P. 1
Atto di Indirizzo per Affidamento Servizi a Cooperative di tipo b

Atto di Indirizzo per Affidamento Servizi a Cooperative di tipo b

|Views: 4,358|Likes:
Published by simonedalpozzo
Atto di affidamento dei servizi a Cooperative di tipo b
Atto di affidamento dei servizi a Cooperative di tipo b

More info:

Categories:Types, Brochures
Published by: simonedalpozzo on Mar 16, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/31/2012

pdf

text

original

COMUNE DI GUARDIAGRELE

Provincia di Chieti

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
Numero 191 Del 07-09-2007 COPIA

Oggetto:

Integrazione PEG 2007 - Atto di indirizzo per affidamento servizi a cooperative sociali di Tipo B.

L'anno duemilasette il giorno sette del mese di settembre alle ore 09:20, presso questa sede comunale, in seguito a convocazione disposta nei modi e forme di legge, si è riunita la Giunta Comunale per deliberare sulle proposte contenute nell’ordine del giorno unito all’avviso di convocazione. Dei Signori componenti della Giunta Comunale di questo Comune:

PALMERIO MARIO PANACCIO LUIGI MARIELLA NACCARELLA CROCE ENRICO ALFONSO-RANIERI PIETRO SIMONE DAL POZZO RULLO ANTONIO

SINDACO VICE SINDACO ASSESSORE ASSESSORE ASSESSORE ASSESSORE ASSESSORE

P A P A A P P

ne risultano presenti n. 4 e assenti n. 3.

assiste il Vice Segretario Signor Dott.ssa De Lucia Annamaria incaricato della redazione del verbale.

Riconosciuto legale il numero degli intervenuti, il Signor PALMERIO MARIO nella sua qualità di SINDACO assume la presidenza e dichiara aperta la seduta.

Soggetta a controllo Immediatamente eseguibile

N S

Soggetta a ratifica

N

Considerato che è necessario attuare ogni azione volta alla costituzione di un sistema integrato di sicurezza sociale della città con il principale fine di garantire l’inclusione sociale della persona svantaggiata; Considerato che, al fine di recuperare ed inserire in maniera attiva e consapevole nella comunità la persona svantaggiata, il Comune di Guardiagrele riconosce, quale strumento essenziale per il superamento della condizione di frustrazione della persona diversamente abile o comunque svantaggiata e per la piena realizzazione della propria vocazione di uomo, l’impegno in un progetto lavorativo personalizzato ed individuale; Considerato, altresì, che la finalità dell’inclusione sociale della persona svantaggiata costituisce obiettivo qualificante del Piano Sociale Regionale 2007-2009, approvato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 57/1 del 28.12.2006, e del Piano di Zona dei Servizi Sociali, approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 19.4.2007; Ritenuto necessario percorrere ogni strada al fine di fare della città una comunità solidale che sia particolarmente attenta ai bisogni delle persone che si trovano in condizioni di particolare bisogno offrendo ad essi e alle loro famiglie ogni opportunità che possa agevolare il superamento della situazione di esclusione; Ritenuto, inoltre, necessario coinvolgere nell’attuazione delle politiche di integrazione delle persone in situazione di svantaggio sociale tutte le “forze vive” della città come individuate nell’articolo 3, comma 1 del Regolamento per la costruzione di una rete cittadina di interventi sociali e per l’erogazione di benefici e provvidenze finalizzati all’inclusione sociale della persona svantaggiata approvato con delibera C.C. 19.4.2007, n. 29; Considerato, altresì, che l’ordinamento legislativo prevede particolari strumenti volti a garantire l’inserimento lavorativo delle persone in situazione di svantaggio sociale; Considerato che lo strumento della cooperazione sociale risulta essere uno dei più idonei al fine di raggiungere gli obiettivi prima indicati anche e soprattutto in una situazione economica di alta concorrenzialità che condiziona pesantemente il mercato del lavoro e non concorre a produrre occasioni di lavoro per le persone svantaggiate; Visto l’articolo 5 della Legge 8.11.1991, n. 381 il quale prevede che gli enti pubblici, compresi quelli economici, e le società di capitali a partecipazione pubblica, anche in deroga alla disciplina in materia di contratti della pubblica amministrazione, possono stipulare convenzioni con le cooperative che svolgono le attività di cui all'articolo 1, comma 1, lettera b) e, cioè, quelle che perseguono l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini attraverso lo svolgimento di attività diverse - agricole, industriali, commerciali o di servizi - finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate; Vista la Legge Regionale 12 novembre 2004, n. 38 recante “Riordino della normativa in materia di cooperazione sociale” la quale riconosce il fondamentale ruolo della cooperazione sociale e, in particolare, intende incentivare la promozione, il sostegno e lo sviluppo di cooperative sociali e loro consorzi;

DELIBERA DI GIUNTA n.

191 del 07-09-2007 - Pag. 2 - COMUNE DI GUARDIAGRELE

Visto l’articolo 13 del Regolamento comunale per la costituzione di una rete cittadina di interventi sociali e per l’erogazione di benefici e provvidenze finalizzati all’inclusione sociale della persona svantaggiata approvato con delibera C.C. 19.4.2007, n. 29 nel quale si prevede che il Comune di Guardiagrele sostiene, anche con l’ausilio delle organizzazioni di volontariato e delle imprese private presenti sul territorio, la costituzione di cooperative sociali ai fini dell’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate e che, come anche previsto dalla legge prima richiamata, con tali cooperative può stipulare convenzioni proprio al fine di creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate; Considerato che, al fine di procedere ad una più immediata ed efficace soluzione del problema della marginalità sociale nel territorio del comune di Guardiagrele, le cooperative sociali di tipo “B” alle quali il Comune di Guardiagrele affiderà i servizi individuati nella presente deliberazione, dovranno tenere conto delle persone in condizione di svantaggio residenti a Guardiagrele e, in particolare, di quelli individuati e/o segnalati dal Servizio Sociale del Comune tra i beneficiari dei progetti di “borsa lavoro” e/o gli altri soggetti in condizione di disabilità e svantaggio come previsti dalla Legge 381/1991; Ritenuto, al fine di fornire indirizzi per il concreto raggiungimento degli obiettivi prima richiamati, di dovere individuare in anticipo i servizi e le attività che possono essere affidati con il sistema dell’affidamento diretto a cooperative sociali di tipo “B” ai sensi della normativa sopra richiamata e di individuare, al fine di agevolare la predisposizione degli atti da parte dei competenti uffici, gli schemi tipo delle convenzioni da adottare ai sensi delle normativa medesima anche in aderenza a quanto stabilito dalla Regione Abruzzo; Considerato, quindi, che, allo stato, possono essere affidati a cooperative sociali di tipo “B” i seguenti servizi: 1) pulizia degli edifici di proprietà comunale e delle strutture annesse; 2) gestione e manutenzione delle aree verdi comunali; 3) custodia degli edifici di proprietà comunale e delle strutture annesse; 4) gestione di orti e terre di proprietà pubbliche; 5) gestione della biblioteca comunale; 6) gestione di laboratori annessi ai servizi sociali del Comune; Visto, in particolare, l’articolo 19, comma 2-bis della L.R. 38/2004 (introdotto dall’articolo 25, comma1, lett. B) della L.R. 25.8.2006, n. 38) il quale prevede l’adozione, quali schemi tipo per le convenzioni con cooperative sociali, di quelli approvati con delibera G.R. 3.5.1995, n. 2327; Considerato di dovere procedere alla adozione di uno schema tipo per l’affidamento a cooperative sociali di tipo “B” aggiornandolo con il riferimento alla legge regionale di riordino della materia (L.R. 38/2004), eliminando i riferimenti alla L.R. 85/1994 abrogati e non richiamati dalla successiva L.R. 38/2004 ed indicando tra i Servizi invianti anche il Servizio Sociale del Comune; Considerato che alla stipula delle convenzioni secondo gli schemi tipo dovranno provvedere i Dirigenti dei settori nell’ambito dei quali sono individuati i servizi di cui sopra e, quindi, i Settori I (Affari Generali), II (Affari Finanziari) e IV (Tecnico-Manutenzioni); Tutto ciò premesso, con voti unanimi
DELIBERA DI GIUNTA n. 191 del 07-09-2007 - Pag. 3 - COMUNE DI GUARDIAGRELE

DELIBERA

1) di individuare i seguenti servizi, salvo altri da indicare con successiva deliberazione della Giunta, da affidare a cooperative sociali di tipo “B” costituite ai sensi e per gli effetti della Legge 8.11.1991, n. 381 e della Legge Regionale 12 novembre 2004, n. 38 e regolarmente iscritte all’Albo Regionale: 1) pulizia degli edifici di proprietà comunale e delle strutture annesse; 2) gestione e manutenzione delle aree verdi comunali; 3) custodia degli edifici di proprietà comunale e delle strutture annesse; 4) gestione di orti e terre di proprietà pubbliche; 5) gestione della biblioteca comunale; 6) gestione di laboratori annessi ai servizi sociali del Comune; 2) di fornire ai Dirigenti dei Settori I (Affari Generali), II (Affari Finanziari) e IV (TecnicoManutenzioni) i seguenti criteri operativi per la gestione dei servizi di cui al punto che precede: nell’affidamento dei servizi di cui al punto 1), considerato quanto dedotto nelle premesse del presente atto deliberativo, va privilegiato l’affidamento a cooperative sociali di tipo “B” costituite ai sensi e per gli effetti della Legge 8.11.1991, n. 381 e della Legge Regionale 12 novembre 2004, n. 38 e regolarmente iscritte all’Albo Regionale che garantiscano l’inserimento lavorativo delle persone in situazione di svantaggio sociale residenti a Guardiagrele e, in particolare, delle persone individuate e/o segnalate dal Servizio Sociale del Comune tra i beneficiari dei progetti di “borsa lavoro” e/o gli altri soggetti in condizione di disabilità e svantaggio come previsti dalla Legge 381/1991 delle persone in condizione di svantaggio; 3) di approvare lo schema tipo delle convenzioni da utilizzare per l’affidamento diretto dei servizi sopra indicati nella formulazione allegata alla presente delibera; 4) la/le Cooperativa/e sociali alle quali saranno affidati i servizi di cui al precedente punto 1) saranno invitate a collaborare con gli altri soggetti della città che erogano servizi alla persona in conformità a quanto previsto dal Regolamento per la costruzione di una rete cittadina di interventi sociali e per l’erogazione di benefici e provvidenze finalizzati all’inclusione sociale della persona svantaggiata approvato con delibera C.C. 19.4.2007, n. 29; 5) di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile.

DELIBERA DI GIUNTA n.

191 del 07-09-2007 - Pag. 4 - COMUNE DI GUARDIAGRELE

ALLEGATO SCHEMA DI CONVENZIONE-TIPO TRA COMUNE DI GUARDIAGRELE E COOPERATIVA SOCIALE Il Comune di Guardiagrele, in applicazione dei principi contenuti nella L.R. 12 novembre 2004, n. 38 e della delibera della Giunta Regionale n. 2327 del 3 maggio 1995 (richiamata dall’articolo 19, comma 2-bis della L.R. 12 novembre 2004, n. 38 come modificato dall’art. 25, comma 1 lett. B) della L.R. 25 agosto 2006, n. 29), stipula la presente convenzione con la Cooperativa Sociale .................. di cui alla lettera b) dell'art. 1 della Legge 381/91. In data ................. Tra il Comune di Guardiagrele che di seguito per brevità verrà chiamato Comune con sede a Guardiagrele, Piazza San Francesco c.f. 00239980691 rappresentato da ..................... nato a ........... il ................. abilitato alla sottoscrizione del presente atto con delibera n. .... del ................. e la Cooperativa Sociale ........................ che di seguito per brevità verrà chiamata ...................... con sede a .........................., via ......................., c.f. .................., partita IVA .............., iscritta nella Sezione "B" al n. .......... dell'Albo Regionale delle Cooperative Sociali, nella persona del suo legale rappresentante Sig. .................., nato a ................... il ................. residente a ....................., via .......................abilitato con delibera del C.d.A. alla sottoscrizione del presente atto; VISTI gli artt. 1, 2, 4, 5 e 9 della Legge 381/91 e la L.R. 38/2004; P R E M E S S O: - che con l'affidamento alla Cooperativa Sociale del servizio l'Ente si pone i seguenti obiettivi: ....................... - che la scelta del convenzionamento con la Cooperativa Sociale è motivata dal fatto che: .............................. - che la Cooperativa è stata individuata a seguito di (appalto concorso, licitazione privata, trattativa privata ecc..) ................. nel rispetto dei criteri previsti dal Decreto Legislativo n. 358 del 24 luglio 1992, della D.G.R. n. ...... del ........ e delle modalità di cui all'art. 5 della legge 381/91, in materia di forniture di beni e servizi diversi da quelli socio-sanitari ed educativi SI CONVIENE A- di affidare alla Cooperativa ..................... la fornitura dei seguenti beni/servizi (descrizione dei beni e dei servizi, modalità delle forniture o delle prestazioni) .........................; B- La convenzione ha la durata di anni ...... a partire dal ......e termina il ..........., salvo i casi di risoluzione di cui al successivo punto H). Essa si intende prorogata per un massimo di ........... mesi alle medesime modalità e corrispettivi nell'esclusivo caso di attesa dell'espletamento delle procedure per il formale rinnovo.
DELIBERA DI GIUNTA n. 191 del 07-09-2007 - Pag. 5 - COMUNE DI GUARDIAGRELE

C- La Cooperativa si impegna: 1. ad organizzare l'attività lavorativa impiegando in essa persone in condizioni di svantaggio nella misura minima del 30% come previsto dall'art. 4 della L. 381/91; 2. ad impiegare per l'espletamento delle attività oggetto della convenzione operatori ed eventuali soci volontari in possesso dei requisiti di professionalità utili alla corretta gestione dell'attività. Gli operatori ed i soci volontari devono essere dettagliati in due distinti elenchi debitamente sottoscritti contenenti tutte le informazioni possibili a definire la posizione e professionalità di ognuno (figura professionale, qualifica, livello, titolo di studio ecc...). La Cooperativa si assume ogni responsabilità in merito alla veridicità dei dati riportati; 3. a nominare quale responsabile dello svolgimento dell'attività il Sig........................ qualifica professionale ........................; 4. ad utilizzare i soci volontari, nel rispetto delle norme contenute nell'art. 2 della Legge 381/91, per prestazioni complementari e non sostitutive a quelle degli operatori; 5. a rispettare per il personale impiegato nell'attività e per i soggetti svantaggiati inseriti, tutte le norme e gli obblighi assicurativi previsti dai CCNL di settore. In particolare la cooperativa si impegna ad applicare condizioni normative e retributive non inferiori a quelle previste dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Cooperative Sociali o da eventuali contratti convenzionali; 6. ad assicurare lo svolgimento del servizio nel rispetto di tutte le norme vigenti in materia assicurativa, previdenziale e di prevenzione infortuni ed igiene del lavoro; 7. ad adeguare eventualmente, secondo la normativa vigente, la propria struttura se fornita per l'espletamento del servizio; 8. ad assumersi qualsiasi responsabilità ed onere nei confronti dell'Ente e di terzi nei casi di mancata adozione di quei provvedimenti utili alla salvaguardia delle persone e degli strumenti coinvolti nella esecuzione del servizio; 9. a garantire l'assunzione, per la durata della convenzione, di persone svantaggiate, secondo le tipologie e le modalità indicate all'art. 4 della L. 381/91; 10. a seguire le indicazioni dell'ente, comunicate con almeno ...... giorni di anticipo, sulla base di piani relativi ai lavori da eseguire che lo stesso Ente predispone. Le modalità esecutive ed ogni altro criterio operativo sono definite negli allegati protocolli tecnici esecutivi; 11. a trasmettere annualmente all'ente un elenco degli operatori inseriti, debitamente sottoscritto, contente per ogni persona la tipologia di svantaggio, il tipo di rapporto di lavoro e la data di assunzione. L'Ente garantisce la massima riservatezza delle notizie acquisite. D- L'Ente si impegna: 1) per il primo anno ad erogare per la fornitura di beni/servizi il corrispettivo stabilito in €......., più IVA se dovuta, da corrispondere alla Cooperativa al termine dei seguenti periodi: al ............€ ................. al ............€ ................. al ............€ ................. sulla base delle forniture dei beni/servizi richiesti ed effettuati in ogni singolo periodo e comunque entro 30 gg. dalla presentazione di fattura vistata dal referente tecnico attestante la regolare esecuzione dei lavori/fornitura di beni; 2) Per gli anni successivi al primo ad iscrivere nel proprio bilancio gli stanziamenti, sui pertinenti capitoli, necessari all'espletamento del servizio. E- l'Ente si impegna ad adeguare eventualmente, secondo la normativa vigente, la propria struttura se fornita per l'espletamento del servizio. F- Per i ritardati pagamenti l'Ente si impegna a versare alla Cooperativa gli interessi di legge. E' ammessa la revisione dei prezzi, nei casi in cui la variazione dell'indice ISTAT del costo della vita sia superiore al 4% (quattro per cento).
DELIBERA DI GIUNTA n. 191 del 07-09-2007 - Pag. 6 - COMUNE DI GUARDIAGRELE

G- Un referente responsabile individuato dall'Ente, un esperto designato dalla Cooperativa e, su richiesta dall'Ente, un rappresentante del Servizio inviante (Sert, CPS, Servizio V°, Servizio Sociale del Comune ecc...) predisporranno un programma individualizzato di sostegno e recupero. Le modalità attuative dell'intervento a favore della persona inserita competono alla Cooperativa nel rispetto del programma di intervento individuato sopra indicato. H- La presente convenzione può essere risolta dai due contraenti nei casi di mancato rispetto delle prescrizioni contrattuali dovute a: - grave inadempimento della Cooperativa; - ritardato pagamento del corrispettivo da parte dell'Ente per oltre ..... mesi; - riduzione del numero dei giorni di prestazioni delle persone inserite superiori al 50% rispetto a quello previsto. I- Entrambi i contraenti possono risolvere il presente contratto qualora a seguito di contestazione scritta degli addebiti e successiva diffida una delle parti persista nelle inadempienze rilevate. L- A garanzia della regolare esecuzione dell'attività/fornitura di beni, la Cooperativa costituisce cauzione di €. ....... pari al 5% dell'importo annuo mediante versamento in contanti presso il Tesoriere dell'Ente o fidejussione rilasciata da idoneo istituto valida per tutta la durata della convenzione, la cauzione resta vincolata sino al termine del rapporto contrattuale e sarà restituita alla Cooperativa entro 30 giorni dalla scadenza di tale termine e su richiesta della medesima. M- La presente convenzione, redatta in duplice originale, è soggetta a registrazione solo in caso d'uso, ai sensi dell'art. 5, secondo comma del DPR 26.4.86, n. 131. N- Sono parte integrante della convenzione i seguenti allegati: copia del decreto di iscrizione all'Albo Regionale, elenco operatori, elenco volontari, protocolli tecnici esecutivi, garanzia fidejussoria. O- L'Ente nomina quale suo referente il Sig. .........................a cui la Cooperativa si rivolgerà per qualsiasi problema di carattere organizzativo e gestionale. P - Le parti si danno reciprocamente atto del rispetto delle norme dettate dalla L.R. 38/2004 e dalla D.G.R n. ......... del ................ Copia della presente convenzione sarà inviata a cura dell'Ente alla Regione Abruzzo Servizio Lavoro-. Guardiagrele, lì Letto, confermato e sottoscritto. Per la Cooperativa Sociale Per l'Ente (timbro e firma) (timbro e firma)

DELIBERA DI GIUNTA n.

191 del 07-09-2007 - Pag. 7 - COMUNE DI GUARDIAGRELE

Del che si è redatto il presente verbale, approvato e sottoscritto. Il Presidente F.to PALMERIO MARIO Il Segretario Comunale F.to Dott.ssa De Lucia Annamaria

n. reg._________ addi 10-09-2007 La presente deliberazione viene affissa all’Albo Pretorio di questo Comune in data odierna. L’addetto alla pubblicazione __________________________________ Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti d’ufficio; CERTIFICA che la presente deliberazione: [ ] è stata affissa all'Albo Pretorio Comunale dal 10-09-2007 al 25-09-2007 per quindici giorni consecutivi, ai sensi dell’art. 124, comma 2 della Legge 18 agosto 2000, n. 267. [ ] è stata trasmessa in elenco ai capigruppo consiliari con lettera n. (Art. 125); 0 In data 10-09-07

che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il 07-09-2007; [ ] Perché dichiarata immediatamente eseguibile (art. 134, comma 4); [ ] Decorsi 10 giorni dalla pubblicazione (art. 134, comma 3);

Guardiagrele, li 25-09-2007 IL SEGRETARIO COMUNALE F.to DOTT. DE THOMASIS RAFFAELLA

Copia conforme all’originale per uso amministrativo e d’ufficio della deliberazione 191 Del 07-09-2007 Guardiagrele, lì 10-09-2007 IL SEGRETARIO COMUNALE DOTT. DE THOMASIS RAFFAELLA

DELIBERA DI GIUNTA n.

191 del 07-09-2007 - Pag. 8 - COMUNE DI GUARDIAGRELE

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->