Sei sulla pagina 1di 1

IPERPLASIA PROSTATICA

Macro --> La prostata appare aumentata di volume e il peso raggiunge i 60-70g. L


a parte interessata occupa le parti centrali e ha aspetto NODULARE, mentre le zo
ne periferiche risultano compresse e formano una specie di pseudocapsula. Più spes
so insorge a livello dei lobi che circondano l'uretra prostatica, sotto il pavim
ento della vescica con successivo RISALTO dei lobi laterali e deformazione globa
le della ghiandola. In altri casi sono interessate le ghiandole periuretrali (po
sizione craniale, posteriore e mediana) e si forma un NODULO che si fa strada at
traverso la vescica e sovrasta l'orifizio uretrale (viene chiamato TERZO LOBO o
LOBO MEDIO). Al taglio si nota una configurazione nodulare in cui i noduli sono
spugnosi, giallo-grigiastri e contengono liquido lattiginoso.
Micro -->
1) Noduli e Fibronoduli: si nota a presenza di numerosi noduli di diverse dimens
ioni. Questi prendono origine dalle ghiandole che sono aumentate di numero e di
volume.Esse contengono una quantità di corpi AMILACEI (piccole formazioni di cellu
le desquamate e secrezioni prostatiche) maggiore rispetto alla prostata normale.
Nelle fasi precoci sono presenti noduli FIBROVASCOLARI (tessuto fibrillare + vas
i) e FIBROMIOMATOSI (tes. fibrillare + miocellule muscolari). In fase conclamata
sono presenti noduli ADENOFIBROMIOMATOSI
2) IPERPLASIA ATIPICA: si tratta di proliferazio microacinari. E' una lesione is
tologica circoscritta, talora multifocale, formata da piccoli acini con scarso s
troma interposto. E' presente uno strato di cellule basali BEN conservato. Quest
a lesione è importante per 2 motivi:
Si può confondere con adenocarcinoma ben differenziato
Si pensa possa essere una lesione preneoplastica che evolve verso adenocarc
inoma
3) ADENOSI SCLEROSANTE (3 righe sull'Ascenzi!!): poco frequente (ma va???). Ci s
ono piccoli acini mal configurati ed irregolarmente distribuiti, che si associan
o ad uno stroma ricco di cellule.
4) PIN (neoplasia prostatica intraepiteliale): è una lesione preneoplastica in cui
c'è alterazione sia della architettura che della morfologia cellulare. Le cellule
epiteliali secernenti sono distribuite in VARI STRATI e mostrano ATIPIE NUCLEAR
I simili a quelle presenti nel carcinoma. In base a queste atipie si distiguono
una forma di BASSO GRADO (lieve) e una di ALTO GRADO, caratterizzata da uno stra
to di cellule basali discontinuo che diminuisce progressivamente fino a scompari
re, permettendo così la libera proliferazione degli elementi epiteliali.