Sei sulla pagina 1di 2

I guerrieri pellerossa

I guerrieri indiani erano dei combattenti addestrati a proteggere i loro villaggi e le loro famiglie. In
alcune trib, come quella dei Cherokee, anche le donne potevano essere guerriere.
Con la nascita degli stati uniti d'America, i coloni avanzarono sempre di pi verso Ovest, dove
vivevano gli indiani, combattendoli ed infine costringendoli ad adottare la cultura europea.

Il coraggio ed il senso dell'onore erano molto importanti per i guerrieri indiani. Per guadagnarsi il
rispetto della propria trib i guerrieri indiani dovevano dimostrare di essere coraggiosi e determinati
e di essere capaci di sopportare il dolore. In alcune trib, come quella dei Lakota, per dimostrare il
proprio coraggio, i guerrieri dovevano colpire con un bastone ricurvo e decorato i propri nemici
scappando poi via (questo oggetto si chiamava coup stick) ma senza ucciderli. Spesso le guerre tra
trib indiane erano uno scontro basato pi su queste prove di coraggio che sull'uccisione del
nemico.

Fin da bambini, i guerrieri si esercitavano a combattere attraverso la caccia e l'addestramento con le


armi. La tattica pi usata era quella della guerriglia, cio combattere i nemici facendo imboscate e
attacchi a sorpresa, evitando di combattere direttamente. Ad esempio Geronimo, un famoso capo
Apache, riusc per anni a combattere l'esercito americano con soli 50 guerrieri usando questa tattica.

Nel corso del tempo la resistenza dei guerrieri indiani si affievol per varie cause: le malattie portate
dai coloni americani, francesi e spagnoli (vaiolo, morbillo ecc.), lo sterminio dei bisonti, che erano
un'importante fonte di cibo per gli indiani, la distruzione dei villaggi da partedei militari americani.
Inoltre, il fatto che gli indiani fossero divisi in numerose trib gli imped di unirsi e combattere
contro il nemico comune, cio i coloni europei, determinando la sconfitta degli indiani.

(da Forze e debolezze dei guerrieri indiani nel 1800 di Mary Dowd)

Le armi

Arco e frecce: Conosciuti fin dall'et della pietra, erano l'arma pi comune per gli indiani e
venivano usati sia per la caccia che per la guerra. Erano fatti di legno e usavano un tendine di
animale come corda per scagliare le frecce. Le punte delle frecce erano di solito fatte di pietra anche
se si usavano anche il rame o il corno. Gli indiani aggiungevano delle piume sulla coda della freccia
per scagliarle pi diritte. Con l'introduzione del fucile gli indiani diventarono molto bravi
nell'utilizzarlo anche se non tutti i guerrieri ne avevano uno ma continuavano ad usare arco e frecce.

Lance: la lancia era conosciuta fin dai tempi pi antichi e usata per cacciare e combattere. I
giavellotti erano lance pi sottili che venivano tirate dai guerrieri. Per scagliare i giavellotti in
maniera pi efficace poteva essere usato un atlatl cio un bastone di legno con la punta a forma di
cucchiaio, che serviva ad aumentare la potenza del tiro.
Con l'arrivo del cavallo dall'Europa, le lance lunghe diventarono pi importanti e diventarono un
simbolo di prestigio per i guerrieri a cavallo che le usavano.

Mazze da guerra: Queste armi venivano usate esclusivamente per la guerra o per alcune
cerimonie. Avevano la testa in pietra e potevano avere varie forme a seconda della trib che le
usava.

Tomahawk: L'ascia da guerra divenne comune tra gli indiani dopo l'arrivo degli europei, che
diffusero tra gli indiani la lavorazione del metallo. Venivano usati per il combattimento corpo a
corpo o potevano essere lanciati. Venivano inoltre usati nelle cerimonie sotto forma di pipa-
tomahawk, cio un'ascia decorata con l'impugnatura cava e un fornello per bruciare il tabacco. La
lama dell'ascia simboleggiava la guerra, mentre la pipa simboleggiava la pace.

Coltelli: gli indiani fabbricavano coltelli e spade molto corte. Originariamente si trattava di oggetti
di pietra, ma poi venne usato il metallo dopo l'arrivo degli europei.

Scudi e armature: gli scudi indiani erano rotondi e fatti di legno ricoperto da cuoio. Venivano usati
per proteggersi dalle frecce. Alcune trib indiane usavano anche delle piastre protettive fatte da tubi
di legno per proteggere il petto senza impedire il movimento.

(dal sito native-languages.org)

Il cavallo: Il cavallo era sconosciuto in America prima dell'arrivo degli europei. Quando gli europei
lo introdussero nel continente americano, questo fatto signific una rivoluzione perch:

aiutava i guerrieri a cacciare meglio il bisonte


si poteva viaggiare pi rapidamente e pi lontano per seguire le mandrie
si poteva trasportare pi roba negli spostamenti

Il cavallo divenne quindi per molte trib indiane un animale molto importante e considerato un
simbolo di prestigio e un animale sacro.

Le acconciature e le penne: Gli indiani dei grandi laghi (Canada) e delle pianure usavano degli
ornamenti per i capelli. Quello pi comune consisteva in una striscia di pelle ornata con delle
palline di vetro, penne, dischi di metallo.
I capi indiani portavano delle acconciature pi elaborate, fatte con penne d'aquila, che
simboleggiavano gli atti di eroismo o di coraggio compiuti per la trib.