Sei sulla pagina 1di 8

La logistica aziendale

di Giorgia Lorenzato
Esercitazione di Economia aziendale - classe quarta - Igea, Mercurio, Programmatori
Questa verifica di fine modulo ha lo scopo di valutare il livello di conoscenza degli allievi su vari
argomenti relativi alla principali problematiche connesse alla gestione e valorizzazione delle scorte
di magazzino.
Essa divisa in due sezioni: la prima mira a verificare il livello teorico di conoscenza dei vari
contenuti ed basata su prove strutturate del tipo vero o falso, esercizi di completamento. La
seconda parte presenta prevalentemente esercizi a carattere numerico, aventi lo scopo di valutare le
capacit applicative degli allievi dei contenuti appresi relativamente alla realt aziendale.
Obiettivi da verificare
Sapere:
Saper fare:
le finalit di calcolo delle schede di eseguire i calcoli per la determinazione del
magazzino, dellindice di rotazione delle
livello di riordino e del lotto economico di
scorte, del livello di riordino e del lotto
acquisto;
economico di acquisto;
compilare una scheda di magazzino e
quali sono i principali criteri applicati nella
calcolare lindice di rotazione delle scorte;
valorizzazione degli scarichi e delle giacenze saper valorizzare gli scarichi di magazzino
di magazzino.
con il metodo LIFO, FIFO e del costo medio
ponderato.
Contenuti
scheda di magazzino;
indice di rotazione delle scorte a quantit fisiche;
livello di riordino;
lotto economico di acquisto;
valorizzazione degli scarichi con metodi diversi.
Esercizio n. 1 - Vero o falso?
Indica se le affermazioni che seguono sono vere o false.
1. I costi di trasporto delle merci vendute sono da attribuire alla logistica in entrata
2. Lindice di rotazione delle scorte pu assumere solo valori positivi
3. In regime di prezzi crescenti le scorte sono valorizzate a un valore pi elevato
se si applica il metodo FIFO
4. Il giornale di magazzino una scrittura sistematica
5. Il livello di riordino esprime la quantit ottimale di scorte da ordinare ai fornitori per
minimizzare i costi di gestione degli ordini
6. La scorta di sicurezza esprime il livello di giacenze da non superare
per ottimizzare i costi di stoccaggio
7. La formula di calcolo del lotto economico dacquisto tiene conto del prezzo
di acquisto della materia, del prodotto o della merce oggetto di calcolo
8. I costi originati dalla gestione del magazzino prodotti finiti sono da imputare
alla logistica in uscita

V
V
V

F
F
F

V
V

F
F

Esercizio n. 2 - Completamento
Completa il brano inserendo i termini riportati.
acquisto circolante minimo semilavorati normale acconti produzione categorie spese
materie prime merci natura scatti sussidiarie
Lart. 2424 del Codice civile pone le rimanenze di magazzino nella voce attivo
e cos le individua:
materie prime, e di consumo;
prodotti in corso di lavorazione e ;
lavori in corso su ordinazione;
prodotti finiti e merci;

Lart. 2426 del Codice civile stabilisce i criteri di valutazione delle scorte; esse sono iscritte al costo
di , maggiorato degli eventuali oneri accessori, o a quello di
Questo comprende anche tutti i costi direttamente imputabili al prodotto.
Dallart. 50 del TUIR, le rimanenze devono essere classificate ai fini fiscali in:
e materie sussidiarie;
semilavorati dacquisto e di produzione;
e prodotti finiti alla cui produzione e al cui scambio diretta lattivit
dellimpresa;
altri beni mobili acquistati e prodotti per essere impiegati nella produzione.
Ciascuna delle classi indicate, a eccezione dei semilavorati di produzione che hanno un trattamento
fiscale particolare, devono essere suddivise in omogenee per e
valore e, a ciascuna di tali categorie, deve essere assegnato un valore , che non pu
essere inferiore al minore tra il costo e il valore
Il metodo da applicare per determinare il costo il LIFO a per i prodotti finiti e i
beni acquistati o prodotti per essere impiegati nella produzione, i prodotti in corso di lavorazione si
valutano tenendo conto delle sostenute.
Esercizio n. 3
La LUNA s.r.l., per la sua attivit produttiva, utilizza il componente KK100.
Determina il livello di riordino sapendo che il fabbisogno annuo di 10 950 unit e che si desidera
comunque avere in giacenza una scorta di sicurezza in grado di coprire il fabbisogno
giornaliero per 10 giorni.
I tempi di attesa di ogni nuovo ordine sono stimati in 8 giorni.
Esercizio n. 4
La Martinetti & C. s.n.c. utilizza il componente Mega3, il cui costo unitario di acquisto di 84,00
euro, IVA 20% inclusa.
Il piano di acquisto prevede la copertura di un fabbisogno annuo pari a 7 300 unit.
I costi di stoccaggio per ogni unit di componente sono pari a 0,15 euro e il costo unitario per
ordine di 66,00 euro.
Determina il lotto economico di acquisto.

Esercizio n. 5
Completa la scheda di magazzino, qui di seguito allegata, e determina, sulla base dei dati forniti, il
valore della scorta media e lindice di rotazione delle scorte a quantit fisiche relativi al terzo
trimestre dellanno.
Data
30/6
10/7
15/7
19/7
23/7
27/7
2/8
22/8
26/8
2/9
8/9
12/9
16/9
20/9
28/9

Movimento
esistenza
vendita
vendita
acquisto
acquisto
vendita
acquisto
vendita
acquisto
vendita
vendita
acquisto
acquisto
acquisto
vendita

Carico

Scarico

Rimanenze
1000

100
220
150
300
250
100
400
540
300
80
440
280
200
150

Esercizio n. 6
Effettua la valorizzazione degli scarichi di magazzino relativi alla situazione di seguito presentata
utilizzando, dapprima, il criterio del costo medio ponderato e, successivamente, quelli del FIFO e
del LIFO continuo.
La situazione relativa al primo trimestre dellanno.
1/1 - giacenza iniziale: pezzi 300 valorizzati a 55,00 euro luno;
20/1 - scarico di 60 pezzi;
28/1 - carico di 80 pezzi a 57,00 euro luno;
9/2 - scarico di 120 pezzi;
15/2 - scarico di 30 pezzi;
24/2 - carico di 100 pezzi a 60,00 euro luno;
3/3 - scarico di 70 pezzi;
18/3 - scarico di 40 pezzi;
24/3 - carico di 90 pezzi a 58,00 euro luno;
31/3 - scarico di 140 pezzi.

Svolgimento dell'esercitazione
Esercizio n. 1
1
F

2
V

3
V

4
F

5
F

6
F

7
V

8
V

Esercizio n. 2
circolante sussidiarie semilavorati acconti acquisto produzione materie prime merci
categorie natura minimo normale scatti spese
Esercizio n. 3
Fabbisogno giornaliero = 10 950 / 365 = 30 unit
Scorta di sicurezza = 30 10 = 300 unit
Livello di riordino = 300 + (30 8) = 540 unit
Esercizio n. 4
100 :
120 =
x:
84
x = 70 costo dacquisto defiscalizzato
La formula del lotto economico RADQ [(Co Q) / (Cs P)]
dove
Co = costo fisso dellordine
Q = fabbisogno annuo
Cs = costo di stoccaggio
P = costo dacquisto defiscalizzato
RADQ [(66 7 300) / (0,15 70)]
RADQ (481 800 / 10,5) = 214,2 arrotondato a 214 lotto economico dacquisto
Esercizio n. 5
Data
Movimento
30/6
esistenza
10/7
vendita
15/7
vendita
19/7
acquisto
23/7
acquisto
27/7
vendita
2/8
acquisto
22/8
vendita
26/8
acquisto
2/9
vendita
8/9
vendita
12/9
acquisto
16/9
acquisto
20/9
acquisto
28/9
vendita

Carico

Scarico
100
220

150
300
250
100
400
540
300
80
440
280
200

Il totale dei giorni del periodo pari a 92

150

Rimanenze
1000
900
680
830
1130
880
980
580
1120
820
740
1180
1460
1660
1510

Giorni(a)
10
5
4
4
4
6
20
4
7
6
4
4
4
8
2

Rim. gg. (b)


10000
4500
2720
3320
4520
5280
19600
2320
7840
4920
2960
4720
5840
13280
3020

La sommatoria delle esistenze per i giorni pari a 94 840


Il totale degli scarichi pari a 1 500
La consistenza media data dal rapporto tra a e b = 94 840 / 92 = 1 030,86 arrotondato a 1 031
Lindice di rotazione delle scorte dato dal rapporto tra il totale degli scarichi e la consistenza
media = 1 500 / 1 031 = 1,45
Esercizio n. 6
Valutazione con il metodo del costo medio ponderato.
Data Movimento
Carico
Scarico
Quantit
Prezzo
Quantit
Prezzo
1/1
esistenza
300
55
20/1
scarico
60
55
28/1
carico
80
57
9/2
scarico
120
55,50
15/2
scarico
30
55,50
24/2
carico
100
60
3/3
scarico
70
57,17
18/3
scarico
40
57,17
24/3
carico
90
58
31/3
scarico
140
57,47

Giacenza
Quantit
Valore
300
16500
240
13200
320 (a)
17760
200
11100
170
9435
270 (b)
15435
200
11434
160
9147
250 (c)
14367
110
6321

(a) = [(240 55) + (80 57)] / 320 = 55,50 costo medio ponderato.
(b) = [(170 55,50) + (100 60)] / 270 = 57,17 costo medio ponderato.
(c) = [(160 57,17) + (90 58)] / 250 = 57,47 costo medio ponderato.
I risultati relativi ai valori delle giacenze sono stati arrotondati alleuro.
Valutazione con il metodo FIFO
Data Movimento
Carico
Quantit
Prezzo
1/1
esistenza
300
55
20/1
scarico
28/1
carico
80
57
9/2
scarico
15/2
scarico
24/2
carico
100
60
3/3
scarico
18/3
scarico
24/3
carico
90
58
31/3
scarico
(a) = (240 55) + (80 57) = 17760
(b) = (120 55)+(80 57) = 11160
(c) = (90 55)+(80 57) = 9510
(d) = (90 55) + (80 57) + (100 60) = 15510
(e) = (20 55) + (80 57) + (100 60) = 11660
(f) = (60 57) + (100 60) = 9420
(g) = (60 57) + (100 60)+(90 58) = 14640

Scarico
Quantit
Prezzo
60

55

120
30

55
55

70
20

55
55

60
80

57
60

Giacenza
Quantit
Valore
300
16500
240
13200
320 (a)
17760
200 (b)
11160
170 (c)
9510
270 (d)
15510
200 (e)
11660
160 (f)
9420
250 (g)
14640
110 (h)

6420

(h) = (20 60) + (90 58) = 6420

Valutazione con il metodo LIFO


Data Movimento
Carico
Quantit
Prezzo
1/1
esistenza
300
55
20/1
scarico
28/1
carico
80
57
9/2
scarico
15/2
24/2
3/3
18/3
24/3
31/3

scarico
carico
scarico
scarico
carico
scarico

100

90

(a) = (240 55) + (80 57) = 17760


(b) = (200 55) = 11000
(c) = (170 55) = 9350
(d) = (170 55)+(100 60) = 15350
(e) = (170 55) +(30 60) = 11150
(f) = (160 55) = 8800
(g) = (160 55)+(90 58) = 14020
(h) = (110 55) = 6050

Scarico
Quantit
Prezzo
60

55

80
40
30

57
55
55

70
30
10

60
60
55

90
50

58
55

60

58

Giacenza
Quantit
Valore
300
16500
240
13200
320 (a)
17760
200 (b)
170 (c)
270 (d)
200 (e)

11000
9350
15350
11150

160 (f)
250 (g)

8800
14020

110 (h)

6050