Sei sulla pagina 1di 5

P

BRUCE SPRINGSTEEN
WE SHALL OVERCOME

THE SEEGER SESSIONS

el 1997 registrai We shall overcome per lalbum-tributo WHERE HAVE ALL THE FLOWERS
GONE: THE SONGS OF PETE SEEGER. Essendo cresciuto a pane e rock n roll, non ne
sapevo molto di di Pete e di quanto sia stata profonda la sua influenza nella musica
popolare. Cos, andai in un negozio di dischi e ne uscii con un bel mucchio di suoi album. Nei
giorni che seguirono li ascoltai tutti, e la caratura di quelle canzoni, la loro richezza e la loro
potenza cambiarono per sempre la mia percezione di ci che credevo essere la musica folk.
Lascolto di quella musica e le registrazioni iniziali per lalbum-tributo su Pete, nel 1997, mi
lanciarono casualmente in una appassionata ricerca.
Attraverso Soozie Tyrell la violinista della E Street Band conobbi un gruppo di musicisti
che avevano suonato ad una festa organizzata nei campi della mia fattoria fuori New York.
Fisarmonica, violino, banjo, contrabbasso, percussioni: era il sound che stavo cercando per il
progetto su Pete. Volevo il suono di un gruppo di persone che si sedevano in cerchio e
semplicemente facevano musica. Dopo qualche telefonata, organizzammo: ci sistemammo uno
accanto allaltro nel salotto della mia casa di campagna (corna alle pareti). Fino a quel momento
non avevamo mai suonato una sola nota assieme. Contai fino a tre, suonai i primi accordi di Jesse
James e da l partimmo. Sembrava un carnevale, si sentiva il senso della sorpresa e della pura gioia
di suonare: musica da marciapiede, da bar, da taverna, da baita; musica da circo, da chiesa, da
bassifondi cera tutto questo in quelle canzoni, alcune delle quali erano state composte pi di un
secolo fa.
Da quellatmosfera informale, venuto fuori un vero e proprio disco dal vivo, registrato in soli
tre giorni (nel 97, nel 2005 e nel 2006), senza alcuna prova. Tutti gli arrangiamenti li abbiamo
trovati mentre suonavamo: potete sentirmi mentre chiamo i nomi dei musicisti e gli strumenti,
mentre registriamo. Chi ascolta lalbum, riesce a capire come non stessimo suonando della
musica; la stavamo facendo.
Cos, mettete il disco, alzate il volume, indossate le vostre scarpe da ballo e divertitevi. Noi
labbiamo fatto. Ecco a voi le Seeger Sessions. Pete, grazie per lispirazione!
Bruce Springsteen, 6 marzo 2006

l nuovo album di Bruce Springsteen, WE SHALL OVERCOME THE SEEGER SESSIONS, un


capolavoro, uno smeraldo nella sabbia. () Springsteen conferma il suo stato di grazia
intellettuale, lo stesso che gli ha permesso di lavorare a progetti anomali ma stimolanti come
le ballate di DEVILS & DUST, con tutto il bagaglio di letterariet americana che contengono.
() Adesso Springsteen d vita ad un altro progetto tematico, attorno al quale ha lungamente
esitato, prima dimboccarlo di slancio con questo disco. () Si preoccuperanno i seguaci dello
Springsteen mainstream, del Boss insomma, della E Street Band e dei concerti liturgici. Lui
saffretta a rassicurarli, dice di avere un sacco di canzoni pronte per la band classica, ma
daspettare il tempo giusto per concretizzarle. La sensazione che i rinvii non siano casuali.
Springsteen vive un particolare momento di lucidit artistico, lui che stato il modello del vivere
a doppia velocit. () Il rocker solitario, il poeta dellautostrada, il cantore dello spleen americano
possono aspettare nel baule, perch di cammino ne hanno fatto tanto. Ed ecco uno Springsteen
pi genuino, un 57enne musicista baciato da un successo che lha trasformato in leggenda e che
ora approfitta delle opportunit di cui dispone: come il percorrere un tratto di cammino
allindietro, verso le sorgenti, cercare ci che non pu non capire, ovvero da dove lui e la sua arte
provengano, cosa li abbia generati e modellati, quale misteriosa combinazione di storia, cultura,
rituali, sogni e pene abbia prodotto un esemplare contemporaneo americano come lui. ()
WE SHALL OVERCOME un viaggio nel folk profondo. () Il repertorio costituito da
canzoni tradizionali () elaborate da pastori scozzesi del 500 o da patrioti irlandesi dinizio 900.
Musica dentro la pelle di gente comune, patrimonio condiviso. qui che risiede il riferimento a
Pete Seeger: Seeger lartefice della seconda vita di queste canzoni, ha fatto in modo che questi
suoni non sprofondassero nel tempo ma restassero vivi nelle coscienze, rinnovassero i loro
significati e contribuissero a quel senso di sotria, provenienza e radici di cui questo popolo ha
bisogno. E Bruce ha invitato i musicisti nella sua fattoria a Rumson, NJ, e in un paio di giorni ha
registrato questi classici, facendoli suonare come sanno fare, distinto. Gli strumenti acustici nel
salotto, tra bicchieri di whiskey e candele, i fiati in corridoio, perch fanno troppo rumore, il
flusso di questa musica che mal tollera arrangiamenti, tuttal pi interpretazioni. E quelle fornite
da Springsteen sono sublimi, languide e selvagge, dionisiache (allorch grida, sputa vecchie versi)
e sfiorano quel contatto con le origini, un contatto spirituale, non politico, per quanto le canzoni
siano sbocciate dalla protesta, dallingiustizia, dalla denuncia tutti obiettivi sensibili oggi in
America. ()
La messinscena straordinaria, resa pi godibile da un dvd in cui si vede com successo, si
vedono i volti contenti, latmosfera casalinga, la natura modesta di ci che poi si trasforma in
evento. Un raduno di gente che risuona le canzoni che conosce da quando nata. Partecipazione,
ricerca e piacere si mischiano assieme. () E nella scena finale del documentario, infine,
Springsteen porta i musicisti in giardino. Si mettono in posa, imbarazzati, per le foto di rito.
Quindi cominciano a fare la cosa pi naturale: suonare in mezzo al verde e alla pace che evoca
come doveva essere quel posto allinizio. Tutto diviene commovente, un cristallo, un momento
perfetto. Di quelli in cui si capiscono un sacco di cosa tutte assieme. Non negatevi questa
possibilit.
Stefano Pistolini, Il Foglio, 25 aprile 2006

OLD DAN TUCKER


Antica ballata per violino, spesso utlizzata per le quadriglie, divenne
famosa attorno al 1843 quando Dan Emmett, uno dei pi affermati
cantanti di minstrel, ne scrisse una nuova versione, riadattandone i
testi, per il suo gruppo, i Virginia Minstrels. Rimase la canzone pi
suonata tra tutte quelle del repertorio blackface, fino alla Guerra
Civile.
Lautore originario di Old Dan Tucker sconosciuto. Secondo alcuni,
fu scritta da Henry Russell e J.R. Jenkins (che depositarono i diritti di
una versione intitolata Gwine to de mill). In Gerogia, la tradizione
vuole che la canzone si basi sulla vita del reverendo Daniel Tucker
della Contea di Ebert, un ricco prelato che l visse alla fine del XVIII
secolo. Secondo altri, il modello fu il capitano Daniel Tucker, un
virginiano che divenne il secondo governatore britannico delle isole
Bermuda e che mor per uninfezione dentaria nel 1624.
Tra coloro che hanno registrato una versione di Old Dan Tucker
ricordiamo Uncle Dave Macon, Roy Acuff, Fiddlin John Carson e
Johnny Horton & The Youngbloods. La versione di Pete Seeger
contenuta nel suo album AMERICAN FAVORITE BALLADS, VOLUME 1.

Il vecchio Dan Tucker


Il vecchio Dan Tucker era un simpatico vecchietto
che si lavava il viso in una pentola unta di fritto,
si pettinava con la ruota di un carro
e che mor di un maldidenti al calcagno.
Fuori dai piedi, vecchio Dan Tucker!
Sei arrivato troppo tardi per avere la tua cena.
Il vecchio Dan Tucker era giunto in citt
a cavallo di un caprone, con un segugio al seguito.
Il cane abbai, il caprone salt,
Dan Tucker atterr su un ceppo dalbero.
Fuori dai piedi, vecchio Dan Tucker!
Sei arrivato troppo tardi per avere la tua cena.
Il vecchio Dan Tucker subriac e cadde
nel fuoco e precipit nel sacro inferno.
Un tizzone ardente di carbone gli sinfil in una scarpa
e oh, mio dio! le ceneri volarono.
Fuori dai piedi, vecchio Dan Tucker!
Sei arrivato troppo tardi per avere la tua cena.
Ecco Dan Tucker che arriva in citt:
se la spassa con le signore
a destra e a sinistra
e poi con la ragazza che ama di pi.
Fuori dai piedi, vecchio Dan Tucker!
Sei arrivato troppo tardi per avere la tua cena.

JESSE JAMES
Ballata composta da Billy
Gashdale immediatamente dopo
che Robert Ford uccise il famoso
fuorilegge Jesse James, nellaprile
del 1882, per ottenere la
ricompensa di 10mila dollari posta
sulla sua testa dal governatore del
Missouri.
Jesse James e suo fratello Frank
rapinavano
banche
e
depredavano convogli ferroviari;
una condotta senzaltro non
biasimata dai poveri agricoltori del
Missouri e del Kansas, ma di certo i due non erano i gentiluomini
ritratti nel testo della canzone: i fratelli James terrorizzarono i
contadini abolizionisti del Kansas, prima della Guerra Civile, e
durante il conflitto, si arruolarono in una gang di guerriglieri
confederati, i Predoni di Quantrill (un fuorilegge assetato di sangue
che depredava anche i membri del sindacato). Dopo la guerra, i
fratelli James, assieme a Cole Younger e ai suoi fratelli, si
specializzarono in rapine alle banche e ai treni, spesso ammazzando
innocenti dal Kentucky allIowa, dal Minnsesota al Texas. Jesse fu
eletto a figura simbolica e leggendaria da alcuni giornali reazionari,
che lo dipinsero come un eroico veterano confederato, trattato
ingiustamente dopo Appomattox. Spesso Jesse scriveva lettere
autoassolutorie a quegli stessi giornali che pubblicavano le gesta
della sua banda. La sua immagine populista simpose sulla realt:
persino Theodore Roosvelt ne parlava come del Robin Hood
americano, e una serie impressionante di film libri e canzoni
attinsero dal suo mito.

Il brano Jesse James stato registrato da moltissimi artisti, tra cui


Leadbelly, Bob Seeger, Country Joe McDonald, Ry Cooder, Van
Morrison e Roy Rogers. La versione di Pete Seeger contenuta
nellalbum A LINK IN THE CHAIN.
Jesse James

Jesse James era un ragazzo che uccise molti uomini.


Rapinava i treni per Glendale,
rubava ai ricchi per dare ai poveri;
aveva la mano veloce, un cuore e un cervello.
Robert Ford, quel piccolo sporco vigliacco,
mi chiedo come si sente, adesso;
perch odiava il pane di Jesse e dorm nel letto di Jesse
e port il povero Jesse dritto alla tomba.
Jesse aveva una moglie che port il lutto,
e tre bambini che furono coraggiosi.
Quel piccolo sporco vigliacco
che uccise il signor Howard
port il povero Jesse dritto alla tomba.
Jesse era un amico della povera gente;
non derub mai una madre o un bambino,
e non ci fu mai un uomo di legge
che riusc a prendere Jesse finch fu in vita.
Fu un sabato notte. La luna brillava.
Rapinarono il treno per Glendale
e la gente disse fino a molte miglia lontano da l:
Sono stati quei fuorilegge, Frank e Jesse James.
Jesse aveva una moglie che port il lutto,
e tre bambini che furono coraggiosi.
Quel piccolo sporco vigliacco
che uccise il signor Howard
port il povero Jesse dritto alla tomba.
La gente trattenne il respiro quando seppe che era morto;
si chiese come fosse possibile fosse arrivata la sua fine.
Ma Robert Ford un fatto gli spar alla schiena
mentre Jesse stava attaccando un quadro a una parete.
Jesse se ne and con la testa reclinata sul petto
e il diavolo ancora alle calcagna.
Era nato un bel giorno nella Contea di Clay,
venuto fuori da una razza solitaria.
Jesse aveva una moglie che port il lutto,
e tre bambini che furono coraggiosi.
Quel piccolo sporco vigliacco
che uccise il signor Howard
port il povero Jesse dritto alla tomba.

MRS. MCRATH
Popolarissima tra i Repubblicani irlandesi, soprattutto durante i moti
della Pasqua 1916, questa ballata molto pi antica, essendo stata
scritta ai tempi delle guerre napoleoniche: ne esiste infatti uno
spartito datato 1815. La guerra straniera in cui Tom McGrath perde
le gambe non dunque la prima guerra mondiale come spesso si
pensa ma la campagna peninsulare dellesercito napoleonico del
1808-1814. Mrs. McGrath faceva cos parte di quella serie di canzoni
anti-reclutamento che incoraggiavano i ragazzi irlandesi a non
entrare nellesercito britannico.
Numerosi sono gli artisti inglesi che lhanno inclusa nel loro
repertorio, dai Clancy Brothers ai Dubliners. La versione di Pete
Seeger contenuta nellalbum A LINK ON THE CHAIN, oltre che nel
disco dal vivo WE SHALL OVERCOME: THE COMPLETE CARNEGIE HALL
CONCERT.

Signora McGrath
Signora McGrath, disse il sergente,
vuole fare un soldato di suo figlio Ted?
Con un mantello scarlatto e un bel tricorno
Signora McGrath, non le piacerebbe?
La signora McGrath aspett sulla banchina
per sette lunghi anni o forse pi,
fino a quando vide una grossa nave entrare nella baia
con sopra suo figlio, da molto lontano.
Mio caro Capitano, dove siete stati?
Avete navigato per il Mediterraneo?
Avete notizie di mio figlio Ted?
vivo o morto il mio povero ragazzo?
Fu allora che spunt Ted, senza gambe:
al loro posto cerano due sostegni di legno.
Lei lo baci una o due dozzine di volte
dicendo: Santa Vergine, sei proprio tu?.
Eri ubriaco o eri cieco
quando dimenticasti le tue belle gambe?
O forse fu il fatto che camminavi sopra il mare
a strapparti le gambe dalle ginocchia?.
No, non ero ubriaco e nemmeno cieco
quando lasciai le mie povere gambe;
poich fu una palla di cannone, il 5 maggio,
a strapparmi le gambe dalle ginocchia.
Teddy, figlio mio, disse piangendo la vedova,
le tue belle gambe erano lorgoglio di tua madre;
quei rami dalbero non serviranno a niente:
perch non fuggisti da quella grossa palla di cannone?
Tutte le guerre straniere io proclamo
vivono di sangue e del dolore di una madre.
Preferirei avere mio figlio cos comera un tempo
Piuttosto che il Re dAmerica e lintera sua flotta!

O MARY DONT YOU WEEP


Uno dei pi importanti negro sipirtuals, risale a prima della Guerra
Civile. La Mary della canzone non n la Vergine Maria n Maria
Maddalena, bens Maria di Betania che, assieme alla sorella Marta
preg Ges di resuscitare il fratello Lazzaro. Il testo della canzone,
comunque, attinge quasi esclusivamente dallAntico Testamento, e in
particolare dal libro dellEsodo, come pure dal Genesi.
La versione pi celebre del brano quella degli Swan Silverstones,
mentre la sua prima registrazione del 1915, ad opera dei Fisk
Jubilee Singers, a cui sono seguite quelle fra gli altri di Sam
Cooke, Nat King Cole, Roger McGuinn, Aaron Neville, Bobby Darin e
Jimmy Witherspoon. La versione di Pete Seeger rintracciabile nei
numerosi dischi che riportano le registrazioni del Newport Folk
Festival del 1964; ed anche su AMERICAN FAVORITE BALLADS,
VOLUME 1.

B, se potessi, certamente vorrei


essere su quella roccia da cui Mos vide
annegare lesercito del Faraone.
Maria, non piangere.
Maria non piangere, non disperare:
lesercito del Faraone annegato.
Maria, non piangere.
Maria aveva addosso tre pezzi di catena
e su ogni pezzo cera il nome di Ges.
Lesercito del Faraone annegato.
Maria, non piangere
Una di queste notti, a mezzanotte circa,
questo vecchio mondo tremer.
Lesercito del Faraone annegato.
Maria, non piangere
Sulle rive del Mar Rosso, Mos vide
le acque dividersi in due.
Lesercito del Faraone annegato.
Maria, non piangere

Il vecchio signor Satana impazzito:


gli manca quellanima che crede di aver posseduto.
Lesercito del Faraone annegato.
Maria, non piangere

il suo martello era in fiamme.


Ma lavor cos duramente che spezz il suo cuore:
John Henry pos il suo martello e mor, Signore,
John Henry pos il suo martello e mor.

Fratelli e sorelle, non piangete:


verranno tempi migliori.
Lesercito del Faraone annegato.
Maria, non piangere

John Henry aveva una donna di nome Polly Ann.


Arriv su quei binari,
prese il martello di John Henry,
e prese a picchiare sullacciaio come un uomo, Signore,
prese a picchiare sullacciaio come un uomo.

Dio diede a No un arcobaleno come segno.


Disse: Non pi acqua ma fuoco, la prossima volta.
Lesercito del Faraone annegato.
Maria, non piangere

JOHN HENRY
Una delle pi famose canzoni folk
di tutti i tempi, John Henry racconta
di un fatto realmente accaduto: la
battaglia di un uomo contro una
macchina durante la costruzione
delle Eastern Railroads (la linea
ferroviaria che attraversa gli stati
orientali) alla fine dellOttocento.
Proprio in quel periodo, le trivelle a
vapore iniziarono a soppiantare i
martella-chiodi come John Henry
(come pure gli shakers, i reggichiodo)
impiegati
per
la
costruzione delle ferrovie. Fu cos
che John Henry scommise di poter
battere una trivella: avrebbe vinto
chi avesse scavato il buco pi
profondo in un determiato periodo di tempo. Il luogo dove si svolse la
tenzone non stato incontrovertibilmente identificato, ma secondo
alcuni il fatto avvenne durante la costruzione del tunnel attraverso la
Big Bend Mountain, nel West Viriginia. Secondo il professor John
Garst dellUniversity of Georgia, John Henry era un nero nato
schiavo, originario di Crystal Springs, Mississippi. Sembra che riusc
davvero a battere la trivella a vapore (27 piedi contro 21) prima di
morire stremato.
La prima trascrizione su pentagramma conosciuta di John Hnery
del 1900, ma la canzone circolava orlamente gi da diversi anni,
diventando subito la pi famosa delle hammer songs, le canzoni
sulle terribili condizioni in cui gli operai lavoravano alla costruzione
delle linee ferroviarie. Nel 1924, Fiddlin John Carson la registr per
primo, mentre tre anni dopo Ragtime Henry Thomas fu il primo artista
di colore a cantarla. Da allora, centinaia di musicisti ne incisero una
loro versione (Odetta, Big Bill Bronzy, Woody Guthrie, Leadbelly,
John Lee Hooker, Jerry Lee Lewis). La versione di Pete Seeger
contenuta nellalbum AMERICAN FAVORITE BALLADS, VOLUME 1.

John Henry
John Henry era ancora un bambino
sulle ginocchia di suo padre
quando prese un martello e un pezzetto dacciaio
e grid: Il martello sar la mia morte, Signore,
il martello sar la mia morte.
Un giorno, il caposquadra disse a John Henry:
Porter quella trivella a vapore,
porter quella trivella a vapore sui binari
e ficcher lacciaio gi fino in fondo, perdio,
ficcher lacciaio gi fino in fondo.
John Henry disse al suo caposquadra:
Signore, un uomo non che un uomo,
ma prima che la trivella a vapore mi sconfigga
morir con un martello in mano, Signore,
morir con un martello in mano.
John Henry sulla destra,
la trivella a vapore sulla sinistra.
Disse: Prima che la trivella a vapore mi batta,
marteller fino a morire, Signore,
marteller come un pazzo fino a morire.

Ora, ogni luned mattina,


quando un uccello azzurro inizia a cantare,
puoi sentire John Henry per un miglio o pi,
puoi sentire risuonare il martello di John Henry, Signore,
puoi sentire risuonare il martello di John Henry.

Uno spiritual basato su Genesi 28:11-19, che si riferisce al sogno


profetico di Giacobbe in cui gli angeli ascendono e discendono una
scala che porta al Paradiso.
Jacobs ladder una canzone cantanta molto spesso alle funzioni
domenicali, ma che stata registrata di rado (si ricordano le versioni
di Arlo Guthrie e Jane Siberry). La versione di Pete Seeger
contenuta nellalbum SINGALONG: LIVE AT THE SANDERS THEATER,
CAMBRIDGE, MASSACHUSETTS, 1980.

La scala di Giacobbe
Risaliamo la scala di Giacomo
Siamo tutti fratelli e sorelle
Ogni nuovo piolo
ci rende pi forti

MY OKLAHOMA HOME

ERIE CANAL
Scritta nel 1905 da Thomas S. Allen con il titolo Low bridge,
everybody down, fu presentata anonimamente come se fosse stata
scritta 80 anni prima in occasione dellapertura dellErie Canal.
Realizzato tra il 1817 e il 1825 per congiungere New York con
Buffalo, il canale ancora oggi utilizzato. Nel 1905, quando Allen,
scrisse la canzone, il traffico era ormai motorizzato e il quadretto
della chiatta trascinata da un mulo era gi qualcosa di nostalgico. Il
grido ponte basso, tutti gi! poteva sentirsi sulle chiatte quando
navigavano nei tratti cittadini del canale: in quei punti bisognava
passare spesso sotto ponti la cui volta era a meno di due metri dal
pelo dellacqua.
La versione di Pete Seger di Erie Canal contenuta nellalbum
AMERICAN FAVORITE BALLADS, VOLUME 3.

Erie Canal
Ho preso una mula il suo nome Sal
quindici miglia sullErie Canal.
una buona lavoratrice e una buona compagna
quindici miglia sullErie Canal.
Tiriamo qualche chiatta durante la giornata,
cariche di legname, carbone e fieno.
Conosciamo la strada palmo a palmo
da Albany a Buffalo.
Ponte basso, tutti gi!
Ponte basso, stiamo arrivando!.
Conoscerai sempre il tuo vicino
e conoscerai sempre il tuo compagno
se hai navigato sullErie Canal.
Faremmo meglio a trovare lavoro, mia vecchia amica
quindici miglia sullErie Canal.
Puoi scommetterci la pelle che non mi separer mai da Sal
quindici miglia sullErie Canal.
Ponte basso, tutti gi!
Ponte basso, stiamo arrivando!.
Conoscerai sempre il tuo vicino
e conoscerai sempre il tuo compagno
se hai navigato sullErie Canal.
Dove sarei mai se perdessi la mia compagna?
quindici miglia sullErie Canal.
Mi piacerebbe vedere una mula brava come la mia Sal
quindici miglia sullErie Canal.

Il caposquadra gli chiese:


Cos questa tempesta che odo?
e John Henry rispose: Non una tempesta, capo,
il mio martello che fende laria, Signore,
solo il mio martello che fende laria.

Un mio amico, una volta, le ha fatto male


e ora ha la mascella fratturata
perch lei ha sollevato uno zoccolo
e con un calcio lha rispedito a Buffalo.

John Henry disse al suo reggichiodo:


Reggichiodo, perch non canti?
Sto facendo oscillare trenta libbre dai miei fianchi ai binari,
ascolta il mio anello di freddo acciaio, Signore,
ascolta il mio anello di freddo acciaio.

Ponte basso, tutti gi!


Ponte basso, stiamo arrivando!.
Conoscerai sempre il tuo vicino
e conoscerai sempre il tuo compagno
se hai navigato sullErie Canal.

John Henry martell sulle montagne;

JACOBS LADDER

Scritta assieme al fratello Bill da Agnes Sis Cunningham, membra


degli Almanac Singers e organizzatrice del sindacato degli agricoltori
del Sud, My Oklahoma home una delle grandi canzoni folk
dimenticate: soltanto Pete Singer la incise nel 1961 (ora inclusa
nellantologia del 1996 A LINK IN THE CHAIN). Secondo una nota
dellalbum THE BEST OF BROADSIDE: 1962-1988, Bill Cunningham ne
scrisse il testo allepoca della registrazione di Seger, mentre la
versione di Agnes fu pubblicata soltanto nel 1967 nel numero 80 di
Broaside.

La mia casa in Oklahoma


Quando aprirono la strada ero giovane e pieno di energia.
Volevo un posto che potessi chiamare casa,
cos intrapresi il mio viaggio, recintai un terreno
e mi sistemai lungo il Cimarron. Ma fui spazzato via.
La mia casa in Oklahoma fu spazzata via.
Tutto era cos verde e bello
quando costruii la mia baracca.
Ma ora la mia casa in Oklahoma stata spazzata via.
Avevo seminato grano e avena,
mero preso qualche gallina a qualche maiale,
per avere un po di uova e prosciutto.
Avevo un mulo per tirare laratro, avevo una vecchia mucca
e avevo pure una bella ipoteca su quel posto.
Be, tutto fu spazzato via, fu spazzato via,
tutto il raccolto fu spazzato via.
Non puoi far crescere il grano se non c pioggia.
Tutto tranne lipoteca fu spazzato via.
Era tutto cos verde e bello quando costruii la mia baracca.
Mi sembrava che tutto fosse perfetto per viverci.
Misi il vestito migliore e andai in citt in cerca di moglie.
Ma lei fu spazzata via.
Fui lasciato solo ad ascoltare
i gemiti del vento attorno alla mia baracca.
Ripresi il cammino quando il vento del sud inizi a soffiare,
viaggiai col vento alle mie spalle e fui spazzato via.
Seguendo quella nuvola di polvere, lass
Un tempo sembrava tutto cos verde e bello;
adesso volato in aria.
La mia fattoria in Oklahoma stata spazzata via.
Sono sempre vicino a casa, adesso;
non importa dove io vaghi,
perch la polvere dellOklahoma dappertutto,
non fa alcuna differenza dove io stia camminando:
posso sentire le mie galline che starnazzano.
Sono un girovago dellOklahoma,
ma sono sempre vicino a casa.
Non rester senza dimora fino a quando morir,
perch non importa dove verr trovato:
la mia casa dappertutto,
la mia casa in Oklahoma su nel cielo.
La mia fattoria lungo il Cimarron,
adesso in tutto il mondo.
Dovunque si sollevi la polvere
ce n un poco dalla mia casa.

Lunico errore che ho commesso stato quello


di aver vissuto troppo tempo dalla parte sbagliata.
Tenete a mente la ricompensa:
resistete.
Lunica cosa giusta che abbiamo fatto
stata quando abbiamo iniziato a lottare.
Tenete a mente la ricompensa:
resistete.
Non sono mai stato in Paradiso,
ma mi hanno detto
che lass le strade
sono lastricate doro

KEEP YOUR EYES ON THE PRIZE

SHENANDOAH

Inno conosciuto anche con i titoli Gospel plow, Paul and Silas e Hold
on. Composta ben prima della grande guerra, Eyes on the prize
stata riscritta (nei testi) nel 1956 dallattivista per i diritti civili Alice
Wine, divenendo una classica freedom song.
Molti sono i riferimenti biblici. Il ritornello del testo originario della
canzone keep your eyes on the plough deriva da Luca 9,62:
Nessuno che ha messo mano allaratro e poi si volge indietro
degno del Regno di Dio. La reinterpretazione del verso in keep your
eyes on the prize viene invece da Paolo, che per due volte descrive
il cammino verso la salvezza come una lotta per la ricompensa. In
questo senso, nella canzone la ricompensa lemancipazione del
popolo nero dal giogo dei bianchi.
Nel testo si fa poi menzione di quando Paolo e Sila furono
imprigionati a Filippi. Un episodio che negli Atti degli Apostoli: E di
l ci recammo a Filippi, che citt primaria di quella parte della
Macedonia, ed colonia romana; e dimorammo in quella citt alcuni
giorni. E nel giorno di sabato andammo fuor della porta, presso il
fiume, dove supponevamo fosse un luogo dorazione; e postici a
sedere, parlavamo alle donne cheran quivi radunate. () E
avvenne, come andavamo al luogo dorazione, che incontrammo una
certa serva, che avea uno spirito divino. () Costei, messasi a seguir
Paolo e noi, gridava: Questi uomini son servitori delliddio altissimo,
e vi annunziano la via della salvezza. () Ma i padroni di lei ()
presero Paolo e Sila, e li trassero sulla pubblica piazza davanti ai
magistrati. () E [i pretori] dopo aver loro date molte battiture, li
cacciarono in prigione, comandando al carciere di custodirli
sicuramente. () Or sulla mezzanotte, Paolo e Sila, pregando
cantavano inni a Dio; e i carcerati li ascoltavano. Ad un tratto si fece
un gran terremoto, talch la prigione fu scossa dalle fondamenta; e in
quellistante tutte le porte si apersero, e i legami tutti si sciolsero. Il
carceriere, destatosi, e vedute le porte della prigione aperte, tratta la
spada, stava per uccidersi, pensando che i carcerati fossero fuggiti.
Ma Paolo grid ad alta voce: Non ti far male alcuno, perch siam
tutti qui. E quegli, chiesto un lume, salt dentro, e tutto tremante si
gett ai piedi di Paolo e di Sila; e menatili fuori, disse: Signori, che
debbo io fare per esser salvato? Ed essi risposero: Credi nel
Signore Ges, e sarai salvato tu e la casa tua (Atti, 16, 12-31).
Di Keep your eyes on the prize si ricorda la straordinaria esecuzione
che ne diede Mahalia Jackson assieme alla Duke Ellngton Orchestra
al Newport Jazz Festival del 1958. La versione di Pete Seeger
contenuta WE SHALL OVERCOME: THE COMPLETE CARNEGIE HALL
CONCERT.

Un lamento che risale ai primi anni della storia del country, scritto nei
primi due decenni dellOttocento, nacque probabilmente come work
song e fu riadattata come canzone popolare. La geografia del brano
non chiara: il fiume Shenandoah scorre attraverso la Virginia e il
West Virginia, a circa mille miglia dal Missouri. Secondo altri, il testo si
riferisce a Shenandoah, nellIowa, a sole venti miglia ad est del
Missouri. ivenne molto popolare intorno al 1830, quando fu adottata dai
marinai sui velieri, che la cantavano mentre avvolgevano il capestano.
Se ne conoscono molte versioni, tra cui quelle di Bob Dylan, Harry
Belafonte, Judy Garland, Roger McGuinn, i Chieftains con Van
Morrison, Emmylou Harris e Duane Eddy. Quella di Pete Seeger
contenuta nellalbum AMERICAN FAVORITE BALLADS, VOLUME 3.

Shenandoah
Shenandoah, amo tua figlia.
Lontano da noi, fiume impetuoso,
con lei attraverser le tue acque.
Via, siamo costretti a fuggire via
attraverso il grande Missouri.
Mia Shenandoah, quanto vorrei rivederti!
Stai lontano, fiume impetuoso.
Non ti deluder,
ma via, sono stato costretto a fuggire via
attraverso il grande Missouri.
Per sette anni ho vagabondato.
Stai lontano, fiume impetuoso.
Per sette anni sono stato un vagabondo,
via, scacciato via,
attraverso il grande Missouri.
Shenandoah, amo tua figlia.
Lontano da noi, fiume impetuoso,
con lei attraverser le tue acque.
Via, siamo costretti a fuggire via
attraverso il grande Missouri.

PAY ME MY MONEY DOWN

Tenete a mente la ricompensa


Paolo e Sila incatenati in prigione
non avevano i soldi per la cauzione.
Tenete a mente la ricompensa:
resistete.
Paolo e Sila credevano di essere spacciati,
ma la cella trem e le catene si spezzarono.
Tenete a mente la ricompensa:
resistete.
Il nome della libert dolce
e prima o poi la raggiungeremo.
Tenete a mente la ricompensa:
resistete.
La mia mano sullaratro del Vangelo,
per il mio viaggio non porter nullaltro.
Tenete a mente la ricompensa:
resistete.
Lunica catena che un uomo pu sopportare
quella formata da mani che si stringono.
Tenete a mente la ricompensa:
resistete.
Salir su quel grosso bus
E porter lamore di citt in citt.
Tenete a mente la ricompensa:
resistete.

Canto marinaro nato tra gli


stivatori neri dei porti della
Georgia e del Sud Carolina.
Molto spesso i capitani delle
imbarcazioni pretendevano
che i carichi fossero eseguiti
in base alla sola promessa
della paga per il giorno
successivo.
Pay me circol per lungo tempo come calypso (cos la resero nel
1958 i Kingston Trio); in molti la ritenevano un canto delle Bahamas
o una ballata indiana. Lydia Parrish fu la prima ad ottenerne i diritti,
pubblicandone il testo nel suo Slave sogns of the Georgia Sea
Islands.
Pete Seeger registr la canzone assieme ai Weavers. possibile
ascoltare la sua versione su THE WEAVERS AT CARNEGIE HALL.

Pagami subito
Mi sembra di aver sentito il capitano dire:
Domani giorno di navigazione.
Pagami subito,
pagami subito o vai in galera.
Appena superammo la banchisa
mi ha colpito con una spranga.
Pagami subito,
pagami subito o vai in galera.
Be, se diventassi ricco,
mi metterei seduto a guardar la nave andare via.
Pagami subito,

pagami subito o vai in galera.


Mi piacerebbe essere il signor Gates:
mi porterebbero i miei soldi in una cesta.
Pagami subito,
pagami subito o vai in galera.
Quaranta giorni e quaranta notti per mare:
il capitano mi fa lavorare sodo per ogni benedetto dollaro.
Pagami subito,
pagami subito o vai in galera.

WE SHALL OVERCOME
La pi celebre e importante canzone di protesta di tutti i tempi
(cantata ovunque nel mondo per combattere per la giustizia e
leguaglianza, e spesso usata per chiudere ritualmente i raduni dei
movimenti per i diritti civili), We shall overcome una combinazione
dellinno Ill be all right e del brano Ill overcome someday, scritto da
Charles Tindley, il pi amato e prolifico compositore afroamericano di
musica religiosa, autore tra le altre di Stand by me. Tindley
scrisse il testo di Ill overcome someday basandosi sulla Lettera di
San Paolo ai Galati e prendendo in prestito la melodia di Ill be all
right, che veniva spesso cantata durante le funzioni religiose.
Ill overcome someday fu adottata dal sindacato degli agricoltori
dellArkansas e riadattata dal reverendo Claude Williams. Da l, arriv
alla Highlander Folk School del Tennessee, la cui direttrice musicale,
Zilphia Horton, era amica del reverendo Williams. A questo punto, la
canzone che nel frattempo aveva cambiato il titolo in I will
overcome era un uptempo accompagnato dai battimano; fu cos
che la eseguivano, ad esempio, i lavoratori di un magazzino di sigari
di Charleston, nella Carolina del Sud, durante gli scioperi del 194546. Una di loro, Lucille Simmons, riadatt la melodia riscrivendo il
testo in pi lunghi ottonari, e la port alla Horton. Fu questultima a
insegnarla in questa nuove veste a Pete Seeger, che cambi il
will del titolo in shall.
Lo stesso Seeger ha spesso dichiarato che I shall overcome una
canzone-contenitore che accetta sempre nuove interpolazioni. Il
verso we are not afraid, ad esempio, fu aggiunto spontaneamente
dalla quattrodicenne Jamilla Jones durante i raids che sia la polizia
che il Ku Klux Klan alla met degli anni Cinquanta. Nuovi versi furono
poi aggiunti durante i vari raduni dei movimenti per i diritti civili.
La migliore versione di Seeger quella che ne diede durante il
concerto alla Carnegie Hall del 1963 assieme agli SNCC Freedom
Singers. possibile ascoltarla su WE SHALL OVERCOME: THE
COMPLETE CARNEGIE HALL CONCERT.

Noi vinceremo
Noi vinceremo,
vinceremo
un giorno.
In cuor mio credo davvvero
che un giorno vinceremo.
Noi cammineremo mano nella mano,
cammineremo mano nella mano
un giorno.
In cuor mio credo davvero
che un giorno cammineremo mano nella mano.
Noi vivremo in pace,
vivremo in pace
un giorno.
In cuor mio credo davvero
che un giorno vivremo in pace.
Noi non abbiamo paura,
vinceremo
un giorno.
In cuor mio credo davvvero
che un giorno vinceremo.

FROGGIE WENT A COURTIN

Froggie went a courtin un canto dei pastori scozzesi di


antichissima origine: il suo testo stato rinvenuto su un libro del
1549. una tipica canzone per bambini, piena com di innaturali
accoppiamenti sessuali e di cibo disgustoso, e pure per il suo finale
grandguignolesco che peraltro Springsteen omette con i due
sposi che danno alla luce dei girini pelosi.
Nel 1928, Chubby Parker ne registr una versione con un testo
differente e il titolo King Kong Kitchie Kitchie ki-me-o. Dylan ha inciso
Froggie; e c pure un assurdo provino di Elvis Presley (si pu
ascoltare su WALK A MILE IN MY SHOES: THE ESSENTIAL 70S
MASTERS). Con la storia del signor Ranocchio si sono cimentati pure
Woody Guthrie, Sonny Terry, Tex Ritter e Jean Ritchie. Pete Seeger
ne ha registrete tre versioni (una su AMERICAN FOLK SONGS FOR
CHILDREN).

BRUCE
SPRINGSTEEN

We Shall
Overcome
01.
02.
03.

Old Dan Tucker

Prodotto da BRUCE SPRINGSTEEN

Jesse James

Registrato da TOBY SCOTT assieme a KEVIN


BUELL e ROSS PETERSON ai Thrill Hill
Boxwood Studios, NJ

Mrs. McGrath

Mixato ai Mix This! da BOB CLEARMOUNTAIN con


lassistenza di BRANDON DUNCAN

Il signor Ranocchio viene a fare la corte


Il signor Ranocchio giunse da molto lontano,
giunse da molto lontano
per farle la corte,
con una spada e una pistola nella cintola.
And dritto alla porta
della signorina Topolina,
and dritto verso quella porta
dove era gi stato pi volte.
Si gett in ginocchio davanti alla signorina Topolina
e disse: Signora Topolina, volete sposarmi?
E lei: Senza il consenso di mio zio Ratto,
non sposerei nemmeno il Presidente.
Be, lo zio Ratto diede il suo conenso,
lo zio Ratto diede il suo consenso,
lo zio ratto diede il suo consenso
e la donnola fece le pubblicazioni.
E dove si tenne mai
la cena nuziale?
Dove si tenne mai?
Dentro un albero cavo.
La prima a fare il suo ingresso
fu una falena svolazzante;
proprio cos, una falena svolazzante
che spieg la tovaglia.
Fu poi la volta
di un piccolo insetto;
proprio cos, un piccolo insetto
che port del whiskey in una brocca per lacqua.
Arriv poi
un grosso serpente nero;
proprio cos, un grosso seprente nero
che diede loro la caccia fin dentro al lago.
Una focaccina di granturco
stava sopra una conchiglia
Se ne vuoi ancora
cntatela da solo

Masterizzato da BOB LUDWIG

04.

O Mary Dont You Weep

05.

John Henry

THE SEEGER SESSIONS BAND

06.

Erie Canal

BRUCE SPRINGSTEEN chitarra, mandolino,


organo B3, piano, percussioni,
armonica, tamburello, voci & cori

07.

Jacobs Ladder

CHARLES GIORDANO organo B3, organo a pedali,


fisarmonica

08.
09.
10.
11.
12.
13.

My Oklahoma Home
Eyes On The Prize
Shenandoah
Pay Me My Money Down
We Shall Overcome
Froggie Went A Courtin

FRANK BRUNO chitarra, cori


MARK CLIFFORD banj o, cori
JEREMY CHATZKY contrabbasso, cori
SAM BARDFELD violino, cori
SOOZIE TYRELL violino, cori
LARRY EAGLE batteria, percussioni, cori
ED MANION sassofono, cori
MARK PENDER tromba, cori
RICHIE LA BAMBA ROSENBERG trombone, cori
ART BARON tuba
PATTI SCIALFA cori
LISA LOWELL cori

Direzione artistica di CHRIS AUSTOPCHUK e


MICHELLE HOLME
Coordinamento editoriale di JOHN HORN e BRUCE
GROSSBERG
Ricerche di DAVE MARSH
JON LANDAU MANAGEMENT Jon Landau, Barbara Carr,
Jan Stabile, Alison Oscar, Tammy Comstock, Sue
Berger

2006 BRUCE SPRINGSTEEN


www. brucespringsteen. net