aderire da un lato alla
programmazione, come previsto dalla normativa, dall’altro alla situazione scolastica di partenza e alle
variabili socio-ambientali della classe e pertanto l’attività didattica è stata finalizzata alla:

- verifica dei livelli iniziali di apprendimento con prove d’ingresso e in itinere

- definizione/raggiungimento degli obiettivi formativi (indicati nella Programmazione di inizio


anno scolastico

- individuazione delle conoscenze e delle abilità (indicate nelle programmaziondipartimentali)


attraverso le quali è stata favorita l’acquisizione delle competenze chiave di cittadinanza.

A conclusione del triennio la valutazione dell’iter formativo ha verificato che i contenuti e i metodi fossero
stati acquisiti ed utilizzati in modo funzionale agli obiettivi formativi prefissati ed ha fatto globalmente
rilevare una situazione……………..(positiva/non sempre postiva….) riguardo ai processi di apprendimento,
e cioè di costruzione dell’identità personale, di acquisizione degli strumenti culturali e di maturazione di
coscienza civile, tenuto però sempre conto delle specificità e delle attitudini di cui ciascun allievo è
portatore.

Suddivisione della classe in base ai livelli raggiunti:

LIVELLI VALUTAZIONE N. ALUNNI


A – AVANZATO 10/9

B - BASE 8

C - INIZIALE 7

B – BASE 6

A seguito di Ordinanza sindacale del Comune di Cerda n. 57 del 13/12/2021


relativa alla sospensione delle attività didattiche in presenza, si è proceduto
alla organizzazione della DaD, che è risultata così strutturata:

ATTIVITÀ DI DIDATTICA A DISTA NZA


(dal 13-12-2021 al 19-01-2022)
MATERIALI DI STUDIO/CONTENUTI STRUMENTI DIGITALI

 Materiali prodotti dall’insegnante  Libro digitale


 Libro di testo formato cartaceo/digitale  Eserciziari digitali
 Schede  CD/DVD allegati ai libri di testo
 Visione di filmati  App. di case editrici
 You tube  Altro:_____________________________
 Lezioni registrate dalla RAI
 Documentari
 Altro :
MODALITÀ DI INTERAZIONE CON GLI ALUNNI FREQUENZA DELLA INTERAZIONE/RESTITUZIONE

 Videolezioni in differita e/o in diretta  Giornaliera


 Audio lezione in differita e/o in diretta  Settimanale
 Chiamate vocali anche di gruppo  Periodica (ad esempio 2 o 3) volte durante la
 Chat settimana
 WhatsApp  Altro:
 Restituzione degli elaborati corretti
tramite posta elettronica
 Restituzione degli elaborati corretti
tramite classe virtuale Classroom
 Cloud (Dropbox-Google drive….)
CANALI COMUNICATIVI PROPOSTI DALLA
ALTRI CANALI COMUNICATIVI UTILIZZATI
SCUOLA

 G Suite  Meet
 Altro:  WhatsApp
 Skype
 Altro: _________________________

RAPPORTI CON LE FAMIGLIE


(tramite convocazione telematica con link)
I genitori degli allievi sono stati contattati attraverso le consuete modalità dei colloqui individuali e
generali e si sono svolti in modalità telematica: Google Meet; in particolare, la partecipazione della
famiglia ai colloqui è stata:

 frequente, di quasi tutti gli alunni  frequente, ma solo di alcuni alunni  generalmente solo ai
colloqui pomeridiani  saltuaria  scarsa  solo se sollecitati

METODI E STRUMENTI

La didattica a distanza INTEGRATA prodotta dall’emergenza COVID 19 per alcune settimane dell’anno
scolastico ha richiesto una riprogettazione del lavoro dei singoli docenti che hanno rimodulato i propri
percorsi tenendo in considerazione materiali di studio, metodologie, strumenti per interazione con gli alunni,
modalità di verifica e valutazione adeguati all’emergenza.
Le attività DDI, in coerenza con l’ordine di scuola di appartenenza e con quanto previsto dalla
riprogrammazione dei curricoli, sono state basate su: (crocettare)

 attività e/o approfondimenti attraverso materiali didattici realizzati dagli stessi docenti in formati
digitali diversi o da essi reperiti dalle risorse disponibili in rete
 rielaborazioni da svolgere a cura degli studenti; restituzioni/feedback da parte degli studenti,
eventuali prove di autoverifica di quanto appreso e/o di correzione e verifica da parte del docente
(quiz online, moduli google, ecc)
 lezioni videoregistrate dal docente oppure reperite in rete prestando attenzione alla qualità e
affidabilità delle risorse
 lezioni in videoconferenza (Meet G-Suite)

METODOLOGIE

L’inserimento dei metodi attivi nella programmazione curriculare, come strumenti che vanno ad aggiungersi
alle metodologie più tradizionali, si è configurato in questo clima di emergenza come un contributo
prezioso per i processi di insegnamento e apprendimento di tutte le discipline, nonché per le attività di
sostegno e inclusione dei soggetti disabili o a rischio di dispersione scolastica. Nel corso dell’ultimo anno
scolastico non sono state tralasciate, sebbene in un clima di emergenza, tematiche connesse all’orientamento
scolastico, in vista del passaggio degli alunni alla scuola superiore, nell’intento di fornire loro elementi di
conoscenza in relazione all’offerta formativa che i vari tipi di scuola propongono (e quindi di individuare per
ciascuno la scelta migliore in rapporto ad attitudini, interessi e potenzialità), nonché di prospettare gli
sbocchi successivi correlati ai diversi percorsi scolastici. Inoltre, gli alunni hanno partecipato con interesse
all’attività di orientamento scolastico organizzato dalla scuola, come previsto nel PTOF.

STRUMENTI E AMBIENTI DI STUDIO UTILIZZATI:

 Registro elettronico (Argo)


 Piattaforme integrate (Collabora, Classroom, Bsmart, Hub scuola…….)
 Piattaforma Meet Gsuite
 LIM

Fattori positivi che hanno contribuito al Fattori negativi che hanno limitato il
raggiungimento degli obiettivi di apprendimento raggiungimento degli obiettivi di apprendimento
previsti in presenza e on line previsti in presenza e on line
⬜ efficacia metodologia didattica
⬜ metodo di studio ⬜ scarso impegno e collaborazione degli alunni
⬜ clima relazionale in classe ⬜ presenza alunni difficili
⬜ attività di recupero e di integrazione ⬜ difficoltà incontrate rispetto alla programmazione
⬜ sviluppo delle competenze digitali (specificare)
⬜ progetti specifici ⬜ altro(specificare)
⬜ altro(specificare) ⬜ Difficoltà nel collegamento/connessione ad
internet
⬜ Mancanza di dispositivi digitali

CONTENUTI

Dei contenuti sono stati privilegiati i concetti strutturanti, le parti qualitativamente fondanti dando rilievo
alla qualità dell’azione didattica per favorire il conseguimento delle abilità e delle competenze, così come
indicato nel piano di lavoro.
I contenuti, inoltre, sono stati adeguati agli interessi degli alunni in un’ottica di individualizzazione e
personalizzazione.

VERIFICHE E VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

Le verifiche sono state sistematiche e coerenti, collocate al termine di ogni unità di lavoro e adeguate a
quanto proposto. Sono state attuate con modalità diverse, così da rilevare i livelli di apprendimento
raggiunti dagli alunni.

Tipologie di verifiche utilizzate:

Primi controlli personali degli allievi con l’esecuzione in classe e a casa degli esercizi assegnati
Esercitazioni mirate per acquisire i contenuti
Esercitazioni mirate per acquisire le competenze: esercizi sulle conoscenze e sulle abilità
Esercitazioni guidate per recupero e potenziamento
Interrogazioni
Discussioni, conversazioni e dibattiti
Ascolto ed esecuzione brani musicali

La valutazione è stata espressa in modo chiaro e univoco, e non ha riguardato soltanto i singoli
apprendimenti in termini di conoscenze, abilità e competenze, ma sono stati considerati anche i seguenti
fattori:
Ambiente socio-culturale e sviluppo psico-fisico dell’alunno

Situazione iniziale rilevata attraverso prove di ingresso e attività di ripasso

Partecipazione al lavoro scolastico

Impegno e volontà nello studio

Progressi, rispetto al livello di partenza, nell’ambito degli obiettivi educativi e cognitivi


fissati dal Consiglio di classe

Grado di maturazione adeguato alle effettive potenzialità

CRITERI DI VALUTAZIONE

Per quanto riguarda la valutazione, al di là delle specificità disciplinari, sono stati assunti atteggiamenti
unitari, tra i quali quello di privilegiare la valorizzazione degli aspetti positivi, anche minimi. Si è tenuto
conto del livello di partenza degli alunni, delle loro effettive capacità, del ritmo di apprendimento,
dell’ambiente sociale e culturale in cui vivono, dell'impegno e della partecipazione così come
dell’emergenza COVID.
RAPPORTI CON LE FAMIGLIE

I rapporti con i genitori sono stati regolari e costanti (discontinui, scarsi …).
Si è registrata una presenza costante/poco costante dei rappresentanti dei genitori in occasione dei consigli
di classe. Il contributo dato dalle famiglie relativamente a problematiche educative con ricaduta su aspetti
didattici (esempio: impiego del tempo non scolastico, quantità di ore dedicate allo studio e condizioni
materiali in cui esso si sviluppa, tematiche socio-culturali rilevanti o più avvertite nell’ambiente), ha
contribuito al successo formativo degli alunni.

Cerda, L’insegnante

Potrebbero piacerti anche