Sei sulla pagina 1di 2

La chimica in rima

Capitolo 5 classi, formule e nomi dei composti

Alberto Cavaliere (1897-1967), poeta, giornalista e politico italiano, fu avviato di ma-


lavoglia allo studio della chimica e laureatosi allUniversit di Roma lavor per un
breve periodo come chimico, dedicandosi in seguito alla satira in versi e al giornali-
smo. Dotato di una notevole abilit nel creare versi in rima, a soli dodici anni venne
espulso dal collegio per aver sbeffeggiato i suoi professori con un componimento
caustico ma dalla metrica ineccepibile. Cavaliere viene spesso ricordato per la sua
Chimica in versi, originale libro scritto nel 1926 dopo una bocciatura allesame di
Chimica Generale allUniversit.

Introduzione
Da giovane studente, bizzarro e dissoluto,
non andai mai daccordo col piombo o col bismuto;
anche il vitale ossigeno mi soffocava; il sodio,
per un destino amaro, sempre rim con odio;
masfissi forte a scuola, prima che, in guerra, il cloro;
forse perfino, in chimica, minfastidiva loro.
E di tutta la serie s numerosa e varia Figura 1 Chimica in versi (Rime
di corpi e delementi, sol mi garbava laria, distillate), Nicola Zanichelli, 1928
quella dei campi, libera, nel bel mese di luglio:
finch non minsegnarono che anchessa era un miscuglio!
Un vecchio professore barbuto, sul cui viso
crostaceo non passava mai lombra dun sorriso,
un redivivo Faust, voleva ad ogni costo
saper da me la formula dun celebre composto.
Non sapevo altre formule che questa: H2O;
e questa dissi: il bruto, senzaltro, mi bocci.
Poi chera ancor pi arida nella calura estiva,
io mingegnai di rendere la chimica pi viva;
onde, tradotta in versi, limparai tutta a mente,
e in versi, nellottobre, risposi a quel sapiente.
Accadde un gran miracolo: quellanima maniaca,
che non vedeva nulla pi in l dellammoniaca,
dellacido solforico, del piombo e del cianuro,
rise, una volta tanto, e mapprov: lo giuro!
Mi lusing quel fatto: volevo far lartista,
e invece, senzaccorgermi, divenni un alchimista...
Oggi distillo e taccio in un laboratorio,
dove la vita ha tutto laspetto dun mortorio.
E vedo, in fondo, dato che non conosco loro,
dato che ancor mi soffoca, sempre accanito, il cloro,
che non avevo torto, e il mio pensier non varia:
la miglior cosa, amici, laria, laria, laria!...

1 Bagatti, Corradi, Desco, Ropa, Chimica Zanichelli Editore 2012


Capitolo 5 classi, formule e nomi dei composti

Una poesia di Cavaliere dedicata agli elementi chimici della tavola periodica.

Elementi chimici
I corpi semplici uno stranissimo queste, aggiungendovi
son novantotto, metallo spurio, lH2O,
ma questo numero che invece un liquido, formano gli acidi,
va un po ridotto, detto mercurio. di cui dir.

perch, contandone Tutti conducono Quando combinasi


com opportuno caldo e corrente qualche metallo
solo i pi stabili, (sintende elettrica) col gas ossigeno
son ottantuno. ottimamente, invece, in ballo

Essi si aggruppano, ed da aggiungere tiriamo lossido


come si sa, che i loro ioni basico, il quale
in due vastissime allelettrlisi sciolto in un acido
comunit; sono cationi. produce un sale,

i metalloidi* I metalloidi grazie allidrogeno,


ed i metalli. son circa venti, che, se non fallo,
Sono, questi ultimi, tutti di regola ora nellacido,
sempre in cristalli, mal conducenti cede a un metallo.

che lor consentono il fluido elettrico, Il sale, in genere,


una struttura nonch il calore; deriva il nome
resistentissima c il bromo liquido, dallo stesso acido,
alla rottura. dal reo fetore, vi dir come;

Eccettuandone, mentre son solidi quando ha pi ossigeno,


loro, che giallo gli altri, o gassosi, finisce in ato;
(sarebbe il subdolo assai, questi ultimi, cos, dal nitrico
vile metallo, pi numerosi; nasce il nitrato;

pel quale sgobbano in quanto ai solidi, con meno ossigeno,


le genti grame) senza eccezione, finisce in ito;
e un corpo semplice tutti di fragile nitroso lacido
rosso, ch il rame, costituzione il sal nitrito.

gli altri (si calcola, e di metallico Quanto agli idracidi,


settanta e passa), splendore privi; dove sattacca
veduti in libera allelettrlisi, il corpo semplice
compatta massa, son negativi. soltanto allH,

un colore mostrano I metalloidi, il sal formatosi


bianco argentato: se ben mavvidi, finisce in uro:
son tutti solidi, col gas ossigeno cos, il cloridrico
eccettuato dan le anidridi; forma il cloruro.

*Lautore indica con il termine metalloidi gli elementi che oggi chiamiamo non-metalli.

2 Bagatti, Corradi, Desco, Ropa, Chimica Zanichelli Editore 2012