Sei sulla pagina 1di 4

Lezione 28/10

Tessuto connettivo

Il tessuto connettivo connette il tessuto epiteliale, tessuto nervoso e muscolare.

E’ caratterizzato dalla matrice extracellulaRE

Puo’ essere diviso in: connettivo propriamente detto,connettivo specializzato(cartilagine,osso,sangue)

(immagine blu presa dalla diapositiva)

Funzione del tessuto connettivo:

1 supporto strutturale e metabolico per tutti gli altri tessuti ed organi del corpo

2.porta i vasi sanguigni, media lo sbambio di nutriebti e metaboliti

3.E’ il materiale di rivestimento negli organi cioè la capsula degli organi pieni

4.Supporto per la pelle e per i tendini

5.Fa da impalcatura allo scheletro

6.Riserva del grasso e quindi di energia

7.Difesa immunitaria

8. trasposto di frammenti di cellule per la riparazione deictessuti

Per connessione dei tessuti di intende una connessione sia meccanica sia metabolica.

Il tessuto connettivo è costituido da: sostenza fondamentale, fibre, cellule( sia fisse sia mobili). La
proprorzione di ciscun componente varia a seconda del tipo di tessuti connettivo conseiderato .

Differenza tra tessuto connettivo ed epoteliale:

il tessuto connettivo è caratterizzato dalla matrice extracellulare e non dalle cellule

Il tessuto connettivo è vascolarizzato mentre il tessutto epitelaile no e quindi trae nutrimento dal
sottostante tessuto connettivo.

Il tessuto epiteliale è il rivestimento dell’esterno e delle cavità interne del nostro corpo, il tessuto connetivo
non è mai a contatto con l’esterno peechè è sottostante all’epiteliale.

Il tessuto connettivo resiste sia a stiramneti che a compressioni

La matrice extracellulare è formata da: sostenza amorfa o sostenza fondametale e fibre.

Fibre di natura proteica: di collagene, elastiche, reticolari( danno impalcatura degli organi)

La connessione meccanica è definita dalla capacita di ancorare tessuti diversi tra di loro ,e di sostenere e
proteggere gli organi.

La connessione funzionale o metabolica permette il transito di cellule e sostanze (acuqa, ioni ,soluti)

La differenza fra la connessione meccanica e quella metabolica è data dalla componente di fibre : piu fibre
avro piu avro una resistenza meccanica quindi una connessione meccanica, meno ne avro piu la
connessione sara metabolica.
Sostanza fondamentale amorfa è costituita da: glicosamminoglicani(gag), proteoglicani e glicoproteine
adesive.

La sostanza amorfa è una soluzione molto viscosa caratterizzata dalla presenza di macromolecole a base di
proteine e polisaccaridi( proteine enzimatiche, glicoproteine e proteoglicani). Permette la diffusione dei
soluti e dei metaboliti e consente l’ingresso e la migrazione delle celluyle immunitarie. Si lega molto
facilemnte all’acqua e l’idratazione del tessuto connettivo ha un limite sopra al quale può divenatre
pericoloso. La sua permeabilotà dipemde dal grado di idratazione, che può aumnetare notevolmente in
caso di: edema, infiammazione

Glicosamminoglicai( lunghi polimeri di unita foramte da due zuccheri solforati e acido ilauronico)

Preoteoglicani( formati da un asse proteico centrale sul quale si legano i gag) detti aggregani nella
cartilagune,sono legati all’acido ialuronio. Sono responsbili dello stato di gelificazione della
matrice(immagine)

Glicoproteine(si trovate suula menrbrana basale come la laminina o fibronectina)

Fibre del tessuto connettivo

Collagene:formate da ,icrofibrrile ognuna delle quali è costituitada un unitaà elemenatre(tropocollagene).le


fibrei di collagene sono ammassi di fibre che si impaccano secondo il loro asse longitufianle andando a
firmare impaccam,enti di collagene che poi formano la strutturas esterne alla cellulle. Viene sintetizzato
dalla celulla come protocollagene e viene pooi trasformato come collagene, esistono 25 forme note. LA
fibre non sono ramificate ,non hanno grande capicita di allungam,neto, hanno resistenza meccanica
fivre elastoche°: costituite da elastina e fibrillina e sono in grado di distendere e ritornare alla forma
originale( memoria elastica)

Fibre reticolari: collagene 3 che si organizza a formare un reticolato sono piu sottili e ramificati e intrecciati
fra di loro e sono meno flessibili delle fibre di collagene normali

Collagee:

tipo 1 è preenste nel derma e nei legamneti

tipo2:cartilagine ialinica

tipo 3: lamina reticolare,membrana basale

tipo 4: lamina densa e nella lamina basale

il collagene è privo di ramificazioni appare disposto in ondate

viene prodtoot come procollagnee all’inyer o delle cellule e secreto dalle celluke e modificato a
tropocollagene. Il tropocollagnene si assembla con un pattern bandeggiante per formare le fibrille di
collagene Dla reticolo passa al golgi e viene sintetizzato come elica che sia avvolge su se stessa. Il tedine che
collega il muscolo con l’osso è rivestiro da tessutto conentivo e all’ interno sono presneti delle fibre singole
di collagene

fibre reticolari:

supporto dei capillari, nerci e fibre muscolari

si osservano nella lamina rertcioare dwlla menbrana basale


forma la capsula di rivesrtimenot degli orgnai.

Le fibre retoclari sono costituite da collagene a fibre che si intersecano fra di loro a formare fibre meno
spesse delle fibre di collagene. LA disposizione delle fibrielle è diveersa.Mentre nel collagene le fibriellle
sono disposte parallelamente, nellle reticolari sono disposte a plesso(cioè come elemneti allungati che si
associano a formare una rete, nei punti di incrocio non vi è una fusione)

Fibre elastiche: vegono sintetizzate dalle cellule come protoelastina che polimerizza all’etserno della ceulla
a formare elastina, Le fibre elastcihe congeriscono elasticità.

Le corde vpcali,la aorta, bronchi, polmoni,pelle ed alcune cartilagini sono richhe di fibre elastiche

Sono fibre molto sottili,meno ondeggiante del collagene e ramificata

Le fibre elastiche hanko disposizione longitudinakee e sono disposte attorno ad un nuocleo interno della
sostanza amorfa, se vengono stirate si allungano.

Tra le fibre elastoche ci sono delle proteine come la desmosina che è formata da 4 molecole di lisina, che ha
la capacita di creare e distruggere ponti . Questo fa si che si crei un ammasso di fibre elastche in cui i ponti
si spaccano quando le fibra verranno allungate. Permette che le fibre rimangono ancorate fra di loro.

Cellule delctessuto connettivo è caratterizzato da una popolazione cellulare eterogenerea:

fibroblasti,macrogafi,plasmacellule,mostociti,granulocitineutrofili,eosinofili,basofilie linfociti,cellule adipose


o adipociti, periciti

le cellule si divisono in cellule mobili e fisse:

mobili; cellule del sangue,leucociti,macrofagi,plasmacellule,mastociti e melanociti

fisse: fibroblasti,fibrociti,macrogafi,adipociti,periciti

fibroblasti: si torvano diffusi in tutto il tessuto connettivo ove sintetizzano la matrice extracellulare.Possono
essere in stato di quiescenza(fibrocita=cellula non attiva nella formazione della matrice) o di
attività(fibroblasto).

Tutte le cellule del tessuto connettivo derivano dal mesenchima.

Il fibroblasto presenta una struttura con il nucleo, dei prolungamneti che oossono essere allungati e che
permettono anche il movimento.Quando c’è un’infiammazione amnche il fibrovlasta va al sito di lesione.
Presenta una nucleo centrale tondeggiante, il reticolo endoplasmatico rugoso, Il golgi ,grande attivita di
esocitosi. Sintetizza anche le glicoproteine e i proteoglicani.

Funzione: cellule piu ubiquitarie,sono cellule molto attive, formano collagene, collagenasi, elastina e
producono la sostanza fondamentale.

Può avere un nucleo centrale con ramificazioni.

I fibroblòasti attivi sono molto associate alle fibre di collagene che sono sintettizzate da loro . Apparato di
sintesivi molto sviluppato quando è attivo.

Alucuni fibroblasti si muovono e vanno anche incontro a mitosi quando ci sono delle ferite. Questi
fibroblasti sono differenziabili in adipociti e condrociti e in condizioni patologiche in osteoblasti.

Durante la crrescita si ha un differenziamento da fibroblasta a fibrocita che sono meno in gradop di andare
a sintetizzare la matriuce extracellulare
( pElle meno elastica, dovuta al’invecchiamento)
Tessuto adiposo-adipociti

Adipociti bianhi: piu diffusi

Adipociti bruni: piccole quantità

Adipocitabbianco: cellule uniloculari perché hanno un vacuolo pieno di lipidi

Adipe è circondato da una ricca vascolarizzazione

I fibroblaso si differenzia in adipocitav accumulando vacuoli(gocce di lipifi) che si fondono dimentando


sempre piu grandi, perde kle protuberazione citoplasmatiche che aveva, il nucleo va verso la membrana e si
ottiene un unico grande vacuolo all’interno della membrana. Adipociti servono per produrre atp e calore.
Nell’ organismo sono presento in grande quantità attorno ai reni , nelle ossa, sotto cute.

Immagine dell’adipocita

Adipocita bruno

Cellule multiloculari: non fanno un grande vacuolo quindi avremo numerose3 vescicole di grasso che non si
fonodno. Sono molto vicini ai capillafi e presentano nolti mitocondri

Le donne hqnno piu adipe rispetto agli uomoni.

E piu piccolo ripetto all’adipocita bianco,ha un uleo centrale, presesnata degli organelli (immagine)

Il grasso bruno è fondam,entale per gli animali per il letargo. Il grasso bruno lo troviamo nelle ascelle e
mediastino,

pericita: cellula che si trova all’esterno dei vasi sanguigni, emette prolungamenti protoplasmatici che
avvolgono l’esterno del vao e fungono da “spremitura”, quindi fanno uscire il sangue facendo contrarre il
lume del capillare causando l’uscita del sangue. Sono cellule fisse

Cellule mobili o migranti

Mastociti: grandi cedllule che derivano dal midollo osseo che danno una sensibilità alle allergie.
Contengono istamina(vasodilatatore), sostanza a reazione lenta nei processi anafilattici, dilata i vasi
sangugni facendo uscite dal sistema circolatorio tutte le cellule dell’immunita che devono inytervenire
nell’infiammazione, eparina(anticoagulante). Contengono IgE e recettori esposti sulla membrana, quando
un antugene collega due olecole IgE, la membranba si rompe causando il rilascio di meidatori allergici.

Si trovano nel derma, rivestimento gastro-intestinale, perivascilare, rivestimento vie respiratorie.

Sono cellule lòarghe, rotondeggianti od ovoidali, presentano granuli secrretori sferici addossati alla
membrana, numerosi mitocondri, poco RER e golgi abbondante.