Sei sulla pagina 1di 13

ATTIVITEDUCATIVA

MisuradelledimensionidellombradellaTerra
(EclissiLunareTotale2014)
Autori:

Mr.MiguelngelPoJimnez.Astronomodell'IstitutodiAstrofisicadelle
Canarie.
Dr.MiquelSerraRicart.Astronomodell'IstitutodiAstrofisicadelleCanarie.
Sr.JuanCarlosCasado.Astrofotografoditierrayestrellas.com,Barcellona.
Dr.LorraineHanlon.Astronomadell'UniversityCollegeDublin,Irlanda.
Dr.LucianoNicastro.Astronomodell'IstitutoNazionalediAstrofisica,IASF
Bologna.
Dr.ElianaPalazzi.Astronomadell'IstitutoNazionalediAstrofisica,IASFBologna.

1.ObiettividellAttivit
In In questaattivit impareremoamisurare la dimensione dell'ombra creatadalla Terra sulla
superficie lunare durante una eclissi totale di Luna. Per fare ci, misureremo i tempi di arrivo e
partenza dell'ombra mentre attraversa diversi crateri lunari. In alternativa, utilizzeremo la curvatura
dell'ombra terrestre proiettata sulla Luna per determinarne la dimensione. Questo documento
descriveentrambiimetodi.
Dopoavercompletatoquestaattivit,sidovrebbeessereingradodi:
Spiegarelafenomenologiadibasedelleeclissiadunapersonanonesperta
Applicarealcunetecnichedimisuraalleimmagini.
Applicareequazionidibasedellafisicaaidatiottenutidalleimmagini.
Verificarelacorrettadimensionalitdelleequazioniutilizzate.
Garantireleunitcorrettedellequantitmisurate.
Dimostrareimovimentirealieapparentidellestelleedialtrioggetti.

2.Strumentazione
Per svolgere questa attivit si utilizzeranno le immagini digitali ottenute durante l'eclissi
lunaretotaledel15Aprile2014.

3.IlFenomeno
3.1Checosaunaeclissi?
Una eclissi lunare si verifica quando la Luna passa nell'ombra della Terra. Questo pu
verificarsi solo quando il Sole , la Terra e la Luna sono esattamente, o quasi, allineati,e la Terra
trailSoleelaLuna.Quindi,uneclissilunarepuavveniresolonellenottidiLunapiena
3.2Condizioniperchsiverifichiunaeclissi
La maggior parte del tempo, la Luna al disopra o al disottodel pianodell'eclittica (cio il


piano definito dall'orbita della Terra intorno al Sole). Perch una eclissi si verifichi, la Luna deve
essere sul piano dell'eclittica, o molto vicina ad esso, e deve essere o Luna (eclissi solare)o Luna
piena(eclissilunare).

Figura1: Il piano dell'orbitadella Luna. La "zonacritica"indical'intervallo duranteilqualeunaeclissipu


verificarsi.

Le eclissi lunari possono essere viste da qualsiasi punto del Terra in cui la Luna sopra
l'orizzonte al momento dell'eclissi. A differenza delle eclissisolari, in cui la tempisticadelle fasi del
fenomeno dipende dalla posizione geografica dell'osservatore, i tempi delle eclissi lunari sono gli
stessiindipendentementedalluogodiosservazione.
Inoltre, alla distanza della Luna dalla Terra, il cono d'ombra ha un diametro di 9200 km,
mentre il diametro della Luna 3476 km. Pertanto, il cono d'ombra pi di due volte il diametro
della Luna e, di conseguenza, l'eclissi lunare totalepudurare per un tempopilungodiunaeclissi
solare.
Affinch l'ombra della Terra raggiunga laLuna, necessario che la lunghezzadelnodonon
superi il 12 15'.Seessa inferiore a930', siverificheruna eclissilunaretotale. Ladurata saral
massimo1h25'perl'eclissidipenombrae24'perquellatotale.
Nella circostanza di prossimit al nodo, si apre una "finestra" per 37 giorni e mezzoin cui
le condizioni perc si verifichi una eclissi sono buone. Questa configurazione si verifica due o tre
volte l'anno, ogni 173,31 giorni quelle che sono chiamate le stazioni delle eclissi. L'anno delle
eclissi (346,62 giorni) il tempo necessario affinch si ripeta l'allineamento del Sole con la Luna
allostessonodoelaTerra,essociocontieneesattamenteduestazionidieclissi.
Le linee nodali dell'orbita della Luna (Figura 1) ruotano di circa 20 l'anno, facendo un giro
completo ogni 18,6 anni. Ci significa che le dateincui le eclissisi verificanocambiano ognianno.
Ad esempio, le eclissi del 2001 si sono verificate nei mesi di Gennaio, Febbraio, Giugno, Luglio e
Dicembre,nel2003,inMaggioeNovembre,mentrenel2006inMarzoeSettembre.

Figura 2: L'ombra e penombra della Terra. All'interno dell'ombra centrale, la Luna non riceve
illuminazionedirettadalSole,mentreentrolapenombra,solopartedellalucesolarebloccata.

3.3Tipidieclissilunari
Cisonotreprincipalitipidieclissilunare:
1) Penombra: in questo caso, la Luna coperta dalla penombra della Terra (Figura 2).
L'effetto di oscuramento molto minore (Figura 3). Per questo motivo molto difficile vedere il
momentodiinizio(contatto)dell'eclissidipenombra.

Figura3: Immagine della Lunasenzaeclissi(asinistra)edurantelafasedieclissi


di penombra dell'eclissi lunare del 16 maggio 2003 (a destra). L'effetto di
oscuramentoineclissidipenombramodesto.Immagine:J.C.CasadoShelios.


2) Parziale: in questo caso la Luna in parte nascosta dall'ombra della Terra. Il bordo
dell'ombra scuro, permettendo cos di distinguere i momenti di contatto. Tuttavia, questi
potrebberoesseresfuocatidall'atmosferaterrestre,chesfumailcontornodell'ombra.
3) Totale: in questo caso la Luna entra completamente nell'ombra della terra. Poich il
cono d'ombra della Terra molto pi grande del diametro lunare,uneclissi lunarepu durarefinoa
104minuti(Figura4).

Figura 4: Composizione fotografica delleclissi lunare del 16 Maggio 2003. Le


immagini si riferiscono allinizio (sinistra), centro e fine (destra) della totalit.
Immagini:J.C.CasadoShelios.

Figura 5: I diversi tipi di eclissi lunari. Percorso I (eclissi parziale di penombra), A: inizio
dell'eclissi, B: met dell'eclissi, C: fine dell'eclissi. Percorso II (eclissitotalepenombra), A:
inizio dell'eclissi, B: met dell'eclissi, C: fine dell'eclissi. Percorso III (eclissi parziale), A:
inizio dell'eclissi di penombra, B: inizio dell'eclissi parziale, C: eclissi parziale, D: fine
dell'eclissi parziale, E: fine dell'eclissi di penombra. Percorso IV (eclissi totale), A: inizio
dell'eclissi di penombra, B: inizio della soglia dell'eclissi, C: inizio della totalit, D: fine di
totalit, E: fine della soglia dell'eclissi, F: fine dell'eclissi di penombra. Immagine: J.C.
Casado.

In Figura 5 sono mostrati i diversitipi di eclissilunari. Ladenominazionedei diversipunti di


contatto durante ogni tipo di eclissi, noti anche come "fasi dell'eclissi, spiegata anche nella
didascaliadeldiagramma.

3.4Fasidiunaeclissilunaretotale
Tutte le eclissi totali lunari iniziano con la fase di Eclissi diPenombra (Figura5, percorso
IV, A). Tuttavia, i contatti non sono distinguibili e durante questa fase c' solo una leggera
attenuazionenellaluminositdeldiscolunare,inparticolarevicinoalbordodellaregionedell'ombra.
Eclissi parziale: Dopo la fasedi penombra, che dura circaun'ora, l'ombra iniziaa mostrare
il suo scuro e prominente bordo curvo, anche se un po' sfuocato (Figura 5, percorso IV, B). Il
progredire dell'ombra mentre copre la superficie lunare, e lecaratteristiche orografichecome crateri
emontagnedellaLuna,sonoosservabiliconuntelescopio

Eclissi Totale: Una volta che l'ombra copre completamente il disco della Luna (Figura 5,
percorso IV, C), esso nonscompare,madiventarosso. Itoni elaluminosit dellafase totale di una
eclissi variano l'atmosfera terrestre, che si estende oltre il diametro della Terra, agisce come una
lente, rifrangendo la luce solare che poi viene riflessa dalla luna. Il rossore causato
dall'assorbimento nell'atmosfera del nostro pianeta, pi marcato nelblu chenel rosso .Il coloreche
vediamo dipende dallo strato di ozono, dalla presenza di polveri vulcaniche, le condizioni
atmosferiche della regione attraverso la quale passano i raggi solari passano, e dall'attivit solare.
Dopo totalit, la sequenza si inverte, con il verificarsi di una eclissi parziale e poi di penombra
(Figura5,percorsoIV,D,E,F).LasequenzacompletaillustratanellaFigura6.

Figura6:Evoluzione delleclissi lunare totale del4 Aprile1996fotografata daleBardenas (Navarra)


ad intervalli regolari su un arco temporale di circa quattro ore. Image: J.C. Casado
(ttierrayestrellas.com).

3.5Leclissidel15Aprile2014
La visibilit sulla Terra dell'eclissilunare totaledel 15aprile 2014 mostrata in Figura 7.La
proiezione utilizzata si chiama Mercator cilindrica, ed il modo pi comune per rappresentare il
globoterrestre in una proiezione 2D. Essa riproduce fedelmenteleregioniequatoriali, ma sideforma
eaumentagradualmenteledistanzeversoleregionipolari.

Figura7:Visibilitdell'eclissilunaretotaledel15aprile2014.

Come indicato dalle aree non ombreggiate nella Figura 7, l'eclissi completamentevisibile
nella maggior parte del continente Americano cio negli Stati Uniti e Canada, nella parte
occidentale del Sud America e in gran parte dell'Oceano Pacifico. Per contro, le aree pi scure
indicano dove l'eclissi non visibile e comprendono gran parte dell'Africa orientale, l'Europa
continentale, l'India, la Russia e gran parte dell'Asia. Le regioni a destra nella mappa, nelle zone
leggermente ombreggiate con il testo "Eclissi al sorgere della Luna", indicano che quella
determinata fase dell'eclissi si verifica quando la Luna sorge sopra l'orizzonte locale. Allo stesso
modo, a sinistra della mappa, ci sono altre aree grigie con il testo "Eclissi al tramontodella Luna"
che indicano le regioni della Terra dove una parte dell'eclissi si verifica al tramonto della Luna
sull'orizzontelocale.
Laduratadell'eclissi3h34m(Totalit1h17m)coniseguentiorari:
InizioParzialitU1
5:58UT(0:58oralocaledelPer,6:58IsoleCanarie,7:58CEST).
InizioTotalitU2
7:06UT(2:06oralocaledelPer,8:06IsoleCanarie,9:06CEST).
MassimoTotalit
7:45UT(2:45oralocaledelPer,8:45IsoleCanarie,9:45CEST).
FineTotalitU3
8:24UT(4:24oralocaledelPer,9:24IsoleCanarie,10:24CEST).
FineParzialitU4
9:33UT(4:33oralocaledelPer,10:33IsoleCanarie,11:33CEST).

4.Calcolodelladimensionedell'ombradellaTerra

4.1Metodo1.Itempidicontattosuicraterilunari
In questo metodo si devono determinare, quanto pi esattamente possibile, i tempi di
contatto dell'inizio dell'ombra (immersione) e dellasuafine(uscita),rispetto adun particolare punto
di riferimento sulla superficie della Luna. Tipicamente, si utilizza come riferimento un cratere ben
noto. Generalmente la determinazione del tempo di uscita pi difficile perch il cratere
nascostodall'ombradellaTerra.
Osservazioniconilpropriotelescopio

Se si sta utilizzando il proprio telescopio per misurare i tempi di contatto, meglio selezionare
alcunicraterifacilmenteidentificabili.
Il cratere Platone (circa a metdella Figura 8) un esempio. Questo cratereha un diametro di 101
km e si trova vicino al centro del disco lunare, vicino alle montagne di Tenerife, una catena
montuosacheraggiungei1.450metridialtitudineesiestendeperoltre100km.

Figura 8: Posizione e aspetto del cratere Platone e delle montagne di Tenerife sul
disco lunare. L'immagineinserita in altoadestramostraquestaregionerelativamente
all'interodiscodellaluna.ImmagineestrattadalprogrammaVirtualMoonAtlas.

Come menzionato prima, il bordo del cono d'ombra diffuso, ci causa una leggera
incertezza nella valutazione del tempo di contatto. importante perlemisurazionisuccessive che
alleosservazionieffettuatesiaassociatountempobendefinito.
Osservazioniconimmaginidiarchivio
Il progetto GLORIA far una trasmissione in diretta via web dell'eclissi del 15 aprile2014.
Le immagini ottenute saranno poi rese disponibili gratuitamente sul web, con il tempo di
osservazioneperogniimmagineindicatonelnomedelfiledell'immaginestessa.
Come esempio usiamo le immagini ottenute durante l'eclissi lunare totale del 3 marzo
2007. Per prima cosa abbiamo selezionato un cratere da utilizzare come punto di riferimento per


l'osservazione. In questo caso abbiamo scelto Timocharis, che si trova all'interno di un grande
bacinodaimpattochiamatoMareImbrium(Figura9).

Figura 9: Mappa della zona sudest della Luna con marcata la posizione del cratere
Timocharis.ImmagineottenutautilizzandoilprogrammaVirtualMoonAtlas(vediref.1).

Dalle immagini ottenute durante l'eclissi totale (vedi Figura 10) si calcolata la differenza
traingressoediuscitadell'ombra,cherisultataessere2,76ore.

Figura10: Il punto giallo indica la posizione di riferimento nel cratereche statousato comeriferimento
per l'esempio. L'immagine a sinistra corrisponde all'ingresso dell'ombra alle 21:50:30 UT mentre
l'immagineadestracorrispondeallauscitadell'ombraalle00:36:06UT(immaginiottenutadaOGSIAC).

CalcoliFinali
Per determinare la dimensione dell'ombra della Terra, abbiamo bisogno di fare alcuni
calcoliaggiuntivicomeindicatoinquantosegue.
In primo luogo abbiamo bisogno di calcolare la velocit della Luna. La dimensione
dell'ombra della Terra equivalente alla distanza percorsa dalla Luna nella sua orbita durante
l'intervallo di tempo necessario all'ombra per entrare ed uscire dal punto di riferimento scelto sulla
superficiedellaLuna.Quindi:
Loading...

La Luna impiega 27,3 giorni (655,2 ore) per completare una rivoluzione attorno alla Terra.
Una rivoluzione corrisponde a 360,pari a 2Loading...radianti. La velocit angolare dellaLuna, w,
ladistanzaangolarepercorsadivisoiltempoimpiegatoapercorrerlacio:

Loading...
o,equivalentemente:
Loading... =9.6xLoading... [Loading... =9.6xLoading... [Loading...
Nelle misure angolari, il radiante una quantit adimensionale, cio non haunit ad esso
associate. Ci deriva dalla definizione di radiante come il rapporto tra la lunghezza di un arco di
circonferenza spaziato dall'angolo, e la lunghezza del raggio di tale circonferenza. Poich le unit
di misura si cancellano, questa quantit adimensionale. In particolareil radiante l'angolo che si
ha in corrispondenza di un arco di circonferenza di lunghezza pari al raggio della circonferenza
stessa.
Per passare dalla velocit angolare alla velocit lineare in km/h, v,utilizziamolarelazione
che per un oggetto in movimento circolare, la velocit data da v=Rw, dove R il raggio medio
dell'orbita e w la velocit angolareinradianti/hr. In questo casoR =384352 km, che la distanza
mediadellaLunadallaTerra.
Quindi:
Loading...

Ildiametro(oraggio)dell'ombradellaTerrapuesserericavatodallaseguenterelazione:
Loading...
doveDombraildiametrodell'ombrainkm,eRombrailraggio.
importante controllare che le dimensioni delle quantit utilizzate nei calcoli siano tutte
consistenti!
4.2Metodo2.MetododiIpparco
Seguiamo ora le orme di questo personaggio storico famoso per determinare la relazione
tra le dimensioni della Terra e della Luna, e quindi stimare il raggio della Terra (in realt della sua
ombra)dalleimmaginiottenuteduranteunaeclissilunaretotale.
Da una stessa immagine della fase parziale di una eclissilunare totale(Figura 5,percorso

10


IV, posizioni B ed E), possiamo determinare: (i) il raggio dell'ombra della Terra e (ii) il raggio della
Luna. Da ci possibile derivare una relazione tra il raggio dell'ombra della Terra e quello della
Luna. Conoscendo quindi il raggio effettivo della Luna,possiamo determinareil raggio d'ombra della
Terra.
Per eseguire questi calcoli, Ipparco fece l'assunzione che il Sole fosse all'infinito e che
quindii suoi raggi raggiungevano la Terra elaLunaparalleli. In questo modo l'ombradella Terra sulla
Luna avrebbe la dimensione della Terra stessa. Noi in realt sappiamochequestaassunzione non
corretta, e che la dimensione dell'ombra della Terra varia per diverse ragioni di cui le principali
sono la variazione della atmosfera terrestre e quella delladistanza tra la Terra elaLuna, che non
costante.

Figura 11: Misura del raggio dell'ombra della Terra e la Luna su una immagine
stampataoutilizzandounsoftwaredielaborazionedelleimmagini.
Ipparco calcol che il rapporto tra il raggio della Terra equello dellaLunaera3.7, e quindi,
considerando il raggiodella Terra calcolatoda Eratostene (276194 AC) di6366 km, conclusecheil
raggiodellaLunaera1719km,solo3kmdidifferenzadalvaloremedioattuale!
Nella nostra analisi, applicheremo la relazione in maniera inversa cio, assumendo che il
raggiodellaLuna1.722km,calcoleremoilraggiodell'ombradellaTerra.
Metodo diretto: Ottenere unimmagine della Luna piena durante la notte dell'eclissi (vedi
Figura 5, Percorso IV, andando da B a C o daD a E),comemostrato in Figura 11. Sia perlaLuna
che per l'ombra considerare almeno due linee (corde) che intersechino i punti segnati sulle
circonferenze della Luna e dell'ombra. Disegnare poi le perpendicolari a ciascuna coppia di linee. I
punti in cui si intersecano sono i centri di due cerchi, uno il centro della Lunael'altro il centro
dell'ombra terrestre. Il rapporto tra il raggio della Luna, RL, e il raggio dell'ombra terrestre, RS, pu
essere determinato utilizzando un righello, o un pacchetto software per l'analisi di immagini. Quale
ilvalorerisultante?
Metodo indiretto: in questo casosi considera unimmagine ottenuta durante l'eclissi (vedi ad
esempio la Figura 13). Utilizzando un software di analisi diimmagini, contrassegnare le coordinate
X e Y di almeno 7 punti sul bordo della Luna e 7 punti sul bordo dell'ombra terrestre. Calcolare i
raggi delle circonferenze dell'ombra e della Luna utilizzando il metodo dei minimi quadrati. Per
facilitareicalcolipossibileutilizzareilseguentefogliodilavoro:
http://goo.gl/kQ7PSa

11


La Figura 12mostra unesempio di calcoli effettuati utilizzandouna immagineottenutanella
fase parziale dell'eclissi lunare totale del 3 Marzo 2007. Applicando quanto riportato nel foglio di
lavoro indicato sopra ai punti selezionati nella Figura 13, il rapporto fra i raggi risulta essere 2,72.
Sapendo che ilraggiodella Luna 1722 km, il raggio dell'ombradella Terra risulta essere 4692 +/
43 km. Conoscendo il valore del raggio della Terra, quanto corretto il presupposto diIpparco che
l'ombradellaTerrahalostessoraggiodellaTerra?

Figura12:PuntiselezionatinellimmaginemostratainFigura13.

12

Figura 13: fase di parzialit dell'eclissi lunare totale del 3 Marzo 2007.
L'immagine mostra i punti selezionati per calcolare il raggio della Luna e
quellipercalcolarequellodell'ombraterrestre.Immagine:J.C.Casado.

SUGGERIMENTIPERULTERIORILETTURE
ref1. Scientific groupextension IMAF CSIC. BBVA Foundation.On the sizesand distances of the
SunandMoon.VIFairforScience2005.(http://www.csicenlaescuela.csic.es/feria.htm)
ref2.NASAEclipseWebsite(http://eclipse.gsfc.nasa.gov/eclipse.html).
ref3. REYNOLDS, M.D. y SWEETSIR, R.A. Observe eclipses. Observe Astronomical League
Publications,Washington(USA),1995.SkyandTelescope,SkyPublishingCorporation.
ref4.Lunareclipsepreview.FredEspenak(2012).(http://www.mreclipse.com/Special/LEnext.html)
ref5.Wikipedia.(http://en.wikipedia.org/wiki/Lunar_eclipse).
ref6. USNO Portal website on eclipses, a reference onthesubject. Containsmapsand catalogsof
eclipsesofthepastandthefuturehttp://aa.usno.navy.mil/data/docs/UpcomingEclipses.php
ref7.Wikipedia.HistoryoftheLunarobservation
(http://es.wikipedia.org/wiki/Historia_de_la_observacin_lunar)
ref8.Wikipedia.HistoryofHipparchus(http://en.wikipedia.org/wiki/Hipparchus)
ref9. Full moon atlas: http://www.lunarrepublic.com/atlas/index.shtml (cliclable online map of the
fullmoon,withcratersidentifiedmeasures)
ref10. Virtual Moon Atlas (free). Excellent Lunar Atlas available for Windows operating systems,
MacOSXandLinux:http://www.api.net/avl/en/start
ref11. NASA's Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO): First Interactive Mosaic of Lunar North Pole:
http://lroc.sese.asu.edu/gigapan/

13

Interessi correlati