Sei sulla pagina 1di 4

OSSERVAZIONI SU Il dio serpente DI Corrado Malanga

Felis Catus marzo 2003

Pag. 21 Versione inglese: Ra has placed the king on the earth of the living for ever and eternity. Traduzione corretta: Ra ha collocato il re sulla terra di coloro che vivono per sempre e delleternit. Ovvero: Ra ha collocato il re sulla terra di coloro che vivono per sempre e (sulla terra della) eternit. Pag. 22 e seguenti Il riferimento al passo biblico non corretto, infatti: Perci fu chiamato quel luogo Babele, perch ivi fu confuso il parlare di tutti gli uomini; e di l li disperse il Signore sulla faccia di tutto il mondo. (Genesi 11,9) Altro passo biblico di riferimento: Anche se Babilonia sinnalzasse fino al cielo e lass in cima fortificasse la sua potenza, da me le giungerebbero i suoi devastatori, dice il Signore. (Geremia 51, 53) Ulteriori riferimenti e indicazioni: Circa i nomi di Dio, ci che ci pu maggiormente illuminare , appunto, lo studio di Giovanni Semerano raccolto nella sua monumentale opera principe in due volumi, Le origini della cultura europea, Olschki Editore, Firenze, 1986, nella quale egli dedica grande spazio allargomento in questione. Lo studioso analizza scrupolosamente ad uno tutti i nomi divini di origine mesopotamica che, in qualche modo, si ritrovano nella Sacra Bibbia. (...) Le etimologie bibliche sono spesso di tipo popolare, ispirate da suggestioni o analogie foniche; ma Platone nel Cratilo non era in progresso rispetto agli autori del Pentateuco. Se non conoscessimo letimologia di Babele, Bb-ili (porta di Dio) potremmo indulgere a quella del Genesi (11, 9) che accosta la forma ebraica palpel (confondere). Non ci si deve dimenticare che il capostipite degli ebrei, Abramo, proviene dallambiente etnico-religioso della Mesopotamia meridionale, che rester nel cuore dei pi antichi patriarchi come un remoto richiamo di felicit. (A. Nigi, Chi veramente Dio, pag. 55) Sulla guerra in Iraq Dunque ci sarebbe qualcosa sotto che andrebbe addirittura oltre il business. 1

Intanto perch il Papa avrebbe detto che questa guerra minaccia le sorti dell'umanit? Perch addirittura le sorti dellumanit dipenderebbero da questo conflitto che, se vogliamo, assai circoscritto e dal finale scontato, dati gli impari rapporti di forza? In effetti, questo accanimento sullIraq fa pensare ad una questione diversa. Sembra che il Papa la sappia lunga in proposito. Alcuni pensano che abbia letto lultimo segreto di Fatima e temono una profezia apocalittica, ma forse tutto diverrebbe comprensibile andando indietro parecchio nel tempo. Cosa si pensa quando si scopre che quella zona territoriale altro non che lantica Mesopotamia, gi terra sumera o meglio accadica Insomma questa sarebbe tutta una messinscena per entrare in possesso di qualcosa di vitale importanza che si troverebbe l da tempi lontani. Altro che petrolio o armi di distruzione di massa Magari tutto questo putiferio solo questione di controllo del territorio da parte di chi ne conosce la vera importanza. Considerando le teorie di Icke nasce anche il sospetto che le aspirazioni di Bush sarebbero analoghe a quelle di Saddam, sempre che questo Saddam esista veramente o non ne esistano almeno una cinquantina, tutti fotocopiati apposta, coi soliti baffoni alla Stalin, per ingannare il nemico Visto che Bin Laden se lo sarebbero inventato gli americani, magari Saddam se lo potrebbero essere inventato gli irakeni Il mondo tutto fatto di menzogne, tutto un combattersi, dalle guerre civili in sud-america alle violenze negli stadi, alle guerre fra popoli e alle sparatorie fra coinquilini. Questa la logica di questo mondo. E cos il giochino (infernale) va avanti, fino alla totale usura della playstation. Sembra che lo stesso Bush abbia usato lespressione The game is over Che ve ne pare? Sembra veramente di assistere ad una specie di caccia al tesoro dove chi trova listruzione deve capirla e seguirla prima di quellaltro, per arrivare in vantaggio nel posto giusto ed impossessarsi del famoso tesoro. (...)Ragioni che, dunque, solo per pochi eletti sarebbero vitali e perci urgenti. Eccole: partiamo dallindagine linguistica e toponomastica. Le etimologie bibliche sono spesso di tipo popolare, ispirate da suggestioni o analogie foniche; ma Platone, nel Cratilo, non era pi bravo rispetto agli autori del Pentateuco. Se non conoscessimo l'etimologia di Babele, Bab-ili (porta di Dio) potremmo indulgere a quella della Genesi (11, 9) che presenta la forma ebraica palpel (confondere). Non ci si deve dimenticare che il capostipite degli ebrei, Abramo, proviene dall'ambiente etnico-religioso della Mesopotamia meridionale, che rester nel cuore dei pi antichi patriarchi come un remoto richiamo di felicit. Allora in Mesopotamia, antica terra degli alieni Anunnaki, rettiloiodi considerati gli di venuti dal cielo o dallalto (vedasi il testo antico Enuma Elish, Genesi SumeroAccadica), ogni qualche migliaio di anni si apre un portale dimensionale, tipo Stargate (non quello del depistante film, ma quello vero). Esso permetterebbe larrivo degli alieni provenienti da altrove. Dunque, sembra che i signori del mondo non vogliano mancare allappuntamento e che vogliano avere sotto il proprio potere il territorio dove sembra debba avvenire il fenomeno dellapertura periodica del portale. Ecco in che cosa consiste il premio della famosa caccia al tesoro. Non si sa se ci sia conteso fra rettiloidi che si fanno la guerra fra loro. In tal caso i due Capi di Stato ossia Bush e Saddam sarebbero due rettiliani di specie diverse che si contendono il territorio e il controllo del fenomeno Stargate. Oppure Saddam sarebbe un fesso qualsiasi che non sa un cavolo di portali, mentre Bush la saprebbe lunga. Il fatto che tutta questa urgenza potrebbe essere cos spiegata: non bisogna perdere il momento del fenomeno che si verifica ogni boh, seimila anni.

E il Papa? Perch non vuole questa guerra? Semplice. perch non vuole che nessuno (Bush compreso) gli vada in Mesopotamia a scoprire gli altarini nella zona dorigine del suo potere Babilonese. (Di cui molte prove sono celate nei sotterranei vaticani), Potremmo andare avanti cos per ore, mettendo in luce tutte le apparenti contraddizioni e le contrapposizioni inventate dal potere, procedendo anche sulla scia degli smascheramenti e delle ardite considerazioni di Icke, il quale va sperando in una presa di coscienza collettiva o nel formarsi di una massa critica in grado di ribellarsi alla situazione. Ma secondo lo spregiudicato scrittore, la gente comune non si rende conto abbastanza del grande raggiro e si presta quotidianamente al gioco perverso del potere dei gestori del mondo e del loro principe draconiano. Tuttavia egli continua a contare sulla famosa frase dellapostolo evangelista Giovanni: Quando conoscerete la verit sarete liberi. (Giovanni, 8,32). Alberto Nigi Massa, Luned 29 dicembre 2003 Baghdad La nuova capitale Baghdad, vede, presso la Casa della sapienza la traduzione araba dei massimi autori greci... Tale citt, in effetti, dovrebbe chiamarsi, in accadico, "Drum-Idu". Tale nome deriva dalla stessa radice di "Druida", ("Drum-Ida") che significa, appunto, "citt della sapienza". In accadico "Drum" significa "citt" ("citt-fortezza"), da cui deriva anche il latino "oppidum". B-ghdad ha la stessa radice di "b-rtu", da "b-r" che significa "profeta", "divinatore", "arca del profeta". Come ho gi spiegato, la terminazione "Ida" d alla parola il valore di saggio e corrisponde allaccadico Idm, che significa conoscere, essere esperti. Uddm che significa informare, rivelare. Edm che significa notabile, ben famoso, conosciuto. Mud, che significa sapiente, esperto, saggio. E poi: accadico "ittu", assiro "ettu", ebraico "t", Aramaico "t" - tutte voci della stessa base, che significano sapiente, esperto, saggio. Anche dal punto di vista puramente fonetico e, diciamo pure "intuitivo", il nome "Baghdad" appare formato da due termini. Bagh-dad, di cui il secondo, "-dad", deriva quasi certamente da "-ida", come gi spiegato. Resta da vedere da cosa deriva il primo termine. La lingua mesopotamica accadica pi antica, fondata sui tecno-archetipi di Sargon I, mi farebbe pensare che il termine formato da B - G - H, che il ebraico sarebbero Bet, Ghimel, Hat: ambiente chiuso da una porta girevole... dove, in questo caso, sarebbe costodita "-ida"(d), la "sapienza"... Ma queste ultime sono mie congetture. Secondo questa impostazione, allora il nome della citt per intero sarebbe addirittura B-G-H-D(-D) ( )ovvero ambiente chiuso da una porta girevole di pietra... (Il termine Daltu, porta, diviene la lettera Dalet dellalfabeto ebraico, che anche il numero 4 e significa, appunto, materiale resistente, solidit, insomma cubo di pietra. Ma, in realt, porta, sia nel senso di barriera sia nel senso di apertura o passaggio, in ebraico si esprime con la lettera Hat numero 8, che pi astrattamente significa anche ritorno o rinascita). La difficolt consiste nell'identificare le sovrapposizioni delle denominazioni successive all'originaria. Infatti parte del nome potrebbe essere quella antica (trovandosi la citt in mesopotamia) e parte una modificazione successiva pi moderna (occupazione araba della regione in oggetto). Insomma, vattelapesca! Un punto fermo , comunque, quello che le lingue semitiche, sia quella ebraica sia quella araba, derivano dallaccadico... Forse c qualcosa che non va... 3

Pag. 32 Il campo magnetico sarebbe legato al Ba e quello elettrico al Ka? Pag. 33 Lanima dipende dal campo elettrico e lo spirito dipende dal campo magnetico? ********************************************************* Pag. 15 Simbolismo Ebraico in riferimento al nome Nahash. Nun 50 Soffio dellesistenza - germe di vita Hat (Het) 8 - Resurrezione - Barriera - Apertura - Ritorno - Rinascita Shin 300 - Movimento - Dinamismo - Azione Somma: 50 + 8 + 300 = 358 (508300 16 7) 16 (16 = 10 + 6 = yod + waw) Yod Waw 10 = Yod = Potenza creatrice originale - Forza divina - Io divino creatore - Principio Padre 6 = Waw = Unione - Fecondazione - Simbolo delluomo creato il sesto giorno 16 (1 + 6 = 7) 7 (7=1 + 6) 7 = Zayn = Scomparsa - Morte - Nulla - che implicano Ritorno - Rinascita - Tutto 1 = Alef = Potenza creatrice originale - Forza divina - Io divino creatore - Principio Padre 6 = Waw = Unione - fecondazione - Simbolo delluomo creato il sesto giorno 4