Sei sulla pagina 1di 4

______________

Itinerario Itinerary 158

Domus 817 Luglio/Agosto July/August 99

3 18

Burle Marx e Rio de Janeiro

Nel suo libro LArchitettura Moderna in Brasile,


Sergio Bracco dice: Se si possono avanzare riserve
o perplessit sulloperato degli architetti moderni
in Brasile, queste cadono del tutto davanti alla
particolare bellezza che Burle Marx sa suscitare
ordinando in dignit architettonica le risorse della
natura brasiliana. Dignit architettonica e natura:
questi i due termini di un metodo progettuale che
ha voluto considere il paesaggio quale spazio
architettonico costruito, nei pieni e nei vuoti, con
piante disposte come elementi di un ordinario
processo costruttivo. Il progetto del giardino diventa
cos lo strumento di transizione tra una natura
esuberante e lelemento artificiale e lavora perch
le sue composizioni, anche le pi piccole
dimensionalmente, partecipino di uno spazio
dilatato. Allo stesso tempo, diventa la
rivendicazione di un proprio modo di essere: Burle
Marx, esponente consapevole di un mondo nuovo,
appartiene a una formidabile generazione di artisti
e architetti che ha saputo recidere i legami di
suddittanza coloniale con la tradizione europea. In
questo senso, si pu interpretarne la scelta di
lavorare solo con essenze vegetali indigene, essenze
che venivano raccolte nella foresta durante
spedizioni appositamente organizzate, e
collezionate nei vivai della sua casa di San Antonio
da Bica. Perch Burle Marx non era solo un
progettista di giardini ma anche un appassionato di
botanica, che ne poteva curare la manutenzione
attraverso un servizio di giardinieri. Una
brasilianit che deve essere riletta alla luce di una
condizione di forte squilibrio che colpisce
attualmente le citt, situazione per la quale Burle
Marx aveva gi indicato, attraverso i progetti
pubblici per Rio de Janeiro e Brasilia, una via di
uscita.

7
3 18
4

17
2
2

17

16
8
20

13
10

15

Questo itinerario non sarebbe stato


possibile senza laiuto di Isabela de
Carvalho Ono e di Haruyoshi Ono.
La maggior parte dei progetti
documentati non accessibile
liberamente in quanto si tratta di
residenze e istituzioni private. Per
organizzare uneventuale visita, ci
si pu rivolgere allo studio Burle
Marx (rua Alice 29, Laranjeiras, Rio
de Janeiro, tel. +55-21558.3235/558.3138/558.3048, fax +5521-285.4669) che, dopo la sua morte,
ne ha raccolto leredit progettuale.
Il Sitio Santo Antonio da Bica pu
essere visitato solo su prenotazione,
rivolgendosi alla fondazione Burle
Marx (tel/fax +55-21410.1412/410.1171, E-mail:
srburlemarx@alternex.com.br).
Le foto sono dellautrice; le
immagini depoca e i disegni sono
tratti dai libri: Sergio Bracco,
LArchitettura Moderna in Brasile,
Bologna 1967, Cappelli Editore;
William Howard Adams, Roberto
Burle Marx: the Unnatural Art of the
Garden, Museum of Modern Art,
New York 1991; Marta Iris Monteiro,
Burle Marx, paisajes liricos, Editore
Iris, Buenos Aires, 1997.
Bibliografia: P.M. Bardi, The
Tropical Gardens of Burle Marx,
Rio de Janeiro, 1964; Elizabeth
Kassler, Modern Gardens and the
Landscape, New York, 1964/1984;
Lucio Costa, Burle Marx,
homenagem natureza, San Paolo,
1979; Flavio Motta, Roberto Burle
Marx e a nova viso da paisagem,
San Paolo, 1984; Roberto Burle
Marx, Arte & Paisagem, San Paolo,
1987; Llia Coelho Frota, Burle
Marx, uma poetica da modernidade,
Minas Gerais, 1989; Giulio Rizzo,
Roberto Burle Marx. Il giardino del
Novecento, Firenze, 1992.

Laura Bossi

14

20

Burle Marx and Rio de Janeiro


In his book LArchitettura Moderna in Brasile,
Sergio Bracco says: While it is possible to have
reservations or doubts on Modern architects in
Brazil, these all vanish faced with the special
beauty Burle Marx is able to trigger by bringing
together in architectural dignity the nature of
Brazil. Architectural dignity and architecture are
the two terms of a design method that treats the
landscape as built architectural space, with solids
and voids. The plants are arranged as elements of
an ordinary constructional process. Thus the
garden design becomes a transition tool between
the rank vegetation and the artificial element and
it works, for his compositions, even the smallest,
participate in an extended space. At the same time,
it becomes the claim for his own way of being; in
fact, Burle Marx, the knowledgeable exponent of a
new world, belongs to a formidable generation of
artists and architects who were able to free the
bonds tieing them to the European tradition. In this
sense, you can interpret its choice to work only with
local woods, which were collected in the forest
during special expeditions and grown in the
nurseries by San Antonio da Bica. In fact, Burle
Marx was more than a landscape architect, he
loved botany, too; he was able to take care for the
maintenance through gardeners. This
Brazilianness has to be reread in the light of the
deep imbalance that currently characterizes our
cities. In his public schemes for Rio de Janeiro and
Brasilia Burle Marx showed a way out.

9
12 19
11

6
6

Laura Bossi

This itinerary would not have been


possible without the help of Isabela
de Carvalho Ono and Haruyoshi
Ono. In fact, it is impossible to visit
most of the projects listed, for they
are private homes and institutions.
For a visit you may contact Burle
Marxs studio (rua Alice 29,
Laranjeiras, Rio de Janeiro, tel.
+55-21-558.3235/558.3138/558.3048,
fax+55-21-285.4669). After his death,
they continued along his path. The
Sitio Santo Antonio da Bica can
only be visited by booking; contact
the Burle Marx Foundation ( tel
/fax +55-21-410.1412/410.1171, Email:
srburlemarx@alternex.com.br).
The photography is by the author.
The period photos and drawings are
from the following books: Sergio
Bracco, LArchitettura Moderna in
Brasile, Cappelli Editore, Bologna
1967; William Howard Adams,
Roberto Burle Marx: the Unnatural
Art of the Garden, Museum of
Modern Art, New York, 1991; and
Marta Iris Monteiro, Burle Marx,
paisajes liricos, Editore Iris,
Buenos Aires, 1997.
Bibliography: P. M. Bardi, The
Tropical Gardens of Burle Marx,
Rio de Janeiro, 1964; Elizabeth
Kassler, Modern Gardens and the
Landscape, New York, 1964/1984;
Lucio Costa, Burle Marx,
homenagem natureza, Sao Paolo,
1979; Flavio Motta, Roberto Burle
Marx e a nova visao da paisagem,
Sao Paolo, 1984; Roberto Burle
Marx, Arte & Paisagem, Sao Paolo,
1987; Llia Coelho Frota, Burle
Marx, una poetica da
modernidade, Minas Gerais, 1989;
Giulio Rizzo, Roberto Burle Marx,
Il giardino del Novecento,
Florence, 1992.

Roberto Burle Marx nasce il 4


agosto 1909 a San Paolo. Figlio di
Wilhelm Marx, un emigrante ebreo
tedesco, di natura avventurosa, e
Cecilia Burle, brasiliana da diverse
generazioni, cresce in un clima
intellettualmente fervido che lo
porta a parlare correntemente,
oltre al portoghese, altre cinque
lingue: tedesco, francese, inglese,
spagnolo e italiano. Negli anni
1927-1928, a causa di un problema
alla vista, si reca in Germania dove
viene curato e studia pittura e
disegno a Berlino. Al suo ritorno in
Brasile, frequenta la facolt di
Belle Arti dellUniversit Federale
di Rio de Janeiro. Nel 1932 realizza
il primo lavoro: il giardino della
residenza Schwartz progettata da
Costa e Warchavchick. Nel 1934
viene nominato direttore del
dipartimento parchi e giardini di
Recife dove rimane fino al 1937.
Alternando unincessante attivit
progettuale alla pittura, partecipa
negli anni a numerose mostre.
Roberto Burle Marx muore nel
giugno del 1994.

Roberto Burle Marx was born on


August 4, 1909 in Sao Paolo. He was
the son of Wilhelm Marx, a Jewish
German emigrant of an
adventurous nature. and Cecilia
Burle, Brazilian for several
generations. He grew up in an
intellectually fervid climate so he
spoke five languages besides
Portuguese: German, French,
English, Spanish and Italian. In
1927-1928 a sight problem sent him
to Germany, where he was treated
and studied painting and drawing
in Berlin. When he returned to
Brazil he attended the Fine Arts
School at the Federal University of
Rio de Janeiro. In 1932 he conceived
his first design: the garden of the
Schwartz House designed by Costa
and Warchavchick. In 1934 he was
appointed head of the Department
of Parks and Gardens of Recife
where he remained until 1937.
Alternating a busy design career
and painting, he took part in
numerous exhibits.
Roberto Burle Marx died in June,
1994.

______________

______________

1938

Tetto-giardino del Ministero


della Pubblica Educazione e
della Salute
progetto delledificio: Le
Corbusier, Lucio Costa, Reidy,
Oscar Niemeyer, Jorge Machado
Moreira, Leo e Vasconcelos
Nel 1957 Zevi scrive I suoi
giardini sono dipinti eseguiti
con le piante, che servono per
correggere larchitettura, per
umanizzarla. Nella terrazza del
MEC la geometria delledificio si
integra con una composizione
organica di forme curvilinee. La
disposizione delle piante
trasforma il disegno
bidimensionale in volumi e
tessiture. Il giardino stato
pesantemente modificato;
rimane (non completamente) il
disegno originale ma non la
scelta delle piante.

Roof Garden of the Ministry


for Education and Health
building design: Le Corbusier,
Lucio Costa, Reidy, Oscar
Niemeyer, Jorge Machado
Moreira, Leo and Vasconcelos
In 1957 Zevi wrote: His gardens
are paintings done with plants,
serving to correct architecture
and humanize it. On the terrace
of the MEC the form of the
building blends with an organic
composition with curved forms.
The arrangement of the plants
transforms the two-dimensional
scheme into volumes and
textures. The garden has been
severely modified; the original
design remains (yet not always),
while the plants differ.

Rua Imprensa 16

1953

Giardini dellIstituto di
Puericultura e della Facolt
di Architettura
progetto degli edifici: Jorge
Machado Moreira
I due giardini, realizzati in
unepoca di euforia economica,
sono scomparsi, una sorte
toccata a molti progetti pubblici.
Rimangono due pannelli: uno in
ceramica per lIstituto di
Puericultura e un secondo in
calcestruzzo presso la Facolt.
Testimoniano come Burle Marx
sia stato scelto per celebrare
lavvento simbolico del Grande
Brasile e abbia trasformato con
i suoi progetti i pi importanti
spazi pubblici di Rio.

1948

1949

Giardino della ex residenza


Odette Monteiro a Petropolis
progetto della casa: Wladimir
Alves de Souza

Sitio San Antonio da Bica


Nel 1949 Burle Marx compra una
ex fattoria con unantica casa di
campagna e una chiesetta
dedicata a San Antonio da Bica;
qui istituisce un vivaio per la
sua collezione personale di
piante. Restaura le strutture
esistenti, costruendo con pietre
recuperate da demolizioni una
fontana a gradoni. Disegna un
murales di ceramiche con una
vasca e giochi dacqua per il
patio dove abitualmente lavora.
Amplia la casa con un
padiglione coperto che, toccando
una vasca dacqua, si estende
verso il bosco in una sequenza di
pergolati. La casa rivela la
brasilianit di Burle Marx con
le immagini religiose barocche
in legno e gli oggetti primitivi di
argilla, opera degli artigiani
della Valle di Jequitinhinha,
nello stato di Minas Gerais.
Negli ultimi anni Burle Marx,
che ha sempre esercitato la
pittura in parallelo, ha
fortemente voluto un nuovo
atelier che, come la fontana,
stato in parte realizzato con
pietre di recupero.

Forse il pi bello e uno dei


meglio conservati, il giardino
dellex residenza Odette
Monteiro (ora Luiz Cezar
Fernandes), grazie alla
sensibilit degli attuali
proprietari rimasto come
Burle Marx laveva pensato. Il
progetto del giardino, posto nel
fondo di una vallata, gioca sulla
transizione tra un paesaggio
incontaminato ed esuberante e
una natura controllata e
convogliata in forme morbide e
seducenti. Burle Marx ha
plasmato la topografia
costruendo dei rilievi curvilinei
nelle cui parti concave ha
disposto aiole dalla forma
organica, composte da piante
diverse in tessitura e volume. Al
centro della vallata un lago con
una passerella. Burle Marx usa
la vegetazione in maniera
definita, senza mescolare colori
e volumi in modo confuso.
Lultima addizione completata
con Haruyoshi Ono, suo socio
per molti anni, un padiglione
con un pannello in ceramica e
una fontana a gradoni. I
proprietari hanno sempre
consultato Burle Marx per ogni
cambiamento.

Sitio San Antonio da Bica


In 1949 Burle Marx bought a
former farm with an old
farmhouse and a church
dedicated to San Antonio da
Bica; there he set up a nursery for
his personal collection of plants.
He restored the existing
structures, utilizing stones
recovered from demolitions to
build a stepped fountain. He
designed a ceramic murales with
a basin and playing water for the
patio where he usually worked.
He extended the house with a
covered pavilion that touches a
pool extending towards the
woods in a sequence of pergolas.
The house reveals the Brazilian
nature of Burle Marx with the
Baroque wood religious images
and the primitive clay objects.
They were made by the artisans
of the Jequitinhinha Valley, in
the state of Minas Gerais. In his
latest years, Burle Marx, who
never gave up painting, had a
new atelier built. Like the
fountain, it is partly of old
stones.

Garden of the former Odette


Monteiro House, Petropolis
house design: Wladimir Alves de
Souza
The garden of the former Odette
Monteiro House (now Luiz Cezar
Fernades) may be one of the most
beautiful and best conserved.
Thanks to the sensitivity of the
current owners, it still is in its
pristine state. The garden design,
at the end of a valley, plays on
the transition between an
uncontaminated, flourishing
landscape and the controlled
nature, conveyed into soft,
seductive forms. Burle Marx
shaped the topography by
constructing curved steps
containing plots with organic
forms; the plants texture and
volume differ. In the center of the
valley is a lake with a walkway.
Burle Marx used the vegetation
in a defined manner, without
mixing colors and volumes in a
confused way. The last addition,
completed with Haruyoshi Ono,
his partner for many years, is a
ceramic pavilion and a stepped
fountain. The owners always
consulted Burle Marx for each
change.

1951

Giardino della residenza


Walter Moreira Salles
progetto della casa: Olavo Redig
de Campos
Questa casa, ora trasformata in
unistituzione culturale, si trova
a Gavea, uno dei pochi quartieri
verdi di Rio, e possiede un
giardino impreziosito dalla
presenza della collina e di un
corso dacqua. Burle Marx
interagisce con il progetto
architettonico, una villa
modernista contaminata da
elementi tipicamente locali,
quali gli interni rivestiti in
piastrelle di azulejos,
realizzando una vasca dacqua
con contenitori per vegetazione
acquatica. Sullo sfondo, un
murales curvilineo in piastrelle
di ceramica sui toni del bianco e
dellazzurro. Per Walter Moreira
Burle Marx crea un elemento
che non ritroviamo in altri
progetti: unaiola il cui disegno
sembra derivare dallinfluenza
del giardino allitaliana. La sua
geometria comunque rifiuta la
simmetria e riprende una trama
influenzata dallarte astratta. La
struttura del giardino persiste,
mentre la scelta delle piante
stata modificata.

Garden of the Walter


Moreira Salles House
house design by Olavo Redig de
Campos
This house, now converted into a
cultural institute, is in Gavea,
one of Rios few green districts;
the garden is enhanced by the hill
and a stream. Burle Marx
interacts with the villa, a
modernist scheme contaminated
by typically local elements, such
as the interiors clad in azulejos
tiles, by creating a basin with
pots for aquatic vegetation. In the
background is a curved ceramic
tile murales with white and lightblue shades. For Walter Moreira
Burle Marx created an element
that is not found in other designs:
a flower bed whose motif seems to
be influenced by the Italian
gardens. Its pattern, however,
rejects symmetry and recalls
abstract art. The gardens form
survives, but the choice of the
plants has been modified.

Gardens of the Nurses


Institute and the School of
Architecture
buildings design: Jorge Machado
Moreira
The two gardens, executed at a
time when the economy was
booming, have vanished, a fate
befallen to many public schemes.
Two panels remain: one in
ceramics for the Nurses Institute
and one in reinforced concrete
near the school. They show how
Burle Marx was chosen to
celebrate the symbolic coming of
the Great Brazil and
transformed his schemes into
Rios most significant public
spaces.

Ciudad Universitaria

Estrada da Barra de Guaratiba


2019,
Barra de Guaratiba

PETROPOLIS
Rua Agostinho, Goulo,
Correias

Rua Marques de So Vicente 476,


Gavea

______________

______________

1954/1961

Giardini del Museo di arte


moderna
Giardino del Monumento ai
morti della seconda guerra
mondiale
Giardini del Flamengo

1965

10

Giardino della residenza Otto


Dunhoffer
progetto della casa: Feferman e
De Tarso Santos

Lungomare di Copacabana

1974

12

Giardino del Banco Nacional


de Desarrollo Econmico

Negli anni Sessanta il quartiere,


in origine composto da villette,
viene stravolto da una muraglia
di edifici. Si crea una condizione
di congestione che viene
affrontata con il progetto di un
nuovo lungomare. Burle Marx
decide di utilizzare la classica
tecnica portoghese, il mosaico in
pietra nera, bianca e rossa, per
comporre un disegno astratto
della lunghezza di circa 4 km. Il
bordo lungo la spiaggia viene
ridisegnato utilizzando il
tradizionale disegno a onde. Le
essenze selezionate, come le
palme da cocco, sono resistenti
allambiente marino. La zona
centrale si ridotta nel tempo a
causa della costruzione di nuove
stazioni di rifornimento.

progetto delledificio: Willer,


Steele, Ramalho Jr., Sanchotene,
Oba, Mueller

Garden of the Otto Dunhoffer


House

Copacabana Ocean Drive

house designed by Feferman and


De Tarso Santos
In this modernist dwelling rooted
in a feeling of Brazilianness only
the structure remains of the
original garden. It features a
sequence of stepped containers
generating the green volumes
and a pool with a ceramic
murales. It differs from the
previous ones since Marx used
solid-color tiles (white, light-blue,
dark-blue and copper) for the
pattern at different heights and
enameled on the edge too. Water
comes out from the copper-colored
central points.

In the 1960s, the district,


originally comprising small
houses, was ruined by a high
wall of buildings. The congestion
had to be tackled by designing a
new ocean drive. Burle Marx
opted for the classic Portuguese
technique: a mosaic in black,
white and red stone creating an
abstract motif around 4 km long.
The seaside edge was redesigned
using the traditional wavy
pattern. The trees picked, like
coco palm trees, withstand a
marine climate. The central
section has been reduced over
time because new service stations
were built.

building designed by Willer,


Steele, Ramalho Jr., Sanchotene,
Oba and Mueller

Aterro Gloria,
Flamengo

Travessa Xavier dos Passos 8,


Santa Teresa

Spiaggia di Copacabana

Avenida Republica do Chile,


Centro

1955

1969

1972

1981

In questa casa modernista,


radicata in un sentimento di
brasilianit, del giardino
originale rimane solo la
struttura; si articola in una
sequenza di contenitori a
gradoni che organizzano i
volumi verdi e in una vasca
dacqua con un murales in
ceramica. Si distingue dai
precedenti perch Burle Marx
ha composto il disegno con
piastrelle in tinta unita (colore
bianco, azzurro, blu e rame) di
altezze diverse e smaltate anche
sul bordo. Dai punti centrali, in
colore rame, fuoriescono cadute
dacqua.

Burle Marx ha segnato con i suoi


interventi i luoghi pi
significativi della citt, partendo
dallaereoporto Dumont, con la
piazza Salgado Fiho, in
progressione fino a Copacabana.
Attualmente, i giardini del
Flamengo (soprattutto quelli del
Museo darte moderna), dopo
essere stati trascurati per anni,
sono oggetto di un progetto di
restauro. Il giardino del museo
caratterizzato da una piazza a
prato, il disegno a onde del
quale, come a Copacabana,
costituito da due manti erbosi di
intensit diverse.

Modern Art Museum Gardens


Garden of the Monument to
Those Who Fell in the Second
World War
Flamengo Gardens
Burle Marx left his imprint in the
citys major spots, from the
Dumont Airport to the Plaza
Salgado Fiho right up to
Copacabana. Currently,
Flamengo Gardens (especially
those of the Modern Art Museum)
are being restored, after years of
neglect. The museum garden has
a lawn whose wavy design, like
Copacabana, consists in two
different types of grass.

1970

Giardino della residenza


Alberto Kronsfoth (ora Ralph
Camargo) a Teresopolis
Ralph Camargo e la moglie
Luisa, nel comprare questa casa,
scoprirono che il giardino era
stato progettato da Burle Marx e
decisero di riportarlo alla
condizione originale. Burle
Marx, come assunto teorico,
utilizzava sempre le piante del
Brasile e soprattutto quelle
locali; qui realizza unaiola di
piante sassifiche della regione.
In questo senso appartiene a
quella generazione di
intellettuali (Portinari, Costa,
Niemeyer... ) che, eliminando
una sudditanza coloniale con
lEuropa, guardano al Brasile
come simbolo di un nuovo
mondo.

Garden of the Alberto


Kronsforth House (now
Ralph Camargo House),
Teresopolis

11

Spazi aperti della Sede


Centrale Petrobras
progetto delledificio: Gandolfi,
Forte Neto, Ferreira de Castro,
Sanchotene, Anizassad
Con lo smantellamento del
Morro San Antonio, una collina
rocciosa, si liber nel centro
della citt una vasta area, il
progetto ambientale della quale
fu studiato da Burle Marx. Il
giardino della Petrobras gioca
sulla contrapposizione di forme
naturali organiche e di percorsi
con zone geometriche di sosta.
Ledificio contiene una serie di
patio sospesi, dei quali Burle
Marx aveva curato la
realizzazione, ma che
attualmente sono
completamente trascurati.

When Morro San Antonio, a


rocky hill in downtown Rio, was
torn down, a vast area was freed;
the scheme was studied by Burle
Marx. Petrobas Garden is based
on the contrast of natural
organic forms and paths with
geometric resting areas. The
building contains several
hanging patios conceived by
Marx but which are in total
disrepair today.

TERESOPOLIS
Estrada de Itaipava Km 22.5,
Sitio Pedra Azul

RIO DE JANEIRO
Avenida Republica do Paraguay,
Centro

The garden comprises open


spaces that rise towards the base
of the building following organic
forms; there are some internal
patios with fountains and pools.
The slopes treatment is artificial
and harks back to Morro San
Antonio, torn down to make way
for Avenida Republica do Chile.
The courtyard vegetation is
housed in a geometric sequence of
containers sticking above the
water.

13

Giardino del Centro


Empresarial Ro
progetto delledificio: Claudio
Fortes, Roberto Victor

Il progetto interessa una delle


istituzioni pi famose di Rio: la
stazione del bongihno, il tram
che collega la collina di Santa
Tereza, antico quartiere di ville
coloniali, al centro della citt.
Quando la Petrobras decide di
costruire nel lotto adiacente un
garage sotterraneo, Burle Marx
viene incaricato del disegno
ambientale. Il progetto gioca
sullintegrazione del disegno
geometrico della
pavimentazione con quello delle
aiole a verde.

Si tratta di un giardino
interstiziale realizzato quando
fu demolita lambasciata
dellArgentina per fare posto a
due edifici multipiano. Burle
Marx salva le palme imperiali
del giardino originale,
costruendo un percorso interno
fatto di camminamenti, aiole
rialzate e fontane costituite da
volumi geometrici. Lacqua cade
in una sequenza di gradoni per
raccogliersi in una vasca. Il
progetto, fatto di dettagli
minuti, costruisce un giardino
di dimensioni intime.

building designed by Conde and


Marihno do Rego

Building designed by Gandolfi,


Forte Neto, Ferreira de Castro,
Sanchotene and Anizassad

Garden of Banco Nacional de


Desarrollo Economico

progetto delledificio: Conde e


Marihno do Rego

Garage Petrobras Square


and Santa Tereza Terminal

Petrobras Headquarters,
external spaces

When Ralph Camargo and his


wife, Luisa, bought this dwelling,
they discovered the garden was
designed by Burle Marx; so they
decided to restore it to the
original conditions. One of
Marxs theoretical postulates was
to always employ Brazilian
plants, especially local ones. Here
he created a flower-bed of
regional plants. In this sense, he
belonged to the generation of
intellectuals (Portinari, Costa,
Niemeyer, etc.) who turned their
backs on Europe, taking Brazil
as the symbol of a new world.

Piazza del garage Petrobras


e terminal di Santa Tereza

Il giardino si compone di spazi


aperti, che salgono verso la base
delledificio seguendo un
disegno di forme organiche, e di
una serie di patio interni con
fontane e vasche dacqua. La
modellazione del rilievo
artificiale e rimane a memoria
del Morro San Antonio,
smantellato per far posto alla
avenida Republica do Chile. La
vegetazione dei cortili ospitata
da una sequenza geometrica di
contenitori rialzati rispetto al
livello dellacqua.

Garden of the Centro


Empresarial Rio
building designed by Claudio
Fortes and Roberto Victor

This design deals with one of


Rios most famous institutions:
the Bongihno station; this
streetcar links Santa Tereza Hill,
a center of old colonial houses, to
the city center. When Petrobras
decided to construct an
underground garage in the
adjoining plot, Burle Marx was
commissioned to do the
environmental design. It is based
on the integration of the pavings
geometric design and the green
flower-beds.

This tiny garden was created


when the Argentine Embassy was
demolished to make way for two
multistory buildings. Burle Marx
saved the imperial palm trees of
the original garden, building an
internal path made of passages,
raised flower-beds and
volumetric fountains. The water
falls in a set of steps into a single
pool. The design, comprising
minute detailing, represents an
intimate-sized garden.

Avenida Republica de Paraguai,


Rua Evaristo da Vega,
Cinelndia

Avenida Botafogo 228

______________

______________

1981

14

Marina Barra Club

1984

16

1984

18

Spazi esterni della


Fondazione CAEMI

Il giardino si organizza intorno


a una vasca disegnata
geometricamente. Lo spazio
viene mosso da strutture
metalliche che si ergono
dallacqua come sculture
totemiche ricoperte di
vegetazione. Elementi ricorrenti
nellopera di Burle Marx sono i
contenitori per piante inseriti
nelle vasche e rialzati rispetto al
livello dellacqua. Un tema che
William Howard Adams, nel suo
libro Roberto Burle Marx: the
Unnatural Art of Garden,
afferma essere derivato dal
peristilio centrale della casa
romana delle Fontane di
Conimbriga, in Portogallo.

progetto delledificio: Edson e


Edmundo Musa

Marina Barra Club

Burle Marx designed the


exteriors, outlining an abstract
composition with the technique of
the traditional Portuguese
mosaic. The black, red and white
stone sidewalk enters the
building, characterizing the
entrance and the two raised side
terraces.

19

Questa casa, che si trova sulle


pendici di una valle scoscesa, in
origine era priva di
terrazzamenti esterni. Il
proprietario chiese a Burle
Marx di ampliare le superfici
piane e di realizzare una
piscina. Il progetto si confronta
con la topografia e costruisce un
balcone con due piscine poste
su livelli diversi e un padiglione
con bar e spogliatoi. Gli interni
sono rivestiti con piastrelle in
azulejos disegnate da Burle
Marx. Il disegno della nuova
terrazza controllato dalla
geometria che si rivela in uno
scacchiere in cotto e marmo
color beige. Il dislivello tra la
casa e lampliamento viene
mediato attraverso un sistema di
terrazzamenti e di percorsi
delimitati da contenitori per
piante a gradoni. A fianco della
casa Burle Marx immagina una
fontana con una vasca
geometrica; lacqua rimbalza in
una sequenza di elementi in
aggetto. Alcune delle piante
sono state raccolte nella foresta
circostante dallo stesso Burle
Marx, unattivit che egli ha
esercitato per tutta la vita
organizzando spedizioni nelle
regioni interne del Brasile.

External spaces of the


CAEMI Foundation
building designed by Edson and
Edmundo Muso

Plazoleta da Carioca
Marta Iris Monteiro, parlando
della Plazoleta da Carioca, cuore
del quartiere degli affari di Rio,
dice: un gigantesco quadro
astratto creato per essere visto
dagli edifici che lo circondano.
Al disegno realizzato con la
tradizionale pietra portoghese,
Burle Marx unisce la
composizione di una fontana
caratterizzata da un andamento
curvilineo; in ortogonale
dispone una sequenza di
muriccioli in unalternanza di
contenitori per piante rialzati
rispetto al filo dellacqua.

progetto della casa: Raul de


Souza Martins

Burle Marx progetta la


sistemazione degli esterni,
tracciando una composizione
astratta con la tecnica
tradizionale del mosaico
portoghese. Il marciapiede in
pietra di colore nero, rosso e
bianco entra nelledificio,
caratterizzando lingresso e le
due terrazze laterali rialzate
rispetto allesterno.

The garden is arranged around a


geometric basin. The space is
moved by metal structures that
rise from the water like totem
sculptures covered with
vegetation. A popular feature of
Burle Marxs work is the plant
containers in the basin sticking a
little above the water level.
According to William Howard
Adams, in his book Roberto
Burle Marx: the Unnatural Art
of Garden this was derived from
the central peristyle of the
Roman House of the Fountains,
in Conimbriga, Portugal.

Spazi aperti della residenza


Raul de Souza Martins a
Petropolis

1985

Plazoleta da Carioca
Marta Iris Monteiro described
the Plazoleta da Carioca, in the
heart of Rios business district,
as a gigantic abstract painting
created to be viewed from the
surrounding buildings. Besides
the pattern executed in the
traditional Portuguese stone,
Burle Marx added a curved
fountain. Perpendicular are some
low walls alternating with plant
containers rising above the water.

External spaces of Raul de


Souza Martins House,
Petropolis
house designed by Raul de Souza
Martins

15

Estrada da Barra da Tijuca 777

Avenida Botafogo 117


angolo Rua Marques de Olinda

1981

1984

Giardini della residenza


Celso Colombo
progetto della casa: Marcelo
Fragelli
Tre giardini comunicanti
rientrano in uno stesso disegno
progettuale che si esprime nella
scelta di utilizzare un uguale
repertorio di essenze. Lesterno
si prolunga nellarchitettura
come se la vegetazione con
esuberanza avesse voluto
diventare parte dellelemento
artificiale. Grazie a una stretta
collaborazione con Fragelli,
Burle Marx disegna una serie di
patio a giardino protetti da
pergolati. La scala dingresso
conduce nellatrio centrale, il
vero cuore verde della casa.

Garden of Celso Colombo


House
house designed by Marcelo
Fragelli
Three communicating gardens
are part of the same design
concept that expresses itself in
the choice of using the same type
of woods. The exterior extends
into the building as if the
vegetation wanted to become part
of the artificial element. Thanks
to close collaboration with
Fragelli, Marx designed a set of
garden patios sheltered by
pergolas. The entrance stairs
leads to the central atrium, the
green heart of the home..

Rua Ministro Waldemar Falcao


280, Itanhanga

17

This house, located on the slope


of a steep valley, originally had
no external terracing. The owner
asked Burle Marx to extend the
horizontal surfaces and build a
pool. The design deals with the
topography and adds a balcony
with two swimming pools on
different levels and a pavilion
with bar and dressing rooms.
The interiors are clad in azulejos
tiles designed by Burle Marx. The
design of the new terrace is
controlled by a terracotta and
beige marble checkerboard.
Terracing and paths bounded by
flower containers and steps fill
the difference in height between
the house and the addition. Next
to the house Marx conceived a
fountain with a geometric basin;
the water rebounds in a sequence
of jutting elements. Burle Marx
himself collected some of the
plants in the nearby forest,
something he did all his life,
organizing expeditions in the
interior of Brazil.

Giardino della residenza


Fernando Policarpo de
Oliveira
progetto della casa: Roberto
Maia
Questo giardino, di dimensioni
contenute, che si rivela al
visitatore non in un colpo
docchio complessivo ma in una
sequenza di viste particolari,
rappresenta in sintesi il metodo
progettuale di Burle Marx. I
percorsi, che seguono forme
morbide e curvilinee,
sottolineano la presenza di
alberi preesistenti con un
disegno concentrico formato da
cubetti di porfido. La piscina
impreziosita da una struttura a
gradoni che ospita piante di
diverso tipo. La disposizione dei
volumi maschera il paesaggio
circostante, costruendo
lillusione di una foresta
incontaminata.

Largo da Carioca

1992/1994

20

Piazza per il centro


residenziale Rio II
Giardini per il complesso
Golden Green
Tra gli ultimi progetti realizzati
da Burle Marx, la piazza per Rio
II (in alto) e i giardini per il
complesso Golden Green (in
basso) riconfermano tutti i
valori perseguiti da Burle Marx:
netta definizione del ruolo di
ogni specie vegetale; il giardino
costruito come spazio in
unalternanza di volumi; forme
astratte e organiche in simbiosi;
la predilizione per le piante
indigene. Comunque, i giardini
di Burle Marx necessitano di
una manutenzione attenta, tesa
a rispettare le scelte iniziali.

Plaza for the Rio II


Residential Complex
The Golden Green Gardens
Some of the last works completed
by Burle Marx, the Rio II Square
(above) and the Golden Green
Complex Gardens (below)
confirm once again all the values
he sought. That is: clear
definition of the role of each kind
of plant; the garden constructed
as a space in alternating
volumes, abstract and organic
forms in symbiosis; and his bent
for local plants. At any rate,
Burle Marxs gardens demand
careful maintenance aimed at
respecting the initial choices.

Garden of Fernando
Policarpo de Oliveira House
house designed by Roberto Maia
This smallish garden is not visible
overall, rather it is a sequence of
particular views; this sums up
Burle Marxs design method. The
paths, following soft, curved lines,
underscore the presence of
preexisting trees with a concentric
motif of porphyry blocks. The pool
is enhanced by a stepped structure
accommodating plants of various
types. The configuration of the
volumes conceals the setting,
generating the illusion of an
uncontaminated forest.
localit Niteroi
Strada da Independencia n.90,
Pendotiba

PETROPOLIS
Avenida Rio Branco 3000

Avenida Embajador Abelardo


Bueno
Avenida Sernambetiba 5000
Barra de Tijuca

______________