Sei sulla pagina 1di 7

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

“N. Iannaccone”
Via Ronca 11 - 83047 LIONI (AV)
CON PLESSO E SEZIONI ASSOCIATE DI SCUOLA DELL’INFANZIA, PRIMARIA E SEC. DI 1° GRADO DI TEORA (AV)
AVIC86000T - C.F.91007490641 - C.U. Fatt.UFIV4S
Sito web: https://www.iclioni.it
tel/fax: 082742046 e-mail: avic86000t@istruzione.it e-mail pec: avic86000t@pec.istruzione.it

Scuola dell’infanzia e scuola primaria Via Ronca 11 83047 Lioni (AV) Tel/Fax Segreteria 082742046
Scuola secondaria 1°grado Via Ronca 20 83047 Lioni (AV) Tel. 082742015

VERBALE N° - A.S. 2019/2020

Il giorno …….. del mese di……......….......dell’anno …......, alle ore……. nell’aula n……
dell'IC “N. Iannaccone” di Lioni in Via Ronca, 11 si è riunito il consiglio della
Sezione………..... per trattare i seguenti argomenti all’ordine del giorno:

1. Presentazione della classe sulla base della situazione di partenza.


2. Andamento didattico-disciplinare.
3. Verifica del lavoro svolto e ipotesi di lavoro periodo successivo.
4. Proposte per visite guidate e viaggi d’istruzione.
5. Proposte per identificazione alunni BES non certificati (solo docenti).
6. Insediamento genitori eletti.

Presiede la riunione il Dirigente scolastico/Coordinatore di classe, Ins.te………..;


funge da Segretario l’Ins.te……………………….
Il consiglio di classe è così composto:

PRESENTE/IN ASSENZA
DISCIPLINA DOCENTE SOSTITUITO DA
RAPPRESENTANTI
GENITORI

Il Consiglio di intersezione, CON LA SOLA COMPONENTE DOCENTI, discute i seguenti


punti all’o.d g.:
1. Presentazione della classe sulla base della situazione di partenza.
2. Andamento didattico-disciplinare.
3. Verifica del lavoro svolto e ipotesi di lavoro periodo successivo.
4. Proposte per visite guidate
5. Proposte per identificazione alunni BES non certificati (solo docenti).

Punto 1 odg : Presentazione della classe sulla base della situazione di partenza.
Il Consiglio di Intersezione affronta il primo punto all’O.d.G. e rileva che per quanto
riguarda la situazione di partenza, tutti i docenti approvano le fasce di livello in cui è stata
suddivisa la classe.
Dal punto di vista della socializzazione, della partecipazione e dell’impegno, [tutti gli
alunni/molti alunni/una parte degli alunni…………….….] mostra…….. apprezzabile
consapevolezza del proprio dovere di discente e senso di responsabilità; vi è comunque
[un piccolo gruppo/ un nutrito gruppo di alunni/ un gruppo di alunni………….…….] per i
quali risultano insoddisfacenti i livelli di partecipazione, di attenzione, di impegno e di
studio giornalieri.
Per quanto riguarda la frequenza e la partecipazione di ciascun allievo alle attività
didattiche, si evidenziano le numerose assenze effettuate da…………./o non si sono
verificati particolari casi di assenze.

Punto 2 odg - Andamento didattico-disciplinare.


Preliminarmente, negli interventi degli insegnanti.
……………………si evidenziano comportamenti inidonei/ idonei dal punto di vista
disciplinare, un atteggiamento attivo/passivo nei confronti della proposta didattica, una
diffusa mancanza, una manifesta capacità di autocontrollo nella relazione docente-
studente, mancanza di/manifesta assunzione di responsabilità nei confronti del lavoro
scolastico
Nel dettaglio:
Il C.d.S. mette in risalto:
 l’impegno degli allievi nella produzione in classe e nella rielaborazione domestica
risulta inadeguato;
 l’interesse alle azioni formative, sia nella fase teorica che nella fase pratica risulta
inadeguato;
 la socializzazione risulta in generale poco solidale;
 il metodo di studio di molti allievi risulta approssimativo, discontinuo ;
 il livello culturale risulta nel complesso essenziale;
 permangono serie difficoltà relative ad applicazione delle conoscenze;
 il comportamento risulta in generale non corretto e poco responsabile,
permangono, atteggiamenti di conflittualità estemporanea; (si evidenziano episodi
di assoluta mancanza di rispetto per i quali sono stati previsti provvedimenti in
relazione al singolo alunno)
 la frequenza risulta non regolare, in particolare gli alunni …………………………
hanno accumulato numerose assenze, con qualche assenza di massa;
 lo svolgimento dei programmi risulta non in linea con i tempi;
 …………………………………………………………………………………..
 …………………………………………………………………………………..

In linea con i criteri della programmazione educativa e didattica deliberati dagli


Organi Collegiali, i docenti concordano le seguenti strategie programmatiche a breve
termine:

1- per l’azione educativa relativa a:


frequenza: intervento tempestivo
comportamento: incremento della interazione nel dialogo educativo (verticale e
orizzontale)
socializzazione: valorizzazione del confronto e dell’autonomia di atteggiamento

2- per l’azione didattica relativa a:


partecipazione: incremento della interazione docente-gruppo classe nelle varie fasi di
lavoro
impegno: coinvolgimento in uno standard di impegno legato al processo di apprendimento

Il Consiglio analizza le difficoltà degli alunni ……………………………….. che non


riescono a seguire le normali attività didattiche/, in quanto spesso distratti e/o discontinui
nell’impegno e nello studio. Per tali allievi si sono già effettuati interventi personalizzati in
quasi tutte le discipline, ma i risultati – al momento – non sono soddisfacenti / sono
complessivamente sufficienti.
Pertanto si intensificheranno le attività proposte, cercando di coinvolgere anche le famiglie
nel percorso didattico - educativo.
Dalla relazione, fatta propria all’unanimità dall’intero Consiglio, emerge quanto
sinteticamente riportato di seguito:

Punto 3 odg - Verifica del lavoro svolto e ipotesi di lavoro periodo successivo.
Il Consiglio di Intersezione, alla luce di quanto programmato, valuta positivamente il lavoro
svolto da ciascun docente nel mese di Settembre - Ottobre ed esprime parere favorevole
alle attività proposte.
Infine, il Consiglio di Intersezione prende atto delle attività previste dai docenti nei mesi di
Novembre e Dicembre e prevede di attuare per tutti gli alunni di tutte le fasce un
potenziamento ed un recupero soprattutto (nell’area linguistica- espressiva e logico-
matematico.- ……………………………………continuando ad applicare le metodologie e le
strategie utilizzate nel mese di ottobre:
Strategie per il potenziamento delle conoscenze e delle competenze:
 approfondimento dei contenuti;
 affidamento di incarichi, e/o impegni di coordinamento (tutoring);
 pausa didattica per un monte ore pari al doppio dell’orario di cattedra
Strategie per il consolidamento delle conoscenze e delle competenze:
 esercitazione di fissazione delle conoscenze;
 inserimento in gruppi motivati di lavoro (peer to peer);
 pausa didattica per un monte ore pari al doppio dell’orario di cattedra
Strategie per il recupero delle conoscenze e delle competenze:
 studio assistito in classe (tutoring);
 coinvolgimento in attività collettive (peer to peer);
 pausa didattica per un monte ore pari al doppio dell’orario di cattedra.

Nell'ambito delle iniziative legate all'autovalutazione di istituto e alle azioni di monitoraggio


del PdM, resa nota alle famiglie e al personale docente in formato digitale tramite sito,
d'intesa con i Dipartimenti d’Istituto e come deliberato in Collegio dei docenti, sarà avviato
un monitoraggio delle conoscenze disciplinari degli studenti.
Finalità generali:
 il miglioramento dell’offerta formativa dell’Istituto;
 la promozione di un confronto sulla didattica delle discipline e sulla valutazione;
 l’offerta di pari opportunità formative agli studenti;
 saggiare la preparazione degli allievi per migliorare gli esiti scolastici all'interno
delle classi, potenziando la didattica per competenze al fine di attenuare le
differenze tra i gruppi all'interno delle classi e per incrementare le prestazioni degli
alunni con livelli sufficienti di apprendimento;
 promuovere un maggiore confronto, una maggiore apertura e condivisione tra
colleghi riguardo i contenuti disciplinari e le strategie metodologiche adottate,
affinché tutti gli alunni, in tutte le classi, raggiungano gli obiettivi minimi previsti dalla
programmazione di classe e ratificati nel Documento di classe;
 mettere tutti gli alunni nelle condizioni di affrontare, autonomamente, le verifiche
scritte permettendo che, gli stessi, acquisiscano, in uscita, in tutti i linguaggi
disciplinari, le competenze previste dalle indicazioni Nazionali.

Obiettivi specifici
1. definire in modo più puntuale i contenuti irrinunciabili di ciascuna disciplina;
2. redigere griglie di valutazione comuni per le singole discipline e prove;
3. sperimentare modalità collegiali di lavoro.

L’obiettivo di qualità di una istituzione scolastica è, infatti, quello di perseguire il miglior


successo formativo per il maggior numero di studenti ad essa affidati.
Le Prove parallele sono il frutto di una condivisione di obiettivi e finalità e si inseriscono
nell’ambito di un dibattito aperto nell’Istituto sul tema della valutazione, momento cruciale
dell’attività didattica e del ruolo docente.
Per successo formativo il nostro istituto indica:
“FORMARE ed EDUCARE ogni singolo studente affinché divenga un cittadino
consapevole dei propri diritti ed in grado di assumersi le proprie responsabilità. Solamente
in questo modo egli potrà infatti essere protagonista attivo nella società e nel mondo del
lavoro.”
Le prove autentiche saranno strutturate tenendo conto dei contenuti disciplinari concordati
in sede dipartimentale e saranno riferite agli argomenti sviluppati fino alla data di
somministrazione.

Punto 4 odg - Proposte per visite guidate


Il Consiglio programma per la Sezione la partecipazione alle seguenti attività di ampliamento
dell’offerta formativa:

CINEMA TEATRO EVENTI


cinema si no Attività si no Manifestazioni e si no
teatrali convegni
Proposte:
1.
__________________________________________________________________________
______
Località: _______________________________________ Periodo:
__________________________

In merito alle Visite guidate il Consiglio programma quanto segue:

VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE


Visite guidate Mete proposte:
1. _____________________________________Periodo:
__________________
2. _____________________________________Periodo:
__________________
3. _____________________________________Periodo:
__________________

Prof.___________________________
_______________________________
docente accompagnatore (obbligatorio)
firma per accettazione
Prof.___________________________
_______________________________ docente
sostituto firma per
accettazione
Prof.___________________________
___________________________ ____ docente
accompagnatore (eventuale) per allievo
con disabiltà medio-grave
firma per accettazione
I lavori del Consiglio di Intersezione proseguono alle ore _____ con la presenza dei nuovi
rappresentanti della componente genitori e si affrontano i seguenti punti all’o.d.g.:

Punto 5 odg - Proposte per identificazione alunni BES non certificati.


(per le classi con alunni BES/DSA) Il Consiglio di classe ha provveduto ad individuare gli
alunni BES, a confermare i seguenti casi di BES e alla relativa predisposizione del PEP
(cancellare la parte che non interessa) come da circolare dirigenziale 67 prot. 4833/08-01
del 08/10/2018. I docenti relazionano sull’alunno……………………e si confrontano sulle
attività che si stanno svolgendo utilizzando le metodologie, strategie, e strumenti
compensativi indicati nel P.D.P.
Il Prof. _______________________________________, docente di sostegno, sulla base
delle informazioni raccolte in questo primo periodo dell’anno scolastico, definisce il piano
educativo personalizzato per l’alunn__ _______________
__________________________ e lo presenta al Consiglio di classe, comunicando per lo
stesso si sta procedendo con lo svolgimento di attività previste dal PEI.

6. Insediamento dei neo eletti rappresentanti di Intersezione (componenti genitori).


Il Coordinatore dà il benvenuto ai genitori eletti rappresentanti di classe ed auspica una
efficace collaborazione al buon andamento dell'anno scolastico. Dichiara insediato il
consiglio e illustra ai presenti le funzioni del consiglio di classe: esso ha lo scopo di
realizzare la partecipazione democratica nella gestione della scuola e costituisce, quindi,
un ponte tra la scuola, le famiglie e gli studenti. Il Coordinatore invita, pertanto, la
componente genitori e alunni a esercitare un ruolo attivo all’interno del consiglio di classe
facendosi portavoce delle istanze provenienti dalle famiglie e dal gruppo classe. Il
Coordinatore richiama il contenuto del “Regolamento d’Istituto” e del “Patto Educativo di
Corresponsabilità”, invitando le componenti della comunità scolastica presenti ad
osservare e far osservare le regole di comportamento contenute in tali documenti, che
sono consultabili sul sito della scuola. Si ricorda che anche il POFT è consultabile sul sito
della scuola.
Il coordinatore comunica, altresì, che ai sensi dell’art. 14 comma 7 del D.P.R 122/2009 è
richiesta la frequenza di almeno tre quarti del monte ore annuale per ciascuna disciplina.
Pertanto in caso contrario l’alunno può non essere scrutinato e/o ammesso all’esame di
stato
Illustra ai genitori il piano di lavoro della classe, precisando che esso è finalizzato al
raggiungimento degli obiettivi generali e disciplinari stabiliti dagli ordinamenti e che
attraverso la realizzazione delle attività programmate, anche extracurriculari, si intende
determinare, per ogni alunno, una preparazione culturale coerente con il profilo del corso di
studi della Scuola secondaria di I grado secondo le Indicazioni nazionali per il curricolo
della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione ( 2012), il Coordinatore
presenta il piano di lavoro della classe. Ne fanno parte integrante le competenze chiave di
cittadinanza, le competenze da sviluppare per assi, le discipline coinvolte, la metodologia
e la valutazione così come stabiliti nel POFT. Il Piano di lavoro è, dunque, un progetto
didattico – formativo che tiene conto delle specifiche esigenze della classe.
Passa quindi ad illustrare sinteticamente ai rappresentanti dei genitori tutto ciò che è stato
discusso ed evidenziato dai docenti nella prima parte della seduta relativamente alla
situazione didattico/disciplinare della classe e all’evoluzione che la stessa ha subito
rispetto all’inizio dell’anno scolastico.
Dopo ampia discussione, il Consiglio di classe decide quanto sinteticamente riportato di
seguito:
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………
………

Ultimate le operazioni e null’altro essendovi da deliberare o discutere si dichiara chiusa la


seduta alle ore……………. , dopo aver letto approvato e sottoscritto il presente verbale.

Il segretario Il Coordinatore/Il Presidente/Il Dirigente

___________________ ______________________
__________________________ ________________________