Sei sulla pagina 1di 2

per cresere noi abbiamo bisogno di cibo..

per crescere una pianta ha bisogno di zuccheri che


riesce a prodursi da sola
Le piante producono il loro nutrimento catturando l'energia emanata dal sole mediante le proprie
foglie. Il meccanismo di assorbimento si realizza poich, sulle foglie, esiste una sostanza capace
di assorbire le radiazioni solari. Un pigmento verde che prende il nome di clorofilla.
Chimicamente essa costituita da carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto e magnesio ed
concentrata in alcuni corpiccioli, i cloroplasti, localizzati nelle parti verdi della pianta e, in
particolare, nelle foglie.
Essi svolgono la funzione di produttori di clorofilla se ricevono la necessaria quantit di luce (non a
caso una pianta posta in un ambiente poco illuminato tende a perdere il proprio colore verde). E'
interessante, a questo punto, approfondire come l'energia luminosa viene utilizzata
dalle piante per il loro nutrimento.
Tale meccanismo prende il nome di fotosintesi (sintesi = formazione di composti; foto =
in presenza di luce).
E in effetti la fotosintesi un processo chimico che, per reazione di due sostanze
inorganiche quali l'acqua (liquido) e l'anidride carbonica (gas), da luogo ad un gas,
l'ossigeno, e ad un prodotto abbastanza complesso, il glucosio (zucchero).
La luce l'agente capace di attivare tale processo chimico. Essa viene assorbita dalle molecole
di clorofilla, le eccita e provoca spostamenti di elettroni all'interno degli atomi. L'energia che si
accumula viene utilizzata per far avvenire le reazioni chimiche che portano alla scissione delle
molecole d'acqua (H2O).
Rompendosi, la molecola d'acqua libera ossigeno (O2) nell'atmosfera. L'idrogeno (H2), invece,
compie un processo abbastanza complesso, che qui tralasciamo, e, combinandosi (reagendo) con
l'anidride carbonica (CO2), produce zucchero (C6H12O6).
Come si pu osservare, quindi, l'ossigeno dell'aria pu essere considerato un importante
sottoprodotto della fotosintesi e questo ci fa pensare a quanto siano importanti le piante per
l'equilibrio vitale del nostro pianeta e a quanto sia disastroso il disboscamento di sempre pi vasti
territori. La fotosintesi, infatti, purifica l'aria, sottraendo l'anidride carbonica,
dannosa a tutti i viventi, e arricchendola di ossigeno.
Il destino dello zucchero, invece, legato alla capacit che le cellule vegetali hanno
di immagazzinarlo sotto forma di amido, per poi utilizzarlo quale fonte di energia per
compiere le proprie attivit vitali(respirazione). In definitiva il processo fotosintetico
pu essere considerato, a buon diritto, l'anello di congiunzione tra due mondi, quello
vivente e quello non vivente.
Infatti, osservando la reazione chimica che presiede al processo, si vede chiaramente come
dall'incontro di due sostanze inorganiche, col solo apporto della radiazione solare, si pervenga alla
formazione di una sostanza organica, lo zucchero, che entra a far parte del tessuto vivente delle
piante.
Bisogna sottolineare come solo i vegetali verdi siano i responsabili del mantenimento della vita in
ogni ambiente. Essi, infatti, catturano quell'immensa fonte di energia che la luce solare, la quale,
in assenza di questi recettori, andrebbe dispersa nello spazio.
In sostanza
possiamo riassumere il processo di fotosintesi clorofilliana con la
seguente
formula (un p semplificata):
Anidride carbonica (CO2) + Luce + Acqua (H20) =
= Zuccheri (Energia) + Ossigeno (O2)
Dunque la
fotosintesi avviene nelle foglie. Ma allora, che cosa accade
in autunno qu
ando le foglie cadono oppure quando vengono divorate dalle
larve? Nel caso delle piante caducifoglie, in autunno la fotosintesi cessa e la pianta va in letargo,
ma in primavera, con la comparsa di foglie nuove, torner in funzione senza alcuna difficolt. Per
quanto riguarda le piante con foglie mangiate dalle larve, esse non possono pi produrre la
fotosintesi. Muoiono se sono giovani, subiscono un arresto nella crescita se adulte, o perdono i
fiori e i frutti.
In breve...

La FOTOSINTESI il processo attraverso il quale le piante si procurano il cibo usando la luce


solare, l'acqua e l'anidride carbonica. Essa avviene nei cloroplasti contenuti nelle cellule delle
foglie. I cloroplasti contengono la clorofilla, un pigmento verde che assorbe l'energia dalla luce
solare. Durante la fotosintesi, l'energia assorbita viene utilizzata per combinare anidride carbonica
e acqua e produrre glucosio, la fonte energetica della pianta. L'ossigeno che si forma viene
liberato nell'aria. Le lamine fogliari piatte forniscono una grande superficie per assorbire la luce
solare. Gli stomi nella pagina inferiore della foglia permettono gli scambi gassosi e una fitta rete di
nervature porta l'acqua alle foglie e trasporta il glucosio prodotto dalla fotosintesi al resto della
pianta
Ci che caratterizza le piante la capacit di fabbricare il cibo da s, con un processo detto
fotosintesi clorofilliana. Tale processo si svolge in tutte le parti verdi di una pianta, sopratutto nelle
foglie, grazie alla presenza della clorofilla contenuta nei cloroplasti delle cellule vegetali.
COME AVVVIENE QUESTO PROCESSO???
La clorofilla
una sostanza verde in grado di assorbire la luce del sole e di trattenerne l'energia. Mediante
questa energia, nei cloroplasti avviene una reazione chimica fra l'acqua assorbita dalle radici nel
terreno, e l'anidride carbonica presente nell'aria.
Dapprima l'acqua viene scomposta nei suoi due componenti, l'idrogeno e l'ossigeno, poi l'idrogeno
si combina con l'anidride carbonica formando uno zucchero particolare: il glucosio. Questo
zucchero il cibo di cui si nutrir la pianta, mentre l'ossigeno verr emesso nell'aria.
QUANDO AVVIENE?
La fotosintesi clorofilliana avviene quando la linfa grezza (acqua e sali minerali) sale attraverso i
canali linfatici fino alle foglie, veri e propri laboratori della pianta, dove sotto lazione della clorofilla
(particolare sostanza che d alle pianta il colore verde) e con lenergia della luce solare, lanidride
carbonica e i sali minerali si trasformano in linfa elaborata (zuccheri e ossigeno).
Lossigeno, attraverso gli stomi, viene immesso nellambiente, mentre gli zuccheri vengono
trattenuti dalla pianta che li utilizza per vivere,per crescere, costruire foglie, fiori,frutti e semi.
La fotosintesi avviene di giorno in presenza della luce solare,mentre di notte lossigeno e gli
zuccheri vengono trattenuti dalla pianta e lanidride carbonica viene emessa nellambiente.