Sei sulla pagina 1di 14

GRAMMATICA ITALIANA BASICA

LARTICOLO DETERMINATIVO
sg.
il
l
lo

masc.

femm.

la
l

es.
ragazzo
amico
studente, zio, psicologo, pneumatico,
gnomo, iettatore, yogurt, xilofono
ragazza
amica

pl.
i
gli
gli
le
le

es.
ragazzi
amici
studenti, zii, psicologi, pneumatici,
gnomi, yogurt, xilofoni
ragazze
amiche

LARTICOLO INDETERMINATIVO
sg.
un
un

masc.

uno
femm.

una
un

es.
ragazzo
amico
studente, zio, psicologo, pneumatico,
gnomo, yogurt, iettatore, xilofono
ragazza
amica

pl.
dei
degli
degli
delle
delle

es.
ragazzi
amici
studenti, zii, psicologi, pneumatici,
gnomi, yogurt, xilofoni
ragazze
amiche

LARTICOLO PARTITIVO
sg.
del
dell
dello
della
dell

masc.
femm.

es.
pane
olio
zucchero
panna
acqua

pl.
dei
degli
degli
delle
delle

es.
pani
ospiti
sforzi
novit
arance

LE PREPOSIZIONI ARTICOLATE
il
di
del
a
al
da
dal
in
nel
su
sul
con*
col
per*
pel
* Lunione facoltativa.

lo
dello
allo
dallo
nello
sullo
collo
pello

la
della
alla
dalla
nella
sulla
colla
pella

l
dell
all
dall
nell
sull
coll
pell

i
dei
ai
dai
nei
sui
coi
pei

gli
degli
agli
dagli
negli
sugli
cogli
pegli

le
delle
alle
dalle
nelle
sulle
colle
pelle

LINDICATIVO PRESENTE
parlare
credere
partire
capire*

-o
-o
-o
- isco

-i
-i
-i
- isci

-a
-e
-e
- isce

- iamo
- iamo
- iamo
- iamo

- ate
- ete
- ite
- ite

- ano
- ono
- ono
- iscono

* Verbi incoativi di uso frequente: agire, capire, colpire, costruire, definire, distribuire, esaudire, esaurire, favorire,
ferire, finire, fornire, guarire, preferire, proibire, pulire, punire, restituire, riferire, seppellire, sostituire, sparire,
spedire, stabilire, subire, svanire, suggerire, ubbidire, tradire, unire.

i verbi in -CARE e GARE prendono unh davanti a i:


cercare: cerco, cerchi, cerca, cerchiamo, cercate, cercano e
pregare: prego, preghi, prega, preghiamo, pregate, pregano.

i verbi riflessivi: lavarsi, incontrarsi, domandarsi


ad esempio: lavarsi
mi lavo
ti lavi
si lava
ci laviamo

vi lavate

si lavano
Corina Gabriela Bdeli

ALCUNI VERBI IRREGOLARI:

avere:
essere:

ho
sono

hai
sei

ha

abbiamo
siamo

avete
siete

hanno;
sono;

andare:
stare:
dare:
sapere:
fare:
piacere:
dire:

vado
sto
do
so
faccio
piaccio
dico

vai
stai
dai
sai
fai
piaci
dici

va
sta
d
sa
fa
piace
dice

andiamo
stiamo
diamo
sappiamo
facciamo
piacciamo
diciamo

andate
state
date
sapete
fate
piacete
dite

vanno;
stanno;
danno;
sanno;
fanno;
piacciono;
dicono;

dovere:
bere:

devo
bevo

devi
bevi

deve
beve

dobbiamo
beviamo

dovete
bevete

devono;
bevono;

potere:
volere:

posso
voglio

puoi
vuoi

pu
vuole

possiamo
vogliamo

potete
volete

possono;
vogliono;

venire:
tenere:
salire:
porre:
rimanere:
valere:

vengo
tengo
salgo
pongo
rimango
valgo

vieni
tieni
sali
poni
rimani
vali

viene
tiene
sale
pone
rimane
vale

veniamo
teniamo
saliamo
poniamo
rimaniamo
valiamo

venite
tenete
salite
ponete
rimanete
valete

vengono;
tengono;
salgono;
pongono;
rimangono;
valgono;

spegnere:
scegliere:
sciogliere:
togliere:

spengo
scelgo
sciolgo
tolgo

spegni
scegli
sciogli
togli

spegne
sceglie
scioglie
toglie

spegniamo
scegliamo
sciogliamo
togliamo

spegnete
scegliete
sciogliete
togliete

spengono;
scelgono;
sciolgono;
tolgono;

tradurre:

traduco

traduci

traduce

traduciamo

traducete

traducono;

apparire:

appaio

appari

appare

appariamo

apparite

appaiono;

uscire:

esco

esci

esce

usciamo

uscite

escono;

udire:

odo

odi

ode

udiamo

udite

odono;

sedere:
morire:

siedo
muoio

siedi
muori

siede
muore

sediamo
moriamo

sedete
morite

siedono;
muoiono.

IL PRESENTE CONTINUO

il verbo stare al presente + il gerundio del verbo da coniugare:


Adesso lui/lei sta parlando / sorridendo / dormendo.
LIMPERFETTO
(-V-)

parlare
credere
partire

-avo
-evo
-ivo

-avi
-evi
-ivi

ALCUNI VERBI IRREGOLARI:


essere:
ero
eri
fare:
facevo
facevi
dire:
dicevo
dicevi
tradurre:
traducevo
traducevi
porre:
ponevo
ponevi
bere:
bevevo
bevevi

-ava
-eva
-iva

era
faceva
diceva
traduceva
poneva
beveva

-avamo
-evamo
-ivamo

-avate
-evate
-ivate

-avano
-evano
-ivano

eravamo
facevamo
dicevamo
traducevamo
ponevamo
bevevamo

eravate
facevate
dicevate
traducevate
ponevate
bevevate

erano;
facevano;
dicevano;
traducevano;
ponevano;
bevevano.
Corina Gabriela Bdeli

IL PARTICIPIO PASSATO
I.

REGOLARE
-ARE
parlare
-ERE
credere
-IRE
partire

II.

-ATO
parlato
-UTO
creduto
-ITO
partito

IRREGOLARE

accendere acceso
accorgere accorto
apparire - apparso
aprire aperto
assumere - assunto
attendere atteso
bere bevuto
chiedere chiesto
chiudere chiuso
cogliere colto
concludere - concluso
correggere corretto
correre corso
cuocere cotto
decidere deciso
difendere difeso
dipingere dipinto
dire detto
dividere diviso
esprimere espresso
evolvere evoluto
fare fatto
fondere - fuso
friggere fritto

giungere giunto
immergere - immerso
leggere- letto
mettere messo
mordere morso
morire morto
muovere mosso
nascere nato
nascondere nascosto
offendere offeso
perdere perso / perduto
persuadere - persuaso
piacere piaciuto
piangere pianto
porgere porto
pungere punto
prendere preso
porre posto
redigere redatto
rendere reso
ridere riso
rimanere rimasto
risolvere risolto
rispondere risposto

rompere rotto
scegliere scelto
scendere sceso
sciogliere sciolto
scoprire - scoperto
scrivere scritto
spegnere spento
spendere - speso
spingere spinto
stendere - steso
stringere stretto
succedere - successo
tingere tinto
togliere tolto
tradurre tradotto
uccidere ucciso
valere - valso
vedere visto
venire venuto
vincere vinto
vivere vissuto
volgere - volto
essere / stare stato

IL PASSATO PROSSIMO

lausiliare avere / essere al presente + il participio passato del verbo da coniugare


Ho visto quello che hai fatto e non mi piaciuto.
Sono venuto a vedere come te la sei cavata.
I verbi coniugati con lausiliare ESSERE richiedono laccordo in genere e in numero.
avere
ho
hai
ha
abbiamo
avete
hanno
I.

parlato

essere
sono
sei

siamo
siete
sono

stato, a
stati, e

lavarsi
mi sono
ti sei
si
ci siamo
vi siete
si sono

lavato, a
lavati, e

Si coniugano con lausiliare AVERE:


a) I verbi transitivi che hanno o possono avere un complemento oggetto diretto (COD): ho chiamato /
fatto / letto / scritto / detto ecc.
b) alcuni verbi intransitivi: ho abitato / dormito / riso / sorriso / bussato / squillato ecc.
c) alcuni verbi intransitivi di moto che indicano il movimento stesso: ho camminato / viaggiato /
passeggiato ecc.

Corina Gabriela Bdeli

II.

Si coniugano con lausiliare ESSERE:


a) i verbi intransitivi di moto che indicano la meta o il punto di partenza / arrivo del movimento:
andare, arrivare, avanzare, cadere, correre, (di)scendere, entrare, partire, proseguire, (ri)salire,
(ri)tornare, saltare, scivolare, uscire, venire, volare ecc.
b) i verbi intransitivi di stato:
essere, stare, restare, rimanere, diventare, nascere, morire ecc
c) i verbi riflessivi e intransitivo-pronominali:
alzarsi, lavarsi, bagnarsi, decidersi, incontrarsi ecc.
d) i verbi impersonali, usati solo alla 3 persona:
accadere, avvenire, succedere, passare, capitare, bastare, costare, dipendere, dispiacere,
piacere, giovare, importare, mancare, bisognare, occorrere, parere, sembrare, rincrescere,
spettare, toccare, valere ecc
Verbi di uso frequente che richiedono lausiliare ESSERE:
accorrere
andare
apparire
arrivare
arrossire
avvenire
cascare
(s)comparire
costare
dimagrire
diventare
emergere
esistere
essere
evadere
fuggire
impazzire
ingrassare
invecchiare
morire
nascere
penetrare
pervenire
piacere
rimanere
ringiovanire
(ri)sorgere
riuscire
sbocciare
scappare
sfuggire
sopravvivere
sparire
svanire
svenire
uscire

III.

aricchire
cadere
crescere
entrare
fiorire
intervenire
partire
restare
(ri)tornare
scoppiare
stare
venire

Si coniugano sia con AVERE sia con ESSERE secondo il caso:


a) i verbi scendere, salire, passare, saltare, sfuggire, guarire, bruciare, vivere, correre1,
cominciare, finire se sono usati transitivamente:
Ho sceso / salito le scale. per Sono scesa / salita da te.
Ho passato dei momenti bellissimi questestate. per Sono passata per Bucarest.
Oggi ho saltato la colazione. per Sono saltati dalla finestra.
Ha suonato a lungo il telefono. per E sonata la mezzanotte.
Ha sfuggito una terribile tragedia. per E sfuggito per un pelo a quellincidente.
Questo medico ha guarito molte persone. per Sono completamente guarita.
Lei ha bruciato tutte le sue lettere. per La casa bruciata nellincendio.
Ho vissuto unesperienza indimenticabile. per Sono vissuta l per molti anni.
Ho corso un gran rischio. per Sono corsa ad accoglierla.
Ho cominciato a studiare sodo. per E cominciata la facolt.
Ho finito di leggere quel libro. per Sono finite le vacanze.
a) i verbi impersonali, indicanti fenomeni atmosferici, si coniugano, di solito, con avere per dare
risalto allazione in s, alla sua durata e con essere quando si vuole constatare lazione
avvenuta2. La scelta dellausiliare, per, non provoca un cambiamento di significato sostanziale.
Nella lingua parlata questa sottile differenza di significato spesso trascurata. Luso dellausiliare
avere pi frequente.
Ha piovuto tutta la notte. / Stamattina piovuto.
Altri verbi del genere: albeggiare, annottare, balenare, diluviare, grandinare, lampeggiare,
nevicare, piovigginare, soffiare, (s)piovere, tuonare ecc.
b) i verbi servili dovere, potere e volere assumono lausiliare dellinfinito che segue.
Ho dovuto leggere.
Ho potuto leggere.
perch si dice: ho lavorato
Ho voluto leggere.
Sono dovuto partire.
Sono potuto partire.
Sono voluto partire.

perch si dice: sono partito

Ausiliare essere quando si intende dare risalto alla meta da raggiungere, avere quando si pone laccento sullazione in s e nel
significato di partecipare a una corsa.
2
Katerin Katerinov, La lingua italiana per stranieri, corso medio, lezioni, 3 edizione, Perugia, Edizioni Guerra, 1976, p. 30.

Corina Gabriela Bdeli

IL TRAPASSATO PROSSIMO

lausiliare avere / essere allimperfetto + il participio passato del verbo da coniugare


Quando

2 azione
1 azione
sono arrivata io, la lezione era gi cominciata.
IL PASSATO REMOTO

I.

REGOLARE
parlare
parlai
parlasti
parl
parlammo
parlaste
parlarono

II.

credere
credei (credetti)
credesti
cred (credette)
credemmo
credeste
crederono (credettero)

partire
partii
partisti
part
partimmo
partiste
partirono

essere*
fui
fosti
fu
fummo
foste
furono
crescere
crebbi
cresc-esti
crebbe
crescemmo
cresceste
crebbero
piacere
piacqui
piacesti
piacque
piacemmo
piaceste
piacquero
mettere
misi
mettesti
mise
mettemmo
metteste
misero
rompere
ruppi
rompesti
ruppe
rompemmo
rompeste
ruppero
vedere
vidi
vedesti
vide
vedemmo
vedeste
videro

dare*
diedi
desti
diede
demmo
deste
diedero
dire*
dissi
dicesti
disse
dicemmo
diceste
dissero
tacere
tacqui
tacesti
tacque
tacemmo
taceste
tacquero
stringere
strinsi
stringesti
strinse
stringemmo
stringeste
strinsero
stare*
stetti
stesti
stette
stemmo
steste
stettero
vivere
vissi
vivesti
visse
vivemmo
viveste
vissero

IRREGOLARE
avere
ebbi
av-esti
ebbe
av-emmo
av-este
ebbero
conoscere
conobbi
conoscesti
conobbe
conoscemmo
conosceste
conobbero
nascere
nacqui
nascesti
nacque
nascemmo
nasceste
nacquero
fare*
feci
facesti
fece
facemmo
faceste
fecero
sapere
seppi
sapesti
seppe
sapemmo
sapeste
seppero
tradurre*
tradussi
traducesti
tradusse
traducemmo
traduceste
tradussero

Corina Gabriela Bdeli

infinito

participio passato
-SO

accendere
apparire
chiudere
correre
difendere
deludere
decidere
muovere
offendere
prendere
perdere
ridere
rendere
scendere
spendere

acceso
apparso
chiuso
corso
difeso
deluso
deciso
mosso
offeso
preso
perso
riso
reso
sceso
speso

accorgere
cogliere
dipingere
giungere
piangere
scegliere
spegnere
tingere
vincere

accorto
colto
dipinto
giunto
pianto
scelto
spento
tinto
vinto

leggere
scrivere

letto
scritto

rimanere

rimasto

chiedere

chiesto

nascondere
porre
rispondere

nascosto
posto
risposto

bere
cadere
tenere
venire
volere

bevuto
caduto
tenuto
venuto
voluto

passato remoto
-SI
accesi, accend-esti
apparsi, apparisti
chiusi, chiudesti
corsi, corresti
difesi, difendesti
delusi, deludesti
decisi, decidesti
mossi, muovesti
offesi, offendesti
presi, prendesti
persi, perdesti
risi, ridesti
resi, rendesti
scesi, scendesti
spesi, spendesti
-SI
accorsi, accorgesti
colsi, cogliesti
dipinsi, dipingesti
giunsi, giungesti
piansi, piangesti
scelsi, scegliesti
spensi, spegnesti
tinsi, tingesti
vinsi, vincesti
-SSI
lessi, leggesti
scrissi, scrivesti
-ASI
rimasi, rimanesti
-ESI
chiesi, chiedesti
-OSI
nascosi, nascondesti
posi, ponesti*
risposi, rispondesti
si raddoppia la consonante tematica
bevvi, bevesti*
caddi, cadesti
tenni, tenesti
venni, venisti
volli, volesti

-TO

-TTO
-ASTO
-ESTO
-OSTO

-UTO

IL TRAPASSATO REMOTO

lausiliare avere / essere al passato remoto + il participio passato del verbo da coniugare
Dopo che
Appena

1 azione
ebbe finito,
fu arrivato,

2 azione
lo chiam.
la cerc.

I PRONOMI COMPLEMENTO
DIRETTO (accusativo)
forma tonica
forma atona
ringrazia me
mi ringrazia
ringrazia te
ti ringrazia
ringrazia lui
lo ringrazia
ringrazia lei
la ringrazia
ringrazia Lei (m+f)
La ringrazia

forma tonica
chiede a me
chiede a te
chiede a lui
chiede a lei
chiede a Lei (m+f)

DI TERMINE (dativo)
forma atona
mi chiede
ti chiede
gli chiede
le chiede
Le chiede
Corina Gabriela Bdeli

ringrazia Voi*
*Vi ringrazia
chiede a Voi*
ringrazia noi
ci ringrazia
chiede a noi
ringrazia voi
vi ringrazia
chiede a voi
ringrazia loro (m.)
li ringrazia
chiede a loro
ringrazia loro (f.)
le ringrazia
chiede a loro
ringrazia Loro (m.)
Li ringrazia
chiede a Loro (m)
ringrazia Loro (f.)
Le ringrazia
chiede a Loro (f)
ringrazia Voi*
*Vi ringrazia
chiede a Voi*
*Voi si adopera nel linguaggio commerciale, artistico e negli uffici.

*Vi chiede
ci chiede
vi chiede
gli chiede / (chiede loro)
gli chiede / (chiede loro)
chiede Loro
chiede Loro
*Vi chiede

le forme toniche sono di uso limitato;


nei tempi composti, il participio passato saccorda con il pronome complemento diretto;
laccordo obbligatorio per la 3 persona singolare e plurale e facoltativo per la 1 e 2 persona
singolare e plurale:

Hai visto Maria? S, lho vista.


Hai visto Paolo? S, lho visto.
Hai incontrato le ragazze? S, le ho incontrate.
Hai incontrato i ragazzi? S, li ho incontrati.
La mia amica non mi ha visto/a, ma io lho vista.
lo si usa anche per sostituire unintera frase, in questo caso ha valore neutro (=questo, questa):
Sai cosha detto Lucia di te?
No, non lo so. Dimmelo tu!
i pronomi complemento si mettono alla fine dei verbi al gerundio, allinfinito e allimperativo:
Avendogli dato una mano, mi sorrise. / Dopo averlo visto, lo chiamai. / Prendilo tu!
I PRONOMI ATONI COMBINATI
maschile

femminile

lo d a me
lo d a te
lo d a lui
lo d a lei
lo d a Lei
lo d a Voi
lo d a noi
lo d a voi
lo d a loro
lo d Loro
lo d a Voi
la d a me
la d a te
la d a lui
la d a lei
la d a Lei
la d a Voi
la d a noi
la d a voi
la d a loro
la d Loro
la d a Voi

singolare
me lo d
te lo d
glielo d
glielo d
glielo d
Ve lo d
ce lo d
ve lo d
glielo d / (lo d loro)
lo d Loro
Ve lo d
me la d
te la d
gliela d
gliela d
gliela d
Ve la d
ce la d
ve la d
gliela d / (la d loro)
la d Loro
Ve la d

li d a me
li d a te
li d a lui
li d a lei
li d a Lei
li d a Voi
li d a noi
li d a voi
li d a loro
li d Loro
li d a Voi
le d a me
le d a te
le d a lui
le d a lei
le d a Lei
le d a Voi
le d a noi
le d a voi
le d a loro
le d Loro
le d a Voi

plurale
me li d
te li d
glieli d
glieli d
glieli d
Ve li d
ce li d
ve li d
glieli d / (li d loro)
li d Loro
Ve li d
me le d
te le d
gliele d
gliele d
gliele d
Ve le d
ce le d
ve le d
gliele d / (le d loro)
le d Loro
Ve le d

USI DELLE PARTICELLE CI (VI) A, IN, SU, CON


1. Avverbio di luogo:
Sei andata al cinema di recente?
S, ci (vi) sono andata proprio ieri.
Sei stato in Italia?
No, ci (vi) andr lestate prossima.
2. Dimostrativo (significa a/su/in questo, a/su/in ci; si usa, di solito, con i verbi che richiedono la
preposizione a: credere, riuscire, pensare, provare ecc):
Ho dei ricordi bellissimi. Ci penso spesso. (pensare a ci)
Ti serve ancora del tempo per pensare sul da fare?
S, ci devo pensare ancora, grazie. (pensare su ci)

Corina Gabriela Bdeli

Mi potresti aiutare?
Come no, puoi contarci! (contare su ci)
Credi alle superstizioni?
A volte ci credo, a volte no. (credo a ci)
3. Uso idiomatico:
C un casino da non descrivere.
Ci sono ancora molte cose da fare, ma ce la caveremo.
Stai tranquillo, ci penso io, qui ci vuole una mano ferma.
Ci ho messo due giornate a fare questo.
USI DELLA PARTICELLA NE DI, DA
1. Partitivo:
Quanti libri hai letto?
Quante arance hai mangiato?
Ne ho letti molti. (di questi)
Ne ho mangiate due. (di queste)
Nei tempi composti, il participio passato saccorda con ne.
2. Dimostrativo:
Acqua passata, non ne parliamo pi. (di ci)
Sai qualcosa del nostro ex-compagno di classe?
No, non ne so proprio nulla. (di lui)
Legger questo racconto e ne far il riassunto. (di questo)
3. Avverbio di luogo:
Sei stato in biblioteca?
S, ne sono appena venuto. (da l)
Me ne vado perch non mi sento a mio agio. (di qui)
Vado allo spettacolo e ne esco alle nove di sera. (di l)
4. Uso idiomatico:
Che ne di tuo fratello?
Non volermene, non lho fatto apposta.
CI + NE
Quanti studenti sono nellaula?
Ce ne sono una ventina.
VERBO + PREPOSIZIONE
Le preposizioni tra parentesi sono facoltative:
abituare a
aiutare a
arrischiare a
avvezzare a
bramare a-di
cominciare a
condannare a
consigliare a-di
costringere a
degnare di
determinare a
disperare di
domandare di
esitare a
fingere di
giustificare di
impedire di
incitare a
indugiare a
intendere di
meravigliare di
muovere a
offrire di
parere (di)
pentire di

accettare di
ammonire di
aspettare a-per
avviare a
cercare di
concedere di
condurre a
continuare a
credere di
deliberare di
dichiarare di
disporre a
eccitare a
esortare a
finire di
guardare di
impegnare a-di
inclinare a
indurre a
invitare a
meritare di
obbligare a-di
ordinare di
penare a
permettere di

affrettare a
ardire (di)
autorizzare a
badare a-di
cessare a-di
conchiudere di
consentire a-di
contribuire a
dare a
desiderare (di)
dimenticare di
divertire a
esercitare a
figurare di
forzare a
imparare a
imprendere a
incoraggiare a
insegnare a
mancare di
mettere a
occupare a
ostinare a
pensare a-di
persistere a

Corina Gabriela Bdeli

persuadere a-di
prendere a
pretendere di
proibire di
provare a
ricusare di
scongiurare di
sedurre a
sembrare (di)
sforzare a-di
sollecitare a
spingere a
stentare a
supplicare a-di
tentare a-di
vantare di

pervenire a
preparare a
principiare a
promettere di
rassegnare a
rinunziare a
scusare di
seguire a
servire a
smaniare di
sopportare di
spronare a
stimolare a
tardare a
tornare a
vergognare a

preferire (di)
presumere di
procurare di
proporre di
ricordare di
riuscire a
sdegnare di
seguitare a
sfidare a
smettere di
sperare (di)
stabilire di
suggerire di
temere di
valere a
vietare a-di.

IL FUTURO SEMPLICE
parl(a)ere
credere
partire

-
-
-

-ai
-ai
-ai

-
-
-

-emo
-emo
-emo

-ete
-ete
-ete

-anno
-anno
-anno

nei verbi di 1 coniugazione, la della desinenza verbale cambia in e:


parlare: parler, parlerai, parler, parleremo, parlerete, parleranno.
i verbi in -CARE e GARE prendono unh davanti a e:
cercare: cercher, cercherai, cercher, cercheremo, cercherete, cercheranno;
pregare: pregher, pregherai, pregher, pregheremo, pregherete, pregheranno.
nei verbi in -CIARE e GIARE, ia cambia in e:
cominciare: comincer, comincerai, comincer, cominceremo, comincerete, cominceranno;
festeggiare: festegger, festeggerai, festegger, festeggeremo, festeggerete, festeggerranno.

fare:
stare:
dare:
essere:
avere:
andare:
sapere:
potere:
dovere:
vedere:
volere:
rimanere:
venire:
tenere:
bere:

ALCUNI VERBI IRREGOLARI:


far
farai
star
starai
dar
darai
sar
sarai
avr
avrai
andr
andrai
sapr
saprai
potr
potrai
dovr
dovrai
vedr
vedrai
vorr
vorrai
rimarr
rimarrai
verr
verrai
err
terrai
berr
berrai

far
star
dar
sar
avr
andr
sapr
potr
dovr
vedr
vorr
rimarr
verr
terr
berr

faremo
staremo
daremo
saremo
avremo
andremo
sapremo
potremo
dovremo
vedremo
vorremo
rimarremo
verremo
terremo
berremo

farete
starete
darete
sarete
avrete
andrete
saprete
potrete
dovrete
vedrete
vorrete
rimarrete
verrete
terrete
berrete

faranno;
staranno;
daranno;
saranno;
avranno;
andranno;
sapranno;
potranno;
dovranno;
vedranno;
vorranno;
rimarranno;
verranno;
terranno;
berranno.

IL FUTURO ANTERIORE

lausiliare avere / essere al futuro semplice + il participio passato del verbo da coniugare
1 azione
2 azione
avr finito,
ti chiamer.
sar arrivato, ti cercher.

Dopo che
Appena

IL CONDIZIONALE PRESENTE

si forma aggiungendo al radicale del futuro le seguenti terminazioni:

parler
creder

-ei
-ei

-esti
-esti

-ebbe
-ebbe

-emmo
-emmo

-este
-este

-ebbero
-ebbero
Corina Gabriela Bdeli

partir

-ei

-esti

-ebbe

-emmo

-este

-ebbero

I verbi irregolari sono gli stessi del futuro:


essere sar sarei, saresti, sarebbe, saremmo, sareste, sarebbero ecc.
IL CONDIZIONALE PASSATO

lausiliare avere / essere al condizionale presente + il participio passato del verbo da coniugare
Avrei voluto saperlo prima. Sarei venuta ad aiutarti.

LA CONCORDANZA ALLINDICATIVO

I.

tempo verbale del


presente,
futuro semplice,
futuro anteriore,
imperativo

anteriorit

So
Sapr
Avr saputo
Sappi
II.

III.

imperfetto,
passato remoto,
trapassato prossimo,
trapassato remoto
Sapevo
Seppi
Avevo saputo
Ebbi saputo

CHE

passato prossimo

Ho saputo

simultaneit

posteriorit

passato prossimo,
trapassato prossimo,
imperfetto

presente,
condizionale
presente

futuro,
dovere al presente +
infinito

venuta

viene.

verr.

trapassato prossimo

imperfetto

condizionale
passato,
dovere allimperfetto +
infinito

era venuta.

veniva.

sarebbe venuta.

trapassato prossimo /
(passato prossimo)

imperfetto /
(presente)

era venuta / ( venuta).

veniva / (viene)

condizionale passato
/ (futuro)
sarebbe venuta /
(verr).

IL CONGIUNTIVO PRESENTE
parlare
credere
partire
finire

-i
-a
-a
-isca

-i
-a
-a
-isca

-i
-a
-a
-isca

-iamo
-iamo
-iamo
-iamo

-iate
-iate
-iate
-iate

-ino
-ano
-ano
-iscano

perch identiche, le forme del singolare (soprattutto alla 2 persona) sono precedute dal soggetto
corrispondente;
i verbi in -CARE e GARE prendono unh davanti a i:
cercare: che io cerchi, che tu cerchi, che lui / lei cerchi, che noi cerchiamo, che voi cerchiate, che
loro cerchino;
pregare: che io preghi, che tu preghi, che lui / lei preghi, che noi preghiamo, che voi preghiate, che
loro preghino.
nei verbi in -CIARE e GIARE, la i non si raddoppia:
cominciare: che io cominci, che tu cominci, che lui / lei cominci, che noi cominciamo, che voi cominciate, che loro
comincino;
festeggiare: che io festeggi, che tu festeggi, che lui / lei festeggi, che noi festeggiamo, che voi festeggiate, che loro
festeggino.

ALCUNI VERBI IRREGOLARI:

che si formano dalla 1 persona plurale dellindicativo presente:


avere:
abbia
abbia
abbia
abbiamo

10

abbiate

abbiano;
Corina Gabriela Bdeli

essere:
dare:
fare:
sapere:
volere:
stare:

sia
dia
faccia
sappia
voglia
stia

sia
dia
faccia
sappia
voglia
stia

sia
dia
faccia
sappia
voglia
stia

siamo
diamo
facciamo
sappiamo
vogliamo
stiamo

siate
diate
facciate
sappiate
vogliate
stiate

siano;
diano;
facciano;
sappiano;
vogliano;
stiano.

che formano le persone 1, 2, 3 e 6 dalla 1 persona singolare dellindicativo presente e le persone 4 e 5


dalla 1 persona plurale del presente indicativo:
andare:
vada
vada
vada
andiamo
andiate
vadano;
apparire:
appaia
appaia
appaia
appariamo
appariate
appaiano;
bere:
beva
beva
beva
beviamo
beviate
bevano;
cogliere:
colga
colga
colga
cogliamo
cogliate
cogliano;
dire:
dica
dica
dica
diciamo
diciate
dicano;
porre:
ponga
ponga
ponga
poniamo
poniate
pongano;
potere:
possa
possa
possa
possiamo
possiate
possano;
rimanere: rimanga
rimanga
rimanga
rimaniamo
rimaniate
rimangano;
scegliere: scelga
scelga
scelga
scegliamo
scegliate
scelgano;
tenere:
tenga
tenga
tenga
teniamo
teniate
tengano;
venire:
venga
venga
venga
veniamo
veniate
vengano;
tradurre:
traduca
traduca
traduca
traducciamo
traducciate
traducano;
uscire:
esca
esca
esca
usciamo
usciate
escano.

eccezione:
dovere:
debba

debba

debba

dobbiamo

dobbiate

debbano.

IL CONGIUNTIVO PASSATO

lausiliare avere / essere al congiuntivo presente + il participio passato del verbo da coniugare
Trovo che tu abbia fatto benissimo a non venire ieri.
Non ricordo se lui sia stato presente alla riunione della settimana scorsa.
IL CONGIUNTIVO IMPERFETTO

parlare
credere
partire

-assi
-essi
-issi

-assi
-essi
-issi

-asse
-esse
-isse

ALCUNI VERBI IRREGOLARI:


essere:
fossi
fossi
dare:
dessi
dessi
stare:
stessi
stessi
fare:
facessi
facessi
dire:
dicessi
dicessi
tradurre:
traducessi
traducessi
porre:
ponessi
ponessi
bere:
bevessi
bevessi

fosse
desse
stesse
facesse
dicesse
traducesse
ponesse
bevesse

-assimo
-essimo
-issimo

-aste
-este
-iste

-assero
-essero
-issero

fossimo
dessimo
stessimo
facessimo
dicessimo
traducessimo
ponessimo
bevessimo

foste
deste
steste
faceste
diceste
traduceste
poneste
beveste

fossero;
dessero;
stessero;
facessero;
dicessero;
traducessero;
ponessimo;
bevessero.

IL CONGIUNTIVO TRAPASSATO

lausiliare avere / essere al congiuntivo imperfetto + il participio passato del verbo da coniugare
Speravo che loro fossero venuti prima di me.
Ero contenta che lei avesse ritrovato la sua allegria.
LA CONCORDANZA AL CONGIUNTIVO

I.

verbo che richiede il


congiuntivo al
presente,
futuro semplice,
futuro anteriore,
imperativo

anteriorit
CHE
congiuntivo passato

11

simultaneit
congiuntivo
presente

posteriorit
congiuntivo
presente / futuro

Corina Gabriela Bdeli

Credo
Creder
Avr creduto
Credi
II.

III.

imperfetto,
passato remoto,
trapassato prossimo,
trapassato remoto
Credevo
Credetti
Avevo creduto
Ebbi creduto
passato prossimo

Ho creduto

sia venuta

venga.

venga / verr.

congiuntivo
trapassato

congiuntivo
imperfetto

condizionale
passato

fosse venuta.

venisse.

sarebbe venuta.

congiuntivo
trapassato /
(congiuntivo passato)

congiuntivo
imperfetto /
(congiuntivo
presente)

condizionale
passato / (futuro)

fosse venuta / (sia


venuta).

venisse / (venga)

sarebbe venuta /
verr.

LUSO DEL CONGIUNTIVO


A. In proposizioni indipendenti3
1. Congiuntivo esortativo (imperativo). Si usa il presente del congiuntivo. Si usa anche per
esclamazioni (benedizioni, maledizioni).
Viva la Roma!
Che Dio vi aiuti!
Abbia pazienza!
Che sia maledetto!
1. Congiuntivo concessivo. Si usa il presente del congiuntivo.
Venga pure!
Entri pure!
2. Congiuntivo dubitativo. Si usa per lo pi il presente o il passato del congiuntivo.
Perch non venuto? Che sia malato?
Perch non arriva? Che abbia perso lautobus?
3. Congiuntivo ottativo. Si usa limperfetto o il trapassato del congiuntivo. Esprime un augurio, un
desiderio inappagato o inappagabile.
Magari potessi andarci!
Avessero aspettato ancora un po!
Non lavessi mai detto!
Almeno dicesse la verit!
B. In proposizioni dipendenti quando c / ci sono:
1. unopinione: credere, pensare, trovare, preferire, ritenere
Credo che questa sia la cosa giusta da fare.
2. una supposizione: supporre
Suppongo che tu sappia come toglierci da questo imbroglio.
3. unincertezza: qualunque verbo alla forma negativa
Non so se lui parli sul serio o no.
4. un dubbio: dubitare, non credere
Dubito che lui riprovi a cercarti.
5. una speranza: sperare
Spero che tutto si risolva per il meglio.
6. una volont o un ordine: volere, imporre, pretendere, vietare, chiedere, ordinare
Voglio che tu mi dica ora stesso dove sei stato.
7. un desiderio: desiderare, bramare
Desidero che voi siate molto ma molto felici.
8. un augurio: augurare
Ti auguro che tutto vada bene allesame di domani.
9. unattesa: aspettare, attendere
Aspetto che lei mi dica che cosa c da fare.
10. un timore: temere, avere paura
Temo che lui non stia bene.
11. un sentimento o uno stato danimo: meravigliarsi, rattristarsi, rallegrarsi, dispiacersi, rincrescere,
rimpiangere, essere (s)contento / triste / lieto / allegro
Mi rallegro che voi abbiate capito tutto.
12. una necessit: necessario, occorre, bisogna
Bisogna che voi facciate pi attenzione.
3

K. Katerinov, op. cit., pp. 95-96.

12

Corina Gabriela Bdeli

13. una (im)probabilit: (im)probabile, poco probabile


E poco probabile che tu riesca a farlo da solo.
14. una (im)possibilit: (im)possibile, pu darsi
Pu darsi che io trovi tra le mie cose qualcosa che faccia per te.
15. espressioni impersonali: si dice che, dicono che, sembra che, pare che, bene / male / meglio /
utile
E meglio che tu rimanga a casa se non stai bene.
16. un predicato principale che richiede il congiuntivo al condizionale di solito, congiuntivo imperfetto
/ trapassato:
Vorrei che tu mi dessi retta ogni tanto.
Vorrei che tu avessi fumato di meno.
Avrei voluto che tu mi capisca meglio.
Avrei voluto che tu avessi fatto quello che ti avevo chiesto.
Mah! Direi che sia meglio cos.
17. il grado superlativo relativo (insieme collindicativo): il pi / il meno che, lunico, il solo, il primo,
lultimo
E il film pi noioso che io abbia visto (ho visto).
18. una comparazione di maggioranza: pi di quanto, pi di quello che, meglio di quanto ecc.
Il libro stato pi interessante di quanto (non) mi aspetassi.
19. una proposizione relativa restrittiva:
Voglio da te una spiegazione che mi lasci soddisfatta.
20. alcuni aggettivi e pronomi indefiniti: qualunque, qualsiasi (cosa), chiunque, ovunque
Qualsiasi cosa lui faccia o dica, io non gli credo pi.
21. congiunzioni concessive: bench, sebbene, malgrado, nonostante, per quanto, con tutto che per
anche se + indicativo
Per quanto tu provi a insistere, non mi convincerai.
22. congiunzioni finali: perch, affinch
Le cose vanno ripetute affinch si capiscano e simparino alla meglio.
23. congiunzioni temporali: prima che
Devo finire i preparativi prima che gli ospiti arrivino.
24. congiunzioni modali: come se, senza che, comunque, in qualsiasi modo, di modo che
Lo guardava come se lo vedesse per la prima volta.
25. congiunzioni condizionali: qualora, a patto che, a condizione che, nel caso che, purch, a meno
che, salvo che, a patto che, nelleventualit che, caso mai, sempre che
Qualora tu dovessi incontrarlo, fammelo salutare!
Ti dir tutto, purch tu non lo racconti agli altri.
Verr a patto che ci venga anche lui.
Te lo dico salvo che tu non mi prenda in giro.
Non successo niente di male a meno che loro non me lo abbiano detto.
26. la locuzione consecutiva: troppo perch:
E troppo impreparato, perch possa superare lesame.
IL SE CONDIZIONALE
I.

presente indicativo
futuro semplice

presente indicativo
futuro semplice
Io vengo
Io verr

II.

condizionale presente
Io verrei

III.

tu mi inviti.
tu mi inviterai.
SE

congiuntivo imperfetto
tu mi invitassi.

condizionale passato
imperfetto

congiuntivo trapassato
imperfetto
Io sarei venuta
Io venivo

tu mi avessi invitata.
tu mi invitavi.

LIMPERATIVO
(tu)
(Lei)
(noi)
(voi)
(Loro)

(non)

parlare
-a!
-i!
-iamo!
-ate!
-ino!

credere
-i!
-a!
-iamo!
-ete!
-ano!

partire
-i!
-a!
-iamo!
-ite!
-ano!

capire
-isci!
-isca!
-iamo!
-ite!
-iscano!

lavarsi
-ati!
Si i!
-iamoci!
-atevi!
Si ino!

Limperativo negativo di 2 persona singolare si ottiene premettendo NON alla forma dellinfinito:

13

Corina Gabriela Bdeli

Non parlare! / Non credere! / Non partire! / Non finire!

avere
abbi!
abbia!
abbiamo!
abbiate!
abbiano!

ALCUNI VERBI IRREGOLARI:


essere
sii!
sia!
siamo!
siate!
siano!

sapere
sappi!
sappia!
sappiamo!
sappiate!
sappiano!

andare
va!
vada!
andiamo!
andate!
vadano!

dare
da!
dia!
diamo!
date!
diano!

stare
sta!
stia!
stiamo!
state!
stiano!

fare
fa!
faccia!
facciamo!
fate!
facciano!

dire
di!
dica!
diciamo!
dite!
dicano!

nelle forme monosillabiche dellimperativo la consonante iniziale del pronome complemento e della
particella ci si raddoppia:
Dammi! / Dimmelo! / Vacci! / Stacci! / Dalle! per Digli!

IL DISCORSO DIRETTO E INDIRETTO


DISCORSO DIRETTO
io
tu
lei
Lei

DISCORSO INDIRETTO
lui, lei

noi
voi
loro
Loro
il mio
il tuo
il suo
il Suo

I.

il nostro
il vostro
il loro
il Loro
questo
qui / qua
domani
oggi
ieri
tra poco
ora
poco fa
venire
presente indicativo / congiuntivo
passato prossimo / remoto
futuro semplice / anteriore
condizionale semplice
imperativo
Disse: Se avr tempo, andr a trovarla.

II.

Disse: Se avessi tempo, andrei a trovarla.

III.

Disse: Se avessi avuto tempo, sarei andato a


trovarla.
Nel passaggio dal D.D. al D.I. non cambiano:

loro

il suo

il loro
quello
l / l
il giorno dopo
quel giorno
il giorno prima
poco dopo
allora
poco prima
andare
imperfetto indicativo / congiuntivo
trapassato prossimo
condizionale passato
condizionale passato
infinito semplice o congiuntivo imperfetto
Disse che se avesse avuto tempo sarebbe andato a
trovarla.
Disse che se avesse avuto tempo sarebbe andato a
trovarla.
Disse che se avesse avuto tempo sarebbe andato a
trovarla.
limperfetto indicativo / congiuntivo;
il trapassato indicativo / congiuntivo;
linfinito, il gerundio, il participio.

14

Corina Gabriela Bdeli